Informazioni sul sito
Se vuoi aiutare LUOGOCOMUNE

HOMEPAGE
INFORMAZIONI
SUL SITO
MAPPA DEL SITO

SITE INFO

SEZIONE
11 Settembre
Questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego.
 American Moon

Il nuovo documentario
di Massimo Mazzucco
 Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!
 Menu principale
 Cerca nel sito

Ricerca avanzata

TUTTI I DVD DI LUOGOCOMUNE IN OFFERTA SPECIALE


opinione : Gli alieni siamo noi
Inviato da Redazione il 13/12/2009 3:40:00 (6189 letture)

Sullo schermo TV passano le immagini di una manifestazione popolare, che si snoda lungo i viali di una grande città: migliaia e migliaia di persone che sfilano in corteo, portando vari cartelli che accusano i politici di menzogne, di cecità e di corruzione, mentre intonano slogan che chiedono le dimissioni del governo.

L’alieno spense la TV, e si voltò con aria sconcertata verso la sua compagna, che stava lavorando a maglia sul divano accanto a lui.

- Io questi terrestri davvero non li capisco.

- Perchè amore?

- Ma scusa, questi popoli non vivono in democrazia?

- Mi sembra di si. Ma perchè me lo chiedi?

- Ma scusa, hai mai visto della gente protestare contro dei politici che hanno scelto loro?

- E’ vero - disse l’aliena con un alzatina di spalle – non ci avevo mai pensato.

L’alieno scosse la testa in silenzio, poi prese il giornale e iniziò a leggere.

Sulla prima pagina del “Corriere della Galassia” si leggeva: “Le Pleiadi annunciano un ravvicinamento con il Sistema Unito”. Altri titoli recitavano “Andromeda paradiso perduto”, ...


... “Il Sistema Solare rinuncia all’accordo delle Stelle Nane”, “Il grande buco nero della finanza interplanetaria”, “E’ in arrivo un inverno stellare”.

L’alieno inizia a leggere l’articolo intitolato “Il Sistema Solare rinuncia all’accordo delle Stelle Nane”, ma dopo un pò si ferma, stacca gli occhi dalla pagina e commenta esterrefatto:

- Ma questi del Sistema Solare sono proprio dei coglioni patentati!

Lei, dolcissima, si offre nuovamente a fare da sponda al suo sfogo impellente.

- Perchè, amore?

- Ma ti rendi conto che Plutone ha rinunciato a cambiare orbita, solo perchè non vuole diventare retrogrado prima di Nettuno?

- Lo sai che da quelle parti sono ancora all’età della pietra ...

- D’accordo, ma quanto si può essere deficienti, per non capire che così si danneggia tutto l’equilibrio locale?

Lei parla con la voce della saggezza universale, senza mai staccare gli occhi dal suo lavoro.

- Ognuno deve fare il proprio percorso. Certe cose si imparano solo pagando di persona per gli errori commessi.

C’è qualche secondo di silenzio, nel quale si sente solo lo sferruzzare degli aghi che lavorano la maglia. Poi lei aggiunge:

- Anche noi, una volta, credevamo al vantaggio individuale.

- Certo, certo. Ma farlo fra pianeta e pianeta lo capisco ancora, ma questi sulla terra che votano gli stessi che poi vanno a contestare...

- Infatti, quelli sulla Terra sono i più arretrati di tutti, se non sbaglio.

- Sì, è vero. Sono gli unici rimasti a delegare ad altri le questioni più importanti. Su tutti gli altri pianeti vige già da tempo la Responsabilità Individuale.

Lei sembra riflettere, mentre stacca per la prima volta gli occhi dal lavoro, e fissa lo spazio davanti a sè:

- Bisogna ammettere che in un certo senso quelli erano tempi felici.

- In che senso, scusa? – chiede lui, contraddetto.

- Beh, delegando ad altri le responsabilità principali, i cittadini bene o male partecipavano solo al momento delle elezioni. Poi tornavano a casa e per qualche anno non dovevano preoccuparsi più di nulla. Erano altri a decidere se fare le guerre, a siglare gli accordi internazionali, a decidere di come disporre delle risorse comuni ...

- Salvo poi andare a protestare, quando si accorgevano di essere stati fottuti dai loro governanti.

- Si, ma non dimenticare che lo facevano solo quando venivano toccati nell’interesse personale. Non protestavano mai per questioni di principio, o per i diritti altrui. Lo facevano solo per interesse personale.

L’alieno annuì con gravità, poi disse:

- Certo, è tutto lì il problema.

- Ci arriveranno anche loro, non preoccuparti – disse lei, tornando a sferruzzare - Ormai vivono in condizioni tali da non poter dormire più a lungo. Il tempo dell’Arcadia è finito anche per loro.

