Informazioni sul sito
Se vuoi aiutare LUOGOCOMUNE

HOMEPAGE
INFORMAZIONI
SUL SITO
MAPPA DEL SITO

SITE INFO

SEZIONE
11 Settembre
Questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego.
 American Moon

Il nuovo documentario
di Massimo Mazzucco
 Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!
 Menu principale
 Cerca nel sito

Ricerca avanzata

TUTTI I DVD DI LUOGOCOMUNE IN OFFERTA SPECIALE


media : Wikipedia, vero cancro di Internet
Inviato da Redazione il 13/3/2009 13:10:00 (26728 letture)

AGGIORNAMENTO: Su Wikipedia non ci sono responsabili!(Vedi qui). La versione italiana della nota enciclopedia in mano ai pirati dell'informazione.

***

Nota: Partendo dal caso Wikipedia, l’articolo rappresenta anche un piccolo corso accelerato di controdebunking, che suggeriamo di leggere con attenzione a tutti coloro che si dibattono fra “verità” contrastanti. Nessuno ha la verità in tasca, ma il metodo per scovarla esiste.

Il più grande repositorio di informazione inquinato dai veleni dei debunkers. Tutti nel nome di Attivissimo.

In Internet abbondano ormai le pagine che tentano in tutti i modi di screditare il mio operato – come quello di molti altri con posizioni simili alle mie - al punto che da tempo non vado nemmeno più a guardarle, quando me le segnalano. Non solo sono tutte uguali, ma ritengo che chi vuole sapere come stiano davvero le cose può venire su luogocomune, confrontare le opposte tesi, e farsi la sua opinione personale, mentre chi si fida di quello che gli raccontano i debunkers si merita serenamente di essere ingannato.

In tutto questo sono però rimasto stupefatto nel trovare su Wikipedia una plateale accusa di “falso” e di “manipolazione”, nei miei confronti, che non solo è tutta da dimostrare, ma che non è nemmeno documentata nè articolata. (Sia chiaro, mi avrebbe stupito nello stesso modo una pari accusa rivolta a chiunque altro).

La frase a cui mi riferisco è questa: “Nel gennaio 2009, Mazzucco pubblica un video con una sua intervista a una paziente dell'ex medico Simoncini, intitolando l'articolo "''Cura il cancro per email''". Analizzando il video si scoprirà, durante la discussione, trattarsi di un falso: una guarigione dovuta a terapie tradizionali, spacciata per prova della cura con il bicarbonato. Mazzucco, nonostante l'evidente manipolazione, non ha mai corretto, giustificato o cambiato le conclusioni della sua intervista”.

Praticamente, è come se io scrivessi sul muro del comune “Mario è un ladro e un truffatore”, e i dipendenti comunali lasciassero la scritta in bella vista, come se fosse la cosa più ovvia del mondo.

Signori miei, se questa è un’enciclopedia – en kuklos paideia significa “sapienza universale” – Berlusconi è alto 1,90, le rane volano a Mach-3, e il mio babbo è Michael Jackson.

Avevo già pubblicato un articolo, in tempi non sospetti, contro questo falso repositorio della verità, dove chiunque può scrivere quello che vuole, obbligando poi i diretti interessati a dedicare ore infinite per far correggere in qualche modo queste tristi condensazioni di gas intestinale. E ora non posso che confermare il mio giudizio, in negativo: poichè Internet è diventato ormai il referente universale per l’informazione, il fenomeno di Wikipedia al suo interno rappresenta un vero e proprio cancro, che accoglie e nutre indiscriminatamente verità e bugie, ...

... lasciando poi che le seconde vadano in circolo – invece di neutralizzarle una volta per sempre - a formare nuove metastasi nelle menti dei più deboli e impreparati.

Per definizione, l’enciclopedia dovrebbe proprio filtrare i dati oggettivi dai naturali inquinamenti di tipo ideologico, offrendo i primi nettamente separati dalle opinioni.

Invece questa “enciclopedia” dedica addirittura dello spazio alla mia opinione personale su di loro (“Mazzucco dice che Wikipedia è un cancro”), come se fosse la cosa più importante del mondo. Provate a pensare se sulla Treccani, ad esempio, alla voce Giorgio Rossi ci fosse scritto: Impiegato dell’IBM, salito alla ribalta qualche anno fa per aver denunciato i suoi dirigenti per falso in bilancio, ha anche scritto un libro sulla corruzione nelle multinazionali. Giorgio Rossi ha definito la Treccani una pessima enciclopedia.

Questo significa che o Giorgio Rossi è un gigante della storia, del quale vale la pena di riportare le singole opinioni, oppure che la Treccani è ancora più piccola di lui, e che ragiona a livello di una portinaia.

A proposito di eleganza mentale, vorrei far notare come il simpatico Paolo Attivissimo non abbia saputo resistere alla tentazione di riportare sul suo blog quello che probabilmente lui stesso ha contribuito a scrivere su Wikipedia contro di me. (Non trovate curioso che nella “mia” biografia Attivissimo appaia come un elemento di fondamentale importanza, con tanto di rimandi al suo sito, in un dibattito nel quale invece la sua credibilità si è polverizzata nell’arco di pochi minuti, sotto gli occhi di milioni di spettatori? Già i debunkers sono sanguisughe che vivono solo dell’operato altrui, ma adesso si infilano anche nelle biografie degli altri, come se la vita di chiunque potesse venire influenzata in qualche modo dalla loro esistenza).

In ogni caso, veniamo all’oggetto del contendere, anche perchè scopriremo presto che le attinenze con il “metodo Attivissimo” sono talmente vistose da non poter essere ignorate.

Ripartiamo dalla frase incriminata, che merita di essere riletta con particolare attenzione (nel leggerla, fate il conto di quante potenziali bugie possa nascondere, secondo voi. Poi verificheremo insieme):

“Nel gennaio 2009, Mazzucco pubblica un video con una sua intervista a una paziente dell'ex medico Simoncini, intitolando l'articolo "''Cura il cancro per email''". Analizzando il video si scoprirà, durante la discussione, trattarsi di un falso: una guarigione dovuta a terapie tradizionali, spacciata per prova della cura con il bicarbonato. Mazzucco, nonostante l'evidente manipolazione, non ha mai corretto, giustificato o cambiato le conclusioni della sua intervista”.

Come sarebbe a dire, “analizzando il video si scoprirà durante la discussione trattarsi di un falso” Lo si scopre analizzando il video, che quello è un falso, o lo si scopre durante la discussione?

Perchè o la cosa è evidente – e allora non c’è alcun bisogno di discuterne – oppure bisogna discuterne, e allora bisogna anche concedere a ciascuno il diritto alla propria opinione. Non basta discutere di qualcosa per avere automaticamente ragione.

Ora, il video è lì da vedere: chi trova il “falso“ alzi la mano.

Nel video infatti compare semplicemente una diagnosi, presentata dalla paziente, dalla quale si può al massimo IPOTIZZARE che sia guarita per l’intervento (cistoscopia, o TURB) e non per il bicarbonato. Tutto qui. Ma non è certo possibile dimostrarlo, poichè vale anche l’esatto contrario, come vale l’ipotesi di una concausa.

Dove sarebbe quindi il “falso”? Dove starebbe la “evidente manipolazione”? (E dove sta quindi la relativa, doverosa verifica da parte di Wikipedia, di fronte ad una accusa così diretta ed inequivoca?)

Forse ad alcuni non è piaciuto il titolo, chiaramente provocatorio, ma mente sapendo di mentire chi dice che io “non abbia mai corretto, giustificato o cambiato le conclusioni della sua intervista”. Quando i difensori dell’oncologia ufficiale – che curiosamente riesce a guarire solo i pazienti che vanno anche da Simoncini, mentre gli altri li lascia morire in santa pace - hanno sentenziato nei commenti che fosse stata la cistoscopia a curare la paziente, hanno richiesto “come minimo di cambiare il titolo”.

Io li ho subito accontentati, intitolando l’articolo “La TURB cura il cancro”, mentre invitavo chi di dovere a dare il premio Nobel all’inventore di questo meraviglioso strumento curativo. Mi sembrava il minimo, dopotutto.

Ma le proteste continuavano, e nemmeno quel titolo sembrava andare bene. Al che io scrivevo:

Gentili signori: Lorna è guarita si o no? benissimo, se non è stato il bicarbonato è stata la cistoscopia. tertium non datur.

Per oltre 24 ore ho chiesto di darmi un titolo che gli andasse bene …

Decidetevi, perchè qualcuno questa donna l'ha guarita. Abbiamo in mano la cura per il cancro, e dobbiamo annunciarlo al mondo, non possiamo stare qui a discutere sulle virgole. Cosa facciamo? "Il bicarbonato aiuta la cistoscopia nella cura del cancro"? Oppure "La cistoscopia aiuta il bicarbonato nella cura del cancro"?

… ma nessuno si faceva avanti con un titolo definitivo.

Nel frattempo, proprio il più accanito denigratore di Simoncini scriveva:

WEWE: "Il tertium in questo caso, e tralaltro mi sembra anche la possibilità più probabile, è la interazione tra entrambbe le cure, cistoscopia e bicarbonato, o comunque non si può escludere questa possibilità."

Attenzione signori, perchè forse vi sfugge l’importanza di questa frase: l’utente WEWE, ovvero la STESSA PERSONA che va in giro per la rete a raccontare che “Lorna è guarita con la TURB”, sul nostro sito ha riconosciuto che al massimo si può affermare una interazione fra “entrambbe le cure” [immagino che lui raddoppi la “b” proprio per sottolineare questa doppia azione, Bisturi + Bicarbonato].

Lo capite ora, di che pasta è fatta questa gente?

A sua volta, come fa Attivissimo a fare proprie certe affermazioni, in modo così categorico, senza nemmeno preoccuparsi di leggere bene cosa ha scritto chi le va ripetendo ai quattro venti? Dove è finita la leggendaria accuratezza con cui Attivissimo affrontava i suoi famosi servizi antibufala?

In ogni caso, concludo brevemente il riassunto della vicenda, per poi parlare di cose più importanti. Dopo aver ripetutamente chiesto il titolo definitivo, ho deciso per conto mio, facendo questo ragionamento:

1 - Normalmente la cistoscopia NON è considerata risolutiva, e non sembra comunque esserlo in casi avanzati di recidiva, come quello di Lorna. (Se però qualcuno conosce un caso di recidiva asportata definitivamente dallo strumento, ce lo comunichi perfavore).

2 – Dopo l’esame di giugno, l’urologa aveva prescritto a Lorna l’immunoterapia, perchè “il tumore aveva penetrato i tessuti, e rischiava di andare dapertutto”.

3 - Quando Lorna si è presentata con la diagnosi di guarigione, 5 mesi dopo, la stessa urologa è cascata dalle nuvole, e non ha saputo dare una chiara spiegazione del fatto. (Perchè mai, quindi, dovremmo fidarci delle “certezze” di chi la paziente non la conosce nemmeno da lontano, e non piuttosto delle incertezze – tanto oneste quanto significative - dell’urologa che ce l’ha in cura da un anno e mezzo?)

4 - Lorna si dichiara comunque convinta di essere guarita col bicarbonato (anche perchè ha notato, giustamente, che l’urologa le aveva prescritto l’immunoterapia, non un viaggio alle Bahamas per festeggiare).

5 – Mentre la guarigione con la cistoscopia appare, almeno in questo caso, altamente improbabile, la guarigione col bicarbonato si inserisce a perfezione in un quadro sempre più solido ed accurato di testimonianze, che da tempo andiamo raccogliendo, su persone guarite col metodo Simoncini.

La somma di questi elementi mi ha dato sufficiente tranquillità per tornare a mettere il titolo originale, che peraltro rifletteva il contenuto dell’intervista, nella quale la paziente dichiara di essere guarita col bicarbonato, seguendo le istruzioni via e-mail.

Si potrà al massimo dubitare di questa sua certezza – cosa che nei commenti infatti è avvenuta, e tutti sanno che su luogocomune i commenti sono considerati parte integrante dell’articolo – ma:

- da qui ad affermare che sia guarita per la TURB ce ne passa.

- dire che io abbia “manipolato” o “falsificato” qualunque cosa è insostenibile.

- suggerire che la manipolazione sia talmente evidente da non doverla nemmeno dimostrare sfiora addirittura il ridicolo.

Per quanto, curiosamente, questo tipo di affermazione costituisce proprio il trucco preferito dal nostro caro Attivissimo, che ho più volte pubblicamente denunciato. (Vedi sotto).

Parliamo quindi nel dettaglio del “metodo Attivissimo” (che peraltro non ha inventato lui, ma che ha saputo sicuramente adottare con efficacia), poichè è utile imparare a riconoscerlo al volo. Soprattutto da quando le ”enciclopedie” non sanno più nemmeno distinguere fra una opinione e un dato oggettivo.

Vediamo intanto di quante bugie fosse effettivamente infarcita la famosa frase di cui sopra.

1 Nel gennaio 2009, Mazzucco pubblica un video con una sua intervista a una paziente dell'ex medico Simoncini, …

Simoncini non è un “ex-medico”, ma un medico radiato dall’Ordine. La cosa è molto diversa: un medico radiato perde la facoltà di esercitare la professione, ma non perde nè la laurea nè tantomeno la conoscenza acquisita. Tant’è vero che un medico radiato in Italia può sostenere un esame di equiparazione, in molti altri paesi del mondo, e riprendere in qualunque momento la sua attività. Mica deve ricominciare daccapo l’università.

2 Analizzando il video si scoprirà, durante la discussione, trattarsi di un falso: …

L’unico falso che si è scoperto è stato l’accusa di falso. (Questo è il famoso trucco del “Come potete vedere, signori…”, di cui Attivissimo è specialista. Ne parlerò dettagliatamente in un articolo a parte, perchè è stato utilizzato di recente anche nel caso di Intersos).

3 … una guarigione dovuta a terapie tradizionali, …

E’ impossibile fare questa affermazione, per ammissione stessa di chi va ripetendola in rete.

4 … spacciata per prova della cura con il bicarbonato.

Non ho mai spacciato nulla come prova, specialmente nel caso della medicina. Forse sono gli altri che inconsciamente l’hanno percepita come tale. (Questo spiegherebbe se non altro la loro reazione virulenta).

5 Mazzucco, nonostante l'evidente manipolazione, …

Di evidente è risultata solo la mancanza di elementi a sostegno di questa accusa.

6 … non ha mai corretto, giustificato o cambiato le conclusioni della sua intervista.

Visto che la "conclusione" sta nel titolo stesso, l'ho corretto due volte - come spiegato - giustificando in ciascun caso l’intervento, mentre nessuno me ne ha offerto uno alternativo. (Inviti uno a cena, lui rifiuta, e poi va in giro a lamentarsi che non gli hai dato da mangiare?)

Sono quindi 6 bugie sonanti in 5 righe scarse di testo.

Come volevasi dimostrare, il lupetto perde il pelo, ma l’odore delle bugie rimane lo stesso. E una volta che impari a riconoscerlo, il lupetto diventa un coniglio qualunque.

Già che ci siamo, vorrei correggere altre “inesattezze” pubblicate nella pagina di Wikipedia.

Poco più sopra della frase incriminate si legge: Mazzucco riferisce inoltre di aver curato la madre da un «[presunto] basalioma» (dichiarando però esplicitamente di non conoscerne la vera natura).

Io non ho mai dichiarato di “non conoscerne la vera natura” come se brancolassi nel buio: ho detto di non poterne essere certo proprio perchè, avendo tutti i sintomi del basalioma, abbiamo preferito non fare la biopsia.

Un’altra cosa che i nostri amici si dimenticano di spiegare, infatti, è che Simoncini ritiene che proprio durante le biopsie (o negli interventi chirurgici veri e propri) un piccolo gruppo di funghi - parliamo di esseri monocellulari, sia chiaro, non di porcini della Val d’Aosta – possa finire nel flusso sanguigno, per andare a parcheggiarsi altrove, e dare origine in seguito a nuove metastasi.

Il fatto quindi di “non sapere con certezza” che si trattasse di un basalioma è in diretta correlazione con il fatto che molto probabilmente lo fosse (*), e non è certo un indicatore di “vaghezza mentale” come si vuole far credere. E’ un peccato che ai nostri amici debunkers sia sfuggita questa differenza sostanziale, che nell’articolo peraltro è spiegata molto bene.

* Internet è pieno di fotografie di basalioma, tutti talmente simili a quello di mia madre da rendere quasi superflua la “diagnosi a distanza” dei due dottori interpellati (che io comunque, per scrupolo, ho richiesto). Uno potrà non essere medico, ma la differenza fra una farfalla e un ippopotamo dovrebbe vederla chiunque. La caduta della “crosta” inoltre, avvenuta esattamente nei tempi e nei modi previsti da Simoncini, non fa che confermare la sua ipotesi, sia eziologica che terapeutica.

Veniamo ora al punto più importante di tutti. A qualcuno non sarà sfuggito che più sopra ho parlato di “un quadro sempre più solido ed accurato di testimonianze, che da tempo andiamo raccogliendo, su persone guarite col metodo Simoncini”.

Come mai i frequentatori di Wikipedia non ne sanno nulla allora? Come mai ci sono interi paragrafi dedicati al caso di Lorna, in quella pagina, mentre su tutti gli altri casi c’è il silenzio più assoluto?

Anche Attivissimo, riferendosi a me, scrive: “C'è chi sostiene che per debellare il cancro basta usare il bicarbonato e addirittura presenta in video un caso di guarigione avvenuta con questo metodo.”

Perchè dice che presento “un” caso, ma non parla di tutti gli altri?

Forse perchè quello di Lorna è l’unico caso nel quale sembra potersi appigliare a qualcosa, pur di gettare discredito su Simoncini, mentre parlando degli altri bisognerebbe ammettere, come minimo, un certa validità nel suo metodo?

