Informazioni sul sito
Se vuoi aiutare LUOGOCOMUNE

HOMEPAGE
INFORMAZIONI
SUL SITO
MAPPA DEL SITO

SITE INFO

SEZIONE
11 Settembre
Questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego.
 American Moon

Il nuovo documentario
di Massimo Mazzucco
 Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!
 Menu principale
 Cerca nel sito

Ricerca avanzata

TUTTI I DVD DI LUOGOCOMUNE IN OFFERTA SPECIALE


varie : Comunicato: SAP provinciale di Bari
Inviato da Redazione il 20/6/2007 6:00:00 (10843 letture)

Aggiornamento: nei commenti la risposta di John Battista (v. "Redazione")

Inizia con la lettera inviata ieri dal sottoscritto al Signor John Battista, segretario provinciale del SAP di Bari (Sindacato Autonomo Polizia), con c/c al segretario nazionale dello stesso SAP, Dott. Nicola Tanzi, e prosegue con l'articolo di replica a cui fa riferimento la lettera medesima.

°°°

Egregio Sig. Battista, ritengo che nei documenti intitolati "relazione" e "slides", da lei presentati di recente all'interno del Convegno "Per non dimenticare", e messi successivamente in rete, lei abbia dato una visione completamente falsata delle attività e delle intenzioni del sito di cui sono responsabile, luogocomune.net.

Tale visione tende purtroppo a dipingere il mio comportamento ai limiti della legalità, e questo non corrisponde in alcun modo alla realtà.

E' vero che il sito non viene mai citato per nome, ma è altrettanto vero che basta prendere uno qualunque degli estratti da lei utilizzati nella presentazione per risalire velocemente alla fonte. Nel pubblicare tali estratti, fra l'altro, lei ha violato le disposizioni relative al copyright che sono chiaramente esposte nella nostra pagina "per scrivere su luogocomune", ove si legge: "Salvo diverse indicazioni, tutti i materiali pubblicati su luogocomune sono liberamente riproducibili in rete, purchè: siano pubblicati per intero / rimangano inalterati nel testo come nell'impaginazione / includano il titolo e la firma dell'autore / siano accompagnati da un link, chiaramente visibile, a luogocomune.net."

Tutto ciò non è avvenuto.

In ogni caso, il fatto grave rimane il suo chiaro intento diffamatorio nei miei confronti, nel quale si può certamente ipotizzare un reato di calunnia. Questa non è la prima volta che ciò accade, ...




... e stupisce a questo punto la sua pervicacia nel continuare a comportarsi in questo modo nei miei confronti, nonostante le clamorose smentite che ha già ricevuto, da parte mia, sia in Internet che sulla TV nazionale.

La speranza naturalmente è che il fatto di appartenere alle Forze dell'Ordine non la faccia in qualche modo sentire esente dal dovere sacrosanto di comportarsi, lei per primo, in maniera corretta e trasparente nei confronti dei cittadini.

In ogni caso, mi riterrei soddisfatto se lei volesse pubblicare, al più presto e in maniera integrale, sullo stesso sito SAP in cui appaiono le accuse nei miei confronti (e del quale lei risulta responsabile), la mia replica contenuta nell'articolo allegato.

Con la speranza sincera che non diventi necessario procedere altrimenti per proteggere, anche in futuro, la mia reputazione, personale e professionale, dai suoi ripetuti quanto ingiustificati attacchi.

Cordialmente

Massimo Mazzucco



Questa è la replica a cui fa riferimento la lettera:

Sul sito del SAP di Bari – il Sindacato Autonomo Polizia - è comparso questo articolo, che citava un convegno intitolato "Per non dimenticare" (alla memoria di Filippo Raciti), al quale era allegato il documento che segue. Purtroppo tale documento fornisce una visione del sito luogocomune.net, di cui sono il responsabile, molto diversa dalla realtà, e non si può non notare che l'autore della presentazione sia lo stesso John Battista - segretario provinciale del SAP di Bari - che già in passato ha adottato comportamenti decisamente scorretti nei miei confronti. Se ne parla più in dettaglio in coda all'articolo.

Questo è il documento integrale, al quale era associata una presentazione "slides", sempre a opera di John Battista, che si può scaricare dal sito sopracitato.
 
Celebrazione Nazionale “Per non dimenticare”, 23 maggio 2007

Convegno – dibattito sul tema: “Dalle nuove B.R. alla violenza negli stadi: forze di Polizia e ordinamento democratico”. Bari, Centro Polifunzionale della Polizia di Stato, Sala Conferenze.

Relazione

La Celebrazione “Per non dimenticare” è un'iniziativa del SAP (il più grande Sindacato autonomo del Comparto Sicurezza) che si propone l'obiettivo di dedicare una giornata commemorativa in ricordo di tutte le vittime del dovere.

L'iniziativa, cui collabora attivamente l'AVICRI (Associazione Vittime della Criminalità e del Terrorismo), è gemellata con il sito www.pernondimenticare.cc e con la celebrazione statunitense “Let's not forget” in memoria delle vittime degli attacchi terroristici dell'11 settembre 2001.

L'edizione 2007, insignita della medaglia d'argento della Presidenza della Repubblica, interessa 19 province tra cui quella di Bari.

A Bari il SAP ha organizzato un convegno dibattito dedicato alla memoria dell'ispettore Filippo Raciti, che si propone di analizzare alcuni aspetti relativi al rapporto tra istituzioni e Paese alla luce del riaccendersi del fenomeno terroristico delle Brigate Rosse e dei recenti episodi di violenza negli stadi.

In una nostra ricerca, che abbiamo esposto in slides, abbiamo focalizzato l'attenzione su alcuni siti Web con elevatissimo numero di iscritti e di lettori, la maggior parte dei quali molto giovani, che propongono una lettura di qualsiasi fatto e notizia quotidiana in chiave marcatamente anti-istituzionale.

Lo scopo sembra essere quello di minare il rapporto di fiducia e collaborazione tra cittadini e istituzioni, ingenerando nei primi la convinzione che queste ultime operino contro il cittadino e non a tutela dei suoi diritti.

Dopo la proiezione di un breve filmato che mostra atti di violenza posti in essere da manifestanti nei confronti delle forze dell'ordine, una serie di 35 slides (ed in particolare quelle dalla numero 9 alla numero 32) mostra una serie di citazioni prese da articoli pubblicati su due siti web molto frequentati (oltre 20 milioni di visite) e amministrati da redazioni particolarmente qualificate per caratura dei propri membri (registi, politici, giornalisti ecc...).

Dal punto di vista politico i due siti hanno componenti trasversali: estremismi di sinistra e di destra, anarchici ecc...

La sequenza dimostra che ogni singola notizia (si tratti di una nuova legge contro la pedofilia o di un evento naturale come un uragano) è motivo per sostenere che le istituzioni e le forze di Polizia sono “complici” di un disegno che mira a tenere in pugno i cittadini in favore di pochi e non meglio precisati gruppi di potere.

Così, l'uragano Katrina è stato provocato per agevolare i fabbricanti di legname, le brigate rosse e i terroristi in genere sono un'invenzione che serve per incutere terrore alla popolazione, la marijuana non è una droga leggera ma una sostanza dalle incredibili qualità (tessili, combustibili ecc...) che è stata vietata per favorire determinate produzioni industriali, e via via così fino a sostenere che Filippo Raciti è stato ucciso per favorire l'industria edile (che guadagnerebbe sull'adeguamento degli stadi).

Questo rovesciamento dei ruoli (le istituzioni sono contro la gente, chi combatte le istituzioni è nel giusto) sembra trovare conferme negli slogan di sostegno alle Brigate Rosse e nella riqualificazione di personaggi che nel passato sono stati acerrimi nemici dell'ordinamento statale: si pensi a Renato Curcio, ideologo delle B.R., oggi ospite di conferenze, convegni universitari ecc...

C'è un filo logico che lega tutto ciò?

E' possibile che questo tipo di contro-informazione finisca per creare un sentimento di odio per le istituzioni che – in determinate situazioni – sfocia in atti di violenza dei cittadini (manifestanti, tifosi ecc...) contro le forze di Polizia?

Rispondono a questi quesiti gli ospiti:

? Il dott. Mangini, Questore Vicario, osserva che le forze di Polizia svolgono le proprie funzioni indipendentemente dagli attacchi che subiscono, tutelando sempre e comunque il cittadino.

? Il prof. Massaro, docente di sociologia delle devianze presso l'Università di Bari, spiega che effettivamente il “rispetto per l'Autorità” è in crisi, nel momento in cui larghi strati della società si aspettano di poter avere tutto e di poter fare tutto e non accettano i limiti che Autorità e Istituzioni pongono per l'esigenza di contemperare i diritti di tutti. Le forze di Polizia rappresentano il “volto” dell'Autorità, e in quanto tali sono il bersaglio immediato di chi non la accetta.

? L'avv. La Scala, docente di procedura penale presso la LUM di Casamassima, sottolinea che lo Stato è vicino alle vittime del dovere attraverso una serie di strumenti legislativi sui quali però manca la dovuta informazione, e pone l'accento sulla necessità di una sempre maggiore professionalizzazione degli operatori delle forze dell'ordine.

? Il dott. Emiliano, Sindaco di Bari e magistrato anti-mafia, riconosce l'influenza negativa di certa contro-informazione, che danneggia il rapporto fra Stato e cittadino e sottolinea le carenze dei Governi nel fornire tutte le risorse necessarie al settore sicurezza, che è il problema più sentito nelle città.

? Il dott. Filippo, figlio di un poliziotto ucciso da terroristi a Bari nel 1980 e attivamente impegnato in varie iniziative a tutela delle vittime del crimine, descrive il disagio ed il malessere delle vittime di fronte a una contro-informazione che di fatto nega la memoria dei caduti e alla tendenza a riabilitare e riqualificare – ben oltre il limite del rispetto dei morti -  chi si è reso responsabili di efferati atti di sangue.

? Il Dirigente della DIGOS di Bari, dott. Schimera, puntualizza che questi fenomeni sono fortemente localizzati e non interessano la Provincia di Bari, e spesso si diffondono più per emulazione che per reale intento criminoso.

? Il dott. Nicola Tanzi, Segretario Nazionale del SAP, osserva che l'offensiva contro le forze di Polizia non è mai cessata negli ultimi decenni e lamenta una certa disattenzione del mondo politico nei confronti degli operatori di sicurezza, dei quali spesso ci si ricorda solo in coincidenza dei periodi elettorali.

Il dibattito è stato moderato dal dott. John Battista, Segretario Provinciale del SAP Bari, che ha curato anche il materiale documentale proiettato.

(Fine documento)



LA MIA RISPOSTA

Uno dei due siti a cui fa riferimento l’articolo è il nostro. E' vero che l'autore della presentazione, John Battista, ha evitato di citare espressamente luogocomune.net, ma è sufficiente prendere un qualunque stralcio dei testi da lui riportati nella presentazione, che è disponibile in rete, per risalire con certezza alla sua fonte. Non citando la fonte, peraltro, il Signor Battista ha violato le condizioni di copyright poste dal nostro sito, che prevedono il diritto di pubblicare i nostri materiali solo citandone espressamente la fonte e l'autore.

Prima di rispondere nel dettaglio, va chiarita un'altra cosa importante: il sito luogocomune pubblica articoli, e questi vengono commentati dagli utenti. Il contenuto degli articoli ricade, ovviamente, sotto la responsabilità del sottoscritto, mentre i commenti - essendo pubblicati in tempo reale, e senza alcun filtro preventivo - ricadono sotto quella dell’utente che li posta. La cosa è chiaramente indicata sul sito stesso,e vale anche per i forum, che sono aperti a tutti e non hanno filtro preventivo. Accade così anche su siti molto più quotati e frequentati del nostro (da Repubblica a Beppegrillo) e, vista la natura di internet, non può che essere così.

Dopodichè i moderatori fanno tutto il possibile per evitare/rimuovere messaggi che violino in qualsiasi modo le leggi vigenti, o che incitino a violarle, ma non per questo si può accusare il sito di sostenere tesi, posizioni o opinioni espresse nei commenti o nei forum, che appartengono esclusivamente all’utente che le ha pubblicate.

Mentre il Signor Battista ha fatto spesso e volentieri confusione, nella sua presentazione, con una tale selettività da legittimare il più ampio sospetto di intento diffamatorio nei miei confronti. Per quel che ne sappiamo, invece, uno qualunque dei commenti citati potrebbe addirittura averlo postato lui stesso, sotto falso nome ovviamente.

Passimo ora ai punti specifici:



In una nostra ricerca, che abbiamo esposto in slides, abbiamo focalizzato l'attenzione su alcuni siti Web con elevatissimo numero di iscritti e di lettori, la maggior parte dei quali molto giovani, che propongono una lettura di qualsiasi fatto e notizia quotidiana in chiave marcatamente anti-istituzionale.

Se davvero facessimo questo diventeremmo matti, e più matti ancora sarebbero quelli che ci vogliono leggere ogni giorno. Noi abbiamo invece una particolare attenzione per alcune notizie, che celano un possibile abuso della legge da parte di qualche organo delle istituzioni. e non “delle istituzioni” in quanto tali.

Se crolla una balconata allo stadio non diciamo che ci sono di mezzo i Servizi Segreti. Se si incendia una pizzeria non diciamo che ci sono di mezzo i Servizi Segreti. Se i metalmeccanici vanno in sciopero non diciamo che ci sono di mezzo i Servizi Segreti.

Se invece tre Torri in acciaio crollano in tempi e modi contrari alle più elementari leggi della fisica, della statistica e del comune buon senso, e se questi crolli permettono nel frattempo di lanciare guerre che portano un enorme vantaggio economico a chi li ha subiti, ci permettiamo di sospettare che le costoro fossero in qualche modo interessati a farli avvenire.

Se poi il Sindaco di quella città afferma di essere stato avvisato in anticipo dei crolli, ma non ha fatto nulla per avvisare poliziotti e pompieri che stavano all’interno delle Torri, ci permettiamo di sospettare che sia un criminale.

Ma lo facciamo, guarda caso, proprio in difesa di quei poliziotti e pompieri morti inutilmente, e non certo contro di loro, nè “contro le istituzioni” in genere.

Dopodichè ognuno rimane libero di pensarla come crede, e il libero dibattito esiste proprio per quello.

Prima quindi di parlare di ”una contro-informazione che di fatto nega la memoria dei caduti e alla tendenza a riabilitare e riqualificare – ben oltre il limite del rispetto dei morti -  chi si è reso responsabili di efferati atti di sangue”, come ha fatto nella relazione il dott. Filippo, bisognerebbe stabilire con certezza chi sia il responsabile di tali fatti. E solo chi parte dal presupposto che non possa esistere alcun disegno criminale all’interno delle istituzioni può accusare indiscriminatamente la “contro-informazione” di quanto sopra. Altrimenti ci troviamo perfettamente d’accordo sull’esecrazione incondizionata dei colpevoli, come sulla necessità assoluta di applicare per loro le massime punizioni previste dalla legge.

Signori, parliamoci chiaro: chi pensa che i governi non mentano mai, che agiscano sempre e soltanto nell’interesse del cittadino, e che non violino mai le leggi vigenti alzi perfavore la mano.

Altrimenti il nostro contributo alla ricerca per individuare le eventuali “mele marce” all’interno del sistema - che supplisce alla vergognosa mancanza della stessa da parte del giornalismo professionale -  dovrebbe essere apprezzato, e non denigrato.



