Informazioni sul sito
Se vuoi aiutare LUOGOCOMUNE

HOMEPAGE
INFORMAZIONI
SUL SITO
MAPPA DEL SITO

SITE INFO

SEZIONE
11 Settembre
Questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego.
 American Moon

Il nuovo documentario
di Massimo Mazzucco
 Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!
 Menu principale
 Cerca nel sito

Ricerca avanzata

TUTTI I DVD DI LUOGOCOMUNE IN OFFERTA SPECIALE


politica italiana : Grandi ville per tutti
Inviato da Redazione il 9/3/2009 6:40:00 (9543 letture)

di Marco Cedolin

Il governo continua ad interpretare in maniera molto singolare la crisi economica, sia per quanto concerne le sue reali dimensioni (Berlusconi e Tremonti quasi ogni giorno si prodigano per minimizzarne la portata), sia per quanto riguarda gli interventi attraverso i quali tentare di arginarne le conseguenze.

Gli interventi operati fino a questo momento sono stati tutti di carattere prettamente difensivo. Qualche miliardo sotto forma di contributo alla rottamazione, destinato a sostenere la moribonda industria automobilistica (senza nessun tentativo di favorire eventuali riconversioni industriali che potessero porre rimedio all’ormai irreversibile declino dell’auto) incassando l’approvazione della Fiat e dei sindacati.

Una cifra di circa 9 miliardi di euro destinata a sostenere gli ammortizzatori sociali, leggasi cassa integrazione, incrementata nello scorso mese di febbraio del 553%. Altrettanti miliardi per la costituzione di un fondo a favore delle imprese, nel tentativo di dare una risposta alle richieste di Confindustria.

Circa 18 miliardi destinati ai cantieri delle grandi infrastrutture, ...

... fra cui il futuro Ponte sullo Stretto di Messina, alcune tratte TAV, il Mose, alcune nuove linee di metropolitana, l'Expo di Milano e altre opere minori. Un’operazione quest’ultima che contribuirà a rimpinguare le tasche della lobby del cemento e del tondino, ottenendo una scarsissima ricaduta occupazionale in proporzione all’investimento.

Il prossimo provvedimento che dovrebbe vedere la luce nel corso della settimana, riguarderà il “piano casa” che, stando alle parole di Berlusconi, attraverso il probabile aumento del 20% delle cubature del patrimonio edilizio esistente, comporterà effetti straordinari sul settore dell’edilizia, permettendo agli italiani “di aggiungere una stanza, due stanze con bagni alla villa esistente”. Oltre all’aumento delle cubature, la cui entità potrà anche essere superiore nel caso le nuove costruzioni vengano eseguite con criteri di bioedilizia, la nuova legge dovrebbe contemplare anche una liberalizzazione spinta delle norme per costruire, la semplificazione delle procedure per le autorizzazioni ambientali e paesaggistiche, nonché una sorta di condono mascherato sotto forma di ravvedimento operoso.

Senza cedere alla tentazione di fare della facile ironia sul fatto che Berlusconi, preda del suo inguaribile ottimismo, nutra la fantasia d’immaginare gli italiani alloggiati all’interno di ville da sogno che attendono solamente di venire ampliate, sarebbe interessante tentare di comprendere le reali ricadute determinate da una manovra di questo genere.

E’ forte la sensazione che un simile provvedimento potrebbe costituire il viatico per la cementificazione selvaggia di un paese che in larga parte risulta già cementificato in maniera esagerata. A maggior ragione in un momento di grave ristrettezza economica, allorquando le amministrazioni comunali risultano aperte a qualunque compromesso possa consentire loro d’incamerare risorse. Altrettanto forte è l’impressione che la nuova legge, mirata a soddisfare le esigenze dei ceti economici medio - alti (la fascia medio – bassa della popolazione non vive certo in abitazioni che possano venire ampliate, né possiede redditi che le consentano un eventuale ampliamento) possa aprire una vera “autostrada” agli interessi degli speculatori di ogni sorta, con il rischio di produrre malaffare e mettere a “rischio cemento” l’integrità del nostro territorio che già versa in condizioni assai critiche.

Marco Cedolin

http://ilcorrosivo.blogspot.com/
http://marcocedolin.blogspot.com/

Voto: 0.00 (0 voti) - Vota questa news - OK Notizie


Altre news
28/11/2015 10:00:00 - Il nuovo sito è pronto
26/11/2015 19:40:00 - Fulvio Grimaldi a Matrix
24/11/2015 11:00:00 - Caccia russo abbattuto dai turchi
22/11/2015 20:20:00 - Ken O'Keefe: "ISIS = Israeli Secret Intelligence Service"
21/11/2015 21:00:00 - L'uomo che uccise Kennedy
19/11/2015 19:00:00 - La solitudine
18/11/2015 21:21:31 - Vladimir Putin - conferenza stampa al summit del G20
17/11/2015 13:50:00 - Dopo Parigi
15/11/2015 22:30:00 - Commenti liberi
14/11/2015 9:40:00 - À la guerre comme à la guerre
13/11/2015 23:00:00 - Nuovi attentati a Parigi
11/11/2015 19:50:00 - Atleti russi dopati, brutti e cattivi
10/11/2015 19:30:00 - Fini, Grillo, Travaglio - e il giornalismo che non fa i conti con sé stesso
9/11/2015 18:30:00 - "Bag it!" Documentario (Ita)
8/11/2015 9:09:03 - Commenti liberi

I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Autore Albero
sigmatau
Inviato: 9/3/2009 8:43  Aggiornato: 9/3/2009 8:44
Mi sento vacillare
Iscritto: 18/9/2007
Da: Provincia di Piacenza
Inviati: 705
 Re: Grandi ville per tutti
Ripetere pedissquamente [o, se si vuole, con qualche riga di 'commento'...] le 'esternazioni' fatte ieri da tal Franceschini ci può anche stare... repetita juvant [ai 'difficili di comprendonio' in questo caso, non a tutti...]...

... quello che mi riesce difficile comprendere però è che cosa c'entri con tutto questo l'11 settembre... boh! ...

saluti!...

---------------------------

... chè perder tempo a chi più sa più spiace... Dante Alighieri, Divina Commedia, Purgatorio, III, 78

… men of few words are the best men… William Shakespeare King Henry V
Kingu
Inviato: 9/3/2009 8:59  Aggiornato: 19/6/2009 0:40
Mi sento vacillare
Iscritto: 13/11/2008
Da: Treblinka
Inviati: 302
 Re: Grandi ville per tutti
a

Redazione
Inviato: 9/3/2009 9:34  Aggiornato: 9/3/2009 9:38
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Grandi ville per tutti
SIGMATAU: "cosa c'entri con tutto questo l'11 settembre.?"

TUTTO c'entra con l'11 settembre, non lo sapevi? TUTTO.

(Mi ero sbagliato, grazie per l'avviso).

___

Francesco. Il fatto che tu voglia firmarti con nome e cognome ti fa molto onore, ma non ti autorizza a criticare chi non lo fa. Ognuno ha i suoi motivi, e ognuno è libero di fare le sue scelte.

Sei pregato in futuro di evitare altri commenti provocatori di questo tipo.

"quando mazzucco finirà come grillo ,che fine farete?"

Se dovessi "finire come Grillo" avrei tanti di quei soldi che li regalerei a tutti quelli del sito che ne hanno bisogno.

Fine dell'argomento.

***

Prego gli altri di non rispondere, nemmeno "solo per puntualizzare".

Tollani
Inviato: 9/3/2009 9:53  Aggiornato: 9/3/2009 9:53
Ho qualche dubbio
Iscritto: 20/1/2009
Da: NowhereLand
Inviati: 212
 Re: Grandi ville per tutti
Piero Ricca: Expo2015, le mani sulla città Il (povero) popolo italiano sempbra un pugile in totale balia dell'avvessarsario (politici, palazzinari, amici degli amici, furbetti e quant'altro). Arrivano colpi di continuo e ormai la forza per tenere anche solo le braccia a protezione della faccia non ci sono piu'.
Non si riesce piu' a stare dietro a tutto, anche solo a capire cosa sta realmendte accadendo in questo paese... ora ai ricchi è permesso di farsi pure il piano rialzato o la depandance nel parco della propria villa... ai poveri il cartone per i ponti o le panchine dei parchi...
Di edilizia popolare non si parla minimamente, di riconversione di molte strutture esistenti... niente.
Help...!!!!

Il coraggio intellettuale della verità e la pratica politica sono due cose inconciliabili in Italia. Pier Paolo Pasolini
rekit
Inviato: 9/3/2009 9:53  Aggiornato: 9/3/2009 9:53
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/9/2006
Da:
Inviati: 1151
 Re: Grandi ville per tutti
sono sostanzialmente d'accordo con quanto scritto nell'articolo, solo una cosa mi sembra stonare, seppur mi renda conto che dipende da fattori soggettivi:

"E’ forte la sensazione che un simile provvedimento potrebbe costituire il viatico per la cementificazione selvaggia di un paese che in larga parte risulta già cementificato in maniera esagerata"
.........
Se l'Italia e' cementificata in maniera esagerata mi chiedo come si dovrebbe definire la situazione olandese, paese in cui vivo, grande quanto la lombardia con il doppio degli abitanti e con porzioni di campagna che a confronto le campagne breciane o bergamasche (luogo dove sono cresciuto) sembrano prateria argentine!
La cementificazione selvaggia e'un male....ma sono i governi a far andar bene o male un paese....e non i metri quadrati di cemento.

ulivinico
Inviato: 9/3/2009 9:56  Aggiornato: 10/3/2009 5:23
Ho qualche dubbio
Iscritto: 19/10/2006
Da:
Inviati: 38
 Re: Grandi ville per tutti
OT
---
Sabato sono stato informato di una cosa molto curiosa che ha a che fare con il Codex Alimentarius.
http://it.wikipedia.org/wiki/Codex_Alimentarius
Si tratta di un progetto che gli amanti di epiteti populisti come "complottismo" ci possono andare a nozze; però sembra tutt'altro che una fantasia. Il progetto è quello di controllare i prodotti alimentari mondiali in modo da renderli poveri di sostanze nutrienti e rendere la popolazione mondiale sempre più dipendente da medicine e integratori alimentari. Ci hanno anche informati della scoperta recentissima dell'origine della celiachia!
Sarebbe dovuta al fatto che i semi del grano furono modificati con il cobalto nel dopoguerra, per avere piante nane a maggiore resa: cambiamenti genetici che hanno portato alla rottura della catena del glutine che il nostro organismo non riconosce, fino a diventare intollerante a qualsiasi tipo di glutine. In alcuni casi si hanno mal di testa e conseguenze di difficile riconoscimento mentre in altri casi si arriva alla celiachia, motivo per cui c'è stato un grande aumento negli ultimi anni.

L'articolo che parla degli scopi del Codex Alimentarius è questo, che si trova sulla rivista Nexus "COMBATTING THE CODEX ALIMENTARIUS":
LINK
Price per Unit (piece):$1.50

COMBATTING THE CODEX ALIMENTARIUS
By Gregory Damato, PhD.
Billions will suffer from degenerative diseases because of poor nutrition and limited access to health supplements if the global corporations "harmonise" the world.

Lascio alcuni link per chi vuole approfondire qualcosa e chi ha info le faccia girare:
http://www.codexalimentarius.net/web/index_en.jsp
http://it.wikipedia.org/wiki/Codex_Alimentarius
http://www.akrux.it/sensibilita.htm
http://archiviostorico.corriere.it/2001/maggio

Infettato
Inviato: 9/3/2009 10:00  Aggiornato: 9/3/2009 10:00
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 23/11/2006
Da: Roma
Inviati: 1499
 Re: Grandi ville per tutti
18 miliardi di soldi veri buttati in alcune opere che non potranno avere seguito, oltre che completamente inutili....
In compenso a Reggio Calabria, non proprio un paesino sperduto, hanno l'acqua salata....tanto per rispettare le priorità.

Infettato dal morbo di Ashcroft
---------------------------------------------
Quando ci immergiamo totalmente negli affari quotidiani, noi smettiamo di fare distinzioni fondamentali, o di porci le domande veramente basilari. Rothbard
PathFinder
Inviato: 9/3/2009 10:29  Aggiornato: 9/3/2009 10:29
Ho qualche dubbio
Iscritto: 24/2/2005
Da: Napoli
Inviati: 248
 Re: Grandi ville per tutti
Pienamente d'accordo con l'articolo.

Ma d'altrolde cosa ci potevamo aspettare da questo governo.
Stanno solo accontentando il proprio elettorato.
E se le cifre non mi contraddicono la maggioranza dei votanti li ha scelti.
E qui in italia tra parenti, amici e amici degli amici c'è ne di gente da accontentare.

Non è la via che è difficile, è il difficile che è la via.
Redazione
Inviato: 9/3/2009 10:32  Aggiornato: 9/3/2009 10:32
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Grandi ville per tutti
Ciao Ulvinico. Sul Codex Alimentarius trovi qualcosa anche qui :

http://www.luogocomune.net/site/modules/news/article.php?storyid=732

francesco7
Inviato: 9/3/2009 12:56  Aggiornato: 9/3/2009 12:56
Mi sento vacillare
Iscritto: 25/5/2006
Da: Tarentum
Inviati: 886
 Re: Grandi ville per tutti
BRUNETTA,SARA'SFIDA TRA IPOCRITI E CHI VUOLE GOVERNARE
"C"e molta ipocrisia, tutti hanno proibito tutto salvo tollerare l'abusivismo. L'Italia è il Paese dell'abusivismo. Preferisco Berlusconi che dice facciamo tutto secondo la legge e alla luce del sole".
Come non condividere le parole di Brunetta.... ma certo legalizziamo tutto: abusivismi edilizi, falsi in bilancio, e chi più ne ha più ne metta....basta con le ipocrisie

La mente non è un vaso da riempire ma un legno da far ardere perché s'infuochi il gusto della ricerca e l'amore della verità. (Plutarco)
shevek
Inviato: 9/3/2009 14:35  Aggiornato: 9/3/2009 14:35
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 27/4/2005
Da: Napoli
Inviati: 1249
 Re: Grandi ville per tutti
Salut y Libertad Marco!

