Informazioni sul sito
Se vuoi aiutare LUOGOCOMUNE

HOMEPAGE
INFORMAZIONI
SUL SITO
MAPPA DEL SITO

SITE INFO

SEZIONE
11 Settembre
Questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego.
 American Moon

Il nuovo documentario
di Massimo Mazzucco
 Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!
 Menu principale
 Cerca nel sito

Ricerca avanzata

TUTTI I DVD DI LUOGOCOMUNE IN OFFERTA SPECIALE


politica italiana : Romano Prodi fra fischi e fiaschi
Inviato da marcocedol il 4/6/2007 4:20:00 (6001 letture)

di Marco Cedolin

Poche volte nella sia pur disastrata storia politica italiana del dopoguerra un governo è stato in grado nel lasso temporale di un solo anno di accumulare una massa d’insuccessi simile a quella dell’esecutivo capitanato dal “professore”.

In sole 24 ore Romano Prodi è riuscito nella difficile alchimia di raccogliere prima i fischi e le contestazioni di coloro che appoggiano le forze armate e sostengono la politica dell’amministrazione americana, poi i fischi e le contestazioni di coloro che avversano il militarismo, le politiche di guerra e la costruzione della nuova base americana di Vicenza.

Il Presidente del Consiglio ieri mattina era stato infatti pesantemente contestato ed invitato a “tornare a casa” da larga parte degli astanti, in occasione della parata militare del 2 giugno. Stamattina all’auditorium Santa Chiara di Trento, dove partecipava ad un Festival dell’economia, Prodi è stato accolto al grido di “vergogna” da parte di un folto gruppo di vicentini del movimento NO Dal Molin che hanno anche interrotto per qualche minuto il convegno, prima che il moderatore dello stesso desse il microfono ad uno di loro per consentire un breve intervento.

Di fronte alle argomentate proteste dei cittadini il Premier è rimasto in silenzio, salvo commentare successivamente con i giornalisti affermando che “queste contrapposizioni che vengono fatte da un giorno all’altro distruggono il paese”.

Le rimostranze di Romano Prodi nei confronti delle contrapposizioni sembrano tanto più incomprensibili se pensiamo che il governo, reduce dalle disastrose elezioni amministrative, ...

... sta perdendo consensi e ricevendo critiche da parte di fasce sempre più ampie e composite della società italiana, a destra come a sinistra, e si ritrova ormai arroccato sulle posizioni dal Premier “imposte” perfino ad una parte cospicua della maggioranza che non le condivide.

L’imposizione del dodecalogo fatto firmare a forza a tutti i partiti della coalizione (alcuni dei quali non lo condividevano) in occasione del ruzzolone di febbraio si è rivelato un maldestro tentativo di blindare una linea di governo in aperta distonia tanto con il programma elettorale originario quanto con la sensibilità dell’elettorato che aveva portato quel programma al governo.

Per i ministri ed i leader della maggioranza sembra quasi diventato naturale essere oggetto di contestazioni ogni qualvolta si ritrovano per loro sventura a rapportarsi in qualche maniera con la società civile, a prescindere dal fatto che questo avvenga in un’università, davanti ai cancelli della Fiat o durante una cerimonia ufficiale.

Più il governo tenta di ostentare sicurezza, più emergono le contraddizioni, la confusione, l’incapacità di rapportarsi con i problemi reali del paese che non sono la distribuzione delle poltrone nel nascente Partito Democratico e neppure gli inciuci concernenti la messa in cantiere della nuova legge elettorale. Le vicende concernenti Visco ed Unipol fanno solo da corollario ad un quadretto già di suo desolante.

Il 9 giugno G.W.Bush è stato invitato a Roma da un governo, parte del quale lo ha sempre contestato aspramente per le devastazioni e le guerre messe in atto in giro per il mondo dalla sua amministrazione. Prodi ha intimato ai suoi ministri di astenersi dal partecipare alla manifestazione di protesta contro il Presidente americano che sicuramente sarà anche in Italia assai calorosa e partecipata, come ultimamente avviene in ogni paese al quale Bush decida di fare visita. Non contento di avere dato un simile sfoggio di democrazia il “professore” ha inoltre vietato anche ai leader dei partiti della sua maggioranza di partecipare alla contestazione a Bush, ricevendo in merito dagli stessi delle risposte non proprio accomodanti.

Dopo avere gestito in maniera pessima, spesso con l’ausilio dei manganelli e di false promesse che difficilmente saranno mantenute, l’emergenza dei rifiuti a Napoli, Romano Prodi si troverà presto dinanzi a scogli quanto mai ostici e pericolosi. L’ostinazione nel volere portare avanti propositi peregrini fortemente contestati dai cittadini quali la truffa del TAV in Valle di Susa e la costruzione della nuova base militare americana Dal Molin non sembra davvero costituire un preludio alla diminuzione delle contrapposizioni.

Al contrario le contrapposizioni sembrano destinate ad approfondirsi nei mesi futuri, a meno che il Premier decida d’intimare a tutti gli italiani di non contrapporsi costringendoli magari con la forza a firmare un qualche patto di fiducia e fedeltà, così come ha fatto con i partiti della propria coalizione.

Marco Cedolin

Voto: 0.00 (0 voti) - Vota questa news - OK Notizie


Altre news
28/11/2015 10:00:00 - Il nuovo sito è pronto
26/11/2015 19:40:00 - Fulvio Grimaldi a Matrix
24/11/2015 11:00:00 - Caccia russo abbattuto dai turchi
22/11/2015 20:20:00 - Ken O'Keefe: "ISIS = Israeli Secret Intelligence Service"
21/11/2015 21:00:00 - L'uomo che uccise Kennedy
19/11/2015 19:00:00 - La solitudine
18/11/2015 21:21:31 - Vladimir Putin - conferenza stampa al summit del G20
17/11/2015 13:50:00 - Dopo Parigi
15/11/2015 22:30:00 - Commenti liberi
14/11/2015 9:40:00 - À la guerre comme à la guerre
13/11/2015 23:00:00 - Nuovi attentati a Parigi
11/11/2015 19:50:00 - Atleti russi dopati, brutti e cattivi
10/11/2015 19:30:00 - Fini, Grillo, Travaglio - e il giornalismo che non fa i conti con sé stesso
9/11/2015 18:30:00 - "Bag it!" Documentario (Ita)
8/11/2015 9:09:03 - Commenti liberi

I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Autore Albero
Redazione
Inviato: 4/6/2007 4:32  Aggiornato: 4/6/2007 4:34
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Romano Prodi fra fischi e fiaschi
Stiamo copiando l’America proprio in tutto, persino nell’avere un presidente che continua a fare sbagli e figuracce, ma se ne fotte altamente e continua imperterrito nella stessa direzione.

Tradendo così palesemente la sua idea di ”democrazia rappresentativa”, nella quale evidentemente le elezioni sono solo una formalità, un passaggio obbligato, per garantirsi un certo periodo di tempo al potere.

Eppure vedrete, pur di “liberarsi” di lui, torneranno ancora a votare. Per Berlusconi.

Chiodo scaccia chiodo, ma i chiodi sono sempre gli stessi due. Troppo bello.

(Secondo me fanno bene a prenderci per il culo, i politici. Ce lo meritiamo in pieno).

ectobius
Inviato: 4/6/2007 6:38  Aggiornato: 4/6/2007 8:14
Ho qualche dubbio
Iscritto: 9/1/2007
Da:
Inviati: 205
 Re: Romano Prodi fra fischi e fiaschi
Certo! Ci ritroveremo presto lo psiconano e sarà quel che sarà.
D’altra parte ci rendiamo conto che non esiste un’organica maggioranza di centro-sinistra e Prodi, che non ha partiti alle spalle, fa quel che può per evitare più grossi guai al Paese. In equilibrio su una lama di rasoio: un gesto atletico prodigioso che sfido chiunque a provarci... qualcuno si immedesimi e ci provi!
Io sono del parere che Prodi sia una delle poche persone oneste interessate al bene comune nel letamaio della politica, ma non potrà reggere. Sarà sommerso dalla monnezza, tempo la maturazione delle pensioni dopo due anni e mezzo di scaldapoltrona.
Forse che non ci hanno provato anche adesso a farlo cadere? Con “baffino” che va a fare il tifo alla barca miliardaria e “cicoria” che se ne è andato chissà dove, e sono mica due qualsiasi! Vicepresidenti del consiglio dei ministri, sono! che si danno alla macchia nel momento di maggior pericolo per il loro governo.
Cosa possiamo fare noi sudditi del sistema delle mafie... almeno quelli consapevoli?
Non votare più e che tutti ci si becchi lo psiconano, il fascista, il demente.
Siamo in un paese che se li merita!

fiammifero
Inviato: 4/6/2007 7:58  Aggiornato: 4/6/2007 7:58
Sono certo di non sapere
Iscritto: 28/2/2005
Da: ROMA
Inviati: 5691
 Re: Romano Prodi fra fischi e fiaschi
Citazione:
D’altra parte ci rendiamo conto che non esiste un’organica maggioranza di centro-sinistra e Prodi, che non ha partiti alle spalle, fa quel che può per evitare più grossi guai al Paese.

La sinistra non esiste proprio,è questo il punto,anche se ha il nome di centro-sinistra,questa coalizione prosegue le politiche americane dettate già dal lontano 1945.
Non fermiamoci alle apparenze,altrimenti è come dire che il pastore tedesco è Cristo in terra
Prodi,e chi per lui,vogliono accontentare tutti a parole,ma nei fatti accontenta il padrone con i suoi vassalli e valvassori. Berlusca era meno ipocrita e palese,tutta qui la differenza.
Risulta per caso,con qualsiasi maggioranza,dalla storica DC ad oggi che le imprese,le banche,le assicurazioni ed il Vaticano ci hanno rimesso?
Gli spauracchi non sono spauracchi ma continuità con il vezzo di chiamarsi alternanza democratica.

