Informazioni sul sito
Se vuoi aiutare LUOGOCOMUNE

HOMEPAGE
INFORMAZIONI
SUL SITO
MAPPA DEL SITO

SITE INFO

SEZIONE
11 Settembre
Questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego.
 American Moon

Il nuovo documentario
di Massimo Mazzucco
 Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!
 Menu principale
 Cerca nel sito

Ricerca avanzata

TUTTI I DVD DI LUOGOCOMUNE IN OFFERTA SPECIALE


media : Il balletto dei valori
Inviato da Redazione il 23/1/2009 1:50:00 (4850 letture)

La BBC ha fatto sapere che tutti i network britannici, di comune accordo, non manderanno in onda l'appello per aiutare Gaza preparato dal DEC (Disaster Emergency Committee), il “Comitato per l’Emergenza dei Disastri” di cui fanno parte molte organizzazioni umanitarie internazionali.

Nella sua dichiarazione, la BBC dice che "la decisione è stata presa sia per non mettere a rischio la volatile situazione della consegna dei soccorsi umanitari a Gaza, sia per evitare il rischio di compromettere la fiducia del pubblico nell'imparzialità della BBC su questo tipo di notizie”.

La giustificazione potrebbe anche apparire credibile, o perlomeno potrebbe passare per una scusa talmente astuta da risultare incontestabile.

Se però si guarda la questione più a fondo, si scopre che questo DEC è specializzato in appelli post-catastrofe di ogni tipo. Basta andare su youtube, per trovarne una lista davvero impressionante:

Appello per Burma

Appello per il terremoto in India

Appello per la crisi di Goma

Appello per la crisi della Liberia

(...)

Appello per il terremoto dello tsunami

Appello per l'emergenza del Sudan

Appello per l'ex-Jugoslavia

Appello per il Ciad e il Darfour

Appello per la crisi nell'Africa del Sud

Appello per la carestia in Etiopia

Appello per l’alluvione del Bangladesh

Appello per il terremoto in Asia

Appello per il Congo

Appello per l'emergenza in Rwanda

Appello per la crisi del Kosowo

Manca solo l'allagamento del cesso di casa mia, e ci sono tutte.

Sembra quasi che questo DEC funzioni come il “camion-scopa” della Parigi-Dakar, il poderoso mezzo di trasporto che percorre ogni sera il tragitto della tappa disputata, raccattando e portando a casa tutti i piloti e i mezzi che siano rimasti per strada.

In altre parole, il DEC sembra quasi far parte del sistema stesso delle “crisi”, come una specie di appendice che subentra automaticamente ogni volta, facendo scattare quel meccanismo di “compassione” che dona subito alla catastrofe una patina di “ineluttabilità”, e distrae l’attenzione del mondo dalla ricerca degli eventuali responsabili.

"Poverini", dicono tutti, e la cosa finisce lì.

Bisogna infatti notare che la maggior parte di questi appelli è stata messa in onda proprio dalla BBC o dalla ITN, i due network britannici che ieri si sono rifiutati di trasmettere l’appello per Gaza.

Crolla quindi miseramente la scusa di “non voler apparire di parte”, quando almeno la metà di questi appelli riguardava situazioni create da conflitti di tipo politico, e non da disastri ambientali.

Finché si parla dell’alluvione nel Bangladesh, si può anche pensare che non ci sia il rischio di apparire dalla parte del ciclone, ma quando nomini la crisi del Sudan, l'emergenza del Rwanda o la guerra del Kosowo, è chiaro che lì Madre Natura c’entri poco.

Siamo quindi al solito “balletto dei valori”, nel quale si ricorre sistematicamente a quello che torni più utile in quel momento: se la compassione serve a coprire la ricerca dei veri colpevoli, ben venga l’ “appello umanitario”, così preghiamo tutti uniti per quei poveri sfortunati, e non ci preoccupiamo di altre cose.

Se invece si rischia di sollevare lo sdegno mondiale, perchè la colpa dei morti di Gaza sanno tutti dove stia, allora ci si appella al “dovere di essere imparziali”, e ne esci comunque a testa alta.

E’ bello vivere nell’occidente dei valori e delle grandi libertà.

Massimo Mazzucco

Voto: 0.00 (0 voti) - Vota questa news - OK Notizie


Altre news
28/11/2015 10:00:00 - Il nuovo sito è pronto
26/11/2015 19:40:00 - Fulvio Grimaldi a Matrix
24/11/2015 11:00:00 - Caccia russo abbattuto dai turchi
22/11/2015 20:20:00 - Ken O'Keefe: "ISIS = Israeli Secret Intelligence Service"
21/11/2015 21:00:00 - L'uomo che uccise Kennedy
19/11/2015 19:00:00 - La solitudine
18/11/2015 21:21:31 - Vladimir Putin - conferenza stampa al summit del G20
17/11/2015 13:50:00 - Dopo Parigi
15/11/2015 22:30:00 - Commenti liberi
14/11/2015 9:40:00 - À la guerre comme à la guerre
13/11/2015 23:00:00 - Nuovi attentati a Parigi
11/11/2015 19:50:00 - Atleti russi dopati, brutti e cattivi
10/11/2015 19:30:00 - Fini, Grillo, Travaglio - e il giornalismo che non fa i conti con sé stesso
9/11/2015 18:30:00 - "Bag it!" Documentario (Ita)
8/11/2015 9:09:03 - Commenti liberi

I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Autore Albero
Redazione
Inviato: 23/1/2009 2:44  Aggiornato: 23/1/2009 2:44
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Il balletto dei valori
Finora questo appello in rete non l'ho tovato, ma se qualcuno lo vedesse in giro è pregato di segnalarlo.

Grazie.

edo
Inviato: 23/1/2009 8:41  Aggiornato: 23/1/2009 8:42
Sono certo di non sapere
Iscritto: 9/2/2006
Da: casa
Inviati: 4529
 Re: Il balletto dei valori
Aspetto che l'appello venga diffuso da Corradino Mineo o da retequattro? Che schifo.

nosh1t
Inviato: 23/1/2009 9:14  Aggiornato: 23/1/2009 9:14
Ho qualche dubbio
Iscritto: 30/9/2008
Da:
Inviati: 143
 Re: Il balletto dei valori
beh, nel sito ufficiale c'e' http://www.dec.org.uk/item/200

Redazione
Inviato: 23/1/2009 9:23  Aggiornato: 23/1/2009 9:23
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Il balletto dei valori
Nosh1t: Io intendevo il video, quello non riesco a trovare.

clausneghe
Inviato: 23/1/2009 10:42  Aggiornato: 23/1/2009 10:46
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 17/4/2006
Da: nordcentro
Inviati: 1679
 Re: Il balletto dei valori
Citazione:
Siamo quindi al solito “balletto dei valori”,


Diretto dalla solita bacchetta, direi io

Ma a parte questo, non sarà mai possibile vedere una volta applicata la elementare legge del "chi rompe paga"?

Voglio dire, non sarebbe il caso che venisse spiccato da chi di dovere un mandato di cattura internazionale per il gruppo dirigente sionista responsabile dei crimini e del disastro di Gaza?

Dimodo che non appena si azzardano a mettere piede fuori dal loro lercio paese vengano ammanettati.

E condannati a pagare le spese.

Siamo arrivati al punto che il pazzo distruttore canaglia è talmente temuto da poter uccidere , spaccare e avvelenare (anche noi, perchè i fumi malefici delle esplosioni viaggiano in alto e se ne fottono dei confini,che attraversano prima o poi per ricadere anche nei nostri polmoni) senza che nessuno osi chiedergliene conto.

Un bel colpo di teatro che ci farebbe dire "stà davvero cambiando"sarebbe il sentire Obama dire senza se e senza ma
che il massacratore sionista deve pagare, e fino in fondo.

Ma va da sè che queste parole non le udiremo mai, anzi probabilmente ci sentiremo dire anche dal "Profeta abbronzato" che la colpa è dei "terroristi" Palestinesi.

E naturalmente andrà a finire che i danni li pagheranno tutti meno che israele,noi italioti compresi

solenero
Inviato: 23/1/2009 11:06  Aggiornato: 23/1/2009 11:06
Mi sento vacillare
Iscritto: 19/7/2004
Da: Valle Seriana Superiore
Inviati: 846
 Re: Il balletto dei valori
...eggià... La famigerata imparzialità britannica sul conflitto israelo-palestinese...

...E che imparzialità!!!

Ciao
Nico

Lentamente, inesorabilmente, la sabbia del tempo ricopre la mente.
- Frankie hi-nrg MC -
ZORRO
Inviato: 23/1/2009 11:39  Aggiornato: 23/1/2009 11:39
So tutto
Iscritto: 15/1/2009
Da:
Inviati: 16
 Re: Il balletto dei valori
Israele distrugge tutto e il resto del mondo deve ricostruire soccorrere e prestare aiuti umanitari alla povera popolazione.

Ma quando cominceranno a far pagare i danni a chi l'ha causati?
Perchè Israele può distruggere il Libano, Gaza, e poi non pagare niente dei danni procurati (miliardi di dollari) ?
Ma non esiste un diritto Internazionale che impone un risarcimento?
Uno Stato può distruggere case, infrastrutture, ospedali, di un altro Paese senza incorrere in sanzioni?

Non capisco...