Io, invece, vorrei cedere per un attimo alla tentazione della facile ironia sull'immagine che Berlusconi mostra di avere del paese, perché è indicativa della separazione di classe che una tale manovra sottintende. Non è che i potenti non sappiano che solo loro hanno il problema di ampliare le ville e che la maggioranza degli italiani non hanno né la villa da ampliare né i soldi per fare lavori nell'appartamento (della serie "Non hanno pane? Che mangino le brioches..."). Lo sanno benissimo. Ma degli altri e delle loro esigenze non gliene può fregar di meno: anzi, hanno deciso di impoverirci sempre di più e le uniche spese che hanno messo in conto per noi sono quelle della repressione. Franceschini ha ragione nel dire che la manovra depaupererà le risorse storico-turistico-ambientali del paese: ma salvaguardare questo genere di risorse significherebbe cercare altre risorse anti-crisi - e queste non potrebbero essere altre che forme di redistribuzione del reddito a favore della maggioranza delle popolazione. Si farebbero tagliare le palle prima.


Shevek

"Il potere è l'immondizia nella storia degli umani" - F. Guccini
www.portadimassa.net - WEB-TV e non solo di Filosofia
illupodeicieli
Inviato: 9/3/2009 15:12  Aggiornato: 9/3/2009 15:12
Mi sento vacillare
Iscritto: 2/1/2005
Da:
Inviati: 323
 Re: Grandi ville per tutti
Se fosse vero per me,che vendo mobili e arredamenti in genere, potrebbe risultare anche interessante ma...:c'è un ma, che indica nel fatto che la gente non ha soldi, gli speculatori in genere è gente che compra da Ikea o ai discount del mobile, che forse chi farà lavori li farà la domenica o nei giorni di festa facendosi aiutare dai parenti e lì, proprio nelle stanze da arredare, finiranno mobili riciclati. C'è poi il timore nello spendere anche ciò che non si ha, cioè indebitandosi. Ma il fatto di non vederci chiaro,non solo nel non vedere un futuro piacevole e invitante, ma proprio di non capire, non dà una mano a nessuno :anche chi potrebbe cogliere opportunità si trova bloccato. Anche facendoti i migliori prezzi non ti potrei pagare. Bruttissimo e lo dice uno che ,cercando di resuscitare , non riesce a muoversi.

donfrengo
Inviato: 9/3/2009 15:33  Aggiornato: 9/3/2009 15:33
Ho qualche dubbio
Iscritto: 4/11/2008
Da:
Inviati: 62
 Re: Grandi ville per tutti
"solo per puntualizzare":

hanno dato del "Franceschini" a Cedolin?

Qui scattano le querele per "accostamenti osceni in luogo(comune)pubblico!"

VIVA IL PONTE DELLA LIBERTA'

Quando parli con me ti devi stare zitto
"Sani & Sponsorizzati" : contro il ceto medio
igorkk
Inviato: 9/3/2009 16:14  Aggiornato: 9/3/2009 16:14
Ho qualche dubbio
Iscritto: 21/1/2009
Da:
Inviati: 72
 Re: Grandi ville per tutti
@ Cedolin
Un’operazione quest’ultima che contribuirà a rimpinguare le tasche della lobby del cemento e del tondino, ottenendo una scarsissima ricaduta occupazionale in proporzione all’investimento.


Ma la ricetta occupazionale quale sarebbe?dove si mette a lavorar la gente??
Se poi e' proprio obbligatorio lavorare...

marcocedol
Inviato: 9/3/2009 16:35  Aggiornato: 9/3/2009 16:35
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 30/6/2006
Da: Torino
Inviati: 1340
 Re: Grandi ville per tutti
Citazione:
hanno dato del "Franceschini" a Cedolin?


Donfrengo, non preoccuparti per l'accostamento, sono abituato a cose peggiori

Durante i 2 anni di governo Prodi mi è accaduto più di una volta di scrivere cose che in parte (magari per opportunismo) venivano ribadite anche dal centrodestra quando non addirittura da Berlusconi.

In questo caso le mie considerazioni, in nuce poichè la nuova legge non è ancora stata presentata nella sua completezza ed avremo modo di tornarci sopra in futuro, somigliano in parte a quelle che (magari per opportunismo) hanno fatto Franceschini e perfino Realacci (uomo di Legambiente al cui riguardo non ho mancato di esprimere critiche feroci).
Personalmente scrivo sempre quello che penso, fregandomene altamente del fatto che qualcuno, di sinistra o di destra, possa trovarsi per varie ragioni sulla stessa lunghezza d'onda.

Red_Knight
Inviato: 9/3/2009 16:41  Aggiornato: 9/3/2009 16:44
Sono certo di non sapere
Iscritto: 31/10/2005
Da:
Inviati: 3121
 Re: Grandi ville per tutti
@igorkk

Con 10 miliardi di euro puoi aprire un polo industriale di lavorazione del silicio (significa circuiti integrati e pannelli fotovoltaici con tutti gli annessi e connessi), dando lavoro potenzialmente a 200mila persone e migliorando la situazione complessiva del paese sul piano scientifico e tecnologico. E riusciresti anche ad accontentare parecchi costruttori, se proprio dovessi. Per non parlare della ricaduta sull'occupazione degli altri laureati.

Kingu
Inviato: 9/3/2009 17:32  Aggiornato: 9/3/2009 17:32
Mi sento vacillare
Iscritto: 13/11/2008
Da: Treblinka
Inviati: 302
 Re: Grandi ville per tutti
ciao massimo, sono francesco e volevo solo precisare una cosa brevemente (non voglio rubare spazio all'argomento). volevo chiederti scusa per l' intervento di stamane, ma il mio sarcasmo non è stato efficace e non volevo certo mancarti di rispetto. era solo un modo errato di manifestare disagio nei confronti di questo caos. forse (anzi senza forse) è una esigenza estrema di chiarezza da parte di tutti. oppure il fatto di parlare,parlare e vedere che ogni giorno invece veniamo abusati sempre di piu.il fatto degli abusi edilizi qui in sardegna sarà drammatico. io facevo parte di quei lavoratori che vennero truffati nella vicenda del villaggio "il bagaglino" nei pressi di stintino. la rabbia è TANTA nel constatare che qui abbiamo di nuovo donato il culo. per questo, parlare e discutere (anche se importantissimo) certe volte diventa solo esercizio. comunque ti richiedo scusa e non volermene.

pensatore
Inviato: 9/3/2009 18:25  Aggiornato: 9/3/2009 18:25
Ho qualche dubbio
Iscritto: 1/6/2006
Da:
Inviati: 173
 Re: Grandi ville per tutti
@ Kingu
gentile "francesco secchi"
in quale zona si trova via pacinotti a sassari???????

mangog
Inviato: 9/3/2009 18:25  Aggiornato: 9/3/2009 18:46
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 5/1/2007
Da:
Inviati: 2857
 Re: Grandi ville per tutti
Citazione:

Gli interventi operati fino a questo momento sono stati tutti di carattere prettamente difensivo. Qualche miliardo sotto forma di contributo alla rottamazione, destinato a sostenere la moribonda industria automobilistica (senza nessun tentativo di favorire eventuali riconversioni industriali che potessero porre rimedio all’ormai irreversibile declino dell’auto) incassando l’approvazione della Fiat e dei sindacati.



In cosa si potrebbe riconvertire la FIAT con le sue linee di produzione progettate e costruite per assemblare auto ?
Una qualche spiegazione sarebbe molto meglio.
Attendiamo sempre i miliardi dallo stato per costruire poli industriali ?
Non sono bastati i disastri del passato ?


Citazione:

Autore: Red_Knight Inviato: 9/3/2009 16:41:32

@igorkk

Con 10 miliardi di euro puoi aprire un polo industriale di lavorazione del silicio (significa circuiti integrati e pannelli fotovoltaici con tutti gli annessi e connessi), dando lavoro potenzialmente a 200mila persone e migliorando la situazione complessiva del paese sul piano scientifico e tecnologico. E riusciresti anche ad accontentare parecchi costruttori, se proprio dovessi. Per non parlare della ricaduta sull'occupazione degli altri laureati.



Chi dovrebbe mettere questi 10 miliardi.. lo stato aumentando le tasse ? Lo stato non sa far altro che aumentare le tasse in maniera efficiente.
Inoltre il nostro "Stato" non sa nemmeno gestire una raccomandata in maniera economica e pretendiamo che lo si occupi dei chips ? Mi viene in mente l'alfa romeo di Arese che ho ben conosciuto per motivi di lavoro negli anni 70.
Questo ipotetico polo del silicio produrrebbe dei chips ad un prezzo competitivo rispetto a quelli prodotti a Taiwan..?
Sulle linee di assemblaggio mettiamo a lavorare dei laureati ? cosa che potrebbero fare senza problemi, visto che tra poco lo stato richiede la laurea per fare il bidello.
Sarebbe da rivoluzionare la filosofia della produzione in serie che avra' anche le sue magagne, tipo alienazione, ma ha anche permesso di far arrivare la lavatrice in ogni casa. SENZA LAVATRICE.. la donna sarebbe ancora nelle stesse condizioni degli anni subito dopo la seconda guerra mondiale.

blu23
Inviato: 9/3/2009 18:46  Aggiornato: 9/3/2009 18:46
Mi sento vacillare
Iscritto: 11/2/2009
Da:
Inviati: 585
 Re: Grandi ville per tutti
BASTAAAAAAAAAA!!!!!!!!!!!!!!!!! Non se ne può più di lottizzazioni selvagge!!!! Abbiamo già un appartamento a testa in Italia. Ma se i soldi le banche non li hanno per finanziare l'industria e mantenere i posti di lavoro... li hanno per concedere mutui per implementare case e lottizzazioni??? O forse ci raccontano l'ennesima balla???

Ribellatevi al mondo corrotto di Babilonia, emancipate la vostra razza, riconquistate la vostra terra. (Bob Marley)
marcocedol
Inviato: 9/3/2009 18:47  Aggiornato: 9/3/2009 18:47
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 30/6/2006
Da: Torino
Inviati: 1340
 Re: Grandi ville per tutti
Citazione:
In cosa si potrebbe riconvertire la FIAT con le sue linee di produzione progettate e costruite per assemblare auto ?


Gentile Mangog,
nel caso della Fiat la riconversione più logica sarebbe quella della costruzione di microcogeneratori per l'autoproduzione energetica ed il riscaldamento casalingo. Si tratta infatti di apparecchi molto simili ad un motore per auto, per cui le linee di produzione non andrebbero neppure rivoluzionate troppo profondamente.

Kingu
Inviato: 9/3/2009 18:49  Aggiornato: 9/3/2009 18:49
Mi sento vacillare
Iscritto: 13/11/2008
Da: Treblinka
Inviati: 302
 Re: Grandi ville per tutti
@ pensatore


mi chiamo francesco secchi , ho 36 anni ,sono un musicista, vivo a sassari ma se permetti la via e il num di tel inesistenti. forse non hai capito che volevo porre un problema sul fatto di parlare e non risolvere niente (celandosi) ho gia chiarito mi sembra. mi sembrava giusto dare un segno di sincerita. come ha detto giustamente massimo , ognuno sceglie di presentarsi come vuole. infatti voglio ri loggarmi con il mio nome (non la via che mi sembra troppo). ad ogni modo non credo sia cosi interessante questo discorso.

ivan
Inviato: 9/3/2009 20:18  Aggiornato: 9/3/2009 20:19
Sono certo di non sapere
Iscritto: 22/7/2004
Da: Bronx
Inviati: 11520
 Re: Grandi ville per tutti
"Grandi ville per tutti" .



...

Mica ...


link

Citazione:


Piano case, monito di Bossi:
"Non si diano agli extracomunitari"

...

Il leader della Lega, Umberto Bossi, ha ribadito le sue perplessità sul piano case annunciato dal premier Silvio Berlusconi: "Non vorrei che facessimo le case per darle agli extracomunitari. Non vorrei che l'errore fosse quello".



Non ci sono parole.

Pyter
Inviato: 9/3/2009 21:13  Aggiornato: 9/3/2009 21:13
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/9/2006
Da: Sidonia Novordo
Inviati: 6250
 Re: Grandi ville per tutti
Certo, noi costruiamo le ville per gli extracomunitari, veri e propri centri di accoglienza per turisti in zone divilleggiatura come Lampedusa, e poi guarda loro come ripagano tutto questo:



Bah !

