Informazioni sul sito
Se vuoi aiutare LUOGOCOMUNE

HOMEPAGE
INFORMAZIONI
SUL SITO
MAPPA DEL SITO

SITE INFO

SEZIONE
11 Settembre
Questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego.
 American Moon

Il nuovo documentario
di Massimo Mazzucco
 Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!
 Menu principale
 Cerca nel sito

Ricerca avanzata

TUTTI I DVD DI LUOGOCOMUNE IN OFFERTA SPECIALE


Medicina : Farmageddon: la guerra globale contro le donne
Inviato da Redazione il 4/11/2007 7:40:00 (17019 letture)

ATTENZIONE: L’autore dell’articolo si è dichiarato disponibile a rispondere alle domande dei lettori. Vedi QUI

di Kjeld Heising (Traduzione di Gianni Elvezia)

La guerra globale contro le donne è stata, per molti anni, una guerra estrememente difficile da riconoscere come tale. Per decenni ha assunto un volto benigno, somigliando decisamente proprio all’opposto di una guerra. Ma ora assume un altro volto, un volto sgradevole, proprio come il volto delle altre guerre: quella contro il terrore e quella contro il riscaldamento globale causato dall’uomo. Queste guerre sono state riconosciute da molto tempo come false messe in scena. Ora si sta svelando la guerra globale contro le donne.

Per me cominciò quando mi domandai: come mai sempre più campagne di vaccinazione sono dirette verso le donne? Recentemente, in Danimarca, i media hanno pubblicizzato ampliamente la vaccinazione HPV (Virus del Papilloma Umano) contro il cancro della cervice, non per essere somministrato a donne dell'età nella quale il cancro della cervice può svilupparsi. No, le vaccinazioni stanno per essere incluse nelle normali vaccinazioni per bambini, somministrate a ragazzine dell’età di 12 anni – età alla quale non hanno alcun effetto positivo. Come è possibile?

Poco prima che questo accadesse, i media annunciarono che la Fondazione Bill Gates ha messo a disposizione 10 milioni di corone danesi ad una università di Copenhagen per ulteriori ricerche sul vaccino contro la malaria, da somministrarsi a donne del terzo mondo. Ancora donne…perchè?

Ancor prima, abbiamo visto così tante campagne, nell’intero mondo occidentale, in favore della obbligatorietà del test HIV (Virus dell’Immunodeficienza Umana), alle donne in stato interessante. Siccome ho compiuto estese ricerche sull’AIDS (Sindrome di Immunodeficienza Acquisita), questo è diventato un mio personale cavallo di battaglia. Come spiegherò più avanti, l’esistenza del virus HIV non è mai stata documentata, e nemmeno il suo collegamento con l’AIDS. Lo stesso “AIDS” è un termine fuorviante. Il test HIV non testa la presenza di alcun virus, ma indica solamente la presenza di certi anticorpi nel sangue. Molto spesso risponde positivamente alla gravidanza, nonostante nessun virus in particolare sia presente.

Perchè questa ossessione nel sottoporre a test donne in stato di gravidanza?

Vi sono molte altre indicazioni – che spiegherò – che puntano tutte al fatto che qualcosa di strano stia accadendo riguardo alle donne. Sin dall'inizio ho sospettato che avesse a che fare con la depopolazione. Tutti sappiamo che è stato messo in atto un programma, ...

... come minimo dalla Seconda Guerra Mondiale, per lo più mediante mezzi economici: il saccheggio di denaro e risorse naturali dall’Africa e altri continenti, reso agevole dalla Trappola del Debito, dagli Aggiustamenti Strutturali dell’IMF (Fondo Monetario Internazionale delle Nazioni Unite) e dalle amministrazioni della Banca Mondiale.

Sappiamo inoltre che la riduzione della popolazione deve colpire le donne, non gli uomini. Solo riducendo il numero di femmine si può ridurre l’ammontare della progenie. Un uomo può fertilizzare migliaia di donne, ma una donna non può essere fertilizzata da migliaia di uomini.

E quando guardai per la seconda volta la video-lezione del Dottor David Ayoub, "Mercury, Autism and the Global Vaccine Agenda", l’intero quadro della situazione mi fu improvvisamente chiaro. Il Dottor Ayoub usa metà della sua lezione per spiegare la connessione tra l’incremento della frequenza dell’autismo in America e l’incremento del consumo del mercurio contenuto nei vaccini. Nel resto della lezione spiega che la peculiare cultura della vaccinazione gioca un ruolo completamente differente da quello che la maggior parte di noi potrebbe pensare.

L’Ombra di Rockefeller

La storia del Dottor Ayoub comincia nel 1952, quando D. Rockefeller III fonda il Consiglio per la Popolazione e con esso inserisce seriamente il problema della sovrapopolazione nell’arena politica.

Nel 1972 un’altra commissione, la Commissione Rockefeller sulla Crescita della Popolazione, completa, su richiesta del Presidente Nixon, uno studio durato due anni sulla crescita della popolazione. La commissione conclude:

Dopo due anni di intensi sforzi abbiamo concluso che, nel lungo termine, nessun sostanziale beneficio risulterà da una ulteriore crescita della popolazione nazionale ma che piuttosto, una graduale stabilizzazione della nostra popolazione per mezzo di mezzi volontari contribuirebbe significativamente all’abilità della nazione nel risolvere i suoi problemi. Abbiamo cercato, senza trovarlo, un qualsiasi convincente argomento economico a favore di una continua crescita della popolazione. La salute del nostro paese non dipende da essa e nemmeno la vitalità delle imprese o il benessere dell’uomo medio.

Più avanti il rapporto afferma:

Proprio per sua natura, la popolazione è una preoccupazione continua e dovrebbe ricevere un' attenzione continua. Ulteriori generazioni, e ulteriori commissioni, saranno in grado di vedere la strada giusta per il futuro. In ogni caso, nessuna generazione ha bisogno di conoscere lo scopo ultimo o il significato ultimo, solamente la direzione nella quale essi possono essere trovati. John D. Rockefeller 1972.

Solo due anni più tardi, nel 1974, arrivò il famoso Memorandum dello Studio sulla Sicurezza Nazionale di Henry Kissinger sulle “conseguenze della crescita della popolazione globale per la sicurezza degli Stati Uniti ed i suoi interessi oltremare”. Un documento che abbiamo conosciuto dal momento in cui fu desecretato, nel 1989. Un'altra cosa che sappiamo è che lo stesso Signor Kissinger fece carriera nella politica statunitense come protetto dei Rockefeller. Non c’è dubbio che ci sia una linea diretta dal Rapporto Rockefeller al Memorandum Kissinger.

Il Memorandum afferma che:

· Abbiamo tassi di crescita senza precedenti

· I Paesi Sottosviluppati crescono più rapidamente

· Le importazione necessarie agli Stati Uniti potrebbero essere minacciate

· Rischio di destabilizzazione globale

· Misure urgenti ed immediate debbono essere intraprese al fine di ridurre la fertilità.

Quindi il Memorandum raccomanda questi obiettivi:

· Tasso di Crescita zero nei Paesi Sviluppati entro il 1985

· Tasso di Crescita zero nei Paesi Sottosviluppati entro il 2000

Si può notare che questa agenda verrà sviluppata prima nel nostro mondo occidentale e in un secondo tempo esportata nel Terzo Mondo. Probabilmente perchè la gente nel mondo industrializzato è di più agevole manipolazione, più agevole da raggiungere dai media centralizzati e controllati, più facile da utilizzarsi come cavia e più agevolmente utilizzabile come soggetto di test di misurazione dell’efficacia della campagna.

Il che concorda a perfezione con il fatto che i tassi di natalità siano in effetti calati nell’occidente, prima del loro declino nel Terzo Mondo.

Per quanto riguarda gli strumenti, il Memorandum suggeriva:

· Salute Riproduttiva (aborto, preservativi)

· Educazione Sessuale

· Miglioramento della Salute

· Parità delle Donne

· Scuole Materne

· Partecipazione del Governo

· Miglioramento della Sicurezza Sociale

· Riduzione della Mortalità Infantile

Riconosciamo alcune di queste misure? Ehm… tutte, veramente. Sono esattamente gli ingredienti che hanno caratterizzato la vita adulta della mia generazione – il periodo dagli anni ’70 in poi. Complessivamente ed in qualsiasi contesto si chiamarono “Welfare” e ci fu un forte consenso sul fatto che fossero il risultato di un modello sociale superiore basato sulla democrazia. Ora, ci troviamo improvvisamente di fronte a questa domanda: erano solo dei mezzi per indurci ad impedire di riprodurci?

La risposta a questa domanda richiede una analisi approfondita. Lasciateci solo affermare che i “titoli di testa” della nostra vita possono essere effettivamente regolati. Ciò avviene per mezzo della regolazione dell’ammontare di denaro in circolazione: quando le banche centrali rilasciano denaro sul mercato, abbiamo “Welfare”. Quando esse ritirano il denaro in circolazione abbiamo recessione. L’amministrazione centralizzata della rete globale dei media rende agevole il controllo delle idee che accompagnano il denaro – e il relativo incanalare flussi di denaro ed idee, entrambi nelle direzioni volute.

Nella fattispecie, abbiamo di fatto che vi siano nella realtà degli elementi del Memorandum Kissinger. Cosa altrettanto certa, è il fatto che abbiamo un calo delle nascite. Intorno al 1970 il tasso di natalità in Danimarca era 2.0. Oggi è 1.7 – molto meno di quanto sia richiesto per mantenere l’esistente popolazione. Troviamo un simile sviluppo in tutto l’Occidente.

A proposito della realizzazione nel terzo mondo, il Memorandum raccomandava i seguenti mezzi:

· Banca Mondiale

· WHO [ndt: Organizzazione Mondiale per la Sanità]

· UNICEF [ndt: Fondo di Emergenza Internazionale delle Nazioni Unite per l’Infanzia (ora Fondo per l’Infanzia]

· Governi da parte di Paesi “donatori”

· UNFPA [ndt. Fondo delle Nazioni Unite per la Popolazione]

· Organizzazioni e Gruppi Privati

Questo è un pò più rivelatorio della maniera in cui il mondo funziona. Una elite finanziaria americana richiede che un Ministro degli Esteri americano incorpori una organizzazione internazionale nei suoi strumenti di lavoro. Non stiamo parlando di Nazioni Unite come unione di nazioni, ma di Nazioni Unite come una filiale del Ministero degli Esteri degli Stati Uniti.

Notiamo inoltre che la Banca Mondiale gioca un ruolo centrale. Siamo negli anni ’70 ed il Terzo Mondo sta per saltare nella trappola del debito – un meccanismo che si riprende completamente le “indipendenze” appena ottenute. Dopo poco tempo è chiaro che anche queste parti del mondo sono controllabili, economicamente e politicamente. E che la Banca Mondiale è, come abbiamo visto fin da allora, lo strumento numero uno per il controllo, coadiuvato dalla oganizzazione gemella IMF. Nel loro periodo di governo, il Terzo Mondo e stato impoverito costantemente e costantemente derubato delle ricchezze naturali dei propri continenti.

A parte questo, per il progetto del Memorandum coperto dal settore della salute (WHO) e dal settore educativo (UNICEF) ha il supporto dei governi alleati assicurato a mezzo del finanziamento di migliaia di NGO (Organizzazioni Non Governative) e acquista così un tocco di impegno “dalla-gente-per-la-gente”.

A questo punto nel memorandum Kissinger troviamo importanti elementi di sfondo che rendono comprensibili un grande numero di eventi pratici. Torniamo al nostro argomento principale: il mondo medico e la sua straordinaria gioia nel vaccinare.

Farmageddon

Nel 1999 fu fondata l’organizzazione Alleanza Globale per Vaccini e Immunizzazioni - GAVI. Il suo finanziatore fu nientemeno che Bill Gates, che vi investì 754 milioni di dollari e dichiarò l’obbiettivo di raggiungere da 12 a 15 miliardi di dollari. In precedenza il signor Gates aveva dato 1,7 milioni alla UNPFA, 10 milioni per la “ricerca sulla salute riproduttiva” all’UNDP (Programma per lo Sviluppo delle Nazioni Unite), al WHO ed alla Banca Mondiale. Inoltre 2,2 milioni alla UNPFA e 1,7 milioni a “Maternità Pianificata” (Planned Parenthood).

Tecnicamente GAVI non ha alcuna relazione di sorta con la depopolazione, ma era, ed è, una organizzazione con lo scopo di “migliorare la salute nei 70 paesi più poveri” – e lo fa con un singolo strumento: le vaccinazioni. Un pò strano, potreste già dire. Poichè se volete migliorare la salute in paesi poveri, la prima idea che vi verrebbe sarebbe aiutare la produzione di cibo e la distribuzione di, per esempio, acqua. Ed ecco, loro usano siringhe e composti chimici – come mai?

Il vero programma dell’organizzazione si fa più chiaro quando diamo un’occhiata ai piani per l’attuazione del suo programma esplicito. Userà:

· Banca Mondiale

· WHO

· UNICEF

· Governi da parte di Paesi “donatori”

· UNFPA

· Organizzazioni e Gruppi Privati

Non erano gli stessi agenti che il Memorandum Kissinger si proponeva di utilizzare? Certamente. E fate attenzione ora: il Memorandum Kissinger suggerisce di ridurre la popolazione nel Terzo Mondo come mezzo per assicurare che le risorse mondiali “siano disponibili per gli Stati Uniti ed i suoi alleati”. GAVI ridurrà la mortalità – relativamente aumentando le popolazioni. Come può la stessa organizzazione lavorare per due programmi opposti?

Non può. E che i due programmi siano realmente opposti diventa chiaro con una semplice considerazione: il NSSM 200 [ndt: Memorandum 200 del Governo Statunitense - Studio sulla Sicurezza Nazionale] ebbe successo nel ridurre il tasso di natalità nell’Occidente per mezzo, fra l’altro, di un incremento della sanità pubblica. Potreste essere erroneamente indotti a pensare che è esattamente quel che GAVI vuol fare nel Terzo Mondo. Ma è possibile?

Non lo è. La sanità pubblica nell’Occidente fu incrementata dai centri finanziari occidentali che emisero denaro sul mercato, su vasta scala, curandosi che gli apparati statali lo distribuissero a pioggia alla popolazione. Questa è l’essenza di ciò che è chiamato “società del welfare” durante le ultime generazioni. Essi inondarono i cittadini con denaro.

Oggi, nel Terzo Mondo, la situazione è capovolta. Gli Aggiustamenti Strutturali del IMF durante gli anni ’90 prosciugarono di denaro le popolazioni del Terzo Mondo, deviando i potenziali produttivi dalla produzione di cibo all’esportazione delle materie prime; privatizzarono risorse collettive come l'acqua e le convertirono in merci. Ecco, strangolarono i cittadini per mezzo della penuria di denaro.

Affermare di lavorare per la sanità pubblica senza nominare queste condizioni è come ammettere che il progetto sia una macchinazione. Affermare di incrementare la salute pubblica con siringhe e composti chimici è come ammettere ancora una volta che il progetto è una macchinazione.

Si possono inoculare milioni e milioni di persone contro HIV, Tifo, Epatite, Tubercolosi, e tutto quello che volete, ma se la gente non ha abbastanza da mangiare e da bere il vostro progetto è inutile.

Conclusione: lo scopo è differente. Così, facciamoci una domanda: le campagne di vaccinazione del GAVE sono strumenti di lavoro presi dal Memorandum Kissinger? Sono campagne antifecondità in incognito? I vaccini che vorrebbero distribuire su vasta scala nel Terzo Mondo sono in realtà armi chimiche che rendano le donne sterili?

Ebbene, ci sono certe indicazioni a questo riguardo e, effettivamente, ci sono anche delle evidenze innegabili. Una delle indicazioni è, come ho già detto, la strana preferenza per le donne nelle campagne di vaccinazione dell’ultima decade. Dopo quanto ho scritto in questo articolo avrete bisogno di un bel pò di fantasia per credere che tutto sia basato sul desiderio di aiutare le donne ad avere bambini.

Potete aggiungere che i test sull’HIV in Africa sono eseguiti solo in cliniche prenatali, il che significa solo su donne gravide. Nel Mondo delle Fiabe anche questo fatto potrebbe essere preso per un’assistenza, ma la realtà ci racconta un’altra storia: il passo successivo ad un test HIV positivo è la prescrizione di medicinali di tossicità mortale (che chiamano “medicine per l’AIDS”), le quali distruggono il sistema immunitario e la capacità di assorbire sostanze nutritive, e portano alla nascita di bambini anormali.

Ci avviciniamo allo scopo reale del GAVI quando realizziamo che la letteratura medica contiene migliaia di dispense e riviste – persino libri di testo – su quanto è chiamato “Immunologia Riproduttiva” – che significa “come rendere le donne immuni alla gravidanza”. Un articolo del 1991 ha come titolo “La Task Force del WHO sul Vaccino per la Regolazione della Fecondità”. Numerosi istituti hanno Immunologia Riproduttiva sul loro programma di ricerca. E come possiamo notare:

· Il metodo è basato su programmi di vaccinazione.

· Il WHO è profondamente implicato nella loro esecuzione pratica.

Fino a poco tempo fa la tecnica preferita è stata di mescolare vaccini contro il Tetano e la Difterite con Gonadotropina hCG. hCG è un ormone che si forma naturalmente nel feto nel giro di pochi giorni dal concepimento, e che gli è necessario per continuare la sua vita e crescita. Quando una mistura di vaccino e hCG è inoculata nel sangue di una donna, le sue difese immunitarie produrranno non solo anticorpi contro i batteri del Tetano o della Difterite, ma anche quelli contro il hCG.

Come risultato la donna perderà il feto.

Le campagne di vaccinazione più note sono quelle del WHO contro il Tetano negli anni dal 1993 al 1995 in Nicaragua, Messico, Nigeria, Tanzania e nelle Filippine, dove milioni e milioni di donne furono inoculate. Nonostante il fatto che il 70% dei casi di tetano avvenga negli uomini, il gruppo interessato fu … donne tra i 14 ed i 44 anni.

Questi scandali vennero documentati così bene – rimarchevolmente, tra gli altri, attraverso l’Organizzazione Life International, che fece analizzare il vaccino – che il Governo delle Filippine aprì un'indagine. Nel 1995 la BBC produsse un documentario sulla vicenda (che sfortunatamente non è disponibile su internet).

Altre campagne di vaccinazione hanno avuto altri effetti. In Uganda fu attuata un vaccinazione contro la polio, che uccise 600 bambini in un solo mese, e tutti nello stesso villaggio (Mbarara) – in cui per una coincidenza c’era un censimento. In Nigeria il vaccino contro la polio fu distribuito contaminato con estradiolo, ed un certo numenro di agenti cancerogeni. Quante altre campagne criminali come queste sono state attuate nel corso degli anni?

Da una truffa all’altra

Torniamo per un istante indietro al nostro mondo. Come abbiamo visto, è qui che la depopolazione fu attuata in anteprima. Dapprima non incluse vaccinazioni come strumento principale, ma ebbe un carattere più sottile e subdolo. Una grandissima influenza fu esercitata dai Mass Media. Quando il banchiere internazionale JP Morgan, prima della Prima Guerra Mondiale, chiese a una manciata fra i più importanti editori di giornali di investigare su quanti media avrebbe dovuto comprare al fine di controllare il flusso di notizie nel mondo intero – e quanto sarebbe costato – essi risposero con la cifra di 25. Morgan non ci mise molto a metterli sotto controllo.

Oggi la centralizzazione è passata ad una scala di gran lunga maggiore. Ci sono migliaia di media in più, ma il circolo dei loro proprietari non è per questo più numeroso, anzi è più ristretto. I media dell’Occidente sono essenzialmente un'unica rete. Perciò influenzare i media è più facile che mai. E ha creato movimenti pubblici nel pieno spirito del Memorandum Kissinger: funzioni della famiglia acquisite da autorità pubbliche, dissoluzione della famiglia, minor impegno nell'avere figli, esclusivo interesse verso il mercato del lavoro, incoraggiamento dell’omosessualità e della vita da singles. Il NSSM 200 ha funzionato molto bene nell'intero Occidente.

Allo stesso tempo esseri umani sradicati, solitari e disfunzionali sono stati formati – facili vittime di quel che chiamiamo la costruzione del Guru: una sorta di eccelso potere nelle mani del quale si possono lasciare le responsabilità della propria vita. Una di queste è l’industria farmaceutica, la quale per molti aspetti ha preso il posto della Chiesa. “Liberaci dal male” noi salmoidiamo quando (dall’industria stessa) riceviamo il bollettino giornaliero sui nuovi pericoli dal mondo dei microbi. “Dacci oggi la nostra medicina quotidiana” imploriamo quando (dall’industria stessa) riceviamo la notizia che un altro prodotto salvifico è stato creato.

E' uno sviluppo che punta chiaramente all’industria farmaceutica come strumento per il controllo della popolazione. Torniamo dunque daccapo ai nostri vaccini. Già nel 1952 John D. Rockefeller III, attraverso la sua organizzazione Consiglio per la Popolazione, cominciò sostenendo che ai vaccini avrebbe dovuto essere aggiunto del Mercurio. Serviva ad un triplice scopo: il Mercurio agisce come conservante, questo era l’alibi. Poteva aiutare l’industria chimica a sbarazzarsi di un prodotto di scarto altamente tossico (proprio come il Fluoro nel dentifricio). E, principalmente, il Mercurio è assorbito dal nostro corpo, non viene espulso e ha vari effetti tossici.

Uno degli effetti è che distrugge le ciglia all’interno del sesso femminile, rimuovendo la capacità della membrane mucose di trasportare il seme alle cellule uova. Il che, ovviamente, impedisce il concepimento naturale. Un altro effetto è che I bambini che riescono comunque a nascere, diventano autistici – nel senso che la frequenza dei bambini autistici si incrementa con l’incremento di mercurio contenuto nei vaccini assunti. E ci sono altri effetti di questo additivo che è chiamato thiomesa, come il diabete.

Più importante in questo contesto è, naturalmente, l’effetto sulla fertilità delle donne, a cui si può aggiungere l’effetto delle tossine che trovino la loro via verso gli organi maschinli, riducendo la loro abilità di produre seme. Si è parlato molto dei ftalati estogenoidi di alcune plastiche – ma non ho fatto ricerche su questo aspetto.

Un piccolo passo al di fuori del mondo dei vaccini e troviamo l’inganno di gran lunga più grande, creato nel primi anni ’80: AIDS. L’AIDS inizialmente comparve solo tra uomini omosessuali che facevano un pesante consumo di droghe ricreative e di antibiotici ,ed era senza alcun dubbio un semplice fenomeno di intossicazione. Di nuovo, l’industria farmaceutica e la tastiera dei media internazionali fecero magie, e, senza che nessuno capisse come, l’AIDS divenne un morbo da virus – ed un morbo che poteva attaccare donne eterosessuali. Fu a questo punto che cominciò a sembrare uno schema ricorrente: già nella metà degli anni ’90 i poteri dell'industria che avevano capito il Memorandum Kissinger cominciarono a richiedere che i test HIV fossero resi obbligatori per le donne gravide.

Inoltre, in questo contesto, quel che cominciò nell’Occidente fu poi trasferito al Terzo Mondo. Gli esperimenti vennero fatti qui, la prassi venne sviluppata là fuori. Il punto della strategia è che le donne molto spesso risultano positive in un test HIV non perchè abbiano dei virus particolari, ma solo ed unicamente perchè sono incinte (esiste una lista di 70 situazioni che danno falsi risultati positivi). Migliaia di donne, specialmente negli Stati Uniti, furono in seguito esposte a quelli che vennero chiamati “farmaci per il prolungamento della vita”, ma che in realtà erano veleni mortali per le cellule.

Uno dei casi che trovo più tragico è da un articolo di Celia Farber (Fuori Controllo: AIDS e la corruzione della scienza medica), dove si riporta di una donna incinta sana e in piena forma (positiva HIV) che accetta – allo scopo di “aiutare la scienza” – di partecipare ad un test di farmaci “che prolungano la vita”. Dal momento in cui comincia il trattamento si ammala, durante la gestazione peggiora, e riesce a partorire il suo bimbo ma muore subito dopo.

Altri casi riportati parlano di bambini malformati dopo farmaci più ordinari – ma in tutti i casi, le donne sono severamente colpite dalle medicine. La stessa cosa naturalmente vale per gli uomini.

Quello che l’industria farmaceutica ha offerto per HIV e AIDS sono sostanze chimiche che distruggono la capacità dell’intestino di assorbire sostanze nutritive, la capacità del midollo osseo di creare sia sangue che sistema immunitario, e una lunga lista di altri effetti mortali. Il sistema funzionò qui in Occidente – e fu esportato in Africa e Asia dalla metà degli anni novanta, col pretesto che “una pandemia si stava sviluppando”.

Nuovamente il WHO fu il principale protagoniata. Il WHO introdusse la “diagnosi visiva”, semplificando e facilitando la creazione di un caso di AIDS con la sola osservazione di una persona, notando se avesse perso peso o avesse magari diarrea o tosse. I suoi dipendenti eseguivano test HIV in cliniche prenatali dove potevano essere sicuri di ottenere risultati positivi e di intossicare susseguentemente donne ed i loro feti.

Massiccie campagne mediatiche hanno appoggiato fino in fondo il progetto che oggi si sta svelando come la più grande macchinazione mortale nella storia della medicina. Nel mondo intero si fatica a trovare un ragazzino in età scolare che non abbia imparato a memoria che l’AIDS è una malattia causata dal virus HIV che distrugge il sistema immunitario, che questo è il problema più grande del Terzo Mondo, e che un finanziamento illimitato deve essere gettato nella ricerca di un vaccino (anche qui abbiamo con noi Bill Gates).

Quello che non hanno imparato è che il virus HIV non è mai stato isolato e quindi mai documentato. Che il cosiddetto test HIV non cerca il virus ma degli anticorpi (che appartengono ad un sistema immunitario funzionante). Che il sangue da qualsiasi persona al mondo risulterà positivo al test HIV se non sarà diluito 400 volte. Che i cosiddetti farmaci contro l’AIDS non hanno nessun effetto che possa essere messo in relazione con alcun virus: essi uccidono ogni entità vivente, interrompendo l'intera sintesi del DNA. E che gente marchiata come positiva HIV, e che non prende medicine, rimane viva e vegeta.

Quel che non imparano è che quel che sembra una truffa medica non è solo questione di soldi, ma può essere vista come uno strumento per la depopolazione.

Tutti ricordiamo l’Influenza Aviaria. Spuntò nel 2005 sotto forma di un pacchetto completo del Pentagono, comprensivo di prospetti di pandemia, mutazioni e tutto il resto del baraccone. La risposta fu ancora un vaccino: Tamiflu, con un brevetto di proprietà della compagnia Gilead, che nuovamente contava Donald Rumsfeld tra i suoi azionisti. Tamiflu fu venduto in milioni di dosi, nonostante fatto che non si conoscano effetti positivi.

Il Donatore di Medicine Gates assicurò recentemente 10 milioni di Corone Danesi all’Università di Copenhagen per la ricerca continua di un vaccino contro la malaria. Target… ebbene, donne nel Terzo Mondo.

E inoltre … il più recente vaccino contro il Virus del Papilloma Umano, HPV, che in Danimarca e in molti altri paesi sta per essere incluso nei programmi comuni di vaccinazione dei bambini. Gruppo Target: ragazzine di 12 anni di età.

Signore e signori, c’è una guerra in corso contro le donne. In tutto il mondo.

Dal Libero Arbitrio alla Coercizione

Nei primi tempi, la Commissione Rockefeller enfatizzò che la riduzione della popolazione avrebbe dovuto certamente essere un segreto, ma che avrebbe dovuto essere attuata senza coercizione. Abbiamo visto in seguito che questa richiesta è stata diluita. Nei termini delle campagne di vaccinazione nel Terzo Mondo, il problema principale è che molte vaccinazioni richiedono due, tre…cinque iniezioni per essere completate. Possono dilungarsi a settimane e durante questo periodo voci possono spandersi tra la popolazione sui loro effetti (emorragie, aborti, morti). In Africa donne incinte cominciarono a fuggire dai loro villaggi quando le fuoristrada bianche arrivavano. Divenne un problema così grande che la Commissione Rockefeller ritenne necessario risolverlo.

Le soluzioni furono molteplici. Si persuasero i governi locali a rendere obbligatorie le vaccinazioni e a mettere in galera quelli che le rifiutavano – come nel caso del Mali. Governi che rifiutarono di stare al gioco – per esempio la Nigeria – furono colpiti da falsi rapporti su epidemie crescenti che causarono la condanna dei governi ostinati da parte dei paesi confinanti, per il fatto di “mettere in pericolo la vita di altre persone”. O come il governo del Sud Africa, che ancora rifiuta di distribuire test HIV gratuiti fra la popolazione e che è sotto tremenda pressione da parte di tutto il mondo occidentale – dai Reali Britannici ai candidati alla presidenza americana a pagliacci mediatici come Oprah Winfrey (che comparve a Johannesburg per sottoporsi pubblicamente ad un test HIV… il risultato non fu pubblicato).

Ma innanzi tutto cominciarono la ricerca su come spargere vaccini nel modo migliore. Uno dei risultati fu publicato in una press release del WHO nell’agosto 2005: più di 750.000 infermieri dovrebbero andare di casa in casa e inoculare 24 milioni di bambini sotto i 5 anni su certe isole indonesiane – tutti in un giorno! Questa è tattica mordi e fuggi. Se qualcosa andasse storto, le voci non avrebbero tempo di spargersi. Questa tattica appare ulteriormente consolidata dal WHO.

Nel prossimo futuro vi è un piano per incorporare frammenti di DNA in virus che possono automaticamente produrre gli anticorpi hCG. Dopodichè nessuna ulteriore azione è richiesta dal momento che il DNA si replicherà da solo infinitamente ed impercettibilmente, defertilizzando le donne. Il passo successivo sarà quello di incorporare queste stringhe di DNA nel cibo e negli stimolanti, cosicchè le donne distribuiranno e assumeranno il loro agente defertilizzante da sole. Tutto senza saperlo.

La tecnica è chiamata Vaccino d’Agguato. Se sia già usata attualmente qui in Occidente, non saprei – ma è un fatto che entrambi uomini e donne nella nostra parte del mondo hanno sempre più problemi nell’avere bambini.

Nella nostra parte del mondo si sta diffondendo un certo scetticismo sulle azioni dell’industria farmaceutica e sui suoi appoggi politici. Per esempio in questo programma umoristico.

Sempre qui, il Nuovo Ordine Mondiale reagisce. In Scandinavia esso può ancora contare sull’appoggio massiccio della rete dei media che è obbidiente al cento per cento – i Danesi sono la popolazione più facile da controllarsi al mondo, data la loro predisposizione al consenso. Ma sia in Gran Bretagna che negli Stati Uniti, il principio di non coercizione è stato sospeso da molto tempo. Sempre più vaccinazioni sono obbligatorie – come in Texas, dove ragazzini in età scolare ora debbono passare attraverso 68 inoculazioni nel corso dei loro anni di scuola. Il test HIV è obbligatorio per donne incinte in diversi Stati, seguito da obbligatoria assunzione di medicine letalmente velenose – per madri e neonati.

Questo sviluppo è una conseguenza della Guerra al Terrore la quale, nell’ultima decade, ha sospeso un diritto civile dopo l’altro, specialmente in Gran Bretagna e Stati Uniti. Come sappiamo, questa guerra ha il suo programma per la depopolazione – spargendo uranio impoverito nella nostra atmosfera ed altro ancora – ma questa è un’altra storia.

Kjeld Heising


Testo originale

Segnalato e tradotto da Gianni Elvezia (PikeBishop) per luogocomune.net

VEDI ANCHE:

NATIONAL SECURITY MEMORANDUM NSM-200

Umanitarismo, o eugenetica?

Il concetto è molto semplice: non ci sono abbastanza risorse al mondo per permettere a tutti di vivere in maniera decente? Invece di consumare di meno, e cercare magari di dividere più equamente quello che c'è, lasciamo morire un paio di miliardi di persone, e il problema non sussiste.

Questa è l'essenza, nemmeno tanto velata, di un documento sulla crescita della popolazione mondiale voluto da Henry Kissinger nel 1974, noto come National Security Memorandum 200. Il documento fu desecretato nel 1989. Nato ovviamente con intenti umanitari, ...

"L'incredibile AIDS"

"L'epidemia di autismo infantile, il mercurio ed i vaccini"

Voto: 0.00 (0 voti) - Vota questa news - OK Notizie


Altre news
28/11/2015 10:00:00 - Il nuovo sito è pronto
26/11/2015 19:40:00 - Fulvio Grimaldi a Matrix
24/11/2015 11:00:00 - Caccia russo abbattuto dai turchi
22/11/2015 20:20:00 - Ken O'Keefe: "ISIS = Israeli Secret Intelligence Service"
21/11/2015 21:00:00 - L'uomo che uccise Kennedy
19/11/2015 19:00:00 - La solitudine
18/11/2015 21:21:31 - Vladimir Putin - conferenza stampa al summit del G20
17/11/2015 13:50:00 - Dopo Parigi
15/11/2015 22:30:00 - Commenti liberi
14/11/2015 9:40:00 - À la guerre comme à la guerre
13/11/2015 23:00:00 - Nuovi attentati a Parigi
11/11/2015 19:50:00 - Atleti russi dopati, brutti e cattivi
10/11/2015 19:30:00 - Fini, Grillo, Travaglio - e il giornalismo che non fa i conti con sé stesso
9/11/2015 18:30:00 - "Bag it!" Documentario (Ita)
8/11/2015 9:09:03 - Commenti liberi

I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Autore Albero
Redazione
Inviato: 4/11/2007 7:46  Aggiornato: 4/11/2007 7:46
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
Un ringraziamento sentito a PikeBishop, che ha scovato questo prezioso tassello nella strategia a lungo termine del NWO (e se ne è smazzato la non leggera traduzione).

Davide71
Inviato: 4/11/2007 8:32  Aggiornato: 4/11/2007 8:38
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/7/2006
Da:
Inviati: 2108
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
Ciao a tutti: leggendo l'articolo provo quasi simpatia per i Rockfeller. Non fosse che, a causa delle loro tare mentali, l'unico sistema che loro conoscono per controllare l'aumento della popolazione é lo sterminio di massa e l'avvelenamento graduale, sosterrei in pieno qualunque loro campagna di controllo delle nascite.
Per quanto riguarda gli altri sistemi, come la contraccezione, il femminismo e via discorrendo, IO LI APPROVO E SOTTOSCRIVO IN PIENO!!! Ma sono anche sicuro che questi sistemi, che richiedono un grado d'intelligenza che loro non hanno, sono stati "suggeriti" da forze molto ma molto superiori a loro. I Rockfeller, Kissinger &C si sono solo limitati a riconoscerne l'efficacia.
Anche un sistema subdolo al massimo come l'invenzione dell'AIDS mi trova, da questo punto di vista, completamente d'accordo.
(Altri aspetti di quella vicenda li approvo molto meno, ma non posso parlarne qua...)
Grazie a Dio qualcuno ci pensa e grazie a Dio ancora di più qualcuno pensa ad usare sistemi diversi dai soliti, cioè il genocidio...
Certamente non sono contento del fatto che le donne vengano rese progressivamente sterili perché avvelenate.
Ma il femminismo e la contraccezione non me li toccate!
Si é dimenticata un altro sistema, cioé la diffusione dell'omosessualità; intendiamoci, loro non sono in grado di rendere omosessuale nessuno! Oddio, la montagna di ormoni femminili contenuti nei polli d'allevamento possono dare una spintarella in quella direzione, ma essi erano stati originariamente concepiti per accelerare la crescita dei polli.
Io ritengo, ma é solo una mia supposizione, che l'omosessualità sia un meccanismo di difesa attuato da una popolazione in situazione di sovraffollamento. Non é una cosa che intendo sviluppare qua, ma sono convinto che le campagne contro la discriminazione degli omosessuali siano da appoggiare aldilà delle intenzioni solite dei Rockfeller &C. perché non vi é nessuna colpa nell'essere omosessuali.

Sicuramente approvo molto più la strategia dei Rockfeller, quando adottata (loro malgrado) con i sistemi della persuasione anche occulta, che la solita strategia della Chiesa Cattolica: "fate tutti i figli che volete, tanto ci pensa la Provvidenza". Mica siamo animali.

