Informazioni sul sito
Se vuoi aiutare LUOGOCOMUNE

HOMEPAGE
INFORMAZIONI
SUL SITO
MAPPA DEL SITO

SITE INFO

SEZIONE
11 Settembre
Questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego.
 American Moon

Il nuovo documentario
di Massimo Mazzucco
 Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!
 Menu principale
 Cerca nel sito

Ricerca avanzata

TUTTI I DVD DI LUOGOCOMUNE IN OFFERTA SPECIALE


11 settembre : In America l’ “upgrade” porta sfortuna
Inviato da Redazione il 11/1/2008 8:50:00 (8511 letture)

Se per caso la versione ufficiale dell’undici settembre fosse vera, come minimo bisogna dire che il termine “upgrading” in America porta una sfiga tremenda. Oppure, nell’altra ipotesi, è stato trovato l’ennesimo indizio che punta il dito sempre nella stessa direzione, quella che ormai riescono a non vedere solo i ciechi di professione.

Già insospettiva molto la straordinaria casualità con cui proprio il pezzettino di Pentagono colpito l’undici di settembre fosse stato “ristrutturato” in precedenza (“upgraded”, appunto), e proprio “contro eventuali attacchi terroristici”.

Visto che – a detta loro - “nessuno nell’amministrazione poteva immaginare che dei terroristi avrebbero usato aerei civili contro bersagli nazionali”, veniva infatti da domandarsi che tipo di attacco terroristico potessero temere, al Pentagono, per sentire il bisogno di “rinforzarlo appositamente”. Una robusta scarica di palline da baseball, lanciate tutte contemporaneamente dall’antistante collina di Arlington, forse? Un arabo carico di dinamite che attraversa di corsa [?] il vasto prato antistante - mentre nessuna telecamera lo vede avvicinarsi, naturalmente – per lanciarsi a testa bassa contro una finestra del piano terra, mentre accende la miccia e grida “Allah akbar?” O forse una batteria di miniatomiche portatili, di quelle che si trovano ormai anche da K-Mart a 100 dollari l’una – l’arricchitore di uranio però è a parte – lanciate contro il Pentagono da un camioncino in corsa?

Non si riusciva a capire, ma non volendo essere troppo maliziosi avevamo scelto di applaudire al fenomenale intuito profetico degli uomini di Rumsfeld. Non fosse stato per quelle meravigliose finestre blindate, di cui Paolo Attivissimo ci ha fornito ...

... il peso esatto – 720 Kg. l’una, non uno di meno! – oggi al posto del Pentagono ci sarebbe probabilmente un campicello di erba fiorita. Invece le finestre hanno retto egregiamente all’impatto, anche se l’aereo - ci dice sempre il Nostro – “è praticamente penetrato per intero nell’edificio”. (Si vede che sarà passato dalla porta, cosa volete che vi dica).

In ogni caso, un grande applauso per i chiaroveggenti del Department of Defense, e caso chiuso.

Ora però si scopre che anche al WTC l’arte del vaticinio era altamente progredita: pare che anche alcuni piani delle Torri Gemelle fossero stati “upgraded”, non contro il terrorismo - nemmeno le palline da baseball arrivano a quell’altezza – ma contro...... sissignori, avete indovinato: contro il fuoco!!!!!! Il maledetto fuoco che non ha mai fatto cadere prima un edificio in acciaio, evidentemente turbava i sonni dei responsabili delle Torri Gemelle al punto da richiedere un rinforzo protettivo alle sue strutture.

“Sai com’è – avranno pensato – con l’estate che si avvicina (era settembre), metti che un tizzone dalla Sardegna in fiamme mi schizza fino a qui, e magari mi incendia la moquette di materiale ignifugo... ora che ce ne accorgiamo la Torre è bell’e andata! Meglio prevenire che combattere.“

Ma quali sono i piani recentemente “upgraded” contro il fuoco? Una serie di piani qualunque? No, altrimenti che coincidenza sarebbe? Secondo l’articolo pubblicato su 911Blogger, Another amazing coincidence related to the WTC”, si tratterebbe proprio dei piani colpiti dagli aerei, ovvero quelli dove in seguito è iniziato il crollo.

Per la precisione, si tratterebbe di diversi piani isolati, dal 78° in su, per la Torre Sud, e di un blocco compatto di piani, proprio al livello del 92°, per la Torre Nord. (In viola i piani “upgraded”, in arancione-grigio le zone di impatto-crollo):



Ricordate quelli che si chiedevano “Ma come sarebbe possibile mettere le bombe proprio ai piani colpiti? Come fai a sapere in anticipo il punto esatto in cui colpirà l’aereo?” Certo, se l’aereo lo guidava gente come Hanjour – ti veniva da dire - potevi anche metterti alla finestra a guardare, che quello la Torre non la colpiva proprio, altro che “92° piano”. Ma se per caso i “terroristi” – dei quali curiosamente si sono dimenticati di mostrarci le immagini all’imbarco – non fossero mai saliti su quegli aerei, e questi ultimi fossero invece stati teleguidati, che cosa ci vuole a piazzare un “bersaglio elettronico” proprio nel punto che intendi colpire? (Avete mai visto nei film di Tom Cruise, quando danno al cattivo una valigetta “da tenere stretta stretta”, e poi mentre quello è lì che passeggia nel parco gli arriva in testa uno Scud che lo apre in due come un melone?)

Guarda guarda, quando si dicono le coincidenze: qualcuno aveva sentito il bisogno di “rinforzare contro il fuoco” proprio i piani che sarebbero poi stati colpiti negli attentati “che nessuno poteva prevedere”.

Attenzione però, perchè il bello viene solo adesso: i poveri debunkers hanno fatto una fatica immonda, fino a ieri, per cercare di convincere qualche sprovveduto che il kerosene ha avuto la meglio sull’acciaio “perchè l’impatto tremendo degli aerei ha staccato dalle strutture portanti la protezione antincendio” (manco fosse stucco del ‘300), e ora arrivano questi volponi a rompergli le uova nel paniere, dicendoci che proprio quella protezione era stata rifatta e rinforzata!!!! (Quando si è in tanti a raccontar fregnacce, sarebbe igienico mettersi d’accordo prima).

In conclusione, siamo di fronte ad una alternativa lacerante:

Soluzione 1:

La versione ufficiale è vera, e semplicemente fare l’upgrade in America porta una sfiga colossale.

Soluzione 2 - parte a:

Al Pentagono si sono detti: visto che non gli tiriamo contro un Boeing (mica siamo fessi, che poi il Pentagono lo distruggiamo davvero), ma una roba molto più piccola e leggera, rischiamo che alla fine la parete resti su, e ci beccano tutti con il sorcio in bocca. Piazziamoci dentro anche un paio di bombette (chi ha studiato il caso ricorda bene un testimone che aveva sentito “odore di cordite”, un esplosivo usato proprio dai militari), e casomai “attrezziamolo” anche per il crollo, nel caso ‘sto bastardo di cemento armato decida di resistere alla botta.

Avanti quindi alle squadre di “upgrade”, ed ecco che dopo venti minuti dall’impatto il “bastardo” - che ha retto benissimo, come previsto – decide improvvisamente di “franare” sotto gli occhi di tutti.

[Sulla curiosa dinamica di quel crollo ci sarebbe da discutere per un mese: se una sezione dell’edificio è stata perforata nel centro, secondo voi inizia a crollare dove sono venute a mancare le colonne di supporto (cadendo quindi a forma di “v”, “sopra il buco”), oppure crolla di fianco, “in diagonale”, lungo il lato che è ancora attaccato al segmento accanto?]

Soluzione 2 – parte b:

Al WTC si sono detti: qui ragazzi non va giù niente, altro che balle. Una volta che l’aereo ha colpito ci ritroviamo con un bel buco e basta. Mettiamoci anche un paio di bombette, e nel caso “attrezziamo” il tutto per farlo sembare un crollo strutturale.

Avanti quindi alle squadre di “upgrade”, ed ecco che dopo gli impatti - quando le Torri hanno retto benissimo, come previsto, e i fuochi ormai sono ridotti a lumicini - i giganti di acciaio diventano fragili capanne di bambù, e si accartocciano su se stesse iniziando a crollare “proprio” all’altezza dei piani colpiti.

Mah, a questo punto non si sa più cosa pensare: se ci fossero anche altre strane coincidenze, nella giornata dell’undici settembre, sarebbe legittimo sospettare un autoattentato, ma visto che sono solo scomparsi due interi Boeing senza lasciare una traccia; che uno dei due si è schiantato tutto intero, ma i suoi rottami sono finiti a 14 km. di distanza; che dalla buca in cui l’aereo non si trova sono usciti passaporti, bandana e testamenti senza nemmeno una bruciatura (tutto rigorosamente dei terroristi, sia chiaro; mai una bambolina, una sciarpa da signora o il beauty-case di un truccatore della TV); visto che di 80 telecamere attorno al Pentagono nessuna è riuscita a inquadrare un aereo grosso come mezzo campo di calcio, mentre l’unica che lo ha fatto l’aereo non ce lo mostra; visto che i dirottatori, che non avevano mai guidato jet prima di allora, hanno fatto manovre giudicate impossibili dai professionisti; visto che l’acciaio delle Torri è stato piegato come il burro senza lasciare una crepa (come avviene solo alle altissime temperature); viste le dozzine di testimonianze di esplosioni PRIMA e durante i crolli; visto che la polverizzazione da “sola forza di gravità” era talmente fine da aver già ammalato più di 4.000 persone, (che faccio, vado avanti?).....

Massimo Mazzucco

(Grazie a Dusty per la segnalazione)

Voto: 0.00 (0 voti) - Vota questa news - OK Notizie


Altre news
28/11/2015 10:00:00 - Il nuovo sito è pronto
26/11/2015 19:40:00 - Fulvio Grimaldi a Matrix
24/11/2015 11:00:00 - Caccia russo abbattuto dai turchi
22/11/2015 20:20:00 - Ken O'Keefe: "ISIS = Israeli Secret Intelligence Service"
21/11/2015 21:00:00 - L'uomo che uccise Kennedy
19/11/2015 19:00:00 - La solitudine
18/11/2015 21:21:31 - Vladimir Putin - conferenza stampa al summit del G20
17/11/2015 13:50:00 - Dopo Parigi
15/11/2015 22:30:00 - Commenti liberi
14/11/2015 9:40:00 - À la guerre comme à la guerre
13/11/2015 23:00:00 - Nuovi attentati a Parigi
11/11/2015 19:50:00 - Atleti russi dopati, brutti e cattivi
10/11/2015 19:30:00 - Fini, Grillo, Travaglio - e il giornalismo che non fa i conti con sé stesso
9/11/2015 18:30:00 - "Bag it!" Documentario (Ita)
8/11/2015 9:09:03 - Commenti liberi

I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Autore Albero
gubbo
Inviato: 11/1/2008 8:59  Aggiornato: 11/1/2008 8:59
Mi sento vacillare
Iscritto: 20/6/2006
Da: Un mondo ipocrita
Inviati: 634
 Re: In America l’ “upgrade” porta sfortuna
Molto, molto interessante.
Come si diceva anche ieri nella sezione forum ormai la frase "accadere per caso" va assolutamente
rivisitata......

"Io giudico l'uomo, nella sua coscienza, l'essere vivente più incosciente che popoli questa terra" ; dovrebbe essere mia ma non ne sono sicuro
XSD
Inviato: 11/1/2008 9:14  Aggiornato: 11/1/2008 9:14
Ho qualche dubbio
Iscritto: 13/2/2006
Da: Roma
Inviati: 279
 Re: In America l’ “upgrade” porta sfortuna
Massimo il link al sito 911blogger non porta all'articolo in questione.
Ho cercato ma non lo trovo

LoneWolf58
Inviato: 11/1/2008 9:19  Aggiornato: 11/1/2008 9:19
Sono certo di non sapere
Iscritto: 12/11/2005
Da: Padova
Inviati: 4861
 Re: In America l’ “upgrade” porta sfortuna
fuoco alle polveri... si riapre il dibattito...
Altro tassello che si aggiunge alla serie di "casualità" che hanno reso celebre (purtroppo) l' "11 settembre"... adesso vediamo le varie interpretazioni che ne vengono date...

La storia, come un'idiota, meccanicamente si ripete. (Paul Morand)
Il problema, però, è che ci sono degli idioti che continuano a credere che la storia non si ripeta. (LoneWolf58)
Redazione
Inviato: 11/1/2008 9:24  Aggiornato: 11/1/2008 9:25
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: In America l’ “upgrade” porta sfortuna
Hai ragione, scusa, correggo subito.

***

Fatto.

ilberneri
Inviato: 11/1/2008 9:35  Aggiornato: 11/1/2008 9:35
Ho qualche dubbio
Iscritto: 16/3/2006
Da: Coimbra
Inviati: 238
 Re: In America l’ “upgrade” porta sfortuna
mi chiedo come sia possibile che di casualità cosiì rilevanti si venga a conoscenza solo ora, 7 anni dopo.......

"l'utopia esiste, è radicata nello spirito degli uomini.Credo che sempre di più il capitalismo le sue logiche appaiano inutili.Il mio cervello,il mio sapere,i miei desideri non hanno più bisogno di un padrone:io, individuo lavoro nella mia autonomia
Dusty
Inviato: 11/1/2008 9:41  Aggiornato: 11/1/2008 9:41
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 3/10/2005
Da: Mondo
Inviati: 2248
 Re: In America l’ “upgrade” porta sfortuna
Citazione:
mi chiedo come sia possibile che di casualità cosiì rilevanti si venga a conoscenza solo ora, 7 anni dopo.......

Perchè in mancanza di serie indagini ufficiali la gente comune, nel suo tempo libero, ha dovuto cercare di capirci qualcosa autonomamente.

"Tu non ruberai, se non avendo la maggioranza dei voti"
-- Dal Vangelo Secondo Keynes, Capitolo 1, verso 1.
Il portico dipinto
gandalf
Inviato: 11/1/2008 9:51  Aggiornato: 11/1/2008 9:53
Mi sento vacillare
Iscritto: 4/2/2006
Da: TERRA DI MEZZO
Inviati: 498
 Re: In America l’ “upgrade” porta sfortuna
Continuando con le "strane coincidenze" ecco una profetica pubblicità della Pakistan Airlines datata 1979...






Quando si dice il caso.......

La notizia è presa dal corriere della SERVA

Gandalf

"Meglio essere folle per proprio conto che saggio con le opinioni altrui."
F.W.Nietzsche
LoneWolf58
Inviato: 11/1/2008 9:59  Aggiornato: 11/1/2008 9:59
Sono certo di non sapere
Iscritto: 12/11/2005
Da: Padova
Inviati: 4861
 Re: In America l’ “upgrade” porta sfortuna
Citazione:
Continuando con le "strane coincidenze" ecco una profetica pubblicità della Pakistan Airlines datata 1979...
Parlando di coincidenze... a occhio il riflesso dell'aereo, nella foto, sembra interessare proprio i piani colpiti... moolto a occhio...

La storia, come un'idiota, meccanicamente si ripete. (Paul Morand)
Il problema, però, è che ci sono degli idioti che continuano a credere che la storia non si ripeta. (LoneWolf58)
Redazione
Inviato: 11/1/2008 10:20  Aggiornato: 11/1/2008 10:21
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: In America l’ “upgrade” porta sfortuna
Suggerisco di stare attenti a non farsi prendere dalla foga, e vedere "complotti" anche nelle coincidenze vere e proprie.

Se quella pubblicità è davvero del '79 (non ho verificato), trovo improbabile che potesse far parte di un qualunque "piano subliminale", in previsione di un attacco avvenuto più di 20 anni dopo.

Nel 79 le Torri Gemelle avevano solo qualche anno di vita, erano il fiore all'occhiello di un'America che stava per entrare nell'era di Reagan, e quel tipo di linguaggio pubblicitario - un pò, come dire... on the nose - era assolutamente tipico di quegli anni.

(Casomai si potrebbe suggerire il contrario, cioè che qualcuno abbia pensato ad un attentato "impensabile" guardando proprio quell'immagine. Ma siamo comunque a livello di pura illazione, che niente ha a che vedere con il fatto riportato dall'articolo).

sigmatau
Inviato: 11/1/2008 10:27  Aggiornato: 11/1/2008 10:27
Mi sento vacillare
Iscritto: 18/9/2007
Da: Provincia di Piacenza
Inviati: 705
 Re: In America l’ “upgrade” porta sfortuna
Penso che l’autore dell’articolo sul punto seguente abbia ‘colto nel segno’ …

In any case, the demolition hypothesis should be considered more than just simple demolition. If the idea was to create the appearance of a fire-induced collapse, then a fiery presentation was needed, much more than the jet fuel/office furnishings would have been able to provide. It seems that thermate may have been used not only to weaken or cut the steel infrastructure throughout the buildings, but also to help create that fiery presentation near the floors of impact. It seems possible that a thermate-like material, and/or other devices contributing to the destruction of the towers, could have been incorporated on the floors of impact and failure during the fireproofing upgrades. The access for such an operation would have been facilitated by the activity surrounding the fireproofing upgrades…

Il dettaglio tuttavia di gran lunga più significativo della ‘scoperta’ dei lavori di upgrading eseguiti proprio in corrispondenza dei piani dove sarebbero impattati gli aerei secondo me è un altro: era stato previsto in anticipo con grande esattezza dove gli aerei sarebbero impattati. Quello che si può affermare con assoluta certezza è che per ‘centrare’ con tale precisione un bersaglio di quelle dimensioni andando alla velocità di 700 km orari, chi ha pilotato quegli aerei, indipendentemente dalle sue capacità professionali’ , ha percorso di fatto un ‘sentiero elettronico’ . Una tesi al riguardo l’ho ‘buttata giù’ su un paio di paginette, che forse un giorno o l’altro potrebbero anche comparire su Luogocomune… mai dire mai!

saluti!...

--------------

... chè perder tempo a chi più sa più spiace... Dante Alighieri, Divina Commedia, Purgatorio, III, 78

… men of few words are the best men… William Shakespeare King Henry V
shm
Inviato: 11/1/2008 10:50  Aggiornato: 11/1/2008 10:50
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 17/8/2007
Da: perugia
Inviati: 1802
 Re: In America l’ “upgrade” porta sfortuna
In realtà nel '76 se ne parlò ampiamente di un impatto simile.

Era uno scenario da think tank ripercorrente impatti di aerei sulle twin towers ad opera di "terroristi" islamici armati di "box-cutters"...

