Informazioni sul sito
Se vuoi aiutare LUOGOCOMUNE

HOMEPAGE
INFORMAZIONI
SUL SITO
MAPPA DEL SITO

SITE INFO

SEZIONE
11 Settembre
Questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego.
 American Moon

Il nuovo documentario
di Massimo Mazzucco
 Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!
 Menu principale
 Cerca nel sito

Ricerca avanzata

TUTTI I DVD DI LUOGOCOMUNE IN OFFERTA SPECIALE


politica italiana : L’Italia “dei valori”
Inviato da Pausania il 31/10/2007 8:20:00 (8242 letture)

di Giorgio Mattiuzzo

Il 30 ottobre 2007 la coalizione di centro-sinistra ha, per l'ennesima volta, dimostrato di essere uguale a quella di centro-destra. Ebbene sì, sono uguali: lo grido al cielo e affronto l'onta di essere chiamato qualunquista. Tutti-uguali. Tuttiuguali. Il progetto di creare una commissione di inchiesta che investigasse sui fatti del G8 di Genova 2001 è stato stroncato sul nascere per mancanza di voti.

Nessuno stupore in realtà. E' dal dopoguerra che "le istituzioni" non si fanno alcun problema ad ammazzare la gente per strada. Portella della Ginestra, Piazza Fontana, Italicus, Piazza della Loggia, la Stazione di Bologna.

Siamo poco più che mosche, e non siamo certo degni di ricevere – non dico giustizia – ma qualcosa appena superiore alla totale indifferenza. Può capitare che andiate in banca e che la banca salti in aria, ma non potrà mai capitare che voi sappiate il perché, o chi ha fatto questo. Può capitare che stiate aspettando un treno e che tutta la stazione crolli sopra il vostro cadavere fatto a pezzi; succede, in Italia; succede per mano dello Stato. Ma non aspettatevi certo che qualcuno vi dica cosa abbiate fatto di male. Può capitare che abbiate vent'anni e camminiate di notte per strada. Capita a tutti. E può capitare che quattro poliziotti vi picchino fino a sfigurarvi e poi vi uccidano lentamente per soffocamento; ma scordatevi che interessi qualcosa a qualcuna delle istituzioni con cui avete firmato il “patto sociale” e che avete volontariamente designato a regolatrici della vostra vita, pubblica e privata.

Quindi nessuno stupore se la maggioranza che sorreggeva il governo che ha preparato e pianificato i pestaggi del G8 non abbia “stranamente” trovato i voti sufficienti ...

... a varare una commissione di inchiesta che indagasse su quella stessa maggioranza.

Non contate nulla, e volete pure la commissione d'inchiesta.

Però un po' di pudore sarebbe il caso di mostrarlo, almeno quando ci ammazzano per strada e prendono a sassate il nostro cadavere. Invece no, questi sono peggio dei mafiosi, e ci prendono pure in giro. E lo fanno spudoratamente. Parla l'onorevole Di Pietro, già poliziotto, già Pubblico Ministero della Repubblica, fondatore dell'Italia dei Valori e sostenitore di questo nostro governo democratico:

«Se fosse una commissione a 360 gradi noi la votiamo domani mattina ma se l’inchiesta deve indagare soltanto sugli abusi della polizia e non anche sulle illegittimità commesse da chi ha sfasciato le carrozze, le macchine e ha aggredito le forze dell’ordine, allora noi diciamo no. Perché sarebbe una giustizia a metà e non bisogna indagare soltanto quella metà dei fatti che fa comodo alla sinistra-sinistra-sinistra».

Purtroppo l'onorevole finge di ignorare anche la più evidente delle ovvietà. Che le commissioni di inchiesta non si fanno per indagare gli atti vandalici di quattro deficienti con il cappuccio sulla testa. Per quello c'è la polizia. O meglio, ci sarebbe la polizia, se non fosse troppo impegnata ad avvolgere spranghe di ferro con il nastro adesivo, come un ufficiale ha affermato testimoniando al processo di Genova; se non fosse stata troppo impegnata a produrre prove false contro i manifestanti e poi a perderle in occasione del processo; se non fosse troppo impegnata a sparare sulla folla come ai tempi di Bava Beccaris.

Invece la polizia non è riuscita a prendere un solo spaccavetrine che fosse uno. Non dieci, non venti. Uno solo. Si è limitata ad entrare in una scuola adibita a dormitorio, tentare di uccidere gli occupanti a colpi di manganello, arrestare gli occupanti e poi rilasciarli perché non avevano fatto niente. Quindi, caro onorevole Di Pietro, se i suoi poliziotti sono così incapaci da non riuscire ad identificare quattro coglioni che il 20 di luglio a mezzogiorno andavano in giro vestiti di nero, con la felpa ed il passamontagna, non può venire a frignare come la vergine stuprata dagli Hell's Angels che la commissione d'inchiesta deve battersi anche per aiutare chi non sa fare il proprio mestiere.

E adesso continuate pure ad ammazzarci, ma per carità, smettetela di prenderci in giro.

Giorgio Mattiuzzo (Pausania)


Corriere della Sera, No alla Commissione d'inchiesta sul G8, 30/10/2007.

Voto: 0.00 (0 voti) - Vota questa news - OK Notizie


Altre news
28/11/2015 10:00:00 - Il nuovo sito è pronto
26/11/2015 19:40:00 - Fulvio Grimaldi a Matrix
24/11/2015 11:00:00 - Caccia russo abbattuto dai turchi
22/11/2015 20:20:00 - Ken O'Keefe: "ISIS = Israeli Secret Intelligence Service"
21/11/2015 21:00:00 - L'uomo che uccise Kennedy
19/11/2015 19:00:00 - La solitudine
18/11/2015 21:21:31 - Vladimir Putin - conferenza stampa al summit del G20
17/11/2015 13:50:00 - Dopo Parigi
15/11/2015 22:30:00 - Commenti liberi
14/11/2015 9:40:00 - À la guerre comme à la guerre
13/11/2015 23:00:00 - Nuovi attentati a Parigi
11/11/2015 19:50:00 - Atleti russi dopati, brutti e cattivi
10/11/2015 19:30:00 - Fini, Grillo, Travaglio - e il giornalismo che non fa i conti con sé stesso
9/11/2015 18:30:00 - "Bag it!" Documentario (Ita)
8/11/2015 9:09:03 - Commenti liberi

I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Autore Albero
Redazione
Inviato: 31/10/2007 8:46  Aggiornato: 31/10/2007 9:00
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: L’Italia “dei valori”
[Di Pietro]:"Perché sarebbe una giustizia a metà e non bisogna indagare soltanto quella metà dei fatti che fa comodo alla sinistra-sinistra-sinistra".

Ma se al governo c'era la destra-destra-destra, su chi bisognerebbe indagare secondo lui - secondo lui - secondo lui?

carloooooo
Inviato: 31/10/2007 8:59  Aggiornato: 31/10/2007 8:59
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 9/7/2006
Da: marca gioiosa et amorosa
Inviati: 1386
 Re: L’Italia “dei valori”
Citazione:
scordatevi che interessi qualcosa a qualcuna delle istituzioni con cui avete firmato il “patto sociale” e che avete volontariamente designato a regolatrici della vostra vita, pubblica e privata.


Un solo appunto su questo: la smettiamo di tirare in ballo il "patto sociale" e la designazione volontaria, visto che nessuno nella storia dell'istituzione politica dello Stato ha mai detto che i cittadini concretamente designano volontariamente il proprio potere in un patto sociale?

Carlo

Redazione
Inviato: 31/10/2007 9:01  Aggiornato: 31/10/2007 9:01
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: L’Italia “dei valori”
La cosa più stupefacente è che la destra, invece di ringraziare, se ne approfitta: "Reazioni positive, intanto, da parte del centrodestra. «La bocciatura - dice Maurizio Ronconi (Udc) - apre anche alla Camera una voragine nel centrosinistra. Con il voto contrario dell'Udeur e dell'Idv viene certificata la crisi della maggioranza, contraddicendo un punto importante del programma dell'Ulivo. Una maggioranza che sino ad oggi si puntellava con i voti della Camera frana clamorosamente, aprendo una crisi politica obiettiva e definitiva».

(dal link in coda all'articolo)

Ma si può essere più venduti da una parte, e più fessi di così dall'altra?

kraken71
Inviato: 31/10/2007 9:04  Aggiornato: 31/10/2007 9:04
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/10/2005
Da:
Inviati: 36
 Re: L’Italia “dei valori”
Ormai non dobbiamo meravigliarci più di niente. Qualsiasi sforzo per cercare una fazione politica in cui -in miserrima parte- identificarsi viene stroncato sul nascere dalle notizie di ogni giorno. L'IDV ne ha combinate un paio ultimamente -vedi anche il voto pro-CDL contro la liquidazione della società appaltatrice del Ponte sullo Stretto.... Non vedo l'ora -alle prossime elezioni- di andare a passare una bella giornata al mare con le mie bambine e ripetere alla nausea: "...quello è il monte Vesuvio... quella una barca a vela... quella è una barca di pescatori... quello è un gabbiano..." così che imparino le cose VERE che in città, oltre alla monnezza, non si vedono più....

cocis
Inviato: 31/10/2007 9:38  Aggiornato: 31/10/2007 9:38
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/1/2006
Da: V
Inviati: 1430
 Re: L’Italia “dei valori”
e intanto i poliziotti che hanno massacrato civili mentre dormivano della scuola ecc .. cotninuano indisturbati ..

sigmatau
Inviato: 31/10/2007 9:40  Aggiornato: 31/10/2007 9:49
Mi sento vacillare
Iscritto: 18/9/2007
Da: Provincia di Piacenza
Inviati: 705
 Re: L’Italia “dei valori”
Certo che per paragonare i fatti del G8 di Genova a Piazza Fontana, Italicus, Piazza della Loggia e addirittura alla Strage della Stazione di Bologna occorre una buona dose non solo di fantasia, ma anche di buon gusto... a meno che la vita di un militante attivo della sinistra pesi sulla bilancia come 85 'vite anonime' di viaggiatori in transito da Bologna la mattina del 1 agosto 1980...

Quello che poi nessuno mi ha spiegato è [perdonate la ingenua dabbenaggine...] la 'motivazione' che stava alla base della 'manifestazione di protesta' indetta dalla sinistra in quella circostanza. Forse il fatto che otto capi di governo designati democraticamente dai cittadini delle rispettive nazioni a governare si riuniscono è motivo di 'contestazione'?... oppure si voleva 'contestare' il risultato delle elezioni ugualmente democratiche tenutesi due mesi prima nelle quali la sinistra era stata sconfitta?...

saluti!...

--------------

... chè perder tempo a chi più sa più spiace... Dante Alighieri, Divina Commedia, Purgatorio, III, 78

… men of few words are the best men… William Shakespeare King Henry V
redna
Inviato: 31/10/2007 9:53  Aggiornato: 31/10/2007 9:53
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: L’Italia “dei valori”
cito-
Certo che paragonare i fatti del G8....
---
Perchè la regia potrebbe essere,solo in questo caso,diversa?

cito-
Forse il fatto che otto capi di governo dsignati democraticamente dai cittadini delle rispettive nazioni a governare...
---
Gli statunitensi non avevano designato nessuno.Il congresso ha designato.
Democraticamente designato dal congresso?

E la contestazione, in un sistema democratico, non è una forma che il popolo attua per far sentire la propria voce,qualunque essa sia, qualunque motivazione abbia, se piaccia o meno ai governanti e ad altri cittadini, pacificamente senza armi?

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
spock
Inviato: 31/10/2007 10:02  Aggiornato: 31/10/2007 10:02
Ho qualche dubbio
Iscritto: 21/5/2006
Da:
Inviati: 63
 Re: L’Italia “dei valori”
Se mi dite che quella di Di Pietro è solo una scusa che nasconde altre motivazioni, è un conto.
Altrimenti io non vedo come la richiesta di una commissione che faccia chiarezza in qualsiasi direzione possa costituire un problema.

Su questo stesso sito ho visto il video, veramente ben fatto, che documenta il comportamento scarsamente professionale (per dirla con eleganza) delle forze dell'ordine al G8.
Ha suscitato in me una profonda indignazione.
Non vedo però come ciò possa sminuire le responsabilità di chi ha devastato e saccheggiato i negozi.

Io penso che molti apprezzano il lavoro di Mazzucco proprio perchè smonta la tesi ufficiale del 9/11 con un approccio razionale e scientifico.
Opponendo alla demagogia dell'amministrazione Bush una di segno opposto avrebbe solo fatto il loro gioco.
Lo stesso credo debba valere per la questione del G8.
Senza partecipare come tanti burrattini alle contrapposizioni di stampo calcistico create ad arte dai politici.

Infettato
Inviato: 31/10/2007 10:06  Aggiornato: 31/10/2007 10:16
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 23/11/2006
Da: Roma
Inviati: 1499
 Re: L’Italia “dei valori”
E adesso continuate pure ad ammazzarci, ma per carità, smettetela di prenderci in giro.

Giorgio il punto è proprio questo è già una farsa il processo figuriamoci la commissione....non hanno voluto infierire... ringraziamoli.

EDIT: Vi siete domandati perchè la Forleo non vuole la scorta?
Vi siete domandati perchè non vogliono che alcuni magistrati vadano in tv?

Tutti a casa ale- tutti a casa ale- tutti a casa ale.

Infettato dal morbo di Ashcroft
---------------------------------------------
Quando ci immergiamo totalmente negli affari quotidiani, noi smettiamo di fare distinzioni fondamentali, o di porci le domande veramente basilari. Rothbard
tccom
Inviato: 31/10/2007 10:12  Aggiornato: 31/10/2007 10:12
Mi sento vacillare
Iscritto: 3/11/2005
Da: civitavecchia
Inviati: 903
 Re: L’Italia “dei valori”
Citazione:
Certo che per paragonare i fatti del G8 di Genova a Piazza Fontana, Italicus, Piazza della Loggia e addirittura alla Strage della Stazione di Bologna occorre una buona dose non solo di fantasia, ma anche di buon gusto... a meno che la vita di un militante attivo della sinistra pesi sulla bilancia come 85 'vite anonime' di viaggiatori in transito da Bologna la mattina del 1 agosto 1980...

Io non penso che sia facile fare il conto su se valgano di più 85 vite o una sola...o forse il problema è che era un "militante della sinistra" come dici tu? quando si dice uno sguardo distaccato...comunque: Il 2 agosto dell' 80 il messaggio era "ritornate nei binari"....a genova il messaggio è stato lo stesso: non si cambia proprio un bel niente cari sudditi ed è bene metterselo in testa subito.

Citazione:
Quello che poi nessuno mi ha spiegato è [perdonate la ingenua dabbenaggine...] la 'motivazione' che stava alla base della 'manifestazione di protesta'

non l'hai capita?
la cosa mi addolora parecchio, ma mi fa anche un pò incazzare...come funziona: se hai votato uno stronzo non puoi protestare contro lo stronzo in questione se fa tutto il contrario di quello che ti aveva promesso? bella CAZZATA; e come ti ricordava qualcuno più su, non tutti sono stati votati "democraticamente" (ah ah ah)

tornando al nocciolo della questione, il dott.Di pietro ha votato secondo coscenza e in buona fede...peccato che si sta rivelando un triste politicante, che non riesce a recidere i ponti con il proprio passato da sbirro....non da magistrato, da SBIRRACCIO...i ponti con il passato da magistrato li ha tagliati più di un'anno fa, quando ha accettato mastella ministro di giustizia...
e io l'ho pure votato a sto cretino....

...gli Stati Uniti non ci hanno guadagnato nulla dall'11 settembre (c'è bisogno di dirlo?)...[].... Ragioniamo: chi ci guadagna quando piove? i produttori di ombrelli. Da questo si deduce che i produttori di ombrelli controllano la pioggia.
sigmatau
Inviato: 31/10/2007 10:14  Aggiornato: 31/10/2007 11:43
Mi sento vacillare
Iscritto: 18/9/2007
Da: Provincia di Piacenza
Inviati: 705
 Re: L’Italia “dei valori”
Individuare la 'regia' delle stragi che hanno segnato la storia dell'Italia cosiddetta 'democratica' fin dall'inizio della sua esistenza [1945] è un conto... paragonare quegli episodi ai fatti di Genova del luglio 2001 è semplicemente un nonsenso...

Apprendo poi con stupore che negli Stati Uniti il presidente è designato dal Congresso e non dai cittadini come ho sempre creduto... non pensavo di essere così 'ignorante' ...

Quanto poi alla 'motivazione' delle 'manifestazioni' indette dalla sinistra per il G8 di Genova non raccontiamoci fiabe. Chiunque provvisto di cervello ha capito allora che la 'motivazione' era causare la caduta del governo Berlusconi e un 'obiettivo primario' [conseguito senza colpo ferire nella circostanza...] era che 'ci scappasse il morto'...

saluti!...

--------------

... chè perder tempo a chi più sa più spiace... Dante Alighieri, Divina Commedia, Purgatorio, III, 78

… men of few words are the best men… William Shakespeare King Henry V
gubbo
Inviato: 31/10/2007 10:16  Aggiornato: 31/10/2007 10:25
Mi sento vacillare
Iscritto: 20/6/2006
Da: Un mondo ipocrita
Inviati: 634
 Re: L’Italia “dei valori”
Per il signor Mastella che afferma:
"La commissione? Nel programma non l'ho vista"

si vada a rileggere il PROGRAMMA DA LUI SOTTOSCRITTO.......
buffoni!

edit: cercate nel testo del programma la parola "Genova",
e troverete questo pezzo:


La politica del centrodestra al riguardo si è mostrata del tutto indifferente: a vuoti annunci si sono affiancate misure che
contrastano con il rispetto della legalità, l’inerzia rispetto
alla criminalità economica, un abbassamento della guardia del
contrasto alla criminalità organizzata, l’utilizzo delle forze
di polizia per operazioni repressive del tutto ingiustificate;
basti pensare ai fatti di Genova, per i quali ancora oggi
non sono state chiarite le responsabilità politica e istituzionale e sui quali l’Unione propone,
per la prossima legislatura, l’istituzione di una commissione parlamentare d’inchiesta.

"Io giudico l'uomo, nella sua coscienza, l'essere vivente più incosciente che popoli questa terra" ; dovrebbe essere mia ma non ne sono sicuro
francesco7
Inviato: 31/10/2007 10:19  Aggiornato: 31/10/2007 10:19
Mi sento vacillare
Iscritto: 25/5/2006
Da: Tarentum
Inviati: 886
 Re: L’Italia “dei valori”
Leggiamo da Repubblica:<<Per fare il colpaccio i parlamentari dell'opposizione sono ricorsi ad un espediente. Infatti mezz'ora prima del voto i parlamentari del centrosinistra erano in sovrabbondanza. Nessuno temeva per il peggio visto che mancavano all'appello sette esponenti di Forza Italia. Pochi minuti prima della conclusione dei lavori si è presentata in commissione una nutrita 'pattuglia' di deputati azzurri guidati dal capogruppo Elio Vito. E il loro arrivo ha fatto la differenza>>.
Vediamo un pò chi è il signor Elio Vito:
«Siamo di fronte a una situazione istituzionale gravissima: per colpa dell'assenza di una maggioranza al Senato l'Unione sta eliminando il ruolo legislativo della Camera».Così diceva ai microfoni della sala stampa Elio Vito, capogruppo di Forza Italia a Montecitorio. "Situazione istituzionale gravissima". Fatemi capire: è lo stesso Elio Vito che, da vicepresidente della Commissione Parlamentare su Telekom Serbia, fu beccato dalla Guardia di Finanza in un bar di Roma mentre si faceva consegnare dei falsi dossier da un tale Antonio Volpe, noto falsario con contatti piduisti e gola profonda dell'inchiesta che avrebbe dovuto gettar fango sui proincipali esponenti della Sinistra? Non era una "questione istituzionale gravissima" il fatto che un importante membro della maggioranza di governo si stesse spendendo in prima persona per costruire dal nulla l'accusa di aver riscosso tangenti nei confronti dei leader dell'opposizione?
L'onorevole Di Pietro prima di venire a parlare nuovamente in TV di giustizia e legalità violata d'ora in poi dovrà come minimo sciacquarsi la bocca....Vergogna!!!!!

La mente non è un vaso da riempire ma un legno da far ardere perché s'infuochi il gusto della ricerca e l'amore della verità. (Plutarco)
nettunio
Inviato: 31/10/2007 10:36  Aggiornato: 31/10/2007 10:36
Ho qualche dubbio
Iscritto: 25/5/2006
Da: dall'Isola nell'Isola
Inviati: 227
 Re: L’Italia “dei valori”
UNA DELUSIONE DOPO L'ALTRA.

Finzas a candu non biti su santu, non creiti a sa festa!!
Al2012
Inviato: 31/10/2007 10:54  Aggiornato: 31/10/2007 10:54
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 25/10/2005
Da:
Inviati: 2158
 Re: L’Italia “dei valori”
Un’altra prova di INGIUSTIZIA e l’elenco diventa sempre più lungo !!!!