Lo scopo sembra essere quello di minare il rapporto di fiducia e collaborazione tra cittadini e istituzioni, ingenerando nei primi la convinzione che queste ultime operino contro il cittadino e non a tutela dei suoi diritti.

Come già detto, lo scopo è esattamente l’opposto: stimolare le reazioni da parte dei media ufficiali e degli organi competenti perchè facciano pulizia all’interno delle istituzioni, laddove necessario, al fine di vivere tutti in una società che sia davvero più civile e democratica.

Dovrebbe risultare chiaro a questo punto il totale capovolgimento nella lettura del nostro sito che John Battista tenta di imporre, selezionando, manipolando e mescolando ad arte estratti di quanto vi appare pubblicato.


 
Dal punto di vista politico i due siti hanno componenti trasversali: estremismi di sinistra e di destra, anarchici ecc...

Luogocomune non è un nome scelto a caso: oltre che essere autoironico (grazie al doppio senso del termine), luogocomune vuole essere uno spazio in cui trovi voce chiunque sente di aver qualcosa da dire, indipendentemente dalla sua posizione politica, filosofica, sociale o religiosa. Fra questi ci saranno quindi “estremisti di destra” e “anarchici”, come ci sono moderati di destra e di sinistra, centristi e qualunquisti, panettieri e farmacisti, apolitici, atei, credenti e agnostici, interisti e milanisti, cristiani e musulmani, verdi rosa gialli marroni e blu....

La presenza di ciascun individuo sul sito va vista esclusivamente come il risultato di una totale imparzialità a monte, nel più pieno rispetto del sacrosanto diritto costituzionale alla libertà di pensiero e di parola di ogni cittadino. Ancora una volta, luogocomune difende le istituzioni, non le combatte. (Va da sè poi, come già detto, che i moderatori facciano tutto il possibile per evitare/rimuovere commenti che esprimano concetti contrari alle leggi vigenti, o istigazioni a violare le stesse).

Mentre, nuovamente, appare tutt'altro che imparziale citare solo la presenza di alcuni personaggi “estremi” - inevitabile quanto minoritaria - ma non di tutti gli altri.



La sequenza dimostra che ogni singola notizia (si tratti di una nuova legge contro la pedofilia o di un evento naturale come un uragano) è motivo per sostenere che le istituzioni e le forze di Polizia sono “complici” di un disegno che mira a tenere in pugno i cittadini in favore di pochi e non meglio precisati gruppi di potere.

La "sequenza", come verrà nuovamente dimostrato più sotto, è del tutto arbitraria, non tiene conto delle differenze fra articoli pubblicati e commenti postati dagli utenti, e utilizza gli estratti in maniera intenzionalmente fuorviante.



Così, l'uragano Katrina è stato provocato per agevolare i fabbricanti di legname, ...

Questa è una stupidaggine colossale, scritta approfittandosi di quello che era chiaramente un esempio "da favoletta", e citandolo fuori contesto. Nella favoletta si sosteneva che fosse addirittura li battito di ali di una farfalla a provocare l'uragano. Qualcuno è disposto a crederci seriamente? Eccola.)

Nessuno in realtà ha mai sostenuto che si possa “provocare” un uragano, mentre esistono numerosi indizi - non certo creati da noi - che certe tecnologie siano in grado di deviarne in una certa misura il percorso. Mentre le prove che l’amministrazione Bush fosse a perfetta conoscenza del rischio che correvano i cittadini di New Orleans, ma non abbia fatto nulla per prevenirlo (negando poi però di esserne a conoscenza), le ha date lo stesso Presidente Bush, in questa tele-conferenza con gli esperti meteorologi, che è stata poi resa pubblica dai media americani:



(Nel caso il video non apparisse nel testo, questo è il link originale.)

E siccome i maggiori beneficiari del disastro sono stati, nuovamente, gli stessi personaggi legati al Presidente Bush, ci permettiamo di sospettare un “intervento tecnologico” che abbia contribuito a mandare in porto - anche letteralmente, in questo caso - uno dei più mastodontici e lucrativi progetti di ricostruzione civile da molti anni a questa parte.

A questo punto siamo noi ad essere “malati”, o sono gli altri che sono un pò ingenui?



Le brigate rosse e i terroristi in genere sono un'invenzione che serve per incutere terrore alla popolazione, ...

Che le Brigate Rosse fossero state infiltrate da CIA e MOSSAD, fin da prima del rapimento Moro, non lo sosteniamo noi, ma l’onorevole Giovanni Galloni, ex-presidente del Consiglio Superiore della Magistratura. E non c'è nulla di "ipotetico" nella sua dichiarazione, come afferma Battista nella presentazione "slides". Come potrete verificare nel video più sotto, Galloni dice testualmente "Moro di disse: Io ho per certo la notizia che i servizi segreti, sia americano che israeliano, hanno degli infiltrati all'interno delle BR, però  noi non siamo stati avvertiti."

Lo stesso Galloni infatti conferma che i Servizi italiani sarebbero stati tenuti all’oscuro di certe manovre da parte dei colleghi americani, con il risultato di far apparire loro stessi complici di operazioni di cui invece non erano affatto responsabili.



(Nel caso il video non apparisse nel testo, questo è il link originale.)

Ancora una volta, si tratterebbe quindi di difendere la reputazione dei Servizi italiani, trattati da quelli americani come colleghi di serie B, sui quali fare poi ricadere tutti i sospetti. Mentre è John Battista che sembra mettere in dubbio la parola dell'ex-Presidente del Consiglio Superiore della Magistratura, e non certo luogocomune.

Lo stesso discorso vale per l'attentato di Nassirya: che certe autorità italiane ne fossero a conoscenza lo ha scritto il Washington Post, non ce lo siamo inventato noi. Perchè allora cercare di utilizzare questa informazione contro di noi, nascondendo ai suoi colleghi l'autorevolezza della fonte, invece di pretendere uniti che venga fatta piena luce su questa accusa infamante?

Altresì, che “Al-Queda” sia una sigla inventata dalla CIA lo dice la CIA stessa, non noi. E che a tutt’oggi non vi siano prove sufficienti contro bin Laden lo dice l’FBI, mentre la stessa FBI non lo elenca nemmeno fra i ricercati per gli attentati dell’undici settembre sul suo sito ufficiale. Ciascuno può verificare di persona.

Davvero non bisogna sospettare di nulla, di fronte a questi fatti sconcertanti?



La marijuana non è una droga leggera ma una sostanza dalle incredibili qualità (tessili, combustibili ecc...) che è stata vietata per favorire determinate produzioni industriali, ...

Altra distorsione, ben difficile a questo punto da considerare involontaria: nessuno ha mai detto che la marijuana non sia una droga, nè leggera nè pesante, mentre la vicenda della sua proibizione è storia acclarata, e la sua ignoranza non può essere tradotta in una accusa contro di noi. Altrettanto dicasi per le qualità industriali della pianta, che si possono verificare in pochi minuti su qualunque enciclopedia o libro scientifico.



... e via via così fino a sostenere che Filippo Raciti è stato ucciso per favorire l'industria edile (che guadagnerebbe sull'adeguamento degli stadi).

Non c’è nessun ”via via”, se non nella testa di John Battista, che cerca chiaramente di fare leva sul dolore e sulla rabbia dei presenti al convegno per addossarci una colpa che non ha nessuna fondatezza: si potrà trattare al massimo di un commento da parte di un utente, del quale rispetteremmo, nel caso specifico, il diritto di opinione, pur senza condividerla.

A riprova di quanto detto, segue un estratto di ciò che io scrissi all’epoca del fatto, nell'articolo intitolato "Calcio: colpe e responsabilità":

Vittima e assassino sono due proletari qualunque, identici nelle loro passioni, identici nelle loro paure. Diversi nella loro divisa, ma ambedue strumenti dello stesso meccanismo di controllo sociale, che utilizza ormai fin troppo palesemente il calcio come valvola di sfogo per tutte le ingiustizie e le frustrazioni che i cittadini si trovano quotidianamente ad affrontare, proprio a causa di chi ci comanda: chiunque passi oggi un solo minuto a discutere se la colpa è stata della polizia o dei tifosi, avrà fatto soltanto un grande regalo a chi ha saputo metterci così astutamente e cinicamente gli uni contro gli altri. 

Dove stia (e dove possa starci, all'interno di questa posizione) la citazione sull'industria edile proprio non si capisce.



Questo rovesciamento dei ruoli (le istituzioni sono contro la gente, chi combatte le istituzioni è nel giusto) sembra trovare conferme negli slogan di sostegno alle Brigate Rosse e nella riqualificazione di personaggi che nel passato sono stati acerrimi nemici dell'ordinamento statale: si pensi a Renato Curcio, ideologo delle B.R., oggi ospite di conferenze, convegni universitari ecc...

Nessuno dice che “le istituzioni siano contro la gente”, nè soprattutto che "chi le combatte è nel giusto". Questa è una accusa di sovversione bella e buona, che meriterebbe da sola la considerazione di una querela per diffamazione. Le istituzioni sono nate per la gente, come dice la stessa Costituzione americana (“With the People, for the People”), e il sospetto casomai è che vengano utilizzate, forzate, e manipolate “contro la gente” da chi ha il potere di farlo, ma questi non sono certamente i poliziotti.

Per il resto, vale la risposta già data in precedenza: sul sito non esiste un solo articolo nel quale si offra “sostegno” alle Brigate Rosse, nè si tenti una riqualificazione di chiunque, se non a favore - appunto - di un diverso colpevole.



C'è un filo logico che lega tutto ciò?

Certo che c’è, ma non è affatto quello che suggerisce John Battista. E’ la caccia alla menzogna, ovunque essa si trovi, da chiunque sia stata espressa, e qualunque siano le conseguenze che il suo eventuale svelamento possa comportare.



E' possibile che questo tipo di contro-informazione finisca per creare un sentimento di odio per le istituzioni che – in determinate situazioni – sfocia in atti di violenza dei cittadini (manifestanti, tifosi ecc...) contro le forze di Polizia?

Il ragionamento è assolutamente gratuito, poichè in tutti miei articoli io sostengo che i poliziotti, nella stragrande maggiornaza dei casi, facciano il loro dovere con abnegazione, dedizione e senso di sacrificio, e considero casi come quello di Bolzaneto o della Diaz, per quanto inaccettabili, una triste eccezione.

In ogni caso, il discorso sulle vere responsabilità di casi del genere diventa complesso, e non è questa la sede in cui affrontarlo. Ma il libero dibattito, che sul nostro sito avviene regolarmente, esiste proprio per questo.

Naturalmente tutti i membri del SAP che lo ritengano sono invitati a partecipare, e a verificare di persona.



Rispondono a questi quesiti gli ospiti: [...]

Dispiace infine che non sia stato invitato anch’io a rispondere – anche solo per via scritta, ad esempio – essendo accusato in prima persona di un comportamento al limite della legalità. Questo articolo è stato un tentativo di rimediare in qualche modo a questa mancata oppurtunità, e vorrei concluderlo riportando alcuni estratti di ciò che scrissi su Nicola Calipari, in tempi certo non sospetti. Ciascuno potrà valutare personalmente la ”mancanza di rispetto per le istituzioni” a cui il sito, secondo il documento presentato al convegno del SAP, inciterebbe sistematicamente.

Specialmente di quelle italiane.

(Dall'articolo "Morire due volte")

[..] Con Calipari siamo stati fatti cornuti, e poi pure mazziati a dovere davanti al mondo intero, e noi andiamo pure orgogliosi dell'"alleanza" con gli USA. Io non sono certo uno che normalmente "tifa" per i servizi segreti, o per "la polizia" nel senso più lato, ma rispetto profondamente il lavoro di chiunque metta a repentaglio la propria vita per fare quello in cui ovviamente crede fino in fondo, solo per essere pugnalato alla schiena da chi aveva il dovere di rivendicare a voce alta giustizia in suo nome, e ha invece chinato la gobba come una sguattera qualunque. Ha così ucciso Calipari due volte). [...]

(Articolo completo) L'ALTRA FACCIA DELLO SDEGNO



America-on-Line è il più popolare Service Provider americano, e da solo raggiunge più del doppio dell'intera utenza italiana di Internet. Ecco una schermata di quello che si trovano davanti oggi i venticinque milioni di americani che utilizzano AoL, il che rappresenta quindi una buona "media" dell'attuale posizione dei mezzi di comunicazione USA sul caso Sgrena.

La didascalia dice: "Militari italiani trasportano la bara dell'agente segreto Nicola Calipari, ucciso venerdì in Iraq mentre accompagnava un ostaggio verso la libertà".

Notare come il testo dica genericamente "ucciso", evitando di specificare "da chi". Inoltre, "accompagnare verso la libertà" sottintende che l'ostaggio non fosse ancora libero, pur trovandosi invece in territorio sotto pieno controllo americano.

Il testo a sinistra dice: "Giuliana Sgrena, l'ostaggio la cui vita è stata salvata da Calipari, dice che gli americani potrebbero averle sparato intenzionalmente, a causa di 'diversità di vedute' operative con l'Italia. Gli Stati Uniti hanno definito l'affermazione 'assurda'". Ma la parte più interessante è data dall' instant-poll, il sondaggio in diretta, ...

... che appare sulla destra: Cosa pensi del suggerimento di Sgrena che i militari americani abbiano voluto colpire il veicolo? a) E' scandaloso. b) Merita un'indagine.

Notare come una pesante accusa sia già diventata un "suggerimento", mentre una risposta "c) E' probabilmente vero" non esiste neanche.

Ho provato a votare, per vedere i risultati fino a quel momento. Eccoli.



E noi dovremmo stare qui ad aspettare l'"indagine approfondita" che ci ha promesso Bush?

M. M.



Una nota su John Battista, l'autore della "relazione" pubblicata all'inizio, e della presentazione denominata "slides" che la accompagnava.

Come già detto, questa persona ha già utilizzato in passato, contro la mia persona, gli stessi metodi scorretti con i quali ha messo insieme la presentazione, distorta e fuorviante, del sito di cui sono responsabile. E questo nonostante sia già stato pubblicamente smentito, più di una volta, sia in internet che sulla stessa televisione nazionale.

Nell'ultimo caso - il più clamoroso - il signor John Battista aveva fornito alle redazione di Matrix una serie di informazioni palesemente errate o distorte sull'undici settembre, tese a costituire un attacco personale al sottoscritto di tale bassezza e infondatezza da avermi consentito un diritto di replica di pari durata, nel quale tutte le sua accuse sono state pubblicamente smentite, mentre si rivelava che era lui ad utilizzare i trucchi di bassa lega di cui ama - per qualche strano motivo - accusare gli altri.

Qui la smentita su internet, qui la pagina con la trasmissione completa di Matrix in risposta all'attacco di John Battista. Questa è la prima di 5 parti (per chi non lo sapesse, John Battista è anche il responsabile di "Crono 911"):



Ciascuno può giudicare da solo.

A mio parere, i dipendenti delle Forze dell'Ordine dovrebbero essere i primi a praticare quella forma di correttezza assoluta che sono incaricati di pretendere dai cittadini, invece di fornire un pessimo esempio come nel caso in questione.

Massimo Mazzucco, responsabile di luogocomune.net



S.A.P. Sindacato Autonomo di Polizia
Sede Provinciale di Bari
Via Murat 4 c/o Questura
tel 080/5291194 fax 080/5739457 mail bari@sap-nazionale.org


Aggiungo che proprio ieri c'è stata nuovamente occasione di parlare del caso Calipari, e l'ho fatto negli stessi identici termini di sempre. M.M.



NOTA per gli utenti: Pur essendo un comunicato, e non un articolo, abbiamo voluto lasciare la possibilità di inserire commenti.