Non date le perle ai cani e ai porci perchè non le mangeranno e vi si rivolteranno contro.
theMatrix
Inviato: 4/11/2007 9:28  Aggiornato: 4/11/2007 9:28
Ho qualche dubbio
Iscritto: 26/4/2007
Da:
Inviati: 86
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
Oh mio dio... Forse l'articolo più spaventoso che abbia letto.

marcoanton
Inviato: 4/11/2007 9:37  Aggiornato: 4/11/2007 9:38
Ho qualche dubbio
Iscritto: 25/6/2007
Da:
Inviati: 46
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
Grazie PikeBishop, un grazie veramente sentito!
Ma dopo che tu ti sei "smazzato la non leggera traduzione" (e io la lettura, che pure non è stata una passeggiata), vorrei chiederti: c' è almeno qualche passaggio di questo testo che ti ha fatto un po' "sorridere"?

Non perdiamo la testa, per favore.
edo
Inviato: 4/11/2007 10:01  Aggiornato: 4/11/2007 10:02
Sono certo di non sapere
Iscritto: 9/2/2006
Da: casa
Inviati: 4529
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
c'entrerebbe anche questo e questo e questo e questo e questo etc etc etc; ma sopratutto questo

utrevolver
Inviato: 4/11/2007 10:12  Aggiornato: 4/11/2007 10:12
Mi sento vacillare
Iscritto: 10/6/2007
Da: Sandalia
Inviati: 411
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
Tante volte, troppe durante la mia carriera scolastica ho dovuto sorbire "indottrinamenti" vari, dall'ecologismo all'aiuto ai poveri del terzo mondo e così via; poi ci sono stati i vaccini per il tetano e le campagne di vario tipo sulla pulizia personale, i denti (educazione sessuale no, per fortuna).
E' ovvio che in democrazia, non c'è democrazia: il controlla avviene con la scusante che è "giusto" e per il bene di tutti; così la gente si intorpidisce e non si fa più domande.

yarebon
Inviato: 4/11/2007 10:15  Aggiornato: 4/11/2007 10:17
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 25/10/2005
Da:
Inviati: 2366
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
prima di tutto i complimenti a PikeBishop che ha fatto un lavoro di traduzione davvero lungo, i complimenti per aver tradotto questo importante articolo sono il minimo che si possa fare.
Volevo ribattere Davide71 con cui non concordo su molti punti:

Citazione:
sicuramente approvo molto più la strategia dei Rockfeller, quando adottata (loro malgrado) con i sistemi della persuasione anche occulta, che la solita strategia della Chiesa Cattolica: "fate tutti i figli che volete, tanto ci pensa la Provvidenza". Mica siamo animali.


secondo me questa frase non sta né in cielo né in terra, ok che la chiesa cattolica ti sta antipatica, ok che è l'organizzazione più ipocrita che esista al mondo, ma molto meglio il suo fate figli che la strategia Rockfeller.
Secondo te i Rockfeller sono semplicemente pazzi che approvano una buona idea in maniera sbagliata? Ragionare così a mio parere significa non inquadrare il problema.
Perchè l'nwo vuole meno figli? Semplice! non certo perchè a loro sta a cuore la sovrappopolazione (che poi se si studia a fondo su questo problema ci si accorge che il problema sovrappopolazione è una falsità che proviene da quegli stessi circoli elitari come il club di Roma, l'onu ecc.), ma perchè una popolazione in crescità non è facilmente controllabile, mentre una popolazione che non cresce e diminuisce anno dopo anno, diventa facilmente controllabile e manipolabile. Tutto qui. Miliardi di persone sempre in crescità non possono controllarsi, vuol dire più gente affamata, più gente incazzata e i signori dell'Nwo che nel loro bieco egoismo vogliono la pappa tutta per loro, non possono permettersi di controllare una popolazione così numerosa.
Sarebbe allora da auspicare la proposta cattolica di fare figli, però l'nwo pensa a scoraggiare questa bella iniziativa. In una società sempre più indebitata e con un futuro incerto, chi ha il coraggio oramai di fare più di uno o due figli, con il mito della carriera, quale donna è in grado di accudire dei figli?
La contraccezione, l'aborto non sono conquiste del 68, ma concessione che benevolmente l'nwo ci ha dato nel suo progetto a lungo termine di diminuire la popolazione mondiale.
Secondo me il tuo ragionamento davide71 (pur se concordo su alcuni punti) fa sembrare i rockfeller dei pazzi desiderabili, dei semplici pazzi che usano un'ottima idea in maniera sbagliata e a mio parere non è vero tutto questo, la sovrappopolazione è un problema immaginario, che diventa tale a causa del sempre maggior divario tra ricchi e poveri.
Non a caso l'elite ricche dicono che c'è un problema sovrappopolazione.

fiammifero
Inviato: 4/11/2007 10:22  Aggiornato: 4/11/2007 10:22
Sono certo di non sapere
Iscritto: 28/2/2005
Da: ROMA
Inviati: 5691
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
Peccato che la madre degli imbecilli è sempre incinta

Citazione:
le cose di cui ci sentiamo assolutamente certi non sono mai vere (Oscar Wilde)
redna
Inviato: 4/11/2007 10:31  Aggiornato: 4/11/2007 10:31
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
sto ancora leggendo l'articolo.
Vorrei però dire che PikeBishop ha fatto un grande lavoro, soprattutto per l'argomento affrontato.
Un ringraziamento è doveroso.

Speriamo che si cominci a capire veramente come "hanno sistemato"le cose.
Anche perchè la formula è semplice: poche donne,che magari non possono fare figli, vuole dire anche alla fine,nessun uomo.

La natura sistema le cose in maniera diversa dagli uomini.

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
desbouvet
Inviato: 4/11/2007 10:46  Aggiornato: 4/11/2007 10:46
Mi sento vacillare
Iscritto: 10/6/2007
Da:
Inviati: 541
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
capito? poi certi personaggi (donnine comprese) portano avanti a squarciagola le campagne di "moratoria internazionale" sulla pena di morte ! ah ah ! ... serpenti

marcoanton
Inviato: 4/11/2007 10:52  Aggiornato: 4/11/2007 10:52
Ho qualche dubbio
Iscritto: 25/6/2007
Da:
Inviati: 46
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
Fiammifero, quel che dici è sacrosanto, ma volevo arrivarci per gradi!

Non perdiamo la testa, per favore.
tommasso
Inviato: 4/11/2007 11:05  Aggiornato: 4/11/2007 11:05
Mi sento vacillare
Iscritto: 12/5/2006
Da: ZENA
Inviati: 722
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne

"I nostri nemici sono creativi e pieni di risorse, e lo siamo anche noi. Loro non smettono mai di pensare a nuovi modi per danneggiare il nostro paese e la nostra gente, e nemmeno noi." 5 agosto 2004 G.W.Bush
Davide71
Inviato: 4/11/2007 11:13  Aggiornato: 4/11/2007 11:13
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/7/2006
Da:
Inviati: 2108
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
Ciao a tutti: mi sono dimenticato di dire due cose.
La prima é stata quella di ringraziare Pike per lo sforzo profuso.
Me ne scuso e lo faccio adesso.
La seconda é quella di precisare che GOVERNARE significa controllare la popolazione. Incluso regolamentarne la riproduzione.
Per adesso abbiamo soltanto casi di ragazini che ti entrano in macchina e che ti ciulano la borsetta (vedi cronaca). Più in là avremo Baby gang di ragazzini armati fino ai denti, come succede in America (Nord e Sud).
Non si può fare tutto il c***o che si vuole. Non si può scopare senza preservativo perché "é più divertente", fare figli a gogò perché "sono carini" e cagarli dove si può senza alcun controllo appena non si riesce più a mantenerli. Tanto ci pensa la Provvidenza Divina.
Non si può neanche ammazzarli tutti, ed è questa la soluzione a cui arriveremo se continueremo a comportarci come dei pazzi irresponsabili.
Caro Yarebon, ti sei mai chiesto a cosa servivano veramente le Crociate, la febbre dell'oro, e via discorrendo? Ti sei mai chiesto quanti clandestini muoiono prima di arrivare in Europa? Pensi che sia solo quella l'unica soluzione accettabile?
Visto che i metodi nazisti adottati dai NWO non ci piacciono allora troviamone noi di accettabili. sennò l'unica soluzione sarà quella estrema.
Caro Yarebon, a me la Chiesa cattolica non piace particolarmente, ma io sono abbastanza credente da ritenere che ammazzare la gente é un'azione che ha conseguenze gravi anche su chi la commette (ti ripeto, non siamo animali), anche se per ipotesi dovesse essere l'unica soluzione possibile.

Non date le perle ai cani e ai porci perchè non le mangeranno e vi si rivolteranno contro.
spettatore
Inviato: 4/11/2007 11:14  Aggiornato: 4/11/2007 11:14
Mi sento vacillare
Iscritto: 15/11/2004
Da:
Inviati: 883
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
Mi inchino davanti al tuo lavoro di ricerca e traduzione, Gianni. Alcune sere fa, invitato a cena da mio cognato a casa della sua compagna, mi ero sgolato cercando di far capire agli altri commensali (tre coppie di uomini e donne) del pericolo derivante dall'uso sfrenato dei contraccettivi e dei vaccini -panacea. Una ragazza presente disse che aveva avuto problemi col papilloma virus e che era in procinto di sottoporsi ad una serie di vaccinazioni, dietro consiglio del suo medico curante. Le consigliai di fare un salto su www.disinformazione.it e leggere l'articolo sul papilloma virus, poi monopolizzai la serata (e quando mi sarebbe capitata ancora un'occasione così ghiotta!!!) parlando e pontificando sui pericoli cui soprattutto le donne ed i bambini vanno incontro, man mano che si delinea il NWO. Averlo letto allora questo articolo !!!!! Invece dell'una avrei fatto fare loro le tre di notte.



Lo spettatore

Citazione:
Non metterti a discutere con un idiota. La gente potrebbe non accorgersi della differenza.
dr_julius
Inviato: 4/11/2007 11:24  Aggiornato: 4/11/2007 11:24
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/8/2006
Da:
Inviati: 1637
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
Wow! complimenti per il lavoro, carico intenso già solo per la traduzione.
Devo ancora rileggerlo e digerirlo.
Segnalo un 'errore:
-citazione-
La risposta fu ancora un vaccino: Tamiflu, con un brevetto di proprietà della compagnia Gilead, che nuovamente contava Donald Rumsfeld tra i suoi azionisti. Tamiflu fu venduto in milioni di dosi, nonostante fatto che non si conoscano effetti positivi.

Il Tamiflu è un farmaco antivirale. Non un vaccino. C'è molta differenza sia teorica che pratica (si somministra ai malati, non a scopo preventivo ai sani!).
L'impianto del ragionamento è e rimane corretto: sembra proprio che Rumsfeld risulti azionista della Gilead. etc etc

Mi preparo a continuare la ri-lettura.

Per rifornire di elettricità un terzo dell’Italia, un’area equivalente a 15 centrali nucleari da un gigawatt, basterebbe un anello solare grande come il raccordo di Roma. (Carlo Rubbia)
florizel
Inviato: 4/11/2007 11:29  Aggiornato: 4/11/2007 11:29
Sono certo di non sapere
Iscritto: 7/7/2005
Da: dove potrei stare meglio.
Inviati: 8195
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
Grazie, Pike. Non solo per la traduzione, ma per aver (come sempre) indicato quali siano gli argomenti "chiave" per capire cosa sia il "POTERE", quante maschere sia in grado di utilizzare, e fin dove esso si spinge.

Leggendo l'articolo, mano a mano che mette insieme i vari tasselli di un piano perfetto, scoprire l'entità e le proporzioni di questo attentato all'intera umanità mi ha dato il capogiro.

BASTARDI. ASSASSINI.

Notizie e studi come questi andrebbero diffusi quotidianamente, per svelare quale progetto si intesseva con il movimento femminista e le campagne per una "maternità consapevole" (?), se non che la campagna stessa fosse un suo prodotto.

Per svelare cosa sia, in realtà, l'AIDS, ed il vero scopo della somministrazione di tutta quella merda che iniettano regolarmente nel sangue degli esseri umani.

E quale sia, in realtà, la funzione di organizzazioni come quelle citate dall'articolo.

I "nemici" delle donne, ancora una volta, si rivelano i nemici dell'intera umanità.

"Continueremo a fare delle nostre vite poesie, fino a quando Libertà non verrà declamata sopra le catene spezzate di tutti i popoli oppressi". Vittorio Arrigoni
florizel
Inviato: 4/11/2007 11:42  Aggiornato: 4/11/2007 11:42
Sono certo di non sapere
Iscritto: 7/7/2005
Da: dove potrei stare meglio.
Inviati: 8195
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
Davide 71Citazione:
Ma il femminismo e la contraccezione non me li toccate!


Di quale "femminismo" parli?!

Citazione:
Sicuramente approvo molto più la strategia dei Rockfeller, quando adottata (loro malgrado) con i sistemi della persuasione anche occulta, che la solita strategia della Chiesa Cattolica: "fate tutti i figli che volete, tanto ci pensa la Provvidenza".


Ti interesserà sapere che la "chiesa cattolica", nella persona di benedetto XVI, ha tra i suoi consulenti per la politica estera proprio Henry Kissinger.

Sorpreso?

A yarebon, che afferma

Citazione:
molto meglio il suo fate figli che la strategia Rockfeller.


rispondo che l'apparente contrapposizione di posizioni tra chiesa e mondo "laico" (ma sarebbe meglio parlare di diavolerie) non è altro che una precisa strategia atta ad alimentare la disinformazione e a creare dei "rassicuranti" punti di riferimento.

Entrambi i poteri, in realtà, tengono l'umanità per le palle, e per le ovaie. Letteralmente.

"Continueremo a fare delle nostre vite poesie, fino a quando Libertà non verrà declamata sopra le catene spezzate di tutti i popoli oppressi". Vittorio Arrigoni
Linucs
Inviato: 4/11/2007 11:54  Aggiornato: 4/11/2007 11:54
Sono certo di non sapere
Iscritto: 25/6/2004
Da:
Inviati: 3996
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
La seconda é quella di precisare che GOVERNARE significa controllare la popolazione. Incluso regolamentarne la riproduzione.

"Sieg heil" anche a te, e a buon rendere!

Per adesso abbiamo soltanto casi di ragazini che ti entrano in macchina e che ti ciulano la borsetta (vedi cronaca). Più in là avremo Baby gang di ragazzini armati fino ai denti, come succede in America (Nord e Sud).

Quali "ragazzini?"

winston
Inviato: 4/11/2007 12:08  Aggiornato: 4/11/2007 12:12
Mi sento vacillare
Iscritto: 30/10/2005
Da: Eurasia
Inviati: 392
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
L’articolo segna preziosi riferimenti per esplorare un’area segnata “off limits” dalla geografia politicamente corretta: “hic sint leones” campeggia tutt’intorno a quanto certa cupola (PTB) è determinata a mantenere “terra incognita”... Sicuro freno per il viandante.., auspicabile sprone per chi lo sente.

A poco servono anticipazione e i commenti: la diversa dimensione del continente è tale che non si può restare che increduli al resoconto: solo la personale ricerca renderà plausibile l’evidenza.

Gli indizi ci sono.., bisogna scavare, scavare ancora e fare i collegamenti.

"Chi controlla il presente controlla il passato, chi controlla il passato controlla il futuro" Orwell, 1984
PikeBishop
Inviato: 4/11/2007 12:25  Aggiornato: 4/11/2007 12:25
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/11/2005
Da: Tavistock Square, Camden, London WC1H, UK
Inviati: 6263
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
Citazione:
Il Tamiflu è un farmaco antivirale. Non un vaccino. C'è molta differenza sia teorica che pratica (si somministra ai malati, non a scopo preventivo ai sani!).

Vero, ma l'errore del nostro amico danese e' comprensibile, infatti il Tamiflu e' spacciato come farmaco preventivo - vedi qui

Inoltre non solo in Italia, ma anche in UK, per esempio, centinaia di milioni di euro sono stati stanziati (e pagati) per l'acquisto di un vaccino che ancora non esisteva (!!!) ed alla fine sono stati consegnate quantita' di Tamiflu per un valore corrispettivo allo stanziamento (nel 2005 l'Unita' aveva stampato un articolo sulla vicenda a cui non ci du nessun seguito, ooops... qualcuno l'aveva letto, evidentemente).

Grazie per l'appunto, ll mio scopo nel tradurre velocemente l'articolo (e la gentile pubblicazione da parte di Massimo) era appunto quello di instaurare una discussione in cui venissero fuori osservazioni da parte di persone intelligenti e preparate, osservazioni a che, leggendo l'articolo singolarmente, magari non sarebbero emerse.

Il Portico Dipinto Network Nanopublishing
E' dall'uso (mancato) del Congiuntivo, che li riconoscerete.
PikeBishop
Inviato: 4/11/2007 12:43  Aggiornato: 4/11/2007 12:43
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/11/2005
Da: Tavistock Square, Camden, London WC1H, UK
Inviati: 6263
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
Citazione:
leggendo l'articolo provo quasi simpatia per i Rockfeller.

Segno evidente che la loro propaganda FUNZIONA!!!
Citazione:
questi sistemi, che richiedono un grado d'intelligenza che loro non hanno, sono stati "suggeriti" da forze molto ma molto superiori a loro.

Evidentemente:
Io sono Hasan al Sabah
Io sono il Signore Hashishin
Io sono il Vecchio della Montagna
Io sono il Custode del Giardino delle Delizie
Io sono il Distruttore delle Città
Io sono tornato.
Hasan al Sabah


Citazione:
Ma il femminismo e la contraccezione non me li toccate!

E' Tabu'
Citazione:
Io ritengo, ma é solo una mia supposizione, che l'omosessualità sia un meccanismo di difesa attuato da una popolazione in situazione di sovraffollamento.

Io ritengo invece che sia una sindrome da cattivita', fisica e mentale (come e' stato di fatto studiato su cavie animali).

Ritengo inoltre che non ci sia bisogno di nessun controllo della popolazione, quando la gente vive in uno stato di benessere: come abbiamo visto e' una reazione automatica. Se non c'e' pericolo per la specie non e' necessario prolificare a piu' non posso e non e' neanche necessario copulare ad ogni pie' sospinto.

Ma quel che questi signori vogliono e' la de-popolazione SELETTIVA: i migliori tra quelli che loro considerano solo schiavi DEVONO ESTINGUERSI, con le buone o con le cattive, specialmente se sono individui a loro superiori(vedi gli indiani americani).

Questo spiega perche', se ti rechi in un luogo deputato alla riproduzione del Cannon Fodder come le case popolari a Portsmouth, vedrai che la procreazione di esseri senza padre e senza speranza di raggiungere una qualsiasi maturita' mentale va invece avanti a pieno regime, sia che siano bianchi che colorati.

Il Portico Dipinto Network Nanopublishing
E' dall'uso (mancato) del Congiuntivo, che li riconoscerete.
yarebon
Inviato: 4/11/2007 12:49  Aggiornato: 4/11/2007 12:49
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 25/10/2005
Da:
Inviati: 2366
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
ciao florizel, naturalmente so che sia la soluzione "laica" alla rockfeller che quella cattolica siano entrambe da scongiurare, ma almeno nella proposta della chiesa c'è solo una sfacciata ipocrisia e doppiogioco, in quella di Rockfeller c'è una proposta di genocidio.
Far tanti figli in se non è male, diciamo diventa quasi impossibile nella situazione attuale, specie per una famiglia normale con un reddito modesto, per questo la proposta della chiesa più che pericolosa è ipocrita, anche per questo criticavo ciò che diceva davide71, perchè condivide la preoccupazione della popolazione, quanto in realtà il problema non è il numero degli esseri umani, ma la gestione degli spazi e delle risorse.
Le città attualmente per come sono costruite non possono sostenere le future popolazioni mondiali, dovranno allargarsi inevitabilmente alla periferia creando maggior degrado. Le risorse terrestri sono ampiamente disponibili, ma ancora vige un sistema di distribuzione delle risorse gerarchico che fa si che i più furbi si prendano la maggioranza di esse e quindi non basterebbero semplicemente per il fatto che i ricchi si appropriano della maggioranza delle risorse creando disuguaglianza.
Quindi se ragioniamo nel modo "ok Rockfeller ha ragione a preoccuparsi dell'aumento della popolazione, solo non sono d'accordo con i suoi metodi" significa fare il suo gioco, perchè la diminuzione della popolazione non serve a nient'altro che a far si che il controllo possa essere maggiormente efficace.
Mentre i veri problemi sono altri, ossia permettere a tutti "scansafatiche o meno" almeno il necessario per sopravvivere, un essere umano dovrebbe avere acqua e cibo indipendentemente se lavora o meno, la vita non dovrebbe essere sopravvivenza e soprattutto una gestione degli spazi che non racchiuda tantissimi esseri umani in spazi piccolissimi.
Affrontando questi problemi come per miracolo scomparirebbe il cosiddetto problema della mancanza di risorse e della popolazione che è uno spauracchio creato per tenere ai limiti della povertà la classe media e favorire politiche di sterilizzazione. Alla fine queste persone parlano di mancanza di risorse e rischio sovrappopolazione, ma naturalmente siamo noi i fessi che ci dobbiamo rimettere, mentre loro fano figli a più non posso.
Secondo voi i nobili nel passato e i loro numerosi figli illegittimi erano dovuti solamente a semplici scappatelle?
se vedete alla fine questi personaggi si accoppiano preferibilmente tra di loro ed anche in gran quantità, per loro il problema figli non esiste, ne fanno ancora tanti.

rekit
Inviato: 4/11/2007 12:55  Aggiornato: 4/11/2007 12:55
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/9/2006
Da:
Inviati: 1151
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
non voglio mettere in dubbio nemmeno una parola di questo articolo, l'ho letto, prendo atto di quanto affermato e cerco di ragionarci sopra....
c'e' solo una cosa che non mi quadra....

nel 1900 la popolazione mondiale era intorno ai 2 miliardi di individui
nel 1950 circa 3 miliardi
nel 2000 piu' di 6 miliardi......

scusate ma a questo punto c'e' qualcosa che non mi quadra

ambra
Inviato: 4/11/2007 12:57  Aggiornato: 4/11/2007 12:57
Ho qualche dubbio
Iscritto: 10/11/2006
Da: cagliari
Inviati: 246
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
Mi pare che la frase chiave sia una , breve e semplice:

Le importazione necessarie agli Stati Uniti potrebbero essere minacciate


conseguenze della crescita della popolazione globale per la sicurezza degli Stati Uniti ed i suoi interessi oltremare



Tutto qui.
Il resto è fuffa. Cos' come gli venne l'idea che era pericoloso che i paesi in va di sviluppo si potessero dotare di frigorifero perchè avrebbero inquinato, loro che da cinquant'anni tengono in casa container. O quando continuanuano ad insistere sul pericolo di una popolazione asiatica numerosa, quando ognuno di loro consuma venti volte tanto. Puro e semplice interesse personale.Del resto lo dice la loro costituzione: hanno il diritto a cercare la felicità.Non l'uguaglianza o il benessere o la pace, ma la felicità. E si può non essere felici se devi tenere conto anche degli altri e non avere tutto ciò che desideri.

A chi giustifica questi metodi , comunque, auguro di trovarsi a non potere avere figli, tanto saranno contenti, no? E' mostruoso quanto violentare donne in massa per obbligarle a procreare. Mi spiace, ma non c'è una sola persona al mondo che possa entrare nella decisione di una persona ad avere o meno dei figli.

Per il resto, fra il sapere e il non sapere, io ai miei figli non ho mai fatto una vaccinazione che non fosse quelle strettamente obbligatorie,e anche su questo ci sarebbe da dire, visto che se qualcuno si degnasse di mostrarci i diagrammi sull'andamento delle malattie per intero vedremmo che le malattie per cui ci vaccinano stavano già sparendo per i fatti loro prima che si iniziasse le vaccinazioni.

Aggiungerei un'altra infamia atta a decimare l'umanità: l'allattamento artificiale.
Prima , dagli anni '60 , hanno convinto le donne occidentali che l'allattamento al seno fosse poco "fine" e le hanno ricattate con l'idea che i bambini allattati artificialmente diventassero più forti e più intelligenti, col risultato che quando ci si è accorte dell'enorme str****ta eravamo ormai disabituate ad allattare . Poi sono passati ai paesi poveri dove hanno convinto le donne che dare la pappetta ai bambini gli avrebbe dato più possibilità di sopravvivenza, e le hanno rifornite di latte in polvere. Quando poi queste si sono ritrovate senza più scorte, o peggio si sono trovate senza acqua per prepararlo , o costrette a usare acqua contaminata (quando non addirittura con partite di latte in polvere avariate o radioattive), a quel punto bye bye latte al seno e bye bye bambini.

ambra
--------------------------------------------------------------------------------------------------

Saludi e Trigu!
cherubino
Inviato: 4/11/2007 13:01  Aggiornato: 4/11/2007 19:19
Mi sento vacillare
Iscritto: 1/6/2006
Da: Haute-Normandie
Inviati: 430
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
ARTICOLO

Citazione:
come mai sempre più campagne di vaccinazione sono dirette verso le donne?

La sparo a casaccio: forse perché solo le donne hanno la cervice uterina?
Agli uomini HPV provoca al massimo le verruche, e sebbene possa sembrare stupido, sono IN CORSO studi di efficacia del vaccino HPV nell'uomo.

Citazione:
Recentemente, in Danimarca, i media hanno pubblicizzato ampliamente la vaccinazione HPV (Virus del Papilloma Umano) contro il cancro della cervice, non per essere somministrato a donne dell'età nella quale il cancro della cervice può svilupparsi.

infatti il vaccino previene innanzitutto l'infezione e soprattutto la persistenza dell'infezione da HPV, che a sua volta è alla base del cancro alla cervice. Sarebbe come dire "si somministra il latte alle donne, anche se hanno 12 anni e non sono a rischio di osteoporosi". Scusate, ma che ragionamento è?

Citazione:
le vaccinazioni stanno per essere incluse nelle normali vaccinazioni per bambini
FALSO!

Citazione:
somministrate a ragazzine dell’età di 12 anni – età alla quale non hanno alcun effetto positivo.
FALSO!

Scusate la lunghezza del post, ma vorrei fare un po' di chiarezza su questa grossolana ... svista dell'autore. Premetto che le vaccinazioni per definizione si fanno ai bambini, e la vaccinazione all'età di 12 anni è assolutamente normale e praticata da decenni (io stesso sono stato vaccinato per l'Epatite B all'età di 12 anni, e con me tutte le mie compagne di scuola media. Siamo vivi e vegeti.)

Questo benedetto vaccino (che si chiama Gardasil e che si fa anche da noi in Italia) è importantissimo nel ridurre l'incidenza di varie cose legate alla infezione *persistente* da virus del papilloma (inclusi il cancro alla cervice uterina, il cancro della vagina e della vulva, alcune forme di cancro anogenitale, le semplici verruche eccetera), ed è stato approvato per la somministrazione non già esclusivamente in bambine di 12 anni, ma in donne dai 9 ai 26 anni.

In questa fascia d'età il vaccino è stato dimostrato essere sicuro, ed immunogenico. Siccome HPV è sessualmente trasmesso, e spesso si prende SUBITO dopo l'inizio dell'attività sessuale, la vaccinazione dovrebbe idealmente avvenire PRIMA che la ragazzina inizi a fare sesso: approssimativamente ed esagerando i limiti, dai 9 ai 26 anni.
NON SONO IN CORSO studi sull'efficacia del vaccino sotto i 9 anni (quindi il sig. Heising non deve temere nulla, le bambine non vedranno neanche lontanamente questo intruglio di virus), ma d'altra parte SONO IN CORSO studi sull'efficacia del vaccino al di sopra dei 26 anni. Ma più la donna cresce, e più si corre il rischio che la donna che si vuole vaccinare sia già infetta da HPV (anche asintomatica), vanificando l'effetto del vaccino.

Quello di cui si parla nell'articolo è la vaccinazione di coorte nelle bambine di 11-12 anni che è semplicemente "raccomandata" (in Italia si dice "gratuita"), basandosi su diversi studi che mostrano come a quell'età 1) si raggiungano i più alti e duraturi titoli anticorpali contro HPV 2) inizi mediamente l'attività sessuale negli Stati Uniti e si garantisca la protezione per l'intera durata della vita sessuale della donna.
I modelli statistici hanno suggerito che la vaccinazione di una intera coorte di ragazzine intorno ai 12 anni potrebbe ridure il rischio personale di cancro cervicale del 20-66%, diminuendo tra l'altro l'incidenza di anomalie del PAP-test e dei precursori del cancro cervicale. E ancora questa benedetta fascia di età è ottimale considerando il rapporto costo-beneficio (se volete posso darvi i riferimenti alle fonti).

Infine due parole su questa frase "età alla quale non hanno alcun effetto positivo". L'autore dovrebbe sapere che un cancro alla cervice per svilupparsi richiede ANNI. non è una polmonite o una frattura. E' un qualcosa che inizia oggi e si vedrà non domani, ma ...dopodomani. Dire che a 12 anni la vaccinazione non ha alcun effetto positivo è giusto, ma bisogna aggiungere che è impossibile che si vedano a quell'età e che si vedranno solo dopo qualche tempo, e che non avrebbe senso farla più tardi. Allora le cose sono due: o l'autore è impreparato, oppure (come dice tonino di pietro) è in malafede. Preferisco pensare alla prima ipotesi.

rekit
Inviato: 4/11/2007 13:03  Aggiornato: 4/11/2007 13:03
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/9/2006
Da:
Inviati: 1151
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
OT:


.....................
Per fronteggiare le nuove, potenziali crisi che si affacciano all'orizzonte, ha aggiunto Napolitano, «si richiede un nuovo sforzo di coesione nazionale e un concreto impegno per garantire la pace anche al di fuori dei confini della stessa Europa e contribuire alla costruzione di un nuovo ordine mondiale». L'Italia deve fare la sua parte, deve contribuire a «garantire la sicurezza internazionale, prevenire e superare crisi e conflitti in aree vicine e lontane». Questa è «una responsabilità a cui non possiamo sottrarci, che come italiani e come europei non possiamo delegare ad altri».

PAROLE DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA GIORGIO NAPOLITANO
.....................


non oso pensare cosa avrebbe dichiarato se avesse avuto un passato politico nel MSI........


ambra
Inviato: 4/11/2007 13:25  Aggiornato: 4/11/2007 13:25
Ho qualche dubbio
Iscritto: 10/11/2006
Da: cagliari
Inviati: 246
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
Affermare che si "incoraggia l'mossessualità" mi pare invece piuttosto azzardato. Sia perchè la discriminazione e il pregiudizio la fanno purtroppo ancora da padrona, sia perchè , scusate, ma ad un eterosessuale occorre ben più di un "incoraggiamento" per diventare omosessuale, e viceversa. A meno di non sottindendere che l' omosessualità sia un fatto meramente culturale, e mi pare ormai chiaro che non sia così, o si cerchi invece di far passare il messaggio che sarebbe meglio che l'omosessaulità non venisse dichiarata , e che le persone coinvolte dovrebbero fare una vita apparentemente da eterosessuali come avvenuto fino a poco tempo fa. Anche dire che in natura l'omosessaulità si presenta solo in cattività mi pare azzardato, si può far dire a uno studio qualsiasi cosa per un pò, ma ci sono altrettante prove evidenti di omosessualità in natura anche allo stato selvaggio , così come è da sempre esistita fra gli uomini, in qualsiasi epoca.

ambra
--------------------------------------------------------------------------------------------------

Saludi e Trigu!
_ZR_
Inviato: 4/11/2007 13:25  Aggiornato: 4/11/2007 13:25
Ho qualche dubbio
Iscritto: 24/12/2005
Da: Sb o Sc
Inviati: 118
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
Con tutto rispetto...... ma io non ci ho capito niente.


_ZR_

""I grandi spiriti hanno sempre incontrato violente opposizioni da menti mediocri....""

-Albert Einstein-
erik
Inviato: 4/11/2007 13:28  Aggiornato: 4/11/2007 13:33
Mi sento vacillare
Iscritto: 1/10/2007
Da:
Inviati: 430
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
"Salute Riproduttiva (aborto, preservativi); Educazione Sessuale; Miglioramento della Salute; Parità delle Donne; Scuole Materne; Partecipazione del Governo; Miglioramento della Sicurezza Sociale; Riduzione della Mortalità Infantile".

Se tutte queste cose fossero state inventate da Kissinger meriterebbe davvero il suo Premio Nobel (invece l'ha avuto per aver fatto la guerra in Vietnam, certo che il mondo è proprio strano). Come mai non va in giro a vantarsi di tutto questo? Ah, già. Non può ammetterlo perché è tutto un complotto mondiale per lo sterminio dell'umanità. Che ingenuo sono stato... e io che credevo che la parità delle donne, ad esempio, fosse una cosa buona.
Quello che un po' mi sorprende è come l'esatto contrario di tutto ciò, quando applicato al Terzo Mondo, faccia ancora parte di una cospirazione avente il medesimo scopo. Come è possibile? Ops, ora che leggo meglio nell'articolo è spiegato. Vediamo un po'.

"La sanità pubblica nell’Occidente fu incrementata dai centri finanziari occidentali che emisero denaro sul mercato, su vasta scala [...] Essi inondarono i cittadini con denaro.
Oggi, nel Terzo Mondo, la situazione è capovolta. [... Essi] strangolarono i cittadini per mezzo della penuria di denaro."

Illuminante. Ma se lo dice un danese sconosciuto, allora dev'essere tutto vero.

Scusate ma non riesco a non incazzarmi di fronte a certe cose. E ora che mi sono sfogato vado a mettere in cinta qualche donna contro la sua volontà, possibilmente infettandola con sifilide e gonorrea. Poi gli spiegherò che è un modo per fregare i Rockfeller e mi sarà grata.

EDIT: Cherubino. Meno male che ci sei tu.

fiammifero
Inviato: 4/11/2007 13:33  Aggiornato: 4/11/2007 13:33
Sono certo di non sapere
Iscritto: 28/2/2005
Da: ROMA
Inviati: 5691
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne

Citazione:
le cose di cui ci sentiamo assolutamente certi non sono mai vere (Oscar Wilde)
yarebon
Inviato: 4/11/2007 13:45  Aggiornato: 4/11/2007 13:45
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 25/10/2005
Da:
Inviati: 2366
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
Citazione:
se tutte queste cose fossero state inventate da Kissinger meriterebbe davvero il suo Premio Nobel (invece l'ha avuto per aver fatto la guerra in Vietnam, certo che il mondo è proprio strano). Come mai non va in giro a vantarsi di tutto questo?


Secondo me la cosa è più semplice Erik, non hai letto l'articolo. Nell'articolo semmai si dice che Kissinger ha favorito queste politiche. Invece di fare il sarcastico cerca di instaurare una discussione, invece di inventare cose che nell'articolo non sono dette.

PikeBishop
Inviato: 4/11/2007 13:47  Aggiornato: 4/11/2007 13:47
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/11/2005
Da: Tavistock Square, Camden, London WC1H, UK
Inviati: 6263
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
Citazione:
come mai sempre più campagne di vaccinazione sono dirette verso le donne?
La sparo a casaccio: forse perché solo le donne hanno la cervice uterina?

Sparata veramente a casaccio: si parlava di campagne di vaccinazione, non solo di una!
Citazione:
infatti il vaccino previene innanzitutto l'infezione e soprattutto la persistenza dell'infezione da HPV, che a sua volta è alla base del cancro alla cervice.

Non provato:
The vaccine is nearly 100% effective in preventing four types of HPV infection. Two of the four subtypes included in the accine are currently responsible for 70% of cervical cancer. So we would expect a 70% reduction in precancerous Pap results, right? Pre-cancerous Paps only went down by 12% to 45%, depending on which population was studied. Why didn't the vaccine cause a 70% reduction in pre-cancers in the general population?
Citazione:
In questa fascia d'età il vaccino è stato dimostrato essere sicuro, ed immunogenico

Veramente non sembrerebbe:
In spite of thousands of Vioxx liability suits still unresolved, Gardasil has gotten fast track FDA approval. The FDA
approved the drug through their “priority review process” which takes six months or less and is used for medication with
the “potential to provide significant health benefits.” There is no question that clinical trials have proven effective in
preventing certain strains of HPV infection, however, given the lack of proper research, it seems all too soon to be
approving a drug that could also potentially cause long-term harm to our children.

Citazione:
Dire che a 12 anni la vaccinazione non ha alcun effetto positivo è giusto, ma bisogna aggiungere che è impossibile che si vedano a quell'età e che si vedranno solo dopo qualche tempo, e che non avrebbe senso farla più tardi. Allora le cose sono due: o l'autore è impreparato, oppure (come dice tonino di pietro) è in malafede. Preferisco pensare alla prima ipotesi.