- Speriamolo, perchè qui alla fine ci tocca aspettare anche gli ultimi deficienti. Finchè non raggiungono tutti lo stesso livello, la Galassia non può procedere nel suo percorso evolutivo.

- Succederà, non preoccuparti, succederà. Così è scritto, e così sarà. Certe Leggi sono intoccabili, non si possono cambiare.

Poi aggiunse, quasi tra sè e sè, con un piccolo sospiro:

- Sono le uniche che ci danno qualche certezza, in questo mondo che ci cambia sotto gli occhi ogni giorno.

Massimo Mazzucco

Voto: 0.00 (0 voti) - Vota questa news - OK Notizie


Altre news
28/11/2015 10:00:00 - Il nuovo sito è pronto
26/11/2015 19:40:00 - Fulvio Grimaldi a Matrix
24/11/2015 11:00:00 - Caccia russo abbattuto dai turchi
22/11/2015 20:20:00 - Ken O'Keefe: "ISIS = Israeli Secret Intelligence Service"
21/11/2015 21:00:00 - L'uomo che uccise Kennedy
19/11/2015 19:00:00 - La solitudine
18/11/2015 21:21:31 - Vladimir Putin - conferenza stampa al summit del G20
17/11/2015 13:50:00 - Dopo Parigi
15/11/2015 22:30:00 - Commenti liberi
14/11/2015 9:40:00 - À la guerre comme à la guerre
13/11/2015 23:00:00 - Nuovi attentati a Parigi
11/11/2015 19:50:00 - Atleti russi dopati, brutti e cattivi
10/11/2015 19:30:00 - Fini, Grillo, Travaglio - e il giornalismo che non fa i conti con sé stesso
9/11/2015 18:30:00 - "Bag it!" Documentario (Ita)
8/11/2015 9:09:03 - Commenti liberi

I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Autore Albero
Kingu
Inviato: 13/12/2009 7:28  Aggiornato: 13/12/2009 7:28
Mi sento vacillare
Iscritto: 13/11/2008
Da: Treblinka
Inviati: 302
 Re: Gli alieni siamo noi
Bisogna far sapere a questo alieno pantofolaio
che ,in questo sistema solare, ci sono individui che stanno pagando a caro prezzo cosa vuol dire "l'insosTeMibile leggerezza degli Esseri", e quella di sentirsi terribilmente soli a contatto con questa specie. lo doveva sapere bene la "Sentinella" di Frederic Brown quando venne a contatto con questi "mostri con solo due braccia e due gambe e la pelle di un bianco ributtante e senza squame". Che lo sappiano dalle altre parti dell'universo che c'è chi sa che uno sforzo collettivo per il bene di tutti è indispensabile, ma è anche vero che a generare lo sconforto è la consapevolezza di com'è stato reso inutile e inoffensivo questo potenziale. che lo sappiano aldifuori di qua che la forza collettiva si misura con la somma di individualità forti per il bene di tutti, non con greggi di mignotte civiche.

LoneWolf58
Inviato: 13/12/2009 11:13  Aggiornato: 13/12/2009 11:13
Sono certo di non sapere
Iscritto: 12/11/2005
Da: Padova
Inviati: 4861
 Re: Gli alieni siamo noi
Beh! certo che neanche questi alieni sono poi così tanto evoluti se ancora guardano la TV?

La storia, come un'idiota, meccanicamente si ripete. (Paul Morand)
Il problema, però, è che ci sono degli idioti che continuano a credere che la storia non si ripeta. (LoneWolf58)
minkiaprof
Inviato: 13/12/2009 12:00  Aggiornato: 13/12/2009 12:00
Ho qualche dubbio
Iscritto: 2/12/2006
Da:
Inviati: 129
 Re: Gli alieni siamo noi
anche Asimov dedica ai terrestri coglioni un racconto dall'emblematico titolo "razza di deficienti". li' in sostanza, la Terra vorrebbe entrare a far parte del grande consesso delle civilta' galattiche evolute, ma quando la commissione giudicatrice scopre che i suoi abitanti compiono ancora esperimenti nucleari sul loro stesso pianeta, boccia la richiesta e ci depenna. si vede proprio che all'estero sono piu' avanti...
il problema e' sempre l'inconsapevolezza collettiva dei nostri veri diritti. finche' tutti non si renderanno conto che nasciamo DIVERSI nell'individualita' ma UGUALI nei diritti, scambieremo per "democrazia televisiva" i bombardamenti a tappeto di partitedicalcio, cellularichefannoancheilcaffe', tetteculi, milionidipostidilavoro, incentiviapioggia, guerregiuste, gossipsulledonnecolpisello ecc ecc ecc., credendoci unici al mondo perche' abbiamo raggiunto anche noi il nulla del nostro vicino (vedi "Il Pelo" di GG).