Citazione:
le cose di cui ci sentiamo assolutamente certi non sono mai vere (Oscar Wilde)
ectobius
Inviato: 4/6/2007 8:22  Aggiornato: 4/6/2007 8:22
Ho qualche dubbio
Iscritto: 9/1/2007
Da:
Inviati: 205
 Re: Romano Prodi fra fischi e fiaschi
Risulta per caso,con qualsiasi maggioranza,dalla storica DC ad oggi che le imprese,le banche,le assicurazioni ed il Vaticano ci hanno rimesso?


Hai dimenticato la casta dei politici e la mafia.

Pasquino
Inviato: 4/6/2007 8:28  Aggiornato: 4/6/2007 8:28
Ho qualche dubbio
Iscritto: 22/7/2005
Da:
Inviati: 234
 Re: Romano Prodi fra fischi e fiaschi
BEN RITROVATI A TUTTI

Citazione:
Io sono del parere che Prodi sia una delle poche persone oneste interessate al bene comune nel letamaio della politica, ma non potrà reggere. Sarà sommerso dalla monnezza, tempo la maturazione delle pensioni dopo due anni e mezzo di scaldapoltrona.


Perdona ma dichiarare che Prodi è una delle poche persone oneste, è come dichiarare di non conoscere se stessi.

Lo Stato al cittadino pignora, all'industriale elargisce, al banchiere regala.
rumenta
Inviato: 4/6/2007 8:37  Aggiornato: 4/6/2007 8:37
Mi sento vacillare
Iscritto: 25/1/2006
Da: Repubblica di Genova
Inviati: 801
 Re: Romano Prodi fra fischi e fiaschi
Io sono del parere che Prodi sia una delle poche persone oneste interessate al bene comune nel letamaio della politica, ma non potrà reggere.



questa me la segno e la metto in cornice come l'esempio più riuscito di creduloneria e disinformazione della storia dell'umanità.

ha ragione massimo, CE LI MERITIAMO!!!!!



"La verità dev'essere brutale, violenta, armata ed arrabbiata. Altrimenti soccombe."
snapdozier
Inviato: 4/6/2007 8:56  Aggiornato: 4/6/2007 8:56
Ho qualche dubbio
Iscritto: 3/2/2006
Da: Vicenza
Inviati: 75
 Re: Romano Prodi fra fischi e fiaschi
Ce li meritiamo. A Vicenza è andato a votare alle ultime amministrative il 54% degli aventi diritto, se all'astensione aggiungiamo bianche e nulle, il 49%. Vicenza, normalmente, ha percentuali tra il 78% e l'82%.
Contro la base esiste un presidio da più di un anno e alle riunioni la partecipazione è sempre altissima. Prodi aveva nel programma elettorale la riduzione delle servitù militari, all'inizio il suo governo aveva escluso la nuova base, poi, per miracolo, la decisione improvvisa e repentina di concedere il raddoppio.
Ieri sera c'è stato Report che ci ha mostrato con chi siamo alleati.
Stiamo affogando nella merda, nella nostra.

Citazione:
quello che conosci non è ancora conoscenza
kalpoterni
Inviato: 4/6/2007 9:11  Aggiornato: 4/6/2007 9:11
Ho qualche dubbio
Iscritto: 19/10/2006
Da:
Inviati: 217
 Re: Romano Prodi fra fischi e fiaschi
Stiamo copiando l’America proprio in tutto, persino nell’avere un presidente che continua a fare sbagli e figuracce, ma se ne fotte altamente e continua imperterrito nella stessa direzione.
.............................................................................

Stiamo.....? Stanno!

daste
Inviato: 4/6/2007 9:34  Aggiornato: 4/6/2007 9:34
Ho qualche dubbio
Iscritto: 22/4/2006
Da: Sessa Cilento (SA) / Torino / Helsinki
Inviati: 123
 Re: Romano Prodi fra fischi e fiaschi
Buongiorno a tutti,
stamattina ho una strana impressione (sarà che è da parecchio che non mi sveglio presto).
Ho appena dato uno sguardo al sito di repubblica e... noto qualcosa di strano.

Primo titolo: "A 16 anni rapina un pub ucciso dai Cc a Napoli". Un caso che sia messo così in risalto proprio durante la cosiddetta emergenza rifiuti, che tra l'altro quest'anno ha creato un'atmosfera così acida ed elettrica da far organizzare un presidio finanche a serre (a me che sono più o meno della zona sembra un mezzo miracolo sapere che molti over-50 partecipino... almeno in questa parte del mondo). Troppo sottile, troppo gombloddismo... andiamo avanti.

Secondo titolo: "Una nuova P2 ricatta la politica debole". nientemeno.... sembra un articolo di controinformazione addirittura (sempre nell'ottica del cittadino-pecora però). Segnatevi questa nell'articolo: "il ritorno sul "mercato della politica" degli interessi di quell'"agglomerato oscuro" che si è andato costituendo all'ombra del governo Berlusconi e nella spensierata indifferenza o sottovalutazione dei leader del centro-sinistra, Prodi, D'Alema, Rutelli in testa."
Semplice ed onesta cronaca di questi giorni allo sbando di questa fanta-repubblica? Non ci credo! Sono sempre loro, gli stessi giornalisti di ieri! E' qui che mi è iniziato a prudere il naso.

Terzo: "Trento, Prodi contestato "No alla base Usa a Vicenza"". Nell'articolo si sottolinea come i partecipanti a questo festival dell'economia non abbia gradito l'interruzione, ma poche righe più avanti dicono che "un gran numero di manifestanti ha continuato ad intonare slogan contro la scelta governativa"... strano che questo possa essere nella logica giornalistica corrente un "gran numero", quando ai tempi della val di susa o a serre migliaia di persone erano "pochi presidianti". Di grandi numeri si parlava solo alle grandi manifestazioni dove i contestatori erano "black block no-global mangiabambini-cinesi comunisti-fascisti pro-legalizzazione-eroina sindacalisti di al qaeda". Poi si dice anche che Prodi e consorte sono sgattaiolati dall'uscita secondaria.

Quarto: "Arsenio Lupin viaggia in Eurostar Boom di furti e rapine sui treni". Beh... non si sapeva già? Per di più non c'è nessuna "notizia"... non hanno fatto parlare nemmeno un cosiddetto opinionista, fatto una cosiddetta intervista o una cosiddetta inchiesta... notizia riempitiva come quarto titolo? mah!

Quinto (e mi fermo): "L'Aquila, in 200 inneggiano alla Lioce E a Bologna scritte sotto la casa di Biagi". Qua in genere mi sarei aspettato stracci di vesti, grida di orrore e via cantando. Ma niente di tutto ciò... e non mancano nemmeno di dare i contatti di chi ha organizzato la manifestazione. Questa manifestazione poi di ben 200 persone con "massiccia" presenza delle forze dell'ordine...

Sono io che mi sono svegliato male?
Io la butto lì... c'è qualcuno che vuole approfittarsi (ma vedi un po') di una possibile incazzatura del popolo caprone (sono passati 15 anni da tangentopoli e ultimamente se ne stava parlando di nuovo - più o meno - con il libro del giornalista del corriere... che strano, anche lui ora fa il critico).
Fatto sta che se fosse così e qualcun altro riuscisse a prendere la poltrona, non ci sarebbe di sicuro un nuovo brigantaggio. Comunque queste sono le cose che mi mettono più preoccupazione.

fiammifero
Inviato: 4/6/2007 9:47  Aggiornato: 4/6/2007 9:47
Sono certo di non sapere
Iscritto: 28/2/2005
Da: ROMA
Inviati: 5691
 Re: Romano Prodi fra fischi e fiaschi
Citazione:
Hai dimenticato la casta dei politici e la mafia.


manco per niente,è compresa in quello che ho detto,infatti se scavi chi sono i proprietari delle imprese,banche e assicurazioni?
Il Vaticano poi li rappresenta tutti,compresi i massoni
Se si fà una panoramica nel mondo,le destre sono ovunque in ascesa,compreso quel Chavez mascherato
Hitler non è morto

Citazione:
le cose di cui ci sentiamo assolutamente certi non sono mai vere (Oscar Wilde)
Redazione
Inviato: 4/6/2007 10:10  Aggiornato: 4/6/2007 10:10
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Romano Prodi fra fischi e fiaschi
DASTE: "Sono io che mi sono svegliato male?"

Se per svegliarsi male intendi "essere particolarmente lucido", allora direi che peggio di così non ti poteva andare.

Redazione
Inviato: 4/6/2007 10:13  Aggiornato: 4/6/2007 10:14
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Romano Prodi fra fischi e fiaschi
A proposito di Chavez, ho appena ricevuta questa mail:

°°°°°°°°°°°°

Cari compagni per favore e' necessario allertare con la massima urgenza l'opinione pubblica mondiale.

Ho ricevuto questa notizia: l'opposizione ed in primis le televisioni private venezuelane hanno preparato un piano macrabo, in cui massacreranno decine, centinaia di studenti, per far ricadere la colpa sul governo Chavez.

Domani o nei prossimi giorni a Caracas ci sara' l'ennesima manifestazione studentesca e l'opposizone fará una strage per dare la colpa a Chavez. Mentre la maggioranza degli studenti, sara' davanti alle forze dell'ordine con le mani alzate dipinte di bianco, un gruppo di persone provochera' le forze dell'ordine, che saranno costrette a reagire con idranti e bombre lacrimogene. Dietro, un gruppo di franchitiratori appostatati sparera' sugli studenti, in modo da provocare una strage e poter dare la colpa al Governo di Chavez. Si tenga presente che non solo le universita' private, ma anche le scuole private manderanno i propri alunni, anche della scuola elementare, a questa manifestazione, per dare alla strage un effetto piu' ampio.

L'unico modo che abbiamo per fermare questa strage organizzata e' dando notizia e diffondendola a livello mondiale.