Signore e signori, benvenuti nel mondo dei debunkers, dove la regola numero uno è proprio quella di parlare solo di certi aspetti del problema, ignorando sistematicamente tutto ciò che in qualche modo li metterebbe in difficoltà.

Ecco perchè a casa loro sembrano sempre aver ragione, e passano le giornate boriosi a darsi pacche sulle spalle fra di loro. Poi però passano di qui, e fanno regolarmente la figura del ramarro.

Finchè sei tu a porre i termini del problema, sono capaci tutti ad avere ragione. D’altronde, pensateci bene: quale fesso al mondo si vanterebbe di debunkare le accuse dei complottisti alla versione ufficiale dell’11 settembre, per poi elencare le accuse a cui nessun debunker sa dare una risposta?

E’ chiaro che il debunker non ti dirà mai “Eccovi la spiegazione per la frase dei pomperi ‘L’edificio sta per saltare in aria!’ ”, perchè una spiegazione che escluda la demolizione in quel caso non esiste proprio.

Lo stesso Attivissimo infatti, che a casa sua fa tanto il gradasso, qui ci ha lasciato le penne su quella frase, che non ha saputo spiegare al di fuori della demolizione. E lui è di madrelingua inglese, non dimentichiamolo.

Va quindi sempre tenuto presente che il debunker si limita a citare gli aspetti del problema che riesce in qualche modo a spiegare. E persino in quei casi si trova spesso costretto ad essere “selettivo”, se non vuole farsi del male da solo: ad esempio, di fronte agli sbuffi che escono dalle pareti delle Torri che crollano, il debunker solitamente presenta il problema in questo modo: “il complottista dice che gli sbuffi alle pareti delle Torri sono segni di demolizione, mentre sono chiaramente le finestre che esplodono per la pressione dei pavimenti che crollano sopra di loro”. In questo modo bene o male se la cava (**), almeno di fronte al lettore più sprovveduto, ma ha dovuto comunque tacere il fatto che certe finestre “esplodano” trenta piani più sotto del livello a cui avviene il crollo in quel momento.

Quando la buona fede abbonda, la si riconosce da molto lontano.

Ecco perchè leggere i libri dei debunkers (come visitare i loro siti) non serve a niente: se prima non hai studiato a fondo le accuse dei complottisti, troverai che hanno sicuramente ragione loro. Se invece le hai studiate a fondo, non hai più bisogno di andare a leggere quei libri, perchè a quel punto ti sei già fatto una chiara idea del problema. (Se invece “vuoi illuderti” che abbiano ragione loro, perchè per qualche motivo quella verità non ti piace, allora fai benissimo a leggerli, e ti consigliamo di non leggere nient’altro).

Dopotutto, come dicevamo all’inizio, ciascuno ha la verità che si merita.

Massimo Mazzucco


** Regola numero 2 del debunker: a loro basta il pareggio, la vittoria non serve. In altre parole, gli basta neutralizzare ciascuna accusa del complottista con un “possibile” spiegazione alternativa, per aver compiuto la loro missione. (Dimenticano naturalmente che ci sono anche persone intelligenti, che sanno vedere il quadro complessivo delle accuse, e non si limitano alla visione “tubolare” a cui vorrebbe costringerli il debunker).

Un altro trucco usato di frequente da Attivissimo è quello di fingere di aver scoperto chissà quale arcano segreto, per rendere più credibile l’accusa su di esso imperniata. Lo ha fatto anche nel caso in questione, quando sottolinea più volte che il filmato è stato “analizzato” nella versione ad alta risoluzione, rivelando appunto il grande segreto della TURB. Questa tesi non tiene conto di due fatti evidenti.

a) Solo un imbecille patentato ”nasconderebbe” questo segreto nel filmato a bassa risoluzione, per poi pubblicare la versione in alta, da cui il segreto si svela facilmente.
b) Io stesso, appena mi è stato chiesto, ho pubblicato il documento originale, senza la minima reticenza. Manco sapevo cosa fosse 'sta TURB. So però che se curasse il cancro, anche solo in un caso su dieci, lo sapremmo tutti molto bene che cos'è.

Però in questo modo, grazie all’aura di mistero che il nostro è riuscito a creare intorno alla fantomatica TURB, il lettore più sprovveduto:

a) Pensa di aver scoperto a sua volta qualcosa di importante (è sempre bello sentirsi un pò Sherlock Holmes).
b) Si convince che in effetti è proprio nella “TURB nascosta” che stia la prova del fatto che la paziente sia guarita grazie a quella.


RIFERIMENTI AGGIUNTIVI:

Intervento di Simoncini alla conferenza sulla cure alternative per il cancro, tenutasi a Los Angeles nell’Agosto 2008. I primi 10 minuti contengono il discorso di Simoncini, i restanti 20 minuti presentano delle testimonianze “dimenticate” da Attivissimo e da Wikipedia. Un caso sconcertante di DMM, la nuova malattia di Internet (Distrazione multipla monofocalizzata).



**********************************************

Ripetuto smontaggio del metodo “Signori, come potete vedere…”, non a caso definito anche “Metodo Attivissimo”.

Prima parte



Seconda parte



*****************************************************

INTERNET E I "SERVIZI ANTIBUFALA" Attivissimo pizzicato ad usare il trucco “Signori, come potete vedere…” già in tempi molto remoti.

Il cacciator cacciato Come Attivissimo è riuscito ad incartarsi da solo, nel caso del Pentagono.

La discussione in cui Attivissimo riconosce di non saper tradurre in altro modo la frase “l’edificio sta per saltare in aria” (Parliamo del crollo del WTC7).

Risposta di Mazzucco alla faccenda della “Terra Cava”, uno dei più patetici tentativi di discredito da parte di Attivissimo.

Piccoli debunkers crescono: Crono 912 Analisi dettagliata del metodo Attivissimo, utilizzato con relativa bravura dai suoi seguaci storici di Crono. C’è anche la seconda parte. Il tutto è molto lungo da leggere nel dettaglio, ma vale la pena di farlo, a mio parere, per imparare a riconoscere una volta per tutte questi trucchi, che vengono usati da tutti i debunkers del mondo

Voto: 5.00 (2 voti) - Vota questa news - OK Notizie


Altre news
28/11/2015 10:00:00 - Il nuovo sito è pronto
26/11/2015 19:40:00 - Fulvio Grimaldi a Matrix
24/11/2015 11:00:00 - Caccia russo abbattuto dai turchi
22/11/2015 20:20:00 - Ken O'Keefe: "ISIS = Israeli Secret Intelligence Service"
21/11/2015 21:00:00 - L'uomo che uccise Kennedy
19/11/2015 19:00:00 - La solitudine
18/11/2015 21:21:31 - Vladimir Putin - conferenza stampa al summit del G20
17/11/2015 13:50:00 - Dopo Parigi
15/11/2015 22:30:00 - Commenti liberi
14/11/2015 9:40:00 - À la guerre comme à la guerre
13/11/2015 23:00:00 - Nuovi attentati a Parigi
11/11/2015 19:50:00 - Atleti russi dopati, brutti e cattivi
10/11/2015 19:30:00 - Fini, Grillo, Travaglio - e il giornalismo che non fa i conti con sé stesso
9/11/2015 18:30:00 - "Bag it!" Documentario (Ita)
8/11/2015 9:09:03 - Commenti liberi

I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Autore Albero
aspro
Inviato: 13/3/2009 13:26  Aggiornato: 13/3/2009 13:26
So tutto
Iscritto: 13/4/2007
Da:
Inviati: 24
 Re: Wikipedia, vero cancro di Internet
Qualcuno paga questa gente. E' li che bisogna cercare.
Non entro nel merito della questione tumori.

Redazione
Inviato: 13/3/2009 13:35  Aggiornato: 13/3/2009 13:45
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Wikipedia, vero cancro di Internet
Non credo che sia così. Se qualcuno li pagasse, verrebbero licenziati dopo due minuti, per le cazzate clamorose che fanno continuamente, esponendosi regolarmente al ridicolo.

Uno che, pur di sostenere la tesi ufficiale del Pentagono, arriva a scrivere che i Boeing da 100 tonnellate sono più facili da guidare degli aerei da turismo, tu continueresti a pagarlo?

Temo che siano purtroppo persone convinte di salvare la società, combattendo i "sovversivi" che minacciano di portagli via quel metro quadrato di finti privilegi che credono di aver raggiunto.

Non si rendono conto di fare da cani da guardia ad un sistema che fotte loro per primi, e che perdipiù non li paga nemmeno per farlo.

Si comportano come se la benzina, che per tutti è triplicata dopo l'undici settembre, a loro costasse meno degli altri. Oppure come se lo stipendio da poliziotto, solo perchè è leggermente superiore a quello degli altri, non sia comunque una presa per il culo di fronte ai soldi che vengono rubati proprio dalle "istituzioni" che ti pagano per essere difese.

Ti danno mille lire in più, perchè tu li aiuti a rubare i miliardi, tenendo buoni quelli che li accusano.

mangog
Inviato: 13/3/2009 13:39  Aggiornato: 13/3/2009 13:39
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 5/1/2007
Da:
Inviati: 2857
 Re: Wikipedia, vero cancro di Internet
Wipedia sta diventando la discarica di internet.

Cinqui
Inviato: 13/3/2009 13:42  Aggiornato: 13/3/2009 13:42
Ho qualche dubbio
Iscritto: 24/3/2006
Da:
Inviati: 227
 Re: Wikipedia, vero cancro di Internet
Citazione:
combattendo i "sovversivi"


tra le altre cosa, gli riesce pure male visto che finisce tutto con offese o simili

"Una bella donna non è colei di cui si lodano le gambe o le braccia, ma quella la cui bellezza complessiva è tale da togliere la possibilità di ammirare le singole parti..." - Seneca - .
aspro
Inviato: 13/3/2009 13:48  Aggiornato: 13/3/2009 13:48
So tutto
Iscritto: 13/4/2007
Da:
Inviati: 24
 Re: Wikipedia, vero cancro di Internet
Umm, può essere anche come dici. Però, tempo addietro sentivo parlare di una pletora di esperti pagati dalle Big per confutare le tesi sui mutamenti climatici. Questo nonostante i vecchi dicessero da anni che "non c'erano più le mezze stagioni". Insomma, era gente che negava l'evidenza che era sotto gli occhi di tutti.
Ok, sono due storie diverse, però mai sottovalutare la capacità organizzativa degli avidi. Costoro sono di solito più rozzi e ignoranti dei puri ma assai meglio organizzati.

Redazione
Inviato: 13/3/2009 13:56  Aggiornato: 13/3/2009 13:56
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Wikipedia, vero cancro di Internet
aspro "Però, tempo addietro sentivo parlare di una pletora di esperti pagati dalle Big per confutare le tesi sui mutamenti climatici. "

Quelli certo che esistono. Ma quelli sono bravi. Se non ci stai più che attento non li distingui nemmeno, in mezzo a tutti gli altri. E infatti non ne vedi mezzo beccato con il sorcio in bocca.

Questi invece si fanno beccare regolarmente con in bocca un rinoceronte.

Roytek
Inviato: 13/3/2009 14:01  Aggiornato: 13/3/2009 14:01
So tutto
Iscritto: 13/3/2009
Da:
Inviati: 3
 Re: Wikipedia, vero cancro di Internet
Considero Wikipedia il bianco e il nero di Internet (bene/male)

se da un lato puoi avere accesso a svariate informazioni costantemente aggiornate dall'altro va considerato che tali informazioni vengono spesso elaborate ad arte ed 'adattate' a seconda degli interessi di alcuni nei confronti di altri.

Come nel suo caso, ed è un crimine

AlbaKan
Inviato: 13/3/2009 14:05  Aggiornato: 13/3/2009 14:05
Ho qualche dubbio
Iscritto: 6/3/2009
Da:
Inviati: 117
 Re: Wikipedia, vero cancro di Internet
Conosciamo tutti la professionalità di Massimo Mazzucco, solo un'idota potrebbe metterla in discussione. Per ciò che riguarda WIkipedia...penso che al peggio non c'è mai fine...molti hanno già leto questo:
(per la serie..."cimancava solo questa")
Ovopedia...

"Ai liberali che non sono tutti usurai, chiedo: come mai gli usurai sono tutti liberali"? Ezra Pound
Redazione
Inviato: 13/3/2009 14:15  Aggiornato: 13/3/2009 14:24
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Wikipedia, vero cancro di Internet
Ti ringrazio AlbaKan, anche se temo che il problema sia un altro.

Chi ha già avuto la possibilità di approfondire, valutando le tesi contrapposte, ha già tratto le sue conclusioni. Chi invece si avvicina a certi problemi per la prima volta può restare decisamente depistato da questo genere di disinformazione. (Infatti ho scritto in testa "suggeriamo di leggere con attenzione a tutti coloro che si dibattono fra “verità” contrastanti").

Cazzo, se addirittura sull'enciclopedia c'è scritto che questo è un truffatore - pensa il neofita - vuole dire che tutto quello che sostiene sono solo baggianate. (Perchè credi che Attivissimo vada lì a seminare i suoi veleni?)

Ma il problema non è nè Attivissimo ne il debuiking. A me è sempre stato bene che loro esistano, perchè è l'unico modo per permettere alla gente di farsi una "educated opinion" su argomenti di grande importanza.

I problema è che Wikipedia è purtroppo considerata da molti alla pari di una vera enciclopedia, della quale sono abituati a fidarsi a occhi chiusi.

La battaglia va combattuta per chi arriva in rete e si fida di quello che c'è scritto, non certo per difendere la mia reputazione.

Per cui fate circolare il più possibile questo articolo, se la pensate come me.

Santro
Inviato: 13/3/2009 14:26  Aggiornato: 13/3/2009 14:26
Mi sento vacillare
Iscritto: 13/11/2005
Da:
Inviati: 748
 Re: Wikipedia, vero cancro di Internet
Mi sembra incredibilmente assurdo poter scrivere su wikipedia anche come 'anonimo'.
Penso che sarebbe giusto prendersi, pubblicamente, la responsabilità di ciò che si afferma.

ETERNAL SALVATION
(or triple your money back)
peonia
Inviato: 13/3/2009 14:40  Aggiornato: 13/3/2009 14:40
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: Wikipedia, vero cancro di Internet
Caro Massimo io invece da almeno 7-8 anni penso che persone come Piero Angela, Margherita Hack, Paolo Attivissimo, ecc.ecc. siano strapagate e parte di un gruppo... che deve destabilizzare e negare le verita'...cioe' raccontarcela come je pare.....che dietro ci siano i massoni, gli illuminati, o semplicemente dei fiji de na......non importa, l'importante per loro e' acquisire credito, fama e gloria e continuare a sparare caxxate!
Nell'impeto della rabbia, che non ho saputo dominare, ho mandato una mail a P.A. con oggetto: sei uno stronzo, e nel testo, e ora denunciami per quello che ti pare, venduto!
Mamma mia sto perdendo le staffe!!!!!

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
utrevolver
Inviato: 13/3/2009 14:40  Aggiornato: 13/3/2009 14:40
Mi sento vacillare
Iscritto: 10/6/2007
Da: Sandalia
Inviati: 411
 Re: Wikipedia, vero cancro di Internet
Sono diventato allergico a Wiki da quando, digitando una qualsiasi ricerca, i primi tre - quattro risultati sono Wiki.

Così, ho preso l'abitudine di andare al primo risultato NON Wiki, che spesso è la fonte da cui Wiki ha copiato.

Skabrego
Inviato: 13/3/2009 14:51  Aggiornato: 13/3/2009 14:51
Ho qualche dubbio
Iscritto: 4/12/2006
Da:
Inviati: 178
 Re: Wikipedia, vero cancro di Internet
Credo basterebbe chiedere spiegazioni a Wikipedia, sapere quale utente ha "contribuito" alla stesura della pagina e chiedere spiegazioni.
Credo anche che non ci vorrebbe molto ad ottenere una modifica della pagina, basterebbe proporre una versione alternativa più equilibrata.

Wikipedia non è la discarica di Internet, nella stragrande maggioranza dei casi è una risorsa utile e veloce: si può dire quello che si vuole su una persona o un fatto storico (ma non credo sia ancora uscita una "storia universale" perfettamente imparziale), meno su significati di parole, dati spicci (quanti abitanti ha Parigi?) e informazioni generiche di ogni sorta, da "quando è uscito The Wall?" a "Cos'è un ornitorinco?".
Credo che siano queste cose le più ricercate su Wikipedia.
Il fatto che sia un sistema aperto ai contributi di chiunque e non coordinato da una redazione, implica dei rischi, gli stessi sviluppatori li hanno previsti e forniscono il modo di risolverli.

Citazione:
ciascuno ha la verità che si merita


su questo bisognerebbe fare più di un articolo...

Redazione
Inviato: 13/3/2009 15:09  Aggiornato: 13/3/2009 15:13
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Wikipedia, vero cancro di Internet
Skabrego. "Credo basterebbe chiedere spiegazioni a Wikipedia, sapere quale utente ha "contribuito" alla stesura della pagina e chiedere spiegazioni. Credo anche che non ci vorrebbe molto ad ottenere una modifica della pagina, basterebbe proporre una versione alternativa più equilibrata".

Perchè tu credi che non ci abbia provato?

Sarei un irresponsabile, a scrivere un articolo del genere senza nemmeno aver fatto quel tentativo.

L'unica cosa che ho ottenuto di fare è stato mettere un intervento nella discussione, ma quando ho postato nella pagina principale, proprio sotto la bugia, la semplice frase "nei commenti la risposta di Mazzucco alle accuse", mi è stata subito cancellata.

L'ho rimessa due volte, ma altrettante me l'hanno cancellata. Pare che io possa solo mettere un link al mio sito, ma non ad un'altra pagina di wiki. Lo farò, oggi o domani, sperando che non trovino un'altra scusa per cancellare anche quello.

