Informazioni sul sito
Se vuoi aiutare LUOGOCOMUNE

HOMEPAGE
INFORMAZIONI
SUL SITO
MAPPA DEL SITO

SITE INFO

SEZIONE
11 Settembre
Questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego.
 American Moon

Il nuovo documentario
di Massimo Mazzucco
 Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!
 Menu principale
 Cerca nel sito

Ricerca avanzata

TUTTI I DVD DI LUOGOCOMUNE IN OFFERTA SPECIALE


11 settembre : Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
Inviato da Redazione il 13/5/2008 9:51:49 (16954 letture)

Apparsa qualche giorno fa la notizia del “Gruppo Undicisettembre” riguardanti i presunti rottami di AA77: pare infatti che, non-si-sa-dove, non-si-sa-quando e non-si-sa-perché siano saltate fuori delle foto che “metterebbero a tacere quello che ormai sta diventando il mistero del XXI secolo”.

Pare infatti (secondo il sito “11-SETTEMBRE”) che al Pentagono, un uomo addetto ai lavori per lo sgombero delle macerie dell’aereo piombato, secondo la Commissione Indipendente per l’11 Settembre nel ministero della difesa a stelle e strisce, abbia fotografato… si signori: i resti di American Airlines 77!!

Ma vediamo prima di analizzare le fotografie così come ci vengono presentate dalla redazione del sito 11-settembre:

Questa è la prima immagine che notiamo. Ci viene detto essere stata scattata ne “A-E Drive” ossia il “corridoio” interno che separa i due anelli più esterni a quelli più interni. La prova “schiacciante” a dimostrare l’autenticità della foto è il fatto che l'autore del’articolo ha ricevuto delle e-mail che ne confermino l’autenticità, ...



... specificando di essere in possesso del nome e del cognome dell’autore.

Quindi per questa teoria basta che un testimone dica “si ho visto Mario Rossi scattare quella foto” immediatamente la foto scattata da Mario Rossi è autentica, non fa niente se magari mostra una mucca che vola, ma stiamo scherzando? Abbiamo il nome di chi ha scattato la foto! E’ quindi obbligatoriamente autentica.

Nella parte evidenziata con il numero 1 vi sono quelli che, paiono essere i copertoni delle ruote del carrello e l’armatura interna.

E fino a questo punto oserei anche dare ragione all’autore dell’articolo. Ma attenzione il fatto che ci siano i resti di un carrello non significa necessariamente che ci sia di mezzo anche l’aereo. Anche in Pennsylvania dentro “la buca” c’è qualche “pezzo di ferro”.





Quello che nella “foto panoramica” dei “rottami di AA77” è indicato con il numero 2 sono, secondo il Gruppo Undicisettembre, un pezzo dei motori Rolls-Royce del 757.
A parte che, sfido chiunque a risalire da quei pezzi all’immagine postata sotto la foto, e gia questo da solo basterebbe a mettere in dubbio la veridicità di tale affermazione. Qui sotto vediamo la foto di un motore Rolls Royce di un boeing 757.



Riguardiamo per qualche istante la foto che mostra tutti i rottami, l’immagine e la foto qui a lato. Anche un cieco penso ammetterebbe che è effettivamente troppo piccolo per far parte della copertura di un motore Rolls Royce, di quelli montati sui 757.

Ma la verità, ricordiamocelo, molto spesso è un opinione, e la si distorce fino a giungere al risultato sperato.
La prova “inconfutabile” invece che ci troviamo al Pentagono è data dal fatto che nella prima fotografia si può infatti intravedere uno di quei mezzi meccanici utilizzati per sgomberare la parte colpita dalle macerie dell’aereo. Solo al Pentagono, è risaputo, si usano tali mezzi.

Avremo quindi una mucca che vola nella fotografia di Mario Rossi e i resti di un boeing 757 nella fotografia postata su 11-settembre.

Chiediamoci poi perché, se queste foto sono realmente così tanto autentiche e schiaccianti, non sono mai emerse fin’ora, nemmeno nel rapporto della Commissione, ma vengono pubblicate da un blog italiano.

AndreaP

(link articolo originale http://11-settembre.blogspot.com/2008/04/rottami-nel-e-drive-del-pentagono-11.html)

Voto: 0.00 (0 voti) - Vota questa news - OK Notizie


Altre news
28/11/2015 10:00:00 - Il nuovo sito è pronto
26/11/2015 19:40:00 - Fulvio Grimaldi a Matrix
24/11/2015 11:00:00 - Caccia russo abbattuto dai turchi
22/11/2015 20:20:00 - Ken O'Keefe: "ISIS = Israeli Secret Intelligence Service"
21/11/2015 21:00:00 - L'uomo che uccise Kennedy
19/11/2015 19:00:00 - La solitudine
18/11/2015 21:21:31 - Vladimir Putin - conferenza stampa al summit del G20
17/11/2015 13:50:00 - Dopo Parigi
15/11/2015 22:30:00 - Commenti liberi
14/11/2015 9:40:00 - À la guerre comme à la guerre
13/11/2015 23:00:00 - Nuovi attentati a Parigi
11/11/2015 19:50:00 - Atleti russi dopati, brutti e cattivi
10/11/2015 19:30:00 - Fini, Grillo, Travaglio - e il giornalismo che non fa i conti con sé stesso
9/11/2015 18:30:00 - "Bag it!" Documentario (Ita)
8/11/2015 9:09:03 - Commenti liberi

I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Autore Albero
Redazione
Inviato: 13/5/2008 9:53  Aggiornato: 13/5/2008 9:57
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
Ciao a tutti. Vengo da tre giorni di lotta accanita con i miei hard-disk, e purtroppo non ho avuto il tempo di aggiornarmi su nulla. (La mia e-mail è fuori uso, utilizzate i PM nel caso di messaggi urgenti, grazie).

Per ora ho pubblicato questo articolo, perchè era già praticamente pronto, mentre “Società e responsabilità” ha bisogno di un pò di lavoro prima di essere pubblicato. Giustamente, l'autrice ha seguito il consiglio del “flusso di pensieri”, ma ora bisogna sfoltirlo e rimettere un pò tutto in ordine. E' un articolo che lo merita sicuramente. (Uhura, c'è un PM per te).

Scusatemi, recupero al più presto. M.M.

shevek
Inviato: 13/5/2008 10:12  Aggiornato: 13/5/2008 10:12
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 27/4/2005
Da: Napoli
Inviati: 1249
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
Salut y Libertad AndreaP!

A tutte le cose che dici, aggiungerei un altro non insignificante parametro: il tempo.
Insomma, per svariati anni scoppiano polemiche pazzesche sul "Pentagate", la cosa finisce ripetutamente sui mezzi di comunicazione di massa, in rete e nelle manifestazioni pubbliche la comunità antagonista ne fa uno dei suoi cavalli di battaglia, ed il signore in questione si accorge solo ora di avere quella foto "dirimente" la controversia? Dove ha vissuto in tutti questi anni: si è perduto nella foresta equatoriale brasiliana e ne è ritornato solo adesso? Ha perso la memoria e solo ora le amorevoli cure dei medici gliela hanno fatta ritornare?
La cosa puzza di bufala lontana un miglio...

Shevek

"Il potere è l'immondizia nella storia degli umani" - F. Guccini
www.portadimassa.net - WEB-TV e non solo di Filosofia
trotzkij
Inviato: 13/5/2008 11:18  Aggiornato: 13/5/2008 11:18
Sono certo di non sapere
Iscritto: 18/9/2006
Da:
Inviati: 3704
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
Se fosse vero, che cioè queste foto siano state prese nel Pantagono (cosa di cui dubito fortemente, i muri del Paentagono sono fatti di mattoni? Ma l'edificio delle forze armate USA non è costruito di con il 'solido e patriottico' cemento?); cmq, ripeto, anche se fossero genuine, queste foto cosa dimostrerbbero? Che vi era effettivamente un elicottero parcheggiato presso il Pentagono, e che è andato distrutto nell'impatto? (E la foto ne documenta i relativi rottami.)
Che si è schiantato un velivolo (aereo o missile da crociera)?
Forse, il debunker del momento non sa che i missili da crociera sono mossi non da motori a razzo, ma proprio da piccole turbine, architettonicamente uguali alle turbine dei velivoli, militari o di linea. Quindi, la foto può proprio convalidare anche l'ipotesi 'gomblottista'.

Saluti

I complotti non esistono, ... tranne quando ci sono
sigmatau
Inviato: 13/5/2008 11:40  Aggiornato: 13/5/2008 11:40
Mi sento vacillare
Iscritto: 18/9/2007
Da: Provincia di Piacenza
Inviati: 705
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
Il mio giudizio sull'articolo 'in sè' è sostanzialmente positivo... Dal punto di vista squisitamente 'tecnico' le conclusioni sono certamente ineccepibili... cosa del resto assolutamente scontata quando si tratta di dimostrare la totale inconsistenza del 'materiale' diffuso in rete da un vecchio amico di nostra conoscenza ...

Quello che vorrei però sottolineare è il fatto che un articolo di questo tipo, mirato più che altro a 'demolire' argomentazioni altrui, ci si aspettebbe di trovarlo sui siti debunker piuttosto che su un sito 'costruttivo' come dovrebbe essere Luogocomune. Per spiegare meglio ciò che intendo dire, sarebbe stato [forse] assai più 'consono allo stile' di Luogocomune un articolo che si proponesse, attraverso l'esame accurato di materiale 'di origine certificata', di stabilire quale oggetto ha impattato contro il Pentagono all'incirca alle ore 10 del mattino dell'11 settembre 2001...

saluti!...

--------------

... chè perder tempo a chi più sa più spiace... Dante Alighieri, Divina Commedia, Purgatorio, III, 78

… men of few words are the best men… William Shakespeare King Henry V
Sertes
Inviato: 13/5/2008 12:09  Aggiornato: 13/5/2008 12:10
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 9236
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
Citazione:
Quello che vorrei però sottolineare è il fatto che un articolo di questo tipo, mirato più che altro a 'demolire' argomentazioni altrui, ci si aspettebbe di trovarlo sui siti debunker piuttosto che su un sito 'costruttivo' come dovrebbe essere Luogocomune. Per spiegare meglio ciò che intendo dire, sarebbe stato [forse] assai più 'consono allo stile' di Luogocomune un articolo che si proponesse, attraverso l'esame accurato di materiale 'di origine certificata', di stabilire quale oggetto ha impattato contro il Pentagono all'incirca alle ore 10 del mattino dell'11 settembre 2001...


Questo è stato già fatto tante ma tante volte.
E se vogliamo per una volta dare le etichette giuste:
1) Complottisti sono coloro che ci hanno venduto il "complotto arabo contro l'occidente"
2) Debunker sono coloro che smontano questa fandonia

Quindi come sempre l'onere della prova spetta a chi fa l'affermazione, e non sta a LC dire quale velivolo ha impattato; dimostrare che non può essere stato AA77 non ti pare sufficente?

Quando dici le cose come stanno, stai sulle palle a tanta gente
shm
Inviato: 13/5/2008 12:20  Aggiornato: 13/5/2008 12:20
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 17/8/2007
Da: perugia
Inviati: 1802
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
...secondo me il concetto di fondo che vuole esprimere l'articolista è far notare quanto per i sedicenti "debunker" italiani, importante non sia verificare un dato, ma più che altro dare l'impressione che quel dato possa confermare una loro teoria che quasi sempre pare essere una conclusione a senso unico precostituita.

“Se un ebreo ortodosso mi considera "immondo" o mi saluta per primo per non dover essere costretto a rispondere al mio saluto, la cosa non preoccupa più di tanto.” (John)
9/11 anomalies
sigmatau
Inviato: 13/5/2008 12:24  Aggiornato: 13/5/2008 12:24
Mi sento vacillare
Iscritto: 18/9/2007
Da: Provincia di Piacenza
Inviati: 705
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
Sertes: ... come sempre l'onere della prova spetta a chi fa l'affermazione, e non sta a LC dire quale velivolo ha impattato; dimostrare che non può essere stato AA77 non ti pare sufficente?...

Sarà che sono sempre stato un entusiata ammiratore del personaggio che si vede qui...



... che vuoi farci!...

saluti!...

--------------

... chè perder tempo a chi più sa più spiace... Dante Alighieri, Divina Commedia, Purgatorio, III, 78

… men of few words are the best men… William Shakespeare King Henry V
roberto55
Inviato: 13/5/2008 12:57  Aggiornato: 13/5/2008 12:57
Mi sento vacillare
Iscritto: 6/9/2006
Da:
Inviati: 327
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
Mi sembra molto sconveniente discutere di un articolo in assenza del suo autore.

Visto che di un suo pezzo si sta parlando, penso che correttezza vorrebbe che venisse rimosso il ban ad Henry62 affinché possa – se lo desidera – venir qui e confutare le affermazioni che si stanno facendo sul suo articolo e su di lui.

roberto

Nell' avatar: Hans Hartung, Composition T49. Frammento.
Sertes
Inviato: 13/5/2008 12:59  Aggiornato: 13/5/2008 13:00
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 9236
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
Ah, e Colombo che avrebbe fatto, da buon investigatore? Forse avrebbe citato un ben più noto investigatore:

"tolto l'impossibile quello che resta, per quanto improbabile, deve essere la verità"

AA77 non può essere stato perchè non vi è traccia del timone di coda nelle foto dei primi soccorsi, nè dell'impatto che lo stesso avrebbe avuto sui due piani superiori del pentagono se fosse rimasto attaccato ad AA77.

Ecco, abbiamo tolto l'impossibile e c'è già un complotto.

Senza star tanto a parlare di mancanza di carburante sul prato, mancanza dei bagagli, mancanza dei video che identificano AA77, mancanza di questo e di quest'altro... tutte sono MANCANZE DI PROVE, che potrebbero avere anche spiegazioni legittime

Io invece ti pongo davanti alla PROVA DI UNA MANCANZA: non vi è nè il danno nè l'oggetto staccato.

Debunkata la versione ufficiale.

---

Poi se vuoi perder tempo (che a chi più sà, più spiace) a cercare quale tipo di velivolo potrebbe aver causato danni compatibili con quelli del pentagono, ne abbiamo parlato qui:

http://www.luogocomune.net/site/modules/newbb/viewtopic.php?topic_id=4062&viewmode=flat&order=ASC&start=180
post 204

http://www.luogocomune.net/site/modules/newbb/viewtopic.php?topic_id=4062&viewmode=flat&order=ASC&start=390
post 419

Così vedi un altra occasione in cui quelli di undicisettembre si sono resi ridicoli con i loro ragionamenti all'indietro che partono da un obiettivo prefissato e ignorano tutte le prove contrarie

Quando dici le cose come stanno, stai sulle palle a tanta gente
Tuttle
Inviato: 13/5/2008 13:23  Aggiornato: 13/5/2008 13:23
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/9/2006
Da:
Inviati: 3790
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
Ciao...

Proviamo a entrare nel merito dell'articolo, giusto per non dare troppo per scontato ciò che propone.

Per iniziare, il corridoio ripreso pare essere proprio l'AE ring del Pentagono. Per capirci, l'anello esterno investito dal cosidetto EXIT HOLE. I mattoncini sono i medesimi così come le colonne portanti che stanno fra una parete e l'altra.



Stesso mattoncino....stesse colonne. Almeno a me sembrano identiche...

In fondo a questa foto:



si nota anche una delle aperture carrabili dell'AE ring. Si può comparare con questa immagine:



Qui l'alta risoluzione: http://www.rcfp.org/moussaoui/jpg/P200029-1.jpg

In questa immagine si nota il medesimo scenario del dettaglio proposto in articolo.

Abbiamo le pareti in mattoncini, le colonne portanti, le aperture carrabili....e possiamo vedere i mucchi di detriti stoccati sulle pareti. In fondo si nota anche un mezzo meccanico simile a quello della foto in articolo (quel mezzo con i faretti accesi)...

Quindi abbiamo diversi punti di coerenza con l'AE ring del Pentagono.

Per quanto riguarda i resti fotografati possiamo dire che il pezzo in basso a destra ha tutte le caratteristiche di un gruppo freni del main gear di un 757.

L'altro pezzo indicato non si capisce bene cosa sia - ma l'argomento "dimensione" è fallace in partenza perché le dimensioni di un motore RB21-535 non sono quelle della gondola che lo ospita.



La gondola ha un diametro molto superiore perché deve ospitere il gruppo Fan Blade principale e altri elementi. Il motore vero e proprio, come si nota nell'illustrazione qui sopra, ha in ingombro molto inferiore rispetto al "guscio" che li ospita.

Da notare poi che il motore proposto in foto come paragone è di un 767 (forse un CF6) e non di un 757 (RB211-535).

Questo è un RB211-535, come quelli montati su AA77:



Come si vede è molto più piccolo.

Senza offesa....ma questo articolo è davvero inutile. (IMHO)

Ciao a tutti.

neoprog
Inviato: 13/5/2008 14:07  Aggiornato: 13/5/2008 14:07
Mi sento vacillare
Iscritto: 21/1/2006
Da:
Inviati: 422
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
Che al pentagono manchi l'aereo è un fatto ormai evidente, anche se c'è chi continua ad ostinarsi nel vederlo.
La cosa più eclatante è che non ci sono aerei nemmeno nelle torri.
Hanno ragione quelli di september clues e 911 octopus, i video degli schianti sono fatti con la computer grafica,e tutta la "diretta" di quel giorno è una manipolazione mediatica.
Se analizzati e comparati tra loro, i video mostrano delle assurdità talmente evidenti.... da passare inosservate.
Saluti

D'you know that one day
We will turn the world upside down
D'you know that one day
We will clean the world inside out
Sertes
Inviato: 13/5/2008 14:12  Aggiornato: 13/5/2008 14:12
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 9236
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
Citazione:
Hanno ragione quelli di september clues e 911 octopus, i video degli schianti sono fatti con la computer grafica,e tutta la "diretta" di quel giorno è una manipolazione mediatica.


Beh, al pentagono sappiamo che gli 85 video sono stati sequestrati dall'FBI. Ci stai dicendo che hanno sequestrato anche tutti i video amatoriali di manhattan?

Quando dici le cose come stanno, stai sulle palle a tanta gente
neoprog
Inviato: 13/5/2008 14:18  Aggiornato: 13/5/2008 14:18
Mi sento vacillare
Iscritto: 21/1/2006
Da:
Inviati: 422
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
Quali (e dove) sarebbero i video amatoriali di Manhattan?

D'you know that one day
We will turn the world upside down
D'you know that one day
We will clean the world inside out
shm
Inviato: 13/5/2008 14:28  Aggiornato: 13/5/2008 14:28
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 17/8/2007
Da: perugia
Inviati: 1802
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
...per curiosità, si ha una corrispondenza accertata riconducibile al pezzo indicato con il numero 2?

“Se un ebreo ortodosso mi considera "immondo" o mi saluta per primo per non dover essere costretto a rispondere al mio saluto, la cosa non preoccupa più di tanto.” (John)
9/11 anomalies
sigmatau
Inviato: 13/5/2008 14:36  Aggiornato: 13/5/2008 15:05
Mi sento vacillare
Iscritto: 18/9/2007
Da: Provincia di Piacenza
Inviati: 705
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
Ragazzi…
… visto che ‘perder tempo a chi più sa più spiace’, suggerirei di non pedere tempo in chiacchere e indossare subito i panni del ‘mitico’ Tenente Colombo

Alcuni anni or sono, giusto per divertirmi un poco, ho messo insieme alcuni ‘dettagli’ di immagini di foto scattate al Pentagono quel giorno. Per quanto riguarda gli originali preciso subito che si tratta di materiale autenticato, nel senso che è stato ritenuto idoneo ad essere inserito nella ‘relazione ufficiale’ stilata dalla ‘Commisione indipendente’. I seguenti due ‘dettagli’ riportano ‘oggetti’ che hanno tutta l’aria di essere parti di turbine aeronautiche…



Gli oggetti che si vedono nella prima foto stavano sul prato antistante il Pentagono e nell’immagine è visibile accanto ad essi un vigile del fuoco… il lettore sarà certamente in grado di stimare le dimensioni della turbina aeronautica… Gli ‘oggetti’ che si vedono nella seconda foto stavano invece in un luogo non ben definito ma comunque all’interno dell’edificio. Se dunque, come testimonia in modo incontrovertibile il prezioso reperto tirato fuori dal nostro amico Henry [che cordialmente saluto! …], si sono trovate parti di turbina aeronautica nientemeno che nell’anello più interno a poca distanza dal ‘foro di uscita’ , si deve concludere per forza che il ‘jet misterioso’ che quella mattina è andato a ‘sbattere’ sul Pentagono… aveva almeno tre motori!

saluti!…

--------------

... chè perder tempo a chi più sa più spiace... Dante Alighieri, Divina Commedia, Purgatorio, III, 78


P.S. Gli ‘originali’ da cui ho ‘ritagliato’ i particolari da me mostrati si possono trovare nel sito dell’altro nostro amico, il ‘mitico’ disk jokey di Radio Luna Pavia…


http://picasaweb.google.com/undicisettembre/RottamiDAereoAlPentagono

Ovviamente tra le fotografie riportate vi è pure quella del nostro amico Henry… ovviamente!… Sembra dunque che il notro ‘jet misterioso’ avesse almeno tre motori… però!!!

… men of few words are the best men… William Shakespeare King Henry V
shm
Inviato: 13/5/2008 14:51  Aggiornato: 13/5/2008 14:51
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 17/8/2007
Da: perugia
Inviati: 1802
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
...tu, sigmatau, dici ironicamente tre motori, per via delle tre foto, riportanti tre pezzi che sembrano quelli di una turbina di un 757?

“Se un ebreo ortodosso mi considera "immondo" o mi saluta per primo per non dover essere costretto a rispondere al mio saluto, la cosa non preoccupa più di tanto.” (John)
9/11 anomalies
Tuttle
Inviato: 13/5/2008 14:57  Aggiornato: 13/5/2008 15:00
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/9/2006
Da:
Inviati: 3790
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
Citazione:
si deve concludere per forza che il ‘jet misterioso’ che quella mattina è andato a ‘sbattere’ sul Pentagono… aveva almeno tre motori!


A parte che mi sfugge del tutto la logica del tuo ragionamento...

...ma ti faccio notare un paio di cose a prescindere dallo scenario AA77:

Una turbina ha molteplici stadi di diverse dimensioni, funzioni e peso.

Quella della foto con i soccorsi parrebbe uno stadio High Pressure Rotor simile a questi:



Levagli le palette e ti rimane lo stadio. Come vedi la dimensione è sempre una cattiva consigliera. Sarebbe come aspettarsi un pistone da 20 chili da un motore di un 12 cilindri. In realtà non c'è alcun nesso fra dimensione del "vano" che ospita il motore e le varie parti che ne fanno parte. Mi pare una considerazione abbastanza banale ma a quanto pare necessaria.

La seconda foto mostra una camera di combustione. Che io sappia non vi sono altre foto di camere di combustione ritrovate al Pentagono oltre quella.
Infatti la foto di cui si discute, ovvero questa:



Non mostra né uno stadio rotore né una camera di combustione. Si possono invece notare un blocco freni del main gear. Un altro che parrebbe più piccolo, forse del Nose gear. Poi ci sono diversi stadi dei bracci carrello. E poi c'è quel pezzo che parrebbe un qualche stadio di un motore...ma non è ben chiaro.

Quindi come fai a contare 3 motori? Sulla base di cosa?

Poi un'altra cosa. Dici che quelle foto sono agli atti della commissione...

Fonte???




Ciao

AndreaP
Inviato: 13/5/2008 15:11  Aggiornato: 13/5/2008 15:11
Ho qualche dubbio
Iscritto: 10/4/2008
Da: Monza
Inviati: 33
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
Eccomi (seppur in ritardo) pronto a "entrare nel vivo della discussione".
In primis mi preme rispondere a Tuttle:
1) Io non sostenego che quello foto non siano state fatte al Pentagono, invito soltanto il Lettore o chiunque a spiegarmi gentilmente come, giustificandosi con la presenza di un "mezzo meccanico", si può affermare che quelle foto siano state scattate al ministero della difesa USA.
Sono stati per caso usati solo al Pentagono? Se si può sostenere una tale affermazione allora ven benga, io son qui e sono pronto a chiedere di rimuovere o modificare l'articolo.
Ma non mi venite a raccontare che "si capisce che siamo al Pentagono" perchè c'è quell'affare di mezzo!
2) Pregherei di guardare bene l'immagine postata del motore del 757.

Dato che la matematica non è il mio forte facciamo un "gioco": dato che l'immagine dovrebbe essere in scala, prendiamo un oblò e vediamo quante volte sta nel motore. Consideriamo che un oblò è poco più grande di un viso umano.
Ecco quindi spiegato come potremmo risalire alle dimensioni del motore del Boeing.
Logicamente se si presume l'esistenza di un metodo migliore io sono qui.
3) Il Pentagono è in ristrutturazione. Sinceramente quelli nelle immagini a me paiono 4 pezzi di ferro messi in croce.
4) Se tali foto sono talmente "schiaccianti e compromettenti" perchè vengono pubblicate da un blog italiano, e non se ne vede traccia nel rapporto della Commissione? E se si dove sono?


Andrea

To sin by silence when we should protest makes cowards out of man - Ella Wilcox

(Peccare di silenzio quando dovremmo protestare ci rende codardi, da uomini quali siamo)
shm
Inviato: 13/5/2008 15:18  Aggiornato: 13/5/2008 15:21
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 17/8/2007
Da: perugia
Inviati: 1802
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
...in verità quelle foto Andrea giravano già da un pezzo su altri blog!
...è un "caso"... se un "debunker" italiano ci abbia ricamato intorno tutto il resto!

EDIT:
Esiste una foto ad alta risoluzione del particolare 2?

“Se un ebreo ortodosso mi considera "immondo" o mi saluta per primo per non dover essere costretto a rispondere al mio saluto, la cosa non preoccupa più di tanto.” (John)
9/11 anomalies
AndreaP
Inviato: 13/5/2008 15:21  Aggiornato: 13/5/2008 15:21
Ho qualche dubbio
Iscritto: 10/4/2008
Da: Monza
Inviati: 33
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
Oh scusate... per l'amor della verità correggo: su "dei" blog italiani.

Andrea

To sin by silence when we should protest makes cowards out of man - Ella Wilcox

(Peccare di silenzio quando dovremmo protestare ci rende codardi, da uomini quali siamo)
Tuttle
Inviato: 13/5/2008 15:22  Aggiornato: 13/5/2008 15:22
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/9/2006
Da:
Inviati: 3790
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
Ciao AndreaP.

Lungi da me attaccarti...non ne ho la minima intenzione. Però lascia stare per un attimo l'articolo su 11settembre e concentrati solo sulla foto.

Anzi ti posto la versione che ho io e che avevo trovato prima ancora dell'uscita del post su 11Settembre:



Ora, alla luce di tutti gli elementi che ti ho proposto, quali le pareti identiche, le colonne identiche, le porte carrabili identiche e la presenza del mezzo di movimento - che sono presenti in altre foto più ampie dell'AE ring del Pentagono, non pensi che potresti ragionare un attimo meglio?

Osserva bene la foto che ho postato sopra. Non vedi che sono tutte parti di aeromobile?

C'è un bloccofreno di un maingear. Poi poco sopra ce n'è un altro più piccolo, forse del nosegear. Nel mezzo c'è uno stadio di aggancio di un carrello (quello bianco). Sotto il cumulo è presente un altro stadio più lungo e bruciacchiato, sempre di un carrello e idem poco sopra...dove ve n'è un altro ancora.

Il mio è solo un invito. Un invito a verificare meglio.

Per quanto riguarda il discorso del rapporto fra oblò e motore ti ho postato una foto che chiarifica il rapporto dimensione UOMO-RB211. Questa:



Se non ti fidi cerca sulla rete...magari su Airliners.net. Troverai tonnellate di immagini di 757 sulle quali potrai farti una più chiara idea su queste parti.

Rimane per ora vero che hai postato un motore di un 767 che è più grosso e che l'immagine che hai analizzato mostra in tutto e per tutto particolari che sono coerenti con l'AE ring del Pentagono.

Mi sono permesso di definire inutile l'articolo perché non è basato su niente di concreto. Tutto qui.

Ciao

sigmatau
Inviato: 13/5/2008 15:28  Aggiornato: 13/5/2008 15:50
Mi sento vacillare
Iscritto: 18/9/2007
Da: Provincia di Piacenza
Inviati: 705
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
Dal sito del nostro amico disk jokey di Radio Luna Pavia 'rubiamo' le seguenti foto, con tanto di didascalia…

Foto 1




Un frammento di motore d'aereo (al centro) e un rottame rivettato (a sinistra), dentro il Pentagono


Foto 2



Il frammento di motore


Foto 3




Dettaglio della foto precedente. Rottami d'aereo (un disco centrale della ventola primaria di un motore, forse una parte di poltrona, e altri componenti) accanto all'accesso principale all'area di soccorso, davanti al Pentagono, 13 settembre 2001. Credit: Jocelyn Augustino/FEMA News



La foto 2 è chiaramente un particolare della foto ‘trovata’ dal nostro amico Henry

Ricapitolando… parti di motore sono state trovate in tre luoghi diversi e assai distanti tra loro

a) nel prato antistante il Pentagono
b) in un punto non ben definito ma comunque all’interno dell’edificio
c) nell’anello più interno dopo essere stato ‘espulso’ dal ‘foro di uscita’

In totale 1+1+1=3… elementare Watson!…

saluti!...

--------------

... chè perder tempo a chi più sa più spiace... Dante Alighieri, Divina Commedia, Purgatorio, III, 78

… men of few words are the best men… William Shakespeare King Henry V
shm
Inviato: 13/5/2008 15:29  Aggiornato: 13/5/2008 15:29
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 17/8/2007
Da: perugia
Inviati: 1802
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
...sigmatau?

non si vedono le foto!

“Se un ebreo ortodosso mi considera "immondo" o mi saluta per primo per non dover essere costretto a rispondere al mio saluto, la cosa non preoccupa più di tanto.” (John)
9/11 anomalies
Kolza
Inviato: 13/5/2008 15:31  Aggiornato: 13/5/2008 15:31
Mi sento vacillare
Iscritto: 2/6/2004
Da: MMMMMMonza
Inviati: 916
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
Caro Tuttle,
La concretezza di AndreaP altri non è che la logica, conseguente e necessaria risposta al Vuoto cosmico proposto dal bancario balistico...
Un'immagine (che non è agli atti della tanto decantata Commissione Ufficiale) per castelli in aria. Se tanto mi da tanto, AndreaP ha fatto benissimo ha affondare il Nulla dei debs.

Cordialità
Kolza

fefochip
Inviato: 13/5/2008 15:34  Aggiornato: 13/5/2008 15:34
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
a mio parere l'articolo di henry che pubblica la foto "incriminata" in un ottica di un complotto prova veramente poco.
ammessa anche la genuinità della foto non ci può essere la certezza dell'attribuzione dei pezzi e poi nell'ottica del complotto possono essere stati messi li ad hoc .....d'altronde stiamo parlando di gente che è riuscita a minare le torri gemelle ....quindi mi pare il minimo prendere un po di rottami e metterli in un posto supersegreto quando si inscena una cosa del genere.

l'articolo di LC invece senza nessuna offesa mi sembra purtroppo non adatto a provare nulla visto che si basa su interpretazioni di quanto è grande il motore e i suoi pezzi comparandole a loro volta con "interpretazioni" di quanto possano essere grandi i pezzi nella foto incriminata.

posso ammettere comunque con onesta che la parte del carrello in effetti sembra parecchio al relitto fotografato.

comunque tutto ciò sposta di pochissimo il problema 11 settembre perche ci sono talemente tante incongruenze e menzogne che a mio parere il discorso del boeing è secondario .

a ben guardare nessuno sa effettivamente prevedere l'effettiva scena di un impatto di questo tipo ....un edificio sicuramente molto particolare e la differenza con gli altri incidienti aerei perche il "pilota" (poi ne parlo) guidava l'aereo non per atterrare o limitare i danni ma come un kamikaze quindi capire bene la resistenza dei materiali , i danni ,ecc è cosa assai ardua perche in breve non ci sono precedenti molto simili .
il punto focale della faccenda a mio parere è che il pilota ,quale che esso sia stato, date le descrizioni delle manovre può essere solo stato un drone e non certo un pilota alle prime armi come solo poteva essere un "terrorista di al-qaida" .
manovre senza senso nell'ottica di un kamikaze e troppo ,ma veramente troppo difficili per qualcuno inesperto.

tutto il resto che riguarda il pentagono secondo me è secondario .
quando si studia un fenomeno con il metodo scientifico si fanno delle ipotesi
e si prosegue indagando da quel ipotesi.
chi parte con l'ottica che la versione ufficiale ha ragione troverà sempre degli "elementi" a sostegno come viceversa .
la differenza è che se prima si esamina tutto il disponibile dei dati si capisce immediatamente che hanno palesemente fatto qualcosa di sporco ...altro che beduini volanti.

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
AndreaP
Inviato: 13/5/2008 15:37  Aggiornato: 13/5/2008 15:37
Ho qualche dubbio
Iscritto: 10/4/2008
Da: Monza
Inviati: 33
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
Mi correggo... misuriamo le dimensioni con la foto da te postata.
E ribadisco che io non dico che non siano state scattate al Pentagono, sottolineo la banalità dell'affermare che siano state scattate li per la presenza di uno dei mezzi meccanici.
Per il resto rimango fermo sullo stesso punto: esiste questa foto nel rapporto della comissione? O anche una foto che mostri i rottami (magari qualcosa di più di un pezzo di fusoliera)

Andrea

To sin by silence when we should protest makes cowards out of man - Ella Wilcox

(Peccare di silenzio quando dovremmo protestare ci rende codardi, da uomini quali siamo)
sigmatau
Inviato: 13/5/2008 15:38  Aggiornato: 13/5/2008 15:40
Mi sento vacillare
Iscritto: 18/9/2007
Da: Provincia di Piacenza
Inviati: 705
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
shm: ... non si vedono le foto!...

Il solito problema... portando in cursore sulla 'x' in alto e a sinistra, cliccando il tasto destro del mouse e poi scegliendo 'mostra immagine' si dovrebbe risolvere il problema... se no [e se avete un attimo di pazienza...] provvedo io in un secondo tempo...

saluti!...

--------------

... chè perder tempo a chi più sa più spiace... Dante Alighieri, Divina Commedia, Purgatorio, III, 78

… men of few words are the best men… William Shakespeare King Henry V
ambra
Inviato: 13/5/2008 16:01  Aggiornato: 13/5/2008 16:01
Ho qualche dubbio
Iscritto: 10/11/2006
Da: cagliari
Inviati: 246
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
Ingrandisco un bel pò la foto e mi pare di notare:

- Il bidonre rosso , in equilibrio su una struttura ondulata vicino ad un'apertura, manca di "rotondità" sulla parte destra, dalla cui sagoma dovrebbe anche sporgere, ma non lo fa, il cilindretto del manico. Inganna un pò il fatto che subito dietro ci sia la giunzione tra due mattoncini.

- Si nota l'ombra dietro la scala ( è una scala?dei tubi?) poggiata al muro in alto nella foto. Intanto quella parte di muro non mi pare abbia il rivestimento esterno in mattoncini chiari che si dovrebbe avere per tutta la lunghezza del muro tranne che sui pilastri.Inoltre si notano due sole altre ombre molto leggere dietro il suddetto bidone e dietro la "prova 2", per il resto non vedo nessun'altra ombra sul muro, nè quella del mezzo di agombero, nè quella degli altri rottami.