Ho scritto qualcosa qui:

http://bugietotali.blogspot.com/2007/11/non-solo-bojinka-perfect-terrorist-plan.html

traendo spunto da qui:
http://www.codenamegrillfire.com/index.php?n=13&id=13

Ricordo inoltre che negli '60, un episodio di una serie televisiva vedeva un'altrettanto scenario simile, le torri ancora non erano state edificate...

Il link ce l'ho su un altro pc

“Se un ebreo ortodosso mi considera "immondo" o mi saluta per primo per non dover essere costretto a rispondere al mio saluto, la cosa non preoccupa più di tanto.” (John)
9/11 anomalies
Freeman
Inviato: 11/1/2008 10:51  Aggiornato: 11/1/2008 10:51
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 31/7/2006
Da: NiggahCity
Inviati: 2092
 Re: In America l’ “upgrade” porta sfortuna
In tema, c'è anche questo.
Lo so, lo so, sto diventando monotono, ma quest'uomo mi piace.
E non facciamo illazioni...

"Non siamo noi a trovare la Verità. È la Verità a trovare noi. Dobbiamo solo prepararci. Si può invitare un ospite che non si conosce? No. Ma si può mettere la casa in ordine, così che, quando l'ospite arriva, si è pronti a riceverlo e a conoscerlo".
hi-speed
Inviato: 11/1/2008 10:51  Aggiornato: 11/1/2008 10:51
Sono certo di non sapere
Iscritto: 28/12/2004
Da: preda lunga
Inviati: 3211
 Re: In America l’ “upgrade” porta sfortuna
Pensate alla sorpresa dei pompieri, che spensero l'incendio del buco nel Pentagono, se ci fossero entrati, cosa avrebbero visto?
La facciata doveva crollare per questo motivo e pertanto furono preventivamente innestate delle cariche.

Chi è che mi fa la cronologia dei soccorsi all'interno del Pentagono dopo il crollo e lo spegnimento degli incendi?
A mio naso:
FBI
marines
--
--
e ultimi i vigili del fuoco

Hi-speed

Cosa Sta Succedendo? Madre, madre Ci sono troppi di voi che piangono Fratello, fratello, fratello Ci sono troppi di voi che stanno morendo Sai che dobbiamo trovare una maniera Per portare un pò di amore qui oggi
hi-speed
Inviato: 11/1/2008 10:58  Aggiornato: 11/1/2008 10:58
Sono certo di non sapere
Iscritto: 28/12/2004
Da: preda lunga
Inviati: 3211
 Re: In America l’ “upgrade” porta sfortuna
A proposito
Non ho mai visto una discussione di esperti sul Pentagono in cui si "ipotizzano" esplosioni e danni relativi senza parlare di piccoli aerei o missili.

Hi-speed

Cosa Sta Succedendo? Madre, madre Ci sono troppi di voi che piangono Fratello, fratello, fratello Ci sono troppi di voi che stanno morendo Sai che dobbiamo trovare una maniera Per portare un pò di amore qui oggi
Ghilgamesh
Inviato: 11/1/2008 11:12  Aggiornato: 11/1/2008 11:12
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/10/2005
Da:
Inviati: 3001
 Re: In America l’ “upgrade” porta sfortuna
Aahahah
(classica risata pe nun piagne)

Gran bell'articolo!

Non è che anche in america, come da noi, i lavori di ristrutturazione, o di "ugrade", sono affidati alla mafia?

^__^

Redazione
Inviato: 11/1/2008 11:41  Aggiornato: 11/1/2008 11:42
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: In America l’ “upgrade” porta sfortuna
SHM: "In realtà nel '76 se ne parlò ampiamente di un impatto simile."

Se ne parlarono ampiamente, allora ritiro tutto. Il discorso diventa possibile.

Ripeto, non ho approfondito il fatto specifico, e volevo fare solo un discorso generale. Se ci sono elementi solidi, ben vengano e parliamone, altrimenti evitiamo di regalare ai debunkers ulteriori scuse per non affrontare i veri problemi che continuano a fingere di ignorare.

6463
Inviato: 11/1/2008 11:59  Aggiornato: 11/1/2008 11:59
Ho qualche dubbio
Iscritto: 16/2/2007
Da:
Inviati: 38
 Re: In America l’ “upgrade” porta sfortuna
Salute a tutti.

In quale periodo furono fatte le ristrutturazioni nelle WTC ? Prima o dopo lo schianto del volo egyiptair 990?

Se dopo, visto che il giochino funzionava...

Rickard
Inviato: 11/1/2008 14:44  Aggiornato: 11/1/2008 14:44
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 9/9/2007
Da: Un mondo pervaso di follia
Inviati: 1609
 Re: In America l’ “upgrade” porta sfortuna
Citazione:
In tema, c'è anche questo.

Dell'articolo che hai citato è bella la seguente frase:
Citazione:
E se qualche prova di ciò che dicono, una volta tanto, cominciassero a fornirla i cosiddetti “debunker”, invece di limitarsi a giocare di rimessa sulle indagini altrui e a citare come “auctoritates” individui e organizzazioni che di autorevole non hanno nulla, ma proprio nulla? Sembrerebbe così brutto?

In effetti è interessante notare come un sacco di persone libere da pregiudizi (cioè dal classico non è possibile che sia andata così) indaghino su un fatto portanto tonnellate di prove, indizi o, come in questo caso, coincidenze assurde e poi arriva il debunker di turno che "smonta" tutto senza però tappare i buchi evidenziati dal complottista (acciaio che fonde col kerosene in fiamme, torri che cadono quasi alla velocità della costante di gravità g=9.8 m/s e così via)

La scienza non è nient'altro che una perversione se non ha come suo fine ultimo il miglioramento delle condizioni dell'umanità. - Nikola Tesla
edo
Inviato: 11/1/2008 15:55  Aggiornato: 11/1/2008 15:57
Sono certo di non sapere
Iscritto: 9/2/2006
Da: casa
Inviati: 4529
 Re: In America l’ “upgrade” porta sfortuna
In quale periodo furono fatte le ristrutturazioni nelle WTC ? Prima o dopo lo schianto del volo egyiptair 990?

a cosa ti riferisci?

quanto contenuto nell'articolo di Massimo è solo l'ennesima ciliegina sulla torta; ah già, i ciechi di professione non vedono (per professione), neanche le ciliegine...

6463
Inviato: 11/1/2008 17:07  Aggiornato: 11/1/2008 17:07
Ho qualche dubbio
Iscritto: 16/2/2007
Da:
Inviati: 38
 Re: In America l’ “upgrade” porta sfortuna
Intendevo riferirmi all'episodio del volo egyptair 990:
il 31 ottobre 1999 un Boeing 767 dell'Egyptair si inabissava in Atlantico con 217 persone, nessuna esplosione, nessun incendio.
I fatti curiosi sono:
- le autorità americane si rifiutarono di consegnare la recuperata scatola nera a quelle egiziane.
- la registrazione della voce del pilota che pregava e imprecava che l'areo non rispondeva ai comandi, come lo guidasse qualcun altro.
- le persone che trasportava.

Mi scuso per l'eventuale OT, ma ho sempre considerato quest'episodio come una prova sul campo di quello che sarebbe successo con gli aerei sulle twin towers (complottista irrecuperabile?)

Rickard
Inviato: 11/1/2008 17:33  Aggiornato: 11/1/2008 20:56
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 9/9/2007
Da: Un mondo pervaso di follia
Inviati: 1609
 Re: In America l’ “upgrade” porta sfortuna
Se la cosa è vera (per caso hai qualche link?) potrebbe trattarsi di una effettiva prova sul campo, magari nemmeno per le twin towers nello specifico, semplicemente una prova su strada di una tecnologia utile a prendere il controllo di aerei per sbarazzarsi di personaggi scomodi e per "scopi vari" (come gli autoattentati).
Un pò come per la tecnologia che permetteva di replicare elettronicamente le voci in modo quasi perfetto, in sé non fu inventata specificatamente per il 9/11 ma fu comunque utilizzata per le false telefonate che i passeggeri dello united 93 avrebbero fatto a familiari/amici (in Loose Change se ne parla in modo approfondito)
Citazione:
(complottista irrecuperabile?)

No, non preuccuparti, qui siamo in molti a essere "irrecuperabili"

La scienza non è nient'altro che una perversione se non ha come suo fine ultimo il miglioramento delle condizioni dell'umanità. - Nikola Tesla
Spectral84
Inviato: 11/1/2008 18:15  Aggiornato: 11/1/2008 18:15
Ho qualche dubbio
Iscritto: 17/10/2004
Da: Monfalcone
Inviati: 265
 Re: In America l’ “upgrade” porta sfortuna
stiamo a vedere come difendono la tesi ufficiale.

ad ogni modo ho smesso di ristrutturare casa.
non si sa mai.

All the Best and Fuck the Rest
Pyter
Inviato: 11/1/2008 19:23  Aggiornato: 11/1/2008 19:23
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/9/2006
Da: Sidonia Novordo
Inviati: 6250
 Re: In America l’ “upgrade” porta sfortuna
MM:
...veniva infatti da domandarsi che tipo di attacco terroristico potessero temere,al Pentagono, per sentire il bisogno di “rinforzarlo appositamente”.
Una robusta scarica di palline da baseball...
Un arabo carico di dinamite...
...o forse una batteria di miniatomiche portatili...


Io propenderei per quello che hai dimenticato...
...una batteria carica di Gatorade altamente infiammabile, mischiato
con succo di ciliegie e un tuorlo d'uovo...però fresco.
Si chiama Gatorade Upgrade.
Comunque io ho sempre sostenuto che i punti più deboli di tutto
il castello edificato dalla V.U. non siano tanto il pentagono o
i crolli delle twin towers, ma l'identità dei dirottatori e,
più importante ancora, l'identità dei passeggeri.
In una ipotetica indagine secondo me, un dectetive avrebbe molte
ma molte probabilità indagando in quella direzione.
Sarebbe una indagine "difficile", ma secondo me ci sono delle "falle"
che possono portare a veri e propri indizi, se non prove.

"Nessuno ha il diritto di fare quel che desidera, ma tutto è organizzato per il meglio." (Antico decreto reale tolemaico)
cocis
Inviato: 11/1/2008 20:20  Aggiornato: 11/1/2008 20:47
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/1/2006
Da: V
Inviati: 1430
 Re: In America l’ “upgrade” porta sfortuna
bin laden è tornato

e ha minacciato la torre eiffel

e bush si è commosso e ha pianto al museo dell'olocausto benedicendo israele ...

bush ha indossato la casacca del pellegrino e ha visitato i luoghi di gesù

spettatore
Inviato: 11/1/2008 22:10  Aggiornato: 11/1/2008 22:10
Mi sento vacillare
Iscritto: 15/11/2004
Da:
Inviati: 883
 Re: In America l’ “upgrade” porta sfortuna
Diconsi 24 (ventiquattro) post e nemmeno l'ombra del debunker abituale. Dove sei finito? PULL IT la tua dignità e commenta! In altri momenti torme di comari col sangue agli occhi: "Le prove....le fonti....la virgola...antiamericani....negazionisti..."


Lo spettatore


P.S. Mazzucco...non li avrai per caso tutti bannati spero!

Citazione:
Non metterti a discutere con un idiota. La gente potrebbe non accorgersi della differenza.
starchild
Inviato: 11/1/2008 23:39  Aggiornato: 11/1/2008 23:44
Ho qualche dubbio
Iscritto: 26/1/2007
Da:
Inviati: 161
 Re: In America l’ “upgrade” porta sfortuna
Citazione:

In tema, c'è anche questo.


Dell'articolo che hai citato è bella la seguente frase:
Citazione:

E se qualche prova di ciò che dicono, una volta tanto, cominciassero a fornirla i cosiddetti “debunker”, invece di limitarsi a giocare di rimessa sulle indagini altrui e a citare come “auctoritates” individui e organizzazioni che di autorevole non hanno nulla, ma proprio nulla? Sembrerebbe così brutto?


In effetti è interessante notare come un sacco di persone libere da pregiudizi (cioè dal classico non è possibile che sia andata così) indaghino su un fatto portanto tonnellate di prove, indizi o, come in questo caso, coincidenze assurde e poi arriva il debunker di turno che "smonta" tutto senza però tappare i buchi evidenziati dal complottista (acciaio che fonde col kerosene in fiamme, torri che cadono quasi alla velocità della costante di gravità g=9.8 m/s e così via)

--------------------------------------------------------------------------------------------------
Perché il debunker oltre che Str...o è anche Pigro. Preferisce costruire la sua negazione su due elementi principali. Da una parte si fa forza del fatto che il tam tam mediatico inonda le menti più semplici con la sua verità fasulla ma Ufficiale, dall'altra lascia ai "complottisti" tutto lo sforzo di scardinare la sua costruzione. Così egli beato se ne sta acquattato aspettando che i tapini gli portino prove che quel che asserisce è una minchiata. Dopo di che lo stronzetto, con minimo sforzo, demolisce l'evidenza, anche con logica assurda, tanto a lui basta solo creare casino e confusione, instillare il dubbio.
Il Debunker non si preoccupa che la versione che lui appoggia sia logica e rispondente ai fatti, senza ombre. A costui basta solo ripetere a pappagallo la storia del governo e ogni tanto infilare qualche stoccata per tappare pericolosi buchi. Finché la situazione resterà tale sarà difficile svergognare i debunkers, però ogni passo è un gradino e se si va avanti credo che poi l'edificio crolli rovinosamente (a mo' di WTC :o))) È quel che mi auguro per il bene di tutti. [

Rickard
Inviato: 12/1/2008 0:32  Aggiornato: 12/1/2008 0:32
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 9/9/2007
Da: Un mondo pervaso di follia
Inviati: 1609
 Re: In America l’ “upgrade” porta sfortuna
Citazione:
Perché il debunker oltre che Str...o è anche Pigro. Preferisce costruire la sua negazione su due elementi principali. Da una parte si fa forza del fatto che il tam tam mediatico inonda le menti più semplici con la sua verità fasulla ma Ufficiale, dall'altra lascia ai "complottisti" tutto lo sforzo di scardinare la sua costruzione. Così egli beato se ne sta acquattato aspettando che i tapini gli portino prove che quel che asserisce è una minchiata. Dopo di che lo stronzetto, con minimo sforzo, demolisce l'evidenza, anche con logica assurda, tanto a lui basta solo creare casino e confusione, instillare il dubbio.
Il Debunker non si preoccupa che la versione che lui appoggia sia logica e rispondente ai fatti, senza ombre. A costui basta solo ripetere a pappagallo la storia del governo e ogni tanto infilare qualche stoccata per tappare pericolosi buchi. Finché la situazione resterà tale sarà difficile svergognare i debunkers, però ogni passo è un gradino e se si va avanti credo che poi l'edificio crolli rovinosamente (a mo' di WTC :o))) È quel che mi auguro per il bene di tutti.

Ora non generalizziamo, si devono evitare i discorsi del tipo tutti i debunker sono... Non servono a nulla se non a dare materiale sul quale lavorare ad individui che per malafede (perché in questo caso non si tratta di ignoranza o facile creduloneria alla VU ma di vera e propria malafede) sviano il discorso, non rispondono alle legittime domande postegli e cercano l'attacco personale (vi ricorda qualcuno questo modus operandi? ).
Non c'è alcun bisogno di svergognare i debunker, poiché chi di loro è in buonafede se messo davanti a tutto ciò che è stato raccolto finora sul 9/11 quantomeno riconsidererà le proprie posizioni riguardo l'assoluta veridicità della VU e chi di loro è in malafede ricorrerà alle solite fallacie.
Mentre con i primi si tratta di informare chi semplicemente ignora alcune informazioni con i secondi nessun tipo di dialogo è desiderabile poiché inutile esercizio di battibecco, botta-e-risposta e ricorso alle solite, risapute tattiche di fuorviamento del problema che si vorrebbe analizzare (chi vuole un esempio concreto delle suddette tattiche può andare a rivedere l'articolo Replica a Paolo Attivissimo e come rispondevano Paolo Attivissimo e Siredward).
Altrimenti qua e qua trovate altri ottimi esempi del debunker in malafede; gente che, almeno nella maggior parte delle occasioni, è meglio ignorare visto che non hanno nulla di interessante da dire.

La scienza non è nient'altro che una perversione se non ha come suo fine ultimo il miglioramento delle condizioni dell'umanità. - Nikola Tesla
erik
Inviato: 12/1/2008 1:21  Aggiornato: 12/1/2008 1:21
Mi sento vacillare
Iscritto: 1/10/2007
Da:
Inviati: 430
 Re: In America l’ “upgrade” porta sfortuna
Citazione:
Diconsi 24 (ventiquattro) post e nemmeno l'ombra del debunker abituale. Dove sei finito? PULL IT la tua dignità e commenta!


Se proprio insisti....

Ach.. questi komplottisten!

Thibault
Inviato: 12/1/2008 1:48  Aggiornato: 12/1/2008 1:48
Mi sento vacillare
Iscritto: 25/5/2006
Da: Un mondo folle
Inviati: 343
 Re: In America l’ “upgrade” porta sfortuna
Quanto tempo prima è stato fatto questo "upgrade" rispetto all'11 settembre?
A occhio mi sa durante il blackout di metà della torre, possibile?

E' una tranquilla notte di regime
K_Emerson
Inviato: 12/1/2008 9:05  Aggiornato: 12/1/2008 9:05
Mi sento vacillare
Iscritto: 26/12/2007
Da:
Inviati: 306
 Re: In America l’ “upgrade” porta sfortuna
Eh già... proprio notizie fresche fresche, queste ^__^

Freeman
Inviato: 12/1/2008 9:30  Aggiornato: 12/1/2008 11:02
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 31/7/2006
Da: NiggahCity
Inviati: 2092
 Re: In America l’ “upgrade” porta sfortuna
Citazione:
e bush si è commosso e ha pianto al museo dell'olocausto benedicendo israele ...

