Informazioni sul sito
Se vuoi aiutare LUOGOCOMUNE

HOMEPAGE
INFORMAZIONI
SUL SITO
MAPPA DEL SITO

SITE INFO

SEZIONE
11 Settembre
Questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego.
 American Moon

Il nuovo documentario
di Massimo Mazzucco
 Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!
 Menu principale
 Cerca nel sito

Ricerca avanzata

TUTTI I DVD DI LUOGOCOMUNE IN OFFERTA SPECIALE


opinione : Tom Hanks, il cinema e la Luna
Inviato da Redazione il 29/4/2008 11:40:00 (8696 letture)

Una discussione attualmente in corso nei nostri forum ha riportato alla ribalta la questione dei viaggi lunari, purtroppo nella classica impostazione “debunkers contro complottisti”. Il "purtroppo" verrà spiegato nel corso dell'articolo stesso.

Ma l’intenzione non è di replicare qui i termini tecnici del dibattito (i forum lunari bastano e avanzano, in quel senso), quanto di proporre una riflessione più ampia sulla questione “moonhoax” in genere.

Se – e quel “se” rimane valido per l’intero articolo – è vero che i viaggi lunari non avvennero mai, questo comporta infatti una serie di questioni di ordine civile e morale che rendono il problema molto più importante di una semplice diatriba fra due fazioni avverse.

Facciamo prima una importante premessa. Come tutti bene o male riusciamo a intuire, man mano che ci si avvicina ai più alti livelli di potere, soprattutto negli USA, la linea fra ciò che è legale e ciò che non lo è diventa sempre più sottile. Dovrebbe essere l’esatto contrario, ovviamente: ai massimi livelli istituzionali, soprattutto nei paesi democratici, ci si aspetterebbe il massimo rigore etico e morale, ma purtroppo sappiamo che non è così.

Non solo il potere e la tentazione di abusarne viaggiano sempre di pari passo, ma con essi cresce anche la possibilità di corrompere proprio quegli organi istituzionali ...

... che dovrebbero svolgere una verifica su quanto avviene a livello governativo. In questo senso la storia di CIA, FBI e Pentagono – decisamente fra le istituzioni con il massimo potere al mondo – è ormai costellata di episodi in cui la famosa linea è stata attraversata in modo innegabile quanto ingiustificabile: dal caso Iran-Contras, nel quale la CIA si procurava i soldi per finanziare la repressione in Centro-America vendendo di nascosto armi agli iraniani, al progetto MK-Ultra, nel quale vennero fatti degli esperimenti su civili inconsapevoli da far rabbrividire il dottor Mengele, fino ai mille casi di collusione fra le autorità e le organizzazioni mafiose, gli esempi diventano praticamente infiniti.

Il problema principale, per queste istituzioni, è di procurarsi i soldi per sviluppare progetti che a loro stanno a cuore, ma che per qualche motivo il Parlamento non ritiene di approvare ufficialmente. Normalmente, si tratta di progetti in cui la moralità di fondo viene messa in discussione, e questo ne impedisce il finanziamento pubblico (parlo sempre degli Usa). Oltre alla vendita di armi, quindi, uno dei modi migliori per ovviare a questo “inconveniente“ è il traffico mondiale della droga. Non a caso nell’estate del 2001, dopo che i Talebani avevano completamente congelato la produzione di oppio in Afghanistan, ci fu il rapido intervento della CIA che, “liberando” l’Afghanistan, riportò la produzione di oppio a livelli addirittura superiori ai precedenti.

Un altro modo, relativamente più semplice, di procurarsi grosse somme di denaro è quello – da noi molto diffuso - di farsi finanziare opere e progetti che poi però, per qualche motivo, non vengono realizzati. In quei casi, curiosamente, ci si dimentica sempre di cercare di recuperare il denaro investito, almeno in parte. Ricordate ad esempio i 50 milioni di euro che l’Italia spese, un paio di anni fa, per acquistare tonnellate di vaccino inutile contro l’”aviaria”? Ebbene, qualcuno si è forse domandato dove siano finiti tutti quei soldi?

Torniamo ora al discorso dei viaggi lunari, e domandiamoci - nell’ipotesi che non siano mai avvenuti - dove possa essere finita l’enorme quantità di denaro che il governo americano stanziò ufficialmente per quelle missioni.

Non sono al corrente di cifre esatte, ma non è difficile immaginare che tipo di budget possa essere stato quello che prevedeva di portare una dozzina di uomini sulla Luna, mantenendo l’intera organizzazione NASA per una decina di anni, e alimentando nel contempo quella “cascata” di grandi e piccoli fornitori privati, che avranno sicuramente contribuito alla realizzazione del progetto. In altre parole, se bisognava mandare degli uomini sulla Luna, a qualcuno bisognava chiedere, ad esempio, di produrre le loro tute spaziali.

Una cifra di quelle dimensioni non può quindi essere stata “rubata” dal cassiere di turno, ma deve essere sicuramente stata incanalata verso un progetto “alternativo” di portata almeno equivalente.

Qui le ipotesi che si possono fare sono molte, ma visto che il Pentagono non ha ufficialmente un ramo “spaziale”, non è difficile immaginare che la NASA - o almeno parte di essa - sia in realtà una copertura civile con scopi militari. In altre parole, se il sistema di “guerre stellari”, con tutto quello che comporta - e che probabilmente noi non conosciamo - viene portato avanti da ormai 30 anni, da qualche parte i missili, le testate e le rampe di lancio dovranno ben collaudarli.

In ogni caso, noi non sapremo mai con certezza dove possano essere finiti tutti quei soldi, ma non possiamo certo illuderci - in luce di quanto sopra - che siano stati spesi in opere di beneficenza. E la possibilità che ci siano oggi migliaia di persone che muoiono a causa di armi proibite è quantomeno realistica.