Poi se mi permettete, a me quella sugli angoli del raccordo bianco sopra la "prova 1" sembra ruggine-
Chiedo scusa in anticipo per eventuali idiozie.

ambra
--------------------------------------------------------------------------------------------------

Saludi e Trigu!
alexg
Inviato: 13/5/2008 16:17  Aggiornato: 13/5/2008 16:17
Ho qualche dubbio
Iscritto: 11/5/2006
Da: Sybar
Inviati: 179
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
Ma quante chiacchere inutili.

Quei rottami non sono di un 757.

PUNTO.

Contarsi i peli e' piu' utile che stare a rispondere a chi vuole convincermi del contrario.

Ci sono due errori che si possono fare lungo la via verso la verità...non andare fino in fondo, e non iniziare.

"Democrazia" è due lupi e una pecora che decidono ai voti cosa mangiare.
"Libertà" è la pecora ben armata che contesta il voto.
Tuttle
Inviato: 13/5/2008 17:12  Aggiornato: 13/5/2008 17:12
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/9/2006
Da:
Inviati: 3790
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
Citazione:
La foto 2 è chiaramente un particolare della foto ‘trovata’ dal nostro amico Henry…

Ricapitolando… parti di motore sono state trovate in tre luoghi diversi e assai distanti tra loro…

a) nel prato antistante il Pentagono…
b) in un punto non ben definito ma comunque all’interno dell’edificio…
c) nell’anello più interno dopo essere stato ‘espulso’ dal ‘foro di uscita’ …

In totale 1+1+1=3… elementare Watson!…





Quanti motori ha un 757? DUE (2).

Quante camere di combustione ci sono in un 757? DUE (2)

Quanti rotori ci sono in un 757...ovvero in due RB211? SEDICI. (16)

Quanti IP Compressor ci sono in due RB211? DUE. (2)

Bene.

Cosa c'è nella foto 1? Una camera di combustione. Quante ne mancano? UNA. (1)

Cosa c'è nella foto 2? Parrebbe, forse, uno stadio dell'IP compressor che sta molto prima della camera di combustione. Materiali completamente diversi, funzioni completamente diverse. Visibilmente diversi. Quanti ne mancherebbero? UNO. (1)

Cosa c'è nella foto 3? Uno stadio rotore. Quanti ne mancherebbero?
QUINDICI (15).

Quindi abbiamo uno stadio rotore su 16, una camera di combustione su 2 e forse uno stadio dell'IP compressor, sempre su due.

Per te tutto questo fa tre motori. Complimenti!

1+1+1 da certamente tre...ma una banana + una mela + un arancia non fanno 3 banane. Almeno alle mie latitudini.

Ciao.

shm
Inviato: 13/5/2008 17:17  Aggiornato: 13/5/2008 17:17
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 17/8/2007
Da: perugia
Inviati: 1802
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
Kolza:

sono d'accordo sul fatto della logica, ma non criticherei tanto la foto per il fatto che non compaia tra gli atti...

Può essere vera o farlocca per qualsiasi cosa rappresenti, il risultato è di fatto un nulla che per i "debunker" significa una conferma che un aereo sia entrato nel Pentagono.

...in aggiunta e a maggior ragione del fatto stesso per cui l'autore segnali che la certezza sia data da anonimi di cui lui garantisce l'integrità... questa è secondo me la vera "presa per il culo"...

Ma, tutto sommato, una "presa per il culo" innocua!

“Se un ebreo ortodosso mi considera "immondo" o mi saluta per primo per non dover essere costretto a rispondere al mio saluto, la cosa non preoccupa più di tanto.” (John)
9/11 anomalies
Kolza
Inviato: 13/5/2008 17:22  Aggiornato: 13/5/2008 17:22
Mi sento vacillare
Iscritto: 2/6/2004
Da: MMMMMMonza
Inviati: 916
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
Anonimato delle fonti? Evidentemente per costoro vale il segreto professionale

Tuttle
Inviato: 13/5/2008 17:24  Aggiornato: 13/5/2008 17:24
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/9/2006
Da:
Inviati: 3790
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
Citazione:
Si nota l'ombra dietro la scala ( è una scala?dei tubi?) poggiata al muro in alto nella foto.


Non è ombra ma un annerimento da fuliggine o fiamma. La stessa che vedi all'interno della porta.

Citazione:
Intanto quella parte di muro non mi pare abbia il rivestimento esterno in mattoncini chiari che si dovrebbe avere per tutta la lunghezza del muro tranne che sui pilastri.


Non vedo il problema. C'erano diverse aree come quella. Anche subito dopo l'exit hole:



Come vedi, al margine sinistro della foto, c'è un area in cemento senza mattoni.

Citazione:
Inoltre si notano due sole altre ombre molto leggere dietro il suddetto bidone e dietro la "prova 2", per il resto non vedo nessun'altra ombra sul muro, nè quella del mezzo di agombero, nè quella degli altri rottami.


Forse perché il sole non proiettava ombre sulle pareti? Infatti come ti ho scritto sopra, quell'annerimento è un misto di occlusione e annerimento.

Citazione:
Poi se mi permettete, a me quella sugli angoli del raccordo bianco sopra la "prova 1" sembra ruggine.


Mi pare una reazione normalissima dovuta alle fiamme e al successivo "innaffiamento" da parte dei pompieri. La stessa cosa che puoi osservare dopo lo spegnimento di un auto bruciata:



Ciao

shm
Inviato: 13/5/2008 17:26  Aggiornato: 13/5/2008 17:26
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 17/8/2007
Da: perugia
Inviati: 1802
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
...già! Il "segreto professionale" dei "debunker" italiani!!!

“Se un ebreo ortodosso mi considera "immondo" o mi saluta per primo per non dover essere costretto a rispondere al mio saluto, la cosa non preoccupa più di tanto.” (John)
9/11 anomalies
sigmatau
Inviato: 13/5/2008 17:51  Aggiornato: 13/5/2008 17:53
Mi sento vacillare
Iscritto: 18/9/2007
Da: Provincia di Piacenza
Inviati: 705
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
Sempre dal sito del nostro amico disk jockey di Radio Luna Pavia ho 'rubato' quest'altra immagine...



Allora boys!... i rottami dell'aereo devono essere disposti lungo la 'traiettoria' che deve aver seguito il nostro 'oggetto misterioso', che inizia dall'aerea prospiciente al punto di impatto e termina nel cortile che separa il terzo livello dal quarto. Le foto conosciute fino e ieri mostravano i rottami di uno dei motori nell'area prospiciente al punto di impatto e i rottami di un altro motore all'interno dell'edificio. Ora il 'reperto magico' trovato dal nostro amico Henry ci mostra i rottami di un motore nel cortile che separa il terzo e quarto livello. Dal momento che i motori dovevano essere due, una delle tre foto è necessaraimente fasulla... ovvio!... quale secondo voi? ...

saluti!...

---------------

... chè perder tempo a chi più sa più spiace... Dante Alighieri, Divina Commedia, Purgatorio, III, 78

… men of few words are the best men… William Shakespeare King Henry V
shm
Inviato: 13/5/2008 18:07  Aggiornato: 13/5/2008 18:10
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 17/8/2007
Da: perugia
Inviati: 1802
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
sigmatau:

...i rottami sono accatastati contro un muro, ma secondo te dovrebbero essere trovati in ordine casuale all'interno, secondo la traiettoria (edit) immaginaria dell'aereo.
E' chiaro che debbano essere stati lì portati appositamente per pure questioni di ordine degli spazi di lavoro...

Perchè fai questo ragionamento?

“Se un ebreo ortodosso mi considera "immondo" o mi saluta per primo per non dover essere costretto a rispondere al mio saluto, la cosa non preoccupa più di tanto.” (John)
9/11 anomalies
Tuttle
Inviato: 13/5/2008 18:15  Aggiornato: 13/5/2008 18:19
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/9/2006
Da:
Inviati: 3790
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
Sigmatau io voglio sperare che tu stia facendo apposta....

Allora, per giocare, facciamo che un motore sia formato da A (rotore) + B (Camera di combustione) + C. (IP compressor)

Abbiamo quindi nel caso di un 757:

A1+B1+C1 (motore 1)
A2+B2+C2 (motore 2)

Ora, seguendo il tuo ragionamento, abbiamo A1 o A2, davanti all'edificio, B1 o B2 dentro l'edificio, e C1 o C2 nel terzo anello.

E già solo qui non c'è niente che dia un senso al tuo ragionamento (perchè non vi sono triplicati ma NEMMENO duplicati) ma approfondirei un attimo.

A1 (o A2) fotografato davanti all'edificio è stato tirato fuori dalle macerie interne e stoccato nell'area a destra dell'eliporto. (vedere documentazione in merito)

B1 (o B2) pare sia stato fotografato ancora dentro l'edificio ed in mezzo alle macerie.

C1 (o C2) è stato fotografato nel AE ring insieme a tanti altri pezzi e in evidente stato di stoccaggio. Cioè C1 o C2 è stato buttato su una parete insieme ad altre parti ritenute dell'aeromobile.


Bene. In tutto questo non solo non esiste uno straccio di contraddizione, perché non ci sono MAI triplicati dello stesso oggetto...ma cosa più divertente è che neghi il concetto di TEMPO e SPAZIO.

Se io fotografassi la tua auto alle 8:30 sotto casa tua e poi alle 12:00 sotto il tuo posto di lavoro e poi la sera davanti ad una pizzeria....significherebbe che solo una delle tre foto ritrae la tua auto?

Ti rendi conto che, non solo nessuna foto mostra lo stesso pezzo, ma che anche se fosse stato avresti negato in toto la possibilità che potesse essere stato spostato e accatastato da un altra parte?

Qui non solo non abbiamo nessun triplicato di nessun pezzo...ma mancano semmai una marea di pezzi (sempre nell'ottica delle foto) per costruire anche solo un motore! E tu ne conti tre....e perché? Per affermare che quella foto è falsa.

Dai...stai facendo apposta!!

No?

RiccardoII
Inviato: 13/5/2008 18:24  Aggiornato: 13/5/2008 18:24
Ho qualche dubbio
Iscritto: 25/10/2006
Da:
Inviati: 74
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
Citazione:
Questa è la prima immagine che notiamo. Ci viene detto essere stata scattata ne “A-E Drive” ossia il “corridoio” interno che separa i due anelli più esterni a quelli più interni.


e che ci fanno lì? secondo la versione ufficiale l'aereo non dovrebbe essere stato completamente, ma proprio completamente, disintegrato a seguito dell'impatto col super cemento del pentagono?

Poi anche se un motore (o una parte di esso, l'hot core che è la parte più dura non si vede ancora mentre si vede benissimo lo stadio di compressore di by pass, non turbina, molto meno resistente) e un pezzo di carrello fossero sopravvissuti all'esplosione nucleare dell'impatto non è chiaro come questi due componenti avrebbero potuto passare entrambi per l'unico foro di uscita che ci è stato mostrato all'interno del corridoio. Si sono staccati dall'aereo e poi si sono messi diligentemente in fila indiana per uscire da quel buco di neanche un metro di diametro?

Per me quei rottami sono quelli di Ustica, e la foto è stata scattata nel giardino di Cheney. Colleziona rottami d'aerei lui.

R.

ahmbar
Inviato: 13/5/2008 19:16  Aggiornato: 13/5/2008 19:16
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 25/3/2007
Da: Milano
Inviati: 1785
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
Ma perche' vi stupite tanto se sul sito di quell'essere appaiono queste facezie?

Ma l'avete letta la sua "Ecco perche' il wtc7 e' crollato" , dove ha raggiunto conclusioni che nemmeno il NIST ha avuto il coraggio di scrivere, e tutto sulla base di 4 foto e un paio di filmati?
Ricordo con nostalgia ... i furiosi incendi...o la massa di detriti ...che hanno danneggiato a tal punto l'edificio che anche la parte sana, per evidente empatia, si e' commossa, ed ha deciso di cedere simultanemente a quella terribilmente danneggiata
Bei tempi....



Per commentare invece la foto, vorrei vedere almeno 1 n° identificativo, delle decine che ci devono essere, che attesti l'appartenenza di quei pezzi come parte di AA77
(numeri e date di installazione presenti per ogni materiale e ingranaggio sottoposti ad usura identificano inequivocabilmente un velivolo)

E dato che, a tutt'oggi, non 1 pezzo e' stato esibito per identificare positivamente almeno 1 dei 4 aerei coinvolti quel giorno, scatole nere comprese, la conclusione e' che quel mucchio di rottami saranno si' parte di qualche aereo o oggetto volante, ma da li' ad affermare che siano pezzi di AA77 necessita la per nulla prevenuta fantasia di un vero complottista!

Ah, i complottisti sono qui, la' ci sono i debunker, quelli che si basano sui fatti?....Ops!

Per chi desidera informarsi sulla piu' grande menzogna dell'era moderna
FAQ 11 settembre 2001
phobos
Inviato: 13/5/2008 19:24  Aggiornato: 13/5/2008 19:24
Ho qualche dubbio
Iscritto: 25/9/2006
Da:
Inviati: 224
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
Da anni si chiedeva al Pentagono di esibire qualche prova, ma la risposta era sempre la stessa: "l'aereo si è completamente disintegrato"; lo stesso Paolo Attivissimo non faceva altro che ripetere questa tesi.
Adesso saltano fuori queste foto di cui nessuno era a conoscenza (neppure il Pentagono e Attivissimo); è evidente allora che quei rottami potrebbero essere stati portati li da chiunque!

Mike62
Inviato: 13/5/2008 22:09  Aggiornato: 13/5/2008 22:11
So tutto
Iscritto: 9/5/2008
Da: Forte Italia nel centro della padania
Inviati: 19
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
Possono far vedere qualsiasi fotografia.
Io ho ben presente l'intervista fatta in RAI a due comandanti piloti civili italiani, i quali, da ex piloti militari poi passati all'aviazione civile, affermarono che avvicinarsi rasoterra al Pentagono, dopo aver superato una collinetta e centrare la facciata dell'edificio in senso perpendicolare, senza toccare il terreno, era già una manovra difficilissima con un velivolo militare, figuriamoci farlo con un "bestione" tipo Boeing 757.
E stiamo parlando di piloti militari con un superbo addestramento, non certo di uno sprovveduto arabo che al massimo poteva aver preso un paio di lezioni di volo su un monomotore a elica da turismo, esercitandosi poi al computer con un simulatore di volo!
A me bastano le opinioni di quei due qualificati esperti di volo, per convincermi che "altro" colpì il Pentagono.
M.Z.

shm
Inviato: 13/5/2008 22:34  Aggiornato: 13/5/2008 22:34
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 17/8/2007
Da: perugia
Inviati: 1802
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
...io invece vorrei spezzare una lancia in favore di Andrea, per quanto il suo articolo non sia costellato di ingannevoli tecnicismi e non abbia, a mio avviso, presunzione alcuna di convincere qualcuno che si stia parlando di un 757 o meno.

Andrea secondo me ha cercato di denotare quanto il post da lui criticato manchi della minima credibilità in seno alle conclusioni di cui in premessa...

"La prova “schiacciante” a dimostrare l’autenticità della foto è il fatto che l'autore del’articolo ha ricevuto delle e-mail che ne confermino l’autenticità, ...

... specificando di essere in possesso del nome e del cognome dell’autore.

Quindi per questa teoria basta che un testimone dica “si ho visto Mario Rossi scattare quella foto” immediatamente la foto scattata da Mario Rossi è autentica, non fa niente se magari mostra una mucca che vola, ma stiamo scherzando? Abbiamo il nome di chi ha scattato la foto! E’ quindi obbligatoriamente autentica."

Questa è la sua perplessità!

...e su questo s'incentra il suo articolo.

L'aspetto dell'erronea indicazione del rottame del reattore di 767 in luogo di quello di un 757, è corretto, ma secondario...

E', tra l'altro, aspettativa dell'autore del post riconoscere, sarcasticamente, di non poter riscuotere credibilità:


"Dato che ci sarà certamente qualcuno dotato di "alto senso critico", che non si fiderà di quanto da me pubblicato, non avendo io rivelato i nomi delle mie fonti, rispondo fin da ora che la critica la accetto volentieri e non mi preoccupa affatto: costoro continuino pure a trastullarsi tranquillamente nel loro mondo di fantasia.

Per quanto mi riguarda, il solo sapere che esiste un testimone, perfettamente identificato con nome, cognome e ruolo, che era presente al momento dello scatto dell'immagine mi conforta nel trarre le mie conclusioni."
(Henry62)


...nome o non nome del testimone, credo che Andrea abbia messo in ridicolo il fatto stesso che l'impatto di un 757 al pentagono non possa reggersi su uno che ha visto un altro scattare una foto ai rottami di un velivolo nell'AE-ring...

...avendosene, poi, notizia attraverso un blog italiano che ha ricevuto mail di conferma in tal senso!


“Se un ebreo ortodosso mi considera "immondo" o mi saluta per primo per non dover essere costretto a rispondere al mio saluto, la cosa non preoccupa più di tanto.” (John)
9/11 anomalies
Blade1960
Inviato: 13/5/2008 22:49  Aggiornato: 13/5/2008 22:49
Ho qualche dubbio
Iscritto: 26/11/2006
Da:
Inviati: 264
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
Ciao a tutti
Guardando la foto ingrandita di Tuttle noto che ,facendo le dovute proporzioni se quello rosso e' un secchiello tipo tinteggiatura e guardando poi il rapporto uomo - motore nell'altra foto deduco che quel pezzo di motore nel primo ingrandimento non e' altro che uno scolapasta rottamato .

harvey
Inviato: 13/5/2008 22:53  Aggiornato: 13/5/2008 22:53
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/4/2008
Da:
Inviati: 339
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
In effetti, non fornendo la foto elementi oggettivi per stabilire che quei rottami "non" siano di un Boing 757, o che quello non sia il Pentagono, ma piuttosto il contrario (da qualunque parte la si guardi, quei muri sembrano davvero quelli del Pentagono, e quelli sembrano davvero pezzi di aereo), se vogliamo pensare al complotto dobbiamo per forza trarne una di queste due conclusioni:

1) Henry62 sta mentendo, la foto l'ha realizzata lui con qualche artificio, e la storia dell'e-mail se l'è inventata di sana pianta
2) sta mentendo il suo corrispondente. La foto è stata realizzata dai servizi segreti americani, ed è stata inviata come copertura al debunker nostrano, che ci è cascato ingenuamente.

oppure la foto è autentica e quelli sono i rottami di un Boeing 757 (o comunque di un grosso velivolo) nel ring interno del Pentagono.

bubu7
Inviato: 13/5/2008 23:00  Aggiornato: 13/5/2008 23:00
Mi sento vacillare
Iscritto: 11/2/2007
Da: Tomania
Inviati: 528
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
Foto o non foto per me il punto fondamentale è quello che se non sbaglio è stato sottolineato da Tuttle:
nessuno dei quattro presunti aerei coinvolti nell'11 settembre è stato finora riconosciuto. La loro identità non è stata ancora ufficialmente accertata. Perchè?

Lui che offrì la faccia al vento la gola al vino e mai un pensiero non al denaro, non all'amore né al cielo.

Fabrizio De Andrè
Blade1960
Inviato: 13/5/2008 23:04  Aggiornato: 13/5/2008 23:04
Ho qualche dubbio
Iscritto: 26/11/2006
Da:
Inviati: 264
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
Ricordiamoci che Massimo aveva espresso la volonta' di fare noi articoli e commentarli AndreaP lo ha fatto e bene cosi'.

shm
Inviato: 13/5/2008 23:14  Aggiornato: 13/5/2008 23:14
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 17/8/2007
Da: perugia
Inviati: 1802
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
"...se vogliamo pensare al complotto dobbiamo per forza trarne una di queste due conclusioni:

1) Henry62 sta mentendo, la foto l'ha realizzata lui con qualche artificio, e la storia dell'e-mail se l'è inventata di sana pianta
2) sta mentendo il suo corrispondente. La foto è stata realizzata dai servizi segreti americani, ed è stata inviata come copertura al debunker nostrano, che ci è cascato ingenuamente."

Il ragionamento è un pò da "debunker" ma va bene uguale, se ne può trarre uno spunto per inserire un'altra ipotesi di complotto:

3) Henry62 non sta mentendo, la foto è stata realizzata nell'AE-ring del Pentagono, ma i rottami presenti non sono quelli del 757...

Ma Northwoods per i "debunker" è un precedente che non c'è...

psst!

Harvey! Chi è la coniglietta del mese?!

“Se un ebreo ortodosso mi considera "immondo" o mi saluta per primo per non dover essere costretto a rispondere al mio saluto, la cosa non preoccupa più di tanto.” (John)
9/11 anomalies
edo
Inviato: 13/5/2008 23:39  Aggiornato: 13/5/2008 23:43
Sono certo di non sapere
Iscritto: 9/2/2006
Da: casa
Inviati: 4529
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
A proposito di foto che ritrarrebbero rottami che probabilmente sono stati portati successivamente sul luogo del delitto, v'invito a leggere gli ultimi post di Wells QUI

p.s. per quanto ricordi: la richiesta di ricevere l'ufficializzazione che l'oggetto volante impattato sul pentagono sia AA77 è ancora priva di risposta.

roberto55
Inviato: 13/5/2008 23:47  Aggiornato: 13/5/2008 23:47
Mi sento vacillare
Iscritto: 6/9/2006
Da:
Inviati: 327
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
Se la foto non fosse autentica, Tuttle se ne sarebbe accorto, come quando smascherò quel rozzo tentativo, alcuni mesi fa, di camuffare un camion cisterna della Shell per un camion che riforniva di sostanze chimiche un aereo.

Goffo tentativo, se non ricordo male, operato da qualche sostenitore della teoria delle “scie chimiche”.

La foto postata da Henry è indubbiamente autentica, mostra rottami di aereo, quei rottami di aereo stanno all’interno del Pentagono.

Questi sono FATTI e sono i fatti che abbiamo in mano.

Tutto il resto sono congetture: possono essere di un altro aereo, possono averli messi lì apposta per creare una messinscena… Ma sono solo congetture e nulla più.

I FATTI ci parlano di rottami di aereo dentro il Pentagono.

E i FATTI valgon sempre mille volte più di qualsiasi congettura.

Questo, almeno, è quel che sosterrebbe Mazzucco, applicando anche a questo caso il medesimo “modus” di ragionare che applicò nel recente forum lunare.

“Se nessuno sa spiegare il Controluce – diceva – per me quelle foto sono false e l’uomo non è andato sulla Luna”.

Ne consegue dunque questo:

“Se nessuno sa spiegare perché vi sono rottami di aereo all’interno del Pentagono (senza congetture, per cortesia: elencando FATTI concreti e dimostrabili), quell’aereo è AA77 che l’11 settembre si è schiantato sul Pentagono”.

La logica, se vale in un caso, vale anche nell’altro.

roberto

Nell' avatar: Hans Hartung, Composition T49. Frammento.
shm
Inviato: 14/5/2008 0:55  Aggiornato: 14/5/2008 0:55
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 17/8/2007
Da: perugia
Inviati: 1802
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
...è una tua logica che non tiene evidentemente presente tutto il resto.
Non puoi imporla ad altri...

Su Northwoods c'è scritto che dei pezzi di aerei potevano essere fatti ritrovare per dare l'impressione che si trattasse effettivamente di quello in questione...

Nella foto si vedono dei rottami presumibilmente di aereo che non sono state ricondotte al volo AA77...

Quella è una foto ritraente dei rottami di aereo accatastati ad un muro...
Niente di più confermato di questo, a meno che tu non riesca a dimostrare altro...

In questo caso ti leggerò volentieri

“Se un ebreo ortodosso mi considera "immondo" o mi saluta per primo per non dover essere costretto a rispondere al mio saluto, la cosa non preoccupa più di tanto.” (John)
9/11 anomalies
ahmbar
Inviato: 14/5/2008 1:31  Aggiornato: 14/5/2008 1:31
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 25/3/2007
Da: Milano
Inviati: 1785
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
@[email protected]
Citazione:
“Se nessuno sa spiegare perché vi sono rottami di aereo all’interno del Pentagono (senza congetture, per cortesia: elencando FATTI concreti e dimostrabili), quell’aereo è AA77 che l’11 settembre si è schiantato sul Pentagono”.


Impeccabile logica di chi crede alla VU per fede

Io, che sono un po' piu' ateo e che ho visto quell'insieme di ferraglia spacciata per un altro Boeing a Shanksville, vorrei vedere almeno una ( ce ne dovrebbero essere decine, ma me ne basta solo una) prova che attesti che almeno 1 pezzo di quella massa di rottami e' cio che resta di AA77
O anche UA 93, non faccio il difficile

Anche una delle scatole nere...

Perche' , caro Roberto, dovresti sapere che, a tutt'oggi, non esiste 1 sola prova che identifichi positivamente nemmeno 1 dei 4 aerei

La foto sara' autentica, e allora?
Che qualcosa al Pentagono e' davvero successo lo sapevamo gia', ma dato che gli incaricati delle indagini sono stati beccati piu' volte a occultare, depistare, stravolgere e manipolare tutto quello che era possibile, desidero qualcosa di piu' della deduzione di Henry62 che a te basta e avanza per affermare "Ecco! vedete? Ci sono i pezzi di un velivolo, quindi era AA77!"

Per chi desidera informarsi sulla piu' grande menzogna dell'era moderna
FAQ 11 settembre 2001
RiccardoII
Inviato: 14/5/2008 1:54  Aggiornato: 14/5/2008 1:54
Ho qualche dubbio
Iscritto: 25/10/2006
Da:
Inviati: 74
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
@ Tuttle, post delle 15.00:
Citazione:
Quella della foto con i soccorsi parrebbe uno stadio High Pressure Rotor simile a questi...

Levagli le palette e ti rimane lo stadio.


In verità a me quella nella foto dei soccorsi pare più uno stadio di turbina che uno stadio di compressore. Confronta infatti l'ultimo stadio in basso nella prima foto a sinistra nel tuo post con quello della seconda a destra, sono molto simili. Non ci devi togliere nessuna paletta, perchè le palette nella foto coi soccorritori già ci sono, sono piccole ma ci sono: è uno stadio di turbina non di compressore.

post delle 17.12:
Citazione:
Cosa c'è nella foto 2? Parrebbe, forse, uno stadio dell'IP compressor che sta molto prima della camera di combustione. Materiali completamente diversi, funzioni completamente diverse. Visibilmente diversi. Quanti ne mancherebbero? UNO.


Probabilmente, come ho già scritto nel mio commento precedente, quello è un pezzo che non fa parte dell'hot core, per niente vicino alla camera di combustione, fa parte del ciclo di by-pass, esterno all'hot core dove sta la camera di combustione. E se così è, di pezzi così ce n'è solo uno per motore.

R.

Redazione
Inviato: 14/5/2008 2:32  Aggiornato: 14/5/2008 3:13
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
Leggendo questa discussione ho avuto l'impressione di tornare a certe dispute che risalgono agli albori del dibattito sul 9/11, quando ancora certi trucchetti banali, da parte dei debunkers, riuscivano ad avere successo.

Il problema NON E' se “un aereo” abbia colpito il Pentagono, ma se l'aereo che HA colpito il Pentagono fosse un Boeing 757 della American Airlines, oppure un QUALUNQUE altro tipo di velivolo.

Ma nessuno ha mai sostenuto che il Pentagono sia stato colpito da una pallina da golf (anche perchè quelle i vetri LI SPACCANO eccome).

Mostrare o meno “dei” rottami di “un aereo”, quindi, non ha nessuna influenza sull'esito del dibattito. (Tanto meno ne ha stabilire se quella foto sia frutto o meno di un maldestro quanto disperato fotomontaggio).

Ricordiamo sempre che la prima necessità di un qualunque debunker è quella di spostare l'attenzione dal vero problema. Non a caso l'autore dell'articolo si sofferma sul fatto di “conoscere personalmente” l'autore della fotografia: chissenefrega – detto francamente – di sapere chi ha fatto quella foto, quando non mi permette comunque di stabilire con certezza se si trattasse di un 757 o meno.

Il problema del Pentagono, a mio parere, è molto semplice, e va sempre rappresentato in due parti non separabili:

a) Hani Hanjour non era assolutamente in grado di far seguire a un 757 il percorso che ha fatto quel velivolo. In realtà, non si conosce un solo pilota al mondo che abbia avuto il coraggio di dire “io saprei farlo”. Nela Sagadevan ha sfidato apertamente tutti i piloti del mondo a sostenerlo, ma nessuno si è mai fatto vivo, a quel che mi risulta almeno.

Quindi, fino a prova contraria, è altamente improbabile che si trattasse di un 757, ed è comunque IMPOSSIBILE che fosse Hani Hanjour a pilotarlo, senza se e senza ma. Il governo americano ci ha chiaramente mentito in proposito, e qualcuno deve spiegarci il perchè.

b) Tutti sappiamo che ogni aereo di linea è costituito (letteralmente) da migliaia di parti contrassegnate da un numero o sigla unici al mondo, che permetterebbero in pochi secondi di risalire all'aereo originale.

Senza di quello, qualunque discussione su cosa “sembra” un rotore piuttosto che un tritacarne arrugginito non ha il minimo valore.

Suggeriamo quindi all'autore dell'articolo originale di chiedere al suo amico fotografo di tornare al Pentagono e rifotografare quei rottami più da vicino, in modo da farci vedere chiaramente la sigla di uno qualunque di quei pezzi di aereo. Sapremo così se si trattasse di un 757 o meno. (Stupisce anzi che non ci abbia pensato subito, non credete? Sei arrivato fino a lì...e ti accontenti di scattare una schifezza di foto come quella?).

Naturalmente, l'intero discorso si può ripetere, parola per parola, per il "Boeing" di Shanksville. (Quante sono le probabilità che nello stesso giorno cadano due aerei dei quali non si ritrova UN SOLO pezzo identificabile con certezza?)

Dopodichè, ognuno tragga le conclusioni che preferisce, ma i suoi ragionamenti “dimostrativi” gentilmente li tenga per sè.

harvey
Inviato: 14/5/2008 9:23  Aggiornato: 14/5/2008 9:23
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/4/2008
Da:
Inviati: 339
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
Si potrebbero evitare almeno le palesi falsità? Per esempio, o Ahmbar, la scatola nera del volo 757 è stata ritrovata, e ci sono anche le sue foto fra le immagini dei rottami che trovi in giro per la rete.
Certo, mi dirai, ma come facciamo a sapere che era proprio la scatola nera di quell'aereo? Beh, perché i dati da cui è stata ricostruita la traiettoria di quell'aereo vengono da lì. Non ti basta? Ok, ma allora cos'è che vuoi? Bisognerebbe specificare, prima di entrare in una controversia, qual è l'evidenza di fronte alla quale saremmo pronti a cambiare idea, altrimenti non si fa altro che spostare i paletti ad oltranza.

spock
Inviato: 14/5/2008 9:25  Aggiornato: 14/5/2008 9:25
Ho qualche dubbio
Iscritto: 21/5/2006
Da:
Inviati: 63
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
Io rimango convinto che sul lungo termine questa strategia non paga.
E' come se Newton colpito in testa dalla mela si fosse messo a controllare le rugosità della buccia, a contare i semi, a provare la resistenza del gambo, ecc.
Invece Newton si è domandato il "perchè" di quell'avvenimento.

E' lampante l'esempio dell'uccisione di JFK.
A distanza di 45 anni cosa fa venire in mente quell'evento?
Ovviamente fa venire in mente il famoso diverbio sul numero degli sparatori.
Lo sparatore era uno solo oppure erano due?
Ogni documentario che ho visto verte su questo.
Ma quante parole sono state spese sulle ripercussioni che ebbe il fattaccio?
Quante sull'opportunità politica ed economica?
Quale documentario passato in TV spiega in dettaglio cosa ha permesso o, viceversa, cosa ha impedito la dipartita di Kennedy?

Ci sarà sempre l'espertone A e l'espertone B.
A sostiene che a Dallas lo sparatore era 1.
B sostiene che a Dallas hanno agito più sparatori.

A sostiene che le torri sono crollate a causa dell'impatto dei veivoli.
B sostiene che il crollo non è giustificabile dall'impatto.

A sostiene che sul pentagono si è schiantato un 757.
B sostiene che sul pentagono si è abbattuto un missile.

ecc.

ecc.

ecc.

Ma alla fine è più utile vedere quanto è grande un buco, oppure indagare su opportunità e movente?

sigmatau
Inviato: 14/5/2008 9:43  Aggiornato: 14/5/2008 9:58
Mi sento vacillare
Iscritto: 18/9/2007
Da: Provincia di Piacenza
Inviati: 705
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
Ragazzi buondì…
… inutile sottolineare quanto veritiere siano le parole di Massimo e quanto sia tempo perso [e ricordiamo in proposito che perder tempo a chi più sa più spiace…] ‘disquisire’ con individui come il ‘perito ballistico’ oppure il ‘disk jockey di Radio Luna Pavia’. Ciò non ostante è pur vero che ci troviamo, per così dire, ‘sotto gli occhi del mondo intero’ e in qualche modo si deve pur salvaguardare la nostra credibilità che costoro vorrebbero semplicemente ‘seppellire’… un pio desiderio naturalmente ma tuttavia sono del parere che la cosa da fare sia scoraggiarli e per ottenere questo scopo la scelta migliore sia quella di ridicolizzarli. Con il permesso di Massimo pertanto, prima di passare ad una ‘seria indagine’ per stabilire quale ‘oggetto volante’ è impattato sul Pentagono, mi volgio proprio togliere la soddisfazione di far ridere il mondo intero alla faccia del nostro amico Henry

Allora ragazzi… procediamo con ordine… Nel già citato sito del nostro amico disk jockey di Radio Luna Pavia ho ‘rubato’ altre immagini, tra le quali spicca la seguente…



Come dice la didascalia si tratta di una ruota aeronautica ritrovata non lontano dall’exit hole , vale a dire nel cortile che separa il terzo e quarto livello del Pentagono. Da sempre tale foto è stata considerata uno delle ‘prove schiaccianti’ a favore della ‘tesi ufficiale’ secondo la quale un aereo e non un missile aveva impattato contro il Pentagono… in effetti non è noto alcun tipo di missile dotato di carrello di atterraggio… ovvio!… Come dice la didascalia la ruota è del tipo a otto slot . Potrebbe sembrare a prima vista un dettaglio ‘secondario’ ma per il lettore attento non lo è, soprattutto dopo che sullo stesso sito è mostrato il carrello di atterraggio ‘standard’ di un Boeing 757



Si tratta di una bella foto, niente da dire, che tra l’altro ritrae il caratteristico e inconfondibile sistema di freni di un ‘757’. Una foto assai bella e suggestiva… con un solo e insignificante dettaglio: le ruote sono del tipo a dieci slot … una bella sfiga ragazzi!!!…

Sarà che forse qualcuno avrà fatto notare la cosa, sarà forse per qualcosa d’altro, ecco che il nostro amico Henry se ne è venuto fuori con la sua ‘foto magica’ che rimette a posto le cose!… Superfluo dire che nel citato sito del nostro amico disk jockey di Radio Luna Pavia non solo si trova la foto di Henry in bella vista, ma sono riportati sia un suo ‘dettaglio’ evidenziato…



… sia un interessantissimo ‘confronto’ tra essa e la ‘foto del carrello’ da me prima riportata…



Sarebbe offensivo per l’intelligenza del lettore se a questo punto mi permettessi di far notare che nella foto ‘magica’ di Henry le ruote hanno dieci slot mentre nelle ‘foto precedenti’ le ruote avevano ‘solo’ otto slot?… mi auguro proprio di no!…

A questo punto non mi resta che augurare al mondo intero: buona risata!!!

saluti!...