Siccome non amo piagnucolare, questa parte nell'articolo non l'ho raccontata, ma figurati se a questo punto mi metto a discutere di modificare il testo, con gente che non sa nemmeno distinguere una evidente diffamazione da un fatto comprovato.

Sarevok
Inviato: 13/3/2009 15:17  Aggiornato: 13/3/2009 15:17
Ho qualche dubbio
Iscritto: 18/4/2007
Da: Pesaro
Inviati: 191
 Re: Wikipedia, vero cancro di Internet
Citazione:
L'unica cosa che ho ottenuto di fare è stato mettere un intervento nella discussione, ma quando ho postato nella pagina principale, proprio sotto la bugia, la semplice frase "nei commenti la risposta di Mazzucco alle accuse", mi è stata subito cancellata.


Beh questo è grave direi. Per il fatto della bugia sulla pagina principale si poteva accusare lo staff di wikipedia di leggerezza e di non saper distinguere tra diffamazione e legittima accusa. Ma se neanche consentono a Massimo di replicare in pagina principale ad accuse evidentemente false allora non sono solo degli incapaci, ma sono anche disonesti.

Lunga vita e prosperità.
Skabrego
Inviato: 13/3/2009 15:18  Aggiornato: 13/3/2009 15:22
Ho qualche dubbio
Iscritto: 4/12/2006
Da:
Inviati: 178
 Re: Wikipedia, vero cancro di Internet
Inaccettabile e contro le regole di Wiki, mi immergo nei regolamenti...

EDIT

da Wikipedia

Si definisce vandalismo l'aggiunta, la cancellazione o la modifica di contenuti e dati, fatta con un evidente interesse o una malafede e con il conseguente risultato di compromettere l'integrità di Wikipedia.
A volte chi opera un vandalismo ha un'opinione negativa (o un coinvolgimento personale) sul tema della voce, ma non sa o non vuole discuterne in modo pacato. Solitamente simili utenti inseriscono o rimpiazzano il testo esistente con oscenità, parolacce, contenuto privo di senso o informazioni palesemente fuorvianti o fuori tema. Altre volte cancellano ostinatamente paragrafi che non corrispondono ai loro punti di vista, altre volte ancora inseriscono reiteratamente contenuti promozionali, di parte od offensivi per alcuni.
Qualsiasi contributo fatto in buona fede finalizzato al miglioramento dell'enciclopedia, anche se fatto in modo errato o maldestro, non è da considerarsi vandalismo. Gli interventi nei quali non è ravvisabile in modo immediato e inequivocabile la malafede non sono considerati vandalismo.
Commettere vandalismi è evidentemente contrario alle politiche di Wikipedia. È quindi necessario che esso venga prima di tutto individuato e quindi successivamente gestito; se non sei in grado di gestirlo da solo, puoi cercare l'aiuto di altri wikipediani e degli amministratori.
Come è assai facile per chiunque inserire contenuti insensati, immagini offensive e sciocchezze di varia entità, è altrettanto facile per qualsiasi utente, anche se non registrato, porvi rimedio. Tutti gli utenti sono anzi invitati, qualora individuino un vandalismo, a rimuoverlo immediatamente, eventualmente contattando un amministratore per i casi in cui occorrano azioni non consentite all'utente (come il blocco della pagina).
Indice [nascondi]
1 Cos'è vandalismo
2 Cosa non è vandalismo
3 Come rimediare ai vandalismi
4 Vandalismi nei template
5 Template di avviso
6 Pagine correlate
- Sportello informazioni
Cos'è vandalismo

Queste sono alcune delle forme di vandalismo più comuni su Wikipedia:
Spamming, come l'aggiunta di collegamenti esterni a fini promozionali o a siti non consentiti dalle regole di Wikipedia
Aggiunta di parole senza senso o la cancellazione non giustificata di parti del testo
Creazione di voci prive di senso o con contenuto scherzoso/goliardico
Inserimento, cancellazione o modifica di contenuti e dati, compiuti con un evidente interesse o una malafede
Inserimento di informazioni volutamente errate
Inserimento a fini di disturbo, anche in pagine di discussione, di testi in lingua diversa dall'italiano
Inserimento di insulti o ingiurie
Inserimento di insulti, cancellazione, danneggiamento di pagine utente altrui
Inserimento di immagini provocatorie o volutamente fuori contesto
Inserimento intenzionale di template non appropriati o eliminazione reiterata di template appropriati
Spostamento di pagine intenzionalmente non appropriato
Alcune di queste azioni potrebbero essere compiute in buona fede da nuovi utenti non ancora pratici del funzionamento di Wikipedia: valuta sempre con attenzione il tipo di modifica presumendo la buona fede finché possibile.
Cosa non è vandalismo

Malgrado a volte ci si riferisca ad esse come tali, le seguenti cose non sono vandalismi e pertanto non vanno trattate come tali:
Prove dei nuovi arrivati: alcuni nuovi utenti che scoprono il pulsante "modifica" vogliono sapere se possono veramente modificare ogni pagina, per cui ci scrivono qualcosa dentro giusto per provare. Questo non è vandalismo! Al contrario, questi utenti dovrebbero essere caldamente accolti e indirizzati alla Pagina delle prove nella quale possono proseguire i loro test. Non di rado cancellano da soli quanto fatto. Inserire l'avviso {{Test}} nella pagina di discussione dell'utente (anche se IP) è in genere il primo passo per instaurare una comunicazione costruttiva.
Impratichirsi con la wiki-sintassi: per alcuni utenti è necessario fare un po' di pratica, prima di maneggiare propriamente la sintassi usata per redigere le voci su Wikipedia e di conoscere le convenzioni in uso relativamente a come impaginare una voce. Invece di considerare tali utenti subito come vandali, spiegate loro quali sono le convenzioni da adottare e dove trovare aiuto.
Violazione del punto di vista neutrale: il punto di vista neutrale (NPOV) per molti è una regola difficile da comprendere e mettere in atto; occasionalmente anche wikipediani esperti inseriscono contributi che non rispettano a pieno il NPOV. In una certa misura siamo tutti influenzati dalle nostre opinioni e credenze. Questo non è vandalismo.
Modifiche massicce: migliorare una voce può significare modificarla in modo consistente; gli utenti sono invitati a farlo e ad essere intraprendenti, benché l'invito sia sempre più ad integrare le voci, piuttosto che a sostituirne i contenuti. Trovare la gran parte di una pagina a cui si è lavorato modificata in maniera consistente può essere inizialmente percepito come vandalismo, ma non lo è. Se non condividete i cambiamenti apportati ad una voce da voi curata, contattatene l'autore e discutetene, in modo pacato e senza scordare il WikiLove.
Prepotenza e ostinazione: alcuni utenti non riescono a giungere ad un accordo con coloro che intendono discutere delle modifiche da loro fatte e ripristinano ostinatamente la loro versione dopo che altri vi sono intervenuti. Situazioni del genere portano generalmente al blocco della pagina contestata, ma non sono da considerarsi vandalismo. Resta inteso che gli amministratori possono far ricorso al temporaneo blocco degli utenti coinvolti nella disputa qualora i toni dovessero degenerare.
Molestie e attacchi personali: Wikipedia ha una linea guida (Wikipedia:Niente attacchi personali) che vieta la molestia e l'attacco personale. Alcune forme di molestie sono anche vandalismo (ad esempio il vandalismo su pagine utente altrui). Se il comportamento persiste, può essere utile l'avviso {{Noflame}}.
L'imprevisto: solo perché qualcuno apporta modifiche in modo inatteso, non significa automaticamente che sia un vandalo. Forse è solo un nuovo utente. Contattalo e spiegagli dove e come dovrebbe modificare il proprio comportamento. Non richiedere di bloccarlo a priori senza esservi chiariti.

sigmatau
Inviato: 13/3/2009 15:27  Aggiornato: 15/3/2009 7:10
Mi sento vacillare
Iscritto: 18/9/2007
Da: Provincia di Piacenza
Inviati: 705
 Re: Wikipedia, vero cancro di Internet
Riguardo a Wikipedia posso citare un episodio del tutto ‘personale’ che però ritengo assai significativo. Fino ad un anno e mezzo fa frequentavo un sito in cui si trattavano argomenti di matematica e ‘discipline scientifiche’. All’inzio i frequentatori del sito non classificabili come ‘studenti’ o ‘semplici appassionati’ erano per lo più insegnati delle superiori o professionisti ‘tecnico-scientifici’. Fino a che la situazione non si è ‘degradata’, le ‘discussioni’, molte delle quali di elevato spessore, erano state assai ‘piacevoli’ e ‘costruttive’. Il degradamento del sito è iniziato allorchè questo ha iniziato ad essere frequentato da ‘ricercatori’ e ‘baroni’ stipendiati dalle nostri università in virtù delle loro posizioni politiche. Uno degli episodi che mi ha indotto a lasciare il sito ha avuto come protagonisti lo scrivente, uno di questi ‘baroni’ ed infine… Wikipedia. Sfortuna ha voluto nel corso di una mia ‘discussione’ con un altro utente il sottoscritto [da sempre convinto sia buona cosa portare documentazione a sostegno di quanto dice…] ha avuto la pessima idea di citare Wikipedia. Mi ricordo benissimo che ciò ha subito innescato un vero e proprio ‘putiferio’ nel corso del quale il suddetto ‘barone’ [il quale ovviamente con il sottoscritto non era molto ‘in sintonia’…] è intervenuto asserendo che avrebbe ‘emendato Wikipedia delle puerilità che suffragavano le mie errate convinzioni… [sic!…]’. Con la ‘innocente ironia’ che mi ha sempre distinto ho ‘replicato’ più o meno così…

… fino ad ieri Wikipedia in lingua italiana e Wikipedia in lingua anglosassone sullo specifico riportavano lo stesso contenuto. Da oggi riportano invece contenuti antitetici fra loro e confesso di essere in forte imbarazzo nel dover essere costretto a scegliere quale delle due dice il vero…

L’episodio possiede molti ‘insegnamenti morali’ e tra questi…

a) Wikipedia è diversa da paese a paese e in genere in ogni paese è ‘sottoposta’ ad diverse lobbies
b) l’affidabilità di queste Wikipedia è per lo meno ‘discutibile’ in quanto da un giorno ad un altro il contenuto di una voce può cambiare completamente a seconda delle circostanze…
c) è abbastanza ‘azzardato’ sostenere che scopo di Wikipedia sia quello di ‘diffondere la conoscenza’… è assai meno ‘azzardato’ affermare il contrario…

saluti!...

--------------

... chè perder tempo a chi più sa più spiace... Dante Alighieri, Divina Commedia, Purgatorio, III, 78

… men of few words are the best men… William Shakespeare King Henry V
Thibault
Inviato: 13/3/2009 15:28  Aggiornato: 13/3/2009 15:28
Mi sento vacillare
Iscritto: 25/5/2006
Da: Un mondo folle
Inviati: 343
 Re: Wikipedia, vero cancro di Internet
Sarà che sono sempre stato dalla parte dei "cattivi" e che quindi sia ormai vaccinato contro le accuse scontate...
Wikipedia è un'ottima fonte di informazioni, ma come per tutte le altre cose se non si sa ragionare puoi solo sperare che venga lo spirito santo ad illuminarti, perchè non basterebbero neanche le altre due figure della trinità.
Per fare un esempio sempre dall'articolo su Mazzucco io deduco che abbia pubblicato un video in cui sostiene che Simoncini (che l'articolo mi definisce ex-medico, quindi laureato in medicina ma non più un medico attivo per un non meglio specificato motivo) avrebbe curato una donna malata di cancro con il bicarbonato. Poi tutte le altre informazioni di carattere qualitativo le devo valutare, e le dovrei valutare anche se stessi leggendo la treccani (i filtri tra verità e bugie devono essere prima di tutto i miei, dato che sono l'unica persona da cui posso essere sicuro di non sentire balle)
In linea generale Wikipedia è tanto più accurata tanto più è distante da valutazioni, soprattutto di tipo morale o politico. Per fare un esempio sono tranquillo quando leggo pagine sulla fisica, le filmografie di attori, le pagine sui comuni o quant'altro. Ovvio che se vado a leggere le pagine di Israele del Nazismo o delle bombe atomiche su Hiroshima e Nagasaki (dove si vuol farle passare come scelte obbligate da parte degli americani e non di crimini di guerra, come del resto fa la storiografia ufficiale) ho un allarme rosso che mi ronza forte nella testa.
Lo spirito critico deve essere attivato sempre quando si legge qualcosa, se ti ingannano il primo colpevole sei tu...

E' una tranquilla notte di regime
Skabrego
Inviato: 13/3/2009 15:29  Aggiornato: 13/3/2009 15:29
Ho qualche dubbio
Iscritto: 4/12/2006
Da:
Inviati: 178
 Re: Wikipedia, vero cancro di Internet

bodj
Inviato: 13/3/2009 16:22  Aggiornato: 13/3/2009 17:37
Ho qualche dubbio
Iscritto: 31/3/2008
Da: Germany
Inviati: 79
 Re: Wikipedia, vero cancro di Internet
Caro Masimo,
il tuo non é l´unico caso. Noi come associazione lasciammo perdere dopo numerosi tentativi di modifica andati a vuoto (bloccati). Tu pensi che non ci sia nessuno pagato per fare disinformazione su internet, noi pensiamo invece che una parte dei sobillatori sparsi tra forum, blog e wikipedia vari, lo sia. E di questo Vi sono prove relativamente proprio a personaggi di agenzie di PR (pagati dalle industrie farmaceutiche) che smanettavano su siti di riviste mediche internazionali di primo livello, dove anche i commenti on-line valgono per fare pendere l´opinione "scientifica" di un articolo recensito.

Sotto alcuni brani della ns. lettera e della "loro":

_--------------------------------------------------------------------------------------
From: Presidenza AMA-MCS
> Date: 05-May-2007 12:45
> Subject: [direttivo] INFORMAZIONI ERRATE E DISCUTIBILI - MCS
> To: [email protected]
> Cc: [email protected]
>
>
> Buongiorno,
> effettuando alcune ricerche su Wikipedia mi sono imbattuto sul testo di
> quella che definite "Ipersensibilitá Chimica"
> (http://it.wikipedia.org/wiki/Ipersensibilit%C3%A0_chimica_multipla) e devo
> ammettere che sono rimasto sconcertato dall´approssimazione del testo e
> dalla restrizione delle fonti. Ad esempio da una ricerca dell´Universitá di
> Tokio del 2005 non é considerata una malattia psicosomatica mentre nel testo
> si legge che ancora si dibatte su questo aspetto.
>
> Oltretutto vengono citate parti del vecchio testo di definizione della MCS
> riportati sul ns. sito fino al 2006 senza che vi sia riportato. Questo é
> veramente inaccettabile considerando il contesto fuorviante nel quale é
> stato inserito.
>
> Non si cita il fatto che la MCS ha un codice WHO in Germania (ICD-10 T78.4 -
> ALLERGIA NON SPECIFICATA!) confermato anche nella versione 2006 dell´ICD-10.
> Si citano autori italiani e stranieri che non rientrano decisamente tra i
> massimi esperti ed hanno una conoscenza, odicono cose, limitate. Piú che
> chiarire dubbi li semina il testo redatto dall´anonimo estensore. Per non
> parlare della bibliografia ristretta a uno striminzito elenco a fronte di
> migliaia di studi peer-reviewed dove la definizione psicogenica é ristretta
> ad una esigua minoranza. Non sono io che dovrei dirvi che questi ultimi sono
> stati finanziati direttamente o meno dal cartello delle multinazionali della
> chimica-farmaceutica come prima é accaduto per la questione amianto e danni
> da fumo passivo nel corso di oltre 70 anni.
>
> Vi proponete come l´Enciclopedia Libera, sí, ma libera da cosa. Dalla veritá
> e dal reale interesse pubblico?
>
> Vi prego di dare una occhiata al ns. sito internet nel quale troverete testi
> e documenti linkati decisamente piú aggiornati.
>
> Mi piacerebbe sapere chi ha avuto il coraggio di scrivere un testo cosí
> raffazzonato e impreciso, decisamente fuori da ogni correttezza scientifica.
> Almeno questo individuo avesse avuto il coraggio di firmarlo.
>
> Voi come Associazione non sarete responsabili come specificate nel
> disclaimer, allora gentilmente indicatemi il responsabile, a meno che il
> testo non venga corretto in tempi accettabili (posso indicarvi decine di
> ricercatori e medici internazionali, se volete) di modo che possiamo
> valutare ulteriori passi atti a ristabilire la correttezza
> dell´informazione.
>
> Per favore non mi rispondete a giustificazione di quanto esposto con la
> frase che c´é un dibattito in atto sulla MCS. Ad esempio negli USA 32 Stati
> hanno effettuato settimane o un intero mese di PROCLAMAZIONE. Sono noti da
> almeno cinque anni i principali meccanismi metabolici, mitocondriali,
> tossicologici e sistemici della MCS. Di cosa parliamo allora? Allegato
> troverete qualche documento per aggiornarvi in merito (sono giá vecchi di 5
> anni). Se note Associazioni mediche italiane e in parte anche americane
> (dove la MCS é riconosciuta come disabilitá) ignorano studi e riconoscimenti
> internazionali forse é il segno che decisamente non seguono l´interesse
> primario della salute come appare da altre discusse prese di posizione.
>
>
> Resto in attesa del Vs. gentile riscontro e a disposizione per fornirvi
> tutte le informazioni necessarie ad una veritiera informazione.
>
> Distinti Saluti
> p. ASSOCIAZIONE AMA-MCS
>
>
> [omissis]
-----------------------------------------------------------------------------------

RISPOSTA DI WIKIPEDIA

Gent signor,
Come avrà potuto notare le pagine di Wikipedia sono liberamente modificabili
da chiunque.