Ecco perché, in conclusione, la questione dei viaggi lunari non è soltanto uno spunto di confronto fra due fazioni contrapposte, ma impone una seria indagine da parte delle autorità, ed un approccio responsabile da parte del cittadino, molto simili a quelli dell’11 settembre. Soprattutto in vista dei nuovi "viaggi lunari" - e pure "marziani", se è solo per quello - di cui si parla da qualche tempio.

Questo vuole quindi essere anche un appello ai sostenitori delle tesi ufficiali - quelli fra di loro che agiscono in buona fede, si intende - a considerare la denuncia di un eventuale complotto non come un tentativo di “minare la credibilità delle istituzioni”, ma come un gesto inteso a portare gli eventuali responsabili di fronte alla giustizia, proprio nell’interesse e in difesa delle istituzioni stesse.

°°°

Aggiungo una riflessione personale, sempre legata ai viaggi lunari, con piccolo “quiz” finale.

E’ da quando ho visto il film “Apollo 13” che mi vado domandando come mai Tom Hanks, che reputo una persona di notevole integrità morale, abbia voluto avallare, con la sua partecipazione a quel film, la tesi che i viaggi lunari siano effettivamente avvenuti. (Io parto ovviamente dal presupposto che questi non siano invece avvenuti, e che lui ne debba essere perfettamente cosciente).

Ultimamente Tom Hanks ha anche prodotto, scritto e narrato un nuovo film sui viaggi lunari, intitolato Magnificent Desolation, nello spettacolare formato IMAX a tre dimensioni, e quando ho visto le immagini dei loro set lunari ho subito notato una prepotente somiglianza con gli “originali“ di quarant’anni fa. E non credo di essere l’unico a vederla:



Sopra a sinistra un’immagine di Apollo 11, a destra una immagine di Magnificent Desolation, sotto il set su cui è stata realizzata la seconda.

Talmente simili sono le immagini, che diventa molto più facile mostrare a chi non se ne intende come sia sufficiente uno studio di poche decine di metri per dare l’impressione di un panorama lunare che si perde nel buio dell’infinito.

La ovvietà con cui si impone questo paragone, a sua volta, mi ha portato a domandarmi se per caso Tom Hanks non sia, invece che un “venduto” qualunque, un raffinatissimo whistleblower silenzioso (coloro che denunciano i complotti fingendo di non accorgersene, mentre ufficialmente difendono la versione ufficiale). Questo, se non altro, avrebbe riconciliato la mia alta opinione che ho di lui con le sue scelte professionali.

Proseguendo nella mia ricerca, mi sono imbattuto in una intervista fatta a Tom Hanks di recente, nella quale l’attore parla proprio di Magnificent Desolation. Ebbene, manco a dirlo, alla fine l’intervistatore pone ad Hanks questa domanda: “Qualcuno ha suggerito che i vostri set lunari siano talmente simili agli originali dei viaggi Apollo, da dare nuovo impulso ai complottisti, che sostengono che le missioni originali furono in realtà realizzate in uno studio di Hollywood”.

Non vi anticipo la risposta di Hanks, che potrete vedere nel breve video accluso, ma vi chiedo di provare a mettervi nei suoi panni, e di immaginare cosa avreste risposto voi, se foste convinti che i viaggi lunari furono fatti davvero (e che quindi i complottisti siano solo una marea di rompicoglioni). Poi provate ad immaginare cosa avreste risposto - o avreste voluto rispondere – se foste invece convinti che furono tutta una messinscena.

Dicono che la prima cosa che viene in mente, in questi casi, sia sempre la verità.

Massimo Mazzucco


Voto: 0.00 (0 voti) - Vota questa news - OK Notizie


Altre news
28/11/2015 10:00:00 - Il nuovo sito è pronto
26/11/2015 19:40:00 - Fulvio Grimaldi a Matrix
24/11/2015 11:00:00 - Caccia russo abbattuto dai turchi
22/11/2015 20:20:00 - Ken O'Keefe: "ISIS = Israeli Secret Intelligence Service"
21/11/2015 21:00:00 - L'uomo che uccise Kennedy
19/11/2015 19:00:00 - La solitudine
18/11/2015 21:21:31 - Vladimir Putin - conferenza stampa al summit del G20
17/11/2015 13:50:00 - Dopo Parigi
15/11/2015 22:30:00 - Commenti liberi
14/11/2015 9:40:00 - À la guerre comme à la guerre
13/11/2015 23:00:00 - Nuovi attentati a Parigi
11/11/2015 19:50:00 - Atleti russi dopati, brutti e cattivi
10/11/2015 19:30:00 - Fini, Grillo, Travaglio - e il giornalismo che non fa i conti con sé stesso
9/11/2015 18:30:00 - "Bag it!" Documentario (Ita)
8/11/2015 9:09:03 - Commenti liberi

I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Autore Albero
sick-boy
Inviato: 29/4/2008 13:34  Aggiornato: 29/4/2008 13:34
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 18/10/2006
Da: Leith
Inviati: 2710
 Re: Tom Hanks, il cinema e la Luna
L'argomento mi ha appassionato molto in questi giorni.

Per quanto riguarda la domanda "dove sono finiti i soldi" penso che abbia ragione Rigel quando sostiene che il Saturn non era falso e che il 90% del budget sia finito lì. Questo fa quadrare molti conti, in quanto è risaputo e facilmente intuibile che i primi ad interessarsi delle tecnologie missilistiche sono i militari. In effetti la stessa corsa allo spazio aveva una valenza più che altro militare e in fondo la NASA è uno "scompartimento" dell'aviazione. E' più semplice supporre, se si ipotizza che lo sbarco sia stato un falso, che abbiano inscenato la cosa per dare una giustificazione a tutti i miliardi spesi per le ricerche missilistiche.