--------------

... chè perder tempo a chi più sa più spiace... DAnte Alighieri, Divina Commedia, Purgatorio, III, 78

… men of few words are the best men… William Shakespeare King Henry V
shm
Inviato: 14/5/2008 10:27  Aggiornato: 14/5/2008 10:27
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 17/8/2007
Da: perugia
Inviati: 1802
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
...gli slot sul moncone si notano a malapena, se si riuscisse a fare un ingrandimento del particolare dalla foto postata da Tuttle, forse si potrebbero individuare meglio...

“Se un ebreo ortodosso mi considera "immondo" o mi saluta per primo per non dover essere costretto a rispondere al mio saluto, la cosa non preoccupa più di tanto.” (John)
9/11 anomalies
newentry
Inviato: 14/5/2008 10:29  Aggiornato: 14/5/2008 10:29
Ho qualche dubbio
Iscritto: 19/9/2007
Da:
Inviati: 37
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
Credo che le domande da porsi siano 2 :
La prima è perchè queste foto escono fuori solo ora???
La seconda è perchè l'amministrazione usa non mostra le prove video in loro possesso che taglierebbero definitivamente la testa al toro?
Hanno detto piu' volte che sono in possesso di queste prove , ma non le hanno mai mstrate , perchè invece permettono che si continui a discutere su boeing si o boeing no?
Se poi proprio si vuole entrare nel merito delle foto in questione c'è da dire che non provano proprio un bel nulla , perchè quei resti potrebbero appartenere a parecchi tipi di velivoli , probabilmente perfino a certi modelli di missili.

sigmatau
Inviato: 14/5/2008 10:51  Aggiornato: 14/5/2008 10:58
Mi sento vacillare
Iscritto: 18/9/2007
Da: Provincia di Piacenza
Inviati: 705
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
Allora ragazzi…
… dopo avere un poco riso passiamo [si fà per dire…] alle ‘cose serie’ e vediamo se il ‘Tenente Colombo’ riesce a tirare fuori qualcosa dai pochi ‘indizi’ che abbiamo. Tra questi ‘indizi’ vi è la seguente ‘foto famosa’ …




L’immagine rappresenta un fotogramma ripreso una frazione di secondo prima dell’impatto da una delle telecamere della sicurezza poste fuori del Pentagono… Certo non è un granchè, ma sapete com’è… la ‘sicurezza nazionale’ della superpotenza mondiale esige che noi si veda il meno possibile… Il nostro ‘oggettino’ è nascosto dietro a quello che ha tutta l’aria di essere una macchinetta per la validazione dei pass. Un decimo di secondo dopo l’oggetto sparirà in una palla di fuoco… Grosso modo si distinguono [a stento…] i piani di coda e la parte superiore della fusoliera. Ora il gentile lettore deve sapere che a me, come a tutti del resto, piace 'giocare'. E’ successo quindi che non appena ho visto il fotogramma in alto, subito mi è venuta la voglia di fare ‘un bel giochino’. Per prima cosa sono andato a cercare sul web una bella immagine di un Boeing 757 visto di profilo. Dopo poco tempo l’ho trovata… bene!… ora è bastato usare un qualsiasi tool per immagini [Microsoft paint va benissimo…] per rimpicciolire quanto basta… ritagliare… posizionare il ritaglio… e voilà!…



Non ci siamo!… sembra proprio che il nostro ‘oggettino’ sia un poco più piccolo di un Boeing 757… è andata male!… per ora…

Qualche giorno dopo [eravamo, se non sbaglio, ai primi di dicembre del 2004…] mi capita di osservare su un quotidiano [doveva essere Il Giorno…] il seguente disegno…




Di che si tratta?… si tratta del Gulfstream C-150 N379P, il ‘velivolo speciale’ usato dalla CIA per prelevare quà e là ‘terroristi islamici’ [o ‘presunti tali’ ovviamente…] da trasferire poi negli ex-gulag di Polonia e Romania per essere qui ‘interrogati’ in modo ‘scientifico’. Quello che mi ha colpito del ‘velivolo’, al di là delle ‘missioni’ cui era stato destinato, è stata la seguente dicitura: ‘Passeggeri: 8 Equipaggio: 4’. E’ stato così che mi è tornata alla mente quanto affermato da un ‘testimone oculare’ a proposito di un ‘piccolo aereo’ da lui visto di sfuggira pochi secondi prima dell’impatto al Pentagono. Il ‘testimone’ in questione è Steve Patterson e questa la sua ‘testimonianza’…

… stavo osservando in Tv le immagini del Wolrd Trade Center allorché ho scorto dalla finestra del mio appartamento del quattordicesimo piano un piccolo jet tipo quelli usati per collegamenti regionali di color argento sfrecciare a forte velocità. L’aereo era lontano circa 150 yards, proveniva da ovest e volava a circa 20 piedi da terra. Patterson riferisce che l’aereo emetteva un sibilo acuto e volava sopra il Cimitero di Arlington così basso da sembrare volesse posarsi sulla tangenziale I-395. L’aereo è passato troppo veloce perché lui potesse leggere le scritte sulla fusoliera. Era di quel tipo di aerei che possono trasportare 8-12 passeggeri e volava come se dovesse atterrare su una pista inesistente…

Bene ragazzi!… teniamo bene a mente le ultime parole sottolineate!… due ‘particolari’ a dir poco decisivi…

a) era un aereo del tipo che trasporta 8-12 passeggeri [la sua 'denominazione tecnica' è businnes jet]…
b) volava come dovesse atterrare su una pista che però non esisteva

E’ chiaro che alla ‘tentazione’ di ripetere il ‘giochino’ era a questo punto diffcile resistere… tanto più che un bel ‘profilo’ di questo aeromobile era stampato sul giornale e non avevo bisogno di andarmelo a cercare… Detto fatto!… rimpiccioliamo quanto basta… ritagliamo… posizioniamo il ritaglio… e voilà!…



Tombola ragazzi!!! … Ovvia raccomandazione: non perdete le prossime puntate!…

saluti!...

--------------

... chè perder tempo a chi più sa più spiace... Dante Alighieri, Divina Commedia, Purgatorio, III, 78

… men of few words are the best men… William Shakespeare King Henry V
newentry
Inviato: 14/5/2008 11:12  Aggiornato: 14/5/2008 11:12
Ho qualche dubbio
Iscritto: 19/9/2007
Da:
Inviati: 37
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
...ma in quel fotogramma non si vede nullla , lo sappiamo bene , potrebbero anche essere uno stormo di anatre selvatiche

sigmatau
Inviato: 14/5/2008 11:42  Aggiornato: 14/5/2008 11:47
Mi sento vacillare
Iscritto: 18/9/2007
Da: Provincia di Piacenza
Inviati: 705
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
… giusto per chiudere il capitolo ‘carrello di atterraggio’ sono andato a fare un ‘rapida ricerca’ sulla ‘versione a 8 slot’ del carello di atterraggio del velivolo Boeing 757. Le ruote utilizzate nella suddetta versione sono visibili nel seguente fotogramma, tratto da http://www.seeninside.net/911/911-06a.html




Se facciamo il confronto con la ‘foto originale’ …



… è agevole constatare che, pur avendo 8 slot, si tratta di una ruota completamente differente. Morale: la ruota rappresentata in figura non può essere appartenuta in nessun caso ad un Boeing 757

saluti!…

---------------

... chè perder tempo a chi più sa più spiace... Dante Alighieri, Divina Commedia, Purgatorio, III, 78

… men of few words are the best men… William Shakespeare King Henry V
sigmatau
Inviato: 14/5/2008 12:23  Aggiornato: 14/5/2008 12:23
Mi sento vacillare
Iscritto: 18/9/2007
Da: Provincia di Piacenza
Inviati: 705
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
Ragazzi…
… dal momento che ‘conosco i miei polli’, è possibile [per non dire probabile…] che a questo punto qualche ‘genio’ se ne venga fuori dicendo che la ‘ruota’ che si vede sulla ‘foto originale’ appartiene al carrello anteriore di un Boeing 757

Andando sul bel sito seguente…

http://www.airliners.net/

… ho ‘rubato’ le due belle foto seguenti, che mostrano abbastanza bene i dettagli del carello anteriore di un Boeing 757





A questo punto basta riguardarci la nostra ‘foto originale’…




… e ci rendiamo facilmente conto che… niente da fare boys!!! ...

saluti!...

--------------

... chè perder tempo a chi più sa più spiace... Dante Alighieri, Divina Commedia, Purgatorio, III, 78

… men of few words are the best men… William Shakespeare King Henry V
Pyter
Inviato: 14/5/2008 13:11  Aggiornato: 14/5/2008 13:11
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/9/2006
Da: Sidonia Novordo
Inviati: 6250
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
harvey :
Si potrebbero evitare almeno le palesi falsità? Per esempio, o Ahmbar, la scatola nera del volo 757 è stata ritrovata, e ci sono anche le sue foto fra le immagini dei rottami che trovi in giro per la rete.
Certo, mi dirai, ma come facciamo a sapere che era proprio la scatola nera di quell'aereo? Beh, perché i dati da cui è stata ricostruita la traiettoria di quell'aereo vengono da lì. Non ti basta?

Sì, ma i dati venuti fuori dalla scatola sono poco convincenti.
spiegami: perchè quando hanno aperto la scatola nera, e si era nel mese di NOVEMBRE,se non sbaglio, è invece venuta fuori la coniglietta di Playboy del mese di APRILE?
Come potevano non rendersi conto che qui su LC ce ne saremmo accorti subito, visto che oltretutto una è bionda e l'altra no?

"Nessuno ha il diritto di fare quel che desidera, ma tutto è organizzato per il meglio." (Antico decreto reale tolemaico)
ahmbar
Inviato: 14/5/2008 13:14  Aggiornato: 14/5/2008 13:14
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 25/3/2007
Da: Milano
Inviati: 1785
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
@[email protected] Citazione:
Si potrebbero evitare almeno le palesi falsità? Per esempio, o Ahmbar, la scatola nera del volo 757 è stata ritrovata, e ci sono anche le sue foto fra le immagini dei rottami che trovi in giro per la rete.


Falsita'? Ohibo'!

Come forse saprai, e se non lo sai siamo qui per imparare, a tutt'oggi non e' stato esibito nemmeno 1 numero identificativo, e dato che i responsabili delle indagini sono proprio le persone che abbiamo colto con le mani nella marmellata in diverse occasioni (timeline, radar, video, prove false etc etc), la loro parola che quella sia la scatola nera di AA77 non basta,
I dati FDR, oltretutto, non corrispondono nemmeno ne' alla traiettoria ufficiale, ne' all'altimetria necessaria per impattare

E in piu' si interrompono proprio prima dello schianto (motivo per cui una scatola nera smetta di funzionare prima di uno schianto? nessuno, ovviamente)

Che qualcosa sia successo al pentagono lo sappiamo, e se a te basta la parola di accertati bugiardi (vedi deposizione sotto giuramento del Gen. Myers sulle timeline, per esempio) che dichiarano che AA77 ha colpito l'edificio, ma poi non sono in grado di esibire ne' un filmato (ca 100 telecamere in zona, di cui 18 del pentagono puntate sul lato dell'impatto) ne', tantomeno, nemmeno 1 pezzo delle centinaia e centinaia che permettono una identificazione certa di un velivolo, e' un problema tuo
Evidentemente per te la parola di queste persone e' sufficiente


Pero', prima di criticare e accusare qualcuno di mentire, dovresti informarti:
l'unica cosa che sappiamo per certo e' che non sappiamo effettivamente cosa abbia colpito l'edificio, perche' un mucchio di rottami, se non sei in grado di dimostrare con prove da che aereo provengono, sono e restano un mucchio di rottami e basta (scatole nere comprese, off course)

Sai cosa e' stato risposto alla FOIA che richiedeva i dati della famosa "scatola nera ritrovata fra le macerie del Pentagono"?
"Non li abbiamo"

Non trovi piu' che lecito dubitare, a questo punto?
E pretendere almeno 1 prova certa, dato che sei seduto al tavolo con un noto baro, prima di accettare le sue affermazioni?

Per chi desidera informarsi sulla piu' grande menzogna dell'era moderna
FAQ 11 settembre 2001
Sertes
Inviato: 14/5/2008 13:41  Aggiornato: 14/5/2008 13:44
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 9236
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
@spock:
Credo tu stia un po travisando scopi e affermazioni di quello che tu chiami "B"

Citazione:

A sostiene che a Dallas lo sparatore era 1.
B sostiene che a Dallas hanno agito più sparatori.

Qui lo scopo della posizione B è dimostrare che c'è stata una cospirazione. Per definizione una cospirazione è quando due o più persone si accordano per commettere un illecito. Fosse anche solo scippare una vecchia.
Vien da se che questo è il fulcro della discussione, perchè la V.U. vuole che LHO abbia agito da solo, e che preso lui non vi sia null'altro da approfondire. Se invece c'è una cospirazione va cercato quantomeno un secondo criminale, sempre che si pensi che il primo fosse LHO. Se invece LHO è una pedina che doveva fare da capro espiatorio, allora le implicazioni sono ovviamente ancor più gravi... ma la storia la conosci, immagino.
Quindi avevi frainteso gli scopi della posizione "B"

Citazione:

A sostiene che le torri sono crollate a causa dell'impatto dei veivoli.
B sostiene che il crollo non è giustificabile dall'impatto.

Da notare che entrambe le posizioni implicano cospirazione, cambiano solo gli attori in gioco.
E siccome comunque i crolli ci sono stati, la posizione B implica cospirazione interna, con centinaia di persone coinvolte tra coloro che avrebbero dovuto garantire la sicurezza stessa di questi palazzi. Entrambe le versioni concordano che l'undici settembre sia un atto di guerra, ergo se B è vero si è trattato di atto di guerra portato da interni, e questo è un colpo di stato.
B quindi CHIEDE UNA NUOVA INVESTIGAZIONE per fugare ogni dubbio, tutto qua, perchè i la versione A non spiega la dinamica dei crolli e lo ammette candidamente (NIST)

Citazione:

A sostiene che sul pentagono si è schiantato un 757.
B sostiene che sul pentagono si è abbattuto un missile.


Diciamo che A sostiene che sul pentagono si è schiantato AA77 dirottato da al-quaeda. Sostiene, e non dimostra! Come ti hanno detto i sostenitori della teoria A non hanno MAI PROVATO la loro teoria, ad esempio identificando i pezzi.
Invece esiste almeno un missile che può causare i danni al pentagono, ma la teoria B non è affatto limitata a quella che hai scritto tu: la teoria B è "sostiene che sul pentagono NON si è schiantato AA77"
Poi che fosse un piccolo velivolo globalhawk, un agm86b, una bomba con sorvolo di AA77... questo non si sa. Si asserisce che non fosse AA77.

Quando dici le cose come stanno, stai sulle palle a tanta gente
shm
Inviato: 14/5/2008 13:55  Aggiornato: 14/5/2008 13:55
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 17/8/2007
Da: perugia
Inviati: 1802
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
...qualcuno sa, nella storia dell'aviazione, quante scatole nere inservibili sono state ritrovate?

Se si.... sa fare anche il calcolo delle probabilità per cui di 8 scatole nere, in quel giorno, la maggior parte fosse inservibile?

2 scatole nere per ogni velivolo:
- fdr (flying data recorder)
- cvr (cockpit voice recorder)

“Se un ebreo ortodosso mi considera "immondo" o mi saluta per primo per non dover essere costretto a rispondere al mio saluto, la cosa non preoccupa più di tanto.” (John)
9/11 anomalies
AndreaP
Inviato: 14/5/2008 14:05  Aggiornato: 14/5/2008 14:05
Ho qualche dubbio
Iscritto: 10/4/2008
Da: Monza
Inviati: 33
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
A questo punto mi permetterei anche di far notare una cosa... il titolo che ho dato all'articolo ha un significato preciso.
Mettiamo da parte per qualche istante la logica e ammettiamo che i rottami siano di un 757.
Bene, ne prendiamo atto.
Ma il fatto che ci siano i rottami non consegue perforza all'impatto dell'aereo, che poi diciamolo sinceramente quelli non sono "rottami" sono quattro pezzi di ferro vagamente riconducibili a un aereo.
Indi... i rottami ci sono (per Henry62 e i sostenitori della VU) ma l'aereo in ogni modo non c'è.

Andrea

To sin by silence when we should protest makes cowards out of man - Ella Wilcox

(Peccare di silenzio quando dovremmo protestare ci rende codardi, da uomini quali siamo)
sigmatau
Inviato: 14/5/2008 14:54  Aggiornato: 14/5/2008 14:59
Mi sento vacillare
Iscritto: 18/9/2007
Da: Provincia di Piacenza
Inviati: 705
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
Ragazzi…
… già che si è parlato di ‘ruote’ vediamo un poco di finire il discorso… se possibile ‘in bellezza’…

La foto seguente mostra in dettaglio la famosa ‘ruota’ rinvenuta al Pentagono poco lontano dal 'foro di uscita'...



Tutto quello che si può dire con certezza è che possiede otto slot. Abbiamo già visto che questa ruota non può in nessun caso essere appartenuta ad un Boeing 757 e questo già è meglio di nulla. Per ‘amor di esattezza’ si tratterebbe ora di verificare se per caso tale ruota può essere appartenuta all’altro velivolo che lo scrivente ritiene un possibile ‘candidato alternativo’: l’Aerospace Gulfstream G150. Cercando in rete ho avuto la disavventura di imbattermi nella foto seguente, che illustra il velivolo in questione durante la fase di decollo. Nella foto è anche riportato l’ingrandimento del particolare che interessa…




Che si può dire?… nell’immagine ingrandita della ruota sono chiaramante visibili otto slot… la ‘geometria’ poi sembra compatibile… parafrasando il ‘mitico Walter’ verrebbe quasi voglia di dire… we can… ipotize

saluti!...

--------------

... chè perder tempo a chi più sa più spiace... Dante Alighieri, Divina Commedia, Purgatorio, III, 78

… men of few words are the best men… William Shakespeare King Henry V
harvey
Inviato: 14/5/2008 14:59  Aggiornato: 14/5/2008 14:59
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/4/2008
Da:
Inviati: 339
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
Ahmbar:

Falsità = dire cose non vere

Non ti ho accusato di mentire,ma se dici: "E dato che, a tutt'oggi, non 1 pezzo e' stato esibito per identificare positivamente almeno 1 dei 4 aerei coinvolti quel giorno, scatole nere comprese, "
dici una cosa non vera.
Vuoi il numero di serie? Ok, eccolo: 123456789ZZ. E ora cosa te ne fai?

shm
Inviato: 14/5/2008 15:23  Aggiornato: 14/5/2008 15:23
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 17/8/2007
Da: perugia
Inviati: 1802
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
...sigmatau il tuo ragionamento fila, fin quando parliamo di numero di slot... sempre che però il cerchione non ce l'abbiano buttato lì in bella mostra appositamente!

...mi chiedo principalmente perchè, dal momento che avessero deciso di non far impattare un velivolo come un 757, per quale motivo optare per un velivolo jet-privato come un lear-jet o simile, dal momento che buttandoci un missile avrebbero poi potuto benissimo, risparmiando, dire che in realtà non si vedesse niente per colpa delle video-camere...

Avrebbero potuto optare per farci schiantare qualche altro velivolo militare obsoleto da smantellare... meno costoso...

Ma ciò avrebbe implicato che qualcuno avesse potuto vederlo...

Meglio non far vedere nulla!

...e affidarsi al segreto contenuto nella facciata del Pentagono!

“Se un ebreo ortodosso mi considera "immondo" o mi saluta per primo per non dover essere costretto a rispondere al mio saluto, la cosa non preoccupa più di tanto.” (John)
9/11 anomalies
sigmatau
Inviato: 14/5/2008 15:47  Aggiornato: 14/5/2008 16:36
Mi sento vacillare
Iscritto: 18/9/2007
Da: Provincia di Piacenza
Inviati: 705
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
Caro shm...
... se avessi una risposta per ogni 'perchè' stai certo che non starei qui!...

Il fatto è che 'far chiarezza' sulll'11 settembre è una faccenda maledettamente complicata che non si può pensare di risolvere in dieci minuti!...

Per il momento conviene accontetarci di mantenersi entro i binari tracciati dall'articolo di AndreaP, cercando magari non solo di 'confutare' le 'farloccate' scritte da altri [impresa non certo 'trascendentale'...], ma anche, nei limiti del possibile, mettendo a posto anche qualche tassello che contribuisca a raggiungere prima o poi la soluzione del 'giallo' ...

Diciamo che per il 'Tenente Colombo' il lavoro è appena iniziato...

saluti!...

--------------

... chè perder tempo a chi più sa più spiace... Dante Alighieri, Divina Commedia, Purgatorio, III, 78

… men of few words are the best men… William Shakespeare King Henry V
ahmbar
Inviato: 14/5/2008 16:03  Aggiornato: 14/5/2008 16:03
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 25/3/2007
Da: Milano
Inviati: 1785
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
@[email protected] Citazione:
Non ti ho accusato di mentire,ma se dici: "E dato che, a tutt'oggi, non 1 pezzo e' stato esibito per identificare positivamente almeno 1 dei 4 aerei coinvolti quel giorno, scatole nere comprese, "
dici una cosa non vera.


Potresti dimostrare a me, ai frequentatori di Luogocomune e al variegato e paranoico mondo dei complottisti che non stai sostenendo una tesi indimostrabile?

Mostraci una prova esibibile nel piu' scalcinato tribunale che dimostri che uno qualunque dei video, rottami o delle scatole nere fotografati e/o ritrovati fra le macerie del pentagono appartengono inequivocabilmente ad AA77, ed io faro' ammenda

Ma, dato che non esiste, ti invito a ritrattare la tua affermazione : le scatole nere non sono state positivamente identificate, non un pezzo e' stato dimostrato come appartenente sicuramente a nemmeno 1 dei 4 aerei che sarebbero stati dirottati quel giorno

Questa e' la realta' a tutt'oggi, ed ecco perche' il sospetto di aerei sostituiti con altri telecomandati e' cosi' forte: aerei spariti per diversi minuti prima di riapparire sui radar+ inspiegabile assenza dell'invio in tutti e 4 gli aerei del segnale"aereo in pericolo dirottamento" che ogni pilota deve azionare+ presenza sia al Pentagono che a New York di aerei militari per la guerra elettronica+ manovre ai limiti strutturali ed inspiegabili per la difficolta', l'efficacia e la logica+ impossibilita' dell'assenza del segno del motore sx sul prato ( un boeing li' non ci sta', deve toccare il prato per poter entrare a quell'altezza)+ assenza dell'impronta del timone sulla facciata+ assenza prove identificative certe+...+...+...+... =...... era inequivocabilmente AA77, lo dicono i rottami ed Henry62
Sigh!


Al di fuori della rete, anche grazie al lavoro di persone alla cui buona fede ho smesso di credere da tempo (vedi oggetto del thread), la menzogna continua, ma almeno qui le falsita' non durano molto

L'orologio indietro non lo si sposta piu', caro harvey

Per chi desidera informarsi sulla piu' grande menzogna dell'era moderna
FAQ 11 settembre 2001
etrnlchild
Inviato: 14/5/2008 16:04  Aggiornato: 14/5/2008 16:04
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 1/10/2007
Da:
Inviati: 1200
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
Ancora co ste foto dei rottami, carrelli, slot... eddai...non perdiamoci piu' tempo a trovare qualcosa che non c'e'.
L'unica foto che mi suggerisce qualcosa e' questa



e il bel cartello al lato del buco bello rotondo che dice di non parcheggiare...che sapessero gia' cosa sarebbe successo ?

"Lo spirito del guerriero non conosce né il lasciarsi andare né il lagnarsi, né conosce il vincere o il perdere."
Paulo
Inviato: 14/5/2008 22:12  Aggiornato: 14/5/2008 22:13
Mi sento vacillare
Iscritto: 24/12/2005
Da:
Inviati: 507
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
Scusate se comunico il mio disagio nel riprendere i contatti, dopo un certo tempo, con Luogocomune.
È possibile che si stia ancora a "discutere" davanti a foto di rumenta, prese non si sa dove e gabellate per reliquie dell'11 settembre?
La parola definitiva è stata detta in quest'articolo, purtroppo non datato, ma risalente al 2005-2006.
Ci sono i serial number delle parti rinvenute?
In ogni incidente aereo si fa così. Perché, altrimenti, si starebbe a registrare i pezzi essenziali e soggetti a manutenzione?
Nell'incendio del Concorde si è riusciti ad individuare un pezzo che non era suo e pure l'aereo che lo aveva perso e che ha causato la tragedia.
Al Pentagono, invece, non è stato controllato nulla. Tanto l'allocco o il malintenzionato che ti posta "rivelazioni" in fotografia si trova sempre.

edo
Inviato: 14/5/2008 22:51  Aggiornato: 14/5/2008 22:51
Sono certo di non sapere
Iscritto: 9/2/2006
Da: casa
Inviati: 4529
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
che dice in sintesi l'articolo tradotto per i poveri monoglotti come me?

Tuttle
Inviato: 15/5/2008 1:42  Aggiornato: 15/5/2008 1:45
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/9/2006
Da:
Inviati: 3790
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
Sigmatau...ho letto tutti i tuoi interventi. E che dire, mi hai fatto venire in mente veramente l'ispettore Colombo.

Si...ma com'è oggi:



Continua così che vai benissimo!!



PS: non te la prendere eh. E' solo una battuta.

PS2: oggi ho contato gli slot dei cerchioni della mia punto. Sono 8.

florizel
Inviato: 15/5/2008 1:48  Aggiornato: 15/5/2008 1:48
Sono certo di non sapere
Iscritto: 7/7/2005
Da: dove potrei stare meglio.
Inviati: 8195
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
a me quella sugli angoli del raccordo bianco sopra la "prova 1" sembra ruggine.

Tuttle
Citazione:
Mi pare una reazione normalissima dovuta alle fiamme e al successivo "innaffiamento" da parte dei pompieri. La stessa cosa che puoi osservare dopo lo spegnimento di un auto bruciata


Ecco, se si riuscisse ANCHE a capire quando siano state sgomberate quelle "macerie" (che non esistono), si capirebbe anche se quella ruggine è giustificata.

Altrimenti, senza questo dato, ed ipotizzando che le foto siano state scattate pochi giorni dopo l'impatto dell’aereo (che non esiste), il tempo sarebbe stato troppo breve affinchè la ruggine si producesse.

In questo caso, dare credito all'affermazione >reazione normalissima dovuta alle fiamme e al successivo "innaffiamento"< risulterebbe un puro atto di fede.

Poi, ci si può ricamare sopra quanto pare e piace, però alcune obiezioni danno risposte incontrovertibili, dal punto di vista “logico” delle stesse fonti “ufficiali”: se quei resti fossero appartenuti DAVVERO all’aereo schiantatosi sul Pentagono, si potrebbe spiegare per quale automasochistica ragione non siano stati filmati e controfilmati, fotografati e controfotografati e resi pubblici a tempo debito dalle autorità e dai mezzi di “informazione” statunitensi, invece di insistere sul fatto che “l’aereo si è disintegrato”? Ed invece di chiedere alla Purdue University di realizzare un filmato che dimostrasse che i motori scomparvero nel nulla?

Grazie, obbligata.

In secondo luogo, a parte i numeri di serie che identificherebbero qualunque rottame di qualunque velivolo, il foro d’entrata e quello d’uscita. Vi andate a rivedere
le dinamiche e le misure da soli, o si deve ripetere la solita via crucis?

"Continueremo a fare delle nostre vite poesie, fino a quando Libertà non verrà declamata sopra le catene spezzate di tutti i popoli oppressi". Vittorio Arrigoni
Tuttle
Inviato: 15/5/2008 1:58  Aggiornato: 15/5/2008 2:16
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/9/2006
Da:
Inviati: 3790
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
Ciao Florizel.

Primissima cosa, stai parlando con uno che di dubbi sulla dinamica del Pentagono ne ha a scatoloni, quindi magari potremmo rilassarci ed evitare di definire atti di fede - pensieri che non lo sono affatto.

Seconda cosa, l'ossido di ferro non ha bisogno di molto tempo per formarsi. Se ci fosse un esperto di chimica potrebbe spiegarti le motivazioni. Io non lo sono ma ho ben chiaro che quando un auto brucia e i pompieri la annaffiano, già la mattina dopo si presenta esattamente così come la vedi nella foto che ho postato.

Per quanto riguarda il discorso sul come, perché, come mai non ci sia altro materiale io non lo so. E nessuno lo sa. E su questo ognuno può liberamente costruire ciò che gli pare. Utile? Per me non moltissimo...ma è sempre meglio che costruire il nulla su una foto che mostra palesemente una parete del pentagono e resti di aereo.

Il discorso delle dimensioni della breccia è sempre il solito. Per Massimo è sottodimensionato...per me lo è solo in determinati punti. Ma non oserei mai descrivere il foro di facciata come un buco di 5 metri. E non è un dato di fede. Ho pure ricostruito l'intera facciata usando una marea di foto. E ciò che è venuto fuori non è un buchetto di 5 metri.

Ma su questo abbiamo partorito chilometri di parole...che ormai la noia mi assale al solo pensiero di ricominciare da capo.

Ciao

PS: prima che parta qualche flame. LO SO. Per Massimo il foro di 5 metri è solamente il foro della fusoliera. Mentre io considero anche lo sfondamento parziale sotto il foro "circolare".

florizel
Inviato: 15/5/2008 2:44  Aggiornato: 15/5/2008 2:48
Sono certo di non sapere
Iscritto: 7/7/2005
Da: dove potrei stare meglio.
Inviati: 8195
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
Tuttle, guarda che io sono rilassatissima, mi hai beccata in un momento buono...

Mi chiedevo come mai chi ha pubblicato quelle foto non abbia specificato la data in cui sarebbero state scattate, e dopo quanti giorni sarebbero stati rimossi i rottami.

Se sulla versione ufficiale hai dubbi a valanghe, la domanda dovrebbe incuriosire anche te: l'atto di fede consisterebbe nel credere a priori che quelle foto sarebbero state scattate la mattina dopo l'avvenuto impatto, o subito dopo lo spegnimento delle fiamme.

E siamo alle solite: in mancanza di dati certi, non possiamo fare affermazioni certe fondate su "ipotesi" (questo thread me ne ricorda pericolosamente un altro...), ed il tizio che avrebbe scattato le foto dovrebbe come minimo riportarne la data. Dev'essere chi ha dato quelle informazioni a spiegarne i dettagli, in mancanza dei quali chiunque è in diritto di porsi i sacrosanti dubbi che seguono.

In secondo luogo: se ha avuto il tempo e l'ardire di scattare foto ai rottami, sarebbe stato opportuno (ai fini di rivelare la "verità", un giorno) scattare foto anche ai fori. Insomma, 'sto tipo si è perso parecchie buone occasioni, non ti pare?

Per quanto riguarda le pareti del Pentagono, tolta l'ipotesi del fotomontaggio (materia da esperti) non credo che negli States sia difficile reperire costruzioni realizzate a quel modo: praticamente, ogni struttura militare potrebbe essere facilmente provvista di muri simili.

Il nulla, semmai, lo si costruisce su una visione limitata che non tiene conto degli accadimenti politici precedenti e seguenti l'11 settembre. L'avevo già detto, ma capire quell'evento, mettere a posto i pezzi del puzzle, è possibile solo analizzandolo nella sua interezza, organicamente, e nella sua valenza politica. Finchè si parzializzerà la questione ai soli aspetti "tecnici", credo che si continuerà a fare la parte delle allodole.

Chi regge lo specchio, è intuibile.

Ciao.

"Continueremo a fare delle nostre vite poesie, fino a quando Libertà non verrà declamata sopra le catene spezzate di tutti i popoli oppressi". Vittorio Arrigoni
Redazione
Inviato: 15/5/2008 3:46  Aggiornato: 15/5/2008 3:53
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
TUTTLE: Non ricordo di averlo fatto, ma se da qualche parte ho detto che il foro di uscita è di 5 metri, ho sicuramente esagerato. Saranno 4,90, toh! (Mai comunque come la "voragine di 15 metri" [in entrata] dei debunkers, sia chiaro. Il mio può essere stato un "eccesso di entusiasmo", la loro è malafede comprovata).

Suggerisco comunque di non farne un problema, visto che non mi pare questo il cuore dell'argomento.

FLO: Senza volerne fare una polemica, ultimamente credo di aver (capito e) imparato a rispettare Tuttle per il modo in cui si pone: lui è semplicemente un professionista che offre, nel suo campo di conoscenza, la sua collaborazione, senza per questo essere obbligato a trarre conclusioni di tipo politico. (Se lo avese fatto anche Steven Jones, almeno all'inizio, avrebbe fatto molto più strada, fra l'altro).

sigmatau
Inviato: 15/5/2008 9:46  Aggiornato: 15/5/2008 10:00
Mi sento vacillare
Iscritto: 18/9/2007
Da: Provincia di Piacenza
Inviati: 705
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
Ragazzi buondì…
… non ho parole per dirvi quanto sono contento nell’apprendere che ‘un professionista che offre nel suo campo di conoscenza la sua collaborazione senza per questo essere obbligato a trarre conclusioni di tipo politico’ è anch’egli, come me, un incondizionato ammiratore del Tenente Colombo… se poi codesto ‘professionista’ avesse cura di ridimensionare le immagini che posta in modo da mettere un poco più a proprio agio chi le osserva la mia contentezza sarebbe certo maggiore… è chiaro però che dalla vita non si può avere tutto!…

Tornando ‘a palla’, per completare un poco il discorso, sia pure assai sommario, relativo alla identità del ‘misterioso oggetto volante’ che è andato a sbattere contro il Pentagono alle dieci della mattina dell’11 settembre 2001 vediamo un poco, dopo avere esaminato le ‘ruote’ , di esaminare un altro importante componente aeronautico: i motori. Dal momento che il ‘comitato antiantibufala’ ha espresso qualche ‘riserva’ riguardo la ‘magica foto’ diffusa in rete dal nostro amico Henry, mi auguro che egli non se ne abbia a male se propongo come materiale di indagine la foto seguente…



L’oggetto che si vede nella foto ha tutta l’aria di far parte di una turbina aeronautica e la presenza del vigile del fuoco accanto ad essa consente, sia pure ‘a spanne’, di farsi un’idea delle sue reali dimensioni. A questo scopo non è superfluo ricordare che un aereo Boeing 757 è spinto da una coppia di propulsori turbofan RB11-535E4 che qui sotto potete osservare ‘in spaccato’ [foto a destra…] e sottoposto a manutenzione da parte di ‘personale tecnico’ [foto a sinistra…]…



Non è mia intenzione essere offensivo nei confronti di alcuno e pertanto lascerò che sia il lettore, servendosi del proprio cervello, a stabilire se il ‘particolare meccanico’ che si osserva nella foto in alto può far parte di questo tipo di propulsore aeronautico. Se qualcuno dovesse per caso nutrire dei dubbi, allora cercherò di dissiparli facendom il confronto con un altro modello di propulsore. Tra i tanti modelli esistenti al mondo proviamo [non si sa mai…] a prendere in esame il propulsore Allied Signal TFE731, una coppia dei quali è posta in coda al Gulfstream G150, un tipo di aereo del quale ho già parlato in precedenza. A somiglianza con il caso precedente, qui sotto potete osservare tale propulsore ‘in spaccato’ [foto a destra…] e sottoposto a manutenzione da parte di ‘personale tecnico’ [foto a sinistra…]



Anche in questo caso invito a valuare di nuovo la foto in altro e lascio che ognuno giunga alle conclusioni che ritiene più ‘consone’. Chi volesse saperne di più sul propulsore Allied Signal TFE731 ed ha pazienza può consultare il documento seguente…

http://www.honeywellaerospace.com/pdf/tfe731-60.PDF

Per chi invece ‘non ha pazienza’ riportiamo in breve i dati che interessano…

Engine details:

Length: 2.08 m
Rotor/fan diameter: .78 m
Dry weight: 448 kg

Per finire sono lieto di mostrare al lettore un piccolo collage di parti di ricambio di questo propulsore aeronautico…



Per il lettore che vuole ‘divertirsi’ e ‘riconoscere’ la presenza di qualcuno di questi ‘pezzi di ricambio’ in mezzo ai rottami rinvenuti al Pentagono ripropongo ancora una volta le seguenti due ‘foto originali’…






A tutti buon divertimento!… e naturalmente… saluti!…

--------------

... chè perder tempo a chi più sa più spiace... Dante Alighieri, Divina Commedia, Purgatorio, III, 78

… men of few words are the best men… William Shakespeare King Henry V
LoneWolf58
Inviato: 15/5/2008 10:10  Aggiornato: 15/5/2008 10:10
Sono certo di non sapere
Iscritto: 12/11/2005
Da: Padova
Inviati: 4861
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
Per come la vedo io...
ammetto che è giusto ogni tanto fare il punto sulla situazione ma se possibile lo si dovrebbe fare consolidando le posizioni raggiunte e non aprendo nuovi fronti ed innescando discussioni su argomenti già trattati senza che ci sia alcunché di nuovo da aggiungere.
Leggendo l'articolo mi viene da dire... ammesso che quelli siano i rottami... il resto dell'aereo dov'è.
Abbiamo già capito che la coda dovrebbe orbitare in orbita geostazionaria... quindi mancano ancora all'appello... azz... ma quanta roba?!
Tuttle... bella la foto di Colombo...