Se riscontra in una voce delle imprecisioni o inesattezze è liberissimo di
apportare le modifiche che ritiene corrette rispettando la regola
del "punto di vista neutrale".

Questa regola impone che qualora un argomento sia controverso vengano
riportate sia le motivazioni dei suoi sostenitori che
quelle dei suoi detrattori.

Per i dettagli su come modificare una pagina e sul punto di vista neutrale,
può fare riferimento a queste pagine

http://it.wikipedia.org/wiki/Aiuto:Come_si_modifica_una_pagina

http://it.wikipedia.org/wiki/Aiuto:NPOV

Per accedere alla cronologia della pagina che elenca i vari autori è
sufficiente che faccia clic sul tasto cronologia presente nella parte alta
della pagina. Da li potrà vedere chi sono stati i veri autori della voce e le
modifiche che hanno compiuto.

Con "l'enciclopedia libera" si intende che il contenuto dell'enciclopedia è
liberamente modificabile, ridistibuibile e utilizzabile in ossequio alla
licenza GFDL (http://www.gnu.org/copyleft/fdl.html) con la quale è
distribuita.

Se avesse bisogno di ulteriori informazioni o aiuto non esiti a contattarci
Cordiali saluti
Jacopo Prisco
---------------------------------------------------------------------------------

PS Non hanno piú risposto anche sollecitati da un Ricercatore Universitario e il testo non é mai stato possibile modificarlo. Speriamo che chiuda questa vergognosa baracca cosí la smettono piagnucolare che non hanno soldi. Se non ricordo male il fondatore di Wiki ha fondato altro e si é dissociato. Ad ogni modo quando chiuderá Wiki per sputtanamento totale globale avranno giá il sostituto.
Grazie a RedNat per aver implementato la mia affermazione sugli utenti pagati ad arte per controllare, manipolare e disinformare su internet.

schottolo
Inviato: 13/3/2009 16:27  Aggiornato: 13/3/2009 16:27
Mi sento vacillare
Iscritto: 12/7/2007
Da:
Inviati: 772
 Re: Wikipedia, vero cancro di Internet
Ormai hanno gettato la maschera ,rivelandosi per quel che sono: disonesti e bugiardi.
Per loro è fantasia perfino il signoraggio..
Ma vi rendete conto? questi son disposti a proteggere maiali e porci pur di contraddire quel che non è perfettamente allineato con il loro caro sistema.
E con questo articolo gli dai fin troppa importanza.

redna
Inviato: 13/3/2009 17:06  Aggiornato: 13/3/2009 17:38
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: Wikipedia, vero cancro di Internet
ho già messo questo articolo in 'commenti liberi'.... ma è il caso di ritiralo fuori:
http://antonellarandazzo.blogspot.com/2008/04/informazione-e-internet.html


Citazione:
Per la prima volta nella storia del pianeta era possibile formare comunità di migliaia di persone che potevano dialogare fra loro senza avere informazioni sull'identità fisica o sul luogo in cui si trovassero. Ciò faceva intendere che si trattasse di rapporti contrassegnati da maggiore libertà, in quanto non condizionati dall'appartenenza etnica, razziale o nazionale. Si parlò addirittura di "ordine post-territoriale", ad intendere che la maggiore libertà nei rapporti sociali potesse generare anche maggiore libertà politica. Era come se i governi territoriali potessero perdere potere e si potesse instaurare una vera democrazia. Dave Clark, un personaggio che ebbe un ruolo nello sviluppo di Internet negli anni Settanta e Ottanta, ebbe a dire: "Rifiutiamo re, presidenti e votazioni. Crediamo in un consenso generalizzato e in un codice operativo".(1) Ben presto si poté vedere che si trattava di un'illusione. Internet, come tutti gli altri canali mediatici apparve nel tempo come un canale controllato dalle stesse persone che controllano gli altri media.


quindi internet è controllata malgrado si dica il contrairo...


Citazione:
Oggi l'87% dei siti Internet è in lingua inglese, e gli Stati Uniti hanno l'egemonia su Internet, potendo limitare l'accesso a tutti i siti della rete, in ogni paese. Infatti, attualmente la rete mondiale è gestita dalla Icann (Internet Corporation for Assigned Names and Numbers), un organismo di diritto privato con sede a Los Angeles, controllato dal dipartimento del commercio degli Stati Uniti. L'Icann è un enorme sistema di smistamento della rete, basato su un dispositivo costituito da tredici potenti computer, detti "root servers". Dieci di questi computer si trovano negli Stati Uniti (quattro in California e sei nei pressi di Washington), due in Europa (Stoccolma e Londra) e uno in Giappone (Tokyo). Le autorità statunitensi, se volessero, potrebbero rendere inaccessibili i messaggi elettronici, in qualsiasi luogo del pianeta.


quindi internet è mano agli USA...


Citazione:
Sulla rete circolano molti contenuti censurati altrove, ma questo non significa che essa sia priva di controllo. Ad esempio, Wikipedia viene definita come un'enciclopedia libera perché scritta da tutti, ma in realtà non è proprio così. Negli ultimi tempi, Wikipedia ha raggiunto un'importanza enorme, e persino motori di ricerca come Google danno la priorità alle sue voci, assegnandole così un grande ruolo informativo. Da numerosi fatti però si comincia a capire che all'interno di Wikipedia agisce una "mano invisibile" che toglie, aggiunge o cambia. Il Wikiscanner è un software elaborato dallo studente americano Virgil Griffith, che permette di identificare l'origine delle modifiche fatte alle voci dell'enciclopedia Wikipedia. Attraverso il Wikiscanner si scoprì che c'erano "operatori", che cambiavano, toglievano o aggiungevano contenuti. Queste persone sono state identificate come operatori della Cia, del Vaticano, delle Nazioni Unite e di numerose grandi corporation. Alcune definizioni di Wikipedia venivano per così dire "corrette", togliendo aspetti che non si volevano divulgare perché rivelavano fatti negativi del sistema. Da ciò deriva un'enciclopedia "manipolata", in cui le cose più "scottanti" sono censurate o mistificate.


...quindi anche Wikpedia ha i 'suoi' operatori...che agiscono al fine di non divulgare gli aspetti negativi del sistema.

Citazione:
In rete esistono anche gli "infiltrati", ossia persone pagate per controllare i forum o i blog indipendenti, e per intervenire in vari modi a intralciare o diminuire gli effetti positivi che gli utenti potrebbero avere. Si tratta di poche persone riconoscibili perché utilizzano le stesse categorie che vengono utilizzate dalla propaganda dei mass media. Queste persone si introducono nei forum o nei blog e cercano con varie tecniche di manipolare o aggirare le idee che vengono espresse. Agiscono inizialmente facendo elogi e apprezzamenti positivi, fino a trovare il punto su cui sollevare polemiche e critiche. In tal modo viene svilito lo scopo costruttivo del forum, e a poco a poco viene creato un clima di opposizione o di antagonismo che esclude ogni possibilità di conciliare la controversia. Altre tecniche utilizzate da queste persone sono: etichettare con parole come "fascista" "razzista" "nazista" o "antisemita". Oppure distorcere i significati, fare interventi di propaganda, scrivere post inutili, attirando l'attenzione su particolari irrilevanti, al fine di distoglierla dai punti importanti. Dunque l'apparenza democratica di cui viene ammantata la rete Internet risulta in molti casi del tutto falsa. Tuttavia la rete svolge un ruolo efficace nell'informare su argomenti non trattati dai media ufficiali.


e questo è l'aspetto che tocca più da vicino tutti.La cosa raccappricciante è proprio che esistono persone 'prezzolate' per fare simili servigi...

Resta sempre il fatto che.....

Citazione:
Come molti sanno, la rete Internet è nata da un progetto del Dipartimento per la Difesa americano, allo scopo di fornire servizi e informazioni utili ai fini militari. Gradualmente si è diffusa anche per altri usi.


PS-l'intero articolo è molto interessante.

edit

a riprova che quando si tocca il 'sistema'.....una reazione c'è:

Citazione:
Mi segnalano alcuni lettori che digitando "paolo franceschetti" su Google non compare più il nostro blog. Io stesso, per collegarmi, usao questo sistema, cioè digito il mio nome e cognome sul motore di ricerca. La domanda che rivolgo agli utenti esperti di informatica è: si tratta di un caso, magari un problema momentaneo, oppure è più probabile che si tratti di una cosa voluta. Trovo curiosa la coincidenza poi della sparizione del nostro blog da Google proprio in coincidenza con la pubblicazione dell'articolo su Falcone e Borsellino.
NB. Il problema è stato risolto dopo poche ore, quindi probabilmente era solo un problema tecnico. Lasciamo il post per non perdere i vari commenti.

fonte: http://www.paolofranceschetti.blogspot.com/
....certe coincidenze fanno sempre pensare...

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
LoneWolf58
Inviato: 13/3/2009 17:28  Aggiornato: 13/3/2009 17:34
Sono certo di non sapere
Iscritto: 12/11/2005
Da: Padova
Inviati: 4861
 Re: Wikipedia, vero cancro di Internet
Credo che ad oggi l'unica cosa che si può salvare di wikipedia... sia wikiquote
"Vi Veri Veniversum Vivus Vici"

bell'articolo...

La storia, come un'idiota, meccanicamente si ripete. (Paul Morand)
Il problema, però, è che ci sono degli idioti che continuano a credere che la storia non si ripeta. (LoneWolf58)
spettatore
Inviato: 13/3/2009 18:30  Aggiornato: 13/3/2009 18:30
Mi sento vacillare
Iscritto: 15/11/2004
Da:
Inviati: 883
 Re: Wikipedia, vero cancro di Internet
http://www.youtube.com/watch?v=gkrnK0igAP0

l'unica risposta alle miserie dei debunkers!


Lo spettatore

Citazione:
Non metterti a discutere con un idiota. La gente potrebbe non accorgersi della differenza.
Red_Knight
Inviato: 13/3/2009 18:33  Aggiornato: 13/3/2009 18:33
Sono certo di non sapere
Iscritto: 31/10/2005
Da:
Inviati: 3121
 Re: Wikipedia, vero cancro di Internet
Potete sempre consolarvi con Nonciclopedia. L'11 settembre lì è trattato con molta più oggettività. Ad ogni modo, vediamo come sarà la pagina tra qualche giorno. Io continuo a credere in Wikipedia, al massimo è nei wikipediani che non credo...

nosh1t
Inviato: 13/3/2009 19:05  Aggiornato: 13/3/2009 19:05
Ho qualche dubbio
Iscritto: 30/9/2008
Da:
Inviati: 143
 Re: Wikipedia, vero cancro di Internet
wikipedia e' quindi un'altra bella utopia che va a farsi fottere dunque.
evabbe' prendiamone atto: troppa liberta' fa male, vince sempre la dittatura di pochi, che gestiscono e decidono per tanti - avere un sistema aperto come wikipedia e internet e' un male e non un bene.
Ma allora mi chiedo: perche' cazzo ci state? continuate a comprarvi le enciclopedie di carta e a guardare la tivvu' e leggere i giornali no? ma se si vuole stare in un mare aperto e libero si deve mettere in conto che pure gli stronzi ci sguazzino senno' che liberta' e'? o si prende atto di questo e ci si regola di conseguenza o allora l'alternativa e' avere internet sotto controllo come in Cina.
a voi la scelta

G. Paolo
Inviato: 13/3/2009 20:22  Aggiornato: 13/3/2009 20:22
So tutto
Iscritto: 2/3/2009
Da:
Inviati: 26
 Re: Wikipedia, vero cancro di Internet
Perfettamente d'accordo.
Inoltre il sottoscritto ha tentato per ben 4 volte di inserire con tutte le autorizzazioni del caso un mio personale articolo su: Fondamenti dellla Medicina Naturale, articolo gia' pubblicato su www.mednat.org da 1 decennio e con il consenso anche dell'editore di www.mednat.org ho inserito la pagina sotto la voce: Medicina Naturale - in wikipedia; ebbene dopo solo 1 giorno e' stata cancellata e cio' si e' ripetuto per 4 volte a distanza di diversi giorni l'una dall'altra.
Cio' significa che vi e' qualcuno o diversi personaggi che sono MOLTO attenti (probabilmente vi e' un cerca parole che individua certe frasi o parole e li segnala a "chi di dovere" che poi li controlla e se contrario ai "dettami" dei controllori), cancella tutto quanto.
Ho fatto le mie rimostranze alla direzione, la quale con due righe mi ha detto che non avevvo l'autorizzazione alla pubblicazione '!?, pur essendo l'autore dello scritto ed avendo l'autorizzazione alla pubblicazione con altri editori dell'editore di www.mednat.org.
Per cui mi sono stancato e non ho piu' proseguito.

CMQ Sono pronto a fornire tutto quanto, a chi volesse provare ad inserire l'articolo indicato, per controllare se succede anche a loro !

Dr-Jackal
Inviato: 13/3/2009 20:25  Aggiornato: 13/3/2009 20:25
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 25/3/2006
Da:
Inviati: 1028
 Re: Wikipedia, vero cancro di Internet
Ogni volta che leggo "Wikipedia: l'encicolpedia libera" mi viene da ridere.

Mi ricordo molto bene la nausea provata quando finii per caso sulla pagina di vigliacchissimo e vidi che chi l'aveva scritta l'aveva descritto come il nuovo Messia, infallibile, incorruttibile, onnisciente, tralasciando misteriosamente tutti i suoi errori e le volte in cui era stato platealmente sputtanato (e non sono poche).

Quando provai a inserire anche qualche link in cui viscidissimo veniva smentito, oltre a quelli in cui veniva osannato, le modifiche mi vennero sempre cancellate nel giro di poche ore o minuti, con la motivazione di "intervento vandalico e distruttivo".

Come possa essere "vandalico e distruttivo" un intervento che non cancella niente, ma anzi AGGIUNGE informazioni, resta un mistero.

Wikipedia mi dà il vomito.
Nel momento in cui hanno dato ad alcuni utenti il potere di cancellare quello che vogliono senza dovere spiegazioni a nessuno e senza il minimo controllo, l'intero sistema di "enciclopedia libera" è andato a farsi fottere, e ogni informazione è diventata disgustosamente parziale e personalissima.

HostFat
Inviato: 13/3/2009 20:55  Aggiornato: 13/3/2009 20:55
Ho qualche dubbio
Iscritto: 16/8/2007
Da:
Inviati: 139
 Re: Wikipedia, vero cancro di Internet
Ho notato personalmente, che a volte il problema si poneva solo nel caso della versione italiana del wikipedia.
Forse il problema è più che altro li.

Essendo gli italiani "pochi", è facile che pochi riescano comunque a rovinare quel che ne rimane di buono.

sitchinite
Inviato: 13/3/2009 21:08  Aggiornato: 13/3/2009 21:08
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/6/2007
Da: Roma - Pomezia
Inviati: 3270
 Re: Wikipedia, vero cancro di Internet
Massimo hai tutta la mia solidarietà ma ti spingo a una riflessione: come hai detto tu Wikipedia la può scrivere chiunque. C' é un comitato di 'esperti' che verifica determinate cose, le corregge, cerca le fonti etc. Chiunque può modificare le versioni altrui. E chiunque scrive a seconda di ciò che lui sa e crede. Questo succede in tutti e due i sensi: lo fa chi é debunker e lo fa chi invece é 'complottista'.
Come tu hai riportato questa pagina 'antimazzucco', attivissimo in una sua serie di post riporta pagine 'antiattivissimo' presenti su wikipedia.
Mi ricordo addirittura che mentre studiavo Crono911, finendo nel suo blog, trovai delle pagine scritte da utenti di Luogocomune. Pagine che facevano dichiarazioni particolari ma che in alto non avevano la nota: 'questa voce é una bozza' oppure 'questa voce è dubbia'.
Normalmente pagine che non contengono fonti o che fanno proclami 'di parte' secondo lo statuto di Wikipedia dovrebbero essere votate o rimosse.
Nel caso di quelle pagine non era stato fatto, come se qualcuno degli autori avesse qualche 'aggancio' per cui le pagine rimanevano online.

Secondo me alla base c' è il concetto secondo il quale Wikipedia é fondamentalmente sbagliato come progetto.
Mettere una enciclopedia a disposizione di tutti vuol dire non avere mai garanzia che quel che c' è scritt sia giusto.
Questo perchè tutti sovrascrivono. Una wikipedia 'buona' dovrebbe essere fatta senza sovrascritture, e strutturata in modo che se io e tu diamo una definizione di un termine, chi cerca quel termine si veda elencate entrambe le pagine. Non l' ultima versione aggiornata.

P.s. sto rileggendo crono912 di cui avevo letto solo la prima parte.
Se io dovessi fare un commento o una domanda in merito, quale sarebbe il post più adeguato?

Sarevok
Inviato: 13/3/2009 21:13  Aggiornato: 13/3/2009 21:13
Ho qualche dubbio
Iscritto: 18/4/2007
Da: Pesaro
Inviati: 191
 Re: Wikipedia, vero cancro di Internet
Su wikipedia hanno cambiato le frasi in questione nel tentativo di farle sembrare meno parziali.

Ho scritto apposta "farle sembrare" perché si sono "dimenticati" un'altra volta di specificare che solo quel video è oggetto di discussione, mentre ce ne sono tanti altri che nessuno ha ancora provato a contestare.

Se andate su "discussione" c'è già chi decide di bannarlo perché diffama wikipedia...io non ho parole.

Lunga vita e prosperità.
clausneghe
Inviato: 13/3/2009 21:39  Aggiornato: 13/3/2009 21:39
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 17/4/2006
Da: nordcentro
Inviati: 1679
 Re: Wikipedia, vero cancro di Internet
Citazione:
I problema è che Wikipedia è purtroppo considerata da molti alla pari di una vera enciclopedia, della quale sono abituati a fidarsi a occhi chiusi.