Sì, ha anche detto, tra le lacrime di coccodrillo ereditate dal nonno Prescott "avremmo dovuto bombardare Auschwitz"...
Bush è così, riesce a "ragionare" solo in termini di bombe.
Qualche rara volta che prova a sbattere le cose in faccia agli "alleati" israeliani, facendola un po' fuori dal vaso del lecchinaggio sionista, c'è sempre una Condomlizza pronta a passargli un bigliettino sotto banco con su scritto "shut up, you idiot!".
Eh sì, ai burattini ogni tanto bisogna ricordare chi comanda davvero...
[fine OT]

"Non siamo noi a trovare la Verità. È la Verità a trovare noi. Dobbiamo solo prepararci. Si può invitare un ospite che non si conosce? No. Ma si può mettere la casa in ordine, così che, quando l'ospite arriva, si è pronti a riceverlo e a conoscerlo".
Hammer
Inviato: 12/1/2008 11:25  Aggiornato: 12/1/2008 11:54
Ho qualche dubbio
Iscritto: 2/6/2006
Da:
Inviati: 66
 Re: In America l’ “upgrade” porta sfortuna
Beh Massimo,

dopo questo scoop, che guarda caso è riportato anche nel rapporto del NIST, i casi sono 2:

a) non hai mai letto il rapporto del NIST fino a ieri (quindi come ricercatore vali meno del mio cane)

b) lo avevi letto ma in questo articolo di guardi bene dal citare la fonte (quindi sei in malafede)

Mi spieghi, gentilmente?

E' una domanda semplice, Massimo, lo sapevi o no che il tuo scoop viene dal rapporto del NIST?

Rispondi.

Rickard
Inviato: 12/1/2008 12:44  Aggiornato: 12/1/2008 13:24
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 9/9/2007
Da: Un mondo pervaso di follia
Inviati: 1609
 Re: In America l’ “upgrade” porta sfortuna
Citazione:
Ach.. questi komplottisten!

Si può discutere quanto si vuole dei motivi percui Mazzucco ha postato questo articolo ora e non tempo fa, se ha o non ha letto il rapporto NIST e via dicendo.
Cionondimeno è sicuramente in malafede chi l'ha messa nei termini dell'articolo riportato da erik, dato che usa la vecchia tattica dello spostare l'attenzione su qualcos'altro, su di un finto problema mentre quello posto resta così senza irrisolto.
La questione centrale è:
Com'è possibile che, oltre al fatto che le twin towers erano costruite in modo da reggere a un impatto di aerei di quelle dimensioni, avendo addirittura rinforzato le sezioni di torre sui quali hanno impattato gli aerei sia stato proprio l'impatto degli aerei a provocare il crollo?
Da ricordare, infatti, che i debunker, per smontare la tesi di una demolizione controllata, hanno sempre insistito sul fatto che il crollo inizia proprio dove hanno impattato gli aerei, compromettendo quindi l'integrità strutturale.
Ma se proprio quei punti erano stati ulteriormente rinforzati come si spiega il crollo dovuto ad aerei?
Questa domanda resta senza risposta poiché chi ha scritto l'articolo di replica ha preferito sviare l'attenzione, deridere Mazzucco perché se ne accorge solo ora e stabilire senza appello che, dato che lo ha postato ora mentre circolerebbe da qualche anno questa è la prova definitiva di come Mazzucco sia uno psy-op.
Quindi, per ora a Mazzucco si può porre la legittima domanda riguardo a com'è che questi dati sulle torri rinforzate gli siano pervenuti solo ora, mentre il debunker è sicuramente in malafede, visto la tattica che utilizza nella sua replica.

Non scrivo questo per fare il difensore d'ufficio di Mazzucco, dico solo che l'attenzione non deve essere sviata dal problema reale.
Detto ciò effettivamente anch'io sono curioso di sapere come mai il fatto dei piani rinforzati sia arrivato in mano di Mazzucco solo ora.

La scienza non è nient'altro che una perversione se non ha come suo fine ultimo il miglioramento delle condizioni dell'umanità. - Nikola Tesla
LoneWolf58
Inviato: 12/1/2008 13:14  Aggiornato: 12/1/2008 13:14
Sono certo di non sapere
Iscritto: 12/11/2005
Da: Padova
Inviati: 4861
 Re: In America l’ “upgrade” porta sfortuna
Citazione:
Autore: Rick Inviato: 12/1/2008 12:44:20
Quoto al 100%.
Nella sostanza oltre al livello di sicurezza della progettazione iniziale è stato fatto un upgrade per migliorare la sicurezza specifica antincendio e nonostante ciò...
ma non è che l'upgrade l'ha fatto la μsoft... magari un certo bill?!
altrimenti non mi spiego il fatto... tubi dell'impianto antincendio che si tranciano e mandano in tilt tutto l'impianto protezioni antincendio che si sbriciolano e lasciano le colonne sprotette... e nessuno che paga?!... peggio che in Italia...

La storia, come un'idiota, meccanicamente si ripete. (Paul Morand)
Il problema, però, è che ci sono degli idioti che continuano a credere che la storia non si ripeta. (LoneWolf58)
K_Emerson
Inviato: 12/1/2008 13:54  Aggiornato: 12/1/2008 13:54
Mi sento vacillare
Iscritto: 26/12/2007
Da:
Inviati: 306
 Re: In America l’ “upgrade” porta sfortuna
Eh già, Lonewolf... non capisco proprio come un 757 a 800 all'ora possa tranciare dei tubi o distruggere delle protezioni antiincendio di tale spessore...

Curioso86
Inviato: 12/1/2008 14:06  Aggiornato: 12/1/2008 14:06
Ho qualche dubbio
Iscritto: 2/6/2006
Da: La terra che non c'è...Sicilia
Inviati: 162
 Re: In America l’ “upgrade” porta sfortuna
Quel governo made in Bush come tanti altri, per fare colpo in ogni parte del mondo sarebbe disposto a fare la qualuncue!!!
Quindi non meravigliamoci se pensiamo o leggiamo cose davvero vergognose.......pensieri del genere vengono spontanei.

Il mio sogno è che i miei quattro bambini possano vivere un giorno in una nazione dove non saranno giudicati dal colore della loro pelle ma dal contenuto del loro carattere.
Se un uomo non ha ancora scoperto qualcosa per cui morire non ha ancora inizi...
bubu7
Inviato: 12/1/2008 14:13  Aggiornato: 12/1/2008 14:13
Mi sento vacillare
Iscritto: 11/2/2007
Da: Tomania
Inviati: 528
 Re: In America l’ “upgrade” porta sfortuna
"he dalla buca in cui l’aereo non si trova sono usciti passaporti, bandana e testamenti senza nemmeno una bruciatura"

Sono ben indietro! Ma anche la bandana è stata accreditata ad un terrorista? Credevo che color rosso ed islam fossero incompatibili. Ho letto che questi terroristi kamikaze indossano una bandana verde, colore della loro fede o fazione. O sbaglio. Andrò a cercarmi l'articolo.
Ottimo articolo.

Lui che offrì la faccia al vento la gola al vino e mai un pensiero non al denaro, non all'amore né al cielo.

Fabrizio De Andrè
Teba
Inviato: 12/1/2008 14:19  Aggiornato: 12/1/2008 14:19
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 14/9/2007
Da:
Inviati: 1846
 Re: In America l’ “upgrade” porta sfortuna
Anch'io quoto Rick.
Infatti: K_Emerson dice: "non capisco proprio come un 757 a 800 all'ora possa tranciare dei tubi o distruggere delle protezioni antiincendio di tale spessore..."...sviando nuovamente dal nocciolo della questione.

^____^

erik
Inviato: 12/1/2008 14:30  Aggiornato: 12/1/2008 14:30
Mi sento vacillare
Iscritto: 1/10/2007
Da:
Inviati: 430
 Re: In America l’ “upgrade” porta sfortuna
Anche Lonewolf quotava Rick ma ciò non gli ha impedito di scrivere:
Citazione:
Nella sostanza oltre al livello di sicurezza della progettazione iniziale è stato fatto un upgrade per migliorare la sicurezza specifica antincendio e nonostante ciò...

Come dire: non capisco come il conducente dell'auto sia stato ucciso dall'impatto frontale col Tir, dato che indossava le regolari cinture di sicurezza...

Thibault
Inviato: 12/1/2008 15:34  Aggiornato: 12/1/2008 15:34
Mi sento vacillare
Iscritto: 25/5/2006
Da: Un mondo folle
Inviati: 343
 Re: In America l’ “upgrade” porta sfortuna
Citazione:
Come dire: non capisco come il conducente dell'auto sia stato ucciso dall'impatto frontale col Tir, dato che indossava le regolari cinture di sicurezza...

A voler essere più precisi come esempio dovrebbe essere del tipo: "Non capisco come quel guard rail sia ceduto nello schianto del tir visto che era stato progettato apposta per reggerne l'urto, e in quel tratto era stato pure rafforzato"

E' una tranquilla notte di regime
LoneWolf58
Inviato: 12/1/2008 15:45  Aggiornato: 12/1/2008 15:45
Sono certo di non sapere
Iscritto: 12/11/2005
Da: Padova
Inviati: 4861
 Re: In America l’ “upgrade” porta sfortuna
Citazione:
A voler essere più precisi come esempio dovrebbe essere del tipo: "Non capisco come quel guard rail sia ceduto nello schianto del tir visto che era stato progettato apposta per reggerne l'urto, e in quel tratto era stato pure rafforzato"
Ecco... grazie Thibault cominciavo a credere di non essere più in grado di scrivere in italiano...
Come se gli impianti fissi a sprinkle non fossero partizionati e duplicati proprio per evitare eventi accidentali (rotture, guasti etc...) e che il sistema fosse già progettato per l'impatto di un aereo...

La storia, come un'idiota, meccanicamente si ripete. (Paul Morand)
Il problema, però, è che ci sono degli idioti che continuano a credere che la storia non si ripeta. (LoneWolf58)
DrHouse
Inviato: 12/1/2008 15:46  Aggiornato: 12/1/2008 16:58
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 30/11/2007
Da:
Inviati: 2394
 Re: In America l’ “upgrade” porta sfortuna
Citazione:

non hai mai letto il rapporto del NIST fino a ieri (quindi come ricercatore vali meno del mio cane)

I debunker sono tutti uguali. Io ho studiato per decenni il caso Kennedy e vi posso assicurare che anche lì la tattica è sempre stata la stessa usata oggi dai debunker del 911: spostare il focus su particolari e dettagli che, presi da soli, sono insignificanti, per sviare l'attenzione dal quadro generale. Quando poi manca una risposta convincente anche per sostenere un dibattito, viene sempre in soccorso un'ultima arma: l'offesa e la denigrazione dell'avversario. Se qualcuno conosce il blog di Diego Verdegiglio, sa di che cosa sto parlando.

Studiando i debunker, si scopre che essi si dividono sostanzialmente in tre categorie:
1. quelli che credono sinceramente alla tesi ufficiale e la difendono con convinzione. Questa è l'unica categoria con cui io vi suggerirei di dibattere seriamente. Sono aperti al confronto e, per quanto possano spesso arroccarsi su tesi o posizioni indifendibili, meritano comunque rispetto. Purtroppo sono una minoranza.
2. quelli che difendono la tesi ufficiale perché qualcuno ha chiesto loro di farlo o li paga per farlo. Questa categoria è costituita per lo più da giornalisti o personaggi del mondo della cultura. Si tratta anche in questo caso di una minoranza, che però, rispetto al primo gruppo, gode di una certa notorietà ed è in grado di veicolare le proprie tesi a un'ampia fascia della popolazione grazie a TV, giornali o riviste a larga diffusione.
3. quelli che sostengono la tesi ufficiale per difendere in realtà l'America come vera e propria religione (cosa che ovviamente non ammetteranno mai, dato che ideologia e religione sono per loro sempre un attributo degli altri. Intelligenza, lucidità, approccio razionale, oggettività sono ovviamente qualità che essi vedono esclusivamente in se stessi e in quelli che la pensano come loro). È a questo gruppo che appartiene la maggior parte dei debunker del 911. La loro difesa della versione ufficiale è in realtà una difesa a priori: la loro unilaterale visione del mondo non permette loro di accettare che l'America, il Paese che hanno elevato a modello assoluto e indiscutibile di pensiero, di cultura e di democrazia, sia in grado di uccidere il proprio presidente o di uccidere più di 3000 persone in un attentato facendo ricadere la colpa su terroristi islamici per giustificare una guerra permanente e la limitazione delle libertà personali e civili. Si tratta insomma di fanatici, di veri e propri integralisti che, alla stregua di tutti gli altri integralisti, non ammettono verità diverse dalla loro: per questo si affannano tanto ad attaccare teorie di cospirazione, complotti, scie chimiche e qualunque altra accusa che veda coinvolto il governo americano o anche semplicemente il modello americano. Ammettere anche una sola di queste verità significherebbe per loro di fatto veder crollare il castello di carta su cui si fonda il loro credo. A ben guardare, dunque, i debunker che appartengono a questa categoria non difendono né la tesi ufficiale in sé, né l'America in sé: difendono piuttosto se stessi dal crollo del mito al quale hanno aggrappato la loro esistenza. Difendono il loro Dio per salvarsi dall'inevitabile nichilismo che seguirebbe alla sua caduta. Insomma, un po' la stessa cosa che è successa a molti comunisti qualche decennio fa quando è crollato il muro di Berlino.

Chi ha voglia e tempo da perdere per dibattere con questo tipo di debunker, è ovviamente libero di farlo. Consideri, però, che sta dibattendo con dei fanatici.

E dopo 10 anni, siamo a discutere se il Volo 77 è arrivato proprio lungo questa linea, o piuttosto è arrivato due metri più a sinistra, o due metri più a destra? (Perle complottiste)
ReBaS
Inviato: 12/1/2008 15:59  Aggiornato: 12/1/2008 16:00
Ho qualche dubbio
Iscritto: 5/1/2006
Da: TORINO
Inviati: 64
 Re: In America l’ “upgrade” porta sfortuna
come si suol dire: "non c'è peggior anti cospirazionista, di chi non vuol far coincidere...

...Non è vero ciò che è vero, ma è vero ciò che piace...
shm
Inviato: 12/1/2008 16:42  Aggiornato: 12/1/2008 16:42
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 17/8/2007
Da: perugia
Inviati: 1802
 Re: In America l’ “upgrade” porta sfortuna
Dr House:

credo che i debunker" italiani più famigerati appartengano anche alla 2a categoria...

Ma questa è una mia opinione...

Facendo qualche ricerca sul web e dagli ultimi forum aperti nei loro fake-blog se ne può vedere un'impronta chiara...

“Se un ebreo ortodosso mi considera "immondo" o mi saluta per primo per non dover essere costretto a rispondere al mio saluto, la cosa non preoccupa più di tanto.” (John)
9/11 anomalies
Freeman
Inviato: 12/1/2008 17:08  Aggiornato: 12/1/2008 17:09
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 31/7/2006
Da: NiggahCity
Inviati: 2092
 Re: In America l’ “upgrade” porta sfortuna
@DrHouse:
la categoria 2 non è incompatibile con la 3, anzi da quel che leggo in giro spesso vi si sovrappone: molti soloni, persone più o meno in vista ed eminenti (diciamo VIP), trai i debunker o difensori a priori delle c.d. "versioni ufficiali", nell'arringare le folle dei loro adepti dai palchi virtuali (siano essi colonne di giornale o blog) fanno leva sul presunto antiamericanismo / negazionismo dei "complottisti". Se esamini bene, è quasi una costante, ed è tipica di chi è in malafede ed a corto di argomenti.
Inoltre, il popolino vuole pappine semplici da digerire, vuole capire subito chi sono i buoni e chi i cattivi, e dare dell'antisemita o dell'antiamericano, in un occidente fondato sulla religione dell'olocausto e sul mito dei Miricani salvatori del mondo, è un'ottima scorciatoia per far finire i "complottisti" sulla lavagna dei cattivi.
Fortunatamente, a dispetto del wishful thinking negativo di questi attivissimi signori, le persone che stanno aprendo gli occhi contro i ciechi di professione sono sempre più: mi danno un minimo di speranza, per il futuro dei nostri figli.
Ma solo un minimo, ahimé.

"Non siamo noi a trovare la Verità. È la Verità a trovare noi. Dobbiamo solo prepararci. Si può invitare un ospite che non si conosce? No. Ma si può mettere la casa in ordine, così che, quando l'ospite arriva, si è pronti a riceverlo e a conoscerlo".
locolo
Inviato: 12/1/2008 17:25  Aggiornato: 12/1/2008 17:25
So tutto
Iscritto: 2/7/2007
Da: Lima Peru
Inviati: 7
 Re: In America l’ “upgrade” porta sfortuna
complimenti per l'articolo..

mi sono sempre chiesto...

ma le persone che erano registrate su questi aerei dove sono finite??

se erano aerei telecomandati e senza finestrini, come si potrebbe dedurre dal tipo di aereo che si e schiantato sulla seconda torre, le persone che sarebbero duvute essere a bordo che fine hanno fatto??

e quelle che erano sul volo del Pentagono, ma i resti di queste persone ci sono, oppure si sono polverizzati, e nelle bare cosa hanno messo?

edo
Inviato: 12/1/2008 18:47  Aggiornato: 12/1/2008 18:47
Sono certo di non sapere
Iscritto: 9/2/2006
Da: casa
Inviati: 4529
 Re: In America l’ “upgrade” porta sfortuna
Citazione:
ma le persone che erano registrate su questi aerei dove sono finite??
QUI qualche risposta ma sopratutto molte domande!

Citazione:
quelle che erano sul volo del Pentagono, ma i resti di queste persone ci sono, oppure si sono polverizzati, e nelle bare cosa hanno messo?


se hai la possibilità di rivedere lo speciale TG1 "P come pentagono M come mistero", sentirai dalla viva voce di un parente, cosa gli è stato consegnato: una cassetta chiusa che puzzava di cherosene (ma il cherosene non era bruciato tutto nell'impatto, "vaporizzando" addirittura!!!! l'aereo????).

Sarebbe interessante riaprire oggi quelle cassette per vedere se contengono qualche briciola di materiale organico e sopratutto per verificare a chi appartenga realmente!

Hammer
Inviato: 12/1/2008 20:01  Aggiornato: 12/1/2008 20:01
Ho qualche dubbio
Iscritto: 2/6/2006
Da:
Inviati: 66
 Re: In America l’ “upgrade” porta sfortuna
Massimo, ci sei? Perchè non rispondi?

Dai, non lasciare la mia curiosità senza una risposta: lo sapevi o no che la tua grande scoperta è scritta nero su bianco nel rapporto NIST?

Attendo fiducioso una risposta.