La storia, come un'idiota, meccanicamente si ripete. (Paul Morand)
Il problema, però, è che ci sono degli idioti che continuano a credere che la storia non si ripeta. (LoneWolf58)
Paulo
Inviato: 15/5/2008 10:49  Aggiornato: 15/5/2008 10:49
Mi sento vacillare
Iscritto: 24/12/2005
Da:
Inviati: 507
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
x Edo

Ho fatto una rapida ricerca ed ho constatato, con una certa sorpresa, che l'articolo di Nelson nel sito non c'è, nemmeno in originale. Chissà dove l'avrò pescato.
Vale la pena tradurlo e me ne assumo l'incarico. Dammi qualche tempo. Se la discussione passasse di attualità, Massimo potrebbe considererare l'opportunità di collocarla da qualche altra parte.

florizel
Inviato: 15/5/2008 12:38  Aggiornato: 15/5/2008 12:38
Sono certo di non sapere
Iscritto: 7/7/2005
Da: dove potrei stare meglio.
Inviati: 8195
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
Redazzucco
Citazione:
credo di aver (capito e) imparato a rispettare Tuttle per il modo in cui si pone: lui è semplicemente un professionista che offre, nel suo campo di conoscenza, la sua collaborazione, senza per questo essere obbligato a trarre conclusioni di tipo politico.


Massimo, nessuna polemica, per carità.

Ho seguito il thread fin qui senza intervenire, ma con tutto il materiale dettagliato a disposizione sul Pentagono, l'elemento "ruggine" mi è parso debole, senza dati comprovanti il momento degli scatti.
Allo stesso modo, non tener conto delle dimensioni del foro.

Ripeto (e mi fermo qui): se uno ha la "fortuna" (passatemi il termine...) di poter fotografare una probabile prova dell'accadimento del secolo, dovrebbe quanto meno riportare la data degli scatti.

Per il resto, lascio agli esperti l'onere di dimostrare se quei rottami appartengono ad un 757, o ad un altro tipo di velivolo, ma il problema di fondo resta: è stato un aereo a schiantarsi nel Pentagono?

"Continueremo a fare delle nostre vite poesie, fino a quando Libertà non verrà declamata sopra le catene spezzate di tutti i popoli oppressi". Vittorio Arrigoni
ahmbar
Inviato: 15/5/2008 14:01  Aggiornato: 15/5/2008 14:01
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 25/3/2007
Da: Milano
Inviati: 1785
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
Flo Citazione:
Per il resto, lascio agli esperti l'onere di dimostrare se quei rottami appartengono ad un 757, o ad un altro tipo di velivolo, ma il problema di fondo resta: è stato un aereo a schiantarsi nel Pentagono?


La domanda non e' se era un 757 (che, senza scomodare le dimensioni del/i fori, non ci sta', oltretutto:manca l'impronta della coda sulla facciata e la traccia del motore sx sul prato),ma se era il 757 AA77


Aria fritta, senza targhette di identificazione (presenti a centinaia su ogni aereo) : li' si vedono un mucchio di rottami che potrebbero appartenere a qualunque oggetto, volante o no

Per chi desidera informarsi sulla piu' grande menzogna dell'era moderna
FAQ 11 settembre 2001
florizel
Inviato: 15/5/2008 14:28  Aggiornato: 15/5/2008 14:28
Sono certo di non sapere
Iscritto: 7/7/2005
Da: dove potrei stare meglio.
Inviati: 8195
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
Citazione:
La domanda non e' se era un 757 (...) ma se era il 757 AA77


Infatti, la domanda di fondo non era "a caso": che quei rottami, appartengano o meno a "quel" 757, è possibile mettere ancora in discussione che non è stato un aereo a schiantarsi nel Pentagono?

Naturalmente, la mancanza di una qualsiasi prova relativa al numero identificativo, a mio avviso fa il paio con l'assenza delle date di scatto.

"Continueremo a fare delle nostre vite poesie, fino a quando Libertà non verrà declamata sopra le catene spezzate di tutti i popoli oppressi". Vittorio Arrigoni
sigmatau
Inviato: 15/5/2008 14:43  Aggiornato: 15/5/2008 15:11
Mi sento vacillare
Iscritto: 18/9/2007
Da: Provincia di Piacenza
Inviati: 705
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
ahmbar : … la domanda non e' se era un 757… ma se era il 757 AA77…

A parte il Flight 77 e il Flight 93 risulta per caso che l’11 settembre 2001 si è ‘perduto’ qualche altro aereo Boeing 757?… Chiedo questo perché in tal caso suggerirei al proprietario di rivolgersi al più vicino ‘ufficio oggetti smarriti’

saluti!...

--------------

... chè perder tempo a chi più sa più spiace... Dantre Alighieri, Divina Commedia, Purgatorio, III, 78

… men of few words are the best men… William Shakespeare King Henry V
neoprog
Inviato: 15/5/2008 16:20  Aggiornato: 15/5/2008 16:20
Mi sento vacillare
Iscritto: 21/1/2006
Da:
Inviati: 422
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
Che polpettone per un ammasso di ferraglia!
Quelli potrebbero anche essere rottami d' aereo, ma nessun aereo si è schiantato sul Pentagono, e tantomeno sulle TT, per il semplice fatto che:
1) gli aerei non entrano negli edifici: solo i motori hanno la durezza e la compattezza per spezzare colonne d'acciaio e pareti in cemento.
2)tantomeno riescono dalla parte opposta: soltanto i missili hanno una tale capacità, infatti gli squarci delle torri e del pentagono sono compatibili con quelli creati dai missili.
Nelle torri, delle esplosioni secondarie hanno creato poi le sagome delle ali (si vede bene nell'unico video del primo schianto dove, sei secondi dopo l'impatto, una serie di esplosioni genera la sagoma dell'ala destra).
3) Aerei così grossi non possono volare alla massima velocità ad altezze simili, (6m 400m), esploderebbero in volo per le vibrazioni, che, data la densità dell'aria, raggiungerebbero la frequenza di risonanza (come i bicchieri con le onde sonore)
4) Certi aerei si portano appresso un vortice d'aria che avrebbe spazzato via la palla di fuoco e il fumo in un batter d'occhio, cosa che nei video non succede.
A Manhattan è stata usata la computer grafica per simulare un attacco aereo, al Pentagono probabilmente non è stato possibile, sarebbe stato troppo sfacciato. Anche se, a veder bene un pò sfacciati sono stati comunque, basta analizzare e soprattutto comparare i video del secondo schianto tra loro, per rendersene conto.
Non voglio fare il saputello, perchè credevo anch'io alla tesi degli aerei teleguidati, ma la "testa del serpente" dell'11 Settembre sono i video della "diretta" di quel giorno.
Vedere per non credere.
Saluti.

D'you know that one day
We will turn the world upside down
D'you know that one day
We will clean the world inside out
Caronte
Inviato: 15/5/2008 17:11  Aggiornato: 15/5/2008 17:11
So tutto
Iscritto: 25/12/2005
Da:
Inviati: 14
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
Ma si può considerare quell'ammasso di inutile ciarpame come i resti di un 757? Come ha già precisato Mazzicco, questi presunti Debunkers sono abilissimi nello spostare la discussioni sui particolari inutili. Il grosso della questione resta la manovra impossibile dell'aereo in avvicinamento, il tipo di impatto (probabilmente frutto di un missile seguito immediatamente da un piccolo aereoplano), la mancanza della solita "scenografia" che accompagna ogni disastro aereo, la mancanza dei filmati, e la incomprensibile scelta delle inquadrature fotografiche; piccoli mucchietti di rottami quando, viste le dimensioni del velivolo, ce ne sarebbero dovute essere tonnellate su tonnellate.

Inoltre ho dato un'occhiata al Blog del fantomatico Henry62. Dire che è patetico è dir poco. Pretende di spiegare la fuoriscita di materiale incandescente nei pressi del piano in cui è avvenuto l'impatto nella Torre Sud, come il risultato di un qualche tipo di fenomeno che avrebbe coinvolto le batterie al piombo di un UPS.

Qualcuno dovrebbe forse fargli presente che l'acido solforico non è infiammabile, e che la miscela di acido solforico + acqua distillata (l'elettrolita all'interno di una batteria al piombo) lo è ancora meno. Una batteria al piombo può sviluppare, molto lentamente, idrogeno in certe condizioni di carica, ma non certo in maniera improvvisa in seguito ad un impatto. tantomeno in seguito ad un incendio. E poi l'idrogeno causa sicuramente un'esplosione, no di certo uno zampillo incandescente come quello che si vede fuoriuscire dalla torre.

ahmbar
Inviato: 15/5/2008 18:45  Aggiornato: 15/5/2008 18:45
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 25/3/2007
Da: Milano
Inviati: 1785
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
@[email protected] Citazione:
A parte il Flight 77 e il Flight 93 risulta per caso che l’11 settembre 2001 si è ‘perduto’ qualche altro aereo Boeing 757?… Chiedo questo perché in tal caso suggerirei al proprietario di rivolgersi al più vicino ‘ufficio oggetti smarriti’


Sigma, che quel giorno almeno un paio di aerei sono spariti e' una cosa accettata (non ho voglia con un vecchio frequentatore di LC di spiegare perche' dico un paio e non 4)

Da li' a dimostrare agli scettici come me che quegli aerei si siano schiantati sulle torri e sul Pentagono, vorrei vedere di piu' di qualche foto e video

Mi cito
ecco perche' il sospetto di aerei sostituiti con altri telecomandati e' cosi' forte: aerei spariti per diversi minuti prima di riapparire sui radar+ inspiegabile assenza dell'invio in tutti e 4 gli aerei del segnale"aereo in pericolo dirottamento" che ogni pilota deve azionare+ presenza sia al Pentagono che a New York di aerei militari per la guerra elettronica+ manovre ai limiti (forse oltre..) strutturali ed inspiegabili per la difficolta', l'efficacia e la logica+ impossibilita' dell'assenza del segno del motore sx sul prato ( un boeing li' non ci sta', deve toccare il prato per poter entrare a quell'altezza)+ assenza dell'impronta del timone sulla facciata+ assenza prove identificative certe+...+...+...+... =...... era inequivocabilmente AA77, lo dicono i rottami ed Henry62

E ora anche Sigmatau si accoda a questa logica?

Ti hanno rubato l'auto
Un auto si e' schiantata in un negozio= la tua auto si e' schiantata in un negozio

Che dici, vorresti vedere qualcosina di piu' per accettare che fosse la tua, magari la targa?
O ritieni che modello e colore siano sufficienti?


Flo
Citazione:
Infatti, la domanda di fondo non era "a caso": che quei rottami, appartengano o meno a "quel" 757, è possibile mettere ancora in discussione che non è stato un aereo a schiantarsi nel Pentagono?


Io sono un sostenitore dell'evento multiplo :Un piccolo aereo telecomandato + cariche interne,
trovano una giustificazione parecchi particolari, tipo le colonne piegate in senso contrario rispetto alla direzione dell'impatto, l'inspiegabile assenza dell'impronta del timone di coda, la manovra radente senza impronte sul prato del motore sx (dimostrata come impossibile grazie al gran lavoro grafico di Tuttle) e tanti altri altrimenti inspiegabili ( a meno di chiamarsi Henry62, ovviamente)

Per chi desidera informarsi sulla piu' grande menzogna dell'era moderna
FAQ 11 settembre 2001
Blade1960
Inviato: 15/5/2008 22:14  Aggiornato: 15/5/2008 22:14
Ho qualche dubbio
Iscritto: 26/11/2006
Da:
Inviati: 264
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
Ciao a tutti
Vorrei fare una considerazione sul buco nel muro,immagino che per creare un buco cosi' ci deve essere stata una spinta non indifferente ,fiamme energia ecc ecc ,guardando una delle foto postate ho notato come il muro di fronte al buco,distante circa 6-8 metri non abbia risentito ne' deli frammenti immagino scagliati a forte velocita' ne annerimento da fuoco ,cioe' il muro e' bianco perfetto.

edo
Inviato: 15/5/2008 22:23  Aggiornato: 15/5/2008 22:23
Sono certo di non sapere
Iscritto: 9/2/2006
Da: casa
Inviati: 4529
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
per Paulo: tenchiù

DarkAngel
Inviato: 15/5/2008 23:08  Aggiornato: 15/5/2008 23:08
Ho qualche dubbio
Iscritto: 11/12/2005
Da: Amsterdam
Inviati: 57
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
AAAARGH...ma sono l'unico qui che si accorge che il tizio che ha fatto il fotomontaggio della foto in discussione ha fatto un pessimo lavoro?
(no, Blade1960 ha accennato qualcosa).

Ma guardate per qualche secondo l'immagine ingrandita SENZA cercare di dare un senso alla ferraglia, ma concentratevi solamente sui colori, le ombre e LA GRANULARITA'.
Solo a me sembra che i dettagli dei rottami siano ad una risoluzione inferiore rispetto al muro? E le ombre?





Ora concentratevi sull'immagine ad alta risoluzione:



Addirtittura tre zone a "granularitá" differente: Il muro, i rottami neri al centro della foto e il "carrello" blu in primo piano. Lo noto solo io questa differenza?
Come se avessero incollato assieme immagini digitali con risoluzione differente!

Possibile poi che non ci siano ombre sul muro da parte dei rottami? E' come se ci fosse la montagna di rottami, un metro di spazio e il muro, eppure il cumuo di rottami e' "apoggiato" CONTRO il muro, come mai questo controsenso?

E´ UN FOTOMONTAGGIO, E ANCHE FATTO MALE.
La profondita' che dovrebbe avere l'immagine di fatto non c'e'.

Qundi, ricapitoliamo:
Siamo al pentagono, OK, ci sono pezzi di boeing, OK, la foto e' finta, OK.

Non e' che qualche compare si vuole vendicare per lo scherzo fatto a massimo qualche tempo fa con il finto articolo?

My 2 cents

roberto55
Inviato: 15/5/2008 23:41  Aggiornato: 15/5/2008 23:43
Mi sento vacillare
Iscritto: 6/9/2006
Da:
Inviati: 327
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
No, DarkAngel, tranquillo… la foto è autentica.

Il particolare del carrello da te isolato (quello all’estrema destra in basso della foto grande) e la benna della ruspa a sinistra sono semplicemente fuori fuoco.

Invece i rottami al centro e il muro sono a fuoco.

I particolari citati prima giacciono su di un piano anteriore al piano focale della foto.
Tipicamente questo produce, sul digitale, quell’effetto di “grana grossa” che a te sembra di rilevare. Ma è normale.

La foto è autentica, come ho già detto 1000 post fa.

E dice quello che può dire: che ci sono rottami di aereo dentro il Pentagono. Non dice nulla di più.
Possono averceli messi lì apposta, ma ci sono.

La loro presenza è un dato sul quale ci si può interrogare, ma sul quale non si possono chiudere gli occhi.
Altrimenti non si fa della ricerca, si fanno sono illazioni, ipotesi e congetture, come in tantissimi – in questo thread – hanno fatto.

Ciao.
roberto

Nell' avatar: Hans Hartung, Composition T49. Frammento.
etrnlchild
Inviato: 16/5/2008 0:13  Aggiornato: 16/5/2008 0:13
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 1/10/2007
Da:
Inviati: 1200
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
Citazione:
Possono averceli messi lì apposta, ma ci sono.

Non capisco come in questo caso possa essere preso in considerazione tutto il resto...

Riapro gli occhi e vedo il buco di uscita del terzo anello e mi chiedo con ardente spirito di ricerca: ma cosa diavolo lo ha generato ? Il muso dell'aereo che dopo aver forato il muro d'entrata si e' disintegrato nel mezzo dell'edificio per poi ricomporsi in una palla di fuoco ? O forse un kamikaze che, miracolosamente scampato all'impatto e con ancora la cintura di esplosivo addosso, si e' cimentato, in un ultimo gesto che gli avrebbe riservato un posto migliore alla destra di Allah, nell'esplosione finale contro l'ultimo muro credendo di essere ormai arrivato al cuore dell'edificio. Purtroppo per lui era solo il terzo anello...

"Lo spirito del guerriero non conosce né il lasciarsi andare né il lagnarsi, né conosce il vincere o il perdere."
ahmbar
Inviato: 16/5/2008 0:22  Aggiornato: 16/5/2008 0:22
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 25/3/2007
Da: Milano
Inviati: 1785
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
@[email protected] Citazione:
La loro presenza è un dato sul quale ci si può interrogare, ma sul quale non si possono chiudere gli occhi.


Ok, la foto e' autentica, mi sono interrogato (dopo aver aperto gli occhi, se no non avrei visto ne' la foto ne' il soggetto), e vedo un mucchio di rottami, di cui parte sembrano resti di aereo

Citazione:
Altrimenti non si fa della ricerca, si fanno sono illazioni, ipotesi e congetture, come in tantissimi – in questo thread – hanno fatto.


Benissimo, potresti farmi vedere quindi (senza illazioni, ipotesi o congetture, please, ma con almeno 1 prova) come e' possibile sostenere che quello che vediamo sono proprio i resti di AA77?

O la tua era una velata critica ad Henry62 che non ho compreso?

Per chi desidera informarsi sulla piu' grande menzogna dell'era moderna
FAQ 11 settembre 2001
Redazione
Inviato: 16/5/2008 3:09  Aggiornato: 16/5/2008 3:25
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
NEOPROG: Citazione:
1) gli aerei non entrano negli edifici: solo i motori hanno la durezza e la compattezza per spezzare colonne d'acciaio e pareti in cemento.
Le Twin Towers non erano veri e propri “edifici” – che comunque vengono “penetrati” eccome: guarda solo il 747 di Amsterdam, oppure lo stesso incidente dell’Empire State - ma delle “grate metalliche”, certo molto robuste, ma “vuote” dietro. Nel senso che lo spazio fra le pareti esterne e la struttura centrale era letteralmente vuoto (fatta eccezione per la sezione dei pavimenti, ovviamente).

E credo che in questi casi la velocità abbia direttamente a che fare con la capacità di penetrazione, no? Se lanci una nocciolina contro una zanzariera non la buchi di certo, ma se la spari a 1000 KM all’ora non la buchi lo stesso?

Citazione:
2)tantomeno riescono dalla parte opposta: soltanto i missili hanno una tale capacità, infatti gli squarci delle torri e del pentagono sono compatibili con quelli creati dai missili.
I missili, certamente. E forse anche le eventuali testate di DU (parlo della Torre Sud) che li hanno preceduti di qualche frazione di secondo? (Remember the flash? Tutti lo conoscono, ma nessuno l’ha mai spiegato).

Citazione:
3) Aerei così grossi non possono volare alla massima velocità ad altezze simili, (6m 400m), esploderebbero in volo per le vibrazioni, che, data la densità dell'aria, raggiungerebbero la frequenza di risonanza (come i bicchieri con le onde sonore)
Non se li guida un cammelliere sfigato che non parla inglese, non ha mai visto quei comandi, e non sa nemmeno come funziona un motore a scoppio. In quei casi Allah è in grado di fare miracoli.

Citazione:
4) Certi aerei si portano appresso un vortice d'aria che avrebbe spazzato via la palla di fuoco e il fumo in un batter d'occhio, cosa che nei video non succede.
Il vortice d’aria non va a incocciare nella struttura (che assorbe quindi la sua energia cinetica) esattamente come accade con il resto dell’aereo?

Citazione:
A Manhattan è stata usata la computer grafica per simulare un attacco aereo.
Ti prego gentilmente di guardare questo mio video, e poi magari dimmi cosa ne pensi. Grazie.

No planes? No, thanks. Perchè la teoria no-planes non è proponibile.



Rivedendo il video, mi sono reso conto che c'è un concetto poco chiaro: la teoria no-planes presuppone che l'aereo non ci fosse, ma l'esplosione nella Torre, ovviamente, sia avvenuta lo stesso. Se si immagina quindi "la realtà" dei fatti come sono avvenuti, "vista dalla strada", avremmo la Torre Nord che esplode da un momento all'altro, senza preavviso, e senza che nulla le sia andato incontro. Ecco perchè la finta panoramica di Naudet doveva "arrivare" sulla Torre proprio un attimo prima che questa esplodesse (così dopo "ci mettevano sopra" l'aereo, che sembrava aver provocato l'esplosione).

Lo dico ancora in un altro modo. Se la teoria no-planes è vera, deve esistere da qualche parte l'inquadratura originale di Naudet che si volta e vede la torre esplodere SENZA aerei che la colpiscono. Quello sarebbe un piano-sequenza semplicemente miracoloso per chiunque, da ottenere al primo - e UNICO - ciak disponibile.

neoprog
Inviato: 16/5/2008 7:01  Aggiornato: 16/5/2008 7:01
Mi sento vacillare
Iscritto: 21/1/2006
Da:
Inviati: 422
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
Ti rispondo sinteticamente, perchè devo scappare al lavoro, a stasera una risposta più dettagliata.
La teoria no plane presuppone che siano stati utilizzati missili, lo scenario del pentagono vale anche per le torri.
Il video da te postato lo avevo già visto, ma non mi ha convinto.
Innanzitutto perchè è impossibile identificare un aereo con precisione, (sembra che lo abbiano voluto nascondere, più che farcelo vedere),la sagoma dell'aereo viene creata, sei secondi dopo l'impatto da esplosioni secondarie (ce ne sono parecchie anche in altri punti della torre).La sequenza appare senza tagli, ma l'audio mi sembra modificato,il rumore dell'aereo è troppo alto rispetto ai rumori a terra.
I pompieri sollevano la testa si, ma aereo o missile, sempre qualcosa sopra la testa gli è passato, non mi sembra una prova che sia stato l'aereo.
Anche al pentagono ci sono testimoni che affermano di aver visto un boeing schiantarsi.
Non voglio fare polemiche, ma discutere una tesi ,molto valida a mio parere, ma vorrei procedere per gradi.
Innanzitutto, tenere in sospeso il primo schianto, dato che non ci sono altri video per compararlo, ed analizzare il secondo.
Proporrei una sorta di scrematura dei video, ossia togliere di mezzo quelli palesemente falsi, dove si vedono aerei senz'ali o senza motori, in seguito analizzare le traiettorie, perchè dai video risultano almeno tre traiettorie diverse che dovrebbero però rappresentare lo stesso evento.
La manipolazione mediatica è talmente evidente da passare inosservata.
Il ponte di verrazzano che "cammina sulle acque" l'empire state building e altri palazzi che si spostano a seconda delle inquadrature, la mancanza dello sfondo in alcuni filmati, le immagini non sembrano delle riprese in una perfetta giornata di sole, com'era l'11 settembre 2001.
A risentirci.

D'you know that one day
We will turn the world upside down
D'you know that one day
We will clean the world inside out
Trystero
Inviato: 16/5/2008 9:06  Aggiornato: 16/5/2008 9:06
Mi sento vacillare
Iscritto: 20/5/2006
Da:
Inviati: 359
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
Citazione:
sigmatau:
Sarebbe offensivo per l’intelligenza del lettore se a questo punto mi permettessi di far notare che nella foto ‘magica’ di Henry le ruote hanno dieci slot mentre nelle ‘foto precedenti’ le ruote avevano ‘solo’ otto slot?… mi auguro proprio di no!…


Qui due foto di ruote di Boeing 757 con otto buchi:





Tratte da "Pentagon & Boeing 757 Wheel Investigation", pubblicato da aerospace.org:
http://www.aerospaceweb.org/question/conspiracy/q0290.shtml

Paulo
Inviato: 16/5/2008 9:23  Aggiornato: 16/5/2008 9:23
Mi sento vacillare
Iscritto: 24/12/2005
Da:
Inviati: 507
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
Parti d’aereo ed il principio di precauzione.

Impossibile provare la verità di una menzogna.
Le parti dell’aeroplano come indizio della loro identità.


di George Nelson
Colonnello USAF (a riposo)

Il principio di precauzione si basa sul fatto che è impossibile provare un’affermazione falsa. L’incapacità di provare un’affermazione non la rende automaticamente falsa, ma si richiede cautela, specialmente nel caso di un evento in grado di cambiare il mondo come gli asseriti attacchi terroristici dell’11 settembre 2001. L’amministrazione Bush non ha fornito pubblicamente alcuna prova atta a supportare la propria affermazione per cui gli attacchi terroristici furono l’opera di estremisti mussulmani o persino che gli aeromobili che colpirono i propri rispettivi bersagli l’11 settembre furono come reclamizzati. Come mostrerò qui sotto, ci sarebbe un semplice argomento per confermare che lo furono – se lo furono. Finché tale prova è di la ad arrivare, l’affermazione contraria deve essere tenuta a mente come precauzione contro un giudizio affrettato: i dirottamenti 9/11 furono parte di un’operazione in nero condotta con la cooperazione di nostri elementi governativi.


Nel luglio del 1965 fui nominato Sottotenente nell’Aeronautica degli Stati Uniti dopo aver prestato solenne giuramento di proteggere e difendere la Costituzione contro tutti i nemici, esterni ed interni, e che avrei portato fedeltà e devozione allo stesso. Presi molto seriamente quel giuramento. Fu mio compagno costante attraverso trent’anni di carriera militare nel campo della manutenzione di aerei.

Come compito aggiuntivo, gli ufficiali della manutenzione sono talvolta incaricati quali membri di commissioni d’indagine su incidenti aerei e la mia esperienza personale non ha fatto eccezione. Nel 1989 mi sono diplomato al Corso di Indagine sugli Infortuni Aeronautici all’Istituto di Sicurezza e Gestione dei Sistemi all’Università della Californi Meridionale. In aggiunta alla mia partecipazione diretta come investigatore di incidenti aerei, ho riesaminato innumerevoli referti d’indagine su incidenti aerei per completezza ed esaustività di conclusioni ad uso del Quartier Generale delle Forze Aeree del Pacifico durante il picco del conflitto nel Vietnam.

In tutti i miei anni di partecipazione, diretta o indiretta, mai ho assistito o persino sentito della perdita di un aereo, ove il relitto fosse accessibile, tale che abbia impedito agli investigatori di trovare sufficienti elementi concreti di prova atti ad identificare positivamente la marca, il modello, lo specifico numero di registro dell’aereo – e nella maggior parte dei casi la causa esatta dell’incidente. Ciò perché ogni aereo militare o civile per il trasporto di passeggeri ha molti componenti che sono identificati per la sicurezza del volo. Ciò è quando il collasso di ciascuno di quei componenti in qualsiasi momento del volo risulterebbe nella perdita catastrofica e dell’aereo e dei passeggeri. In conseguenza questi componenti sono controllati individualmente da un numero di matricola che li contraddistingue ed annotati nella sezione registrazioni e richiamati nella sezione della programmazione dei piani per le operazioni di manutenzione.

Dopo un certo numero di ore di volo o, nel caso dei congegni per l’atterraggio, dopo un numero fisso dei cicli di decollo e di atterraggio, si richiede la sostituzione, la revisione o l’ispezione da parte di meccanici specialisti di tali parti critiche. Quando questi componenti vengono installati i loro numeri di matricola vengono abbinati ai numeri di registrazione dell’aeroplano nei registri dell’aeroplano e le sezioni di pianificazione e di programmazione rendono noto agli specialisti di quando le parti devono venir sostituite. Se i componenti non vengono sostituiti entro il periodo specificato o nei cicli limite, l’aereo viene normalmente tenuto a terra finché non venga portata a completamento l’azione manutentiva. La massima parte di questi componenti da cambiare a scadenza, sia attuatori idraulici delle superficie di volo, sia pompe, sia i congegni per l’atterraggio, sia i motori che le parti dei motori sono virtualmente indistruttibili. Sarebbe impossibile per qualsiasi incendio ordinariamente conseguente da uno schianto aereo distruggere tutti quei componenti critici da sostituire scadenza o cancellarne i numeri impressi. Lo ripeto: impossibile.

Considerando i catastrofici incidenti dell’11 settembre 2001, dai fatti noti devono essere tratte alcune conclusioni inquietanti ma irrefutabili. Non provo alcun piacere o soddisfazione personale nel riferire le mie proprie valutazioni di tali fatti.

Volo 93 della United Airlines

Questo volo è stato riferito dal governo federale essere un aereo Boeing 757, numero di registro N591UA, che trasportava 45 persone, compresi quattro dirottatori arabi che presero il controllo dell’aereo, schiantandolo in un campo di una fattoria in Pennsylvania.

Sono state messe a disposizione del pubblico generale delle foto aeree dell’asserito luogo dello schianto. Mostrano un notevole buco nel terreno, ma semplici investigatori non furono autorizzati ad arrivare da alcuna parte in vicinanza del sito dell’impatto. Se fu lo schianto di un aereo a causare il buco nel terreno, ci sarebbero state letteralmente centinaia di componenti da cambiare a scadenza controllate attraverso il numero di matricola dentro il buco che avrebbero provato oltre ogni ombra di dubbio il numero di coda o l’identità dell’aeromobile. Tuttavia il governo non ha fornito alcuna prova concreta che avrebbe potuto provare al di là del dubbio che l’aereo specificatamente indicato si è schiantato in quel luogo. Al contrario, viene riferito che l’aeromobile con numero di registro N591UA sia ancora operativo.

Volo 11 della American Airlines

Questo volo è stato riferito dal governo federale essere un Boeing 767, numero di registro N334AA, che trasportava 92 persone, compresi cinque arabi che dirottarono l’aereo. Questo aereo è stato riportato essersi schiantato sulla torre nord del complesso di edifici WTC.

Di nuovo, il governo non avrebbe avuto difficoltà a provare il caso se solo alcuni delle centinaia di componenti controllati matricolarmente fossero stati raccolti per identificare positivamente l’aeromobile. Un dispositivo d’atterraggio di Boeing 767 o solo un motore sarebbero stati facili da trovare e da identificare.

Volo 175 della United Airlines

Questo volo è stato riportato dal governo federale essere un Boeing 767, numero di registro N612UA, che trasportava 65 persone, compresso l’equipaggio e cinque dirottatori. A quanto riferito, volò dentro la torre sud del WTC.

Un’altra volta il governo ha ancora da produrre un componente controllato matricolarmente dal luogo che avrebbe dissipato ogni interrogativo sull’identità dello specifico aereo.

Volo 77 della American Airlines

Questo è stato riferito essere un Boeing 757, numero di registrazione N644AA, che trasportava 64 persone, compreso l’equipaggio del volo e cinque dirottatori. Questo aeromobile, con 125 piedi di apertura alare, è stato riportato essersi schiantato sul Pentagono lasciando un foro d’entrata largo non più di 65 piedi.

Successivamente al raffreddamento del conseguente incendio, questa località di schianto avrebbe potuto essere molto comoda per la raccolta entro 15 minuti di sufficienti dotazioni da cambiare a scadenza per identificare positivamente l’anagrafe dell’aeromobile. Apparentemente ci fu trovato in sito qualche tipo di attrezzatura aerospaziale ma non venne fatto alcun tentativo di fornire i numeri di matricola o di identificare le specifiche parti rinvenute. Qualcuna delle attrezzature rimosse dall’edificio fu, in effetti, nascosta alla pubblica vista.

Conclusione

Il governo asserisce che quattro aerei di linea di grandi dimensioni nella mattinata dell’11 settembre 2001 si schiantarono causando la morte di più di 3.000 esseri umani, ma ancora nessun pezzo di aereo è stata fornito come prova allo scopo di identificare positivamente alcuno dei quattro aeromobili. Al contrario, pare soltanto che ogni prova potenziale sia stata deliberatamente tenuta nascosta dalla pubblica vista. Le prove concrete avrebbero potuto comprendere centinaia di voci d’aereo critiche, da sostituire a scadenza, più i nastri video della sicurezza che vennero confiscati dall’FBI immediatamente dopo ciascun episodio.

Con tutte le prove prontamente disponibili al luogo dello schianto al Pentagono un investigatore razionale e senza preconcetti avrebbe soltanto potuto concludere che un Boeing 757 non volò dentro il Pentagono come affermato. Similmente con tutta l’evidenza disponibile sul luogo dell’impatto in Pennsylvania fu massimamente dubbio che un aereo di linea per passeggeri ha causato il palese buco nel terreno e certamente non un Boeing 757 come affermato. Riguardo gli aerei che asseritamene volarono dentro le torri del WTC, è solo appena possibile che aeromobili pesanti siano stati coinvolti in ciascun incidente, ma non v’è prova che sia stata prodotta che avrebbe aggiunto credito alla versione governo sulla teoria su ciò che effettivamente ha causato la distruzione totale degli edifici, lasciando da parte che ha mancato di provare l’identità degli aerei. Questo è il problema con la storia del 9/11 del governo. È ora di applicare il principio di precauzione.

Tanto dolorosa e straziante sia quanto lo è stata la perdita di vite umane ed i problemi di malferma salute per migliaia di più, una probabilità ben più preoccupante ed ossessionante è che così tanti americani appaiono essere coinvolti nella cospirazione più nefanda della storia del nostro paese.

Nota a piè pagina: saranno tra un po’ cinque anni da quando i tragici eventi dell’11/9/01, non spiegati, ed ancora il pubblico generale non ha visto alcuna prova fisica che avrebbe dovuto essere raccolta sul luogo di ciascuno dei quattro schianti, (un requisito di routine durante le indagini previste dalla legge in ogni e tutti i maggiori disastri aerei.) Il Comitato per la Sicurezza di Trasposti Nazionali ha annunciato sul proprio sito web che la responsabilità delle indagini e dei referti è stata assegnata all’Ufficio Federale per le Indagini (F.B.I. n.d.t.) ma non c’è alcuna indicazione che le indagini di legge siano mai state condotte o che la relazione su qualsiasi indagine sia mai stata scritta.