E' una storia vecchia, Massimo!

La verità non è mai stata contenuta sic et simpliciter in alcuna enciclopedia, nemmeno se rilegata in oro..
La verità bisogna cercarsela ora come allora e l'attento Diogene non si ferma certo a Wikipedia, ovvio.

Resta il fatto che Wikipedia non sia più affidabile dell'ANSA,per esempio, anche essa curiosamente ritenuta fonte imparziale e quasi esatta..


Potresti prenderti un avvocato di Washington con le contropalle ed intentare causa per diffamazione al Wikipedia, magari ti prendi una bella soddisfazione e in più un fracco di soldini...

Magari salta fuori che Wiki si rifarebbe sugli autori della calunnia e ancora magari salterebbe fuori un Attivissimo dietro a tutto questo...

Pensa, sogna... potresti farti la bella vita a spese di Kattivissimo
Ciao

florizel
Inviato: 13/3/2009 21:58  Aggiornato: 13/3/2009 22:00
Sono certo di non sapere
Iscritto: 7/7/2005
Da: dove potrei stare meglio.
Inviati: 8195
 Re: Wikipedia, vero cancro di Internet
Tanto per cominciare, la mia solidarietà a Mazzucco, e a tutti gli utenti che ne condividono le opinioni. Perchè, altrove, oltre a colpire Massimo si offende quella parte di utenza che su determinati argomenti ha mostrato interesse ed apertura mentale.

Su questo argomento ci sarebbe moooolto da dire, e se quella di wikipedia è "diffusione dei saperi", siamo veramente rovinati.

Ma più che altro i rovinati sono i suoi fondatori: forse nemmeno si rendono conto di essere diventati, loro malgrado, il mezzo attraverso cui moltissimi, ancora lividi per le figuracce fatte qui (e sui loro beceri siti), si stanno togliendo la pietruzza dalle scarpe.

Redazzucco, il primo impulso è di dirti di brindarci sopra: chi è già sulla "cattiva strada", capitando su quella pagina sarà catapultato qui, il che non può che fare onore, a te e a tutti noi.

Chi non lo è, se arrivasse qui e trovasse anche un solo argomento abbastanza stimolante da restarci, costituirebbe per chi ha stilato quella pagina un vero autogol.

E pensare che hanno anche delle "pagine guida"...

"Punto di vista neutrale"...

"Continueremo a fare delle nostre vite poesie, fino a quando Libertà non verrà declamata sopra le catene spezzate di tutti i popoli oppressi". Vittorio Arrigoni
shm
Inviato: 13/3/2009 22:39  Aggiornato: 13/3/2009 22:39
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 17/8/2007
Da: perugia
Inviati: 1802
 Re: Wikipedia, vero cancro di Internet
...finalmente un bell'articolo sui "debunker" Massimo!

E' sottile la malignità con cui questi "signori" metterebbero in atto la loro presunta attività di confutazione...

A parte le tecniche pseudo-scettiche, ho notato che si basa principalmente su un "pilastro" fondamentale, ossia la smentita di una polemica su di un fatto comunque di per sé controverso in partenza...

La smentita di una polemica è sicuramente un evento per certi versi clamoroso, se vero e appurato, ma credo che i "debunker" facciano leva psicologica anche su questo dato per influenzare la gente inconsapevole e ricevere consensi da questa...

In poche parole i "debunker" sono persone che mentono consapevolmente la maggior parte delle volte...

“Se un ebreo ortodosso mi considera "immondo" o mi saluta per primo per non dover essere costretto a rispondere al mio saluto, la cosa non preoccupa più di tanto.” (John)
9/11 anomalies
redna
Inviato: 13/3/2009 23:55  Aggiornato: 14/3/2009 0:06
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: Wikipedia, vero cancro di Internet
Citazione:
[email protected]: Come giudichi un progetto in cui una persona possa scrivere liberamente su un argomento enciclopedico? Democratico, anarchico, o cos'altro? Quali sono secondo te le vere potenzialità di un progetto del genere e quali i punti deboli?

Attivissimo: Adorabile. Come potrebbe essere altrimenti? Io sono il tipo di persona che da ragazzino correggeva a biro i refusi dei libri, con orrore dei miei genitori che trovavano sacrilego contaminare un testo stampato: poterlo fare in un'enciclopedia è inebriante. Credo che Wikipedia sia un esperimento sociale ancor prima di essere un'enciclopedia. Ci permette di capire se sono di più i vandali e contafrottole o le persone serie e competenti: semplificando, è un test per vedere se in assenza (o quasi) di controlli e vincoli imposti, prevale lo spirito costruttivo o quello distruttivo. I punti deboli di Wikipedia sono nel contempo i suoi punti forti: la libertà di modifica da parte di chiunque permette a chi è esperto in una materia di contribuire con fatica davvero minima e con la gratificazione della pubblicazione immediata, ma la stessa libertà permette al vandalo di far danni. Non si può avere l'una senza inevitabilmente esporsi all'altra.
(°°°)



dunque wikipedia è un esperimento sociale ancor prima di essere una enciclopedia. ....un test per vedere se in assenza o quasi di controlli/vincoli prevale lo spirito costruttivo o quello distruttivo. Sarebbe interessante capire CHI è che stabilisce questo...

(°°°)
qui la fonte

Citazione:
In poche parole i "debunker" sono persone che mentono consapevolmente la maggior parte delle volte...

se sono ANCHE 'prezzolati' lo fanno SEMPRE (per il vil denaro..s'intende...)

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
wireless
Inviato: 14/3/2009 0:13  Aggiornato: 14/3/2009 0:22
Ho qualche dubbio
Iscritto: 7/8/2007
Da:
Inviati: 228
 Re: Wikipedia, vero cancro di Internet
Ma perchè wikipedia dovrebbe essere lo scrigno che contiene tutte le verità del mondo?
In fondo,per il poco che ne so,"ogni iscritto" può modificare o comunque suggerire una modifica.
A proposito di wikipedia chi è in grado di dirmi quali sarebbero le"frasi e mezze frasi di origine complottista prive di fonti" sotto la voce Osama Bin Laden?
Queste? oppure queste?

ricciolone
Inviato: 14/3/2009 0:56  Aggiornato: 14/3/2009 0:56
So tutto
Iscritto: 22/1/2009
Da:
Inviati: 4
 Re: Wikipedia, vero cancro di Internet
Salve.. scrivo il mio primo messaggio (con un po' di imbarazzo visto che sono iscritto da un po' e non avevo ancora mai postato benchè segua con interesse il sito di Luogocomune) per esprimere la mia solidarietà (per quanto possa valere) a Mazzucco.

Non mi interessa se questa vicenda rientra nell'eterna diatriba tra complottisti/anticomplottisti, solo trovo che usare in questo modo Wikipedia (ossia dando dei giudizi del tutto parziali cercando di screditare una persona), sia molto meschino.
Quindi grazie al signor Mazzucco per tutto quello che fa.

Citazione:
se addirittura sull'enciclopedia c'è scritto che questo è un truffatore - pensa il neofita - vuole dire che tutto quello che sostiene sono solo baggianate.

Capisco queste preoccupazioni sul fatto che alcuni possano prendere per vere certe affermazioni solo perchè le trovano scritte su Wikipedia, ritenuta ingenuamente sempre veritiera, ma condivido il pensiero di chi diceva "ognuno ha la verità che si merita."

Trovo che questo accanimento non trovi spiegazione in chi lo applica nel "desiderio di ricerca di verità", quanto piuttosto nel voler screditare a tutti i costi un punto di vista espresso su fatti e del tutto condivisibile.

Red_Knight
Inviato: 14/3/2009 1:20  Aggiornato: 14/3/2009 1:20
Sono certo di non sapere
Iscritto: 31/10/2005
Da:
Inviati: 3121
 Re: Wikipedia, vero cancro di Internet
@Sarevok
Su wikipedia hanno cambiato le frasi in questione nel tentativo di farle sembrare meno parziali.

Andiamoci piano coi sangiorgismi per favore.
A me la versione corrente, che tra l'altro non è stata vandalizzata nelle ultime ore, il che è un buon segno, pare corretta: "presunto basalioma" è diventato "basalioma" e le calunnie sono scomparse per lasciare il posto a un neutralissimo "il dibattito [sul sito] è ancora in corso", che è la verità. Non c'è niente che induca a pensar male di M.M. e c'è scritto esplicitamente, con tanto di link, che ci sono state altre testimonianze in video. Su Simoncini c'è un articolo apposito, la voce si intitola "Massimo Mazzucco" e non credo dovrebbe dire altro. Se dovesse reiniziare il ping pong di modifiche e contromodifiche ciascuno di noi può segnalare l'articolo come non NPOV. Gli idioti sono ovunque (ed effettivamente sono un cancro), ma finora non mi pare che Wikipedia sia faziosa. Al limite si può dire che spesso ha torto (nulla vieta di correggerla). Nel caso in questione c'è stata una serie di vandalizzazioni, ma la colpa qui la vedrei più in chi non ha corretto. Ora che M.M. è intervenuto personalmente, sono sicuro che le cose si sistemeranno in al massimo un paio di settimane (tali sono i tempi di Wikipedia).

florizel
Inviato: 14/3/2009 1:56  Aggiornato: 14/3/2009 1:57
Sono certo di non sapere
Iscritto: 7/7/2005
Da: dove potrei stare meglio.
Inviati: 8195
 Re: Wikipedia, vero cancro di Internet
Citazione:
le calunnie sono scomparse per lasciare il posto a un neutralissimo "il dibattito [sul sito] è ancora in corso", che è la verità. Non c'è niente che induca a pensar male di M.M.

Red, a parte il fatto che le correzioni sono avvenute in un secondo momento, e molto probabilmente solo grazie al fatto che se ne sta discutendo ora, è l'impiantito della pagina che fa schifo, se mi passi il termine.

Come afferma shm, ci si è letteralmente SERVITI del caso Lorna, e delle sue presunte "debolezze", per assimilare a questo l'intero operato di Massimo.
E questo, se l'obiettività non è un'opinione, è semplicemente meschino.
Da veri debunkers.

Wikipedia non è faziosa? Forse no, ma limitata lo è senz'altro.

Ci si sarebbe aspettati di ritrovare le teorie di Simoncini riportate anche nella scheda "tumore", tanto per cominciare.
Ed anche lì, gli UNICI effetti collaterali della chemio descritti si limitano all'alopecia... Ma ci rendiamo conto?

Andiamo....

Se poi si va a leggersi la pagina dedicata alla "wikiquette"...

Cosa significa, a questo punto, la specificazione circa i "punti di vista minoritari"?

http://it.wikipedia.org/wiki/Wikipedia:Punto_di_vista_neutrale

"Non dovremmo tentare di presentare una disputa come se il punto di vista di una minoranza meritasse la stessa attenzione di quello della maggioranza; i punti di vista di piccole minoranze non dovrebbero essere presentati, se non nelle voci relative a quei punti di vista. Dare un rilievo eccessivo al punto di vista di una minoranza significativa, o includere il punto di vista di una piccola minoranza, potrebbe essere ingannevole, ai fini di presentare la disputa. Wikipedia ha lo scopo di presentare punti di vista concorrenti con pesi proporzionali al sostegno goduto tra gli esperti di quella materia, o tra le parti interessate. Questo si applica non solo al testo delle voci, ma alle immagini, ai link esterni, alle categorie e al resto del materiale."

Io non l'ho mica ancora capito.

PS: benvenuto a ricciolone.

"Continueremo a fare delle nostre vite poesie, fino a quando Libertà non verrà declamata sopra le catene spezzate di tutti i popoli oppressi". Vittorio Arrigoni
Sarevok
Inviato: 14/3/2009 2:18  Aggiornato: 14/3/2009 2:18
Ho qualche dubbio
Iscritto: 18/4/2007
Da: Pesaro
Inviati: 191
 Re: Wikipedia, vero cancro di Internet
@Red Knight

Quando l'ho riletta io avevano cambiato solo la storia del dibattito, senza dire nulla delle altre testimonianze. Il che mi è sembrato un tantino ipocrita.

Lunga vita e prosperità.
masmarupor
Inviato: 14/3/2009 3:09  Aggiornato: 14/3/2009 3:09
Ho qualche dubbio
Iscritto: 11/1/2006
Da: treviso
Inviati: 64
 Re: Wikipedia, vero cancro di Internet
beh.. che dire...
ieri quando ho letto wiki son rimasto di stucco
mi pareva strano che non volessi rispondere ad una provocazione del genere...
questo attivisimismo sta scocciando, cmq grazie a questo articolo
ho potuto vedere il filmato di simoncini che non avevo visto prima.

ci sono persone che sanno tutto...
e purtoppo e tutto quello he sanno!!!
O.Wilde
masmarupor.blogspot
Redazione
Inviato: 14/3/2009 3:09  Aggiornato: 14/3/2009 3:09
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Wikipedia, vero cancro di Internet
Ciao Ricciolone, benvenuto.

***

SITCHINITE: Se il “senso” del tuo commento riguarda la tecnica del debunking in generale, mettilo pure qui. Se invece riguarda l’argomento specifico 9/11, cerca nei forum il thread più adatto per pubblicarlo. Tanto il thread ricompare immediatamente nella colonna dei ”commenti più recenti” in home, e poi casomai ti rispondo lì.

***

Ho messo nella pagina di Wiki un link intitolato “La risposta di Mazzucco alle critiche”, come mi avevano detto di fare. Ora vediamo se rimane, o se possono criticare solo loro.

Sui cambiamenti che hanno fatto per ora non commento, perchè dovrei scrivere per un’altra mezz’ora. Della serie “peggio la toppa del buso”, tanto per capirci. Un minimo di dignità, a questo punto, avrebbe imposto di non toccare la pagina, ma evidentemente i debunkers non sanno nemmeno cosa sia, la dignità.

Saluti e grazie a tutti.

Redazione
Inviato: 14/3/2009 7:08  Aggiornato: 14/3/2009 7:54
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Wikipedia, vero cancro di Internet
Ho fatto ai responsabili della pagina Wikipedia la seguente proposta:

Proposta di Mazzucco

Salve. Se vogliamo provare a ragionare seriamente (mi rivolgo ai responsabili della pagina), vi faccio la mia proposta.

Una “biografia” è il racconto di una vita, ovvero la storia di una persona, che riporti i FATTI PIÙ SIGNIFICATIVI di quella vita, nel modo più oggettivo e distaccato possibile. Serve a chi legge per avere delle informazioni rispetto a quella persona, da poter poi inserire in un contesto STORICO che lo interessa particolarmente (si presume che se di una persona viene scritta la biografia è perchè in qualche misura ha avuto a che fare pubblicamente con il resto della società). La biografia quindi non serve a farsi una opinione sugli argomenti dei quali il soggetto si è occupato nella sua vita, ma semplicemente a sapere di cosa si è occupato e di cosa no. E' evidente quindi che qualunque inquinamento di tipo ideologico, a favore come contro, vada evitato con la massima cura.

Come puro FATTO BIOGRAFICO, Internet è stato solo una frazione della mia vita, anche se significativa, e quindi basterebbe il paragrafo iniziale, così com’è ora, per descriverla bene (“luogocomune, noto per la pubblicazione di teorie complottiste che contestano il rapporto della 9/11 Commission sugli attentati dell'11 settembre 2001. Il sito riporta anche teorie complottiste sull'assassinio di Kennedy, sullo sbarco sulla Luna e sulle cosiddette scie chimiche; pubblica inoltre articoli d'attualità.)

A questo punto andrebbe solo aggiunto che Mazzucco pubblica anche le testimonianze di gente che dice di essere guarita dal cancro con la terapia di Simoncini, a base di bicarbonato. Si dice che la cosa ovviamente ha suscitato polemiche roventi, che potete leggere QUI, QUI, e LI. Fine del discorso. Questi sono I FATTI relativi al caso Simoncini NELLA MIA VITA. Le OPINIONI sul cancro, sulla validità della cura, sul fatto che è stato condannato, su come è fatto un basalioma, ecc. non appartengono più alla mia biografia, ma al dibattito sull'argomento specifico. (Fra l'altro, voi avete proprio le pagine apposta - come questa - chiamatea"discussione". Se è separata dalla bio ci sarà un motivo, no?)

Non parliamo quindi nemmeno di accusare gratuitamente il soggetto della biografia di pubblicare “falsi” come se fosse un fatto scontato, perchè ho già fatto un articolo in proposito, che sicuramente avrete letto, che basta e avanza. (Fra l’altro, mi sto informando con i responsabili americani della vostra sezione, che stanno proprio qui a Los Angeles, per quel che riguarda i casi di diffamazione).

Stessa cosa dicasi per l’11 settembre: si dice che io sono stato uno dei portatori della teoria cospirazionistica in Italia, con il sito e con il film Inganno Globale, che è andato in TV scatenando un mezzo putiferio. Nel dibattito che ne è conseguito ho avuto molti detrattori, fra i quali LINK LINK LINK. Fine del discorso, anche qui. A questo si limita l’ASPETTO BIOGRAFICO dell’11 settembre nella mia vita. Tutto il resto - che io abbia fatto un video di critica ad Attivissimo, che lui abbia risposto con un altro video, che io abbia replicato con un terzo, ecc… - non solo è pateticamente noioso, ma appartiene chiaramente al dibattito interno sull’undici settembre, e non alla mia bio.

Altrimenti non capisco perchè non ci mettiamo a raccontare di quando litigai con De Laurentiis, piuttosto che della lotta che feci in California per combattere l’obbligo delle vaccinazioni. Vogliamo sostenere che Paolo Attivissimo sia più importante di Dino de Laurentiis, per caso?