Pyter
Inviato: 23/1/2009 12:00  Aggiornato: 23/1/2009 12:00
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/9/2006
Da: Sidonia Novordo
Inviati: 6250
 Re: Il balletto dei valori
ZORRO:
Non capisco.


Visto che i carri armati israeliani non si fermano agli stop e i bambini palestinesi attraversano la strada senza guardare, io darei almeno la colpa 50 e 50.
Paga l'assicurazione.
Il carro armato è ASSICURATO. I palestinesi li ASSICURA Hamas.
Oltretutto, ad essere obiettivi, non ci sono neanche gli stop, che vengono cancellati da Hamas per disorientare il nemico.

"Nessuno ha il diritto di fare quel che desidera, ma tutto è organizzato per il meglio." (Antico decreto reale tolemaico)
kiko76
Inviato: 23/1/2009 12:37  Aggiornato: 23/1/2009 12:37
Ho qualche dubbio
Iscritto: 22/1/2009
Da: Cagliari
Inviati: 59
 Re: Il balletto dei valori
Redazione, citazione:

“Nella sua dichiarazione, la BBC dice che "la decisione è stata presa sia per non mettere a rischio la volatile situazione della consegna dei soccorsi umanitari a Gaza, sia per evitare il rischio di compromettere la fiducia del pubblico nell'imparzialità della BBC su questo tipo di notizie”.”

E’ straordinario come la BBC e il resto cerchino di far passare per una meditata giustificazione questo abominio logico, tuttavia raggiungendo lo scopo, bravi.

Si ha solo l’ammissione diretta che le televisioni sono imparziali nella loro parzialità, cosa che era ben nota, ma ora lo si dice senza pensarci troppo, tanto non c’è contraddittorio. E non siamo nemmeno in Italia…

Clausneghe, citazione:

“Un bel colpo di teatro che ci farebbe dire "stà davvero cambiando"sarebbe il sentire Obama dire senza se e senza ma che il massacratore sionista deve pagare, e fino in fondo.”

Su cosa aspettarsi da Obama si è già scritto tanto, osservo solo che, tuttavia, critiche e complimenti andrebbero espressi dopo che i fatti sono accaduti.

Un fatto appena accaduto è la firma di Barack sul decreto per la chiusura del villaggio vacanze di Guantanamo (qualcuno dirà che, per una Guantanamo che si chiude, ce ne saranno altre due che si aprono da qualche parte). Obama ha, come è stato già sottolineato, il merito e “la faccia tosta” di parlare in modo alquanto semplice e diretto e ciò lo espone da subito al giudizio della gente. Insomma, politicamente e non, sembrerebbe intenzionato a correre dei rischi, cosa che di solito si evita di fare, e trovo che questa sia una piacevole novità. Non mi aspetto che i cannoni verranno caricati con i fiori, ma vedere gli USA smettere di andare in giro a colonizzare il mondo sarebbe, come inizio, un bell’accontentarsi.

redna
Inviato: 23/1/2009 13:22  Aggiornato: 23/1/2009 13:22
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: Il balletto dei valori
Citazione:
Ma quando cominceranno a far pagare i danni a chi l'ha causati? Perchè Israele può distruggere il Libano, Gaza, e poi non pagare niente dei danni procurati (miliardi di dollari) ? Ma non esiste un diritto Internazionale che impone un risarcimento? Uno Stato può distruggere case, infrastrutture, ospedali, di un altro Paese senza incorrere in sanzioni? Non capisco...


I danni causati li hanno forse pagati nella ex jugoslavia gli USA?
gli USA hanno bombardato (e egli europei se ne sono guardati bene dal dire no...) e chi ha pagato (i danni materiali) sono 'gli altri'.
E che diamine, hanno avuto le spese delle armi!
Loro ci hanno messo anche la manovalanza! e dopo sto 'lavoro' dovevano anche pagare i danni?

A Gaza hanno imparato bene come si fa. Nel leggere le notizie di questi giorni dei nostri giornaletti a Gaza ci sono stati quattro petardi per l'insediamento di Obama e qualche casa caduta a causa di qualche fuga di gas.
E potrebbero essere stati gli stessi palestinesi a fare questo:erano d'accordo con Hamas.


Citazione:
Ma non esiste un diritto Internazionale che impone un risarcimento?

se il diritto internazionale è quello dell'ONU....buonanotte!!!!

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
alsecret7
Inviato: 23/1/2009 14:54  Aggiornato: 23/1/2009 14:54
Mi sento vacillare
Iscritto: 11/6/2007
Da:
Inviati: 561
 Re: Il balletto dei valori
prima di tutto bisogna farsi una domanda perche israele fa cosi paura al occidente? perche e tutto li succo del discorso, perche si protegge questo finto stato ad ogni costo? perche politici di tutti i colori e bandiere lo aiutano lo di fendono e lo venerano? io credo che non sia solo lolocausto il problema ce ben altro. di olocausti ce ne sono stati e cenesono ben piu peggiori ma nessuno li nota perche invece il loro e il piu bello? questa e una scusa secondo me ceben altro dietro.

Stefano
Inviato: 23/1/2009 14:57  Aggiornato: 23/1/2009 14:57
Mi sento vacillare
Iscritto: 15/8/2004
Da:
Inviati: 344
 Re: Il balletto dei valori
C'è un'aria interessante in giro. Sarà forse effetto della concentrazione in atmosfera di fosforo, putrescina e cadaverina, che deve avere effetto sugli ultimi neuroni rimasti semi-vivi.

Qualche intellettuale e più di una persona impegnata sul fronte dell'informazione, e molti osservatori, stanno cominciando ad avvicinarsi al problema. Persino Giulietto Chiesa ha domandato apertamente: "Dove stiamo sbagliando?", riferendosi alla comunità dei volenterosi che prova ad opporsi, con idee diverse, alla marea montante.

Conosciamo i dissapori intervenuti tra LC e Megachip, ma credo nessuno negherà a Chiesa e a quei ragazzi la buona volontà e il valore del loro impegno.

Che anche lì qualcuno cominci a proporre di cominciare a guardare criticamente a quello che NOI facciamo, è un buon passo avanti.

Cosa facciamo, noi?

Nella migliore delle ipotesi, analisi critica dell'informazione, fino alla proposta di contro-informazione.

Crediamo in questo nostro impegno. Ci danniamo a tradurre, a leggere tra le righe, a individuare e riunire elementi disconnessi, scovare contraddizioni, capire e spiegare. E poi a informare (o "controinformare").

Come se avessimo a che fare con fatti reali. Come se quello di cui parliamo fosse la realtà, magari filtrata e mascherata, ma comunque la realtà.

Forse è venuto invece il momento di "lasciare andare il morto", e dirci chiaramente che l'informazione non ha proprio nulla a che fare con la realtà, e che il concetto stesso di IN-FORMARE è un atto di creazione di un mondo in sé privo di realtà, e disconnesso dalla vita, un caleidoscopio che ha una sua precisa funzione nel sistema di potere e controllo, o comunque di gestione della società.

Debbo a un amico l'osservazione di una cosa emblematica: durante la I guerra del Golfo, per la prima volta nella storia i media, grazie a una telecamerina montata su uno strumento di morte, ci hanno fornito il PUNTO DI VISTA DELLA BOMBA. La bomba, contemporaneamente, ha ammazzato (un numero indeterminato di iraqeni) e informato (qualche centinaio di milioni di occidentali). Ma gli iraqeni che stavano per essere fatti a brandelli, poi vaporizzati, da quella bomba in diretta, non erano altro che macchioline di luce sul visore elettronico e sugli schermi tv di milioni di persone. 10? 1000? 1.000.000? Non conta: solo macchie di luce su un video.

Vorrei ricollegare questa osservazioni a due cose: il dibattito sul cinismo, che aveva cominciato a uscire fuori quando discutemmo della guerra di Georgia (e lì fu gioco relativamente facile, grazie al fascino esercitato dalla scoperta del mondo dell'informazione in cirillico, e anche alla rozzezza del Saakashvili); e il ruolo dei siti di controinformazione come LC, dai cui forum ogni tanto e sempre più spesso esce il triste sospiro del "Che fare?".

Forse abbiamo imboccato la strada sbagliata. La "distrazione di massa" che va a braccetto con la "distruzione di massa" forse consiste proprio nella diabolica invenzione di questa cornice chiamata informazione (sia essa informazione o controinformazione o parainformazione o...), che rende irreale, e perciò "digeribile" qualsiasi cosa, anche la terza guerra mondiale.

E se in questa orrenda digestione noi abbiamo il compito della bile amara, allora non ne siamo affatto al di fuori: siamo altrettanto "occidente della menzogna", altrettanto parte della menzogna come Pagliara, Riotta o Fede.