Anche perchè CIA&co. si procurano fondi neri nello stesso identico modo in cui fanno tutti: traffico di droga

Dennis Dayles, ex-capo di una unità speciale della DEA (Drug Enforcement Agency):

Nei miei 30 anni di servizio in America Centrale, i soggetti più rilevanti delle mie indagini quasi invariabilmente risultavano lavorare per la CIA.

( Peter Dale Scott & Jonathan Marshall, Cocaine Politics: Drugs, Armies, and the CIA in Central America, Berkeley: U. of CA Press, 1991]

BlSabbatH
Inviato: 29/4/2008 13:40  Aggiornato: 29/4/2008 13:40
Mi sento vacillare
Iscritto: 10/9/2005
Da: Bergamo
Inviati: 837
 Re: Tom Hanks, il cinema e la Luna
Citazione:
Una cifra di quelle dimensioni non può quindi essere stata “rubata” dal cassiere di turno, ma deve essere sicuramente stata incanalata verso un progetto “alternativo” di portata almeno equivalente.

forse questo progetto?

-- Under capitalism, man exploits man. Under communism, it's just the opposite. -- J.K. Galbraith
Pyter
Inviato: 29/4/2008 14:20  Aggiornato: 29/4/2008 14:20
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/9/2006
Da: Sidonia Novordo
Inviati: 6250
 Re: Tom Hanks, il cinema e la Luna
Quando fin dal liceo presi ad interessarmi della questione lunare, lo feci
a causa di quella foto che Tom Hanks tiene in mano nell'articolo sopra.
L'ho sempre considerata, chissà perchè, molto strana.
Quindi mi chiedo:
perchè invece Tom Hanks la tiene in mano così?
Per lui quella foto dimostra che il viaggio lunare è avvenuto davvero?
O ha ragione Mazzucco quando dice che Tom ci sta "dicendo" qualcosa?
Ma forse mi sbaglio io a proposito della foto.
Che per me rimarrà sempre una cioffeca.

"Nessuno ha il diritto di fare quel che desidera, ma tutto è organizzato per il meglio." (Antico decreto reale tolemaico)
CiEmme
Inviato: 29/4/2008 15:05  Aggiornato: 29/4/2008 15:05
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/2/2008
Da: Roma
Inviati: 446
 Re: Tom Hanks, il cinema e la Luna
Ricordate ad esempio i 50 milioni di euro che l’Italia spese, un paio di anni fa, per acquistare tonnellate di vaccino inutile contro l’”aviaria”? Ebbene, qualcuno si è forse domandato dove siano finiti tutti quei soldi?

Nelle tasche della soceta' di brokeraggio farmaceutico appositamente creata per aggiudicarsi l'appalto?

E' un'ipotesi di risposta, io non lo so.

Una bussola non dispensa dal remare.
BigLie
Inviato: 29/4/2008 15:24  Aggiornato: 29/4/2008 15:24
Mi sento vacillare
Iscritto: 26/10/2007
Da:
Inviati: 331
 Re: Tom Hanks, il cinema e la Luna
Per il tema viaggi lunari vale, per me, lo stesso criterio
che adotto per il 911. Non mi addentro più di tanto
nelle questioni tecniche perchè in esse si può sostenere
tutto e il contrario di tutto, come dimostrano le perizie
che nei tribunali riescono a sostenere, a volte con la medesima
efficacia, tesi assolutamente contrapposte.
No, preferisco usare lo strumento della logica che fa saltare
le serrature più insidiose.
Per il 911 pongo sempre questa semplice domanda:
"Se tutto il discorso AlQaeda-911 fosse vero come mai Bin Laden
non è stato ancora catturato?"
E allo stesso modo, per i viaggi lunari, mi chiedo:
"Se sono veramente andati sulla Luna, come mai da 40 anni
nessuno ci è ritornato, magari per fare nuovi esperimenti
scientifici allora non immaginabili?"
E ancora:
"Come hanno fatto ad andare sulla Luna, con la potenza di elaborazione
di un Commodore 64 o poco più, quando ancora oggi riescono a
malapena a mettere in orbita un aeroplanino come lo Shuttle o, ad
esempio gli europei la cui tecnologia attuale non credo sia inferiore
a quella USA di 40 anni fa, sprecano un satellite su due?"
Sono domande a cui nessuno risponde perchè la risposta può
essere una sola.

Seppuku
Inviato: 29/4/2008 15:41  Aggiornato: 29/4/2008 15:41
Ho qualche dubbio
Iscritto: 27/9/2006
Da:
Inviati: 35
 Re: Tom Hanks, il cinema e la Luna
All'epoca del primo "allunaggio" avevo 11 anni con gli occhi di quell'età vedevo qualcosa che mi avrebbe fatto sognare per tanto tempo. Ora leggo più frequentemente di una possibile bufala, considerando quanto sta succedendo negli ultimi anni e per esperienze personali riguardo la mala-informazione, non stento a credere che questo fatto sia una vera presa per i fondelli. Mi sta cascando un altro mito... pazienza preferisco piegare il mio pensiero alla verità che fare l'opposto. Per ciò che riguarda la domanda ad Hanks il primo pensiero (da persona dubbiosa) alla lettura della stessa, è stato "Ah però".