Messaggio ricevuto

Apalee amigos y amigas vieron las coreografías y los respectivos corógrafos en venenovision, pues todos mosca, estamos a las puerta de un enfrentamiento, y mañana será el día preparado por globovision, rctvratas, y venevision para hacer la coreografía final donde mataran y herirán a muchos estudiantes culpando a la policía y guardia nacional, para luego culpar al gobierno de genocida y que deben aplicarle la carta de la OEA, mientras la mayoría hace la estrategia de arrodillarse con las manos en alto (que de paso estarán pintadas de blanco y en sus antebrazos escrito la palabra libertad) un grupo agredirá a los policías y guardias nacionales, y cuando estos respondan con perdigones y gases, entran en juego los francotiradores y las cámaras de globovision están conveniente preparadas detrás de la policía enfocándoles y así decirle al mundo entero que los niñitos de papi y mami fueron masacrados, otra cosa que les han suministrado a esos grupos de niñitos y niñitas de la UCAB son pitos de excelente calidad, y dijes colgantes con un microfonito de globovision, la inversión de dinero es gigantesca, pues piensan que llego la hora de derrotar a Chávez con este nuevo fascismo ahora estudiantil, que darán la batalla final ahora el lunes y martes en el centro de Caracas, la encerrona que se traen es gigantesca, los cuerpos de seguridad están agotados y eso es lo que buscan, todos por favor en alerta envíen esta información a todos los que conozcan a nivel mundial, la patria y la vida de nuestro presidente esta en juego, como también la vida de esos estudiantes que se han dejado manipular, no crean que este esta planificado de ahora, esto viene preparándose desde hace mas de 2 años, y han llegado al país muchos gringos dándoles lecciones de como realizar las maniobras, y no es por rctv, es por la magna reserva del Orinoco, es por la CANTV, es por la electricidad, es por el agua y todos nuestros minerales, además deben detener el progreso de la economía que esta en plena ebullición, y el miedo de la jerarquía eclesiástica ante el anuncio del presidente de la creación de 24 universidades publicas para nuestro pueblo.

usemlab
Inviato: 4/6/2007 10:18  Aggiornato: 4/6/2007 10:18
Ho qualche dubbio
Iscritto: 18/8/2006
Da:
Inviati: 156
 Re: Romano Prodi fra fischi e fiaschi
Io sono del parere che Prodi sia una delle poche persone oneste interessate al bene comune nel letamaio della politica, ma non potrà reggere.
++++++++++++++++++++++++++++++++++





The State is the great predatory enemy of the human race, and in its very being, the organization and regularization of predation, exploitation, and robbery
winston
Inviato: 4/6/2007 10:23  Aggiornato: 4/6/2007 23:14
Mi sento vacillare
Iscritto: 30/10/2005
Da: Eurasia
Inviati: 392
 Re: Romano Prodi fra fischi e fiaschi


. Politica italiana:

gratta l'Ulivo...

e troverai l'Unto



.

"Chi controlla il presente controlla il passato, chi controlla il passato controlla il futuro" Orwell, 1984
redna
Inviato: 4/6/2007 10:34  Aggiornato: 4/6/2007 10:34
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: Romano Prodi fra fischi e fiaschi
Per cambiare le cose, oltre alle volontà bisogna anche armarsi di energia e di coraggio, qualora mancasse.
Mi pare che la volontà non c'è, l'energia a causa dell'età scarseggia, e il coraggio, come per l'abbondio, se non c'è nessuno se lo può dare.
Che cosa aspettarsi?
Ci si aspetta, per il governo, quello che ci si aspetta quando si cambia un sindaco in un comune, un bel nulla.
Ci vendono sogni e illusioni in prossimità delle votazioni.
Poi si svegliamo e capiamo che tutto è talmente granitico e fisso che nemmeno la dinamite può scalfire niente.
Se i cittadini hanno diritto al voto, avrebbero anche diritto di avere delle persone capaci, in mancanza di questo votare che senso ha?

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
HAVEADREAM
Inviato: 4/6/2007 10:37  Aggiornato: 4/6/2007 10:37
Ho qualche dubbio
Iscritto: 26/8/2005
Da:
Inviati: 209
 Re: Romano Prodi fra fischi e fiaschi
Buongiorno a tutti.
Ottimo articolo di Marco Cedolin.
O forse sarebbe meglio dire: del terrorista Marco Cedolin.(vedi l'articolo: Nuove Br).
No comment.

Nigthmare
Inviato: 4/6/2007 10:37  Aggiornato: 4/6/2007 10:37
Ho qualche dubbio
Iscritto: 10/6/2006
Da:
Inviati: 73
 Re: Romano Prodi fra fischi e fiaschi
Condivido in pieno le osservazioni di Daste.

Ho il presentimento che in Italia stia per succedere qualcosa di grosso.

Prendiamo in esame alcuni fatti degli ultimi tempi:
- la promulgazione d'urgenza e bipartisan di un decreto-legge sulle intercettazioni telefoniche;
- l'approvazione, da parte di un ramo del Parlamento, di un altra legge che impedisce la rivelazione dei contenuti delle intercettazioni telefoniche;
- gli scossoni avvenuti in casa Telecom, "suicidi" compresi;
- la rimozione dei capi dei Servizi segreti, ma il trattamento di lusso dei dirigenti rimossi;
- l'innalzamento del segreto di Stato sulle attività dei servizi sotto indagine da parte della Procura di Milano;
- i fondatissimi dubbi sulla regolarità delle ultime elezioni politiche (il secondo DVD di Diario è passato completamente sotto silenzio - in esso si fa riferimento alla presenza al Viminale della security Telecom nella notte dello spoglio);
- la candidatura di Montezemolo alla guida del Paese, goffamente smentita dall'interessato;
- le interviste a D'Alema che vede arrivare la "tsunami" e cerca di darne un significato "qualunquista";
- le lotte - tutt'altro che trasparenti - tra i vertici del governo e la GdF...

Qualcuno vuole continuare l'analisi?

cocis
Inviato: 4/6/2007 10:42  Aggiornato: 4/6/2007 10:42
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/1/2006
Da: V
Inviati: 1430
 Re: Romano Prodi fra fischi e fiaschi
prodi è una delle uniche persone che è riuscito a far scioperare tutti .. dai poliziotti ai vigili del fuoco ecc.. non parliamo poi di bersani e delle sue liberalizzazioni fantocce..


lamefarmer
Inviato: 4/6/2007 10:45  Aggiornato: 4/6/2007 10:45
Mi sento vacillare
Iscritto: 23/9/2005
Da: vacu°u(m)
Inviati: 334
 Re: Romano Prodi fra fischi e fiaschi
Citazione:
Stiamo copiando l’America proprio in tutto, persino nell’avere un presidente che continua a fare sbagli e figuracce, ma se ne fotte altamente e continua imperterrito nella stessa direzione.


Non conosco la realtà americana al punto da dire se sia realmente così, eppure mi pare ci sia qualcosa di particolare nella politica nostrana, che in quella americana non ho visto.

La nostra economia come la nostra politica é ormai invischiata a livello nazionale con la criminalità organizzata: rispetto alla così detta "prima repubblica" nessuna novità, se non il fatto che esistevano dei contrappesi economici, forse non eticamente migliori ma quantomeno socialmente meno soffocanti, come le realtà industriali, polo chimico e siderurgico in testa.

Non ho idea se la loro definitiva morte, dopo la lunghissima agonia che ancora li vede protagonisti, sia un bene o un male: dal punto di vista ambientale porto marghera ha da dire molte cose a riguardo, tuttavia "il cambio di guardia", con il polo edile, quello medico e in generale con il risucchio di capitale pubblico in mani private (mai stato così massiccio come ultimamente) non mi sembra che abbia corrisposto a un cambio di rotta sulle politiche ambientali, come il dirottamento della quota Enel dedicata alla salvaguardfia ambientale, verso il finianziamento di "termovalorizzatori" insegna.
Dei malavitosi come degli industriali, d'altronde, delle politiche ambientali non mi sembra gli sia mai fottuto un gra che.

In generale mi pare che da una imprenditoria furba che gioca con capitale pubblico per tenere in piedi realtà private in deficit o radere al suolo concorrenti scomodi nel modo più truffaldino possibile (vedi caso Alfa Romeo) si é passati a una economia furba, ma che ha un migliore controllo mediatico, meno contrappesi di potere e soprattutto il controllo perfetto del braccio armato organizzato e illegale del paese.
Era solo tempo prima che la già traballante giustizia nostrana capitolasse del tutto, diftonte a questo assaltò d'imbecillità popolana.

La continua perseverente e incredibile gogna mediatica verso i "giudici", pochi a dire il vero, che hanno il fegato (é il caso di dirlo) di spendere tutto, carriera, denaro e onori, pur di fare il loro lavoro bene, non fanno certo di loro dei santi, ma ci dicono che di fatto stiamo facendo di tutto per avere un paese il più possibile osceno: ingiusto, mafioso e corrotto.

L'inutile prodino, lo vedo più come una luce accesa per attirare le falene nella griglia ad alta tensione di una trappola anti-zanzare.
Se sale Berlunconi, qui l'abbiamo capito in molti (credo), lui o chi per esso non accetterà di essere messo da parte di nuovo, e i cinque anni del suo ormai scontato mandato rischiano di diventare un regno a vita. La sinistra finta d'altronde ha già dimostrato che non vuole governare e che cede volentieri il passo: meglio fare finta di opporsi che fare finta di governare, si rischia di meno la faccia e si hanno più margini di baratto.

Per concludere, vorrei che si smettesse di chiamare questi signori "di sinistra", perché non lo erano e non lo sono mai stati. Sono democristiani travestiti, e questo si é capito in modo così evidente che nel nuovo partito appena fondato da costoro nemmeno é stato necessario far apparire la parola "sinistra".
D'altrone a sinistra nel tempo ci sono finiti molti "contestatori" dei pazzi che via via hanno costellato la nostra politica, perché vi hanno trovato asilo, senza che però avessero un solo barlume di idee sinistrorse, e nemmeno solo nella politica: il giornalista Travaglio é stato uno tra i tanti, nemmeno l'ultimo.

Sarà dittatura. Amen. Almeno speriamo che questa stretta alla gola, che soffoca lentamente, uccida oltre all'Italia dei perdenti che credono ancora alla demoniocrazia la schifosa ambiguità che ci attanaglia come una puzza marcescente.