"Nessuno ha il diritto di fare quel che desidera, ma tutto è organizzato per il meglio." (Antico decreto reale tolemaico)
clausneghe
Inviato: 9/3/2009 22:00  Aggiornato: 9/3/2009 22:00
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 17/4/2006
Da: nordcentro
Inviati: 1679
 Re: Grandi ville per tutti
E' possibile restringere la pagina? Allarga un casino.
Certo che il Berlusca fà le cose facili, lui che unico tra tutti,ha appena incassato poco meno di 160 ml di Euro...
Il cretino che ride sempre ci piglia continuamente per il culo.
Trova i soldi per pagare le case distrutte in Gaza dai suoi amici israeliani, trova i soldi per le strade di Gheddafi, trova i soldi (oddio, più promessi che altro,pare) per cani e porci ma per i disoccupati Italiani manco una cippa.
Spero solo che la disperazione aumenti al punto tale da far tintinnare roncole e forconi e allora vedremo se avrà ancora voglia di ridere l'idiota n°1 di questo paese di merda che è diventata l'Italia, serva di Giuda.
Ha ragione Grillo quando dice che questo governo è illeggittimo e che al comando ci sono nani puttane ruffiani e ballerine.
L'unica consolazione è la certezza che prima che poi il diavolo se lo porterà via questo scimunito varesotto del menga.
Lui , il suo rozzo compare di merende Bossi e tutta la funerea compagnia di appunto nani imbroglioni venduti e puttane.
Peste corna e maledizioni per queste canaglie, che il diavolo se li porti

manneron
Inviato: 9/3/2009 22:40  Aggiornato: 10/3/2009 0:33
Mi sento vacillare
Iscritto: 20/2/2006
Da:
Inviati: 951
 Re: Grandi ville per tutti
io con l'articolo non sono in accordo e credo che la liberalizzazione vada nella direzione giusta.
inutile lamentare le speculazioni edilizie, ci sono sempre state, anche senza questa legge e in un momento di crisi immobiliare non credo che costruire mostruosità aiuti la vendita anche se fosse possibile costruirle. credo che la gran parte degli edifici anche costruiti negli ultimi 10 anni, vadano abbattuti perchè non solo brutti, ma inefficenti sotto il profilo energetico e fatti con materiale scadente. credo che solo in periodo di boom si possa costruire qualsiasi orrore pur di speculare. in periodo di crisi se costruisci un obbrobrio lo vendi per pochi spiccioli. il fatto è che bisogna abbassare il prezzo delle case, e per farlo bisogna saltare tutte le mazzette che si pagano ai geometri comunali, e le mazzette mascherate da oneri a favore dei comuni che si pagano ai comuni stessi. il principio di proprietà privata vuole che se ho un pezzo di terra e non arreco danni a nessuno, mi posso costruire la mia casa se me la posso permettere e non ho bisogno di mendicare il permesso di un geometra comunale del cazzo che vuole la sua parte altrimenti si inventa mille ostacoli per impedirmelo perchè il territorio comunale è il suo regno. che obbrobri vogliamo evitare in italia ormai? peggio di così...
.. e che speculazione vuoi fare se mancano i soldi e non ci sono gli acquirenti?
per quel che riguarda le grandi opere sono d'accordo con l'articolo. le grandi opere sono solo un mezzo di finanziamento statale mascherato alle grosse imprese, tanto per evitare le direttive europee e invece di finanziare direttamente, finanzi progetti irrealizzabili e poi paghi anche le sanzioni contrattuali, o realizzabili ma sempre a costi che lascino lauti margini alle imprese
E pure il colosseo va buttato giù e rifatto nuovo, che così non funziona e non tiene l'acqua per le battaglie navali... toh, beccatevi anche questa

ps: non mi devo costruire nessuna casa. tanto per evitare illazioni sul fatto che abbia interessi personali.
in questi giorni passano troppo all'acqua di rose le notizie di crollo in borsa.o ci siamo già abituati pure a questo o qui gatta ci cova.non vorrei svegliarmi un lunedì di questo mese con le banche chiuse. stona molto sta situazione.non mi torna e ripeto non mi torna e per me c'è una strana aria e non sono io che ho scorreggiato. Semmai questo di berlusconi potrebbe essere al solito un provvedimento inutile tanto per dire noi qualcosa abbiamo fatto ma siamo arrivati tardi, come se anche questo non fosse una colpa grave. una cosa di facciata insomma. la gente con cui parlo non sembra contraria, e domani faccio un altro sondaggio,cioè sparo una cazzata in materia e vedo come rispondono. se sono contenti allora è una fregatura o una cosa di cui non potranno usufruire. ormai devo ragionare così.

peonia
Inviato: 9/3/2009 22:44  Aggiornato: 9/3/2009 22:44
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: Grandi ville per tutti
L VOSTRO PARLARVI ADDOSSO. è molto bello scrivere dietro pseudonimo sono francesco secchi da sassari via pacinotti 88 tel 3287770445 è molto bello scrivere dietro un paravento. quando mazzucco finirà come grillo ,che fine farete?


Scusate ma io non capisco se ho bevuto troppo o sto fuori...non capisco quanto e' serio e quanto ironico.....aiuto!! ho sbroccato!!!!
che c'azzecca l'11/9 con questo articolo? che c'entra l'avere un nick con dichiarare le proprie generalita'? che c'entra.....forse stiamo fuori tutti...mi sa.....la misura e' colma..........HELPPPPPPPPPPPPPPPPPPPP

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
Kingu
Inviato: 10/3/2009 0:24  Aggiornato: 10/3/2009 0:24
Mi sento vacillare
Iscritto: 13/11/2008
Da: Treblinka
Inviati: 302
 Re: Grandi ville per tutti
non c'entrava niente infatti. ho gia chiesto scusa in privato. comunque l'articolo era sugli abusi edilizi

Red_Knight
Inviato: 10/3/2009 3:17  Aggiornato: 10/3/2009 3:17
Sono certo di non sapere
Iscritto: 31/10/2005
Da:
Inviati: 3121
 Re: Grandi ville per tutti
@mangog

Citazione:
Chi dovrebbe mettere questi 10 miliardi.. lo stato aumentando le tasse ? Lo stato non sa far altro che aumentare le tasse in maniera efficiente.
Inoltre il nostro "Stato" non sa nemmeno gestire una raccomandata in maniera economica e pretendiamo che lo si occupi dei chips ? Mi viene in mente l'alfa romeo di Arese che ho ben conosciuto per motivi di lavoro negli anni 70.
Questo ipotetico polo del silicio produrrebbe dei chips ad un prezzo competitivo rispetto a quelli prodotti a Taiwan..?
Sulle linee di assemblaggio mettiamo a lavorare dei laureati ? cosa che potrebbero fare senza problemi, visto che tra poco lo stato richiede la laurea per fare il bidello.


Certo che li dovrebbe mettere lo Stato. Stiamo sottointendendo "se questa classe politica fosse incompetente e malevola anche solo l'1% in meno", ovviamente. Con tutte le cagate a debito che si fanno, 10 miliardi mi sembrano un buon investimento. Basterebbe sottrarli a una qualsiasi e a una sola delle grandi opere inutili che ci vogliono propinare...
Rispondo al tuo scetticismo sulle possibilità occupazionali: muratori e ingegneri per costruire gli stabilimenti, ingegneri e informatici per la gestione, operai specializzati nelle catene di montaggio, gruppi di ricerca (ovvero altri laureati sottratti alla strada), più la ricaduta positiva sullo sviluppo dei software (altri ingegneri, informatici, matematici, grafici e vari poveracci con competenze di altro tipo che lavorano anziché stare nei call center, se con quei 10 miliardi si investe qualche milione per rilanciare l'impresa del software). Sì, i chip potrebbero essere competitivi rispetto a Taiwan: basta non provare a competere nel campo degli Zilog 80 (che vengono prodotti per essere venduti un tanto al chilo) ma innovando e sfornando invenzioni. Per non parlare dell'"indipendenza": importare microchip potrebbe non essere più possibile, in un futuro non troppo roseo e non troppo lontano... Più tutti i benefici per le altre imprese e il miglioramento del sistema universitario che sicuramente conseguirebbe.
Per rilanciare invece soltanto l'industria del software basterebbero pochi milioni di euro, addirittura. Ma evidentemente non gliene frega niente a nessuno di fare qualcosa di intelligente per questo paese.

Redazione
Inviato: 10/3/2009 5:27  Aggiornato: 10/3/2009 5:27
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Grandi ville per tutti
PENSATORE: "gentile "francesco secchi" in quale zona si trova via pacinotti a sassari???????

Eh eh eh... Cuccato! Non sanno che su luogocomune NON PASSA FOGLIA che l'utente non voglia.

Comunque, KINGU, no problem, incidente chiuso.

Ciao.

sitchinite
Inviato: 10/3/2009 8:02  Aggiornato: 10/3/2009 8:02
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/6/2007
Da: Roma - Pomezia
Inviati: 3270
 Re: Grandi ville per tutti
Io leggo questo provvedimento in una diversa luce... é il terzo atto dei precedenti due condoni berlusconiani che tanto son stati avversati dalla sinistra ma che hanno trovato proprio in ambienti di sinistra i massimi utilizatori. Faccio un esempio, molti CAF erano edifici non in regola che si son messi in regola con l' ultimo condono Berlusconi. Jacopo Fo ha eseguito ben 16 condoni nel suo 'agriturismo' a Gubbio.
Diciamo che con l occasione di sanare abusi in maniera forfettaria, molti approfittano della parte 'condono' della legge e fanno entrare un minimo di soldi nelle casse statali.
La parte dedicata alla 'espansione della casa'. Anche qui secondo me un minimo di buono c' é. Gireranno un pò di soldi, sia verso gli operai specializzati, che verso i 'parenti e amici' ai quali di solito ci si rivolge per lavoretti edilizi quando non si vuole pagare una impresa che se ne occupi e che ha certamente prezzi più elevati.
Certo é un palliativo... ma non lo vedo così malvagio.

mangog
Inviato: 10/3/2009 8:12  Aggiornato: 10/3/2009 8:35
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 5/1/2007
Da:
Inviati: 2857
 Re: Grandi ville per tutti
Citazione:

Autore: marcocedol Inviato: 9/3/2009 18:47:30

Citazione:
In cosa si potrebbe riconvertire la FIAT con le sue linee di produzione progettate e costruite per assemblare auto ?


Gentile Mangog,
nel caso della Fiat la riconversione più logica sarebbe quella della costruzione di microcogeneratori per l'autoproduzione energetica ed il riscaldamento casalingo. Si tratta infatti di apparecchi molto simili ad un motore per auto, per cui le linee di produzione non andrebbero neppure rivoluzionate troppo profondamente.



Gentile Cedolin

Non si possono convertire le linee transfert, cioe' macchine ad alta produzione ma con nessuna flessibilita', costruite per lavorare le testate dei motori ( la Fiat e' famosa per queste linee transfert visto che lavora per conto terzi e la Comau addirittura le vende ai concorrenti FIAT ), inoltre le gigantesche presse che stampano le parti di carozzeria, da migliaia di tonnellate, non possono essere utilizzate per altri scopi, e non si possono buttare via le migliaia di costosissimi stampi utilizzati dalle presse.
I robot della Comau (che fanno schifo dal punto di vista della precisione rispetto ai FANUC - ABB- ecc ecc ) hanno una struttura troppo grande per poter manipolare componenti piccoli o piccolissimi, senza contare che il loro grado di ripetibilita', cioe' precisione meccanica e' di mm... Troppo imprecisi per posizionare piccoli componenti.

Se lo stato tira fuori gli ennesimi miliardi da dare ai rampolli Agnelli per la riconversione delle loro linee di produzione nate per fare automobili (riconversione semplicemente "impossibile ed assurda" e percio' si dovra' parlare di semplice smantellamento ) stavolta mi incateno io in mezzo all'autostrada.

Citazione:


operai specializzati nelle catene di montaggio



Un operaio specializzato non lavora in una catena di montaggio

Citazione:

Più tutti i benefici per le altre imprese e il miglioramento del sistema universitario che sicuramente conseguirebbe


Il sistema universitario della ricerca ( mettiamoci dentro anche il mondo accademico ) cambierebbe solamente se venisse finanziato in buona parte dalle imprese. Dando la possibilita' di dedurre dalle tasse gli aiuti finanziari. Non so se tecnicamente lo si puo' gia' fare. Non dimentichiamo che in ITALIA la ditta media e' formata da 35 persone... dunque dovrebbero nascere dei consorzi/distretti con relativa burocrazia, con il relativo politico o aspirante politico alla guida.. ecc ecc.
Lo status simbol e' quello di diventare un politico.
Hai mai frequentato gli ambienti di ricerca universitari ?
Sono quasi sempre dei stipendifici. Il troppo storpia.

hendrix
Inviato: 10/3/2009 9:08  Aggiornato: 10/3/2009 9:08
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 12/9/2006
Da:
Inviati: 1048
 Re: Grandi ville per tutti
Intanto la Fiat che fa ?

Investe milioni in Polonia

La FIAT amplierà la fabbrica di motori di Bielsko-Biala.
L’investimento potrebbe assorbire persino 400 milioni di euro. E la produzione si avvierà già dal prossimo anno.
Dalla nuova linea di produzione verrà fuori mezzo milione di motori bicilindrici a benzina l’anno. Come ha detto a “Rz” (”Rzeczpospolita”, “Repubblica” - NDT) Alfredo Altavilla di Fiat Powertrain Technologies, società responsabile della produzione di motori del gruppo italiano, negli anni seguenti la produzione dello stabilimento aumenterà.

hendrix
Inviato: 10/3/2009 9:16  Aggiornato: 10/3/2009 9:16
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 12/9/2006
Da:
Inviati: 1048
 Re: Grandi ville per tutti
L'Italia è una Repubblica fondata sul cemento

PRINCIPI FONDAMENTALI

Art. 1.
Il vecchio scarpone è una Repubblica fondata sul cemento.
La sovranità appartiene al costruttore, che la esercita come gli pare.

Art. 2.
La Repubblica riconosce e garantisce i diritti inviolabili dell’impresa edilizia, sia come singola sia nelle associazioni temporanee di impresa (ATI), e richiede l’adempimento dei doveri inderogabili di parcheggi, svincoli e raccordi autostradali.

Art. 3.
Tutti gli immobiliaristi hanno pari libertà di costruire e sono eguali davanti alla concessione edilizia.
È compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine paesaggistico e ambientale, che, limitando di fatto la libertà di edificare, impediscono il pieno sviluppo dell’impresa edilizia e l’effettiva partecipazione di tutti i costruttori alla devastazione ambientale, economica e sociale del Paese.