DrHouse
Inviato: 12/1/2008 20:01  Aggiornato: 12/1/2008 20:01
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 30/11/2007
Da:
Inviati: 2394
 Re: In America l’ “upgrade” porta sfortuna
Citazione:

Dr House:
credo che i debunker" italiani più famigerati appartengano anche alla 2a categoria...
Ma questa è una mia opinione...
Facendo qualche ricerca sul web e dagli ultimi forum aperti nei loro fake-blog se ne può vedere un'impronta chiara...

shm, è possibile. Non lo escludo e non ne rimarrei sorpreso più di tanto se un giorno venisse provato. Ma siccome non posso neanche affermarlo, non lo affermo. Per essere più esplicito, quando parlo della seconda categoria mi riferisco a gente come Umberto Eco (membro dell'Aspen Institute, la nuova massoneria a cielo aperto, un'associazione apparentemente innocua "dedicata alla discussione, all’approfondimento e allo scambio di conoscenze", che però vanta stranamente strettissimi legami con i più alti organismi militari e decisionali del mondo, tra cui anche il PNAC) o gente come Massimo Teodori o Paolo Mieli (membri della Fondazione Italia-Usa). Si tratta di personaggi noti al pubblico, giornalisti, politici, intellettuali, quasi sempre molto rispettati. Questi debunker si differenziano dagli altri perché hanno contatti e ramificazioni profonde con i centri di potere e con i mezzi di diffusione delle notizie. Più che attraverso i blog, parlano soprattutto attraverso i media tradizionali e raggiungono quindi un pubblico molto più vasto. Personalmente ritengo più che plausibile che agiscano su input se non, addirittura, per interesse personale.

Non sono sicuro, invece, che la stessa cosa si possa dire sempre dei vari Paolo Attivissimo e delle accolite di fanatici filo-americani che popolano i loro blog. Posso sbagliarmi, naturalmente, ma questo tipo di debunker non mi pare abbia il profilo dell'agente infiltrato della CIA (sebbene non possa escludere che qualcuno di loro lo sia veramente). Mi paiono piuttosto dei talebani a stelle e strisce, sudditi più realisti del re, tanto che difendono il mito americano con più accanimento di tanti veri americani, che oggi cominciano anzi ad avere molti dubbi sulla versione ufficiale e sulle verità dei loro media. Loro no, mai un dubbio, mai l'ombra di un sospetto, tutto sempre chiaro come il sole. Non escludo che possano ricevere "dritte" dall'alto o che, in qualche caso, nascondano infiltrati del secondo gruppo: ma questo, secondo me, non deve indurci nell'errore di confondere i veri veicolatori di menzogne con semplici integralisti del mito americano.

Personalmente (ma è chiaro che si tratta di un'opinione assolutamente soggettiva), ritengo utile dibattere con la prima e più che doveroso rispondere con forza alla seconda categoria di debunker. Giudico invece una completa perdita di tempo discutere con la terza.

E dopo 10 anni, siamo a discutere se il Volo 77 è arrivato proprio lungo questa linea, o piuttosto è arrivato due metri più a sinistra, o due metri più a destra? (Perle complottiste)
shm
Inviato: 12/1/2008 20:28  Aggiornato: 12/1/2008 20:36
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 17/8/2007
Da: perugia
Inviati: 1802
 Re: In America l’ “upgrade” porta sfortuna
Dr House

""Loro no, mai un dubbio, mai l'ombra di un sospetto, tutto sempre chiaro come il sole.""


Il problema è uno solo: questa gente che releghi alla seconda categoria, fa solo confusione!

Hanno preso per imbecilli per anni chi gli avesse detto che simili incendi non potevano causare il crollo del WTC7, insieme alle fritt...issime pesant...issime macerie.

Cavallo di battaglia utilizzato: il carburante che bruciava dai generatori della Con-ed all'interno del WTC7

NIST, qualche giorno fa:

"Il NIST spiega che l'ipotesi su cui ha lavorato è quella che il cedimento critico iniziale sia stato determinato dagli incendi che hanno interessato l'edificio, escludendo che in questa fase abbia avuto incidenza il combustibile liquido presente nelle condutture o nei serbatoi di riserva alloggiati nel grattacielo."

(questo l'ha scritto John e ne ho fatto un post qui: http://debunkerfakeblog.blogspot.com/2007/12/fake-blog-undicisettembre-john-ci-prova.html)

Allora che credibilità può avere una persona che per anni ti gira in tondo, e poi viene smentita attarverso gli stessi apostoli che scrivono i loro stessi vangeli? Che cercano di propinarti balle e agli altri che ne sanno meno, raccontano storie mai provate...

Non sono convinto che navighino nella chiarezza, anzi!

Certo ti seguo nel discorso, una parola di Umberto Eco non è nemmeno da mettere a confronto con certi... giornalisti...

Internet è monitorato costantemente...

Questi personaggi fungono soltanto da catalizzatori e per la legge delle probababilità su 100 che seguono la vicenda, 20 credono alla Versione Ufficiale...

Quel 20 % moltiplicato per il coefficiente "mass-media" diventa consenso...



PS
...entro in OT per un secondo ma volevo far ridere anche gli altri. Sto sentendo SKYTG24, parla il "mortadella" serio serio, sul palco, dritto, sopraciglia inarcate:
"Biscogna scmettere d'ironizzare sull'Italia!"

EDIT: ho virgolettato l'affermazione all'inizio per chiarezza

“Se un ebreo ortodosso mi considera "immondo" o mi saluta per primo per non dover essere costretto a rispondere al mio saluto, la cosa non preoccupa più di tanto.” (John)
9/11 anomalies
Redazione
Inviato: 12/1/2008 20:31  Aggiornato: 12/1/2008 20:34
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: In America l’ “upgrade” porta sfortuna
HAMMER: Come al solito, qui "in malafede" c'è soltanto il tuo cervello.

Io non ho fatto nessuno scoop, ho parlato di un articolo nel quale l'autore illustra al mondo quello che lui stesso dice stare nel rapporto NIST.

E se tu lo avevi "già letto", perchè non hai detto nulla al mondo, e hai aspettato che lo scoprisse l'autore di quell'articolo? Almeno così lo facevi tu lo scoop, no?

Invece ve ne state tutti zitti, con la coda di paglia, sperando che nessuno si accorga di queste cose, e poi quando qualcuno le scopre dite "uff, ma è roba vecchia!".

Vecchia o nuova, caro HAMMER, i piani che sono poi crollati sono proprio quelli che erano stati "upgraded", questo è quello che conta.

Ti avviso che sono letteralmente stufo di questi "attacchini personali" (gli attacchi veri sono un'altra cosa) gratuiti, ripetitivi e ben poco costruttivi, e che la mia pazienza in questi casi è estremanente limitata.

Almeno aveste qualcosa di sensato da dire, ogni tanto.

shm
Inviato: 12/1/2008 20:39  Aggiornato: 12/1/2008 20:39
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 17/8/2007
Da: perugia
Inviati: 1802
 Re: In America l’ “upgrade” porta sfortuna
le uniche cose che hanno da commentare sono i trattamenti a pesci in faccia riservati ad esimi prof. come Antonio Caracciolo, che entrano per sbaglio nei loro F-B...

Ma meglio non parlarne, non voglio sollevare... "zone grigie"!

“Se un ebreo ortodosso mi considera "immondo" o mi saluta per primo per non dover essere costretto a rispondere al mio saluto, la cosa non preoccupa più di tanto.” (John)
9/11 anomalies
Hammer
Inviato: 12/1/2008 20:55  Aggiornato: 12/1/2008 22:00
Ho qualche dubbio
Iscritto: 2/6/2006
Da:
Inviati: 66
 Re: In America l’ “upgrade” porta sfortuna
Ciao Massimo,

noto che quando vieni colto in castagna diventi cattivo e si sente uno strano rumore di unghie sugli specchi.

Sei distratto come al solito, infatti su Undicisettembre quel dettaglio c'è da più di un anno in un articolo di Enrico.

http://undicisettembre.blogspot.com/2006/11/protezione-antincendio-nel-world-trade.html

Non solo, sempre nel novembre del 2006 Enrico aveva scritto la stessa cosa proprio qui su Luogocomune.

Quindi rimangiati i tuoi commenti sulla coda di paglia. Sei un po' troppo acido oggi? Forse sei conscio della figura da peracottaro rimediata.

Ciò detto mi spieghi quale novità avresti tirato fuori?

Adesso spiegami anche gentilmente perchè il tuo articolo non menziona il fatto che la fonte è il NIST.

Ciao caro... e datti una calmata, la tua credibilità (residua) ne guadagnerebbe.

Teba
Inviato: 12/1/2008 21:19  Aggiornato: 12/1/2008 21:21
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 14/9/2007
Da:
Inviati: 1846
 Re: In America l’ “upgrade” porta sfortuna
Ciao Hammer,

ero interessato a sapere qual'è il tuo parere sul CONTENUTO dell'articolo.

Il fatto che l'upgrade sia stato fatto in qui piani delle torri...
Cosa ne pensi insomma di questo upgrade?
GRazie, ciao.

meccanico
Inviato: 12/1/2008 21:40  Aggiornato: 12/1/2008 21:40
So tutto
Iscritto: 21/12/2007
Da:
Inviati: 15
 Re: In America l’ “upgrade” porta sfortuna
Questi scontri personali non li capisco ,io queste notizie le ho conosciute grazie a questo articolo se girano da anni poco importa e' la verita' che bisogna apprendere , eliminiamo la storia come materia di studio sono cose gia' dette ,di certo la medaglia al merito a Mazzucco non la consegno ma lo ringrazio per l' impegno delle sue ricerche anche se non sono fresche appena partorite .

Pyter
Inviato: 12/1/2008 21:46  Aggiornato: 12/1/2008 21:46
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/9/2006
Da: Sidonia Novordo
Inviati: 6250
 Re: In America l’ “upgrade” porta sfortuna
HAMMER,
ti segnalo un'altra inesattezza dell'articolo, a riprova che la credibilità
del NOSTRO Mazzucco è ormai un ricordo lontano e sbiadito.

CITO
“Sai com’è – avranno pensato – con l’estate che si avvicina (era settembre), metti che un tizzone dalla Sardegna in fiamme mi schizza fino a qui, e magari mi incendia la moquette di materiale ignifugo... ora che ce ne accorgiamo la Torre è bell’e andata! Meglio prevenire che combattere.“

In Sardegna in quel periodo non c'erano incendi...se ci fossero stati avrebbe interessato i sughereti e noi sappiamo che ci vuole una forza sovrumana per spingere un legno leggero come il sughero fino a New York.
Oltretutto ciò sarebbe possibile, come sappiamo dalla fisica del Nist,solo dal Portogallo,molto più vicino della Sardegna. Se il tizzone fosse partito da Palos, ad agosto,sarebbe arrivato a San Salvador il 12 OTTOBRE e grazie ad alcune correzioni di rotta apportate da Osama dall'interno della grotta in AFGHANISTAN sarebbe potuto precipitare in tempo l'undici di Settembre.

E' chiaro quindi che Mazzucco mente e confonde le acque, e siccome mente io credo che Gaetano Bresci non sia responsabile dell'assassinio di Umberto I. Ne consegue che Mussolini non c'entra niente
con lo spiacevole incidente occorso a Matteotti e che gli incendi della California sono veramente opera di Osama, essendoci finiti tutti i tizzoni che hanno mancato le Twin Towers e che sono tornati indietro come boomerang dopo aver fatto il giro della Terra in 2000 giorni.

"Nessuno ha il diritto di fare quel che desidera, ma tutto è organizzato per il meglio." (Antico decreto reale tolemaico)
shm
Inviato: 12/1/2008 22:08  Aggiornato: 12/1/2008 22:08
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 17/8/2007
Da: perugia
Inviati: 1802
 Re: In America l’ “upgrade” porta sfortuna
Hammer:

"Nel 1999 venne presa la decisione di portare progressivamente i vari piani a questo livello di protezione, utilizzando la pasta Blaze-Shield II. Fra il 1995 e il 2001, 18 piani del WTC1 e 13 piani del WTC2 furono portati a questo livello di protezione.

Nel WTC1, fra questi 18 piani c'erano anche quelli coinvolti nell'impatto e nei successivi incendi, mentre nel WTC2 i piani colpiti non erano stati portati a questo livello di protezione."

...se ti riferisci a questo spezzone del link che hai postato, hai ragione a metà!

"...nel Wtc2 i piani colpiti, non erano stati portati a questo livello di protezione!!!"

L'avevi letto il link prima di inviarlo o ti sei fidato di Henry62, sulla parola?!

Bè, ora che lo sapete dovreste correggerlo e aggiornarlo l'articolo di Henry62, così è incompleto!

Infatti:

"Per la precisione, si tratterebbe di diversi piani isolati, dal 78° in su, per la Torre Sud, e di un blocco compatto di piani, proprio al livello del 92°, per la Torre Nord. (In viola i piani “upgraded”, in arancione-grigio le zone di impatto-crollo)."

E' già la seconda volta che il NIST vi porta sfiga, in poco tempo!

Comunque:

"Ma quali sono i piani recentemente “upgraded” contro il fuoco? Una serie di piani qualunque? No, altrimenti che coincidenza sarebbe? Secondo l’articolo pubblicato su 911Blogger, Another amazing coincidence related to the WTC”, si tratterebbe proprio dei piani colpiti dagli aerei, ovvero quelli dove in seguito è iniziato il crollo."

Nel link (che è fatto per essere letto, come ho fatto io con quello che hai postato!) il NIST è richiamato 5 volte... senza contare i rapporti governativi!

La cosa più sconcertante invece è che nel paragrafo dell'argomento trattato da Henry62: strutture dei piani (floor),

- il NIST non è mai richiamato!
- nessun link in vista è presente sulle informazioni riportate! (neanche a fine articolo... )

Hammer mi dici che sarebbe successo se uno vi avesse fatto la domanda specifica???!!!!!!

Rispondo io!

Avreste fatto come hai fatto tu! Avresti offerto un link ad un articolo incompleto!

Oltretutto vecchio!

“Se un ebreo ortodosso mi considera "immondo" o mi saluta per primo per non dover essere costretto a rispondere al mio saluto, la cosa non preoccupa più di tanto.” (John)
9/11 anomalies
schottolo
Inviato: 12/1/2008 22:41  Aggiornato: 12/1/2008 22:41
Mi sento vacillare
Iscritto: 12/7/2007
Da:
Inviati: 772
 Re: In America l’ “upgrade” porta sfortuna
Ma voi debunker non vi smentite mai? sempre a cercare di spostare il problema su dettagli insignificanti.

Facendo il gioco sporco non dimostrerete un bel niente se non quello di rendervi ridicoli.

Parlando di cose serie,vorrei intanto capire come la definite "voi" questa coincidenza dei piani che sono stati ristrutturati contro gli incendi,proprio nei punti in cui sono poi andati a schiantarsi gli aerei..

Fra l'altro (sempre in tema di ristrutturazioni sospette)si nota la stessa coincidenza al pentagono,l’ala ovest colpita era semi-vuota perché da tempo interessata da lavori di ristrutturazione..

LoneWolf58
Inviato: 12/1/2008 22:43  Aggiornato: 12/1/2008 22:43
Sono certo di non sapere
Iscritto: 12/11/2005
Da: Padova
Inviati: 4861
 Re: In America l’ “upgrade” porta sfortuna
E' veramente curioso.
Invece di chiedersi come mai i lavori di upgrade non hanno sortito alcun effetto... criticano M.M. perchè non l'aveva scoperto prima
altroché fiera dell'assurdo

La storia, come un'idiota, meccanicamente si ripete. (Paul Morand)
Il problema, però, è che ci sono degli idioti che continuano a credere che la storia non si ripeta. (LoneWolf58)
DrHouse
Inviato: 12/1/2008 22:51  Aggiornato: 12/1/2008 23:14
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 30/11/2007
Da:
Inviati: 2394
 Re: In America l’ “upgrade” porta sfortuna
Citazione:

Certo ti seguo nel discorso, una parola di Umberto Eco non è nemmeno da mettere a confronto con certi... giornalisti...
Internet è monitorato costantemente...
Questi personaggi fungono soltanto da catalizzatori e per la legge delle probababilità su 100 che seguono la vicenda, 20 credono alla Versione Ufficiale...
Quel 20 % moltiplicato per il coefficiente "mass-media" diventa consenso...

Boh, non lo so se la cosa funziona proprio come dici tu. Quello che volevo dirti è che, se la maggioranza della gente crede ancora alla versione ufficiale, non credo si debba al blog undicisettembre (ma quanti credi lo conoscano e lo leggano?), ma al fatto che i principali media continuano a bombardarci con le loro menzogne e alcuni personaggi di spicco, come Eco, Teodori e vari editorialisti del Corriere della serva, hanno speso parole contro i complottisti. Purtroppo, caro mio, Internet, per quanto in crescita, non è ancora il principale strumento di informazione per la maggioranza della popolazione (altrimenti, chissà, magari oggi Ron Paul starebbe vincendo a mani basse le primarie del GOP). Ancor oggi, purtroppo, una parola di Eco ha un peso 1000 volte superiore a quella di Paolo Attivissimo, almeno per i più. Ti assicuro che ci sono moltissimi intellettuali, giornalisti e politici, negli USA come in Italia, che non credono affatto alla versione ufficiale. Ma non parlano per paura di essere "oscurati" e di pagare con la carriera.

Complimenti per il tuo ultimo post. La tua preparazione sull'argomento è davvero eccellente. Ad ogni modo, ricordati di quello che ho scritto prima: occhio a non cadere nel loro tranello. Non lasciarti mai trascinare su dettagli o aspetti secondari perdendo di vista il quadro generale. Per quanto mi riguarda, poco mi importa se Mazzucco ha fatto o non ha fatto uno scoop. E chi se ne frega? In tutta questa vicenda, è un particolare che non potrebbe essere più irrilevante. Anche l'upgrade dei piani colpiti dagli aerei potrebbe essere effettivamente una coincidenza. Certo, è possibile. E allora? Questo chiarisce forse le centinaia di altre strane coincidenze che puntano tutte nella stessa direzione? Di nuovo: quello che conta è il quadro generale, non i mille particolari e dettagli di una vicenda complessa come l'attentato alle torre gemelle.

Un saluto

E dopo 10 anni, siamo a discutere se il Volo 77 è arrivato proprio lungo questa linea, o piuttosto è arrivato due metri più a sinistra, o due metri più a destra? (Perle complottiste)
erik
Inviato: 12/1/2008 22:57  Aggiornato: 12/1/2008 22:57
Mi sento vacillare
Iscritto: 1/10/2007
Da:
Inviati: 430
 Re: In America l’ “upgrade” porta sfortuna
Lonewolf, a me sembra che fai finta di non capire...
Secondo te il rinforzo della protezione anticendio era semplicemente fatto per resistere agli incendi, oppure era progettato per non rompersi nel caso che un aereo lo attraversasse? (e che è, lo scheletro in adamantio di Wolverine?).
Parlando di coincidenze, io potrei trovare strano se fossero stati rinforzati SOLO i piani successivamente colpiti. Altrimenti si fa del cabalismo, come quelli che anagrammano le centurie di Nostradamus e ci scoprono le profezie sull'11/9... lasciando fuori appena due o tre lettere! Che coincidenza straordinaria!