comodino
Inviato: 29/4/2008 16:43  Aggiornato: 29/4/2008 16:49
So tutto
Iscritto: 29/11/2006
Da: La mia testa
Inviati: 23
 Re: Tom Hanks, il cinema e la Luna
Interessante la risposta di Hanks, ma non credo sia così facile giungere a conclusioni.
Primo, non conosco assolutamente il clima degli USA in merito ai "complottisti", ma se in italia abbiamo striscia la notizia che sfotte la Bertè quando parla del 911 non oso immaginare al di là dell'oceano.
Ho come l'impressione che il "complottista" sia nell'immaginario collettivo molto molto vicino a quelli che si radunano nel deserto del Nevada con i sacchi della spazzatura addosso aspettando "l'ascesa", non so se mi spiego.
D'altronde Michael Moore certo non ci aiuta con quella sua aura di fanatismo alla Grillo.
Quindi fare il whistleblower silenzioso sarebbe probabilmente la strategia migliore per non essere tacciati di "svitamentum rotellarum".
Ma, e sottolineo ma, il cronista che pone la domanda è molto sottile nel "suggerire" la risposta: notare infatti il tono e il mezzo sorriso con cui blatera. Non è difficile cogliere un'allusione del tipo "quei matti dei complottisti".
Hanks è pur sempre uomo di spettacolo, e per quanto spesso è vero che la prima risposta che salta in mente è la verità, non fatico ad immaginare che cotanta risposta sia solamente la "sua" verità, intesa come "la prima cosa che mi viene in mente che faccia ridere, soprattutto perchè la sola idea che sia tutto finto fa ridere".
Un modo per rendere forse ancora più grottesca, surreale ed assurda l'idea che sulla luna non ci è mai andato nessuno.
Sarò pessimista, cinico o quel che volete, ma mi vien più facile pensare che Hanks volesse ottenere l'effetto "comico perchè ridicolmente falso" e non "comico perchè vero, anche se il mio tono vi suggerisce che non mi sfiora nemmeno l'idea di fare una denuncia simile però in realtà è esattamente quello che sto facendo".
Non so, mi sembra fin troppo fine come intento per uno che ha fatto un film sponsorizzato dalla FedEx.

Detto ciò, vorrei rispondere a BigLie:

Citazione:
preferisco usare lo strumento della logica che fa saltare
le serrature più insidiose.
Per il 911 pongo sempre questa semplice domanda:
"Se tutto il discorso AlQaeda-911 fosse vero come mai Bin Laden
non è stato ancora catturato?"
E allo stesso modo, per i viaggi lunari, mi chiedo:
"Se sono veramente andati sulla Luna, come mai da 40 anni
nessuno ci è ritornato, magari per fare nuovi esperimenti
scientifici allora non immaginabili?"
E ancora:
"Come hanno fatto ad andare sulla Luna, con la potenza di elaborazione
di un Commodore 64 o poco più, quando ancora oggi riescono a
malapena a mettere in orbita un aeroplanino come lo Shuttle o, ad
esempio gli europei la cui tecnologia attuale non credo sia inferiore
a quella USA di 40 anni fa, sprecano un satellite su due?"
Sono domande a cui nessuno risponde perchè la risposta può
essere una sola.


no, assolutamente, sono proprio queste le domande a "risposta multipla" che permettono alle accuse e alle difese di teorizzare spesso con egual valore argomenti diametralmente opposti.
giusto usare la logica ancor prima della tecnica, soprattutto se non si dispone di quest'ultima come strumento conoscitivo (mancanza di dati oggettivi) o teoretica (non ne so un tubo di fisica quindi non mi metto a discutere sulla velocità di caduta delle torri).
ma ponendo le domande giuste.
un esempio di come posso agilmente rispondere in maniera plausibile alle tue domande sostenendo con la stessa forza la tesi avversa alla tua:
Mai tornati sulla luna? lo sanno cani e porci che era per lo più una sfida di celodurismo contro i russi, ci siamo andati, abbiamo piazzato la bandiera, abbiamo visto che non c'era nulla di utile, inutile tornarci. Nessuno scienziato d'altro canto ha mai richiesto altre missioni umane sulla luna per fare altri esperimenti, e alla peggio ci sono i robot come abbiamo fatto per marte.
La potenza di un commodore64? perchè tu veramente pensi che il massimo della potenza di calcolo espressa dalla tecnologia moderna sia un pentium dual core centrino xyz?
Le macchine di calcolo della NASA, delle università di ricerca, delle più importanti aziende al mondo, sono milioni di volte più potenti, tutt'oggi occupano capannoni e capannoni.
Per non parlare dei macchinari dei militari, che già avevano inventato internet trent'anni fa.
Nel '45 siamo stati in grado di costruire una bomba atomica praticamente a mano, senza computer e balle varie. I tedeschi nella prima guerra mondiale già giravano con i sottomarini, quando ancora le Ford-T erano roba per pochi. Fatti due conti....
Gli europei sono incapaci? Semplicemente non dispongono della stessa esperienza e della stesa mole di dati che abbiamo accumulato in cinquant'anni di lavoro, non hanno nè mai avranno budget comparabili ai nostri, è normale. La massima espressione dell'ingegneria aeronautica europea sono aereucci a reazione che fanno il solletico ai nostri Tomcat, Falcon, Raptor e via andare...non sono in grado di costruire aerei decenti, figurarsi mandare nello spazio dei satelliti!

Risposte odiose, che il buon senso delle persone un minimo informate suggerisce come fallaci, ma per la persona della strada assolutamente sensate e forse, addirittura più credibili delle tue.
Lo strumento della logica, per poter funzionare, deve portare a conclusioni ben più difficili da sovvertire o mistificare.