Art. 4.
La Repubblica riconosce a tutti gli imprenditori del mattone il diritto alla cubatura e promuove le condizioni che rendano effettivo questo diritto.
Ogni cittadino ha il dovere di svolgere, secondo le proprie possibilità e la propria scelta, un’attività o una funzione che concorra alla cementificazione materiale o spirituale della società.

Art. 9.
La Repubblica promuove lo sviluppo della cultura edificatoria e la ricerca scientifica e tecnica.
Tutela il cemento dal paesaggio e dal patrimonio storico e artistico della Nazione.

Art. 12
La bandiera della Repubblica è il sacco di cemento 325 portland.

gudarian
Inviato: 10/3/2009 11:36  Aggiornato: 10/3/2009 11:36
Mi sento vacillare
Iscritto: 16/9/2008
Da:
Inviati: 979
 Re: Grandi ville per tutti
Concordo pienamente con sitchinite, il "piano casa" non comporterà la cementificazione selvaggia della penisola, cosa che già attualmente avviene e non sempre per colpa di chi sta dalla parte del berlusca.

Dare la possibilità ha chi è proprietario di un appartemento o beato a lui di una villa, di poter apportare modifiche limitate senza dover sottostare ai problemi burocratici imposti da comuni e regioni, da cui si esce solo con distribuzione di bustarelle varie, mi sembra una cosa positiva. Si tratta di un piano a costo zero e che permetterà di far girare qualche soldo.

La cosa che più mi spaventa è il notare continuamente questa sorta di avversione a qualsiasi cosa venga proposto, le scuse sono sempre le stesse, la cosa da fare è un'altra, serve solo agli amici o alla criminalità organizzata, come se mafia, camorra avessero solo referenti da una certa parte politica.......

Purtroppo il problema dell'italia è che tutti sono capaci di parlare, proponendo le più variopinte ipotesi, dai ventilatori per risolvere il problema energetico alla riconversione della fiat in qualcosa che non ho ben capito, ma se qualcuno propone cose concrete si scatena un putiferio.
Il ponte sullo stretto non serve, meglio l'acqua a reggio calabria, (chissà perchè a reggio stanno aspettando il ponte per protestare ) è pericoloso perchè ci sono i terremoti e via discorrendo, intanto non si fà nulla.

Ben venga il ponte, la mafia ci guadagnerà ma sicuramente ci saranno tante imprese che forse non chiuderanno e tante persone che non dovranno beneficiare dell'assegno proposto da franceschini ( o forse l'obiettivo è proprio questo?)

Saluti

Per la serie cerca la differenza....

Fico: "Per me Beppe Grillo è patrimonio mondiale dell'umanità come le Dolomiti, la Costiera Amalfitana o la musica".
Biancofiore: «Se fosse possibile, Berlusconi lo farei patrimonio dell'UNESCO".
Cassandra
Inviato: 10/3/2009 12:08  Aggiornato: 10/3/2009 12:11
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 10/5/2006
Da:
Inviati: 1551
 Re: Grandi ville per tutti
Vedo che molti di voi NON conoscono la mentalità degli italiani.

Mio marito è sposato con una fissata della sostenibilità, gli viene fatto il lavaggio del cervello tutte le sere, su queste beghe ne sa più di Cedolin , e ieri mattina... guardava sognante il terrazzo mormorando "Finalmente potrò farci la veranda" !!!


Non riesco a immaginare tutti gli altri 60 milioni di italiani cosa stiano progettando con l'acquolina in bocca: verande, piscine, box auto, gazebi, superattici, rimesse trasformate in casali e capannoni in grattacieli.

Dategli campo libero e vi cementificheranno anche il didietro.

(Aggiungo: anni fa andai in vacanza in bellissima città estera. Conobbi degli italiani che vivono colà, mi invitarono a casa, e poi sul terrazzo ad ammirare il panorama del centro storico. Ebbene: l'unico terrazzo con sopraelevazione abusiva e tanto di gazebo di tutto il centro era quello degli italiani!!!!)

"Il buon senso c'era; ma se ne stava nascosto,
per paura del senso comune" (Alessandro Manzoni)
czar
Inviato: 10/3/2009 12:21  Aggiornato: 10/3/2009 12:21
Mi sento vacillare
Iscritto: 13/2/2009
Da:
Inviati: 313
 Re: Grandi ville per tutti
Non ha senso che per fare una piccola, a volte sacrosanta modifica in casa mia, debba spendere in carte più che in muratori ed attendere anche anni.

Personalmente aspetto dei permessi dal 2005, niente di eccezzionale, nessun problema, solo lungaggini burocratiche.
Una decisione deve passare dal consiglio, che viene indetto anche ofgni 6 mesi in dei comuni, poi un tizio solleva un eccezione perchè gli sta sulle balle il tizio del catasto e allora la cosa deve essere ridiscussa, poi chiamano a firmare una tizia morta da 10 anni e fanno una nuova riunione per prendere atto che la tizia è morta, ecc.

Ho un cliente di sinistra, convinto sostenitore delle regole ecc.
Volle fare tutto in regola, la sua casa, faceva letteralmente acqua e aveva problemi strutturali, ma c'erano problemi su alcune carte in comune.
quando andava al comune i tecnici stessi gli dicevano "lo faccia e basta altrimenti perde la strada per tornare a casa". Ma lui, idealista, rispondeva che se tutti fanno così è anarchia.
Dopo 3 anni di lungaggini, esasperato ed ormai ospite da amici decise di fare i lavori di corsa approfittando del condono di Berlusca.


Vicino a genova ho sentito di gente che ha acquistato una casa di contadini che aveva ancora il bagno nel campo, e non gli danno il permesso per farselo in casa.
Roba da chiodi !


Quanto danneggiano tali atteggiamenti?
C'è gente che prima di imbarcarsi intali imprese ci pensa 20 volte e se le fa accetta i consigli del tecnico "stia zitto, faccia a nero"

Almeno questi tempi servissero veramente a salvaguardare il territorio.....

rekit
Inviato: 10/3/2009 12:28  Aggiornato: 10/3/2009 12:28
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/9/2006
Da:
Inviati: 1151
 Re: Grandi ville per tutti
comunque il punto centrale della vicenda e' che questa "liberalizzazione" all'ampliamento andava fatta molto tempo fa....(e ve lo dice un progettista che lavora in tutto il mondo).....non e' sbagliata a livello di principio.....(basta con sta stronzata del "CEMENTIFICARE", l'Italia ora come ora non e' messa male rispetto ad altri paesi che normalmente usiamo come metro di paragone quando vogliamo sottolineare l 'inefficienza italica).
Il punto che questa nuova legge alla crisi economica gli fa na pippa, ed e' l'ennesimo specchietto per allodole.

rekit
Inviato: 10/3/2009 12:34  Aggiornato: 10/3/2009 12:34
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/9/2006
Da:
Inviati: 1151
 Re: Grandi ville per tutti
cit:
Non ha senso che per fare una piccola, a volte sacrosanta modifica in casa mia, debba spendere in carte più che in muratori ed attendere anche anni
...................

questa e'una cazzata, con un D.I.A. (dichiarazione inizio attivita') con 2 o 300 euro chiedi il permesso a fare lavori che vanno dal cambio di colore delle imposte fino all'ampliamento vero e proprio semplicemente protocollando la richiesta e i disegni al tuo comune. Se entro un mese nessuno obbietta puoi partire con i lavori.
Ne avro fatti 2000.

gudarian
Inviato: 10/3/2009 12:42  Aggiornato: 10/3/2009 12:42
Mi sento vacillare
Iscritto: 16/9/2008
Da:
Inviati: 979
 Re: Grandi ville per tutti
@rekit

Classico esempio, tutti necessitiamo di dover fare lavoretti in casa ma siamo bloccati da pastoie burocratiche, ci lamentiamo ma se il berlusca ti trova una soluzione, non va bene, è uno specchitto per le allodole, non serve a nulla, bisogna fare altro...

@Cassandra

Come al solito, abbiamo sempre l'esempio dell'italiano disonesto che anche in terra straniera si costruisce una mansarda abusiva. Chissà dove erano gli efficientissimi vigili "esteri" che non si sono accorti di nulla???

Stereotipi a go-go.

Saluti

Per la serie cerca la differenza....

Fico: "Per me Beppe Grillo è patrimonio mondiale dell'umanità come le Dolomiti, la Costiera Amalfitana o la musica".
Biancofiore: «Se fosse possibile, Berlusconi lo farei patrimonio dell'UNESCO".
redna
Inviato: 10/3/2009 12:52  Aggiornato: 10/3/2009 13:05
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: Grandi ville per tutti
Citazione:
Il governo continua ad interpretare in maniera molto singolare la crisi economica


dire in modo MOLTO singolare visto quello che riportano oggi i quotidiani:

pil mondiale in calo nel 2009-per la prima volta dal dopoguerra


crescita mondiale negativaCifre più gravi rispetto alle ultime stime del Fondo per il 2009
"La peggiore performance che la maggior parte di noi abbia mai visto"
Fmi, l'allarme di Strauss-Kahn
"Forse crescita mondiale negativa"
Le banche rischiano di dover fronteggiare altre perdite, "non tutti i rischi sono stati rivelati"
°°°°°°******

Il governo si preoccupa di questo? Nemmeno per idea....infatti:

il presidente della camera pensa che l'ipotesi di Berlusconi al Colle non è remota.

E questo ci basta! Staranno progettando di 'allargare' anche il Quirinale?!

edit

cassandra
Citazione:
Non riesco a immaginare tutti gli altri 60 milioni di italiani cosa stiano progettando con l'acquolina in bocca: verande, piscine, box auto, gazebi, superattici, rimesse trasformate in casali e capannoni in grattacieli.

da quei 60milioni di italiani bisogna tirar fuori gli estracomunitari, quelli che sono in affitto, quelli che hanno case fatiscenti e chi non l'ha ancora (e non sono pochi...) Pertanto vedo poche persone con l'acquolina in bocca e le verande e le piscine gazebi e superattici restano per il soliti...quelli al quale si rivolge il Berlusconi di turno per il suo personale mantra...'....tutto va bene....ci vuole ottimismo...mi consenta'.
Chi l'ha votato lo vuole così.

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
rekit
Inviato: 10/3/2009 13:34  Aggiornato: 10/3/2009 13:34
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/9/2006
Da:
Inviati: 1151
 Re: Grandi ville per tutti
cit:
Classico esempio, tutti necessitiamo di dover fare lavoretti in casa ma siamo bloccati da pastoie burocratiche, ci lamentiamo ma se il berlusca ti trova una soluzione, non va bene, è uno specchitto per le allodole, non serve a nulla, bisogna fare altro...
........................

non credo tu abbi aletto bene quello che ho scritto, ovvero che GIA' OGGI non siamo affatto bloccati dalla burocrazia per quanto riguarda progetti minori come ampliamenti o modifiche a fabbricati.Basta un DIA.
Lo specchietto per allodole e'far credere che questa nuova legge serva a combattere la crisi economica.
Far altro.....semplicemente pensare ai cittadini che hanno pagato le tasse fino ad oggi invece di pensare a mega ponti che a mia zia residente vicino a milano, che non arriva a fine mese, non servira' ad un benemerito c...o!

Pyter
Inviato: 10/3/2009 13:52  Aggiornato: 10/3/2009 13:52
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/9/2006
Da: Sidonia Novordo
Inviati: 6250
 Re: Grandi ville per tutti
Secondo me bisogna aspettare la fine della crisi per farsi un'idea tra cemento sì-cemento no.
Se tutto va bene, il cemento verrà abbandonato.



Progetto bilocale ecologico con vista sul mare.

"Nessuno ha il diritto di fare quel che desidera, ma tutto è organizzato per il meglio." (Antico decreto reale tolemaico)
Luco
Inviato: 10/3/2009 14:02  Aggiornato: 10/3/2009 14:02
Ho qualche dubbio
Iscritto: 23/3/2008
Da:
Inviati: 286
 Re: Grandi ville per tutti
Citazione:
con un D.I.A. (dichiarazione inizio attivita') con 2 o 300 euro chiedi il permesso a fare lavori che vanno dal cambio di colore delle imposte fino all'ampliamento vero e proprio semplicemente protocollando la richiesta e i disegni al tuo comune


cioè secondo te, a oggi, chiunque può facilmente aumentare del 20% (!) la cubatura degli edifici in barba al piano regolatore? un conto è aggiungere una veranda o un gabbiotto, un conto è aggiungere interi appartamenti...
A me sembra uno scandalo, come buttar via decenni di sforzi per dare un equilibrio alle città grazie a strumenti complessi come i p.r.g., passandoci sopra tranquillamente un colpo di spugna...

titano75
Inviato: 10/3/2009 14:04  Aggiornato: 10/3/2009 14:04
Mi sento vacillare
Iscritto: 22/4/2005
Da: Roma
Inviati: 704
 Re: Grandi ville per tutti
bè...... effettivamente ci sarebbe poco da dire..... se nn altro perchè mi rendo conto di come la suscettibilità "comune" sia sempre e comunque influenzata da fattori così effimeri che.... bò.... ahahah

Insomma la CRISI avanza nn c'è che dire ( a dire il vero nn ho mai assistito a una tale pubblicità , mi pare evidente che gli scopi siano altri ) infatti oggi sono andato agli uffici della Malaysia Airlines e con sommo stupore, visto il CRACK ormai imminente, c'era il sold out per kuala lumpur..... bene..... ( chi cazzo va in Malaysia bo ??? )
Poi dopo le solite 2 ore di traffico ( ma dove cazzo andrà sta gente visto che oramai nn lavora più nessuno ....mmmm forse a chiedere il condono edilizio oppure... a chiedere l'elemosina ) arrivo a lavoro....
Ristoranti chiaramente PIENI.... ( perchè mangiano poi.-- ma ) ....insomma il solito deserto in giro.... segno di una crisi evidente.....