E quando ci domanderanno che cosa stiamo facendo, tu potrai rispondere loro: Ricordiamo. (Ray Bradbury, Fahrenheit 451)
titusnefasto
Inviato: 13/12/2009 14:00  Aggiornato: 13/12/2009 14:00
Mi sento vacillare
Iscritto: 19/5/2004
Da: daumpa
Inviati: 417
 Re: Gli alieni siamo noi
mi ricordo "la sentinella" e pure "razza di deficienti".
si potrebbe affermare che certi autori di sf abbiano fatto una escursione nel futuro ma poi ci deprimiamo pensando che di idee effettive l'uomo non ne ha affatto e si ritrova a costruire i tempi a venire su scritti già datati.
e forse è questo il "destino".

absinth
Inviato: 13/12/2009 15:12  Aggiornato: 13/12/2009 15:14
Ho qualche dubbio
Iscritto: 22/12/2005
Da: FRIULI VENEZIA GIULIA
Inviati: 249
 Re: Gli alieni siamo noi
lol ... c'è più verità in questo "Spot" che in un tg

X Massimo: ti ho mandato una mail oggi... fammi sapere se riesci a leggerla e scaricare il file pdf altrimenti te la rimando, grazie ;)

juanmatus
Inviato: 13/12/2009 15:28  Aggiornato: 13/12/2009 15:28
So tutto
Iscritto: 16/9/2005
Da: nogales
Inviati: 29
 Re: Gli alieni siamo noi
... la favola dell'alieno... grande Mazzucco...

ELFLACO
Inviato: 13/12/2009 16:43  Aggiornato: 13/12/2009 16:43
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 28/10/2005
Da:
Inviati: 1839
 Re: Gli alieni siamo noi
Citazione:
il problema e' sempre l'inconsapevolezza collettiva dei nostri veri diritti. finche' tutti non si renderanno conto che nasciamo DIVERSI nell'individualita' ma UGUALI nei diritti,


Forse non è vero che siamo diversi. Forse non è vero che siamo individui.
Forse siamo parti di un TUTTO che solo vivono diferenti esperienze,il fatto che ci crediamo individui crea ,forse,tutti i nostri conflitti sociali ed "Individuali".

No?

“Le persone non dovrebbero avere paura dei propri governi, sono i governi a dover aver paura delle persone.”
ivan
Inviato: 13/12/2009 16:49  Aggiornato: 13/12/2009 20:37
Sono certo di non sapere
Iscritto: 22/7/2004
Da: Bronx
Inviati: 11520
 Re: Gli alieni siamo noi
Gli alieni devono essere sbarcati in Brasile:

link

Citazione:


Governatore di Brasilia con le mazzette in mano: «Non mi dimetto»
Il politico si difende dicendo che erano soldi che avrebbe dato ai poveri. Cresce la protesta per mandarlo a casa




Notare: "Il politico si difende dicendo che erano soldi che avrebbe dato ai poveri.. Il guaio è c'è pure chi ci crede.


Altrove gli alieni si son sempre tenuti alla larga e le conseguenze iniziano a vedersi:

link

Citazione:


"Andiamo ai materassi", diceva Don Corleone nel film: "Il Padrino". Prepariamoci. Rimane poco tempo. Abbiamo ballato sul Titanic troppo a lungo e non crediamo più all'esistenza degli iceberg. Gli italiani sono come orsi polari alla deriva sulle lastre di ghiaccio nello stretto di Bering. Su lastre sempre più piccole. Non capiscono perché si trovino in mezzo all'oceano, ma pensano che finché c'è ghiaccio c'è speranza. Berlusconi è finito. Con la sua sovrumana volontà di sopravvivenza alla giustizia e alla decadenza fisica ha tenuto in vita artificiale un Paese inesistente insieme alla sua carcassa. Il dopo Berlusconi è già iniziato. I suoi ex compari Fini e Casini si preparano alla successione.
L'Italia si sta spaccando come un lastrone di ghiaccio. .... Ve lo diranno il giorno dopo, scriveranno che era imprevedibile, quando invece tutti sanno. Il presidente greco Papandreou teme la bancarotta, la perdita di sovranità nazionale, in sostanza il commissariamento, l'impossibilità di fare una politica economica autonoma. Chi ha in pancia titoli di Stato greci ha paura che diventeranno come i Tango bond argentini: carta straccia. La Grecia ha 300 miliardi di euro di debito pubblico, noi SEI volte tanto. La popolazione greca è di circa 12 milioni di abitanti. I nostri pensionati e dipendenti pubblici sono quasi 19 milioni. Una stima realistica dei disoccupati italiani è di 3 milioni e mezzo, conteggiando anche coloro che il lavoro non lo cercano più, i cosiddetti "sfiduciati". Le istituzioni finanziarie mondiali e i ministeri del Tesoro comprano titoli di Stato. Per proteggersi dal rischio Paese possono contrarre delle polizze assicurative. L'Italia è prima nel mondo per polizze contratte contro la sua bancarotta. Che altro bisogna fare per suonare la campana a martello?
Se l'economia ci presenterà un conto che non riusciremo a pagare, lo stesso farà la Storia. La Lega punta alla secessione del Nord e con tutta probabilità riuscirà a ottenerla. La crisi dello Stato e il crollo dei piduisti del PDL la favorirà. Diventerà il primo partito sopra il Po. La mafia in Sicilia ha lo stesso obiettivo sin dai tempi di Salvatore Giuliano. Una Jugoslavia dolce ci aspetta. Gli italiani si frequentano da troppe migliaia di anni per farsi una vera guerra. Un Paese che ha Napolitano presidente della Repubblica, Schifani presidente del Senato e lo psiconano presidente dl Consiglio è morto. Uno zombie che cammina. Lo tsunami italiano è alle porte. Prepariamo i materassi.