-------------------------------------------------------------------------------------------------------

Questo è il malloppo della traduzione dell'articolo del Col. Nelson.
Ovviamente non è un'opera lettraria, ma aiuta a chiarire certi concetti fondamentali.
La data di pubblicazione si colloca immediatamente prima del'11 settembre 2006, ma probabilmente successiva al 12 aprile dello stesso anno, quando Webster Tarpley ha completato il suo 9/11 Synthetic Terror made in USA.
Tarpley elabora accattivanti ipotesi di guida a distanza degli aerei (sistema Global Hawk), ma che sarebbero interessanti solo se si fosse sicuri che a colpire gli edifici o a schiantarsi al suolo fossero proprio gli aerei reclamizzati.
Di ciò, invece, non c'è alcuna certezza.
Le foto dei robivecchi sono solo un modo futile di perdere tempo.

Redazione
Inviato: 16/5/2008 9:41  Aggiornato: 16/5/2008 9:41
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
Grazie Paulo, ottimo lavoro, e molto utile. Se mai un giorno riuscirò a trovare il tempo per mettere a posto la sez. 9/11, anche questa pagina avrà lo spazio che si merita.

Redazione
Inviato: 16/5/2008 9:59  Aggiornato: 16/5/2008 10:02
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
NEOPROG: La mia posizione sulla teoria no-planes è questa: istintivamente la trovo illogica, ma ci sono sono troppe persone che se ne dicono convinte (ho anche parlato personalmente con l’autore di September Clues, e di lui posso dire di tutto meno che sia un infiltrato in malafede) per negare che “qualcosa” di giusto lo abbiano individuato.

Il problema è che non si riesce a capire cosa sia questo "qualcosa”. Uno dice missile, l’altro dice CGI, il terzo dice tutti e due, poi arriva il quarto che dice ologramma….. Insomma, ognuno dice la sua, ma io una esposizione completa e coerente di questa teoria non l’ho ancora trovata.

Mi rendo conto che ci sia una notevole frustrazione, fra le fila dei no-planers, ma costoro devono capire che se vogliono essere ascoltati devono prima di tutto saper chiarire bene quello di cui sono convinti.

Non basta prendere un video e dire “Lo vedi, l’aereo dovrebbe essere lì invece non c’è!” (A parte che io non ho mai visto usare i pixel come unità di misura in uno spazio TRI-dimensionale, ma questo è già un altro discorso, che si apre casomai dopo).

Se sai dove trovare – o vuoi proporre tu stesso – una sintesi coerente di questa teoria, io sono a tua completa disposizione.

edo
Inviato: 16/5/2008 10:00  Aggiornato: 16/5/2008 10:00
Sono certo di non sapere
Iscritto: 9/2/2006
Da: casa
Inviati: 4529
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
Grazie Paulo.

sigmatau
Inviato: 16/5/2008 10:55  Aggiornato: 16/5/2008 10:58
Mi sento vacillare
Iscritto: 18/9/2007
Da: Provincia di Piacenza
Inviati: 705
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
Ragazzi buondì…
… vedo con piacere che la discussione sta procedendo. Con meno piacere vedo però che ci si sta disperdendo su aspetti assai secondari come ad esempio lo stabilire se la ‘foto magica’ del nostro amico Henry sia…

a) autentica
b) oppure un grossolano fotomontaggio

A me pare onestamente che la questione sia stata risolta già prima che essa fosse oggetto di discusione su Luogocomune e quanto scritto da me e altri in proposito non lascia spazio a dubbi di sorta: delle due vale l’alternativa b). La cosa è tanto più verosimile poi in quanto lo stesso Henry, di fronte a riscontri la cui evidente veridicità è fuori sicussione per chiunque, ha preferito ‘staccare la spina’ e ‘cercar riparo’ dentro la più sicura delle trincee: il silenzio…

Assai più utile e costruttivo, come del resto è nello spirito di Luogocomune, sarebbe a questo punto cercare di ripondere all’interrogativo che Massimo ha lanciato in maniera ‘non esplicita’ attraverso il titolo che ha voluto dare all’articolo di AndreaP: come mai nelle foto del Pentagono mancano ‘i resti dell’aereo’?… Per rispondere a questa domanda assai impegnativa ho ritenuto opportuno mostrare alcune foto ‘ragionevolmente affidabili e documentate’ nelle quali appare evidente la presenza di ‘pezzi di aereo’ come una ruota del carrello e alcune parti dei motori. Certo qualcuno può sempre obiettare che sono stati messi lì allo scopo di simulare una sorta di ‘messainscena’ ma a questo punto vi è il solito problema: questa affermazione và dimostrata. La mia modesta opinione [la quale come tutte le opinioni può essere smentita… ovvio…] è invece che quei reperti siano autentici, nel senso che appartengono effettivamente all’aeromobile che circa alle ore dieci della mattina dell’11 settembre ha impattato contro il Pentagono. E’ ovvio che una cosa è affermare questo, altra cosa è affermare che questo ‘aeromobile’ fosse il Boeing 757 partito un’ora prima da Washington diretto a Los Angeles e registrato come Flight 77. Per dissipare i dubbi più che ragionevoli che a questo punto restano non vi è che una via da seguire: trovare altri elementi di riscontro in aggiunta a quelli già forniti. A questo scopo ho trovato estremamente utile consultare la già citata ‘fonte’…

http://www.seeninside.net/911/911-06a.html


Si tratta di un sito fatto assai bene dal quale ho ‘rubato’ alcune immagini eccellenti… spero di non finire in galera! … tra le immagini ‘rubate’ assai ‘utile’ ai nostri fini è la seguente…



L’oggetto che vedete è stato ripreso dall’alto… particolare che tra poco si rivelerà decisivo!… Che cosa è?… si tratta dello stick di un carrello aeronautico che ‘emerge’ da un blocco di alluminio fuso che si è poi risolidificato. Si tratta di un reperto di importanza fondamentale per la nostra ‘indagine’. Per ragioni di ‘consistenza meccanica’ [esso sostiene in pratica la metà del peso dell’aeromobile nella fase di atterraggio in circostanze ‘normali’… l’intero peso se il pilota compie un atterraggio ‘difettoso’ …] lo stick del carrello, diversamente da quasi tutte le altre parti dell’aeromobile, è costruito in acciaio. Avendo l’acciaio una temperatura di fusione assai superiore a quella dell’alluninio della fusoliera [1500 °C contro 600 °C…] è naturale che esso sia ‘sopravvisuto’ all’intenso calore che si è generato nell’impatto. La stessa considerazione vale a proposito di altre ‘parti meccaniche’ costruite con materiali assai resistenti al calore, come parti dei motori o cerchi delle ruote. Tutte le altre ‘parti di aereo’ costituite da ‘metalli leggeri’ [tipicamente alluminio…] o di altro tipo sono fuse oppure si sono volatilizzate a causa del calore. Questa… e non un’altra… è la ragione per la quale [a mio parere…] non si sono trovati i resti dell’aereo. Il proprietario del sito citato naturalmente avanza una sua ‘teoria’ riguardo alla ‘provenienza’ del reperto. Fedele alla ‘consegna ricevuta’ egli ha il dovere di ‘demolire’ le ‘tesi complottiste’ e per questo la conclusione è ‘scontata’: si tratta del carrello di un Boeing 757. A sostegno della ‘tesi’ suddetta egli riporta l’immagine seguente…



Nell’immagine si vedono i dettagli del carrello di un ‘757’ sottoposto a ‘revisione’. Anche in questa immagine la presenza di una figura umana permette di stimare le dimensioni del nostro ‘oggetto’. Che questo ‘carrello’ non sia dello stesso modello di quello rappresentato nella foto in alto è abbastanza evidente dalle dimensioni. Un carrello di quelle dimensioni infatti non potrebbe essere stato ripreso ‘dall’alto’. E’ ovvio pertanto che doveva trattarsi di un oggetto ‘più piccolo’… per esempio il carrello di atterraggio del modello di aereo ritratto nella foto seguente…



Appurato ciò, per fornire un quadro sufficcientemente chiaro dell’intero scenario, occorre rispondere alla seguente domanda: da dove è arrivato il calore che ha fuso tutte quelle tonnellate di metallo?… Prego il lettore di avere pazienza e cercherò di ripondere anche a questo la prossima settimana…

saluti!…

--------------

... chè perder tempo a chi più sa più spiace... Dante Alighieri, Divina Commedia, Purgatorio, III, 78

… men of few words are the best men… William Shakespeare King Henry V
Tuttle
Inviato: 16/5/2008 13:14  Aggiornato: 16/5/2008 13:17
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/9/2006
Da:
Inviati: 3790
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
Citazione:
L’oggetto che vedete è stato ripreso dall’alto… particolare che tra poco si rivelerà decisivo!


La cosa decisiva è che non stai bene. Devi piantarla di scrivere cazzate di questa portata.

Quel braccio è stato fotografato al suolo. NON DA SOPRA. Hai presente la gravità?



E ha tutte le caratteristiche di un braccio maingear di 757:




Appurato quà..provato la....ma per favore.

Tuttle
Inviato: 16/5/2008 13:25  Aggiornato: 16/5/2008 13:26
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/9/2006
Da:
Inviati: 3790
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
Citazione:
A me pare onestamente che la questione sia stata risolta già prima che essa fosse oggetto di discusione su Luogocomune e quanto scritto da me e altri in proposito non lascia spazio a dubbi di sorta: delle due vale l’alternativa b)


Quindi ora te ne esci che la foto è un fotomontaggio.

E non ti rendi conto che stai costruendo un delirio basandoti su una foto che ritieni manipolata? (a parte che non hai portato uno straccio di ragionamento a riprova di ciò...)

Pensa che geni...questi fanno un fotomontaggio e mettono un carrello di un Gulfstream. Così..per farsi beccare da uno che non sa nemmeno come funziona una meridiana.

E tu più genio di loro, sopra questa cosa - ci costruisci la tua teoria di cosa abbia impattato il pentagono.

Diosanto sembra di leggere i pensieri scritti sui muri di una corsia di ospedale psichiatrico!

sigmatau
Inviato: 16/5/2008 16:13  Aggiornato: 16/5/2008 16:28
Mi sento vacillare
Iscritto: 18/9/2007
Da: Provincia di Piacenza
Inviati: 705
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
Ragazzi…
… se nessuno se la prende a male suggerirei a qualcuno di ricordarsi sempre dell’insegnamento che il ‘mitico’ Lenin soleva dare ai ‘compagni’: non agitatevi!… non si agevolano i controrivoluzionari!

Venendo a cose più ‘serie’ è assai ‘interessante’ e ‘didattico’ il sito segnalato dall’amico Trystero… se Henry lo avesse consultato prima non avrebbe confuso la versione di landing gear di un ‘757’ a otto slot con la versione a dieci slot ed avrebbe evitato di ‘toppare’ … Dal sito ho ‘rubato’ la seguente foto…



In effetti il ‘757’ in questione sembra proprio avesse ruote con otto slot, identiche al reperto trovato tra i rottami del Pentagono, cosa che invece avevo escluso dopo un esame un po’ troppo affrettato. Da parte mia sono andato a cercare alcune immagini disponibili in rete della versione militare del Gulfstream V nota con la sigla 'C37-A' ed entrata in servizio nel 1996. Qui sotto potete vedere un bell’esemplare in dotazione alla Guardia Costiera Americana…



In alto a destra è riportato in dettaglio il disegno delle due ruote. La somiglianza con le ruote del ‘757’ della foto sopra è evidente, al punto che sospetto di tratti dello stesso modello di ruota oppure di un modello assai simile… Un bell’esercizio per il fine-settimana…

saluti!…

---------------

... chè perder tempo a chi più sa più spiace... Dante Alighieri, Divina Commedia, Purgatorio, III, 78

… men of few words are the best men… William Shakespeare King Henry V
roberto55
Inviato: 16/5/2008 16:35  Aggiornato: 16/5/2008 16:35
Mi sento vacillare
Iscritto: 6/9/2006
Da:
Inviati: 327
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
Sì, però, Sigmatau... leggili i post di Tuttle!

Altrimenti dai veramente l'idea di essere uno di quei matti che parlano da soli.

Oltretutto non ti rendi conto di quanto le tue farneticazioni possano spingere gli incerti verso la Versione Ufficiale.
E lo dico per te, non certo per me...

Pensaci.

Ciao.
roberto

Nell' avatar: Hans Hartung, Composition T49. Frammento.
roberto55
Inviato: 16/5/2008 16:43  Aggiornato: 16/5/2008 16:43
Mi sento vacillare
Iscritto: 6/9/2006
Da:
Inviati: 327
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
... e a mio parere, questa foto, più di quella postata da Tuttle, mostra somiglianze più che notevoli tra il relitto del carrello trovato al Pentagono e il carrello di un 757.



Sempre a mio parere.

Riciao.
r.

Nell' avatar: Hans Hartung, Composition T49. Frammento.
Tuttle
Inviato: 16/5/2008 17:35  Aggiornato: 16/5/2008 17:35
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/9/2006
Da:
Inviati: 3790
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
Colombo ha colpito ancora. Si il muro con la capa!




Cià

shm
Inviato: 16/5/2008 17:37  Aggiornato: 16/5/2008 17:37
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 17/8/2007
Da: perugia
Inviati: 1802
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
...uff!

“Se un ebreo ortodosso mi considera "immondo" o mi saluta per primo per non dover essere costretto a rispondere al mio saluto, la cosa non preoccupa più di tanto.” (John)
9/11 anomalies
mar130
Inviato: 16/5/2008 17:41  Aggiornato: 16/5/2008 17:41
So tutto
Iscritto: 16/5/2008
Da:
Inviati: 1
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
Salve a tutti, è la prima volta che intervengo ma vi seguo da molti mesi. Fotografo da 20anni e lavoro su pc Mac da 10. Ho visto la foto e l'ho analizzata più volte ma non sono riuscito a cambiare la mia prima impressione. Si tratta di un fotomontaggio di due sezioni, il ring di base ed i rottami+ruspa+tubi probabilmente ingranditi, da qui l'effetto diverso ingrandendo la foto. Anche alcuni particolari, il secchio rosso, mi lasciano dei forti dubbi, come certi passaggi rottami-muro dove in certi punti 'puzza' di pulizia volontaria (fotoritocco). Un saluto a tutti voi sperando di non avervi disturbato.

Pyter
Inviato: 16/5/2008 17:54  Aggiornato: 16/5/2008 17:54
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/9/2006
Da: Sidonia Novordo
Inviati: 6250
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
Sarebbe ora però che qualcuno si prendesse la responsabilità di dire le cose come stanno veramente.
Le persone sulle quali il tenenente Colombo investigava, se non erano proprio degli imbecilli, poco ci mancava.

"Nessuno ha il diritto di fare quel che desidera, ma tutto è organizzato per il meglio." (Antico decreto reale tolemaico)
DarkAngel
Inviato: 16/5/2008 19:28  Aggiornato: 16/5/2008 20:09
Ho qualche dubbio
Iscritto: 11/12/2005
Da: Amsterdam
Inviati: 57
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
X Roberto 55
Citazione:
No, DarkAngel, tranquillo… la foto è autentica.


cioe', fammi capire: Qualcuno, su Internet, risponde a Henry dicendo: Si! tizio ha scattato la foto e io guidavo proprio quel mezzo li! Potrei benissimo essere stato io dall'altra parte della mail a raccontagli le stesse cose, che razza di prova e'?

Vuoi che ti dimostriamo che sia finta, ok, ma quali prove accetteresti per cambiare idea? O meglio: Che tipo, genere o qualita' di prova sarebbe sufficiente a convincerti che la foto e' falsa? Se ormai ne hai fatto una questione di fede lascio perdere in partenza. Ma dove e' finito il sic. "restare ancorati ad un sano scetticismo"?

Ok, la foto e' autentica, me ne fornite una copia ad alta risoluzione?
E' facile scalando la foto e comprimendola in jpeg mascherare artifizi dovuti alla manipolazione.
Se sta foto e' tanto importante, non si puo' ottenere a qualita' migliore?
Servirebbe sicuramente anche a voi per scoprire e identificare maggiori pezzi dell'aereo.
Se sta foto non c'é contattate il tizio, gli spiegate che ha in mano un importante tassello per smontare finalmente le teorie dei contro-complottisti (quelli che cercano di smontare il complotto islamico dell'9/11), e gli si chiede di fare lo stesso processo (che ha gia' fatto l'altra volta per publicare questa prima foto) ma ad una risoluzione piu' alta, e non compressa.

Cosa ne dici?

Citazione:
Invece i rottami al centro e il muro sono a fuoco. I particolari citati prima giacciono su di un piano anteriore al piano focale della foto.


No, parlo proprio di quelli! L'unica cosa davvero a fuoco e' il muro, dall'inizio alla fine!

Citazione:
Tipicamente questo produce, sul digitale, quell’effetto di “grana grossa” che a te sembra di rilevare. Ma è normale.


Se fai attenzione e zoommi la foto a pieno schermo ti acorgi che non e' solo questione di grana, ma anche le luci, i colori e le ombre sono sballate. Sono proprio pezzi di foto diverse incollate assieme, con un lavoro leggermente scadente sulle aree di contorno delle sotto-immagini.


Citazione:
La foto è autentica, come ho già detto 1000 post fa.


e allora? anche io ho gia´ detto che e' falsa, cosa ne fai, una questione di autoritá..... o non vuoi parlare dell'argomento?

Citazione:
E dice quello che può dire: che ci sono rottami di aereo dentro il Pentagono. Non dice nulla di più.


no, dice che ci sono rottami di aereo incollati sulla foto del pentagono. punto.


Citazione:
Possono averceli messi lì apposta, ma ci sono.


Nel caso si fossero sbattuti tanto, perche' non includere la foto nel rapporto ufficiale? Sarebbe stata una prova importante! No, meglio farla girare sottobanco da un anonimo utente di Internte, certo. In entrambi i casi la logica se ne va a Disneyland (quella di Bagdad di prossima costruzione magari).

Citazione:
La loro presenza è un dato sul quale ci si può interrogare, ma sul quale non si possono chiudere gli occhi.


Inizia con il tenerli aperti e studiare meglio la foto, cercando di capire, prima di sbandierarla e di ricamarci sopra, se innanzitutto e' vera o artificiale.

Citazione:
Altrimenti non si fa della ricerca, si fanno sono illazioni, ipotesi e congetture, come in tantissimi – in questo thread – hanno fatto.


E' quello che facciamo tutti, me e te compresi. La ricerca vera la si fa con gli originali in mano, o almeno una foto DECENTE.

Perdonami nel caso sia stato poco cortese.
Saluti

shm
Inviato: 16/5/2008 19:28  Aggiornato: 16/5/2008 19:28
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 17/8/2007
Da: perugia
Inviati: 1802
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
Mi ha deluso Peter Falk...

Per anni ha approfittato della sua origine italiana... falsa!


“Se un ebreo ortodosso mi considera "immondo" o mi saluta per primo per non dover essere costretto a rispondere al mio saluto, la cosa non preoccupa più di tanto.” (John)
9/11 anomalies
Trystero
Inviato: 16/5/2008 19:59  Aggiornato: 16/5/2008 19:59
Mi sento vacillare
Iscritto: 20/5/2006
Da:
Inviati: 359
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
Anch'io opero su Mac da vent'anni, e il mio lavoro è proprio la computergrafica e in particolare faccio fotomontaggi e fotoinserimenti.
Non riesco però a vedere nessuna "sezione" che mostri caratteristiche diverse in quella foto, o comunque qualcosa che faccia pensare a un montaggio.
Foto che comunque anche nell'originale non è ad alta definizione:



La foto venne postata in questo forum il 17 settembre 2007:
http://z10.invisionfree.com/Loose_Change_Forum/index.php?showtopic=15013&st=60
Chi la inviò scrisse "i do not have a bigger version - the photo was taken by the driver of the skid-steer next to the parts - I can see if i can get a bigger version."

La qualità è migliore rispetto a quella pubblicata nel sito "11 Settembre":

http://bp1.blogger.com/_PcI9awojNLQ/Rwt1IdNXFXI/AAAAAAAAAyE/mRqXfTzBr4o/s1600-h/rottami_aereo_Pentagono.jpg
(ho messo solo il link perché non so come mai ma non mi appare all'interno del messaggio, perlomeno nell'anteprima)

Immagino che la differenza sia dovuta al fatto che quest'ultima risulta più compressa, solo 96k contro i 212k dell'altra. Comprimendo di nuovo un JPG, soprattutto se si sceglie un valore alto, l'immagine si degrada ulteriormente, certi contorni si spappolano maggiormente. Questo difetto è evidente nell'oggetto rosso in primo piano:



E pure nel secchio, sempre rosso sullo sfondo, molto più nitido nella prima foto.

La versione pubblicata qui da Tuttle è di dimensioni maggiori in pixel ma mostra sempre lo spapopolamento del rosso e un maggiore contrasto, forse è stata ingrandita?

Redazione
Inviato: 16/5/2008 20:01  Aggiornato: 16/5/2008 20:01
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
Perchè non chiedete al famoso "autore dell'articolo" (scusatemi, ma non riesco mai a ricordarmi il nome) che cosa ha provocato il foro al terzo anello?

Così facciamo prima, no?

roberto55
Inviato: 16/5/2008 20:10  Aggiornato: 16/5/2008 20:10
Mi sento vacillare
Iscritto: 6/9/2006
Da:
Inviati: 327
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
Ciao DarkAngel.

Ho fatto quello che mi hai chiesto tu.

Ho preso la foto originale (nella versione più grande, quella postata da Tuttle nel messaggio del 13 maggio 2008, ore 15,22 di questo thread) e l’ho zoomata.

Appaiono artefatti di una compressione piuttosto “spinta”, ma omogenei in tutta la foto.
Anzi: è proprio la parte del muro quella sulla quale la compressione a mio parere è più visibile.
Questo, almeno, è quel che vedo io.

Non vedo tagli, né sovrapposizioni, né mascherature.

Tutto mi sembra assolutamente omogeneo.

Per quanto riguarda la tua richiesta di una foto ad alta risoluzione.
Io penso che questa foto sia stata scattata con una compattina di quelle che salvano direttamente in jpeg, settata, probabilmente, per un jpeg non particolarmente fine, per cui è tutto ciò che abbiamo.

Ma non ha importanza, secondo me.

I ritocchi si dovrebbero vedere ugualmente, e io non li vedo.
Probabilmente è stato solo innalzato un pochettino il contrasto e il successivo salvataggio ha ridotto ancora un attimo la qualità della foto, ma nulla più.

Questa è la mia opinione.

Ciao ancora… e non preoccuparti: non sei stato poco cortese

roberto

EDIT: vedo che ha già risposto Trystero. Scusatemi, non sono un fulmine con la tastiera.

Nell' avatar: Hans Hartung, Composition T49. Frammento.
LoneWolf58
Inviato: 16/5/2008 20:13  Aggiornato: 16/5/2008 20:15
Sono certo di non sapere
Iscritto: 12/11/2005
Da: Padova
Inviati: 4861
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
Citazione:
Autore: Redazione Inviato: 16/5/2008 20:01:49

Perchè non chiedete al famoso "autore dell'articolo" (scusatemi, ma non riesco mai a ricordarmi il nome) che cosa ha provocato il foro al terzo anello?

Così facciamo prima, no?
Non so come si postano i filmati... ma se cliccate sul link credo che una possibile risposta la possiate avere...
filmato

La storia, come un'idiota, meccanicamente si ripete. (Paul Morand)
Il problema, però, è che ci sono degli idioti che continuano a credere che la storia non si ripeta. (LoneWolf58)
ahmbar
Inviato: 16/5/2008 20:20  Aggiornato: 16/5/2008 20:22
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 25/3/2007
Da: Milano
Inviati: 1785
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
A parer mio non ha nessuna importanza che la foto sia vera o falsa, ne' che vi siano veri pezzi di un 757

La domanda, come molto ben documentato da Paulo, e' "Dove esiste una identificazione di almeno 1 di quei rottami come parte di AA77?"


Spero che harvey non accusi anche il Col. Nelson di "dire palesi falsita' " quando afferma che una identificazione certa non esiste per nessuno dei 4 aerei che sarebbero stati coinvolti

E attendo sempre che Roberto55 , oltre che rispondere alle "intuizioni da ten. Colombo" (ma senza una regia a scrivergli le battute) di altri utenti, ci dimostri come sia possibile provare, senza illazioni, ipotesi o congetture, quello che Henry62 sostiene

Roberto 55Citazione:
Altrimenti non si fa della ricerca, si fanno sono illazioni, ipotesi e congetture, come in tantissimi – in questo thread – hanno fatto.


Esattamente come l'autore dell'articolo

Per chi desidera informarsi sulla piu' grande menzogna dell'era moderna
FAQ 11 settembre 2001
Pyter
Inviato: 16/5/2008 20:25  Aggiornato: 16/5/2008 20:25
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/9/2006
Da: Sidonia Novordo
Inviati: 6250
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
MA QUELLA ROSSA E' LA BANDANA !


"Nessuno ha il diritto di fare quel che desidera, ma tutto è organizzato per il meglio." (Antico decreto reale tolemaico)
DarkAngel
Inviato: 16/5/2008 20:37  Aggiornato: 16/5/2008 20:38
Ho qualche dubbio
Iscritto: 11/12/2005
Da: Amsterdam
Inviati: 57
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
Ti ringrazio per aver postato la foto ad una qualita' meno compressa, infatti si notano ancora megio i contorni delle varie sotto-immagnini, in particolare quella specie di tubo bianco dietro il carrello azzurro.

Citazione:
I can see if i can get a bigger version."


Se ne e' saputo nulla? Hanno bruciato l'originale forse?

Citazione:
Foto che comunque anche nell'originale non è ad alta definizione:


Lavori nel campo della fotografia da quando imparavo ad andare in bicicletta e mi racconti che la foto originale (che come dite presa da una fotocamera tradizionale) e' a bassa definizione? e' stata digitalizzata a bassa risoluzione al limite, e puo' benissimo essere ri-digitalizzata ad alta risoluzione, e sinceramente non vedo motivi per tenere segreta questa foto, nel caso fosse autentica. Anzi, dovrebbe essere studiata il piu' accuratamente possibile.
Purtroppo, maggiore e' la qualita', piu si notano gli artifizi.

Per finire, accettato che il blocco freno azzurro ha una garnularita' diversa perche'fuori fuoco, trovandosi piu' vicino, mi aspetterei un simile effetto sgranato sulla macchina spalatrice, simmetrica sulla sinistra ad una distanza perfino inferiore. La macchina invece e' a fuoco e ben illuminata.

AndreaP
Inviato: 16/5/2008 20:38  Aggiornato: 16/5/2008 20:40
Ho qualche dubbio
Iscritto: 10/4/2008
Da: Monza
Inviati: 33
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
Ma ora detto in tutta sincerità.... (continuo a seguire anche se non scrivo... non sono morto) mi domando una cosa...
Perchè sono i "cospirazionisti" a dover presentare prove della non-presenza dell'aereo?
Non dovrebbe essere la VU e i sostenitori nella coda della Commissione a presentare prove della presenza dell'aereo? (fin'ora non se ne è vista nemmeno una che non sia una foto con dentro 4 pezzi di ferro o un video con qualcosa di vagamente riconducibile a un aereo certamente più piccolo di un 757).

Andrea

p.s. stiamo monopolizzando LC....

To sin by silence when we should protest makes cowards out of man - Ella Wilcox

(Peccare di silenzio quando dovremmo protestare ci rende codardi, da uomini quali siamo)
roberto55
Inviato: 16/5/2008 20:47  Aggiornato: 16/5/2008 20:56
Mi sento vacillare
Iscritto: 6/9/2006
Da:
Inviati: 327
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
Ciao ahmbar.

Devo darti una risposta che non ti soddisferà per nulla e che non piacerà a nessuno.

Esiste un qualcosa di impalpabile, che si costruisce nel tempo e che si chiama “credibilità”.

Un tempo non lo conoscevo; poi ho imparato, attraverso la lettura del suo blog, a riconoscere in Henry meticolosità, prudenza, attenzione, scrupolosità.

In una parola: per me Henry è una persona credibile e se afferma una certa cosa per me quella cosa ha un amplissimo fondamento di verità.

E finché qualcuno non mi dimostra che mi sto sbagliando (… ma nessuno, malgrado la lunghezza del thread, ci sta riuscendo), questa rimane la mia opinione.

La mia, ripeto.

La mia, ribadisco ancora una volta.

D’altra parte questo vale per ciascuno di noi. Ognuno di noi ha qualcuno a cui crede e altri a cui non darebbe cinque lire. E la stessa persona non produce lo stesso effetto in tutti.

Diciamo che dipende da quello che hai letto o visto di quella persona. Dai modi… coi quali quella persona ha saputo proporsi.

E’ l’esperienza a guidarti in questi casi. Il tempo.

L’esperienza, non l’intuizione di un attimo. Quest’ultima genera solo brutti scherzi.

Ciao.
roberto

EDIT: per chiarezza. Stiamo (sto) parlando dell'autenticità della foto, non dell'autenticità di ciò che contiene.
La foto non è frutto di manipolazione... poi... i rottami possono anche averceli messi per costruire la messinscena.
Ma siamo su due percorsi diversi.

Nell' avatar: Hans Hartung, Composition T49. Frammento.
Trystero
Inviato: 16/5/2008 21:14  Aggiornato: 16/5/2008 21:14
Mi sento vacillare
Iscritto: 20/5/2006
Da:
Inviati: 359
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
Citazione:
Darkangel:
Lavori nel campo della fotografia da quando imparavo ad andare in bicicletta e mi racconti che la foto originale (che come dite presa da una fotocamera tradizionale) e' a bassa definizione? e' stata digitalizzata a bassa risoluzione al limite...


Pensavo fosse ovvio che per "originale" intendevo quella che sembra essere la prima pubblicata nel web.
Le successive mostrano più artefatti JPG, più contrasto e più saturazione.

Che si possa trattare della scansione di una fotografia tradizionale si può supporre per la presenza del bordino bianco irregolare su tre lati.

wells
Inviato: 16/5/2008 21:40  Aggiornato: 16/5/2008 21:43
Mi sento vacillare
Iscritto: 19/9/2006
Da:
Inviati: 467
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
Il bello di questa discussione è che un funzionario dell’Fbi o di qualsiasi altro Ente tecnico non si assumerebbe la responsabilità di riconoscere quei rottami neppure sotto tortura, ma la dichiarazione di Henry è considerata equipollente. Anzi, ultra-pollente.
Henry, mi è parso di capire, è uno che bazzica i tribunali.
La sua dichiarazione (“me l’ha detto un tale dall’America”) in un tribunale, da 1 a 100, quanto varrebbe?
E intanto, qualcuno mi spiega per quale ragione Henry si dichiara detentore di una fotografia che è stata pubblicata, prima di lui, come minimo da 4 siti, e per primo da un sedicente soldato (o una sedicente soldatessa) di certe forze speciali israeliane che usano i cani?
Come mi sembra di aver ampiamente provato due minuti prima che Henry tirasse fuori la storia di questa conferma.
[#1019] http://www.luogocomune.net/site/modules/newbb/viewtopic.php?topic_id=3983&viewmode=flat&order=ASC&start=990

Come se non bastasse, in via del tutto eccezionale (anzi: caso più unico che raro), è arrivato anche l’avallo di Tuttle.
Dico più unico che raro, perché di norma Tuttle contesta indistintamente tutti, compreso sé stesso, tanto da essere diventato il beniamino del debunkismo mondiale, spaziando senza pausa dagli otturatori ai mattoni, dai radar ai pali della luce, dalle turbine alle gondole, dalle palette ai pistoni, dalla ruggine alla fuliggine, dai carrelli agli oblò, le camere di combustione, il maingear, il nosegear, l’IP compressor ecc. ecc.
Trascurando, come minimo, un particolare.
Se, come sostiene Tuttle, la raccolta dei detriti, con la successiva registrazione, catalogazione ecc. ecc., è cominciata alle 9:49 AM dell’11 settembre 2001, che cosa ci fa un cumulo di detriti il 28 settembre 2001 (data della foto), in quel corridoio, sotto la volta del cielo?
Ma gli americani non hanno un hangar, un magazzino, dove conservare reperti di quella importanza, a diciassette giorni dall’avvenimento? Cioè, materiale relativo non a uno scontro fra motorini, ma alla strage terroristica più infernale che sia mai stata realizzata sul suolo americano?
E non era lo stesso Tuttle il teorico della catalogazione dei pezzi e della formalizzazione, in vista di un qualsiasi procedimento giudiziario, la sede, cioè, dove la forma è sostanza per antonomasia?

Tuttle ha scritto:

L'identificazione positiva dei resti non è "farci vedere i resti" ma è un report che dichiara sotto responsabilità di tizio e caio (ente e responsabili) che l'aereo è stato identificato positivamente. Significa produrre un report in cui vengono indicati tutti i dati che permettono di avere la certezza (sempre sotto responsabilità) dell'identificazione dalla partenza allo schianto.
Facciamo un esempio.
Tu sei in macchina e vicino a te ci sono altre 300 persone nelle rispettive auto. Un aereo tracciato dai radar ha perso il contatto ATC, perde quota e precipita a 300 metri dalla vostra visuale. Lo vedete in 300, la torre di controllo l'ha tracciato fino alla vostra posizione. E' lui! Non c'è dubbio. Perché mai procedere all'identificazione dei resti? L'avete visto tutti...basta il buon senso perdio!
E invece no. La NTSB arriva sulla scena e inizia la catalogazione dei resti, la mappatura degli stessi nelle loro posizioni. Apre un fascicolo di indagine e lo chiude inserendo tutti i dati che permettono di stabilire tutta la "vita" di quel volo. Dalla partenza allo schianto.
Nel caso di un incidente con implicazione criminale la NTSB affianca l'FBI nelle ricerche e presta supporto tecnico per le normali operazioni.
Nel caso dei 4 voli i 4 fascicoli della NTSB sono in bianco. Non v'è nessun dato. Nemmeno gli aeroporti di partenza e addirittura nel caso di AA77 viene indicato come causa dell'incidente (impact with terrain/water). Nel caso di UA175 e AA11 viene indicato impact with object.
I 4 report dichiarano che l'FBI non ha richiesto l'apertura e la diffusione di un fascicolo pubblico e nessuna procedura di identificazione è stata indicata. Diverse FOIA sono state emesse per richiedere questi dati e le risposte sono ovviamente state le solite. Negazione, rimbalzo, confusione sul dipartimento di attribuzione etc etc....
La necessità che sento di avere almeno questi dati scaturisce da mille altri punti oscuri PRIMA di questo. Punti che alla nausea ho indicato e che rimangono oggettivi.
Nessun indagine si chiude con la fede ed il buon senso e la commissione d'inchiesta sull'11 settembre è un calderone di nefandezze, omissioni e contraddizioni. I rapporti contraddicono i dati e i dati contraddicono la commissione. I testimoni aggiungono altro caos che apre altre variabili non presenti sui report.

[#472] http://www.luogocomune.net/site/modules/newbb/viewtopic.php?topic_id=4062&forum=40&post_id=112927

...allora di che cosa stiamo parlando, di reperti certificati da una e-mail che Henry sostiene di aver ricevuto, redatta in un inglese-americano, per giunta, che a me personalmente sembra alla pastasciutta?

«Qualcuno saprebbe provare a spiegare perchè l'articolo si intitola “Cronaca di un'epifania” quando poi è datato 25 gennaio 2008?» (John)
Tuttle
Inviato: 16/5/2008 21:45  Aggiornato: 16/5/2008 21:47
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/9/2006
Da:
Inviati: 3790
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
Wells non sono io che sono contro tutti. Sei tu che puntualmente mi devi tritare le palle senza leggere ESATTAMENTE cosa scrivo.

Puoi citarmi il passaggio in cui RINNEGO il concetto di indentificazione positiva?

Io ho semplicemente fatto notare che quello pare essere l'AE ring e che quelli paiono resti di un aereo.

Cosa di questo passaggio contesti?