Saluti,

Davide

il primo complotto della storia?
adamo, eva, il serpente & la mela.
è colpa loro se oggi ci troviamo in questo casino....
Orwell84
Inviato: 29/4/2008 17:37  Aggiornato: 29/4/2008 17:37
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 7/3/2006
Da: Ground Zero
Inviati: 1114
 Re: Tom Hanks, il cinema e la Luna
Domanda sciocca.
Ma se il LEM è realmente atterrato sulla Luna, non sarebbe sufficiente (o quantomeno ultile alla causa dei sostenitori della VU) scattare tramite telescopio delle foto al "descent stage" da cui il modulo lunare è
*ripartito dopo l'allunaggio?

Insomma un pezzo se lo sono lasciati indietro, perchè non scattarne delle prove fotografiche?

rimedio
Inviato: 29/4/2008 17:40  Aggiornato: 29/4/2008 17:40
So tutto
Iscritto: 29/4/2008
Da:
Inviati: 10
 Re: Tom Hanks, il cinema e la Luna
Ciao ragazzi, sono nuovo e saluto tutti :)
Per quanto riguarda questo articolo, devo segnalarvi una cosa: c'è un sistema di misurazione che si chiama LIDAR che viene utilizzato per misurare la distanza tra la terra e la luna con una precisione millimetrica, tramite un raggio laser che viene sparato dalla terra verso la luna, colpisce un particolare specchio riflettente sulla luna stessa, che lo rimanda indietro esattamente nel punto da cui è partito.
Questo "specchio", detto Lunar Ranging Retro Reflector, è stato piazzato proprio da una delle missioni Apollo.
Mi sembra un'ottima prova ;)
Ciao!

BigLie
Inviato: 29/4/2008 17:49  Aggiornato: 29/4/2008 17:49
Mi sento vacillare
Iscritto: 26/10/2007
Da:
Inviati: 331
 Re: Tom Hanks, il cinema e la Luna
Davide, fare una bomba atomica è una c...ta, devi solo
disporre del combustibile radioattivo che per un singolo,
ad esempio un terrorista è difficilissimo più che da trovare,
da maneggiare, mentre per uno Stato è una bazzecola.
Andare nello spazio non è la stessa cosa perchè implica una
serie di calcoli impressionanti; infatti, nel '45 mentre si lanciavano
bombe H sul Giappone le V2 tedesche finivano, 9 volte su 10,
nel Canale della Manica.
Inoltre, guarda che il Commodore 64 all'epoca (1969)
non esisteva, dunque il mio non era un riferimento alla potenza di calcolo disponibile per un utente privato ma proprio alla massima
potenza di calcolo disponibile all'epoca per i militari. Probabilmente avrò esagerato con l'esempio ma di certo la potenza di calcolo non era di molto superiore.
Che poi gli americani possedessero già dal 1948 tecnologia di origine
aliena di questo sono perfettamente convinto (vedi Roswell) ma non avrebbero potuto utilizzarla non potendo giustificare il salto quantico di
conoscenza necessaria.

BigLie
Inviato: 29/4/2008 17:56  Aggiornato: 29/4/2008 17:56
Mi sento vacillare
Iscritto: 26/10/2007
Da:
Inviati: 331
 Re: Tom Hanks, il cinema e la Luna
Rimedio, leggi questa.
Tuttavia, gi`a verso il 1964 il fervore verso la nuova sorgente di luce inizi`o a venire
meno: costruire un laser e mettere in pratica le applicazioni pensate si dimostrava
pi`u difficile del previsto. Ad esempio non si riuscivano ad ottenere laser di potenza
veramente elevata, il che impediva le applicazioni militari ideate dal governo statunitense;
d’altra parte i problemi legati alla realizzazione di diodi laser a temperatura
ambiente non facilitavano l’ingresso di questi dispositivi nel campo delle comunicazioni.
Per un certo periodo, perci`o, i laser si limitarono a rimpiazzare sorgenti di luce come
le lampade ad arco in xenon o mercurio.
In seguito—con il conflitto in Vietnam, la crisi energetica del 1973 e la nascita delle
questioni legate all’ambiente—si invest`ı molto sul laser come strumento di puntamento,
spionaggio, comunicazione e monitoraggio ambientale.

comodino
Inviato: 29/4/2008 18:41  Aggiornato: 29/4/2008 18:41
So tutto
Iscritto: 29/11/2006
Da: La mia testa
Inviati: 23
 Re: Tom Hanks, il cinema e la Luna
Citazione:
Davide, fare una bomba atomica è una c...ta, devi solo
disporre del combustibile radioattivo che per un singolo,
ad esempio un terrorista è difficilissimo più che da trovare,
da maneggiare, mentre per uno Stato è una bazzecola.
Andare nello spazio non è la stessa cosa perchè implica una
serie di calcoli impressionanti; infatti, nel '45 mentre si lanciavano
bombe H sul Giappone le V2 tedesche finivano, 9 volte su 10,
nel Canale della Manica.
Inoltre, guarda che il Commodore 64 all'epoca (1969)
non esisteva, dunque il mio non era un riferimento alla potenza di calcolo disponibile per un utente privato ma proprio alla massima
potenza di calcolo disponibile all'epoca per i militari. Probabilmente avrò esagerato con l'esempio ma di certo la potenza di calcolo non era di molto superiore.
Che poi gli americani possedessero già dal 1948 tecnologia di origine
aliena di questo sono perfettamente convinto (vedi Roswell) ma non avrebbero potuto utilizzarla non potendo giustificare il salto quantico di
conoscenza necessaria.