Trattandosi però di materia delicata, la restrizione sui commenti "ad personam" sarà applicata in questo caso con il massimo rigore: qualunque commento che contenga elementi di giudizio personale - a favore o contro gli individui coinvolti nella vicenda - verrà immediatamente rimosso dai moderatori. (*)

Qui non si tatta di "vincere" o "perdere" individualmente, ma di far rispettare certi principi di uno stato democratico nel quale il diritto alla libera espressione, sancito dalla Costituzione, va difeso con tutti i mezzi che la legge stessa mette a disposizione del cittadino. E che gli stessi appartenenti alle Forze dell'Ordine dovrebbero quindi proteggere, e non combattere.

In questi termini, il dibattito è bene accetto. Altrimenti si prega di evitare di postare, per non imporre ai moderatori un impegno supplementare del quale non abbisognano di certo.

Grazie.

M.M.


* A loro volta, gli utenti che vedessero un loro commento rimosso sono invitati, se le desiderano, a chiedere spiegazioni ai moderatori via PM, e NON su questo stesso thread. Per evitare questo tipo di intervento, basta semplicememte astenersi dall'esprimere un qualunque giudizio, negativo o positivo, sulle persone direttamente implicate nella vicenda. Discutiamo delle istituzioni, dei loro ruoli, dei diritti e doveri di tutti i cittadini (poliziotti compresi) e non delle persone specifiche. (Nulla di nuovo quindi, rispetto alla nostra regola, semplicemente una sua applicazione ferrea in questo caso).


Voto: 0.00 (0 voti) - Vota questa news - OK Notizie


Altre news
28/11/2015 10:00:00 - Il nuovo sito è pronto
26/11/2015 19:40:00 - Fulvio Grimaldi a Matrix
24/11/2015 11:00:00 - Caccia russo abbattuto dai turchi
22/11/2015 20:20:00 - Ken O'Keefe: "ISIS = Israeli Secret Intelligence Service"
21/11/2015 21:00:00 - L'uomo che uccise Kennedy
19/11/2015 19:00:00 - La solitudine
18/11/2015 21:21:31 - Vladimir Putin - conferenza stampa al summit del G20
17/11/2015 13:50:00 - Dopo Parigi
15/11/2015 22:30:00 - Commenti liberi
14/11/2015 9:40:00 - À la guerre comme à la guerre
13/11/2015 23:00:00 - Nuovi attentati a Parigi
11/11/2015 19:50:00 - Atleti russi dopati, brutti e cattivi
10/11/2015 19:30:00 - Fini, Grillo, Travaglio - e il giornalismo che non fa i conti con sé stesso
9/11/2015 18:30:00 - "Bag it!" Documentario (Ita)
8/11/2015 9:09:03 - Commenti liberi

I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Autore Albero
HAVEADREAM
Inviato: 20/6/2007 8:37  Aggiornato: 27/11/2010 22:32
Ho qualche dubbio
Iscritto: 26/8/2005
Da:
Inviati: 209
 Re: Comunicato: SAP provinciale di Bari
Buongiorno a tutti.
Vista la particolarità della vicenda narrata nell'articolo, esprimo piena solidarietà al sito e a Massimo Mazzucco.
Tutto sommato, vedendo le cose a 360 gradi, le affermazione del sig Battista (dal suo punto di vista) possono sembrare veritiere.
Il fatto, secondo me, è che il sig Battista dovrebbe forse navigare un pò di più su internet, e sicuramente troverà ben altre argomentazioni che dovrebbero preoccupare lui, la Polizia, i Carabinieri, e soprattutto noi tutti.
Sempre che poi il legittimo sospetto, con le sue dichiarazioni, si riferisse a Luogocomune.net.

Redazione
Inviato: 20/6/2007 8:47  Aggiornato: 20/6/2007 8:48
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Comunicato: SAP provinciale di Bari
Ti confermo con certezza assoluta che il sito a cui fa riferimento è luogocomune, e ho naturalmente ottimi motivi per dirlo.

In ogni caso, approvo il consiglio che dai all'autore del documento, e che estenderei immediatamente a tutti coloro che siano interessati all'ordine democratico, sia su un fronte che sull'altro, proprio per evitare la personalizzazione dei commenti di cui parlavo nella nota.

Vi sarebbero ben altre stranezze di cui preoccuparsi: quando hai un ex-presidente del CSM che ti dice con chiarezza assoluta quanto dichiara Galloni nel video più sopra, preoccuparsi di un qualunque "luogocomune", e non di quanto dice Galloni, è decisamente poco serio e responsabile.

tgwowgt
Inviato: 20/6/2007 9:13  Aggiornato: 20/6/2007 9:13
So tutto
Iscritto: 24/4/2007
Da:
Inviati: 24
 Re: Comunicato: SAP provinciale di Bari
Mi pare un tipico caso in cui ad opinioni forti si risponde con idee estremizzanti. Della serie: qui siamo tutti macchiette, probabilmente ci siamo conosciuti facendo a botte in qualche manifestazione per la liberalizzazione della coca.
Mi ricorda quello che si diceva del giudice che portó in aula il processo all'omicidio di Kennedy (fatte le dovute proporzioni).....
Io sto con te!

apocalisse
Inviato: 20/6/2007 9:19  Aggiornato: 20/6/2007 9:19
Ho qualche dubbio
Iscritto: 4/6/2007
Da:
Inviati: 47
 Re: Comunicato: SAP provinciale di Bari
Ecco la prossima frontiera: la libertà di parola in internet...tempi cupi

pensa intergalattico, agisci interplanetario
tccom
Inviato: 20/6/2007 9:58  Aggiornato: 20/6/2007 9:58
Mi sento vacillare
Iscritto: 3/11/2005
Da: civitavecchia
Inviati: 903
 Re: Comunicato: SAP provinciale di Bari
Citazione:
Con la speranza sincera che non diventi necessario procedere altrimenti per proteggere, anche in futuro, la mia reputazione, personale e professionale, dai suoi ripetuti quanto ingiustificati attacchi.

Massimo,
se ci sono gli estremi, fossi inte, procederei "altrimenti"...come si dice: prevenire è meglio che...
magari sti simpaticoni cominciano a ridimensionarsi e a sentirsi meno al sicuro dietro la divisa

sono incazzato
ciao

...gli Stati Uniti non ci hanno guadagnato nulla dall'11 settembre (c'è bisogno di dirlo?)...[].... Ragioniamo: chi ci guadagna quando piove? i produttori di ombrelli. Da questo si deduce che i produttori di ombrelli controllano la pioggia.
cocis
Inviato: 20/6/2007 10:08  Aggiornato: 20/6/2007 10:08
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/1/2006
Da: V
Inviati: 1430
 Re: Comunicato: SAP provinciale di Bari
le solite persone in caccia di un pò di voti ?? ma perchè alcuni non si fanno i fatt loro invece di sparare minchiate ??

Linucs
Inviato: 20/6/2007 10:20  Aggiornato: 20/6/2007 10:20
Sono certo di non sapere
Iscritto: 25/6/2004
Da:
Inviati: 3996
 Re: Comunicato: SAP provinciale di Bari
Mi sa che questo si guadagna un post frontale.

PathFinder
Inviato: 20/6/2007 10:44  Aggiornato: 20/6/2007 10:44
Ho qualche dubbio
Iscritto: 24/2/2005
Da: Napoli
Inviati: 248
 Re: Comunicato: SAP provinciale di Bari
Frequento LC dalla sua nascita e con le dovute eccezioni ho sempre trovato gli articoli postati corretti ed illuminanti. Ho sempre verificato le informazioni reperite qui e solo in rari casi ho trovato note stonate.
Questo johnny rappresenta il prototipo di poliziotto che mio zio ex vicequestore (pace all'anima sua) ripudiava con tutte le sue forze e le cui opinioni non riporto se no mi becco una denuncia.
Massimo hai tutto il mio sostegno.
E se esistono ancora delle leggi a cui puoi affidarti per avere un minimo di giustizia non aspetterei oltre.
Agisci.

Non è la via che è difficile, è il difficile che è la via.
Dorian
Inviato: 20/6/2007 10:50  Aggiornato: 20/6/2007 10:55
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 23/1/2007
Da:
Inviati: 1275
 Re: Comunicato: SAP provinciale di Bari
Qualcuno aveva capito da tempo chi si celasse dietro le iniziali jb.. [*]

Forse il Signor JB non collabora con Attivissmo in veste di semplice e privato cittadino ma per conto dello stesso SAP?

In tal caso appaiono oscuri i motivi per cui il SAP debba ostacolare i movimenti sulla verità dell'11 di Settembre i cui principali promotori sono - non dimentichiamolo mai! - proprio gli stessi familiari delle vittime.

Non sarebbe meglio che la polizia italiana indagasse sui criminali e le stragi italiane anzichè occuparsi, non meno maldestramente, di quelle avvenute all'estero?

PS: Brigate Rosse? Ma certo.. un fatto italiano finalmente! Perchè non una slide in cui il SAP ci spiega, con opportuni disegnini, come ha fatto l'attuale Presidente del Consiglio a indicare agli inquirenti il nome Gradoli rivelatosi essere (ma che coincidenza!) proprio il nome della via in cui fu scoperto (vero o fittizio che fosse) il covo delle BR?
Forse è la prova che le sedute spiritiche funzionano davvero? Che, come affermò lo stesso Berlusconi (altro Presidente del Consiglio), siamo governati da un complice dei terroristi (beh.. lui se ne intende visto che era nella P2)? E' la prova che il covo è stata una montatura? Inscenata da chi? eheh diteci, vi prego.. illuminateci..

Dorian
Inviato: 20/6/2007 11:00  Aggiornato: 20/6/2007 11:01
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 23/1/2007
Da:
Inviati: 1275
 Re: Comunicato: SAP provinciale di Bari
Mi sa che questo si guadagna un post frontale.

Chiedo a gran voce un ricco e dotto Mega Post pregno di sapide citazioni!

Abulafia
Inviato: 20/6/2007 11:19  Aggiornato: 20/6/2007 11:19
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 6/11/2005
Da:
Inviati: 1612
 Re: Comunicato: SAP provinciale di Bari
Buongiorno,
occorre precisare che nonostante il titolo di segretario provinciale del SAP, l'iniziativa del Sig. Battista è personale ed ad Egli soltanto attribuibile: entrambe i documenti infatti (relazione e presentazione) portano in chiaro il Suo nome.

Inoltre SAP e Polizia sono due entità distinte, ancorchè comunicanti per ovvi motivi, dunque mescolarne le responsabilità nel caso specifico non sarebbe corretto.

...Ars adeo latet arte sua...
Al2012
Inviato: 20/6/2007 11:25  Aggiornato: 20/6/2007 11:25
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 25/10/2005
Da:
Inviati: 2158
 Re: Comunicato: SAP provinciale di Bari
(Cito Massimo)
<< In ogni caso, mi riterrei soddisfatto se lei volesse pubblicare, al più presto e in maniera integrale, sullo stesso sito SAP in cui appaiono le accuse nei miei confronti (e del quale lei risulta responsabile), la mia replica contenuta nell'articolo allegato. >>

Chissà se il sig. Battista, ha pubblicato la risposta doverosa di Massimo?

Siamo sempre alle solite, se fai notare che tra la versione ufficiale dei fatti dell’ 11 settembre, e la realtà ci sono molte incongruenze che fanno nascere lecite domande, vieni accusato di “Antiamericanismo” sei uno che non rispetta le vittime, le strumentalizza per soverchiare le istituzioni democratiche.
E questo è solo un esempio, in casa nostra abbiamo ancora tanti misteri, tanti casi “strani”, (vedi Ustica, Bologna, G8 Genova, ecc. ecc.)

Le forze dell’ordine pubblico come le forze armate hanno prestato giuramento solenne in difesa della “Costituzione della Repubblica Democratica Italiana” ed io sono con tutti questi uomini, donne, ragazzi e ragazze che svolgono con coscienza e dedizione questo difficile compito: difendere la “Costituzione Italiana”.
Non credo che chi cerca la “Verità” sia contro la costituzione di qualsiasi paese democratico, ne tanto meno contro il popolo e le istituzioni democratiche.

Le persone hanno una propria testa e in questo sito la possono usare, liberamente….

“Capire … significa trasformare quello che è"
Infettato
Inviato: 20/6/2007 11:28  Aggiornato: 20/6/2007 11:28
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 23/11/2006
Da: Roma
Inviati: 1499
 Re: Comunicato: SAP provinciale di Bari
Le persone hanno una propria testa e in questo sito la possono usare, liberamente….

Forse questo è uno dei punti cruciali!

Buon intenditor poche parole

Infettato dal morbo di Ashcroft
---------------------------------------------
Quando ci immergiamo totalmente negli affari quotidiani, noi smettiamo di fare distinzioni fondamentali, o di porci le domande veramente basilari. Rothbard
adanos
Inviato: 20/6/2007 11:31  Aggiornato: 20/6/2007 11:31
Ho qualche dubbio
Iscritto: 7/6/2006
Da: Camin (zona tipica delle chemtrails)
Inviati: 51
 Re: Comunicato: SAP provinciale di Bari
citaz

Il dott. Mangini, Questore Vicario, osserva che le forze di Polizia svolgono le proprie funzioni indipendentemente dagli attacchi che subiscono, tutelando sempre e comunque il cittadino


Anche alla Diaz?

http://www.repubblica.it/2007/06/sezioni/cronaca/g8-genova/g8-genova/g8-genova.html

Ipocrisia pura

un saluto a tutti voi amici

adanos

Citazione:
...La differenza fondamentale tra la Terra e Pandora è che l'atmosfera terrestre non è tossica per gli elohim nostrani.

p.s. http://it.wikipedia.org/wiki/Elohim


Freeman
Inviato: 20/6/2007 11:38  Aggiornato: 20/6/2007 11:54
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 31/7/2006
Da: NiggahCity
Inviati: 2092
 Re: Comunicato: SAP provinciale di Bari
Massimo,
che non bisogna fare di tutta l'erba un "fascio", sono d'accordo.

Ma di certo non si può negare che le "forze dell'ordine" abbiano generalmente una visione delle cose "parziale", per così dire, per via del loro stesso ruolo.
E che lo "spirito di corpo", non so quanto correttamente inteso, porti spesso ad episodi di omertà come quello del vice questore aggiunto Fournier, rispetto ai fatti della Diaz a Genova. E lo dicono i festeggiamenti fatti a Placanica dai suoi commilitoni, dopo l'uccisione di Carlo Giuliani:
Placanica confessa che la sera in cui Carlo Giuliani morì, carabinieri e poliziotti fecero festa in caserma. Esaltavano Placanica, gli facevano i complimenti, lo chiamavano fieramente "il killer". Fecero persino una canzone denigratoria su Carlo Giuliani. I festeggiamenti per la morte di Giuliani, stando alle parole di Placanica, non riguardavano casi isolati, ma era una festa generalizzata. Le parole dell'ex carabinere, peraltro, troverebbero conferma in molti cittadini di Genova che quella sera, dalla caserma dove erano riunite le forze dell'ordine(alla Fiera), si udivano festeggiamenti e schiamazzi
Ho molti amici in CC, Polizia, ed Esercito, ed io stesso sono stato Carabiniere in gioventù, sebbene solo come ausiliario per svolgere il servizio militare.
Per cui, sia direttamente che indirettamente, conosco bene quegli ambienti ed i "modi di pensare" che circolano, e che spesso vengono incoraggiati dai superiori.
In particolare, pronunciare la parola "comunista" davanti ad un rappresentante delle forze dell'ordine è come sventolare un drappo davanti al toro. Scatta il riflesso condizionato.
A ciò si aggiunga che nel termine "comunista" vengono fatte confluire tutta una serie di "categorie", con una certa semplificazione (es.: informi qualcuno che Dell'Utri si è beccato la quarta condanna definitiva? sei un "comunista"... tanto per capire di cosa parliamo), fino al limite in cui qualunque persona anche vagamente "contro" (contro l'ingerenza della chiesa, contro UN rappresentante delle istituzioni, UN poliziotto, UN parlamentare di centro-destra, UN americano, ecc. ecc.), viene etichettato come "comunista" e quindi nemico dell'ordine, e quindi in definitiva terrorista.
In pratica, il "comunista" viene definito per esclusione: se non sei di "destra", sei un comunista. Se critichi Bush, pur portando FATTI e non OPINIONI, sei un nemico dello Stato.
E' su queste semplificazioni, su una falsa dicotomia "destra/sinistra" che viene
spesso, seppur non sempre, inteso il proprio "dovere" da parte di molti rappresentanti delle forze dell'ordine, che tendono ad associare la "destra" all'ordine" e la "sinistra" al caos. E su questa linea mi sembra essere portato l'attacco di Battista.
Ma forse sto divagando.