Un caro saluto,

Stefano

redna
Inviato: 23/1/2009 16:11  Aggiornato: 23/1/2009 16:34
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: Il balletto dei valori
Citazione:
prima di tutto bisogna farsi una domanda perche israele fa cosi paura al occidente? perche e tutto li succo del discorso, perche si protegge questo finto stato ad ogni costo? perche politici di tutti i colori e bandiere lo aiutano lo di fendono e lo venerano? io credo che non sia solo lolocausto il problema ce ben altro. di olocausti ce ne sono stati e cenesono ben piu peggiori ma nessuno li nota perche invece il loro e il piu bello? questa e una scusa secondo me ceben altro dietro.


la cosa più preoccupante è proprio che qualcuno protegge il finto stato.
Protegge un territorio grande come un fazzoletto e sette milioni di abitanti ; praticamente una regione italiana tipo la toscana.
Ora mi chiedo perchè mai la toscana dovrebbe avere un 'potente' servizio segreto e le armi nucleari quando basterebbe solo che il resto del territorio si muovesse contro e nel giro di poco sarebbero circondati.
Perchè appunto nessuno ha mai pensato a questo di tutti i paesi che ci sono intorno? per paura? ma allora, all'inizio non c'erano armi nucleari e non tutti gli appoggi di ora.
A meno che non consideraimo gli arabi dei rincoglioniti.
Perchè appunto si è andati avanti a mattanze di palestinesi come se nulla fosse e rimane del tutto palese, in sede internazionale, la politica di di israele i di sterminio?
Credo che sia che sul sionismo si è innestato l'ebraismo e quindi il sionismo sconfina con il terzo tempio per gli ebrei. Sarà la paura dei rabbini, la vendetta del dio degli eserciti ( o di chssà chi) che prende le menti di tutti?

****
Publilio Siro: La paura non ha mai portato nessuno alla vetta.
****

edit
Gerusalemme - Infopal. Ventidue giorni di genocidio a Gaza hanno fatto salire l'indice di gradimento verso il partito di destra Likud e il suo leader, Benjamin Netanyahu.

Il prossimo 10 febbraio si svolgeranno, infatti, le elezioni parlamentari in Israele, e dai sondaggi diffusi dal quotidiano Maariv, il Likud otterrebbe "28 seggi" alla Knesset, mentre il partito di centro-destra Kadima "24", il Laburista "16" e il fondamentalista religioso Shas "9".

1300 morti e oltre 5000 feriti palestinesi "offerti" dal laburista Ehud Barak, ministro della Difesa, e dalla ministra degli Esteri Tzipi Livni, leader di Kadima, all'altare delle elezioni israeliane sembrano non siano stati sufficienti per l'elettorato dell'"unica democrazia del Medio Oriente". Evidentemente, la maggioranza degli israeliani sembra privilegiare un politico in particolare, Netanyahu, che invoca da tempo una "guerra totale" contro la Striscia affamata e assediata, che rifiuta la creazione di un qualsivoglia stato-banthustan palestinese, e per il quale gli insediamenti, illegali, sono espressione dei "valori del sionismo".

In realtà, durante le tre settimane di crimini di guerra israeliani contro Gaza, i sondaggi si sono mostrati favorevoli a Livni e Barak, ma, evidentemente, l'effetto-morti è durato poco, e l'estremismo del Likud, con al suo interno un'ala di coloni oltranzisti, piace molto agli israeliani.


Citazione:
1300 morti e oltre 5000 feriti palestinesi "offerti" dal laburista Ehud Barak, ministro della Difesa, e dalla ministra degli Esteri Tzipi Livni, leader di Kadima, all'altare delle elezioni israeliane sembrano non siano stati sufficienti per l'elettorato dell'"unica democrazia del Medio Oriente". Evidentemente, la maggioranza degli israeliani sembra privilegiare un politico in particolare, Netanyahu, che invoca da tempo una "guerra totale" contro la Striscia affamata e assediata, che rifiuta la creazione di un qualsivoglia stato-banthustan palestinese, e per il quale gli insediamenti, illegali, sono espressione dei "valori del sionismo".



François Voltaire: La paura segue il crimine, ed è la sua punizione.

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
clausneghe
Inviato: 23/1/2009 16:55  Aggiornato: 23/1/2009 16:55
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 17/4/2006
Da: nordcentro
Inviati: 1679
 Re: Il balletto dei valori
Citazione:
prima di tutto bisogna farsi una domanda perche israele fa cosi paura al occidente?


Mah!

Faccio notare come solo per "puro caso" oggi si sia verificato uno sgozzamento di bambini (sempre loro!) in Belgio, capitale Eu sempre solo per puro caso, e da dove, ancora per puro caso, qualche giorno fà era partita la richiesta di un gruppo di avvocati belgi, di arrestare la T. Livni che stava arrivando per spiegare non si sa cosa all'Europa...

Chi tocca israele muore, e anche chi gli sta vicino, sembra mandare a dire il loro minacciosio Moloch Torahzinico, che magari serba in un cantuccio un manipolo di dormienti trattati a Mk Ultra e pronti all'uso quando qualcuno non informato o disattento osa deragliare

Paolo69
Inviato: 23/1/2009 17:02  Aggiornato: 23/1/2009 17:02
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 1/7/2004
Da:
Inviati: 1173
 Re: Il balletto dei valori
Dio che noia questo articolo cinico e nichilista

Descartes
Inviato: 23/1/2009 17:27  Aggiornato: 23/1/2009 17:32
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 21/6/2006
Da: Christ = Sun God
Inviati: 1087
 Re: Il balletto dei valori
Citazione:

Autore: clausneghe Inviato: 23/1/2009 16:55:41

Chi tocca israele muore


Ci sono due lobby che non possono essere toccate: quella ebraica e quella islamica. Nessuno può fare film che criticano il sionismo, e nessuno può fare film che criticano il fondamentamentalismo islamico (Theo van Gogh ci ha provato, l'hanno fatto fuori subito). Queste due Lobby hanno entrambe due cose in comune e che le rendono letali: soldi a palate (dalla finanza ebraica o dai sauditi) e una religione fondamentalista che li tiene uniti anche in terra straniera impedendogli di integrarsi con le comunità in cui si insediano.

E la cosa davvero orrenda è che la massoneria, in particolare la cupola inglese (che è nemica di entrambe le lobby), invece di fermarle le spinge l'una contro l'altra secondo la classica strategia Brezinsky, lasciando che a soffrire siano i civili innocenti.

Siamo di fronte ad un gioco di potere a tre dove la verità e la vita umana sono sacrificabili sullo scacchiere del mondo, in cui ancora una volta la religione si rivela lo strumento chiave per la manipolazione delle masse.

trotzkij
Inviato: 23/1/2009 17:42  Aggiornato: 23/1/2009 17:42
Sono certo di non sapere
Iscritto: 18/9/2006
Da:
Inviati: 3704
 Re: Il balletto dei valori
La BBC e l'ITN fanno il loro mestiere; sono coerenti, che dici mai Massimo?

L'appello per il Darfur, vuol dire bombardiamo Karthoum,
L'appello per il Kosovo, voleva dire bombardiamo Belgrado
L'appello per il Myanmar, vuol dire rovesciamo il governo di Yangoon

Perciò, visto che i britishmen sono amici di Tel Aviv, perchè mai dovrebbero fare passare un appello per Gaza, vorrebbe dire 'condannare Tel Aviv', e giustamente, secondo la loro neolingua del bispensiero istituzionalizzato.
Nessuno, nel 'mondo civilizzato e idealistico' dell'occidente, vorrebbe una cosa barbara come bombardare, embarghizzare o invadere un povero e piccolo paese innocente, umanitario, democratico e che si difende da orde selvagge, come Israele.
Ma dove si sono viste mai queste cose?!?

I complotti non esistono, ... tranne quando ci sono
kataclisma
Inviato: 23/1/2009 17:59  Aggiornato: 23/1/2009 17:59
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/12/2008
Da:
Inviati: 325
 Re: Il balletto dei valori
Citazione:
io credo che non sia solo lolocausto il problema ce ben altro. di olocausti ce ne sono stati e cenesono ben piu peggiori ma nessuno li nota perche invece il loro e il piu bello? questa e una scusa secondo me ceben altro dietro.

Non esistono massacri più "belli" di altri, fanno tutti ugualmente orrore, quindi piuttosto che chiedersi perchè si ricorda quello nazista si dovrebbe cercare di capire perchè se ne ignorano altri.
In ogni caso anche se non so se ci siano stati e ci siano momenti peggiori di quelli in questione nè credo valga la pena fare una scala di valori, anche io mi sono chiesto ultimamente perchè l'olocausto ebraico sia di gran lunga la nefandezza umana più ricordata e commemorata.
La risposta forse potrebbe essere però un po' più semplice del solito e gettonatissimo complotto per il quale qualche pazzoide vuole utilizzare quello scempio per, in qualche maniera, impadronirsi dell' universo.
Forse è perchè è un massacro avvenuto nella civilissima europa ed è stato perpetrato con una scientificità e determinazione assolutamente incredibili per qualunque essere umano.
Che poi qualcuno possa in qualche modo cercare di far leva sull' emotività per avvantaggiarsene in qualche modo, potrebbe anche essere plausibile, ma è comunque tutto da dimostrare.

Citazione:
Faccio notare come solo per "puro caso" oggi si sia verificato uno sgozzamento di bambini (sempre loro!) in Belgio, capitale Eu sempre solo per puro caso, e da dove, ancora per puro caso, qualche giorno fà era partita la richiesta di un gruppo di avvocati belgi, di arrestare la T. Livni che stava arrivando per spiegare non si sa cosa all'Europa...

Infatti...lo sapete che l'altro giorno il nipote del cognato del figlio illeggittimo di mio fratello è morto per una strana forma di orticaria, ma il fatto inquietante è che mio fratello qualche giono prima per puro caso aveva espresso perplessità sul comportamento di israele in palestina...chissà cosa ci sarà sotto...