C'e' sempre una terza ipotesi: che i propagandisti del vaccino siano in malafede. Come fai a dimostrare l'efficacia di un vaccino per una malattia che si dice ci metta anni per rivelarsi se non con la vaccinazione di tutti oggi e gli effetti si vedranno tra 30 anni? Infatti:
Moira Terese Dolan, M.D. states, “Gardasil's reduction of pre-cancers by 12.2% to 16.5% in the general population
would mean that instead of 30 to 40 cases of cancer per million, there would only be 26 - 35 cancers. So it would take
vaccination of a million girls to prevent cancer in 4 to 5 girls. About 37% die from cervical cancer, so that would prevent
1 to 2 deaths. So $360 million in vaccine would prevent 1 to 2 deaths.” This statistic does not take into account the
potential deaths (3 already reported to the Vaccine Adverse Event Reporting System) that the vaccine could actually
cause.
Cervical cancer is generally a slow-growing tumor, and the test period for Gardasil was not a lengthy one. Therefore it is
not surprising that not a single case of cervical cancer occurred in the test groups during the clinical trials. In the trials,
the development of genital warts and CIN (cervical intraepithelial neoplasia) were used as "stand-ins" for cervical cancer
- but that is not the same thing as truly demonstrating the prevention of cervical cancer.
Even the FDA has been forced to admit that. The best they can do now is side-step the issue by saying, "It is believed
that prevention of cervical precancerous lesions is highly likely to result in the prevention of these cancers.” [14] So,
are we now mandating vaccines for half the population based on an unproven premise that is 'believed' to be 'highly
likely'? Where is the science in that?
Unfortunately, this is all conjecture. In the Merck studies the follow up was too short and the numbers too few to prove
prevention of cervical cancer.


Dulcis in fundo gli effetti collaterali:
As of May 11, 2007, the 1,637 adverse vaccination reactions reported to the FDA via VAERS included 371 serious
reactions. Of the 42 women who received the vaccine while pregnant, 18 experienced side effects ranging from
spontaneous abortion to fetal abnormities.
Side effects published by Merck & Co. warn the public about potential pain, fever, nausea, dizziness and itching after
receiving the vaccine. Indeed, 77% of the adverse reactions reported are typical side effects to vaccinations. But other
more serious side effects reported include paralysis, Bells Palsy, Guillain-Barre Syndrome, and seizures.
So far more than 40 cases of Guillain-Barre syndrome - a dangerous immune disorder that causes tingling, numbness
and even paralysis of the muscles have been reported in girls who have received the HPV vaccine.


Siamo cosi' sicuri che il vero motivo non siano proprio quegli effetti, che si sono rivelati in realta' molto piu' numerosi delle prevenzioni provate?
Ai posteri l'arduo dilemma...

Il Portico Dipinto Network Nanopublishing
E' dall'uso (mancato) del Congiuntivo, che li riconoscerete.
PikeBishop
Inviato: 4/11/2007 13:51  Aggiornato: 4/11/2007 13:51
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/11/2005
Da: Tavistock Square, Camden, London WC1H, UK
Inviati: 6263
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
Citazione:
lo dice un danese sconosciuto

Questo e' sempre lo stesso punto: lo deve dire qualcuno noto ed in posizione di autorita'.

Ad esempio un noto ex-questurino, ex-giudice ed onorevole membro del parlamento e' la persona ovviamente piu' affidabile per la decisione sulla apertura di una commissione d'inchiesta per brutalita' poliziesche. Chissa perche' avevo come la certezza che fosse contrario?

Good night, sleep tight, sweetie...

Il Portico Dipinto Network Nanopublishing
E' dall'uso (mancato) del Congiuntivo, che li riconoscerete.
PikeBishop
Inviato: 4/11/2007 13:56  Aggiornato: 4/11/2007 13:56
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/11/2005
Da: Tavistock Square, Camden, London WC1H, UK
Inviati: 6263
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
Citazione:
nel 1900 la popolazione mondiale era intorno ai 2 miliardi di individui
nel 1950 circa 3 miliardi
nel 2000 piu' di 6 miliardi......
scusate ma a questo punto c'e' qualcosa che non mi quadra

Considera che e' una de-popolazione selettiva, e che prima gli serve lo spauracchio - problema, reazione, soluzione...

Il Portico Dipinto Network Nanopublishing
E' dall'uso (mancato) del Congiuntivo, che li riconoscerete.
yarebon
Inviato: 4/11/2007 13:59  Aggiornato: 4/11/2007 13:59
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 25/10/2005
Da:
Inviati: 2366
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
Citazione:
'c'e' solo una cosa che non mi quadra....

nel 1900 la popolazione mondiale era intorno ai 2 miliardi di individui
nel 1950 circa 3 miliardi
nel 2000 piu' di 6 miliardi......


dati esatti ma che non tengono conto del fatto che solo i paesi a meno stretto controllo sanitario sono in crescita demografica (cioè quelli del cosiddetto terzo mondo) e nell'articolo infatti si afferma che queste politiche sarebbero nate prima nei nostri paesi.
La maggior parte del mondo occidentale invece oramai è a crescita zero e in alcuni paesi c'è anche il rischio che le morti superino le nascite (come in Italia, dove gli anziani sono più dei giovani).
La sensazione che la popolazione cresca in Europa è data dal fatto che l'immigrazione è aumentata, quindi per diversi anni la popolazione delle nostre nazioni in effetti aumenterà ma non per le nascite in aumento, ma per il maggior numero di immigrati extracomunitari o meno che verranno nei nostri paesi.
oltre al fatto che purtroppo ciò che è detto nell'articolo testimonia una realtà ben evidente.
Facciamo sempre meno figli perchè abbiamo sempre meno tempo o fiducia del futuro ( e non è dovuto tutto ciò anche ad un indottrimento culturale?), i casi di sterilità sono in aumento ecc. ecc.

Pyter
Inviato: 4/11/2007 14:38  Aggiornato: 4/11/2007 14:38
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/9/2006
Da: Sidonia Novordo
Inviati: 6250
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
...nel 1900 la popolazione mondiale era intorno ai 2 miliardi di individui
nel 1950 circa 3 miliardi
nel 2000 piu' di 6 miliardi......

"SCUSATE MA A QUESTO PUNTO C'E' QUALCOSA CHE NON QUADRA ".

E' la stessa identica frase che hanno detto Kissinger e Rockfeller quando
sono stati informati sui dati demografici.

"Nessuno ha il diritto di fare quel che desidera, ma tutto è organizzato per il meglio." (Antico decreto reale tolemaico)
cherubino
Inviato: 4/11/2007 14:40  Aggiornato: 4/11/2007 14:40
Mi sento vacillare
Iscritto: 1/6/2006
Da: Haute-Normandie
Inviati: 430
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
Citazione
Sparata veramente a casaccio: si parlava di campagne di vaccinazione, non solo di una!
Per favore, destare scandalo sul perché il vaccino HPV è dato solo alle donne mi sembra eccessivo.

Citazione
here is no question that clinical trials have proven effective in
preventing certain strains of HPV infection, however, given the lack of proper research, it seems all too soon to be approving a drug that could also potentially cause long-term harm to our children.

Se si dovesse approvare ogni cosa dopo aver studiato gli effetti a lungo termine sui bambini (ma il vaccino in questione non si fa sui bambini!), in commercio non ci sarebbe neanche l'aspirina, e neanche i telefoni cellulari e i forni a microonde, i bluetooth e i wireless, e le trasmissioni diseducative.

Citazione
The vaccine is nearly 100% effective in preventing four types of HPV infection. Two of the four subtypes included in the accine are currently responsible for 70% of cervical cancer. So we would expect a 70% reduction in precancerous Pap results, right? Pre-cancerous Paps only went down by 12% to 45%
La risposta è qui.

Citazione
As of May 11, 2007, the 1,637 adverse vaccination reactions reported to the FDA via VAERS included 371 serious reactions. Of the 42 women who received the vaccine while pregnant, 18 experienced side effects ranging from spontaneous abortion to fetal abnormities.
Sarà per questo che è assolutamente controindicato in gravidanza? O perchè una donna gravida ha già avuto rapporti (!) e il vaccino non le serve più?

Citazione
Side effects published by Merck & Co. warn the public about potential pain, fever, nausea, dizziness and itching after receiving the vaccine. Indeed, 77% of the adverse reactions reported are typical side effects to vaccinations.
Puoi consultare le statistiche dei placebo... guarda le tabelle7 ed 8: io non ci vedo grandi differenze.
Sugli altri effetti collaterali non posso giudicare perchè non vengono riportate cifre (più di 40 casi di Guillain-Barrè... su quanti? accertati? correlati al vaccino? diteci di più).

eco3
Inviato: 4/11/2007 14:47  Aggiornato: 4/11/2007 14:47
Ho qualche dubbio
Iscritto: 4/10/2006
Da:
Inviati: 229
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
florizel Citazione:
Ti interesserà sapere che la "chiesa cattolica", nella persona di benedetto XVI, ha tra i suoi consulenti per la politica estera proprio Henry Kissinger.

Sorpreso?


Questa notizia, totalmente priva di fondamento diffusa il 4 novembre del 2006 dal quotidiano La Stampa, è stata ufficialmente smentita, un mese dopo, dal Direttore della Sala Stampa della Santa Sede all'agenzia CNS.
Continuare a riproporla è scorretto.

C'è a tale proposito parecchio materiale in rete. In quest'articolo del 6 dicembre 2006, per esempio, oltre che della smentita si parla anche del National Security Study Memorandum 2000 intitolato "Implications of Worldwide Population Growth for U.S. Security and Overseas Interests".

http://kattolikamente.splinder.com/post/10154253#more-10154253

Saluti.

motus in fine velocior
fritz
Inviato: 4/11/2007 14:49  Aggiornato: 4/11/2007 14:49
Ho qualche dubbio
Iscritto: 2/11/2005
Da:
Inviati: 64
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
Ottimo lavoro di traduzione, grazie.
Volevo però aggiungere che i sistemi saranno magari brutali ma d'altra parte così non si può andare avanti; tutti (politici e grandi personaggi delle varie chiese) sembrano dimenticare che noi viviamo in un sistema chiuso, la Terra che è una, come sapete.
Vogliamo spingere sempre piu' la produzione (il famigerato PIL) che deve aumentare ogni anno per non incorrere in sfracelli non meglio specificati, però ci dimentichiamo che la Terra è quello che è e le riserve di metalli, idrocarburi ecc. vanno progressivamente calando; quando non ci sarà piu' petrolio cosa succederà alla nostra cosidetta civiltà?
E allora la soluzione sembra essere quella di ridurre la popolazione presente e futura. Ora, i metodi possono essere tanti, tra cui una bella guerra mondiale, ma questa non si può fare perchè la parte perdente potrebbe utilizzare come ultima ratio la bomba atomica, distruggendo sè stessa oltre che l'altra parte. Gli appelli lanciati per ridurre il numero di figli per donna sono chiaramente vani (potremmo mandare un bel pò di televisori ai paesi del Terzo Mondo); d'altra parte c'è una chiesa cattolica che spinge per produrne sempre piu' di figli (basta pensare alle continue statistiche che i giornali e la TV ci propina con frequenza periodica riguardo al numero dei figli nati in Italia)
Non difendo la scelta del NWO, che d'altra parte non ha certo bisogno della mia difesa per fare quello che vogliono.
Saluti a tutti.

Pyter
Inviato: 4/11/2007 15:01  Aggiornato: 4/11/2007 15:01
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/9/2006
Da: Sidonia Novordo
Inviati: 6250
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
fritz:
...la Terra che è una, come sapete.

E chi lo dice che è una ?

O forse è la nostra vita che è una?

"Nessuno ha il diritto di fare quel che desidera, ma tutto è organizzato per il meglio." (Antico decreto reale tolemaico)
erik
Inviato: 4/11/2007 15:04  Aggiornato: 4/11/2007 15:04
Mi sento vacillare
Iscritto: 1/10/2007
Da:
Inviati: 430
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
"Facciamo sempre meno figli perchè abbiamo sempre meno tempo o fiducia del futuro ( e non è dovuto tutto ciò anche ad un indottrimento culturale?), i casi di sterilità sono in aumento ecc. ecc."

Eh, già. La fiducia nel futuro, invece, in Ruanda è alle stelle. Se noi facciamo meno figli è perché molte persone, e specialmente molte donne, hanno capito che l'esistenza può anche non ridursi a questo (se ti va chiamalo subdolo indottrinamento culturale).
Se la popolazione cresce nei paesi poveri è perché per contrastare il tasso di mortalità molto alto, occorre un tasso di natalità ancora più alto: se faccio un figlio solo ci sono buone probabilità che non sopravviva, se ne faccio dieci ottimizzo il mio investimento. Senza contare che i figli nel Terzo Mondo rappresentano un investimento meno costoso, e che (nel caso sopravviva) garantisce un ritorno economico più velocemente che nel mondo occidentale, dove invece i figli rappresentano un investimento ad altissimo capitale iniziale, spesso senza alcun ritorno. Ovvero, in Africa si fanno figli anche perché aiutino nel lavoro nei campi, in Occidente perché ci piace prenderci cura di un pargoletto. La ricetta per diminuire la natalità è sempre la stessa, in tutti i mondi. Aumentare il livello di benessere e dare alle donne la libertà di scegliere il proprio destino.
E' anche un modo più efficace ed economico della sterilizzazione forzata e del controllo coercitivo delle nascite di stampo cinese (anche i Cinesi fanno parte della cospirazione?).

E poi smettetela di attribuire tutto questo immenso potere a singole personalità. Non è Kissinger che decide quanti bambini possono nascere ogni anno nel mondo.

Davide71
Inviato: 4/11/2007 15:04  Aggiornato: 4/11/2007 15:04
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/7/2006
Da:
Inviati: 2108
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
Ciao AMBRA: ti ricordo che, in una qualunque associazione, la facoltà di ammettere un nuovo membro é giustamente riservata ai membri preesistenti dell'associazione. Quindi il tuo ragionamento vale se e solo se vivi in un'isola deserta. Oppure se tu e tuo figlio ci andate a vivere. Oppure se, come avviene in molti paesi, che tu e tuo figlio vivate o muoiate non gliene frega niente a nessuno. Ma, se permetti, in un paese dove tuo figlio riceve aiuto e assistenza dalla comunità il tuo ragionamento non vale, perché la tua decisione pesa anche su altre persone. Poi ci sono paesi come il nostro, dove una donna che aspetta un figlio si trova oberata dalla responsabilità e NESSUNO le da una mano. Da qui la depressione post partum, i neonati buttati nei cassonetti e i suicidi. Non male come sistema di controllo della popolazione; quasi meglio di quello in uso nei paesi islamici. D'altronde, se la gente ama fare quello che vuole e nessuno ci deve mettere becco, questo vale anche per i loro parenti, i loro vicini e così via. Oppure pensi che tu hai il diritto di fare tutti i bambini che vuoi e gli altri hanno il dovere di mantenere te e loro?

Non date le perle ai cani e ai porci perchè non le mangeranno e vi si rivolteranno contro.
marcoanton
Inviato: 4/11/2007 15:08  Aggiornato: 4/11/2007 15:08
Ho qualche dubbio
Iscritto: 25/6/2007
Da:
Inviati: 46
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
Pikebishop:

"Considera che e' una de-popolazione selettiva..."

Vediamo. Nell' articolo si legge:
"Sin dall'inizio ho sospettato che avesse a che fare con la depopolazione. Tutti sappiamo che è stato messo in atto un programma, come minimo dalla Seconda Guerra Mondiale, per lo più mediante mezzi economici: il saccheggio di denaro e risorse naturali dall’Africa e altri continenti, reso agevole dalla Trappola del Debito..."

Dunque selettiva nei confronti del "terzo mondo"? D' accordo. Ma un piano di depopolazione basato su mezzi economici non si può dire che sia particolarmente selettivo in base al sesso. E non bastasse, rompe subito le uova nel paniere a chi attentasse ai frutti dell' amore libero iniziando dall' "occidente civilizzato".

Ancora, nell' articolo:
"Solo riducendo il numero di femmine si può ridurre l’ammontare della progenie."

Per favore !
E il famoso "non ci sono più gli uomini di una volta" cosa l' hanno inventato a fare? Tant'è che proprio nell' articolo viene citato il rapporto della commissione Rockefeller, che dice: "..una graduale stabilizzazione della nostra popolazione per mezzo di mezzi volontari contribuirebbe significativamente all’abilità della nazione nel risolvere i suoi problemi."

Non so se è chiaro a tutti il termine "VOLONTARI". Mi si dirà ora che la "volontà popolare" è plasmabile... E userei proprio questa obiezione per dubitare del fatto che ci sia alcuna necessità dei "piani alti" di ricorrere a massacri nella popolazione femminile.
Ma a proposito di medicina: che c' entra il "mercurio" con un criminale piano di depopolazione femminile, visto che è contenuto anche in vaccini somministrati senza distinzione di sesso?

Inoltre, se il Memorandum Kissinger afferma che "i paesi sottosiluppati crescono più rapidamente", qual' è la logica che ha fatto sì che ci si sia scagliati prima contro le donne occidentali?
E a proposito di Kissinger: se è consigliere del papa e ha tutte queste belle idee, come mai il vaticano non ci ritroviamo Ratzinger a reclamizzare i preservativi?

Per il momento mi fermo qui, ma sottolineo giusto un' altra frase interessante del nostro simpatico danese: "Non stiamo parlando di Nazioni Unite come unione di nazioni, ma di Nazioni Unite come una filiale del Ministero degli Esteri degli Stati Uniti."
Posizione sicuramente legittima, ma niente affatto solidissima.

Saluti

P.S:
Pikebishop: "quel che questi signori vogliono e' la de-popolazione SELETTIVA:...specialmente se sono individui a loro superiori(vedi gli indiani americani)."
Temevo intervenisse Linucs a contestarti la "superiorità" degli indigeni americani. Se non l' ha fatto lui, non lo farò nemmeno io !
AuGH!

Non perdiamo la testa, per favore.
yarebon
Inviato: 4/11/2007 15:17  Aggiornato: 4/11/2007 15:17
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 25/10/2005
Da:
Inviati: 2366
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
Citazione:
eh, già. La fiducia nel futuro, invece, in Ruanda è alle stelle. Se noi facciamo meno figli è perché molte persone, e specialmente molte donne, hanno capito che l'esistenza può anche non ridursi a questo (se ti va chiamalo subdolo indottrinamento culturale).


Guarda che in Ruanda c'è un'altro tipo di cultura, loro fanno più figli non solamente per il fatto che magari non usano (o ne fanno meno uso) contraccettivi, ma anche perchè culture di quel tipo incoraggiano le famiglie allargate e su questo più o meno anche tu concordi..
Non ho mai citato il motivo del perchè nei paesi del terzo mondo fanno più figli, quindi perchè come al solito interpreti a tuo piacimento gli interventi altrui?
Il fatto incontestabile è che in occidente c'è crescita zero e questo è dovuto a vari elementi, di natura culturale e non.
Qui si parla di elite che essendo in una posizione privilegiata di potere (in questo caso ad esempio kissinger) possono più facilmente influenzare gli avvenimenti mondiali rispetto a me o a te, non si dice niente di assurdo e niente di così difficile da capire.

olah
Inviato: 4/11/2007 15:27  Aggiornato: 4/11/2007 15:27
Ho qualche dubbio
Iscritto: 26/5/2007
Da: ValSusa
Inviati: 100
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
Citazione:
Quello che non hanno imparato è che il virus HIV non è mai stato isolato e quindi mai documentato. Che il cosiddetto test HIV non cerca il virus ma degli anticorpi (che appartengono ad un sistema immunitario funzionante).


Segnalo due errori, anche se incidono poco sul contenuto dell'articolo:

1. Non è vero che il virus hiv non sia stato isolato e documentato. Il virus esiste, anche se questo non dimostra un legame tra hiv e aids, anzi non tutti i malati hanno il virus e non tutti quelli che hanno il virus sono malati.

2. Non è vero che non esistano test che identifichino il virus: con la PCR (reazione a catena della polimerasi) è possibile amplificare ed identificare il genoma virale. Il test è costoso e quindi si usa solo nei paesi ricchi.

BlSabbatH
Inviato: 4/11/2007 15:28  Aggiornato: 4/11/2007 15:28
Mi sento vacillare
Iscritto: 10/9/2005
Da: Bergamo
Inviati: 837
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
articolo un pò troppo fumoso e ridondante.. voglio dire, non che non siano presenti argomenti interessanti, ma vengono snocciolati in poche righe 30 complotti uno sopra l'altro in maniera troppo frenetica e superficiale.. altro che troppa carne al fuoco, qui si rischia la gotta immediata!

-- Under capitalism, man exploits man. Under communism, it's just the opposite. -- J.K. Galbraith
erik
Inviato: 4/11/2007 15:30  Aggiornato: 4/11/2007 15:30
Mi sento vacillare
Iscritto: 1/10/2007
Da:
Inviati: 430
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
Citazione:
Non ho mai citato il motivo del perchè nei paesi del terzo mondo fanno più figli, quindi perchè come al solito interpreti a tuo piacimento gli interventi altrui?


Stavo cercando di spiegare che se l'obiettivo è la diminuizione della natalità (obiettivo peraltro condivisibile sotto molti aspetti, e non solo perché così conviene alla nazione americana) non c'è nessun motivo per cui ciò che ha funzionato per il primo mondo non dovrebbe funzionare per il terzo. Il problema non è certo nei preservativi bucati. Sto dicendo che più che un piano di sterminio questo mi sembra il progetto per la liberazione dell'umanità tutta intera.

+ figli = + povertà e + povertà = + figli
- figli = + benessere e + benessere = -figli

PikeBishop
Inviato: 4/11/2007 15:40  Aggiornato: 4/11/2007 16:25
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/11/2005
Da: Tavistock Square, Camden, London WC1H, UK
Inviati: 6263
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
Citazione:
emevo intervenisse Linucs a contestarti la "superiorità" degli indigeni americani. Se non l' ha fatto lui, non lo farò nemmeno io !

Magari non l'ha fatto perche' ha capito che non era mia intenzione sostenere la superiorita' razziale degli indigeni americani, ma solo la loro poca propensione per il piegarsi ed essere assorbiti nella cultura dei nuovi "immigrati".

Non si piegavano e cosi' li hanno spezzati, con le malattie infettive (le industrie farmaceutiche all'inizio non c'erano ancora a passargli anche le medicine per finire il lavoro in maniera definitiva, per quello hanno dovuto aspettare).
Superiorita' culturale e morale, direi, non sui bianchi in generale, ma su coloro che ne hanno decretato lo sterminio.

Sfortunatamente per loro (e magari anche per noi) non erano biologicamente all'altezza del compito di contrastare il contagio, se no forse la storia del mondo avrebbe preso una piega diversa.

PS
Marcanton, rileggi di nuovo l'articolo e ti renderai conto del fatto che "la guerra alle donne" sta per "guerra all'umanita'" in quanto tutti, maschi e femmine, siamo nati da una donna. Non che gli uomini siano al sicuro!!!

Il Portico Dipinto Network Nanopublishing
E' dall'uso (mancato) del Congiuntivo, che li riconoscerete.
ambra
Inviato: 4/11/2007 15:44  Aggiornato: 4/11/2007 15:44
Ho qualche dubbio
Iscritto: 10/11/2006
Da: cagliari
Inviati: 246
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
@ Davide71

Ciao a te ma, scusa, a quale ragionamento ti riferisci?
Sinceramnete, non capisco il tuo discorso nè con quale parte del mio sei in disaccordo.

L'unica cosa che mi pare di capire è che mi attribuisci l'idea che si debbano fare figli a go go.
Mai detto questo. Certo è che non trovo ammissibile che tu mi sterilizzi mettendomi gli ormoni nel cibo, per intenderci.Non lo farei nemmeno al mio gatto. Parli di società che devono accogliere, ma le regole devono prima essere chiare a tutti e condivise, poi uno decide se starci o andare, non puoi imporrre le tue a tutti gli altri con l'inganno. Puoi provare a convincermi, ma non è che se non sono d'accordo con te poi ti imponi a mia insaputa.
Per quanto riguarda l'assistenza, la dò agli altri allo stesso modo in cui la ricevo e nella misura in cui posso contribuire. Cosa c'entra poi la depressione post partum e i cassonetti? E' vero che una donna oggi si trova sola e tutto il resto, IO lo so perchè l'ho vissuto su di me, ma questo dipende da un modello cilturale di vivere comune che è cambiato, e vale che tu abbia dieci figli o uno solo (anzi , è più frequente qundo hai un solo figlio o comunque il primo), quindi che c'entra?
Qui non si tratta di "fare quello che si vuole e nessuno ci deve mettere becco", mi risulta che , almeno per ora , nei paesi di cui parliamo non ci sia una limitazione delle nascite, quindi non vedo con che diritto puoi andare a dire a chiunque che non deve fare figli o peggio ancora impedirgli a sua insaputa di averne, allo stesso modo di come non hai diritto di dire a uno che non vuole avere figli che è suo dovere farli, nè tantomeno anestetizzare le donne e inseminarle per costringere a procreare.
Vado oltre, non dovresti nemmeno poter decidere CHi può avere figli e chi non, chi può formare una famiglia e chi non ne ha diritto, chi è da ritenersi degno di crescere un figlio e chi non lo è.

ambra
--------------------------------------------------------------------------------------------------

Saludi e Trigu!
PikeBishop
Inviato: 4/11/2007 15:49  Aggiornato: 4/11/2007 15:49
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/11/2005
Da: Tavistock Square, Camden, London WC1H, UK
Inviati: 6263
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
Citazione:
+ figli = + povertà e + povertà = + figli
- figli = + benessere e + benessere = -figli

Esattamente Erik, questo e' quanto non garba ora ai Rockefeller: loro vorrebbero, a questo punto, tutti piu' poveri, ma anche con un numero controllato di figli. Non dimentichiamo che anche nel Terzo Mondo l'espansione demografica e' susseguente all'impoverimento post-coloniale.

Il controllo culturale e' possibilie in parte farlo qui in Europa, forse, dopo un secolo di trattamento, ma non e' possibile altrove, quindi l'unica alternativa e' l'altra ricetta Kissinger - di cui non si e' ancora parlato (continue guerre locali in tutto il mondo e sterminio delle popolazioni che non si possono piegare) ed il controllo delle nascite per via farmaceutica.

Questi signori comunque non vogliono spopolare il pianeta, solo regolarne la popolazione per riuscire ad essere come ricchi e immortali come Dei dell'Olimpo in un mondo di schiavi pezzenti ed ignoranti.

Il Portico Dipinto Network Nanopublishing
E' dall'uso (mancato) del Congiuntivo, che li riconoscerete.
olah
Inviato: 4/11/2007 15:52  Aggiornato: 4/11/2007 15:52
Ho qualche dubbio
Iscritto: 26/5/2007
Da: ValSusa
Inviati: 100
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
Citazione:
- figli = + benessere e + benessere = -figli


Non è detto.

Può capitare che si facciano tanti figli per stare meglio.

Se sei così povero da non avere acqua potabile, devi fare dei chilometri a piedi per andare a prendere l'acqua al pozzo, ma se dedichi il tuo tempo a prendere l'acqua non ne hai per coltivare la terra. Se hai un figlio che ti prende l'acqua, puoi coltivare la terra.

Nei paesi più poveri avere più figli significa avere più risorse: è meglio avere più bocche da sfamare che non avere braccia a sufficienza per procurarsi i beni di prima necessità, soprattutto se il capo famiglia prevede di ammalarsi o diventare vecchio.

Quindi è vero che + benessere = -figli, ma non è detto che sia vero il contrario (- figli = + benessere), perché non acquisti benessere facendo meno figli, prima arrivi al benessere e poi fai meno figli.

Quindi se si volesse davvero ridurre la natalità nel terzo mondo, si dovrebbe ridurre la miseria per rendere minore la necessità di fare figli.

PikeBishop
Inviato: 4/11/2007 16:00  Aggiornato: 4/11/2007 16:00
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/11/2005
Da: Tavistock Square, Camden, London WC1H, UK
Inviati: 6263
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
Citazione:
Vogliamo spingere sempre piu' la produzione (il famigerato PIL) che deve aumentare ogni anno per non incorrere in sfracelli non meglio specificati, però ci dimentichiamo che la Terra è quello che è e le riserve di metalli, idrocarburi ecc. vanno progressivamente calando; quando non ci sarà piu' petrolio cosa succederà alla nostra cosidetta civiltà?

Vogliamo chi????

Chi controlla l''industria e la finanza ci ha cacciati, per il proprio tornaconto, in questo casino ed ora ci dicono che dobbiamo levarci di mezzo ed estinguerci, perche' e' tutto loro e siamo di disturbo?

Che comincino a suicidarsi o ad abortirsi (anche se in ritardo di decine d'anni) loro, in massa, facendo qualcosa di buono per l'ambiente e per l'umanita' a cominciare dai Rockefeller e tutti i loro tirapiedi, Gates e Kissinger in prima linea.

Il Portico Dipinto Network Nanopublishing
E' dall'uso (mancato) del Congiuntivo, che li riconoscerete.
erik
Inviato: 4/11/2007 16:03  Aggiornato: 4/11/2007 16:04
Mi sento vacillare
Iscritto: 1/10/2007
Da:
Inviati: 430
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
Citazione:
Esattamente Erik, questo e' quanto non garba ora ai Rockefeller: loro vorrebbero, a questo punto, tutti piu' poveri, ma anche con un numero controllato di figli.


E perché? Sono sicuro che hai una risposta, ma lasciami dire che a me questi di cui parlate sembrano malvagi da operetta. Gargamella è psicologicamente molto più credibile nel suo odio contro i Puffi.

Una domandina sola: se tutti saranno troppo poveri anche per comprarsi da mangiare, come farà il signor McDonald ad arricchirsi? Mi state dicendo che le multinazionali stanno volontariamente riducendo il loro bacino di utenza? E' come se la Whiskas mettesse del veleno nel cibo per gatti: una bella pensata!

olah: Sono d'accordo con te.

PikeBishop
Inviato: 4/11/2007 16:11  Aggiornato: 4/11/2007 16:11
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/11/2005
Da: Tavistock Square, Camden, London WC1H, UK
Inviati: 6263
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
Citazione:
Se si dovesse approvare ogni cosa dopo aver studiato gli effetti a lungo termine sui bambini (ma il vaccino in questione non si fa sui bambini!), in commercio non ci sarebbe neanche l'aspirina, e neanche i telefoni cellulari e i forni a microonde, i bluetooth e i wireless, e le trasmissioni diseducative.

Ma sai che ci hai ragione, ottima idea

Oppure prendiamo tutto quel che ci danno, che e' bbuono: metti su un altro DVD che ho reggistrato del Grande Cuggino, mentre mi faccio la pizza surgelata al microonde parlando al telefonino senza avere niente da dire, e do' al bambino delle pasticche cosi' non rompe piu' le palle perche' sta' chiuso tutto il giorno in casa o a scuola e mi e' diventato iperattivo. Che si faccia invece una storia con la sua vicina di banco vestita da streghetta puttana per Halloween, che ci ha gia' 11 anni, mica sono piu' bambini, che cavolo. Perche' il progresso avanza, mica possiamo fermarlo, non e' vero? E' vero, lo dice sempre anche la Defilippi, bisogna essere aperti

Il Portico Dipinto Network Nanopublishing
E' dall'uso (mancato) del Congiuntivo, che li riconoscerete.
PikeBishop
Inviato: 4/11/2007 16:19  Aggiornato: 4/11/2007 16:19
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/11/2005
Da: Tavistock Square, Camden, London WC1H, UK
Inviati: 6263
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
Citazione:
E perché? Sono sicuro che hai una risposta

Guarda che la risposta te l'hanno gia' data, ma sei stato disattento: il loro gioco rischia di finire, perche' questo modello di sviluppo e' insostenibile.

Gargamella odia i Puffi, questa gente invece non ci odia: devi odiare le galline prima di tirargli il collo?

Il Portico Dipinto Network Nanopublishing
E' dall'uso (mancato) del Congiuntivo, che li riconoscerete.
erik
Inviato: 4/11/2007 16:30  Aggiornato: 4/11/2007 16:30
Mi sento vacillare
Iscritto: 1/10/2007
Da:
Inviati: 430
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
Le galline non rischiano certo l'estinzione perché qualcuno gli tira il collo. Anzi.

PikeBishop
Inviato: 4/11/2007 17:07  Aggiornato: 4/11/2007 17:07
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/11/2005
Da: Tavistock Square, Camden, London WC1H, UK
Inviati: 6263
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
Erik

Neanche l'umanita' rischia l'estinzione se viene ridotta del 70% ed lo 0,001% dei restanti possiede tutto e gli altri si accontentano degli avanzi con cui riescono a sopravvivere in stato di schiavitu'.

Invece la classe dirigente rischia l'estinzione se dovra' avere a che vedere con una torma di miliardi di incazzati che muore di fame e sete che ad un certo punto cercheranno di tirare loro il collo, specialmente se fra loro ci sono persone in grado di organizzarsi e risolvere la situazione meglio di quanto potranno mai fare i nostri capi supremi.

A quel punto e' chiaro quale possa essere la priorita' della nostra classe dirigente: limitare i nostri consumi ed il nostro numero, anche se per fare cio' si cambiera' il modello di produzione.

Per loro non cambiera' niente, anzi, il nostro caro Principe Filippo avra' meno useless eaters che limitino l'area occupata dalla tigre del Bengala, questo fiero e splendido animale, il cui trofeo e' il sogno di ogni cacciatore che si rispetti, il quale potra' finalmente ripercorrere libero le foreste, predando cerbiatti, maiali e occasionali figli di pezzentoni senza che i genitori possano fiatare.

Il Portico Dipinto Network Nanopublishing
E' dall'uso (mancato) del Congiuntivo, che li riconoscerete.
SirPaint
Inviato: 4/11/2007 17:07  Aggiornato: 4/11/2007 17:07
Mi sento vacillare
Iscritto: 26/5/2005
Da: Laputa
Inviati: 355
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
@PikeBishop

Mi sembra che Nssm 200 consigli l'uso di Tv locali per mostrare alle donne un genere di vita occidentale.

Era il 1974.

Nel 1978 in Italia nacquero le Tv locali.

No Plane!
starchild
Inviato: 4/11/2007 17:46  Aggiornato: 4/11/2007 17:46
Ho qualche dubbio
Iscritto: 26/1/2007
Da:
Inviati: 161
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
Togliete la F dal titolo e quel che resta è quello che accadrà se continuerà questo andazzo. Ma spero che alla fine prevalga la materia grigia e non la stupidità umana.

redna
Inviato: 4/11/2007 18:23  Aggiornato: 4/11/2007 18:23
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
..Nei tempi antichi gli uomini del denaro vivevano ai margini della società. mal sopportati per le loro ruberie e le loro usure.A partire dalle grandi rivoluzioni americana e francese essi hanno rialzato la testa,aquisito potere condizionato progressiavamente tutto e tutti, rimanendo sempre dietro le quinte a manovrare fili.
Nella trilaterale si materializza la presenza congiunta della grande finanza e di eponenti dell'internazionale socialista sulla base di una strategia, ispirata dai poteri occulti del mondialismo , che mira ad un riassetto degli schieramenti politici e dei loro programmi.
E' emblematico, in tal senso,il favore che la rilaterale ha sempre accordato alla sinistra italiana dalla metà degli anni settanta fino all'appoggio fornito al governo prodi.

Il suo scopo è palese: approvare leggi liberticide sulla famiglia. considerata da distruggere e sulla transessualità che invece è da esaltare.

Tutto ciò che distrugga definitivamente il "vecchio" ordine sociale è utile per la creazione di un nuovo ordine mondiale.
Il passaggio dal vecchio sistema al nuovo comunque non sarà indolore.
Esso dovrà necessariamene passare attraverso una nuova fase di grande disordine e di caos totale che prevede, tra le altre cose, l'annientamenteo della popolazione eccedente.
...
(tratto dalla rivista Nexus n.70-inserto-informazione pag.16
articolo:la tela del ragno di Sigismondo Panvini)

----
erik
le galline non rischiano l'estinzione perchè uno gli tira il collo.
Ma per gli uomini si sta programmando minuziosamente "l'annientamento della popolazione eccedente"...

Come per i polli che hanno dei virus e bisogna disfarsene. Vengono buttati nelle fosse come carcasse e coperti di terra.

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
PikeBishop
Inviato: 4/11/2007 18:50  Aggiornato: 4/11/2007 18:50
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/11/2005
Da: Tavistock Square, Camden, London WC1H, UK
Inviati: 6263
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
Scusatemi, ma ho tralasciato una parte importante che sarebbe dovuta essere stata unita alla traduzione.

Kjeld Heising e' un editore, scrittore, ricercatore e commentatore politico danese.
Inoltre e' un esperto in questioni africane dell'African Institute AfriDAD.

Ha scritto diversi libri in danese e centinaia di articoli su temi scientifici, sociologici e di politica internazionale.