A parer mio.... qualche cosa sta cambiando.... anzi... qualche cosa ha dimostrato bene come funziona il tutto.... I media sono totalmente schiavi del POTERE e basta..... e noi siamo schiavi della nostra IRREALTA'....

Ovviamente le 5 milioni di case qui a Roma sono tutte vuote... o di 4 o 5 persone... gli altri nn ce l'hanno .... noi viviamo sotto i ponti o dentro i laghetti artificiali di villa ada.....
Ma perchè nn c'è mai nient'altro oltre ad un pessimismo cosmico dettato chiaramente da situazioni soggettive e mai realmente attaccate a questa realtà....?????
Internet trovo che sia molto importante.... siti come luogocomune anche.... ma penso che qui bisognerebbe cominciare a maturare... a pensare che nn si può solo sparare a zero così...tanto per.... si facciamolo...è talmente facile e figo... sììì ... fa fighi dire che fa tutto schifo, facciamo la guerra, una rivolta, w l'anarchia, fanculo tutto.... stati uniti via.... economia via..... macchine,petrolio,tv,noi.--- via.... ma via tutto... che ce vole.... anzi... tutti COMUNISTI e tutti per il SOCIALE... ( me sento ancora più figo ).....
Ma quando cominceremo a trasmettere qualche cosa che nn sia la semplice protesta o la semplice critica inutile ????
Secondo me mai..... ognuno di noi è ancorato alla PROPRIA realtà e non può e non potrà mai avere la VERA visione globale del sistema e dei problemi....
Io ho una casa e va bene così.... un altro guadagna 5000€ al mese e scrive qui e va bene così.... altri 10 fanno come cazzo gli pare...e va bene così... altri sono avvelenati per default forse perchè la vita nn gli ha mai risparmiato merda ...e va bene così.......

Ma si convertiamo la FIAT,prendiamo a calci nel culo il berlusca,leviamo un pò di cemento....sicuro poi... i nostri problemi saranno finiti... sicuro....
e l'economia ?? che si fottesse anche lei insieme a tutto il sistema...tanto nn serve.... siamo indipendenti ... possiamo esserlo.. quindi che ci vuole ???

Emiliano

Ps: se sono andato OT.... scusatemi.... ma sentir solo lamentale e nient'altro.,... e diventato quasi comico

a faccià in giù su di uno specchio d'acqua....
ascolto il mondo e vedo il fondo...
mangog
Inviato: 10/3/2009 14:06  Aggiornato: 10/3/2009 14:19
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 5/1/2007
Da:
Inviati: 2857
 Re: Grandi ville per tutti
Citazione:

Autore: Cassandra Inviato: 10/3/2009 12:08:08

Vedo che molti di voi NON conoscono la mentalità degli italiani.

Mio marito è sposato con una fissata della sostenibilità, gli viene fatto il lavaggio del cervello tutte le sere, su queste beghe ne sa più di Cedolin , e ieri mattina... guardava sognante il terrazzo mormorando "Finalmente potrò farci la veranda" !!!


Non riesco a immaginare tutti gli altri 60 milioni di italiani cosa stiano progettando con l'acquolina in bocca: verande, piscine, box auto, gazebi, superattici, rimesse trasformate in casali e capannoni in grattacieli.

Dategli campo libero e vi cementificheranno anche il didietro.

(Aggiungo: anni fa andai in vacanza in bellissima città estera. Conobbi degli italiani che vivono colà, mi invitarono a casa, e poi sul terrazzo ad ammirare il panorama del centro storico. Ebbene: l'unico terrazzo con sopraelevazione abusiva e tanto di gazebo di tutto il centro era quello degli italiani!!!!)



Cassandra che citta' del nord Europa era ? I GAZEBO nei climi freddi non li costruiscono proprio, e se un italiano ha nostagia di un sole che vede solamente in cartolina cavoli suoi. In Germania/Olanda/Svezia ti lasciano costruire abusivamente? si, se paghi il burocrate di turno.
Se era al sud europa, SCUSA ma non ti credo perche' i gazebo e pompeiane sono diffusi.

Anni fa andai in vacanza in una bellissima citta' estera e molti avevano il gazebo. Non e' mica un delitto farsi il gazebo, o mettersi la pompeiana ( mio paese perfino le tende antisole fuori dalle finestre sono sottoposto all'ok del comune e dicono che vogliano estendere la regolamentazione anche per gli ombrelloni da giardino )
Ma andiamo... questo bisogno dello stato in qualsiasi piega e meandro fa schifo.... FA VOMITARE... ed alimenta solamente una burocrazia vessatoria ed asfissiante.
Ovviamente il gazebo o la pompeina non devono essere delle costruzioni gigantesche. Le belli arti che tutelano i centri storici mettono sullo stesso piano il centro storico, magari brutto e tutto malfatto, di un qualsiasi paese della pianura padana con la citta' di Venezia. Contenti gli statalisti....

gudarian
Inviato: 10/3/2009 14:08  Aggiornato: 10/3/2009 14:21
Mi sento vacillare
Iscritto: 16/9/2008
Da:
Inviati: 979
 Re: Grandi ville per tutti
@rekit
Quando ti riferisci alla DIA, intendi

DIA: necessaria per interventi di manutenzione straordinaria, risanamento conservativo, opere interne, restauri; si tratta di una dichiarazione in cui si certifica che le opere che si intende eseguire rispettano il regolamento edilizio, il piano regolatore e le leggi in materia e deve essere accompagnata da una relazione tecnica di un professionista abilitato.


Cosa presentare
Almeno 30 giorni prima dell’inizio dei lavori, occorre presentare una Denuncia di inizio attività, a cui deve essere allegata la seguente documentazione:
Relazione asseverata, a firma di un progettista abilitato, circa la conformità delle opere da realizzare a:

Norme tecniche di attuazione per la specifica zona di P.R.G.;
Norme del Regolamento Edilizio;
Norme di sicurezza statica impiantistica ed antincendi;
Regolamento d’igiene e norme sanitarie;
Normativa per il superamento delle barriere architettoniche;
Normativa inerente a vincoli eventualmente esistenti e gravanti sull’immobile oggetto di intervento.
Documentazione sulla legittimità delle preesistenze oggetto d’intervento
Documentazione fotografica sullo stato dei luoghi (ove utile alla descrizione)
Elaborati progettuali in triplice copia contenenti:
stralcio di P.R.G.;
stralcio catastale con individuazione delle particelle interessate;
elementi grafici descrittivi degli interventi ante e post operam, completi di ogni elemento atto ad identificare l’oggetto degli stessi;
relazione descrittiva degli interventi previsti.
Documentazione inerente alla presenza di vincoli e relative autorizzazioni degli Enti preposti alla tutela dei medesimi.
Eventuali ulteriori N.O. richiesti da specifiche normative statali, regionali. provinciali o comunali per le opere previste.

Note
L’Amministrazione Comunale ha la possibilità, entro 60 giorni, di controllare il progetto, di chiedere modifiche, di sospendere i lavori e, se il caso, di chiedere il ripristino. Successivamente alla scadenza del termine, si applicano le sanzioni pecuniarie previste.

Chiaramente questa semplice procedura, con pericolo che l'amministrazione comunale mi cazzi e mi faccia smontare tutto non la ritieni una pastoia burocratica.

La legge non serve a combattere la crisi economica, non risolve il problema della fame nel mondo, risolve qualche problema però a tutte quelli piccole imprese edili che si vedono chiudere gli appalti per via della crisi e che tramite questa leggina, possono ancora lavorare su piccole commesse perchè semplificando le procedure magari qualcuno è invogliato a fare quei lavoretti rimandati da tempo.

Mi rendo conto che sono piccole cose, non cambieranno il mondo, ma sono vicine alle necessità quotidiane delle persone.

Saluti

Per la serie cerca la differenza....

Fico: "Per me Beppe Grillo è patrimonio mondiale dell'umanità come le Dolomiti, la Costiera Amalfitana o la musica".
Biancofiore: «Se fosse possibile, Berlusconi lo farei patrimonio dell'UNESCO".
gudarian
Inviato: 10/3/2009 14:18  Aggiornato: 10/3/2009 14:18
Mi sento vacillare
Iscritto: 16/9/2008
Da:
Inviati: 979
 Re: Grandi ville per tutti
Grande Titano75,
finalmente qualcuno con un pò di buon senso

Citazione:
Internet trovo che sia molto importante.... siti come luogocomune anche.... ma penso che qui bisognerebbe cominciare a maturare... a pensare che nn si può solo sparare a zero così...tanto per.... si facciamolo...è talmente facile e figo... sììì ... fa fighi dire che fa tutto schifo, facciamo la guerra, una rivolta, w l'anarchia, fanculo tutto.... stati uniti via.... economia via..... macchine,petrolio,tv,noi.--- via.... ma via tutto... che ce vole.... anzi... tutti COMUNISTI e tutti per il SOCIALE... ( me sento ancora più figo ).....


purtroppo questo è il modo di pensare di un certo tipo di ideologia e dei suoi principali profeti.

Saluti

Per la serie cerca la differenza....

Fico: "Per me Beppe Grillo è patrimonio mondiale dell'umanità come le Dolomiti, la Costiera Amalfitana o la musica".
Biancofiore: «Se fosse possibile, Berlusconi lo farei patrimonio dell'UNESCO".
redna
Inviato: 10/3/2009 14:21  Aggiornato: 10/3/2009 14:21
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: Grandi ville per tutti
Citazione:
Secondo me bisogna aspettare la fine della crisi per farsi un'idea tra cemento sì-cemento no. Se tutto va bene, il cemento verrà abbandonato.


intanto però sia il Veneto che la Sardegna hanno 'aderito' a questa cementificazione dei soliti noti.

Dopo vedremo quello che rimane.

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
rekit
Inviato: 10/3/2009 14:25  Aggiornato: 10/3/2009 14:25
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/9/2006
Da:
Inviati: 1151
 Re: Grandi ville per tutti
cit:
cioè secondo te, a oggi, chiunque può facilmente aumentare del 20% (!) la cubatura degli edifici in barba al piano regolatore? un conto è aggiungere una veranda o un gabbiotto, un conto è aggiungere interi appartamenti...
A me sembra uno scandalo, come buttar via decenni di sforzi per dare un equilibrio alle città grazie a strumenti complessi come i p.r.g., passandoci sopra tranquillamente un colpo di spugna...
.......................
strumenti complessi come i p.r.g. ti dicono esattamente dove, come e di quanto puoi aumentare il volume, la superficie coperta, l'altezza etc..etc...e in alcune zone di p.r.g. vedrai che normalmente trovi possibilita' di ampliamento anche oltre il 20%....
L'italia, per via del patrimonio storico architettonico che possiede, e' una delle nazioni con le norme piu' limitanti dell'intera galassia.

Sull'equilibrio dato alle citta'......bhe'mi verrebbe da chiederti da che oculista vai che almeno cerco di evitarlo.
L'architettura (quella urbanistica almeno) negli ultimi 50 anni e'stata decisa da architetti con la tessera di partito in tasca, orientati solamente a far intascare soldi a loro stessi e ai politici di turno.

mangog
Inviato: 10/3/2009 14:28  Aggiornato: 10/3/2009 14:30
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 5/1/2007
Da:
Inviati: 2857
 Re: Grandi ville per tutti
Citazione:


Autore: gudarian Inviato: 10/3/2009 14:18:59

Grande Titano75,
finalmente qualcuno con un pò di buon senso

Citazione:
Internet trovo che sia molto importante.... siti come luogocomune anche.... ma penso che qui bisognerebbe cominciare a maturare... a pensare che nn si può solo sparare a zero così...tanto per.... si facciamolo...è talmente facile e figo... sììì ... fa fighi dire che fa tutto schifo, facciamo la guerra, una rivolta, w l'anarchia, fanculo tutto.... stati uniti via.... economia via..... macchine,petrolio,tv,noi.--- via.... ma via tutto... che ce vole.... anzi... tutti COMUNISTI e tutti per il SOCIALE... ( me sento ancora più figo ).....


purtroppo questo è il modo di pensare di un certo tipo di ideologia e dei suoi principali profeti.

Saluti


Profeti di una certa ideologia ? Scommetto che non hanno mai neanche visto una fabbrica per un giorno. O se l'hanno vista hanno fatto di tutto per scapparci via, tentando altre strade ( tipo concorso pubblico ), lasciando entrare in Italia milioni di extracomunitari, con problemi annessi, che guarda caso fanno concorrenza ai dipendenti privati e non ai pubblici, per via della poca padronanza dell'italiano?... Adesso che la crisi lascera' a casa molti italiani, potranno succedere delle incomprensioni.
Berlusconi, che non ho votato, nella prossima campagna elettorale potrebbe rimbambirci tutti ricordandoci che uno di questi profeti si e' portato a casa un milione di euro per ogni ora della Divina Commedia letta in TV.
Altri 2.000.000 di voti persi dalla sinistra...

czar
Inviato: 10/3/2009 14:30  Aggiornato: 10/3/2009 14:30
Mi sento vacillare
Iscritto: 13/2/2009
Da:
Inviati: 313
 Re: Grandi ville per tutti
Se rekit è in grado di fare tutto sempre in 30 gg mi dia i i miei geometri sono delle schiappe, ho alcuni impianti solari fermi da 8 mesi anche di piccola o piccolissima taglia, roba che teoricamente è quasi automatica ma visto che il regolamento edilizio che tu citi spesso è fermo all'epoca dei fenici non contempla niente sui pannelli.
Nel dubbio il comune nega il consenso e allora si ricorre, si va in commissione integrata ecc.
Ho un impianto da 3,5 mq che è stato bloccato per mesi per vincolo paesaggistico e in quel punto sono stati montati condizionatori da 5-6 qt. quando la situazione si è sbloccata il cliente ha rinunciato perchè ormai aveva perso i finanziamenti.
Alcuni comuni per non saper ne leggere ne scrivere hanno vincolato tutto il territorio, così non devono stare a discutere le pratiche.
ci sono state polemiche anche sui giornali per questi atteggiamenti, senza contare quello che ha detto gudarian

e il governo o l'europa stanzano fondi per il solare termico.

redna
Inviato: 10/3/2009 14:33  Aggiornato: 10/3/2009 14:36
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: Grandi ville per tutti
Citazione:
L'architettura (quella urbanistica almeno) negli ultimi 50 anni e'stata decisa da architetti con la tessera di partito in tasca, orientati solamente a far intascare soldi a loro stessi e ai politici di turno.




dovrebbe essere la definitiva soluzione per l'acqua alta a Venezia.
E'stata scartata perchè il Mose l'hanno fatto quelli con la tessera del partito in tasca.....Non si capisce l'ideatore di questa casa che razza di tessera di partito aveva in tasca.
Con una casa del genere la cubatura non è un problema, l'aria è salubre e i pesci non mancano (e adesso non si paga nemmeno l'ICI...)

edit

Citazione:
Berlusconi, che non ho votato, nella prossima campagna elettorale potrebbe rimbambirci tutti ricordandoci che uno di questi profeti si e' portato a casa un milione di euro per ogni ora della Divina Commedia letta in TV.

finchè non sappiamo quanto hanno pagato Benigni per leggere la Divina Commedia...potrebbe essere!