On. Antonio Di Pietro

Sono sicuro che anche lei ha visto i filmati che riguardano il G8 di Genova, sono sicuro che lei ha visto i pestaggi, calci, sono sicuro che lei ha visto tre, quattro poliziotti menare contemporaneamente persone inermi stese a terra, sono sicuro che lei ha pensato”Ma questi sono dei picchiatori, non forze dell’ordine !!!!

Come sono sicuro che molti membri delle forze dell’ordine hanno visto …. E si ricordano anche dei fatti di Napoli !!!!! …. = NAPOLI = GENOVA = ….

Avendo visto anch’io questi filmati, vorrei chiederle in quale angolo della coscienza è riuscito a nascondere tutto questo, e come fa a convivere con tutto questo ?

Devo confessare la mia delusione, ed amarezza, e mi rivolgo a lei perché l’ultima volta che sono andato a votare ho votato per lei, un po’ come l’ultima spiaggia su cui poter difendere una democrazia, che in realtà non è mai esistita se non per pochi attimi.

I politici di un paese democratico non posso ignorare, tacere, non vedere, non sentire come le tre famose scimmie …..

La verità caro onorevole, è che non mi sento rappresentato da nessun politico che può ignorare i fatti e i “PESTAGGI INGIUSTIFICATI “ da qualsiasi parte essi provengano.

Vorrei che alle prossime elezioni fosse inserito un nuovo simbolo, il simbolo dei non rappresentati, NON IN MIO NOME ......

“Capire … significa trasformare quello che è"
intrum01
Inviato: 31/10/2007 10:57  Aggiornato: 31/10/2007 13:42
So tutto
Iscritto: 15/5/2006
Da:
Inviati: 5
 Re: L’Italia “dei valori”
Ma ragazzi piantiamola lì con "il governo di destra" o "il governo di sinistra".... "Io tengo per il milan, tu sei un buzzurro perchè tieni per l'inter..."
Se non ci rendiamo conto che sono tutti, TUTTI TUTTI TUTTI, dei buffoni venduti criminali, buoni solo ad arraffare e a fare i loro interessi, non ne usciremo mai. Vi rendete conto che siamo tutti controllati e "radiocomandati" e questa situazione di sfascio politico è quello che vogliono?
Sono solo buoni a parlare, promettere, intrallazzare.... e intanto i nostri soldi valgono sempre meno, i nostri stipendi svalutati e irrisori (i nostri, non certo i loro...), siamo in balia della delinquenza organizzata e non, senza case a prezzi accessibili, senza lavoro.....
Basta per favore parlare che prodi è meglio di berlusconi o viceversa. Uno vale l'altro, e cioè entrambi valgono solo merda. E tutti i loro compari parimenti.

tccom
Inviato: 31/10/2007 11:02  Aggiornato: 31/10/2007 13:41
Mi sento vacillare
Iscritto: 3/11/2005
Da: civitavecchia
Inviati: 903
 Re: L’Italia “dei valori”
Citazione:
Individuare la 'regia' delle stragi che hanno segnato la storia dell'Italia cosidetta 'democratica' fin dall'inizio della sua esistenza [1945] è un conto... paragonare quegli episodi ai fatti di Genova del luglio 2001 è semplicemente un nonsenso...

questa è la tua interpretazione soggettiva...io ti ho dato la mia
Citazione:
Apprendo poi con stupore che negli Stati Uniti il presidente è designato dal Congresso e non dai cittadini come ho sempre creduto... non pensavo di essere così 'ignorante'

La prima volta è stato designato dalla corte suprema.
La seconda dalle macchinette elettroniche per votare; agli atti di un processo se non mi sbaglio in ohio, c'è la testimonianza di un ex-dipendente della società che produceva e gestiva le macchinette, in cui il tizio mostra come fosse facile ribaltare il risultato del voto registrato da igni singola macchinetta.
In questo caso, si, ignoravi

Citazione:
Quanto poi alla 'motivazione' delle 'manifestazioni' indette dalla sinistra per il G8 di Genova non raccontiamoci fiabe. Chiunque provvisto di cervello ha capito allora che la 'motivazione' era causare la caduta del governo Berlusconi e un 'obiettivo primario' [conseguito senza colpo ferire nella circostanza...] era che 'ci scappasse il morto'...

"Chiunque provvisto di cervello" mi dici...e allora lascia che uno sprovvisto di cervello ti ricordi che l'azione repressiva nei confronti del movimento, era cominciata un'anno prima a Napoli in occasione della riunione del Global Forum...
indovina chi era al governo durante le manifestazioni di Napoli?
Il compagno D'alema
quindi, a rigor di logica, la tua motivazione non è plausibile

...gli Stati Uniti non ci hanno guadagnato nulla dall'11 settembre (c'è bisogno di dirlo?)...[].... Ragioniamo: chi ci guadagna quando piove? i produttori di ombrelli. Da questo si deduce che i produttori di ombrelli controllano la pioggia.
redna
Inviato: 31/10/2007 11:04  Aggiornato: 31/10/2007 11:04
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: L’Italia “dei valori”
sigmatau
cito
Apprendo poi con stupore che negli Stati Uniti il presidente è designato dal congresso...
---
Non è che il presidente è designato SEMPRE dal congresso.
E'stato designato,come in questo caso, perchè non si usciva dall'impasse...Bisogna tornare a quel periodo e allo scontro fino all'ultimo voto che c'è stato...
Poi per FINIRLA si è arrivati ...ad un equa conclusione.
Se mi spieghi che cosa c'entrano i cittadini che hanno votato con la soluzione finale del congresso....
Ma alla riconta dei voti l risultato pareva pure diverso...
Lo spirito santo ha illuminato i membri del congresso e come 'illuminati' hanno capito il tutto?

Non credo che la motivazione fosse la caduta del governo berlusconi perchè era appena stato eletto...
Ma mi sono fatta la domanda: se non ci fossero stati tanti .. ehmmmm...diciamo 'americani' li quel giorno, le cose sarebbero <<veramente>>andate così?
E infatti...era il tg4 di che ci ricordava continuamente che 'potrebbe scappare il morto'.Ma d'altra parte,l'angelo dl signore parla sempre con chi ha fede.E' risaputo.

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
XSD
Inviato: 31/10/2007 11:28  Aggiornato: 31/10/2007 11:28
Ho qualche dubbio
Iscritto: 13/2/2006
Da: Roma
Inviati: 279
 Re: L’Italia “dei valori”
mah secondo me non ha tutti i torti di pietro. Voglio dire, non ha detto "no alle commissioni di inchiesta sul g8".
Sul suo blog ha messo un video dove spiega come la pensa e non credo ci sia niente di male nel volere un inchiesta che prenda in considerazione tutti gli eventi e non solo la polizia.

Redazione
Inviato: 31/10/2007 11:32  Aggiornato: 31/10/2007 11:39
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: L’Italia “dei valori”
Citazione:
Apprendo poi con stupore che negli Stati Uniti il presidente è designato dal congresso...
---
Non è che il presidente è designato SEMPRE dal congresso.
E'stato designato,come in questo caso, perchè non si usciva dall'impasse...Bisogna tornare a quel periodo e allo scontro fino all'ultimo voto che c'è stato...


Chiedo scusa, ma sbagliate tutti e due. Il presidente USA è designato dai DELEGATI di ogni stato, che vengono mandati a Washington in ragione sia della dimensione dello stato (popolazione) che dei risultati elettorali ottenuti nella votazione popolare di ciascuno stato.

Il partito che vince, anche di un solo voto, si aggiudica TUTTI i delegati previsti per quello stato.

Nel 2000 l'intervento della Corte Suprema, per quanto decisivo, si è limitato a respingere il ricorso dei democratici che chiedevano un nuovo conteggio manuale dei voti di alcune contee della Florida. E quindi rimasta valida la vittoria dei repubblicani, che hanno così ottenuto di mandare a Washington i 20 delegati (circa) che hanno fatto la differenza.

Pyter
Inviato: 31/10/2007 11:35  Aggiornato: 31/10/2007 11:35
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/9/2006
Da: Sidonia Novordo
Inviati: 6250
 Re: L’Italia “dei valori”
«Se fosse una commissione a 360 gradi noi la votiamo domani mattina...


Cosa volete che vi dica...
...se non possiamo fare un'inchiesta a 360 gradi la dobbiamo prendere nel didietro, accontentandoci così di un' inchiesta a 90 gradi, come al solito.
Se vogliamo un'inchiesta completa la dobbiamo prendere in c... 4 volte.
4 X 90 = 360

"Nessuno ha il diritto di fare quel che desidera, ma tutto è organizzato per il meglio." (Antico decreto reale tolemaico)
spock
Inviato: 31/10/2007 12:01  Aggiornato: 1/11/2007 0:38
Ho qualche dubbio
Iscritto: 21/5/2006
Da:
Inviati: 63
 Re: L’Italia “dei valori”
Onestamente, a voi il discorso di Di Pietro sembra tanto insensato?
La questione del G8 di Genova

XSD
Inviato: 31/10/2007 12:10  Aggiornato: 31/10/2007 12:10
Ho qualche dubbio
Iscritto: 13/2/2006
Da: Roma
Inviati: 279
 Re: L’Italia “dei valori”
Comunque per quanto mi riguarda, Di Pietro, per quanto uno possa essere in disaccordo con le idee, mi sembra l'unico che si discosta dal "marcio". Cioè che, a prescindere dalle idee, non abbia quel modo di fare da "furbetto" che hanno tutti gli altri. Già il fatto che si impegna a parlare sul blog, registrando video, riguardo ciò che fa, mi fa capire che ha un minimo di senso di dovere e si comporta come un dipendente che dà spiegazioni del suo operato al datore di lavoro.

Ripeto il discorso che fa sul blog non mi pare molto insensato, anzi...

sigmatau
Inviato: 31/10/2007 12:14  Aggiornato: 31/10/2007 12:14
Mi sento vacillare
Iscritto: 18/9/2007
Da: Provincia di Piacenza
Inviati: 705
 Re: L’Italia “dei valori”
Per fissarmi bene in mente lo ‘strano meccanismo’ con il quale è stato eletto George W. Bush presidente degli Stati Uniti ho conservato la ‘scheda’ utilizzata nella ‘famigerata’ Contea di Palm Beach, Florida…



Sono messi bene in evidenza nome e cognome dei candidati presidente e vice-presidente, anche se ‘accompagnati’ dalla denominazione del partito di appartenenza. Per questo motivo ho sempre ritenuto [sbagliando] che negli Stati Uniti l’elezione del presidente fosse in sostanza ‘nominale’ e ‘diretta’…

saluti!…

--------------

... chè perder tempo a chi più sa più spiace... Dante Alighieri, Divina Commedia, Purgatorio, III, 78

… men of few words are the best men… William Shakespeare King Henry V
Infettato
Inviato: 31/10/2007 12:16  Aggiornato: 31/10/2007 12:16
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 23/11/2006
Da: Roma
Inviati: 1499
 Re: L’Italia “dei valori”
Pyter

Se vogliamo un'inchiesta completa la dobbiamo prendere in c... 4 volte.4 X 90 = 360


Date uno sguardoqui, vediamo chi sono i delegati e vediamo in sostanza cosa è stato fatto.

Ho preso la prima che mi è capitata, in soldoni che cosa è cambiato...
è cambiato il vento oppure si continua a delinquere?... a mio parere è questo ciò che dovremmo chiederci..

Che cosa faceva?

Infettato dal morbo di Ashcroft
---------------------------------------------
Quando ci immergiamo totalmente negli affari quotidiani, noi smettiamo di fare distinzioni fondamentali, o di porci le domande veramente basilari. Rothbard
redna
Inviato: 31/10/2007 12:23  Aggiornato: 31/10/2007 12:26
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: L’Italia “dei valori”
Ringrazio la Redazione della chiara risposta ma:
cito-
Nel 2000 l'intervento della Corte Suprema, per quanto decisivo, si è limitato a respingere il ricorso dei democratici che chiedevano un nuovo conteggio manuale dei voti di alcune contee della Florida.
---
Mi chiedo come possa essere possibile respingere il ricorso dei democratici...anche perchè il america esiste il bipartitismo.Non ci sono decine di partiti...
Mi sembra che quella volta hanno varcato un confine che ha dato poi effetti quantomeno strani.
E' poi successo che, con la riconta dei voti, dicevano che se pur di poco vincevano i democratici.


sigmatau
non mi è chiaro quello che vorresti affermare...

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
LoneWolf58
Inviato: 31/10/2007 12:33  Aggiornato: 31/10/2007 12:33
Sono certo di non sapere
Iscritto: 12/11/2005
Da: Padova
Inviati: 4861
 Re: L’Italia “dei valori”
Citazione:
Onestamente, a voi il discorso di Di Pietro sembra tanto insensato?
Non senza senso, ma visto che c'era poteva votarla per quel che lui ha sempre chiamato trasparenza.
Poi, effettivamente, vorrei anch'io chiarimenti su questi 360°?
Perché a mio parere 180° (quelli dei manifestanti) sono già stati coperti dalla Procura... non vedo cosa ci sia di male che una Commissione copra i restanti 180° purché siano 180° e non 90 o 100...
Non vorrei che a pagare sia sempre il solito operatore sul campo mentre le alte gerarchie che hanno mandato delle forze di polizia in assetto da guerra (Beretta 9 Parabellum etc...) dove serviva ordine pubblico (manganelli, idranti e SPAS con munizionamento antisommossa) rimangono escluse.
Inutile parlare, infine, di chi invece di adempiere il proprio dovere garantendo la sicurezza del cittadino ed il rispetto della legge approfitta della propria posizione per delinquere... qui non ci sono parole (almeno da parte mia)...

La storia, come un'idiota, meccanicamente si ripete. (Paul Morand)
Il problema, però, è che ci sono degli idioti che continuano a credere che la storia non si ripeta. (LoneWolf58)
Halo1367
Inviato: 31/10/2007 12:55  Aggiornato: 31/10/2007 13:12
Ho qualche dubbio
Iscritto: 3/6/2006
Da: Bengodi
Inviati: 174
 Re: L’Italia “dei valori”
Cosa volete, sono uno che ancora si emoziona a leggere articoli come quello si Pausania!
Pieno di speranze disilluse e pieno di morti non "vendicati" dalla verità rimasta nascosta.
Ma Pausania, mi sembra, commette un errore. Quando dice: Quindi nessuno stupore se la maggioranza che sorreggeva il governo che ha preparato e pianificato i pestaggi del G8 non abbia “stranamente” trovato i voti sufficienti ...

... a varare una commissione di inchiesta che indagasse su quella stessa maggioranza.

Si, perchè nel luglio 2001 era già Berlusconi a governare.
E se fosse qui il vero problema?

Ricordo con precisione quando Veltroni, nel suo discorso di investitura da segretario del PD citò, tra le cose che andavano immediatamente cambiate, "la litigiosità non proficua con l'avversario politico con relativa demonizzazione che blocca il naturale processo democratico". Non cito ma vado con convinzione a memoria.

Ecco, non creiamo altri presenti e futuri momenti di frizione istituzionale con la destra. Non andiamo a cercare situazioni che potrebbero apparire come "demonizzazioni".

Domanda ingenua: Di Pietro utile idiota del "normalizzatore" Veltroni?

"Voi lasciatemi battere e controllare la moneta di una nazione e a me non interesserà chi ne faccia le leggi".
Nathan Rothschild, 1791
Linucs
Inviato: 31/10/2007 13:24  Aggiornato: 31/10/2007 13:24
Sono certo di non sapere
Iscritto: 25/6/2004
Da:
Inviati: 3996
 Re: L’Italia “dei valori”
Ma dai. Ma basta. Basta col qualunquismo: se proprio non vi piace il governo potete votarne un altro, proprio come alle ultime elezioni.

Freeman
Inviato: 31/10/2007 13:24  Aggiornato: 31/10/2007 13:24
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 31/7/2006
Da: NiggahCity
Inviati: 2092
 Re: L’Italia “dei valori”
E dopo l'avallo del ponte sullo stretto, arriva lo stop alla Commissione sui fatti di Genova.
Niente si strano, è L'ITALIA DEI LAVORI.
Di Pietro, torna a zappare la terra dalla quale ti hanno ingiustamente strappato.

"Non siamo noi a trovare la Verità. È la Verità a trovare noi. Dobbiamo solo prepararci. Si può invitare un ospite che non si conosce? No. Ma si può mettere la casa in ordine, così che, quando l'ospite arriva, si è pronti a riceverlo e a conoscerlo".
XSD
Inviato: 31/10/2007 13:39  Aggiornato: 31/10/2007 13:39
Ho qualche dubbio
Iscritto: 13/2/2006
Da: Roma
Inviati: 279
 Re: L’Italia “dei valori”
Non so se hai visto la spiegazione sul blog da parte di Di Pietro. Mi sembra molto convincente. In realtà lui ha già fatto molte cose senza spendere una lira riguardo il ponte. guardati il video...cambierai idea. ;) Non sentire solo una campana...

redna
Inviato: 31/10/2007 13:39  Aggiornato: 31/10/2007 13:43
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: L’Italia “dei valori”
...se proprio non vi piace il governo potete votarne un altro, proprio come nelle ultime elezioni.
---
Infatti si sono accorti tutti ormai che nelle ultime elezioni hanno votato UN ALTRO governo.
Non era di sinistra.
Ha fatto un'agenda che non ha MAI rispettato
Ha messo guardasigilli mastella
Non ha cambiato quelle che precedentemente chiamava <<leggi vergogna>>
Ha fatto, dulcis in fundo, il PD giusto per far capire come si comportano gli <<amici degli amici>> di vecchia data.
Che volete che vi dica?
Berlusconi ha CONTINUATO a governare incontrastato in modo che si sappia che chi ha denaro e capitale in questo belpaese,con il patrimonio artistico unico al mondo, è signore e padrone.
Altro che l'italia dei valori, la chiamerei italia delle signorie.
Con il re di arcore quale monarca assoluto.

PS-dopo essersi autodefinito 'italia dei valori' di pietro forse si è sbagliato e ha confuso i valori. Ora mira ai valori di altro genere.....sta cambiando l'aria e si adegua. Il re è comprensivo e premia il vassallaggio(poi ora che è stato anche 'assolto'...)

cito-
Di Pietro torna a zappare la terra...
---
Non solo lui.
Quanti anni sono ormai che ....tante braccia sono state strappate all'agricoltura...???
Di questo ne ha sofferto sia l'agricoltura che la politica.
Solo che la politica l'hanno sempre fatta 'altri' e l'agricoltura è andata nel frattempo in malora.Doppio inganno.

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
Infettato
Inviato: 31/10/2007 14:03  Aggiornato: 31/10/2007 14:03
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 23/11/2006
Da: Roma
Inviati: 1499
 Re: L’Italia “dei valori”
redna

Infatti si sono accorti tutti ormai che nelle ultime elezioni hanno votato UN ALTRO governo.

Proviamo ad immaginare il prossimo governo

come sarà di destra o di sinistra

Ma dai

Infettato dal morbo di Ashcroft
---------------------------------------------
Quando ci immergiamo totalmente negli affari quotidiani, noi smettiamo di fare distinzioni fondamentali, o di porci le domande veramente basilari. Rothbard
redna
Inviato: 31/10/2007 14:10  Aggiornato: 31/10/2007 14:10
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: L’Italia “dei valori”
Il prossimo governo sarà per quello che 'altri' stabiliranno...
Già nelle ultime votazioni politiche si è visto l'andazzo...
25.000 voti....a ch???
sondaggi che dicono una cosa e che...per la prima volta..si fanno 'gabbare' senza battere ciglio....
Scatoloni di schede votate disperse nei cassonetti....
lasciamo perdere le votazioni.Tanto le tasse le pagheremo sempre a qualcuno...Perchè come dice Padova Scoppia, è l'UNICO SISTEMA che ci fa FELICI...
e tutti vogliamo essere FELICI.

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
Infettato
Inviato: 31/10/2007 14:13  Aggiornato: 31/10/2007 14:13
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 23/11/2006
Da: Roma
Inviati: 1499
 Re: L’Italia “dei valori”
Se fosse una commissione a 360 gradi noi la votiamo domani mattina ma se l’inchiesta deve indagare soltanto sugli abusi della polizia e non anche sulle illegittimità commesse da chi ha sfasciato le carrozze, le macchine e ha aggredito le forze dell’ordine, allora noi diciamo no. Perché sarebbe una giustizia a metà e non bisogna indagare soltanto quella metà dei fatti che fa comodo alla sinistra-sinistra-sinistra».

Ha ragione in pratica basterebbe indagare da una sola parte.... ops forse anche in questo caso potrebbe esserci un conflitto di interessi quindi è inutile.

Roberto

Infettato dal morbo di Ashcroft
---------------------------------------------
Quando ci immergiamo totalmente negli affari quotidiani, noi smettiamo di fare distinzioni fondamentali, o di porci le domande veramente basilari. Rothbard
Al2012
Inviato: 31/10/2007 14:25  Aggiornato: 31/10/2007 14:25
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 25/10/2005
Da:
Inviati: 2158
 Re: L’Italia “dei valori”
Ho visto il filmato di Antonio Di Pietro.