Giusto per rispondere a chi si chiede chi sia questo danese sconosciuto.

Il Portico Dipinto Network Nanopublishing
E' dall'uso (mancato) del Congiuntivo, che li riconoscerete.
Redazione
Inviato: 4/11/2007 18:54  Aggiornato: 4/11/2007 18:54
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
A parte la “solita” fallacia ad personam (“danese sconosciuto”), pare che due libercoli quest’uomo li abbia scritti. Forse siamo solo noi che siamo ignoranti?



Kjeld Heising is an editor, writer, researcher and political commentator in Denmark. He is also an Africa-ekspert by the African Institute AfriDAD. Has written several books (in Danish) and hundreds of articles on scientific, sociological and international political issues. www.heising.dk

Redazione
Inviato: 4/11/2007 18:55  Aggiornato: 4/11/2007 18:56
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
.azz..... Preceduto da Pike di qualche minuto.

Oggi sei davvero in forma, Gianni!!!!

florizel
Inviato: 4/11/2007 19:08  Aggiornato: 4/11/2007 19:08
Sono certo di non sapere
Iscritto: 7/7/2005
Da: dove potrei stare meglio.
Inviati: 8195
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
eco3Citazione:
Questa notizia, totalmente priva di fondamento diffusa il 4 novembre del 2006 dal quotidiano La Stampa, è stata ufficialmente smentita, un mese dopo, dal Direttore della Sala Stampa della Santa Sede all'agenzia CNS.


Ti ringrazio per la precisazione.
Però, che la smentita venga da quell'ambiente, personalmente non mi convince.
Un po' troppo debole, dal momento che cercandone conferma nel web, non trovo aggiornamenti a riguardo, nemmeno da parte de La Stampa.

E' certo che i contenuti dell'incontro avvenuto tra i due, il 29 settembre 2006, a Castel Gandolfo, non sono stati diffusi.
Se ne parla solo qui.

Kissinger lo scorso 29 settembre era stato ricevuto a Castel Gandolfo da Benedetto XVI. L’assemblea pontifisca si occuperà della crisi che stanno attraversando «molte istituzioni internazionali multilaterali, quali l’Onu, il Wto, l’Fmi, la Banca mondiale che mostrano segnali di debolezza e di stanchezza».

Però è sempre un articolo da La Stampa.

Qualora la smentita di Kattoliko fosse vera, resta il fatto che il maggiore esponente della chiesa cattolica nemmeno avrebbe dovuto riceverlo, e denunciare pubblicamente il National Security Study Memorandum 2000 con la stessa veemenza con cui ingerisce nei "costumi sessuali" e nell'attività "riproduttiva" della società civile.

O lo "assolviamo" in quanto rapporti diplomatici tra un capo di stato ed un influente personalità politica?

"Continueremo a fare delle nostre vite poesie, fino a quando Libertà non verrà declamata sopra le catene spezzate di tutti i popoli oppressi". Vittorio Arrigoni
cherubino
Inviato: 4/11/2007 19:16  Aggiornato: 4/11/2007 19:16
Mi sento vacillare
Iscritto: 1/6/2006
Da: Haute-Normandie
Inviati: 430
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
Non cadremo nella fallacia ad personam invertita!

Redazione
Inviato: 4/11/2007 19:34  Aggiornato: 4/11/2007 19:34
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
CHERUBINO: "Non cadremo nella fallacia ad personam invertita!"

No, infatti. Quello è l'argomento ad autoritatem (uno dei preferiti da Massimo Teodori), che è altrettanto da evitare.

Ecco perchè qui cerchiamo di concentrarci "sulle idee, non le persone".

erik
Inviato: 4/11/2007 20:44  Aggiornato: 4/11/2007 20:47
Mi sento vacillare
Iscritto: 1/10/2007
Da:
Inviati: 430
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
Citazione:
A parte la “solita” fallacia ad personam (“danese sconosciuto”),


Non è proprio così: è buon senso. Se un premio Nobel mi dice che l'acqua è bagnata, io approvo.
Se un premio Nobel mi dice che la massa del neutrino è zero, io dico: "forse" (e se ho i mezzi controllo), ma tendo a credergli.
Se un premio Nobel mi dice che la terra è piatta, io rimango incredulo (ma qualche dubbio magari mi viene).
Se un illustre sconosciuto (che ha scritto qualche sconosciuto libro in danese letto solo dai suoi parenti) mi dice che l'acqua è bagnata, io approvo. Se mi dice che la massa del neutrino è zero io dico "forse", ma certo non affiderei la mia vita a questa informazione. Se mi dice che la terra è piatta mi faccio una risata e lo ignoro. Qui siamo nell'ultimo caso. IMAO.

cherubino
Inviato: 4/11/2007 20:53  Aggiornato: 4/11/2007 20:55
Mi sento vacillare
Iscritto: 1/6/2006
Da: Haute-Normandie
Inviati: 430
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
esempio di fase 3 di ERIK:
Citazione:
Il passo successivo sarà quello di incorporare queste stringhe di DNA nel cibo e negli stimolanti, cosicchè le donne distribuiranno e assumeranno il loro agente defertilizzante da sole. Tutto senza saperlo.

Sono queste frasi ad indurmi a credere che il resto dell'articolo sia fatto di cazzate. Se le avesse evitate, il danese avrebbe avuto più seguaci.

redna
Inviato: 4/11/2007 21:13  Aggiornato: 4/11/2007 21:19
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
erik
cito-
Non è proprio così: è buon senso.
---
Se lo dici tu....e non commento il resto che hai scritto!!!

Ma invece non si potrebbe commentare l'articolo????

edit-
cherubino
cito-
Se le avesse evitate, il danese avrebbe avuto più seguaci.
---
Non si commenta un articolo dal titolo:la guerra totale contro le donne???
Non mi risulta che l'autore voglia fare proseliti.
E non si è detto che non bisogna guardare alle persone ma alle idee???

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
cherubino
Inviato: 4/11/2007 21:30  Aggiornato: 4/11/2007 21:30
Mi sento vacillare
Iscritto: 1/6/2006
Da: Haute-Normandie
Inviati: 430
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
Se guardiamo le idee, questo signore crede che stringhe di DNA mutato nascosto in una pizza e nella relativa cocacola possano controllare le nascite.

Dimostratemi che è possibile e mi sto zitto per sempre.

redna
Inviato: 4/11/2007 21:41  Aggiornato: 4/11/2007 21:45
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
cherubino
scusa se tu hai dei problemi a credere a questo, perchè non dimostri TU il contrario???
Cosa credi che mettano nei vaccini pizza e cocacola o virus mutati???
Non si sanno nemmeno gli effetti degli OGM sull'organismo umano.
Pertanto anche questo potrebbe contribuire all'infertilità o all'aumento degli aborti.

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
Pyter
Inviato: 4/11/2007 22:13  Aggiornato: 4/11/2007 22:13
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/9/2006
Da: Sidonia Novordo
Inviati: 6250
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
Uff...!
Ma chi è questo danese ?
Ma la Danimarca non è vicino alla Romania?
Perchè vuole vendere libri qua in Italia?
Qui non abbiamo bisogno di nessun libro...
...e men che mai di danesi...
...con tutti gli scrittori e i giornalisti che abbiamo...
...li dobbiamo pure importare?
Da dove passano questi danesi?
E i libri da dove vengono?...come entrano qui da noi?
Non c'è nessuno alla frontiera?
E poi parla di tutti questi complotti!
Che cosa vuole dimostrare?
Saranno centinaia di milioni le persone coinvolte...
Dov'è la gola profonda?
Chi ci guadagna in tutto questo?
Questo danese è comunista?
E se non è comunista sarà nazista?
Non sarà per caso antisemita?
Se è iscritto al DNA sicuramente è un massone...
Ma chi lo conosce?
Ha pubblicato qualcosa sul corriere della sera?
No?...e allora cosa vuole?
Perchè tutte queste domande?
Non lo sa, questo danese, che se entra in Italia...
...deve seguire le nostre usanze?
Non sa che che da noi si avanzano domande...
...ma non si avanzano sospetti?

Bene...adesso che mi sono sfogato mi stampo l'articolo
così finalmente lo leggo.

"Nessuno ha il diritto di fare quel che desidera, ma tutto è organizzato per il meglio." (Antico decreto reale tolemaico)
erik
Inviato: 4/11/2007 22:31  Aggiornato: 4/11/2007 22:31
Mi sento vacillare
Iscritto: 1/10/2007
Da:
Inviati: 430
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
Fra l'altro, se questi Rockefeller fossero davvero furbi, farebbero esattamente il contrario di quanto è scritto nell'articolo, e cioè farebbero in modo di far nascere molte più donne che uomini. Non occorre che vi spieghi il perché, vero? Con un po' di immaginazione ci arrivate.

redna
Inviato: 4/11/2007 22:42  Aggiornato: 4/11/2007 22:42
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
Forse stai pensando che i Rockfeller stiano li a pensare come fare...
Hanno fatto tanti di quegli organismi sovranazionali che loro se ne stanno tranquillamente in santa pace....nel loro olimpo.

Probabilmente stai prendendo un granchio nel pensare che ce l'abbiano SOLO con le donne....
Partono dalle donne per fare in modo che non ci siano uomini.
Ovvero partendo dalla 'fabbrica' (la donna) si arriva al prodotto finito (l'uomo).
Al momento non è stata ancora inventata la macchina sforna-bambini.
Cosa vuoi, ci sono i videogiochi, l'ipod, il dvd, ma non c'è la macchna che sforna-bambini? Spero che si capisca anche il perchè...

E sforna sia maschi che femmine.E se si sfornassero ad un certo punto, solo femmine o solo maschi???

La natura a volte è strana....anche senza immaginazione!

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
Redazione
Inviato: 4/11/2007 23:05  Aggiornato: 4/11/2007 23:08
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
Come al solito, quando a qualcuno non va giù il contenuto di un certo articolo, si attacca a tutto quello che trova - come la frase del DNA in questo caso - illudendosi di distruggerne l'intero contenuto.

"Mazzucco non sa nemmeno di quanti piani fossero le Torri gemelle, QUINDI tutto quello che dice sul 9/11 è sbagliato".

Siamo sempre alle solite.

***

Ora lo dico ufficialmente: chi vuole continuare a discutere, lo faccia ESCLUSIVAMENTE sui contenuti dell'articolo. Se non è in grado di contestare quelli, gentilmente taccia.

Cassandra
Inviato: 4/11/2007 23:55  Aggiornato: 4/11/2007 23:55
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 10/5/2006
Da:
Inviati: 1551
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
Premesso che considero i petrolieri dei benefattori a confronto di Big Pharma;
premesso che ritengo il vaccino contro il papilloma l'ennesima truffa dannosa per fare quattrini;
premesso che ho i miei seri dubbi sull'AIDS;
premesso che sono fermamente convinta che il vaccino antimorbillo causi l'autismo;
premesso che PikeBishop ha fatto un gran lavoro;

premesso tutto ciò, a me pare che l'articolo in questione sia un bel pasticcio confuso di verità, ipotesi, e contraddizioni. Insomma, non molto informativo nel senso chiaro del termine.

Il complotto per depopolare ci sarà pure dagli anni '50, ma non ha ottenuto gran risultati visto che siamo arrivati a quasi 7 miliardi di persone. Sti NWO sono delle mezze se**e a complottare. Inventare vaccini per sterilizzare donne occidentali mi pare inutile, visto che fanno già 0,3 figli per donna. Quanto al Terzo Mondo, non vedo grandi depopolazioni.
Gridare poi che la sanità pubblica sia un complotto NWO denota disinformazione, quando anche i sassi sanno che i più grandi finanzieri mondiali corrompono politici e fanno i miliardi con la sanità privata USA... che oltretutto depopola alla grande tutti quelli che non possono pagare.

Non penso insomma che ci sia il complotto deciso a tavolino dai ciccioni col sigaro contro le donne. Penso però che quando c'è da far soldi senza scrupoli sulla pelle di qualcuno, si sceglie il qualcuno più debole. Donne e bambini, come sempre.

"Il buon senso c'era; ma se ne stava nascosto,
per paura del senso comune" (Alessandro Manzoni)
cherubino
Inviato: 5/11/2007 0:04  Aggiornato: 5/11/2007 0:04
Mi sento vacillare
Iscritto: 1/6/2006
Da: Haute-Normandie
Inviati: 430
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
Scusa Mazzucco, ma se tu non sapevi quanti piani avevano le Torri gemelle, avresti potuto elaborare tutte le teorie più affascinanti di questo mondo, ma io ti avrei letto per dieci secondi, e poi avrei detto ma chi è questo incompetente cambiando canale.

Comunque ribadisco democraticamente la mia posizione: è un articolo magmatico, che fa molto fumo e pochissimo arrosto, e che da una parte è pieno di errori palesemente grossolani per chi si intenda un minimo di biologia e medicina, e d'altra parte dà per scontato un sacco di fatti che non si possono verificare perché sistematicamente non ne vengono citate le fonti.

Saluti

PS: Ok, non lo sapevate? C'è una guerra in corso contro le donne.
Mi dispiace per loro, io sono salvo, e poi posso fertilizzare tutte le donne che voglio (sempre che ne rimanga qualcuna!).

cherubino
Inviato: 5/11/2007 0:11  Aggiornato: 5/11/2007 0:12
Mi sento vacillare
Iscritto: 1/6/2006
Da: Haute-Normandie
Inviati: 430
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
Citazione:
scusa se tu hai dei problemi a credere a questo, perchè non dimostri TU il contrario???

Ma hai idea di che fine faccia un acido nucleico una volta finito nello stomaco e nell'intestino? O dobbiamo partire dalle fondamenta?

marcoanton
Inviato: 5/11/2007 0:12  Aggiornato: 5/11/2007 0:13
Ho qualche dubbio
Iscritto: 25/6/2007
Da:
Inviati: 46
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
Mazzucco: per quanto mi riguarda chissenefrega di demolire l' articolo!? E giusto per ricostruire il percorso: non è che ci si attacchi alle frasi, ma sono le frasi che vanno di traverso. Ecco perchè il pezzo non va giù. Non so se mi sono spiegato.

Entrando nel merito, a me non interessa quanti libri ha scritto il nostro illustre sconosciuto. Ma osservo che in questo articolo (procedo senza particolare ordine):

1) le nazioni unite vengono introdotte come "una filiale del Ministero degli Esteri degli Stati Uniti." A te risulta sia indiscutibilmente così?
2) si presenta il tamiflu come un vaccino mentre pare non lo sia
3) si parla di un diabolico piano di depopolazione mondiale a partire, come minimo, dalla seconda guerra mondiale. (Tra l' altro, a chi nei commenti giustamente osserva che qualcosa deve essere andato storto perchè da allora la popolazione mondiale è come minimo triplicata, si sbatte in faccia un misterioso NULLA come il "problema-reazione-selezione" )

Aggiungo un paio di considerazioni stringatissime:
4) la terribile elite si è lasciata sfuggire una occasione d' oro con la guerra fredda per portare a compimento questi piani. (Immagino che si saranno mangiate le mani fino al gomito da allora !)
5) si evince che l' elite è composta da idioti, perchè cominciano l' opera di "sfoltimento" dall' occidente, quando sanno benissimo che la crescita maggiore si ha nei paesi sottosviluppati

Scusate, ma per me è sufficiente per ritenere il pezzo un minestrone in cui si rischia di annegare anche qualche spunto interessante che contiene (forse per puro caso, a questo punto ).

In conclusione, per rifarmi al tuo parallelo Massimo, qui non siamo al numero di piani del wtc. Piuttosto siamo a:

1) Il numero di piani delle torri gemelle non è esatto
2) La misura del buco nel Pentagono non è esatta
3) E' un po' azzardato affermare che i pompieri siano complici nel crollo del wtc7
4) ecc...
5) ecc...

Spero comprenderai dunque che questo articolo a qualcuno "non va giù". (E spero anche che non vorrai ingozzare nessuno con cose che rifiuta ).

Saluti a tutti

Non perdiamo la testa, per favore.
blackbart
Inviato: 5/11/2007 0:14  Aggiornato: 5/11/2007 0:14
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 13/10/2007
Da:
Inviati: 1224
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
quoto alla grande Cassandra

60 anni di tentativi di depopolare il mondo per arrivare a 7 miliardi di persone?

redna
Inviato: 5/11/2007 0:23  Aggiornato: 5/11/2007 0:25
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
cito-
Ma hai idea che fine facccia un acido nucleico una volta finito nello stomaco e nell'intestino?...
---
Non ho studiato in tal senso ma conosco delle persone alle quali sono MORTI dei figli a causa dei vaccini...
Probabilmente non si trattava di acido nucleico che andava nello stomaco o nell'intestino...

parti pure dalle fondamenta ma dammi un ragione per vaccinare in massa 'specialmente' le donne....
Sarà fose che tanto siamo in sette miliardi e uno pù uno meno...
Ma se capitasse a te o ai toui figli, allora????

---probailmente molte persone non leggono, o leggono poco, di quello che sta succdendo in questo senso.
Oppure ne hanno paura e fanno finta...
Non è mettendo la testa nella sabbia che quelli che portano avanti certi programmi si fermano...
E non è nemmeno nel dare formule, o nel trovare tabelle comparative, che se ne va in fondo.

Orami è ovvio che sbattendo l'evidente sotto gli occhi tutti guardano altrove.
NON è l'articolo che no va giù,come dite in coro, ma è perchè non VEDETE:

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
Piero79
Inviato: 5/11/2007 0:31  Aggiornato: 5/11/2007 0:31
Mi sento vacillare
Iscritto: 20/5/2006
Da:
Inviati: 781
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
Quoto blackbart che quota alla grande Cassandra

redna
Inviato: 5/11/2007 0:37  Aggiornato: 5/11/2007 0:37
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
cassabdra
Penso però che quando c'è da fare soldi senza scrupoli sulla pelle di qualcuno, si sceglie il qualcuno più debole. Donne e bambini, come sempre.
---
Ma i bambini sono sia maschi che femmine che vengono vaccinati.
Quindi trattare donne in stato di gravidanza fa male sia a maschi che a femmine.
Quindi TUTTI INDISTINTAMENTE alla fine vengono trattati...
Non solo i pù DEBOLI.

Perchè non si capisce?

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
Santaruina
Inviato: 5/11/2007 0:50  Aggiornato: 5/11/2007 0:50
Sono certo di non sapere
Iscritto: 13/10/2004
Da: Sud Europa
Inviati: 5123
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
Articolo ottimo e prezioso oltremodo.

Se non crediamo ai vari "pianificatori" nemmeno quando ci espongo in faccia i loro piani, allora poco servirà cercare di segnalare quello che cercano di fare.

Lo dichiarano nero su bianco.
E possono farlo perchè sanno che comunque saranno in pochi a rendersi conto di quello che sta succedendo.

Ottimo Pike.

Blessed be

-o- Ama e fa' ciò che vuoi -o-
erik
Inviato: 5/11/2007 0:56  Aggiornato: 5/11/2007 0:56
Mi sento vacillare
Iscritto: 1/10/2007
Da:
Inviati: 430
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
L'Occidente non ha nessun bisogno di vaccini per fare la guerra alle donne del Terzo Mondo. Ci pensano loro da soli. Il problema delle donne mancanti esiste e meriterebbe una riflessione di bel altro livello.

Le Monde Diplomatique

mIr
Inviato: 5/11/2007 1:49  Aggiornato: 5/11/2007 22:40
So tutto
Iscritto: 19/3/2006
Da:
Inviati: 30
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
A prima vista questo sembra un articolo fatto male ed inutilmente allarmistico, assomiglia a certe catene di sant'Antonio, ma proviamo a vedere le inesattezze contenute, ripeterò qualcosa scritta già da qualcuno probabilmente, ma serva da riassunto e da chiarimento:

1)
Citazione:
le vaccinazioni stanno per essere incluse nelle normali vaccinazioni per bambini, somministrate a ragazzine dell’età di 12 anni – età alla quale non hanno alcun effetto positivo. Come è possibile?

Non è possibile semplicemente perchè non è vero, non è stato proposto da nessuno l'obbligatorietà della vaccinazione per l'HPV.
2)
Citazione:
l’esistenza del virus HIV non è mai stata documentata

Non è vero, il virus è stato anche fotografato.
3)Citazione:
Il test HIV non testa la presenza di alcun virus, ma indica solamente la presenza di certi anticorpi nel sangue. Molto spesso risponde positivamente alla gravidanza, nonostante nessun virus in particolare sia presente.

Non è vero, esistono test che dimostrano la presenza del virus nel circolo sanguigno.
4)
Citazione:
una organizzazione con lo scopo di “migliorare la salute nei 70 paesi più poveri” – e lo fa con un singolo strumento: le vaccinazioni. Un pò strano, potreste già dire. Poichè se volete migliorare la salute in paesi poveri, la prima idea che vi verrebbe sarebbe aiutare la produzione di cibo e la distribuzione di, per esempio, acqua. Ed ecco, loro usano siringhe e composti chimici – come mai?

Probabilmente perchè la maggiorparte delle malattie che decimano le popolazioni povere sono più facilmente e più "logisticamente" contrastabili mediante vaccinazione che mediante terapia, molte vaccinazioni si concludono in poche dosi, molte terapie sono lunghe e richiedono ospedalizzazione.
5)
Citazione:
Si possono inoculare milioni e milioni di persone contro HIV, Tifo, Epatite, Tubercolosi, e tutto quello che volete, ma se la gente non ha abbastanza da mangiare e da bere il vostro progetto è inutile.

Ma si potrebbe pure affermare che si possono nutrire e dissetare milioni di persone, ma se la gente continua a morire di malattie...
6)
Citazione:
Potete aggiungere che i test sull’HIV in Africa sono eseguiti solo in cliniche prenatali, il che significa solo su donne gravide.

L'Africa ha una percentuale di malati (e sieropositivi) di AIDS impressionante, è quasi utopico pensare di guarire o curare tutti, molto più logico e semplice prevenire le nascite di nuovi malati di AIDS, lo scopo potrebbe essere questo.
7)
Citazione:
hCG è un ormone che si forma naturalmente nel feto nel giro di pochi giorni dal concepimento, e che gli è necessario per continuare la sua vita e crescita.

Non è vero.
L'hCG è prodotto dalla placenta (non dal feto) e non è necessario per la vita e la crescita fetale, prova ne è che al terzo mese di gestazione è praticamente scomparso dal circolo materno.
8)
Citazione:
Quando una mistura di vaccino e hCG è inoculata nel sangue di una donna, le sue difese immunitarie produrranno non solo anticorpi contro i batteri del Tetano o della Difterite, ma anche quelli contro il hCG.

Sarebbe un controsenso...prima dice che l'hCG è necessario a far vivere il feto e poi dice che inoculare hCG produce anticorpi che "uccidono" il feto.
In realtà non è vera neanche l'ultima affermazione, in passato l'hCG era addirittura utilizzato (raramente e poi abbandonato per scarsi risultati, costo e praticità) come "antiabortivo".
9) Citazione:
Uno degli effetti (del mercurio) è che distrugge le ciglia all’interno del sesso femminile, rimuovendo la capacità della membrane mucose di trasportare il seme alle cellule uova. Il che, ovviamente, impedisce il concepimento naturale.

Se il mercurio ha raggiunto livelli tali di tossicità da distruggere l'epitelio ciliare delle tube, ha già da tempo dato i segnali di tossicità neurologica, ben più gravi e letali, gli effetti sulla fecondità sarebbero inutili per un presunto "controllo delle nascite", è come se per sporcare il vestito nuovo del nostro nemico, lo travolgiamo con la macchina insomma...
10)
Citazione:
i cosiddetti farmaci contro l’AIDS non hanno nessun effetto che possa essere messo in relazione con alcun virus: essi uccidono ogni entità vivente, interrompendo l'intera sintesi del DNA.

...praticamente uccidono chi le prende...come fanno quindi a sopravvivere i malati che si curano?

Credo sia stato detto anche che il Tamiflu non è un vaccino e che l'età di 12 anni per il vaccino HPV è solo un limite che presume l'inizio dell'attività sessuale.

Ci sono tante altre piccole inesattezze, alcuni passi poi sono anche poco chiari.
In generale l'articolo non dice nulla (sull'aspetto politico non mi soffermo, non è il mio mestiere...) e quello che dice rispetto a malati e malattie è trattato male ed in maniera molto superficiale.
Voto 1


Ciao!

Redazione
Inviato: 5/11/2007 6:28  Aggiornato: 5/11/2007 6:30
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
ATTENZIONE: Contattato da PikeBishop, l’autore dell’articolo si è dichiarato disponibile a rispondere alle domande dei lettori.

Chi ha obiezioni da porre è quindi pregato di formularle in maniera adeguata, e di postarle in questo thread (in italiano. Penseremo noi a tradurle, e a pubblicare poi le risposte di Heising).

E’ un raro caso in cui le contestazioni portate dagli utenti possono avere una verifica immediata di questo tipo, quindi l’invito è ad approfittarne al più presto.

M.M.

bigdaddy
Inviato: 5/11/2007 9:51  Aggiornato: 5/11/2007 9:51
Ho qualche dubbio
Iscritto: 12/1/2006
Da: roma
Inviati: 293
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
Segnale questo altro interessantissimo articolo sui vaccini QUI

Votarsi alla materia Frantuma le anime

Trovarsi nello spirito Unisce gli uomini

Vedere sé nell'altro Edifica mondi
florizel
Inviato: 5/11/2007 10:53  Aggiornato: 5/11/2007 10:59
Sono certo di non sapere
Iscritto: 7/7/2005
Da: dove potrei stare meglio.
Inviati: 8195
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
Citazione:
Ma un piano di depopolazione basato su mezzi economici non si può dire che sia particolarmente selettivo in base al sesso.


Cosa ti spinge a pensare che un tale piano sia iniziato con la scelta di un "target" prevalentemente femminile?
E' possibile che si sia concentrato sul genere femminile solo in seguito.

L'articolo inizia parlando di un evento che si sta dando in Danimarca, e che "quel che cominciò nell’Occidente fu poi trasferito al Terzo Mondo", ed ancora che "Si può notare che questa agenda verrà sviluppata prima nel nostro mondo occidentale e in un secondo tempo esportata nel Terzo Mondo. Probabilmente perchè la gente nel mondo industrializzato è di più agevole manipolazione, più agevole da raggiungere dai media centralizzati e controllati, più facile da utilizzarsi come cavia e più agevolmente utilizzabile come soggetto di test di misurazione dell’efficacia della campagna."

Se pensi che la Danimarca, tra l'altro, è stata scelta come sede del Bureau of Human Heredity di Londra, grazie a una donazione della Fondazione Rockefeller, dove si intraprendono studi sulla clonazione umana, puoi già ipotizzare che la "fucina" di tali pianificazioni sia l'Europa, e che il loro percorso sia stato suscettibile di cambiamenti durante l'osservazione dei risultati e le esigenze delle elites che presiedono al controllo ed al potere. Ed è da lì che è partita l'analisi dell'autore dell'articolo.

"Nell'agosto del 1932 (attenti alla data: un anno prima che Hitler andasse al potere a Berlino) si tenne a New York il terzo Congresso internazionale di Eugenetica. Sede dell'evento il Museo di storia naturale della metropoli, trasformato per l'occasione in una sfarzosa esposizione dei "progressi dell'eugenetica.

Il presidente del Museo, lo zoologo Henry Fairfield Osborne, spiegò che la «crisi mondiale in corso» non era dovuta, come credeva il volgo, al crack di Wall Street del 1929 e alla selvaggia speculazione finanziaria degli anni precedenti, bensì alle seguenti cause: «Sovradistruzione delle risorse naturali; sovrameccanizzazione dell'industria; eccessiva produzione di mezzi di trasporto; sovrapproduzione di cibo e altri beni; e sovrappopolazione, con conseguente disoccupazione dei meno adatti. Il solo rimedio permanente - concludeva lo zoologo - è la selezione delle nascite sostenuta da un umano controllo delle nascite».""

A questo aggiungi che è dalla Danimarca che arriva gran parte della "materia prima" per la Cryos International, un'importantissima banca del seme di New York che ha aperto una sua filiale anche nel paese scandinavo.


Lo sperma dei donatori, debitamente testato, viaggia congelato fino ai Paesi più lontani: Spagna, Paraguay, Kenya ed Usa, dove lo scorso anno Cryos ha aperto una filiale, secondo quanto scrive il New York Times.

E' plausibile, a tuo avviso, ipotizzare che, insieme alla conservazione di sperma a scopi "fecondativi", tali organizzazioni, associazioni, enti, siano anche coinvolti in un piano di depopolazione, ed eventualmente in quelli di "regolamentazione" delle nascite?

Segnalo questo forum.

Tra l'altro, ricordo che finchè a fare le "statistiche" sono gli stessi che intervengono sull'attività riproduttiva dell'umanità, e sulle scelte relative ad essa, questo dovrebbe già costituire elemento di inaffidabilità.

"Continueremo a fare delle nostre vite poesie, fino a quando Libertà non verrà declamata sopra le catene spezzate di tutti i popoli oppressi". Vittorio Arrigoni
Paxtibi
Inviato: 5/11/2007 11:48  Aggiornato: 5/11/2007 11:48
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/4/2005
Da: Atene
Inviati: 8134
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
L'articolo mi sembra ottimo soprattutto per gli spunti che fornisce, anche se anche a me pare che diversi passaggi siano confusi, forse un po' forzati.

Comunque, a proposito dell'AIDS in Africa:

Shikwati: Se uno dovesse credere tutti i terrificanti rapporti, a questo punto tutti i keniani dovrebbero in realtà essere ormai infettati. Ma ora i test si stanno effettuando dappertutto e risulta che i dati sono stati notevolmente esagerati. Non sono tre milioni i keniani infettati. Tutto all'improvviso, sono soltanto circa un milione. La malaria è un problema altrettanto grave, ma la gente di quella parla raramente.

SPIEGEL: E perchè?

Shikwati: I'AIDS è un grande business, forse il più grande dell'Africa. Non c'è nient'altro che possa generare tanti soldi in aiuti quanto i dati choccanti sull'AIDS. L'AIDS qui è una malattia politica e dovremmo essere molto scettici.



Sulla contraccezione, invece:

The impact of environmental toxicants and the innate inadequacy of human spermatozoa are compounded by the advent of effective contraception and the introduction of assisted-conception technologies. This lifting of the selection pressure on fertility means that those endowed with genes for high fecundity have lost their advantage over those without. As a result, future generations are bound to experience a further decline in semen quality and, ultimately, human fertility.

Sul mercurio:

Infertile couples had higher blood mercury concentrations than fertile couples. 'Infertile males with abnormal semen' and 'infertile females with unexplained infertility' also had higher blood mercury concentrations than their fertile counterparts. Blood mercury concentrations were positively correlated with quantity of seafood consumption. Infertile subjects with elevated blood mercury concentrations consumed a larger amount of seafood.

Anche i maschi hanno i loro problemi:

Perhaps because of the decreased redundancy of genetic information on the Y chromosome, the male human is the more delicate of species, with shorter life expectancy at all ages. Theoretically, a toxic exposure during pregnancy might selectively damage male fetuses, resulting in a greater ratio at birth of the hardier female infants. This would not necessarily involve a hormonal mechanism, but studies of sex ratio at birth have been a part of the discussion on endocrine disruption. Although there are some data on secular trends, the most relevant data from a toxicologic perspective come from Seveso, Italy, where in 1976 a factory exploded, releasing perhaps 1 kg of 2,3,7,8-tetrachlorodibenzo-p-dioxin, one of the most toxic chemicals known. A variety of illnesses have been attributed to this exposure, but a clear pattern of severe toxicity has not emerged.29 In 1996, however, Mocarelli et al30 observed that between 1977 and 1984, 48 girls but only 26 boys were born to the most exposed families. This was a very large effect on a very stable number, and without obvious mechanistic explanation. There was information about the children who were born in Taiwan after the exposure there to PCBs and polychlorinated dibenzofurans, and there was clearly more toxicity apparent among the exposed Taiwanese than among the residents of Seveso. However, a change in sex ratio was not detected among families studied in which at least the mother had been exposed.31 This posed a problem in interpretation until the publication of more detailed data from Seveso showing that the decrease in male births occurred specifically among families in which the father was exposed: 50 boys and 81 girls were born in families in which the men had been exposed before 19 years of age.32 However, rather than clarify the issue, the detailed report noted that the ratio of boys to girls had begun to decrease in the area before the exposure took place in 1976. At this point, the very large departure in the sex ratio of Seveso births remains unexplained, and although it would seem straightforward to replicate in the laboratory, no report is yet available of such an experimental study. Because data on fathers’ exposures in Taiwan were unavailable, the failure to replicate the Seveso finding could have been attributable to a large number of families with only maternal exposure in the Taiwan study.

mc
Inviato: 5/11/2007 11:49  Aggiornato: 5/11/2007 12:00
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/5/2004
Da:
Inviati: 7222
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
opps (errore di invio)

Ne approfitto per fare i compliments a Pike.

mc

Redazione
Inviato: 5/11/2007 11:54  Aggiornato: 5/11/2007 11:54
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
Ripeto l'invito a quelli che hanno contestato l'articolo a porre le loro obiezioni in modo da permettere all'autore di rispondere.

mc
Inviato: 5/11/2007 11:56  Aggiornato: 5/11/2007 11:56
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/5/2004
Da:
Inviati: 7222
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
Sarebbe interessante capire se esistano dati sulla limitazione delle nascite che confermino che vi sia un legame tra ricchezze naturali di un paese e relativo attacco massiccio alla fertilita' (femminile e maschile).
Al contrario, a conferma del tutto, trovare dati che dichiarino la tendenza alla riproduzione non limitata occultamente nei paesi non particolarmente ricchi di materie prime, ma fornitori di mano d'opera.
Mi vengono in mente i paesi asiatici a confine con il medio oriente, preziosa manovalanza dei ricchi emirati petroliferi dell'area, piuttosto che i pelestinesi lavoratori in Israele. O in Africa dove si necessiti massicciamente di mano d'opera, piuttosto che di estrazioni di materiali.

Un paese di cui si necessiti le risorse di solito e' in guerra.
Un paese di cui si necessiti le risorse umane di solito e' in pace, ma molto povero (facilmente sotto dittatura militare...).

Il sospetto e' che se davvero e' in atto una pianificazione delle nascite da parte di un organismo sovranazionale questa differenza di gestione dovrebbe essere una controprova abbastanza significativa.

Insomma, la domanda e' :
esiste la possibilita' di accertare una gestione diversa della pianificazione delle nascite (riconoscibile dagli atti ufficiali e dai dossier al riguardo) relativa alla natura diversa di sfruttamento che l'Industria intende ottenere tra i diversi paesi occidentali e non?

mc

redna
Inviato: 5/11/2007 12:16  Aggiornato: 5/11/2007 12:16
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
su disinformazione un interessante articolo:
http://www.disinformazione.it/mercificazione_donna.htm

Per capirne di più, a chi interessa.

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
BlSabbatH
Inviato: 5/11/2007 12:42  Aggiornato: 5/11/2007 12:45
Mi sento vacillare
Iscritto: 10/9/2005
Da: Bergamo
Inviati: 837
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
Citazione:
Ci sono tante altre piccole inesattezze, alcuni passi poi sono anche poco chiari.
In generale l'articolo non dice nulla (sull'aspetto politico non mi soffermo, non è il mio mestiere...) e quello che dice rispetto a malati e malattie è trattato male ed in maniera molto superficiale.
Voto 1

ri-intervengo per quotare mIr.. ahimè per obiettare qualcosa in modo costruttivo si deve partire da un argomento approfondito e non da una moltitudine di argomenti (già vasti per loro natura) accatastati l'uno all'altro in maniera così superficiale e approssimativa.

-- Under capitalism, man exploits man. Under communism, it's just the opposite. -- J.K. Galbraith
cherubino
Inviato: 5/11/2007 12:44  Aggiornato: 5/11/2007 14:49
Mi sento vacillare
Iscritto: 1/6/2006
Da: Haute-Normandie
Inviati: 430
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
Quoto i quesiti di mIr che sono i più importanti ed urgenti da chiarire.

11) MALARIA: Qui La Bill Gates Foundation lotta contro la malaria ed in particolare si riferisce a DONNE INCINTE (non donne qualsiasi!) e ai loro bambini. Si calcola che la malaria in Africa mieta 10.000 donne incinte e 200mila bambini l'anno. Per eliminare queste donne è sufficiente già l'infezione, il vaccino (EDIT: il vaccino ed il relativo complotto multimiliardario) non è necessario.
Qui lo stato dell'arte sui finanziamenti totali per la lotta alla malaria. Non si parla di corone danesi... né di Copenhagen (a meno che non mi sia sfuggito).