Ognuno parla di se stesso, sempre e comunque
redna
Inviato: 4/6/2007 10:45  Aggiornato: 4/6/2007 10:45
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: Romano Prodi fra fischi e fiaschi
Si potrebbe dire che il paese va da una parte e il governo da un'altra.
E in mezzo chi ci mettiamo? Sarà per questo che qualcuno dall'altra parte dell'atlantico ha avuto fretta di arrivare?

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
cocis
Inviato: 4/6/2007 10:51  Aggiornato: 4/6/2007 10:51
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/1/2006
Da: V
Inviati: 1430
 Re: Romano Prodi fra fischi e fiaschi
d'alema ha pensato bene invece di partecipare alla manifestazione del 2 giugno .. di andare a vedee luna rossa con il permesso di prodi..




Poi un giornalista gli chiede " Scusi, ma oggi non era in programma un consiglio dei minisrtri straordinario ?, cosa ci fa qui'" e lui, sempre in stile Cayard " sono qui perchè ho avuto il permesso del presidente del consiglio"

VELENO
Inviato: 4/6/2007 11:05  Aggiornato: 4/6/2007 11:05
Ho qualche dubbio
Iscritto: 25/10/2005
Da:
Inviati: 73
 Re: Romano Prodi fra fischi e fiaschi
@HAVEADREAM

guardando da dove viene la notizia non c'è da meravigliarsi...tempo addietro ci fu qualche congettura con il SAP

@COCIS


Citazione:
prodi è una delle uniche persone che è riuscito a far scioperare tutti .. dai poliziotti ai vigili del fuoco ecc.. non parliamo poi di bersani e delle sue liberalizzazioni fantocce..

almeno stavolta non diranno che quando c'è la "sinistra" al governo non si sciopera...

SALUTI
Veleno

gafirm
Inviato: 4/6/2007 11:33  Aggiornato: 4/6/2007 11:33
So tutto
Iscritto: 14/12/2005
Da:
Inviati: 5
 Re: Romano Prodi fra fischi e fiaschi
Ma bravo Marco Cedolin e a ruota tutti gli altri; continuiamo a gettar fango su questo governo, che almeno si accelera il ritorno del vostro tanto amato centrodestra, tanto l'avete detto, alla fine sono tutti uguali!

Io sono di un altro avviso: continuerò a difendere con i denti questo governo, perchè nonstante non abbia condiviso alcune sue scelte, i suoi risultati li considero comunque infinitamente migliore rispetto alla devastazione non solo economica, ma anche etica e legale che ha inflitto a questo Paese cinque anni di governo Berlusconi.

Cmq a criticare Prodi sono buoni tutti: vorrei vedere voi a mediare ogni giorno fra dodici sigle diverse.

Personalmente lo ringrazierò in eterno, perchè se siamo qui a permetterci un computer e una connessione Adsl lo dobbiamo solo a lui che ci ha fatto entrare nell'euro nel 1998. Sapete quali era un requisito di ammissione? Il rapporto deficit/pil al 60%. Noi l'avevamo pressochè al doppio. L'unione monetaria europea disse di sì solo perchè aveva fiducia nelle figure di Prodi e Ciampi e nell'allora governo di centrosinistra che avrebbe proseguito la strada del risanamento

Bene se non fossimo entrati nell'euro, con il debito a quei livelli e i crack parmalat e cirio, l'insolvenza a questo Paese non l'avrebbe tolta nessuno, gettandoci tutti sul lastrico; poi magari perchè no: un magnanimo governo americano sarebbe venuto in nostro soccorso, ci avrebbe aiutato a risollevarci in cambio di un'assoluta fedeltà per i prossimi cento anni!

daste
Inviato: 4/6/2007 11:50  Aggiornato: 4/6/2007 11:50
Ho qualche dubbio
Iscritto: 22/4/2006
Da: Sessa Cilento (SA) / Torino / Helsinki
Inviati: 123
 Re: Romano Prodi fra fischi e fiaschi
Citazione:
Ma bravo Marco Cedolin e a ruota tutti gli altri; continuiamo a gettar fango su questo governo, che almeno si accelera il ritorno del vostro tanto amato centrodestra, tanto l'avete detto, alla fine sono tutti uguali!

Io sono di un altro avviso: continuerò a difendere con i denti questo governo, perchè nonstante non abbia condiviso alcune sue scelte, i suoi risultati li considero comunque infinitamente migliore rispetto alla devastazione non solo economica, ma anche etica e legale che ha inflitto a questo Paese cinque anni di governo Berlusconi.

Cmq a criticare Prodi sono buoni tutti: vorrei vedere voi a mediare ogni giorno fra dodici sigle diverse.

Personalmente lo ringrazierò in eterno, perchè se siamo qui a permetterci un computer e una connessione Adsl lo dobbiamo solo a lui che ci ha fatto entrare nell'euro nel 1998. Sapete quali era un requisito di ammissione? Il rapporto deficit/pil al 60%. Noi l'avevamo pressochè al doppio. L'unione monetaria europea disse di sì solo perchè aveva fiducia nelle figure di Prodi e Ciampi e nell'allora governo di centrosinistra che avrebbe proseguito la strada del risanamento

Bene se non fossimo entrati nell'euro, con il debito a quei livelli e i crack parmalat e cirio, l'insolvenza a questo Paese non l'avrebbe tolta nessuno, gettandoci tutti sul lastrico; poi magari perchè no: un magnanimo governo americano sarebbe venuto in nostro soccorso, ci avrebbe aiutato a risollevarci in cambio di un'assoluta fedeltà per i prossimi cento anni!


Ancora un altro parallelo storico: dopo la rivoluzione partenopea nelle province del regno delle due sicilie i baroni della vecchia casta nobiliare vennero sostituiti da cafoni arricchiti (oggi politici e burocrati corrotti e affiliati di multinazionali e banche) totalmente incapaci di gestire la situazione in cui, nonostante i disagi e la povertà, vigeva ancora in molte zone la democrazia diretta e l'economia non era affatto in difficoltà (anzi...).

La presenza di questi personaggi rese possibile un forte accentramento dei poteri, la marginalizzazione delle province e un forte impoverimento economico, nonostante gli indubbi successi "in generale" in campo economico, militare ed economico del regno (in pratica i ricchi diventavano più ricchi e i poveri più poveri - oggi è l'euro). Dopo ben due grosse rivolte popolari (nel 1828 e ancora di più nel 1848), soffocate entrambe nel sangue (l'etica - oggi violenze "politicamente corrette" sui manifestanti) finì con l'unificazione (alias colonizzazione dell'Italia).
Oggi come finirà? Un'altra "unificazione"? Uno scandalo? Un terremoto politico? Da come l'ho messa prima sembra che ci sia anche Garibaldi (colui che sfrutta i disagi della popolazione, aiutato da potenze straniere e altri interessi), ma ancora non lo si vede in giro (o si?).
Ci sarà un altro brigantaggio? (a questo mi riferivo prima)

LoneWolf58
Inviato: 4/6/2007 12:26  Aggiornato: 4/6/2007 12:26
Sono certo di non sapere
Iscritto: 12/11/2005
Da: Padova
Inviati: 4861
 Re: Romano Prodi fra fischi e fiaschi
Citazione:
Stiamo copiando l’America proprio in tutto, persino nell’avere un presidente che continua a fare sbagli e figuracce, ma se ne fotte altamente e continua imperterrito nella stessa direzione.
Cavolo mi hai anticipato... infatti pensavo di chiarmarlo Prod-ush specie dopo la risposta che ha dato a chi lo contestava per la base usa..."Sulla base Usa di Vicenza il governo ha preso una decisione politica, una decisione che manteniamo" somiglia molto al "noi tireremo dritto"...

La storia, come un'idiota, meccanicamente si ripete. (Paul Morand)
Il problema, però, è che ci sono degli idioti che continuano a credere che la storia non si ripeta. (LoneWolf58)
Krya
Inviato: 4/6/2007 12:33  Aggiornato: 4/6/2007 12:33
Mi sento vacillare
Iscritto: 22/8/2005
Da: Toscana
Inviati: 438
 Re: Romano Prodi fra fischi e fiaschi
Tanto peggio tanto meglio....

Spero solo che di non dover rimpiangere, tempi come questi.

In mezzo secolo ho imparato che al peggio non c'è mai fine.

Riccardo

Ci sono crimini peggiori del bruciare libri, uno di questi è non leggerli. (brodsky)
hi-speed
Inviato: 4/6/2007 12:38  Aggiornato: 4/6/2007 12:38
Sono certo di non sapere
Iscritto: 28/12/2004
Da: preda lunga
Inviati: 3211
 Re: Romano Prodi fra fischi e fiaschi
Citazione:
Stiamo copiando l’America proprio in tutto, persino nell’avere un presidente che continua a fare sbagli e figuracce, ma se ne fotte altamente e continua imperterrito nella stessa direzione.


Non abbiamo mai copiato ma fotocopiato (è diverso).
Da sessant'anni tutti i "nostri" presidenti venivano/vengono imbullonati e sbullonati alla sedia a seconda delle esigenze atlantiche.

Citazione:
Secondo me fanno bene a prenderci per il culo, i politici


Ci prendono pure per il c. i gestori di aeroplani militari (con le loro locandine di convegni).