Però questo video l’ho visto grazie a mezzi di informazioni indipendenti, non ho ricordo di aver visto cose del genere sui canali tradizionali della “informazione” !!!

QUI

Per fare una indagine a 360 gradi occorre farla per intero. L’impressione che ho io è che finora è sta fatta solo a 180 gradi.

Non dobbiamo dimenticare che prima di Genova c’è stata Napoli, con schieramento politico opposto a quello dei fatti di Genova.

E’ stata fatta una inchiesta a 360 gradi per i fatti di Napoli ??

Purtroppo la storia italiana è piena di indagini fatte solo a 90 gradi.

"Che ci azzecca" bloccare una commissione d’inchiesta che vuol fare luce sul comportamento delle forze dell’ordine, di alcuni elementi delle forze dell’ordine, sui manovratori ?? (illusione)

Quando facciamo l’indagine a 360 gradi ???

Quando ???

“Capire … significa trasformare quello che è"
tccom
Inviato: 31/10/2007 14:30  Aggiornato: 31/10/2007 14:30
Mi sento vacillare
Iscritto: 3/11/2005
Da: civitavecchia
Inviati: 903
 Re: L’Italia “dei valori”
Citazione:
Onestamente, a voi il discorso di Di Pietro sembra tanto insensato?

mi sembra una cazzata terribile...perchè come dice Pausania nell'articolo,

Che le commissioni di inchiesta non si fanno per indagare gli atti vandalici di quattro deficienti con il cappuccio sulla testa. Per quello c'è la polizia. O meglio, ci sarebbe la polizia, se non fosse troppo impegnata ad avvolgere spranghe di ferro con il nastro adesivo, come un ufficiale ha affermato testimoniando al processo di Genova; se non fosse stata troppo impegnata a produrre prove false contro i manifestanti e poi a perderle in occasione del processo; se non fosse troppo impegnata a sparare sulla folla come ai tempi di Bava Beccaris.

Invece la polizia non è riuscita a prendere un solo spaccavetrine che fosse uno. Non dieci, non venti. Uno solo. Si è limitata ad entrare in una scuola adibita a dormitorio, tentare di uccidere gli occupanti a colpi di manganello, arrestare gli occupanti e poi rilasciarli perché non avevano fatto niente. Quindi, caro onorevole Di Pietro, se i suoi poliziotti sono così incapaci da non riuscire ad identificare quattro coglioni che il 20 di luglio a mezzogiorno andavano in giro vestiti di nero, con la felpa ed il passamontagna, non può venire a frignare come la vergine stuprata dagli Hell's Angels che la commissione d'inchiesta deve battersi anche per aiutare chi non sa fare il proprio mestiere.


e su!

...gli Stati Uniti non ci hanno guadagnato nulla dall'11 settembre (c'è bisogno di dirlo?)...[].... Ragioniamo: chi ci guadagna quando piove? i produttori di ombrelli. Da questo si deduce che i produttori di ombrelli controllano la pioggia.
redna
Inviato: 31/10/2007 14:34  Aggiornato: 31/10/2007 14:34
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: L’Italia “dei valori”
Quando facciamo l'indagine a 360 gradi???

Quando???
---
Penso che potrebbe essere dopo la guerra di indipendenza.

Cioè quando riusciremo a cacciare dal parlamento tutti quelli che invece di pensare a fare i nostri interessi pensano solo a far star buono il popolo così la colonia non ha problemi di ordine pubblico.

L'indagine auspicabile è quella di sapere se il popolo ha ancora quei quattro neuroni necessari per poter discernere (dopo il bombardamento mediatico degli ultimi 50-60 anni...)

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
Alberto
Inviato: 31/10/2007 15:09  Aggiornato: 31/10/2007 15:10
Ho qualche dubbio
Iscritto: 11/4/2007
Da:
Inviati: 113
 Re: L’Italia “dei valori”
tristezza... la storia si ripete.
Italia luogo di vacanze...
e basta.
Come Malindi..si padrone, certo padrone...

ps: naturalmente non voglio esser razzista.. non verso gli africani almeno.

BlSabbatH
Inviato: 31/10/2007 15:15  Aggiornato: 31/10/2007 15:25
Mi sento vacillare
Iscritto: 10/9/2005
Da: Bergamo
Inviati: 837
 Re: L’Italia “dei valori”
Citazione:
Purtroppo l'onorevole finge di ignorare anche la più evidente delle ovvietà. Che le commissioni di inchiesta non si fanno per indagare gli atti vandalici di quattro deficienti con il cappuccio sulla testa. Per quello c'è la polizia.

di quei quattro deficienti, un paio sono infiltrati.
Di Pietro ha ragione, che senso ha fare una commissione solo sugli abusi della polizia escludendo l'influenza di terzi, dall'ininfluente "gigino il tepistello del quartiere" al più influente mister "utile idiota" tra i manifestanti?

Citazione:
Individuare la 'regia' delle stragi che hanno segnato la storia dell'Italia cosiddetta 'democratica' fin dall'inizio della sua esistenza [1945] è un conto... paragonare quegli episodi ai fatti di Genova del luglio 2001 è semplicemente un nonsenso...

l'urss non c'è più, ergo l'impero ci va più soft..

Citazione:
Chiunque provvisto di cervello ha capito allora che la 'motivazione' era causare la caduta del governo Berlusconi

come si suol dire, chi sopravvive diventa più forte. Publitalia lo sa.

edit: è palese fino alla nausea che qualunque tipo di inchiesta non farà alcun tipo di chiarezza, che essa sia a 180 360 o 500 gradi.. è il prezzo del sistema democratico.

edit2: Citazione:
Turbonegro: Di Pietro, torna a zappare la terra dalla quale ti hanno ingiustamente strappato.

dai non essere così cattivo!! nutro ancora un barlume di speranza per quest'omino

-- Under capitalism, man exploits man. Under communism, it's just the opposite. -- J.K. Galbraith
BigLie
Inviato: 31/10/2007 15:18  Aggiornato: 31/10/2007 15:18
Mi sento vacillare
Iscritto: 26/10/2007
Da:
Inviati: 331
 Re: L’Italia “dei valori”
Salve ragazzi!
Sono un nuovo del sito.
Mi presento: sono un convinto "cospirazionista"
di sinistra. Sono personalmente convinto che l'intera
storia, fino ad oggi, sia solo il frutto di "una lotta tra
società segrete" finalizzata al mantenimento del potere
in capo ad una elite che si nutre del dolore e del sangue
dei "dannati della terra".
Detto ciò, penso che il principale strumento a disposizione
dei potenti per dominarci siano proprio i loro sicari, gli "sbirri".
Se qualcuno pensa che sparare in faccia ad un ragazzo, calpestarne
il corpo con la stessa camionetta che pochi secondi prima era
in panne e poi miracolosamente resuscita e infine sfondargli il cranio
con un sasso, massacrare ragazzi che dormono, strappare piercing,
minacciare di violenza le donne cantando "faccetta nera", ficcare le
facce dei fermati in lavandini pieni di urina (la cosa, tra l'altro, getta
una luce sinistra sulle barbare abitudini dei barbari in divisa), se tutto questo
ed altro può essere compreso tra le prerogative di un corpo di polizia
"democratico" (se qualcuno ancora crede alla democrazia) allora
siete perfetti come sudditi di questo Nuovo Ordine Mondiale.
Potete quindi ben capire quale sia il mio giudizio sul signor Di Pietro
che io ben ricordo essersi distinto, prima di Mani Pulite, per essere
stato l'unico magistrato crumiro della sede di Milano durante uno
sciopero organizzato contro le malefatte dell'allora presidente
Kossiga, responsabile a tutti gli effetti dell'omicidio perpetrato da
sbirri in borghese nei confronti di Giorgiana Masi.
Quanto all'elezione democratica di Bush non mi resta che piangere.
A proposito, adesso ho capito perchè Gore ha calato le braghe
dichiarando la vittoria del proprio avversario.
A distanza di pochi anni è arrivato un bel Premio Nobel per la Pace
con relativi soldini.

florizel
Inviato: 31/10/2007 15:35  Aggiornato: 31/10/2007 15:47
Sono certo di non sapere
Iscritto: 7/7/2005
Da: dove potrei stare meglio.
Inviati: 8195
 Re: L’Italia “dei valori”
Citazione:
Il progetto di creare una commissione di inchiesta che investigasse sui fatti del G8 di Genova 2001 è stato stroncato sul nascere per mancanza di voti.


Sento tutta la tua rabbia, Giorgio. Che è anche la mia, mista alla più totale consapevolezza che MAI questo governo, come MAI nessun altro, avrebbe istituito quella commissione d’inchiesta.

E trovo che, anzi, il mancato appoggio dell’ex poliziotto sia strategicamente teso a sostenere la coalizione di governo di cui fa parte. Paradossalmente.
Ma riflettiamo.

Se un furbastro come Di Pietro avesse appoggiato quella votazione, avrebbe messo in condizione il governo di andare a schiantarsi con la faccia nella merda per l’indubbia parzialità con cui avrebbe trattato la cosa. A vantaggio delle "forze dell'ordine", ovviamente.
A meno che non ci aspetti che uno stato condanni il suo braccio armato.

Invece, affermando che l’inchiesta sarebbe stata “di parte”, non ha fatto altro che rafforzare l’idea che in questo governo esistono “ancora” forze politiche schierate con i “movimenti”.

Il rischio, da più parti paventato, che il governo stia per cadere, non ha assolutamente importanza, è la solita manfrina che tiene in piedi la necessità di evitare di rimettere l’Italia nelle mani di quell’altro mestierante che risponde al nome di Silvio Berlusconi.
Quello che conta, è che all’interno del tessuto sociale l’opinione pubblica possa riconoscersi ancora in una “sinistra” che continua a perdere acqua da tutte le parti, in un clima sociale tendenzialmente critico verso politica ed istituzioni.

"Continueremo a fare delle nostre vite poesie, fino a quando Libertà non verrà declamata sopra le catene spezzate di tutti i popoli oppressi". Vittorio Arrigoni
Pyter
Inviato: 31/10/2007 15:39  Aggiornato: 31/10/2007 15:47
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/9/2006
Da: Sidonia Novordo
Inviati: 6250
 Re: L’Italia “dei valori”
Al2012:
Non dobbiamo dimenticare che prima di Genova c’è stata Napoli, con schieramento politico opposto a quello dei fatti di Genova.


E DOPO GENOVA IL SOCIAL FORUM DI FIRENZE (NOVEMBRE 2002).
Vi ricorda qualcosa????
No?
Il terrorismo mediatico sui probabili incidenti e sui Black Bloc?
Pericolo per i cassonetti!!!
Pericolo per le vetrine!!!!
Pericolo!!!!

...e poi niente.

In quei giorni, il 13 novembre esattamente, successe invece qualcosa
di cui la stampa si occupò di sfuggita e per la quale nessuno ha mai
chiesto una commissione d'inchiesta. Probabilmente non si trattava di cose IDEOLOGICAMENTE importanti, così importanti come le vetrine o i cassonetti, che richiedono un'indagine a 360 gradi.

MACCHIA NERA CON PASSAMONTAGNA A 360 GRADI

PERICOLO NERO

E sì, c'è proprio bisogno di un'inchiesta a 360 gradi per indagare su un nave con bandiera BAHAMAS, di una società LIBERIANA,che ha l'ufficio ad ATENE, partita dall'ESTONIA!!!!, diretta a SINGAPORE ??? e affondata in PORTOGALLO!??!??

"Nessuno ha il diritto di fare quel che desidera, ma tutto è organizzato per il meglio." (Antico decreto reale tolemaico)
florizel
Inviato: 31/10/2007 15:39  Aggiornato: 31/10/2007 15:43
Sono certo di non sapere
Iscritto: 7/7/2005
Da: dove potrei stare meglio.
Inviati: 8195
 Re: L’Italia “dei valori”
sigmatau Citazione:
Certo che per paragonare i fatti del G8 di Genova a Piazza Fontana, Italicus, Piazza della Loggia e addirittura alla Strage della Stazione di Bologna occorre una buona dose non solo di fantasia, ma anche di buon gusto... a meno che la vita di un militante attivo della sinistra pesi sulla bilancia come 85 'vite anonime' di viaggiatori in transito da Bologna la mattina del 1 agosto 1980...


E perché mai, di grazia? Ritieni che sia il numero di vittime lasciate morte al suolo ad impedire che si individuino i responsabili delle stragi nelle istituzioni?
Non ti dice nulla il nome di Giorgiana Masi? Solo per dirne una.

"Le chiare responsabilità emerse a carico di polizia, questore, Ministro dell'Interno, porteranno il governo a intessere una fitta trama di omertà e menzogne. Cossiga, dopo aver elogiato il 13 maggio in Parlamento "il grande senso di prudenza e moderazione" delle forze dell'ordine, modificherà più volte la propria versione dei fatti. Costretto dall'evidenza ad ammettere la presenza delle squadre speciali - tra gli uomini in borghese armati furono riconosciuti il commissario Gianni Carnevale e l'agente della squadra mobile Giovanni Santone - continuerà però a negare che la polizia abbia sparato, pur se smentito da vari testimoni e dalle inequivocabili immagini di foto e filmati. L'inchiesta per l'omicidio si concluse nel 1981 con una sentenza di archiviazione del giudice istruttore Claudio D'Angelo "per essere rimasti ignoti i responsabili del reato".

E’ stata l’unica rimasta uccisa, eppure le istituzioni hanno difeso l’operato di polizia e dirigenti.
Come sta accadendo per il G8 di Genova.

Citazione:
oppure si voleva 'contestare' il risultato delle elezioni ugualmente democratiche tenutesi due mesi prima nelle quali la sinistra era stata sconfitta?...


Quindi, a Napoli si voleva contestare il governo di centro-sinistra? Andiamo…

Napoli è “andata bene” per i parassiti che da quell’evento hanno posato le loro sporche chiappe sugli scranni del palazzo, garantendo a se stessi lo stipendio, e all’opinione pubblica l’illusione che le cose si possano “cambiare da dentro” (si fa per dire…).

Diciamola tutta: l’unica cosa che le istituzioni di destra e sinistra volevano contestare, ed in perfetta sinergia, è che pezzi della società civile si potessero “organizzare” a prescindere dagli schieramenti e dalle coalizioni al governo, ed indipendentemente da essi, avendo ormai capito, a prezzo di manganellate, arresti illeciti ed abusi assortiti, che nessun tipo di “appartenenza ideologica” avrebbe impedito ai potenti di imperare sul mondo. E che, durante quei summit, i “potenti” non avrebbero guardato in faccia a nulla e a nessuno.

ps: leggo solo ora il commento, il primo commento, di BigLie, che cita Giorgiana Masi.

Me ne compiaccio. E' sempre utile rinfrescarsi la memoria.
Benvenuto.

"Continueremo a fare delle nostre vite poesie, fino a quando Libertà non verrà declamata sopra le catene spezzate di tutti i popoli oppressi". Vittorio Arrigoni
BigLie
Inviato: 31/10/2007 15:56  Aggiornato: 31/10/2007 15:56
Mi sento vacillare
Iscritto: 26/10/2007
Da:
Inviati: 331
 Re: L’Italia “dei valori”
Grazie florizel.
Bè sai, quando parlo di Kossiga accludo sempre
la sua credenziale di responsabile della morte di
una ragazza che non era neanche una militante
comunista o, come si diceva allora, "autonoma".
No, Giorgiana era lì semplicemente per ricordare
la vittoria nel referendun per il divorzio, una conquista
basilare per una società minimamente civile.
Ebbene, evidentemente per un rosicamento interno
che ricordava la loro cocente sconfitta i clerico-fascisti
della DC inscenarono un vero e proprio agguato al
corteo con "sbirri" travestiti da manifestanti (mmmm,
mi ricorda qualcosa?) immortalati dalle telecamere mentre
con i lro capelli lunghi e i loro pistoloni sparavano ad altezza
d'uomo contro i manifestanti al riparo dei blindati della
polizia, salvo poi 5 minuti dopo fare un salto dall'altra parte della
barricata e sparare, stavolta in aria, contro i poliziotti.
Non è cambiato nulla solo le modalità del travestimento.
Allora andavano i capelli lunghi e i maglioni peruviani, oggi
felpa nera e cappuccio.
Ma la gente che si beve ettolitri di cazzate davanti ai tg, però, è
sempre la stessa.
Per fortuna ci sono isole di pensiero libero, come questo sito.
Ad ogni modo, non è solo la mancata commissione d'inchiesta a
marcare d'infamia i vergognosi pacchetti sicurezza dello pseudo
governo di centrosinistra.
La vera perla è la banca del DNA!
L'agenda NWO continua alla grande...

tccom
Inviato: 31/10/2007 15:59  Aggiornato: 31/10/2007 15:59
Mi sento vacillare
Iscritto: 3/11/2005
Da: civitavecchia
Inviati: 903
 Re: L’Italia “dei valori”
ciao flo
piccola parentesi di autocritica:
tu dici (e in prima lettura ho avuto un moto di condivisione)
Citazione:
Se un furbastro come Di Pietro avesse appoggiato quella votazione, avrebbe messo in condizione il governo di andare a schiantarsi con la faccia nella merda per l’indubbia parzialità con cui avrebbe trattato la cosa. A vantaggio delle "forze dell'ordine", ovviamente.
A meno che non ci aspetti che uno stato condanni il suo braccio armato.

Invece, affermando che l’inchiesta sarebbe stata “di parte”, non ha fatto altro che rafforzare l’idea che in questo governo esistono “ancora” forze politiche schierate con i “movimenti”.

Ma se invece avesse votato a favore, non saremmo stati qui a dire che tanto non serviva a niente e anzi sarebbe stato un'altro contentino sicuramente naufragato nell'insabbiamento?
questo per dire che Di Pietro secondo me non è un "furbastro"...il dramma è che secondo me ci crede sul serio!
ciao

...gli Stati Uniti non ci hanno guadagnato nulla dall'11 settembre (c'è bisogno di dirlo?)...[].... Ragioniamo: chi ci guadagna quando piove? i produttori di ombrelli. Da questo si deduce che i produttori di ombrelli controllano la pioggia.
Pyter
Inviato: 31/10/2007 16:07  Aggiornato: 31/10/2007 16:07
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/9/2006
Da: Sidonia Novordo
Inviati: 6250
 Re: L’Italia “dei valori”
Pausania:
Portella della Ginestra,
Piazza Fontana,
Italicus,
Piazza della Loggia,
la Stazione di Bologna

+

Chi dette l'ordine di uccidere Aldo Moro?

...e USTICA?

In Italia, il giorno in cui cadde il DC9 anche i radar funzionavano
solo a 180 gradi.

"Nessuno ha il diritto di fare quel che desidera, ma tutto è organizzato per il meglio." (Antico decreto reale tolemaico)
BigLie
Inviato: 31/10/2007 16:21  Aggiornato: 31/10/2007 16:21
Mi sento vacillare
Iscritto: 26/10/2007
Da:
Inviati: 331
 Re: L’Italia “dei valori”
Tempo fa ho visto un documentario di
La7 in cui si riportavano le telefonate di
cittadini genovesi alla centrale di polizia
che, teoricamente, avrebbe dovuto sovraintendere
alla dislocazione delle forze di polizia, carabinieri e
GDF nei vari punti della città.
A parte l'immensa tristezza derivante dal sentire
persone che invitavano pressantemente l'operatrice
di polizia a far convergere agenti per catturare dei
poveracci che si erano rifugiati nel loro cortile per
sfuggire al massacro e che mandavano la stessa operatrice
a fare in culo perchè questa, per una volta giustamente,
rispondeva loro che non era così importante (anche perchè
carceri per ospitare mezzo milione di persone non ce n'erano).
Dicevo, a parte lo schifo per la famosa maggioranza silenziosa
che poi silenziosa non è, vanno segnalate invece due o tre
telefonate di genovesi che, al contrario, fortemente preoccupati
chiedevano spiegazioni sulle urla che sentivano provenire dalla
Diaz vicino alla quale abitavano.
Ebbene, l'operatrice ha risposto (e dal tono della voce sembrava
sincera) che non era assolutamente a conoscenza di interventi
alla Diaz. Non solo, ad un certo punto la stessa operatrice, su
pressante richiesta di un vicequestore che vedeva marciare
dei reparti di polizia verso il corteo delle tute bianche, chiama
ripetutamente il dirigente che comandava il reparto in rotta di
colllisione con il corteo e che provocherà poi il macello di Via
Alimonda. Quel reparto era stato in precedenza incaricato dalla
stessa operatrice di intercettare il Black Blok al carcere di
Marassi. Bene, il dirigente disobbedisce e si dirige verso le tute
bianche e quando l'operatrice cerca di ricontattarlo non risponde.
Aveva interrotto qualsiasi comunicazione con il Centro di Comando.
Questa, a casa mia, si chiama insubordinazione e abuso d'ufficio.
Quindi, in quei giorni reparti di polizia si sono mossi in maniera
totalmente autonoma e agli ordini di poteri terzi rispetto a chi deteneva
legalmente il comando dell'Ordine Pubblico a Genova, ossia Questore e Prefetto di Genova.
Chi erano questi altri poteri? Vi dice nulla il fatto che in quei giorni Fini si
era recato in visita ai reparti Celere? Lui era Ministro degli Esteri mica degli Interni.
Che ci stava a fare lì?
Bè, mi sembra di aver risposto alla mia domanda retorica.
Piccola nota biografica: Fini fu scelto come delfino personale da
Giorgio Almirante noto fucilatore di partigiani, ma quale doppio petto.
Non basta battersi il petto davanti ai nuovi nazisti, Israele, per
diventare tutto d'un tratto rispettabile.Tutto quello che sai è falso

florizel
Inviato: 31/10/2007 16:24  Aggiornato: 31/10/2007 16:26
Sono certo di non sapere
Iscritto: 7/7/2005
Da: dove potrei stare meglio.
Inviati: 8195
 Re: L’Italia “dei valori”
Citazione:
Ma se invece avesse votato a favore, non saremmo stati qui a dire che tanto non serviva a niente e anzi sarebbe stato un'altro contentino sicuramente naufragato nell'insabbiamento?