12) AIDS
Citazione:
Ancor prima, abbiamo visto così tante campagne, nell’intero mondo occidentale, in favore della obbligatorietà del test HIV (Virus dell’Immunodeficienza Umana), alle donne in stato interessante.

Quali sono? Dove sono? Perchè sono sbagliate?

13) VACCINI AL MERCURIO E THIMEROSAL (non "thiomesa !!")
Qui un sunto del New England Journal of Medicine, aggiornato al 27 settembre 2007, sulla questione del Thimerosal e dei vaccini che provocano autismo. C'è un punto che mi preme sottolineare perchè molto simpatico: "alla notizia (mai verificata, ndt) che che il Thimerosal causava l'autismo, nacque un industria fai-da-te di ciarlatani che offrivano false speranze, sottoforma di agenti chelanti del mercurio".

Consiglio anche questo e questo.

Citazione:
Già nel 1952 John D. Rockefeller III, attraverso la sua organizzazione Consiglio per la Popolazione, cominciò sostenendo che ai vaccini avrebbe dovuto essere aggiunto del Mercurio.


FALSO! Dice il NEJM che The use of mercury in vaccines wasn't new; thimerosal, an ethylmercury-containing preservative, had been used to prevent bacterial contamination since the 1930s.

14) PERCHE NO IL PRESERVATIVO??
Forse sto dando un'idea geniale ai Rockfeller e ai Kissinger e ai Bill Gates: investire qualche dollaro per produrre cascate di preservativi da smerciare gratuitamente in Africa. Forse potrebbe aiutare! Oppure cristianizzare il Continente Nero mandandoci il cardinale Ruini.

marcoanton
Inviato: 5/11/2007 12:47  Aggiornato: 5/11/2007 12:47
Ho qualche dubbio
Iscritto: 25/6/2007
Da:
Inviati: 46
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
La popolazione mondiale era di circa 2 miliardi durante la guerra mondiale. Eravamo meno di 4 miliardi nel 1970. Al momento siamo circa 6.600.000.000 di persone e, secondo alcune stime, nel 2020 saremo in 8 miliardi. 10 nel 2035. (http://www.ibiblio.org/lunarbin/worldpop)

Come si conciliano questi dati con la teoria di un piano per la depopolazione?
Nel contesto storico da lei accennato, come spiega il fatto che gli USA si siano lasciati sfuggire l' occasione di decimare la popolazione mondiale con una guerra nucleare durante la guerra fredda?

Non perdiamo la testa, per favore.
mc
Inviato: 5/11/2007 13:29  Aggiornato: 5/11/2007 13:36
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/5/2004
Da:
Inviati: 7222
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
Citazione:
Come si conciliano questi dati con la teoria di un piano per la depopolazione?

Forse con le intenzioni strategicamente diversificate in ogni Stato "sotto tutela" WHO?

Mi pare, poi, di capire che non e' un progetto a breve termine, e non ci vuole uno scienziato per farlo, quindi potrebbe essere ancora in attualmente in atto in alcune zone del mondo.
E', invece, innegabile dire che la descrizione della situazione occidentale coincide con quanto dichiarato dall'articolo. Con la premessa che l'emancipazione femminile, un processo iniziato da tempo e con esso molti cambiamenti "in pieno programma" NWO, sia avvenuta in maniera spedita e che alla fine i risultati di infecondita' e "nascite zero" siano palesemente verificabili "con i numeri".

La domanda per gli scettici potrebbe essere: "come si concilia la totale coincidenza di quegli aspetti descritti?".

mc

Infettato
Inviato: 5/11/2007 13:32  Aggiornato: 5/11/2007 13:32
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 23/11/2006
Da: Roma
Inviati: 1499
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
Controprova...

Ho cercato qualche vaccinazione effettuata dai figli dell'elite... nada de nada, in compenso ho trovato qualcuno che non usa vaccini (vedi sopra).


marcoanton

Come si conciliano questi dati con la teoria di un piano per la depopolazione?

La preoccupazione è palese, le misure per risolvere il problema si possono solo intuire o immaginare in base anche a quello che è possibile sapere.

Personalmente credo che il "problema" sarà combattuto su più fronti, uno è quello "sanitario".
Le banche danno il loro contributo primario....

Infine ci sono i servi e servetti, oltre al papa in altri contesti ovviamente lo stesso Napolitano ha dichiarato apertamente che si andrà verso nwo e che l'italia con le sue missioni di "pace" da un forte contributo per questa causa.

In pratica siamo nelle loro mani

Infettato dal morbo di Ashcroft
---------------------------------------------
Quando ci immergiamo totalmente negli affari quotidiani, noi smettiamo di fare distinzioni fondamentali, o di porci le domande veramente basilari. Rothbard
gen
Inviato: 5/11/2007 13:36  Aggiornato: 5/11/2007 13:36
Ho qualche dubbio
Iscritto: 20/11/2006
Da:
Inviati: 142
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
Veramente io sapevo che l'Hiv deriva da un virus della scimmia che è passato all'uomo mediante l'utilizzo della specie sbagliata di scimmie per la preparazione dei vaccini della polio. Cioè era una tesi un po' forzata, perché non c'erano più prove né a favore né contro, ma uno svizzero sosteneva questo...

redna
Inviato: 5/11/2007 13:44  Aggiornato: 5/11/2007 13:45
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
cherubino
invece si vaccinare le DONNE INCINTE non si potrebbero bonificare (con gli stessi dollari...) le zone colpite da malaria?
La malaria non è di ieri e quindi DOVREBBE già essere debellato e il vaccino non servirebbe a nulla.
Ripeto: perchè la bonifica no e il vaccino si ????e a donne incinte????

cito-
Per eliminare queste donne basta già l'infezione, il vaccino non è necessario.
---
E qui ti sei risposto alla grande.Forse senza nemmeno saperlo!

infettato
cito-
in pratica siamo nelle loro mani
---
Ma va???
E ora che facciamo????

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
florizel
Inviato: 5/11/2007 13:48  Aggiornato: 5/11/2007 13:48
Sono certo di non sapere
Iscritto: 7/7/2005
Da: dove potrei stare meglio.
Inviati: 8195
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
mIrCitazione:
la maggiorparte delle malattie che decimano le popolazioni povere sono più facilmente e più "logisticamente" contrastabili mediante vaccinazione che mediante terapia


E quali sono queste malattie? Quasi tutte legate alle carenze igieniche delle grandi comunità di quelle aree, alla malnutrizione e ad agenti virali e parassitari.

Basterebbe impiegare forse un decimo dei milioni di dollari deputati alla somministrazione di vaccini per rimuovere gran parte delle cause di quelle malattie in tutte le aree geografiche "a rischio", intervenendo sulla bonifica dei territori, sul miglioramento o l'introduzione di strutture atte a garantire le condizioni igieniche basilari.

Perchè, invece, pur insistendo sul programma "preventivo", si continuano a registrare numeri enormi di contagiati, a già dichiarata malattia conclamata?

E' possibile che senza eserciti di persone da "curare" anche le campagne pro-vaccinazioni perderebbero gran parte della loro presunta "importanza"?

Citazione:
L'Africa ha una percentuale di malati (e sieropositivi) di AIDS impressionante, è quasi utopico pensare di guarire o curare tutti, molto più logico e semplice prevenire le nascite di nuovi malati di AIDS


Quanto all'AIDS, magari sarebbe il caso di approfondirne l'origine, e la natura.

La storia segreta dell'AIDS.

"Continueremo a fare delle nostre vite poesie, fino a quando Libertà non verrà declamata sopra le catene spezzate di tutti i popoli oppressi". Vittorio Arrigoni
Infettato
Inviato: 5/11/2007 14:16  Aggiornato: 5/11/2007 14:16
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 23/11/2006
Da: Roma
Inviati: 1499
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
redna

Ma va???E ora che facciamo????

poco ma almeno quel poco...

Dispiace che alcuni ritengano l'articolo completamente errato, ci possono anche essere alcuni errori ma non cambia il succo del discorso...

Per quanto riguarda la dannosità di alcuni vaccini tipo questo posso garantire che non ho mai preso nessuna influenza pur essendo uno dei soggetti a rischio (diabetico), mentre ho sentito che tra i vaccinati e i non, l'influenza viene contratta in modo rilevante proprio da chi si è vaccinato rispetto a chi si è astenuto.

A voi il mercurio

Infettato dal morbo di Ashcroft
---------------------------------------------
Quando ci immergiamo totalmente negli affari quotidiani, noi smettiamo di fare distinzioni fondamentali, o di porci le domande veramente basilari. Rothbard
marcoanton
Inviato: 5/11/2007 14:24  Aggiornato: 5/11/2007 14:31
Ho qualche dubbio
Iscritto: 25/6/2007
Da:
Inviati: 46
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
MC: in effetti non l' ho specificato ma, per quanto sottointeso, mi pareva evidente che le mie domande fossero rivolte al nostro simpatico danese.

EDIT

Infettato:
Che la crescita sia un dato preoccupante non dimostra minimamente che qualcuno abbia preso contromisure. E addirittura a partire dalla seconda guerra mondiale...!
Nel caso invece questi piani fossero in corso, come sostiene l' autore dell' articolo, suggerirei all' elite di rivederli. E' evidente che non stiano funzionando secondo le previsioni .

(Gli argomenti nei commenti stan diventando così tanti, che mi meraviglia l' assenza delle scie chimiche !)

Saluti

Non perdiamo la testa, per favore.
mc
Inviato: 5/11/2007 14:39  Aggiornato: 5/11/2007 14:39
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/5/2004
Da:
Inviati: 7222
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
Citazione:
le mie domande fossero rivolte al nostro simpatico danese.

Avevo intuito...

La mia risposta e', invece, rivolta a te lo stesso, se questo non fosse chiaro.

mc

Infettato
Inviato: 5/11/2007 15:27  Aggiornato: 5/11/2007 15:27
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 23/11/2006
Da: Roma
Inviati: 1499
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
marcoanton

Infettato:Che la crescita sia un dato preoccupante non dimostra minimamente che qualcuno abbia preso contromisure. E addirittura a partire dalla seconda guerra mondiale...Nel caso invece questi piani fossero in corso, come sostiene l' autore dell' articolo, suggerirei all' elite di rivederli.E' evidente che non stiano funzionando secondo le previsioni

Nel caso questi piani fossero in corso...

Dicesi dati di fatto che al momento ti posson dar ragione seguendo un ragionamento logico, per quanto riguarda il numero delle persone c'è un ma....

Tu sai quante persone può sostenere gaia calcolando chi ha tanto, chi consuma tanto e chi invece ha poco o consuma poco parlo di risorse ovviamente, ecco mettiamo calcolando un consumo medio che possiamo arrivare a una cifra x e quella cifra è molto prossima secondo te cosa succede?

Il nwo ci chiederà di consumare di meno di non fare figli o deciderà chi può essere degno...sono dei punti di vista che possono essere diversi ma credo che una riflessione in tal senso non faccia male.

Missioni di pace o missioni per le risorse, vaccini o veleni, politica o ladri mafiosi, Bin Laden o ----.

mistero!

Gli esempi sono casuali

Infettato dal morbo di Ashcroft
---------------------------------------------
Quando ci immergiamo totalmente negli affari quotidiani, noi smettiamo di fare distinzioni fondamentali, o di porci le domande veramente basilari. Rothbard
Davide71
Inviato: 5/11/2007 16:08  Aggiornato: 5/11/2007 16:08
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/7/2006
Da:
Inviati: 2108
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
Ciao a tutti:
Let's start with the questions:

1) Apparently they failed completely in their plan of control the population growth rate. Are you sure they even try?
2) The consumism is based on the number of people, because more people more consumers. Don't You think America has all the benefits in growth population?
3) The Kissinger Memorandum contains very good issues, like sexual education. What do you have against them?
4) This is the century in which the women are less ill-treated. Maybe we should say "the war against women ended." Why do you think differently?
5) Don't you think the governance of the population growth rate is an important issue?
At the end of the story I think you missed the point. The reason why they let people being poisoned is only to make money and there isn't at all a particular war against women. It's more likely a war to the raising of the death age. In facts is sensible they are trying to make people pay for their pension to the private companies but to prevent them to receive the pension slowly poisoning them.

Non date le perle ai cani e ai porci perchè non le mangeranno e vi si rivolteranno contro.
Davide71
Inviato: 5/11/2007 16:26  Aggiornato: 5/11/2007 16:29
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/7/2006
Da:
Inviati: 2108
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
A proposito di NWO:
Fonte AdnKronos:
Questo é uno stralcio di un articolo su di un discorso pronunciato da Giorgio Napolitano ieri alla Giornata Nazionale delle Forze Armate:

Citazione:
Il capo dello Stato, in particolare, sottolinea la necessità di "un nuovo sforzo di coesione nazionale e un concreto impegno per garantire la pace anche al di fuori dei confini della stessa Europa, per contribuire alla costruzione di un nuovo ordine mondiale". Infatti ammonisce "garantire la sicurezza internazionale, prevenire e superare crisi e conflitti in aree vicine e lontane, costituisce una responsabilità a cui non possiamo sottrarci e che, come italiani e come europei, non possiamo delegare ad altri".


Ma quella malattia infetta anche i comunisti?
Poi, intendiamoci, se quelli garantiscono l'ordine come regolano le nascite aspettiamoci di tutto!

Non date le perle ai cani e ai porci perchè non le mangeranno e vi si rivolteranno contro.
Forgil
Inviato: 5/11/2007 16:52  Aggiornato: 5/11/2007 16:53
Ho qualche dubbio
Iscritto: 23/8/2006
Da: Villa Bacilla
Inviati: 211
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
CherubinoCitazione:
è un articolo magmatico, che fa molto fumo e pochissimo arrosto, e che da una parte è pieno di errori palesemente grossolani per chi si intenda un minimo di biologia e medicina, e d'altra parte dà per scontato un sacco di fatti che non si possono verificare perché sistematicamente non ne vengono citate le fonti.

io quoto. Non confondiamo la polenta con la calce,il vaccino contro il cancro alla cervice (da cui sembra partito l'articolo) c'entra veramente poco con tutto il resto.
Le stringhe di DNA nella pizza le mettevano prima o dopo l'infornata?

"Le uniche idee a cui abbiamo diritto sono quelle che mettiamo in pratica" informazione alternativa peacereporter
mIr
Inviato: 5/11/2007 18:04  Aggiornato: 5/11/2007 18:04
So tutto
Iscritto: 19/3/2006
Da:
Inviati: 30
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
Il problema è che non vedo nemmeno che domande si possano fare ad una persona che dimostra di ignorare il 99% del funzionamento delle cose che cita.

Quell'articolo è una brodaglia di copia/incolla...
Non mi aspetto nessuna risposta plausibile e non ho nemmeno particolari dubbi sulle cose che dice (sempre riferendomi all'aspetto scientifico e non politico).

Redazione
Inviato: 5/11/2007 18:50  Aggiornato: 5/11/2007 18:51
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
MIR: "Il problema è che non vedo nemmeno che domande si possano fare ad una persona che dimostra di ignorare il 99% del funzionamento delle cose che cita."

Caro Mir, se lei, dall'alto della sua immensa sapienza, non pone delle domande precise, e DIMOSTRA che "quell'articolo è una brodaglia di copia/incolla...", la figura del buffone e del ciarlatano la fa LEI.

Questo vale anche per tutto coloro che si sono riempiti la bocca di facili giudizi, ma poi non sono in grado di formulare le loro critiche in forma di DOMANDA.

(Non si "citano" le obiezioni altrui, CHERUBINO, si pongono le PROPRIE DOMANDE).

Comincio a temere che entro sera scopriremo che di BUFFONI su questo sito ce ne sono parecchi. Siamo NOI pieni di CIARLATANI, a quanto pare.

mIr
Inviato: 5/11/2007 19:10  Aggiornato: 5/11/2007 19:21
So tutto
Iscritto: 19/3/2006
Da:
Inviati: 30
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
Citazione:
Caro Mir, se lei, dall'alto della sua immensa sapienza, non pone delle domande precise, e DIMOSTRA che "quell'articolo è una brodaglia di copia/incolla...", la figura del buffone e del ciarlatano la fa LEI.

Uhm...perchè tanta rabbia?
Non ho detto che l'autore del messaggio sia un buffone ciarlatano, dite sempre di soffermarsi sui contenuti e non sulle persone...ed i contenuti sono scientificamente nulli, ho anche detto il perchè...
Citazione:
Questo vale anche per tutto coloro che si sono riempiti la bocca di facili giudizi, ma poi non sono in grado di formulare le loro critiche in forma di DOMANDA.

Una critica non presuppone per forza una domanda, se l'autore per esempio sostiene a torto che il Tamiflu sia un vaccino, che domanda vuoi porgli? Correggi l'inesattezza e basta.
Non ho bisogno nè di domande nè di risposte.
Come ho detto ritengo questo articolo di valore nullo, ma naturalmente è una mia opinione.

redna
Inviato: 5/11/2007 19:28  Aggiornato: 5/11/2007 19:28
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
...ed i contenuto sono scientificamente nulli, ho anche detto il perchè...
---
Ma era una TUA spiegazione.

Che fosse SCIENTIFICA ...bisogna vedere!!!

cito-
Come ho detto ritengo questo articolo di valore nullo, ma naturalmente è una mia opinione.
---
Meno male che dici che è una tua opinione.
E non ci metti di mezzo la scienza.

Ma allora o l'una o l'altra...
O la tua opinione o la scienza...

Che famo????

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
cherubino
Inviato: 5/11/2007 20:13  Aggiornato: 5/11/2007 20:23
Mi sento vacillare
Iscritto: 1/6/2006
Da: Haute-Normandie
Inviati: 430
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
Citazione:
Comincio a temere che entro sera scopriremo che di BUFFONI su questo sito ce ne sono parecchi. Siamo NOI pieni di CIARLATANI, a quanto pare

Questo non me lo sarei mai aspettato.
Comincio a pensare che su LC si possa parlare seriamente solo di 11 settembre.

Al momento l'unica domanda seria da porre al signor Farmageddon è "Ma dove ha imparato tutte queste cose?" E vediamo cosa ci risponde! Ripeto, è stato già detto più volte: sul piano politico l'articolo è abbastanza confusionario (non si possono verificare una per una le cose che dice), ma sul piano della medicina l'articolo è proprio ERRATO, a metà tra il complottismo fine a se stesso e la disinformazione pura. Non ho nessuno scopo particolare nel farlo notare, al massimo volevo solo evitare di farti fare brutta figura, dato che sul TUO sito si trovano scritte tutte queste panzanate. Ho cercato di postare fonti (per di più attendibili), ma neanche quelle ti convincono. A questo punto non so più che dire, con tua e vostra grande felicità. Sì, ci estingueremo tutti, per mancanza di donne, tranne i neocon, gli ebrei e gli alieni. Complimenti.

marcoanton
Inviato: 5/11/2007 20:22  Aggiornato: 5/11/2007 20:22
Ho qualche dubbio
Iscritto: 25/6/2007
Da:
Inviati: 46
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
Su su su, non perdiamo la testa, per favore!

BUFFONI o no, penso che le domande siano state poste. Le risposte, illuminanti, arriveranno.
Abbiate fede, pazienza e, in seguito, comprensione .

Saluti

Non perdiamo la testa, per favore.
Redazione
Inviato: 5/11/2007 20:32  Aggiornato: 5/11/2007 20:53
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
Siete tutti pieni di aria fritta, questa è la verità.

Bla bla bla, bla bla bla, bla bla bla.....ma poi al dunque, scappano tutti come conigli.

"Scienficamente nulli" non significa niente, se non lo si DIMOSTRA. Mi vergogno per lei, MIR, che fa il medico e non il venditore di coriandoli..

redna
Inviato: 5/11/2007 20:53  Aggiornato: 5/11/2007 20:53
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
cherubino
cito-post 5-11-07 ore 0.04
P.S.-Ok lo sapevate? C'è una guerra in coso contro le donne.
Mi dispiace per loro, io sono salvo, e poi posso fertilizzare tutte le donne che voglio (sempre che ne rimanga qualcuna!).

cherubino
cito-post 5-11-07 ore 20.13
Si, ci estingueremo tutti, per mancanza d donne, tranne i neocon, gli ebrei e gli alieni. Complimenti.

---
Cherubino
devi deciderti al più presto se fertilizzare tutte le donne (sempre che ne rimanga qualcuna) o se per mancanza di donne ci estingueremo.

Mi sorge il dubbio che non ci credi molto nella fertilizzazione...e tanto meno che le donne ci stiano a farsi fertilizzare...o sbaglio!!!

Rimangono comunque sempre: i neocon, gli ebrei, e gli alieni.
Ovviamente quelli avranno delle donne...forse è il caso di andare a ...fertilizzare da quelle parti!!!!
Visto che tu sei salvo....ti conviene.

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
cherubino
Inviato: 5/11/2007 20:54  Aggiornato: 5/11/2007 20:54
Mi sento vacillare
Iscritto: 1/6/2006
Da: Haute-Normandie
Inviati: 430
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
Sì.
Bravi.

mIr
Inviato: 5/11/2007 21:25  Aggiornato: 5/11/2007 21:25
So tutto
Iscritto: 19/3/2006
Da:
Inviati: 30
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
Citazione:
Siete tutti pieni di aria fritta, questa è la verità.
Bla bla bla, bla bla bla, bla bla bla.....ma poi al dunque, scappano tutti come conigli.

"Scienficamente nulli" non significa niente, se non lo si DIMOSTRA. Mi vergogno per lei, MIR, che fa il medico e non il venditore di coriandoli..

Addirittura si vergogna di me?
Io invece sono abbastanza stupito da questa reazione.
Ma va bene, ha poca importanza.

Non devo dimostrare nulla, ho letto delle affermazioni che non hanno fondamento scientifico e l'ho detto, chiuso, se non sono libero di dare il mio contributo ditelo e sarà fatto, siete a casa vostra, non ci vuole molto.
Ciao.

BlSabbatH
Inviato: 5/11/2007 21:28  Aggiornato: 5/11/2007 21:28
Mi sento vacillare
Iscritto: 10/9/2005
Da: Bergamo
Inviati: 837
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
Citazione:
"Scienficamente nulli" non significa niente, se non lo si DIMOSTRA.

non si sta parlando di filosofia o di matematica dove i teoremi si dimostrano a parole.. il massimo che si può fare è postare i dati degli studi scientifici seguiti al massimo da proprie opinioni al tema.
e tutto questo è già difficile per un solo argomento, figuriamoci per tutto il budino misto di cui sopra.

p.s. l'appellativo "copia/incolla" a mio avviso calza.

-- Under capitalism, man exploits man. Under communism, it's just the opposite. -- J.K. Galbraith
Pyter
Inviato: 5/11/2007 21:37  Aggiornato: 5/11/2007 21:37
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/9/2006
Da: Sidonia Novordo
Inviati: 6250
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
redna:
Rimangono comunque sempre: i neocon, gli ebrei, e gli alieni.
Ovviamente quelli avranno delle donne...forse è il caso di andare a ...fertilizzare da quelle parti!!!!
Visto che tu sei salvo....ti conviene.

Mi sa che neanche da quelle parti troverà "materiale".
Come infatti si è saputo da alcuni studi fatti in Danimarca, i neocon, gli ebrei e
gli alieni si riproducono per partenogenesi.

"Nessuno ha il diritto di fare quel che desidera, ma tutto è organizzato per il meglio." (Antico decreto reale tolemaico)
Redazione
Inviato: 5/11/2007 21:44  Aggiornato: 5/11/2007 21:51
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
Questa è la lettera che abbiamo appena spedito al Signor Heising

Dear Mr. Heising

Even though a few readers have chosen to label your article as “scientifically unfounded” – or otherwise “incorrect” -- when it came to positing the specific questions that would prove their statements they have all failed to do so, seemingly unable to put their finger on anything substantial at all.

We therefore apologize for the inconvenience we may have caused you, we thank you for your prompt availability, and we encourage you to persist in the fight to expose a worldwide farmacological scam that at this point is possibly causing more victims than diseases themselves.

Per quanto alcuni lettori abbiano voluto etichettare il suo articolo come “scientificamente nullo” – o altrimenti “incorretto” – quando si è trattato di formulare le domande specifiche che avrebbero dimostrato le loro affermazioni, nessuno di loro è riuscito a farlo, apparentemente incapace di puntare il dito su alcunchè di concreto.

Ci scusiamo quindi per il disturbo che possiamo averle arrecato, la ringraziamo per la sua pronta disponibilità, e la incoraggiamo a proseguire nella battaglia per mettere a nudo un inganno farmacologico di dimensioni mondiali che a questo punto sta forse causando più vittime delle malattie stesse.

Gianni Elvezia e Massimo Mazzucco per luogocomune.net

°°°

Aggiungo, per chi avesse notato che “qualche domanda” in realtà è stata posta, che quelle non sono domande che mettono in discussione la scientificità del metodo di Heising, ma semplici argomenti di una piacevle discussione qualunque. Se tu mi chiedi come mai, nonostante il “complotto”, la popolazione mondiale non sia affatto diminuita, io ti posso tranquillamente rispondere che senza quel complotto potremmo essere tre volte tanto. Dopodichè andiamo tutti al bar, che diventa il luogo più adatto per proseguire quel genere di discussione.

Ma quando un medico dà – implicitamente o esplicitamente – del ciarlatano ad un altro medico, e poi non è in grado di DIMOSTRARE ciò che dice, la figura del ciarlatano la fa lui.

E questo, se non sbaglio, con il Signor MIR era già accaduto, nel caso di Simoncini.

Siamo infatti ancora in attesa, Signor MIR, che lei ritiri le sue pesanti accuse rivolte a Simoncini, DIMOSTRATESI poi del tutto infondate.

Arrivederci.

Massimo Mazzucco

Redazione
Inviato: 5/11/2007 21:58  Aggiornato: 5/11/2007 21:58
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
BlSabbatH: "Non si sta parlando di filosofia o di matematica dove i teoremi si dimostrano a parole.."

Tu stai scherzando, BlSabbatH: quando Attivissimo scrive trenta cazzate consecutive, io le prendo una per una e dimostro che CIASCUNA di esse è una cazzata. Certo che costa fatica.. Certo che è molto più facile riempirsi la bocca di paroloni generici... ma qui su LC quel metodo NON PASSA.

redna
Inviato: 5/11/2007 22:20  Aggiornato: 5/11/2007 22:20
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
Pyter
cito-
Come infatti si è saputo da alcuni studi fatti in Danimarca, i neocon, gli ebrei e gli alieni si riproducono per partenogenesi.
---
Gli studi fatti in danimarca non interessano a nessuno.
Pertanto bisogna pur far fertilizzare cherubino da qualche parte...
Mi sorge il dubbio che è il "materiale" il problema di fondo.

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
Pyter
Inviato: 5/11/2007 22:49  Aggiornato: 5/11/2007 22:49
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/9/2006
Da: Sidonia Novordo
Inviati: 6250
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
redna:
Mi sorge il dubbio che è il "materiale" il problema di fondo.

Se il problema è di FONDO...materiale lì ce n'è.

Questa per esempio è una FEMMINA di cavalluccio marino.


"Nessuno ha il diritto di fare quel che desidera, ma tutto è organizzato per il meglio." (Antico decreto reale tolemaico)
cherubino
Inviato: 5/11/2007 22:56  Aggiornato: 5/11/2007 22:58
Mi sento vacillare
Iscritto: 1/6/2006
Da: Haute-Normandie
Inviati: 430
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
Per Redazione: ma qui su LC quel metodo NON PASSA.
C'è passato un articolo intero... figuriamoci.
Per Redna: sì, bravo.

Dovevo arrivare al 192° post per essere veramente deluso.

blackbart
Inviato: 5/11/2007 23:00  Aggiornato: 5/11/2007 23:00
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 13/10/2007
Da:
Inviati: 1224
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
Citazione:
Se tu mi chiedi come mai, nonostante il “complotto”, la popolazione mondiale non sia affatto diminuita, io ti posso tranquillamente rispondere che senza quel complotto potremmo essere tre volte tanto.


In tal caso non tutto il male viene per nuocere..

marcoanton
Inviato: 5/11/2007 23:15  Aggiornato: 5/11/2007 23:16
Ho qualche dubbio
Iscritto: 25/6/2007
Da:
Inviati: 46
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
Hahaha, epilogo impagabile !

Mazzucco, tornando seri (e non è affatto facile, visto che per giunta su Voyager -quindi sulla RAI!!!- stanno mettendo in vetrina tutti i segreti più segreti della massoneria, Bildenberg, e quindi della nostra beneamata elite di cui stavamo giusto appunto qui malignando ), mi viene in mente che il tuo appello era:
"...l’autore dell’articolo si è dichiarato disponibile a rispondere alle domande dei lettori."
E in seguito:
"Ripeto l'invito a quelli che hanno contestato l'articolo a porre le loro obiezioni in modo da permettere all'autore di rispondere."

Ora invece dici:
"Aggiungo, per chi avesse notato che “qualche domanda” in realtà è stata posta, che quelle non sono domande che mettono in discussione la scientificità del metodo di Heising..."
L' avessi detto prima che erano valide solo le domande "scientifiche", mi sarei risparmiato un paio di post .
Ma ormai che ci sono aggiungo: "metodo di Heising"? Di che diavolo stai parlando?

Subito dopo dici: "...ma semplici argomenti di una piacevle discussione qualunque. Se tu mi chiedi come mai, nonostante il “complotto”, la popolazione mondiale non sia affatto diminuita, io ti posso tranquillamente rispondere che senza quel complotto potremmo essere tre volte tanto"

E io, per educazione, con altra tranquillità, tento di sopprimere il sorriso che mi va da orecchio a orecchio e ti dico: "eccihairaggionemassimì! Pensa che poteva andarci peggio!"

Ma quando dici "Dopodichè andiamo tutti al bar, che diventa il luogo più adatto per proseguire quel genere di discussione", ti rispondo: massì beviamoci sopra! Qui infatti c' è uno che ciancia di stermini indicibili... cambiamo aria, non ci immischiamo. Parliamo d' altro: allora quanti erano sti piani del WTC? Almeno dimentichiamo anche questa storia dei BUFFONI e CIALTRONI !

La lettera al danese non è male, lo ammetto. Specialmente il passo in cui gli dici:
"...e la incoraggiamo a proseguire nella battaglia per mettere a nudo un inganno farmacologico di dimensioni mondiali"
Però, in privato magari, avresti potuto anche suggerirgli quella cosa del vaccino che non è un vaccino. (Ma chissenefrega... sono solo discorsi da bar... affari suoi! )

E poi, ecco: potresti anche suggerirgli una casa editrice italiana che a occhio e croce non dovrebbe disdegnare i suoi libri!

Ma visto che ti sei sostituito al danese, ti dispiacerebbe rispondere anche alla mia seconda domanda? (Te la ricordo: perchè la guerra fredda infine non si è scaldata col nucleare?)
Ora però non rispondere che se avessero sterminato gran parte dell' umanità allora, oggi non avrebbero a chi rifilare i loro vaccini !

Ciao

Non perdiamo la testa, per favore.
etrnlchild
Inviato: 5/11/2007 23:18  Aggiornato: 5/11/2007 23:18
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 1/10/2007
Da:
Inviati: 1200
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
Riguardo il legame improprio tra HIV e AIDS, Kary Mullis ,premio Nobel per la chimica nel 1993, ha anche lui "forti" dubbi sulla legittimita' di questo connubio...

Qui un suo articolo Aids, il caso non e' chiuso nel quale Mullis chiede direttamente ad uno dei "padri" della coppia HIV-AIDS (Montagnier) dove fosse dimostrato il legame tra HIV e AIDS. Il Montaigner cito' il rapporto del CDC (Center for Disease Control), che Mullis aveva letto (che tra l' altro non aveva le caratteristiche di una pubblicazione scientifica).
All' obbiezione di Mullis che disse che in quel rapporto non era dimostrato alcun legame, Montagnier ne convenne...

@Erik, come vedi un Nobel c' e', con cui confrontarsi.

"Lo spirito del guerriero non conosce né il lasciarsi andare né il lagnarsi, né conosce il vincere o il perdere."
redna
Inviato: 5/11/2007 23:49  Aggiornato: 5/11/2007 23:49
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
Dovevo arrivare al 192 post per essere veramente deluso.
----
Dipende da cosa vuoi dire con deluso.
Per quel che mi riguarda sto vedendo che il livello sta scendendo paurosamente.
E questo è dato dal fatto che non si commenta più un articolo.
Si parte a priori pensando se chi scrive scrive <<quello che si vuole leggere>> e senza pensare all'argomento come se non si conoscesse nessuna donna, come se si abitasse fuori del mondo, in una galassia sconosciuta...

Non si capisce nemmeno che si è fatta una magra figura...
Non si capisce nemmeno fino a che punto si può arrivare...

Forse è meglio che molti che hanno scritto post leggano la gazzetta dello sport, guardino le partite e anche i calendari delle donnine che ora si danno da fare a svestirsi.
E'meno impegnativo.
E se dopo non si capisce un c.....o di altri argomenti, cercate almeno di non fare dei post da bar!!!!
E lasciate che il danese scriva,almeno lui, qualcosa di serio.

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
erik
Inviato: 6/11/2007 0:05  Aggiornato: 6/11/2007 0:05
Mi sento vacillare
Iscritto: 1/10/2007
Da:
Inviati: 430
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
Scusate l'assenza (vi siete accorti che in tutta la giornata non ho postato nulla? No? Allora ve lo dico io). E' che quando Mazzucco ha parlato di conigli che scappano mi sono fischiate un po' le orecchie, ma forse sono paranoico.
Per quanto riguarda le domande, non posso che quotare Davide71. Mi sembrano ben poste (e anche in ottimo inglese) e toccano i nodi problematici dell'articolo. Per piacere. Girategli quelle.

X etrnchild: di aids io non ho mai parlato. Si dà il caso, comunque, che condivida molti dei dubbi di Kary Mullis.

Redazione
Inviato: 6/11/2007 0:18  Aggiornato: 6/11/2007 0:21
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
In questo caso non ce l'ho affatto con te, Erik, ma con MIR. La storia è molto lunga, e lui la conosce molto bene.

Qui NESSUNO dà del ciarlatano a un altro, se poi non è in grado di dimostrarlo. E dire che un articolo è "scientificamente nullo", da medico a medico, è la stessa identica cosa.

A me sta benissimo che qualcuno dica - come è successo - "secondo me c'è un errore, ma questo non inficia la validità del discorso". Mentre non accetto che uno si approfitti di un errore, o presunto tale, per fare di ogni erba un fascio. Sono vigliaccate degne al massimo di un Attivissimo.

mIr
Inviato: 6/11/2007 1:08  Aggiornato: 6/11/2007 1:08
So tutto
Iscritto: 19/3/2006
Da:
Inviati: 30
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
Citazione:
Qui NESSUNO dà del ciarlatano a un altro, se poi non è in grado di dimostrarlo. E dire che un articolo è "scientificamente nullo", da medico a medico, è la stessa identica cosa.

Io davvero non ho parole, che c'entra Simoncini con questo articolo...lo stai tirando fuori tu...
Da tre risposte non fai altro che agitarti, vomitare insulti, urlare.
Ma che è successo, ho ammazzato qualcuno?

Sono un medico, giro per internet per rilassarmi, trovo un articolo in parte di medicina da commentare, lo commento ed hai queste reazioni??

Io il danese nemmeno lo conosco, stai dicendo si tratti di un medico, nemmeno lo sapevo....non ho idea di chi sia e di quello che ha fatto nella vita, leggo un suo articolo pieno di inesattezze anche grosse e grossolane che ad un scienziato vanno agli occhi come un pugno ben assestato e mi accusi di...??
Ancora non l'ho capito...
Io avrei dato del ciarlatano buffone a questo danese?
Ma dov'è scritto?!

...io non discuto le persone ma quello che dicono, lo dici sempre tu, ricordi?
Detto questo noto che oggi mi sembra che per te sia una giornata nera, forse nerissima e non posso conoscerne i motivi, parlare bene o male di questo articolo per me non cambia molto e non mi condiziona la giornata...per te evidentemente si.

Io da qui posso pure andarmene e se la cosa è gradita me ne vado ora stesso perchè sinceramente non mi interessa scannarmi per queste sciocchezze.
Pensavo di stare in una piazza dove si poteva dire tutto quello che si voleva sempre nel rispetto dell'educazione e della civiltà, mi sbaglio, mi hai insultato definendomi BUFFONE e CIARLATANO, se la cosa ti fa piacere o ti rilassa, ripetilo pure, tanto per me cambia poco.

Mi reputo offeso ed in fondo deluso.