Se qualcuno vuole farsi pubblicità, mi sembra giusto indirizzarlo altrove, invece di lasciargliela fare sulle spalle altrui. Oppure pubblichi la sua biografia - se già non l’ha fatto - nella quale resta liberissimo di citare chi vuole lui.

In conclusione, uno che va a leggersi in rete la biografia di una persona vuole sapere COSA ha fatto quella persona nella sua vita, non COME sono avvenuti i fatti descritti da quella biografia.

Se siete d’accordo su questo principio, vi presento una revisione della biografia (*) fatta in quel senso (così aggiungo anche due cose che mancano, e ne correggo altre che sono inesatte). A me non interessa minimamente avere una biografia "trionfalistica", voglio solo che sia precisa.

Se poi vi andasse bene – con tutti i ritocchi necessari, ovviamente, ma sempre secondo quel principio - ritirerei immediatamente il mio articolo contro di voi, e segnalerei la giusta correzione in modo adeguato.

Finchè si riesce a fare un passo indietro, riconoscendo eventuali errori, nulla nella vita è perduto.

* Per chiarire bene: non solo ritengo sbagliato aver pubblicato gli attacchi contro di me, ma è ancora peggio averli segnalati come “non obiettivi” - come appaiono adesso – perchè AMMETTETE DI AVER PUBBLICATO DELLE OPINIONI in un documento che non dovrebbe averne per principio.

Saludos

Massimo Mazzucco

peonia
Inviato: 14/3/2009 9:12  Aggiornato: 14/3/2009 9:12
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: Wikipedia, vero cancro di Internet
GRazie Redna!!!

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
peonia
Inviato: 14/3/2009 9:18  Aggiornato: 14/3/2009 9:18
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: Wikipedia, vero cancro di Internet
Hai fatto bene Massimo!
Non riesco piu' a ritrovare un articolo in cui si parlava del fatto che a lavorare per wikipedia siano molti giovani volontari....

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
peonia
Inviato: 14/3/2009 9:31  Aggiornato: 14/3/2009 9:31
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: Wikipedia, vero cancro di Internet
Potresti prenderti un avvocato di Washington con le contropalle ed intentare causa per diffamazione al Wikipedia, magari ti prendi una bella soddisfazione e in più un fracco di soldini...

Non sarebbe mica una cattiva idea!!!!!!

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
peonia
Inviato: 14/3/2009 9:37  Aggiornato: 14/3/2009 9:37
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: Wikipedia, vero cancro di Internet
SPETTATORE, FANTASTICO!!!!!
non me lo ricordavo...
potremmo utilizzarla molto, di questi tempi.....

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
Stefano
Inviato: 14/3/2009 11:19  Aggiornato: 14/3/2009 11:19
Mi sento vacillare
Iscritto: 15/8/2004
Da:
Inviati: 344
 Re: Wikipedia, vero cancro di Internet
Ciao a tutti. Vedo che qui si comincia a criticare Wikipedia. Un passettino avanti, per capire dove va questa gioiosa, tecnologica e costosa macchinona mediatica che si chiama Internet, fino a ieri lodata come fonte di salvezza democratica?

shm
Inviato: 14/3/2009 11:53  Aggiornato: 14/3/2009 12:31
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 17/8/2007
Da: perugia
Inviati: 1802
 Re: Wikipedia, vero cancro di Internet
...comunque già il fatto di dover etichettare delle convinzioni e dei legittimi sospetti "teorie complottiste" (nel caso 9/11) è già di per se un'ipocrisia bellamente occultata...

Questo finché il NIST, o un'indagine indipendente non abbia dimostrato aldilà di ogni ragionevole dubbio che le torri son crollate per impatti, macerie e incendi...

Quindi, pollice verso comunque a tutti quei deficienti che usano termini come complottista, cospirazionista ecc., illudendosi e auto-convincendosi di avere la verità in tasca, per etichettare indistintamente e con malcelato disprezzo chi non crede in una data "v.u."...

“Se un ebreo ortodosso mi considera "immondo" o mi saluta per primo per non dover essere costretto a rispondere al mio saluto, la cosa non preoccupa più di tanto.” (John)
9/11 anomalies
fandargo
Inviato: 14/3/2009 11:57  Aggiornato: 14/3/2009 11:57
Ho qualche dubbio
Iscritto: 17/9/2007
Da: saluzzo
Inviati: 45
 Re: Wikipedia, vero cancro di Internet
ci aggiungo anche la mia di "esperienza"..seguendo alcuni progetti di programmazione amatoriale su psp è capitato che qualcuno su wikipedia facesse veri e propri casini sulle pagine dedicate a questi progetti..la cosa durò settimane, finchè a furia di pressioni da parte dei programmatori (e di fronte all'evidenza dei fatti) il team di wikipedia si vide costretto a riesumare le pagine originarie..

minuscolo OT:
ho comprato ieri il libro di Massimo con il dvd di Inganno Globale :)
il film già l'avevo visto e rivisto, però il libro è fatto proprio bene!
/OT

"..mais je suis d'abord citoyen du monde et frère de tous.."
BlSabbatH
Inviato: 14/3/2009 12:16  Aggiornato: 14/3/2009 12:16
Mi sento vacillare
Iscritto: 10/9/2005
Da: Bergamo
Inviati: 837
 Re: Wikipedia, vero cancro di Internet
Citazione:
Wikipedia non è faziosa? Forse no, ma limitata lo è senz'altro.

L'illimitata perfezione non è di questo mondo..
tornare però al bel set di tomi cartacei da "verità ufficiale" treccanesca che tanto valore danno al nostro salotto..

p.s. la pagina wiki di Mazzucco la trovo abbastanza bilanciata. Sarò l'unico pirla..

-- Under capitalism, man exploits man. Under communism, it's just the opposite. -- J.K. Galbraith
vincenzo
Inviato: 14/3/2009 14:04  Aggiornato: 14/3/2009 14:04
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 9/6/2004
Da: u-oy-topos middle Oceania
Inviati: 1304
 Re: Wikipedia, vero cancro di Internet
Citazione:
Ciao a tutti. Vedo che qui si comincia a criticare Wikipedia. Un passettino avanti, per capire dove va questa gioiosa, tecnologica e costosa macchinona mediatica che si chiama Internet, fino a ieri lodata come fonte di salvezza democratica?


Diffusione esponenziale della merda che c'è nella realtà.

1 - Non fanno caso, costoro, che quando in Internet compare qualcosa di veramente scottante, scompare nell’arco di pochi minuti? Se invece qualcosa ci rimane per sempre – e pure in bella vista - vuole dire che lì da nascondere c’è ben poco.
fefochip
Inviato: 14/3/2009 15:43  Aggiornato: 14/3/2009 15:43
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: Wikipedia, vero cancro di Internet
Citazione:
p.s. la pagina wiki di Mazzucco la trovo abbastanza bilanciata. Sarò l'unico pirla..


vedrai non sarai l'unico pirla

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
Pyter
Inviato: 14/3/2009 16:13  Aggiornato: 14/3/2009 16:13
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/9/2006
Da: Sidonia Novordo
Inviati: 6250
 Re: Wikipedia, vero cancro di Internet
Ho fatto ai responsabili della pagina Wikipedia la seguente proposta: Proposta di Mazzucco

Che cosa ti hanno risposto, che il cancro di Internet non si cura con le E-mail?
Sarebbe il colmo. Ma dubito siano dotati di un minimo di fantasia.

"Nessuno ha il diritto di fare quel che desidera, ma tutto è organizzato per il meglio." (Antico decreto reale tolemaico)
redna
Inviato: 14/3/2009 16:30  Aggiornato: 14/3/2009 16:30
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: Wikipedia, vero cancro di Internet
Sono passati pochi giorni da quando Encyclopaedia Britannica ha rinnovato la dichiarazione di intenti di entrare nel mercato online, e ora appare chiaro quanto sarà difficile la scalata che deve affrontare. La scorsa settimana Wikipedia è stata visitata dal 97% dei navigatori statunitensi di enciclopedie online, stando alle stime della società di web monitoring Hitwise. MSN Encarta è al secondo posto con 1,27% di visite, seguita da Encyclopedia.com (0,76%), Fact Monster (0,72%) e al quinto posto da Britannica.com (0,57%). Lo scorso mese la quota delle visiste dagli USA di quest'ultima è crollata del 53% rispetto al dicembre 2007.
Encyclopaedia Britannica ha dichiarato al quotidiano australiano Sydney Morning Herald l'intenzione di rilanciare il suo sisto web per consentire un maggior livello di partecipazione degli utenti. In un'intervista il presidente della società, Jorge Cauz, si lamenta del fatto che Google posizioni d'ufficio Wikipedia nei primi risultati di molte ricerche. E sul blog ufficiale dell'editore di enciclopedie si legge: “Sono in corso i lavori per creare il sito, e le funzioni saranno inserite in una serie di nuove release del sito. Una di queste release, con alcune nuove funzioni, andrà online all'inizio della prossima settimana”.
Mentre Encyclopaedia Britannica è un'istituzione editoriale prestigiosa e secolare che sta lottando per adattarsi a internet, Wikipedia è un emblema del potere di sconvolgimento del web. Scritta e pubblicata da migliaia di volontari di tutto il mondo, Wikipedia pubblica edizioni e contributi immediatamente senza un processo di approvazione per la maggior parte di quanto viene inserito. E si affida alla “libertà della massa” per l'accuratezza, per quanto questa sia stata talvolta contestata.
Un'altra grande differenza: Wikipedia è gratis, Britannica.com richiede un abbonamento a pagamento per accedere alla maggior parte dei contenuti, cosa che penalizza la sua popolarità e visibilità nei motori di ricerca, sottolinea Hitwise. “Una delle grandi questioni ancora aperte è se Britannica aprirà i suoi contenuti o manterrà la barriera della premium membership a pagamento. Per competere con Wikipedia su Google, Britannica ha bisogno di accumulare link in entrata. Se il contenuto è bloccato dietro la barriere dei contenuti a pagamento, la gente si collegherà molto più probabilmente ad altri siti web a contenuto gratuito, come Wikipedia”, scrive l'analista di Hitwise, Heather Hopkins.
La scorsa settimana, Wikipedia era il 13esimo sito più visitato di tutto il web, mentre Britannica.com era al 2.349esimo posto, secondo la società di monitoraggio del web; e le persone che hanno visitato Wikipedia sono state sul sito in media 10 minuti per ogni visita, contro i meno di tre minuti che sono stati su Britannica.com.
fonte:http://www.hostingtalk.it/news/internet/wikipedia-soffoca-le-enciclopedie-concorrenti

il binomio google-wikipedia è ormai inscindibile.

Citazione:
Mentre Encyclopaedia Britannica è un'istituzione editoriale prestigiosa e secolare che sta lottando per adattarsi a internet, Wikipedia è un emblema del potere di sconvolgimento del web.

...oppure un esperimento.

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
revolver85
Inviato: 14/3/2009 21:38  Aggiornato: 14/3/2009 21:38
Ho qualche dubbio
Iscritto: 18/1/2006
Da:
Inviati: 68
 Re: Wikipedia, vero cancro di Internet
MASSIMO IL TUO OPERATO è UN GRANDE LAVORO DI SERIETà E UMILTà!!!

scusate se ho scritto in maiuscolo ma volevo darmi notare!

pensare che nessuno paga mazzucco,che non ci guadagna un ca..o in rapporto all'impegno e al lavoro profuso.

è da ammirare e LODARE !

sono FELICE che ci sono persone come te!

ps: per me sei meglio di Grillo lui già è troppo VIP,ma è un bene che ci sia anche lui..anche se dietro c'è sempre qualcuno..

chi c'è dietro BEPPE GRILLO

GRAZIE di CUORE MASSIMO MAZZUCCO, PAOLO BARNARD, EUGENIO BENETTAZZO e grazie anche a GRILLO e TRAVAGLIO (grandioso nella politica italiana ma infame nella politca internazionale coi palestinesi perchè non applica la stessa diligenza e serietà informativa che adotta nella politica interna).

_gaia_
Inviato: 14/3/2009 23:27  Aggiornato: 14/3/2009 23:27
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 23/2/2006
Da:
Inviati: 1460
 Re: Wikipedia, vero cancro di Internet
Interessante. A giudicare dall'estensione delle biografie, per wikipedia italia Massimo Mazzucco è più importante di Paul Dirac e (ancor più) di Niels Bohr.

Non so se rendo l'idea... Niels Bohr!

Redazione
Inviato: 14/3/2009 23:42  Aggiornato: 15/3/2009 0:26
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Wikipedia, vero cancro di Internet
La cosa più divertente ancora è che dopo di me la persona più importante al mondo, secondo wikipedia, sarebbe Paolo Attivissimo

La zecca che vuole farsi pubblicità sulla pelle di chi è più famoso di Niels Bohr.

LoneWolf58
Inviato: 14/3/2009 23:59  Aggiornato: 14/3/2009 23:59
Sono certo di non sapere
Iscritto: 12/11/2005
Da: Padova
Inviati: 4861
 Re: Wikipedia, vero cancro di Internet
Citazione:
Autore: Redazione Inviato: 14/3/2009 23:42:57
Mi dispiace deludervi ma Cicciolina vi batte entrambi... messi insieme

p.s. ed ha anche fatto più film di te...

La storia, come un'idiota, meccanicamente si ripete. (Paul Morand)
Il problema, però, è che ci sono degli idioti che continuano a credere che la storia non si ripeta. (LoneWolf58)
trotzkij
Inviato: 15/3/2009 0:14  Aggiornato: 15/3/2009 0:14
Sono certo di non sapere
Iscritto: 18/9/2006
Da:
Inviati: 3704
 Re: Wikipedia, vero cancro di Internet
Il Maestro...


... e l'allievo ciuco

I complotti non esistono, ... tranne quando ci sono
Redazione
Inviato: 15/3/2009 0:17  Aggiornato: 15/3/2009 0:28
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Wikipedia, vero cancro di Internet
LONEWOLF: "p.s. ed ha anche fatto più film di te.."

Pensa che ad un certo punto stavo per fare un film su di lei! Giuro. Era un film sulla sua vita, dalle origini a Budapest fino al Parlamento italiano. Poi i produttori si cagarono sotto, e non se ne fece più nulla, ma era MOLTO interessante. Non avete idea di quello che è successo ATTORNO a lei, in quegli anni.

Fin'adesso siamo abituati a pensare a lei sul palcoscenico, ma lo avete mai visto cos'è il pubblico che la guarda, dagli occhi del suo serpente?

Cicciolina è stata una delle più spettacolari cartine al tornasole della realtà italiana.

°°°

STEFANO: "Un passettino avanti, per capire dove va questa gioiosa, tecnologica e costosa macchinona mediatica che si chiama Internet, fino a ieri lodata come fonte di salvezza democratica?"

Perdona l'audacia, ma cosa c'entra la democrazia con internet? Forse ti riferivi alla libertà di pensiero, che va salvata, ma in quel caso Wikipedia non fa che confermarne all'eccesso il trionfo irreversibile (è il famoso fenomeno che F+L chiamavano "La prevalenza del cretino".)

zioluther
Inviato: 15/3/2009 0:52  Aggiornato: 15/3/2009 0:58
So tutto
Iscritto: 30/5/2008
Da: Rurale
Inviati: 8
 Re: Wikipedia, vero cancro di Internet
Ma stiamo parlando dello stesso Paolino Avvizzissimo che da qui a qualche mese finirà miseramente in mezzo a una strada?

Passato nel dimenticatoio, come gli audio falsi di binbunban laden.
Chi si piega a 110° al sinedrio trova a breve il lastrico.


Citazione:
"Maronn dell incoroneite!" - (Lino Banfi)
Redazione
Inviato: 15/3/2009 6:50  Aggiornato: 15/3/2009 6:57
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Wikipedia, vero cancro di Internet
la cosa su wikipedia sta prendendo delle pieghe surreali: riguardo alla mia proposta di modifica, rivolta ai responsabili della pagina, mi sono sentito dire che "su wikipedia non esistono responsabili"!!!

Gli stessi che si arrogano il diritto di controllare chi scrive e chi no su quella pagina, evidentemente non hanno nemmeno il coraggio per uscire allo scoperto.

La cosa rischia di diventare davvero interessante, a questo punto. (Eppure dovrebbero saperlo come sono fatto, dopo tanti anni).

Redazione
Inviato: 15/3/2009 7:01  Aggiornato: 15/3/2009 7:01
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Wikipedia, vero cancro di Internet
BLSABBATH: "la pagina wiki di Mazzucco la trovo abbastanza bilanciata. Sarò l'unico pirla"

E' stata modificata, ovviamente. in maniera sostanziale. Resta il fatto che quella NON E' una biografia. Se avrai voglia di leggere la proposta che ho fatto a loro (quelli che "non esistono", ma ti cancellano i post che non gli piacciono), poco più sopra, capirai il perchè.

mangog
Inviato: 15/3/2009 8:18  Aggiornato: 15/3/2009 8:27
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 5/1/2007
Da:
Inviati: 2857
 Re: Wikipedia, vero cancro di Internet
L' enciclopedia universale "elastica" wikipedia non ha poi cosi' tanto "blasone", perche' in molti forum che spesso leggo, le fonti delle notizie non devono essere wikipedia per essere prese un po' sul serio.
Troppa elasticita' fa male, come fa male l'opposto, la troppa rigidita',..... e' mai possibile che bisogna sempre oscillare da un estremo all'altro, in fondo la verita' non puo' che essere sempre e solo una.

Per la redazione.