Ciao, tccom.

Infatti, gli esiti sarebbero stati sicuramente quelli di far naufragare il tutto, a meno di non condannare i veri responsabili di quei fatti, e per competenza della commissione d'inchiesta gli unici su cui indagare sono le forze di polizia.
Cosa impossibile, politicamente sarebbe stata l'autocondanna dello stato.

E sarebbe stata un'ennesima figura di cacca da parte di questo governo che avrebbe così confermato di essere la fotocopia dell'altro.

In codesto modo, invece, la figuraccia è stata evitata, Di Pietro e Mastella hanno assicurato la "tenuta" dei consensi più filo-istituzionali alla coalizione, ed "assicurato" che quella commissione, si, davvero, è l'espressione di una sinistra autenticamente di sinistra (???) che siede in parlamento.

Mi rendo conto che il concetto è complottaro al limite, ma per una coalizione che sopravvive grazie all'illusione che ancora riesce a creare di "distinguersi" dall'altra è fondamentale, pur di continuare col teatrino delle "parti opposte".

Rifletti su quali settori sociali può sperare di fare ancora presa, dal momento che il centro destra si assesta su altri tipi di consensi.

Solita storia, dal dopoguerra ad oggi: le "parti oppostre". E l'elettorato ad andare avanti ed indietro tra l'una e l'altra, come topi in gabbia.

Ed "essi vivono".

"Continueremo a fare delle nostre vite poesie, fino a quando Libertà non verrà declamata sopra le catene spezzate di tutti i popoli oppressi". Vittorio Arrigoni
BigLie
Inviato: 31/10/2007 16:26  Aggiornato: 31/10/2007 16:26
Mi sento vacillare
Iscritto: 26/10/2007
Da:
Inviati: 331
 Re: L’Italia “dei valori”
Scusate la domanda stupida.
Come si fa a cambiare la scritta
"So tutto", "Dubito" ecc.ecc.?

Pyter
Inviato: 31/10/2007 16:39  Aggiornato: 31/10/2007 16:39
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/9/2006
Da: Sidonia Novordo
Inviati: 6250
 Re: L’Italia “dei valori”
BigLie :
Scusate la domanda stupida.
Come si fa a cambiare la scritta
"So tutto", "Dubito" ecc.ecc.?


Penso che non si possa cambiare.Forse cambia automaticamente a seconda del numero di post.

"Nessuno ha il diritto di fare quel che desidera, ma tutto è organizzato per il meglio." (Antico decreto reale tolemaico)
florizel
Inviato: 31/10/2007 16:41  Aggiornato: 31/10/2007 16:41
Sono certo di non sapere
Iscritto: 7/7/2005
Da: dove potrei stare meglio.
Inviati: 8195
 Re: L’Italia “dei valori”
BigLieCitazione:
sentirepersone che invitavano pressantemente l'operatrice
di polizia a far convergere agenti per catturare dei
poveracci che si erano rifugiati nel loro cortile per
sfuggire al massacro


Questo non è del tutto vero. O, almeno, non è vero solo questo.

E' vero anche che molti genovesi il cancello lo hanno aperto proprio per impedire che i manifestanti venissero selvaggiamente manganellati.
Come i genovesi che chiamavano per le urla alla Diaz.

Ma non è questo il punto. Il punto è capire che, contrariamente a quanto ci si sforza di far credere, le forze di polizia NON hanno agito autonomamente, come giustamente affermi anche te.

E che, a mio avviso, non sono stati "poteri terzi" a guidarle, ma apparati dello stato. E a tutela di quei poteri, che i fatti di Genova (come del resto tutte le altre "stragi di stato") dimostrano quale siano le reali funzioni degli "stati".

"Continueremo a fare delle nostre vite poesie, fino a quando Libertà non verrà declamata sopra le catene spezzate di tutti i popoli oppressi". Vittorio Arrigoni
tccom
Inviato: 31/10/2007 16:44  Aggiornato: 31/10/2007 16:47
Mi sento vacillare
Iscritto: 3/11/2005
Da: civitavecchia
Inviati: 903
 Re: L’Italia “dei valori”
Citazione:
In codesto modo, invece, la figuraccia è stata evitata, Di Pietro e Mastella hanno assicurato la "tenuta" dei consensi più filo-istituzionali alla coalizione, ed "assicurato" che quella commissione, si, davvero, è l'espressione di una sinistra autenticamente di sinistra (???) che siede in parlamento.

ho capito...come dire che hanno giocato a poliziotto-buono/poliziotto-cattivo ma comunque lì volevano andare a parare...da bravo complottardo non mi sono immune al fascino di questo punto di vista
devo però ammettere che dentro di me c'è "l'omino del cervello" che pensa ancora a Di Pietro come ad uno in buona fede...e che ha fatto una cazzata.

Citazione:
Rifletti su quali settori sociali può sperare di fare ancora presa, dal momento che il centro destra si assesta su altri tipi di consensi.

questo è quello su cui i nostri amici non stanno riflettendo abbastanza secondo me: il settore sociale su cui sperano di fare presa si assottiglia paurosamente ogni giorno che 'sto governo resta in piedi...
non se ne esce...

ciao

@BigLie: le scritte sooto lo username si modificano in base al numero di post
Citazione:
Piccola nota biografica: Fini fu scelto come delfino personale da
Giorgio Almirante noto fucilatore di partigiani, ma quale doppio petto.
Non basta battersi il petto davanti ai nuovi nazisti, Israele, per
diventare tutto d'un tratto rispettabile.Tutto quello che sai è falso

ma sto ragazzo(a) è uno spettacolo!

...gli Stati Uniti non ci hanno guadagnato nulla dall'11 settembre (c'è bisogno di dirlo?)...[].... Ragioniamo: chi ci guadagna quando piove? i produttori di ombrelli. Da questo si deduce che i produttori di ombrelli controllano la pioggia.
felice
Inviato: 31/10/2007 16:56  Aggiornato: 31/10/2007 16:56
Mi sento vacillare
Iscritto: 14/3/2006
Da: Parma
Inviati: 759
 Re: L’Italia “dei valori”
alla mia salita im cielo cercherò garibaldi, Dalema e Di Pietro e gli darò botte per l'eternità-
fe

Solo col governo di sinistra possono passare SORDIDE e SILENTI le riforme di destra. Il SOLE é storto! Sento di navigare su una nave tarmata. Le tarme sono tante che la nave sulla quale viaggio é destinata a risolversi consumata nel fuoco delle GUERRE.
redna
Inviato: 31/10/2007 16:58  Aggiornato: 31/10/2007 17:01
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: L’Italia “dei valori”
cito-
E che, a mio avviso, non sono stati "poteri terzi" a guidarle, ma apparati dello stato.
---
Dovevano essere apparati dello stato, così i poteri terzi se ne stavano tranquillamente fuori.
I poteri terzi se la svignano sempre.Non ci sono mai dentro.
Sappiamo chi sono e che nome hanno.Ma non sono mai coinvolti.
E nemmeno gli autori dei misfatti vengono fuori quano ci sono i poteri terzi.

In questo contesto le forze di polizia NON possono ammettere che NOn hanno agito autonomamente.

Capire però i Fini di tutto questo...

PS-il nome antico di genova è : ianua

PPSS-il conta-post agisce autonomamente a seconda dei post che si mandano

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
maxgallo
Inviato: 31/10/2007 17:04  Aggiornato: 31/10/2007 17:04
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 26/5/2004
Da: Prov. Pescara
Inviati: 2078
 Re: L’Italia “dei valori”
Citazione:
Come si fa a cambiare la scritta


Con la perseveranza....

"Il brutto della vita è che gli idioti sono pieni di loro e gli intelligenti sono pieni di dubbi"

BigLie
Inviato: 31/10/2007 17:08  Aggiornato: 31/10/2007 17:08
Mi sento vacillare
Iscritto: 26/10/2007
Da:
Inviati: 331
 Re: L’Italia “dei valori”
-citazione-

Questo non è del tutto vero. O, almeno, non è vero solo questo.

E' vero anche che molti genovesi il cancello lo hanno aperto proprio per impedire che i manifestanti venissero selvaggiamente manganellati.
Come i genovesi che chiamavano per le urla alla Diaz.

Ma non è questo il punto. Il punto è capire che, contrariamente a quanto ci si sforza di far credere, le forze di polizia NON hanno agito autonomamente, come giustamente affermi anche te.

E che, a mio avviso, non sono stati "poteri terzi" a guidarle, ma apparati dello stato. E a tutela di quei poteri, che i fatti di Genova (come del resto tutte le altre "stragi di stato") dimostrano quale siano le reali funzioni degli "stati".
---------------------------------------


Intendevo dire che hanno agito in maniera autonoma rispetto
al potere ufficiale che, in realtà, sappiamo tutti non comandare affatto.
In tutti i paesi esiste un governo occulto che tira i fili di marionette
solo in parte inconsapevoli.
A proposito, penso saprete tutti che i vari D'Alema, Prodi, Veltroni
hanno partecipato a più riprese ai lavori del famoso Gruppo Bilderberg.
In particolare, poco tempo dopo la sua partecipazione Veltroni passò
da direttore dell'Unità ad incarichi ben più prestigiosi.
Come il "compagno" (sigh!) Blair che immediatamente dopo la sua
partecipazione al Bilderberg, assolutamente misteriosa visto che all'epoca
era un oscuro leaderino del Labour come tanti, divenne segretario del partito e premier.

Pyter
Inviato: 31/10/2007 17:10  Aggiornato: 31/10/2007 17:10
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/9/2006
Da: Sidonia Novordo
Inviati: 6250
 Re: L’Italia “dei valori”
Onestamente, a voi il discorso di Di Pietro sembra tanto insensato?


Dal filmato di Di Dietro:

Hanno sfasciato vetrine, hanno incendiato cassonetti...hanno aggredito le forze dell'ordine ordine e ORDINE, hanno distrutto mezzo mondo , anche facendo...come si può dire...violenza a cose e persone...una frangia di essi ha compiuto reati GRAVISSIMI...la commissione d'inchiesta sull'assedio di SEGUNTO secondo me non si può fare...

"Nessuno ha il diritto di fare quel che desidera, ma tutto è organizzato per il meglio." (Antico decreto reale tolemaico)
Sertes
Inviato: 31/10/2007 17:16  Aggiornato: 31/10/2007 17:16
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 9236
 Re: L’Italia “dei valori”
Questo è il post di DiPietro liberamente consultabile da ieri. Magari un'altra volta Pausania dacci entrambe le versioni, la tua tratta da quanto riportato dal Corriere della Sera e quella diretta del ministro, così poi noi giudichiamo liberamente.

Citazione:

Ho visto parecchi commenti sul mio blog, di cui molti negativi, sul fatto che Italia dei Valori non abbia dato il suo consenso alla Commissione d’inchiesta parlamentare per valutare i fatti del G8 di Genova del 2001.
Una premessa: siamo favorevoli ad una Commissione d’inchiesta su questo tema ma a condizione che si indaghi su tutti i fatti. Le questioni sono due: i comportamenti dei manifestanti e quelli della Polizia.
I no-global hanno sfilato per manifestare contro i potenti della Terra esercitando, legittimamente, un loro diritto. Alcuni, però, non si sono limitati a manifestare: hanno sfasciato vetrine, hanno incendiato macchine, hanno aggredito le forze dell’ordine. Una frangia di essi, quindi, ha commesso dei reati gravissimi per la quale la Procura della Repubblica e i giudici stanno procedendo, anzi hanno chiesto svariati anni di carcere. I fatti sono già accertati.
Cosi come è accertato, purtroppo e sotto certi aspetti ancora più grave, il fatto che le forze dell’ordine, per scoprire i colpevoli, non hanno fatto un’indagine di polizia giudiziaria nell’immediatezza, ma hanno rinchiuso alcune persone in una caserma e le hanno malmenate, provocando lesioni, comportandosi peggio degli altri.
Questa è una brutta pagina che merita un approfondimento innanzitutto in sede giudiziaria, e i giudici se ne stanno occupando: anche i poliziotti che sono accusati di aver commesso quei reati sono stati rinviati a giudizio.
Oggi, in Parlamento, cosa si voleva fare? Una commissione d’inchiesta limitatamente ai comportamenti della Polizia. Che Commissione d’inchiesta è questa?
Un’inchiesta sui fatti del G8 deve essere fatta tenendo conto dei comportamenti di tutti coloro che erano parti in causa; degli errori, degli abusi, delle omissioni e delle violenze commesse da tutti. Allora si può ricostruire una pagina di Storia secondo verità.
Ecco perché noi dell’Italia dei Valori non possiamo consentire che una commissione nasca con il fine di indagare solo su una parte dei fatti.
Ciò che abbiamo proposto è una Commissione d’inchiesta sugli abusi del diritto di manifestazione da parte di alcuni manifestanti - non di tutti perché vanno rispettati quelli che hanno rispettato la legge -, e di alcuni poliziotti - non tutti perché vanno rispettati quelli che hanno rispettato la legge. Vanno puniti coloro che hanno abusato della loro funzione.
Si deve ricercare la verità: un risultato falsato dall’origine non sarà mai positivo.
Mi dispiace che, ancora una volta, si riferisca solo la parte d’informazione che interessa.
L’Italia dei Valori non è contro la Commissione sul G8: è contro l’uso strumentale della Commissione.

Quando dici le cose come stanno, stai sulle palle a tanta gente
shm
Inviato: 31/10/2007 17:26  Aggiornato: 31/10/2007 17:26
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 17/8/2007
Da: perugia
Inviati: 1802
 Re: L’Italia “dei valori”
Sul G8 di Genova ho raccolto dei video e ho fatto un post:

http://bugietotali.blogspot.com/search/label/g8

No comment per la sentenza!

Una domanda: Quntri black blocks hanno arrestato?

Nel secondo video un bb fa retrocedere una squadra di polizziotti...

era un infiltrato?

Un infiltrato tra i bb?

Stuarthwyman

“Se un ebreo ortodosso mi considera "immondo" o mi saluta per primo per non dover essere costretto a rispondere al mio saluto, la cosa non preoccupa più di tanto.” (John)
9/11 anomalies
redna
Inviato: 31/10/2007 17:28  Aggiornato: 31/10/2007 17:28
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: L’Italia “dei valori”
vale la pena ricordare che di pietro ha fatto,prima di diventare magistrato, il poliziotto?
Mi chiedo perchè fermare tutta l'inchiesta motivandola col fatto che era imparziale.
Se qualcuno avesse rotto vetrine o macchine sarebbe da accusare alla stessa maniera di chi ha massacrato persone???

Pertanto quando dice: "Si deve ricercare la verità: un risultato falsato dall'origine non sarà mai positivo"ci sta dicendo qualcosa?????

In tutta questa vicenda è "l'origine" che bisogna ricercare.

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
cherubino
Inviato: 31/10/2007 17:28  Aggiornato: 31/10/2007 17:32
Mi sento vacillare
Iscritto: 1/6/2006
Da: Haute-Normandie
Inviati: 430
 Re: L’Italia “dei valori”
IO non vedo nulla di strano in quello che dice Di Pietro...
"Commissione d'inchiesta sul G8" vuol dire su TUTTI i fatti che sono accaduti, non solo su quelli in cui si vuole incolpare la Polizia. Così facendo, d'altra parte, sarebbe facile invece DIScolpare la Polizia da ogni accusa, dimostrando che non sussistevano i fatti o che agiva per legittima difesa. Non riesco a vedere un'inchiesta a metà, penso che non porti da nessuna parte.
Mi sembra più democratico indagare anche su ciò che hanno combinato gli spaccavetrine, dal momento che sono ancora a piede libero. Se non hanno scheletri nell'armadio... si faranno indagare. D'altra parte ci sono video di ogni singolo momento di sto benedetto G8, non c'è granché da indagare.

ataulfo163
Inviato: 31/10/2007 17:29  Aggiornato: 31/10/2007 17:29
So tutto
Iscritto: 5/5/2007
Da: trentino
Inviati: 15
 Re: L’Italia “dei valori”
Sinceramente dell'idv o udeur come elettore di sinistra ne ho piene le palle,ma che mi si venga a dire che una commissione inchiesta sui fatti del G8 del 2001 era progaramma di governo lo trovo alquanto sconcertante,benaltri sono i problemi che chi vive con 1000 euro al mese si aspetta dal governo votato.E vero che la polizia a genova non fu esempio di democrazia quanto e' vero comunque che deficienti di nome NO Global o altre sigle abbiano raso al suolo la citta'(provate a chiedere ai genovesi e non magari a Caruso),per ottenere alla fine cosa l'assurda morte di un giovane che di sicuro non era li' per turismo.
Smettiamola col difendere gente che ad ogni occasione buona ne approfitta per saccheggiare librerie supermarket in nome di chi,magari della nonviolenza.Igiudici devono andare bene non solo per punire i poliziotti che a genova sbagliarono,ma per punire le persone che dietro un fazzoletto sul volto e casco in testa distruggono anni di sacrifici di gente che nulla ha che fare con loro,io questi li chiamo globalfascisti.

marcocedol
Inviato: 31/10/2007 17:30  Aggiornato: 31/10/2007 17:30
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 30/6/2006
Da: Torino
Inviati: 1340
 Re: L’Italia “dei valori”
Condivido in pieno lo splendido articolo di Pausania scritto con "il cuore" e intriso di sacrosanta rabbia.

BigLie
Inviato: 31/10/2007 17:39  Aggiornato: 31/10/2007 17:39
Mi sento vacillare
Iscritto: 26/10/2007
Da:
Inviati: 331
 Re: L’Italia “dei valori”
X Sertes:
da che mondo e mondo una commissione d'inchiesta
deve indagare sui punti misteriosi che coinvolgono
responsabilità politiche.
Dal lato dei manifestanti non c'è alcun mistero da
scoprire tranne se qualcuno ha infiltrato il corteo
delle tute bianche e/o il Black Blok.
E questo qualcuno non potrebbe essere altri che
polizia o servizi deviati.
In sostanza un'indagine sui manifestanti riporterebbe
sempre ad un'indagine sulla polizia. Quindi, la difesa
di Di Pietro è strumentale.
Tra l'altro, mente anche riguardo ai manifestanti che
sono sotto processo. E' ammesso anche dai PM che essi
non facevano parte del Black Blok, tanto è vero che si dice
sempre che nessun Black Blok sia stato neanche fermato
a Genova.
Quindi, se non sono Black Blok come hanno fatto a macchiarsi
di devastazione e saccheggio se queste cose le hanno fatte
solo i Black Blok.
Infatti, il corteo delle Tute Bianche era assolutamente pacifico
finchè non è stato attaccato da quel famoso reparto sfuggito al
controllo della sala centrale. Quel reparto non si dirige verso
Marassi come richiesto incessantemente da un vicequestore ma
taglia la strada al corteo delle Tute Bianche attaccandolo
frontalmente.
Solo a quel punto il corteo, giustamente, comincia a difendersi
anche perchè se non l'avesse fatto si rischiava una tragedia con
decine di migliaia di persone in fuga che si accalcavano contro
la massicciata del treno inseguite da lacrimogeni di gas nocivo CS
e anche pistolettate come si sente distintamente nel video del
Legal Forum.
Se il corteo non si fosse difeso avremmo contato parecchie decine di morti.
Ed è per questo che quel vicequestore, evidentemente esperto di
ordine pubblico, urla all'operatrice della centrale "Ma che fa quel
coglione?" riferendosi al dirigente che scaglia i suoi uomini contro il
corteo delle Tute Bianche.
I nomi non li ricordo ma si possono facilmente recuperare in rete.
Comunque i disgraziati sotto processo rischiano 15 anni di galera e
100.000 euro (?!) di multa solo per essersi difesi dalla violenza
poliziesca.
A proposito, 15 anni per aver rovesciato un cassonetto e tirato
qualche sasso alla polizia (perchè questo ha fatto il corteo e nient'altro)
quando alla Franzoni hanno dato 16 anni per aver sfondato a
martellate il cranio del figlio?
Complimenti. Che bella questa cosa immonda che ci ostiniamo a
chiamare democrazia.
Ma, si sa, la Franzoni è nipote della moglie di Prodi.