Se mi dici come ci si cancella dal sito, lo faccio subito, oppure ti autorizzo personalmente a cancellare per sempre il mio nick dal database.
L'unico consiglio che mi sento di darti è di calmarti un attimo e riflettere su quello che hai detto ora e che mi sembra ultimamente accada sempre più spesso, non sono il primo mi pare, che sbatti fuori a calci.

Addio e buon proseguimento.

Beta
Inviato: 6/11/2007 1:09  Aggiornato: 6/11/2007 1:09
Ho qualche dubbio
Iscritto: 25/7/2005
Da:
Inviati: 230
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
Citazione:
non si potrebbero bonificare (con gli stessi dollari...) le zone colpite da malaria?
La malaria non è di ieri e quindi DOVREBBE già essere debellato e il vaccino non servirebbe a nulla.


In effetti, è quello che ho pensato anch'io, vedendo un documentario, alla tv svizzera italiana, sulle presunte attività benefiche anti-malaria di Mr. Gates.
Come sappiamo, causa primaria della malattia è la trasmissione animale, resa possibile dall'abbondanza di pozze d'acqua stagnante, come avviene in tutti i luoghi umidi e con scarsità di acqua pulita corrente.
Quindi, la PRIMA cosa da fare, sarebbe impiegare il denaro per costruire pozzi nei villaggi con canali moderni che forniscano acqua pulita e potabile.

Nessuno ha mai studiato le campagne di bonifica anti-malarica effettuate sotto il fascismo, nella zona di Latina, per esempio? Anche l'Italia era un paese malarico, e le ultime campagne di disinfestazione preventiva si sono svolte ancora fino agli inizi o metà degli anni Settanta, se non sbaglio.

Se i paesi africani non fossero nelle mani di élites mafiose, complici delle multinazionali e super-corrotte, avrebbero già da tempo ridotto di molto il problema:

1. Bonificando e costruendo condotte idriche moderne.
2. Distribuendo, nei casi di emergenza, il farmaco antimalarico, che costa pochissimo e si prende per pochi giorni, senza vaccini (fonte: un nigeriano, ora è tardi e non ho tempo di cercare i nomi commerciali del farmaco).

Redazione
Inviato: 6/11/2007 3:48  Aggiornato: 6/11/2007 12:29
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
CARO MIR: Temo che il ruolo della “Piccola Fiammiferaia” le vada molto stretto, visto inoltre che non è la prima volta che prova ad indossarlo:

Citazione:
“Se la cosa QUI non interessa, ditelo che vado via, mi avete invitato e sono venuto, mi cacciate e vado via.”
Le ricorda qualcuno?

Sono parole sue, postate nel lungo e noto thread La cura per il cancro ....e se fosse vero?, nel quale aveva ripetutamente calunniato e diffamato un suo collega, di nome Simoncini Tullio.

E nonostante lei stesso avesse ammesso di non aver nemmeno letto il suo libro...

Citazione:
“Non ho letto il libro di Simoncini.”
... di Simoncini lei disse:

Citazione:
1) Simoncini non ha mai guarito nessuno 2) Il suo metodo non è valido perchè non ha significato e non ha motivi per essere valido 3) Anche le "prove" che lui dice di portare non sono prove, non dicono nulla, non dimostrano nulla.
Gli diede ripetutamente dell’imbroglione...

Citazione:
“Il "dott" Simoncini dovrebbe solo smetterla di imbrogliare chi soffre.”
... del ciarlatano....

Citazione:
“Non vedo in Simoncini un solo gesto in buona fede e mi stupisce come riesca sempre a trovare persone disposte non a crederlo (perchè un disperato lo capirei) ma ad appoggiarlo ad ogni costo.”
... del falsificatore di dati...

Citazione:
“Pubblica un sito con tanto di foto (chiaramente false, alcune sono ridicole per uno studente di medicina, ma il malato disperato, cosa vuoi che ne sappia...), risultati (sorprendenti, solo che li conosce solo lui).”
Si era addirittura definito “cacciatore di Simoncini”:

Citazione:
“Vi dico come è iniziata la mia vicenda di cacciatore di Simoncini.”
e aveva poi insinuato – senza tanti mezzi termini - che fosse un omicida, raccontando la storia della “sua paziente morta dopo la cura Simoncini” (cosa in seguito rivelatasi non vera), e si era addirittura vantato di essere stato all’origine dell’azione penale contro di lui:

Citazione:
“Per la cronaca, io sono uno di quelli che ha fatto partire la prima inchiesta ...”
minacciandone nel frattempo di ulteriori contro luogocomune

Citazione:
“... e mi state facendo voglia di farne partire un'altra ancora più grande, la vostra sfacciataggine è da punire e se continuate ad essere aggressivi...”
Aveva infine auspicato l’incarcerazione di Simoncini – ribadendo quindi la sua definizione di criminale del medesimo:

Citazione:
“E' una figura tra le più meschine dell'umanità. Non è la laurea che fa il medico ma le sue capacità ed uno come lei che ha fatto un certificato di visus 9/10 ad un uomo che aveva un occhio di vetro e che dice di curare il cancro con l'acqua e il bicarbonato...l'unica capacità che dovrebbe avere sarebbe quella di stare in carcere, a vita.”
Ma quando le chiesi di mostrarci delle prove delle “falsificazioni” e delle “bugie” che attribuiva a Simoncini, non fu in grado di produrne mezza, e quando io stesso le mostrai il decreto di assoluzione per la FALSA accusa dell’occhio di vetro,


--------------------------------------------------


... lei preferì scomparire vergognosamente nel nulla, invece di avere il coraggio di scusarsi con il collega infamato.

E ora gioca a fare la Piccola Fiammiferaia e si domanda “non capisco cosa c’entri il caso Simoncini”.

Ma con chi crede di aver a che fare, Signor MIR? Con lo Smemorato di Collegno?

Vada, vada a piagnucolare altrove, caro MIR, che di gente come lei non abbiamo davvero bisogno, da queste parti. (E pensi – anche se non ci crederà mai - che se fosse stato lei nei panni di Simoncini l’avrei difesa nello stesso identico modo). Qui nessuno può permettersi di accusare altre persone di qualunque cosa, se non porta prove precise di quello che dice.

Massimo Mazzucco

+++

Mi scuso con i lettori per il mio comportamento “ruvido” e poco cordiale in questo thread. Spero che ne vorrete comprendere i motivi.

M.M.

gandalf
Inviato: 6/11/2007 8:11  Aggiornato: 6/11/2007 8:11
Mi sento vacillare
Iscritto: 4/2/2006
Da: TERRA DI MEZZO
Inviati: 498
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
Ciao Cherubino,

sui vaccini, sul danno da Thimerosal e sulla "innoquità dei vaccini e sull'attendibilità sui dati relativi alle reazioni avverse prova a leggere QUESTO.

Da qui a dire che le vaccinazioni sono un piano di depopolazione ce ne passa (almeno per me) ma il concetto di rischio beneficio principio cardine della medicina allopatica forse in certi casi dovrebbe essere ridiscusso.....

Ma forse invece di complotti mondiali tutto ciò è più facilmente e logicamente spiegabile guardando i bilanci delle società farmaceutiche..... I vaccini sono un grande businnes, soprattutto in occidente dove forse per alcuni i rischi sono maggiori dei benefici....

Ciao

Gandalf

"Meglio essere folle per proprio conto che saggio con le opinioni altrui."
F.W.Nietzsche
spettatore
Inviato: 6/11/2007 8:17  Aggiornato: 6/11/2007 8:17
Mi sento vacillare
Iscritto: 15/11/2004
Da:
Inviati: 883
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
Quando il sito del dottor Simoncini venne oscurato lo chiamai subito per avere spiegazioni sull'accaduto. Egli mi raccontò la vicenda e mi disse di richiamarlo a distanza di tempo per avere aggiornamenti. Qualche mese dopo lo ricontattai e lo sentii allegro e rilassato in quanto aveva acquisito decine di dichiarazioni di guarigioni, corredate di cartelle cliniche, diagnosi, dichiarazioni infauste di "professoroni", di pazienti in spasimante attesa di deporre davanti ad un magistrato. Poi mi confidò che non si sarebbe arrivato a nessun processo perchè si sarebbe comunque scatenata un'arena mediatica invisa ai suoi detrattori. Dopo qualche anno, infatti, l'archiviazione del procedimento, la riapertura del sito internet migliorato ed aggiornato, e la continuazione del metodo Simoncini, SOLO nelle cliniche private. Mi fermo qui altrimenti parte il megapost stile Linucs sull'infamia delle radio e chemioterapie.


Lo spettatore

P.S. Alla salute. Di tutti.

Citazione:
Non metterti a discutere con un idiota. La gente potrebbe non accorgersi della differenza.
Orwell84
Inviato: 6/11/2007 10:11  Aggiornato: 6/11/2007 10:11
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 7/3/2006
Da: Ground Zero
Inviati: 1114
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
*TB vaccine kills HIV-infected African children

Reuters
November 2, 2007

WASHINGTON, Nov 2 (Reuters) - A vaccine aimed at protecting children in developing countries from deadly tuberculosis may be killing and sickening some vulnerable infants infected with the AIDS virus, researchers said on Friday.

They said the Bacille Calmette-Guerin or BCG vaccine, which is made using a bovine version of tuberculosis, appeared to be causing serious infections in some babies and young children who are HIV-infected.

“One study found a 75-percent mortality rate in children with BCG disease, and 70 percent of those children were HIV-infected. Clearly, this is a problem in need of immediate attention,” said Dr. Mark Cotton, a pediatrician and HIV researcher at Stellenbosch University in South Africa.

[...]

BILLIONS INFECTED

TB infects one-third of the world’s population. Without proper treatment, 90 percent of people infected with both die within months.

Usually, tuberculosis only becomes an active infection in one out of 10 people over a lifetime. But 10 percent of HIV patients who also have TB develop activated tuberculosis every year.

The BCG vaccine is given at birth in most developing countries. But because it uses a live microbe, in people with weakened immune systems it can itself cause disease.

Davide71
Inviato: 6/11/2007 10:40  Aggiornato: 6/11/2007 10:40
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/7/2006
Da:
Inviati: 2108
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
Ciao Massimo: veramento io le domande le ho fatte nel mio post precedente, e le ho fatte direttamente in inglese, ché non devi neanche fare lo sforzo di tradurle.

Non date le perle ai cani e ai porci perchè non le mangeranno e vi si rivolteranno contro.
Redazione
Inviato: 6/11/2007 10:58  Aggiornato: 6/11/2007 10:59
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
DAVIDE: l’invito era rivolto a “quelli che hanno contestato l’articolo”, e le “domande” a cui mi riferivo erano quelle che avrebbero dovuto “mettere in crisi” l’autore, dimostrando che chi lo criticava aveva ragione. (Non delle semplici domande da intervista, tipo “cosa pensa di X o di Y”).

Se ci fai caso infatti, il mio annuncio arriva subito dopo il lungo intervento di MIR, il quale però si è ben guardato dall’accettare il confronto diretto con l’autore.

Comunque, se tu hai piacere, gireremo a Heising le tue domande, fornendogli la tua email per le risposte. Deciderai poi tu se pubblicarle o meno nel thread.

redna
Inviato: 6/11/2007 10:58  Aggiornato: 6/11/2007 10:58
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
Davide71
cito-post 5-11-07 ore 16.26

Ma quella malattia infetta anche i comunisti?
Poi.intendiamoci, se quelli garantiscono l'ordine come regolano le nascite aspettiamoci di tutto!
---
Siccome il post è scritto il italiano e si capisce subito, non è chiaro perchè i comunisti dovrebbero regolare le nascite...
Non è chiaro neanche cosa c'entri regolare l'ordine con il regolare le nascite, e tantomeno come i due temi si accordino fra di loro...da metterli entrambi insieme come se fosse lo stesso aspetto diviso in due.

E'da sottolineare che il presidente Napolitano parla di nuovo ordine mondiale al di fuori del territorio nazionale.
Ma non è che in italia resteremo <<esentati>> dal sistema imposto dal nuovo ordine mondiale.
Per cui che c'entrano i comunisti o non????

Mi sembra chiaro che l'articolo parla di ben altro.

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
erik
Inviato: 6/11/2007 11:39  Aggiornato: 6/11/2007 11:44
Mi sento vacillare
Iscritto: 1/10/2007
Da:
Inviati: 430
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
Ripeto che per quanto mi riguarda, invece, le domande cruciali sono proprio quelle postate da Davide71, e anch'io avrei piacere di sapere come l'autore risponde.
Sul piano scientifico, ho l'impressione che vi siano molte inesattezze ma preferisco non dilungarmi su quelle perché non sono un esperto, e poi perché ci sono alcune spunti che potrebbero essere invece corretti (anch'io ritengo che molti farmaci servano solo ad arricchire i farmacisti).
Ma il metodo scientifico, in casi come questi, non consiste nel fare le pulci ad ogni affermazione e poi dire qualcosa come "il 20% dell'articolo è sbagliato, il restante 80% consiste di affermazioni vere o verosimili". E' il nesso fra queste affermazioni e le conclusioni che si vuole trarre che metto in discussione. Altrimenti è come se dicessi "la formula dell'aqua è H20, il principe Carlo soffre di emorroidi, Harry Potter è un sionista, oggi piove, ERGO le multinazionali farmaceutiche sono brutte e cattive". Ed è come se dopo tutti i commentatori si dividessero fra chi dice che effettivamente la formula dell'acqua è giusta, fra chi urla che non è vero niente che Harry Potter è sionista, e chi si limita a dirmi bravo perché tanto era già convinto di suo che le multinazionali farmaceutiche sono brutte e cattive.

P.S. "l concetto è molto semplice: non ci sono abbastanza risorse al mondo per permettere a tutti di vivere in maniera decente? Invece di consumare di meno, e cercare magari di dividere più equamente quello che c'è, lasciamo morire un paio di miliardi di persone, e il problema non sussiste."

A giudicare dalla lunghissima prospettiva di questo piano, se ne dovrebbe dedurre che Kissinger e Co. sono ambientalisti scrupolosi e responsabili, preoccupati per la prosperità delle future generazioni di neocon tra due secoli.

erik
Inviato: 6/11/2007 11:51  Aggiornato: 6/11/2007 11:51
Mi sento vacillare
Iscritto: 1/10/2007
Da:
Inviati: 430
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
Non conoso le vicende trascorse e mi interessano poco. Dico solo che limitatamente a questa discussione mi pare che l'utente Mir si sa comportato in maniera civile ed educata, senza infamare nessuno. E qui chiudo questa nota perché non voglio far arrabbiare la Redazione.

Davide71
Inviato: 6/11/2007 11:52  Aggiornato: 6/11/2007 11:52
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/7/2006
Da:
Inviati: 2108
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
Ciao Redna,
ho postato il commento perché si é tirato in ballo il NWO. Doveva essere ironico, ma al contempo segnalare un fatto che io ho reputato interessante, cioé la volontà di Napolitano di cooperare all'instaurazione di un "nuovo ordine mondiale".
L'ironia era legata al fatto che molto difficilmente l'NWO accoglie comunisti, e mi hanno spacciato Napolitano per tale.
Temo di essermi espresso molto male, perché nessuna delle implicazioni che tu hai dedotto voleva essere l'argomento del mio post.
Comunque la regolazione delle nascite é una possibile politica sociale e, di fatto, alcuni Paesi la praticano palesemente (come la Cina, che me la passano per comunista), e altri occultamente, come afferma l'articolo.

Ciao Massimo, a me va bene che mi posti le domande. Grazie. Per quanto riguarda il mettere in crisi l'autore io ritengo che molte delle sua affermazioni siano giuste, ma che sia sbagliato il filo conduttore. Questo é l'unico aspetto che intendo contestargli. Personalmente ritengo che la regolamentazione delle nascite sia una buona cosa e che la persuasione occulta sia il sistema migliore. Però tenete a mente il fatto che io sono credente e che ritengo che, se un uomo deve venire al mondo succederà, a dispetto di tutto l'NWO e del Grande Fratello.

Non date le perle ai cani e ai porci perchè non le mangeranno e vi si rivolteranno contro.
etrnlchild
Inviato: 6/11/2007 12:01  Aggiornato: 6/11/2007 14:37
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 1/10/2007
Da:
Inviati: 1200
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
Ho l' impressione che a volte si discuta e ci si perda nei dettagli di articoli cercando l' appiglio su singole frasi a conferma/confutazione di una propria idea (in pieno effetto di Bias di conferma) , quando forse una visione un po' piu' allargata e "globale" dovrebbe portare a prendere una posizione inequivocabile superando per un' attimo le righe scritte.

Qui o si crede che esistano di fatto poteri economici e finanziari accentrati e di entita' che noi poveri mortali a fatica riusciamo a comprendere che si adoperano nell' organizzare la vita e la morte (a cui forse questi signori danno un significato diverso dal nostro) del mondo come lo intendono loro, per il mantenimento dei loro interessi (dove "cui prodest" e' completamente soddisfatto) oppure si pensa di vivere nel paese delle meraviglie dove tutti saremo sempre piu' felici e contenti con il nostro televisore LCD che occupa tutta la parete, e l' elisir di lunga vita nell' armadietto dei medicinali.

PS: Sono passati molti anni da quando (avevo 16 anni) di istinto terminai la terapia del vaccino contro le allergie perche' ogni volta che facevo quella iniezione mi sentivo peggio...cominciai ad andare al mare (facevo windsurf) anche d' inverno e non presi piu' un raffreddore...(di origine allergica e non). Ma naturalmente una rondine non fa primavera (arghh, siamo su luogocomune o no ? )

PPS: Ho assistito anch' io sbigottito alla frase di Napolitano sul NWO, ma ho avuto l'impressione che non fosse del tutto consapevole di cio' che stava leggendo e che presumibilmente qualcun altro gli aveva preparato.

"Lo spirito del guerriero non conosce né il lasciarsi andare né il lagnarsi, né conosce il vincere o il perdere."
Redazione
Inviato: 6/11/2007 12:12  Aggiornato: 6/11/2007 12:12
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
DAVIDE: Abbiamo girato a Heinsing le tue domande. Pubblicheremo la sua risposta appena arriva.

ERIK: Se uno accusa altri di essere un ciarlatano - perchè questo in sostanza ha fatto MIR nei contronti dell'autore - e poi si rifiuta di confrontarsi con lui, non è esattamente un comportamento corretto. Sarebbe ancora tollerabile in un caso normale, ma visti i precedenti di MIR, ho ritenuto di richiamarlo ai suoi doveri.

E comunque, sia chiaro, è lui che "se ne è andato". Nessuno lo ha cacciato. Fece così anche la volta scorsa.

(Se desideri discutere oltre questo argomento, ti prego di farlo in privato. Questo naturalmente vale anche per gli altri.)

Massimo

Infettato
Inviato: 6/11/2007 12:53  Aggiornato: 6/11/2007 12:54
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 23/11/2006
Da: Roma
Inviati: 1499
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
etrnlchild

PPS: Ho assistito anch' io sbigottito alla frase di Napolitano sul NWO, ma ho avuto l'impressione e che non fosse del tutto consapevole della frase che stava leggendo e che presumibilmente qualcun altro altro gli aveva preparato.

Una denuncia al nwo,

i vertici

Il "fatto" è che parlano apertamente come se fosse normale essere servi di Nell’istruzione per il grado di reggente Weishaupt impone agli illuminati "di occultarsi sotto il nome di un’altra società ". Le logge inferiori della Massoneria, recita il codice, sono intanto "il velo più conveniente al nostro grande oggetto, perché il mondo è già abituato a non aspettarsi nulla di grande e che meriti attenzione dai massoni".

Questo forse poteva valere in quel periodo.. vista la tranquillità di Napolitano di affermare la "nostra attività per.."

Ma naturalmente una rondine non fa primavera (arghh, siamo su luogocomune o no ? )

Le rondini sono molte..

Infettato dal morbo di Ashcroft
---------------------------------------------
Quando ci immergiamo totalmente negli affari quotidiani, noi smettiamo di fare distinzioni fondamentali, o di porci le domande veramente basilari. Rothbard
redna
Inviato: 6/11/2007 14:01  Aggiornato: 6/11/2007 14:01
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
La frase di Napolitano fa da proseguo a quella sull'antisemitismo/antisionismo.
Tutte e due erano frasi preparate a tavolino da altri..
Bastava che qualcuno le leggesse. Non è poi tanto importante essere di destra o di sinistra, visto che entrambi gli schieramenti accolgono all'interno vari elementi.

Infettato
le rondini sono molte.

Io penso che ce ne siano molte di rondini ma che si stia tentando di tenere lontanta la primavera il più a lungo possibile...(per la gioia di qualcuno...)

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
Infettato
Inviato: 6/11/2007 14:29  Aggiornato: 6/11/2007 14:29
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 23/11/2006
Da: Roma
Inviati: 1499
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
redna

Non è poi tanto importante essere di destra o di sinistra, visto che entrambi gli schieramenti accolgono all'interno vari elementi.

Quoto

----------------------

Infettato
le rondini sono molte.

Io penso che ce ne siano molte di rondini ma che si stia tentando di tenere lontanta la primavera il più a lungo possibile...(per la gioia di qualcuno...)

In questo caso parlavo della "statistica contro i vaccini" specialmente quelli facoltativi, colgo l'occasione anche per dire che non sono totalmente contrario alle medicine o a tutti i vaccini...ma sicuramente l'uso deve essere ponderato...insisto sul vaccino antinfluenzale perchè anche se non riesco a trovare le statistiche si evince che la percentuale di persone che ha contratto l'influenza sono proprio coloro che si sono vaccinati.

Comunque pensandoci bene l'affermazione va bene per entrambi i punti.

Infettato dal morbo di Ashcroft
---------------------------------------------
Quando ci immergiamo totalmente negli affari quotidiani, noi smettiamo di fare distinzioni fondamentali, o di porci le domande veramente basilari. Rothbard
BigLie
Inviato: 6/11/2007 18:13  Aggiornato: 6/11/2007 18:13
Mi sento vacillare
Iscritto: 26/10/2007
Da:
Inviati: 331
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
L'articolo è molto interessante in sè e perchè
mi da lo spunto per avanzare un problema che
sento molto in quanto "cospirazionista" di sinistra
(lo so che a molti questa autodefinizione non piace
ma, come ho già espresso in precedenza, non ho paura
delle parole).
Mi sono avvicinato ai temi del cospirazionismo proprio
rompendo un tabù tipico della sinistra, quello cioè di
prendere le cose interessanti che vengono anche
dall'avversario. Questo blocco mentale impedisce a
molti di sinistra di accettare tutto ciò che sta dietro
il 911 perchè, in parte, emerge anche da ambienti di
destra.
Stessa cosa vale, ad esempio, per il signoraggio cavallo
di battaglia del famoso poeta fascista statunitense Ezra
Pound.
Ma così facendo si rischia di buttare il bambino con l'acqua
sporca facendo un grande regalo ai nostri burattinai.
Occorre, però, non commettere neanche l'errore inverso
che è tipico dei cospirazionisti di destra alla Maurizio Blondet.
Il loro ragionamento è il seguente: "poichè i burattinai usano
determinati strumenti allora questi strumenti sono parte
integrante del complotto".
Altro grande errore di cui si serve l'elite.
Un esempio viene proprio da questo articolo: secondo l'autore,
siccome l'elite "userebbe" l'omosessualità per ridurre la popolazione
allora i gay sono fanno parte del problema.
Questo è sbagliatissimo: i gay sono esseri umani che, o per nascita o
per scelta non mi interessa, vivono una loro condizione e devono essere
liberi di viverla senza discriminazione alcuna.
Stesso discorso vale per il controllo delle nascite. L'autore usa il fatto
che sia stato utilizzato dall'elite come mezzo di controllo della
popolazione per bollarlo come strumento del male.
Altro errore: il controllo delle nascite è uno strumento di per sè giusto
che viene utilizzato dall'elite come mezzo per perpetuare il proprio
dominio.
Infatti, un conto è diffondere preservativi e altri anticoncezionali, altra
cosa è sterilizzare le donne del terzo mondo come è già stato fatto
dalla CIA sui nativi americani negli anni '60 o come sembra facciano
adesso gli organismi dell'ONU che operano in Africa.
Usare la macchinazione dell'elite per propagandare le idee di un altro
mostruoso sistema di potere come è la Chiesa Cattolica mi sembra
che getti un'ombra pesante sull'estensore dell'articolo.
Voglio solo ricordare la recente assurda beatificazione di 498 preti
e suore franchisti che hanno contribuito ad instaurare e perpetuare
nel tempo un regime che ha rovesciato il governo democraticamente
eletto, istigato il bombardamento nazista su Guernica, ucciso oltre
1.500.000 persone dopo la fine della guerra civile e, infine, eseguito
le ultime condanne a morte nell'Europa Occidentale su 4 prigionieri
baschi con il medievale sistema della "garrota" introdotta, non a caso,
proprio dalla Santa (bleah!!!!) Inquisizione.
Ecco, questi sono gli ultimi beati di Papa Nazinger.

BigLie
Inviato: 6/11/2007 18:45  Aggiornato: 6/11/2007 18:45
Mi sento vacillare
Iscritto: 26/10/2007
Da:
Inviati: 331
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
Etriamo ora nel merito della questione:
vorrei rispondere ad alcune osservazioni
di Cherubino.
E' indubbio che l'autore dell'articolo cada in alcune
ingenuità ma lei, caro Cherubino, ciurla un pò nel manico.
Dovrebbe sapere che il cancro della cervice uterina dovuto
ad HPV ha un'incubazione di 20-30 anni.
Quindi, interessa necessariamente donne oltre i 35 anni.
Inoltre, l'insorgenza il cancro passa attraverso 3 stadi di cui
solo il terzo rappresenta il cancro vero e proprio.
Il primo stadio è curabile con delle terapie locali, il secondo
attraverso la cosiddetta "conizzazione" ossia l'asportazione della
parte di collo dell'utero coinvolta nella degenerazione del
tessuto uterino. Entrambi questi interventi sono risolutivi e la
progressione della malattia si interrompe.
Non solo, in questo lungo frattempo dall'infezione al famoso
terzo stadio c'è un semplice e solo leggermente invasivo metodo di
prevenzione che può essere diffuso nel target donne over 35, la
colposcopia, da eseguire una volta l'anno
Purtroppo, nei programmi di prevenzione si preferisce limitarsi al
pap-test che spesso non riesce ad individuare la degenerazione
dei tessuti e ciò viene giustificati, come sempre, con gli eccessivi
costi della sanità.
Salvo poi lanciare queste colossali campagne di vaccinazione, ben più
costose.
Sarà forse perchè con le colposcopie si arricchiscono solo i centri di
analisi capillarmente diffusi e quindi non monopolizzabili mentre della
vendita dei vaccini approfittano le corporations farmaceutiche?
Il dubbio è lecito.
Sulla qualità del vaccino, poi, si stanno avanzando molti dubbi anche
in campo medico. La FDA ha approvato il lancio del vaccino invitando,
però, le case farmaceutiche a continuare le analisi sull'efficacia del
Gardasil direttamente "sul campo".
Come dire, "Oste com'è il rancio?"
Roba da ridere.
Altro dubbio avanzato dall'ambiente medico riguarda la assoluta
ignoranza, al momento, dei tempi di richiamo elemento fondamentale
di ogni campagna di vaccinazione.
A questo poi, vanno aggiunti gli arcinoti elementi di preoccupazione
dei vaccini come il Thimerosal.
Per conto mio, vi posso dire solo una cosa.
Mia madre ha sviluppato una epatite virale C subito dopo aver fatto
il vaccino contro l'influenza.
Coincidenza?
Io non credo. E' molto più probabile che usino il vaccino contro
l'influenza per limitare l'aspettativa di vita dopo una certa età e
ciò per evitare il fallimento del sistema pensionistico.
Per tale esigenza, i virus come quello dell'epatite sono perfetti.
Non uccidono immediatamente ma nell'arco di 20-30 anni con lo
sviluppo di malattie secondarie come la cirrosi o il cancro al fegato.
In questo caso, un'altra cosa che può essere accaduta e che non riporta
al suddetto sadico schema ma solo alla superficialità della medicina
allopatica, è che il vaccino sconvolga il sistema immunitario attivando
un virus altrimenti latente ed innocuo e il pacifico modus vivendi di
convivenza tra questo e l'organismo.
Una cosa che la medicina allopatoca, a differenza di quella olistica, non
può proprio capire. Non è nel suo schema mentale.
Mi scuso per il post interminabile ma su queste cose ci sarebbe da
discutere per ore.

eco3
Inviato: 6/11/2007 18:45  Aggiornato: 6/11/2007 18:45
Ho qualche dubbio
Iscritto: 4/10/2006
Da:
Inviati: 229
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
Citazione:
Voglio solo ricordare la recente assurda beatificazione di 498 preti
e suore franchisti che hanno contribuito ad instaurare e perpetuare
nel tempo un regime che ...


Contribuito a instaurare e perpetuare?

I religiosi sono stati beatificati perché hanno affrontato il martirio negli anni dal 1934 al 1937.
La gran parte di essi, e con loro svariate migliaia di persone, rei solo di essere cattolici, sono stati massacrati PRIMA che il Gen. Franco tornasse in Spagna dall'Africa.
Come avrebbero potuto anche soltanto simpatizzare per un movimento che ancora non esisteva?

motus in fine velocior
BigLie
Inviato: 6/11/2007 19:00  Aggiornato: 6/11/2007 19:00
Mi sento vacillare
Iscritto: 26/10/2007
Da:
Inviati: 331
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
X eco3:
mi dispiace ma toppi.
Sentire solo Radio Marja fa male.


Da wikipedia:

Dal 1934 al 1936, la seconda repubblica spagnola fu governata da una coalizione di centro-destra che comprendeva i conservatori cattolici della Confederación Española de Derechas Autónomas (CEDA). In questo periodo ci furono scioperi generali a Valencia e Saragozza, scontri di piazza a Madrid e Barcellona, e una sollevazione dei minatori nelle Asturie, che venne repressa con la forza dalle truppe comandate dal generale López Ochoa e dai Legionari comandati da tenente colonnello Juan Yagüe, sotto la direzione del Ministro della Guerra Diego Hidalgo. Durante questo periodo il governo compì grandi sforzi per annullare le conquiste sociali che erano state fatte negli anni precedenti, specialmente per quanto riguarda la riforma agraria.

Dopo una serie di crisi governative, le contestate elezioni del 16 febbraio 1936 portarono al potere il governo del Fronte Popolare (Frente Popular) appoggiato dai partiti della sinistra e opposto da quelli di destra e centro.

Il 17 luglio 1936 ci fu una ribellione conservatrice contro il recentemente eletto governo del Fronte Popolare di Spagna (le elezioni furono ampiamente contestate dall' opposizione). La ribellione non fu solo un colpo di stato militare, ma ebbe anche una sostanziale componente civile. I ribelli avevano sperato di guadagnare rapidamente il controllo della capitale, Madrid, e di tutte le altre importanti città spagnole. Siviglia, Pamplona, La Coruña, Cadice, Jerez de la Frontera, Cordoba, Saragozza e Oviedo caddero tutte sotto il controllo dei ribelli, conosciuti anche come nazionalisti o fascisti, ma fallirono a Barcellona e Madrid. A causa di ciò, ne risultò una protratta guerra civile.

I partecipanti attivi nella guerra coprivano l'intera gamma di posizioni politiche e ideologiche dell'epoca. Le file nazionaliste comprendevano i fascisti della Falange, i carlisti e i monarchici legittimisti, i nazionalisti spagnoli e la maggior parte dei conservatori. Nello schieramento repubblicano stavano la maggioranza dei Liberali, i nazionalisti Baschi e Catalani, i socialisti, i comunisti Stalinisti e Trotzkyisti, e gli anarchici di varie ideologie.

Guardando alla composizione da un altro punto di vista, i nazionalisti comprendevano la maggioranza dei cattolici praticanti e del clero (al di fuori della regione Basca), importanti elementi dell'esercito, e la gran parte dei proprietari terrieri e degli affaristi. I repubblicani erano composti dalle classi operaie urbane, dai contadini e da buona parte del ceto medio istruito, specialmente quelli che non erano imprenditori.

I capi della ribellione furono i generali Francisco Franco, Emilio Mola e José Sanjurjo. Sanjurjo fu il leader incontestato della rivolta, ma rimase ucciso in un incidente aereo il 20 luglio mentre si recava in Spagna per prendere il controllo delle forze ribelli. Franco, il Comandante generale dell'esercito spagnolo fin dal 1933, e già notoriamente filo-fascista, volò dalle Canarie alle colonie spagnole del Marocco, dove prese il comando. Per i restanti tre anni di guerra Franco fu il comandante di tutti i nazionalisti ed arrangiò gli eventi in modo tale che alla fine della guerra non ci sarebbe stata opposizione al suo governo.

Una delle motivazioni principali sostenute all'epoca dell'iniziale sollevazione nazionalista fu quella di contrastare l'anticlericalismo del regime repubblicano e di difendere la Chiesa Cattolica Romana, che venne censurata per il suo appoggio alla monarchia e che molti, dalla parte repubblicana, incolpavano dei mali della nazione. Nei primi giorni di guerra, comunisti ed anarchici incendiarono chiese, conventi e altri edifici religiosi e uccisero migliaia di preti e suore senza che le autorità repubblicane facessero nulla per impedirlo. Gli articoli 24 e 26 della costituzione della repubblica avevano messo al bando i Gesuiti, il che aveva profondamente offeso molti dei nazionalisti. Nonostante queste questioni religiose, i nazionalisti Baschi, che erano praticamente tutti schierati con la Repubblica, erano, in maggioranza, cattolici praticanti. La stragrande maggioranza della Chiesa cattolica salutò la vittoria di Franco come un provvidenziale intervento divino nella storia di Spagna. Nel suo radiomessaggio del 16 aprile 1939, Con inmenso gozo, il papa Pio XII parlò di una vera e propria vittoria "contro i nemici di Gesù Cristo".




Come vedi l'esatta cronologia è la seguente:
prima il governo di destra, appoggiato dalla Chiesa, governa
con il pugno di ferro e spara sugli operai e i minatori in sciopero.
Poi, anche a seguito della dura repressione clerico-fascista la
coalizione repubblicana vince le elezioni. A questo punto, la reazione
agraria e pretesca scatena il putsch ed entra in campo Franco dal
Marocco. Solo in questo momento, l'ala anarco-comunista della coalizione
repubblicana, formata peraltro anche da liberali e cattolici baschi e catalani, si incazza e comincia a fucilare un pò di preti.
Una reazione del tutto legittima e secondo me sempre troppo
limitata. Se penso infatti al genocidio degli indios perpetrata dai
dominicani e alla distruzione anche della loro cultura, considerata
arma del demonio e se penso alle migliaia di "streghe" bruciate
sul rogo, bè forse 498 preti e suore son sempre troppo poco.


P.S.: ovviamente, sono molto più pacifico di così ma se Papa Nazinger
la mette sullo scontro puramente politico ed ideologico allora bisogna
dire pane al pane e vino al vino.

BigLie
Inviato: 6/11/2007 19:19  Aggiornato: 6/11/2007 19:19
Mi sento vacillare
Iscritto: 26/10/2007
Da:
Inviati: 331
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
Sempre X Eco3:
comunque, la Chiesa reazionaria lefevriana del
dopo Concilio Vaticano II non è nuova a queste
iniziative.
Ricordo che la star mediatica Giovanni Paolo II
beatificò il cardinale croato Stepinac, ispiratore
del genocidio perpetrato dagli ustascia croati
a danno dei serbi durante la seconda guerra mondiale
le cui conseguenze si sono riverberate nella tragica
guerra civile jugoslava degli anni '90.
Il "beato" Stepinac provvedeva personalmente a
benedire i massacratori prima delle loro spedizioni
di pulizia etnica che portarono all'eliminazione fisica
di oltre 1 milione di serbi.
Il famoso "criminale di guerra" serbo Mladic, comandante
delle milizie dell'enclave serbo-croata ha avuto, solo lui,
45 parenti stretti uccisi nel genocidio compiuto dai
miliziani cattolici croati, fedelissimi di Stepinac, durante
la repubblica degli ustascia.
Forse da questo si può comprendere che poi Mladic, a
50 anni di distanza abbia restituito pan per focaccia ai
croati.
Sangue chiama sangue, purtroppo.
E mi fermo qui perchè siamo chiaramente OT.

redna
Inviato: 6/11/2007 19:57  Aggiornato: 6/11/2007 19:57
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
E mi fermo qui perchè siamo chiaramente OT.
---
Meno male.
Stavo pensando che il titolo dell'articolo fosse cambiato, nel frattempo.
Ma dire perchè si fa la guerra globale contro le donne....noo eh.....