Siamo messi proprio bene.

hi-speed

Cosa Sta Succedendo? Madre, madre Ci sono troppi di voi che piangono Fratello, fratello, fratello Ci sono troppi di voi che stanno morendo Sai che dobbiamo trovare una maniera Per portare un pò di amore qui oggi
apocalisse
Inviato: 4/6/2007 13:08  Aggiornato: 4/6/2007 13:08
Ho qualche dubbio
Iscritto: 4/6/2007
Da:
Inviati: 47
 Re: Romano Prodi fra fischi e fiaschi
buon giorno a tutti, inizio col botto....
Proposta fantapolitica: il Partito Democratico è infiltrabile?
preso atto dell'assottigliamento del confine peggio-meno peggio, vista la grande compromissione di tutta la classe politica con chiesa, usa, p2, servizi deviati...dell'inutilità della parte al momento al governo, che però sembra spesso più che altro una vittima (vedi caso speciale) di giochi ben più grandi, e della presenza in questa stessa coalizione di personaggi quanto meno sospetti, con una presenza fortissima fra le file del costituendo pd...gente legata a banche, coop, chiesa, usa (che non mancano mai) corruzione più o meno dilagante...vedi legge intercettazioni e indulto.....

vorrei conoscere la vostra opinione su come si potrebbe mandare a casa tutta questa bella compagnia evitando di castrarci un'altra volta con il nano maledetto

si potrebbe "infiltrare" il pd con persone veramente al i fuori e con programmi realmente a favore dei cittadini, a partire da politica internazionale ed economica (signoraggio), con proposte che per una volta potrebbero spaventare confindustria-configlesia-confworldbank che qui incontro a piene mani

quanto meno - mi aspetto pessimismo, e lo stesso vale per me - si smaschererebbe la già traballante presentazione di democrazia diretta con cui la sempre perdente ma mai dimissionaria dirigenza dell'ex-sinistra pretende di coprire tale operazione....

riguardo all'articolo sono d'accordissimo tranne sul fatto che il nostro non è copiare la XXXXcrazia americana (figurarsi, siamo anni luce avanti!) più che altro la nostra è una sovranità limitata lo sapete

pensa intergalattico, agisci interplanetario
Linucs
Inviato: 4/6/2007 13:33  Aggiornato: 4/6/2007 13:33
Sono certo di non sapere
Iscritto: 25/6/2004
Da:
Inviati: 3996
 Re: Romano Prodi fra fischi e fiaschi
Di fronte alle argomentate proteste dei cittadini il Premier è rimasto in silenzio, salvo commentare successivamente con i giornalisti affermando che “queste contrapposizioni che vengono fatte da un giorno all’altro distruggono il paese”.

Ennesima boiata di Prodi: a prender fischi è lui, mica il "paese", e lui non è certo il "paese".

Al contrario le contrapposizioni sembrano destinate ad approfondirsi nei mesi futuri, a meno che il Premier decida d’intimare a tutti gli italiani di non contrapporsi costringendoli magari con la forza a firmare un qualche patto di fiducia e fedeltà, così come ha fatto con i partiti della propria coalizione.

Sempre meglio del patto non-firmato-da-nessuno che ci garantisce i fantasiosi "diritti"...


===

Certo! Ci ritroveremo presto lo psiconano e sarà quel che sarà.

Si chiama "democrazia".

Io sono del parere che Prodi sia una delle poche persone oneste interessate al bene comune nel letamaio della politica, ma non potrà reggere.

Certo! E io sono convinto che lo studio Bergmanstein, Katzinkulenberg & Skodellowski operi pro-bono per tutelarci dalla censura. E la marmotta tira di coca.

Sarà sommerso dalla monnezza, tempo la maturazione delle pensioni dopo due anni e mezzo di scaldapoltrona.

Pensioni che nessuno tocca, tantomeno la sinistra radical-pezzente e terzomondista al servizio delle multinazionali colluse. Dove saranno mai le manifestazioni contro i "privilegi della politica?"

Cosa possiamo fare noi sudditi del sistema delle mafie... almeno quelli consapevoli?

Aspettare di evolvere in esseri indigo con il DNA da 1024 eliche.

Non votare più e che tutti ci si becchi lo psiconano, il fascista, il demente.

No per carità, altrimenti Goldman Sachs deve mettere pure quello sul libro paga.

Siamo in un paese che se li merita!

"Paese" sarai tu.

===

questa me la segno e la metto in cornice come l'esempio più riuscito di creduloneria e disinformazione della storia dell'umanità.

Prima o dopo "il debito pubblico crea ricchezza?"


===

Stiamo affogando nella merda, nella nostra.

Il bello è che sia pure distribuita per legge in ogni angolo (altro pregio della democrazzzia).

===

Ho ricevuto questa notizia: l'opposizione ed in primis le televisioni private venezuelane hanno preparato un piano macrabo, in cui massacreranno decine, centinaia di studenti, per far ricadere la colpa sul governo Chavez.

La milizia televisiva privata! L'ariete del neoliberismo contro il povero Smeag#$% volevo dire Chavez!

Si tenga presente che non solo le universita' private, ma anche le scuole private manderanno i propri alunni, anche della scuola elementare, a questa manifestazione, per dare alla strage un effetto piu' ampio.

Record! Qui abbiamo le scuole private e le università private che vendono i propri iscritti alle milizie private, per farsi massacrare!

Con tutti i soldi in circolazione bastava pagare un barbone per accoppare Chavez.

L'unico modo che abbiamo per fermare questa strage organizzata e' dando notizia e diffondendola a livello mondiale.

Ma sentite questa: la Coca Cola e McDonald's hanno assicurato la vita degli studenti con le più grosse compagnie di assicurazione private, per proteggere i propri mancati introiti dopo il massacro di tutti questi giovani!

RICORDATE BAMBINI: IL PRIVATO UCCIDE.

(perché questi poveri pargoli non vanno nelle scuole pubbliche e gratuite di Chavez, resta un mistero)

===

Ma bravo Marco Cedolin e a ruota tutti gli altri; continuiamo a gettar fango su questo governo, che almeno si accelera il ritorno del vostro tanto amato centrodestra, tanto l'avete detto, alla fine sono tutti uguali!

CEDOLIN NON È UN VERO PATRIOTA! RITIRIAMO IL PASSAPORTO DI CEDOLIN!

Io sono di un altro avviso: continuerò a difendere con i denti questo governo, perchè nonstante non abbia condiviso alcune sue scelte, i suoi risultati li considero comunque infinitamente migliore rispetto alla devastazione non solo economica, ma anche etica e legale che ha inflitto a questo Paese cinque anni di governo Berlusconi.

Ecco bravo, così Goldman Sachs te lo mette nel culo come sempre, poiché la "sinistra" altro non è che lo scudo delle ormai note lobby.

Cmq a criticare Prodi sono buoni tutti: vorrei vedere voi a mediare ogni giorno fra dodici sigle diverse.

Ottimo. Ma chi ti ha detto che serve "Prodi" per mediare? Vada a lavorare.

Personalmente lo ringrazierò in eterno, perchè se siamo qui a permetterci un computer e una connessione Adsl lo dobbiamo solo a lui che ci ha fatto entrare nell'euro nel 1998.

Li leggi i report della BCE, e le vedi le pubblicità del mutuo?

Bene se non fossimo entrati nell'euro, con il debito a quei livelli e i crack parmalat e cirio, l'insolvenza a questo Paese non l'avrebbe tolta nessuno, gettandoci tutti sul lastrico; poi magari perchè no: un magnanimo governo americano sarebbe venuto in nostro soccorso, ci avrebbe aiutato a risollevarci in cambio di un'assoluta fedeltà per i prossimi cento anni!

Il risultato è che siamo comunque fedeli per cento anni ed oltretutto non abbiamo ricevuto un cazzo, anzi abbiamo speso denaro per andare a giocare alla missione di pace in Kaffiristan?

Arcadia
Inviato: 4/6/2007 13:34  Aggiornato: 4/6/2007 13:34
Ho qualche dubbio
Iscritto: 5/5/2007
Da:
Inviati: 122
 Re: Romano Prodi fra fischi e fiaschi
<per far ricadere la colpa sul governo Chavez>

So che e' OT, ma...
Questo e' stato ampiamente predetto anche dall'articolo "Rivoluzioni Colorate: know-how", apparso su luogocomune qualche settimana fa.

Non c'e' da sorprendersi, i gringos non ce la fanno piu' di questa spina nel fianco (dei loro interessi) ed e' chiaro che ce la metteranno tutta e anche di piu'. Tanto, si sa che valore danno alle vite umane, quando si tratta di raggiungere i loro scopi.

argon
Inviato: 4/6/2007 13:45  Aggiornato: 4/6/2007 13:47
Ho qualche dubbio
Iscritto: 18/8/2006
Da: Pordenone
Inviati: 287
 Re: Romano Prodi fra fischi e fiaschi
Dopo il risultato delle comunali di Vicenza i No al Dal Molin non capisco cosa vogliano contestare.. basta vedere i risultati delle amministrative..

« La sovranità sovrannazionale di banchieri mondiali ed un’èlite intellettuale è preferibile all’autodeterminazione praticata nei secoli passati»
( David Rockefeller)
Arcadia
Inviato: 4/6/2007 13:46  Aggiornato: 4/6/2007 13:46
Ho qualche dubbio
Iscritto: 5/5/2007
Da:
Inviati: 122
 Re: Romano Prodi fra fischi e fiaschi
@ daste

<sembra che ci sia anche Garibaldi (colui che sfrutta i disagi della popolazione, aiutato da potenze straniere e altri interessi)>

Non ho capito bene...
Potresti spiegare che vuoi dire con questo??

marcocedol
Inviato: 4/6/2007 13:51  Aggiornato: 4/6/2007 13:51
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 30/6/2006
Da: Torino
Inviati: 1340
 Re: Romano Prodi fra fischi e fiaschi
Argon,
a Vicenza chi è contro l'amministrazione comunale attuale non è andato a votare come dimostrano i dati dell'affluenza alle urne, di poco superiori al 50% in una regione che generalmente si avvicinava all'80%.

Vuoi vedere che a Vicenza molte persone hanno iniziato a capire che oltre a "criticare" bisogna smettere di scrivere la X?

redna
Inviato: 4/6/2007 14:04  Aggiornato: 4/6/2007 14:04
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: Romano Prodi fra fischi e fiaschi
@gafim
sono d'accordo che prodi ha fatto molto in un certo periodo per il paese ma, ora, o non ce la fa più o qualcuno o qualcosa lo intimorisce.
Non è più il prodi di prima delle elezioni, ma non lo è più nenahce il fassino, il d'alema e compagnia bella...
Quando si è al governo ci si riduce in questa maniera? Non si è più se stessi o quantomeno non si è più coerenti con quanto detto in precedenza?
Ora nessuno si ricorda quello che ha fatto il prodi di prima, però si vede bene quello che è diventato il prodi di ora, quello che ha priori ha detto si agli USA per il territorio, senza nemmeno chiedersi se era il caso di ragionare un momento. Anzi mentre dice che deve riflettere, nel giro di unìora per Vicenza ha già la sentenza. Ma nessuno negli USA ha mai votato prodi. Questo è quello che non gli si può perdonare.
Ha gettato quella pallida democrazia che pensavamo di avere, in una discarica, dopo che per cinque anni ci siamo sorbiti, convinti come diceva montanelli di vaccinarci, una figura che neanche chi è del luogo riesce a capirne la provenienza.
Poichè le leggi vergogna sono ancora al loro posto e non si sente nessuno che invoca la loro abolizione, è chiaro che questo non è un governo di sinistra ma un berlusconi-bis.