ProphetOne
Inviato: 13/12/2009 18:28  Aggiornato: 13/12/2009 18:28
Ho qualche dubbio
Iscritto: 13/6/2006
Da: Pianeta Nibiru
Inviati: 79
 Re: Gli alieni siamo noi
... a meno che tutto questo non abbia, invece, un senso ben preciso.
Ovviamente siamo nel campo delle ipotesi dietrologiche estreme, ma non potrebbe essere che la riduzione alla fame di una enorme quantità di esseri umani serva solo a mettere in atto le politiche di riduzione della popolazione terrestre?
L'Italia è notoriamente uno dei paesi più densamente popolati del mondo. Da noi questo esperimento sembra già in atto, con risultati soddisfacenti, visto la decrescita della popolazione negli ultimi anni.

Pispax
Inviato: 13/12/2009 18:54  Aggiornato: 13/12/2009 18:54
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/3/2009
Da:
Inviati: 4685
 Re: Gli alieni siamo noi
Citazione:
mi ricordo "la sentinella" e pure "razza di deficienti".

"Sentinella" non è di Brown?

Non sto contestando niente, è solo che non me lo ricordo.

Kingu
Inviato: 13/12/2009 19:25  Aggiornato: 13/12/2009 19:25
Mi sento vacillare
Iscritto: 13/11/2008
Da: Treblinka
Inviati: 302
 Re: Gli alieni siamo noi
"Sentinella" è di Fredric Brown, "Razza di deficenti" (che non conosco e ho controllato ora) è di Asimov. tutto confermato

Gustav
Inviato: 13/12/2009 21:06  Aggiornato: 13/12/2009 21:06
Ho qualche dubbio
Iscritto: 4/9/2006
Da: Pisa
Inviati: 80
 Re: Gli alieni siamo noi
[O.T.]

Berlusconi colpito al volto dopo un comizio a Milano ...(gesto inqualificabile e quindo da condannare, ma non è questo il punto)

Il Tg1 ha trasmesso anche il video (si presume amatoriale, forse di un telefonino) in cui si vede il corpo contrundente (mai agg. è stato più azzeccato...) che colpisce il premier.

Io dico: non può succedere nulla a questo mondo che non ci sia qualcuno che lo filma. Solo al Pentagono l'11 settembre c'è stato un black-out totale e non si vede uno straccio di aereo: eppure era (ed è) uno dei luoghi più inquadrati da telecamere al mondo!

"Non sempre chi ti butta la cacca addosso lo fa per farti del male, non sempre chi ti tira fuori della cacca lo fa per farti del bene, ma soprattutto, quando sei nella cacca fino al collo, stà zitto!"
Marko99
Inviato: 13/12/2009 21:31  Aggiornato: 13/12/2009 21:45
Ho qualche dubbio
Iscritto: 13/12/2009
Da:
Inviati: 58
 Re: Gli alieni siamo noi
Io aspetterei a valutare l incidente a Berlusconi.
Nella sequenza rilasciata da poco in cui si vede l'oggetto colpire, lo stesso oggetto, la forma, la traiettoria e la sua "trasparenza" non hanno niente di normale. Lo stesso Berlusconi sembra tenere qualcosa in mano al momento del presunto impatto.
Per non parlare delle immagini in diretta che staccano dal Berlusca solo per i pochi secondi in cui si verifica l'incidente.
In questo modo avrebbero avuto tutto il tempo per aggiungere digitalmente l'oggetto nella sequenza rilasciata dopo una mezz oretta.
911 e Neda insegnano.
Così il Berlusca, con tutta la solidarietà del mondo politico e della gente impietosita, può finalmente respirare dopo il clima che si è scatenato negli ultimi mesi.
Inoltre la Prestigiacomo ha già dichiarato che si dovrà provvedere ad una legge contro questi reati, ovvero leggasi "adesso faremo leggi per cui non si potranno più fare manifestazioni".