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
Luco
Inviato: 10/3/2009 14:44  Aggiornato: 10/3/2009 14:44
Ho qualche dubbio
Iscritto: 23/3/2008
Da:
Inviati: 286
 Re: Grandi ville per tutti
Citazione:
strumenti complessi come i p.r.g. ti dicono esattamente dove, come e di quanto puoi aumentare il volume, la superficie coperta, l'altezza etc..etc...e in alcune zone di p.r.g. vedrai che normalmente trovi possibilita' di ampliamento anche oltre il 20%


appunto, che senso ha liberalizzare tutte le altre?

Citazione:
L'architettura (quella urbanistica almeno) negli ultimi 50 anni e'stata decisa da architetti con la tessera di partito in tasca, orientati solamente a far intascare soldi a loro stessi e ai politici di turno.


certo, allora visto che hanno già fatto i loro danni, aumentiamoli del 20% indistintamente. Non mi sembra giusto:il fatto che gli strumenti vengano usati male non dovrebbe portare ad ignorarli (ignorando quindi anche quelli buoni, e ce ne sono), quando invece andrebbero migliorati.
Certo dire che ha più senso lasciare la libera iniziativa a geometri e costruttori ci salverà dalla piaga degli architetti tesserati; questa si che è opera di un buon oculista! (tra l'altro il disastro del paesaggio italiano negli ultimi sessant'anni è opera di tutti fuorchè degli architetti, che come saprai hanno prodotto solo una piccola percentuale dell'edificazione in Italia).

Infettato
Inviato: 10/3/2009 14:45  Aggiornato: 10/3/2009 14:45
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 23/11/2006
Da: Roma
Inviati: 1499
 Re: Grandi ville per tutti
Io ho una casa e va bene così.... un altro guadagna 5000€ al mese e scrive qui e va bene così.... altri 10 fanno come cazzo gli pare...e va bene così... altri sono avvelenati per default forse perchè la vita nn gli ha mai risparmiato merda ...e va bene così......

Titano io sto bene, se anche gli altri stanno bene, più siamo e meglio è....

Quindi se si individuano le cause che incidono negativamente nel benessere generale delle persone, non vedo per quale motivo non si debba almeno provare a combatterle.

Roberto

Infettato dal morbo di Ashcroft
---------------------------------------------
Quando ci immergiamo totalmente negli affari quotidiani, noi smettiamo di fare distinzioni fondamentali, o di porci le domande veramente basilari. Rothbard
gudarian
Inviato: 10/3/2009 14:49  Aggiornato: 10/3/2009 14:50
Mi sento vacillare
Iscritto: 16/9/2008
Da:
Inviati: 979
 Re: Grandi ville per tutti
@mangog

non credo che gli siano rimasti 2000000 di elettori con tutte le fregnaccie che hanno fatto finora...


Penso che oltre ad un pugno di grillini (gli ultimo vietcong) non gli sia rimasto poi molto

Saluti

Per la serie cerca la differenza....

Fico: "Per me Beppe Grillo è patrimonio mondiale dell'umanità come le Dolomiti, la Costiera Amalfitana o la musica".
Biancofiore: «Se fosse possibile, Berlusconi lo farei patrimonio dell'UNESCO".
mangog
Inviato: 10/3/2009 16:19  Aggiornato: 10/3/2009 16:19
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 5/1/2007
Da:
Inviati: 2857
 Re: Grandi ville per tutti
Citazione:


Autore: redna Inviato: 10/3/2009 14:33:15

finchè non sappiamo quanto hanno pagato Benigni per leggere la Divina Commedia...potrebbe essere!



6.000.000 DI EURO PER 3 SERATE. E dopo quel piccolo diavolo, amante sopra ogni altra cosa dei soldi, fa pubblicita' alla sinistra?...


Quando hanno messo in rete i redditi degli Italiani, oltre ai milioni di Grillo si sono visti anche i milioni di Benigni.
Per carita' sono felice per loro... ma le fregnacce contro il sistema che li ha fatti diventare cosi' ricchi non le sopporto uscire dalle loro bocche.

sitchinite
Inviato: 10/3/2009 16:21  Aggiornato: 10/3/2009 16:21
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/6/2007
Da: Roma - Pomezia
Inviati: 3270
 Re: Grandi ville per tutti
"questa e'una cazzata, con un D.I.A. (dichiarazione inizio attivita') con 2 o 300 euro chiedi il permesso a fare lavori che vanno dal cambio di colore delle imposte fino all'ampliamento vero e proprio semplicemente protocollando la richiesta e i disegni al tuo comune. Se entro un mese nessuno obbietta puoi partire con i lavori.
Ne avro fatti 2000."

Non é una cazzata... in campagna mia mio padre non sai quanto ha dovuto penare...
La questione del mese é 'se hai fortuna'. A noi per esempio dissero che iniziare senza una risposta definitiva e un foglio in mano non si poteva.

rekit
Inviato: 10/3/2009 16:56  Aggiornato: 10/3/2009 16:56
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/9/2006
Da:
Inviati: 1151
 Re: Grandi ville per tutti
allora, io mi occupo di architettura da 13 anni e qualche pratichetta l'ho fatta.
Con il DIA, (e scaricatevi un modello di richiesta cosi vedete da soli quali sono le opere contemplate nella richiesta DIA) (puo variare da comune a comune....) alleghi il progetto e la autocertificazione degli impiantisti vari (elettricisti, etc..etc..) che i lavori saranno fatti a norma, in piu dichiari chi costruira' l'opera con la sua firma in calce (es: impresa costruttrice f.lli Merda) Ci si mette 10 minuti a compilarlo e protocollarlo in comune.
Se entro un mese non ci sono notifiche da parte del comune puoi partire coi lavori.Si chiama silenzio assenso.
Punto.questa e' la legge.
Se nella vostra esperienza avete avuto a che fare con tecnici incompetenti o peggio in malafede non prendetevela con me.

Se si tratta di lavori in parchi o aree paesaggisticamente protette subentra la sovraintendenza ai beni paesaggistici e li le cose si complicano, le norme si moltiplicano e i tempi si allungano...nella mie esperienze, 5 cascine nel parco del Serio non sono mai andato oltre un anno per il rilascio del benestare.

Cassandra
Inviato: 10/3/2009 17:04  Aggiornato: 10/3/2009 17:06
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 10/5/2006
Da:
Inviati: 1551
 Re: Grandi ville per tutti
mangog:
Citazione:
Non e' mica un delitto farsi il gazebo, o mettersi la pompeiana


Ho precisato sopraelevazione abusiva con gazebo. Il tipo aveva costruito (si, col cemento e i mattoni) un bel "terrazzo superattico" SOPRA il suo terrazzo, da cui si accedeva con ampia scala in muratura, coperto con una copertura a gazebo. Ma aveva costruito un INTERO secondo terrazzo abusivo.

E' più chiaro così? Uff. Ed era l'unico in tutto il centro storico... e ti assicuro che il centro storico era ben visibile da quella torretta panoramica!


(E no, non vi dico la città: sennò cominciate a giudicare con altri parametri che NON sono i nudo fatto che l'italiano era L'UNICO a fare abusivismi).

A tutti quelli che dicono che "solo i ricchi ecc. ecc": niente da commentare sul fatto che come mio marito vuol farsi la verandina, ci saranno altri 60 milioni di sfigati qualsiasi che tireranno su muri, verande e terrazzini magari col fai da te?

PS Per una DIA in zona con vincoli paesaggistici e provincia scrupolosa e fetentissima mi ci sono voluti appena 20 giorni. Certo, che se avessi preteso di farci il villone con piscina riscaldata magari qualche problemuccio...

"Il buon senso c'era; ma se ne stava nascosto,
per paura del senso comune" (Alessandro Manzoni)
igorkk
Inviato: 10/3/2009 17:31  Aggiornato: 10/3/2009 17:31
Ho qualche dubbio
Iscritto: 21/1/2009
Da:
Inviati: 72
 Re: Grandi ville per tutti
perche' bisogna sempre chieder allo stato cosa posso o non posso fare??se mi piace la casa arancio fluorescente, non vedo xche devo farla del colore imposto.Facciamolo pure con le auto allora.Se sto in centro, auto bianca o testa di moro, se sto in campagna , verde in primavera e grigia d'inverno...

slump
Inviato: 10/3/2009 20:40  Aggiornato: 10/3/2009 20:40
Ho qualche dubbio
Iscritto: 8/6/2006
Da:
Inviati: 199
 Re: Grandi ville per tutti
Sono d'accordo con Cedolin ma non del tutto...

Sono d'accordo sul fatto che le scelte governative appaiono improvvisate e
basate su di un concetto prevalentemente "consumistico" di economia,
secondo il quale ciò che va in primo luogo stimolata è la domanda di basso
livello -- e anche questo in maniera raffazzonata (sul problema ambientale
e la collegata "decrescita" la penso diversamente ma qui non è il punto).

Sarei più d'accordo invece su scelte basilari di politica
economica, quali il finanziamento tramite nazionalizzazioni o simili di
grossi gruppi di industria di base (non la FIAT ma sì la Finmeccanica ad
es.) senza fare la lotta ma anzi favorendo ENI ed ENEL nelle loro
politiche economiche verso l'estero e la promozione/costruzione di nuove
attività in ambiti nuovi (tecnologie solari ad esempio come diceva
RedKnight). Ho ancora dubbi sul nucleare. Non sarei contrario a forme di
protezionismo, come stan facendo gli americani quasi in sordina (quando è
forse la decisione più importante presa sinora negli USA oltre ai vari
finanziamenti). Lascerei perdere anche ogni facciata di "libero mercato"
e roba simile. Ho paura che l'Europa si impantani proprio su questo e per
star dietro ad una ideologia trascuri la realtà.

Se le cose sono messe come appaiono si va verso un'economia di guerra
(senza guerre, speriamo): ho la speranza che non sia così ma se invece lo
fosse allora non si può sfuggire ad un ferreo controllo politico (e,
forse, da qualche parte, anche politico/militare) sull'economia.

Il nostro problema è la qualità della politica non l'economia...

Una piccola provocazione: sono contenti i decrescisti, visti i PIL in
calo, e gli ideologi del peak-oil visto il prezzo del petrolio?

"In powerful rain, they laid down their heads to die"
(My Dying Bride)
marcocedol
Inviato: 10/3/2009 22:08  Aggiornato: 10/3/2009 22:08
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 30/6/2006
Da: Torino
Inviati: 1340
 Re: Grandi ville per tutti
Ciao Slump, provo a risponderti

Non essendo un ideologo del peak oil, dal momento che penso il petrolio durerà ancora molto, ti assicuro che il crollo del suo prezzo non mi ha stupito affatto, in quanto proporzionale al crollo della produzione.

Essendo un fautore della decrescita, ti posso invece dire che l'attuale crollo del Pil non mi rende affatto felice. Questo poichè ho scritto innumerevoli volte che non esiste tragedia peggiore di una società basata sulla crescita che non riesce a crescere.
La diminuzione del Pil è auspicabile in una società basata su un modello totalmente diverso (quella della decrescita appunto) i cui fondamenti prescindano dalla crescita economica.

ivan
Inviato: 10/3/2009 23:15  Aggiornato: 10/3/2009 23:58
Sono certo di non sapere
Iscritto: 22/7/2004
Da: Bronx
Inviati: 11520
 Re: Grandi ville per tutti
La lettura dei vari commenti è il saggio alla cartina al toransole del conenso di cui gode l'attuale management della nazione.

Nell'inconscio popolare il messaggio che ha fatto breccia è piu' o meno questo: "ecco, finalmente uno che ha avuto la giusta dose di testosterone per levarci di torno un bel pò di pastoie brurocratiche che non servono a nulla se non a farci perdere tempo e denaro, era ora, finalmente", con tanto di esempio del simpatizzante dell'altro schieramento che parla bene ma razzola male e che comunque trae vantaggio da, con altrettanto esempio che si il mega ponte avrà degli aspetti discutibili ma che alla fine tanta gente ci lavorerà, con, ancora, post polemico verso il menagramo che si ostinava a parlare di cose del tipo sviluppo sostenibile, peak oil et similia :"eccu viditi, il prezzo del greggio crollato è , quindi possiamo continuare come prima e piu' di prima".