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
astro
Inviato: 6/11/2007 20:10  Aggiornato: 6/11/2007 20:10
Ho qualche dubbio
Iscritto: 3/6/2006
Da:
Inviati: 233
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
Mah, le obiezioni di mIr sono semplicemente corrette, come è ben noto a chiunque abbia una minima alfabetizzazione medica.
Per chi non l'avesse, l'amico Google è più che sufficiente, e nel caso non bastasse sono certo che una visita alla biblioteca comunale più vicina sarà più che adeguata per fugare ogni dubbio.

La reazione scomposta della Redazione è alquanto fuoriluogo.

Citazione:
A prima vista questo sembra un articolo fatto male ed inutilmente allarmistico, assomiglia a certe catene di sant'Antonio, ma proviamo a vedere le inesattezze contenute, ripeterò qualcosa scritta già da qualcuno probabilmente, ma serva da riassunto e da chiarimento:

1)
-citazione-

le vaccinazioni stanno per essere incluse nelle normali vaccinazioni per bambini, somministrate a ragazzine dell’età di 12 anni – età alla quale non hanno alcun effetto positivo. Come è possibile?


Non è possibile semplicemente perchè non è vero, non è stato proposto da nessuno l'obbligatorietà della vaccinazione per l'HPV.
2)
-citazione-

l’esistenza del virus HIV non è mai stata documentata


Non è vero, il virus è stato anche fotografato.
3)-citazione-

Il test HIV non testa la presenza di alcun virus, ma indica solamente la presenza di certi anticorpi nel sangue. Molto spesso risponde positivamente alla gravidanza, nonostante nessun virus in particolare sia presente.


Non è vero, esistono test che dimostrano la presenza del virus nel circolo sanguigno.
4)
-citazione-

una organizzazione con lo scopo di “migliorare la salute nei 70 paesi più poveri” – e lo fa con un singolo strumento: le vaccinazioni. Un pò strano, potreste già dire. Poichè se volete migliorare la salute in paesi poveri, la prima idea che vi verrebbe sarebbe aiutare la produzione di cibo e la distribuzione di, per esempio, acqua. Ed ecco, loro usano siringhe e composti chimici – come mai?


Probabilmente perchè la maggiorparte delle malattie che decimano le popolazioni povere sono più facilmente e più "logisticamente" contrastabili mediante vaccinazione che mediante terapia, molte vaccinazioni si concludono in poche dosi, molte terapie sono lunghe e richiedono ospedalizzazione.
5)
-citazione-

Si possono inoculare milioni e milioni di persone contro HIV, Tifo, Epatite, Tubercolosi, e tutto quello che volete, ma se la gente non ha abbastanza da mangiare e da bere il vostro progetto è inutile.


Ma si potrebbe pure affermare che si possono nutrire e dissetare milioni di persone, ma se la gente continua a morire di malattie...
6)
-citazione-

Potete aggiungere che i test sull’HIV in Africa sono eseguiti solo in cliniche prenatali, il che significa solo su donne gravide.


L'Africa ha una percentuale di malati (e sieropositivi) di AIDS impressionante, è quasi utopico pensare di guarire o curare tutti, molto più logico e semplice prevenire le nascite di nuovi malati di AIDS, lo scopo potrebbe essere questo.
7)
-citazione-

hCG è un ormone che si forma naturalmente nel feto nel giro di pochi giorni dal concepimento, e che gli è necessario per continuare la sua vita e crescita.


Non è vero.
L'hCG è prodotto dalla placenta (non dal feto) e non è necessario per la vita e la crescita fetale, prova ne è che al terzo mese di gestazione è praticamente scomparso dal circolo materno.
8)
-citazione-

Quando una mistura di vaccino e hCG è inoculata nel sangue di una donna, le sue difese immunitarie produrranno non solo anticorpi contro i batteri del Tetano o della Difterite, ma anche quelli contro il hCG.


Sarebbe un controsenso...prima dice che l'hCG è necessario a far vivere il feto e poi dice che inoculare hCG produce anticorpi che "uccidono" il feto.
In realtà non è vera neanche l'ultima affermazione, in passato l'hCG era addirittura utilizzato (raramente e poi abbandonato per scarsi risultati, costo e praticità) come "antiabortivo".
9) -citazione-

Uno degli effetti (del mercurio) è che distrugge le ciglia all’interno del sesso femminile, rimuovendo la capacità della membrane mucose di trasportare il seme alle cellule uova. Il che, ovviamente, impedisce il concepimento naturale.


Se il mercurio ha raggiunto livelli tali di tossicità da distruggere l'epitelio ciliare delle tube, ha già da tempo dato i segnali di tossicità neurologica, ben più gravi e letali, gli effetti sulla fecondità sarebbero inutili per un presunto "controllo delle nascite", è come se per sporcare il vestito nuovo del nostro nemico, lo travolgiamo con la macchina insomma...
10)
-citazione-

i cosiddetti farmaci contro l’AIDS non hanno nessun effetto che possa essere messo in relazione con alcun virus: essi uccidono ogni entità vivente, interrompendo l'intera sintesi del DNA.


...praticamente uccidono chi le prende...come fanno quindi a sopravvivere i malati che si curano?

Credo sia stato detto anche che il Tamiflu non è un vaccino e che l'età di 12 anni per il vaccino HPV è solo un limite che presume l'inizio dell'attività sessuale.

BigLie
Inviato: 6/11/2007 20:18  Aggiornato: 6/11/2007 20:18
Mi sento vacillare
Iscritto: 26/10/2007
Da:
Inviati: 331
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
Bè, in un certo senso c'entravano anche
quei post, perchè la Chiesa cattolica ha sempre
fatto la guerra alle donne, vedi la caccia alle streghe.
Ha annientato secoli di cultura femminile non allineabile
ai voleri dei sacerdoti dei culti solari maschili come è del
resto il Papa.
La Croce è un chiaro simbolo solare, l'occhio di Dio o di Ra,
la Trinità, la tiara papale, gli obelischi, le cupole, il bastone
del papa sono tutti simbolo fallici, maschili.
Poi, siccome nel popolo è sopravvissuta una religiosità di
tipo Isideo allora si sono dovuti inventare la Madonna.
Da questo punto di vista anche il marxismo è una religione
fallocratica (io sono comunista ma non marxista come ho già
detto). Infatti, recupera l'hegelismo ossia una corrente di pensiero
perfettamente riconducibile nel solco dei culti solari con la
sua dialettica trinitaria, sintesi che nasce (guarda caso) da una
contrapposizione di opposti ossia maschile e femminile.
In realtà ,noi siamo il prodotto armonico (chi più chi meno) di
queste due componenti indistinguibili e inseparabili (vedi il simbolo
del Tao). E' proprio qui che nasce la frattira tra ermetismo occidentale
e orientale, fra "sentieri di mani diverse".
Quindi, chi vuole perpetuare il dominio delle elites deve in primo
luogo affrontare e combattere le donne, magari utilizzando delle
traditrici del campo avverso. Esempi ne abbiamo tanti.

Redazione
Inviato: 6/11/2007 20:51  Aggiornato: 6/11/2007 20:51
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
REDNA: Vai tranquilla. La discussione vera è finita da un pezzo.

carloooooo
Inviato: 6/11/2007 21:32  Aggiornato: 6/11/2007 21:33
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 9/7/2006
Da: marca gioiosa et amorosa
Inviati: 1386
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
Scusa Massimo, io mIr non proprio chi sia, non so che cosa abbia scritto in passato e nemmeno mi interessa più di tanto.

Io leggo quello che c'è scritto nella discussione a questo articolo, e le sue obiezioni - assieme a quelle di cherubino - mi sembrano più che legittime, e in alcuni casi (quelli che non richiedono specifiche conoscenza mediche) anche condivisibili. E non vertono su aspetti secondari dell'articolo, ma su quelli che costituiscono il fondamento concreto su cui si basano le argomentazioni geopolitche dell'autore, senza il quale esse somiglierebbero a mere speculazioni più di quanto già non facciano.

mIr sarà anche (stato) il peggior debunker, ma - guardando il tutto dall'esterno - tu non ci stai facendo una gran figura con quelle risposte, tanto che tra Pike e Cherubino, che aveva mosso obiezioni non dissimili dalle sue, la discussione c'è stata. Avresti fatto girare le palle anche a me se fossi stato al suo posto.

In quanto a mIr, non posso fare altro che invitarlo (con cherubino) a dare qualche indicazione più precisa sulle fonti da lui usate e magari a riformulare le obiezioni in modo più rigoroso e completo, così da poterle girare all'autore. Checché ne dica Redazione, quello che avete scritto interessa penso a molti (a me sicuramente sì), per cui vi prego di continuare a discutere.

Carlo

fiammifero
Inviato: 6/11/2007 22:14  Aggiornato: 6/11/2007 22:14
Sono certo di non sapere
Iscritto: 28/2/2005
Da: ROMA
Inviati: 5691
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
Citazione:
La guerra globale contro le donne è stata, per molti anni, una guerra estrememente difficile da riconoscere come tale


di sicuro no per le donne stesse che ne hanno pagato un alto prezzo nel corso di millenni .
Naturalmente prima era giustificato dal volere del Dio di turno ed ora che un'altro dio,il dio denaro avanza (direi che si è rivelato per quello che è sempre stato) ci si strappa i capelli?
Una cosa mi consola,è che finalmente ci si accorge che colpire le donne è un boomerang che sta tornando indietro alle " miopi politiche teocratiche economiche maschiliste" che lo hanno generato anche se a pagare sono sempre i più deboli,in primis le donne da cui tutto genera,compreso quello di partorire emerite future teste di cazzo che governeranno.
Secondo me lo scrittore evidenzia che si sta perpetrando una selezione di "qualità "su una quantità che deve rimanere costante perchè comunque la carne da macello servirà sempre.
Che poi ci siano delle inesattezze,miscugli e/o esagerazioni non ha importanza al punto in cui siamo,si salvi chi può

Citazione:
le cose di cui ci sentiamo assolutamente certi non sono mai vere (Oscar Wilde)
Redazione
Inviato: 7/11/2007 0:13  Aggiornato: 7/11/2007 0:13
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
CARLOOO: "In quanto a mIr, non posso fare altro che invitarlo (con cherubino) a dare qualche indicazione più precisa sulle fonti da lui usate e magari a riformulare le obiezioni in modo più rigoroso e completo"

Se rileggi il thread, scoprirai che la cosa è già stata fatta. A quel punto però MIR ha preferito andarsene.

Come già fece in passato, in una situazione analoga.

cherubino
Inviato: 7/11/2007 0:28  Aggiornato: 7/11/2007 0:28
Mi sento vacillare
Iscritto: 1/6/2006
Da: Haute-Normandie
Inviati: 430
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
CARLOOOOOO: In quanto a mIr, non posso fare altro che invitarlo (con cherubino) a dare qualche indicazione più precisa sulle fonti da lui usate e magari a riformulare le obiezioni in modo più rigoroso e completo, così da poterle girare all'autore.
Io personalmente, tutto quello che cito e che penso l'ho trovato qui. Penso che mIr abbia fatto la stessa cosa, così come fa il 99,9% dei medici del mondo. Sono invece molto curioso di sapere quali sono le fonti di Heising, e che impact factor hanno. Siamo in attesa.

redna
Inviato: 7/11/2007 8:02  Aggiornato: 7/11/2007 8:02
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
...così come fa il 99,9 dei medici del mondo.
---
Cherubino,
ma il 99,9 per cento dei medici del mondo pensi che faccia studi propri o che invece gli studi vengono fatti da 'determinati orgnaismi' che poi fanno capo ai soliti o no?
E allora si può dire che il 99,9 per cento dei medici accetta quello che 'altri hanno studiato' o no?

Suppongo invece che Heising questo non lo abbia fatto...
Viste le reazioni e visto anche che canta fuori dal coro.

Finalmente si sta arrivando al punto dopo averlo denigrato per benino.
Meglio tardi che mai.

Certo che,comunque, l'arte del debunker è stata imparata direi al 99,9 per cento....complimenti.

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
Redazione
Inviato: 7/11/2007 8:54  Aggiornato: 7/11/2007 8:57
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
DAVIDE71: Ecco le risposte alle tue domande. (Del tuo testo ci siamo solo permessi di cambiare “consumism” con “consumerism”).

Question:

1) Apparently they failed completely in their plan of control the population growth rate. Are you sure they even try?

Answer:

They did not fail completely. Actually, they had great success in the West. Since 1975, the birth rates have declined all over the western world - fully according to the Kissinger Memo. Only one country - Albania, Europe's poorest country (no "welfare") - is maintaining the size of it's population. The rate in Denmark is today 1,7. In Italy it is lower.
In the Philipines, the birth rate is plummeting, according to a graph I saw recently.

On the other hand: In Africa, where the killings have been most intense, there doesn't seem to be shrinking populations. Uganda is the second fastest growing population in the world - despite all the AIDS crap we are told.

So yes, they are trying. With great success in our own world (we are easy to control) and other places. But failing i Africa. That's why Africa is bombarded with vaccines for women. The war on women has gone from covert to overt and is getting desperate.

Domanda: Sembra che abbiamo fallito completamente nel loro piano di controllo del tasso di crescita della popolazione. E’ sicuro che ci abbiano mai provato?

Risposta: Non hanno fallito completamente. Hanno avuto decisamente un grande successo nell’Occidente. Dal 1975 i tassi di natalita’ sono in declino in tutto il mondo occidentale – completamente in accordo con in Memorandum Kissinger. Solo un paese, - l’Albania, il paese piu’ povero d’Europa (nessun “welfare”) – mantiene la sua popolazione. Il tasso in Danimarca oggi e’ 1.7. In Italia e’ piu’ basso.

Nelle Filippine, il tasso di natalita’ sta precipitando, secondo un grafico che ho visto di recente.

D’altro canto in Africa, dove le uccisioni sono state piu’ frequenti, non sembra che le popolazioni si riducano. Uganda ha la seconda popolazione con crescita piu’ rapida al mondo – a dispetto di tutte le merdate sull’Aids che ci vengono dette.

Insomma si, ci stanno provando. Con grande successo nel nostro mondo (siamo facili da controllare) e in altri luoghi. Ma fallendo in Africa. Questa e’ la ragione per la quale l’Africa e’ bombardata con vaccini per donne. La guerra alle donne da segreta e’ diventata aperta e si sta facendo disperata.


--------------------

Question:

2) Consumerism based on the number of people, because more people more consumers. Don't You think America has all the benefits in growth population?

Answer:
No, the American population is also shrinking. Even our "big brother" is getting rid of his "useless eaters" - as was very obvious after the Katrina hurricane - and still is.

Consumerism has saved both the US and Europe for some time. Two parameters have been in play: The artificial writing-up of solid estate and the explosion of the Chinese export of cheap goods. The effect of both is running out, and the American economy sings it's last verse. What is happening there is nothing but "the final scramble": There is no more "national economy", just a financial aristocracy taking whatever is left to take.

My opinion is that our time in Europe will also come. But not before the European Superstate has been established. Then, consumerism will end also here.

Domanda:
2) Il consumismo si basa sul numero di persone, poiche’ piu’ persone, piu’ consumatori. Non crede che l’America abbia tutto l’interesse nella crescita della popolazione?
Risposta:

No, la popolazione Americana si sta pure riducendo. Persino in nostro “Grande Fratello” si sta sbarazzando degli “inutili mangiapane” – come fu proprio evidente dopo l’uragano Katrina – e ancora lo e’.

Il consumismo ha salvato sia gli Stati Uniti che l’Europa per qualche tempo. Due parametri sono stati in gioco: Il sovrapprezzamento artificiale degli immobili e l’esplosione delle esportazioni cinesi di beni di basso costo. L’effetto di entrambi sta finendo e l’economia Americana sta esaltando il suo canto del cigno. Quel che sta succedendo non e’ altro che la “mischia finale”: Non c’e’ piu’ “economia nazionale”, solo un’aristocrazia finanziaria che si prende tutto quel che e’ rimasto da prendere.

La mia opinione e’ che verra pure il nostro turno, in Europa. Ma non prima che il Superstato Europeo sia stato fondato. Allora, il consumismo finira’ anche qui.


---------------------

Question:

3) The Kissinger Memorandum contains very good issues, like sexual education. What do you have against them?

Answer:
Sexual education is fine but should be given by a girl's mother or a boy's father. Theoretically, it COULD be fine as a state activity. But knowing today's global agenda, we should not accept it. A population should consist of free people, not centrally mind-controled robots.

I come to thinks of what Nick Rockefeller once told the filmmaker Aaron Russo ("America from Freedon to Fascism"): "Of course we support women's lib - we funded it! We want women on the labour market, we want their tax money, and we want their children, so that we can tell them how to think!"

That's why we have "sexual education" in schools.

Domanda:

3) Il Memorandum Kissinger contiene dei punti ottimi, come l’educazione sessuale. Cosa ha contro di essi?

Risposta:

L’educazione sessuale va bene na dovrebbe essere amministrata dalla madre di una ragazza o dal padre di un ragazzo. Teoricamente, POTREBBE andar bene come attivita’ gestita dallo stato. Ma sapendo della odierna agenda globalista, non dovremmo accettarla. Una popolazione dovrebbe consistere di persone libere, non robots la cui mente e’ centralmente controllata.

Mi fa venire in mente a quel che Nick Rockefeller una volta disse al cineasta Aaron Russo (“L’America dalla Liberta’ al Fascismo”): “Naturalmente appoggiamo il movimento di liberazione delle donne – l’abbiamo finanziato noi! Vogliamo le donne sul mercato del lavoro, vogliamo i soldi delle loro tasse e vogliamo i loro bambini, cosi’ potremo dire loro come pensare!”

Questo e’ il perche’ abbiamo “educazione sessuale” nelle scuole.


----------------------

Question:
4) This is the century in which the women are less ill-treated. Maybe we should say "the war against women ended." Why do you think differently?

Answer:
Mainly because I have looked trough a lot of propaganda. I think that women have mainly been well treated all along in our history. Feminism brought us these pictures of oppressed women and made our past a nightmare for women.

Feminism also brought us the illusion that working for an employer is freedom. Yet the only freedom women got is the freedom to be lonesome in life, bring up dysfunctional children and to consume. In all other respects they got enslavement. Women's life today is scheduled from cradle to grave. It has nothing to do with liberation.

Of course, this has always been the destiny of men. So, what women got, is the right to live like men. Is that a "right"? Or is it a drag?

Domanda:

4) Questo e’ il secolo nel quale le donne sono meno maltrattate. Magari dovremmo dire “la guerra contro le donne e’ finita”. Perche’ la pensa diversamente?

Risposta:

Principalmente perche’ ho esaminato un mucchio di propaganda. Penso che le donne siano state in genere trattate bene durante tutta la nostra storia. Il Femmisismo ci ha dipinto queste immagini di donne oppresse ed ha fatto del nostro passato un incubo per le donne.

Il Femminismo ci ha anche indotto l’illusione che lavorare sotto padrone sia liberta’. Cosi’ la sola liberta’ che le donne hanno e’ la liberta’ di condurre una vita solitaria, crescere bambini disadattati e consumare. Da tutti I punti di vista quel che hanno e’ schiavitu’. La vita delle donne, oggi, e’ programmata dalla culla alla fossa. Non ha niente a che vedere con la liberazione.

Naturalmente questo e’ sempre stato il destino degli uomini. Cosi’, tutto quel che le donne hanno ottenuto e’ il diritto di vivere come uomini. E’ un “diritto”? O e’ una zavorra?


---------------------------

Question:
5) Don't you think the governance of the population growth rate is an important issue? At the end of the story I think you missed the point. The reason why they let people being poisoned is only to make money and there isn't at all a particular war against women. It's more likely a war to the raising of the death age. In facts is sensible they are trying to make people pay for their pension to the private companies but to prevent them to receive the pension slowly poisoning them.

Answer:
No doubt that you have a point in your last sentences. It seems to be a trend, at least in the US, that companies empty the employee's pension savings and then go bankrupt.
Governance of population growth is fine, but be careful: The idea that we are too many people in the world has it's root in the fact that less than one percent of us own 80% of the world's resources gathering enormous richness. It may look as there is scarcity of resources for the rest - but even with this monopolistic ownership, there is enough.

The solution is of course to limit ownership, so that nobody can own or control resources beyond a certain amount. That will automatically disperse both ownership, money flow and power. Professor J.W. Smith has developed an economic model that I like. He calls it "Democratic Capitalism" - his book is available free on www.ied.info.

Population governance can never have the form of killing others. My opinion is that if anyone thinks that some must die, they have to go in front themselves. Murder is illegal and must remain illegal.

Domanda:
5) Non pensa che il controllo del tasso di crescita della popolazione sia un’argomento importante? Alla fine della fiera penso che si sbagli. La ragione per la quale lasciano che la gente sia avvelenata e’ solamente il fare soldi e non c’e’ per niente una particolare guerra contro le donne. E’ piu’ probabile che ci sia una guerra per alzare l’eta’ della morte. In fatti ha piu’ senso che cerchino di far pagare la gente per la propria pensione a compagnie private, ma che prevengano la riscossione della pensione avvelenandoli lentamente.

Risposta:

Nella sua ultima frase ha senza dubbio ragione. Sembra che la tendenza sia, almento negli Stati Uniti, che le compagnie svuotino il fondo pensione dei dipendenti per poi fallire.

Controllare il tasso di crescita della popolazione va bene, ma bisogna fare attenzione: l’idea che nel mondo siamo in troppi ha le sue radici nel fatto che meno dell’uno percento di noi possiede l’80% delle risorse mondiali, ammassando enormi ricchezze. Sembrerebbe che ci sia una scarsita’ di risorse per il resto di noi – ma persino con questa possesso monopolistico, c’e’ abbastanza.

La soluzione e’ ovviamente nel limitare la proprieta’, cosi’ che nessuno possa possedere o controllare risorse oltre un certo limite. Cio’ distribuira’ automaticamente possedimenti, gettito di denaro e potere. Il Professor J>W. Smith a sviluppato un modello economico che apprezzo. Lo chiama “Capitalismo Democratico” – il suo libro e’ disponibile gratuitamente su www.ied.info

Il controllo della popolazione non potra’ mai avere la forma dell’uccidere altri. La mia opinione e’ che chiunque pensi che alcuni debbano morire debba mettersi in prima linea da solo. L’assassinio e’ illegale e deve rimanere illegale.



Your statement: At the end of the story I think you missed the point ...

My answer: The point of my article is to show that what Big Pharma is up to, is not only money making, but also depopulation. Probably, the depopulation policy is not defined by the industry, by the industry has at least been granted political permission to exercise whatever business they can come up with. So, the industry knows that there's always a green light for poisoning women - so, they target women.

That's what I see. I might be wrong - so, what is your explanation to all this vaccination of women?

Lei afferma: Alla fine penso che si sbagli …..
La mia risposta: La finalita’ del mio articolo e’ dimostrare a cosa stia dietro “Big Pharma”: non e’ solo far soldi, ma anche ridurre la popolazione. Probabilmente la politica di depopolazione non e’ progettata dell’industria farmaceutica, ma all’industria farmaceutica e’ stata come minimo concesso permesso politico di portare avanti qualsiasi affare possa intraprendere. Cosi’, visto che l’industria sa che trovera’ sempre un semaforo verde per avvelenare le donne, prende di mira le donne.

Cosi’ e’ come vedo io la questione. Potrei sbagliarmi – ma qual e’ la sua spiegazione a tutte queste vaccinazioni di donne?

florizel
Inviato: 7/11/2007 10:36  Aggiornato: 7/11/2007 10:37
Sono certo di non sapere
Iscritto: 7/7/2005
Da: dove potrei stare meglio.
Inviati: 8195
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
Premetto che non è mia abitudine infierire contro chi non può controbattere, anche se in questo caso si tratta di aver scelto liberamente di eclissarsi dal confronto; però vorrei aggiungere qualcosa a proposito di alcune affermazioni.

Citazione:
Sono un medico, giro per internet per rilassarmi


Insomma, i contenuti dell’articolo non hanno lo scopo di “rilassare”, tutt’altro. Come per molti argomenti toccati dal sito, la discussione implica un approccio impegnativo, non è leale né corretto inficiarne la valenza tutta utilizzando una metodologia che si sofferma su aspetti parziali. Ad esempio, è legittimo dibattere sul fatto che il Tamiflu sia o non un vaccino, ma per affermare che non venga usato COME un vaccino bisogna approfondire l’aspetto politico della questione. Cosa che, per altro, pur essendo stata precisata

> "(sull'aspetto politico non mi soffermo, non è il mio mestiere...)"

non ha impedito di marchiare l’intero articolo come un “copia e incolla”, attaccandolo nella sua interezza.

Heising cerca di dimostrare come sia facile, per i gruppi di potere, finalizzare l’analisi sociale alla somministrazione del farmaco, e spacciare tutto questo per interventi “a favore” delle popolazioni mentre se ne attenta alla crescita demografica, e si risponde demolendo l’intero senso dello scritto.

E’ comprensibile che per un “medico” rendersi conto dell’uso spropositato di quei farmaci significa in qualche modo ammettere di essere una potenziale pedina nelle mani di un gruppo di pazzi; quello che non si capisce è l’irrigidimento (o la trascuratezza) sull’aspetto politico, quasi come se sminuirne la portata esulasse dal rendersene, inconsapevolmente, complici.

In questo tipo di comportamento leggo tutta la spocchia di cui è capace quella “casta” medica ufficiale abituata ad un approccio interventistico, piuttosto che analitico e preventivo, secondo cui, spesso, sono le patologie a doversi “adattare” al farmaco, e non viceversa.

D’altra parte, è questo tipo di approccio che consente di continuare ad alimentare l’interventismo circa le malattie “politiche” (come ben segnalato dal post di Paxtibi).

"Shikwati: I'AIDS è un grande business, forse il più grande dell'Africa. Non c'è nient'altro che possa generare tanti soldi in aiuti quanto i dati choccanti sull'AIDS. L'AIDS qui è una malattia politica e dovremmo essere molto scettici."

rednaCitazione:
ma il 99,9 per cento dei medici del mondo pensi che faccia studi propri o che invece gli studi vengono fatti da 'determinati orgnaismi' che poi fanno capo ai soliti o no?


Mi pare un ottima considerazione.

"Continueremo a fare delle nostre vite poesie, fino a quando Libertà non verrà declamata sopra le catene spezzate di tutti i popoli oppressi". Vittorio Arrigoni
florizel
Inviato: 7/11/2007 10:50  Aggiornato: 7/11/2007 10:50
Sono certo di non sapere
Iscritto: 7/7/2005
Da: dove potrei stare meglio.
Inviati: 8195
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
"tutto quel che le donne hanno ottenuto e’ il diritto di vivere come uomini. E’ un “diritto”? O e’ una zavorra?"

Straquoto. Precisando (e spero di non allontanarmi troppo dal topic) che parte del movimento femminista, in origine, rivendicava una "liberazione" diversissima da quella concezione modernamente "paritaria" proposta dal mondo politico internazionale, evidenziando esattamente i pericoli insiti nell'integrazione del genere femminile negli stessi meccanismi di cui sono schiavi anche gli uomini.

La guerra contro le donne continuerà finchè non saranno, in questo caso, raggiunti gli scopi prefissi: intervenire sulla capacità riproduttiva sarebbe il mezzo più efficace per raggiungerli.

"Continueremo a fare delle nostre vite poesie, fino a quando Libertà non verrà declamata sopra le catene spezzate di tutti i popoli oppressi". Vittorio Arrigoni
etrnlchild
Inviato: 7/11/2007 11:18  Aggiornato: 7/11/2007 11:18
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 1/10/2007
Da:
Inviati: 1200
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
Ho fatto leggere l' articolo a mia moglie che e' medico e ne abbiamo discusso.
Le conclusioni:
Riguardo l' HPV il vaccino (a scopo di prevenzione) si fa' alle bambine perche' lo scopo e' quello di prevenire che vengano infettate dal virus a seguito dei primi rapporti sessuali, che sono l' unico mezzo di trasmissione di questo virus.Quindi si somministra alle donne prima che abbiano presumibilmente rapporti sessuali.

Riguardo l' HCG e' un' ormone che viene prodotto dal trofoblasto, quella parte dell' uovo fecondato in via di accrescimento da cui si sviluppera' la placenta e gli annessi fetali (sacco ammniotico, etc...).
Quindi e' un prodotto del nostro organismo facente parte del nostro codice genetico quindi non estraneo (come invece sono gli antigeni di malattie tipo tetano, difterite etc..). Se la somministrazione di HCG generasse anticorpi, allo stesso modo anche una normale gravidanza (che manda in circolo HCG) dovrebbe generare gli stessi anticorpi e conseguentemente portare a morte i feti nelle gravidanze successive.
D' altra parte e' logico pensare che l' organismo non generi anticorpi nei confronti di suoi prodotti, tranne nei casi particolari di alcune malattie autoimmunitarie come ad es le tiroiditi.

Sembra improbabile quindi che la somministrazione di HCG determini aborti dei feti a venire.

Il punto forse da riconsiderare e' associare un' eventuale azione di vaccinazione di massa al progetto di depopolazione.
La diminuizione delle nascite in Europa e in Italia si puo' attribuire probabilmente piu' a condizioni socio-economiche sfavorevoli e all' innalzamento dell' eta' media alla quale le donne decidono di avere figli con conseguente diminuizione della fecondita'.Pensiamo a quanti aborti volontari
vengono effettuati e la diffusione dell' utilizzo della pillola anticoncezionale gia' in giovane eta'.

Mi sembrano obbiettivamente argomentazione ragionevoli.

"Lo spirito del guerriero non conosce né il lasciarsi andare né il lagnarsi, né conosce il vincere o il perdere."
redna
Inviato: 7/11/2007 11:53  Aggiornato: 7/11/2007 11:53
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
etnrchild

ma alla domanda: perchè sempre alle donne? non si è ancora risposto.

Faccio presente che è la donna che fa indistintamente maschi e femmine.
Quindi il vaccino alla donna trasporta sia a maschi che a femmine quello che è stato iniettato.

Quindi razionalmente si DOVREBBE pensare che NON BISOGNA interevenire con vaccini.
Se questo invence è UNIVERSALMENTE accettato affermo che è perchè il GENERE UMANO non interessa.

Voglio solo precisare che malgrado la scienza medica continui a parlarci dei successe, non è ancora in grado di sapere al 100%la composizione del sangue e che il genoma umano o DNA è ancora,in linea di massima, lingua sconosciuta.

Ovviamente il 99,9 per cento dei medici dirà il contario.
Mi fido della restante percentuale.
Da qui si può notare che nella m....a nuotiamo tranquillamente e la chiamiamo, al 99,9% .....profumo.

PS-pensiamo a quanto aborti volontari vengono fatti
----Ecco una buona ragione per cui si possono fare fare aborti anche con altri mezzi...????

e l'utilizzo della pillola anticoncezionale in giovane età
---
La pillola anticoncezionale è data dal medico.
Nessuna si prende la pillola se non la prescrive il medico .
La pillola viene data anche per l'acne (e anche ad insaputa....)per questo in giovane età.

PPSS- a nessuno è mai venuto in mente di chiedersi perchè non si va a monte della questione???
Per esempio se gli uomini NON FOSSERO fertili non servirebbero nè pillole, nè anticoncezionali, nè vaccini....
Allora richiedo: perchè solo la donna viene presa di mira?

Per quanto ci si scaldi a dare spiegazioni "tecniche" nessuna è valida perchè "un individuo" ci rimetta la pelle per un vaccino.
E pare che nemmeno i maschi,alla luce dei fatti, siano esenti.
E lo sapete bene che sono proprio maschi che subiscono i maggiori traumi dai trattamenti medici e dalle ecografie.

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
etrnlchild
Inviato: 7/11/2007 12:34  Aggiornato: 7/11/2007 12:34
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 1/10/2007
Da:
Inviati: 1200
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
@redna

Credo che non dobbiamo lasciarci trasportare dall' emotivita'.
I vaccini tradizionali non si trasmettono ai figli...
Il vaccino contro il cancro della cervice viene somministrato solo alle donne perche' l' utero ce l' avete (purtroppo o per fortuna) solo voi

Credo che se si volesse perseguire un progetto di depopolazione si dovrebbero coinvolgere obbiettivamente sia maschi che femmine per avere maggior certezza del risultato. Non mi sembra una questione di tecnicismi ma di buon senso logico.

Capisco che c'e' la tendenza sempre ad estremizzare, ma cerchiamo di non abbandonare il buon senso. Pur essendo convinto della lobbie della Big Farma (per ragioni economiche), e l' inutilita' o la dannosita' di molti medicinali non per
questo vanno demonizzata tutta la medicina. La pennicillina risulta ancora efficace contro la polmonite.

Che il problema delle condizioni di salute del III mondo non si risolvono con i vaccini siamo d' accordo.
Per me il motivo e' solo economico, e tenere questa gente costantemente in "debito" e in condizioni di sottosviluppo.
Il concetto espresso chiaramente dall' articolo e' quello di una macchinazione della Big Farma rivolta esclusivamente alle donne, utilizzando vaccinazioni di massa per obbiettivi di depopolazione, e' questo che stiamo discutendo e che forse e' da rivedere un' attimo. Da qui a dire che tutti i farmaci sono manna dal cielo ce ne passa. Credo che sia saggio evitare generalizzazioni (alle quali tutti noi soggetti al bias di conferma siamo sempre sottoposti )

Come sempre"in medio stat virtus", (sti latini ci beccano sempre )

PS:Comunque nonostante tutto io vorrei rinascere donna al 100% , tanto mo con l' epidurale fare i figli e' una passeggiata

"Lo spirito del guerriero non conosce né il lasciarsi andare né il lagnarsi, né conosce il vincere o il perdere."
redna
Inviato: 7/11/2007 12:57  Aggiornato: 7/11/2007 12:57
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
etrnchild

non capisco perchè ogni volta bisogna dare una specifica connotazione a quello che si scrive.Questa volta è l'emotività...


Ma dare una risposta sul perchè nel terzo mondo non debellano la malaria (con gli stessi dollari...) e invece vaccinano le donne....non se ne parla nemmeno...

Comunque ti posso dire che TUTTI I VACCINI SI TRASMETTONO ai figli.
Gli studi sono fatti dai soliti. Tutti credono A LORO.


Il 99,9% approva.

Se hai letto qualche settimana fa articoli che dicono che negli USA i ragazzini diciamo....non sono poi tanto....intelligenti....perchè pensi che sia???

Perchè mangiano da mc donald???
---
PS- se dici che vorresti nascere donna pechè tanto con l'epidurale è facile far figli.... scusa sai, ma non hai capito un c......o!!!!

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
Davide71
Inviato: 7/11/2007 13:05  Aggiornato: 7/11/2007 13:05
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/7/2006
Da:
Inviati: 2108
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
Rispondo alla domanda postami dall'autore, anche se penso che lui non lo verrà a sapere mai.
Innanzitutto i tassi di crescita della popolazione sono diminuiti nei paesi occidentali per una semplice ragione: mancanza di risorse.
Tutti i manuali scientifici riportano il fatto che una popolazione non può crescere indefinitamente, ma si deve prima o poi confrontare con una riduzione di risorse. Nel caso della popolazione occidentale non si fa riferimento solo al cibo (mica siamo batteri), ma soprattutto agli standard di vita che é socialmente accettato concedere ai propri figli, e che non tutti possono offrire.
Perciò penso che l'autore, sul punto specifico, non abbia le idee chiare.

Per quanto riguarda i paesi del Terzo mondo io ritengo che lo scopo delle vaccinazioni sia proprio quello di provocare una crescita esplosiva della popolazione. Ricordo che gli americani hanno la spiacevole tendenza a destabilizzare politicamente i paesi con cui vengono in contatto per potersi insinuare e alla fine governarli loro.
Provocare una crescita esplosiva della popolazione é un ottimo metodo.
Ricordo anche che gli americani hanno usato spesso il ricatto alimentare nei confronti dei Paesi del Terzo Mondo, nel senso che in quei paesi si coltiva (meglio: impongono la coltivazione di) solo un vegetale, per es. cacao, mentre loro avevano il monopolio della produzione del grano...

In conclusione io ritengo che il Kissinger memorandum si sia scontrato con una realtà di avidità di denaro che rende molto più allettante la crescita sregolata della popolazione, con l'intento di avere molta gente affamata e perciò arrendevole. Non solo, ma gente affamata é gente suscettibile alle malattie, e quindi possibile oggetto delle campagne di beneficenza offerte dai generosi paesi occidentali.
Questa mia impressione é confermata dal fatto che il Messico ha vissuto solo recentemente (mi pare negli anni '80) il suo boom di crescita della popolazione, proprio in corrispondenza del periodo di maggior adesione alla politica economica liberista imposta dagli Stati Uniti.
Questo é solo un esempio certamente, ma alla fin fine qui i casi sono 2: o quelli hanno fallito miseramente oppure non ci hanno mai provato e anzi puntavano da tutt'altra parte.