Lo stesso Berlusca fa immediatamente sfoggio della sua ferita tirandosi su e girandosi a DX e SX per farsi vedere da tutti e nella macchina non si tocca la bocca ma si asciuga la fronte.
Ricordiamo che stando a quanto afferma il suo medico personale (che ha fatto la diagnosi, leggasi diagnosi a comando) dovrebbe avere due denti rotti e una ferita al labbro.
Sappiamo tutti come in questo genere di traumi, non si possa tenere le mani lontane dalla bocca per "controllare i danni"
Per me fake bello e buono, per prendere parecchi piccioni con una fava.

Aggiungo: non si spiega il perchè le guardie del corpo tardino a metterlo in macchina se non con il fatto di dover mostrare alle telecamere gli effetti del presunto impatto.
Inoltre le stesse guardie si scagliano contro un giornalista con macchina fotografica professionale con foga inaudita letteralmente lancianodlo via dalla scena, mentre le altre persone intorno vengono totalmente ignorate.
Questo si spiega assolutamente con il fatto di non poter tollerare scatti ravvicinati e zoomati del finto trauma che potrebbero far saltare in aria la sceneggiata.
Non mi stupirei neppure se a quello stesso giornalista fosse stata sequestrata la macchina o il rullino subito dopo.

Tornando al proiettile.....si vede un oggetto di forma quadrata, colore marrone chiaro uniforme, semitrasparente che non può essere la statuetta del Duomo di cui si parla. Nel video vengono mandati i fotogrammi rallentati al massimo e negli stessi l'oggetto non appare mai neanche lontanamente nitido. Per apparire così sfocato e indistinguibile nei singoli fotogrammi un proiettile deve essere lanciato ad una velocità impressionante.
Inoltre la traiettoria sfida le leggi della fisica dal momento che non decelera nell'impatto ma cade con una traiettoria parabolica assolutamente improbabile. Domani vedremo le analisi video e sapremo la verità. Io stesso ho una copia dello spezzone in digitale nel caso che domani i media se ne escono con una migliore versione messa a punto nella nottata. Se lo faranno, metterò a confronto le due versioni e verrà fuori il patatrac. Premetto che fino alla visione del video, nonostante io non abbia mai votato Berlusconi, avevo creduto alla storiella e avevo avuto pietà di lui.
Credo che i cosiddetti poteri forti lo vogliano fuori dalle scatole perchè poco allineato e ormai scomodo, e per questo lo avevo rivalutato (visti anche i colpi di coda riguardo alla sovranità monetaria) ma non mi va comunque che esca da questa situazione prendendo per il culo l'Italia con i mezzi menzogneri che usano i suoi stessi detrattori.

Homero
Inviato: 13/12/2009 21:44  Aggiornato: 13/12/2009 21:45
Mi sento vacillare
Iscritto: 5/4/2007
Da:
Inviati: 466
 Re: Gli alieni siamo noi
Non lo so...nel forum ho espresso miei dubbi, ma dopo aver guardato altro filmato, anche con tutta la buona volontà cospiratoria di cui sono capace mi riesce difficile pensare ad una sceneggiata
quando si analizza un delitto, ci si accorge come raramente gli eventi siano sempre cristallini; spesso la verità risiede in una zona grigia...

in questo caso potrebbe anche trattarsi di un avvertimento...

Kingu
Inviato: 13/12/2009 22:17  Aggiornato: 13/12/2009 22:24
Mi sento vacillare
Iscritto: 13/11/2008
Da: Treblinka
Inviati: 302
 Re: Gli alieni siamo noi
Ah Ah Ah, pensavo gli avessero rotto le palpebre di plastica.possibile che queste cose accadano dopo i nobday. sembra fatto di proposito. Ah Ah Ah. si parla di campagna d'odio.Biagi fu ucciso prima di uno sciopero generale storico, che vide 2/3 dei sindacati declinare. qua si parla di uno squilibrato ma stiamo sicuri che non si parlerà d'altro: "il capo supremo è a rischio e bisogna proteggerlo, e non ci sono cazzi". il piu dispiaciuto sarà Fini, ma per il fatto che dovrà limitare o annullare le sue esternazioni per "non alimentare questo clima d'odio!".solite vecchie storie d'inzozzamento di qualità inferiore. commediola.voto: 2

Marko99
Inviato: 13/12/2009 22:27  Aggiornato: 13/12/2009 22:27
Ho qualche dubbio
Iscritto: 13/12/2009
Da:
Inviati: 58
 Re: Gli alieni siamo noi
Giudicate voi se questa sequenza ha nulla di naturale....

http://www.makeagif.com/i/kWlhva

Nel primo fotogramma notate la pixelatura del mento del Berlusca.
Nel secondo guardate la linea che scende dalla base dell'orecchio e quella che dalla stessa base dell'orecchio passa sotto l'occhio, poi guardate a dx e guardate il Duomo (risata) che arriva. Si, è quela zona grigia ed indefinita.