E' preferibile essere ottimisti e avere torto, piuttosto che pessimisti e aver ragione.
Einstein
Pyter
Inviato: 23/1/2009 18:11  Aggiornato: 23/1/2009 18:11
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/9/2006
Da: Sidonia Novordo
Inviati: 6250
 Re: Il balletto dei valori
kataclisma:
Infatti...lo sapete che l'altro giorno il nipote del cognato del figlio illeggittimo di mio fratello è morto per una strana forma di orticaria, ma il fatto inquietante è che mio fratello qualche giono prima per puro caso aveva espresso perplessità sul comportamento di israele in palestina...chissà cosa ci sarà sotto...

Probabilmente sotto ci sono dei tunnel dove nessuno è mai potuto penetrare, misteriosi e nascosti, dove avvengono loschi traffici di armi, camuffati con il traffico di ortiche.

"Nessuno ha il diritto di fare quel che desidera, ma tutto è organizzato per il meglio." (Antico decreto reale tolemaico)
clausneghe
Inviato: 23/1/2009 18:12  Aggiornato: 23/1/2009 18:12
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 17/4/2006
Da: nordcentro
Inviati: 1679
 Re: Il balletto dei valori
Citazione:
Infatti...lo sapete che l'altro giorno il nipote del cognato del figlio illeggittimo di mio fratello è morto per una strana forma di orticaria, ma il fatto inquietante è che mio fratello qualche giono prima per puro caso aveva espresso perplessità sul comportamento di israele in palestina...chissà cosa ci sarà sotto...


kataclisma, se devi cojonare cerca di essere più originale..

kataclisma
Inviato: 23/1/2009 18:25  Aggiornato: 23/1/2009 18:25
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/12/2008
Da:
Inviati: 325
 Re: Il balletto dei valori
Citazione:
kataclisma, se devi cojonare cerca di essere più originale..

Effettivamente in quanto a fantasia alcune considerazioni che leggo battono di gran lunga le mie cojonate.

E' preferibile essere ottimisti e avere torto, piuttosto che pessimisti e aver ragione.
Einstein
redna
Inviato: 23/1/2009 18:52  Aggiornato: 23/1/2009 19:20
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: Il balletto dei valori
Citazione:
Chi tocca israele muore, e anche chi gli sta vicino, sembra mandare a dire il loro minacciosio Moloch Torahzinico, che magari serba in un cantuccio un manipolo di dormienti trattati a Mk Ultra e pronti all'uso quando qualcuno non informato o disattento osa deragliare


ma anche la dabenaggine di noi tutti che per paura dei rabbini e dei loro 'metodi' (tipo sharon...) lasciamo massacrare innocenti.

Israele è solo una pezzetto di terra con pochi abitanti, finchè non ce le renderemo conto non ne usciremo più.
E più se ne parla più se ne fa pubblicità che non fa altro che rafforzare certi elementi.
Israele non era ancora tale quando è andato in palestina. Erano solo quattro coloni criminali assoldati dai sionisti

.dal dizionario: olocausto = sacrificio, martirio, dono, offerta.

sacrificio = a chi
martirio = di chi
dono = chi è stato a donare
offerta = a quale dio

edit

Citazione:
Effettivamente in quanto a fantasia alcune considerazioni che leggo battono di gran lunga le mie cojonate.

sta attento !!! in mezzo a tanta fantasia ci potrebbe essere anche una mezza verità...Le cojonate sono cojonate e basta.

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
Sertes
Inviato: 23/1/2009 18:52  Aggiornato: 23/1/2009 18:52
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 9236
 Re: Il balletto dei valori
Salve a tutti, forse ho un consiglio per chi voglia affrontare e discutere questo argomento con amici / parenti / conoscenti.
Il mare di propaganda contraria non lo potete fermare, ma nemmeno deviare: è troppo potente. Al massimo possiamo prendere una bella tavola e cavalcare l'onda, e portare lo sguardo degli astanti dove vogliamo noi.

Mi spiego meglio: nell'articolo sulla TAV si diceva sostanzialmente "come affrontare l'argomento e difendere le ragioni NO-TAV se pure Report ha fatto una marchetta spudorata PRO-TAV?"
Un utente ha detto: "io cerco di far ragionare sul costo dell'impresa, perchè un discorso sui soldi lo capiscono tutti"

Bene, allora ricordiamoci la unanime bocciatura del regnante "Saddam Hussein", persona che si è macchiata di crimini immondi quali lanciare armi a gas contro la minoranza di Curdi che viveva in una porzione del suo paese.

Ok, Israele non ha mai riconosciuto lo stato Palestinese, o mi sbaglio? Ha lanciato armi al fosforo su una città dove abita una minoranza etnica, o mi sbaglio? Allora in cosa il leader israeliano è diverso da Saddam Hussein? Anche per Saddam i curdi erano terroristi, a sentir lui. E di prove ne poteva inventare quante ne voleva, direi.

Cioè cavalchiamo l'onda della propaganda partendo da preconcetti universalmente riconosciuti, mostrando un parallelo tra ciò che accade oggi e ciò che abbiamo già etichettato negativamente anni fa.

E soprattutto non cadiamo nel tranello di fare il paragone Nazisti->Israeliani da cui Israeliani->Palestinesi: ci si tira addosso l'etichetta di Antisemiti/Negazionisti/Neofascisti. Abbiamo Saddam e gli anni di propaganda che gli hanno costruito sopra, per affrontare un dibattito.

Quando dici le cose come stanno, stai sulle palle a tanta gente
redna
Inviato: 23/1/2009 19:10  Aggiornato: 23/1/2009 19:15
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: Il balletto dei valori
Citazione:
Bene, allora ricordiamoci la unanime bocciatura del regnante "Saddam Hussein", persona che si è macchiata di crimini immondi quali lanciare armi a gas contro la minoranza di Curdi che viveva in una porzione del suo paese.


i crimini attribuiti non sono del tutto chiari. Non è nemmeno detto che sia anche vero.
Il crimine immondo di saddam è meglio del crimine degli USA che hanno ucciso tanti iracheni per esportare la 'loro' democrazia, quando in iraq saddam era stato eletto dal popolo?
L'unanime bocciatura, non è per nulla unanime. E'stata unilaterale per arrrivare poi a destabilizzare tutto il medioriente.


Citazione:
Ok, Israele non ha mai riconosciuto lo stato Palestinese, o mi sbaglio?

non esiste uno stato palestinese, ma la palestina che è un territorio di cui qualcuno si è apprpriato, grazie alla comunità internazionale che guardava dall'altra parte e 'non vedeva'.


Citazione:
Ha lanciato armi al fosforo su una città dove abita una minoranza etnica, o mi sbaglio? Allora in cosa il leader israeliano è diverso da Saddam Hussein?

il leader israeliano è circonciso, è stato benedetto dai rabbini e il dio degli eserciti è la sua guida.
Non è diverso dagli altri, lui si crede tale.


Citazione:
Cioè cavalchiamo l'onda della propaganda partendo da preconcetti universalmente riconosciuti, mostrando un parallelo tra ciò che accade oggi e ciò che abbiamo già etichettato negativamente anni fa.

l'onda della propaganda è forse dire che stanno manipolando i fatti in modo che a Gaza non ci sia stato nulla ...?!
Non tutti hanno etichettato negativamente quello che è successo anni fa.
Chi ha etichettato negativamente sono stati quelli che armi alla mano sono andati in Iraq dove nessuno li aveva mai voluti.
Pertanto noto con dispiacere che si guarda SOLO a quello che scrivono i mass media. Poi ci si fa di tutta un erba un fascio e si fanno ...paralleli.


Citazione:
E soprattutto non cadiamo nel tranello di fare il paragone Nazisti->Israeliani da cui Israeliani->Palestinesi: ci si tira addosso l'etichetta di Antisemiti/Negazionisti/Neofascisti.

il paragone non lo hanno tenuto in vita quelli dei musei dell' oloausto ebraico?
Qualsiasi etichette possono essere smontate. E se si conosce il significato vero delle parole 'olocausto' dovrebbe essere cambiato con altro, e l'antisemitismo non è quello che si pensa sia.

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
Sertes
Inviato: 23/1/2009 19:42  Aggiornato: 23/1/2009 19:42
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 9236
 Re: Il balletto dei valori
@redna: che sia tutto vero o tutto falso o una via di mezzo, non m'importa: volevo solo spiegare come rendere più efficace un messaggio volgendo in positivo il condizionamento mentale negativo cui siamo soggetti da anni. Forse non avevi colto il senso del mio intervento? O quelle che hai segnato sarebbero le eventuali obiezioni che un interlocutore mi farebbe?

Quando dici le cose come stanno, stai sulle palle a tanta gente
giordie
Inviato: 23/1/2009 19:44  Aggiornato: 23/1/2009 19:44
So tutto
Iscritto: 27/11/2008
Da:
Inviati: 4
 Re: Il balletto dei valori
beh ragazzi se la notizia che hanno dato con tanto di immaggini è vera obama ha fatto chiudere guantanamo tg tre delle sette e mezza
di stasera

Pyter
Inviato: 23/1/2009 20:30  Aggiornato: 23/1/2009 20:30
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/9/2006
Da: Sidonia Novordo
Inviati: 6250
 Re: Il balletto dei valori
redna:
sta attento !!! in mezzo a tanta fantasia ci potrebbe essere anche una mezza verità...Le cojonate sono cojonate e basta.