Pyter
Inviato: 31/10/2007 17:45  Aggiornato: 31/10/2007 17:45
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/9/2006
Da: Sidonia Novordo
Inviati: 6250
 Re: L’Italia “dei valori”
"Si deve ricercare la verità: un risultato falsato dall'origine non sarà mai positivo"

redna:
In tutta questa vicenda è "l'origine" che bisogna ricercare.
-------------------------------------------------------------------------------------------------



"Nessuno ha il diritto di fare quel che desidera, ma tutto è organizzato per il meglio." (Antico decreto reale tolemaico)
mc
Inviato: 31/10/2007 17:58  Aggiornato: 31/10/2007 17:58
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/5/2004
Da:
Inviati: 7222
 Re: L’Italia “dei valori”
Solo chi non c'era in quei gg puo' ritenere equilibrata le "ragioni" di Di Pietro.

E' ridicola la sua posizione. E' proprio il fatto che non ci sia nessun indagato in fragranza di reato che fa imbestialire quelli che c'erano. CIoe' quelli che sanno che minchiate dice Tonino in questo caso.

Inoltre, il suo intervento non valuta nemmeno alla lontana la palese collusione tra alcuni uomini chiave delle forze dell'ordine in quei gg. e i Neri sfasciavetrine. Evita di collegare le ingerenze politiche di quelle ore calde e gli interventi "cileni" fatti contro inermi manifestanti. Fa l'indiano sulla vergognosa gestione di quei gg. puntando l'interesse su fatti marginali che non hanno nulla a che vedere con la gravita' sottolineata dalla richiesta dei manifestanti con le loro motivazioni. Irrilevanti rispetto alla gravita' del comportamento fascista-criminale di alcuni (e non pochi purtroppo) elementi delle forze dell'ordine. Irrilevanti rispetto alla uccisione di un ragazzo, tragica e diretta conseguenza del suddetto comportamento vergognoso.

Parliamo delle vetrine come ha fatto studio aperto... come han fatto la leghista Telegenova e il Tiggi'5 del miderato (un ciufolo) Mentana... e magari complimentiamoci e concordiamo tutti insieme sulle mascalzonate estemporanee degli atti vandalici contro cose, e non parliamo di contenuti globali e motivazioni occulte, repressione e massoneria...

Bravo Di Pietro, bravo.

mc

BigLie
Inviato: 31/10/2007 17:59  Aggiornato: 31/10/2007 17:59
Mi sento vacillare
Iscritto: 26/10/2007
Da:
Inviati: 331
 Re: L’Italia “dei valori”
Ma esaminiamo anche la questione Black Blok.
Chi sono costoro?
Nascono negli USA e nel Nord Europa come netto
rifiuto delle cose fondamentali che reggono questa
società, ossia il potere e il denaro.
Questa critica è condivisa non solo da chi è comunista
ma anche da quella destra che individua nel sistema bancario
e nello strumento del signoraggio la fonte inesauribile di
potere per l'elite globalista che ci domina.
Conseguentemente a questa critica ideologica il Black Blok
sposa una serie di comportamenti pratici soprattutto durante
i cortei, ossia la distruzione della merce intesa come simbolo
e strumento dello sfruttamento. I principali obiettivi dei
Black Blok diventano quindi le banche e in particolare i bancomat,
i supermercati, le pompe di benzina, specialmente quelle
della Esso o Exxon principale fornitrice dell'esercito americano
nei suoi viaggi di sterminio in giro per il mondo.
La cosa interessante è che i Black Blok rifiutano ogni forma di violenza
contro le persone, rinnegando quello che era un capisaldo della
contestazione anni '70, ossia l'identificazione del poliziotto con il nemico
per antonomasia. In altri termini, i Black Blok non tollerano attacchi
diretti contro la polizia.
Ora, si possono contestare duramente questi metodi perchè, tra l'altro,
si prestano facilmente a strumentalizzazioni ma certo i Black Blok non
sono il male numero 1 di questo mondo.
Inoltre, bisogna comprendere che sono nati negli USA dove il tasso di
repressione è a livelli inimmaginabili per noi.
Si può condannare a 15, 20 anni un Black Blok (tra l'altro ipotesi
fantascientifica visto che non li beccano mai) e lasciare indenni le
signore banche che fanno prestiti al 40% ai paesi poveri e che
finanziano i traffici di armi e di droga o le corporations che
fanno morire milioni di persone di malattie curabili (vedi case
farmaceutiche) oppure organizzano golpe contro i paesi che
nazionalizzano (vedi la AT&T in Cile nel 1973).
In questo mondo di merda, certo che si può.

RiccardoII
Inviato: 31/10/2007 18:09  Aggiornato: 31/10/2007 18:10
Ho qualche dubbio
Iscritto: 25/10/2006
Da:
Inviati: 74
 Re: L’Italia “dei valori”
Quoto (quasi) in pieno l'articolo.

Il fatto che ci siano stati quei 4 coglioni a bruciare, rompere, rovesciare ecc. non è una scusa per il modo in cui la polizia e i carabinieri si sono comportati. Prima di tutti, i tutori dell'ordine pubblico dovrebbero essere tenuti a rispettare la legge. Caricare i manifestanti con delle camionette non è previsto dalla legge. Su questa e su altre vicende va fatta chiarezza.

Per i 4 coglioni non serve una commissione; basterebbe che i tutori dell'ordine pubblico facessero il loro dovere.

Carlo:
Citazione:
Un solo appunto su questo: la smettiamo di tirare in ballo il "patto sociale" e la designazione volontaria, visto che nessuno nella storia dell'istituzione politica dello Stato ha mai detto che i cittadini concretamente designano volontariamente il proprio potere in un patto sociale?


Concordo.

Florizel:
Citazione:
Ed "essi vivono".


Mettiamoci tutti gli occhiali!!

Sigmatau:
Citazione:
Quanto poi alla 'motivazione' delle 'manifestazioni' indette dalla sinistra per il G8 di Genova non raccontiamoci fiabe. Chiunque provvisto di cervello ha capito allora che la 'motivazione' era causare la caduta del governo Berlusconi e un 'obiettivo primario' [conseguito senza colpo ferire nella circostanza...] era che 'ci scappasse il morto'...


co-sa-stai-di-cen-do?

Riccardo

redna
Inviato: 31/10/2007 18:13  Aggiornato: 31/10/2007 18:14
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: L’Italia “dei valori”
pyter
a parte quell'origine...
si potrebbe anche vedere perchè hanno insistito tanto a fare a genova il G8 che è stato sconsigliato anche perchè la città non era in grado di sostenere un così tanto pubblico e sicurezza varia...
Ma d'altra parte anche l'allora capo del governo ha avuto il suo bel lavoro.Ha varato provvedimenti tipo: non bisogna stendere i panni ai balconi, attirandosi le ire delle massaie liguri per il resto dei giorni.
Il resto era tutto deciso.Cosa ci poteva fare il governo italiano.
Le condizioni non le ha mai dettate e anche questa volta, come da prassi, è stato di parola.
Ma perchè genova? Non farti sfuggire il nome antico...potrebbe essere "l'origine".

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
zerozeta
Inviato: 31/10/2007 18:46  Aggiornato: 31/10/2007 18:46
So tutto
Iscritto: 8/5/2006
Da:
Inviati: 10
 Re: L’Italia “dei valori”
votare..
democrazia..
scelta..
crocette..

ma vi riferite ad elezioni come le precedenti?

http://www.webalice.it/marisa.pareto/bibliografia6.htm

cercate di ricordare dopo quale telefonata ricevuta Prodi si decise nel cuore della notte a proclamare la vittoria.......i numeri non erano chiari ( e non lo sarebbero più stati............), ma la benedizione orami c'era stata........
...........
Condoleeza, mon amour........

Pyter
Inviato: 31/10/2007 18:48  Aggiornato: 31/10/2007 18:48
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/9/2006
Da: Sidonia Novordo
Inviati: 6250
 Re: L’Italia “dei valori”
redna:
Le condizioni non le ha mai dettate e anche questa volta, come da prassi, è stato di parola.
Non farti sfuggire il nome antico...potrebbe essere "l'origine".

Il luogo è stato deciso e imposto da qualcuno che ha così grande potere? Il nome antico che dici mi evoca qualcosa...di poco chiaro e
nascosto...ma non così potente da decidere e imporre la sede del g8.

"Nessuno ha il diritto di fare quel che desidera, ma tutto è organizzato per il meglio." (Antico decreto reale tolemaico)
BigLie
Inviato: 31/10/2007 18:56  Aggiornato: 31/10/2007 18:56
Mi sento vacillare
Iscritto: 26/10/2007
Da:
Inviati: 331
 Re: L’Italia “dei valori”
-citazione-

votare..
democrazia..
scelta..
crocette..

ma vi riferite ad elezioni come le precedenti?

http://www.webalice.it/marisa.pareto/bibliografia6.htm

cercate di ricordare dopo quale telefonata ricevuta Prodi si decise nel cuore della notte a proclamare la vittoria.......i numeri non erano chiari ( e non lo sarebbero più stati............), ma la benedizione orami c'era stata........
...........
Condoleeza, mon amour........
-----------------------------------------------

Quel gran fesso del sottoscritto stette fino alle 3,30,
quella notte, davanti al sito del Viminale ad aspettare
i vari aggiornamneti ed ogni mezz'ora vedevo la differenza
tra i due schieramenti assottigliarsi sempre dello stesso
mezzo punto. Siccome me ne intendo di numeri e caso,
questa progressione era assolutamente incompatibile con
la casualità del processo di arrivo delle schede scrutinate.
Era chiaramente il frutto di un algoritmo matematico.
Questo lo pensai immediatamente e turbò il mio già
difficile sonno per la restante parte della notte.
Il mattino dopo, assistetti al replay del teatrino visto
con l'accoppiata Gore-Bush. Nessuno sollevava la questione
dell'evidente broglio, anzi era il Berluska a rovesciare le
carte senza trovare grossi ostacoli alle sue cazzate.
E lì cominciai a pensare...

Pausania
Inviato: 31/10/2007 18:57  Aggiornato: 31/10/2007 18:57
Sono certo di non sapere
Iscritto: 6/4/2006
Da:
Inviati: 3872
 Re: L’Italia “dei valori”
Ciao sigmatau Citazione:
Certo che per paragonare i fatti del G8 di Genova a Piazza Fontana, Italicus, Piazza della Loggia e addirittura alla Strage della Stazione di Bologna occorre una buona dose non solo di fantasia, ma anche di buon gusto...

Lo so, il buongusto mi è sempre mancato. Però a te è mancato il tempo di legger con calma l'articolo, perché esso non riguarda il numero dei morti, ma il fatto che da sempre, in Italia, si possa morire, o si possa essere picchiati a sangue per strada, senza che si sentano nemmeno delle scuse di circostanza. Inoltre, credo per il poco tempo a disposizione, ti è sfuggito il riferimento alla morte di Federico Aldovrandi, che non ha nulla di politico.

Mi piace scrivere qui su LC perché non ogni cazzata scritta non viene perdonata a nessuno, però gradirei che almeno si criticasse il de quibus, non le interpretazioni personali.


Citazione:
a meno che la vita di un militante attivo della sinistra pesi sulla bilancia come 85 'vite anonime' di viaggiatori in transito da Bologna la mattina del 1 agosto 1980...

Tutte le vite hanno lo stesso valore, e nessuno ha il diritto né di pesarle né di spegnerle.


Citazione:
Quello che poi nessuno mi ha spiegato è [perdonate la ingenua dabbenaggine...] la 'motivazione' che stava alla base della 'manifestazione di protesta' indetta dalla sinistra in quella circostanza.

Be', il web, i libri e i giornali sono ancora ad accesso libero. Come dire? Informati, cosa c'entro io?


Citazione:
Forse il fatto che otto capi di governo designati democraticamente dai cittadini delle rispettive nazioni a governare si riuniscono è motivo di 'contestazione'?

Dipende il motivo per cui si riuniscono: a volta non è semplice riunione, ma associazione a delinquere.


Citazione:
... oppure si voleva 'contestare' il risultato delle elezioni ugualmente democratiche tenutesi due mesi prima nelle quali la sinistra era stata sconfitta?...

E anche se fosse?


Citazione:
Chiunque provvisto di cervello ha capito allora che la 'motivazione' era causare la caduta del governo Berlusconi e un 'obiettivo primario' [conseguito senza colpo ferire nella circostanza...] era che 'ci scappasse il morto'...

Questa è la più fenomenale idiozia che abbia mai sentito da un bel po' di tempo a questa parte. Come se a Seattle, Goteborg ecc ecc avesse governato Berlusconi; come se gente da tutto il mondo si rompesse le palle di venire in Italia per far “cadere” il governo italiano (di cui molto probabilmente ignoravano persino l'esistenza, convinti che in Italia comandi un enorme pizzaiolo gigante e che l'eroe nazionale sia un idraulico vestito di rosso).

Forse a te è sfuggito che oltre alle quatto puttanate che accadono in Italia, c'è un intero mondo là fuori che vive di vita propria, Berlusconi o non Berlusconi, e se a volte capita che questo mondo metta piedi in Italia, non è il caso di pensare che lo faccia per difendere o attaccare i nostri beniamini.


Halo Citazione:
Si, perchè nel luglio 2001 era già Berlusconi a governare.
E se fosse qui il vero problema?

Qui le cose bisogna ripeterle con infinita persistenza, perché altrimenti si va sempre fuori dalla grazia di Dio. Il G8 di Genova è stato preparato quando al governo c'era la sinistra, salvo ovviamente le rifiniture dell'ultima ora. Questo non vuol dire che i membri del governo Berlusconi non si siano fregati le mani di fronte alla possibilità di menare finalmente un po' di “comunisti”, anche perché molti di loro in gioventù furono noti picchiatori.


Citazione:
Magari un'altra volta Pausania dacci entrambe le versioni, la tua tratta da quanto riportato dal Corriere della Sera e quella diretta del ministro, così poi noi giudichiamo liberamente.

Sertes, scusami, ma qui cosa c'è di diverso in quello che appare sul Corriere? Niente. Di Pietro vuole la commissione che indaga sui poliziotti e sui manifestanti. Non è che devi per forza essere d'accordo con me, ma evita per cortesia di insinuare che io modifichi a piacimento le cose per tornaconto ideologico. Grazie.


Cherubino Citazione:
Mi sembra più democratico indagare anche su ciò che hanno combinato gli spaccavetrine, dal momento che sono ancora a piede libero. Se non hanno scheletri nell'armadio... si faranno indagare.

Et voilà! Ora naturalmente ci spiegherai anche come mai 15000 poliziotti in servizio attivo non ne hanno preso nemmeno uno, ma si sono limitati a guardarli fare. Penso che avrai un democratica risposta anche per quello.


Ataulfo Citazione:
quanto e' vero comunque che deficienti di nome NO Global o altre sigle abbiano raso al suolo la citta'(provate a chiedere ai genovesi e non magari a Caruso),per ottenere alla fine cosa l'assurda morte di un giovane che di sicuro non era li' per turismo.

Falso. Le vetrine e le devastazioni non sono state prodotte dai cortei, ma da gente che, altrove, agiva indisturbata sotto l'occhio delle telecamere e degli elicotteri della polizia. Stessa domanda anche a te: come mai? Cosa mai ci faceva un intero esercito schierato a battaglia (eccetto picchiare donne e anziani della rete di Lilliput?)


Ciao BigLie Citazione:
Nascono negli USA e nel Nord Europa come netto rifiuto delle cose fondamentali che reggono questa società, ossia il potere e il denaro.

Ad essere ancor più precisi, il Blocco Nero è solo una metodologia di manifestazione che alla base prevede che si intervenga fisicamente per impedire l'arresto di altri manifestanti.

starchild
Inviato: 31/10/2007 19:12  Aggiornato: 31/10/2007 19:12
Ho qualche dubbio
Iscritto: 26/1/2007
Da:
Inviati: 161
 Re: L’Italia “dei valori”... bei valori. :o((
Io sono di Genova ma anche se non lo fossi non posso che gridare il mio Schifo a questa politica, a questi politicanti, questi vergognosi affabulatori di Stato.
E se vogliamo dire che sono qualunquista allora mettemi in lista.

skablast
Inviato: 31/10/2007 19:25  Aggiornato: 31/10/2007 19:25
So tutto
Iscritto: 4/9/2006
Da:
Inviati: 11
 Re: L’Italia “dei valori”
Piccolo commento da una che legge sempre e scrive poco:

secondo me sottovalutate l'intelligenza del personaggio e le sue conoscenze....

Quello che dice l'ho capito.

Quello che dice "tra le righe" non mi è del tutto chiaro

Ma cosa sa il buon Dipietro sui "mandanti" del "G8"?


Xchè non si può capire/ giudicare il comportamentop della polizia senza capire giudicare il comportamento dei manifestanti ?l'uno senza l'altro.... ? la stessa regia ?


E a chi ha fatto comodo il ciadello di Genova ?

Quello che è certo è che sul nostro pullman di black block non ce n'era.. e l'altra cosa certa è che sono un pò stufo di questo cercare la pagliuzza senza vedere la trave... come ha fatto bertinotti un pò di tempo fa.. .....

sembra che la gente continui a pretendere il principe Azzurro come candidato premier, cadendo nella trappola del siccome sono tutti così, lasciamo stare, tanto pari sono..




Redazione: una buona cosa da copiare da Report anche paro paro, sarebbe la parte di Good news.. così, tanto per cambiare.... ;)



zerozeta
Inviato: 31/10/2007 19:25  Aggiornato: 31/10/2007 19:25
So tutto
Iscritto: 8/5/2006
Da:
Inviati: 10
 Re: L’Italia “dei valori”
appunto...
.........
pensare....
.........
una delle più belle favole, pedagogicamente parlando, è
I VESTITI NUOVI DELL'IMPERATORE
http://it.wikipedia.org/wiki/I_vestiti_nuovi_dell'imperatore
la storia è piuttosto nota...un bambino svela con semplicità ciò che tanti hanno finto di non vedere, per ottusità, leggerezza, complicità, buona fede...
ma da quel momento l'inganno è chiaro...
............
ci accaniamo a discutere sulle mancanze di un sistema politico, quando è chiaro che manca dei suoi presupposti fondamentali..la legittimazione!!!
quella gliela diamo noi, in ogni momento della via quotidiana....
legittimiamo personaggi che hanno/ hanno avuto rapporti con la mafia....
che hanno due famiglie e sono ferventi cristiani ..e sposano donne che potrebbero essere loro figlie...
che si fanno stampare i libri dall'avversario politico e combinano l'acquisto di banche ed assicurazioni...
che vanno al matrimonio di noti mafiosi e abusano del ruolo istituzionale come fossero stati invitati ad un matrimonio...
che spendono 45 milioni di € (!!) per siti web al 130 000 posto nel mondo...
che nella vita non hanno fatto mai nulla di realmente utile...ma hanno nel cuore quel presidente americano , là....così di sinistra (......) ...così' martire...
che sono comunisti..però alle istituzioni ci tengono...e poi hanno il cameriere in appartamento...
volgiamo continuare con la giostra? nomi e colori metteteli voi...poco cambia...
il teatrino non si chiama destra sinistra o centro...si chiama sopra ( loro , tutti) e sotto ...nosotros.....
abbiamo tecnlogia, intelligenza...risorse..possibile che non si riesca a produrre niente altro che riproposizioni i stantie di vecchi apparati di potere funzionali esclusivamente alla MAFIA del compromesso tra 'amici'...
.......
che si siano degli obiettivi CHIARI!
che si perguano a QUALUNQUE COSTO senza guardare in faccia la lobby di turno...e già con questo cominciano gli scricchiolii......
che si concedano pure privilegi, bilanciati da seri impegni ( facciamolo davvero il contrattino....non quella buffonata di porta a porta..)..
che si rischia?la galera...quella vera...
revisione della legislatura al termine dei 5 anni...e chi revisiona? io che ti ho votato...chiamamolo CONTROLLO QUALITA'....ho la schedina con la mia 'ics'...ho diritto a farlo....
già ci sarebbe una bella scrematura...
la politica dovrebbe essere fatta per passione, non per opportunismo...
se il secondo aspetto è tanto allettante, sarà bene effettuare una bella operazione di restyling per renderla meno piacevole possibile...
molto meno piacevole....
...poi uno si risveglia dal sogno..e si rende conto che il paese va in tutt'altra direzione....