Non date le perle ai cani e ai porci perchè non le mangeranno e vi si rivolteranno contro.
etrnlchild
Inviato: 7/11/2007 14:10  Aggiornato: 7/11/2007 14:10
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 1/10/2007
Da:
Inviati: 1200
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
Citazione:
omunque ti posso dire che TUTTI I VACCINI SI TRASMETTONO ai figli.

Cioe' se mi vaccino contro il tetano o il morbillo anche mio figlio risulta vaccinato ?
Citazione:
e hai letto qualche settimana fa articoli che dicono che negli USA i ragazzini diciamo....non sono poi tanto....intelligenti....perchè pensi che sia???


La televisione & co ?

Citazione:
se dici che vorresti nascere donna pechè tanto con l'epidurale è facile far figli.... scusa sai, ma non hai capito un c......o!!!!

Perche' ?

"Lo spirito del guerriero non conosce né il lasciarsi andare né il lagnarsi, né conosce il vincere o il perdere."
cherubino
Inviato: 7/11/2007 14:23  Aggiornato: 7/11/2007 14:24
Mi sento vacillare
Iscritto: 1/6/2006
Da: Haute-Normandie
Inviati: 430
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
REDNA: Voglio solo precisare che malgrado la scienza medica continui a parlarci dei successe, non è ancora in grado di sapere al 100%la composizione del sangue e che il genoma umano o DNA è ancora, in linea di massima, lingua sconosciuta. Ovviamente il 99,9 per cento dei medici dirà il contario.

[Il fatto che tu non conosca la "composizione del sangue" e la "lingua (!) del genoma umano o DNA" non vuol dire che altri (magari solo un ATTIMINO più addentrati di te in questa materia) non possano saperla...]

Ma ho deciso, grazie a questo tuo illuminante post: da oggi mi converto. Da oggi, non c'è che una verità per me: solo il frutto di anni ed anni di ricerche libere ed incondizionate svolte dallo 0,1% dei medici che hanno a disposizione dei laboratori privati e segretissimi nello scantinato di REDNA: solo vaccini che passano (!) dai genitori ai figli, solo pillole anticoncezionali date ad insaputa delle pazienti, solo malattie che si adattano ai farmaci. Non c'è più polemica: i tuoi argomenti e le tue dimostrazioni sono imbattibili, mi hanno sinceramente e definitivamente convinto, e infine scusami se mi sono permesso di pormi a tu per tu con un pilastro della scienza mondiale come te.

redna
Inviato: 7/11/2007 14:32  Aggiornato: 7/11/2007 14:47
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
cioè se mi vaccino contro il tetano o il morbillo anche mio figlio risulta vaccinato?
---
No, ed è chiaro non potrebbe essere altrimenti a vaccini a chi li vndono più...
Quello che intendevo dire è che tutto QUELLO che c'è nel vaccino passa al figlio ...Il mercurio per esempio, non è nel vaccino???
O virus modificati???
Dove vuoi che vadano se sono dal corpo di una donna in gravidanza al nascituro???

la televisione &co?
---
O piuttosto quello che <<hanno dentro>> con le vaccinazioni che arrivano ormai fino al cervello??????Certamente la tv aiuta e diventa, come in questo caso, un bell'alibi...

perche?
---
Perchè lo scopo di una donna (e di un uomo...) non è fare figli.
Questo lo si può volere o meno.

Considerato a quello che si va incontro nel 2007 si dovrebbe seriamente considerare in che mondo si lasciano.Per cui è meglio uno e curato dai genitori che tre o quattro lasciati in giro...

Non ha importanza farli con o senza dolore.L'importante è che si sappia che si mettono al mondo esseri umani, non replicanti!!!!!

cherubino
niente conversioni. E poi conversioni a chi????

Per quanto riguarda <<il linguaggio>> del genoma umano e del DNA dovrai convenire che si chiamano <<letterine>> quello che viene chimato DNA spazzatura.Cioè tempo fa lo chimavano così, ora hanno capito che le letterine sono fondamentali.
E questo perchè il <<linguaggio>> non lo si è capito.
Per cui l'OGM fatto su basi sbagliate.....fa tu i conti!!!!

Cherubino
non so se hai capito che io al 99,9% non credo, pertanto se tu credi al quella percentuale, io credo alla restante.
E'chiaro che è più facile stare dalla parte della ...diciamo..<<maggioranza>>.E ti assicuro che non ho neanche lo scantinato.
Ma se tu stai con il 99,9% perchè ti scaldi tanto???Conosci i più addentrati, i soloni della scienza, quelli che <<guariscono tutti>> ...buona fortuna!!!!!

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
etrnlchild
Inviato: 7/11/2007 15:29  Aggiornato: 7/11/2007 15:29
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 1/10/2007
Da:
Inviati: 1200
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
Citazione:
Considerato a quello che si va incontro nel 2007 si dovrebbe seriamente considerare in che mondo si lasciano.

A sentire questo direi che il metodo psicologico abbia piu' effetto sul controllo delle nascite che non qualsiasi vaccino.

Comunque sono d' accordo e i dubbi vengono, considerando che ne ho due (di figli), ma essendo la cosa migliore che ho fatto fin' ora nella mia vita, credo rifarei a discapito del poco roseo futuro in questo frangente.

Al momento non noto in loro segni di stupidità conclamata, speriamo bene.

Io non credo a nessuno e non mi fido di nessuno nè del 99% nè del 1%, cerco con tutti i limiti di ragionare con la mia testa e nella mia piccola esperienza il dubbio e' l' unica certezza.

Cerco di evitare (non senza difficolta') estremismi, e cerco luoghi dove il buon senso e' il padrone di casa, come spero sia questo.

"Lo spirito del guerriero non conosce né il lasciarsi andare né il lagnarsi, né conosce il vincere o il perdere."
erik
Inviato: 7/11/2007 16:04  Aggiornato: 7/11/2007 16:54
Mi sento vacillare
Iscritto: 1/10/2007
Da:
Inviati: 430
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
Le risposte dell'autore mi confermano nella mia bassa opinione. Non voglio perder tempo a commentare la sua aberrante visione politica, che ne fa la controparte danese di Blondet. Il metodo adottato è quello di sposare un teorema, e poi piegare qualsiasi dato in modo da confermare il teorema. Le tendenze demografiche dell’ultimo secolo, fenomeno ampio e complesso che però non rappresenta un grosso mistero per nessun esperto in demografia, vengono ricondotte a un unico fattore: la volontà dei Rockefeller, evidentemente unica spiegazione alla portata di certi menti limitate che di fronte a qualsiasi evento sanno solo gridare “Chi è stato? Chi è il responsabile?” (vedi alla voce “animismo”). Se la natalità cala è perché i Rockefeller vogliono diminuire la popolazione (non si spiega però perché sia crollata anche la mortalità). Nel Terzo Mondo abbiamo l’esatto opposto (mortalità e natalità entrambe alte) e questo si spiega ancora con la volontà dei Rockefeller: tengono artificialmente alta la mortalità ma nello stesso tempo non riescono a frenare la natalità. Insomma, non si fa altro che aggiungere ipotesi ad hoc che alla fine rendono la teoria non suscettibile di falsificazione (vedi alle voci “Popper” e “falsificazionismo”). Idem per il discorso sul capitalismo ormai alla frutta (ma dove? Va beh, ne riparliamo fra 50 anni). Insomma, se esce testa ho vinto io, se esce croce hai perso tu. Il dialogo con queste persone è assolutamente inutile.

soleluna
Inviato: 7/11/2007 21:05  Aggiornato: 7/11/2007 21:05
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 29/3/2005
Da: orbita di Anarres
Inviati: 1309
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
etrnlchild Citazione:
PS:Comunque nonostante tutto io vorrei rinascere donna al 100% , tanto mo con l' epidurale fare i figli e' una passeggiata


Crescerli però molto meno

davide71 Citazione:
Innanzitutto i tassi di crescita della popolazione sono diminuiti nei paesi occidentali per una semplice ragione: mancanza di risorse.
Tutti i manuali scientifici riportano il fatto che una popolazione non può crescere indefinitamente, ma si deve prima o poi confrontare con una riduzione di risorse. Nel caso della popolazione occidentale non si fa riferimento solo al cibo (mica siamo batteri), ma soprattutto agli standard di vita che é socialmente accettato concedere ai propri figli, e che non tutti possono offrire.
Perciò penso che l'autore, sul punto specifico, non abbia le idee chiare.


Però forse qui stiamo confondendo i piani.

Una cosa sono le risorse necessarie: casa, abiti, cibo, con quello che consuma un bambino oggi nei capitoli di spesa citati se ne potrebbero crescere almeno 3 decentemente, nessuno avrebbe una stanza singola, nessuno almeno 5 paia di scarpe nuove e sarebbero sicuramente normopeso, visto che l'obesità infantile è decisamente in aumento.

Altro piano è quello culturale, ma qui non si tratta più di risorse, ma di una "pensiero" differente riguardo le stesse.

Pat

"perche' ballate e vi fate l'acconciatura, visto che qua e' impossibile anche comprare da mangiare?"
"perche' magari oggi e' l'ultimo giorno che viviamo, e vogliamo amarlo quanto piu' possibile"
Grozny
etrnlchild
Inviato: 7/11/2007 21:25  Aggiornato: 7/11/2007 21:25
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 1/10/2007
Da:
Inviati: 1200
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
solelunaCitazione:
-Crescerli però molto meno


Senza dubbio, ma quello solitamente si dovrebbe fare in due

"Lo spirito del guerriero non conosce né il lasciarsi andare né il lagnarsi, né conosce il vincere o il perdere."
soleluna
Inviato: 7/11/2007 21:35  Aggiornato: 7/11/2007 21:35
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 29/3/2005
Da: orbita di Anarres
Inviati: 1309
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
etrnlchild Citazione:
Senza dubbio, ma quello solitamente si dovrebbe fare in due


Se le mie cognizioni di genetica non sono così errate, anche la prima parte necessita il due per produrre l'uno

Pat

"perche' ballate e vi fate l'acconciatura, visto che qua e' impossibile anche comprare da mangiare?"
"perche' magari oggi e' l'ultimo giorno che viviamo, e vogliamo amarlo quanto piu' possibile"
Grozny
redna
Inviato: 7/11/2007 23:46  Aggiornato: 7/11/2007 23:46
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
Cerco di evitare (non senza difficoltà) estremismi, e cerco luoghi dove il buon senso è il padrone di casa, come spero sia questo.
---
Non è estremismo dire che i vaccini fanno male e si fanno alle donne e, vedi caso ora, anche alle donne incinte.
Non capisco cosa intendi per estremismo in questo caso....oppure percepisci che c'è una forma di estremismo nel dire questo...probabilie.
Fidarsi del 99 o dell'1% non è che risolva il problema.Tanto capisci subito che è il 99%,volenti o nolenti, che impone anche a chi non vuole il suo diktat.
Certo che anche a me piacerebbe non pensare che il mondo è strutturato in una certa maniera....Non l'ho fatto io così, non l'ho nemmeno voluto.
E il nostro mondo, qualsiasi mondo, potrebbe essere DIVERSO da quello che è.
Un pensiero di Gautama Buddha
<<tutto ciò che siamo è il risultato di ciò che abbiamo pensato>>.

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
dr_julius
Inviato: 8/11/2007 20:46  Aggiornato: 8/11/2007 20:46
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/8/2006
Da:
Inviati: 1637
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
Mah...

almeno abbiamo imparato questo: che la Guerra al Terrore ha il suo programma per la depopolazione spargendo uranio impoverito nella nostra atmosfera.


Mi chiedo anche, visto che Rockfeller è morto, se non ci sia un altro rapporto o memorandum di Kissinger... chissà quante cose interessanti potremmo scoprire! Avrà o no aggiornato i suoi piani?





Per rifornire di elettricità un terzo dell’Italia, un’area equivalente a 15 centrali nucleari da un gigawatt, basterebbe un anello solare grande come il raccordo di Roma. (Carlo Rubbia)
etrnlchild
Inviato: 8/11/2007 21:29  Aggiornato: 8/11/2007 21:29
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 1/10/2007
Da:
Inviati: 1200
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
Citazione:
redna-Perchè lo scopo di una donna (e di un uomo...) non è fare figli.


Forse...nel qual caso tu ed io non staremmo qui a cercare di salvare il mondo.

"Lo spirito del guerriero non conosce né il lasciarsi andare né il lagnarsi, né conosce il vincere o il perdere."
redna
Inviato: 9/11/2007 0:21  Aggiornato: 9/11/2007 0:21
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
Forse...nel qual caso tu ed io non staremmo qui a cercare di salvare il mondo.
---
Nessuno può essere libero se costretto ad essere simile agli altri.
(Oscar Wilde)

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
Orwell84
Inviato: 15/11/2007 10:54  Aggiornato: 15/11/2007 10:54
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 7/3/2006
Da: Ground Zero
Inviati: 1114
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne


Per chi volesse ulteriore materiale su Prison Planet c'è un intero *archivio sulle vaccinazioni, sulle loro conseguenze e le speculazioni che ci sono dietro.

Segnalo alcuni articoli:

*Parents Must Immunize Their Children Or Go To Jail

1,600 school children and their parents have been ordered to appear in circuit court this Saturday where health workers will immediately force them to receive required shots. Parents who don't bring their children to court for the shots are to be jailed.

*Mercury, Autism and the Global Vaccine Agenda [Video - 1:31']

David Ayoub, M.D. outlines the link between mercury and autism as well its connections to “National Security Study Memorandum 200” [*1]; for population control. Showing its shocking connections to today’s G.A.V.I. Are powerful forces really trying to help the poor people or could it be for another agenda; the sterilization of the poor? This is an upsetting video, so brace yourself.


*Vaccination - The Hidden Truth [Video]

This is the shocking but extremely informative video documentary Vaccination - The Hidden Truth (1998) where fifteen people, including Dr. Viera Scheibner (a PhD researcher), five medical doctors, and other researchers, reveal what is really going on in relation to illness and vaccines. Ironically, the important facts come from orthodox medicine's own peer-reviewed research. With so much government and medical promotion of vaccination for prevention of disease, the video is clearly devoted to presenting the other side of the issue that parents and others are not being told. The result is a damning account of the ineffectiveness of vaccines and their often harmful effects.

*Critics ask why flu shot doesn't match strain: Mercury in vaccine found to be 250 times higher than recommended

[...]Yet the Advisory Committee for Immunization Practices has issued a warning, passed along by the CDC, that "all children aged 6 [months] to 23 months and pregnant women in their second and third trimester" receive the inactive influenza vaccine – which contains a full 25 micrograms of mercury – 250 times the limit the EPA recommends for tuna-lovers.[...]

*Bush To Veto Ban On Mercury In Vaccines

President Bush is to veto a bill that would ban mercury in flu vaccines for children despite its known links to autism and other neurological disorders and despite the fact that he pledged in 2004 to support such a move when campaigning for re-election.

The White House stated on Tuesday that President
Bush would veto the FY 2008 HHS-Labor-Education Appropriations Bill because of the cost and "objectionable provisions" such as a measure to ban the use of childhood flu vaccines that contain thimerosal, a mercury-based preservative, a press release from Autism advocacy group Safe Minds on the PRNewswire-USNewswire states [...]


*Study Shows Decline in Neurodevelopmental Disorders After Removal of Thimerosal-Containing Vaccines

A new study published today (3/1/06) shows that the rate of neurodevelopmental disorders (NDs) in children has decreased following removal of thimerosal, a preservative containing the neurotoxin mercury, from American childhood vaccines.[...]

*Polio Vaccines Are Causing Cancer

[...] Dr. Mercola's Comment:
Amazing that the polio vaccine seems ever more linked to cancers, especially in children. The evidence seems quite clear yet most continue to go down the path of blindly trusting the traditional paradigm to “save” them from disease through the use of vaccinations.

This should outrage nearly anyone that reads this. We trusted these experts to provide us with protection from polio and instead they planted the seeds of a deadly cancer that would kill over 20,000 a year in the United States.[...]


Japan's Great Lesson: Compulsary flu vaccines reveal no benefit and actually cause more Flu and Vaccine related deaths

*UK Government In Secret Payments For Childhood Vaccine Damage

Secret payments to patients disabled by childhood vaccines are revealed today. New figures show the Government has paid out £3.5 million to families who claim their children fell sick after jabs.

Over the years, up to 30,000 people have battled for compensation, with only a handful winning their cases. The payouts - all made since 1997 - were revealed under the Freedom of Information Act. But ministers refuse to say which injections were involved - claiming such records are not kept.

The money was paid under a little-known government scheme for patients who have suffered adverse effects from immunisations. [...]



Buona lettura

echse
Inviato: 17/11/2007 19:13  Aggiornato: 17/11/2007 19:13
So tutto
Iscritto: 12/5/2006
Da: cagliari
Inviati: 1
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
non avevo mai scritto finora nonostante sia iscritta da un pò e legga costantemente gli articoli.
Ma questo è davvero sconcertante e soprattutto credibile.
Contro le donne continuano a perpetrarsi le persecuzioni più bieche e riprovevoli.Vedi l'Iran.
Ma la cosa che più mi ha fatto riflettere è l'essere considerate solo come delle fattrici..alla stregua delle galline da batteria( povere anche loro).

dr_julius
Inviato: 18/11/2007 1:10  Aggiornato: 18/11/2007 1:10
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/8/2006
Da:
Inviati: 1637
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
Benvenuta echse.

Non tutti la pensano come dici tu (per fortuna!)


Un omaggio a tutte le donne di Luogocomune!




Per rifornire di elettricità un terzo dell’Italia, un’area equivalente a 15 centrali nucleari da un gigawatt, basterebbe un anello solare grande come il raccordo di Roma. (Carlo Rubbia)
redna
Inviato: 18/11/2007 10:53  Aggiornato: 18/11/2007 10:53
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
Non tutti la pensano come dici tu (per fortuna!)
---
Senza dubbio gli uomini,per forza di cose,non la pensano così.
Ma bisognerebbe capire cosa significa, realmente.


Un saluto ad echse...di buon proseguimento.

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
florizel
Inviato: 8/12/2007 12:10  Aggiornato: 8/12/2007 12:15
Sono certo di non sapere
Iscritto: 7/7/2005
Da: dove potrei stare meglio.
Inviati: 8195
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
"La campagna vaccinale contro il tumore del collo dell’utero dovrebbe partire nei prossimi mesi ed interesserà 28Omila ragazze. La spesa a carico del Servizio sanitario nazionale è stata calcolata essere di 75 milioni, ma è presumibile che sia minore considerando che l’accettazione all’offerta di vaccinazione non sarà del 100%."

"Le ragazze di età superiore ai 12 anni e le donne adulte che vogliano vaccinarsi potranno comunque farlo a loro spese acquistando il vaccino in farmacia con la prescrizione del medico ed anche in questo caso si tratterà di un investimento economico appropriato per la salute individuale della donna che sceglie di vaccinarsi. Il medico di medicina generale ha un ruolo fondamentale nel determinare il successo della campagna vaccinale contro l’HPV spiegando alle ragazze ed alle madri l’utilità della vaccinazione. Egli dovrà farsi promotore attivo della vaccinazione specie nelle donne dai 12 ai 25 anni, che non hanno mai avuto o hanno minori probabilità di esser venute in contatto con l’HPV. "

Notare l'uso "preventivo" dei vaccini, come secondo la logica degi attacchi preventivi e delle guerre umanitarie.

Il tutto, "gentilmente" offerto dall'Onda, l'Osservatorio nazionale sulla salute della donna, per la diagnosi precoce del tumore alla cervice uterina.

E chi sostiene questo ente, l'Onda? Costoro.

La proposta della Turco è quella di somministrare il vaccino in forma GRATUITA alle dodicenni.

"...le ragazze di 12 anni sono circa 280 mila e saranno chiamate a una vaccinazione con una dose iniziale e due richiami entro i 6 mesi dalla prima."

Unire i puntini.

"Continueremo a fare delle nostre vite poesie, fino a quando Libertà non verrà declamata sopra le catene spezzate di tutti i popoli oppressi". Vittorio Arrigoni
carloooooo
Inviato: 8/12/2007 12:17  Aggiornato: 8/12/2007 12:17
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 9/7/2006
Da: marca gioiosa et amorosa
Inviati: 1386
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
Citazione:
Notare l'uso "preventivo" dei vaccini


Scusa Flo, ma un vaccino non è "preventivo" per definizione?

Carlo

blackbart
Inviato: 8/12/2007 12:43  Aggiornato: 8/12/2007 12:43
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 13/10/2007
Da:
Inviati: 1224
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
Citazione:
Unire i puntini


aiutaci tu, per favore..

florizel
Inviato: 8/12/2007 14:42  Aggiornato: 8/12/2007 15:00
Sono certo di non sapere
Iscritto: 7/7/2005
Da: dove potrei stare meglio.
Inviati: 8195
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
Citazione:
ma un vaccino non è "preventivo" per definizione?


Certo, Carlo, ma se si parla di vaccino contro patologie di natura batterica, è un conto. Se si parla di "incidenza" tumorale al collo dell'utero, è altra cosa.

Immagino che sia più giustificabile l'uso di vaccini contro una malattia contagiosa, piuttosto che sull'eventuale incidenza di tumori al collo dell'utero presso un enorme numero di donne come quello riportato nell'articolo.
Nel primo caso, il vaccino servirebbe ad impedire il contagio, sulla base di qualcosa di concreto: ad esempio, se c'è in giro un virus influenzale, è ipotizzabile che un gran numero di persone possano essere contagiate.
Ma nel secondo caso, la campagna si fonda su pure IPOTESI.

Mi dirai che il cancro di cui si parla sarebbe provocato dal virus Hpv, ovviamente.

Si tratta di questo.

Non mi risulta che quel tipo di degenerazione del tessuto porti inevitabilmente al cancro.

Da questa considerazione non è esclusa la metodologia "sanitaria" ufficiale: al di là di come viene curato il cancro, è sempre più evidente come le "malattie" si diano ormai per scontate ed inevitabili; come l'uso e la prescrizione di farmaci (talvolta a prescindere dalla loro reale efficacia) si sia fatto sempre più disinibito; e nel caso della suddetta campagna, appare chiarissimo, almeno a me, il suo tono terroristico.

Quando, poi, l'iniziativa è sostenuta da sigle come quelle, credo che sia assolutamente doveroso fare luce sull'aggettivo "preventivo".

L'intero thread parla da solo, tra l'altro.

blackbartCitazione:
aiutaci tu, per favore..


Ma come, un utente "navigato" come te che chiede aiuto? Andiamo...

"Continueremo a fare delle nostre vite poesie, fino a quando Libertà non verrà declamata sopra le catene spezzate di tutti i popoli oppressi". Vittorio Arrigoni
fiammifero
Inviato: 8/12/2007 14:51  Aggiornato: 8/12/2007 14:51
Sono certo di non sapere
Iscritto: 28/2/2005
Da: ROMA
Inviati: 5691
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
negli anni ' 90, l 'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS, ossia l'ONU) lanciò una vasta campagna per vaccinare contro il tetano le donne delle Filippine, Messico e Nicaragua, fra i 15 e i 45 anni.
il Comite pro Vida,fece esaminare il vaccino fornito dall'OMS gratuitamente e generosamente alle donne di età fertile: e scoprì che esso conteneva gonadotropina corionica umana, un ormone naturale che, attivato dal germe attenuato del tetano contenuto nel vaccino, stimolava speciali anticorpi che rendevano incapaci le donne di portare a termine la gravidanza , dall' antisemita Blondet

Citazione:
le cose di cui ci sentiamo assolutamente certi non sono mai vere (Oscar Wilde)
carloooooo
Inviato: 8/12/2007 15:01  Aggiornato: 8/12/2007 15:01
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 9/7/2006
Da: marca gioiosa et amorosa
Inviati: 1386
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
Citazione:
Certo, Carlo, ma se si parla di vaccino contro patologie di natura batterica, è un conto. Se si parla di "incidenza" tumorale al collo dell'utero, è altra cosa.


Magari mi sono perso qualcosa, ma non era un virus a causare quel tumore?

Carlo

florizel
Inviato: 8/12/2007 15:20  Aggiornato: 8/12/2007 15:22
Sono certo di non sapere
Iscritto: 7/7/2005
Da: dove potrei stare meglio.
Inviati: 8195
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
Citazione:
ma non era un virus a causare quel tumore?


Ho editato il post precedente, ed aggiorno con due link, i cui toni sembrano completamente differenti.

"L'Istituto Europeo di Oncologia annuncia l'avvio di uno studio clinico controllato per valutare l'azione del vaccino contro il Papilloma virus (HPV), responsabile del tumore del collo dell'utero, su 1000 ragazze di 18 anni.

Già somministrato gratuitamente alle dodicenni per recente decreto del Ministero della Salute, quello contro l'HPV è il primo vaccino anticancro della storia, destinato a debellare la seconda forma tumorale più diffusa nella donna che, solo in Italia, ogni anno colpisce 3.700 donne e ne uccide 1.800.

Tra tutti gli agenti infettivi che sono all'origine dello sviluppo di tumori, l'HPV è quello che ne causa il maggior numero nel mondo: 550.000 all'anno."


"Si tratta inoltre di un virus molto comune, con cui viene in contatto la stragrande maggioranza della popolazione tramite i rapporti sessuali. Proteggendoci contro quattro tipi di HPV - due dei quali oncogeni e i due benigni che stanno all'origine dei condilomi – il vaccino eliminerà il 60-70% dei tumori del collo dell'utero ed il rischio di sviluppare i condilomi, un'infezione molto diffusa dell'area genitale."

Qui, invece, l'inevitabile rischio che avvenga una trasformazione della patologia in cancro, sembra ridimensionato:

"Almeno l’80% delle donne adulte sessualmente attive diventa infetta da un numero ³1 di tipi di HPV genitale allo stesso tempo. Tuttavia, solo una piccola parte delle donne esposte alla infezione da HPV svilupperà un cancro del basso tratto genitale. L’infezione da HPV è un evento di una lunga scalinata che porta al cancro ed è improbabile che da sola sia sufficiente alla trasformazione maligna dell’epitelio del tratto anogenitale. Altri cofattori come il fumo di sigaretta e il sistema immunitario giocano un ruolo importante...

Altri tipi di HPV (per es. 16, 18, 31 e 45) sono fortemente associati alla displasia intraepiteliale anogenitale e al carcinoma squamocellulare. L’HPV 16 è particolarmente associato al cancro cervicale e vulvare, mentre il tipo 18 è più associato all’adenocarcinoma della cervice."


Nel primo, si parla di "virus molto comune".

Nel secondo, si dice che solo una piccola parte di donne affette dal virus sviluppa un cancro.

"Continueremo a fare delle nostre vite poesie, fino a quando Libertà non verrà declamata sopra le catene spezzate di tutti i popoli oppressi". Vittorio Arrigoni
etrnlchild
Inviato: 8/12/2007 15:48  Aggiornato: 8/12/2007 15:48
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 1/10/2007
Da:
Inviati: 1200
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
@florizel Citazione:
Certo, Carlo, ma se si parla di vaccino contro patologie di natura batterica, è un conto. Se si parla di "incidenza" tumorale al collo dell'utero, è altra cosa.Immagino che sia più giustificabile l'uso di vaccini contro una malattia contagiosa, piuttosto che sull'eventuale incidenza di tumori al collo dell'utero presso un enorme numero di donne come quello riportato nell'articolo.
Nel primo caso, il vaccino servirebbe ad impedire il contagio, sulla base di qualcosa di concreto: ad esempio, se c'è in giro un virus influenzale, è ipotizzabile che un gran numero di persone possano essere contagiate.
Ma nel secondo caso, la campagna si fonda su pure IPOTESI.


(Scrive la moglie di etrnlchild, anatomopatologo)

I vaccini sono rivolti verso batteri e virus.
Il cancro del collo dell'utero e' causato dall'infezione del virus HPV, il quale si trasmette per via sessuale da soggetto portatore dell'infezione a soggetto sano, al pari degli altri virus. E' quindi una malattia infettiva e contagiosa. Il virus HPV, in particolare alcuni ceppi, provoca alterazioni dapprima reversibili, quindi curabili con terapia medica, man mano sempre piu' gravi e irreversibili e che progrediscono verso il cancro. Quindi, senza entrare nel merito dell' efficacia, un vaccino del genere avrebbe l'obbiettivo di ridurre il contagio e lo sviluppo del cancro.
E' vero che ci sono grossi interessi economici dietro queste campagne di vaccinazione, e molte medicine sono inutili e nocive d'altra parte non si puo' fare il processo all' intenzione nè bandire a priori uno strumento che potrebbe dimostrarsi efficace (vedi vaccino vaiolo, tetano, difterite, etc...)

@BiglieCitazione:
il cancro della cervice uterina dovuto ad HPV ha un'incubazione di 20-30 anni.Quindi, interessa necessariamente donne oltre i 35 anni.

Io vedo sempre piu' frequentemente nell'attivita' quotidiana ragazze ventenni affette da questa infezione HPV (quindi i 20-30 anni di incubazione mi sembrano improbabili), purtroppo, a volte gia', affette dal cancro: mi chiedo se non possa essere utile uno strumento preventivo.
L'introduzione dello screening attravero il pap-test ha ridotto la mortalità del cancro, nel senso che la malattia viene identificata in uno stadio precoce e quindi curabile, senza risolvere il problema alla base."

Citazione:
Purtroppo, nei programmi di prevenzione si preferisce limitarsi al pap-test che spesso non riesce ad individuare la degenerazione dei tessuti


Un Pap-test ben fatto identifica sempre la malattia.

"Lo spirito del guerriero non conosce né il lasciarsi andare né il lagnarsi, né conosce il vincere o il perdere."
erik
Inviato: 8/12/2007 15:50  Aggiornato: 8/12/2007 15:50
Mi sento vacillare
Iscritto: 1/10/2007
Da:
Inviati: 430
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
In medicina, è difficile essere assolutamente sicuri di qualsiasi cosa.
Ma SE il tumore in questione fosse provocato da un virus, come ci assicurano le autorità sanitarie, e SE un vaccino potesse debellare la malattia in questione, non sarebbe un motivo per essere soddisfatti di qualcosa?
Va bene il principio di precauzione, ma applichiamolo anche al rischio associato al non fare niente: solo in Italia 1.800 morti l'anno...

etrnlchild
Inviato: 8/12/2007 16:09  Aggiornato: 8/12/2007 16:09
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 1/10/2007
Da:
Inviati: 1200
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
Citazione:
Nel primo, si parla di "virus molto comune".Nel secondo, si dice che solo una piccola parte di donne affette dal virus sviluppa un cancro.


Il virus e' molto comune, ma ne esistono, come dice il secondo articolo, molti ceppi diversi:
"Altri tipi di HPV (per es. 16, 18, 31 e 45) sono fortemente associati alla displasia intraepiteliale anogenitale"

Non vuol dire che tutte le donne che hanno il virus potranno sviluppare il cancro, ma solo quelle portatrici di questi particolari ceppi (16, 18, etc...).

Sperabilmente il vaccino dovrebbe essere rivolto in particolare contro i ceppi cancerogeni.

"Lo spirito del guerriero non conosce né il lasciarsi andare né il lagnarsi, né conosce il vincere o il perdere."
florizel
Inviato: 8/12/2007 23:43  Aggiornato: 8/12/2007 23:43
Sono certo di non sapere
Iscritto: 7/7/2005
Da: dove potrei stare meglio.
Inviati: 8195
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
moglie di etrnlchild Citazione:
non si puo' fare il processo all'intenzione


E’ esattamente quello che mi sembrava strano, riguardo alla massiccia campagna anticancro di cui sopra. Una vaccinazione di massa presuppone quantomeno la certezza che un’alta percentuale di contaminazioni causate dall’HPV si trasformi in cancro. E che tale percentuale sia reale.

Le mie perplessità non avrebbero ragione d’essere se la campagna intendesse sottolineare l’importanza dei pap test, e quella di ricorrervi molto più frequentemente di quanto avvenga.

Tra l’altro, se i “nomi” che sostengono l’iniziativa sono quelli, abbiamo o no motivo di dubitare che costoro ci tengano così tanto quanto dimostrano, alla salute delle donne, e dell’umanità in genere?

erikCitazione:
solo in Italia 1.800 morti l'anno...


Già, ma per tutti i morti sul lavoro, o per quelli che lavorando hanno contratto malattie mortali, o per i numerosi casi di malasanità, non mi pare sia stato applicato lo stesso principio “preventivo”. O, per lo meno, non in maniera così pianificata.

"Continueremo a fare delle nostre vite poesie, fino a quando Libertà non verrà declamata sopra le catene spezzate di tutti i popoli oppressi". Vittorio Arrigoni
blackbart
Inviato: 9/12/2007 9:18  Aggiornato: 9/12/2007 9:19
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 13/10/2007
Da:
Inviati: 1224
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
Florizel:
Citazione:
Già, ma per tutti i morti sul lavoro, o per quelli che lavorando hanno contratto malattie mortali, o per i numerosi casi di malasanità, non mi pare sia stato applicato lo stesso principio “preventivo”. O, per lo meno, non in maniera così pianificata.


Ma se per salvare dal cancro 2000 donne all'anno bastasse un semplice vaccino, che problemi ci sono?

PS: naturalmente a ognuna rimanga la scelta consapevole di NON farsi vaccinare.. chiaro..

florizel
Inviato: 10/12/2007 13:41  Aggiornato: 10/12/2007 13:41
Sono certo di non sapere
Iscritto: 7/7/2005
Da: dove potrei stare meglio.
Inviati: 8195
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
blackbartCitazione:
Ma se per salvare dal cancro 2000 donne all'anno bastasse un semplice vaccino, che problemi ci sono?


Non so se, ponendo questa domanda, hai tenuto conto del topic: il punto è esattamente il DUBBIO circa la reale funzione del vaccino, oltre alla sua utilità, naturalmente.

Qui si parla del Gardasil, ad esempio:

“Altre otto morti, avvenute nei mesi scorsi, stanno per essere ricondotte al Gardasil, il vaccino della Merck & Co. contro il papillomavirus umano trasmesso per via sessuale.”

(…)

“…gli oppositori fanno osservare che tali cancri si sviluppano più spesso nelle donne anziane, mentre il progetto è di richiedere l’inoculazione per le ragazze dell’età di 11 o 12 anni. Citano inoltre la mancanza di prove che il vaccino possa avere un effetto prolungato negli anni.”

“Assieme alla questione della possibilità di gravi reazioni avverse c’è quella dell’efficacia. Ci sono evidenze che, dopo approssimativamente quattro anni, la potenza del vaccino decresca significativamente. Il valore nel lungo termine del vaccino non è ancora stato determinato; se svanisse entro sei anni, le ragazze e le donne dovrebbero ripetere nuovamente la batteria di iniezioni che hanno già ricevuto?”


Judicial Watch, un’associazione di interesse pubblico, ha ottenuto dall'FDA ( Food and Drug Administration ) la possibilità di visionare gli effetti indesiderati correlati al vaccino contro il papillomavirus umano ( HPV ), Gardasil.

Insomma, sul virus HPV responsabile del cancro alla cervice uterina si dice di tutto e di più, e non è stato ancora nemmeno dimostrato che il contagio porti inevitabilmente al cancro.

"Salvare" dal cancro 2000 donne all'anno?

"Continueremo a fare delle nostre vite poesie, fino a quando Libertà non verrà declamata sopra le catene spezzate di tutti i popoli oppressi". Vittorio Arrigoni
_gaia_
Inviato: 20/9/2010 20:52  Aggiornato: 20/9/2010 20:52
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 23/2/2006
Da:
Inviati: 1460
 Re: Farmageddon: la guerra globale contro le donne
Non so come altrimenti definire questa notizia se non "agghiacciante":

Tumori: utero, vaccinate 53% bambine
Sud piu' virtuoso, percentuale al 78,3% in Puglia


(ANSA) - ROMA, 20 SET - Vaccinate contro il papilloma virus umano oltre la meta' delle bambine: la campagna vaccinale e' partita nel 2008. Il vaccino e' somministrato in modo gratuito: il 53,1% e' stato vaccinato in modo completo, il 66,3% ne ha ricevuto una dose e il 61,5% due. Per una volta il Sud e' stato piu' virtuoso: le tre dosi sono state somministrate al 78,2% delle bambine in Puglia, al 75,8% in Basilicata, al 74,3% in Molise e al 73,4% in Toscana.


Powered by XOOPS 2.0 © 2001-2003 The XOOPS Project
Sponsor: Vorresti creare un sito web? Prova adesso con EditArea.   In cooperazione con Amazon.it   theme design: PHP-PROXIMA