Oltre a non capire (o far finta) quello che dicono gli altri, risponde anche per "conto terzi".

"Nessuno ha il diritto di fare quel che desidera, ma tutto è organizzato per il meglio." (Antico decreto reale tolemaico)
Pyter
Inviato: 23/1/2009 20:49  Aggiornato: 23/1/2009 20:49
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/9/2006
Da: Sidonia Novordo
Inviati: 6250
 Re: Il balletto dei valori
Perchè chiudere Guantanamo?
C'erano delle infiltrazioni d'acqua?

"Nessuno ha il diritto di fare quel che desidera, ma tutto è organizzato per il meglio." (Antico decreto reale tolemaico)
redna
Inviato: 23/1/2009 22:27  Aggiornato: 23/1/2009 22:37
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: Il balletto dei valori
Beirut, 18:12
GUANTANAMO: EX DETENUTO DIVENTA CAPO AL QAEDA IN YEMEN
C'e' gia' un ostacolo sulla strada verso la chiusura di Guantanamo annunciata da Barack Obama. Il New York Times ha rivelato che uno degli ex detenuti e' ora uno dei capi di al Qaeda nello Yemen alimentando le preoccupazioni dei parlamentari repubblicani si sono gia' espressi contro l'iniziativa. Saild Ali al-Shihri, sospettato di essere coinvolto nell'attentato contro l'ambasciata americana a Sana'a, era stato espulso nel 2007 verso l'Arabia Saudita dove era stato sottoposto al programma di riabilitazione per jihadisti. Meno di un anno dopo, pero', il suo nome e' spuntato su un sito fondamentalista che lo indica come vicecapo del ramo yemenita della rete terroristica di Osama bin Laden. Fonti dell'antiterrorismo hanno confermato che si tratta della stessa persona. "La lezione e' chiara" ha detto al NYT una fonte governativa, "chiunque accolga ex prigionieri di Guantanamo deve tenerli d'occhio". Il Pentagono ha annunciato che decine di ex prigionieri sono tornati alla jihad, ma e' un dato accolto con scetticismo dagli esperti. Sul sito web, Shihri viene chiamato con il nome di battaglia di Abu Sayyaf e si afferma che si e' unito agli jihadisti dieci mesi fa, ossia quando, terminato il programma di riabilitazione, e' scomparso da casa, ha lasciato l'Arabia Saudita e ha raggiunto lo Yemen. Shihri, 35 anni era stato addestrato alle tattiche di guerriglia urbana in un campo a nord di Kabul. Due settimane dopo gli attacchi dell'11 settembre aveva raggiunto l'Afghnaistan via Bahrein e Pakistan. Ferito in un bombardamento aereo, era rimasto per un mese e mezzo in un ospedale pachistano. Secondo i documenti raccolti su di lui dal Pentagono era tornato in Afghanistan grazie a un gruppo di estremisti iraniani per uccidere uno scrittore colpito da una fatwa.


(23 gennaio 2009)
fonte. repubblica.it

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
baciccio
Inviato: 24/1/2009 0:42  Aggiornato: 24/1/2009 0:42
Mi sento vacillare
Iscritto: 30/1/2006
Da: Genova
Inviati: 536
 Re: Il balletto dei valori
Citazione -"Non esistono massacri più "belli" di altri, fanno tutti ugualmente orrore, quindi piuttosto che chiedersi perchè si ricorda quello nazista si dovrebbe cercare di capire perchè se ne ignorano altri.
In ogni caso anche se non so se ci siano stati e ci siano momenti peggiori di quelli in questione nè credo valga la pena fare una scala di valori, anche io mi sono chiesto ultimamente perchè l'olocausto ebraico sia di gran lunga la nefandezza umana più ricordata e commemorata".

L'intoccabilità di Israele deriva dall'olocausto ma, da cosa deriva l'intoccabilità dell'olocausto?

zioluther
Inviato: 24/1/2009 3:16  Aggiornato: 24/1/2009 3:16
So tutto
Iscritto: 30/5/2008
Da: Rurale
Inviati: 8
 Re: Il balletto dei valori
E io che pensavo fosse una sorta di sacrificio umano disumano...
che sciocchino che sono!

Citazione:
"Maronn dell incoroneite!" - (Lino Banfi)
superava
Inviato: 24/1/2009 5:35  Aggiornato: 24/1/2009 5:35
Mi sento vacillare
Iscritto: 28/8/2008
Da: Riolo Terme
Inviati: 416
 Re: Il balletto dei valori
Le tv sn imparziali quando gli tirano il culo a loro.

Non solo in italia dipendono dal potere e fanno quello che vogliono loro.ma anche in america,gran bretagna, francia, spagna, germania ecc..
Cambia sl la percentuale, ma quando c'è da remare remano...sempre e comunque. Siamo solo fortunati che ci sono ancora giornalisti che fanno ancora il loro lavoro quindi siamo ancora in grado cercandocele le notizie in internet, nei trafiletti dei giornali, nei libri di informarci.

zioluther
Inviato: 24/1/2009 9:15  Aggiornato: 24/1/2009 9:15
So tutto
Iscritto: 30/5/2008
Da: Rurale
Inviati: 8
 Re: Il balletto dei valori
Ci vorrebbero più vigili!
Anche i pensionati però...

Citazione:
"Maronn dell incoroneite!" - (Lino Banfi)
kataclisma
Inviato: 24/1/2009 14:39  Aggiornato: 24/1/2009 14:39
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/12/2008
Da:
Inviati: 325
 Re: Il balletto dei valori
Citazione:
L'intoccabilità di Israele deriva dall'olocausto ma, da cosa deriva l'intoccabilità dell'olocausto?

Ma intoccabilità in che senso? Perchè si sente la necessità di dover negare o cmq ridimensionare l'olocausto per poter condannare un comportamento sbagliato compiuto dai discendenti di quelli che quell'olocausto hanno subito? Non ce n'è alcun bisogno. Nessuna nefandezza subita può giustificare una nefandezza compiuta, se non nell'atto di difendersi, e cmq ci sarebbe da discutere anche su questo.
Non vi rendete conto che cercare in tutti i modi di negare o ridimensionare le crudeltà subite dagli ebrei fa solo il gioco di quelli che si vogliono far scudo di quella tragedia passata per compiere ulteriori crudeltà nel presente? E come dire: gli ebrei non hanno alcun diritto di fare quello che gli pare nel mondo perchè l'olocausto non è mai avvenuto oppure non è stato così terribile. E allora dall'altra parte basta dimostrare che invece è avvenuto ed è stato tremendo, cosa alquanto semplice, che automaticamente ogni nefandezza gli è permessa.
Bisognerebbe invece battersi per affemare che, indipendentemente da razza religione o crudeltà subite, nessuno ha il diritto di prevaricare angariare, sterminare o sfruttare gli altri, perchè solo questo messaggio farebbe dissolvere quello scudo lordo di sangue dietro il quale qualcuno si potrebbe celare per compiere misfatti indisturbato.

E' preferibile essere ottimisti e avere torto, piuttosto che pessimisti e aver ragione.
Einstein
baciccio
Inviato: 24/1/2009 15:34  Aggiornato: 24/1/2009 15:34
Mi sento vacillare
Iscritto: 30/1/2006
Da: Genova
Inviati: 536
 Re: Il balletto dei valori
CITAZIONE “Bisognerebbe invece battersi per affemare che, indipendentemente da razza religione o crudeltà subite, nessuno ha il diritto di prevaricare angariare, sterminare o sfruttare gli altri, perchè solo questo messaggio farebbe dissolvere quello scudo lordo di sangue dietro il quale qualcuno si potrebbe celare per compiere misfatti indisturbato”
Quoto totalmente queste parole
Invece sulle sottostanti ho grosse riserve.
Citazione: “Non vi rendete conto che cercare in tutti i modi di negare o ridimensionare le crudeltà subite dagli ebrei fa solo il gioco di quelli che si vogliono far scudo di quella tragedia passata per compiere ulteriori crudeltà nel presente? E come dire: gli ebrei non hanno alcun diritto di fare quello che gli pare nel mondo perchè l'olocausto non è mai avvenuto oppure non è stato così terribile. E allora dall'altra parte basta dimostrare che invece è avvenuto ed è stato tremendo, cosa alquanto semplice, che automaticamente ogni nefandezza gli è permessa”.
Devo precisare che quel “ voi” è fuori posto, perché il destinatario della replica che ho preso in esame sono soltanto io, baciccio. Detto questo,Il problema è che, per quanto ne so, che la parte degli assertori dell’olocausto non ha ancora dimostrato che l’olocausto , nei termini comunemente noti, sia realmente accaduto. Questo è il punto. “Il 21 febbraio '79 "Le Monde" pubblica la dichiarazione detta dei trentaquattro storici. L'hanno redatta Vidal-Naquet e Léon Poliakov. Tra i firmatori, molti, per avallare l'oscurantistica pronuncia secondo la quale "non v'è, non puö esservi [!] dibattito sulle camere a gas", incorrono nell'aggravante di uscire dal loro specifico settore di competenza”. Se si condivide il senso delle parole che ho virgolettate, allora non bisogna chiedersi come l’olocausto possa essere accaduto: è accaduto perché è accaduto.

redna
Inviato: 24/1/2009 16:11  Aggiornato: 24/1/2009 16:13
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: Il balletto dei valori
Citazione:
Non vi rendete conto che cercare in tutti i modi di negare o ridimensionare le crudeltà subite dagli ebrei fa solo il gioco di quelli che si vogliono far scudo di quella tragedia passata per compiere ulteriori crudeltà nel presente?

ma sarebbe altresì interessante che SI SAPESSE REALMENTE il perchè dell'olocausto che, mi pare di capire, per molti rimane un mistero.