Tutto questo avviene perchè si è voluto che ciò avvenise: i termini con cui il progetto della deregulation edilizia sono stati annunciati sono quelli giusti per far credere che la cosa è nell'interesse di tutti, sopratutto dei piu' deboli, anzi, leggevo da qualche parte, non ricordo se qui o su altri forum, che la deregulation porterà addirittura all' abbassamento del prezzo delle case e così tutti, anche i meno fortunati, potranno.

Insomma , la cosa viene vista come un manna dal cielo, ecco finalmente una decisone giusta di cui tutti godremo i frutti.

Insomma, la stessa cosa di uno spot pubblictario: sorrisi e denti bianchi , basta usare la pasta dentifricia giusta, questa, non quella della concorrenza.

E come in tutti gli spot pubblicitari nostrani, c'è un grande assente: la tabella comparativa, quella che dimostra che per davvero con il detersivo della premiata ditta le macchie vanno vie e le camicie son piu' bianche o che le tariffe son per davvero piu' convenienti

Ora, se è pur vero che in ogni caso in tutto il mondo o quasi si va verso la semplificazione degli atti amministrativi, ci sarebbe un attimo da riflettere su cosa sono oggi i nostri paesi, le nostre città, le nostre campagne, le nostre spiagfe, i nostri monti.

In realtà il belpaese è un immenso cantiere da cima a fondo: fare un viaggio per la penisola è fare un viaggio in un immenso cantiere sempre aperto, che non termina mai i sui tormenti: città che crescono, strade che si intrecciano, sottoapassaggi, gallerie, complessi residenziali nuovi, villaggi turistici, porti grandi e piccoli, due e piu' aerporti in ogni provincia, centri storici ripavimentati , ipermercati nuovi con immensi parcheggi, fiumare di auto e camion in ogni ora del giorno e della notte.

E un cielo che sopra la Val Padana che è di uno strano colore marrone.
E un'aria all'uscita di Firenze-scandicci che sa di polvere.
E l'auto che quando la porti a lavare rilascia uno strano pulviscolo nero, appiccicoso.
E i cartelli di alcune agenzie immobiliari che nemmeno espongono piu' i prezzi per non far allontanare i clienti visti i chiari li luna che corrono.

La bolla immobilaire ha portato si ad un aumento dei soldi che girano, ha arricchito tanti, ma ha anche inguiato tanti, che non posono permettersi piu' di nemmeno pensare ad un alloggio di propietà se non hanno la fortuna di avere un buon gruzzoletto da parte. Ha peggiorato la qualità della vita del nostro territorio, che è già diventato una immensa distesa di cemento e catrame e discariche.
I segni della crisi del turismo sono palpabili poi da diversi anni: dove prima ricordo il pieno di gente d'ogni dove, adesso vedo bungalow vuoti.
Gli inglesi, i tedeschi ... e chi li vede piu' in giro ... si qualcuno c'è nei posti migliori, ma non c'è piu' lo scenario di qualche decennio fa, quando era un pullulare di turisti stranieri un pò ovunque.
Mentre alcuni anni fa mi affacciavo dalla finestra e vedevo file di auto con la targa tedesca, mentre prima si fermava sempre qualcuno che in italiano stentato mi diceva "scusi per per la stazionr ?", oggi tutto questo è solo un ricordo.

Il pensiero di uno sviluppo che sia un qualcosa di diverso dalla bolla immobiliare, il pensiero di uno sviluppo che vede nella salvaguardia della natura, dei paesaggi, del terreno lasciato lì, alla natura, senza che si sversi sopra un qualche rifiuto o che ci costruisca qualcosa sopra , il bosco non sventrato per farci le cose piu' strane dalle gare di furoi starda alla villetta abusiva, il mare dove posso fare un bagno senza pagare l'obolo a nessuno e senza che l'acqua sappia di refluo urbano, il pezzo di campagne dove posso fare due passi senza essere assalito dal cane feroce fuggito dalla villa abusiva del solito coatto, son cose che non trovano terreno fertile, son semi che non germinano da queste parti.

Redazione
Inviato: 11/3/2009 7:23  Aggiornato: 11/3/2009 7:24
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Grandi ville per tutti
IGORKK: "se mi piace la casa arancio fluorescente, non vedo xche devo farla del colore imposto."

Se a te non piacesse la casa verde fosforescente, con infissi blu scuro e lampi al neon violastro che hai di fronte, cosa fai?

E' la famosa storia, che la tua libertà (di fare quel cazzo che ti pare) finisce dove comincia quella degli altri (di non doverlo subire).

Se invece vivi da solo in una vallata tutta tua, allora ovviamete fai quello che ti pare.

igorkk
Inviato: 11/3/2009 10:26  Aggiornato: 11/3/2009 10:26
Ho qualche dubbio
Iscritto: 21/1/2009
Da:
Inviati: 72
 Re: Grandi ville per tutti
@redazione
Se a te non piacesse la casa verde fosforescente, con infissi blu scuro e lampi al neon violastro che hai di fronte, cosa fai?

E' la famosa storia, che la tua libertà (di fare quel cazzo che ti pare) finisce dove comincia quella degli altri (di non doverlo subire).

Se invece vivi da solo in una vallata tutta tua, allora ovviamete fai quello che ti pare.



In italia o almeno dalle mie parti neanche in una vallata tutta mia posso far la casa come mi pare.

Da come la metti cmq dovrei anche chieder ai vicini se piace loro la macchina che posteggio sotto casa.De gustibus .Saro' libero d'aver i miei gusti?

rekit
Inviato: 11/3/2009 12:34  Aggiornato: 11/3/2009 12:34
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/9/2006
Da:
Inviati: 1151
 Re: Grandi ville per tutti
cit:
Saro' libero d'aver i miei gusti?
......................
Sei libero di averli, ma non di esercitarli.
Esempio: ho 300000 euro da investire nell'acquisto di una casa, compro la villetta di testa di un complesso di villette a schiera, in un quartiere dove le case sono tutte bianche, rosa pallido o marroncino chiaro, tutto e' secondo i miei gusti....
investo! spendo i 300000 euro e compro la casa.
Arrivi tu, e dopo 2 settimane, nel bel mezzo del quartiere, proprio li dove una magnolia del parchetto ha appena fiorito e dipingi la casa arancione fosforescente a striature viola con i serramenti verde mela!!!

stai certo che vengo a chiederti i 300000 euro indietro, visto che difficilmente ora riusciro a rivendere la casa!
hai mandato in frantumi il sogno che mi ha spinto a fare un'investimento e in piu' hai bloccato il mercato immobiliare del quartiere!
Ovvio che questo e'un caso esagerato, ma se tutti fossero liberi di farsi i cazzi propri (il che include costruire una torretta di avvistamento cetacei proprio in fronte alle finestre del mio soggiorno) gli omicidi sarebbero all'ordine del giorno.

igorkk
Inviato: 11/3/2009 13:44  Aggiornato: 11/3/2009 13:44
Ho qualche dubbio
Iscritto: 21/1/2009
Da:
Inviati: 72
 Re: Grandi ville per tutti
@rekit

la tua descrizione delle villette mi ricorda Edward mani di forbice.
Con la nuova legge cmq si potranno fare sostanziose modifiche da quel che ho capito.La torretta x i cetacei non saprei.
Fatto sta che coloro che vietano al singolo di "esprimere" i personali gusti o la propria creativita', son i primi a far merdate.(x me.poi appunto son gusti)

manneron
Inviato: 12/3/2009 2:40  Aggiornato: 12/3/2009 2:53
Mi sento vacillare
Iscritto: 20/2/2006
Da:
Inviati: 951
 Re: Grandi ville per tutti
Citazione:
Se a te non piacesse la casa verde fosforescente, con infissi blu scuro e lampi al neon violastro che hai di fronte, cosa fai?

a me non piacciono quelle grige cemento che ho di fianco che faccio?
così mi intristiscono se fossero viola magari mi verrebbe da ridere tutte le volte che torno a casa e farebbe un effetto più salutare.
c'è niente da fare, o ci si mette d'accordo su uno standard paesaggistico tipo alto adige o tra fare "schifezze" normali e casette kitsch, preferisco quelle kitsch, almeno quando indichi la strada gli dici gira all'angolo con la casa viola e fermati davanti a quella verde fosforescente. mazzucco sarà abituato all'america, ma qua fa proprio schifo eh!
com'è che quando vado al lago di garda mi diverto a guardare le case e qui a 50km ci sono ste oscenità? come mai là le fanno belle e qui no? perchè là ci si riesce e ci sono poche oscenità e qui invece ci sono solo oscenità? come mai appena esci dalle vicinanze del lago riprendono le oscenità? perchè là campano di turismo e fare una casa oscena vuol dire rovinare il paesaggio e il turista non viene a farti guadagnare e se la devi vendere non vale niente, qui invece fino a qualche anno fa la tua merda di villetta a schiera la vendevi comunque a 250mila euro bella o brutta che fosse e quindi tanto valeva farla brutta. nessuno che comprava si poneva il problema che faceva un poco schifetto e diceva al venditore tientela e impara a fare cose più serie. è il mercato che deve decidere, e se nel mercato ci sono solo idioti che comprano mi sembra giusto che si vendano idiozie. imporre statalmente la bellezza non mi sembra una cosa seria. bisogna smettere di tutelare gli idioti e che siano i vicini a prenderlo per il culo tutte le volte che vedono l'imbecille dalla casa oscena perchè non mi sembra che gli uffici tecnici abbiano fatto gran chè sulla tutela del paesaggio. viceversa intervengono molto se devi mettere i pannelli solari. per qualche strano motivo le sovrintendenze li ritengono brutti e deturpanti il paesaggio anche in posti dove ti guardi attorno e dici: ma che cazzo c'è da deturpare di più?

mangog
Inviato: 12/3/2009 7:57  Aggiornato: 12/3/2009 8:02
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 5/1/2007
Da:
Inviati: 2857
 Re: Grandi ville per tutti
Ci dimentichiamo che uno dei diritti fondamentali e' quello della proprieta', ed ognuno puo' disporre della sua proprieta' come meglio crede*, venderla, regalarla, modificarla ecc ecc. (* dovrebbero esserci degli articoli di legge che regolamentano la distruzione insensata della proprieta' che puo' avere anche finalita' comuni.. ma non li ricordo .. so che non si possono bruciare le banconote ad esempio )
Se io compro una casa e non abito in una zona con dei vincoli particolari, tipo paesetti delle dolomiti o centri storici tutelati dalle belle arti, ho il sacrsosanto diritto di dare il colore che mi pare. Ovviamente prima di comprare la casetta mi informo di eventuali vincoli e se il comune li emana successivamente, ho sempre la possibilita' di cambiare paese, provincia ed infine stato, ricordando di vendere eventualmente la casa.

Avete mai fatto caso alle oscenita' architettoniche di certe costruzione moderne e completamente fuori luogo anche nei centri storici? Colpa dell'archietetto "creativo" o colpa del geometra scemo della citta' o del comune? O colpa mia che non apprezzo la nuova archietettura moderna?

Redazione
Inviato: 12/3/2009 9:45  Aggiornato: 12/3/2009 9:45
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Grandi ville per tutti
MANNERON: "a me non piacciono quelle grige cemento che ho di fianco che faccio?

In quel caso mi sa che sei messo malino…

Puoi sempre provare la Svizzera, dove le villette sono tutte gialline o celestino-rosapallido. Se poi sei senza amici, te ne posso sempre consigliare uno io, molto simpatico. (Fa il giornalista, ma il suo sogno è di diventare doganiere).

A parte gli scherzi, qui siamo di fronte ai soliti problemi di sempre: democrazia, diritto della maggioranza, “gusto comune”… e abuso prolungato di potere.

Sono problemi che si risolveranno solo con la crescita morale degli individui. Finchè si spera che bastino le leggi, per “regolamentare” egoismi e protagonismi, non se ne uscirà mai.

masmarupor
Inviato: 13/3/2009 0:33  Aggiornato: 13/3/2009 0:33
Ho qualche dubbio
Iscritto: 11/1/2006
Da: treviso
Inviati: 64
 Re: Grandi ville per tutti
io vorrei ricavare una mansarda con un abbaino nel sottotetto di casa mia.
solo che sono disoccupato e non ho un centesimo e il mutuo e ormai insostenibile!
che sfiga vero?

ci sono persone che sanno tutto...
e purtoppo e tutto quello he sanno!!!
O.Wilde
masmarupor.blogspot
ivan
Inviato: 13/3/2009 6:56  Aggiornato: 13/3/2009 6:57
Sono certo di non sapere
Iscritto: 22/7/2004
Da: Bronx
Inviati: 11520
 Re: Grandi ville per tutti
Gli effetti della bolla immobbilare ormai sono piu' che tangibili.

Tra le varie conseguenze, c'è anche il cambio dello stile delle abitazioni.

Visto che i costi per per le persone con un reddito normale sono ormai insostenibili, allora le case offerte restringono gli spazi che sono ridotti all'essenziale.

Se ne parla qui:

Citazione:


CASA: SCOMPARE LA STANZA DEDICATA ALLA CUCINA

Le case con una stanza tutta dedicata alla cucina sono in via di estinzione. In media poco più del 10% dei nuovi bilocali sul mercato italiano ha un ambiente separato per i fornelli, per il resto ci si accontenta di un angolo cottura. E' quanto emerge dall'indagine condotta da Immobiliare.it, portale di annunci per case in vendita e in affitto, su 30 mila offerte di nuovi alloggi inserite nel sito da 8 mila agenzie.

Secondo la ricerca è il Nord a guidare la nuova tendenza con il 9% dei bilocali dotato di cucina, la percentuale si alza di un punto al Centro (10%) ed è di tre punti maggiore al Sud (12%). Anche i trilocali spesso fanno a meno di un spazio dedicato per intero ai fornelli: in tutto il Paese gli immobili forniti di un ambiente per cucinare non arrivano al 25%.