Qui le tre immagini prese da questo video di YT

http://www.youtube.com/watch?v=-vZRCFmyaEk

1°fotogramma: http://img402.yfrog.com/i/64399283.png/
2° fotogramma: http://img402.yfrog.com/i/93756808.png/
3° fotogramma: http://img402.yfrog.com/i/76475585.png/


Redazione
Inviato: 13/12/2009 23:57  Aggiornato: 13/12/2009 23:57
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Gli alieni siamo noi
ABSINTH: Appena posso ti rispondo.

Freeanimal
Inviato: 14/12/2009 4:52  Aggiornato: 14/12/2009 4:52
Mi sento vacillare
Iscritto: 17/5/2009
Da: Codroipo (UD)
Inviati: 705
 Re: Gli alieni siamo noi
Il titolo dell’articolo, gli alieni siamo noi, è originale, dal momento che, ultimamente, si sente piuttosto dire: “Gli alieni sono tra noi”. Che siano tra noi, un complottista come David Icke, lo crede veramente e li descrive anche nei dettagli, come sono fatti, cosa combinano sulla Terra e perché odiano gli esseri umani veri, quelli discesi da un antenato comune con le scimmie. Altri complottisti un po’ più razionali, rifiutano le paranoie di Icke e si limitano a parlare di casta massonica di banchieri-petrolieri che, anche senza avere la pelle squamosa e senza provenire da Alpha Draconis, odia il resto dell’umanità, vuole ridurne una gran parte e ha in serbo per i rimanenti un destino di schiavi silenziosi e sottomessi. La frase: “Finchè non raggiungono tutti lo stesso livello, la Galassia non può procedere nel suo percorso evolutivo”, mi fa venire la curiosità di conoscere la posizione del signor Mazzucco, ovvero se posso classificarlo nella categoria dei complottisti razionali o in quella dei fantasiosi in stile David Icke. Anche la pubblicità dell’ultimo libro di quest’ultimo, presente in Home page, mi mette in difficoltà a tal proposito. Entrando nel merito dell’articolo, mi rendo conto che, anche se si parla di alieni, si tratta di una metafora. Nel senso che il comportamento dell’Homo sapiens che prima vota e poi contesta i votati, oppure che fa esperimenti nucleari sullo stesso pianeta su cui vive, potrebbe essere preso come il risultato di un’alienazione mentale, cioè potremmo essere presi per pazzi alieni e alienati, dato che non c’è nulla di più assurdo che osannare la democrazia e nel contempo protestare furiosamente contro i suoi risultati. Così come è semplicemente folle mettere a repentaglio la propria sopravvivenza sul pianeta Terra, intaccandone i delicati equilibri. E il nucleare non è l’unico modo con cui lo facciamo. Tuttavia, nel primo caso, senza chiamare in causa una nostra ipotizzata natura aliena, si potrebbe dire che a protestare non sono le stesse persone che quella determinata classe politica contestata hanno votato, mentre nel secondo caso si potrebbe tirare in ballo il “cupio dissolvi” (l’istinto di morte) di cui tutti siamo normalmente dotati, insieme al mito di Prometeo che porta alcuni di noi, appartenenti alla categoria degli sciamani, dei sacerdoti, degli scienziati e degli altri indagatori, qualora gliene venga data la possibilità, a tentare nuove strade, a sentirsi simili a Dio o anche semplicemente a trovare nuove fonti di guadagno. E poco importa che, facendo così, si metta a repentaglio la vita di tutti, perché questo è solo ciò che gli industriali hanno sempre fatto: capitalizzare i profitti e collettivizzare i costi. Stessa regola vale per il nucleare. La frase: “Finchè non raggiungono tutti lo stesso livello, la Galassia non può procedere nel suo percorso evolutivo”, mi fa anche venire in mente il 2012, e anche qui mi viene la curiosità di sapere se il signor Mazzucco fa parte dei “credenti” o dei “non credenti”. Cioè, siccome:
1) i telegiornali terrorizzano i telespettatori, creando ansia diffusa;
2) Hollywood ci sforna film di fantascienza con un preciso messaggio: aspettiamoci un incontro con entità aliene;
3) il piano di Kissinger, annunciato il 21 maggio 1992, di creare un Nuovo Ordine Mondiale sembra proceda speditamente (vedere a pag. 107 de “Il club Bilderberg”, Arianna editrice, 2009);
4) si sta formando, almeno in Occidente, un’aspettativa di tipo escatologico riferita a un cambiamento epocale previsto per il 21 dicembre 2012, e molte persone con tendenze e interessi esoterici ci credono, o almeno ne parlano;
mi chiedo, fatta questa premessa, se si può arrivare a qualche considerazione accettabile sul piano della razionalità, a qualche conclusione, scartando gli orpelli della fantasia e le scorie della menzogna. In altre parole, posto che, forse, una risposta alle mie domande si trova nel video “I padroni del mondo”, che mi dolgo di non aver ancora visto, e posto che dei complottisti di livello mondiale uno (Icke) crede nei Rettiliani, un altro (Hufschmid) è un fissato antisemita, un altro ancora (non ricordo il nome) si veste da donna…Massimo Mazzucco sembra il meno peggio, benché abbia molti detrattori (ma questo, semmai, è un pregio, non un difetto). Mi chiedo, insomma, a chi si può credere? Se i mass-media sono menzogneri, poiché strumento di propaganda da parte dei padroni del mondo, in chi si può riporre fiducia? Solo sulla nostra capacità raziocinante? E chi mi garantisce che anche questa presunta “capacità raziocinante” non sia manipolata? Chi mi dice che i complottisti non siano malati? Che non abbiano una qualche disfunzione cerebrale? Del resto, spesso e volentieri, ci chiamano proprio “fusi di cervello”. E se avessero ragione loro, gli altri, i sottomessi?