Vorrei portare un ultimo esempio, un fatto successo due giorni fa.
Con alcuni amici, "inviati" del portale Cittadiariano.it, eravamo al presidio contro la riapertura della discarica di Ariano Irpino.
Eravamo vicini ad alcuni poliziotti, e quando da lontano si è visto Caruso, si è sentito un ragazzo della polizia commentare con parole tipo "Non posso sopportare che sto stronzo era a Genova a tirare pietre e spaccare vetrine, e adesso gira con la scorta. Gli spaccherei la faccia". Pur non essendo io "comunista", né ammiratore di Caruso, quelle parole mi hanno disgustato. Perché la dicevano lunga sul pregiudizio scientemente distillato e sul modo di intendere il proprio dovere di "protezione" da parte di Polizia & C.
Purtroppo in media questo pensa il rappresentante delle forze dell'ordine.
Troppo spesso "Contro" e non "Per".
Perciò, concludendo, l'attacco di Battista non deve meravigliare.
E' frutto di un certo "modo" di ragionare, per cui se "attacchi" UN membro attacchi TUTTO il corpo. E non importa quanti FATTI puoi portare a sostegno del tuo "attacco".
D'altro canto, forse Battista non si rende conto (o forse sì?) che sono proprio
reazioni piuttosto scomposte e scopertamente faziose come queste che alimentano la "diffidenza" della gente comune verso gli apparati e verso le forze dell'ordine.
Rispondere ai fatti con opinioni e con manipolazioni della realtà, non aiuta di certo lo sviluppo di "un rapporto di fiducia tra cittadini e istituzioni".

Lo dico da cittadino non schierato politicamente, che si è visto IMPORRE la terza riapertura di una discarica (che non esiste, perché CHIUSA e sotto sequestro da parte della magistratura), con un atto ANTICOSTITUZIONALE (per quel che vale ancora la costituzione), e con una città sotto assedio da parte di migliaia di poliziotti/carabinieri/finanzieri.
Ci siamo tutti sentiti come sudditi di uno Stato arrogante che manda i suoi sgherri ad imporre la sua volontà.

C'entra LC in tutto questo? E' colpa di Massimo Mazzucco?
O piuttosto non c'entra il modo di fare delle istituzioni?

Quindi, non invertiamo l'ordine dei fattori: la gente PRIMA si inviperisce e POI viene su LC perché lo ritiene un luogo adatto alla comunicazione delle proprie
istanze.
Se io vedo tre torri che crollano come castelli di carte e la cosa mi puzza, e mi
incazzo ogni giorno di più con TG e quotidiani che fanno finta di non vedere, poi trovo LC che ne parla "controcorrente" e in maniera lucida e oggettiva, per caso si può accusare LC di aver "fomentato" qualcosa contro qualcuno?

"Non siamo noi a trovare la Verità. È la Verità a trovare noi. Dobbiamo solo prepararci. Si può invitare un ospite che non si conosce? No. Ma si può mettere la casa in ordine, così che, quando l'ospite arriva, si è pronti a riceverlo e a conoscerlo".
Infettato
Inviato: 20/6/2007 11:39  Aggiornato: 20/6/2007 11:39
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 23/11/2006
Da: Roma
Inviati: 1499
 Re: Comunicato: SAP provinciale di Bari
Anche alla Diaz?

Qualcuno ha a parlato...non lo ha fatto prima per "spirito di apparteneza".....

Chi incarta la cioccolata?

Infettato dal morbo di Ashcroft
---------------------------------------------
Quando ci immergiamo totalmente negli affari quotidiani, noi smettiamo di fare distinzioni fondamentali, o di porci le domande veramente basilari. Rothbard
Jimbo72
Inviato: 20/6/2007 11:43  Aggiornato: 20/6/2007 11:43
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/3/2006
Da:
Inviati: 427
 Re: Comunicato: SAP provinciale di Bari
Ciao a tutti

ma che brutte sensazioni che mi fa venire questa cosa...

In tutti i casi hanno già vinto "O con noi o contro di noi"

Si cercherà sempre di piu' il muro contro muro

bah cominciata male 'sta mattinata

"La strada dell'eccesso conduce al palazzo della saggezza" W. Blake "Non litigare mai con un idiota, la gente che guarda potrebbe non capire la differenza"
Bambooboy
Inviato: 20/6/2007 12:00  Aggiornato: 20/6/2007 12:22
Mi sento vacillare
Iscritto: 27/12/2006
Da:
Inviati: 535
 Re: Comunicato: SAP provinciale di Bari
e io che ero convinto di aver perso un sacco di fiducia nelle Istituzioni a causa degli scandali [ talmente tanti che citarli tutti sarebbe veramente troppo lungo...cmq, citiamone pure qualcuno]:

- servizi segreti deviati [ con alcuni personaggi condannati anche per depistaggio nelle indagini sulle bombe in piazza e nei treni ]

- giornalisti che prendono soldi dai servizi segreti per scrivere articoli, beffandosi della deontologia professionale

- scandalo petroli [ anni70-80: vertici cella GDF e politici beccati con le mani nel sacco ]

- tangentopoli [ a manciate beccati con le mani nel sacco. chi? politici e amministratori pubblici ]

- finanziamneti illeciti ai partiti

- scandaletti quotidiani [ beccati chi? politici, pubblici amministratori, qualche CC, qualche PS, qualche GDF, qualcuno dei servizi, imprenditori. indagini passate ed attuali, c'è solo l'imbarazzo della scelta]

- scandalo P2 [ chi? politici, giudici, vertici dei CC, dell'Esercito, della Gdf, giornalisti, imprenditori etc etc. un po' tutti lì in mezzo ]

- Previti [ e soci condannati. chi? giudici, imprenditori, politici ]

- scandalo Italcasse [ anni 60-70 chi? politici, imprenditori, costruttori ]

- il Piano Solo

- caso Calvi

- Gelli

- omicidio Pecorelli

- Ustica

- Sindona

- Andreotti condannato, ma non punibile per prescrizione

- scandalo furbetti del quartierino [ chi? politici, imprenditori, banchieri ]

- scandalo Fazio alla Banca d'Italia.

- delapidazione delle risorse pubbliche recuperate tramite le tasse

- le raccomandazioni

- scandalo telecom

- scandalo Parmalat [ chi? imprenditori, banchieri, politici, etc etc ]

- onorevoli condannati che siedono in Parlkamento e Senato, e che regolarmente ne ricevono il lauto stipendio e pensione [ mentre i cittadini onesti devono accontentarsi di pagare le tasse e lavorare a tempo determinato e precario ]

- Ricucci

- Caltagirone

- Squillante

- Pazienza

- il supersismi

- gladio

- tutti gli onorevoli inquisiti per tangenti [ e son tanti, e ancora sotto processo, ma possono intanto continuare ad amministrare la cosa pubblica e a scrivere leggi ]

- le leggi ad personam

- caso Abu Omar

- la strategia della tensione

- Craxi

- la riabilitazione del condannato Craxi da parte delle Istituzioni

- Mafia [ vabbè! lì proprio un po' tutti con le mani in pasta ]

- Fiorani

- il bombardamento della Serbia e dell'Iraq [ ma l'Italia ripudia o no, la Guerra, per Costituzione????]

- le torture alla Diaz e a Bolzaneto [ e le relative omertà degli apparati dello Stato ]

- il delitto Moro

- il delitto Mattei [ ENI ]

- le bombe sui treni

ma ce la fa JB a capire che se c'è gente che certi fatti cerca di non dimenticarli, che ne parla, che critica, non è perchè odia lo Democrazia o perchè voglia "creare un sentimento di odio per le istituzioni che – in determinate situazioni – sfocia in atti di violenza dei cittadini (manifestanti, tifosi ecc...) contro le forze di Polizia?", ma lo fa proprio perchè vuole bene alla Democrazia e alla convivenza Civile e non ai corrotti, ai ladri e ai criminali?

ma ce la fa JB a capire che chi uccide la democrazia e semina quello che lui chiama "sentimento d'odio" è chi, credendosi intoccabile, si fa forte del proprio potere per derubare/uccidere/falsificare/trafficare/mentire/forzare le leggi ad uso personale/intascare mazzette/promettersi-scambiarsi favori/etc etc proprio al riparo del potere che un uso privato delle Istituzioni gli permette????

se la prendesse con le mele marce [ che purtroppo son veramente tante ], non con chi le addita al pubblico lubidrio!


PS: in Democrazia esiste la libertà di pensiero e di parola.
non la libertà di prendere tangenti o quant'altro approfittando della carica pubblica che si ricopre, o del personaggio 'importante' che si conosce.

Linucs
Inviato: 20/6/2007 12:05  Aggiornato: 20/6/2007 12:59
Sono certo di non sapere
Iscritto: 25/6/2004
Da:
Inviati: 3996
 Re: Comunicato: SAP provinciale di Bari
Onore e rispetto alle istituzioni! Basta con questo odio fratricida: volemose bbene!

Al2012
Inviato: 20/6/2007 12:12  Aggiornato: 20/6/2007 12:12
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 25/10/2005
Da:
Inviati: 2158
 Re: Comunicato: SAP provinciale di Bari
Quello che non è chiaro a quelli come il sig. Battista, è che internet è interattivo, non è una pagina di giornale, o uno articolo televisivo, dove chi sta dall’altra parte legge o ascolta senza poter esprimere la propria opinione, a favore o contro, nel rispetto delle regole democratiche sancite nella “Costituzione Italiana”.
Purtroppo nel vasto mondo web l’informazione coinvolge solo una percentuale degli utenti, e purtroppo la diffusione del web rispetto alla televisione è veramente poca cosa.

A volte mi domando come potrebbe essere il “mondo” se l’informazione fosse veramente libera …

Devo fare una confessione: “Sono un drogato” perché fumo le sigarette di tabacco, monopolio di stato” perché come tutti sanno la nicotina da assuefazione, non posso resistere alla voglia di fumare, come tutti i fumatori sanno, e che l’industria fiorente del tabacco sa benissimo.

“Capire … significa trasformare quello che è"
Thibault
Inviato: 20/6/2007 12:17  Aggiornato: 20/6/2007 12:17
Mi sento vacillare
Iscritto: 25/5/2006
Da: Un mondo folle
Inviati: 343
 Re: Comunicato: SAP provinciale di Bari
Molti confondono il rispetto per le istituzioni, giusto e sacrosanto, con il rispetto per chi le rappresenta.
Se uno è un rappresentate dello stato (dal vigile urbano al presidente della repubblica) non è entità divina e per tanto infallibile, o incorruttibile.
Vorrei far notare anche che la parola ministro vuol dire letteralmente servitore, i parlamentari e i vari esponenti di governo sono dipendenti del cittadino, sono pagati per occuparsi del bene del cittadino, non esseri superiori...
Un po come dire ho rispetto per la figura di presidente della repubblica, per chi mi dice che l'invasione dell'Ungheria da parte dell'Unione sovietica sia stato un bene per la pace nel mondo o per chi è stato incriminato di furto quando era ministro e mai assolto ma libero per immunità parlamentare o che ha condannato a morte due persone mentre pregava la Madonna, di rispetto ne ho un po meno
P.S. Linucs meno logorrea pls

E' una tranquilla notte di regime
javaseth
Inviato: 20/6/2007 12:41  Aggiornato: 20/6/2007 12:44
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/3/2006
Da:
Inviati: 1182
 Re: Comunicato: SAP provinciale di Bari
Linucs, riposta quel post, pleeeeeeeeeeease!!

Ciao
-javaseth

P.S. In alternativa, posta almeno una foto presa dalla tua finestra!

"..io vi mando come pecore in mezzo ai lupi; siate dunque prudenti come serpenti e semplici come colombe"
goldstein
Inviato: 20/6/2007 12:57  Aggiornato: 20/6/2007 12:59
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 4/11/2004
Da:
Inviati: 2827
 Re: Comunicato: SAP provinciale di Bari
AAA svendesi sovranità italiana, chissà se a qualcuno interessa.
(da leggere e diffondere)

mc
Inviato: 20/6/2007 13:05  Aggiornato: 20/6/2007 13:05
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/5/2004
Da:
Inviati: 7222
 Re: Comunicato: SAP provinciale di Bari
Ahhahhahhahha... Per fortuna l'ho letto prima della (spero) autorimozione.

Ma io mi chiedo anche gli ospiti intervenuti si sono presi la briga di "visionare il materiale criminale" ( ) o si sono fidati del buon Battista e del suo fantasioso riassunto?

Il dott. Mangini, Questore Vicario
Il prof. Massaro, docente di sociologia delle devianze presso l'Università di Bari
L'avv. La Scala, docente di procedura penale presso la LUM di Casamassima
Il dott. Emiliano, Sindaco di Bari e magistrato anti-mafia
Il dott. Filippo, figlio di un poliziotto ucciso da terroristi a Bari nel 1980 e attivamente impegnato in varie iniziative a tutela delle vittime del crimine
Il Dirigente della DIGOS di Bari, dott. Schimera
Il dott. Nicola Tanzi, Segretario Nazionale del SAP


...no, perche', la bella figurina, forse era meglio lasciarla fare al solo organizzatore dell'incontro... ah se solo avessero visionato il tutto prima, che magra avrebbero evitato...

La migliore e' questa:
..." ...pone l'accento sulla necessità di una sempre maggiore professionalizzazione degli operatori delle forze dell'ordine".
Gia'!
Iniziare dal filtrare scartandoli, per esempio quelli che sanno leggere solamente, ma che non riescono a capire il senso di cio' che leggono...
Se cosi' fosse, il SAP avrebbe da cercarsi dei nuovi responsabili...

mc

Infettato
Inviato: 20/6/2007 13:23  Aggiornato: 20/6/2007 13:23
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 23/11/2006
Da: Roma
Inviati: 1499
 Re: Comunicato: SAP provinciale di Bari
Linucs

Onore e rispetto alle istituzioni! Basta con questo odio fratricida: volemose bbene!