La cucina riappare solo nelle abitazioni con più di tre locali. Carlo Giordano, amministratore delegato di Immobiliare.it, spiega, in una nota, come il fenomeno sia causato da una "razionalizzazione degli spazi", che consente di risparmiare a chi acquista.

Inoltre, per Giordano "creare l'angolo cottura permette, a parità di metri quadrati totali, di offrire un appartamento con una stanza in più", visto che la cucina è un ambiente di servizio e non è apprezzata come un vano.





link


Non è cosa da poco, visto che in una casa ci si dovrebeb passare una vita e visto che in una casa, che alla fine è un nido, ci dovrebbe crescere una famiglia.

ivan
Inviato: 13/3/2009 7:05  Aggiornato: 13/3/2009 7:07
Sono certo di non sapere
Iscritto: 22/7/2004
Da: Bronx
Inviati: 11520
 Re: Grandi ville per tutti
Citazione:


io vorrei ricavare una mansarda con un abbaino nel sottotetto di casa mia.
solo che sono disoccupato e non ho un centesimo e il mutuo e ormai insostenibile!


La crisi c'è, ma non è per tutti, come al solito.

C'è invece chi ha ancora lauti profitti:


link


Citazione:


Il fatturato della mafia Spa, sia delle organizzazioni criminali italiane e straniere in Italia, é superiore ai 100 miliardi di euro l'anno. Lo ha detto il ministro dell'Interno, Roberto Maroni, nel corso della trasmissione Radio Anch'io su Radiouno.


igorkk
Inviato: 13/3/2009 17:36  Aggiornato: 13/3/2009 17:36
Ho qualche dubbio
Iscritto: 21/1/2009
Da:
Inviati: 72
 Re: Grandi ville per tutti
io vorrei ricavare una mansarda con un abbaino nel sottotetto di casa mia.
solo che sono disoccupato e non ho un centesimo e il mutuo e ormai insostenibile!
che sfiga vero?




visto che non lavori, approfittane:fatti la mansarda appunto......viene bene pure con una spesa minima o nulla.
Se ti serve colore arancio fosforescente ho io che mi avanza.Te lo regalo eheh

rekit
Inviato: 14/3/2009 12:00  Aggiornato: 14/3/2009 12:00
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/9/2006
Da:
Inviati: 1151
 Re: Grandi ville per tutti
mi ero ripromesso di rispondere meglio e con piu calma, per una volta che ho competenze.....

cit:
@rekit
Quando ti riferisci alla DIA, intendi

DIA: necessaria per interventi di manutenzione straordinaria, risanamento conservativo, opere interne, restauri; si tratta di una dichiarazione in cui si certifica che le opere che si intende eseguire rispettano il regolamento edilizio, il piano regolatore e le leggi in materia e deve essere accompagnata da una relazione tecnica di un professionista abilitato.


Cosa presentare
Almeno 30 giorni prima dell’inizio dei lavori, occorre presentare una Denuncia di inizio attività, a cui deve essere allegata la seguente documentazione:
Relazione asseverata, a firma di un progettista abilitato, circa la conformità delle opere da realizzare a:

Norme tecniche di attuazione per la specifica zona di P.R.G.;
Norme del Regolamento Edilizio;
Norme di sicurezza statica impiantistica ed antincendi;
Regolamento d’igiene e norme sanitarie;
Normativa per il superamento delle barriere architettoniche;
Normativa inerente a vincoli eventualmente esistenti e gravanti sull’immobile oggetto di intervento.
Documentazione sulla legittimità delle preesistenze oggetto d’intervento
Documentazione fotografica sullo stato dei luoghi (ove utile alla descrizione)
Elaborati progettuali in triplice copia contenenti:
stralcio di P.R.G.;
stralcio catastale con individuazione delle particelle interessate;
elementi grafici descrittivi degli interventi ante e post operam, completi di ogni elemento atto ad identificare l’oggetto degli stessi;
relazione descrittiva degli interventi previsti.
Documentazione inerente alla presenza di vincoli e relative autorizzazioni degli Enti preposti alla tutela dei medesimi.
Eventuali ulteriori N.O. richiesti da specifiche normative statali, regionali. provinciali o comunali per le opere previste.

Note
L’Amministrazione Comunale ha la possibilità, entro 60 giorni, di controllare il progetto, di chiedere modifiche, di sospendere i lavori e, se il caso, di chiedere il ripristino. Successivamente alla scadenza del termine, si applicano le sanzioni pecuniarie previste.
............................

Proprio questo!

Analiziamo punto per punto:
DIA: necessaria per interventi di manutenzione straordinaria,

(rifacimento del tetto o degli intonaci della facciata ad esempio).

risanamento conservativo,

(ristrutturazione nella quale sostanzialmente si mantiene inalterato l'aspetto originale dell'immobile)

opere interne,

(sposta un muro, aprire una porta tra cucina e soggiorno....)

restauri;

(Rifacimento cornicioni, fregi in facciata.e 1000 altre eventualita'...)

si tratta di una dichiarazione in cui si certifica che le opere che si intende eseguire rispettano il regolamento edilizio,il piano regolatore e le leggi in materia e deve essere accompagnata da una relazione tecnica di un professionista abilitato.

(un geometra, architetto o ingeniere che si assume la responsabilita' che la casa dopo i lavori non crolli, tanto per intenderci......la relazione in genere occupa 3 o 4 righe sul modulo del DIA)


Cosa presentare:
Norme tecniche di attuazione per la specifica zona di P.R.G.;

(in genere non serve...si presenta il DIA al comune, ovvero lo stesso che ha scritto le norme.....non dovrebbero aver bisogno di promemoria)

Norme del Regolamento Edilizio;

(idem come sopra, ma evidentemente non vogliono perdere tempo a controllare quali norme si vanno a toccare per ogni singolo progettino....comunque...)

Norme di sicurezza statica impiantistica ed antincendi;

(In genere una autocertificazione del progettista che dichiara che tutto e' a norma e' sufficiente)


Regolamento d’igiene e norme sanitarie;

(altra auto certificazione)

Normativa per il superamento delle barriere architettoniche;

(pianta del progetto con l'indicazione grafica dei percorsi accessibili alle carrozzelle invalidi e indicazione di fattibilita' di eventuali rampe, servoscala etc..etc...)

Normativa inerente a vincoli eventualmente esistenti e gravanti sull’immobile oggetto di intervento.

(Ove esistano, vanno dichiarati i vincoli esistenti su un immobile....vicoli storici, artistici, o quant'altro, e va dimostrato tramite i disegni e la relazione che non li si va a toccare)

Documentazione sulla legittimità delle preesistenze oggetto d’intervento

(credo ci si riferisca all'atto di proprieta' dell'immobile)

Documentazione fotografica sullo stato dei luoghi (ove utile alla descrizione)

(qualche fotografia....spesso questo allegato non viene richiesto)

Elaborati progettuali in triplice copia contenenti:
stralcio di P.R.G.;

(copia della mappa prg dell'area interessata)

stralcio catastale con individuazione delle particelle interessate;

(copia della mappa catastale)

elementi grafici descrittivi degli interventi ante e post operam, completi di ogni elemento atto ad identificare l’oggetto degli stessi;

(Disegni, piante prospetti e sezioni dello stato attuale, modificato e comparativo dove vengono senati in giallo le demolizioni e in rosso le nuove opere)

relazione descrittiva degli interventi previsti.

(mi sembra chiaro)

Documentazione inerente alla presenza di vincoli e relative autorizzazioni degli Enti preposti alla tutela dei medesimi.

(gia detto sopra)

Eventuali ulteriori N.O. richiesti da specifiche normative statali, regionali. provinciali o comunali per le opere previste.

(anche qui mi sembra chiaro)

Note
L’Amministrazione Comunale ha la possibilità, entro 60 giorni, di controllare il progetto, di chiedere modifiche, di sospendere i lavori e, se il caso, di chiedere il ripristino. Successivamente alla scadenza del termine, si applicano le sanzioni pecuniarie previste.

(io sono rimasto ai 30 giorni - manco dall'italia da 4 anni- dopo i quali per via del silenzio assenso da parte del comune, uno ha automaticamente l'autorizzazione ad eseguire le opere dichiarate. In genere il tecnico comunale se qualcosa non va nel progetto non lo boccia ma notifica al richiedente dov'e' il problema e ne richiede la correzione)

Chiaramente questa semplice procedura, con pericolo che l'amministrazione comunale mi cazzi e mi faccia smontare tutto non la ritieni una pastoia burocratica.

(giuro che non mi e' mai capitato, ripeto se dopo 30 giorni il comune non apre bocca, io sono autorizzato a fare i lavori.punto)

La legge non serve a combattere la crisi economica, non risolve il problema della fame nel mondo, risolve qualche problema però a tutte quelli piccole imprese edili che si vedono chiudere gli appalti per via della crisi e che tramite questa leggina, possono ancora lavorare su piccole commesse perchè semplificando le procedure magari qualcuno è invogliato a fare quei lavoretti rimandati da tempo.

(non ci capiamo, se vuoi rifare la cantina non chiami l' Impregilo ma il muratore che abita in fondo alla via...e' cosi! la leggina non e' una leggina ma solo uno slogan, perche' la leggina (DIA) esiste da anni e non e' affatto un casino da mettere in pratica e nemmeno costoso.

Mi rendo conto che sono piccole cose, non cambieranno il mondo, ma sono vicine alle necessità quotidiane delle persone.

(no, non sono cose piccole, ma solo slogan e le necessita' quotidiane delle persone sono gia' tutelate dal DIA)


CAPITOLO RIFACIMENTO MANSARDA:
esiste gia una normativa che regolamenta e incentiva il rifacimento di sottotetti (specialmente nei centri storici) per recuperare metri cubi.
Questa normativa affianca i DIA e sostanzialmente lavora in deroga ai DIA stessi per snellire e la prassi per il cambio di destinazione d'uso da sottotetto a spazio abitabile.
Quindi anche qui ci aveva gia' pensato qualcuno prima di Berlusconi.

ARANCIONE FOSFORESCENTE:
In realta, nelle mie zone e' in atto da qualche anno la tendenza a fare fabbricati di colori improbabili appellandosi alla natura storica.
Mi spiego meglio, le casine tipiche del milanese hanno, avevano, colori tipici quali il rosso porpora, l'arancione scuro, il rosso mattone....grazie a questo appiglio storico e' sempre piu' frequente vedere villette o nuovi fabbricati arancioni brillanti o rosso vivo.....a voi le considerazioni di carattere estetico.....



SCUSATE IL MEGA POST.

melandrir
Inviato: 19/3/2009 9:11  Aggiornato: 19/3/2009 9:11
So tutto
Iscritto: 19/3/2009
Da:
Inviati: 1
 Re: Grandi ville per tutti
Citazione:
Ben venga il ponte, la mafia ci guadagnerà ma sicuramente ci saranno tante imprese che forse non chiuderanno e tante persone che non dovranno beneficiare dell'assegno proposto da franceschini ( o forse l'obiettivo è proprio questo?)


La mafia non è l'opera pia delle Suore Orsoline di San Girolamo Somasca,il suo guadagno significa un tenore di vita peggiore per tutti e sofferenza di molte persone.

L'attività mafiosa nell'edilizia:

- Se il suo interesse è verso aziende terze

1 Obbliga il costruttore a comprare materiali presso specifiche ditte fornitrici facendo fallire il principio della libera concorrenza(lo paghi al prezzo che dico io dove dico io)

2 furti di materiali spendibili altrove(che ci frega paga lo Stato)

3 costringe le aziende ad assunzioni immotivate facendo gonfiare il costo del lavoro(come sopra)

4 il pizzo,ovvero il pagamento di bustarelle per non vedersi demolito il cantiere(tali entrate sono la cassa per pagare gli avvocati di chi ha guai con la legge o alimenta altre attività criminali)

-Se l'azienda è controllata direttamente dalla famiglia

1 per risparmiare possono utilizzare materiale scadente e con il tempo possono anche causare catastrofi(case costruite nella metà degli anni 70 sono messe peggio di un muro romano?Verrebbe da chiedersi come mai...)

2 Mettere sotto il cemento immondizia o materiale di scarto che per essere smaltito abbisogna di costose lavorazioni come medicinali o provenienti da fabbricazione chimica(forse riaprono le centrali che risparmio con l'uranio sotto i marciapiedi altro che siti di stoccaggio)

3 gonfiare le fatture(tanto paga lo Stato e tre)

4 non rispettare la regolamentazione per i contratti lavorativi,ovvero lavorare in nero(non sono "abbronzati" come Obama è lo status d'impiego)che ricordo da una sentenza della cassazione essere equiparato alla schiavitù.

5 Non rispettare le regole di sicurezza minime ,l che a volte porta ad incidenti mortali o ferite debilitanti anche in maniera permanente,qui non mi permetto di fare battutine.

6 costruire ossari dove far riposare eternamente "amici" scomodi.

Se le opere devono essere fatte perchè convenienti,sul ponte avrei dubbi sull'utilità,sarebbe auspicabile non intervenissero organizzazioni illecite.
Non è possibile che per salvare posti di lavoro si commettano atti illeciti,non lo si dovrebbe pensare anche solo per riguardo delle famiglie di tutti i lavoratori che hanno avuto incidenti.

Non conosco l'età del signor gudarian o le sue conoscenze in materia,spero solo che questa filippica inframezzata da spunti spiritosi per alleggerire l'argomento lo aiutino a riflettere.

Distinti saluti.


Powered by XOOPS 2.0 © 2001-2003 The XOOPS Project
Sponsor: Vorresti creare un sito web? Prova adesso con EditArea.   In cooperazione con Amazon.it   theme design: PHP-PROXIMA