Citazione:
E come dire: gli ebrei non hanno alcun diritto di fare quello che gli pare nel mondo perchè l'olocausto non è mai avvenuto oppure non è stato così terribile.

idem come sopra


Citazione:
E allora dall'altra parte basta dimostrare che invece è avvenuto ed è stato tremendo, cosa alquanto semplice, che automaticamente ogni nefandezza gli è permessa.

se è avvenuto ed è stato tremendo non esisterà un benchè MINIMO motivo.


Citazione:
Bisognerebbe invece battersi per affemare che, indipendentemente da razza religione o crudeltà subite, nessuno ha il diritto di prevaricare angariare, sterminare o sfruttare gli altri, perchè solo questo messaggio farebbe dissolvere quello scudo lordo di sangue dietro il quale qualcuno si potrebbe celare per compiere misfatti indisturbato.

questo lo sapevano sia i nazisti che hanno fatto i lager e anche gli israeliani che hanno fatto i campo profughi e hanno fatto di gaza un posto per compiere un massacro.
====


Citazione:
Se si condivide il senso delle parole che ho virgolettate, allora non bisogna chiedersi come l’olocausto possa essere accaduto: è accaduto perché è accaduto.

eh già!
è accaduto e nessuno si è MAI chiesto seriamente il PERCHE' possa essere accaduto.

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
kataclisma
Inviato: 24/1/2009 16:47  Aggiornato: 24/1/2009 16:47
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/12/2008
Da:
Inviati: 325
 Re: Il balletto dei valori
Citazione:
Devo precisare che quel “ voi” è fuori posto, perché il destinatario della replica che ho preso in esame sono soltanto io, baciccio.

Non è fuori posto il voi in quanto, anche se il discorso è partito da una replica ad un tuo post specifico, le considerazioni che ho fatto erano rivolte a tutti quelli si sbattono per cercare di dimostrare che l'olocausto è una balla o cmq è stato più che un massacro sistematico e pianificato, soltanto una ammazzatina casuale di qualche ebreo passato di lì per caso.

Citazione:
Detto questo,Il problema è che, per quanto ne so, che la parte degli assertori dell’olocausto non ha ancora dimostrato che l’olocausto , nei termini comunemente noti, sia realmente accaduto. Questo è il punto. “Il 21 febbraio '79 "Le Monde" pubblica la dichiarazione detta dei trentaquattro storici. L'hanno redatta Vidal-Naquet e Léon Poliakov. Tra i firmatori, molti, per avallare l'oscurantistica pronuncia secondo la quale "non v'è, non puö esservi [!] dibattito sulle camere a gas", incorrono nell'aggravante di uscire dal loro specifico settore di competenza”. Se si condivide il senso delle parole che ho virgolettate, allora non bisogna chiedersi come l’olocausto possa essere accaduto: è accaduto perché è accaduto.

Evidentemente non mi sono spiegato.
Non mi voglio mettere a discutere sulla veridicità o meno dell'olocausto nei termini in cui lo abbiamo studiato a scuola, o almeno non in questa sede. Voglio dire che continuare su questa linea quando si sta parlando di tutt' altro, e cioè di ingiustizie presenti e non passate, non serve a sostenere la causa di chi queste ingiustizie le sta subendo ora. Anzi potrebbe solo fare il gioco di chi si vorrebbe invece colpire, è talmente evidente questa cosa che spesso tale tecnica è utilizzata proprio a questo fine...a buon intenditor poche parole...

Citazione:
Redna: Citazione:
se è avvenuto ed è stato tremendo non esisterà un benchè MINIMO motivo.
ma sarebbe altresì interessante che SI SAPESSE REALMENTE il perchè dell'olocausto che, mi pare di capire, per molti rimane un mistero.

In linea generale non mi meraviglierei troppo se le motivazioni siano veramente quelle conosciute da tutti, e se anche potrebbe essere interessante approfondire la questione, quello che volevo dire, ancora una volta lo ripeto, è che è sbagliato se non controproducente affrontare la questione quando si sta parlando di altro, come se la veridicità o meno, o le motivazioni nascoste, dell' olocausto possano in qualche modo influenzare la realtà attuale, cosa che invece non deve essere, qualunque sia la realtà di 60 anni fa. A meno che il reale obiettivo di certi discorsi non sia quello evidente ma un altro...

Citazione:
Redna: se è avvenuto ed è stato tremendo non esisterà un benchè MINIMO motivo.

Un benchè minimo motivo per cosa?

E' preferibile essere ottimisti e avere torto, piuttosto che pessimisti e aver ragione.
Einstein
redna
Inviato: 24/1/2009 20:17  Aggiornato: 24/1/2009 20:17
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: Il balletto dei valori
Citazione:
ancora una volta lo ripeto, è che è sbagliato se non controproducente affrontare la questione quando si sta parlando di altro, come se la veridicità o meno, o le motivazioni nascoste, dell' olocausto possano in qualche modo influenzare la realtà attuale, cosa che invece non deve essere, qualunque sia la realtà di 60 anni fa.


la veridictà o meno, o le cose nascoste non sarebbero tali se avessimo sottomano documenti secretati, non credi?
Certamente quello che è successo 60 anni fa è successo e basta.
Resta il fatto che fosse successo e fosse finita li non ci sarebbe nemmeno il giorno della memoria. O almeno, il giorno della memoria resterebbe solo per quelli che hanno vissuto questo e non per tutti (anche gli altri che hanno altre religioni, intendo).
Penso che il dolore per le varie stragi che ci sono state durante la seconda guerra mondiale è anch'esso un dolore che però non ha un giorno specifico.

Citazione:
Redna: se è avvenuto ed è stato tremendo non esisterà un benchè MINIMO motivo.

Un benchè minimo motivo per cosa?


c'è sempre un motivo per tutto e nulla è per caso.


C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
kataclisma
Inviato: 24/1/2009 20:36  Aggiornato: 24/1/2009 20:36
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/12/2008
Da:
Inviati: 325
 Re: Il balletto dei valori
Citazione:
la veridictà o meno, o le cose nascoste non sarebbero tali se avessimo sottomano documenti secretati, non credi?

Non posso far altro che constatare che non mi so esprimere o che tu non leggi interamente i miei post, però sinceramente non ce la faccio a ripetere per l'ennesima volta quello che volevo dire, anche perchè meglio di come l'ho scritto non sarei comunque in grado di farlo.

Citazione:
Certamente quello che è successo 60 anni fa è successo e basta.
Resta il fatto che fosse successo e fosse finita li non ci sarebbe nemmeno il giorno della memoria. O almeno, il giorno della memoria resterebbe solo per quelli che hanno vissuto questo e non per tutti (anche gli altri che hanno altre religioni, intendo).
Penso che il dolore per le varie stragi che ci sono state durante la seconda guerra mondiale è anch'esso un dolore che però non ha un giorno specifico.

A parte che penso si commemorino tutti gli anni e in tutti gli stati i caduti della seconda guerra mondiale, ma mi spieghi cosa c'è di male a commemorare un evento così tragico? Esistono giornate mondiali per praticamente qualsiasi ca...ta. Oltretutto nessuno ti obbliga a commemorare un bel niente chi lo vuole fare lo fa, sia ebreo musulmano, cattolico o ateo.
Perchè invece di sbatterti tanto contro l'olocausto, non ti adoperi per portare alla luce tutti gli eventi, più o meno gravi di esso, che continui a citare, e magari per organizzare qualche giorno della memoria anche per altre vittime innocenti?

E' preferibile essere ottimisti e avere torto, piuttosto che pessimisti e aver ragione.
Einstein
redna
Inviato: 24/1/2009 20:46  Aggiornato: 24/1/2009 20:57
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: Il balletto dei valori
Citazione:
Oltretutto nessuno ti obbliga a commemorare un bel niente chi lo vuole fare lo fa, sia ebreo musulmano, cattolico o ateo.

certamente. Ma non c'è ancora una giornata musulmana, che io sappia che commemori qualcosa anche qui da noi.



Citazione:
Perchè invece di sbatterti tanto contro l'olocausto, non ti adoperi per portare alla luce tutti gli eventi, più o meno gravi di esso, che continui a citare, e magari per organizzare qualche giorno della memoria anche per altre vittime innocenti?

perchè non ti rendi conto che sono imposte per leggi certe cose e non altre?
perchè non ti rendi conto che non si può nemmeno più parlare e scrivere liberamente, malgrado l'articolo 21?

non ci vuole molto a capire questo e conseguentemente a capire che certe cose si possono dire e altre no.
-----
Blaise Pascal : La forza governa il mondo, non l'opinione: tuttavia è l'opinione che si serve della forza.


C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
kataclisma
Inviato: 24/1/2009 21:09  Aggiornato: 24/1/2009 21:09
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/12/2008
Da:
Inviati: 325
 Re: Il balletto dei valori
Citazione:
certamente. Ma non c'è ancora una giornata musulmana, che io sappia che commemori qualcosa anche qui da noi

Vabbè ho capito che viviamo su due pianeti diversi, ma come è possibile non capire un concetto tanto semplice? Due ingiustizie non fanno una giustizia...non so più in che lingua dirlo...