Approvo i primi 50 min

Comunque il 90% credo sia ripostabile

Massimo da una parte dovresti essere contento

Si vola un pò più in alto!! a quanto pare

Infettato dal morbo di Ashcroft
---------------------------------------------
Quando ci immergiamo totalmente negli affari quotidiani, noi smettiamo di fare distinzioni fondamentali, o di porci le domande veramente basilari. Rothbard
HAVEADREAM
Inviato: 20/6/2007 13:53  Aggiornato: 20/6/2007 13:57
Ho qualche dubbio
Iscritto: 26/8/2005
Da:
Inviati: 209
 Re: Comunicato: SAP provinciale di Bari
Forse mi sbaglio, ma credo che la discussione tenda un attimino a criticare, e non a discutere.
Secondo me la discussione ed eventuali repliche spettano soprattutto a Massimo Mazzucco, trattandosi di un comunicato e non di una notizia da commentare.
Stiamo giudicando COSA, e soprattutto CHI ha detto COSA?
Fino a prova contraria, Massimo deve attendere una replica per chiarire come stanno le cose. Poi si giudica e commenta.

L'unico, eventualmente, che si deve sentire chiamato in causa è proprio Massimo. E' lui che rappresenta il sito.
Noi rispondiamo delle nostre affermazioni, ma non alle presunte critiche al sito.
Quella di Massimo è una replica, la nostra è solo polemica allegata ad una replica.

Sarebbe invece cosa gradita che il sig Battista si auto-inviti e partecipasse alla nostra discussione o quanto meno risponda a Massimo, almeno ci sentiremmo motivati a capire quali siano le motivazione che dalle Br e da Katrina si arrivi a Luogocomune.
Fatto questo, direi che attacchi diretti oppure rispondere con le ben note (ma oscure) vicende del nostro passato, servono solo ad ingrassare le presunte allusioni che il sig Battista citava.

Poi, se il sig Battista (che sicuramente ci segue) potesse intervenire, si potrebbe discutere democraticamente, anche se a volte con toni accesi (democrazia che qui comunque è di casa, come e solo in pochi altri siti) e soprattutto che ben altra cosa sono i "fili logici" che accomunano il libero pensiero su Luogocomune dagli estremismi armati.

...spero di aver rispettato la parcondicio...e il mio avatar...

HAVEADREAM
Inviato: 20/6/2007 13:56  Aggiornato: 20/6/2007 13:56
Ho qualche dubbio
Iscritto: 26/8/2005
Da:
Inviati: 209
 Re: Comunicato: SAP provinciale di Bari
...anche per evitare polemiche come avvenuto l'estate passata con Giulietto Chiesa...

Linucs
Inviato: 20/6/2007 13:56  Aggiornato: 20/6/2007 13:57
Sono certo di non sapere
Iscritto: 25/6/2004
Da:
Inviati: 3996
 Re: Comunicato: SAP provinciale di Bari
...spero di aver rispettato la parcondicio...e il mio avatar...

Ti manca solo il plagio e hai fatto tombola.

Bambooboy
Inviato: 20/6/2007 14:02  Aggiornato: 20/6/2007 14:02
Mi sento vacillare
Iscritto: 27/12/2006
Da:
Inviati: 535
 Re: Comunicato: SAP provinciale di Bari
@haveadream

hai perfettettamente ragione.
penso solo che i primi commenti [ mio compreso ], siano solo stati il normale sfogo dialettico di chiunque si possa sentire 'tirato per la giacchetta' [ visto che cmq con commenti e posts, al sito partecipiamo ].del resto, a me hanno insegnato, che la Democrazia sta proprio nel parlare, confrontarsi e additare le cose che non vanno, di modo che possano essere migliorate.

Al2012
Inviato: 20/6/2007 14:04  Aggiornato: 20/6/2007 14:04
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 25/10/2005
Da:
Inviati: 2158
 Re: Comunicato: SAP provinciale di Bari
Certo tutti la conosciamo, ma tanto per rinfrescarne il ricordo, in attesa di comunicati e di eventuali interventi diretti del sig. Battista ………..

La Costituzione della Repubblica Italiana
QUI


PRINCIPI FONDAMENTALI

Art. 1.
L'Italia è una Repubblica democratica, fondata sul lavoro.
La sovranità appartiene al popolo, che la esercita nelle forme e nei limiti della Costituzione.

Art. 2.
La Repubblica riconosce e garantisce i diritti inviolabili dell'uomo, sia come singolo sia nelle formazioni sociali ove si svolge la sua personalità, e richiede l'adempimento dei doveri inderogabili di solidarietà politica, economica e sociale.

Art. 3.
Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali.
È compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale, che, limitando di fatto la libertà e l'eguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della persona umana e l'effettiva partecipazione di tutti i lavoratori all'organizzazione politica, economica e sociale del Paese.

Art. 4.
La Repubblica riconosce a tutti i cittadini il diritto al lavoro e promuove le condizioni che rendano effettivo questo diritto.
Ogni cittadino ha il dovere di svolgere, secondo le proprie possibilità e la propria scelta, un'attività o una funzione che concorra al progresso materiale o spirituale della società.

Art. 5.
La Repubblica, una e indivisibile, riconosce e promuove le autonomie locali; attua nei servizi che dipendono dallo Stato il più ampio decentramento amministrativo; adegua i principi ed i metodi della sua legislazione alle esigenze dell'autonomia e del decentramento.

Art. 6.
La Repubblica tutela con apposite norme le minoranze linguistiche.

Art. 7.
Lo Stato e la Chiesa cattolica sono, ciascuno nel proprio ordine, indipendenti e sovrani.
I loro rapporti sono regolati dai Patti Lateranensi. Le modificazioni dei Patti accettate dalle due parti, non richiedono procedimento di revisione costituzionale.

Art. 8.
Tutte le confessioni religiose sono egualmente libere davanti alla legge.
Le confessioni religiose diverse dalla cattolica hanno diritto di organizzarsi secondo i propri statuti, in quanto non contrastino con l'ordinamento giuridico italiano.
I loro rapporti con lo Stato sono regolati per legge sulla base di intese con le relative rappresentanze.

Art. 9.
La Repubblica promuove lo sviluppo della cultura e la ricerca scientifica e tecnica.
Tutela il paesaggio e il patrimonio storico e artistico della Nazione.

Art. 10.
L'ordinamento giuridico italiano si conforma alle norme del diritto internazionale generalmente riconosciute.
La condizione giuridica dello straniero è regolata dalla legge in conformità delle norme e dei trattati internazionali.
Lo straniero, al quale sia impedito nel suo paese l'effettivo esercizio delle libertà democratiche garantite dalla Costituzione italiana, ha diritto d'asilo nel territorio della Repubblica secondo le condizioni stabilite dalla legge.
Non è ammessa l'estradizione dello straniero per reati politici.

Art. 11.
L'Italia ripudia la guerra come strumento di offesa alla libertà degli altri popoli e come mezzo di risoluzione delle controversie internazionali; consente, in condizioni di parità con gli altri Stati, alle limitazioni di sovranità necessarie ad un ordinamento che assicuri la pace e la giustizia fra le Nazioni; promuove e favorisce le organizzazioni internazionali rivolte a tale scopo.

Art. 12
La bandiera della Repubblica è il tricolore italiano: verde, bianco e rosso, a tre bande verticali di eguali dimensioni.

“Capire … significa trasformare quello che è"
HAVEADREAM
Inviato: 20/6/2007 14:11  Aggiornato: 20/6/2007 14:11
Ho qualche dubbio
Iscritto: 26/8/2005
Da:
Inviati: 209
 Re: Comunicato: SAP provinciale di Bari
D'accordo sul concetto di democrazia.
Secondo me, ripeto, prima di discutere a fondo (fermo restando un commento legittimo di chiunque, ma nei limiti richiesti da Massimo stesso) dovremmo attendere la replica del sig Battista.
Perchè se il sig Battista allude, e Massimo va diretto con precise considerazioni, spetta al sig Battista chiarire i fatti.
Dopodichè si discute.

Infettato
Inviato: 20/6/2007 14:24  Aggiornato: 20/6/2007 14:24
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 23/11/2006
Da: Roma
Inviati: 1499
 Re: Comunicato: SAP provinciale di Bari
HAVEADREAM

L'unico, eventualmente, che si deve sentire chiamato in causa è proprio Massimo. E' lui che rappresenta il sito.Noi rispondiamo delle nostre affermazioni, ma non alle presunte critiche al sito.Quella di Massimo è una replica, la nostra è solo polemica allegata ad una replica.

No credo che le velate e presunte "accuse" siano rivolte a tutti, io mi sento "coinvolto" per questo ho volute esprimere "democraticamente" quello che penso.

Hai ragione che questo è un comunicato, ma credo che sia stato messo in home anche per renderci partecipi di come stanno le cose a prescindere dalla responsabilità massima, dei diritti non esposti....

Nelle slide ci sono commenti di utenti copiati e incollati a cui si fanno riferimenti

Secondo me, ripeto, prima di discutere a fondo (fermo restando un commento legittimo di chiunque, ma nei limiti richiesti da Massimo stesso) dovremmo attendere la replica del sig Battista.

Per adesso si discute con il materiale che si ha a disposizione.

Infettato dal morbo di Ashcroft
---------------------------------------------
Quando ci immergiamo totalmente negli affari quotidiani, noi smettiamo di fare distinzioni fondamentali, o di porci le domande veramente basilari. Rothbard
Linucs
Inviato: 20/6/2007 14:28  Aggiornato: 20/6/2007 14:28
Sono certo di non sapere
Iscritto: 25/6/2004
Da:
Inviati: 3996
 Re: Comunicato: SAP provinciale di Bari
Art. 1.
L'Italia è una Repubblica democratica, fondata sul lavoro. (altrui)
La sovranità appartiene al popolo, che la esercita nelle forme e nei limiti della Costituzione. (ovvero decidiamo noi)

Art. 2.
La Repubblica riconosce e garantisce i diritti inviolabili dell'uomo, sia come singolo sia nelle formazioni sociali ove si svolge la sua personalità, (salvo dimenticare di specificare quali siano, ed in virtù di cosa siano inviolabili)

e richiede l'adempimento dei doveri inderogabili di solidarietà politica, economica e sociale. (salvo dimenticare nuovamente di specificare quali siano, così c'è spazio di manovra, che non guasta mai)

Art. 3.
Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali. (e Mastella ride)

È compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale, che, limitando di fatto la libertà e l'eguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della persona umana (la soluzione naturalmente è livellare tutto al minimo, così come gli stupidi si possono far sembrare meno stupidi rendendo illegale l'intelligenza) e l'effettiva partecipazione di tutti i lavoratori all'organizzazione politica, economica e sociale del Paese. (segue logicamente che i disoccupati non abbiano facoltà di partecipare all'organizzazione politica)

Art. 4.
La Repubblica riconosce a tutti i cittadini il diritto al lavoro e promuove le condizioni che rendano effettivo questo diritto. (salvo tralasciare qualche dettaglio sul prerequisito diritto di proprietà)
Ogni cittadino ha il dovere di svolgere, secondo le proprie possibilità e la propria scelta, un'attività o una funzione che concorra al progresso materiale o spirituale della società. (strano, pensavo di avere il dovere di sfamare la famiglia)

Art. 5.
La Repubblica, una e indivisibile, ("per redistribuire più lontano, Cappuccetto Rosso") riconosce e promuove le autonomie locali; (salvo additarle come "secessione" all'occorrenza) attua nei servizi che dipendono dallo Stato (quali?) il più ampio decentramento amministrativo; (ovvero: prima pagate, poi arrangiatevi) adegua i principi ed i metodi della sua legislazione alle esigenze dell'autonomia e del decentramento. (amen)

Art. 6.
La Repubblica tutela con apposite norme le minoranze linguistiche. (grazie, ci servirà quando il 90% dei cittadini parlerà arabo)

Art. 7.
Lo Stato e la Chiesa cattolica sono, ciascuno nel proprio ordine, indipendenti e sovrani.
I loro rapporti sono regolati dai Patti Lateranensi. Le modificazioni dei Patti accettate dalle due parti, non richiedono procedimento di revisione costituzionale. (tradotto: Radio Maria vi può friggere il cervello e non possiamo farci nulla, rassegnatevi)

Art. 8.
Tutte le confessioni religiose sono egualmente libere davanti alla legge. (ma alcune sono più "libere" di altre)
Le confessioni religiose diverse dalla cattolica hanno diritto di organizzarsi secondo i propri statuti, in quanto non contrastino con l'ordinamento giuridico italiano. (e laddove contrastano basta farsi scrivere una legge apposta)
I loro rapporti con lo Stato sono regolati per legge sulla base di intese con le relative rappresentanze. ("tu mete in ginocchio! tu ha inteso? tuto mondo òdia... non zo peché!")

Art. 9.
La Repubblica promuove lo sviluppo della cultura e la ricerca scientifica e tecnica. (indirizzando dunque la cultura e la ricerca per mezzo della refurtiva fiscale, "però siamo liberi")
Tutela il paesaggio e il patrimonio storico e artistico della Nazione. (magari come collaterale a qualche prestito)

Art. 10.
L'ordinamento giuridico italiano si conforma alle norme del diritto internazionale generalmente riconosciute. ("generalmente, più o meno, ma possiamo sequestrare gli arabi in mezzo alla strada e buttarli nei voli della CIA? solo se è generalmente riconosciuto!")
La condizione giuridica dello straniero è regolata dalla legge in conformità delle norme e dei trattati internazionali. (mutevoli trattati internazionali, altro utile spazio di manovra)
Lo straniero, al quale sia impedito nel suo paese l'effettivo esercizio delle libertà democratiche garantite dalla Costituzione italiana, (ovvero il 90% del mondo, da sempre) ha diritto d'asilo nel territorio della Repubblica secondo le condizioni stabilite dalla legge. (peccato che abbiano cominciato a sbarcare solo dopo l'avvio della bolla e la pioggia di welfare)
Non è ammessa l'estradizione dello straniero per reati politici. (invece Solomon Morel se lo tengono stretto anche se è un assassino, e tutti zitti)

Art. 11.
L'Italia ripudia la guerra come strumento di offesa alla libertà degli altri popoli (salvo portare l'energia elettrica alle gonadi altrui in Somalia) e come mezzo di risoluzione delle controversie internazionali; (però dovevamo liberare l'Iraq perché "c'erano le armi") consente, in condizioni di parità con gli altri Stati, (vedi Vicenza) alle limitazioni di sovranità (vedi Sardegna) necessarie ad un ordinamento (quale?) che assicuri la pace e la giustizia fra le Nazioni; (tradotto: non decidiamo più "noi", arrivano telefonate da più in alto) promuove e favorisce le organizzazioni internazionali rivolte a tale scopo. (tradotto: i soldi che rubiamo non li vedrete mai più neanche sotto forma di servizi scadenti)

Art. 12
La bandiera della Repubblica è il tricolore italiano: verde, bianco e rosso, a tre bande verticali di eguali dimensioni. (per fortuna è una bandiera semplice, altrimenti ci toccava cambiarla in corsa in omaggio ai meno fortunati)

Se questa roba fosse un contratto tra privati ci sarebbero avvocati che rotolano giù dalle scale ridendo...

Al2012
Inviato: 20/6/2007 14:54  Aggiornato: 20/6/2007 14:54
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 25/10/2005
Da:
Inviati: 2158
 Re: Comunicato: SAP provinciale di Bari
(cito sig. Battista)
In una nostra ricerca, che abbiamo esposto in slides, abbiamo focalizzato l'attenzione su alcuni siti Web con elevatissimo numero di iscritti e di lettori, la maggior parte dei quali molto giovani, che propongono una lettura di qualsiasi fatto e notizia quotidiana in chiave marcatamente anti-istituzionale

Qui si fa riferimento ai partecipanti ai siti web..