nosh1t
Inviato: 14/12/2009 10:54  Aggiornato: 14/12/2009 10:54
Ho qualche dubbio
Iscritto: 30/9/2008
Da:
Inviati: 143
 Re: Gli alieni siamo noi
@LoneWolf58 Citazione:
Beh! certo che neanche questi alieni sono poi così tanto evoluti se ancora guardano la TV?


a_mensa
Inviato: 14/12/2009 13:50  Aggiornato: 14/12/2009 13:55
Sono certo di non sapere
Iscritto: 12/6/2009
Da: roncello (mi)
Inviati: 3180
 Re: Gli alieni siamo noi
io mi sento ormai un alieno.
prima scena.
sul bus , seduto, quasi tutti seduti.
tre sedili più in là un tagazzino di 10/12 anni con la madre, seduti entrambi.
sale una signora anziana, in evidente difficoltà di movimenti e di equilibrio.
guardo, aspetto qualche secondo, non accade nulla, mi alzo e le cedo il posto.
io ho 65 anni, ma se quando ne avevo 10 fosse accaduto un simile fatto ed io non fossi schizzato in piedi, mia madre mi avrebbe rifilato uno scappellotto da rintronarmi la testa.
e non era assolutamente una donna ne violenta ne manesca, ma certe cose non le avrebbe sopportate.
seconda scena
da mc donald sto mangiando.
una signora, con carrozzina e bimbo dentro al banco, viene servita e cerca di andare al tavolo.
la ruota del passeggino resta bloccata, la signora con il vassoio in una mano è in evidente difficoltà a spingere una carrozzina pesante che va dove vuole lei.
osservo per qualche secondo la scena.
almeno 20 persone vedono la scena masi rimettono a mangiare e pensare ai fatti loro.
mi alzo , gentilmente mi offro di aiutarla, le prendo il vassoio e l'accompagno.
più stupita che contenta, la signora è quasi interdetta,e non sa come manifestare il suo ringraziamento.
dico "non è nulla" lascio il suo vassoio sul tavolino indicato, e me ne torno al mio posto.
oservo gli altri. nessuno che alza nemmeno la testa. per loro non è accaduto nulla.
io collego i fatto a quello accadutomi qualche giorno prima sul bus, e divento triste, molto triste.
ripenso a quando ero bambino, e seguivo mia madre in casa e cantava, ed io le chiedevo " mamma canta quella canzone la" e lei la cantava, e lavava i panni nel mastello e scaldava l'acqua, una pentola per volta su una piastra elettrica.
non avevamo il bagno, la doccia non sapevamo manco cosa fosse, ci si lavava di sotto nel mastello e di sopra nel lavandino.
la carne, ed eravamo gia molto fortunati, la si mangiava due volte la settimana, e ci si riscaldava con la stufa a legna, ma c'era sempre qualcosa per il vicino più in difficoltà, e si invitava la sera gli altri vicini ad ascoltare la radio... il rosso e il nero.... ricordo ancora il titolo di quella trasmissione di 60 anni fa.
si era molto più poveri, molto più disagiati, ma si cantava, la solidarietà era un valore, la cortesia un dovere.
ed io ora mi domando se questa società che mi fa schifo, seppur fatta di singole persone che reputo oneste, simpatiche, gradevoli, perchè la veda così degenerata, così distante da me e dal mio sentire.
sono io l'alieno ?
forse si , nato e cresciuto in un mondo diverso, più povero ma molto molto più umano, che si è evoluto ( o involuto ?) mentre io sono restato fermo , li , con la mia educazione e il mio desiderio di rapportarmi con gli altri.
si, allora mi rispondo, sono proprio io l'alieno !