Hammer
Inviato: 12/1/2008 22:58  Aggiornato: 12/1/2008 22:58
Ho qualche dubbio
Iscritto: 2/6/2006
Da:
Inviati: 66
 Re: In America l’ “upgrade” porta sfortuna
Shm,

invece di dire la prima idizia che ti passa per il cervello ti faccio notare una cosina....

I piani upgradati della Torre Sud (WTC2) sono il 77°-78°, poi niente fino al 88°-89° e altri piani isolati soprastanti.

Dove colpisce la cabina dell'aereo?

All' 81° piano, proprio in mezzo al blocco di piani che vanno dal 79° al 87° che non erano stati upgradati!

Credo che 87 si anche il numero di buone occasioni di stare zitto che hai perso.

LoneWolf58
Inviato: 12/1/2008 23:37  Aggiornato: 12/1/2008 23:37
Sono certo di non sapere
Iscritto: 12/11/2005
Da: Padova
Inviati: 4861
 Re: In America l’ “upgrade” porta sfortuna
Citazione:
Autore: erik Inviato: 12/1/2008 22:57:09

Lonewolf, a me sembra che fai finta di non capire...
Secondo te il rinforzo della protezione anticendio era semplicemente fatto per resistere agli incendi, oppure era progettato per non rompersi nel caso che un aereo lo attraversasse? (e che è, lo scheletro in adamantio di Wolverine?).
Beh anche te a volte non scherzi...
se non erro trattasi di upgrade...
se non erro l'edificio era già stato costruito per resistere all'impatto di un aereo (anche se più piccolo)... e che quindi l'impatto di un aereo è una probabilità da tenersi in considerazione ai fini della sicurezza...
se non erro nessuno è stato incriminato per i lavori eseguiti male...
Allora secondo te l'impianto antincendio di un grattacielo è progettato per spegnere solo incendi causati da un mozzicone di sigaretta? ed è realistico che gli aerei tagliassero tutti i tubi dell'impianto fisso a pioggia?!... sei liberissimo di crederlo.
Ma io se già non ci credevo prima al crollo spontaneo... ora che ho saputo dell'upgrade... ci credo ancora meno.

La storia, come un'idiota, meccanicamente si ripete. (Paul Morand)
Il problema, però, è che ci sono degli idioti che continuano a credere che la storia non si ripeta. (LoneWolf58)
shm
Inviato: 12/1/2008 23:38  Aggiornato: 12/1/2008 23:38
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 17/8/2007
Da: perugia
Inviati: 1802
 Re: In America l’ “upgrade” porta sfortuna
...invece di copiare pedissequamente gli articoli come un pecorone perchè non spieghi per quale motivo Henry62 non riporti nessuna fonte nell'articolo che hai postato qui???

Questa è manipolazione!!!

nessuno può verificare quello che dice il binomio henry62-hammer!

Questo è un dato di fatto!

Ora tu (...henry62!!!) scrivi (...scrivete!!!) che:

"I piani upgradati della Torre Sud (WTC2) sono il 77°-78°, poi niente fino al 88°-89° e altri piani isolati soprastanti."

Questo non l'hai scritto tu, l'ha scritto Henry62 dal fake-blog in cui è relegato:
http://11-settembre.blogspot.com/2008/01/ach-questi-komplottisten.html

In tempi record!!! Da vero psicopatico...!

E tu copi (come un pecorone) senza esserti documentato e fai affidamento ciecamente su Henry62.

Benissimo!!!

Sopra è stato postato un pezzo dell'articolo di Mazzucco che ho riportato:

"Per la precisione, si tratterebbe di diversi piani isolati, dal 78° in su, per la Torre Sud, e di un blocco compatto di piani, proprio al livello del 92°, per la Torre Nord. (In viola i piani “upgraded”, in arancione-grigio le zone di impatto-crollo)."

78° piano!

Voi "debunker" italiani ammettete che poi l'upgraded ricomincia dall'88°-89° piano...

Qualche fonte, macchè...

Fortuna ci ha pensato il sig. Mazzucco!!!

Il post che avete scritto è vecchio!!!!

Henry62, invece convinto biascica ste sciocchezze:

"Fra tutti i commenti segnalo quello di Shm, particolarmente ridicolo, perchè fidandosi di quello che ha scritto Mazzucco, incappa in un errore di quelli notevoli." (henry62)

Si viene a sapere invece di tutte le stupidaggini buttate lì da voi per gettare fumo negli occhi che:

"NCSTAR 1-6A (table 4-2, p 45) lists floor 85 as an upgraded floor as well. Could it be that certain areas within floors 79 to 84 were upgraded also, and not reported because the floors were not fully upgraded?"

C'è la fonte!!!

C'è un piano che non è l'88° e nemmeno (speravate ancora più su eh?!!!) l'89°...

C'è anche un dubbio che i piani inferiori non abbiano terminato di ricevere l'"upgrade"!!!

Se il piano colpito è l'81°mo siamo di fronte ad una coincidenza riportante una simmetria ambigua...

Il piano che sarebbe stato colpito dall'eventuale aereo si trova esattamente a metà strada tra i due aggiornamenti!!!

Stavolta l'avete sparata proprio grossa...

Non avete fonti, postate link vecchi, vi avvicinate sempre con fare provocatorio e come risultato ottenete ceffoni!!!!

Contenti voi...

“Se un ebreo ortodosso mi considera "immondo" o mi saluta per primo per non dover essere costretto a rispondere al mio saluto, la cosa non preoccupa più di tanto.” (John)
9/11 anomalies
DrHouse
Inviato: 12/1/2008 23:39  Aggiornato: 12/1/2008 23:39
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 30/11/2007
Da:
Inviati: 2394
 Re: In America l’ “upgrade” porta sfortuna
PARLAMENTARI GIAPPONESI SOLLEVANO DUBBI SULLA VERSIONE UFFICIALE

È successo ieri. Durante il question time al parlamento giapponese, alcuni deputati dell'opposizione hanno rivolto domande al Primo Ministro manifestando le loro perplessità sulla verità ufficiale dell'11 settembre.
Qui trovate i link dei video:
http://forum.prisonplanet.com/index.php?topic=21901.msg84079#msg84079
http://www.911blogger.com/

Manca ancora una trascrizione e una traduzione, ma è questione di tempo. È importante sottolineare che il dibattito parlamentare è stato trasmesso in diretta dalla TV nazionale giapponese. Stessa cosa la settimana scorsa in una trasmissione mattutina in Danimarca.

E dopo 10 anni, siamo a discutere se il Volo 77 è arrivato proprio lungo questa linea, o piuttosto è arrivato due metri più a sinistra, o due metri più a destra? (Perle complottiste)
erik
Inviato: 12/1/2008 23:51  Aggiornato: 12/1/2008 23:55
Mi sento vacillare
Iscritto: 1/10/2007
Da:
Inviati: 430
 Re: In America l’ “upgrade” porta sfortuna
Citazione:
Se il piano colpito è l'81°mo siamo di fronte ad una coincidenza riportante una simmetria ambigua...
Il piano che sarebbe stato colpito dall'eventuale aereo si trova esattamente a metà strada tra i due aggiornamenti!!!


Cabala, ancora cabala... e se l'aggiornamento fosse stato eseguito in settembre, oppure nel giorno 11 di qualsiasi mese, sarebbe di nuovo una coincidenza inquietante... e se arrotoli in un certo modo un biglietto da un dollaro si vedono le due torri che fumano.

shm
Inviato: 12/1/2008 23:55  Aggiornato: 13/1/2008 0:04
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 17/8/2007
Da: perugia
Inviati: 1802
 Re: In America l’ “upgrade” porta sfortuna
"Dove colpisce la cabina dell'aereo?

All' 81° piano, proprio in mezzo al blocco di piani che vanno dal 79° al 87° compresi che non erano stati upgradati!

L'affermazione di Mazzucco è errata e la critica di Shm è completamente sballata e priva di riferimenti con la realtà.

E' davvero questo il livello del complottismo italiano?"



E la pancia dei reattori dove avrebbe colpito?!!!!!

Mi vien da chiedermi se non sia questo l'inizio della caduta del movimento "debunker" italiano!!!

Hai pensato di prendere la parte dell'aereo più in alto!!!!

Adesso mi fai il giochetto delle tre carte???



EDIT:
Le affermazioni iniziali sono di Henry62 dal suo blog linkato nel post sopra! Non si scomoda a chiarire direttamente gli aspetti tecnici manda qualcun altro a raccogliere figuracce in sua vece...

“Se un ebreo ortodosso mi considera "immondo" o mi saluta per primo per non dover essere costretto a rispondere al mio saluto, la cosa non preoccupa più di tanto.” (John)
9/11 anomalies
Paxtibi
Inviato: 13/1/2008 0:11  Aggiornato: 13/1/2008 0:11
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/4/2005
Da: Atene
Inviati: 8134
 Re: In America l’ “upgrade” porta sfortuna
Secondo te il rinforzo della protezione anticendio era semplicemente fatto per resistere agli incendi, oppure era progettato per non rompersi nel caso che un aereo lo attraversasse? (e che è, lo scheletro in adamantio di Wolverine?).

La prossima volta lo faranno con lo stesso materiale dei passaporti, rivestito per buona misura da bandane arrotolate.


Rickard
Inviato: 13/1/2008 0:13  Aggiornato: 13/1/2008 9:05
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 9/9/2007
Da: Un mondo pervaso di follia
Inviati: 1609
 Re: In America l’ “upgrade” porta sfortuna
Vorrei porti una domanda, Hammer.
Ora, visto che, dai dati postati da altri utenti in questo thread e che quindi non sto a ricopiare, si denota che gli aerei hanno effettivamente impattato del tutto o in gran parte contro le sezioni delle twin towers sottoposte ai lavori di rafforzamento, tu come spieghi che le torri siano crollate a causa degli aerei?
Onde evitare di parlare senza dati ecco qua un paio di articoli interessanti di wikipedia sul boeing 707, dato che le torri erano costruite in modo da poter reggere ad un impatto di un aereo prendendo il 707 (uno dei più grandi di allora) come modello.
Il primo in italiano e il secondo in inglese:
Articolo 1
Articolo 2
Ma vediamo ora l'esatta scheda tecnica di un boeing 707:
Citazione:
Scheda Tecnica - Boeing 707-120B
Il Boeing 707 è un aereo passeggeri quadrimotore sviluppato dall'industria nell'anno 1950. Il suo nome è più comunemente Seven oh Seven. La Boeing ne ha consegnato un totale di oltre mille modelli. Ad ottobre 2006, 68 esemplari erano rimasti in servizio con due sole compagnie, l'iraniana Saha Airlines e l'argentina Lade Airlines.
Dimensioni
Altezza: 12,93 m
Lunghezza: 44,07 m
Apertura alare: 39,90 m

--------------------------------------------------------------------------------

Pesi
Vuoto: 55.580 kg
Massimo T/O: 116.570 kg

--------------------------------------------------------------------------------

Prestazioni
Velocità: 1000 km/h
Gamma: 6820 km


Fonte: Avionews

E adesso confrontiamola con la scheda di un boeing 757
Fonte: Boeingitaly.it

Notare l'estrema similitudine di alcuni dati quali:
Apertura alare - 39,9 m per il 707 e 38,05 per il 757.
peso a carico massimo - 116.570 kg per il 707 e 115.670 kg per il 757 (123.600 kg per il modello 757-300)
Lunghezza complessiva - 44,07 m per il 707 e 47,32 m per il 757 (54,5 m per il modello 757-300)
------------------------------------------------------------------------------------
Ora, viste le notevoli similitudini dei due modelli di aerei per quel che riguarda peso, lunghezza, apertura alare ecc. e considerando che le torri erano state progettate e costruite in modo da reggere all'impatto di un aereo modello 707, aggiungendoci poi che i piani colpiti dagli aerei erano stati sottoposti ad un'ulteriore EDIT:rafforzamento antincendioFine EDIT, vorresti spiegarmi, Hammer, com'è possibile che il crollo sia stato causato dall'impatto degli aerei EDIT: e dal successivo incendio?Fine EDIT

La scienza non è nient'altro che una perversione se non ha come suo fine ultimo il miglioramento delle condizioni dell'umanità. - Nikola Tesla
schottolo
Inviato: 13/1/2008 0:24  Aggiornato: 13/1/2008 0:24
Mi sento vacillare
Iscritto: 12/7/2007
Da:
Inviati: 772
 Re: In America l’ “upgrade” porta sfortuna
ERIK, te parli di "scheletro in adamantio di Wolverine" peccato che hai fatto male i conti, il wtc2, (torre sud) è proprio quella torre che al contrario di quella nord è stata colpita solo sull'angolo, in obliquo, facendo finire la gran massa di combustibile all'esterno.
Cio significa che il nucleo(47 travi d'acciaio)non è stato minimamente danneggiato!!

Invece la torre nord fu colpita in pieno,ma stranamente collassò molto prima

Quindi avoja di parlare di "upgrade" e di scheletri in adamantio o cioccolata, quando ci troviamo di fronte certi fatti.

Nemrod
Inviato: 13/1/2008 0:32  Aggiornato: 13/1/2008 0:32
Ho qualche dubbio
Iscritto: 25/6/2006
Da:
Inviati: 48
 Re: In America l’ “upgrade” porta sfortuna
Citazione:
...aggiungendoci poi che i piani colpiti dagli aerei erano stati sottoposti ad un'ulteriore rafforzamento strutturale,

Rafforzamento strutturale?
Ma non si era partiti da un rafforzamento delle protezioni ignifughe?
Che facciamo? Continuiamo a inventare come fa più comodo?

Halo1367
Inviato: 13/1/2008 1:20  Aggiornato: 13/1/2008 1:20
Ho qualche dubbio
Iscritto: 3/6/2006
Da: Bengodi
Inviati: 174
 Re: In America l’ “upgrade” porta sfortuna
Due considerazioni, che valgono solo per me, magari, e va bene così.

Girando per la rete, leggendo libri, parlando con la gente ritengo di poter dire che l'11 settembre (il fatto, ma anche le ricerche stesse della verità) fanno parte degli interessi "quotidiani" di sempre più persone "normali". Di gente, cioè, che di partiti presi non ne può più. Gente a cui interesserebbe solo ed esclusivamente la verità.

Quella vera, non quella precotta e compiacente verso il potere (qualunque esso sia) che televisioni, giornali e supponenti "highbrow" ci propinano a mani basse da oltre sei anni.

Aumentati i fruitori, quindi, di quelle notizie che sono il diretto risultato dellle ricerche che persone e/o gruppi di persone fanno sull'argomento.
Ma aumenta anche (ed è per me un elemento anche più importante) il numero dei "ricercatori", dei cacciatori di fatti e incongruenze verificatesi quel giorno e "da" quel giorno.

Appunto. Ricercatori.
Più passa il tempo, più le ricerche si fondono tra loro. Si integrano.
Ricercatori in concorrenza? Alcuni scopiazzano? Pazienza...
Quello che importa è che le carte e i fatti vengono sempre più e meglio vagliati.

Il risultato è, per noi fruitori, di grande utilità.
Il grande puzzle dell'11 settembre si dipana sempre più chiaro per tutti coloro che non siano "ciechi di professione".


La seconda considerazione è sui debunkers.
Ma per fortuna che ci sono anche qui su LC!
Con la loro compagnia il tempo, su argomenti così seri, passa molto meglio. Tante loro affermazioni sono per lo spirito oppresso da tante incazzature, dei veri toccasana!
Semmai, osservando il numero dei post effettuati da alcuni di loro, mi viene da apprezzarli per la costanza e lo stomaco che dimostrano di avere nel frequentare così assiduamente un postaccio come LC e persone che, come il sottoscritto, puzzano di zolfo complottista da tapparsi il naso!
A meno che...non svolgano un lavoro. Magari anche ben retribuito.
(Ma guarda te che stupidaggine mi è venuta in mente!)
Beh, allora ragazzi sappiate che nella vita c'è di meglio che servire padroni che per prima cosa ti comperano l'anima e per seconda ti mandano all'ammasso il cervello.

Un alla salute del vostro fegato! Perchè certo ce ne vuole...

"Voi lasciatemi battere e controllare la moneta di una nazione e a me non interesserà chi ne faccia le leggi".
Nathan Rothschild, 1791
Descartes
Inviato: 13/1/2008 5:21  Aggiornato: 13/1/2008 5:21
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 21/6/2006
Da: Christ = Sun God
Inviati: 1087
 Re: In America l’ “upgrade” porta sfortuna
Io vorrei ricordare a tutti che il principio che distingue noi dall'uomo comune è uno solo: lo scetticismo, nel senso più alto del termine. Ovvero il non prendere nulla per vero, ma dubitare di tutto fino a che non vi sono prove certe.

Invece qui io vedo sempre più persone fare affermazioni perentorie, e perfino il grande Mazzucco comincia a fare post in cui il suo senso critico sembra essere sparito per lasciare posto ad un sostegno indiscriminato a tutto ciò che vada contro la tesi ufficiale.

Ragazzi, torniamo alle basi per favore... scetticismo, scetticismo, scetticismo... questo è il pane di chi cerca la verità.

Rickard
Inviato: 13/1/2008 9:07  Aggiornato: 13/1/2008 9:07
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 9/9/2007
Da: Un mondo pervaso di follia
Inviati: 1609
 Re: In America l’ “upgrade” porta sfortuna
Citazione:
Rafforzamento strutturale?
Ma non si era partiti da un rafforzamento delle protezioni ignifughe?
Che facciamo? Continuiamo a inventare come fa più comodo?

Grazie per avermelo fatto notare, mi ero sbagliato a scrivere, ma ora ho corretto l'errore, grazie alla tua segnalazione.

Piccola nota: Il problema resta e la domanda che ho posto (ad Hammer, ma può rispondere chiunque ovviamente) è ancora senza risposta.