Peccato che il sig. Battista si è dimenticato di inserire un link diretto ai siti in discussione, in modo che chi lo legge abbia la facile opportunità di verificare di persona la attendibilità delle sue osservazioni, perché chi legge l’articolo ha una propria testa e se gli diamo le possibilità di usarla, LA USA; questa in democrazia si chiama informazione con diritto di VERIFICA ………

Anche i giovani hanno un propria testa, e anche loro la sanno usare, basta dargli la possibilità …..

Per il resto ha risposto, riga per riga, chi ne ha il pieno diritto, Massimo, e condivido in pieno quello che ha risposto , quindi non saprei che ripetere quello già detto.

Ma una domanda al sig. Battista vorrei farla:

Perché non ha citato i siti in discussione in modo da dare ampia informazione hai suoi lettori, in modo che anche loro possano verificare la veridicità delle sue affermazioni?

“Capire … significa trasformare quello che è"
hi-speed
Inviato: 20/6/2007 15:09  Aggiornato: 20/6/2007 15:09
Sono certo di non sapere
Iscritto: 28/12/2004
Da: preda lunga
Inviati: 3211
 Re: Comunicato: SAP provinciale di Bari
Citazione:
prima di discutere a fondo... dovremmo attendere la replica del sig Battista.


Allora possiamo smettere di postare.

Nelle diapo manca un piccolo riferimento: questo

Hi-speed
PZ: sbaglio o si può continuare a discutere di scie e missioni lunari? Attendo lumi dal SAP.

Cosa Sta Succedendo? Madre, madre Ci sono troppi di voi che piangono Fratello, fratello, fratello Ci sono troppi di voi che stanno morendo Sai che dobbiamo trovare una maniera Per portare un pò di amore qui oggi
Dorian
Inviato: 20/6/2007 15:23  Aggiornato: 20/6/2007 15:23
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 23/1/2007
Da:
Inviati: 1275
 Re: Comunicato: SAP provinciale di Bari
Se questa roba fosse un contratto tra privati ci sarebbero avvocati che rotolerebbero giù dalle scale ridendo...



..ma ho perso il megapost!

Linucs
Inviato: 20/6/2007 15:25  Aggiornato: 20/6/2007 15:25
Sono certo di non sapere
Iscritto: 25/6/2004
Da:
Inviati: 3996
 Re: Comunicato: SAP provinciale di Bari
Ma una domanda al sig. Battista vorrei farla: Perché non ha citato i siti in discussione in modo da dare ampia informazione hai suoi lettori, in modo che anche loro possano verificare la veridicità delle sue affermazioni?

"Perché l'Arcangelo Michele aveva rubato i bookmark!"

florizel
Inviato: 20/6/2007 15:28  Aggiornato: 20/6/2007 15:29
Sono certo di non sapere
Iscritto: 7/7/2005
Da: dove potrei stare meglio.
Inviati: 8195
 Re: Comunicato: SAP provinciale di Bari
Assolutamente in accordo con i commenti di Turbonegro e di Bambooboy, di cui condivido riflessioni e considerazioni, mi prendo il tempo di RI-leggere il tutto, di MEDITARE in misura proporzionale al grande senso di ingiustizia che si prova nel constatare che il vizio di "creare" un nemico che non esiste continua ad essere politica di prassi.

Intanto, TUTTA la mia solidarietà a Massimo Mazzucco, alla redazione e all'intera utenza, di cui mi pregio di far parte.

"Continueremo a fare delle nostre vite poesie, fino a quando Libertà non verrà declamata sopra le catene spezzate di tutti i popoli oppressi". Vittorio Arrigoni
winston
Inviato: 20/6/2007 16:13  Aggiornato: 20/6/2007 17:45
Mi sento vacillare
Iscritto: 30/10/2005
Da: Eurasia
Inviati: 392
 Re: Comunicato: SAP provinciale di Bari
....---...---...----...--- la relazione di John Battista...
E’ tipico di certi eletti arrogarsi ruoli messianici e da “rappresentanti di categoria” sindacare su vizi & virtù, essere & divenire con trasporto ecumenico.
. . . Magari facendo dei caduti piedistallo ai seduti. Capita così che certi convegni-dibattiti diventino occasioni auto-celebrative intese ad auto-refenziare i presenti (privati) come istituzionali. Con tale andazzo, non c’è bisogno del docente di devianze a spiegare che “il rispetto dell’autorità è in crisi”...
. . .Nella strada si sente: “niente di ecceziunale, effettivamente”!

Peggio poi, cimentandosi questi con l’implicito: biasimo di uno & propaganda di altri, riferimento ai più triti luoghi comuni. Sarà forse deformazione professionale che induce a confondere certi concetti: “servitori dello stato” con “asserviti allo stato”, compito & missione, pulizia e polizia, spirito di sacrifico & spirito di corpo, delitto e nazireato.

D’altronde gli spiriti liberi raramente hanno goduto della simpatia delle Autorità e dei Piccolomini... Persino Leonardo dovette esprimersi in cifra.

Ma non si piegano e non demordono, perchè permeati dal messaggio
“conoscerete la verità e la verità vi farà liberi”, come riferisce un più alto omonimo...

"Chi controlla il presente controlla il passato, chi controlla il passato controlla il futuro" Orwell, 1984
Linucs
Inviato: 20/6/2007 16:39  Aggiornato: 20/6/2007 16:39
Sono certo di non sapere
Iscritto: 25/6/2004
Da:
Inviati: 3996
 Re: Comunicato: SAP provinciale di Bari
Il prof. Massaro, docente di sociologia delle devianze presso l'Università di Bari

Già visto questo film?

Thomas Szasz is justly honored for his gallant and courageous battle against the compulsory commitment of the innocent in the name of "therapy" and humanitarianism.

But I would like to focus tonight on a lesser-known though corollary struggle of Szasz: against the use of psychoanalysis as a weapon to dismiss and dehumanize people, ideas, and groups that the analyst doesn't happen to like. Rather than criticize or grapple with the ideas or actions of people on their own terms, as correct or incorrect, right or wrong, good or bad, they are explained away by the analyst as caused by some form of neurosis. They are the ideas or actions of neurotic, or "sick," people: so if the people themselves are not to be incarcerated in institutions as "mentally ill," then their ideas or attitudes may be treated in the same manner.


Sono espedienti talmente ridicoli da essere già stati ampiamente sputtanati.

Funzionano solo con i babbei che ci vogliono credere (e chi vuol capire...)

pensatore
Inviato: 20/6/2007 16:52  Aggiornato: 20/6/2007 16:52
Ho qualche dubbio
Iscritto: 1/6/2006
Da:
Inviati: 173
 Re: Comunicato: SAP provinciale di Bari
Non sono nè giovane (60) nè estremista tuttavia apro ogni giorno luogocomune che considero una delle poche fonti di INFORMAZIONE , non controinformazione come lo definisce quel documento.

Al2012
Inviato: 20/6/2007 17:33  Aggiornato: 20/6/2007 17:33
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 25/10/2005
Da:
Inviati: 2158
 Re: Comunicato: SAP provinciale di Bari
Anni 55 e condivido il pensiero di “pensatore”

Sarò pessimista, ma non credo che il sig. Battista si faccia vivo, non so perché penso questo ?!!

Battista batti un colpo se ci sei ???


Mi domando se sul sito della SAP è apparsa la risposta di Massimo ???

“Capire … significa trasformare quello che è"
beppi
Inviato: 20/6/2007 18:19  Aggiornato: 20/6/2007 18:19
Ho qualche dubbio
Iscritto: 4/10/2006
Da:
Inviati: 49
 Re: Comunicato: SAP provinciale di Bari
non per copiare ma
Beppi: mi sento giovane (57) ma non estremista e tuttavia apro ogni giorno luogocomune che considero una delle poche fonti di INFORMAZIONE , non controinformazione come lo definisce quel documento.
Grazie Massimo e continuiamo così !

cuca
Inviato: 20/6/2007 19:29  Aggiornato: 20/6/2007 19:29
Ho qualche dubbio
Iscritto: 23/3/2007
Da:
Inviati: 167
 Re: Comunicato: SAP provinciale di Bari
Mi scuso per l'approssimazione del mio intervento, ma ho potuto dare solo una rapida occhiata al testo sopra.

Che forte questo John Battista a tenere in vita le Squadre di Azione Patriottica!

Pensavo che GAP e SAP si fossero sciolti al termine della seconda guerra mondiale!

Quindi il signor John Battista prosegue la sua attività in quel di Bari.
Su Wikipedia leggo che essa consisteva, e immagino consista tuttora, nel "rendere più ampia possibile la partecipazione popolare al movimento insurrezionale": insomma, il signor Battista delle Squadre di Azione Patriottica è una specie di partigiano, anche se la definizione oggi mi pare un po' anacronistica.

Mi permetto di rilevare che dell'attuale Sap non mi convince il logo: rimanda più a una compagnia aerea o a un'assicurazione che a un movimento popolare. Ma forse è così solo a Bari.

Enrico
Inviato: 20/6/2007 19:33  Aggiornato: 20/6/2007 19:33
Mi sento vacillare
Iscritto: 12/1/2006
Da:
Inviati: 873
 Re: Comunicato: SAP provinciale di Bari
20 giu 18:46

Ferrara: morte Aldrovandi, rinviati a giudizio i 4 poliziotti accusati di omicidio colposo

FERRARA - Rinviati a giudizio i quattro poliziotti indagati per la morte di Federico Aldrovandi, il 17enne di Ferarra deceduto due anni fa. Si parlo' di asfissia dovuta ad assunzione di droghe ed alcol, ma sul corpo del ragazzo c'erano evidenti i segni di percosse e una ferita alla testa. Secondo i periti della famiglia la morte sarebbe stata causata dalla compressione toracica causata dai poliziotti, accusati ora di omicidio colposo.

www.corriere.it

P.S. No comment.........

Linucs
Inviato: 20/6/2007 20:31  Aggiornato: 20/6/2007 20:31
Sono certo di non sapere
Iscritto: 25/6/2004
Da:
Inviati: 3996
 Re: Comunicato: SAP provinciale di Bari
P.S. No comment.........

Perché, non trovi sinonimi di "sbirro sadico e assassino di minorenni?"

rascalcitizen
Inviato: 20/6/2007 20:43  Aggiornato: 20/6/2007 20:43
Ho qualche dubbio
Iscritto: 8/7/2005
Da: napoli
Inviati: 249
 Re: Comunicato: SAP provinciale di Bari
Salve a tutti.
Credo che sia doverosa la massima solidarietà a Massimo Mazzucco e al sito tutto. Nell'impostazione della relazione, come negli slides, di Battista ci sono sicuramente degli elementi per poter procedere legalmente, se Massimo lo riterrà opportuno.

Quello che mi preme sottolineare è che tutto questo non deve meravigliare, nè tantomeno intimidire.

Il Sindacato Autonomo di Polizia, tra i più forti degli oltre 20 sindacati delle forze dell'ordine italiane, rappresenta da sempre una delle organizzazioni fra le più destrorse e conservatrici.
Memorabile fu la campagna lanciata nel 2002, che aveva lo scopo di salvare l'istituzione poliziesca dai troppi attacchi scatenatisi dopo i fatti di Genova.

La campagna era intitolata "CHI DIFENDE I DIFENSORI?" e sui manifesti era raffigurato un poliziotto in manette.
Cito da quel manifesto:""....Operatori di polizia che avvertonol a necessità di una rinnovata saldatura tra società civile e istituzioni""
"Tanto più di fronte allo spettro terribile del terrorismo, anche di quello internazionale,e del presumibile impegno dell'Italia in azioni di ordine pubblico internazionale"

Risulta chiaro come per il SAP sia importante il rapporto tra società civile ed istituzioni. Rapporto che, fortunatamente, è fortemente in crisi.

Non possono essere viste di buon occhio realtà dell' informazione che svolgano un ruolo di innalzamento dello spirito critico, e che, soprattutto, possano far crescere una delle contraddizioni fondamentali della nostra epoca, quella fra stato e società civlile.

Meglio quindi non far pensare la gente e demonizzare tutto quello che va in questa direzione.

Ma io sono ottimista. Non ci riusciranno....
Anche loro hanno qualche problemino.... A proposito, sapevate che Fournier, il funzionario che ha raccontato dei pestaggi alla Diaz, è un iscritto SAP??

rivers
Inviato: 20/6/2007 22:08  Aggiornato: 20/6/2007 22:08
Mi sento vacillare
Iscritto: 30/11/2006
Da:
Inviati: 493
 Re: Comunicato: SAP provinciale di Bari
Sono d'accordo con chi ha commentato esprimendo la piena solidarietà a Mazzucco, che è webmaster e autore principale degli articoli. Se non sbaglio (posso essermelo perso tra numerosi commenti...) però nessuno ha menzionato Giulietto Chiesa. Beh, piena solidarietà va anche verso Giulietto perchè l'anomimo “SITO B” della slide#8 è il suo Megachip.info.

Già che ci siamo magari è il caso di esprimere solidarietà anche a noi stessi! Quelli citati dalle pagine di quelle slide siamo noi. Noi che commentiamo, postiamo e facciamo parte di questa piccola comunità. Noi che secondo le slide siamo identificati alla stregua del nuovo nemico pubblico, schegge impazzite che turbano la quiete pubblica con bizzarre teorie sovversive e cospirative. Pazzesco! Noi, che ci ritroviamo in questi spazi perchè non abbiamo scelta, perchè i giornalisti in questo paese hanno deciso di fare “i cani da campagnia” del sistema (invece che “cani da guardia”). Noi che ora ci ritroviamo analizzati al microscopio in una conferenza che vede nella platea il dirigente della DIGOS, rappresentanti della Polizia Penitenziaria, un docente di Psicologia della Devianza (!!!), un questore e “altre autorità politiche e istituzionali”.

Ora non vorrei tirare la discussione verso altri temi. Ma sarà forse un caso che Megachip e LuogoComune sono i due siti italiani più attivi su un “certo fronte”? Non sarà forse un caso che John Battista, aka Gianni065, aka John è uno dei collaboratori più attivi e autorevoli di un certo anonimo team di ricerca verso quel “certo fronte”, che ha confezionato articoli e servizi per note riviste e programmi d'attualità, spingendo la teoria della rassicurazione globale?

Linucs
Inviato: 20/6/2007 22:14  Aggiornato: 20/6/2007 22:14
Sono certo di non sapere
Iscritto: 25/6/2004
Da:
Inviati: 3996
 Re: Comunicato: SAP provinciale di Bari
Noi che ora ci ritroviamo analizzati al microscopio in una conferenza che vede nella platea il dirigente della DIGOS, rappresentanti della Polizia Penitenziaria, un docente di Psicologia della Devianza (!!!), un questore e “altre autorità politiche e istituzionali”.

Sono incazzato quanto te, fratello umano, e non capisco perché abbiano escluso la famiglia Orfei.

Enrico
Inviato: 20/6/2007 23:13  Aggiornato: 20/6/2007 23:13
Mi sento vacillare
Iscritto: 12/1/2006
Da:
Inviati: 873
 Re: Comunicato: SAP provinciale di Bari
Gianni De Gennaro indagato nell'inchiesta sul G8 di Genova

ROMA - Il capo della Polizia, Gianni De Gennaro, è stato iscritto nel registro degli indagati dalla Procura di Genova nell'ambito dell'inchiesta sul G8. A quanto si è appreso da fonti ufficiose ma autorevoli, l'iscrizione, alcuni giorni fa, sarebbe stata fatta per l'ipotesi di reato di istigazione alla falsa testimonianza.

www.repubblica.it


P.S. Sempre no comment...