Ho mai parlato di valenza probatoria di questa foto?

Ho mai scritto che questa foto dimostra qualcosa in specifico?

No perché non vorrei che il tuo sport preferito fosse rompermi le palle.

Attendo spiegazioni.

Tuttle
Inviato: 16/5/2008 21:50  Aggiornato: 16/5/2008 21:50
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/9/2006
Da:
Inviati: 3790
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
Citazione:
La versione pubblicata qui da Tuttle è di dimensioni maggiori in pixel ma mostra sempre lo spapopolamento del rosso e un maggiore contrasto, forse è stata ingrandita?



Ciao. Non so se la mia versione è un resize. Probabile. Noto anche un diverso profilo colore.

Non abbiamo riferimenti sull'originale...e da quel che vedo nessuna delle versioni ha le caratteristiche di "originale".

Ci sono anche diversi siti dove compare ancora un altra versione, più piccola della mia e più desaturata.

Il contenuto però è il medesimo.

Ciao.

shm
Inviato: 16/5/2008 21:51  Aggiornato: 16/5/2008 21:51
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 17/8/2007
Da: perugia
Inviati: 1802
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
Roberto55:

"per chiarezza. Stiamo (sto) parlando dell'autenticità della foto, non dell'autenticità di ciò che contiene.
La foto non è frutto di manipolazione... poi... i rottami possono anche averceli messi per costruire la messinscena.
Ma siamo su due percorsi diversi."

La famosa terza ipotesi...

“Se un ebreo ortodosso mi considera "immondo" o mi saluta per primo per non dover essere costretto a rispondere al mio saluto, la cosa non preoccupa più di tanto.” (John)
9/11 anomalies
wells
Inviato: 16/5/2008 21:58  Aggiornato: 16/5/2008 21:58
Mi sento vacillare
Iscritto: 19/9/2006
Da:
Inviati: 467
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
E allora perché non lo dici?
Quello «pare essere l'AE ring e che quelli paiono resti di un aereo» in una fotografia che non sta né in cielo né in terra, che vale meno di un facsimile, e si riferisce a una data che, cronologicamente, non esiste.
E se no qua che facciamo, tu puoi tritare le palle a mezzo mondo, me compreso, perché studio le fotografie, e quando ti si contesta di fare il maestrino sul nulla, sulle chiacchiere, sui facsimili, cominciano i pianti?

«Qualcuno saprebbe provare a spiegare perchè l'articolo si intitola “Cronaca di un'epifania” quando poi è datato 25 gennaio 2008?» (John)
Tuttle
Inviato: 16/5/2008 22:06  Aggiornato: 16/5/2008 22:06
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/9/2006
Da:
Inviati: 3790
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
Wells ma che stai dicendo?

Io, in tutto questo articolo, ho sempre detto la stessa cosa.

Ovvero di tenere in considerazione cosa mostra la foto. PUNTO.

Non ho fatto nessuna analisi fotografica perché non ne vedo il motivo.

Non mi puoi tritare le palle per quello che non dico.

Pensa a dire la tua che vai benissimo così.

LO RIPETO.

La foto mostra l'AE ring. PUOI SMENTIRLO?

La foro mostra pezzi di aereo. PUOI SMENTIRLO?

Se si, sei pregato di produrre documentazione od analisi al riguardo.

Se no, sei pregato di non aggrapparti al fastidio che provi nel leggermi quando non sono disposto a bermi qualsiasi stronzata che la mente possa partorire pur di alimentare inutili sospetti.

Pensa a fare le tue ANALISI FOTOGRAFICHE (ma de che) che vai bene così.

Ciao

harvey
Inviato: 16/5/2008 22:20  Aggiornato: 16/5/2008 22:20
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/4/2008
Da:
Inviati: 339
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
Ahmbar, quando sul luogo di un incidente aereo viene ritrovata una scatola nera, ne vengono estratti i dati, e questi coincidono col percorso compiuto dal presunto Boeing 757, questa per me conta come identificazione positiva. Analogamente, quando vengono ritrovati resti organici, si analizza il DNA, e questo coincide con i passeggeri di quel volo, anche questo conta come identificazione positiva. Che poi uno possa sospettare una manipolazione è un'altro discorso, ma allora anche esibire un numero seriale non può contare come prova certa: supponi che ti esibiscano, a tua richiesta, un pezzo di aereo col suo bel numeretto stampato sopra. E allora? Che ci vuole a fabbricarlo? Cosa te ne fai?
Ammesso che questo lavoro di identificazione venga fatto in tutti i casi d'incidente aereo (e non ho motivo di dubitarne), i dettagli di questo lavoro d'indagine vengono forse messi a disposizione di chiunque? Qualcuno sa dirmi come si è giunti all'identificazione dell'aereo coinvolto nell'incidente di Ustica? Il catalogo dei reperti è mai stato messo online?

edo
Inviato: 16/5/2008 22:28  Aggiornato: 16/5/2008 22:28
Sono certo di non sapere
Iscritto: 9/2/2006
Da: casa
Inviati: 4529
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
C'entra poco ma c'entra:
Donald Rumsfeld registrato mentre parla con un alto grado militare: ''l'agenda neocon uscirebbe rinvigorita da un altro attacco
terroristico agli Usa''.
Risale a qualche tempo fa ma e' disponibile solo oggi grazie al Freedom of Information Act.
Lo stesso Rumsfeld e l'analista militare parlano della possibilita' di instaurare una ditattura in Iraq per garantire gli interessi Usa.
Leggetevi la trascrizione (in inglese) con file audio del colloquio:
http://www.prisonplanet.com/articles/may2008/051608_rumsfeld_tape.htm
Agghiacciante quando il Lt. Gen. Michael DeLong si lamenta dell'assottigliarsi a Capitol Hill del sostegno politico ai piani di guerra dei
Neo-Con e afferma che il consenso ai piani dell'amm.ne Bush puo' essere ottenuto solo con un nuovo attacco terroristico.
Mentre costoro pianificano il terrore, nessuno da noi ne da' conto... in compenso ci distribuiscono il solito file audio di bin Laden
reperito dalle solite agenzie di washingtelaviv, che nessuno sa dire se e' autentico (ma quando il Dalle Molle Institute for Perceptual
Artificial Intelligence di Losanna esamino' quello che gli fecero esaminare dimostro' che era falso! vedi qua:
http://www.altravoce.net/2007/12/01/messaggi.html
che tristezza! tutto il mainstream massmediatico a seguire. Supini? No, complici!

shm
Inviato: 16/5/2008 23:15  Aggiornato: 16/5/2008 23:15
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 17/8/2007
Da: perugia
Inviati: 1802
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
Harvey:

"...quando vengono ritrovati resti organici, si analizza il DNA, e questo coincide con i passeggeri di quel volo, anche questo conta come identificazione positiva"

...se vuoi darmi il link ad Henry62 fai pure, se vuoi dimostrare a te stesso che ciò che scrive il "debunker" fosse vero, hai provato a sentire un esperto di DNA se a quelle condizioni si potesse risalire all'origine geografica, come han detto? ...di due mediorientali?

Te lo chiedo perchè prima di scrivere al pubblico gigantesche boiate inerenti il riconoscemento del DNA degradato dovresti pensarci su almeno due volte...

Con il DNA di cui tu scrivi è impossibile risalire all'origine di una regione geografica, dal momento che fosse degradato...

Probabilmente alludevi all'mtDNA...

“Currently, the FBI Laboratory does not provide frequency estimates of mtDNA types in laboratory reports because of the restrictions mentioned previously involving the database size. The FBI states only the number of occurrences of a mtDNA sequence in the current database. To date, the number of mtDNA sequences present in the general population is unknown because not all sequences have yet been observed”.

(http://www.fbi.gov/hq/lab/fsc/backissu/july1999/dnatext.htm)

...siamo nel 2008!

Considerando che questo percorso fosse perseguito attraverso uno studio sperimentale ricorrente alla tecnica (descritta da Henry62) delle miniSTR, che guarda caso venne approntata all'inizio del 2002, considerato che si fossero dovuti conservare i campioni prelevati per mesi e considerato che la stessa tecnica della conservazione del DNA degradato (...non mtDNA), provochi modifiche ecc. ecc. quali sono le evidenze incontrovertibili a dimostrazione del fatto che si risalisse alle vittime?

“Se un ebreo ortodosso mi considera "immondo" o mi saluta per primo per non dover essere costretto a rispondere al mio saluto, la cosa non preoccupa più di tanto.” (John)
9/11 anomalies
shm
Inviato: 16/5/2008 23:28  Aggiornato: 16/5/2008 23:43
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 17/8/2007
Da: perugia
Inviati: 1802
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
La molecola del DNA, che in vivo è protetta da enzimi riparativi, negli estratti, in particolare nelle tracce biologiche, risulta essere soggetta a degradazione. Questi processi degradativi alterano il DNA in modo irreparabile rendendo impossibile ogni ulteriore indagine genetica. Per esempio anche la conservazione della molecola del DNA, contenuta negli estratti, a temperature di –20°C non la preserva dal pericolo di degradazione. Pericolo questo che ovviamente non sussiste se l’estratto viene correttamente conservato secondo le ormai standardizzate metodiche. Qualora però si dovesse comunque verificare una degradazione del DNA contenuto nell’estratto verrebbero a determinarsi una serie di alterazioni di tipo chimico all’interno delle basi che costituiscono l’elica del DNA. Tale processo produce come effetto una diversità genetica tra l’estratto del DNA e la traccia a cui esso appartiene. Questo è pericoloso poiché potrebbero verificarsi dei falsi negativi o falsi positivi nei risultati delle analisi genetiche condotte sia in ambito forense che in ambito clinico. Lo studio delle modificazioni chimiche delle basi può essere usato nella scelta di polimorfismi che contengono basi più resistenti alla degradazione conseguente a una non idonea temperatura di conservazione. Questo studio si prefigge di mettere a punto una metodica che permetta di indagare da un punto di vista qualitativo la traccia da analizzare. In tale ambito l’utilizzo del sequenziatore automatico permetterebbe di individuare e classificare le mutazioni mettendole in correlazione con le cause che le hanno determinate; tali alterazioni, costitute da basi modificate, andranno poi studiate con metodiche di gas-massa.

http://www.dimimp.uniba.it/medlegal/emogen/progetti.htm


EDIT:

Corrispondenza con dottor Nunzio Di Nunno

- è possibile risalire alla nazionalità (o regione geografica distinta) di
un individuo semplicemente dall'anilisi del suo DNA?

Attualmente non è possibile risalire alla nazionalità del DNA tipizzato,
il DNA tipizzato viene confrontato con la nostra popolazione di
riferimento per stabilire la frequenza allelica del campione analizzato in
parole povere noi abbiamo la frequenza degli alleli della nostra
popolazione (Italia) e possiamo stabilire se gli alleli evidenziati nel
campione siano o meno frequenti nella nostra popolazione. Di contro
trovare più alleli (noi ne studiamo 15 + XY) assai rari ci può far
sospettare che il campione non appartenga ala nostra popolazione. Ma è
solo un sospetto.

- è possibile risalire tramite l'mtDNA, ai fini di cui alla prima domanda,
da corpi smembrati e/o carbonizzati a seguito di un tragico incidente?

Noi non lavoriamo con il mtDNA ma le sequenze del mtDNA potrebbero dare una risposta di razza (asiatico, africano, caucasico etc.) ma non di
nazione.

PS
non avevo parlato ne della tecnica delle miniSTR nè del tipo d'incidente nè del tempo per cui i campioni fossero stati conservati...

“Se un ebreo ortodosso mi considera "immondo" o mi saluta per primo per non dover essere costretto a rispondere al mio saluto, la cosa non preoccupa più di tanto.” (John)
9/11 anomalies
Redazione
Inviato: 16/5/2008 23:48  Aggiornato: 16/5/2008 23:48
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
Perchè non chiedete al famoso "autore dell'articolo" che cosa ha provocato il foro al terzo anello?

Così facciamo prima, no?

DarkAngel
Inviato: 17/5/2008 0:11  Aggiornato: 17/5/2008 0:11
Ho qualche dubbio
Iscritto: 11/12/2005
Da: Amsterdam
Inviati: 57
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
x Tuttle:

Citazione:
LO RIPETO.


ok facciamo un'altro sforzo

Citazione:
La foto mostra l'AE ring. PUOI SMENTIRLO?


No, CONFERMO!

Citazione:
La foro mostra pezzi di aereo. PUOI SMENTIRLO?


No, CONFERMO!

La foto mostra artefatti ed errori tipici di un fotomontaggio, PUOI SMENTIRLO?
o all'incontrario
La foto e' vera, PUOI DIMOSTRARLO?

NO perche' non esistono l'originale o e' introvabile perché tenuto nascosto.
Per quale motivo non si sá.
Un po' deboluccio, non ti pare?

Non era Attivissimo che si stracciava le vesti per le fonti? Le fonti! Le fonti!
e le fante?

ahmbar
Inviato: 17/5/2008 0:48  Aggiornato: 17/5/2008 0:48
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 25/3/2007
Da: Milano
Inviati: 1785
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
@Roberto [email protected]:
Esiste un qualcosa di impalpabile, che si costruisce nel tempo e che si chiama “credibilità”.

Un tempo non lo conoscevo; poi ho imparato, attraverso la lettura del suo blog, a riconoscere in Henry meticolosità, prudenza, attenzione, scrupolosità.


Henry 62 "Non c'e' niente di particolarmente difficile in quella virata e quell'approccio

Captain Ross Aimer
UAL Ret.
CEO, Aviation Experts LLC
40 years and 30,000 hrs.
BS Aero
A&P Mech.
B-777/767/757/747/737/727/720/707, DC-10/-9/-8 Type ratings
Command time in:
- N591UA (Aircraft dispatched as United 93)
- N612UA (Aircraft dispatched as United 175)

"Io non ne sarei stato capace"



Captain Russ Wittenberg (ret)
30,000+ Total Flight Time
707, 727, 737, 747, 757, 767, 777
Pan Am, United
United States Air Force (ret)
Over 100 Combat Missions Flown
Has time in:
- N591UA (Aircraft dispatched as United 93)
- N612UA (Aircraft dispatched as United 175)

"Non posso nemmeno pensare che una persona senza esperienza abbia fatto una manovra del genere.
Io non ci sarei riuscito"




Ma le ali? Come mai le ali, se si sono staccate come tu affermi, non sono fuori a pezzi?

Henry 62 Le ali si sono staccate, ma non completamente: sono state trascinate dentro

Mi fermo qui, Roberto, ma la lista "credibilita'" e' lunga
E questa oggetto del thread, foto vera o meno,e' solo la piu' recente, ma sono sicuro non sara' l'ultima



Per rispondere ad harvey, vogliamo vedere quali sono i fatti accertati?

L'FBI e' quella che ha in mano tutte le indagini
L'FBI, a tutt'oggi, non ha fornito 1 sola prova di identificazione di uno dei 4 aerei coinvolti (?), ne' attraverso scatole nere, ne' attraverso targhette, malgrado diverse FOIA (richieste dati pubblici)
L'FBI ha gestito il riconoscimento attraverso il dna

L'FBI , i suoi vertici, sono stati denunciati dai loro stessi agenti per intralcio alle indagini, occultamento di prove, favoreggiamento e altre sciocchezze

Il gen. Myers ha mentito sotto giuramento alla commissione

I processi sono finiti, ma di video di AA77 non se ne vedono, di prove esibite nemmeno

Dici che potrebbero esibire dati identificativi falsi?
La realta' e' che, malgrado le accuse di inside job, non ne hanno esibito 1, tutto il resto sono deduzioni, illazioni e affermazioni costruite su prove esaminate e/o fornite proprio da chi e' stato beccato a barare, mentre di prove controllabili nemmeno l'ombra

Per chi desidera informarsi sulla piu' grande menzogna dell'era moderna
FAQ 11 settembre 2001
Tuttle
Inviato: 17/5/2008 1:08  Aggiornato: 17/5/2008 1:08
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/9/2006
Da:
Inviati: 3790
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
Citazione:
La foto mostra artefatti ed errori tipici di un fotomontaggio, PUOI SMENTIRLO?


Assolutamente si.

Primo perché hai detto una sciocchezza. Un fotomontaggio non significa niente. E' la tecnica e il metodo di compressione che genera artefatti.

Per quanto riguarda il resto sei tu che devi dimostrare che vi sono "errori tipici di un fotomontaggio". Non io. Io non ne vedo. Se ne avessi visti ti avrei reso partecipe.

Ciao

Tuttle
Inviato: 17/5/2008 1:20  Aggiornato: 17/5/2008 1:20
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/9/2006
Da:
Inviati: 3790
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
Solo per informazione.

L'immagine del FDR introdotta nel report NTSB su AA77 è un immagine di archivio e quindi non rappresenta l'FDR realmente aperto per il download.

Ciao.

Sertes
Inviato: 17/5/2008 1:46  Aggiornato: 17/5/2008 1:46
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 9236
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
Citazione:

roberto55 ha scritto:

Devo darti una risposta che non ti soddisferà per nulla e che non piacerà a nessuno.

Invece a me è piaciuta un sacco! Roberto55, arrivo a dire che questo è il tuo post migliore in assoluto

Citazione:

Esiste un qualcosa di impalpabile, che si costruisce nel tempo e che si chiama “credibilità”.

Fin qui...

Citazione:

Un tempo non lo conoscevo; poi ho imparato, attraverso la lettura del suo blog, a riconoscere in Henry meticolosità, prudenza, attenzione, scrupolosità.


meticolosità: tutti i missili esplodono sfericamente (!!), da questo deduco che nessun missile può aver causato i danni al pentagono

prudenza: ho notato un flusso di metallo incandescente uscire dalla torre sud poco prima del crollo. Sono sicuramente le batterie UPS che stanno fondendo!

attenzione: il libro di Mazzucco dice che le torri avevano 104 piani, quando tutti sappiamo che ne hanno 103... ergo, se ha sbagliato questo avrà sbagliato tutto quanto

scrupolosità: poi non ci dice in quanti piani c'era l'amianto... e con ben due prove di questo calibro, c'è bisogno di dire altro sul suo libro??

Citazione:

E finché qualcuno non mi dimostra che mi sto sbagliando (… ma nessuno, malgrado la lunghezza del thread, ci sta riuscendo), questa rimane la mia opinione.

Grazie! Ci hai appena confermato che per te è una religione, credi in quello che ti dice il tuo guru senza bisogno che lui ti mostri le prove.
Grazie davvero.

Citazione:

La mia, ripeto.

La mia, ribadisco ancora una volta.

D’altra parte questo vale per ciascuno di noi. Ognuno di noi ha qualcuno a cui crede e altri a cui non darebbe cinque lire.


Guarda, parla per te, non voler trascinare altri in questo tuo delirio di fede religiosa.

Concludendo: se il vostro guru vi mostra una foto e vi assicura che è di AA77 non c'è bisogno d'altro.

Citazione:

Altrimenti non si fa della ricerca, si fanno sono illazioni, ipotesi e congetture, come in tantissimi – in questo thread – hanno fatto.

Quando dici le cose come stanno, stai sulle palle a tanta gente
wells
Inviato: 17/5/2008 2:15  Aggiornato: 17/5/2008 2:15
Mi sento vacillare
Iscritto: 19/9/2006
Da:
Inviati: 467
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
Le analisi fotografiche, fino a prova contraria, qui le fai tu, e con scarsi effetti pratici.
Io cerco le cose che NON possono essere.
Così come non può essere che un mucchio di reperti di quella importanza si trovino là, in quella data,
fotografati non si sa da chi.
Tu, a quanto pare, cerchi le cose che POSSONO essere: può essere che sia il muro del corridoio, può essere che siano i mattoncini, può essere che sia un carrello ecc. ecc.
Così come non può essere che questo pezzo stia sul prato il 13 settembre.





A fare che cosa, una mostra?
Perché quel pezzo si trova là, quando TU dici che schiere di funzionari e poliziotti giravano in lungo e in largo a registrare, catalogare e (evidentemente) prelevare dalle 10 di mattina dell’11 settembre?
Per quest’altro mucchio di rottami il ragionamento è lo stesso. La stessa assurdità, moltiplicata per 200.
E perché tu puoi dire a chi ti pare che sbaglia a occuparsi di certe cose piuttosto che di altre, di certi argomenti piuttosto che di altri, e a te non si può dire che sbagli a contare i mattoncini e i muri senza mattoncini, di fronte a evidenze parecchio superiori?
E se dicessi IO, a TE, che oggettivamente porti acqua alle teorie debunkistiche più balorde, alla disinfo da quattro soldi (e parlo della pubblicazione originale della foto, in America, non certo dell’ottimo Henry, che porta avanti alla meglio le sue teorie)?

«Qualcuno saprebbe provare a spiegare perchè l'articolo si intitola “Cronaca di un'epifania” quando poi è datato 25 gennaio 2008?» (John)
Tuttle
Inviato: 17/5/2008 2:37  Aggiornato: 17/5/2008 2:39
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/9/2006
Da:
Inviati: 3790
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
Citazione:
Le analisi fotografiche, fino a prova contraria, qui le fai tu, e con scarsi effetti pratici.


Questo è quello che pensi tu. Con tutta la tua preparazione in materia. Pari allo zero. Quindi non me ne pò fregà de meno. Credimi.

Citazione:
Io cerco le cose che NON possono essere.


Sicuro? No perché sino ad oggi mi pareva che non facessi altro che spammare, con mesi di ritardo, i più disparati siti e blog di complottismo.

E quando è farina del tuo sacco fai delle figure di ***** da capogiro. Come quando hai tirato su dubbi inutili su un infermiera scambiandola per una vittima...o come quando parli di tizio indicando caio...per non parlare delle tue analisi fotografiche (e si che le hai fatte...) sulle foto del pentagono, prendendo delle cantonate a dir poco vergognose.

Sta tutto scritto...

Ed in questo senso hai ragione. Cerchi ed evidenzi proprio quello che non può essere. Perché semplicemente stai prendendo un abbaglio.

Citazione:
Così come non può essere che un mucchio di reperti di quella importanza si trovino là, in quella data,fotografati non si sa da chi.


Pensiero libero. Tuo. Non ne colgo il significato ma sei libero di proporlo.

Citazione:
Tu, a quanto pare, cerchi le cose che POSSONO essere: può essere che sia il muro del corridoio, può essere che siano i mattoncini, può essere che sia un carrello ecc. ecc.


Quello è un muro di un corridoio. Quelli sono mattoncini. E quelli sono resti di aereo.

Ripeto: PUOI SMENTIRLO? NO allora taci.

Citazione:
Così come non può essere che questo pezzo stia sul prato il 13 settembre.


Sulla base di cosa?

Citazione:
Perché quel pezzo si trova là, quando TU dici che schiere di funzionari e poliziotti giravano in lungo e in largo a registrare, catalogare e (evidentemente) prelevare dalle 10 di mattina dell’11 settembre?
Per quest’altro mucchio di rottami il ragionamento è lo stesso. La stessa assurdità, moltiplicata per 200.


Io ho scritto quello che ho letto nei report, nel libro uscito l'anno scorso e in altre fonti ufficiali. Mi sono limitato a ragionare basandomi su quello.

Tu puoi sempre continuare ragionando su quello che non può essere.

Ma non devi incazzarti con me. Devi scrivere a quelli che hanno pubblicato i dati che ho riportato. Viceversa sei solo un rimpipalle da forum.

Citazione:
E perché tu puoi dire a chi ti pare che sbaglia a occuparsi di certe cose piuttosto che di altre, di certi argomenti piuttosto che di altri, e a te non si può dire che sbagli a contare i mattoncini e i muri senza mattoncini, di fronte a evidenze parecchio superiori?


Io non ho contato i mattoncini e i muri senza mattoncini. Alzi fuffa ragazzo.

Le evidenze parecchio superiori quali sarebbero? E' il tuo quarto intervento e ancora non ne vedo. Fin ora mi stai solo tritando le palle.

Citazione:
E se dicessi IO, a TE, che oggettivamente porti acqua alle teorie debunkistiche più balorde, alla disinfo da quattro soldi (e parlo della pubblicazione originale della foto, in America, non certo dell’ottimo Henry, che porta avanti alla meglio le sue teorie)?


Non me ne potrebbe fregà de meno perché, a differenza tua, a me non interessa quello che pensa la gente (come te) sul mio conto.

Sei tu quello che si comporta come uno che ambisce a sembrare un ricercatore "contro". E sono convinto che prima di vedere sta foto sul blog di 11-settembre anche tu vedevi il muro, i mattoncini e resti di aereo.

Stammi bene "ricercatore delle cose che non possono essere".

Tuttle
Inviato: 17/5/2008 2:58  Aggiornato: 17/5/2008 2:59
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/9/2006
Da:
Inviati: 3790
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
Cerco di essere costruttivo Wells. Vediamo se capisco il tuo problema.

Tu dici che ti pare assurdo che resti di aereo rimanessero li, in bella mostra, per giorni e giorni - senza che nessuno li stoccasse o li portasse via per l'identificazione.

Bene. Io sono completamente d'accordo con te in questo senso. E' certamente strano questo stato delle cose.

Ma questo cambia il contenuto di quella foto e dell'articolo?

Questo cambia il fatto che quella foto mostra l'AE ring e pezzi di aereo?

L'articolo parla della foto o parla dei resti lasciati in giro per giorni?

Cosa mostra la foto in articolo e cosa mostrano le foto che ti paiono strane?

Il pentagono e resti di aereo.

Ciao.

wells
Inviato: 17/5/2008 4:02  Aggiornato: 17/5/2008 4:11
Mi sento vacillare
Iscritto: 19/9/2006
Da:
Inviati: 467
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
Io non ho contato i mattoncini e i muri senza mattoncini. Alzi fuffa ragazzo.

Ah no?

– I mattoncini sono i medesimi così come le colonne portanti che stanno fra una parete e l'altra.
– Stesso mattoncino....stesse colonne. Almeno a me sembrano identiche...
– Come vedi, al margine sinistro della foto, c'è un area in cemento senza mattoni.


Minkia che studio...

Come quando hai tirato su dubbi inutili su un infermiera scambiandola per una vittima...

E sarebbero quelle le figure che dici tu?
Confondere una sconosciutissima infermiera sdraiata sopra una barella?
E tu la conosci, per nome, qualifica, reparto, specializzazione?
E se ti dicessi che tu non conosci le storie dei fotografi, e i principali documenti, ma al massimo le macchine fotografiche?

Citazione:

Tuttle ha scritto (1):
Citazione:
Su questa foto (accreditata a Steve Riskus), e in particolare sull’autore, ci sarebbe molto da dire.


Quella foto non è accreditata a Riskus. E' una foto del kit DoD (molto probabilmente è uno scatto Ingersoll) ed è stata fatta con una Nikon D1X.

Riskus ha invece usato una Olympus C3040Z.



È più leggera, come figura?

Citazione:

Tuttle ha scritto (2):
Si...c'è evidentemente qualcosa che non torna.

http://www.luogocomune.net/site/modules/newbb/viewtopic.php?topic_id=3983&viewmode=flat&order=ASC&start=150


Non ne colgo il significato...

Tu non capisci neppure quando ti fanno il disegnino, con le didascalie:




Citazione:

Tuttle ha scritto (1):
Mi sfugge la correzione...




Citazione:

Tuttle ha scritto (2):
Ah ok.




http://www.luogocomune.net/site/modules/newbb/viewtopic.php?topic_id=3983&viewmode=flat&order=ASC&start=960

Oppure sei poco veloce, e capisci a scoppio ritardato.

Tu dici che ti pare assurdo che resti di aereo rimanessero li, in bella mostra, per giorni e giorni - senza che nessuno li stoccasse o li portasse via per l'identificazione.
Bene. Io sono completamente d'accordo con te in questo senso. E' certamente strano questo stato delle cose.


E cosa vale di più, l’implausibilità storica di un evento, o la compatibilità dei mattoncini?
Cioè, come debunker sei un eccellente cospirazionista, e come cospirazionista sei un ottimo debunker.

«Qualcuno saprebbe provare a spiegare perchè l'articolo si intitola “Cronaca di un'epifania” quando poi è datato 25 gennaio 2008?» (John)
neoprog
Inviato: 17/5/2008 8:14  Aggiornato: 17/5/2008 8:14
Mi sento vacillare
Iscritto: 21/1/2006
Da:
Inviati: 422
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
La teoria cosidetta "no plane" va al di là del sostenere genericamente l'assenza di aerei a New York.
Innanzitutto vorrei fare una precisazione, non si parla affatto di ologrammi,
La tesi riguarda in generale la copertura mediatica da New York, la presunta "diretta" di cui tutto il mondo è stato spettatore.
La visuale di Manhattan in una chiara giornata di sole, non è quella che è stata mostrata in tv.
Quelle immagini non sono reali.
Ad un analisi nemmeno troppo attenta, non reggono un secondo.Troppe anomalie, ad iniziare dai filtri di colore azzurro, viola giallo , verde ecc, passando poi per dei veri e propri pasticci di computer grafica.
Lo sfondo è evidentemente alterato, in alcuni casi assente, le proporzioni e le posizioni di alcuni edifici sono sballate rispetto al reale panorama di Manhattan.
Esistono sequenze con l'Empire State Building in primo piano, una volta sulla destra e l'altra sulla sinistra, mentre il resto del panorama è sempre lo stesso.
Ci sono sequenze dove, da una camera fissa si vede il tetto delle TT.Da dove sono state riprese, dato che non esistevano postazioni fisse più in alto delle TT? (L' ESB è alto 320m)
Il ponte di Verrazzano, che si sposta in continuazione come se avesse le ruote, può essere reale? O elicotteri che vanno in retromarcia?E tante altre anomalie difficilmente debunkabili.
Riguardo l'aereo, anch'esso è una palese animazione cgi, per più di un motivo.
Graficamente: comparando i video lo troviamo nero, grigiochiaro, grigioscuro, bianco, semitrasparente, senza un ala o entrambe, senza un motore.
Lo vediamo arrivare da destra in traiettoria orizzontale, dall'alto in traiettoria discendente, perpendicolare alla torre con traiettoria orizzontale.
Lo vediamo arrivare rettilineo per chilometri in un video, lo vediamo virare alcune centinaia di metri prima in un altro.
Come possono, immagini differenti, descrivere lo stesso evento?
Fisicamente: l' impatto sulle TT (ma vale anche per il pentagono) non risponde alle leggi fisiche sull'urto tra solidi, sulla conservazione di energia, sul principio azione/reazione, in pratica è impossibile che un aereo entri interamente in un palazzo, dovrebbe disintegrarsi in migliaia di pezzi, la coda rimarrebbe sicuramente fuori perchè non avrebbe più l'energia iniziale, invece di entrare dentro come una lama nel burro.
Inoltre, se si osservano i video della penetrazione fotogramma x fotogramma, si vedrà che dopo che l'ala è entrata, la facciata del palazzo è ancora intatta.
Inizialmente, più che parlare di plane-noplane, preferirei si discutesse sulla veridicità dei video (ma anche delle foto).
Saluti

D'you know that one day
We will turn the world upside down
D'you know that one day
We will clean the world inside out
edo
Inviato: 17/5/2008 8:36  Aggiornato: 17/5/2008 8:36
Sono certo di non sapere
Iscritto: 9/2/2006
Da: casa
Inviati: 4529
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
citazioni:
Così come non può essere che questo pezzo stia sul prato il 13 settembre.

Sulla base di cosa?


I lavori di copertura con materiali aggreganti (della scena del crimine), del prato di fronte al pentagono a che data risalgono?

tibberio
Inviato: 17/5/2008 10:45  Aggiornato: 17/5/2008 10:45
Mi sento vacillare
Iscritto: 13/12/2007
Da: Qui
Inviati: 450
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
Ma ancora stiamo a parlare di cosa?

E´ inutile. Che le cose non siano andate come la VU e´ talmente palese che trovo VERAMENTE RIDICOLO che si stia ancora discutendo del "SE" quando piuttosto dovremmo concentrarci sul "COME".
Da parte mia, fin dal principio (qualche giorno dopo il 9/11), che le cose fossero strane lo avevo comunicato ai miei piu´ ristretti amici, che li per li mi presero per matto....ma almeno dopo qualche anno mi hanno chiesto scusa....
C´e´ un ammontare talmente enorme di incongruenze che sinceramente non saprei dove cominciare.....

1. un aereo impatta con il suo carico di carburante;
2. penetra tutto nell´edificio (torri);
3. forte esplosione con produzione di elevato calore (decisamente inferiore a quanto necessario per ammorbidire l´acciaio);
4. una parte di carburante continua a bruciare insieme alla mobilia (temperatura ancora inferiore che al punto 3);
5. passa 1 minuto dall´impatto (la temperatura gradualmente cende): Crolla!
6. passano 2 minuti (la temperatura scende ancora): Crolla!
7. passano 3 minuti: Crolla!
8. 4 minuti dall´impatto: Ma vuoi crollare?
9. 5 minuti: stronza devi crollare!
10. 6 minuti: ti decidi, o no?
11. 7 minuti: stai a fa´ la preziosa , eh?
12. 8 minuti: oh!? e dai, su!
13. 9 minuti: vabbe´, io adesso mi giro, chiudo gli occhi e tu vai giu´ ok?
14. 10 minuti: DDDAAAIIIIII!!!!!!
15. 11 minuti: ok , io adesso esco, vado a fare colazione, ma quando ritorno ti devo vedere giu´!
16. .......
17. ......
18.....
19. 54 minuti: ancora stai li´?????? " senti, finora hai parlato tu,mo´ parlo io: se mi andava di cadere lo avrei fatto nel momento piu´ propizio, cioe´ a ridosso dell´esplosione quando qui ha fatto un gran caldo, ma passato quel momento perche´ avrei dovuto farlo?... le mie colonne si sono lentamente e costantemente raffreddate!" Beh, ti girava la testa e potevi perdere l´equilibrio! "Si, inizialmente il colpo l ´ho sentito, ma mi ci e´ voluto poco a tornare in me!"
20. 55 minuti: quindi non ha i alcuna intenzione di ubbidirmi?, "NO!, Non vedo il nesso causa ed effetto!"
21. minuto 56: ah, si! M´hai fatto incazzare, mo´ te faccio vede´ io chi comanda qui! Tie´ beccata sta scarica!
22. tse´!.....causa ed effetto...piu´ effetto di cosi´!

Torniamo al punto 3. Se veramente l´acciaio si fosse ammorbidito con l´impatto ed esplosione dell´aereo, il crollo sarebbe avvenuto nel giro di 1, 2 minuti al massimo!

La storia inizia e si ferma, va avanti e poi si perde e, in mezzo a ogni parola, quanti silenzi, quante parole sfuggono e svaniscono per non essere mai piu' ritrovate. (P. Auster)
FreeBird
Inviato: 17/5/2008 11:55  Aggiornato: 17/5/2008 11:58
Ho qualche dubbio
Iscritto: 2/1/2008
Da:
Inviati: 148
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
Che brutto post tibberio
Io credo che ogni persona con un minimo di buon senso abbia un po' di sconforto legendo frasi tipo "Crolla" , "Ma vuoi crollare?" , "Stronza devi crollare" , "vabbe´, io adesso mi giro, chiudo gli occhi e tu vai giu´ ok?" , "ok , io adesso esco, vado a fare colazione, ma quando ritorno ti devo vedere giu´!" e " 54 minuti: ancora stai li´??????". Bho..3000 persone morte e c'e' chi continua a fare battutine...


----------------------


Citazione:
Perchè non chiedete al famoso "autore dell'articolo" che cosa ha provocato il foro al terzo anello?

Così facciamo prima, no?