Carissimo,
innanzitutto mi preme sottolineare che non sono certo io uno di quelli che sostiene che sulla luna ci siamo andati per davvero, anzi...
il mio era solo un esercizio per cercare di evidenziare come sì, la logica ancor prima della tecnica è un ottimo strumento per analizzare i fatti, ma le domande che hai posto da esempio non possono essere considerate le "più appropriate" per una dimostrazione logica incontrovertibile o, almeno, difficile da attaccare.
Personalmente non sono così sicuro che già nel '69 i militari non disponessero di potenze di calcolo ampiamente superiori ad un simil-commodore64 (chiarito il misunderstanding, nemmeno io ho mai pensato che volessi intendere che sul serio Armstrong e soci "andavano" sulla luna mentre da Houston li pilotavano a' mo' di Alien Invaders).
Senza andare a citare Roswell ed alieni, basta ricordare il trattamento che ad inizio secolo subì Tesla proprio dai militari americani per supporre che in realtà, ora del '69, sapevano ben più di quanto credeva il mondo su molti aspetti della conoscenza scientifica.
Che nessuno sia mai andato sulla luna siamo d'accordo: mi sembra al giorno d'oggi quasi ridicolo pensare il contrario, se si hanno a disposizione i giusti strumenti per conoscere i risvolti della questione.
Ciò che mi preme sottolineare è che non sono domande come quelle che hai posto tu precedentemente che possono far guadagnare punti a chi sostiene la nostra tesi. Anzi, proprio porre domande di questo tipo rischia di portare la discussione su altre questioni di secondaria importanza.
Dico questo perchè sono semprea stato un fan della logica: le tue domande, più che alla logica, si appellano al buon senso di una persona intelligente e riflessiva. La logica invece dovrebbe essere in grado di far capire le cose anche a...che so.....Borghezio ()

Saluti,

Davide

il primo complotto della storia?
adamo, eva, il serpente & la mela.
è colpa loro se oggi ci troviamo in questo casino....
BigLie
Inviato: 29/4/2008 18:49  Aggiornato: 29/4/2008 18:49
Mi sento vacillare
Iscritto: 26/10/2007
Da:
Inviati: 331
 Re: Tom Hanks, il cinema e la Luna
Comodino, in effetti non mi sono spiegato.
E' ovvio che il mio modo di ragionare non serve a convincere
gli scettici. Capirai, non si convincono neanche di fronte ad
argomenti più convincenti.
No, la logica che ti ho espresso riguarda me stesso e il modo
con cui pervengo alle "mie" verità.
Sai com'è, di convincere la gente non è che me ne freghi poi
molto. Se uno è talmente fesso da non porsi dei dubbi, come
fai a convincerlo. Non serve nemmeno il 911, figurati.
No, secondo me la mia "logica" serve proprio per dare forza a
dubbi che già sono nutriti.

BlSabbatH
Inviato: 29/4/2008 19:20  Aggiornato: 29/4/2008 19:56
Mi sento vacillare
Iscritto: 10/9/2005
Da: Bergamo
Inviati: 837
 Re: Tom Hanks, il cinema e la Luna
Citazione:
Ciao ragazzi, sono nuovo e saluto tutti :)
Per quanto riguarda questo articolo, devo segnalarvi una cosa: c'è un sistema di misurazione che si chiama LIDAR che viene utilizzato per misurare la distanza tra la terra e la luna con una precisione millimetrica, tramite un raggio laser che viene sparato dalla terra verso la luna, colpisce un particolare specchio riflettente sulla luna stessa, che lo rimanda indietro esattamente nel punto da cui è partito.
Questo "specchio", detto Lunar Ranging Retro Reflector, è stato piazzato proprio da una delle missioni Apollo.
Mi sembra un'ottima prova ;)
Ciao!


dal link:
The unmanned Soviet Lunokhod 1 and Lunokhod 2 rovers carried smaller arrays. Reflected signals were initially received from Lunokhod 1, but no return signals have been detected since 1971, at least in part due to some uncertainty in its location on the Moon. Lunokhod 2's array continues to return signals to Earth

i sovietici la sparano meno grossa e se lo pigliano pure.. niente di nuovo all'orizzonte.

edit:
per chi volesse cimentarsi nella ricerca..


-- Under capitalism, man exploits man. Under communism, it's just the opposite. -- J.K. Galbraith
comodino
Inviato: 29/4/2008 19:24  Aggiornato: 29/4/2008 19:24
So tutto
Iscritto: 29/11/2006
Da: La mia testa
Inviati: 23
 Re: Tom Hanks, il cinema e la Luna
Mmmmm,
sei dunque rimasto indenne dal morbo di Ashcroft....beato te!



A parte le battute, fai bene allora a porti questo genere di domande. Purtroppo resto convinto del fatto che divulgare i nostri dubbi e far sì che tanti nuovi cervelli comincino a farsi le stesse domande sia fondamentale.
Anche se continuo a temere che un Attivissimo qualunque sarebbe capace di auto-rispondersi con argomentazioni tipo quelle che ho fornito prima!

Saluti,

Davide

il primo complotto della storia?
adamo, eva, il serpente & la mela.
è colpa loro se oggi ci troviamo in questo casino....
Redazione
Inviato: 29/4/2008 19:34  Aggiornato: 29/4/2008 19:36
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Tom Hanks, il cinema e la Luna
RIMEDIO: "C'è un sistema di misurazione che si chiama LIDAR... "

"C'è"? Tu lo hai visto? Lo hai toccato con mano, e lo hai visto funzionare?

Altrimenti, basterebbe l'affermazione della NASA che "siamo andati sulla Luna" a dimostare che siamo andati sulla Luna, non credi? L'una vale l'altra.