La scienza non è nient'altro che una perversione se non ha come suo fine ultimo il miglioramento delle condizioni dell'umanità. - Nikola Tesla
spettatore
Inviato: 13/1/2008 9:49  Aggiornato: 13/1/2008 9:49
Mi sento vacillare
Iscritto: 15/11/2004
Da:
Inviati: 883
 Re: In America l’ “upgrade” porta sfortuna
Aaaah....che sollievo! Finalmente la cara vecchia aria che tirava all'interno di LC quando si parlava di 911. Non è facile cari debunkers accettare che la nostra grande "democrazia occidentale", possa giocare sulla pelle dei suoi cittadini a meno che passi l'idea che la nostra è una falsa democrazia. Se al posto di questa ultima vuota, per molti, parola mettiamo il termine "impero" (egregora impero), allora torniamo indietro di molti secoli fino a quando, per ragion di stato, si commettevano gli omicidi rituali (es. Giulio Cesare). Un impero per mantenere il suo status non si preoccupa di massacrare intere popolazioni per mero desiderio di conquista e sfruttamento, e non fa differenza un piccolo massacro "interno", sempre per ragion di stato. Allora si comincia a comprendere che dietro l'egregora impero si cela qualcosa di mostruoso, sicuramente non umano ma che abbisogna dell'umanità intesa come individui. Mala tempora currunt !!!!


Lo spettatore


P.S. Ai debunkers dedico una massima del Buddha. " Dì la verità. Non arrabbiarti.Se ti viene chiesto di dare, dai, anche se hai poco! Osservando queste tre indicazioni giungerai in presenza degli dei.

Citazione:
Non metterti a discutere con un idiota. La gente potrebbe non accorgersi della differenza.
Hammer
Inviato: 13/1/2008 10:10  Aggiornato: 13/1/2008 10:10
Ho qualche dubbio
Iscritto: 2/6/2006
Da:
Inviati: 66
 Re: In America l’ “upgrade” porta sfortuna
Massimo,

in mezzo al frastuono fatto dai tuoi lettori ti ho fatto una domanda alla quale gradirei una risposta: perchè non hai citato la fonte?

Non fare finta di nulla... rispondi.

Ciao

rekit
Inviato: 13/1/2008 11:37  Aggiornato: 13/1/2008 11:37
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/9/2006
Da:
Inviati: 1151
 Re: In America l’ “upgrade” porta sfortuna
articolo interessante Massimo.
Ora il punto pare essere se questo "scoop" arrivi da te o dal NIST stesso.....
la risposta e' : chissenefrega!

Qui e' messo in risalto l'ennesima strana coincidenza di tutta questa storia.

Per chiarezza andrebbe detto che l'upgrade all'edificio in ordine alla protezione ignifuga, che sia stato eseguito o meno non ha alcuna incidenza con quanto successo l'11 set. mi spiego meglio, questo upgrade credo consista nello "spruzzare" un particolare tipo di SCHIUMA che protegge per 2-3-4 ore le strutture in metallo che ricopre, quindi non parliamo di una struttura in piu' ne tanto meno di un rinforzo strutturale.
Questo tipo di schiuma viene regolarmente usato anche negli edifici piu' piccoli in ogni parte del mondo, niente di eccezzionale, o meglio niente che un boing a 800 all'ora non possa spazzare in 0,2 secondi.
Il punto rimane che in cherosene bruciando emana circa 800 gradi e l'acciaio NON PROTETTO fonde a 1500 o giu di li!

Piuttosto e' da notare che ogni 3x2 in queste benedette torri c'erano lavori di ristrutturazione-trasloco-upgrade-etc..etc.. e questo forse indica una risposta a chi chiede come sia possibile minare 2 torri senza essere visti.

qualcuno di voi e' in grado di mettere in fila tutti i lavori fatti all'interno del wtc durante gli anni?sarebbe interessante.

Redazione
Inviato: 13/1/2008 12:28  Aggiornato: 13/1/2008 12:29
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: In America l’ “upgrade” porta sfortuna
HAMMER: "in mezzo al frastuono fatto dai tuoi lettori ti ho fatto una domanda alla quale gradirei una risposta: perchè non hai citato la fonte?"


Ma ti pagano per fare continuamente queste figure?

La fonte è citata all'interno dell'articolo, due paragrafi prima dell'immagine.

(Casomai fatti regalare un browser che sia posteriore alla II guerra mondiale. Li distingui dal fatto che si aprono in meno di 20 minuti, e non cigolano quando ridimensioni la finestra).

Hammer
Inviato: 13/1/2008 12:41  Aggiornato: 13/1/2008 12:46
Ho qualche dubbio
Iscritto: 2/6/2006
Da:
Inviati: 66
 Re: In America l’ “upgrade” porta sfortuna
Massimo, ma quanto sei irritabile!

La fonte di cui ti chiedevo è il NIST, che nel tuo articolo non compare. Perchè non scrivi chiaro che l'informazione viene dal NIST?

Invece di insultarmi (da pessimo padrone di casa) rispondi alle domande.

Tra l'altro noto che ignori il fatto che ti avevo anche risposto che noi questa informazione la riportiamo da più di un anno e che Enrico l'aveva scritta proprio su Luogocomune nel novembre 2006. Scappi di fronte alla tua ennesima menzogna? Non ti rimangi le parole sulla coda di paglia?

Attendo risposte: non insulti, risposte.

olah
Inviato: 13/1/2008 13:13  Aggiornato: 13/1/2008 13:13
Ho qualche dubbio
Iscritto: 26/5/2007
Da: ValSusa
Inviati: 100
 Re: In America l’ “upgrade” porta sfortuna
Citazione:
Perchè non scrivi chiaro che l'informazione viene dal NIST?


Se posso contribuire a rasserenarti l'anima, io mi sono accorto in un microsecondo che l'articolo citato come fonte faceva riferimento a un rapporto del NIST, come probabilmente chiunque in possesso di un numero di neuroni sufficiente a leggere l'articolo. Per cui, se ti preoccupa il fatto che non si capisca che si citano dati del NIST, puoi metterti l'animo in pace perché lo hanno capito tutti.

Paxtibi
Inviato: 13/1/2008 13:33  Aggiornato: 13/1/2008 13:33
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/4/2005
Da: Atene
Inviati: 8134
 Re: In America l’ “upgrade” porta sfortuna
Attendo risposte: non insulti, risposte.

Disse candidamente, dopo aver ignorato le domande a lui rivolte, e definito "frastuono" i commenti altrui.

K_Emerson
Inviato: 13/1/2008 14:28  Aggiornato: 13/1/2008 14:28
Mi sento vacillare
Iscritto: 26/12/2007
Da:
Inviati: 306
 Re: In America l’ “upgrade” porta sfortuna
Piuttosto, Massimo, spiegaci perché in una torre l'aereo ha colpito i piani upgradati e nell'altra no. Tu, nell'articolo, ovviamente non specifichi questo, ma ti limiti e dire che entrambi i voli hanno colpito i piani upgradati. Ma poi, secondo la tua logica, essendo che lo dice il NIST, non dovrebbe essere un'informazione falsa e sbagliata, come l'analisi dello FDR, del DNA e tanti altri documenti che hanno il solo limite di venire da organi "ufficiali"?

dr_julius
Inviato: 13/1/2008 14:59  Aggiornato: 13/1/2008 14:59
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/8/2006
Da:
Inviati: 1637
 Re: In America l’ “upgrade” porta sfortuna
@k_emerson
non ho capito la tua ultima domanda. In particolare quando dici:
ti limiti e dire che entrambi i voli hanno colpito i piani upgradati. Ma poi, secondo la tua logica, essendo che lo dice il NIST, non dovrebbe essere un'informazione falsa e sbagliata, come l'analisi dello FDR, del DNA e tanti altri documenti che hanno il solo limite di venire da organi "ufficiali"?

Insomma, se disponi di altre fonti, mi piacerebbe capire:
-questi aerei hanno impattato su piani che erano stati ri-strutturati per resistere meglio, o no?
-Erano (o no) gli unici piani ri-strutturati?
-Sono i piani da cui è iniziato il crollo, o no?

Per rifornire di elettricità un terzo dell’Italia, un’area equivalente a 15 centrali nucleari da un gigawatt, basterebbe un anello solare grande come il raccordo di Roma. (Carlo Rubbia)
Teba
Inviato: 13/1/2008 15:04  Aggiornato: 13/1/2008 15:04
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 14/9/2007
Da:
Inviati: 1846
 Re: In America l’ “upgrade” porta sfortuna
Hammer: Citazione:
"Attendo risposte: non insulti, risposte."


Tu non hai ancora risposto a:

"Ciao Hammer,

ero interessato a sapere qual'è il tuo parere sul CONTENUTO dell'articolo.

Il fatto che l'upgrade sia stato fatto in qui piani delle torri...
Cosa ne pensi insomma di questo upgrade?
GRazie, ciao."

e nemmeno al post di Rick del 13/1/2008 0:13.


Se gentilmente puoi farmi sapere il tuo punto di vista sui CONTENUTI dell'articolo ne sarò felice.

Grazie ancora.

K_Emerson
Inviato: 13/1/2008 16:10  Aggiornato: 13/1/2008 16:10
Mi sento vacillare
Iscritto: 26/12/2007
Da:
Inviati: 306
 Re: In America l’ “upgrade” porta sfortuna
Dr_Julius,

nel caso di una torre si trattava dei piani "ristrutturati". Nel caso dell'altra, no, erano piani "normali" quelli colpiti dall'aereo. NOta bene che ristrutturati non vuol dire "aggiornati per resistere agli aerei", ma solamente che venne spruzzata una schiuma antiincendio per uno spessore di 1.5 pollici. Negli altri piani, invece, era di spessore inferiore,.

Spectral84
Inviato: 13/1/2008 16:21  Aggiornato: 13/1/2008 16:21
Ho qualche dubbio
Iscritto: 17/10/2004
Da: Monfalcone
Inviati: 265
 Re: In America l’ “upgrade” porta sfortuna
ma scusa, in entrambi i casi la torre ha colpito la zona dove erano stati fatti gli "upgrade".

inoltre non si sta affrontando il problema, se i piani erano stati "upgradati" per tenere testa meglio agli incendi, com'è che la torre è venuta giù comunque perchè indebolita dal fuoco?

visto il flop dell'operazione, com'è che nessuno bestemmia contro chi ha ordinato ed eseguito tali upgrade?

All the Best and Fuck the Rest
Redazione
Inviato: 13/1/2008 16:29  Aggiornato: 13/1/2008 16:29
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: In America l’ “upgrade” porta sfortuna
Ragazzi, forse non ve ne siete accorti, ma siamo nel 2008. Sono finiti i bei tempi di “Massimo spiegaci”, dove si giocava per ore e ore a nascondino dietro a una parola. Ora le spiegazioni dovete darle voi.

Avete una tale lista di domande a cui rispondere che prima che tocchi nuovamente a uno di noi parlare dovrà passare almeno un anno. Se mai arriveranno, quelle risposte.

Altrimenti, accontentatevi di quello che passa il convento e andate altrove a mungere latte gratuito.

Spectral84
Inviato: 13/1/2008 16:33  Aggiornato: 13/1/2008 16:33
Ho qualche dubbio
Iscritto: 17/10/2004
Da: Monfalcone
Inviati: 265
 Re: In America l’ “upgrade” porta sfortuna
infatti.
come dice la Redazione, questa notizia, vecchia o nuova che sia, mette in dubbio nuovamente la già traballante tesi ufficiale.

non solo, mette in dubbio l'eventuale difesa della stessa.

se è stato l'incendio, l'upgrade non serviva a nulla.
conseguenza : perseguire i tecnici che non hanno saputo gestire la cosa.

se ciò non avviene, il sospetto dovrebbe avanzare.

All the Best and Fuck the Rest
Redazione
Inviato: 13/1/2008 16:40  Aggiornato: 13/1/2008 16:41
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: In America l’ “upgrade” porta sfortuna
PS.: Suggerimento per chi avesse voglia di perdere tempo con questi signori: Se "non gli quadrano" con precisione i piani della Torre Sud, chiedete a loro di spiegarvi intanto la STRAORDINARIA COINCIDENZA della Torre Nord.

POI casomai affronterete nel dettaglio anche quella Sud.

Altrimenti si casca sempre nel tranello di capovolgere l'onere della prova.

Con altri è possibile che ci riescano, con me ormai se lo possono scordare.

dr_julius
Inviato: 13/1/2008 16:50  Aggiornato: 13/1/2008 16:51
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/8/2006
Da:
Inviati: 1637
 Re: In America l’ “upgrade” porta sfortuna
Citazione:

K_Emerson Inviato: 13/1/2008 16:10:08

Dr_Julius,
nel caso di una torre si trattava dei piani "ristrutturati". Nel caso dell'altra, no, erano piani "normali" quelli colpiti dall'aereo. NOta bene che ristrutturati non vuol dire "aggiornati per resistere agli aerei", ma solamente che venne spruzzata una schiuma antiincendio per uno spessore di 1.5 pollici. Negli altri piani, invece, era di spessore inferiore,.


Dunque:
- nell' impatto sul WTC1 sono stati colpiti sette piani (dieci invece sono stati quelli "ristrutturati" per prevenzione antincendio: proprio quelli dove ha impattato l'aereo e quello immediatamente sotto e sopra l'impatto, più il piano 102°);
- nell'altro impatto (WTC2) l'aereo ha danneggiato sei piani, di cui due piani "upgraded" sui sette totali ristrutturati (non adiacenti) in questo edificio.
Giusto?
.
.
.
bisognerebbe ora ragionare su questo e sugli incendi che si sono comunque sviluppati..


Cosa ne pensi insomma di questo upgrade?

Per rifornire di elettricità un terzo dell’Italia, un’area equivalente a 15 centrali nucleari da un gigawatt, basterebbe un anello solare grande come il raccordo di Roma. (Carlo Rubbia)
K_Emerson
Inviato: 13/1/2008 17:01  Aggiornato: 13/1/2008 17:01
Mi sento vacillare
Iscritto: 26/12/2007
Da:
Inviati: 306
 Re: In America l’ “upgrade” porta sfortuna
Massimo, ma mi spieghi che razza di scoperta hai fatto?

Cioé... ti meravigli che uno spessore di 1,5 pollici di schiuma non regga l'impatto con un 757 a piena velocità?
Non riesco proprio a capire il succo di questa tua news.

LoneWolf58
Inviato: 13/1/2008 17:02  Aggiornato: 13/1/2008 17:02
Sono certo di non sapere
Iscritto: 12/11/2005
Da: Padova
Inviati: 4861
 Re: In America l’ “upgrade” porta sfortuna
Citazione:
Autore: dr_julius Inviato: 13/1/2008 16:50:18
Cosa ne pensi insomma di questo upgrade?
Upgrades del genere li sopporto solo dalla μsoft...

La storia, come un'idiota, meccanicamente si ripete. (Paul Morand)
Il problema, però, è che ci sono degli idioti che continuano a credere che la storia non si ripeta. (LoneWolf58)
K_Emerson
Inviato: 13/1/2008 17:03  Aggiornato: 13/1/2008 17:03
Mi sento vacillare
Iscritto: 26/12/2007
Da:
Inviati: 306
 Re: In America l’ “upgrade” porta sfortuna
Julius, ma hai capito cosa era l'upgrade? Era un misero strato di schiuma antiincendio, mica una corazza di antimateria.

LoneWolf58
Inviato: 13/1/2008 17:04  Aggiornato: 13/1/2008 17:04
Sono certo di non sapere
Iscritto: 12/11/2005
Da: Padova
Inviati: 4861
 Re: In America l’ “upgrade” porta sfortuna
Citazione:
Autore: K_Emerson Inviato: 13/1/2008 17:01:44

Massimo, ma mi spieghi che razza di scoperta hai fatto?

Cioé... ti meravigli che uno spessore di 1,5 pollici di schiuma non regga l'impatto con un 757 a piena velocità?
Non riesco proprio a capire il succo di questa tua news.
forse perchè non la vuoi capire... io e molti altri, a quanto pare, l'abbiamo capito...

La storia, come un'idiota, meccanicamente si ripete. (Paul Morand)
Il problema, però, è che ci sono degli idioti che continuano a credere che la storia non si ripeta. (LoneWolf58)
K_Emerson
Inviato: 13/1/2008 17:06  Aggiornato: 13/1/2008 17:06
Mi sento vacillare
Iscritto: 26/12/2007
Da:
Inviati: 306
 Re: In America l’ “upgrade” porta sfortuna
Cioé? La strana coincidenza che vuole che i piani ristrutturati di una torre siano stati colpiti e quelli della seconda no? Come dire... qualsiasi cosa è una coincidenza....

cazzo, hai mai visto un dollaro? è verde, per la miseria... come l'erba.... mi sembra ovvio che il narcotraffico sia in realtà organizzato dagli stati uniti.

Ma come ragionate?

Thibault
Inviato: 13/1/2008 17:15  Aggiornato: 13/1/2008 17:15
Mi sento vacillare
Iscritto: 25/5/2006
Da: Un mondo folle
Inviati: 343
 Re: In America l’ “upgrade” porta sfortuna
Il fatto non è che con questo "upgrade" le torri avrebbero dovuto resistere (avrebbero dovuto farlo comunque). Il fatto è che con i lavori di upgrade è possibile quello che poteva essere un punto debole della tesi dell'autoattentato, ossia come possono aver minato i piloni delle torri senza che nessuno li vedesse? Bastava evidentemente che chi doveva minare le torri ai piloni ci potesse tranquillamente accedere perché doveva spruzzarci questa schiuma ignifuga. Poi se anche i piloni interni delle torri fossero stati ricoperti di chiuma da barba non avrebbero dovuto cedere lo stesso. Altrimenti d'ora in poi facciamo le colonne dei grattacieli in mattoni e Kevlar (vedi i muri del pentagono che invece secondo la tesi ufficiale reggono tranquillamente l'impatto di un Boeing mentre una quarantina di piloni d'acciaio che devono tenere su un grattacielo si tagliano come il burro), intervallati da finestre da 720 Kg e ricoperti di carta per passaporti e bandane come protezione ignifuga

E' una tranquilla notte di regime
dr_julius
Inviato: 13/1/2008 17:18  Aggiornato: 13/1/2008 17:18
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/8/2006
Da:
Inviati: 1637
 Re: In America l’ “upgrade” porta sfortuna
Julius, ma hai capito cosa era l'upgrade? Era un misero strato di schiuma antiincendio, mica una corazza di antimateria.

Poniamo che sia così, come tu suggerisci.
Ma perché hanno speso soldi per mettere "un misero strato"? E conosciamo come mai sono stati effettuati questi "lavoretti" solo in alcuni piani della struttura? Erano danneggiati? Erano a maggior rischio di incendio (per quello che contenevano)? Erano i primi di un piano di ristrutturazione graduale?

Ne sai qualcosa?