Putin dice all'europa: se lasciate mettere lo scudo antimissile USA nel territorio europeo la russia deve difendersi e puntare li i suoi missili.
Ora la russia è in europa.
Gli usa sono in un altro continente.
Noi logicamente sappiamo subito cosa fare.
Specialmente ora che arriva l'air-force-one. Tutti con le bandierine, viva evviva l'america perchè l'america è sempre l'america...
Intanto putin punta...i missili.

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
redna
Inviato: 4/6/2007 14:08  Aggiornato: 4/6/2007 14:08
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: Romano Prodi fra fischi e fiaschi
@marcocedl
anch'io abito in veneto.E' da diverso tempo che dico che non vale la pena di andare a votare perchè sento anche come la pensa la gente..

Il principio è semplice, se il governo è assente, anche il cittadino nel confronti del governo fa sentire la sua assenza.
Chi si stanca per primo?

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
tino
Inviato: 4/6/2007 14:22  Aggiornato: 4/6/2007 14:22
So tutto
Iscritto: 6/9/2006
Da:
Inviati: 21
 Re: Romano Prodi fra fischi e fiaschi
uno che ha le idee chiare su come uscire dal tunnel prodi-berlusconi è l' ing migliorino
trader ex a.d. di multinazionale di cui segnalo il sito
http://www.borsari.it/TeleBorsariPolitica.htm
e il video (10 min)

YouTube - Il manifesto del Pia. Salvare l'Italia in 6 mosse.

cuca
Inviato: 4/6/2007 14:28  Aggiornato: 4/6/2007 14:28
Ho qualche dubbio
Iscritto: 23/3/2007
Da:
Inviati: 167
 Re: Romano Prodi fra fischi e fiaschi
Gafirm scrive:
"Personalmente lo [Prodi] ringrazierò in eterno, perchè se siamo qui a permetterci un computer e una connessione Adsl lo dobbiamo solo a lui che ci ha fatto entrare nell'euro nel 1998. Sapete quali era un requisito di ammissione? Il rapporto deficit/pil al 60%. Noi l'avevamo pressochè al doppio. L'unione monetaria europea disse di sì solo perchè aveva fiducia nelle figure di Prodi e Ciampi [...]."

Perdonami Gafirm, premesso che immagino tu ti riferisca non al rapporto deficit/pil, bensì a quello debito/pil,

l'unione della brigate monetarie avrà pure avuto fiducia in Prodi e Ciampi,

ma tu, sinceramente,

puoi spiegarmi come si possa avere fiducia in Prodi, Ciampi e negli altri sedicenti padri della patria
che sono proprio quelli CHE NEGLI ANNI SETTANTA E OTTANTA HANNO CREATO il DEBITO CUI TU TI RIFERISCI?

Ciampi è stato presidente della Banca d'Italia, Prodi a capo dell'Iri.
Trascuriamo poi i vari Andreotti e compagnia bella, comunisti compresi, che tra un vestitino e una collanina ci hanno lasciato un debito superiore ai 1500 miliardi di euro.

Domanda:
se mio padre mi lasciasse un debito di alcuni milioni di euro, sarei un figlio degenere se faticassi a considerarlo "padre", a parte l'aspetto biologico?

cuca.

Linucs
Inviato: 4/6/2007 14:35  Aggiornato: 4/6/2007 14:35
Sono certo di non sapere
Iscritto: 25/6/2004
Da:
Inviati: 3996
 Re: Romano Prodi fra fischi e fiaschi
Chi si stanca per primo?

Chi finisce i soldi per primo?

(indovina?)

florizel
Inviato: 4/6/2007 14:46  Aggiornato: 4/6/2007 14:46
Sono certo di non sapere
Iscritto: 7/7/2005
Da: dove potrei stare meglio.
Inviati: 8195
 Re: Romano Prodi fra fischi e fiaschi
Citazione:
In sole 24 ore Romano Prodi è riuscito nella difficile alchimia di raccogliere prima i fischi e le contestazioni di coloro che appoggiano le forze armate e sostengono la politica dell’amministrazione americana, poi i fischi e le contestazioni di coloro che avversano il militarismo, le politiche di guerra e la costruzione della nuova base americana di Vicenza.

Considerando da che parte siano venuti i voti che hanno consentito a questo governo di "guidare il paese", l'ambiguità di Prodi pare assolutamente coerente con la necessità di "mediare" (in maniera strumentale, ovviamente) con quella parte che sostiene una politica filo-interventista.
E di mediare anche con la parte più "critica" della società, dal momento che si prospetta un futuro politico imperniato sulla caccia ai voti di "centro", ossia il voto "moderato".

Il meccanismo che sembra non essere stato ancora chiaramente individuato, piuttosto, sta nel fatto che questi farabutti sanno esattamente che la politica dell'alternanza continua a "rendere". Per cui, qualunque dissenso possa incrinare l'operato dell'una o dell'altra coalizione, ci sarà sempre la sua controparte a garantire il teatrino del "meno peggio".

"Continueremo a fare delle nostre vite poesie, fino a quando Libertà non verrà declamata sopra le catene spezzate di tutti i popoli oppressi". Vittorio Arrigoni
redna
Inviato: 4/6/2007 14:48  Aggiornato: 4/6/2007 14:48
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: Romano Prodi fra fischi e fiaschi
@linucs
la grande favola dei soldi che finiscono quando terminerà?
quando non avremo più acqua e allora i soldi non avranno valore?
quando non ci sarà cibo sufficiente per tutti?
allora come gli indiani chiedo: cosa farà l'uomo bianco, mangerà il biglietto verde?

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
arturo
Inviato: 4/6/2007 15:00  Aggiornato: 4/6/2007 15:00
Ho qualche dubbio
Iscritto: 1/3/2007
Da:
Inviati: 265
 Re: Romano Prodi fra fischi e fiaschi
@ Cedolin

Il “caro estinto” è la POLITICA, non “ il governo Prodi”

Che “la salma” abbia le sembianze del professore è solo la logica conseguenza dello stato di salute in cui versava da tempo la Vecchia Signora.
Negli ultimi anni il suo aspetto cadaverico e il suo olezzo mortifero ne preannunciavano la fine
L’accanimento terapeutico al quale è stata sottoposta si è rivelato un’inutile sofferenza
L’Augusta Paziente e spirata
A questo punto la terapia del “NO alla x “( o del “SI alla x”) non ha più senso essendo “venuto a mancare” l’infermo stesso su cui sperimentarla

Sarebbe più utile concentrarsi sugli autori dello strangolamento “a due mani” ( ECONOMIA- nazionale ed internazionale - e VATICANO ) e dell’avvelenamento con massicce dosi di corruzione ( MAFIA e DELINQUENZA COMUNE) vere cause della triste”dipartita”

Una PRECE

( mi scuso per il tono funereo del commento )

florizel
Inviato: 4/6/2007 15:08  Aggiornato: 4/6/2007 18:08
Sono certo di non sapere
Iscritto: 7/7/2005
Da: dove potrei stare meglio.
Inviati: 8195
 Re: Romano Prodi fra fischi e fiaschi
dasteCitazione:
stamattina ho una strana impressione

E' la tipica impressione che dovrebbe contraddistinguere ogni "risveglio": hai centrato lucidamente alcune fondamentali dinamiche che si stanno verificando nei circuiti a tutela del sistema, in questo caso quello "informativo": nel caso della rapina a Napoli in cui è stato ucciso il rapinatore, appare spudoratamente chiaro il tentativo di demonizzare le lotte sull'emergenza rifiuti associandole all'ipotetica e generalizzata degenerazione sociale.

Agitare lo spauracchio di una "nuova P2", tra l'altro, si richiama al leit motiv di queste ultime settimane: la "crisi" della politica.
Come mai, tra l'altro, tirare fuori dal cilindro, proprio e solo ora, le dichiarazioni di
Sofri?

"Continueremo a fare delle nostre vite poesie, fino a quando Libertà non verrà declamata sopra le catene spezzate di tutti i popoli oppressi". Vittorio Arrigoni
Robym
Inviato: 4/6/2007 15:59  Aggiornato: 4/6/2007 15:59
Ho qualche dubbio
Iscritto: 2/6/2006
Da: Sardigna
Inviati: 237
 Re: Romano Prodi fra fischi e fiaschi
Salve a tutti!
Penso che questa cosiddetta "sinistra" di governo si meriti tutta la merda che gli piove addosso: da sinistrorso, preferisco incazzarmi per le boiate governative del berlusca piuttosto che rodermi per le minchiate di questi politicanti che si spacciano per "sinistra".

saluti e baci

p.s. votiamo il partito dei metallari: alle prossime elezioni, miraccomando, una bella X sul "Sole con le Borchie"

Quando l'Allevi è pronto inizia a suonare.
Aseptik
Inviato: 4/6/2007 16:18  Aggiornato: 4/6/2007 16:18
Ho qualche dubbio
Iscritto: 24/1/2007
Da: Messapia
Inviati: 139
 Re: Romano Prodi fra fischi e fiaschi
Nè destra nè sinistra.. tutti a casa! Possibilmente senza pensione..

La politica è l’arte cortese di ottenere voti dai poveri e finanziamenti dai ricchi, promettendo di difendere gli uni dagli altri.
Oscar Ameringer
Aseptik
Inviato: 4/6/2007 16:20  Aggiornato: 4/6/2007 16:20
Ho qualche dubbio
Iscritto: 24/1/2007
Da: Messapia
Inviati: 139
 Re: Romano Prodi fra fischi e fiaschi
Non esistono partiti, ma programmi, sui quali uomini volonterosi operano per formare dei partiti. Quei programmi sono tutti affascinanti; le idee dalle quali nascono sono tutte nobili… Libertà, prosperità e giustizia sono generosamente promesse da tutti e, in teoria, non c’è che l’imbarazzo della scelta del più virtuoso tra tanti partiti tutti ugualmente perfetti. In pratica assistiamo all’ignobile spettacolo di un arrivismo spudorato, al brulicare di una verminaia di ambizioni, a una rissa feroce per conquistare i posti di comando dai quali poter fare il proprio comodo e i propri affari”.
Guglielmo Giannini.