Piero79
Inviato: 31/10/2007 19:26  Aggiornato: 1/11/2007 0:37
Mi sento vacillare
Iscritto: 20/5/2006
Da:
Inviati: 781
 Re: L’Italia “dei valori”... bei valori. :o((
spock ha scritto:
Citazione:
Su questo stesso sito ho visto il video, veramente ben fatto, che documenta il comportamento scarsamente professionale (per dirla con eleganza) delle forze dell'ordine al G8.
Ha suscitato in me una profonda indignazione.
Non vedo però come ciò possa sminuire le responsabilità di chi ha devastato e saccheggiato i negozi.

Onestamente, a voi il discorso di Di Pietro sembra tanto insensato?
La questione del G8 di Genova


Forse alludi a un video che ho fatto io. se lo hai veramente guardato, le parole di Di Pietro sono più che insensate: sono vergognose.
Le devastazioni sono assolutamente indegne e documentate. Il problema, come più volte detto, è che nessun black bloc è stato fermato e arrestato. Anzi, son stati liberi di sfasciare la città mentre a venire massacrate erano persone inermi e pacifiche. Perché?
Ci sono immagini che attestano i rapporti tra forze dell'ordine e black bloc e che svelano la presenza di infiltrati vestiti da black bloc e armati di sbarre di ferro... Qual era l'obiettivo di tali infiltrazioni? Contrastare ed evitare gli scontri e le devastazioni o organizzarli e fomentarli? Ciò che è successo a Genova e il fatto che non sia stato fermato alcun black bloc, non lasciano dubbi sulla risposta.

p.s. bravo Pausania, gran bell'articolo che condivido completamente.

starchild
Inviato: 31/10/2007 19:38  Aggiornato: 31/10/2007 19:39
Ho qualche dubbio
Iscritto: 26/1/2007
Da:
Inviati: 161
 Re: L’Italia “dei valori”
Redna scrive.

Le condizioni non le ha mai dettate e anche questa volta, come da prassi, è stato di parola.
Non farti sfuggire il nome antico...potrebbe essere "l'origine".


Vi riferite a questo?

> Si è molto dissertato sulla etimologia del nome Genova, Genua in latino.

Gli uni lo fanno derivare dal plurale di genu (ginocchio, poiché la baia sulla quale è costruita la città ha la forma di un ginocchio): altri lo dicono celta e gli danno il significato di porta, ingresso. Genova sarebbe la porta dell'ltalia. Altri ancora lo fanno derivare da Giano, il primo re d'ltalia, re leggendario, che divenne dio della Pace e che avrebbe fondato Genova molto prima di Roma. L'orgoglio dei genovesi propende per questa lontana origine e da questo illustre patronato.<

Beh, come porta ci sono proprio entrati tutti e hanno lasciato anche sporco per terra.

Bambooboy
Inviato: 31/10/2007 19:55  Aggiornato: 31/10/2007 19:55
Mi sento vacillare
Iscritto: 27/12/2006
Da:
Inviati: 535
 Re: L’Italia “dei valori”... bei valori. :o((
un benvenuto a BigLie.
e...bravo Pausania.

[non commento. mi astengo, se no poi mi si accusa di mandare il thread OT.]

starchild
Inviato: 31/10/2007 19:57  Aggiornato: 31/10/2007 19:57
Ho qualche dubbio
Iscritto: 26/1/2007
Da:
Inviati: 161
 Re: L’Italia “dei valori”... bei valori. :o((
Mi associo. Come genovese, pur essendo relativamente distante dal luogo degli scontri, ho vissuto con ansia le giornate di quel maledetto Luglio 2001. Sembrava di essere in guerra, c'era un clima di tensione e di elettricità, come se una tempesta stesse per scatenarsi... e infatti abbiamo visto. Io ho anche visto un gruppuscolo di scalmanati passare sotto le mie finestre inseguito dalla polizia e da un elicottero che sorvolava la zona. Poi intervennero i carabinieri che cercavano nei cassonetti della rumenta possibili armi, spranghe e possibili ordigni sotto le auto. Terribile. Non scorderò mai quei giorni. E questo 'stato' fellone non vuole fare giustizia.

redna
Inviato: 31/10/2007 20:29  Aggiornato: 31/10/2007 20:36
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: L’Italia “dei valori”
Starchild
quello che posso dire io delle origini del nome di Genova è che è veramente : ianua.
Porta in latino.
il dio Giano è raffigurato con la duplice facccia.E gennaio (derivato e dedicato al dio giano) è il mese nel quale fa l'ingresso il novo anno ma, nel contempo, sono ancora presenti il segni dell'anno passato.Uno sguardo al passato e uno al futuro.
Quindi diversi elementi dicono che dovevano trovarsi in un appuntamento in un periodo per iniziare qualcosa.E in settembre qualcosa è cambiato, secondo loro, per sempre.
Si potrebbero trovare altre connotazioni sia nel mese scelto che nel tragico episodio...

Se dalla porta sono entrati in molti i fatti non sono mai stati chiari.
E perchè dovevano prima"passare" da li ancora meno.

pyter
si saprà mai chi è stato che ha proposto e poi imposto genova per il g8????

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
cherubino
Inviato: 31/10/2007 20:40  Aggiornato: 31/10/2007 20:43
Mi sento vacillare
Iscritto: 1/6/2006
Da: Haute-Normandie
Inviati: 430
 Re: L’Italia “dei valori”
Non vorrei gettare benzina sempre sullo stesso fuoco, ma.... nessuno se la prende con MASTELLA, che si è limitato a dire "io non l'ho letta" per giustificare il suo voto? (da un ministro della Giustizia ci si aspetterebbe altro...)


EDIT: triste che in Italia ci siano ancora i morti di destra e i morti di sinistra

starchild
Inviato: 31/10/2007 21:16  Aggiornato: 31/10/2007 21:16
Ho qualche dubbio
Iscritto: 26/1/2007
Da:
Inviati: 161
 Re: L’Italia “dei valori”
A proposito di Di Pietro.
Non è certamente un politico di razza, anzi, ma sta imparando a farlo.
Piano piano, dai e dai anche lui si sta inserendo nel sistema.

Ora c'è da dire questo, al di là del senso dei suoi discorsi: Di Pietro quando combatteva in Tangentopoli, lo ricordate, contro la politica affaristica e bustarellara, lo faceva "all'opposizione", faceva il suo mestiere di magistrato e per questo ha passato grane varie, ce lo ricordiamo?
Bene, ora è dal lato opposto, si trova nel sistema che prima combatteva sul versante Tangenti. Ma forse gli conveniva restare dov'era, magari aveva migliori risultati e si sporcava pochissimo.

Qui, invece, deve imparare a convivere col sistema e si sporca notevolmente di più, è un rischio che penso lui sappia. Se intende combatterlo dall'interno corre molti rischi. Uno è che la gente non capisca se davvero vuole fare giustizia oppure se sta facendo il "pesce in barile" e questo è un rischio grosso per lui. La sua crediiblità ne soffre.

Se davvero Di Pietro intende tutelare gli interessi di chi una volta rappresentava (e di chi dice di rappresentare oggi) deve stare attento, molto attento. Si fa presto a sporcarsi e talvolta le macchie non vengono più via.

Salud

soleluna
Inviato: 31/10/2007 21:27  Aggiornato: 31/10/2007 21:28
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 29/3/2005
Da: orbita di Anarres
Inviati: 1309
 Re: L’Italia “dei valori”
BigLie
Citazione:
Sono un nuovo del sito.Mi presento: sono un convinto "cospirazionista"
di sinistra.


Benvenuto

visto che sei "nuovo" mi permetto un paio di osservazioni :
- cospirazionista ? Io non lo sono, molti qui non desiderano etichette, meno che mai quando queste evocano pesanti e denigratorie inferenze, qui spesso ci sono solo individui che si pongono delle domande

Di sinistra?
Di destra? A fiorellini, con gli elefanti, a pois? Altra casellina da cruciverba, in fondo se ci pensi bene la destra e la sinistra esistono solo in base al tuo posto di collocazione spaziale
Una stupenda e spettacolare illusione di alternative.

ot:Citazione:
la Franzoni è nipote della moglie di Prodi

non è corretto. Fine ot

Pausania
quoto in pieno l'intervento di Cedolin e mi complimento per il cuore che traspare fra tutti gli spazi bianchi del tuo scritto.

libera-mente
Pat

"perche' ballate e vi fate l'acconciatura, visto che qua e' impossibile anche comprare da mangiare?"
"perche' magari oggi e' l'ultimo giorno che viviamo, e vogliamo amarlo quanto piu' possibile"
Grozny
spettatore
Inviato: 31/10/2007 22:07  Aggiornato: 31/10/2007 22:07
Mi sento vacillare
Iscritto: 15/11/2004
Da:
Inviati: 883
 Re: L’Italia “dei valori”
E' ancora valida la definizione di "coglione" per chi varca l'ingresso di un seggio elettorale?
Se la risposta è affermativa, c'è la possibilità di estendere tale definizione a chi paga per votare alle primarie passate e future di destra e di sinistra?


Lo spettatore

Citazione:
Non metterti a discutere con un idiota. La gente potrebbe non accorgersi della differenza.
rumenta
Inviato: 31/10/2007 22:27  Aggiornato: 31/10/2007 22:27
Mi sento vacillare
Iscritto: 25/1/2006
Da: Repubblica di Genova
Inviati: 801
 Re: L’Italia “dei valori”
BlSabbatH:

Di Pietro ha ragione, che senso ha fare una commissione solo sugli abusi della polizia escludendo l'influenza di terzi, dall'ininfluente "gigino il tepistello del quartiere" al più influente mister "utile idiota" tra i manifestanti?

ha senso farla, invece, proprio perché gli abusi sono venuti da quelle che vengono definite forze "dell'ordine", e che proprio per questo NON POSSONO E NON DEVONO PERMETTERSI DI FARE LE PORCATE CHE HANNO FATTO.
a maggior ragione, quindi, devono essere indagati e puniti.



"La verità dev'essere brutale, violenta, armata ed arrabbiata. Altrimenti soccombe."
redna
Inviato: 31/10/2007 22:47  Aggiornato: 31/10/2007 22:47
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: L’Italia “dei valori”
cito-
...nessuno se la prende con MASTELLA, che si è limitato a dire "io non l'ho letta" per giustificare il suo voto?
----
E'interessante sapere che il guardasigilli vota senza leggere.
Deve essere una nuova tendenza.
Il nuovo che avanza.
Mastella e di pietro capiscono l'aria che tira...ma non si sanno decidere...
E poi di pietro che conosce l'ambiente della polizai probabilmente trova che è meglio non inimicarsi il ...settore.
Infatti dice di non andare a vedere SOLO dalla polizia .Ma se quella parte ha fatto quello che doveva fare, che paura ha se non che ci sia qualcuno che scopre le carte mettendo quindi alla luce il mandante?
Mastella intanto, guarda i sigilli...ma non li legge.
Berlusconi è stato assolto,ha guardato bene.
Sia l'udeur che idv che ci fanno a "sinistra"?

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
BlSabbatH
Inviato: 31/10/2007 23:11  Aggiornato: 31/10/2007 23:14
Mi sento vacillare
Iscritto: 10/9/2005
Da: Bergamo
Inviati: 837
 Re: L’Italia “dei valori”
rumenta, quel che voglio dire è che una commissione dovrebbe valutare, oltre che l'ormai palese errata e sproporzionata reazione della polizia, anche l'eventuale possibilità di gruppi di infiltrati fra i manifestanti.
Converrai con me che focalizzando l'attenzione solo sull'operato delle forze dell'ordine, l'ipotesi delle infiltrazioni non la si tratterà nemmeno di striscio.

-- Under capitalism, man exploits man. Under communism, it's just the opposite. -- J.K. Galbraith
florizel
Inviato: 31/10/2007 23:27  Aggiornato: 1/11/2007 0:04
Sono certo di non sapere
Iscritto: 7/7/2005
Da: dove potrei stare meglio.
Inviati: 8195
 Re: L’Italia “dei valori”
Sertes, però bisogna chiarirsi su una cosa: per quale ragione si doveva istituire la commissione d'inchiesta parlamentare, dal momento che a chi avrebbe messo a ferro e fuoco la città ci stava già pensando la magistratura?

Ovviamente, per indagare sul comportamento delle forze dell'ordine e sulla possibilità che in quei giorni si sia verificata una sospensione dei "diritti civili", come si evince dal testo:

"Costerà 50 mila euro, dovrà concludere lavori entro 10 mesi Roma, 27 lug. (Apcom) - Il testo unificato messo a punto da Bressa
stabilisce che la commissione di inchiesta sia composta da 30 deputati
nominati dal presidente della Camera in proporzione al numero dei
componenti i gruppi parlamentari, comunque assicurando la presenza di un
rappresentante per ciascun gruppo.
(...)
La Commissione, si legge nel testo Bressa, ha il compito di
"ricostruire in maniera puntuale gli avvenimenti accaduti a Genova in occasione del vertice dei Paesi del G8 e delle manifestazioni del Genoa Social Forum;

accertare se durante i giorni in cui ha avuto luogo il vertice del G8 si
sia verificata una sospensione dei diritti fondamentali garantiti a tutti
i cittadini dalla Costituzione; ricostruire la gestione dell'ordine
pubblico facendo luce sulla catena di comando e sulle dinamiche innescate
che hanno provocato azioni violentemente repressive nei confronti dei
manifestanti".

"Per i fatti oggetto dell'inchiesta parlamentare - si legge ancora nel
testo - non è opponibile alla commissione il segreto di Stato, né quello
di ufficio, professionale e bancario".


Ecc. ecc.

Le manifestazioni del GSF sono chiamate in causa SOLO in funzione di indagare sul comportamento delle forze dell'ordine.

"...ricostruire la gestione dell'ordine ricostruire la gestione dell'ordine
pubblico facendo luce sulla catena di comando e sulle dinamiche innescate
che hanno provocato azioni violentemente repressive nei confronti dei
manifestanti".


Questo, Di Pietro lo sapeva benissimo, come sapeva, insieme a tutta la coalizione di governo, che opporsi prima delle elezioni avrebbe rischiato di segnare un punto a sfavore per questo governo, riguardo a quanti si aspettavano che venisse fatto un minimo di giustizia di fronte a palesi violazioni ed abusi di ogni genere.

Il testo è chiaro. E lui è uno che con la fiducia nella magistratura si riempie spesso la bocca. Quindi, perchè venire meno, in questo caso, e sostituirsi al potere giudiziario esigendo una commissione che indagasse anche, o parallelamente, sui manifestanti?

Leggi cosa affermava l'Idv, a proposito di "sostituirsi" alla magistratura:

Sembrerebbe che gli attacchi dell'opposizione non abbiano contaminato quelle forze dell'Unione che di solito si dimostrano "sensibili" a certi modi di fare di destra. L'impressione si rafforza se addirittura dall'Italia dei Valori fanno sapere di non aver ancora deciso di votare no sul testo Bressa, «anche se è noto che non siamo entusiasti di una commissione d'inchiesta che rischia di sovrapporsi al lavoro della magistratura», dice Costantin, rappresentante dell'Idv nella prima commissione di Montecitorio.

La verità è da un'altra parte. La verità è che la commissione di inchiesta è stata solo propaganda politica, utile a suo tempo, ed utile anche oggi.
E lui sta riuscendo a depistare tutti. Giudicare "liberamente" implica approfondire.

"Continueremo a fare delle nostre vite poesie, fino a quando Libertà non verrà declamata sopra le catene spezzate di tutti i popoli oppressi". Vittorio Arrigoni
rumenta
Inviato: 31/10/2007 23:41  Aggiornato: 31/10/2007 23:41
Mi sento vacillare
Iscritto: 25/1/2006
Da: Repubblica di Genova
Inviati: 801
 Re: L’Italia “dei valori”
BlSabbatH:

rumenta, quel che voglio dire è che una commissione dovrebbe valutare, oltre che l'ormai palese errata e sproporzionata reazione della polizia, anche l'eventuale possibilità di gruppi di infiltrati fra i manifestanti.
Converrai con me che focalizzando l'attenzione solo sull'operato delle forze dell'ordine, l'ipotesi delle infiltrazioni non la si tratterà nemmeno di striscio.


ma indagare sulla polizia vuol dire indagare sugli infiltrati.
da chi, infatti, sono stati coperti questi figli di buona donna, mentre compivano le devastazioni per le quali altri sono stati pestati a sangue??
indagare sulla polizia vuol dire capire perché erano assenti durante le incursioni dei black block pur essendone stati avvertiti e perché, nonostante le forze dell'ordine fossero presenti in forze, non ne hanno beccato nemmeno uno.
e forse si arriverebbe anche a capire come mai la camorra a napoli agisce indisturbata nonostante lo spiegamento della forza pubblica, mentre tu, se solo ti azzardi a protestare perché stanno per sommergerti la casa di rumenta, ti ritrovi con un manganello nello sfintere nel giro di pochi minuti.......

scusa i vari francesismi, ma queste cose mi fanno DAVVERO incazzare..... non con te, ovviamente



"La verità dev'essere brutale, violenta, armata ed arrabbiata. Altrimenti soccombe."
manneron
Inviato: 1/11/2007 0:44  Aggiornato: 1/11/2007 5:47
Mi sento vacillare
Iscritto: 20/2/2006
Da:
Inviati: 951
 Re: L’Italia “dei valori”
se la motivazione di di pietro fosse che le commissioni di inchiesta sono una buffonata fatta solo per insabbiare le cose e pararle lunghe decenni....

se la motivazione di di pietro fosse che le commissioni costano e servono per foraggiare presidente e membri (intesi come teste di cazzo) vari....

se la motivazione di di pietro fosse che una commissione fatta dal centrosinistra che era quello che preparò il g8 e dal centro destra che fu quello che lo condusse, ed è quindi ridicolo che si indaghino da soli....

se la motivazione di di pietro fosse che una commissione che indaghi i poliziotti e salvaguardi i mandanti politici vuol dire far pagare sempre i reati ai poveracci e assolvere gli alti livelli...

se la motivazione di di pietro fosse che lui è stato poliziotto e pesca voti da quella parte, parte fatta anche da gente senza scrupoli che ci mette poco a farlo saltare per aria.... questa sarebbe l'unica che non approverei, ma siccome mi sembra la più verosimile ora ho pure capito che anche di pietro sa cosa è la politica. e alle prossime elezioni tutti al mare a mostrar le chiappe chiare, è per questo che le elezioni sono sempre a primavera e mai a gennaio, per permettre alla gente di andare al mare.

ps:
sto riflettendo e forse ritratto. In fondo le spiegazioni di di pietro non mi sembrano campate in aria. Mi sta invece sulle balle franca rame, quella che votava la fiducia e poi si doveva dimettere? l'avete vista dimettersi? sta pensando di farsi anche lei un giro in ambulanza gratis? ovviamente è restata per il bene nostro e perchè è più utile al senato e chi lo mette in dubbio: è tutto per il nostro bene. anche la spiegazione di di pietro sullo stretto di messina sembra eccente...
http://www.francarame.it/node/592
forse c'ha azzeccato anche sulla commissione? in effetti quello che c'era da sapere si sa.
Le cose da fare sarebbero: punire chi ha dato gli ordini, adeguare i risarcimenti per le vittime. ma sembra che il cesso sinistra non ci stia pensando a fare un decreto urgente per le vittime del g8.

Pausania
Inviato: 1/11/2007 1:05  Aggiornato: 1/11/2007 1:05
Sono certo di non sapere
Iscritto: 6/4/2006
Da:
Inviati: 3872
 Re: L’Italia “dei valori”
soleluna Citazione:
quoto in pieno l'intervento di Cedolin e mi complimento per il cuore che traspare fra tutti gli spazi bianchi del tuo scritto.

Ehm, non so come dirtelo ma... dovresti leggere quelle cose nere che vedi sul monitor, non gli spazi bianchi: si chiamano lettere, noi qui le usiamo per comunicare senza dover parlare.


ptimolla
Inviato: 1/11/2007 1:16  Aggiornato: 1/11/2007 1:33
Mi sento vacillare
Iscritto: 15/7/2006
Da: Taranto
Inviati: 353
 Re: L’Italia “dei valori”
Intanto prodi fa dietro-frunt,e pretende che venga approvata la commissione !!!
..........................da quella sottospecie di giornale che e' il Corriere
Prodi: «E' un impegno preso con il programma di governo che non intendiamo disattendere»

ROMA - «La ricerca della verità continui». La Commissione parlamentare d'inchiesta sui fatti del G8 di Genova «è un impegno preso con il programma di Governo che non intendiamo disattendere». Lo dice il presidente del Consiglio, Romano Prodi dopo la bocciatura in commissione alla Camera la di una Commissione di inchiesta sui fatti del 2001 a Genova.
«Il voto parlamentare che ha portato alla mancata istituzione di una Commissione di inchiesta sui fatti del G8 di Genova non deve fermare il lavoro degli inquirenti e di tutti coloro che esigono chiarezza e giustizia a 360 gradi per gli atti e i comportamenti che hanno provocato vittime, funestato la città di Genova e leso l’immagine del Paese» ha aggiunto Prodi, che considera la «collaborazione» tra le forze politiche «necessaria».
............