TUTTI: In ogni caso, capisco che la tentazione sia forte, ma vi invito a cercare di evitare di entrare nel campo "dimostrativo" (pro o contro) in questo thread. Per questo tipo di dibattito, come già detto, abbiamo una intera sezione nei nostri forum. (E come giustamente sottolinea COMODINO, non se ne esce comunque).

shm
Inviato: 29/4/2008 20:11  Aggiornato: 29/4/2008 20:11
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 17/8/2007
Da: perugia
Inviati: 1802
 Re: Tom Hanks, il cinema e la Luna
...azz!
non riesco a vedere più il video...

“Se un ebreo ortodosso mi considera "immondo" o mi saluta per primo per non dover essere costretto a rispondere al mio saluto, la cosa non preoccupa più di tanto.” (John)
9/11 anomalies
BigLie
Inviato: 29/4/2008 20:37  Aggiornato: 29/4/2008 20:37
Mi sento vacillare
Iscritto: 26/10/2007
Da:
Inviati: 331
 Re: Tom Hanks, il cinema e la Luna
“Se un ebreo ortodosso mi considera "immondo" o mi saluta per primo per non dover essere costretto a rispondere al mio saluto, la cosa non preoccupa più di tanto.” (John

---------------------------------------------------------

Per non parlare di questa perla di firma di shm mai censurata
da M.M.

Redazione
Inviato: 29/4/2008 20:41  Aggiornato: 29/4/2008 20:41
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Tom Hanks, il cinema e la Luna
BIGLIE: "Per non parlare di questa perla di firma di shm mai censurata"

Di quella casomai risponderà l'autore della frase. Inoltre, la citazione è chiaramente critica del medesimo.

In ogni caso, ti ho già invitato altrove a non fare una inutile polemica in homepage. Devi farlo per ciascuna delle discussioni attualmente in corso?

edo
Inviato: 29/4/2008 23:05  Aggiornato: 29/4/2008 23:05
Sono certo di non sapere
Iscritto: 9/2/2006
Da: casa
Inviati: 4529
 Re: Tom Hanks, il cinema e la Luna

clausneghe
Inviato: 29/4/2008 23:34  Aggiornato: 29/4/2008 23:49
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 17/4/2006
Da: nordcentro
Inviati: 1679
 Re: Tom Hanks, il cinema e la Luna
Mi sembra che Hanks lo dica chiaramente e lo sottolinei anche con il furbo sorrisetto: Lo scopo del film è dimostrare che un "film" può essere elevato a realtà.
Poi chi vuol capire capisca

In fin dei conti,che prove abbiamo noi che "essi" hanno davvero posato il piede sulla Luna?
Solo la LORO inaffidabile parola,sottolineata, esplicitata e raffigurata dalla altrettanto illusoria tv.
Niente altro,alla fine

Credere che siamo stati sulla Luna è un atto di fede,non una evidenza provata e incontrovertibile..e nemmeno riproducibile come vorrebbe il canone scientifico...tanto è vero che le inventano tutte,le scuse,pur di non ritornarci,sotto gli occhi di tutti...come mai?

Di più...penso che la regia politica che stava dietro a quella grande operazione mediatica abbia fatto scuola per la regia, sempre politica,successiva, che ha diretto la "fiction" dell'11 settembre, commissionata dagli stessi "impresari" ,per capirci.

winston
Inviato: 30/4/2008 0:05  Aggiornato: 30/4/2008 0:19
Mi sento vacillare
Iscritto: 30/10/2005
Da: Eurasia
Inviati: 392
 Re: Tom Hanks, il cinema e la Luna
Apollo, figlio di Apelle, Fece una palla di pelle di pollo.Tutti i pesci vennero a galla Per vedere la palla di pelle di pollo Fatta da Apollo figlio di Apelle (i.e. “I woz hier”, retro della targhetta ricordo depositata dall’ A-pollo-11)

Tanto per dare i numeri: Spesa in miliardi di Usdl

019.500 Costo Totale A-pollo in USDL nominali (1961-1973) [1]
120.000 Programma A-pollo in dollari attualizzati >2008 [2]
008.000 Apollo 1971/1972 in dollari attuali
001.500 osto medio delle ultime 4 missioni (71/72: Apolo 14/17)
626.000 Bilancio Difesa 08 (USA & getta 484+ 145) [3]
----Fra le ragioni ventilate per la cessazione del programma si è ventilato di costi....

A prescindere che onere prevalente del programma non sia stata dato la “tolla”, ma R&D per “l’alta tecnologia” –ora d’antan-, spannometricamente (ma non tanto) risulta che:

a) TUTTO il programma apollo (12 anni in attacco) = 1/5° di UN ANNO scialato in difesa(!)
b) l’andata & ritorno di UNA delle ultime missioni corrisponde ad UN GIORNO di spesa militare 2008.

..Come se, con Ryanair a £1, lo zio SAM dicesse che il volo costa uno sproposito
..Epperò il pezzente prenota per consegna 2020 un jet suo nuovo: “constellation” [5]

1) http://history.nasa.gov/SP-4029/Apollo_18-16_Apollo_Program_Budget_Appropriations.htm
2)http://woodrow.mpls.frb.fed.us/Research/data/us/calc/
3) http://en.wikipedia.org/wiki/United_States_federal_budget,_2008
4) http://www.whitehouse.gov/omb/expectmore/detail/10004394.2006.html
5 ) http://it.wikipedia.org/wiki/Programma_Constellation

"Chi controlla il presente controlla il passato, chi controlla il passato controlla il futuro" Orwell, 1984
rimedio
Inviato: 30/4/2008 0:23  Aggiornato: 30/4/2008 0:23
So tutto
Iscritto: 29/4/2008
Da:
Inviati: 10
 Re: Tom Hanks, il cinema e la Luna
Pyter:

quella foto che Tom Hanks tiene in mano nell'articolo sopra.