Oh Massimo Mazzucco,cos'e' che causo' il foro all'anello terzio?

roberto55
Inviato: 17/5/2008 12:01  Aggiornato: 17/5/2008 12:01
Mi sento vacillare
Iscritto: 6/9/2006
Da:
Inviati: 327
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
Certo che alcuni hanno la capacità di prendere una frase e di stravolgerne completamente il senso come poche volte mi è capitato di vedere nella vita…

Sertes: io ho detto “uno”. Tu questo “uno” l’hai fatto diventare “cento”.

Ma si può discutere in questo modo?...
Guru.
Ma pensa te se alla mia età dovevo incontrare qualcuno che mi sospettava di essere seguace di un Guru…

Bah.
Rileggiti il mio post, se ti va, finché non ne capisci davvero il significato.

Ciao.
roberto

Nell' avatar: Hans Hartung, Composition T49. Frammento.
Tuttle
Inviato: 17/5/2008 12:08  Aggiornato: 17/5/2008 12:08
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/9/2006
Da:
Inviati: 3790
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
Wells, stai messo così male che manco riesci a rispondermi?

Il discorso dell'attribuzione della foto a riskus è corretto. Quella foto non è sua e le due fotocamere sono pure diverse.

Perché citi una frase corretta per far finta che non lo sia?

Comunque mi sei venuto a noia.

Son 2 giorni che mi balli il tango sul cavallo dei pantaloni...e ancora non hai detto niente di sensato che sia anche solo minimamente IT.

La foto mostra l'AE ring: PUOI SMENTIRLO?

La foto mostra pezzi di aereo: PUOI SMENTIRLO?

Il resto è aria fritta, psicofuffa, trollaggio da 4 soldi.

Bona.

Tuttle
Inviato: 17/5/2008 12:13  Aggiornato: 17/5/2008 12:13
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/9/2006
Da:
Inviati: 3790
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
Citazione:
Cioè, come debunker sei un eccellente cospirazionista, e come cospirazionista sei un ottimo debunker.


Grazie! Non mi potevi fare un complimento migliore.

Significa non essere né uno né l'altro.

Anche da bambino mi rompevo le scatole a giocare a cawboys e indiani. Preferivo fare il barista...o il pianista.

Te saludi.

Sertes
Inviato: 17/5/2008 12:36  Aggiornato: 17/5/2008 12:36
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 9236
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
Citazione:
roberto55 ha scritto

Ma pensa te se alla mia età dovevo incontrare qualcuno che mi sospettava di essere seguace di un Guru…


Guarda che credere per fede è accettabilissimo, semplicemente ne prendi atto e tiri avanti.

Se credi ad una persona completamente screditata in varie occasioni (e ti abbiamo fatto anche gli elenchi), ma anzi nella sua peggior performance di arrampicata sugli specchi la difendi anche, ritenendo che sia l'unico ricercatore che può proporre foto senza provarne la fonte o l'autenticità, allora questa non è solo fede, è fede cieca.

Poi, può anche aver ragione. Però non lo ha mica dimostrato, sai.

Quando dici le cose come stanno, stai sulle palle a tanta gente
ahmbar
Inviato: 17/5/2008 13:01  Aggiornato: 17/5/2008 13:02
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 25/3/2007
Da: Milano
Inviati: 1785
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
Vedi Roberto, sei tu che ti sei tirato addosso gli strali

Definire "credibile" una persona che, senza disturbarsi a leggere tutte le altre sue elucubrazioni, fa' le affermazioni che sia io che Sertes abbiamo riportato, prevede una fede

Senza quella, le parole di Henry restano affermazioni in contrasto con la logica, la fisica e il buon senso, nonche' rivelatrici di una visione decisamente parziale:
parte dall'assunto che la VU sia come la bibbia per un credente, e cerca solo cio' che possa spiegare cio' che e' successo
Le prove che rendono TUTTI i suoi ragionamenti e deduzioni aria fritta?
Non esistono
Le affermazioni di decine di piloti che ritengono quell'approccio impossibile per un neofita del volo?
Non esistono
L'inspiegabile assenza dell'impronta del timone di coda sulla facciata?
Non ha importanza
L'inspiegabile assenza della traccia del motore sx sul prato?
Non ha importanza

Ma non solo, fa' anche affermazioni che, per una persona inesperta, sembrano credibili (tipo quella del missile), ma che in realta' nascondono la parte inspiegabile
E tu questa la chiami credibilita'?

Il tutto costruito (esattamente come allora per la funambolica spiegazione "Ecco perche' il wtc7 e' crollato") sull'esame di una foto e rapporti forniti da chi e' sospettato essere il vero colpevole

Prove? Nessuna
Che rimane se non la fede nella "credibilita' (sic!) che Henry si e' costruito negli anni"?

Per chi desidera informarsi sulla piu' grande menzogna dell'era moderna
FAQ 11 settembre 2001
roberto55
Inviato: 17/5/2008 13:28  Aggiornato: 17/5/2008 13:40
Mi sento vacillare
Iscritto: 6/9/2006
Da:
Inviati: 327
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
Ahmbar…

… evidentemente parliamo due lingue diverse.

Qui – IN QUESTO THREAD – non stiamo parlando di manovre possibili o impossibili, non stiamo misurando fori sulla facciata, non ci stiamo interrogando su dove sia finito il timone di coda…

Stiamo parlando di una fotografia.

Non stiamo facendo un ragionamento sui fatti dell’11 settembre: ci stiamo semplicemente domandando se una certa foto è autentica o falsa.

Qualcuno, senza dimostrarlo, ha avanzato l'ipotesi che questa foto fosse falsa.

Altri (io, per il poco che conto, Henry, Trystero… Tuttle!!) l’hanno giudicata autentica.

Persone la cui competenza sulle immagini (parlo in particolare di Trystero e ovviamente di Tuttle) non può essere messa in discussione da nessuno.

Di questo stiamo parlando: di una semplice, cazzosissima fotografia.

a) autentica.
b) che mostra Pentagono e rottami di aereo riconducibili ad un 757.

Nulla di più.

Ed è esattamente quel che aveva scritto Henry nel suo articolo (… e vorrei vedere quanti di quelli che parlano sono andati a leggerselo, ma lasciamo stare questo argomento).

Poi… (e sarà già la quinta volta che lo scrivo)… il fatto che ci siano quei rottami nel Pentagono non ci dice altro se non che il 28 settembre c’erano dei rottami riconducibili ad un 757 nell’ AE ring del Pentagono.

E’ chiaro questo?...

Sono di AA77?
La foto non ce lo dice (ma non lo dice nemmeno Henry).

Quei rottami sono solo un elemento in più sul quale riflettere, senza tentare un po’ infantilmente di dire: quella foto sarà falsa, perché tale non è …e perché questo sarebbe chiudere gli occhi di fronte a un qualcosa di scomodo.

Uff…

roberto

Nell' avatar: Hans Hartung, Composition T49. Frammento.
harvey
Inviato: 17/5/2008 13:52  Aggiornato: 17/5/2008 13:52
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/4/2008
Da:
Inviati: 339
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
Quel che dice AndreaP in quest'articolo (per quel poco che dice) è in effetti condivisibile: è chiaro che una prova del genere non reggerebbe in nessun tribunale. In primo luogo perché non mostra un granché (rottami di aereo), e in secondo luogo perché l'origine della foro rimane sconosciuta. In tribunale un magistrato non potrebbe esibire una foto come prova dicendo: "mi è stato assicurato dal signor x, che vuole rimanere anonimo, che la foto è stata scattata il giorno tale dal signor y, che vuole rimanere anonimo".
Fin qui tutto bene: ci si dimentica però che non siamo in tribunale. Il signor Henry62, che anche io considero persona seria e affidabile, è semplicemente un privato cittadino che fa ricerca sull'11 settembre. E' venuto in possesso (non per primo) di una foto che giudica interessante. Ha fatto quel che ha potuto fare per appurarne l'autenticità, e quindi l'ha pubblicata per condividere tale conoscenza. Ha fatto male?
E allora su cosa si sta polemizzando? Sul nulla.

AndreaP
Inviato: 17/5/2008 14:35  Aggiornato: 17/5/2008 14:35
Ho qualche dubbio
Iscritto: 10/4/2008
Da: Monza
Inviati: 33
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
Intervengo attratto, per la prima volta dalla teoria del no-planes.
Riguardo ai video avrei una domanda da porre... come è possibile sbagliare in modo così grossolano? Insomma se devono mettere in piedi il "complotto del secolo" ci si applicheranno un pò per fare questi videomontaggi no?
C'erano quasi riusciti anche con Zapruder....

Il punto non è il tribunale o il privato cittadino, qui stiamo parlando di "spacciatori di verità" (a mio avviso ovviamente, ognuno può essere della propria opinione).
Allora io da privato cittadino posso andare ad affermare di aver visto la famosa mucca volante fotografata da Mario Rossi?
Tanto sono un privato cittadino!

To sin by silence when we should protest makes cowards out of man - Ella Wilcox

(Peccare di silenzio quando dovremmo protestare ci rende codardi, da uomini quali siamo)
wells
Inviato: 17/5/2008 18:12  Aggiornato: 17/5/2008 18:35
Mi sento vacillare
Iscritto: 19/9/2006
Da:
Inviati: 467
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
citazioni:
Così come non può essere che questo pezzo stia sul prato il 13 settembre.

Sulla base di cosa?
I lavori di copertura con materiali aggreganti (della scena del crimine), del prato di fronte al pentagono a che data risalgono?


Edo, lì il pezzo c’è, il 13 settembre. Quella foto è certificata.
Ma non dovrebbe esserci per le ragioni, molto semplici, che ho spiegato a profusione altrove, con il corredo di un centinaio di fotografie come queste:








Se 200 agenti dell’Fbi setacciano tutta l’area palmo a palmo, lo fanno per trovare i rottami, registrarli nel modo descritto da Nelson e metterli da parte. Non lo fanno per lasciarli là dove si trovano.
Se avviene il contrario devo pensare che i rottami non servissero per gli scopi di cui parla Nelson, diciamo come elementi di un reato, o comunque di un procedimento di identificazione.
Ma servissero per essere esibiti, guardati, fotografati.
Tanto poi arrivano gli esperti come Tuttle ad autenticarli, con i mattoncini, i nastrini rosa, il tubo e tutto il resto.
Se questo vale per il 13 settembre, tanto più varrà per il 28 settembre.

«Qualcuno saprebbe provare a spiegare perchè l'articolo si intitola “Cronaca di un'epifania” quando poi è datato 25 gennaio 2008?» (John)
wells
Inviato: 17/5/2008 18:34  Aggiornato: 17/5/2008 18:40
Mi sento vacillare
Iscritto: 19/9/2006
Da:
Inviati: 467
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
Il discorso dell'attribuzione della foto a riskus è corretto.

Ah sì? Sarà corretta l’attribuzione delle macchine fotografiche.
Sul resto cadi dalle nuvole.
Ma adesso te lo dimostro con i fatti, così vediamo chi ha limiti di comprendonio.
Questa foto





pubblicata nel rapporto Asce, con le didascalie, a chi viene accreditata?
E soprattutto, a chi viene pagata?




Steve Riskus.
E allora, se io dico:

“Su questa foto (accreditata a Steve Riskus), e in particolare sull’autore, ci sarebbe molto da dire”.

che cosa contesti a prescindere, cioè a vanvera, senza avere la più vaga idea di cosa si sta dicendo?

1) Quella foto non è accreditata a Riskus.

Quando due minuti dopo devi fare marcia indietro?

2) Si...c'è evidentemente qualcosa che non torna...
3) E' evidente che in ASCE si attribuisce lo scatto a Steve Riskus...

http://www.luogocomune.net/site/modules/newbb/viewtopic.php?topic_id=3983&viewmode=flat&order=ASC&start=150

E ancora insisti, a conti fatti, cioè a cose viste, e verificate, che hai ragione tu?
Questa si chiama ottusità.

Le evidenze parecchio superiori quali sarebbero? E' il tuo quarto intervento e ancora non ne vedo.

Ah no? Secondo me fai finta di non vederle, a dispetto di te stesso.

Tu dici che ti pare assurdo che resti di aereo rimanessero li, in bella mostra, per giorni e giorni - senza che nessuno li stoccasse o li portasse via per l'identificazione.
Bene. Io sono completamente d'accordo con te in questo senso. E' certamente strano questo stato delle cose.


Come vedi, lo capisci benissimo.

Ma questo cambia il contenuto di quella foto e dell'articolo?

Non lo cambia: lo disintegra, lo cancella, per la logica più elementare di questo mondo: niente rottami, il 28 settembre, niente foto.
Se invece ci sono rottami ancora in giro, il 28 settembre, significa che quello che hai scritto, sulla raccolta, la registrazione, la catalogazione ecc. sono tutte minchiate. Nessuno ha raccolto niente, nessuno ha catalogato niente, perché non gliene fregava niente.

Io ho scritto quello che ho letto nei report, nel libro uscito l'anno scorso e in altre fonti ufficiali. Mi sono limitato a ragionare basandomi su quello.

Io mi domando se realmente ti rendi conto di quello che dici.
Se tu leggi un rapporto, e io ti dimostro che nella realtà si fa il contrario, vale il rapporto o la realtà?
Se l’FBI dice: “raccolgo i rottami”, e invece i rottami sono ancora là, vale il rapporto o la realtà che lo smentisce?

Grazie! Non mi potevi fare un complimento migliore.
Significa non essere né uno né l'altro.


Significa che sei un debunker di complemento, o a mezzo servizio.
Mutuandone anche i linguaggi:

sembra di leggere i pensieri scritti sui muri di una corsia di ospedale psichiatrico!

Del che dovresti semplicemente vergognarti.
E che io sappia, il più grosso effetto pratico che hai avuto, come collettore di fotografie, è stato di alimentare le fantasie dei debunkers di tutto il mondo con questa ricostruzione.






Ma allora facciamo meno chiacchiere e andiamo nel merito, dove vuoi tu, qui o nel post sul Pentagono.

1) Fammi vedere una foto, reale, con la colonna n. 10 ancora in piedi, come nella tua fantasiosa ricostruzione.
2) Fammi vedere una foto, reale, senza fumo, acqua, schiuma ecc., con le colonne 12, 13 e 14 abbattute, come nella tua fantasiosa ricostruzione.

«Qualcuno saprebbe provare a spiegare perchè l'articolo si intitola “Cronaca di un'epifania” quando poi è datato 25 gennaio 2008?» (John)
ahmbar
Inviato: 17/5/2008 19:11  Aggiornato: 17/5/2008 19:11
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 25/3/2007
Da: Milano
Inviati: 1785
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
Vedi Roberto, il giochino del "qui si parla solo di questo", dopo anni e anni di discussioni non funziona piu'

La foto non e' un pezzo unico e a se stante: e' una parte delle cose che fanno affermare ad henry ed alla sua claque "Sul Pentagono si e' schiantato AA77, uno dei 4 aerei dirottati da 19 arabi armati di taglierino"

Tu vuoi parlare solo dell'autenticita' della foto? Liberissimo di farlo
Henry e' una persona credibile? Liberissimo di pensarlo

Ma se ti si dimostra che non e' cosi', e tu ti trinceri dietro il "Qui si parla solo della foto", ciao


A me, (e credo alla quasi totalita' delle persone che frequentano questo ed altri siti simili) interessa capire se e' vero che 19 arabi armati di taglierino hanno messo in crisi per due ore la nazione piu' potente del mondo, che per ritorsione all'attacco ha scatenato due guerre e fatto a fettine 200 anni di diritti civili, preparando il mondo ad un futuro quantomeno torbido, violento e preoccupante

Pur non esistendo nemmeno 1 prova che almeno uno dei 4 aerei dirottati (?) sia stato effettivamente protagonista di almeno 1 degli eventi attribuitigli, dobbiamo credere al governo americano che tutto sia successo come loro ci hanno raccontato, malgrado quella versione dei fatti faccia a cazzotti con la logica, la fisica e il buon senso in tutti gli aspetti di quella giornata

E questo equivoco continua grazie anche a chi diffonde notizie prive di qualunque riscontro pratico, ma "pregne di significato":
"Ecco? vedete? Non e' vero quello che sostengono i 'complottisti', l'aereo c'e' e si vede benissimo!"


Tu preferisci discutere della autenticita' della foto, io no

Per chi desidera informarsi sulla piu' grande menzogna dell'era moderna
FAQ 11 settembre 2001
Tuttle
Inviato: 17/5/2008 19:12  Aggiornato: 17/5/2008 19:13
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/9/2006
Da:
Inviati: 3790
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
Te lo ripeto.

La foto NON E' DI STEVE RISKUS.

E' UN ERRORE DI ATTRIBUZIONE.

Se io sono duro di comprendonio tu hai 4 neuroni che si trombano a vincenda caro mio.

Citazione:
Ma allora facciamo meno chiacchiere e andiamo nel merito, dove vuoi tu, qui o nel post sul Pentagono.


Mamma che paura. Cos'è una sfida al mezzogiorno di fuoco?

Ma mi faccia il piacere mi faccia.

Quella ricostruzione fotografica corrisponde a realtà.

Ti da fastidio? Cazzi tuoi.

Ora però basta.

Vai avanti da solo. Come ci hai abituato nel tuo bellisimo thread di aggiornamento sul foro del pentagono.

Thread dove ormai parli da solo.

Tuttle
Inviato: 17/5/2008 19:43  Aggiornato: 17/5/2008 19:44
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/9/2006
Da:
Inviati: 3790
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
Wells,

Questa è l'immagine della colonna dietro la rete.



Cosa non ti torna? Qual'è il problema?

Se le colonne non ci sono per te è un problema...se ci sono è un problema.

Mah!

wells
Inviato: 17/5/2008 20:46  Aggiornato: 17/5/2008 20:46
Mi sento vacillare
Iscritto: 19/9/2006
Da:
Inviati: 467
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
La foto NON E' DI STEVE RISKUS.
E' UN ERRORE DI ATTRIBUZIONE.


Confermato. Sei duro di comprendonio.
Quello l’ho detto prima di te.
Tu dicevi il contrario.

Quella foto non è accreditata a Riskus.

L’Asce accredita quella foto a Steve Riskus, e gliela paga.
Tu ci sei arrivato dopo 2 giorni: sono i tuoi tempi di comprensione.

Quella ricostruzione fotografica corrisponde a realtà.

Nella parte “collezionata”.
Dove aggiungi una (1) cosa tu, spari una minchiata.
E con le parolacce non fai impressione a nessuno.

Thread dove ormai parli da solo.

Invece qui parlate in tanti.

http://www.luogocomune.net/site/modules/newbb/viewtopic.php?topic_id=4097&forum=3

E qui t’hanno fatto un monumento.

http://z10.invisionfree.com/Loose_Change_Forum/index.php?showtopic=1628&hl=

«Qualcuno saprebbe provare a spiegare perchè l'articolo si intitola “Cronaca di un'epifania” quando poi è datato 25 gennaio 2008?» (John)
harvey
Inviato: 17/5/2008 21:11  Aggiornato: 17/5/2008 21:20
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/4/2008
Da:
Inviati: 339
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
RIMOSSO

M.M.

Tuttle
Inviato: 17/5/2008 21:20  Aggiornato: 17/5/2008 21:20
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/9/2006
Da:
Inviati: 3790
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
Citazione:
Tutto questo testosterone nell'aria mi sta creando gravi alterazioni comportamentali.


Quoto.

Mi ritiro. Mi sta venendo la depressione.

Buon proseguimento.


redna
Inviato: 17/5/2008 21:21  Aggiornato: 17/5/2008 21:21
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
harvey

è una buona osservazione., e prima di arrivare alla legge della jungla (con tarzan e cita....) è meglio 'lassar perde, và'.

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
roberto55
Inviato: 17/5/2008 21:52  Aggiornato: 17/5/2008 21:52
Mi sento vacillare
Iscritto: 6/9/2006
Da:
Inviati: 327
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
Sì però, ragazzi… è la terza discussione in pochi giorni cui partecipo che va in vacca perché arriva un energumeno che all’improvviso si mette ad insultare qualcuno.

E no. Così non va bene. Passa la voglia.

Il topic era: la foto di Henry (…e qualcuno provi a dire che non era questo) e non ce l’avevo certo messo io in Home.

Di questa foto, della sua autenticità e del suo eventuale valore si stava cercando di discutere. Pacificamente ed amichevolmente.

Cosa c’entravano tutte le altre faccende sui rottami del prato, sul foro della facciata e compagnia cantante?...

Il bello è che di solito nei vari forum quando qualcuno va Off Topic glielo si fa pesantemente notare.
Qui, curiosamente, qualcuno ha fatto intendere che l’essere In Topic (cioè parlare della foto di Henry) non fregava niente a nessuno.

Se non è vagamente bizzarro tutto ciò, fatemelo sapere.

r.

P.S. Non te la prendere, Tuttle… Se ti è capitato di leggere quello che ho scritto un paio di sabati fa (mi sembra) su un altro sito di quel che mi è capitato lo scorso dicembre, capisci perché ti dico che incazzarsi non vale la pena.
Ciao

Nell' avatar: Hans Hartung, Composition T49. Frammento.
wells
Inviato: 18/5/2008 1:25  Aggiornato: 18/5/2008 1:25
Mi sento vacillare
Iscritto: 19/9/2006
Da:
Inviati: 467
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
La foto del rottame sul prato è pertinentissima e in pieno topic.
Si chiama “analogia” [“Per quest’altro mucchio di rottami il ragionamento è lo stesso.
La stessa assurdità, moltiplicata per 200”].
Ciò che non è in topic è questo:

– Sei tu che puntualmente mi devi tritare le palle
– No perché non vorrei che il tuo sport preferito fosse rompermi le palle.


Sicuro? No perché sino ad oggi mi pareva che non facessi altro che spammare, con mesi di ritardo, i più disparati siti e blog di complottismo.
E quando è farina del tuo sacco fai delle figure di ***** da capogiro. Come quando hai tirato su dubbi inutili su un infermiera scambiandola per una vittima...o come quando parli di tizio indicando caio...per non parlare delle tue analisi fotografiche (e si che le hai fatte...) sulle foto del pentagono, prendendo delle cantonate a dir poco vergognose.


Se poi vuoi tornare in topic, la foto ha anche un soggetto.
Allora trova tu una spiegazione: rottami di aereo buttati contro un muro,
come spazzatura, 17 giorni dopo l’episodio.
Quanto agli “insulti”, mi domando con quale faccia di c*** ti presenti qui a parlare di “altri siti”.
Dove leggo:

– Il suo motto è:"fingiti amico, derubalo e buttalo in un fosso".
MM sarà dello stesso modello?

– Scherzi a parte, a me LuCom comincia davvero a preoccupare... Se metti troppi matti uno di fianco all'altro, il risultato non è un somma, ma una moltiplicazione, o un'elevazione a potenza.
"è con granelli di stupidità che si costruiscono le montagne di c*****e"

– Mazzucco non è scemo, ma sa perfettamente che è attorniato da scemi.


Quello è un linciaggio organizzato.
E tu vieni qui a fare la morale?

«Qualcuno saprebbe provare a spiegare perchè l'articolo si intitola “Cronaca di un'epifania” quando poi è datato 25 gennaio 2008?» (John)
roberto55
Inviato: 18/5/2008 11:00  Aggiornato: 18/5/2008 11:00
Mi sento vacillare
Iscritto: 6/9/2006
Da:
Inviati: 327
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
Buono, Wells… tranquillo.

Pensa alla salute.
Ciao.
r.

Nell' avatar: Hans Hartung, Composition T49. Frammento.
TomTom
Inviato: 18/5/2008 12:36  Aggiornato: 18/5/2008 12:36
Ho qualche dubbio
Iscritto: 9/10/2007
Da:
Inviati: 79
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
Ma non vi sembra strana questa foto postata da Tuttle:

http://www.rcfp.org/moussaoui/jpg/size600/P200029-1.jpg

Guardate il muro da cui dovrebbe essere passato l'aereo, presenta tre distinte zone danneggiate/annerite (per trovare l'ultima basta seguire il muro).
Voglio dire: è normale?

Non è esploso qualcosa lì dentro invece che un Boeing?

Per quanto riguarda la foto coi rottami di undicisettembre: perchè il muro dietro non è annerito o danneggiato?

Voglio dire caricano i rottami, li spostano, li riposano per terra, li fotografano, li ricaricano e li portano via?

Si sono sbattuti tanto per fare le simulazioni (Purdue) per studiare il ruolo del carburante e poi non hanno dato una spiegazione su dove siano stati trovati i rottami quali parti di boeing siano stati trovate ecc.....

Ogni tanto appare una foto senza data nè collocazione all'interno del Pentagono ( notate che la foto non è abbastanza ampia per farci capire dove ci si trova) e chi si trova a guardare deve osservare se il muro assomiglia, se il rottame è questo o quello e così via.

E' logico?

sigmatau
Inviato: 19/5/2008 10:03  Aggiornato: 19/5/2008 17:04
Mi sento vacillare
Iscritto: 18/9/2007
Da: Provincia di Piacenza
Inviati: 705
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
Ragazzi buondì…
… vedo che in questo fine settimana la discussione si è alquanto ‘dilatata’ e, come accade quasi sempre quando si cerca di sviare l’attenzione da un certo argomento che a qualcuno non piace, è anche ‘scaduta di qualità’, e non di poco. Vorrei però per prima cosa puntualizzare un questione di importanza primaria. Allorché Massimo afferma…

… perchè non chiedete al famoso ‘autore dell'articolo’ [scusatemi, ma non riesco mai a ricordarmi il nome…] che cosa ha provocato il foro al terzo anello?… così facciamo prima, no?…

… al di là della evidente ironia [ve lo immaginate che razza di ‘ricostruzione’ sarebbe capace di fornire il nostro amico Henry della ‘traiettoria’ che vedete qui sotto e dei ‘fattori dinamici’ che hanno prodotto il ‘buco finale’…]



… lancia una ‘sfida’ assai interessante che però esula totalmente dal contenuto dell’articolo che stiamo commentando. Per cercare di ripondere alla ‘sfida’ può essere che prima o poi scriverò ‘qualcosa’… e può anche essere che questo ‘qualcosa’ la spettabile Redazione accondenta anche a pubblicarlo… mai dire mai! … In questo spazio tuttavia penso che, almeno da parte mia, sia opportuno focalizzarsi sull’articolo in questione rimandando altri ‘misteri insoluti’ del Pentagono in altra sede…

Tornando quindi ‘a palla’ non sarà superfluo ricordare quale sia, almeno a mio modo di vedere, la domanda di fondo posta dell’autore dell’articolo: le parti di aereo illustrate nella ‘foto magica’ del nostro amico Henry possono o no essere appartenute al Boeing 757 della American Airlines che, stando alla ‘ricostruzione ufficiale’, si è schiantato contro il Pentagono circa alle ore 10 della mattina il giorno 11 settembre 2001?… Pregherei, prima di partire lancia in resta con le solite polemiche inutili, di tenere conto di una cosa: non si chiede se i ‘rottami’ in questione fossero o no parti di un Boeing 757, bensì se erano parti del Boeing 757 della American Airlines matricola N644AA. Per cercare di porre la parola ‘fine’ alla querelle in questo fine settimana, tra le altre cose, mi sono un poco divertito a ‘smanettare’ con google e sono riuscito a trovare la bella collezione di immagini qui riportata…

http://www.airliners.net/search/photo.search?regsearch=N644AA&distinct_entry=true

Tutte le immagini riprodotte appartengono al ‘757’ in questione, numero di matricola N644AA. Tra queste ho scelto di ‘rubare’ [tra le altre…] le due che vedete qui di seguito…



Qui vedete il nostro ‘757’ in fasedi decollo dal Logan Airport di Boston. L’immagine è datata 7 agosto 2001, poco più di un mese prima della ‘tragedia’. Sono chiaramente visibili le ruote del landing gear, ruote che sono del tipo otto slot



Qui vedete invece il nostro ‘757’ parcheggiato all’aeroporto di Los Angeles. L’immagine è datata ‘ottobre 1999’ , quasai due anni prima della ‘tragedia’. L’immagine è stata scelta poiché in essa sono visibili, più che in altre, altri ‘dettagli’ delle ruote ripresi da una differente angolazione. Su entrambe queste immagini avremo modo di rotornare più avanti. Quello che mi preme mettere in evidenza ora è il confronto tra esse e l’immagine seguente…



Qui si vedono alcuni dettagli della ‘foto magica’ del nostro amico Henry insieme ad un’altra immagine, la quale riproduce quello che dovrebbe essere la ‘versione standard’ del landing gear di un ‘757’. In effetti il test di raffronto è assolutamente positivo, nel senso che i ‘rottami’ dell’immagine a sinistra appartengono certamente al modello di landing gear riprodotto nell’immagione a destra… no doubt about it!… piccolo e insignificante dettaglio: il carrello di atterraggio del Boeing 757 N644AA era di tipo completamente differente, sia per il ‘numero di slot’ di ciascuna ruota, sia per il sistema frenante

E’ chiaro a questo punto che non è proprio il caso di spendere tempo e denaro per disquisire se la ormai famosa ‘foto magica’ è ‘autentica’ oppure è il risultato di qualche sorta di ‘fotomontaggio’. Quello che è rilevante è il semplice fatto che il carrello di atterraggio riprodotto non appartenenva al Boeing 757 matr. N644AA… Sperando che tutto ciò serva a por fine ad ogni discussione riguardo la ‘foto magica’ [una ‘pia speranza’ ovviamente…] mi pare doveroso concludere con un 'amichevole consiglio' rivolto al nostro amico ‘consulente ballistico di Rai 3’ e all’altro nostro amico ‘ex-disk jockey di Radio Luna Pavia: fossi in voi tornerei alle vostre rispettive ‘precedenti occupazioni’

saluti!…


--------------

... chè perder tempo a chi più sa più spiace... Dante Alighieri, Divina Commedia, Purgatorio, III, 78

… men of few words are the best men… William Shakespeare King Henry V
tibberio
Inviato: 19/5/2008 10:21  Aggiornato: 19/5/2008 10:21
Mi sento vacillare
Iscritto: 13/12/2007
Da: Qui
Inviati: 450
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
@ FreeBird

Mi spiace che l ´hai interpretato cosi´.....ma non ho alcuna intenzione di ridere su 3000 morti, anzi.....

La storia inizia e si ferma, va avanti e poi si perde e, in mezzo a ogni parola, quanti silenzi, quante parole sfuggono e svaniscono per non essere mai piu' ritrovate. (P. Auster)
sigmatau
Inviato: 19/5/2008 15:03  Aggiornato: 19/5/2008 15:03
Mi sento vacillare
Iscritto: 18/9/2007
Da: Provincia di Piacenza
Inviati: 705
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
Ragazzi buondì…
… prima di ‘riattaccare’ un piccolo ‘concorso’ per vedere chi di voi è più ‘bravo’…

L’immagine che vedete qui sotto…



… è un fotogramma del ‘nuovo video’ gentilmente ‘desecretato’ e ‘rilasciato’ dal dipartimento della giustizia americano due o tre anni fa. Il fotogramma è tratto dalla famosa ripresa affettuata da una delle ‘telecamere di sorveglianza’ poste all’esterno del Pentagono. Il ‘dettaglio’ che vedete dentro il cerchio giallo sarebbe il ‘musetto’ del nostro ‘oggetto misterioso’… o almeno così immagino visto che non ho ancora sentito parlare di aeromobili che volano… a marcia indietro… Mi rendo perfettamente conto che non è un granchè ma… ancora molto che di tutte le riprese effettuate quel giorno da decine di telecamere ci è concessa questa…

Allora… la prova del concorso cosiste in questo… dei tre ‘musi’ di altrettanti aeromobili che vedete qui sotto…



… qual è quello più ‘somigliante’ al ‘dettaglio’ racchiuso entro il cerchio giallo della figura in alto?…

saluti!…

--------------

... chè perder tempo a chi più sa più spiace... Dante Alighieri, Divina Commedia, Purgatorio, III, 78

… men of few words are the best men… William Shakespeare King Henry V
wireless
Inviato: 19/5/2008 21:44  Aggiornato: 19/5/2008 21:44
Ho qualche dubbio
Iscritto: 7/8/2007
Da:
Inviati: 228
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
non so cosa sia,sicuramente non il muso di un Boeing 757......me lo sono chiesto io e e l'ho chiesto......nessuna risposta valida

marco555
Inviato: 20/5/2008 0:56  Aggiornato: 20/5/2008 0:56
Ho qualche dubbio
Iscritto: 15/5/2008
Da:
Inviati: 146
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
Sigmatau,

in riferimento a quel video, nessuno dice più che sia il muso dell'aereo.

Lo stesso Tuttle, nel suo studio, afferma che quello in realtà è l' inizio della scia , sprigionata da uno dei motori o altro(la qualità delle immagini sono troppo scarse per capirci di più).

indopama
Inviato: 20/5/2008 6:51  Aggiornato: 20/5/2008 6:51
So tutto
Iscritto: 3/8/2007
Da:
Inviati: 1
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
ma siete tutti ubriachi?

vi siete dimenticati dei passeggeri?

state li a menarla se un cerchio ha 8 o 10 raggi, e la gente? polverizzata? e da che? me lo spiega qualcuno? dove sono le persone? sono saltate giu' prima dello schianto?


il 2012 si sta facendo sentire, e parecchio direi.....

LoneWolf58
Inviato: 20/5/2008 8:39  Aggiornato: 20/5/2008 8:39
Sono certo di non sapere
Iscritto: 12/11/2005
Da: Padova
Inviati: 4861
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
Citazione:
Autore: indopama Inviato: 20/5/2008 6:51:21
...
vi siete dimenticati dei passeggeri?
Prendo spunto solo da questa domanda per ripetere quel che penso...
Capisco che fare il punto ogni tanto puo servire... ma discutere di cose già ampliamente trattate ricominciando da zero...
Non credo che qualcuno si sia dimenticato dei passeggeri ma certo dev'essere passato il CSI per trovarli ed identificarli nonostante le altissime temperature (tanto da far ammorbidire l'acciaio) e nonostante il fatto che pochi corpi si siano visti in Pent... i passeggeri più che dirimere dubbi li alimentano. comunque, a proposito del 2012... ti riferisci al calendario Gregoriano vero?!

La storia, come un'idiota, meccanicamente si ripete. (Paul Morand)
Il problema, però, è che ci sono degli idioti che continuano a credere che la storia non si ripeta. (LoneWolf58)
Sertes
Inviato: 20/5/2008 8:54  Aggiornato: 20/5/2008 8:54
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 9236
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
Citazione:
Sigmatau,

in riferimento a quel video, nessuno dice più che sia il muso dell'aereo.

Lo stesso Tuttle, nel suo studio, afferma che quello in realtà è l' inizio della scia , sprigionata da uno dei motori o altro(la qualità delle immagini sono troppo scarse per capirci di più).


Mi pare di ricordare che lo studio di Tuttle avesse affrontato questo particolare come elemento marginale, mentre le conclusioni dello studio stesso erano ben più importanti.

Vogliamo ricordarle assieme, dato che hai voluto citare questo studio?

Quando dici le cose come stanno, stai sulle palle a tanta gente
Redazione
Inviato: 20/5/2008 8:57  Aggiornato: 20/5/2008 8:57
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
INDOPAMA: "e la gente? polverizzata? e da che? me lo spiega qualcuno? dove sono le persone? sono saltate giu' prima dello schianto? "

Calma, Indopama, calma. Benvenuto, ma calma please.

Capisco quel tipo di "rabbia", ma ricordati che il "trucco" quasi sempre sta nella premessa: tu sai con certezza che quei "passeggeri" sono partiti? (Intendo dire "decollati con un aereo di linea).