La politica è l’arte cortese di ottenere voti dai poveri e finanziamenti dai ricchi, promettendo di difendere gli uni dagli altri.
Oscar Ameringer
ectobius
Inviato: 4/6/2007 16:32  Aggiornato: 4/6/2007 16:32
Ho qualche dubbio
Iscritto: 9/1/2007
Da:
Inviati: 205
 Re: Romano Prodi fra fischi e fiaschi
Lo disse Churchill che in parlamento siede il dieci per cento del meglio di un paese; il dieci per cento del peggio e il resto è il paese! E poiché questo paese è il peggio dei Paesi possibili, anche peggiore rispetto a quello che si scelse il fascismo, cosa mai ci si può aspettare da quel dieci per cento di persone per bene che per spirito di servizio è costretto a trattare e mediare con un novanta per cento di furbi, opportunisti, truffatori, corrotti e corruttori, mafiosi e anche qualche assassino? Il loro uomo, di questo paese, è il cazzone paranoico che ha pasciuto e ha lasciato pascere portando la crescita a zero, il debito pubblico ancora più in alto Che ha fatto sparire l’avanzo primario, ha aumentato la pressione fiscale, ha inaugurato infrastrutture inesistenti e senza fondi.
Ma questo è il paese!
Io, come vedete, non sono un qualunquista: tutti, proprio tutti uguali! Ma in queste condizioni come si fa a non essere pessimisti? E pertanto non andrò mai più a votare.

ambra
Inviato: 4/6/2007 16:33  Aggiornato: 4/6/2007 16:33
Ho qualche dubbio
Iscritto: 10/11/2006
Da: cagliari
Inviati: 246
 Re: Romano Prodi fra fischi e fiaschi
Al di là delle opinioni politiche, solo un'osservazione: la base di Vicenza l'ha data lo scorso governo, quetso si è trovato un vero e proprio "contratto" da rispettare e se non lo avesse fatto lo si sarebbe accusato di mancanza di serietà se non peggio. Curioso comunque che la gente protesti ora con tanta partecipazione e non se la prenda invece con chi nella m...a ce li ha messi.

ambra
--------------------------------------------------------------------------------------------------

Saludi e Trigu!
cuca
Inviato: 4/6/2007 16:52  Aggiornato: 4/6/2007 16:52
Ho qualche dubbio
Iscritto: 23/3/2007
Da:
Inviati: 167
 Re: Romano Prodi fra fischi e fiaschi
Ectobius scrive:
"Il loro uomo, di questo paese, è il cazzone paranoico che ha pasciuto e ha lasciato pascere portando [...] il debito pubblico ancora più in alto".

Premesso che sono un elettore non estremista del centrosinistra, mi piacerebbe che si cominciasse a prendere atto di alcune realtà storiche.

La mostruosa crescita del debito pubbllico italiano è avvenuta negli anni Settanta e Ottanta. Di essa non è responsabile Berlusconi: al limite lo saranno stati i suoi referenti politici, che si prendevano a gomitate con i democristiani, Prodi compreso (con una cospicua fetta della torta che andava ai comunisti).

Ritengo che Berlusconi abbia la grave responsabilità di avere importato in Italia (ma era inevitabile che qualcuno lo faccesse) la mercificazione di qualsiasi cosa: purtroppo non è possibile affermare che Prodi & C. abbiano fatto qualcosa per contrastare la riduzione degli esseri umani in "consumatori".

ectobius
Inviato: 4/6/2007 16:58  Aggiornato: 4/6/2007 16:58
Ho qualche dubbio
Iscritto: 9/1/2007
Da:
Inviati: 205
 Re: Romano Prodi fra fischi e fiaschi
Quella del debito pubblico è opera del cinghialone... Punto!
Ma restiamo all'attualità.
Indubbiamente stanno succedendo cose molto poco chiare!
La massa si sta lasciando inconsapevolmente guidare da una organizzazione di ricattatori i cui interessi non le appartengono... E vanno a fischiare, e insultano senza accorgersi che l'organizzazione tende a metterli ancor più profondamente nella merda.
Ma dico, il “No Molin” lo sa che altro che raddoppio della base ci sarebbe stato col cazzone al comando? Avremmo avuto missili Usa e missili dell’amico Putin (sempre che sotto non ci sia un altro imbroglio)... e lo scudo spaziale... e gli eroici combattenti italiani, gli invincibili del fascio.

Linucs
Inviato: 4/6/2007 17:33  Aggiornato: 4/6/2007 17:33
Sono certo di non sapere
Iscritto: 25/6/2004
Da:
Inviati: 3996
 Re: Romano Prodi fra fischi e fiaschi
allora come gli indiani chiedo: cosa farà l'uomo bianco, mangerà il biglietto verde?

Perché, quando l'acqua finisce l'uomo nero cosa fa? Beve Coca Cola?

marcocedol
Inviato: 4/6/2007 18:05  Aggiornato: 4/6/2007 18:05
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 30/6/2006
Da: Torino
Inviati: 1340
 Re: Romano Prodi fra fischi e fiaschi
Ectobius,
ritengo che prima di parlare a vanvera dei NO Dal Molin bisognerebbe conoscerli o almeno avere studiato un poco in profondità la loro protesta.
Protesta che per forza di cose è costretta a salire di tono allorquando un progetto come quello della base USA diventa di dominio pubblico e si manifesta come esecutivo.
Se al governo ci fosse il nano, che nulla ha a che fare con favola del debito pubblico, (ma sul debito pubblico credo possa esprimersi molto meglio di me Ashoka che ne ha le qualità) i ragazzi del NO Dal Molin protesterebbero con la stessa veemenza (magari aiutati da molti comunisti che ora tacciono) e Berlusconi potrebbe costruire basi solo in qualcuna delle sue ville, perchè a Vicenza verrebbe rispedito a casa a calci nel posteriore, come presto accadrà a Romano Prodi.

mc
Inviato: 4/6/2007 18:06  Aggiornato: 4/6/2007 18:06
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/5/2004
Da:
Inviati: 7222
 Re: Romano Prodi fra fischi e fiaschi
Se quella di Prodi e soci e' politica di sinistra , allora, inginocchiatevi a me:
Il nuovo messia...

mc

ectobius
Inviato: 4/6/2007 18:20  Aggiornato: 4/6/2007 18:44
Ho qualche dubbio
Iscritto: 9/1/2007
Da:
Inviati: 205
 Re: Romano Prodi fra fischi e fiaschi
Ma di quali calci nel sedere andiamo blaterando? E’ pura illusione, contiamo niente noi! Siamo dei pagliacci utili solo a legittimare il sistema che se ne frega altamente di noi ed anche degli onesti illusi della politica che politica non possono fare, ma solo amministrare.
Le vere scelte, quelle che cambiano la società avvengono altrove Dipendono direttamente dai progressi della tecnica per il tramite di un capitalismo di rapina, che non si pone se non il problema del profitto... dell’accumulo di danaro con qualsiasi mezzo.
E tutti ad applaudire alle sorti magnifiche e progressive.
E’ passata l’epoca dei calci in culo, che poi era solo una illusione.
E’ più dignitoso prenderseli i calci tacendo.

florizel
Inviato: 4/6/2007 18:44  Aggiornato: 4/6/2007 18:44
Sono certo di non sapere
Iscritto: 7/7/2005
Da: dove potrei stare meglio.
Inviati: 8195
 Re: Romano Prodi fra fischi e fiaschi
Citazione:
E’ passata l’epoca dei calci in culo, che poi era solo una illusione.
E’ più dignitoso prenderseli i calci tacendo.

Certo che era un'illusione, finchè ci sarà gente che ancora crede alla favoletta del "meno peggio" asserendo che magari si dovrebbe anche "ringraziare" Prodi per aver fatto MENO danni del nanetto.

"Continueremo a fare delle nostre vite poesie, fino a quando Libertà non verrà declamata sopra le catene spezzate di tutti i popoli oppressi". Vittorio Arrigoni
shevek
Inviato: 4/6/2007 18:45  Aggiornato: 4/6/2007 18:45
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 27/4/2005
Da: Napoli
Inviati: 1249
 Re: Romano Prodi fra fischi e fiaschi
Salut y Libertad mc!


E se quella di questo governo è una politica di sinistra io sono un principe trasformato in rospo. Scusatemi ora, è quasi ora di cena e devo catturare un po' d'insetti...


Shevek

"Il potere è l'immondizia nella storia degli umani" - F. Guccini
www.portadimassa.net - WEB-TV e non solo di Filosofia
ectobius
Inviato: 4/6/2007 18:50  Aggiornato: 4/6/2007 18:50
Ho qualche dubbio
Iscritto: 9/1/2007
Da:
Inviati: 205
 Re: Romano Prodi fra fischi e fiaschi
Ma quale politica?
Vogliamo renderci conto che non c'è politica nei luoghi della politica.
C'è solo amministrazione... e per lo più cattiva amministrazione... Punto!

Linucs
Inviato: 4/6/2007 18:53  Aggiornato: 4/6/2007 18:53
Sono certo di non sapere
Iscritto: 25/6/2004
Da:
Inviati: 3996
 Re: Romano Prodi fra fischi e fiaschi
E se quella di questo governo è una politica di sinistra io sono un principe trasformato in rospo. Scusatemi ora, è quasi ora di cena e devo catturare un po' d'insetti...

Il parlamento ne è ben pieno.


===

Siamo dei pagliacci utili solo a legittimare il sistema che se ne frega altamente di noi ed anche degli onesti illusi della politica che politica non possono fare, ma solo amministrare.

Amministrare cosa, la refurtiva fiscale?