non vorrei mai appartenere ad un club che avesse me come socio.
Ingmar
Inviato: 15/12/2009 19:11  Aggiornato: 15/12/2009 19:13
Ho qualche dubbio
Iscritto: 3/12/2009
Da: Cagliari
Inviati: 184
 Re: Gli alieni siamo noi
a_mensa.
Non sentirti alieno, ho elementi per pensare che in realtà siamo un po' meglio di così. Io ho solo 23 anni, ma non posso fare a meno di pensare che questo menefreghismo sia indotto da una precisa filosofia di pensiero apparentemente nobile, organica al sistema attuale. Mi si dice che un tempo non si era così indifferenti nel vedere una persona in terra o altri problemi, non so se tu, vista la tua maggiore esperienza, puoi confermare. Ecco, il potere, nel voler allargare il proprio campo, cerca di scoraggiare l'iniziativa individuale, vuole farsi vedere come un padre che sa che cosa è meglio per te, che sia in buona o cattiva fede il risultato è ugualmente deleterio. Così veniamo educati alla delega, alla specializzazione, all'idea che tanto ci pensa qualcun altro, passa l'idea che saremmo un branco di cannibali senza qualcuno che prende le redini, ovviamente ci insegnano anche che questo qualcuno è più o meno illuminato, ma comunque necessario. Oggi addirittura pensiamo in molti che l'attuale governo sia il risultato diretto della miseria del pensiero dominante italiano e che quindi tutto sommato lo rappresenti bene. Invece credo che ci sia altro sotto, il potere a parte poche eccezioni di singoli individui, credo pensi sempre al proprio tornaconto e a rinnovare se stesso, indipendentemente da chi li vota e da chi vota.
Questo lo fa solo più "spudoratamente" di altri. Ma la situazione di inattività e passività della popolazione è in gran parte generata da esso insieme alla mancanza di coordinazione e cooperativismo e paura e insicurezza, che vengono poi usati come giustificazione alla presenza della figura dello stato come padre benevolo. Il primo passo è cercare noi di organizzarsi il più possibile e mettere insieme le nostre competenze. E' una parola, lo riconosco. Io stesso ho bisogno di sproni per vincere la mia pigrizia. La sterile antipolitica non basta, un "falso positivo" un falso amico. L'autogestione è politica allo stato puro e una delle domande a cui risponde è: il governo sta facendo una minchiata Ok, ma noi cosa vorremmo fare? Sempre con alla base competenze e dialogo al posto di gerarchia.
Saluti.

a_mensa
Inviato: 15/12/2009 21:40  Aggiornato: 15/12/2009 21:40
Sono certo di non sapere
Iscritto: 12/6/2009
Da: roncello (mi)
Inviati: 3180
 Re: Gli alieni siamo noi
@ Ingmar
grazie delle belle parole, le leggo come un tentativo di conforto.
purtroppo c'è in corso un altro fenomeno, che non saprei descrivere altro che con un esempio.
il un ambiente relativamente ristretto, organizzato, specifico come il lavoro, non è difficile far emergere qualità come la leadership.
una persona agisce, e sulla base dei risultati, oltre di come si presenta, gli viene riconosciuta competenza, capacità organizzativa, ecc... e anche senza ulteriori "targhette" può guidare il gruppo.
cit:" Sempre con alla base competenze e dialogo al posto di gerarchia."
è bello pensare che ci sia un mezzo ampio, veloce ben infiltrato in ogni piccolo gruppo, ch epotrebbe anche permettere di esprimere, organizzare, coloro che o per mancanza di tempo o per mancanza di capacità (non è un difetto, ma solo una constatazione relativa alle attitudini delle persone), non lo fanno.
ma proprio perchè qui sul virtuale si dice, ma non si può dimostrare con i fatti, le contestazioni, le gelosie, le male interpretazioni sfociano in un vociare confuso e quasi grottesco.
pertanto internet è un ottimo mezzo di comunicazione per chi già vuole ricevere comunicazioni, ma dubito che possa permettere di far emergere qualsivoglia leadership.
vedremo, se il mio pessimismo in merito, sarà giustificato!

non vorrei mai appartenere ad un club che avesse me come socio.

Powered by XOOPS 2.0 © 2001-2003 The XOOPS Project
Sponsor: Vorresti creare un sito web? Prova adesso con EditArea.   In cooperazione con Amazon.it   theme design: PHP-PROXIMA