Per rifornire di elettricità un terzo dell’Italia, un’area equivalente a 15 centrali nucleari da un gigawatt, basterebbe un anello solare grande come il raccordo di Roma. (Carlo Rubbia)
LoneWolf58
Inviato: 13/1/2008 17:20  Aggiornato: 13/1/2008 17:20
Sono certo di non sapere
Iscritto: 12/11/2005
Da: Padova
Inviati: 4861
 Re: In America l’ “upgrade” porta sfortuna
Citazione:
Autore: K_Emerson Inviato: 13/1/2008 17:06:17

Cioé? La strana coincidenza che vuole che i piani ristrutturati di una torre siano stati colpiti e quelli della seconda no? Come dire... qualsiasi cosa è una coincidenza....

cazzo, hai mai visto un dollaro? è verde, per la miseria... come l'erba.... mi sembra ovvio che il narcotraffico sia in realtà organizzato dagli stati uniti.

Ma come ragionate?
e questo sarebbe il ragionamente che fa un debunker?! cavolo non vorrei essere un neurone del tuo cervello...
Oltre a quello che ha aggiunto Thibault... mi spieghi cos'è un upgrade?...

La storia, come un'idiota, meccanicamente si ripete. (Paul Morand)
Il problema, però, è che ci sono degli idioti che continuano a credere che la storia non si ripeta. (LoneWolf58)
K_Emerson
Inviato: 13/1/2008 17:33  Aggiornato: 13/1/2008 17:33
Mi sento vacillare
Iscritto: 26/12/2007
Da:
Inviati: 306
 Re: In America l’ “upgrade” porta sfortuna
no, Dr Julius, poniamo un bel paio di palle: sono dati di fatto, sono verità, fatti storici e inequivocabili, non opinioni personali.
E tali lavori sono stati fatti per adeguare le torri alle norme antiincendio. Ovviamente, si procede dai piani sfitti o recentemente liberati, in modo da non intralciare le attività di chi lavora (e paga l'affitto di quei piani)

K_Emerson
Inviato: 13/1/2008 17:34  Aggiornato: 13/1/2008 17:34
Mi sento vacillare
Iscritto: 26/12/2007
Da:
Inviati: 306
 Re: In America l’ “upgrade” porta sfortuna
Lonwolf, invece di fare del sarcasmo, indicami cosa dimostra la news di Mazzucco. Sono proprio curioso di capire cosa ci sia di "sconvolgente" in questo articolo.

Rickard
Inviato: 13/1/2008 17:42  Aggiornato: 13/1/2008 17:42
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 9/9/2007
Da: Un mondo pervaso di follia
Inviati: 1609
 Re: In America l’ “upgrade” porta sfortuna
Citazione:
Ma poi, secondo la tua logica, essendo che lo dice il NIST, non dovrebbe essere un'informazione falsa e sbagliata, come l'analisi dello FDR, del DNA e tanti altri documenti che hanno il solo limite di venire da organi "ufficiali"?

Quindi o è tutto giusto o è tutto sbagliato.
A questo punto tanto vale abolire il grigio, tanto si va benissimo avanti a suon di bianchi e di neri.
Mi spieghi perché Mazzucco avrebbe dovuto dire che quest'informazione è falsa solo perché la riporta il NIST? è un ragionamento infantile percui si dovrebbe negare una cosa per partito preso, della serie siccome lo dice lui allora non è vero
Le informazioni del NIST sono state analizzate e verificate e moltissime di loro si sono rivelate false.
Per esempio la panzana dell'indentificazione delle vittime tramite il DNA non è una panzana perché lo dice il NIST, è una panzana perché il DNA a 500 gradi decade e non è più possibile recuperarlo con le tecniche odierne (figurarsi con quelle del 2001) e non è ragionevolmente possibile che l'aereo si sia disintegrato (compresi i motori in titanio) ma il suo contenuto di carne si sia salvaguardato a tal punto da permetterne l'indentificazione.

Ma probabilmente anche questa domanda resterà senza risposta, vero?
Queste stupide diatribe mi fanno tornare in mente il Dialogo sopra i massimi sistemi, tu (e come te molti altri debunker) mi ricordi tanto uno degli interlocutori, indovina quale?

La scienza non è nient'altro che una perversione se non ha come suo fine ultimo il miglioramento delle condizioni dell'umanità. - Nikola Tesla
dr_julius
Inviato: 13/1/2008 17:43  Aggiornato: 13/1/2008 17:43
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/8/2006
Da:
Inviati: 1637
 Re: In America l’ “upgrade” porta sfortuna
K_Emerson ha detto
Citazione:
no, Dr Julius, poniamo un bel paio di palle: sono dati di fatto, sono verità, fatti storici e inequivocabili, non opinioni personali.


Ma che comportamento noioso!!
Se sono fatti storici e verità, ci vuole molto a dire quello che pensi?
E' antipatico che TU costringa ME a riassumere il tuo pensiero:
- i lavori erano fatti semplicemente nei piani che erano vuoti
- erano lavori per adeguarsi alle norme antincendio
- le coincidenze fra i piani del WTC1 non provano niente e quindi non stupiscono.

Sbaglio?

Per rifornire di elettricità un terzo dell’Italia, un’area equivalente a 15 centrali nucleari da un gigawatt, basterebbe un anello solare grande come il raccordo di Roma. (Carlo Rubbia)
Gozzilla
Inviato: 13/1/2008 17:44  Aggiornato: 13/1/2008 17:44
So tutto
Iscritto: 30/3/2006
Da:
Inviati: 21
 Re: In America l’ “upgrade” porta sfortuna
Scusate l'OT ma non sicuro che Hammer legga la sezione apposita del forum.

Caro Hammer,
mi sai dire, per cortesia, quando pubblicherete sul vostro sito il debunking a "Il nuovo secolo americano" che attendo con ansia da più di un mese?
Grazie

Spooky_max
Inviato: 13/1/2008 17:44  Aggiornato: 13/1/2008 17:44
Ho qualche dubbio
Iscritto: 11/9/2007
Da: vetrina
Inviati: 99
 Re: In America l’ “upgrade” porta sfortuna
Su questo thread non si sta discutendo sul come è stato fatto l'upgrade. Non si può sapere se per fare l'upgrade hanno veramente usato schiume da barba o altro.
Il fatto fondamentale è che l'upgrade è stato fatto. Quindi si può solo concludere che questi upgrade portano male, male, tanto male, uno skulo nero proprio, non c'è corno o zampa di coniglio che tenga, ti salvi solo se non vai a lavorare quel giorno...
Per il resto proviamo solo a fare ipotesi

Max "the spooky"

"The future is unwritten" John Graham Mellor
LoneWolf58
Inviato: 13/1/2008 17:51  Aggiornato: 13/1/2008 17:54
Sono certo di non sapere
Iscritto: 12/11/2005
Da: Padova
Inviati: 4861
 Re: In America l’ “upgrade” porta sfortuna
Citazione:
Autore: LoneWolf58 Inviato: 13/1/2008 17:20:21

Citazione:

K_Emerson Inviato: 13/1/2008 17:06:17
Cioé? La strana coincidenza che vuole che i piani ristrutturati di una torre siano stati colpiti e quelli della seconda no? Come dire... qualsiasi cosa è una coincidenza....

cazzo, hai mai visto un dollaro? è verde, per la miseria... come l'erba.... mi sembra ovvio che il narcotraffico sia in realtà organizzato dagli stati uniti.

Ma come ragionate?



e questo sarebbe il ragionamente che fa un debunker?! cavolo non vorrei essere un neurone del tuo cervello...
Oltre a quello che ha aggiunto Thibault... mi spieghi cos'è un upgrade?...

Citazione:
Autore: K_Emerson Inviato: 13/1/2008 17:34:42

Lonwolf, invece di fare del sarcasmo, indicami cosa dimostra la news di Mazzucco. Sono proprio curioso di capire cosa ci sia di "sconvolgente" in questo articolo.
Non ho ancora capito cosa intendi tu per upgrade... ed il mio non è sarcasmo ma semplice constatazione dei fatti...

La storia, come un'idiota, meccanicamente si ripete. (Paul Morand)
Il problema, però, è che ci sono degli idioti che continuano a credere che la storia non si ripeta. (LoneWolf58)
K_Emerson
Inviato: 13/1/2008 17:59  Aggiornato: 13/1/2008 17:59
Mi sento vacillare
Iscritto: 26/12/2007
Da:
Inviati: 306
 Re: In America l’ “upgrade” porta sfortuna
Lonewolf, per upgrade in questo caso si intende lo spruzzare un certo spessore di schiuma antiincendio.

LoneWolf58
Inviato: 13/1/2008 18:06  Aggiornato: 13/1/2008 18:06
Sono certo di non sapere
Iscritto: 12/11/2005
Da: Padova
Inviati: 4861
 Re: In America l’ “upgrade” porta sfortuna
Citazione:
Autore: K_Emerson Inviato: 13/1/2008 17:59:49

Lonewolf, per upgrade in questo caso si intende lo spruzzare un certo spessore di schiuma antiincendio.
quale neurone ha risposto?... mica ti ho chiesto "cosa intendi per upgrade in questo caso?"... ti ho chiesto "cosa intendi per upgrade?" credo debba intendersi in senso generale... o no?!

La storia, come un'idiota, meccanicamente si ripete. (Paul Morand)
Il problema, però, è che ci sono degli idioti che continuano a credere che la storia non si ripeta. (LoneWolf58)
K_Emerson
Inviato: 13/1/2008 18:20  Aggiornato: 13/1/2008 18:20
Mi sento vacillare
Iscritto: 26/12/2007
Da:
Inviati: 306
 Re: In America l’ “upgrade” porta sfortuna
Dove vuoi arrivare, Lonewolf. Un upgrade, in generale, è un aggiornamento.

LoneWolf58
Inviato: 13/1/2008 18:31  Aggiornato: 13/1/2008 18:31
Sono certo di non sapere
Iscritto: 12/11/2005
Da: Padova
Inviati: 4861
 Re: In America l’ “upgrade” porta sfortuna
Citazione:
Autore: K_Emerson Inviato: 13/1/2008 18:20:22

Dove vuoi arrivare, Lonewolf. Un upgrade, in generale, è un aggiornamento.
Aggiornamento a cosa? non parliamo mica di software! posso anticipare la risposta?... magari alla normativa antincendio e magari alle nuove tecnologie?..
Ora seguimi nel semplice ragionamento se io, complottista per libera scelta, non a conoscenza dei lavori di adeguamento della difesa (passiva) antincendio degli edifici... e quindi fermo ai sistemi di difesa installati con la costruzione, ritenevo quella dinamica del crollo degli edifici impossibile... cosa dovrei pensare ora che apprendo che detti sistemi erano stati migliorati?... e per la Torre Nord proprio nei piani colpiti?!...

La storia, come un'idiota, meccanicamente si ripete. (Paul Morand)
Il problema, però, è che ci sono degli idioti che continuano a credere che la storia non si ripeta. (LoneWolf58)
Spectral84
Inviato: 13/1/2008 18:36  Aggiornato: 13/1/2008 18:42
Ho qualche dubbio
Iscritto: 17/10/2004
Da: Monfalcone
Inviati: 265
 Re: In America l’ “upgrade” porta sfortuna
ci riprovo...

Citazione:
se è stato l'incendio a causare il crollo, l'upgrade non serviva a nulla.
conseguenza : perseguire i tecnici che non hanno saputo gestire la cosa.


se ciò non avviene, significa ALMENO che NON vengono fatte indagini a riguardo... non si dovrebbero colpire queste negligenze?

se non c'è indagine... beh, non vi dà, questo curioso particolare, uno spunto per rendervi almeno un minimo sospettosi riguardo alla vicenda?

All the Best and Fuck the Rest
K_Emerson
Inviato: 13/1/2008 18:37  Aggiornato: 13/1/2008 18:37
Mi sento vacillare
Iscritto: 26/12/2007
Da:
Inviati: 306
 Re: In America l’ “upgrade” porta sfortuna
Lonewolf, basta che ti leggi i documenti ufficiali, dove tutte queste "grandi scoperte" di Mazzucco sono presenti da anni, nero su bianco, e comprensive di tutti i dettagli.
Addirittura su questo stesso forum Henry62 (ora bannato in quanto debunker) parlò di questi lavori di aggiornamento, e nessuno a quanto pare ha mai letto le sue opinioni: si sono limitati a deriderlo.

In ogni caso, http://11-settembre.blogspot.com/2007/03/protezione-antincendio-nel-world-trade.html

Pubblicato ben prima dello scoop in homepage su LC

dr_julius
Inviato: 13/1/2008 18:56  Aggiornato: 13/1/2008 18:57
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/8/2006
Da:
Inviati: 1637
 Re: In America l’ “upgrade” porta sfortuna
Dal link segnalato da K_Emerson:

Quindi nel fatidico giorno solamente un numero ridotto di piani nei 2 edifici aveva gli spessori richiesti di 1,5 pollici di rivestimento SFRM.


finalmente abbiamo la conferma sull'argomento del thread!

Infatti la "sfortuna" volle che sul WTC1 venissero distrutti dall'aereo proprio quei piani che avevano gli spessori richiesti.
(certo se avesse colpito più in alto, magari l'incendio non poteva scendere più di tanto, trovando integri i piani upgraded)

Conclusione: Mazzucco ha ragione: "in America l’ “upgrade” porta sfortuna", che è (guarda caso) il titolo dell'articolo!


(In effetti era proprio ciò di cui si parlava)

Per rifornire di elettricità un terzo dell’Italia, un’area equivalente a 15 centrali nucleari da un gigawatt, basterebbe un anello solare grande come il raccordo di Roma. (Carlo Rubbia)
LoneWolf58
Inviato: 13/1/2008 18:58  Aggiornato: 13/1/2008 18:58
Sono certo di non sapere
Iscritto: 12/11/2005
Da: Padova
Inviati: 4861
 Re: In America l’ “upgrade” porta sfortuna
Guarda che non mi interessa di chi sia il merito dello scoop... per me è una ulteriore conferma che la versione ufficiale fa acqua.
E non è solo per l'upgrade... ma l'upgrade è uno (in più) dei tanti elementi che stonano...

La storia, come un'idiota, meccanicamente si ripete. (Paul Morand)
Il problema, però, è che ci sono degli idioti che continuano a credere che la storia non si ripeta. (LoneWolf58)
erik
Inviato: 13/1/2008 19:12  Aggiornato: 13/1/2008 19:12
Mi sento vacillare
Iscritto: 1/10/2007
Da:
Inviati: 430
 Re: In America l’ “upgrade” porta sfortuna
Mi sembra che la morale sia chiara: la notizia di Mazzucco, oltre che vecchia come il cucco, non aggiunge una benemerita mazza a quel che si sapeva e non è utile a nessuno. Chi credeva già al complotto parlerà di "misteriose coincidenze" e di "ulteriore tassello". Gli altri assisteranno allo show con un misto di stupore e divertimento.

K_Emerson
Inviato: 13/1/2008 19:13  Aggiornato: 13/1/2008 19:13
Mi sento vacillare
Iscritto: 26/12/2007
Da:
Inviati: 306
 Re: In America l’ “upgrade” porta sfortuna
Non capisco Dr Julius...
nel WTC2 non è successo questo, a dimostrazione che in ogni caso la torre sarebbe crollata. Mazzucco non ha ragione per niente: si attacca a una coincidenza completamente insignificante. Coincidenza tra l'altro nemmeno troppo rara: su due torri aggiornate in vari piani, solo in un caso l'aereo ha colpito tali piani. Quindi, non si può nemmeno parlare di strana coincidenza.

Spooky_max
Inviato: 13/1/2008 19:31  Aggiornato: 13/1/2008 19:31
Ho qualche dubbio
Iscritto: 11/9/2007
Da: vetrina
Inviati: 99
 Re: In America l’ “upgrade” porta sfortuna
Citazione:
Coincidenza tra l'altro nemmeno troppo rara: su due torri aggiornate in vari piani, solo in un caso l'aereo ha colpito tali piani. Quindi, non si può nemmeno parlare di strana coincidenza.



Certo... tutti i giorni ci sono aerei che colpiscono piani e quel giorno sono stati colpiti tali piani.
Che ci vuoi fare, ...capita

Max "the spooky"

"The future is unwritten" John Graham Mellor
shm
Inviato: 13/1/2008 19:49  Aggiornato: 13/1/2008 19:49
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 17/8/2007
Da: perugia
Inviati: 1802
 Re: In America l’ “upgrade” porta sfortuna
Ciao Emerson,
non è corretto quello che stai facendo!

Henry62 e Hammer hanno raccattato solo figuracce con questo link che ti ostini anche tu con proverbiale pervicacia a rifilare a tutti qua dentro...

Ti piacerebbe se un giorno mi presentassi a casa tua con del pesce marcio e ti continuassi a dire che è buono?

Non penso che lo apprezzeresti...

Il link che hai passato è incompleto è sbagliato...

Il link che aveva passato "hammer" ha raccolto solo figuracce per lui e sopra a tutto per Henry62...

Guarda che erroracci ha fatto, l'anno scorso quando l'ha pubblicato:

1° non si parla dell'85° piano interessato agli aggiornamenti

(PRIMA GRAVISSIMA MANCANZA)

2° non sono riportate fonti a link per la verifica dell'attendibilità delle affermazioni riportate: sia lì che qui!


(SECONDA GRAVISSIMA MANCANZA)

Nell'articolo del sior' Mazzucco invece, al link della fonte dalla quale ha attinto si legge:


"Communication to the NIST team from Frank Lombardi of the Port Authority, in 2002, indicated that only floor 78 of the impact failure floors of WTC 2 had been upgraded. But NCSTAR 1-6A (table 4-2, p 45) lists floor 85 as an upgraded floor as well. Could it be that certain areas within floors 79 to 84 were upgraded also, and not reported because the floors were not fully upgraded?"

(Dal link del sor' Mazzucco: http://www.911blogger.com/node/13272)

Inoltre dal blog in cui è relegato il sor' Henry62 si leggono, dopo le assurde aggiunte ancora i soliti errori:

"""Mazzucco, in virtù del pressapochismo con cui affronta l'argomento, si guarda bene dal precisare quali siano realmente i piani interessati e preferisce restare sul vago, perchè solamente in questo modo può sostenere che entrambe le Torri sono state impattate in zone in cui l'isolamento termico era stato migliorato.

In realtà i piani upgradati della Torre Sud (WTC2) sono il 77°-78°, poi niente fino al 88°-89° e altri piani isolati soprastanti."""

...e si che da ieri ha oggi l'ha modificato!