Non si vede bene cosa ci sia in quella foto, sai dirmi dove posso trovarla che si veda meglio?

Redazione
Inviato: 30/4/2008 3:16  Aggiornato: 30/4/2008 3:16
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Tom Hanks, il cinema e la Luna
RIMEDIO: qui trovi tutto

http://www.imax.com/magnificentdesolation/

(le immagini stanno sotto la voce "desktops")

InVision
Inviato: 30/4/2008 4:22  Aggiornato: 30/4/2008 4:24
Ho qualche dubbio
Iscritto: 2/7/2007
Da:
Inviati: 36
 Re: Tom Hanks, il cinema e la Luna
Io personalmente non ci ho mai creduto e ho congetturato già tutto da solo senza l'aiuto della rete anni fa, la conferma mi è quindi arrivata leggendo i complottisti.
Ma crediamo davvero che dal primo allunaggio l'uomo riesce con le tecnologie scarse degli anni '70 a compiere 6 missioni con allunnaggi, e dopo quaran'tanni quasi, nessuno abbia avuto la capacità di ritornarvi per studi scientifici? (Marte perlomeno non è poi così peggio visto che ha un pò di atmosfera)

Per quanto riguarda gli specchi per le misurazioni sono stati sparati dalla terra ed anche di recente....

Pyter
Inviato: 30/4/2008 11:51  Aggiornato: 30/4/2008 11:51
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/9/2006
Da: Sidonia Novordo
Inviati: 6250
 Re: Tom Hanks, il cinema e la Luna
Per quanto riguarda il video sopra, sembra tutto preparato prima.
Si ha l'impressione infatti che il presentatore inizi a ridere molto prima che Tom Hanks finisca la frase.

"Nessuno ha il diritto di fare quel che desidera, ma tutto è organizzato per il meglio." (Antico decreto reale tolemaico)
redna
Inviato: 30/4/2008 12:20  Aggiornato: 30/4/2008 12:20
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: Tom Hanks, il cinema e la Luna
Mi chiedo che interessi dovrebbero avere i russi a NON divulgare il fatto che gli USA NON sono stati sulla luna.
Dobbiamo aspettare il terzo,cioè la Cina, per sapere se effettivamente c'è 'sta bandiera USA sulla luna?

PS-se non c'è dovremo aspettarci le leggende sugli extraterrestri che .....

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
dino
Inviato: 30/4/2008 12:37  Aggiornato: 30/4/2008 12:46
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 2/11/2007
Da:
Inviati: 2315
 Re: Tom Hanks, il cinema e la Luna
... credo che tutti abbiamo creduto fosse VERO lo sbarco sulla luna... non c'era alcun motivo per non credere o esser scettici... io avevo 10 anni e fino ad un paio di anni fa non sapevo che esistesse gente che metteva in dubbio ' l'allunaggio'... cercando informazioni sulla luna ho trovato per caso su Wikipedia scritte le ragioni di un esistente scetticismo a me del tutto sconosciuto... tali ragioni meritavano ampiamente di essere sottoposte a giusta attenzione... il profilo che esce fuori dai film e dal gossip di Tom Hank lo indicano come persona appassionata alla conoscenza, dunque colto e scientificamente curioso, credo che anche lui come molti di noi ha creduto che fosse vero l'allunaggio... ma visto che ha dovuto in qualche modo focalizzare tutti gli aspetti della luna, non può essergli sfuggito le sempre più numerose e dettagliate analisi che ogni giorno di più ne indeboliscono la vericidità... inoltre non scordiamo che in america ed è forte anche altrove, vige un 'Maccartismo' di tipo scientifico... basta solo pronunciare il dubbio e sei fuori da tutto ciò controllato da quel pronunciato meccanismo di potere... per questo Tom Hank si tiene abbottonato, ma di certo ha un fottio di dubbi che gli ronzano nella mente... per le stesse identiche motivazioni che ronzano in testa a molti di noi...

l'analisi di Sich Boy sembra realistica... la guerra in Vietnam è costata molto e durata tanto... e non c'era petrolio da rubare per ammortizzare e le droghe non erano ancora un possente business... ciaodino

hi-speed
Inviato: 30/4/2008 15:05  Aggiornato: 30/4/2008 15:05
Sono certo di non sapere
Iscritto: 28/12/2004
Da: preda lunga
Inviati: 3211
 Re: Tom Hanks, il cinema e la Luna
Citazione:
Non si vede bene cosa ci sia in quella foto, sai dirmi dove posso trovarla che si veda meglio?


apollo 17

link

Citazione:
Insomma un pezzo se lo sono lasciati indietro, perchè non scattarne delle prove fotografiche?


Altro che pezzo, hanno lasciato km di piste con i rover di apollo 15, 16, e 17 (ci metto anche la carriola di Apollo 14).

Hi-speed
PZ: dove posso trovare un filmato decente della suddetta carriola?

Cosa Sta Succedendo? Madre, madre Ci sono troppi di voi che piangono Fratello, fratello, fratello Ci sono troppi di voi che stanno morendo Sai che dobbiamo trovare una maniera Per portare un pò di amore qui oggi
Wintermute
Inviato: 30/4/2008 18:17  Aggiornato: 30/4/2008 18:17
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/1/2006
Da: aree riservate e protette
Inviati: 1096
 Re: Tom Hanks, il cinema e la Luna
Niente,
Siamo sempre alle solite cxyz

...passo

Salvo il mondo...
ma con quale estensione?

Powered by XOOPS 2.0 © 2001-2003 The XOOPS Project
Sponsor: Vorresti creare un sito web? Prova adesso con EditArea.   In cooperazione con Amazon.it   theme design: PHP-PROXIMA