Citazione:
perchè non ti rendi conto che sono imposte per leggi certe cose e non altre?
perchè non ti rendi conto che non si può nemmeno più parlare e scrivere liberamente, malgrado l'articolo 21?

non ci vuole molto a capire questo e conseguentemente a capire che certe cose si possono dire e altre no

Ma dove credi di vivere nel Cile di Pinochet? Ma dai facciamo i seri, ci saranno determinati filoni che hanno più potere e quindi più risonanza di altri...ma nessuno ti metterà mai in galera o peggio per aver espresso una opinione, fino a prova contraria sono i musulmani che hanno ammazzato e minacciano di ammazzare persone che esprimono giudizi contrari all' islam.

E' preferibile essere ottimisti e avere torto, piuttosto che pessimisti e aver ragione.
Einstein
redna
Inviato: 24/1/2009 23:20  Aggiornato: 24/1/2009 23:20
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: Il balletto dei valori
SMISURATA PREGHIERA di F. De Andrè

Alta sui naufragi
dai belvedere delle torri
china e distante sugli elementi del disastro
dalle cose che accadono al disopra delle parole
celebrative del nulla
lungo un facile vento
di sazietà di impunità

Sullo scandalo metallico
di armi in uso e in disuso
a guidare la colonna
di dolore e di fumo
che lascia le infinite battaglie al calar della sera
la maggioranza sta la maggioranza sta
recitando un rosario
di ambizioni meschine
di millenarie paure
di inesauribili astuzie

Coltivando tranquilla
l'orribile varietà
delle proprie superbie
la maggioranza sta
come una malattia
come una sfortuna
come un'anestesia
come un'abitudine
per chi viaggia in direzione ostinata e contraria

col suo marchio speciale di speciale disperazione
e tra il vomito dei respinti muove gli ultimi passi
per consegnare alla morte una goccia di splendore
di umanità di verità

per chi ad Aqaba curò la lebbra con uno scettro posticcio
e seminò il suo passaggio di gelosie devastatrici e di figli
con improbabili nomi di cantanti di tango
in un vasto programma di eternità

ricorda Signore questi servi disobbedienti
alle leggi del branco
non dimenticare il loro volto
che dopo tanto sbandare
è appena giusto che la fortuna li aiuti
come una svista
come un'anomalia
come una distrazione
come un dovere


Kataclisma siccome mi sono stufata ho messo questo testo di de Andrè.Spero almeno che tu capisca perchè l'ho scritto.Non si sa mai (almeno spero...)

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
kataclisma
Inviato: 25/1/2009 10:59  Aggiornato: 25/1/2009 10:59
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/12/2008
Da:
Inviati: 325
 Re: Il balletto dei valori
Citazione:
Kataclisma siccome mi sono stufata ho messo questo testo di de Andrè.

Beh io mi ero stufato almeno 3 post fa di ripetere sempre le stesse cose, eppure ci ho provato fino alla fine a farmi capire. Non ho iniziato indovinelli canori, tralaltro dimostrando di nuovo di non aver capito il senso del mio discorso...

Citazione:
Spero almeno che tu capisca perchè l'ho scritto.Non si sa mai (almeno spero...)

Se lo avessi scritto io sarebbe perchè aborro qualsiasi violenza e prevaricazione e sono dalla parte del più debole, e lo sono sempre oggi come 60 anni fa.
Visto che lo hai scritto tu, in risposta a non so quale parte dei miei post precedenti che in alcun modo sono in contrasto con le parole di De Andrè, sinceramente ci vorrebbe uno sforzo immaginativo troppo grande, che non ho alcuna voglia di fare visto il tuo modo di "ragionare".

E' preferibile essere ottimisti e avere torto, piuttosto che pessimisti e aver ragione.
Einstein
redna
Inviato: 25/1/2009 11:36  Aggiornato: 25/1/2009 12:07
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: Il balletto dei valori
la maggioranza sta la maggioranza sta
recitando un rosario
di ambizioni meschine
di millenarie paure
di inesauribili astuzie

Coltivando tranquilla
l'orribile varietà
delle proprie superbie
la maggioranza sta
come una malattia
come una sfortuna
come un'anestesia
come un'abitudine
per chi viaggia in direzione ostinata e contraria


la maggioranza sta come come una malattia, come una sfortuna, come un' ANESTESIA....Buona anestesia Kataclisma e mi raccomando non guardare al di la di quello vedi.

edit
Medio Oriente: uccise le prospettive di pace. Trattare con Hamas come punto fermo

Scritto da Miriam Bolaffi

“Con l'offensiva su Gaza, Israele ha ucciso le prospettive di pace”. A esprimersi in questo modo non è uno qualsiasi ma il principe Turki al-Faisal, eminente membro della famiglia reale saudita in una intervista pubblicata ieri dal Financial Times.
Ma il principe va oltre, perché ipotizza una rottura dei rapporti con gli Stati Uniti quando afferma che “a meno che la nuova amministrazione Usa non faccia dei passi decisivi per impedire ulteriori sofferenze ai palestinesi, il processo di pace, le relazioni tra Usa e Arabia Saudita e la stabilità della regione sono a rischi”. Non c'è che dire, una bella tegola sulla testa di Barack Omama all'indomani del suo insediamento.
E' chiaro che il principe saudita si riferisce all'atteggiamento tenuto dal nuovo presidente americano il quale sembra non discostarsi tanto da quello tenuto dal suo predecessore nei confronti di Hamas. Una chiusura pressoché totale a qualsiasi trattativa.
Il problema che americani e israeliani continuano a non capire, non si sa quanto volontariamente, è che senza uno straccio di trattativa con Hamas non si raggiungerà mai la pace in Medio Oriente, questo è un dato di fatto. Se la trattativa si vuole fare per interposta persona, va bene, purché qualcosa ci sia. Escludere Hamas da qualsiasi iniziativa significa continuare con i fallimenti, significa continuare con il conflitto e, a meno che non sia questa la strategia di Washington e di Gerusalemme, qualcosa occorre cambiare.
Immagino già la sollevazione che queste mie parole provocheranno nei duri e puri filo-israeliani, convinti come sono che con Hamas non si debba trattare, gli stessi che ieri gioivano quando le motovedette israeliane hanno impedito, sparando ad altezza d'uomo, ai pescherecci palestinesi di prendere il mare per portare un po' di pesce alla popolazione affamata, gli stessi che gioiscono per le “eclatanti vittorie di Tsahal” conseguite sparando nel mucchio della povera gente. Eppure se si vuole arrivare alla pace (se si vuole) l'unica strada è quella che passa per Hamas.
Ricordo benissimo quando, sempre i duri e puri, dicevano che con l'OLP non si doveva trattare. Ricordo il disprezzo per Yasser Arafat, l'unico terrorista che abbia mai vinto il Nobel per la Pace. Anche allora come oggi chi non vuole la pace ha bisogno di un nemico, meglio se estremamente pericoloso e magari legato allo spauracchio dell'Iran. C'è nessuno che ha visto armi iraniane a Gaza durante questo conflitto? Non è che le armi iraniane hanno fatto la stessa fine dei gas nervini di Saddam?
Torno a ripetere un concetto caro a tutti noi: se si vuole arrivare alla pace in Medio Oriente il popolo palestinese deve presentarsi unito, ma in quell'unione non può esserci una sola parte, per di più minoritaria e corrotta (Fatah), ci deve essere anche Hamas. Diversamente la pace non arriverà mai se non con la conquista totale della Palestina da parte di Israele e spero proprio che non sia questa l'intenzione degli israeliani.
Miriam Bolaffi
fonte: secondoprotocollo.org

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
so_tutto
Inviato: 25/1/2009 11:59  Aggiornato: 25/1/2009 11:59
Ho qualche dubbio
Iscritto: 1/1/2009
Da:
Inviati: 122
 Re: Il balletto dei valori
La vispa Teresa
avea tra l’erbetta
A volo sorpresa
gentil farfalletta
E tutta giuliva
stringendola viva
gridava distesa:
"L’ho presa! L’ho presa!".

A lei supplicando
l’afflitta gridò:
"Vivendo, volando
che male ti fò?
Tu sì mi fai male
stringendomi l’ale!
Deh, lasciami! Anch’io
son figlia di Dio!".

Teresa pentita
allenta le dita:
"Va', torna all'erbetta,
gentil farfalletta".
Confusa, pentita,
Teresa arrossì,
dischiuse le dita
e quella fuggì.

A buon intenditor...

kataclisma
Inviato: 25/1/2009 13:06  Aggiornato: 25/1/2009 13:06
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/12/2008
Da:
Inviati: 325
 Re: Il balletto dei valori
Stavo per lasciar perdere perchè è davvero avvilente discutere con qualcuno che non cerca nemmeno di capire quello che l'interlocutore vuole esprimere prima di decidere se è daccordo o meno.
Sinceramente non so memmeno io perchè sto ancora qui a rispondere e a cercare di far passare il mio messaggio, forse è perchè sono ostinato e controcorrente, e perchè mi dispiacerebbe che le mie parole fossero interpretate da chi legge come quelle che potrebbe dire un esponente del popolo bue. Non mi dispiacerebbe per me stesso, ma perchè in questo modo un messaggio che credo sia molto importante per guardare la realtà con l'equilibrio necessario ad una sua corretta interpretazione, passerebbe invece come quello dell' ingenua vispa teresa. La presunzione di aver capito tutto, di avere tutte le risposte è forse la principale fonte di ignoranza (Socrate docet), a buon intenditor...
Citazione:
la maggioranza sta come come una malattia, come una sfortuna, come un' ANESTESIA....Buona anestesia Kataclisma e mi raccomando non guardare al di la di quello vedi.