Redazione
Inviato: 20/6/2007 23:22  Aggiornato: 20/6/2007 23:31
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Comunicato: SAP provinciale di Bari
E’ arrivata la risposta di Battista: scontata, monosillabica, quasi banale nella sua prevedibilità.

Presunzione, arroganza e limitatezza di visione fanno a gara per chi meglio riesce a tacitare i veri problemi sollevati dalla mia lettera. E' già una fortuna che non abbia tentato di spostare l'argomento sui mondiali di pallavolo.

Ho già fatto il passo successivo, ma questo riguarda me personalmente, e non più luogocomune.

Rinnovo l’invito agli utenti a dimostrarsi superiori all’oggetto della discussione (come peraltro fatto finora - grazie a tutti).

°°°

LA RISPOSTA DI JOHN BATTISTA


Gent.mo Sig. Mazzucco

Per semplice informazione, il reato di calunnia si consuma nel momento in cui si produce una denuncia o querela o istanza diretta all'Autorità Giudiziaria, contro una persona che si sa essere innocente. Non credo che il SAP di Bari abbia prodotto nulla del genere.

Invece, la mancata indicazione delle fonti delle citazioni è dettata dalla volontà di non dare alcun intento diffamatorio a un dibattito che aveva tutt'altro scopo. Si tratta quindi di una decisione che asseconda in pieno la normativa vigente. Proprio la sua missiva conferma la validità di questa scelta, che peraltro non lede economicamente in alcun modo il sito da lei diretto (lesione ritenuta necessaria perchè si possa configurare una qualsiasi responsabilità civile, Tribunale di Milano, sentenza del 10 febbraio 2000).

Viceversa, la possibilità di riassumere, citare o riprodurre opere o parti di opere e la loro comunicazione al pubblico sono liberi - a norma di legge - se effettuati per uso di critica o di discussione e purchè non costituiscano concorrenza all'utilizzazione economica dell'opera.

Riassumendo, il contesto in cui è avvenuta la citazione dei brani è del tutto legittimo, così come legittima e opportuna è stata la decisione di omettere l'indicazione delle fonti, giacchè non si è voluto dare alcun intento diffamatorio o personale ad alcuno degli atti presentati, utilizzati semplicemente a titolo di anonimo esempio di un certo tipo di informazione web.

Ciò non toglie che se lei formalmente ed espressamente ci autorizza e ci chiede di indicare autore e/o sito web delle citazioni che riguardano Luogocomune, sollevandoci da ogni responsabilità in ordine a una ipotetica diffamazione, non avremo alcuna difficoltà a indicare tali riferimenti.

Ovviamente in quest'ultimo caso si impone che l'autorizzazione/richiesta sia riconoscibile senza ombra di dubbio come proveniente dal responsabile del sito e non sia modificabile nemmeno da parte di chi la riceve.

Non mi addentro nel merito del contenuto delle altre sue osservazioni e della replica che ha linkato/allegato, giacchè non è mio intendimento dibattere con lei di tali questioni in questa sede.

Per dovere di chiarezza la informo che le strutture del Sindacato Autonomo di Polizia godono ciascuna di piena autonomia, per cui le Segreterie Provinciali non sono gerarchicamente dipendenti nè da quelle regionali nè da quelle nazionali.

L'occasione mi è gradita per ricambiare i suoi cordiali saluti.

John Battista Segretario Provinciale SAP Bari

Linucs
Inviato: 21/6/2007 0:00  Aggiornato: 21/6/2007 0:00
Sono certo di non sapere
Iscritto: 25/6/2004
Da:
Inviati: 3996
 Re: Comunicato: SAP provinciale di Bari
L'occasione mi è gradita per ricordare che se questa è l'istituzione che tutela il cittadino... buon Rwanda a tutti!

(scoprendomi improvvisamente cristiano, ringrazio San Giovanni e l'Arcangelo Michele per aver allontanato altri cittadini dalle cosiddette "istituzioni")

cuca
Inviato: 21/6/2007 0:26  Aggiornato: 21/6/2007 0:26
Ho qualche dubbio
Iscritto: 23/3/2007
Da:
Inviati: 167
 Re: Comunicato: SAP provinciale di Bari
Mi dispiace che messer Johannes Baptista non legga i commenti perché avrei voluto chiedergli che roba è un docente di Sociologia delle devianze.

Che esami bisogno sostenere per diventare di ruolo? Storia della Rettitudine in epoca etrusca? Curve e superfici greco-romane? Arte tattile e tangente nel Medioevo?

E poi come si approfondisce la sociologia delle devianze?
Praticandola o leggendola?

Può dunque essere seria una disciplina di questo tipo? Delle due l'una: se l'hai praticata, sei per forza deviato e quindi non puoi insegnarla perché potenzialmente pericoloso; se invece ne hai solo letto e ne scrivi, sei come quei critici musicali che sono musicisti falliti, in sostanza avresti voluto essere deviato e non sei riuscito a esserlo del tutto.

Fuissem drittissimus rector univertatis barensis, aboliverim cotales disciplinas vacuas et periculossimas mentibus parvolorum.

cucus.

marcocedol
Inviato: 21/6/2007 0:27  Aggiornato: 21/6/2007 0:27
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 30/6/2006
Da: Torino
Inviati: 1340
 Re: Comunicato: SAP provinciale di Bari
Se certi filosofi della repressione nell'incedere del loro filosofeggiare si prendessero anche la briga di leggere gli articoli riguardo ai quali pontificano eviterebbero di rendersi ridicoli fino all'autolesionismo.

Che pena

Linucs
Inviato: 21/6/2007 0:37  Aggiornato: 21/6/2007 0:37
Sono certo di non sapere
Iscritto: 25/6/2004
Da:
Inviati: 3996
 Re: Comunicato: SAP provinciale di Bari
Esagramma 32 - "Cedolin sbeffeggia le istituzioni repubblicane e i loro tutori"

florizel
Inviato: 21/6/2007 0:47  Aggiornato: 21/6/2007 0:55
Sono certo di non sapere
Iscritto: 7/7/2005
Da: dove potrei stare meglio.
Inviati: 8195
 Re: Comunicato: SAP provinciale di Bari
Citazione:
E poi come si approfondisce la sociologia delle devianze?


In questo caso, sembrerebbe che si approfondisca associando automaticamente le immagini di fantomatici "scontri" con la polizia (che ai chiamati in causa non risultano essere state mostrate) all'impegno di veri professionisti dell'informazione, diventati bersagli utili a mettere in campo questioni che non sembrano limitarsi a considerazioni di carattere unicamente "sociale".

Quel modo di procedere appare emblematico della totale mancanza di argomentazioni ai fini di un'accusa che si mostra in tutta la sua infondatezza.

Insomma, cuca: se si appura che le molotov alla Diaz NON le abbia messe chi era lì dentro, ma altri, si è "deviati".

"Nuovo ribaltamento della tesi difensiva iniziale, che parlava di aggressioni agli agenti e del ritrovamento di picconi, sbarre di ferro e addirittura di due bottiglie moltov nella scuola. Molotov che poi, si è scoperto, erano state introdotte nel "dormitorio" dei no global da agenti di polizia."

"Continueremo a fare delle nostre vite poesie, fino a quando Libertà non verrà declamata sopra le catene spezzate di tutti i popoli oppressi". Vittorio Arrigoni
hajester
Inviato: 21/6/2007 1:28  Aggiornato: 21/6/2007 1:28
So tutto
Iscritto: 13/6/2007
Da: taranto
Inviati: 3
 Re: Comunicato: SAP provinciale di Bari
nulla di nuovo sotto il sole.
le acccuse di devianza o associazione sovversiva fermi arresti e denunce nei confronti di chi fa militanza politica o semplicemente non si adegua, non si contano. il processo per i fatti di genova e quello del sud ribelle, insieme a molti altri ancora in corso, ne sono la dimostrazione.
purtroppo il diritto al dissenso è semplicemente negato anche in uno stato che si autoproclama democratico e pretende di esportare la democrazia con le armi.
le armi però, non sono solo quelle di nuova generazione, sganciate in libano a gaza o in iraq, ma sono anche quelle usate per smorzare la capacità di ognuno di noi di esprimere il dissenso.
chi lo fa diventa automaticamente terrorista o fiancheggiatore.
chi esprime il proprio dissenso nei confronti della politica di occupazione di israele diventa automaticamente antisemita (vedi disegno di legge mastella); chi milita in organizzazioni politche diventa un br e chi va a manifestare contro la guerra viene etichettato in questo o quel modo.
chi poi scrive su un blog o su un sito è una mente pensante e va fermato: il rischio è che il dibattito su questioni "pericolose", possa accendere il dubbio e diventare un virus contagioso, meglio spezzare le gambe.
la solidarietà è scontata, non lasciarti intimidire.

chi vuol essere libero deve lottare di persona
Redazione
Inviato: 21/6/2007 4:27  Aggiornato: 21/6/2007 4:43
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Comunicato: SAP provinciale di Bari
Attenzione: come ho già scritto nell’articolo, il comportamento della polizia durante il G8 è stato e rimane inaccettabile, e ci si augura che chi ha sbagliato venga davvero punito fino in fondo, ma questo non può servire a “dimostrare” nulla.

Non ricadiamo al livello di quelli che citano le foibe per dire che “anche i partigiani erano cattivi”, o che citano Stalin per dimostrare che il comunismo è una pessima dottrina sociale.

Prima di tutto i responsabili, specialmente nei casi più eclatanti come quello di Genova, vanno sempre ricercati a livello politico, prima che a livello pratico. Chi ha insanguinato le mura della Diaz sono stati poliziotti, ma ancora Fini ci deve spiegare che cosa ci facesse lui in questura in quelle ore.

In secondo luogo, Di Gennaro per ora è stato solo iscritto al registro degli indagati, e non lo si può definire colpevole di nulla fino a quando non venisse condannato con istanza definitiva.

Non lo sto difendendo, ovviamente, e ritengo che debba spiegare molte cose ai magistrati, ma sto difendendo gli stessi principi istituzionali ai quali ci stiamo appellando nella nostra protesta contro il SAP di Bari.

Non si può appellarsi alla Costituzione quando fa comodo, e dimenticarsene quando si vuole diventare “giustizieri della notte”.

Anglagard
Inviato: 21/6/2007 8:51  Aggiornato: 21/6/2007 8:51
So tutto
Iscritto: 19/5/2006
Da:
Inviati: 15
 Re: Comunicato: SAP provinciale di Bari
E' comunque un errore comune quello di ricercare al di fuori di sè il problema, nel senso che un po' mi fa ridere vedere che le istituzioni davanti ad un aumento del dissenso ( ma sarà poi vero o è un malumore ben orchestrato? ) verso le stesse, cerchino le cause su siti che minano la mente dei cittadini deviandoli dal loro diritto-dovere di credere senza chiedere ed invece di fare autocritica, di capire che la gente prima si scogliona e poi al limite viene a parlare delle proprie idee sui suddetti siti web ( in cui per altro mi ricordo liti tra diverse interpretazioni sulla necessità e bontà delle istituzioni stesse ), di capire, ancora, cosa crea questa tensione e indi porvi rimedio, perchè ricordiamocelo le istituzioni sono lì per servirci e non il contrario (.. beh oggi crederci è davvero dura ), aprono un congresso, con esperti vari ed eventuali nel quale si dibatte tra l'altro: "E' possibile che questo tipo di contro-informazione finisca per creare un sentimento di odio per le istituzioni che – in determinate situazioni – sfocia in atti di violenza dei cittadini (manifestanti, tifosi ecc...) contro le forze di Polizia?" . Oltretutto a me piacerebbe davvero sapere se è stato fatto con soldi pubblici o no, perchè essere colpevolizzati a priori e poi pure tassati per farcelo dire da esperti sarebbe sadismo allo stato puro.

solidale sempre con chi cerca di sapere e far sapere

fiammifero
Inviato: 21/6/2007 9:02  Aggiornato: 21/6/2007 9:02
Sono certo di non sapere
Iscritto: 28/2/2005
Da: ROMA
Inviati: 5691
 Re: Comunicato: SAP provinciale di Bari
Citazione:
Se certi filosofi della repressione nell'incedere del loro filosofeggiare si prendessero anche la briga di leggere gli articoli riguardo ai quali pontificano eviterebbero di rendersi ridicoli fino all'autolesionismo.


il problema non è leggerli ma capirli
e poi si lamentano se circolano le barzellette

Citazione:
le cose di cui ci sentiamo assolutamente certi non sono mai vere (Oscar Wilde)
Redazione
Inviato: 21/6/2007 9:05  Aggiornato: 21/6/2007 9:05
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Comunicato: SAP provinciale di Bari
ANGLAGARD: "Oltretutto a me piacerebbe davvero sapere se è stato fatto con soldi pubblici o no,..."

Bravo, hai colto il "cuore" della faccenda. Il sito del SAP sarà anche autogestito, ma lo era pure il convegno?

Stay tuned...

florizel
Inviato: 21/6/2007 9:26  Aggiornato: 21/6/2007 9:26
Sono certo di non sapere
Iscritto: 7/7/2005
Da: dove potrei stare meglio.
Inviati: 8195
 Re: Comunicato: SAP provinciale di Bari
Citazione:
Prima di tutto i responsabili, specialmente nei casi più eclatanti come quello di Genova, vanno sempre ricercati a livello politico, prima che a livello pratico.

Il problema si presenta quando i casi meno eclatanti vengono spacciati come "iniziative personali" di poche mele marce.
Citazione:
Non si può appellarsi alla Costituzione quando fa comodo, e dimenticarsene quando si vuole diventare “giustizieri della notte”.

Su questa aspetto Linucs.

"Continueremo a fare delle nostre vite poesie, fino a quando Libertà non verrà declamata sopra le catene spezzate di tutti i popoli oppressi". Vittorio Arrigoni
Infettato
Inviato: 21/6/2007 9:57  Aggiornato: 21/6/2007 9:57
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 23/11/2006
Da: Roma
Inviati: 1499
 Re: Comunicato: SAP provinciale di Bari
Su questa aspetto Linucs

I prossimi megatemporapost di linucs li salvo nel caso...
capisciame

Infettato dal morbo di Ashcroft
---------------------------------------------
Quando ci immergiamo totalmente negli affari quotidiani, noi smettiamo di fare distinzioni fondamentali, o di porci le domande veramente basilari. Rothbard
_gaia_
Inviato: 21/6/2007 11:33  Aggiornato: 21/6/2007 11:33
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 23/2/2006
Da:
Inviati: 1460
 Re: Comunicato: SAP provinciale di Bari
Non ho molte parole da dire, ma vorrei anch'io esprimere la mia piena solidarietà a Massimo, oltre che allo staff della redazione e a tutti gli utenti di questo sito. Condivido i pensieri di Turbonegro, Bambooboy e Florizel; e quoto, con un certo sconforto, Marco Cedolin: Citazione:
che pena

LaoTzu
Inviato: 21/6/2007 12:02  Aggiornato: 21/6/2007 12:02
Mi sento vacillare
Iscritto: 1/2/2006
Da: Prefettura di Ku stato di Chu provincia di Henan o forse Gouyang in Anhui o forse ...
Inviati: 672
 Re: Comunicato: SAP provinciale di Bari
Un plauso alla Costituzione di Linucs, io lo vedrei nella prossima Commissione bipartisan fra Massimo e Silvio.

Mi incuriosisce il come, così tempestivamente, sia saltata fuori questa "velata diffamazione di LC" ... chi è che legge quotidianamente i siti SAP qui!?