Insomma al solito non si capisce un cavolo;ora che faranno???
Rivoteranno in aula ?
E Di Pietro che si e' giocato 157.897 punti di reputazione che fara'?
Rivota con Berlusconilandia?

Almeno Mastella nella sua incoerenza e' coerente;si sa gia' prima che vota una volta Si/una volta No....INSOMMA SE DEVI STARE IN MEZZO DEVI ESSERE COERENTE !!! Mika puoi votare sempre Si....ci forse la terza busta con la scelta : FORSE ...allora sarebbe facile;
voterebbe sempre forse !!!

PS:@ RUMENTA ...l'unica volta che ho parlato del G8 ti sei scagliato in faccia come un falco che volesse cavarmi gli occhi ;difendevi la citta',le forze dell'ordine (che secondo te facevano il loro dovere) e criminalizzavi i vandali bolscevichi calati dagli Urali !

Che ti e' successo nel frattempo???

Legge di Murphy sulla ricerca
Una ricerca abbastanza lunga tendera' a confermare ogni teoria.


Legge di Maier
Se i dati non corrispondono alla teoria, vanno eliminati.
Linucs
Inviato: 1/11/2007 2:02  Aggiornato: 1/11/2007 2:02
Sono certo di non sapere
Iscritto: 25/6/2004
Da:
Inviati: 3996
 Re: L’Italia “dei valori”
Allora si può ricostruire una pagina di Storia secondo verità.

"Questo è negazionismo del G8, bisogna fare qualcosa, bisogna intervenire con urgenza perché Di Pietro vuole ricostruire la storia..."

enrico14
Inviato: 1/11/2007 9:51  Aggiornato: 1/11/2007 9:51
So tutto
Iscritto: 9/6/2007
Da:
Inviati: 22
 Re: L’Italia “dei valori”
io sono d'accordo con di pietro

Dopo questa efficace ed esauriente argomentazione mi permetto di andare OT e segnalarti questa importante notizia per la quale noi tutti (credo) ci aspettiamo una news.

fiammifero
Inviato: 1/11/2007 9:59  Aggiornato: 1/11/2007 9:59
Sono certo di non sapere
Iscritto: 28/2/2005
Da: ROMA
Inviati: 5691
 Re: L’Italia “dei valori”
Citazione:
Intanto prodi fa dietro-frunt,e pretende che venga approvata la commissione !!!


e Violante si asterrà ancora visto che potrebbe essere rimessa in discussione la figura di Giovanni De Dennaro ? Grandissimo sbirro. Cammina papero papero e gli amici perciò lo chiamano Dick Tracy e non perché "ha introdotto i metodi investigativi americani in Italia". Gianni De Gennaro, cinquant'anni, è vicecapo vicario della polizia dopo aver bruciato le tappe ed essere stato capo della neo-nata Dia e della Criminalpol. Uomo di destra, è sempre andato d'accordissimo con gli uomini della sinistra. Alleato di Luciano Violante e di Pino Arlacchi è stato il vero signore dei pentiti. E' lui a mantenere i contatti attraverso telefonate sibilline con Totuccio Contorno, il collaboratore di giustizia che invece di trovarsi negli Usa sotto protezione viene scovato e arrestato a Palermo nel maggio 1989, in una zona dove nei giorni precedenti sono stati commessi ben 17 delitti. L'amico Violante, appena diventato presidente dell'Antimafia, ha prontamente secretato i verbali della Commissione con le trascrizioni delle audizioni di De Gennaro e Contorno. Appena appreso che Dick Tracy sarebbe stato uno dei suoi vice, il capo della polizia Vincenzo Parisi avrebbe deciso di dimettersi. Nonostante le influenti amicizie e l'indubbia astuzia non è affatto detto che ce la faccia a coronare il suo sogno di diventare il numero uno. Aspira a diventare commissario Basettoni, resterà inevitabilmente sergente Manetta. tratto da Dagospia

Citazione:
le cose di cui ci sentiamo assolutamente certi non sono mai vere (Oscar Wilde)
redna
Inviato: 1/11/2007 10:04  Aggiornato: 1/11/2007 10:06
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: L’Italia “dei valori”
enrico14
mi pemetto di segnalarti anch'io una cosa che fose ti è sfuggita.
In spagna hanno condannato quelle persone perchè sono riuscite a fare un processo....e le hanno ritenute colpevoli.
Probabilmente loro,nel loro governo, sono stati compatti nel cercare di trovare i colpevoli.

Cosa sarebbe successo se qualcuno in spagna avesse detto che bisogna indagare in questa o in quella maniera e avesse fermato tutto?

Poi ognuno vede le cose alla sua maniera, ma comunque, loro sono arrivati a qualcosa, noi brancoliamo nel buo.
E si è anche contenti di CHI ha fermato il tutto.
Sorprendente!!!!!!

Ma abbiamo alle spalle tanta di quella storia,tanto di quello sporco che sarebbe SORPRENDENTE il contrario.....

Linucs
se di pietro vuole ricostruire la storia ....avrà la sua bella convenienza!!!!!

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
florizel
Inviato: 1/11/2007 10:33  Aggiornato: 1/11/2007 14:15
Sono certo di non sapere
Iscritto: 7/7/2005
Da: dove potrei stare meglio.
Inviati: 8195
 Re: L’Italia “dei valori”
rednaCitazione:
In spagna hanno condannato quelle persone perchè sono riuscite a fare un processo


Si, davvero un bel processo, quello in cui gli esecutori vengono condannati con sentenze iperboliche e chi è ritenuto la "mente" viene assolto per insufficienza di prove...

C'è qualcosa che stride... Come condurre un inchiesta su singoli poliziotti che rispondono ad ordini precisi, e non riuscire a trovare le "prove" di quegli ordini, o del fatto che essi sono stati evasi.

Fermo restando che se sulla matrice del "terrorismo islamico" si possono nutrire legittimi dubbi, altrettanto non si può fare sulla natura dell'appartenenza delle forze dell'ordine.

"Continueremo a fare delle nostre vite poesie, fino a quando Libertà non verrà declamata sopra le catene spezzate di tutti i popoli oppressi". Vittorio Arrigoni
winston
Inviato: 1/11/2007 12:15  Aggiornato: 1/11/2007 16:40
Mi sento vacillare
Iscritto: 30/10/2005
Da: Eurasia
Inviati: 392
 Re: L’Italia “dei valori”
............bollati

si aggrega intorno al familiare spaccio:

rivendita in Monopolio di Stato per valori e diversi a casaccio,

via i sali, restano i tabacchi, le marche e il lotto per fare il colpaccio;

la clientela scipita sbuffa, lecca i bollati, non risparmia la smorfia e mugugna,

non s’indigna ma si rassegna ed ai patronii si consegna attaccata alla vecchia insegna:

quasi una bandiera nuova con motto antico, che salutò il regno e coglie ancora nel segno:

Viva Cicilia! Viva laTaglia!

"Chi controlla il presente controlla il passato, chi controlla il passato controlla il futuro" Orwell, 1984
redna
Inviato: 1/11/2007 13:59  Aggiornato: 1/11/2007 13:59
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: L’Italia “dei valori”
La T di rivendita sali e tabacchi è anche la T di un cartello stradale (la parte superiore è rossa) che vuol dire: strada senza uscita.

Sarà un "segnale"?????

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
rumenta
Inviato: 1/11/2007 15:17  Aggiornato: 1/11/2007 15:17
Mi sento vacillare
Iscritto: 25/1/2006
Da: Repubblica di Genova
Inviati: 801
 Re: L’Italia “dei valori”
ptimolla:

PS:@ RUMENTA ...l'unica volta che ho parlato del G8 ti sei scagliato in faccia come un falco che volesse cavarmi gli occhi ;difendevi la citta',le forze dell'ordine (che secondo te facevano il loro dovere) e criminalizzavi i vandali bolscevichi calati dagli Urali !

Che ti e' successo nel frattempo???


non è che ti stai confondendo con qualcun altro??
io, durante il g8, avrei avuto voglia di spararci, sulla polizia, altro che difenderli, soprattutto dopo aver visto in diretta le cariche sui manifestanti indifesi.....
sii gentile, ricordami il post in questione.....



"La verità dev'essere brutale, violenta, armata ed arrabbiata. Altrimenti soccombe."
Pausania
Inviato: 1/11/2007 15:22  Aggiornato: 1/11/2007 15:24
Sono certo di non sapere
Iscritto: 6/4/2006
Da:
Inviati: 3872
 Re: L’Italia “dei valori”
Ecco, tanto per far vedere chi si felicita garrulo e ridanciano.

Estremamente soddisfatto invece il Sap, il Sindacato autonomo di polizia, che attraverso la segreteria generale fa sapere che "la votazione che ha fatto saltare in commissione Affari Costituzionali alla Camera la proposta di istituzione di una commissione di inchiesta sul G8 di Genova, ha reso un grande servizio all'Italia e alla sua dignità istituzionale. Paradossalmente - si dice nel comunicato - le devastazioni e le violenze del vertice di Genova del 2001, per un gioco politico al massacro, stavano per essere scaricate sulla responsabilità delle forze dell'ordine".

Paradossalmente...


Ermete Realacci (Pd), non esita a dichiarare che, seppure "per fortuna nel nostro paese non si sono più verificati episodi gravi come quelli di Genova, quello che accade nei giorni del G8 rimane una ferita aperta nella nostra storia e nel rapporto tra cittadini e forze dell'ordine.

E te credo! Quand'è che dopo la lezione di educazione civica di Genova si sono organizzate altre manifestazioni del genere? L'abbiamo capita l'antifona, non è che abbiamo bisogno anche degli esami a settembre

LINK

BigLie
Inviato: 1/11/2007 18:09  Aggiornato: 1/11/2007 18:09
Mi sento vacillare
Iscritto: 26/10/2007
Da:
Inviati: 331
 Re: L’Italia “dei valori”
X Soleluna:

Non sarebbe stato carino se da neofita del sito
quale sono avessi cominciato a distribuire
etichette di qui e di là.
Ma di me stesso, se permetti, posso dire ciò che
mi pare.
Spero che anche tu non rientri nelle immense fila
dei "politically correct", ossia coloro che stabiliscono
se una parola è buona o cattiva e non se è usata nel
modo giusto.
Io sono e mi vanto di essere un "cospirazionista" perchè
credo che le cose non accadano per caso o perchè
trascinate dal vento ineluttabile della storia. In questo senso
sono comunista ma non marxista, che non è affatto una
contraddizione.
Le parole sono importanti e hanno ciascuna un preciso significato:
cospirazionista o complottista - colui che crede che esistano
centri di potere che perseguono precisi programmi di dominio
e si tramandano tale compito nei secoli come retaggio di "stirpe".
comunista - colui che crede nell'uguaglianza di tutti gli esseri umani
e nel diritto di ciascun uomo, per il solo motivo di essere nato, ad
usufruire dei beni della terra (in modo rispettoso verso la stessa).
fascista - colui che crede nella superiorità di un'elite o di una razza.
Sai, non basta mettersi la maglietta di una squadra per essere di quella
squadra. Per questo ritengo che molti credano di essere fascisti
e invece sono di sinistra e viceversa come del resto molti credono
di essere religiosi e invece adorano il male nella sua forma più perfetta,
il denaro.
Mi fermo qui per non deviare troppo dal tema ma possiamo riprendere
la discussione in altri topics.
Ciao

Pyter
Inviato: 1/11/2007 18:32  Aggiornato: 1/11/2007 18:32
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/9/2006
Da: Sidonia Novordo
Inviati: 6250
 Re: L’Italia “dei valori”
Salve, BigLie...

...è strano che tu non vada d'accordo con SoleLuna, perchè sempre di
biglie si tratta...

Io non trovo niente di strano in quello che dici...il fatto è che se non ti chiamassi Big Lie sarebbe tutto più facile....

"Nessuno ha il diritto di fare quel che desidera, ma tutto è organizzato per il meglio." (Antico decreto reale tolemaico)
dardo
Inviato: 1/11/2007 19:06  Aggiornato: 1/11/2007 19:06
Ho qualche dubbio
Iscritto: 4/7/2007
Da:
Inviati: 44
 Re: L’Italia “dei valori”
ciao
a me sembra che delle condanne per alcuni manifestanti ci sono o saranno: http://napoli.indymedia.org/node/1455
Ora ho solo un altro motivo per non votare più visto che l'ultima volta ho votato sto tipo, e alla fine buono o cattivo i voti sono serviti a prodi quindi o è ingenuo oppure un gran bastardo

ptimolla
Inviato: 1/11/2007 21:47  Aggiornato: 1/11/2007 21:47
Mi sento vacillare
Iscritto: 15/7/2006
Da: Taranto
Inviati: 353
 Re: L’Italia “dei valori”
@ Rumenta
Citazione:
non è che ti stai confondendo con qualcun altro??


Si,hai proprio ragione ...Ti ho confuso con Sagada che e' di Genova e Tu hai scritto nel profilo "Repubblica di Genova" !

Scambio di persona ci fu' !!!

Legge di Murphy sulla ricerca
Una ricerca abbastanza lunga tendera' a confermare ogni teoria.


Legge di Maier
Se i dati non corrispondono alla teoria, vanno eliminati.
Krya
Inviato: 1/11/2007 22:39  Aggiornato: 1/11/2007 22:39
Mi sento vacillare
Iscritto: 22/8/2005
Da: Toscana
Inviati: 438
 Re: L’Italia “dei valori”
Non per difendere l'indifendibile, e forse qualcuno lo ha già riportato e non sono riuscito a leggere, comunque il "Mortadella" ha sottoscritto che votazione o non votazione della commissione, l'inchiesta sul G8 verrà fatta ugualmente, sia perché era un punto, considerato inderogabile, del programma, sia perché la verità è un diritto di tutti, io avrei aggiunto non solo quella del G8, però così è andata e l'inchiesta verrà fatta comunque.

Ora diamo spazio alla fantasia e possiamo iniziare a dire, tanto sarà truccata, la fanno sempre franca, sarà una presa di cujo etc etc, questo ai posteri l'ardua sentenza, resta che mi sembrava giusto riportare la notizia.

Riccardo.


Ci sono crimini peggiori del bruciare libri, uno di questi è non leggerli. (brodsky)
bandit
Inviato: 1/11/2007 22:43  Aggiornato: 1/11/2007 22:43
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 28/11/2005
Da:
Inviati: 1649
 Re: L’Italia “dei valori”
"votazione o non votazione della commissione, l'inchiesta sul G8 verrà fatta ugualmente"
+++++++++++
lo avesse detto prima si risparmiavano di votare, con tutto il lavoro che hanno da fare..

redna
Inviato: 1/11/2007 23:05  Aggiornato: 1/11/2007 23:05
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: L’Italia “dei valori”
Per prodi probabilmente è stata più la paura di perdere del tutto i consensi che ha fatto fare retromarcia sulla proposta bocciata.
Non potrà far molto, ma non capisco come mai con Vicenza2 non è stato così categorico, visto che si trattava di servitù straniere e non di polizia nazionale.Questo presuppone che quello che farà lo farà all'acqua di rose, salvando capra e cavoli.A meno che, accordi non siano intercorsi prima ,in tal senso, in modo che arrivi a vantaggio di prodi l'impegno di arrivare alla verità sul g8.

infatti bandit dice: lo avesse detto prima si risparmiavano di votare, con tutto il lavoro che hanno da fare.

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
mc
Inviato: 2/11/2007 10:45  Aggiornato: 2/11/2007 10:45
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/5/2004
Da:
Inviati: 7222
 Re: L’Italia “dei valori”
Ma non e' che, visto che Mastella puzza ormai di cadavere (politicamente parlando), il Nostro Tonino cerca di strizzare l'occhio a generali e forze dell'ordine per una poltroncina??
Dopotutto, e' chiaro come il sole che gli e' rimasta "n'gann" (tradotto "gli e' rimasta di traverso", ovvero "non l'ha ancora digerita"... circa) la nomina di ministro a Mastella, no?

Come diceva Toto' : "Vota Antonio...Vota Antonio...Vota Antonio...".

Vomitevole. .


mc

BigLie
Inviato: 2/11/2007 10:56  Aggiornato: 2/11/2007 10:56
Mi sento vacillare
Iscritto: 26/10/2007
Da:
Inviati: 331
 Re: L’Italia “dei valori”
-citazione-

Salve, BigLie...

...è strano che tu non vada d'accordo con SoleLuna, perchè sempre di
biglie si tratta...
----------------------------------------
Hi hi hi hi hi
Buona

-citazione-

Io non trovo niente di strano in quello che dici...il fatto è che se non ti chiamassi Big Lie sarebbe tutto più facile....
----------------------------------------
Perche????

BigLie
Inviato: 2/11/2007 11:08  Aggiornato: 2/11/2007 11:08
Mi sento vacillare
Iscritto: 26/10/2007
Da:
Inviati: 331
 Re: L’Italia “dei valori”
Per la cronaca, la BigLie del mio nick non è
altro che la democrazia, questo gioco di prestigio
da Houdini che fa credere ai poveri tonti (fra cui il
sottoscritto che ha votato alle ultime elezioni) di poter
incidere in qualche modo su un sistema perfettamente
controllato dalle elites.
Andiamo nel dettaglio: siamo governati da dei prestanome
che agiscono in nome e per conto di BCE, FMI e Banca Mondiale,
tutti organismi non eletti da nessuno e che rappresentano
interessi privati. La Banca d'Italia, ad esempio, è una società
privata con CDA composto da rappresentanti delle maggiori
banche italiane ed ha l'autorità di stampare moneta!!!
E nessuno dice nulla!!!
A proposito, la stampa dovrebbe essere il contrappeso del potere
politico in una democrazia borghese.
Avete mai sentito un giornalista chiedere ad un politico:
"Senta, ma perchè le banconote non le facciamo stampare alla
Zecca, ossia allo Stato?"
"Senta, ma che c.... ci andate a fare a questi meetings del
Gruppo Bilderberg con ordini del giorno assolutamente segreti?
La legge non vieta la costituzione di associazioni segrete?"
Ecc.ecc.

BigLie
Inviato: 2/11/2007 11:15  Aggiornato: 2/11/2007 11:15
Mi sento vacillare
Iscritto: 26/10/2007
Da:
Inviati: 331
 Re: L’Italia “dei valori”
Tornando al G8, vorrei ricordare che nessuno dei
poliziotti, soprattutto i capi, coinvolti nei massacri
della Diaz e di Bolzaneto, è stato punito.
Nessuno è stato espulso. Anzi, sono stati tutti promossi.
Magari mandati in posti lontani per qualche tempo, ma con
incarichi importanti che potranno far valere nel loro curriculum.
Un esempio? Canterini. il dirigente che comandava il
battaglione Celere spedito da Roma, quello che si è distinto
per la brutalità maggiore. A lui faceva capo anche l'unità di
Guardie Penitenziarie, sempre di Roma, che ha fatto il macello
a Bolzaneto. Bene, il signorino è stato mandato nell'Interpol,
a coordinare il contrasto alle mafie dell'Est, in particolare in
Romania.
De Gennaro, il capo della Polizia, è stato avvicendato recentemente
ma non per indegnità, nooooooooooooooo, solo per scadenza
del mandato e poooof, con un colpo di magia, è diventato capo
di gabinetto di Amato.
Ma che meraviglia!!!

redna
Inviato: 2/11/2007 11:40  Aggiornato: 2/11/2007 11:40
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: L’Italia “dei valori”
BigLie
guarda che a certe conclusioni siamo arrivati in più di uno....

cioè...che cosa proponi tu ....in alternativa????

E'chiaro che i poliziotti sono stati promossi, è chiaro che ora non si voglia più la commissione d'inchiesta, perchè altrimenti dovrebbero spiegare il pechè hanno promosso degli assassini, è chiaro che adesso si vogliono tutti parare il c...o!!

E a livello internazionale è chiaro che ci sono organizzazioni che sovrastano gli stati.
Se si arriva a dire che è tempo perso andare a votare,pensi che sia perchè si voglia andare al mare o ai monti, o invece SI E'ARRIVATI A CAPIRE il diciamo <<tutto>>.????

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
BigLie
Inviato: 2/11/2007 14:49  Aggiornato: 2/11/2007 14:49
Mi sento vacillare
Iscritto: 26/10/2007
Da:
Inviati: 331
 Re: L’Italia “dei valori”
X redna:

guarda che lo so bene che qui ci sono persone
che hanno capito l'inganno, altrimenti non sarei
qui.
Dal tono del tuo post ho capito che mi hai percepito
come polemico o un pò professorale.
Niente di tutto questo, evidentemente non mi sono
spiegato bene.
Non ho ricette nè formule magiche, l'unica alternativa
che riesco ad immaginare è quella di cercare sempre la verità,
(anche se sembra un'impresa da Don Chisciotte) anche quando
questa risulti molto scomoda e sgradevole per le cose in cui si è
sempre creduto.
Per questo volevo cambiare la scritta (ma non so come fare) che
compare a sinistra: "So tutto" .
In realtà so solo che ci hanno fregato da sempre e che mi sono
rotto di subire.
Ciao

redna
Inviato: 2/11/2007 16:53  Aggiornato: 2/11/2007 16:53
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: L’Italia “dei valori”
BigLie, ciao
guarda che con pochi post è inutile percepire.Non si riesce proprio.Pertanto io non posso dire al momento , nè che sei polemico nè professorale...