Del pezzo riportato dal link indicato ho poi evidenziato che:

"Could it be that certain areas within floors 79 to 84 were upgraded also, and not reported because the floors were not fully upgraded?"

...infatti sopra avevo scritto anche:

"C'è anche un dubbio che i piani inferiori non abbiano terminato di ricevere l'"upgrade"!!!"

...che per tale motivo non verrebbero indicati "upgraded" poichè non hanno ricevuto TOTALMENTE il trattamento!!

...Henry62 tutto questo nel suo vecchio link non lo aveva scritto e, consigliando male hammer ha pensato bene poi di utilizzarlo come "cavallo di battaglia"...

Purtoppo si è trasformato in un cavallo di..."Troia", con tutti gli errori e le omissioni che c'erano...

E inavvertitamente con la stesura del suo post nel suo fake-blog sta continuando imperturbabile a scrivere minchiate...

Ha una bella forza a dire che lo insultano!!!!!!

La cosa pazzesca è che la presenza dei "debunker" è partita da un argomento che travisava da parte loro uno scoop (...questa è la paranoia di Attivissimo), ha proseguito con la storiella della mancanza di fonti (...che in questo articolo ci sono) ed è terminata con tutte le figuracce determinate da tale atteggiamento...

Ciò non mi fa ridere, anzi...

“Se un ebreo ortodosso mi considera "immondo" o mi saluta per primo per non dover essere costretto a rispondere al mio saluto, la cosa non preoccupa più di tanto.” (John)
9/11 anomalies
Freeman
Inviato: 13/1/2008 20:24  Aggiornato: 13/1/2008 22:33
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 31/7/2006
Da: NiggahCity
Inviati: 2092
 Re: In America l’ “upgrade” porta sfortuna
Citazione:
Addirittura su questo stesso forum Henry62 (ora bannato in quanto debunker)

Non è vero. Non diciamo falsità, per cortesia, altrimenti si potrebbe cominciare a pensare che vuoi provocare.
E visto che la temperatura si sta alzando,

"CONSIGLIO" UFFICIALE A TUTTI:
EVITATE GLI INSULTI PERSONALI (se n'è già visto qualcuno di troppo in questi commenti).

CHI SI SENTISSE INSULTATO E/O OFFESO, PUO' RICHIEDERE L'INTERVENTO DI UN MODERATORE, MA E' INVITATO A NON RISPONDERE ALLA PROVOCAZIONE/OFFESA.

CI FU UN PRIMO AVVERTIMENTO...

"Non siamo noi a trovare la Verità. È la Verità a trovare noi. Dobbiamo solo prepararci. Si può invitare un ospite che non si conosce? No. Ma si può mettere la casa in ordine, così che, quando l'ospite arriva, si è pronti a riceverlo e a conoscerlo".
Redazione
Inviato: 13/1/2008 22:48  Aggiornato: 13/1/2008 22:49
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: In America l’ “upgrade” porta sfortuna
"Mazzucco si attacca a una coincidenza"

Veramente, è da 4 anni che sto "attaccato a coincidenze" . Non solo io, naturalmente, ma tutti quelli che la pensano come me.

E sempre per una strana coincidenza (non conoscendo i miei polli) avevo pure concluso l'articolo in questo modo:

"Mah, a questo punto non si sa più cosa pensare: se ci fossero anche altre strane coincidenze, nella giornata dell’undici settembre, sarebbe legittimo sospettare un autoattentato, ma visto che sono solo scomparsi due interi Boeing senza lasciare una traccia; che uno dei due si è schiantato tutto intero, ma i suoi rottami sono finiti a 14 km. di distanza; che dalla buca in cui l’aereo non si trova sono usciti passaporti, bandana e testamenti senza nemmeno una bruciatura (tutto rigorosamente dei terroristi, sia chiaro; mai una bambolina, una sciarpa da signora o il beauty-case di un truccatore della TV); visto che di 80 telecamere attorno al Pentagono nessuna è riuscita a inquadrare un aereo grosso come mezzo campo di calcio, mentre l’unica che lo ha fatto l’aereo non ce lo mostra; visto che i dirottatori, che non avevano mai guidato jet prima di allora, hanno fatto manovre giudicate impossibili dai professionisti; visto che l’acciaio delle Torri è stato piegato come il burro senza lasciare una crepa (come avviene solo alle altissime temperature); viste le dozzine di testimonianze di esplosioni PRIMA e durante i crolli; visto che la polverizzazione da “sola forza di gravità” era talmente fine da aver già ammalato più di 4.000 persone, (che faccio, vado avanti?)....."

shm
Inviato: 13/1/2008 22:53  Aggiornato: 13/1/2008 22:53
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 17/8/2007
Da: perugia
Inviati: 1802
 Re: In America l’ “upgrade” porta sfortuna

“Se un ebreo ortodosso mi considera "immondo" o mi saluta per primo per non dover essere costretto a rispondere al mio saluto, la cosa non preoccupa più di tanto.” (John)
9/11 anomalies
Rickard
Inviato: 13/1/2008 23:27  Aggiornato: 14/1/2008 12:44
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 9/9/2007
Da: Un mondo pervaso di follia
Inviati: 1609
 Re: In America l’ “upgrade” porta sfortuna
Citazione:
Mazzucco non ha ragione per niente: si attacca a una coincidenza completamente insignificante.

Si è rivoltato il mondo, ora siete voi debunker che accusate gli altri di attaccarsi a dettagli, particolari secondari e di non rispondere alle domande.
Ancora un pò e direte che lo facciamo perché non abbiamo risposte e quindi ci attacchiamo a dettagli, sviamo l'attenzione dal vero problema e ricorriamo all'attacco personale lanciando provocazioni gratuite quando siamo a corto di argomenti.

La scienza non è nient'altro che una perversione se non ha come suo fine ultimo il miglioramento delle condizioni dell'umanità. - Nikola Tesla
shm
Inviato: 13/1/2008 23:51  Aggiornato: 13/1/2008 23:51
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 17/8/2007
Da: perugia
Inviati: 1802
 Re: In America l’ “upgrade” porta sfortuna
probabilmente se un "debunker" italiano vedesse uno con un coltello in mano e un cadavere a 10 metri di distanza non ci troverebbe niente di strano...

“Se un ebreo ortodosso mi considera "immondo" o mi saluta per primo per non dover essere costretto a rispondere al mio saluto, la cosa non preoccupa più di tanto.” (John)
9/11 anomalies
DrHouse
Inviato: 14/1/2008 0:52  Aggiornato: 14/1/2008 3:44
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 30/11/2007
Da:
Inviati: 2394
 Re: In America l’ “upgrade” porta sfortuna
Spero che questo intervento venga letto come una critica costruttiva e non come uno spunto per ulteriori polemiche.
Citazione:

Mah, a questo punto non si sa più cosa pensare: se ci fossero anche altre strane coincidenze, nella giornata dell’undici settembre ecc. ecc.

È proprio questo che sinceramente non capisco. Proprio perché esistono centinaia di altre coincidenze molto più strane e razionalmente inesplicabili, mi chiedo perché mai da ieri molti lettori di LC abbiano accettato le provocazioni dei debunker azzannandosi per un dettaglio come l'upgrade dei piani colpiti dagli aerei che, nell'economia generale della vicenda, è e rimane un aspetto secondario. Capisco che è l'argomento dell'articolo, ma questo giustifica tutto questo clamore? Ho provato a scriverlo già ieri, ma, evidentemente, senza risultati. A costo di essere ripetitivo o di attirarmi antipatie, voglio dirlo ancora una volta: è un particolare quasi insignificante che, a mio modesto avviso, non aggiunge e non toglie quasi nulla ai dubbi che ancora permangono sull'intera vicenda e che serve solo ad alimentare battibecchi isterici e inutili offese personali. Giusto analizzarlo e discuterne, ma non attribuirgli più importanza di quanta ne abbia realmente. Potrebbe non essere una coincidenza come potrebbe anche esserlo. Se anche lo fosse, non per questo la versione ufficiale diventa più credibile. È solo uno delle decine e decine di interrogativi senza risposta e, per quanto mi sforzi di analizzarlo a fondo, continuo ancora a pensare che sia uno dei meno rilevanti.

Inoltre, quando ci si perde nei dettagli dimenticando il contesto generale, non solo si fa il gioco dei debunker, ma non si dà neppure un grande contributo alla ricerca della verità. Preso da solo, ogni indizio può essere una semplice coincidenza. Osservato nel contesto globale insieme a tanti altri sospetti o indizi, cessa di essere una coincidenza e diventa invece l'anello di una sequenza logica su cui si costruisce una teoria. È il quadro generale che conta e che deve sempre essere tenuto presente nell'analisi dei particolari. Ed è proprio sul quadro generale che i nostri amici non sanno offrire risposte convincenti da più di quattro anni. Per questo si attaccano disperatamente a dettagli, minuzie tecniche, citazioni, controcitazioni, rapporti del prof. X che dovrebbero screditare le dichiarazioni di Y e così via. L'intento è evidente: cercano di farci perdere di vista la cosa più imporante, e cioè che la loro teoria, osservata complessivamente, fa acqua da tutte le parti e non reggerebbe a una qualsiasi investigazione seria e indipendente. Una teoria è migliore di un'altra quando spiega meglio tutti o almeno gran parte degli interrogativi. Per questo, a poco a poco, dalla Danimarca al Giappone, sempre più persone manifestano apertamente le loro perplessità sulla verità ufficiale nonostante il muro di gomma dei media tradizionali. I debunker possono anche riuscire a convincerci che l'upgrade dei piani o altri due o tre elementi sospetti siano pure coincidenze. Ma non riusciranno mai a convincere né noi, né nessun altro che centinaia di clamorosi sospetti sono tutti semplici coincidenze prive di un filo logico. Solo se noi cadiamo nel loro tranello: analizzare ogni singolo dettaglio separatamente dal contesto generale. È solo così che possono avere speranza di vincere.

Solo un'opinione personale.
Un saluto a tutti

E dopo 10 anni, siamo a discutere se il Volo 77 è arrivato proprio lungo questa linea, o piuttosto è arrivato due metri più a sinistra, o due metri più a destra? (Perle complottiste)
baciccio
Inviato: 14/1/2008 1:23  Aggiornato: 14/1/2008 1:23
Mi sento vacillare
Iscritto: 30/1/2006
Da: Genova
Inviati: 536
 Re: In America l’ “upgrade” porta sfortuna
A questo punto, un interrogativo si pone: si conosce la ditta cui è stato affidato il compito di ricoprire con circa quattro centimetri di protezione le strutture portanti nei piani indicati delle Torri?

Redazione
Inviato: 14/1/2008 1:28  Aggiornato: 14/1/2008 1:36
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: In America l’ “upgrade” porta sfortuna
Dr. House:

Concordo in pieno, e aggiungo questo: forse tu "non capisci" perchè non hai mai provato a metterti nei panni dei debunkers. Se tu lo facessi, scopriresti automaticamente che l'UNICO modo di contrastare l'avanzata della verità è quello di attaccarsi ai dettagli insignificanti, trasformandoli se possibile in attacchi personali.

Esordiscono dicendo che sei in malafede, e poi si lamentano ai 4 venti di "essere stati insultati".

Nel frattempo hanno abilmente spostato la questione dall'upgrade delle Torri al fatto che Mazzucco dia "notizia vecchie", oppure che il 78° piano non fosse il 79° (e per fortuna non c'era il mezzanino). Io ormai ci ho fatto il callo, e in certi tranelli non casco più, ma c'è sempre chi abbocca e fornisce loro un motivo per riuscire a trascinare la discussione fuori strada.

(E dopo si domandano: "Da dove sarà nata tutta questa cattiveria?")

K_Emerson
Inviato: 14/1/2008 1:35  Aggiornato: 14/1/2008 1:35
Mi sento vacillare
Iscritto: 26/12/2007
Da:
Inviati: 306
 Re: In America l’ “upgrade” porta sfortuna
Mazzucco, quindi il tuo mestiere è cercare coincidenze, non fatti? Quindi tu chiedi un supporto economico per stare a casa a cercare coincidenze invece che questioni insindacabili?
Tutta qui la ricerca? Dopo anni e anni, ne vieni fuori con una coincidenza nemmeno troppo vana (cioé che nel caso di una sola torre, l'aereo avesse colpito i piani ristrutturati), che tra l'altro ti era stata sottolineata tempo fa proprio da un debunker?

Inutile quindi cercare ingegneri, piloti, esperti per valutare le prove... bastano le coincidenze?

Redazione
Inviato: 14/1/2008 1:37  Aggiornato: 14/1/2008 1:37
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: In America l’ “upgrade” porta sfortuna
Come ti dicevo, Dr. House, non si smentiscono mai.

Buonanotte K_Emerson, io vado a nanna.

DrHouse
Inviato: 14/1/2008 3:30  Aggiornato: 14/1/2008 3:30
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 30/11/2007
Da:
Inviati: 2394
 Re: In America l’ “upgrade” porta sfortuna
Citazione:

Mazzucco, quindi il tuo mestiere è cercare coincidenze, non fatti? Quindi tu chiedi un supporto economico per stare a casa a cercare coincidenze invece che questioni insindacabili?

Mi viene da ridere, Massimo. È così lampante che le loro provocazioni sono studiate a tavolino che davvero non riesco a credere che molti tuoi lettori (che peraltro mostrano in altri momenti capacità di analisi e di approfondimento ben superiori alla media) non lo percepiscano e cadano ingenuamente in questo tranello. È ovvio che il loro obiettivo è quello di farci perdere le staffe, di farci sbraitare, cadere in contraddizione, dubitare di tutto, farci dire cose sconvenienti che poi useranno al momento giusto contro di noi per screditarci. Poi, magari, manderanno in televisione qualcuno come Teodori (che il burattino lo fa di professione) a dire che siamo una setta di invasati che credono agli alieni, negano l'Olocausto e predicano la distruzione dello stato di Israele.

Il mio consiglio è: ignoriamoli e avremo vinto. La verità sta tutta dalla nostra parte e loro lo sanno bene. A rispondere a queste provocazioni, abbiamo solo da perdere.

E dopo 10 anni, siamo a discutere se il Volo 77 è arrivato proprio lungo questa linea, o piuttosto è arrivato due metri più a sinistra, o due metri più a destra? (Perle complottiste)
Redazione
Inviato: 14/1/2008 4:30  Aggiornato: 14/1/2008 4:30
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: In America l’ “upgrade” porta sfortuna
Infatti. Buonanotte anche a te, DrHouse.

luca2012
Inviato: 14/1/2008 10:52  Aggiornato: 14/1/2008 10:52
Ho qualche dubbio
Iscritto: 27/12/2006
Da:
Inviati: 69
 Re: In America l’ “upgrade” porta sfortuna
Certo che dare del debunker a chiunque non sia d'accordo su una cosa mi pare esagerato.

K_Emerson
Inviato: 14/1/2008 12:22  Aggiornato: 14/1/2008 12:22
Mi sento vacillare
Iscritto: 26/12/2007
Da:
Inviati: 306
 Re: In America l’ “upgrade” porta sfortuna
Mazzucco, non sfuggire alle domande: la tua ricerca si limita alle coincidenze? Ed è tanto accurata da tralasciare rapporti ufficiali e interventi sul tuo stesso blog, che dicono le stesse cose che citi ora da anni?

Le coincidenze dimostrano qualcosa? Soprattutto quelle forzate come questa? Che coincidenza è se solo in un caso la torre è stata colpita nei piani "upgradati"? Non ti sembra che ci fosse un'alta percentuale che almeno in una delle due torri venissero colpiti proprio quei due piani?

Lestaat
Inviato: 14/1/2008 12:25  Aggiornato: 14/1/2008 12:25
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 27/7/2005
Da: Perugia
Inviati: 1774
 Re: In America l’ “upgrade” porta sfortuna
@luca2012
Dipende da chi sia il "chiunque"
Dai un occhiata ai vari forum e vedrai.

In nomine libertatis vincula edificamus.
In nomine veritatis mendacia efferimus.
Freeman
Inviato: 14/1/2008 13:12  Aggiornato: 14/1/2008 13:14
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 31/7/2006
Da: NiggahCity
Inviati: 2092
 Re: In America l’ “upgrade” porta sfortuna

"Non siamo noi a trovare la Verità. È la Verità a trovare noi. Dobbiamo solo prepararci. Si può invitare un ospite che non si conosce? No. Ma si può mettere la casa in ordine, così che, quando l'ospite arriva, si è pronti a riceverlo e a conoscerlo".
sick-boy
Inviato: 16/1/2008 23:14  Aggiornato: 16/1/2008 23:14
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 18/10/2006
Da: Leith
Inviati: 2710
 Re: In America l’ “upgrade” porta sfortuna
Mi sembra che la morale sia chiara: la notizia di Mazzucco, oltre che vecchia come il cucco, non aggiunge una benemerita mazza a quel che si sapeva e non è utile a nessuno. Chi credeva già al complotto parlerà di "misteriose coincidenze" e di "ulteriore tassello". Gli altri assisteranno allo show con un misto di stupore e divertimento.

Cazzo hai davvero ragione. Chi è il fesso?

Btw nessuno che ha il coraggio di dire che, tenendo conto SOLO E SOLTANTO del fatto che:

- ci si è liberati delle prove vendendo velocemente la ferraglia
- il NIST non ha spiegato il crollo
- intanto hanno fatto due guerre micidiali

il fatto che un ipotesi DC non spiega come hanno fatto a minare le torri nè come ha fatto a iniziare il crollo esattamente a partire dai piani colpiti prende tutta un'altra piega. E' un ipotesi ovviamente, ma si sa, formulare ipotesi è per i debunker il vero crimine.

hi-speed
Inviato: 3/3/2008 11:45  Aggiornato: 3/3/2008 11:45
Sono certo di non sapere
Iscritto: 28/12/2004
Da: preda lunga
Inviati: 3211
 Re: In America l’ “upgrade” porta sfortuna
E' proprio brava la signorina Cotillard

qui

Gli USA sono veramente la patria della democrazia. Puoi dire tutto quello che vuoi senza problemi.

Hi-speed

Cosa Sta Succedendo? Madre, madre Ci sono troppi di voi che piangono Fratello, fratello, fratello Ci sono troppi di voi che stanno morendo Sai che dobbiamo trovare una maniera Per portare un pò di amore qui oggi

Powered by XOOPS 2.0 © 2001-2003 The XOOPS Project
Sponsor: Vorresti creare un sito web? Prova adesso con EditArea.   In cooperazione con Amazon.it   theme design: PHP-PROXIMA