Sto quieto a non far nulla, arriva la primavera e l'erba cresce rigogliosa.
FOTO
vernavideo
Inviato: 21/6/2007 12:06  Aggiornato: 21/6/2007 12:06
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 29/3/2006
Da: Lussemburgo
Inviati: 1200
 Re: Comunicato: SAP provinciale di Bari
Citazione:
...legittima e opportuna è stata la decisione di omettere l'indicazione delle fonti, giacchè non si è voluto dare alcun intento diffamatorio o personale ad alcuno degli atti presentati, utilizzati semplicemente a titolo di anonimo esempio di un certo tipo di informazione web....


Implicitamente il sig. B. ha confermato l'intenzione diffamatoria, in quanto essa non si e'perfezionata solo grazie alla decisione di non citare le fonti. ma nella sua risposta, il sig. B. conferma implicitamente che luogocomune sia una di queste fonti, ergo.....

Ciao,
Stefano

Ogni critica circostanziata e tecnicamente pertinente sarà utile a tutti per capire meglio i termini della questione
Infettato
Inviato: 21/6/2007 13:00  Aggiornato: 21/6/2007 13:00
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 23/11/2006
Da: Roma
Inviati: 1499
 Re: Comunicato: SAP provinciale di Bari
Una curiosità come hanno fatto a stimare 3.000 visite giornaliere 2.400.000 visitatori, i 7000 utenti è evidente ma se io ora leggo 143 online.....come si arriva a 3000 circa giornaliere?

Nella slide 32 si fà riferimento dal forum con dei commenti evidentemente copiati, se si prende parte o tutto il commento si incolla su un motore di ricerca su quanti siti si arriva?

Sorpresa!

conferma implicitamente che luogocomune sia una di queste fonti, ergo.....

Una?

Se si fà il rapporto con le slide!

Infettato dal morbo di Ashcroft
---------------------------------------------
Quando ci immergiamo totalmente negli affari quotidiani, noi smettiamo di fare distinzioni fondamentali, o di porci le domande veramente basilari. Rothbard
HAVEADREAM
Inviato: 21/6/2007 14:47  Aggiornato: 21/6/2007 14:47
Ho qualche dubbio
Iscritto: 26/8/2005
Da:
Inviati: 209
 Re: Comunicato: SAP provinciale di Bari
Buongiorno a tutti.

Per quanto riguarda le affermazioni del Dott. Battista, lette così, fanno pensare assai, e di cose una persona anche perbene ne avrebbe da dire in merito, anche a voce alta, oserei dire.
Ma sarebbe troppo bello e non voglio cadere nel giochetto di aver equivocato su “presunte allusione che il sig Mazzucco ha additato nei confronti della SAP”; perché, in una discussione di questo genere, l’equivoco e le sue variabili giocano senz’altro a suo favore.
E poi mi sembra di aver capito che Massimo seguirà per conto suo questa incresciosa interferenza (e dico interferenza…altrimenti passo per uno dei terroristi della slide) su uno dei siti più aperti alle discussioni, e sicuramente meno fazioso e aggressivo di quello dove presumibilmente il sig Battista con un suo nickname parteciperebbe, come ho letto da qualche commento.

Quindi mi limito ad un commento da iscritto a Luogocomune, esattamente da uno dei “professionisti”, uno dei 7000 iscritti, come riportato nella slide “incriminata”.

Mi permetterei, sig Battista, di farLe osservare che nella slide presentata al Convegno, e precisamente alla pagina tre, vengono evidenziate tre utilizzi della informazione ma se ne esamina uno solo.
Perché?
Forse è fastidioso analizzare come la carta stampata e televisiva, oltre alla limitata o mancanza di interattività citata, manchi anche della “libertà”, parola che nella slide non compare mai?

Cosa c’entrano il terrorismo e le immagini delle manifestazioni pacifiste sull’Irak e Libano, con gli striscioni che incitano alla libertà (e non al terrorismo) e con le foto risalenti al 1977?
Me lo potrebbe spiegare per favore?

Perché dopo il tema (poco affrontato, se con le citate foto, raccattate qua e la) del terrorismo, la slide incede sui presunti siti di Luogocomune e Megachip?
Cosa voleva intendere? Dov’è “l’operazione fine e sottile”, in questo caso della Sap?

Perché nella slide dove si parla di “sostegno alla resistenza irakena” vengono mostrate le bare dei soldati italiani morti, e non anche quella di Calipari, per esempio, che ha risposto al fuoco non con le armi ma facendosi scudo con il suo corpo per evitare l’uccisione della Sgrena?
Mi saprebbe spiegare questa grave assenza nella slide?
Forse perché non era in Irak in veste di “liberatore” o, se vuole, “esportatore di democrazia”?

Sorvolando poi sulle innumerevoli citazioni, corredate di velata ironia sul controllo del clima, sulla canapa e sul terrorismo che non esiste, la slide chiude con

1) I governi e le istituzioni controllano i cittadini, mentono alla popolazione, agiscono per l'interesse di pochi, controllano persino gli eventi climatici disastrosi con sprezzo di decine di migliaia di vite umane.
2) Il terrorismo non esiste, gli atti terroristici sono opera delle stesse forze dell'ordine per tenere la popolazione soggiogata dalla paura.
3) Gli atti di criminalità più gravi, compresa la pedofilia, sono causati dalle istituzioni allo scopo di poter emanare provvedimenti legislativi che limitano le libertà personali.
4) I media sono asserviti ai poteri e mentono alla cittadinanza.
5) Istituzioni e forze di polizia sono i veri nemici del popolo, della libertà e della democrazia.


Ritengo personalmente che conclusioni, o messaggi, del genere, ricavati da discussioni vere o presunte tali, facciano parte di una analisi poco attenta vista la infinità di approfondimenti in un sito come Luogocomune.
Oltretutto se mi permette , i “5 messaggi”, buttati nel torbido di 40anni di storia italiana,cosa che Lei non può non riconoscere, non sembrano poi così tanto campati in aria.
La inviterei comunque e nuovamente, sig Battista, a provare a clickare un po’ di più sul nostro sito.
Anche a partecipare, perchè no? Probabilmente le bordate di fischi nei Suoi confronti saranno inevitabili, ma vedrà che la Sua sincerità e la Sua schiettezza sarà comunque gradita….cosa non possibile invece , mi sembra, in alcuni siti sì faziosi dove si grida per esempio alla Sgrena di “vergognarsi”….ma questo sito nella slide non c’è…peccato.

Spero di aver chiarito il mio pensiero, da "professionista", di uno dei "7000 iscritti".

Al2012
Inviato: 21/6/2007 17:39  Aggiornato: 21/6/2007 17:39
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 25/10/2005
Da:
Inviati: 2158
 Re: Comunicato: SAP provinciale di Bari
Ma la risposta di Massimo sul sito sicuramente democratico della SAP è stato pubblicato ??

Penso che il diritto di risposta ad una critica sia doveroso, specialmente quando la critica è in buona fede e sicura delle proprie affermazioni.

Sig. Battista lei come tutti noi abbiamo la libertà di pensare liberamente e di esprimere liberamente il pensiero.

Perché negare ai suoi lettori la possibilità di farsi una idea più approfondita, utilizzando la propria testa, oppure pensa che abbiano bisogno di un tutore che li difenda dalla malvagità e dalle astuzie di certo WEB???

“Capire … significa trasformare quello che è"
Linucs
Inviato: 21/6/2007 18:31  Aggiornato: 21/6/2007 18:31
Sono certo di non sapere
Iscritto: 25/6/2004
Da:
Inviati: 3996
 Re: Comunicato: SAP provinciale di Bari
Mi sento così tutelato che ho smesso di guardare prima di attraversare. Possiamo fare una petizione o eventualmente una colletta per dare un aumento a San Giovanni?

Bimbodeoro
Inviato: 21/6/2007 23:02  Aggiornato: 21/6/2007 23:02
Mi sento vacillare
Iscritto: 6/6/2006
Da: Amicoland
Inviati: 388
 Re: Comunicato: SAP provinciale di Bari
Solidarietà a Massimo e a Luogocomune.

"Non è il popolo che deve aver paura del proprio governo, ma è il governo che deve avere paura del proprio POPOLO."

"Sotto questa maschera non c'è solo carne, sotto questa maschera c'è un idea e le idee sono a prova di proiettile."
Zvan
Inviato: 21/6/2007 23:58  Aggiornato: 21/6/2007 23:58
So tutto
Iscritto: 21/6/2007
Da: Rimini
Inviati: 2
 Re: Comunicato: SAP provinciale di Bari
Sono un assiduo lettore di luogocomune e colgo oggi l'occasione di manifestare la mia solidarieta' in questa faccenda, a Massimo e a tutto il sito, per inscrivermi come utente e mandare il mio primo post.

Saluti.

W la Romagna - W il Sangiovese
Kolza
Inviato: 22/6/2007 0:37  Aggiornato: 22/6/2007 0:37
Mi sento vacillare
Iscritto: 2/6/2004
Da: MMMMMMonza
Inviati: 916
 Re: Comunicato: SAP provinciale di Bari
Battista... Chi era costui?

Da buon legale, sentire un tutore dell'ordine che sottilizza tra diffamazione e calunnia, quando ha già detto una marea di ca... è uno spettacolo molto deprimente. Almeno costui abbia rispetto dei suoi colleghi che rischiano la pelle tutti i santi giorni!
E, già che ci siamo, piantiamola di usare il caso Raciti per qualunque reprimenda... Quanti poliziotti/carabinieri hanno subito danni fisici e non sono finiti sui giornali? Allo stadio ho prestato servizio per ragioni di sicurezza e so bene che si rischia l'incolumità per due euro.
Sembra incredibile, ma i nostri politici si sono svegliati quando c'è scappato il morto... (il decreto Pisanu del 2005 era all'acqua di rose) ma contro costoro Battista non dice nulla, vero???

Saludos
Kolza

marcocedol
Inviato: 22/6/2007 15:03  Aggiornato: 22/6/2007 15:03
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 30/6/2006
Da: Torino
Inviati: 1340
 Re: Comunicato: SAP provinciale di Bari

shevek
Inviato: 22/6/2007 16:58  Aggiornato: 22/6/2007 16:58
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 27/4/2005
Da: Napoli
Inviati: 1249
 Re: Comunicato: SAP provinciale di Bari
Salut y Libertad a todos...


L'11/9 al massacro sono stati mandati anche un bel po' di colleghi newyorkesi di Battista, mentre i padroni del vapore si tenevano il culo al caldo. Sarei davvero contento se il redattore di Crono911 si occupasse anche di questa faccenda...


Shevek

"Il potere è l'immondizia nella storia degli umani" - F. Guccini
www.portadimassa.net - WEB-TV e non solo di Filosofia
fiammifero
Inviato: 22/6/2007 17:42  Aggiornato: 22/6/2007 17:42
Sono certo di non sapere
Iscritto: 28/2/2005
Da: ROMA
Inviati: 5691
 Re: Comunicato: SAP provinciale di Bari
Penso che tra poco,molti tremeranno e cercheranno una capanna di fango non appena saranno desecretate le attività illegali della CIA fino agli anni settanta
La SAP non sà che molti sono segreti di pulcinella per i "complottisti" ,che il resto fino ad oggi è facilmente deducibile per chi non deve girare in coppia

Citazione:
le cose di cui ci sentiamo assolutamente certi non sono mai vere (Oscar Wilde)
ivanvox
Inviato: 22/6/2007 19:04  Aggiornato: 22/6/2007 19:06
Ho qualche dubbio
Iscritto: 7/4/2006
Da:
Inviati: 269
 Re: Comunicato: SAP provinciale di Bari
Citazione:
L'11/9 al massacro sono stati mandati anche un bel po' di colleghi newyorkesi di Battista, mentre i padroni del vapore si tenevano il culo al caldo. Sarei davvero contento se il redattore di Crono911 si occupasse anche di questa faccenda...


.. e che dire dei due colleghi di washington che hanno visto passare un aereo
con una traiettoria incompatibile con quella ufficiale (vedi the pentacon) ?..visto come la pensa JB stanno " minando il rapporto di fiducia e collaborazione tra cittadini e istituzioni "..andrebbero licenziati!!!

Linucs
Inviato: 22/6/2007 20:49  Aggiornato: 22/6/2007 20:49
Sono certo di non sapere
Iscritto: 25/6/2004
Da:
Inviati: 3996
 Re: Comunicato: SAP provinciale di Bari
L'11/9 al massacro sono stati mandati anche un bel po' di colleghi newyorkesi di Battista, mentre i padroni del vapore si tenevano il culo al caldo.

Suvvia, un po' di rispetto per i morti... "colleghi" mi pare una parola un po' forte, se sono stati mandati al massacro è perché non si baloccavano tra siti e sociologia della devianza a spese del contribuente

(non poteva cercarla alla Diaz, la devianza? vada, vada... che ci fa una figura migliore...)

neno
Inviato: 23/6/2007 0:24  Aggiornato: 23/6/2007 10:33
Ho qualche dubbio
Iscritto: 11/10/2005
Da:
Inviati: 80
 Re: Comunicato: SAP provinciale di Bari
La questione per me più inquietante è l'aver taciuto per un fatto di appartenenza .
Non si è servitori dello Stato e delle sue leggi ma si risponde prima di tutto al corpo , al gruppo , al clan , alla setta ecc...
E' l'inizio della barbarie.
Provocatoriamente si potrebbe anche giungere alla conclusione che nessun blak-blok é stato picchiato , arrestato o processato ....... per un fatto di appartenenza .
Benvenuto ZVAN .

Redazione
Inviato: 23/6/2007 8:38  Aggiornato: 23/6/2007 8:38
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Comunicato: SAP provinciale di Bari
Un saluto anche da parte mia, ZVAN.

Linucs
Inviato: 23/6/2007 12:27  Aggiornato: 23/6/2007 12:27
Sono certo di non sapere
Iscritto: 25/6/2004
Da:
Inviati: 3996
 Re: Comunicato: SAP provinciale di Bari
Non si è servitori dello Stato e delle sue leggi ma si risponde prima di tutto al corpo , al gruppo , al clan , alla setta ecc...
E' l'inizio della barbarie.


Booga.

rivers
Inviato: 25/6/2007 0:10  Aggiornato: 25/6/2007 0:10
Mi sento vacillare
Iscritto: 30/11/2006
Da:
Inviati: 493
 Re: Comunicato: SAP provinciale di Bari
A sei mesi dalla pubblicazione ho risistemato il post relativo a John Battista e l'anonima debunkers sul mio pseudo Blog. Scusate ma sono affezionato a quel post, meritava qualche aggiornamento e correzione.

http://mihop.blogspot.com/2007/01/anonima-debunkers-spa.html

Tato_p2p
Inviato: 26/6/2007 0:56  Aggiornato: 26/6/2007 0:56
Ho qualche dubbio
Iscritto: 17/10/2006
Da: da qui a là.
Inviati: 211
 Re: Comunicato: SAP provinciale di Bari
Anche se con ritardo, aggiungo anche la mia solidarietà ed ammirazione a Massimo!

Saluti a tutti.

"...oggi la malattia fa passi da gigante!"
"Quella è la medicina!"
"Vabbè, diciamo che camminano di pari passo, dottore..." -dal film "La matassa" -

Powered by XOOPS 2.0 © 2001-2003 The XOOPS Project
Sponsor: Vorresti creare un sito web? Prova adesso con EditArea.   In cooperazione con Amazon.it   theme design: PHP-PROXIMA