Seguire la corrente, la maggioranza, è certamente un' ottima anestesia, e non ci voleva l'ottimo De Andrè, che per me resta un cantante e un poeta ma non certo un guru, per scoprirlo.
Quello che è un po' più difficile da comprendere ed è più subdolo come oppio, come inganno, è che, andare dalla parte opposta a quella della maggioranza, per partito preso e con i paraocchi è un'anestesia forse ancora più efficace, perchè ti fornisce anche l'illusione di andare invece dalla parte giusta solamente perchè vai dalla parte opposta a quelli che evidentemente stanno sbagliando.
Quindi a differenza tua che mi auguravi di rimanere nel mio presunto sogno anestetico e di continuare a non andare oltre quello che vedo, io ti auguro, Redna, un pronto risveglio e di continare ad andare oltre la superficie della realtà ma cercando di non attraversarla completamente rischiando così di vederne solo un riflesso distorto.
E ancora di più ti auguro di sviluppare la capacità di ascoltare gli altri cercando di rimanere sufficientemente lucida da poter avere un vero scambio di opinioni, sempre utile anche con chi ha idee diverse dalle proprie se fatto nel modo corretto, evitando così di trasformare qualsiasi discorso in uno scontro a testa bassa.

E' preferibile essere ottimisti e avere torto, piuttosto che pessimisti e aver ragione.
Einstein
redna
Inviato: 25/1/2009 14:37  Aggiornato: 25/1/2009 14:42
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: Il balletto dei valori
Citazione:
Non mi dispiacerebbe per me stesso, ma perchè in questo modo un messaggio che credo sia molto importante per guardare la realtà con l'equilibrio necessario ad una sua corretta interpretazione, passerebbe invece come quello dell' ingenua vispa teresa.

in un forum libero le incursioni sono molte e distolgono a volte dal vero nocciolo dl problema. Se lo si fa ad arte non lo posso dire.Certamente per qualcosa si farà, non credi?


Citazione:
Seguire la corrente, la maggioranza, è certamente un' ottima anestesia, e non ci voleva l'ottimo De Andrè, che per me resta un cantante e un poeta ma non certo un guru, per scoprirlo.

l'ottimo De Andrè è capace di mettere le parole giuste.,
La mia firma vuole dire questo. Il linguaggio è fondamentale.
Se non diamo valore al linguaggio è meglio abbandonare la tastiera.
Poi se qualcuno considera De Andrè un guru è un'altra faccenda.Personalmente è riuscito a scrivere in pochi versi molto e questo non è talento di tutti.



Citazione:
Quello che è un po' più difficile da comprendere ed è più subdolo come oppio, come inganno, è che, andare dalla parte opposta a quella della maggioranza, per partito preso e con i paraocchi è un'anestesia forse ancora più efficace, perchè ti fornisce anche l'illusione di andare invece dalla parte giusta solamente perchè vai dalla parte opposta a quelli che evidentemente stanno sbagliando.

nessun partito, nessun paraocchi.
L'anestesia è quella dei mass media, delle tv e dei giornalini nostrani.
Tutto qui.
I paraocchi ci sono quando si dice che il passato è meglio lasciarlo perdere e che non può influenzare la nostra vita attuale.
Errore. Nessuno errore del passato non influenza il futuro.
Quello che facciamo ora è un futuro che avranno senza dubbio i nostri figli o nipoti. Le scelte di ora sono il futuro.
Non dimentichamolo mai. Perchè siamo sempre noi i fauturi del nostro futuro. E la responsabilità è SOLO nostra.



Citazione:
E ancora di più ti auguro di sviluppare la capacità di ascoltare gli altri cercando di rimanere sufficientemente lucida da poter avere un vero scambio di opinioni, sempre utile anche con chi ha idee diverse dalle proprie se fatto nel modo corretto, evitando così di trasformare qualsiasi discorso in uno scontro a testa bassa.

La capacità di ascoltare gli altri è parallela alla capacità degli altri di voler essere ascoltati. Se mi si propone la versione ufficiale (o della maggioranza) dei fatti e non mi sento d'accordo resto della mia opione anche a testa bassa.
Il modo corretto l'ho indicato. Il modo corretto è sapere come sono andate in realtà le cose di cui si parla.Ho anche detto che i documenti importanti sono secretati.Ho anche detto che qualcuno aveva degli interessi.
La canzone di De Andrè (e la preghiera insita) è stata messa per far capire che la minoranza deve avere un dio di giustizia al di sopra che la possa proteggere. Una preghiera 'smisurata' cioè senza alcuna misura, senza che qualcuno la misuri perchè appunto vada a destinazione.
Ad un certo punto ognuno deve scegliere.
Chi l'anestesia della maggioranza, chi la protezione del dio che ama la giustizia. Chi va a testa bassa è evidente che è il secondo.Con l'anestesia non si sente nè dolore e la sofferenza delle persone e il secondo rivolge gli occhi in alto. Che è sempre meglio del sangue e delle 'infinite' battaglie.

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
kataclisma
Inviato: 25/1/2009 15:51  Aggiornato: 25/1/2009 15:51
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/12/2008
Da:
Inviati: 325
 Re: Il balletto dei valori
Citazione:
in un forum libero le incursioni sono molte e distolgono a volte dal vero nocciolo dl problema. Se lo si fa ad arte non lo posso dire.Certamente per qualcosa si farà, non credi?

Infatti sono assolutamente daccordo con te (e si leggeva tra le righe in un paio di miei post precedenti, non sarà questo che ti ha spinto a cercare di gettare fumo nella discussione?) e ci sono tanti modi per farlo...

Citazione:
nessun partito, nessun paraocchi.
L'anestesia è quella dei mass media, delle tv e dei giornalini nostrani.

I paraocchi sono paraocchi sia per chi segue i mass media sia per chi vi si oppone senza criterio.

Citazione:
...Ad un certo punto ognuno deve scegliere.
Chi l'anestesia della maggioranza, chi la protezione del dio che ama la giustizia. Chi va a testa bassa è evidente che è il secondo.Con l'anestesia non si sente nè dolore e la sofferenza delle persone e il secondo rivolge gli occhi in alto. Che è sempre meglio del sangue e delle 'infinite' battaglie.

A testa bassa come la vacca al macello ci va sia chi non si fa domande e accetta tutto quello che accetta la maggioranza, sia chi si accoda alla minoranza che per "ripicca" si oppone e nega qualunque cosa sia anche solo lontanamente attribuibile alla maggioranza...
Io infatti cerco di non procedere mai a testa bassa nè in un verso nè nell'altro, ma cerco di mantenere sempre la testa ben ritta e gli occhi sbarrati per potermi formare un' idea il più libera possibile da ogni condizionamento, e questo è il senso di tutto quello che ho detto finora.
Perciò se quello che ti preme è soltanto "vincere" la tenzone verbale cercando di estrapolare nel mio discorso cose che non ho mai detto nè pensato, ti lascio volentieri l'ultima parola, tanto sono convinto che ormai se c'è qualcuno che ha seguito la discussione ed era interessato a quello che volevo dire, possa aver avuto modo di farlo nonostante il tuo tentativo di confusione idraulica...non sono qui per insegnare nulla a nessuno, non sono così presuntuoso, quindi chi non vuole capire, capisca pure quello che gli pare...

E' preferibile essere ottimisti e avere torto, piuttosto che pessimisti e aver ragione.
Einstein
redna
Inviato: 25/1/2009 16:17  Aggiornato: 25/1/2009 17:10
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: Il balletto dei valori
Citazione:
I paraocchi sono paraocchi sia per chi segue i mass media sia per chi vi si oppone senza criterio.


chi sa le cose sta zitto. A meno che tu non creda che effettivamente nessuno sappia di certo come stanno esattamente le cose (senza pensare a quello che dicono i mass media e a quelli che si oppongono a loro).
Nulla è bianco o nero.
Esiste anche - fra minoranza e maggioranza - una terza via.
Alcuni la conoscono, altri no. Chi NON la conosce dice che non esiste.
E allora, a meno che non si rienti nella terza via, i paraocchi sono per tutti .
Ma ho scritto molto e con questo chiudo.


Citazione:
tanto sono convinto che ormai se c'è qualcuno che ha seguito la discussione ed era interessato a quello che volevo dire, possa aver avuto modo di farlo nonostante il tuo tentativo di confusione idraulica...non sono qui per insegnare nulla a nessuno, non sono così presuntuoso, quindi chi non vuole capire, capisca pure quello che gli pare...


ulteriore motivo per lasciarti alle tue convinzioni.

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)

Powered by XOOPS 2.0 © 2001-2003 The XOOPS Project
Sponsor: Vorresti creare un sito web? Prova adesso con EditArea.   In cooperazione con Amazon.it   theme design: PHP-PROXIMA