Il migliore one-man show Italiano per me e' sempre stato Walter Chiari.
Tu lo hai diretto in un film, che sfortunatamente non ho visto, l'ultimo secondo ih.. ih.. wikipedia.. cosa ci puoi dire su di lui sotto i punti di vista che piu' ti garbano ? Aver diretto Walter Chiari non e' mica stato una cosa da poco, nonostante fosse alla fine della carriera, non perche' fosse molto famoso ma perche' da uno come lui se "usato" bene si potevano ottenere cose fantastiche ( non intendo dire che quando uno diventa vecchio disimpara a recitare automaticamente o l'inverso )

florizel
Inviato: 15/3/2009 10:23  Aggiornato: 15/3/2009 10:24
Sono certo di non sapere
Iscritto: 7/7/2005
Da: dove potrei stare meglio.
Inviati: 8195
 Re: Wikipedia, vero cancro di Internet
Redazzucco
Citazione:
mi sono sentito dire che "su wikipedia non esistono responsabili"!!!

AHAHAH!!! Mettiamola nel forum delle "cose che non si sa se ridere o piangere"...!

Chi era che affermava il carattere "anarchico" (?????) di wikipedia...?

Comunque, io una mail al responsabile fantasma l'ho inviata: vediamo se e cosa risponde.

Se Massimo lo ritiene, pubblico qui il testo.
Ed invito chi voglia segnalare l'arbitrarietà di tutta l'operazione a fare altrettanto.

Troppo facile parlare di "libertà", e troppo strumentale, quando poi non si vogliono prendere in considerazione critiche sacrosante.

"Continueremo a fare delle nostre vite poesie, fino a quando Libertà non verrà declamata sopra le catene spezzate di tutti i popoli oppressi". Vittorio Arrigoni
Redazione
Inviato: 15/3/2009 10:32  Aggiornato: 15/3/2009 10:32
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Wikipedia, vero cancro di Internet
Se Massimo lo ritiene, pubblico qui il testo.

certamente

florizel
Inviato: 15/3/2009 10:37  Aggiornato: 15/3/2009 10:40
Sono certo di non sapere
Iscritto: 7/7/2005
Da: dove potrei stare meglio.
Inviati: 8195
 Re: Wikipedia, vero cancro di Internet
Tra un attimo vado a controllare se ho ricevuto risposta, ovviamente.
La lettera è questa:

"Gentile Wikipedia,

pur apprezzando l’opera di diffusione dei saperi svolta dal portale, ho dovuto constatare con amarezza ed una certa dose di disgusto le modalità con cui, sulle sue pagine, è stato trattato un argomento delicatissimo che riguarda le terapie contro il cancro e l’opera informativa sulle cure non convenzionali in generale che ne ha fatto il Sig. Massimo Mazzucco, responsabile del sito www.luogocomune.net.

La pagina in questione è questa: http://it.wikipedia.org/wiki/Massimo_Mazzucco.

Noto, infatti, che nella costruzione dell’intera pagina che lo riguarda, le informazioni sono “viziate” da una tacita, quanto insidiosa, “marchiatura” in negativo che altro non si può definire che “aprioristica”; oltre al fatto che viene (a mio avviso volutamente) messo in rilievo uno dei suoi tanti articoli sulle cure contro il cancro del Dott. Tullio Simoncini , bollando il video allegato all’articolo stesso come “un falso”, piuttosto che fare una descrizione ampia ed accurata del giornalista e del sito da lui gestito.

Nonostante l’oggetto trattato sia, appunto, “Massimo Mazzucco”, faccio rilevare come ci sia quasi “serviti” dell’argomento “cancro” per debilitare l’intero ambito di discussione e relativi approfondimenti.

In altre parole, sarebbe come voler fare un’informazione “obiettiva” sull’operato di un ricercatore o di un giornalista qualsiasi riportandone, però, un unico settore da esso analizzato per descriverne l’intera attività.

Ci si sarebbe aspettati, piuttosto, che in un portale come “Wikipedia”, che intende fornire strumenti di ricerca ed approfondimento a 360° e senza alcuna posizione pregiudiziale, nessun argomento venisse liquidato con la stessa pochezza approssimativa che caratterizza quella pagina.

Non intendo entrare nel merito dell’argomento “cure contro il cancro”, essendo esso già stato affrontato sulle pagine di Luogocomune.net molto egregiamente e con grande spirito di analisi dallo stesso redattore e dall’utenza del suddetto sito, dove per altro viene dimostrato quanto miope sia la descrizione fattane su Wikipedia.
Vorrei però sottolineare come sarebbe stata molto più corretta, e certamente meno suscettibile di “faziosità”, quella pagina “informativa”, se coloro che hanno fornito quel tipo di informazione su Massimo Mazzucco e su Luogocomune.net (oltre che sullo stesso argomento “cure contro il cancro”) avessero lasciato campo libero alla riflessione ed allo spirito di ricerca, piuttosto che connotare il tutto pregiudizialmente “falso” sulla base dello specifico articolo su citato; “falso” (ed è ancora da dimostrare…) e quindi “attaccabile”.

Spero che anche la redazione di Wikipedia sappia riconoscere i presupposti discorsivi atti a demonizzare qualcosa aprioristicamente; e sappia, inoltre, che la demonizzazione stessa di qualsiasi argomento è lo strumento migliore per lasciare che siano l’ovvietà e la superficialità ad imperare.
A grande vantaggio di chi “lavora” quotidianamente affinché l’ignoranza diventi la consuetudine.

Riporto una delle vostre stesse “pagine guida”, confidando che sappiate “vedere” oltre l’apparente “imparzialità” delle informazioni di cui sopra.

http://it.wikipedia.org/wiki/Wikipedia:Punto_di_vista_neutrale
“Una delle linee guida di Wikipedia prevede che tutte le voci siano trattate da un punto di vista neutrale, presentando tutti i punti di vista di rilievo in maniera equa, proporzionata e senza pregiudizi.”

Anche se, purtroppo, il periodo seguente dà adito a dubitare dell’efficacia di un proclama di neutralità:

“Non dovremmo tentare di presentare una disputa come se il punto di vista di una minoranza meritasse la stessa attenzione di quello della maggioranza; i punti di vista di piccole minoranze non dovrebbero essere presentati, se non nelle voci relative a quei punti di vista. Dare un rilievo eccessivo al punto di vista di una minoranza significativa, o includere il punto di vista di una piccola minoranza, potrebbe essere ingannevole, ai fini di presentare la disputa. Wikipedia ha lo scopo di presentare punti di vista concorrenti con pesi proporzionali al sostegno goduto tra gli esperti di quella materia, o tra le parti interessate.”

Se si considera, poi, quanto “minoritarie” possano essere state, storicamente, teorie oggi ampiamente accettate ed approfondite, non se ne può che trarne un ulteriore interrogativo: qualcosa è “vero”, o “fondato” solo se esprime il punto di vista della “maggioranza”?

Porgo Distinti Saluti."


L'indirizzo è quello segnalatomi da peonia:

mailto:[email protected]

"Continueremo a fare delle nostre vite poesie, fino a quando Libertà non verrà declamata sopra le catene spezzate di tutti i popoli oppressi". Vittorio Arrigoni
florizel
Inviato: 15/3/2009 11:32  Aggiornato: 15/3/2009 11:32
Sono certo di non sapere
Iscritto: 7/7/2005
Da: dove potrei stare meglio.
Inviati: 8195
 Re: Wikipedia, vero cancro di Internet
Controllato la casella mail: finora, nessuna risposta.

E' interessante, comunque, il fatto che nonostante su wikipedia "non ci siano responsabili", e "ogni contributore, identificabile attraverso il suo nick o IP è responsabile di quanto scrive", sembra quasi impossibile allegare un link di specificazione o per corredare una data informazione...

In piena conformità alla partecipazione democratica alla vita del paese...

"Continueremo a fare delle nostre vite poesie, fino a quando Libertà non verrà declamata sopra le catene spezzate di tutti i popoli oppressi". Vittorio Arrigoni
x-wing
Inviato: 15/3/2009 14:50  Aggiornato: 15/3/2009 14:50
So tutto
Iscritto: 21/9/2007
Da:
Inviati: 13
 Re: Wikipedia, vero cancro di Internet
Wikipedia?
cancro di internet?
bhp, c'è una sottilissima verità (chi conosce il caso vituzzo?) ma si esagera, i debunkers non sono cattive persone, sono solo molto realisti



peccato che quì di realisti ce ne sono molto pochi

tommasso
Inviato: 15/3/2009 14:55  Aggiornato: 15/3/2009 14:55
Mi sento vacillare
Iscritto: 12/5/2006
Da: ZENA
Inviati: 722
 Re: Wikipedia, vero cancro di Internet
Citazione:
"Credo basterebbe chiedere spiegazioni a Wikipedia, sapere quale utente ha "contribuito" alla stesura della pagina


Beh in realtà basta guardare la cronologia della pagina per saperlo.

Comunque sono io il Tommasso che litiga nella pagina di discussione con JollyRoger, ho cercato di creare la pagina con tutti gli accorgimenti possibili: questa è la pagina iniziale, poi basta cliccare su versione corrente (diff) per capire cosa è stato cambiato.


Purtroppo chi è stato a lungo utente di Wikipedia sa che ogni cosa leggermente fuori dal "senso comune" è vista con odio e disprezzo, dovremo spostarci tutti su Nonciclopedia, di cui vi consiglio le voci:
11 settembre e signoraggio. Più utili sicuramente di Wikipedia


salud!

"I nostri nemici sono creativi e pieni di risorse, e lo siamo anche noi. Loro non smettono mai di pensare a nuovi modi per danneggiare il nostro paese e la nostra gente, e nemmeno noi." 5 agosto 2004 G.W.Bush
Gil
Inviato: 15/3/2009 16:27  Aggiornato: 15/3/2009 16:27
Ho qualche dubbio
Iscritto: 26/5/2006
Da:
Inviati: 80
 Re: Wikipedia, vero cancro di Internet
QUOTE MM:
Citazione:
la cosa su wikipedia sta prendendo delle pieghe surreali: riguardo alla mia proposta di modifica, rivolta ai responsabili della pagina, mi sono sentito dire che "su wikipedia non esistono responsabili"!!! Gli stessi che si arrogano il diritto di controllare chi scrive e chi no su quella pagina, evidentemente non hanno nemmeno il coraggio per uscire allo scoperto. La cosa rischia di diventare davvero interessante, a questo punto. (Eppure dovrebbero saperlo come sono fatto, dopo tanti anni).

Consiglio di insistere.
C'è una buona probabilità che i responsabili (che ovviamente ci sono) vengano cacciati a pedate, per la gioia e con il ringraziamento di tutti i fruitori di wikipedia.

redna
Inviato: 15/3/2009 17:29  Aggiornato: 15/3/2009 19:26
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: Wikipedia, vero cancro di Internet
Citazione:
, i debunkers non sono cattive persone, sono solo molto realisti


realista, in queso caso, significa scrivere il cacchio che uno je pare...
questo non è realismo. E'solo superficialità.


Citazione:
peccato che quì di realisti ce ne sono molto pochi

come farai ad essere così convinto, diosololosa!!!

PS-realista ha qualcosa a che vedere con 'realizzare'.... ??

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
Red_Knight
Inviato: 15/3/2009 17:58  Aggiornato: 15/3/2009 17:59
Sono certo di non sapere
Iscritto: 31/10/2005
Da:
Inviati: 3121
 Re: Wikipedia, vero cancro di Internet
Ho contattato su MSN un "responsabile" (utente di vecchia data che so che ha a che fare in qualche modo con la gestione economica di Wikimedia Foundation) di Wikipedia per chiederle come funziona l'amministrazione del sito in generale e dal punto di vista contenutistico. Mi dirà se esistono dei responsabili veri e propri o c'è un qualche organo collegiale (io sapevo così). Spero mi risponda, era assente...

Redazione
Inviato: 15/3/2009 20:26  Aggiornato: 15/3/2009 20:28
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Wikipedia, vero cancro di Internet
Grazie Red_Knight. Nel caso, facci sapere.

***

Redna: il solito amo..... la solita esca... se stai attenta, stavolta non ti pesca.

florizel
Inviato: 15/3/2009 22:46  Aggiornato: 15/3/2009 23:00
Sono certo di non sapere
Iscritto: 7/7/2005
Da: dove potrei stare meglio.
Inviati: 8195
 Re: Wikipedia, vero cancro di Internet
tommasso
Citazione:
Purtroppo chi è stato a lungo utente di Wikipedia sa che ogni cosa leggermente fuori dal "senso comune" è vista con odio e disprezzo


Bella costanza, complimenti.

E a proposito di odio e disprezzo: guardate cosa viene riportato, su Wikipedia, alla voce "paranoia":

"il vedere notizie apparentemente non correlate come facenti parte di un più grande piano (spesso secondo le linee di una teoria del complotto più o meno nota);"

"l'idea di essere vittima di sistemi segreti di controllo di massa (come il sistema Echelon);"

"la paura dell'avvelenamento, anche intesa come avvelenamento di massa (come nelle teorie sulla fluorizzazione dell'acqua o sulle scie chimiche);"

Simpatico, eh?

L'ho scovato qui, sul blog di Franceschetti.

"Ora diamo un’occhiata a uno di quei siti creati apposta per manipolare le coscienze delle persone comuni, dando al contempo l’illusione di essere un sito che fornire “informazione libera”: wikipedia. Che wikipedia sia controllato da elementi legati ai poteri forti che dominano la nostra società è evidente a chiunque abbia approfondito l’argomento, ma se per caso non avete ancora avuto il tempo di farlo vi suggerisco questo sito dedicato interamente al problema."

Se non è faziosa di suo, nel senso che non ha un ruolo ben preciso, ci scrivono sopra quanti invece quel ruolo vogliono darglielo.

Allora, da oggi non solo qualunquisti e nichilisti: pure paranoici.

"Continueremo a fare delle nostre vite poesie, fino a quando Libertà non verrà declamata sopra le catene spezzate di tutti i popoli oppressi". Vittorio Arrigoni
Redazione
Inviato: 16/3/2009 2:36  Aggiornato: 16/3/2009 2:36
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Wikipedia, vero cancro di Internet
Secondo la definizione di Wikipedia bisognerebbe dedurre che prima del complottismo i paranoici non esistessero proprio.

Guarda a volte i danni che può fare il complottismo. Crea pure delle nuove malattie.

Fabrizio70
Inviato: 16/3/2009 3:28  Aggiornato: 16/3/2009 3:28
Sono certo di non sapere
Iscritto: 18/5/2006
Da: Roma
Inviati: 3721
 Re: Wikipedia, vero cancro di Internet
Da http://it.wikipedia.org/wiki/Paranoia

Versione delle 20:37, 6 nov 2007


3 Nella cultura popolare

Le rappresentazioni della paranoia nella cultura popolare fanno in genere riferimento a un insieme ristretto di possibili manie persecutorie, quali:

* l'idea di avere poteri speciali o di essere impegnati in una missione speciale;
* il fatto vedere notizie apparentemente non correlate come facenti parte di un più grande piano (spesso secondo le linee di una teoria del complotto più o meno nota);
* l'idea di essere vittima di sistemi segreti di controllo di massa (come il sistema Echelon);
* l'idea di essere vittima prescelta di un avversario misterioso e potente come UFO, società segrete, demoni o debunkers;
* l'idea di essere vittima di sistemi di controllo mentale;
* la paura dell'avvelenamento, anche intesa come avvelenamento di massa (come nelle teorie sulla fluorizzazione dell'acqua o sulle scie chimiche);
* il fatto di leggere un libro (o guardare un film) e sentire che la propria vita è come quella della storia.


Questi stanno proprio messi male....

Il lusso non può mai essere soddisfatto perché, essendo qualcosa di falso, non esiste per esso un contrario vero e reale in grado di soddisfarlo e assorbirlo.
Wilhelm Richard Wagner-1849
florizel
Inviato: 16/3/2009 11:20  Aggiornato: 16/3/2009 11:20
Sono certo di non sapere
Iscritto: 7/7/2005
Da: dove potrei stare meglio.
Inviati: 8195
 Re: Wikipedia, vero cancro di Internet
"...come UFO, società segrete, demoni o debunkers"

Ieri, quando ho postato, la parola "debunkers" non c'era...
Ed oggi, la pagina è ulteriormente cambiata:

"Anche le persone che hanno sistemi di credenze riconducibili a teorie del complotto sono frequentemente informalmente etichettate come "paranoiche". "

Vuoi vedere che a wikipedia glielo si sta insegnando noi come si tiene un'enciclopedia online?

Vedere a tal proposito la discussione su quella pagina...

"Continueremo a fare delle nostre vite poesie, fino a quando Libertà non verrà declamata sopra le catene spezzate di tutti i popoli oppressi". Vittorio Arrigoni
Pyter
Inviato: 16/3/2009 11:44  Aggiornato: 16/3/2009 11:44
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/9/2006
Da: Sidonia Novordo
Inviati: 6250
 Re: Wikipedia, vero cancro di Internet
E' paranoico anche chi vede paranoici dappertutto.

"Nessuno ha il diritto di fare quel che desidera, ma tutto è organizzato per il meglio." (Antico decreto reale tolemaico)
Infettato
Inviato: 16/3/2009 11:57  Aggiornato: 16/3/2009 11:57
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 23/11/2006
Da: Roma
Inviati: 1499
 Re: Wikipedia, vero cancro di Internet
Questi stanno proprio messi male....

Comunque siamo in buona compagnia, vedi Tremonti oppure il papa, pensa quanto sono paranoici parlano di nwo.

Infettato dal morbo di Ashcroft
---------------------------------------------
Quando ci immergiamo totalmente negli affari quotidiani, noi smettiamo di fare distinzioni fondamentali, o di porci le domande veramente basilari. Rothbard
Redazione
Inviato: 16/3/2009 12:26  Aggiornato: 16/3/2009 12:28
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Wikipedia, vero cancro di Internet
Battuta di Schwartznegger (credo), non so più in quale famoso film: "Just because you're paranoid, it doesn't mean they're not after you."