Li hai visti salire la scaletta di un 757 e imboccare il portellone?

(Hai letto Northwoods?)

sigmatau
Inviato: 20/5/2008 14:48  Aggiornato: 22/5/2008 8:11
Mi sento vacillare
Iscritto: 18/9/2007
Da: Provincia di Piacenza
Inviati: 705
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
Ragazzi buondì…
… per prima cosa, ed è una cosa che mi spiace dover fare, devo sporgere una ‘lamentela’. Si dà il caso infatti che mi è capitato di trovare l’articolo seguente, postato su questo sito circa due anni fa, quando ancora non frequentavo Luogocomune…

http://www.luogocomune.net/site/modules/news/article.php?storyid=1021

Anche se non ho avuto modo di leggerlo con la necessaria ‘attenzione’, mi è parso di capire che già allora il nostro amico disk jockey di Radio Luna Pavia e tutto il suo corredo di ‘analisi scientifiche’ era stato ridicolizzato a dovere. La ‘questione otto/dieci slot’ in particolare era stata già ampiamente discussa e risolta allora [o almeno così mi è parso di capire…] per cui se qualcuno di voi me lo avesse avrei risparmiato tempo e fatica… fa niente ragazzi!… per stavolta ‘vi perdono’, tanto più che ci siamo fatti due risate alle spalle dell’altro nostro amico Henry, del cui ’silenzio’ vi dirò comincio un poco a ‘preoccuparmi’ …

Tornando ‘a palla’ devo dire che l’intervento di Indopama ‘apre una porta’ che la maggior parte di noi vorrebbero tenere ‘ben chiusa’: la sorte dei passeggeri dei ‘quattro voli’. Nessuno avrebbe di certo manifestato ‘sorpresa’ se tra le [numerose] fotografie scattate al Pentagono in quella occasione vi fosse stata la seguente…

Avviso: foto con cadaveri

http://digilander.libero.it/luposabatini/Beyruth2006.jpg

La foto che vedete invece è stata scattata a Beyruth nell’estate del 2006 subito dopo un bombardamento aereo israeliano. Al Pentagono invece del ‘carico umano’ del volo 77 non sembra essere rimasta traccia. Qualcuno addirittura sostiene che più di uno dei passeggeri di quel volo sia vivo e goda anche di ottima salute… è il caso di Barbara Olson che ‘qualcuno’ sostiene sia stata fermata qualche anno fa dalla polizia in un posto di frontiera in qualche parte di Europa e sucessivamante rilasciata… Può essere che si tratti di ‘voci’ messe in giro da qualche ‘inventore di bafale’… può essere certo… in ogni caso la questione non si può definire ‘definitivamente chiusa’…

--------------

... chè perder tempo a chi più sa più spiace... Dante Alighieri, Divina Commedia, Purgatorio, III, 78

… men of few words are the best men… William Shakespeare King Henry V
roberto55
Inviato: 20/5/2008 17:12  Aggiornato: 21/5/2008 11:01
Mi sento vacillare
Iscritto: 6/9/2006
Da:
Inviati: 327
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
Autorimosso per maleducazione da parte di Redazione.

Nell' avatar: Hans Hartung, Composition T49. Frammento.
harvey
Inviato: 20/5/2008 17:35  Aggiornato: 20/5/2008 17:35
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/4/2008
Da:
Inviati: 339
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
Citazione:
Chiedo che la foto del post qui sopra di sigmatau venga rimossa o, quantomeno, ne venga lasciato solo il link con ben evidenziata l’indicazione che si tratta di materiale dal contenuto particolarmente forte.


Quoto, basta mettere un link. Non è tanto per rispetto nei confronti di chi è facilmente impressionabile, ma è che oltretutto l'immagine è off-topic, e il suo commento puro delirio.
Si vuol dimostrare che al Pentagono non ci sono state vittime (Sigmatau vada a raccontarlo ai parenti), spammando orribili immagini di cadaveri prese a casaccio dalla rete?

Se poi Sigmatau avesse cercato meglio, avrebbe trovato anche le foto dei cadaveri del Pentagono.

marco555
Inviato: 20/5/2008 23:30  Aggiornato: 20/5/2008 23:30
Ho qualche dubbio
Iscritto: 15/5/2008
Da:
Inviati: 146
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
Citazione:
Mi pare di ricordare che lo studio di Tuttle avesse affrontato questo particolare come elemento marginale


Sarà anche marginale, ma di fatto rende l'analisi di Sigmatau sui "musi" degli aerei compatibili o meno, assolutamente inutile, visto che nessuno (nemmeno i debunkers) sostengono che quello sia il muso. Tutto qui.

Mi associo ad Harvey. Quella foto è assolutamente di cattivo gusto. Era tanto difficile metterci solo il link?

Inoltre, foto di cadaveri al Pentagono ci sono, basta andarsi a vedere quelle che sono state rilasciate dopo il processo a Moussaoui.

LoneWolf58
Inviato: 20/5/2008 23:41  Aggiornato: 20/5/2008 23:41
Sono certo di non sapere
Iscritto: 12/11/2005
Da: Padova
Inviati: 4861
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
Citazione:
Inoltre, foto di cadaveri al Pentagono ci sono, basta andarsi a vedere quelle che sono state rilasciate dopo il processo a Moussaoui.
In effetti considerato che il Pent a quell'ora era deserto siamo certissimi che quei cadaveri (quanti?) erano passeggeri...
Per alcune foto particolarmente forti concordo con quanto detto è sufficiente un link con l'avviso...

La storia, come un'idiota, meccanicamente si ripete. (Paul Morand)
Il problema, però, è che ci sono degli idioti che continuano a credere che la storia non si ripeta. (LoneWolf58)
roberto55
Inviato: 20/5/2008 23:43  Aggiornato: 21/5/2008 11:02
Mi sento vacillare
Iscritto: 6/9/2006
Da:
Inviati: 327
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
Autorimosso per maleducazione da parte di Redazione.

Nell' avatar: Hans Hartung, Composition T49. Frammento.
LoneWolf58
Inviato: 20/5/2008 23:54  Aggiornato: 20/5/2008 23:54
Sono certo di non sapere
Iscritto: 12/11/2005
Da: Padova
Inviati: 4861
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
Citazione:
Autore: roberto55 Inviato: 20/5/2008 23:43:09

E' una vergogna.
Senza farla troppo lunga... la foto non ha nulla di particolare e la violazione, se c'è stata, è solo al buongusto...
Se ti da fastidio puoi non aprire la pagina... oppure usare adblock e bloccare l'immagine... senza evocare scenari apocalittici o pedopornografici

La storia, come un'idiota, meccanicamente si ripete. (Paul Morand)
Il problema, però, è che ci sono degli idioti che continuano a credere che la storia non si ripeta. (LoneWolf58)
marco555
Inviato: 21/5/2008 0:00  Aggiornato: 21/5/2008 0:00
Ho qualche dubbio
Iscritto: 15/5/2008
Da:
Inviati: 146
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
Lonewolf:

Quello è lo step successivo. Si inizi a dire che cadaveri sono stati ritrovati, e fotografati.

Quindi, chi dice che questi al Pentagono non sono stati ritrovati, dice una cosa non vera.

LoneWolf58
Inviato: 21/5/2008 0:10  Aggiornato: 21/5/2008 0:11
Sono certo di non sapere
Iscritto: 12/11/2005
Da: Padova
Inviati: 4861
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
11 settembre 2001 - 21 maggio 2008.... siamo ancora agli step?!
Citazione:
Si inizi a dire che cadaveri sono stati ritrovati, e fotografati.
Quanti? dove? come? da chi?... decine di telecamere e ci propinano due frame in croce... centinaia di passeggeri e ci rifilano 4? 5? foto di corpi?!
Inizio io... si sono stati ritrovati dei cadaveri e sono stati fotografati...
(magari erano gli operai che stavano installando le finestre blindate )

La storia, come un'idiota, meccanicamente si ripete. (Paul Morand)
Il problema, però, è che ci sono degli idioti che continuano a credere che la storia non si ripeta. (LoneWolf58)
sigmatau
Inviato: 21/5/2008 9:41  Aggiornato: 21/5/2008 15:51
Mi sento vacillare
Iscritto: 18/9/2007
Da: Provincia di Piacenza
Inviati: 705
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
Ragazzi buondì…
… mi sembra di aver notato che qualcuno di voi è un poco ‘debole di stomaco’ e sinceramente della cosa mi dispiace assai… vorrà dire che da ora in poi segnalerò tempestivamente le foto ‘sconsigliate agli stomaci deboli’ così nessuno avrà a recriminare…

Riguardo i ‘cadaveri’ ritrovati al Pentagono è evidente che qualcuno ha voluto travisare quanto da me affermato. Chi scrive non si è neanche lontanamente sognato di affermare che non sono stati trovati cadaveri nell’area del Pentagono, ma solamente che non sono stati trovati cadaveri nella massa dei ‘rottami di aereo’ rinvenuti all’esterno dell’edificio. Per avere un riscontro di questo è sufficiente consultare il sito seguente, dove è riportato tutto il ‘materiale di accusa’ utilizzato nel prcesso contro Moussaoui…

http://www.vaed.uscourts.gov/notablecases/moussaoui/exhibits/prosecution.html

In tutto le foto dei ‘cadaveri ritrovati al Pentagono’ sono quattro ed avviso subito che per la loro visione ai minori è consigliata la presenza dei genitori

Foto 1…

http://www.vaed.uscourts.gov/notablecases/moussaoui/exhibits/prosecution/P200045.html

P200045 - Photograph of a body found inside the Pentagon after Flight 77 crashed into the building [Viewer discretion is advised]

Trovato all’interno dell’edificio. Si tratta di individuo di sesso maschile che al momento indossava quella che ha tutta l’aria di essere una tuta da lavoro.

Foto 2…

http://www.vaed.uscourts.gov/notablecases/moussaoui/exhibits/prosecution/P200047.html

P200047 - Photograph of bodies found inside the Pentagon after Flight 77 crashed into the building [Viewer discretion is advised]

Trovati all’interno dell’edificio. Si tratta di due individui probabilmente di sesso maschile con indosso quella che ha tutta l'aria di essere una tuta lavoro, esattamente come nella fotografia precedente…

Foto 3…

http://www.vaed.uscourts.gov/notablecases/moussaoui/exhibits/prosecution/P200048.html

P200048 - Photograph of a body found inside the Pentagon after Flight 77 crashed into the building [Viewer discretion is advised]

Trovato all’interno dell’edificio. Lo stato del cadavere rende assai ‘arduo’ azzardare ipotesi. Evidentemente il cadavere è stato ‘fatto a pezzi’ e sottoposto a temperatura assai elevata…

Foto 4…

http://www.vaed.uscourts.gov/notablecases/moussaoui/exhibits/prosecution/P200042.html

P200042 - Photograph of a body part found inside the Pentagon after Flight 77 crashed into the building [Viewer discretion is advised]

Trovato all’interno dell’edificio. Si tratta di un cadavere il quale è stato esposto ad una ‘vampata di calore’ avente temperatura sicuramente superiore ai 1000 °C. Quello che rimane infatti dopo che i ‘liquidi corporei’ sono evaporati è il ‘mucchietto di cenere’ che vedete. Si tratta di un reperto assai importante ai fini della ricerca della ‘verità’

Le conclusioni, sia pure assai sommarie, dell’esame delle quattro fotografie sono le seguenti…

a) le prime due mostrano con ogni probabilità cadaveri di operai addetti alla manutenzione dell’edificio che si trovavano in quel momento nell’area dell’impatto e sono stati coinvolti nel crollo delle strutture e nell’incendio del carburante dell’aereo, ossia una temperatura inferiore ai 1000 °C
b) le altre mostrano cadaveri di cui è impossibile il riconoscimento ma che sono stati sottoposti a temperature sicuramente superiori ai 1000 °C , non riconducibili cioè all’incendio del carburante dell’aereo

saluti!…

--------------

... chè perder tempo a chi più sa più spiace... Dante Alighieri, Divina Commedia, Purgatorio, III, 78

… men of few words are the best men… William Shakespeare King Henry V
Sertes
Inviato: 21/5/2008 12:39  Aggiornato: 21/5/2008 12:39
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 9236
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
Citazione:
Sarà anche marginale, ma di fatto rende l'analisi di Sigmatau sui "musi" degli aerei compatibili o meno, assolutamente inutile, visto che nessuno (nemmeno i debunkers) sostengono che quello sia il muso. Tutto qui.


Beh pare invece che Sigmatau pensi che sia un muso d'aereo, che vuoi farci.

Però citare lo studio di Tuttle a supporto dei debunker quando sono proprio questi ultimi che lo ignorano bellamente e appiccicano gif d'aerei sui fotogrammi dove aerei non ce ne sono... ecco, è quantomeno improprio.

Quando dici le cose come stanno, stai sulle palle a tanta gente
FreeBird
Inviato: 21/5/2008 18:04  Aggiornato: 21/5/2008 18:04
Ho qualche dubbio
Iscritto: 2/1/2008
Da:
Inviati: 148
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
Citazione:
a foto non ha nulla di particolare e la violazione, se c'è stata, è solo al buongusto...


No vabbe' in fondo si vedono solo due cadaveri bruciati e mutilati.. che vuoi che sia !

Citazione:
Se ti da fastidio puoi non aprire la pagina... oppure usare adblock e bloccare l'immagine


Tutto 'sto casino quando puoi mettere un link??

Ma apparte il senso del rispetto per chi e' impressionabile,su quasi la totalita' dei siti nel regolamento viene espressamente richiesto di non postare foto pornografiche o di cattivo gusto... io mi chiedo perche' i moderatori non abbiano almeno editato il post per mettere un link...lo faccio io se volete..


Fine OT
--------------

Paulo
Inviato: 21/5/2008 21:31  Aggiornato: 21/5/2008 21:31
Mi sento vacillare
Iscritto: 24/12/2005
Da:
Inviati: 507
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
Insomma, delle 64 persone che avrebbero dovuto essere a bordo si sono trovati non più di 5 cadaveri, dei quali almeno due, almeno dagli abiti che indossavano, non facevano parte della comitiva ma erano del personale presente al Pentagono ed intrappolato dall'incidente.
Ma i medics non dovevano averli conosciuti con il DNA magico?
Quindi non più di 5 su 66.
Strano, no? Perché solo questo 5 si sono salvati dalla distruzione? Non sarà mica che erano quelli delle unica 5 persone presenti, nessuna delle quali arrivata con l'aereo, ma con i propri piedi, entrati nel Pentagono dal portone d'ingresso?

Redazione
Inviato: 21/5/2008 22:57  Aggiornato: 21/5/2008 22:57
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
Ho tolto la foto di sigmatau.

°°°

ROBERTO55: "Autorimosso per maleducazione da parte di Redazione"

quale sarebbe il problema, esattamente?

marco555
Inviato: 21/5/2008 23:44  Aggiornato: 21/5/2008 23:44
Ho qualche dubbio
Iscritto: 15/5/2008
Da:
Inviati: 146
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
Citazione:
Però citare lo studio di Tuttle a supporto dei debunker quando sono proprio questi ultimi che lo ignorano bellamente..


Non lo cito "a supporto dei debunkers", lo cito perchè è uno studio di un certo spessore e non è a favore della versione ufficiale. In quel video non si vede nulla, o quasi. Vederci un muso, e fare pure il confronto con i vari aerei..anche questo è improprio.

Sigmatau:

Una dei corpi fotografati, sembra avere una tuta, o comunque una divisa addosso. Gli altri non mi pare proprio.

Ma a parte questo, vorrei ricordare che sono stati identificati

Paulo:

Citazione:
Insomma, delle 64 persone che avrebbero dovuto essere a bordo si sono trovati non più di 5 cadaveri..


No..un attimo. Sono state pubblicate foto di cinque cadaveri

a) questo non significa che non ve ne siano altre di non pubblicate;
b) questo non significa che non si siano trovati altri cadaveri, ma non sono stati fotografati;
c) è probabile che, con quello schianto e incendio successivo, sia rimasto ben poco dei poveri corpi, quindi di veri e propri cadaveri non si possa parlare.

Citazione:
Non sarà mica che erano quelli delle unica 5 persone presenti

?? Cinque persone presenti?? E da dove l' hai letta sta cifra, Paulo??

LoneWolf58
Inviato: 22/5/2008 0:18  Aggiornato: 22/5/2008 0:18
Sono certo di non sapere
Iscritto: 12/11/2005
Da: Padova
Inviati: 4861
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
Citazione:
o..un attimo. Sono state pubblicate foto di cinque cadaveri

a) questo non significa che non ve ne siano altre di non pubblicate;
b) questo non significa che non si siano trovati altri cadaveri, ma non sono stati fotografati;
c) è probabile che, con quello schianto e incendio successivo, sia rimasto ben poco dei poveri corpi, quindi di veri e propri cadaveri non si possa parlare.
beh non ha tutti i torti... se l'impatto ha fatto sparire un aereo che ci meravigliamo dei cadaveri...
No... non può essere il dna da dove l'hanno preso?
Si ci sono... hanno secretato le foto degli altri cadaveri... eggià come hanno fatto con le telecamere di sorveglianza... oppure il fotografo aveva finito il rullino...
motivazioni valide ce ne sono a iosa... ma deve essere la mia tara mentale che mi porta a pensare sempre al peggio.
Ad esempio potevano essere tutti nella coda dell'aereo....

La storia, come un'idiota, meccanicamente si ripete. (Paul Morand)
Il problema, però, è che ci sono degli idioti che continuano a credere che la storia non si ripeta. (LoneWolf58)
marco555
Inviato: 22/5/2008 0:34  Aggiornato: 22/5/2008 0:34
Ho qualche dubbio
Iscritto: 15/5/2008
Da:
Inviati: 146
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
Il dna, si prende anche da parti minuscole, brandelli di pelle, carne, denti ecc.

Per il resto, fai pure ironia, è una tua scelta. Sta di fatto, che che le tre motivazioni che ho sopra elencato sono dettate semplicemente dal buon senso, e sono considerazioni che si dovrebbero fare, se si vuole ricercare la verità, qualunque essa sia, senza ideologie.

Citazione:
ma deve essere la mia tara mentale che mi porta a pensare sempre al peggio.


L' hai detto tu, eh..

shm
Inviato: 22/5/2008 9:24  Aggiornato: 22/5/2008 9:24
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 17/8/2007
Da: perugia
Inviati: 1802
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
"Il dna, si prende anche da parti minuscole, brandelli di pelle, carne, denti ecc."

La tecnica utilizzata per il riconoscimento delle vittime era conosciuta a livello sperimntale, nei primi del 2002 divenne operativa...

Il problema vero è proprio, quand'anche nella migliore delle ipotesi si disponesse di DNA, è la conservazione dei campioni relativa al nuovo tipo d'analisi per tutto quel tempo...

“Se un ebreo ortodosso mi considera "immondo" o mi saluta per primo per non dover essere costretto a rispondere al mio saluto, la cosa non preoccupa più di tanto.” (John)
9/11 anomalies
Sertes
Inviato: 22/5/2008 10:00  Aggiornato: 22/5/2008 10:00
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 9236
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
Citazione:
Non lo cito "a supporto dei debunkers", lo cito perchè è uno studio di un certo spessore e non è a favore della versione ufficiale. In quel video non si vede nulla, o quasi. Vederci un muso, e fare pure il confronto con i vari aerei..anche questo è improprio.


Bene, è un parere legittimo anche il tuo. Come è un parere legittimo anche quello di John Crono, che a dispetto dello studio di un certo spessore, lì ci vede l'aereo. Qualcun altro ci vede un muso. Tutti pareri leggitimi di privati cittadini.

L'importante è ricordarsi che fino a prova contraria, AA77 non s'è schiantato al pentagono. Quando le autorità ci forniranno le prove concrete, oltre che le opinioni, allora cambierò idea. Che ci provino tizio, caio o henry a sopperire a questa mancanza degli organi ufficiali, e in maniera così maldestra oltretutto, poco importa.

Quando dici le cose come stanno, stai sulle palle a tanta gente
edo
Inviato: 22/5/2008 10:27  Aggiornato: 22/5/2008 10:27
Sono certo di non sapere
Iscritto: 9/2/2006
Da: casa
Inviati: 4529
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
iN PIù: per quanto sappia, I TEST SONO IRRIPETIBILI, chi può dimostrare che i reperti (ma chi li ha visti? gli stessi familiari hanno ricevuto una cassetta sigillata che puzzava di kerosene! Quello che è miracolosamente sfuggito alla terribile esplosione e successivo incendio che ha vaporizzato l'aereo ma ha risparmiato i condotti dell'aereazione del pentagono!), corrispondano a quali vittime?
In più: qual'è il laboratorio che ha testato i reperti organici relativi all'11 sett.? Non sarà per caso un laboratorio militare?

LoneWolf58
Inviato: 22/5/2008 10:38  Aggiornato: 22/5/2008 10:38
Sono certo di non sapere
Iscritto: 12/11/2005
Da: Padova
Inviati: 4861
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
Citazione:
L' hai detto tu, eh..
Il vero dici... ma sai com'è
"A pensar male degli altri si fa peccato, ma spesso si indovina." e visto il pulpito

La storia, come un'idiota, meccanicamente si ripete. (Paul Morand)
Il problema, però, è che ci sono degli idioti che continuano a credere che la storia non si ripeta. (LoneWolf58)
sigmatau
Inviato: 22/5/2008 11:55  Aggiornato: 22/5/2008 14:06
Mi sento vacillare
Iscritto: 18/9/2007
Da: Provincia di Piacenza
Inviati: 705
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
Ragazzi buondì…
… a quanto pare certi ‘nostri amici’ , del tutto impossibilitati a trovare una qualsiasi ‘argomentazione’ che dia anche una vaga parvenza di ‘stare in piedi’, non hanno oramai nulla di meglio che attaccarsi al ‘cattivo gusto’ delle immagini allegate al testo. Vi è da chiedersi che cosa potranno mai escogitare ora che la ‘pietra dello scandalo’ è stata rimossa

Tornando ‘a palla’ devo dirvi che la visita da me fatta al sito governativo www.vaed.uscourts.gov è stata assai ‘istruttiva’ in quanto mi ha permesso di accedere ad un sacco di materiale tra cui la seguente sequenza di fotogrammi…


http://www.vaed.uscourts.gov/notablecases/moussaoui/exhibits/prosecution/P200022.html

I ‘fotogrammi’ in questione sono comparsi già centinaia di volte e su di essi si sono spese talmente tante parole che pretendere di avere qualcosa dsa aggiungere potrebbe sembrare da parte mia assai ‘presuntuoso’. Dal momento che la modestia non è una virtù nella quale lo scrivente eccelle, mi permetterò di fare qualche mia osservazione alla faccia della ‘presunzione’. Per pima cosa ho raccolto insieme i primi tre fotogrammi della ‘sequenza’, in quanto decisamente più ‘ricchi di informazione’. Il risultato è quello che qui vedete…



Augurandomi vivamente che l’immagine non sia giudicata anche in questo caso ‘di cattivo gusto’ [ …] vediamo di trarne qualche ‘insegnamento’. Il primo fotogramma [quello in alto…] è l’unico disponibile nel quale si possa distinguere qualche particolare del ‘velivolo misterioso’. Di questo abbiamo già parlato e su di esso con ogni probabilità di dovrà ritornare. Il secondo fotogramma è stato ripreso nell’istante iniziale dell’impatto ed è chiaramente visibile la palla di fuoco di colore bianco intenso che avvolge totalmente il ‘velivolo mistrioso’. Il terzo fotogramma, ripreso una frazione di secondo dopo il secondo, mostra una palla di fuoco più estesa della precedente insieme ad alcuni ‘rottami’ proiettati in un raggio abbastanza ampio. A differenza di quanto di vede nel secondo fotogramma però, la ‘palla di fuoco’ è di colore arancione. Una cosa che sanno anche i bambini delle scuole elementari e che qualche ‘autorevole specialista’ magari non sa o se ne è dimenticato è che il fuoco è di diverso ‘colore’ a seconda della temperatura. Diciamo in via approssimativa che mentre la ‘palla di fuoco’ di colore bianco intenso che compare nel secondo fotogramma ha una temperatura di alcune migliaia di gradi, la ‘palla di fuoco’ di colore arancione che compare nel terzo fotogramma ha una temperatura probabilmente inferiore ai mille gradi centigradi. Dal momento che non può verificarsi un tale raffrreddamento in un lasso di tempo relativamente breve, si è obbligati a concludere che i due fotogrammi rappresentano due fenomeni differenti. Nel secondo fotogramma di vede la ‘palla di fuoco’ prodotta dalla deflagrazione di una carica esplosiva, nel terzo fotogramma la ‘palla di fuoco’ prodotta dall’incendio del carburante del velivolo. Questa semplice ‘verità’ è confermata da diversi testimoni tra i quali ho raccolto i seguenti…

Dave Winslow [AP reporter] : … come ho girato lo sguardo a destra ho visto la coda di un jumbo sparire dietro di me. Una frazione di secondo dopo ho udito una spaventosa esplosione, anzi una sorta di combinazione tra una esplosione e uno schianto. Mi sono girato ed ho visto una enorme palla di fuoco…

Kirk Milburn : … ero nei pressi all’uscita della 395 che porta all’Arlington National Cemetery quando ho visto e sentito l’aereo. Nella sua corsa incontrollata ha abbattuto diversi lampioni. Ho udito poi da prima una esplosione seguita da fuoco e fiamme, quindi una seconda esplosione

Penny Elgas: … nel momento dell’impatto mi trovavo proprio di fronte al Pentagono. Nel momento in cui la fusoliera ha colpito il muro esterno dell’edificio ho visto una fiammata sprigionarsi dal muso per poi avvolgere tutto l’aereo mentre penetrava nell’edificio. Subito dopo che le ali erano scomparse all’interno ho udito una forte esplosione e quindi un denso fumo nero ha nascosto ogni cosa…

Dom Perkal : … ho sentito un forte odore di cordite. Siccome me ne intendo, ho subito capito che erano stati usati esplosivi…

Sergente James Smith: … ho udito due esplosioni distinte. Prima vi è stato il caratteristico rumore prodotto dallo schianto di una testata esplosiva, poi l’esplosione del carburante…

Per validare quanto asserito dai testimoni [e sono più di uno…] non sarà fuori luogo dare un’occhiata al ‘tragitto’ compiuto dall’oggettino, che ha traversato tre anelli dell’edificio lasciando alla fine il ‘buco’ che qui vedete…




Dagli ‘elementi visivi’ e dalle ‘testimonianze oculari’ , volenti o nolenti, si può trarre una sola ‘conclusione possibile’: quelli che vediamo sono i risultati prodotti dalla deflagrazione di un carica esplosiva caratterizzata da intensa generazione di calore… una caratteristica propria delle moderne ‘armi antibunker’ il cui qui potete vedere un ‘effetto visivo’ [confrontate con il secondo fotogramma…]…



Diciamo che al momento è una ipotesi che ‘butto lì’ giusto per vedere ‘che effetto fa’ … più avanti, se è il caso, sarà sempre possibile trovare elementi di conferma…

saluti!…

--------------

... chè perder tempo a chi più sa più spiace... Dante Alighieri, Divina Commedia, Purgatorio, III, 78

… men of few words are the best men… William Shakespeare King Henry V
shm
Inviato: 22/5/2008 15:29  Aggiornato: 22/5/2008 15:29
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 17/8/2007
Da: perugia
Inviati: 1802
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
Edo:

Per quanto riguarda le simulazioni da effetti esplosivi richieste dal NIST una delle società che ha svolto tale mansione è una consociata di questa organizzazione:

https://bmag.usace.army.mil/index.php

...sul sito si legge:

Blast Mitigation Action Group (BMAG) is no longer available

...prima che i "debs" sparino cazzate ache qui, come han fatto con il PNAC(!), aggiungo che tale organizzazione ora si è trasferita qui:

PDC

Protective Design Center

https://pdc.usace.army.mil/

The Protective Design Center (PDC) is the Army's center of expertise for engineering services related to force protection and protective design. We provide engineering design and support services to the Army for both permanent and expedient applications and to DOD and other U.S. Government agencies to protect assets against criminal, terrorist, conventional, nuclear and special weapon threats.

“Se un ebreo ortodosso mi considera "immondo" o mi saluta per primo per non dover essere costretto a rispondere al mio saluto, la cosa non preoccupa più di tanto.” (John)
9/11 anomalies
marco555
Inviato: 22/5/2008 19:55  Aggiornato: 22/5/2008 19:55
Ho qualche dubbio
Iscritto: 15/5/2008
Da:
Inviati: 146
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
Shm:
Citazione:
La tecnica utilizzata per il riconoscimento delle vittime era conosciuta a livello sperimntale, nei primi del 2002 divenne operativa...


Non mi è chiaro, stai dicendo che prima del 2002 l'esame del dna non era utilizzato?

shm
Inviato: 22/5/2008 20:30  Aggiornato: 22/5/2008 20:30
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 17/8/2007
Da: perugia
Inviati: 1802
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
mi riferivo alla tecnica delle ministr segnalata da Henry62...

“Se un ebreo ortodosso mi considera "immondo" o mi saluta per primo per non dover essere costretto a rispondere al mio saluto, la cosa non preoccupa più di tanto.” (John)
9/11 anomalies
marco555
Inviato: 23/5/2008 21:12  Aggiornato: 23/5/2008 21:12
Ho qualche dubbio
Iscritto: 15/5/2008
Da:
Inviati: 146
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
Shm:

Citazione:
mi riferivo alla tecnica delle ministr segnalata da Henry62...


Ma quella, nell'articolo di Henry, è inserita in un articolo dove si parla degli sviluppi che quella tragedia ha portato (involontariamente) nelle tecniche di identificazione delle vittime, e nella medicina forense.

Le vittime al Pentagono, sono state identificate con quelle già esistenti ed operative

Essenzialmente, dal dna ricavato dai denti.

Ecco un link trovato anche qui su Lc:
http://www.dcmilitary.com/dcmilitary_archives/stories/112901/12279-1.shtml

shm
Inviato: 24/5/2008 12:36  Aggiornato: 24/5/2008 12:36
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 17/8/2007
Da: perugia
Inviati: 1802
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
Edo:

"In più: qual'è il laboratorio che ha testato i reperti organici relativi all'11 sett.? Non sarà per caso un laboratorio militare?"

dal link postato da marco555, estratti:

"A multidisciplinary team of more than 50 forensic specialists, scientists, and support personnel from the Armed Forces Institute of Pathology, with headquarters at Walter Reed, played a major role in Operation Noble Eagle investigations, officials said."

"AFIP's team of forensic pathologists, odontologists, a forensic anthropologist, DNA experts, investigators, and support personnel worked for over two weeks in the mortuary at Dover Air Force Base, Del., and for weeks at the DNA lab in Rockville, to identify the victims of the attack."

http://www.dcmilitary.com/dcmilitary_archives/stories/112901/12279-1.shtml

Il sito dell'AFIP:
http://www.afip.org/

Marco555:

"Ma quella, nell'articolo di Henry, è inserita in un articolo dove si parla degli sviluppi che quella tragedia ha portato (involontariamente) nelle tecniche di identificazione delle vittime, e nella medicina forense."

...ho scritto:

Il problema vero e proprio è quand'anche nella migliore delle ipotesi si disponesse di DNA, è la conservazione dei campioni relativa al nuovo tipo d'analisi per tutto quel tempo...

...

Ossia, spiego meglio: com'è stato possibile approntare una tecnica di conservazione dei campioni d'analizzare, nel momento in cui si stesse approntando una nuova tecnica d'analisi sperimentale e rivoluzionaria, divenuta operativa agli inizi del 2002, a distanza di mesi dagli eventi?

...tenuto considerato il link riguardante il DNA (...e non le miniSTR), postato in alto in cui un prof. scrive:

"Per esempio anche la conservazione della molecola del DNA, contenuta negli estratti, a temperature di –20°C non la preserva dal pericolo di degradazione. Pericolo questo che ovviamente non sussiste se l’estratto viene correttamente conservato secondo le ormai standardizzate metodiche. Qualora però si dovesse comunque verificare una degradazione del DNA contenuto nell’estratto verrebbero a determinarsi una serie di alterazioni di tipo chimico all’interno delle basi che costituiscono l’elica del DNA. Tale processo produce come effetto una diversità genetica tra l’estratto del DNA e la traccia a cui esso appartiene. Questo è pericoloso poiché potrebbero verificarsi dei falsi negativi o falsi positivi nei risultati delle analisi genetiche condotte sia in ambito forense che in ambito clinico."

...si evince che la conservazione dei campioni, in ambito di DNA degradato, sia cosa estremamente delicata per le tecniche già conosciute...

Marco555:

"Le vittime al Pentagono, sono state identificate con quelle già esistenti ed operative "

Henry62 ha scritto il contrario di ciò che affermi, estratto:

"Oltre 20.000 resti organici furono sottoposti a test genetici per essere identificati; solo la metà circa di questi era in condizioni di poter essere esaminati con le tecniche tradizionali di analisi utilizzate nel 2001 .
Per poter operare il confronto genetico erano necessarie all'epoca delle sequenze non deteriorate di almeno 400 paia di basi, cosa che per le condizioni terribili del disastro del WTC e del Pentagono si rivelò essere molto difficile da avere. Per questo motivo vennero appositamente sviluppati test più raffinati in grado di discriminare sequenze di sole 100 coppie di basi, pur a fronte di un costo economico maggiore e, soprattutto, di tempi notevolmente dilatati rispetto allo standard."

La mia perplessità come vedi è pertinente ai fatti non dimostrati...

...è impertinente l'indignazione scaturita da queste citazioni da parte di Henry62 che indefesso sul fake-blog crono911 scrive:

"Sfido chiunque ad indicare una sola questione tecnica di fonte complottista che abbia fornito un contributo valido per una spiegazione dei fatti... nemmeno uno!

Perfino sull'analisi del DNA non sono stati capaci di andare a vedere come è stato fatto il riconoscimento delle vittime; hanno predicato che non era possibile questo, non era possibile quello, che il DNA si danneggia ecc. e poi, quando si dimostra cosa è stato effettivamente fatto, tutti tacciono con le pive nel sacco.

Vi rendete conto che su LC citano il mio articolo per indicare la tecnica dei miniSTR?

Mi piacerebbe vedere cosa hanno effettivamente capito delle novità introdotte dallo sforzo immane di ricerca genetica del post 11 settembre."

...lascio a voi il giudizio su cotanta autoritaria presunzione.

“Se un ebreo ortodosso mi considera "immondo" o mi saluta per primo per non dover essere costretto a rispondere al mio saluto, la cosa non preoccupa più di tanto.” (John)
9/11 anomalies
Paulo
Inviato: 29/5/2008 10:24  Aggiornato: 29/5/2008 10:24
Mi sento vacillare
Iscritto: 24/12/2005
Da:
Inviati: 507
 Re: Pentagono: l’aereo c’è ma i rottami (non) ci sono!
All'argomento mi sembra pertinente l'articolo, uscito il 22 maggio sul Pakistan Daily, USA Military Officers Challenge Official Account of September 11.
L'articolo è stato parzialmente tradotto in italiano sul giornale online effedieffe.com.

Pure l'argomento del Pentagono viene affrontato. Viene riportato il noto articolo del Col. George Nelson, ma anche il parere di altri ufficiali delle Forze Aeree che collimano.

Andare a riproporre foto di ferrivecchi nei cortili del Pentagono è, ormai, futile e persino patetico.


Powered by XOOPS 2.0 © 2001-2003 The XOOPS Project
Sponsor: Vorresti creare un sito web? Prova adesso con EditArea.   In cooperazione con Amazon.it   theme design: PHP-PROXIMA