L'alternativa che che riesci a immaginare altri l'hanno immaginata prima...tutto qui.
Appunto è un'alterntiva ma non è detto che sia combattere contro i mulini a vento. E' scomodo cercare la verità ma bisogna vedere se è più "comodo"vivere in un mondo così com'è....
Ma se pensi bene, se ci hanno fregao è perchè ABBIAMO NOI permesso di farlo...

La scritta che compare vicino ai post è per tutti così.Si cambia da sola col numero dei post.
Continuando a scrivere poi guarda a cosa arrivi (basta che guardi la mia...)

Le cose a volte sembrano "rovesciate".....

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
florizel
Inviato: 2/11/2007 17:31  Aggiornato: 2/11/2007 17:41
Sono certo di non sapere
Iscritto: 7/7/2005
Da: dove potrei stare meglio.
Inviati: 8195
 Re: L’Italia “dei valori”
BigLieCitazione:
vorrei ricordare che nessuno dei
poliziotti, soprattutto i capi, coinvolti nei massacri
della Diaz e di Bolzaneto, è stato punito.
Nessuno è stato espulso.


E così promette di fare anche l'eventuale commissione parlamentare.

«Se nel testo della commissione vi sarà una più chiara e netta definizione del campo d'intervento, limitatamente alle sole responsabilità politiche e amministrative con una tassativa esclusione di quelle penali, siamo pronti a dare il via libera»

Limitatamente alle sole responsabilità politiche e amministrative con una tassativa esclusione di quelle penali.

Giusto per non "sovrapporsi" alla magistratura, in altri casi già ampiamente "sottomessa"?

Ne dubito.

"Continueremo a fare delle nostre vite poesie, fino a quando Libertà non verrà declamata sopra le catene spezzate di tutti i popoli oppressi". Vittorio Arrigoni
rumenta
Inviato: 2/11/2007 17:52  Aggiornato: 2/11/2007 17:52
Mi sento vacillare
Iscritto: 25/1/2006
Da: Repubblica di Genova
Inviati: 801
 Re: L’Italia “dei valori”
ptimolla:

Scambio di persona ci fu' !!!

meno male.
d'accordo che ormai l'età è avanzata e perdo colpi, ma a farne una così grossa mi sarei preoccupato per davvero!!



"La verità dev'essere brutale, violenta, armata ed arrabbiata. Altrimenti soccombe."
Enrico
Inviato: 2/11/2007 18:02  Aggiornato: 2/11/2007 18:02
Mi sento vacillare
Iscritto: 12/1/2006
Da:
Inviati: 873
 Re: L’Italia “dei valori”
Botta, risposta e replica Travaglio-Di Pietro-Travaglio sulla questione.

Pausania
Inviato: 2/11/2007 18:19  Aggiornato: 2/11/2007 18:19
Sono certo di non sapere
Iscritto: 6/4/2006
Da:
Inviati: 3872
 Re: L’Italia “dei valori”
Citazione:
Botta, risposta e replica Travaglio-Di Pietro-Travaglio sulla questione.

Maro', la critica è peggiore del criticato, vanno sempre tutti d'amore e d'accordo.

Travaglio: in Italia le commissioni parlamentari d'inchiesta sono enti inutili, anzi dannosi, non essendo mai servite a nulla, se non a produrre "verità" di maggioranza e di minoranza (cioè balle di partito), a insabbiare le colpe dei nemici e a esaltare i meriti degli amici, a confondere le idee anche a quei pochi che pensano di averle chiare.

Di Pietro: Vero" Mitrokin e Telecom Serbia docet!.

Certo, se prendiamo in considerazione quelle due operette comiche tenute in piedi da un circo di freak della politica, certo. Però di commissioni parlamentari "vere" ce ne sono state, come per esempio quelle sulla P2 o sulle stragi.

Non sono servite a mettere in galera qualcuno, ma hanno fornito una enorme mole di dati a disposizione di chi voglia interessarsi a quelle questioni. Se non ci fossero state quelle commissioni, avremmo ben pochi documenti su cui basarci.

Poi, io sono d'accordo che molto probabilmente quella commissione sul Genova non sarebbe servita a molto, ma sono anche sicuro che sarebbero saltate fuori cose molto interessanti, così come stanno saltando fuori ai processi in Tribunale.

Sertes
Inviato: 2/11/2007 19:17  Aggiornato: 2/11/2007 19:17
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 9236
 Re: L’Italia “dei valori”
Citazione:
Citazione:

Magari un'altra volta Pausania dacci entrambe le versioni, la tua tratta da quanto riportato dal Corriere della Sera e quella diretta del ministro, così poi noi giudichiamo liberamente.


Sertes, scusami, ma qui cosa c'è di diverso in quello che appare sul Corriere? Niente. Di Pietro vuole la commissione che indaga sui poliziotti e sui manifestanti. Non è che devi per forza essere d'accordo con me, ma evita per cortesia di insinuare che io modifichi a piacimento le cose per tornaconto ideologico. Grazie.


E' solo che dal tuo articolo sembra che coloro che hanno votato contro questa commissione siano tuttiuguali tuttiuguali tuttiuguali.

E' tutt'altro che vero, perchè c'è chi ha votato no perchè non vuole la commissione e chi ha votato no perchè considera il testo restrittivo.
Se tu non riporti le vere parole di Di Pietro, che voleva la commissione per indagare sia sui poliziotti che sui manifestanti, allora sembra davvero che siano tuttiuguali.

Ti riporto il passaggio, a scanso di equivoci:

Citazione:
Ebbene sì, sono uguali: lo grido al cielo e affronto l'onta di essere chiamato qualunquista. Tutti-uguali. Tuttiuguali. Il progetto di creare una commissione di inchiesta che investigasse sui fatti del G8 di Genova 2001 è stato stroncato sul nascere per mancanza di voti.


Ecco, rileggi quel che hai scritto e prova ad affrontare l'onta, come dici tu.

Quando dici le cose come stanno, stai sulle palle a tanta gente
fiammifero
Inviato: 2/11/2007 19:44  Aggiornato: 2/11/2007 19:44
Sono certo di non sapere
Iscritto: 28/2/2005
Da: ROMA
Inviati: 5691
 Re: L’Italia “dei valori”
Citazione:
E' tutt'altro che vero, perchè c'è chi ha votato no perchè non vuole la commissione e chi ha votato no perchè considera il testo restrittivo.


Cavolo,non lo sapevo,ma alla Camera e Senato si può votare NI ?

Citazione:
le cose di cui ci sentiamo assolutamente certi non sono mai vere (Oscar Wilde)
Pausania
Inviato: 2/11/2007 19:54  Aggiornato: 2/11/2007 19:54
Sono certo di non sapere
Iscritto: 6/4/2006
Da:
Inviati: 3872
 Re: L’Italia “dei valori”
Citazione:
E' tutt'altro che vero, perchè c'è chi ha votato no perchè non vuole la commissione e chi ha votato no perchè considera il testo restrittivo.
Se tu non riporti le vere parole di Di Pietro, che voleva la commissione per indagare sia sui poliziotti che sui manifestanti, allora sembra davvero che siano tuttiuguali.

Sertes, scrolla verso l'alto, arriva all'articolo e leggi quella parte tra virgolette e in corsivo: è esattamente quello che pensava, quello che ha motivato e quello che ad oggi continua a ritenere l'onorevole Di Pietro. Niente di più, niente di meno.

Ora, siccome io me la sono presa proprio per le motivazioni - che sono quelle - non vedo dove stia l'opera di disinformatzjia da parte mia.

Per il resto, quello dei tutti uguali, francamente ho smesso da un po' di provare interesse per le parole di chi ha un minimo di influenza da una posizione di potere sulla mia vita. Se dovessi dar retta a motivazioni e belle parole starei fresco. I fatti contano, il resto è fuffa e - in questo dipietresco caso - è persino fuffa di seconda mano.

LoneWolf58
Inviato: 2/11/2007 20:42  Aggiornato: 2/11/2007 20:48
Sono certo di non sapere
Iscritto: 12/11/2005
Da: Padova
Inviati: 4861
 Re: L’Italia “dei valori”
Citazione:
Cavolo,non lo sapevo,ma alla Camera e Senato si può votare NI ?
SO, so!

(AGI) - Roma, 2 nov. - Il ministro delle Infrastrutture, Antonio Di Pietro, ammette dalle colonne dell'Unita' di avere sbagliato nella vicenda della Commissione d'inchiesta sul G8 di Genova. In una lettera inviata a Marco Travaglio, Di Pietro ringrazia il giornalista di avergli "aperto gli occhi": "io e il mio partito ci siamo di fatto allineati sulle stesse posizioni del partito di Berlusconi e di quello di Mastella".
Meglio tardi che mai... dopo tutte le arronzate che s'è preso sul blog

EDIT
Mmh... come al solito le notizie vanno lette bene prima di commentarle il link postato da Enrico Inviato: 2/11/2007 18:02 è moolto più dettagliato...

La storia, come un'idiota, meccanicamente si ripete. (Paul Morand)
Il problema, però, è che ci sono degli idioti che continuano a credere che la storia non si ripeta. (LoneWolf58)
sigmatau
Inviato: 2/11/2007 20:46  Aggiornato: 2/11/2007 20:46
Mi sento vacillare
Iscritto: 18/9/2007
Da: Provincia di Piacenza
Inviati: 705
 Re: L’Italia “dei valori”
Scusate tanto se intervengo nuovamente, ma mi par doveroso mettere in chiaro qualche piccolo dettaglio. Qui si cintinua a parlare di 'poliziotti assassini', di 'massacri perpetrati a sangue freddo' e di altre simili idiozie [idiozie autentiche questa volta...] . Una domanda d'obbligo mi sembrerebbe questa: a parte Carlo Giuliani [le circostanze della cui morte sono state per la verità non del tutto ancora chiarite...] quali altri decessi si sono verificati a Genova quel giorno?...

saluti!...

--------------

... chè perder tempo a chi più sa più spiace... Dante Alighieri, Divina Commedia, Purgatorio, III, 78

… men of few words are the best men… William Shakespeare King Henry V
soleluna
Inviato: 2/11/2007 21:01  Aggiornato: 2/11/2007 21:01
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 29/3/2005
Da: orbita di Anarres
Inviati: 1309
 Re: L’Italia “dei valori”
sigmatau Citazione:
Qui si cintinua a parlare di 'poliziotti assassini', di 'massacri perpetrati a sangue freddo' e di altre simili idiozie [idiozie autentiche questa volta...]


Hai mai aperto questo tread ?

Pat

"perche' ballate e vi fate l'acconciatura, visto che qua e' impossibile anche comprare da mangiare?"
"perche' magari oggi e' l'ultimo giorno che viviamo, e vogliamo amarlo quanto piu' possibile"
Grozny
redna
Inviato: 2/11/2007 21:04  Aggiornato: 2/11/2007 21:04
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: L’Italia “dei valori”
sigmatau

dobbiamo allora pensare che tutti quelli che sono stati pestati dalla polizia a sangue freddo sono colpevoli, perchè non sono morti?
Ovvero, visto che ci è scappato solo un morto tutto è filato liscio...???

Che scopo ha chiedersi quanti altri decessi si sono verificati a genova quel giorno????

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
Paulo
Inviato: 2/11/2007 21:07  Aggiornato: 2/11/2007 21:07
Mi sento vacillare
Iscritto: 24/12/2005
Da:
Inviati: 507
 Re: L’Italia “dei valori”
Citazione:
Onestamente, a voi il discorso di Di Pietro sembra tanto insensato?


Ho visto il video ed il Ministro mi si conferma in pieno il personaggio equivoco che mi è sempre parso.
Non sa trovare di meglio dell'espediente classico dello statale fancazzista: dilatare il programma al massimo per avere la garanzia di non fare nulla.

Se riesce a sopravvivere alle prossime elezioni è tanto.

Pausania
Inviato: 2/11/2007 21:11  Aggiornato: 2/11/2007 21:11
Sono certo di non sapere
Iscritto: 6/4/2006
Da:
Inviati: 3872
 Re: L’Italia “dei valori”
Citazione:
Qui si cintinua a parlare di 'poliziotti assassini'

Scusaci tanto tu, ma dov'è che si starebbe parlando di virgolette poliziotti assassini chiuse virgolette? Sai, io non sono solito dare dell'assassino a intere categorie di persone (a differenza di chi sgombera "i rumeni che uccidono"), quindi sarebbe molto gradito che citassi verbatim queste frasi e criticassi la persona che le ha eventualmente rivolte.

Anche se però un dirigente di PS dice di entrare nella Diaz e vede due colleghi che infieriscono sul corpo di una ragazza che al momento lui riteneva deceduta, e allora sai, la rabbia sale....


Citazione:
'massacri perpetrati a sangue freddo'

A parte che dovresti dire chi ha affermato ciò, sempre per non cadere in inutili quanto odiose generalizzazioni, quando ad una persona vengono divaricate le dita di una mano fino a provocare la lacerazione della pelle tra le dita, io la chiamo un'azione a sangue freddo; quando questo tenore di trattamento è esteso a tutti gli arrestati, io lo chiamo massacro, anche se non ci sono morti di mezzo.

Pyter
Inviato: 2/11/2007 21:21  Aggiornato: 2/11/2007 21:21
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/9/2006
Da: Sidonia Novordo
Inviati: 6250
 Re: L’Italia “dei valori”
sigmatau:
..a parte Carlo Giuliani [le circostanze della cui morte sono state per la verità non del tutto ancora chiarite...] quali altri decessi si sono verificati a Genova quel giorno?...

...IL DECESSO dello STATO di DIRITTO?

"Nessuno ha il diritto di fare quel che desidera, ma tutto è organizzato per il meglio." (Antico decreto reale tolemaico)
redna
Inviato: 2/11/2007 21:31  Aggiornato: 2/11/2007 21:31
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: L’Italia “dei valori”
...il DECESSO dello STATO di DIRITTO
----
Ma allora c'è stato un momento che abbiamo avuto lo stato di diritto?
quando?

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
Pyter
Inviato: 2/11/2007 21:44  Aggiornato: 2/11/2007 21:44
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/9/2006
Da: Sidonia Novordo
Inviati: 6250
 Re: L’Italia “dei valori”
Ma allora c'è stato un momento che abbiamo avuto lo stato di diritto?
quando?

Tutti o quasi abbiamo uno stato di diritto...di circa nove mesi...

"Nessuno ha il diritto di fare quel che desidera, ma tutto è organizzato per il meglio." (Antico decreto reale tolemaico)
rumenta
Inviato: 2/11/2007 21:55  Aggiornato: 2/11/2007 21:55
Mi sento vacillare
Iscritto: 25/1/2006
Da: Repubblica di Genova
Inviati: 801
 Re: L’Italia “dei valori”
sigmatau:

Scusate tanto se intervengo nuovamente,

per carità, non scusarti, ogni intervento è sempre benvenuto

ma mi par doveroso mettere in chiaro qualche piccolo dettaglio. Qui si cintinua a parlare di 'poliziotti assassini',

in verità è dagli anni '70 che si parla di "celerini assassini"..... e direi che non si sono smentiti nemmeno questa volta....

di 'massacri perpetrati a sangue freddo' e di altre simili idiozie [idiozie autentiche questa volta...] .

dal De Mauro:
massacrare

picchiare, percuotere barbaramente, riducendo in cattive condizioni: m. di botte, m. di pugni

scrivono idiozie pure loro??

Una domanda d'obbligo mi sembrerebbe questa: a parte Carlo Giuliani [le circostanze della cui morte sono state per la verità non del tutto ancora chiarite...] quali altri decessi si sono verificati a Genova quel giorno?...

beh, direi che il decesso più illustre è stato quello della Giustizia, seguita a ruota da quelli dei vari movimenti di protesta.....

saluti!...

saluti anche a te



"La verità dev'essere brutale, violenta, armata ed arrabbiata. Altrimenti soccombe."
Rugito
Inviato: 3/11/2007 20:25  Aggiornato: 3/11/2007 20:25
Ho qualche dubbio
Iscritto: 17/4/2007
Da: Napoli
Inviati: 105
 Re: L’Italia “dei valori”
MASTELLA IN RISPOSTA A TRAVAGLIO: Ma il punto è un altro e tu l’hai giustamente centrato (forse rovinandomi la digestione ma certamente aprendomi gli occhi e di questo ti ringrazio): io ed il mio partito ci siamo ritrovati di fatto allineati sulle stesse posizioni del partito di Berlusconi e di quello di Mastella.

Ma dorme? Qualcuno mentre dormiva gli ha aperto gli occhi su questa intricatissima verità, e cioè che ha votato insieme a Berlusconi e Mastella? Travaglio lo ha messo tra coloro che nel governo stanno facendo qualcosa di buono... non mi sento abbastanza informato da fidarmi, ma dico: possibile che SE c'è qualcuno che nel governo stia facendo qualcosa di buono, è anche uno che dorme e che non si rende conto della gravità delle sue azioni, che per giunta riguardano una materia così delicata e sentita da tantissime persone (evidentemente non da lui)?

"How can the wicked smile while the world is burning?"
shevek
Inviato: 3/11/2007 21:19  Aggiornato: 3/11/2007 21:19
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 27/4/2005
Da: Napoli
Inviati: 1249
 Re: L’Italia “dei valori”
Salut y Libertad a todos...


Se davvero il caro Di Pietro facesse sul serio - ma ne dubito - la sua proposta non sarebbe nemmeno poi tanto male... In effetti, il vero mistero genovese, i veri scheletri nell'armadio, sono proprio in quell'altro 180%! Cosa abbiamo fatto le forze dell'ordine a Genova, nomi e cognomi che si nascondevano dietro le bardature d'ordinanza a parte, lo sappiamo benissimo: il vero mistero da chiarire sta in quel gruppo di nerobardati che sono stati lasciati agire completamente indisturbati e che hanno fornito - in buona o cattiva fede poco importa - la giustificazione ideologica e mediatica a tutto il resto.

Ovviamente, non è certo questo che intende il ministro: la sua è solo una giustificazione ad un comportamento di pura sudditanza verso i poteri forti legati alle forze dell'ordine. Ciononostante, la cosa dovrebbe interessare a noi, non fosse altro perché è assai probabile che si sia trattato di un'ennesima operazione sotto falsa bandiera (magari con la comparsata di qualche utile idiota), in attesa dell'11/9.


Shevek

"Il potere è l'immondizia nella storia degli umani" - F. Guccini
www.portadimassa.net - WEB-TV e non solo di Filosofia
Halo1367
Inviato: 3/11/2007 22:44  Aggiornato: 3/11/2007 22:47
Ho qualche dubbio
Iscritto: 3/6/2006
Da: Bengodi
Inviati: 174
 Re: L’Italia “dei valori”
Per Pausania.

Questo, http://www.antoniodipietro.it/, chiude il discorso o no?

A me sembra che non lo faccia affatto.
Ci sarebbero davvero tante obiezioni da sollevare.
Mi limito a questo: che valore ha per un ministro (ma anche per un uomo qualunque) pentirsi di una presa di posizione solo per una valutazione dei compagni di percorso e non per il merito?

"Voi lasciatemi battere e controllare la moneta di una nazione e a me non interesserà chi ne faccia le leggi".
Nathan Rothschild, 1791
luke14477
Inviato: 5/11/2007 8:39  Aggiornato: 5/11/2007 8:39
Ho qualche dubbio
Iscritto: 20/3/2006
Da: Imola
Inviati: 120
 Re: L’Italia “dei valori”
La cosa è più complessa di come la vogliono far apparire i media.
Premessa, anche io, che a Genova c'ero, sono profondamente convinto che una commissione serva....ma non ora.
I motivi sono semplici, o si faceva subito oppure a questo punto è meglio aspettare la fine dei processi.
Un commissione parlamentare, ORA, servirebbe solo a rallentare il lavoro della magistratura, con il rischio di non uno, ma ben 2 pericoli:
a) prescrizione (grazie anche all'indultino che hanno fatto quelli che ora gridano allo scandalo), in quanto i poliziotti ricordo sono rinviati a giudizio in questo momento.
b) insabbiamenti.

Morale, o la facevano subito, altrimenti ora si avrebbe il risultato opposto a quello che io e credo molti altri vorremmo, semplicemente la verità....che forse sappiamo già.

Se non vi fidate di quanto ho scritto in fretta (spero mi scuserete), potete chiedere delucidazioni al vostro avvocato di fiducia.

Un saluto a tutti.

...the matrix è già qui....

Powered by XOOPS 2.0 © 2001-2003 The XOOPS Project
Sponsor: Vorresti creare un sito web? Prova adesso con EditArea.   In cooperazione con Amazon.it   theme design: PHP-PROXIMA