(Solo perchè sei un paranoico, non significa che non ti stiano alle calcagna).

marvek
Inviato: 16/3/2009 13:09  Aggiornato: 16/3/2009 13:09
So tutto
Iscritto: 19/1/2009
Da:
Inviati: 30
 Re: Wikipedia, vero cancro di Internet
Trovo Wikipedia uno strumento molto utile, purché si tenga ben presente che - come ormai tutti i media - i custodi del "pensiero unico" vi spadroneggiano, proprio in virtù del suo meccanismo aperto, e al fatto che i "custodi interni", cioè quel piccolo gruppo che controlla gli articoli dall'alto, sono rigorosamente "scelti" fra gli ultra-ortodossi, cioè fra i "perfettini" di ogni disciplina.

Ogni tanto scrivo qualcosa per arricchire la versione italiana di temi alternativi e visioni out-mainstream, arricchendo voci già esistenti, o scrivendo pagine ex-novo, oppure semplicemente traducendo pagine dalla versione inglese.

Posso testimoniare che il tutto funziona bene o abbastanza bene, finché non si toccano i temi cari al cosiddetto "complottismo", le medicine alternative (e tutto sommato anche la medicina ufficiale), e SOPRATTUTTO qualsiasi cosa che abbia a che fare con le voci "ebrei", "ebraismo", "sionismo", "antisionismo", ecc..
Che ci siano i "guardiani censori" della loro parte non mi sorprende e lo posso pure capire (anche gli ebrei possono essere disinformati in buona fede), ma che tutti gli altri lo tollerino senza incazzarsi, questo si' mi dispiace.
E' chiaro, nessuno può pretendere che Wikipedia italiana si suicidi prendendo di petto i "signori del pianeta", ma almeno cerchiamo di accettare quel minimo che è consentito su Wikipedia inglese.. ..possibile che perfino nell (deprecabile) appiattimento generale, riusciamo a distinguerci in negativo??? ....non sappiamo nemmeno copiare, eccheccazzo...

florizel
Inviato: 16/3/2009 15:38  Aggiornato: 16/3/2009 15:45
Sono certo di non sapere
Iscritto: 7/7/2005
Da: dove potrei stare meglio.
Inviati: 8195
 Re: Wikipedia, vero cancro di Internet
marvek
Citazione:
si tenga ben presente che - come ormai tutti i media - i custodi del "pensiero unico" vi spadroneggiano, proprio in virtù del suo meccanismo aperto

Però, consentimi: SE i custodi del pensiero unico sono una minoranza che spadroneggia su una maggioranza, sarebbe più corretto parlare di meccanismo chiuso, o no?

SE "quel piccolo gruppo che controlla gli articoli dall'alto" poi spaccia per OPINIONE COMUNE ciò che difende ostinatamente, allora davvero si vogliono mischiare le carte in tavola.

Qui il discorso si fa interessante, perchè svela alcuni meccanismi su cui prolifera la propaganda del potere: l'induzione ad una determinata opinione attraverso i grandi proclami di una sua comunanza presso la "maggioranza".

Quello delle maggioranze e delle minoranze, sembra essere un tema caro alla stessa wikipedia, ma quando poi si scopre che è controllata da un piccolo gruppo, emerge con gran chiarezza il "trucco" cui nell'altro thread: il "come potete vedere".
E' l'opinione indotta che fa le maggioranze, o il contrario...? (Semprechè maggioranze e minoranze abbiano un senso, nella vita dei singoli individui...)

Sarebbe interessante farne dei paralleli con la politica e la "democrazia"...

Citazione:
possibile che perfino nell (deprecabile) appiattimento generale, riusciamo a distinguerci in negativo??? ....non sappiamo nemmeno copiare, eccheccazzo...

A cosa ti riferisci, nello specifico?

"Continueremo a fare delle nostre vite poesie, fino a quando Libertà non verrà declamata sopra le catene spezzate di tutti i popoli oppressi". Vittorio Arrigoni
marvek
Inviato: 16/3/2009 19:10  Aggiornato: 16/3/2009 19:18
So tutto
Iscritto: 19/1/2009
Da:
Inviati: 30
 Re: Wikipedia, vero cancro di Internet
florizel,

quando dico:

" si tenga ben presente che - come ormai tutti i media - i custodi del "pensiero unico" vi spadroneggiano, proprio in virtù del suo meccanismo aperto"

mi riferisco a utenti-compilatori anziani, non a membri dello staff di Wikipedia, per cui il suo meccanismo - a mio avviso - resta sostanzialmente aperto, solo che alla fine i primi prevalgono sempre perché sono abbastanza numerosi e fra loro "fanno corpo unico", un po' come fanno quelli del CICAP quando ti si infilano in un forum...

quando poi dico:

" possibile che perfino nel (deprecabile) appiattimento generale,
riusciamo a distinguerci in negativo??? ....non sappiamo nemmeno copiare, eccheccazzo..."


ce l'ho sempre con i censori di wikipedia - chiunque essi siano, utenti o staff - che su certi argomenti non tollerano nemmeno una traduzione pari pari della pagina inglese.

EDIT: non che la voce inglese sia sempre vangelo, per carità... ma di solito è mooolto più estesa, completa e inclusiva delle opinioni "alternative".

florizel
Inviato: 16/3/2009 20:29  Aggiornato: 16/3/2009 20:29
Sono certo di non sapere
Iscritto: 7/7/2005
Da: dove potrei stare meglio.
Inviati: 8195
 Re: Wikipedia, vero cancro di Internet
Citazione:
mi riferisco a utenti-compilatori anziani, non a membri dello staff di Wikipedia, per cui il suo meccanismo - a mio avviso - resta sostanzialmente aperto, solo che alla fine i primi prevalgono sempre perché sono abbastanza numerosi e fra loro "fanno corpo unico"

Non è per polemizzare, ma dove stanno questi utenti compilatori abbastanza numerosi? E poi, numerosi rispetto a chi?
Non so, se guardo nelle discussioni relative alle modifiche delle varie voci, non ci vedo poi questa fantomatica grande partecipazione di utenti... Diciamo, piuttosto, che TRA gli utenti che consultano wikipedia, quelli che "fanno corpo" (e che siano esattamente espressione del pensiero unico, concordo con te) sono anche quelli che scrivono nella maggior parte dei casi.

Ma, a proposito dei membri dello staff: te la sei letta la discussione circa l'impossibilità di inserire un link alla voce "Massimo Mazzucco"?
Se non sono i membri dello staff ad intervenire direttamente, poco stanno facendo per consentire un'informazione oggettiva, scusa.

"Continueremo a fare delle nostre vite poesie, fino a quando Libertà non verrà declamata sopra le catene spezzate di tutti i popoli oppressi". Vittorio Arrigoni
Fabrizio70
Inviato: 16/3/2009 22:34  Aggiornato: 16/3/2009 22:47
Sono certo di non sapere
Iscritto: 18/5/2006
Da: Roma
Inviati: 3721
 Re: Wikipedia, vero cancro di Internet
Citazione:

"Anche le persone che hanno sistemi di credenze riconducibili a teorie del complotto sono frequentemente informalmente etichettate come "paranoiche". "

Vuoi vedere che a wikipedia glielo si sta insegnando noi come si tiene un'enciclopedia online?


Azzarola, m'era sfuggito , grazie florizel .....

Citazione:

Ieri, quando ho postato, la parola "debunkers" non c'era...
Ed oggi, la pagina è ulteriormente cambiata:
[omiss]
Vedere a tal proposito la discussione su quella pagina...


La cronologia , bisogna vedere la cronologia... :

http://it.wikipedia.org/w/index.php?title=Paranoia&action=history

Citazione:

12:42, 16 mar 2009 Ignlig (discussione | contributi) (8.685 byte) (→Nella cultura popolare: l'ip ha ragione, il paragrafo non ha nulla di scientifico e fa leva sul significato gergale di "paranoia")

# 12:39, 16 mar 2009 Guidomac (discussione | contributi) m (9.724 byte) (Annullate le modifiche di 83.103.80.194 (discussione), riportata alla versione precedente di Moongateclimber) (annulla)
# (corr) (prec) 12:38, 16 mar 2009 83.103.80.194 (discussione) (8.686 byte) (annulla)
# (corr) (prec) 11:36, 16 mar 2009 Moongateclimber (discussione | contributi) m (9.724 byte) (Annullate le modifiche di 83.103.80.194 (discussione), riportata alla versione precedente di Cotton) (annulla)

# (corr) (prec) 10:38, 16 mar 2009 83.103.80.194 (discussione) (8.686 byte) (Paragrafo non necessario e fuorviante)


Chissà chi sarà mai questo misterioso ip,dopo l'intervento dello stesso tizio che disturba nella pagina di wiki di Massimo l'hanno lasciata così come , secondo me se lo scopre s'[autocensored],mi ha dato ragione..... @work

Il lusso non può mai essere soddisfatto perché, essendo qualcosa di falso, non esiste per esso un contrario vero e reale in grado di soddisfarlo e assorbirlo.
Wilhelm Richard Wagner-1849
florizel
Inviato: 17/3/2009 0:31  Aggiornato: 17/3/2009 0:32
Sono certo di non sapere
Iscritto: 7/7/2005
Da: dove potrei stare meglio.
Inviati: 8195
 Re: Wikipedia, vero cancro di Internet
Fabrizio70
Citazione:
Azzarola, m'era sfuggito , grazie florizel

Niente, figurati... Almeno puoi sbellicarti anche te dal ridere, per come quella pagina (almeno quella) cambia di momento in momento, fino quasi a diventare "oggettiva" (quasi...) e leggibile...

Tutto quello che abbiamo riportato in relazione a "paranoia", praticamente, non esiste più...

Se continuiamo così con tutto il resto delle voci le cui descrizioni ci appaiono "distorte", mi sa che rifondano wikipedia...

Ciao.

PS: ci facessimo pagare, almeno...

"Continueremo a fare delle nostre vite poesie, fino a quando Libertà non verrà declamata sopra le catene spezzate di tutti i popoli oppressi". Vittorio Arrigoni
Freeman
Inviato: 25/3/2009 10:39  Aggiornato: 25/3/2009 10:41
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 31/7/2006
Da: NiggahCity
Inviati: 2092
 Re: Wikipedia, vero cancro di Internet
Aggiornamento, il vero cancro di internet non è Wikipedia, ma la stessa internet:

Rockefeller: Internet is “Number One National Hazard”

According to the great-grandson John D. Rockefeller, nephew of banker David Rockefeller, and former Senate Intelligence Committee Chairman Jay Rockefeller the internet represents a serious threat to national security. Rockefeller is not alone in this assessment. His belief that the internet is the “number one national hazard” to national security is shared by the former Director of National Intelligence Mike McConnell and Obama’s current director Admiral Dennis C. Blair.

“It really almost makes you ask the question would it have been better if we had never invented the internet,” Rockefeller mused during the confirmation hearing of Gary Locke (see video), Obama’s choice for Commerce Secretary. He then cites a dubious figure of three million cyber “attacks” launched against the Department of Defense every day. “Everybody is attacked, anybody can do it. People say, well it’s China and Russia, but there could be some kid in Latvia doing the same thing.”


[...]
“Cyberattacks on critical components of the national infrastructure are not uncommon, but they have not been conducted by terrorists and have not sought to inflict the kind of damage that would qualify as cyberterrorism,” writes Gabriel Weimann, author of Terror on the Internet. “Nuclear weapons and other sensitive military systems, as well as the computer systems of the CIA and FBI, are ‘air-gapped,’ making them inaccessible to outside hackers. Systems in the private sector tend to be less well protected, but they are far from defenseless, and nightmarish tales of their vulnerability tend to be largely apocryphal.”

“Psychological, political, and economic forces have combined to promote the fear of cyberterrorism,” Weimann continues. “From a psychological perspective, two of the greatest fears of modern time are combined in the term ‘cyberterrorism.’ The fear of random, violent victimization blends well with the distrust and outright fear of computer technology.”

“The sky is not falling, and cyber-weapons seem to be of limited value in attacking national power or intimidating citizens,” notes James Lewis of the Center for Strategic and International Studies. Such a threat is overblown, Lewis explains. He notes that “a brief review suggests that while many computer networks remain very vulnerable to attack, few critical infrastructures are equally vulnerable.” In other words, Rockefeller’s example of a kid in Latvia with a laptop posing a serious “hazard” to national security is little more than sensationalistic propaganda.


[...]

Jay Rockefeller’s warning about virtually non-existent and largely absurd cyberterrorism reveals increasing government nervousness and apprehension about the medium as a whole, especially as the internet grows by leaps and bounds as an alternative news and activism medium. On numerous occasions over the last few years alternative websites have posted articles exposing government crime, articles the corporate media has largely ignored. During the Bush years, the internet served as a vital resource for information on everything from torture and the destruction of civil liberties to the invasions and occupations of Iraq and Afghanistan, information the corporate media was often unable or unwilling to carry.

For instance, earlier this month Infowars broke a story concerning the Missouri Information Analysis Center and its effort to profile Libertarians and Ron Paul supporters as terrorists. The story was subsequently picked up by the corporate media (although Alex Jones and Infowars did not receive attribution).

As more corporate media outlets fail — as evinced by several high profile newspapers going out of business recently — and more people flock to the internet to get their news and information, the government will increasingly employ fear tactics designed to portray the medium as a refuge for terrorists, pedophiles, and other miscreants.


fonte: http://www.infowars.com/rockefeller-internet-is-number-one-national-hazard/

Chissà cosa ne pensa l'hyperactive hoax-buster di questa "visione"... ma si sa, siamo noi ad essere complottisti visionari, in realtà non vi è nessuno nelle "alte sfere" che mira a restringere la libertà di informazione in rete, vero?

"Non siamo noi a trovare la Verità. È la Verità a trovare noi. Dobbiamo solo prepararci. Si può invitare un ospite che non si conosce? No. Ma si può mettere la casa in ordine, così che, quando l'ospite arriva, si è pronti a riceverlo e a conoscerlo".
Jurij
Inviato: 7/4/2010 22:32  Aggiornato: 7/4/2010 22:32
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: Wikipedia, vero cancro di Internet
Ciao a tutti, solo una cosa su questa specie d'enciclopedia dal nome di "Wikipedia", andate a vedere la pagina che riguarda Kennedy dove scrivono "...In ogni caso, la ridda di teorie complottiste non ha mai fornito una sola ricostruzione plausibile e dettagliata degli eventi, mentre la colpevolezza di Lee Harwey Oswald, almeno stando alla quantità di prove e indizi raccolte all'epoca, sembra provata..." poi entrate in fondo alla discussione dove trovate l'ultimo commento "Deduzione" e poi vi è chiaro che cos'è Wikipedia. Quello che non vi sarà chiaro però ... è chi comanda Wikipedia! Eh si, quella è roba in mano ai furbetti.

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.
salatino
Inviato: 17/1/2011 14:09  Aggiornato: 17/1/2011 14:09
Ho qualche dubbio
Iscritto: 2/9/2006
Da:
Inviati: 34
 Re: Wikipedia, vero cancro di Internet
Wikipedia è un sito esposto a regole rigidissime da sito totalitario.
Qualsiasi teoria complottista è screditata e compaiono due buffoni di admin chiamati Vituzzu e Demart81 che gestiscono il sito come se fosse loro ma non solo loro.
Basta un niente per essere cacciati.
ll sito parte da buoni progetti ma chi si scrive teme a portare un suo contributo giusto,qualsiasi volontario viene rigidamente controllato e non si ammettono polemiche con gli admin.
Wikipedia è il secondo cancro di internet dopo quei dannati social network chiamati Fecabook,Twitter e schifezze varie.
Se l'umanità fosse stata più intelligente queste porcherie avrebbero già chiuso.

W la liberta'.

viko
Inviato: 22/10/2011 19:45  Aggiornato: 22/10/2011 19:45
Ho qualche dubbio
Iscritto: 29/10/2007
Da: Bari
Inviati: 37
 Re: Wikipedia, vero cancro di Internet
Se avessi letto prima questo post forse avrei evitato di fare la mia piccola donazione a Wikipedia (non t'incazzare Massimo, ho contribuito anche alla tua causa...)

Eppure il progetto wikipedia lo considero favoloso, peccato che all'atto pratico, come indicato dall'esperienza di Massimo, le cose si complicano terribilmente.

Comunque sia, anche se le informazioni risultano sbagliate, meglio esserci di traverso che non esserci per nulla.
Wiki sicuramente ti porterà tantissime visite: una volta arrivato alla tua home page sarà l'internauta a stabilire se spari cazzate o ragioni con la tua testa.
In questo ci vedo solo vantaggi ; )

Cheto
Inviato: 22/10/2011 21:10  Aggiornato: 22/10/2011 21:10
Ho qualche dubbio
Iscritto: 3/12/2009
Da: Lugano
Inviati: 64
 Re: Wikipedia, vero cancro di Internet
Segnalo questo sito:
Sito creato dal dott. Matthias Rath, stufo di essere denigrato su Wikipedia

Citazione:
You may have considered Wikipedia as an independent source of information on the internet and may have thought that everyone can contribute this site – in fact, that it is a tool of democracy in the information age.
Nothing can be further from the truth. Under the cloak of ‘democracy’, ‘free speech’ and ‘open society’, Wikipedia has been developed and is being used as a vehicle to influence and control public opinion worldwide. One of the ‘founding fathers’ and a prominent financier of the Wikipedia Foundation is George Soros, chairman of Soros Fund Management LLC, one of the world’s leading investors in the Oil and Drug business. To conceal their interests, the Oil and Drug Cartel uses individuals under their control, like Jimmy Wales, and portrays them as ‘founders’ of Wikipedia.

Summa scientia nihil scire

Powered by XOOPS 2.0 © 2001-2003 The XOOPS Project
Sponsor: Vorresti creare un sito web? Prova adesso con EditArea.   In cooperazione con Amazon.it   theme design: PHP-PROXIMA