Le vere scelte, quelle che cambiano la società avvengono altrove

E tu vorresti che fossero quei quattro babbei a "scegliere" per "cambiare la società?"

Dipendono direttamente dai progressi della tecnica per il tramite di un capitalismo di rapina, che non si pone se non il problema del profitto...

Eccerto, il profitto, mica la politica che è nobile.

dell’accumulo di danaro con qualsiasi mezzo.

Compresa l'inflazione. Bei pirla, questi capitalisti di rapina!

E’ passata l’epoca dei calci in culo, che poi era solo una illusione.
E’ più dignitoso prenderseli i calci tacendo.


E votando.

===

Vogliamo renderci conto che non c'è politica nei luoghi della politica.
C'è solo amministrazione... e per lo più cattiva amministrazione... Punto!


Siamo a buon punto: basta eliminare anche l'amministrazione e spedirli a lavorare nei call center.

florizel
Inviato: 4/6/2007 19:04  Aggiornato: 4/6/2007 19:12
Sono certo di non sapere
Iscritto: 7/7/2005
Da: dove potrei stare meglio.
Inviati: 8195
 Re: Romano Prodi fra fischi e fiaschi
Citazione:
Vogliamo renderci conto che non c'è politica nei luoghi della politica.

Meglio così, ectobius.
Almeno ci verrà risparmiato lo sforzo di dover "decifrare" l'enorme presa per il culo chiamata "dialettica politica", per sapere con chi abbiamo a che fare.



Quello striscione è dei NO-TAV, ma credo che sia il "NO dal MOLIN" che le comunità in lotta contro le discariche NON esiterebbero a farlo proprio.

"Continueremo a fare delle nostre vite poesie, fino a quando Libertà non verrà declamata sopra le catene spezzate di tutti i popoli oppressi". Vittorio Arrigoni
Bambooboy
Inviato: 4/6/2007 20:09  Aggiornato: 4/6/2007 20:09
Mi sento vacillare
Iscritto: 27/12/2006
Da:
Inviati: 535
 Re: Romano Prodi fra fischi e fiaschi
ri-cito il titolo di un libro [ che ho già avuto di indicare in un altro post ]:
LA CASTA di sergio rizzo e gian antonio stella . ed. rizzoli.

son tutti uguali. son tutti dei ladri e dei malfattori. nessuno escluso.
e tutti si meriterebbero la forca e il linciaggio, compresi di parenti e affini.
ma per fortuna loro, noi gente comune, noi semeplici cittadini, noi persone perbene e educate, siam molto piu'propensi a rispettare le leggi e la Morale, che loro.

cio' non toglie che si meritino, tutti, il piu' elevato disprezzo e schifo.

daste
Inviato: 4/6/2007 20:10  Aggiornato: 4/6/2007 20:10
Ho qualche dubbio
Iscritto: 22/4/2006
Da: Sessa Cilento (SA) / Torino / Helsinki
Inviati: 123
 Re: Romano Prodi fra fischi e fiaschi
@ arcadia
Citazione:
<sembra che ci sia anche Garibaldi (colui che sfrutta i disagi della popolazione, aiutato da potenze straniere e altri interessi)>

Non ho capito bene...
Potresti spiegare che vuoi dire con questo??


Semplicemente che se è come dico io c'è qualcuno che aspetta... i giornalisti non tirano fuori le palle se non hanno il culo coperto. E questo qualcuno, a quanto pare, è più potente (alias ha migliori agganci) dei politici "mainstream" attuali.

rumenta
Inviato: 4/6/2007 20:11  Aggiornato: 4/6/2007 20:11
Mi sento vacillare
Iscritto: 25/1/2006
Da: Repubblica di Genova
Inviati: 801
 Re: Romano Prodi fra fischi e fiaschi
questa me la segno e la metto in cornice come l'esempio più riuscito di creduloneria e disinformazione della storia dell'umanità.

Prima o dopo "il debito pubblico crea ricchezza?"


dopo, dopo.... anche se secondo me se la giocano



"La verità dev'essere brutale, violenta, armata ed arrabbiata. Altrimenti soccombe."
apocalisse
Inviato: 4/6/2007 20:14  Aggiornato: 4/6/2007 20:14
Ho qualche dubbio
Iscritto: 4/6/2007
Da:
Inviati: 47
 Re: Romano Prodi fra fischi e fiaschi
-citazione-
Al di là delle opinioni politiche, solo un'osservazione: la base di Vicenza l'ha data lo scorso governo, quetso si è trovato un vero e proprio "contratto" da rispettare e se non lo avesse fatto lo si sarebbe accusato di mancanza di serietà se non peggio. Curioso comunque che la gente protesti ora con tanta partecipazione e non se la prenda invece con chi nella m...a ce li ha messi.

Condivisibile...TAV, Dal Molin, riforma delle pensioni, leggi vergogna, sono decisioni già prese, e questo governo che trova immense difficoltà a decidere su qualcosa di nuovo e semplice (pure come spartirsi ehm spartire) il tesoretto, figurarsi se si impelaga con la maggioranza che si ritrova a bloccare processi già iniziati! Non sarebbe meglio riconoscere i suoi propri meriti come la prossima ventura spesa di una 15 di miliardi di euro (una finanziariuccia) per 100 aerei da combattimento? O aspettiamo il prossimo governo che darà la colpa al precedente?

pensa intergalattico, agisci interplanetario
daste
Inviato: 4/6/2007 20:16  Aggiornato: 4/6/2007 20:16
Ho qualche dubbio
Iscritto: 22/4/2006
Da: Sessa Cilento (SA) / Torino / Helsinki
Inviati: 123
 Re: Romano Prodi fra fischi e fiaschi
florizel,

Citazione:

E' la tipica impressione che dovrebbe contraddistinguere ogni "risveglio": hai centrato lucidamente alcune fondamentali dinamiche che si stanno verificando nei circuiti a tutela del sistema, in questo caso quello "informativo": nel caso della rapina a Napoli in cui è stato ucciso il rapinatore, appare spudoratamente chiaro il tentativo di demonizzare le lotte sull'emergenza rifiuti associandole all'ipotetica e generalizzata degenerazione sociale.


Avvelenano l'avvelenabile su tutti i fronti. Visto che ora non possono parlare della cosiddetta camorra (come al solito "cosiddetta", quella reale non si sfiora) in Campania, parlano della criminalità da strada. Dopo l'"emergenza" torneranno ai soliti temi.

florizel
Inviato: 4/6/2007 20:26  Aggiornato: 4/6/2007 20:37
Sono certo di non sapere
Iscritto: 7/7/2005
Da: dove potrei stare meglio.
Inviati: 8195
 Re: Romano Prodi fra fischi e fiaschi
Citazione:
Visto che ora non possono parlare della cosiddetta camorra (come al solito "cosiddetta", quella reale non si sfiora) in Campania, parlano della criminalità da strada.

Il problema è poi che quando ne parlano sembrano volersi sbarazzare di tutte le responsabilità in merito alla gestione dell'emergenza rifiuti.
E in Abruzzo, la campagna "dagli all'anarchico" sembra rientrare nella sceneggiata della "crisi della politica".

Tutto preconfezionato. Aspettiamoci tempi duri, la caccia alle streghe riprende inesorabile. E la sinistra, in questo, è "maestra". Niente da invidiare alla destra.

Pinelli docet.

E quando parlano di "anarchici", si lavassero la bocca anche i centri sociali come il Gramigna di Padova, o tanto idioti da non capire quanto siano speculari al sistema, o tanto furbi da sapere perfettamente a cosa porterà tutto questo.

"Continueremo a fare delle nostre vite poesie, fino a quando Libertà non verrà declamata sopra le catene spezzate di tutti i popoli oppressi". Vittorio Arrigoni
bifidus
Inviato: 4/6/2007 20:39  Aggiornato: 4/6/2007 20:39
Ho qualche dubbio
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 197
 Re: Romano Prodi fra fischi e fiaschi
Redazione:
Citazione:
Stiamo copiando l’America proprio in tutto, persino nell’avere un presidente che continua a fare sbagli e figuracce, ma se ne fotte altamente e continua imperterrito nella stessa direzione.


Non posso che quotare questa ammissione.
Saluti.

daste
Inviato: 4/6/2007 21:02  Aggiornato: 4/6/2007 21:02
Ho qualche dubbio
Iscritto: 22/4/2006
Da: Sessa Cilento (SA) / Torino / Helsinki
Inviati: 123
 Re: Romano Prodi fra fischi e fiaschi
@ Bambooboy:

Citazione:
ri-cito il titolo di un libro [ che ho già avuto di indicare in un altro post ]:
LA CASTA di sergio rizzo e gian antonio stella . ed. rizzoli.

L'ho citato anch'io ma non l'ho letto. Non potrei farlo serenamente per due motivi: che l'hanno scritto sti due signori e che ha ricevuto forti attenzioni dai media e dall'ambiente politico.
Citazione:
son tutti uguali. son tutti dei ladri e dei malfattori. nessuno escluso.

Molto probabile.
Citazione:
e tutti si meriterebbero la forca e il linciaggio, compresi di parenti e affini.

Ohibò
Citazione:
ma per fortuna loro, noi gente comune, noi semeplici cittadini, noi persone perbene e educate, siam molto piu'propensi a rispettare le leggi e la Morale, che loro.

No, secondo me ce la giochiamo alla pari... anzi, siamo avvantaggiati "noi"!
Citazione:
cio' non toglie che si meritino, tutti, il piu' elevato disprezzo e schifo.

e non fare il qualunquista

clausneghe
Inviato: 4/6/2007 21:17  Aggiornato: 4/6/2007 21:25
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 17/4/2006
Da: nordcentro
Inviati: 1679
 Re: Romano Prodi fra fischi e fiaschi
Alla fine Romano Prodi è l'altra faccia della stessa medaglia...

Tanto più pericolosa perchè sembra bonacciona.

Ma non dimentichiamoci il suo passato sempre al servizio dei poteri "veri"

non dimentichiamoci dei suoi incontri sul "Britannia" o al C.F.R piuttosto che al Bildenberg o al Club di Roma..

E' uomo della Golden Sachs con l'agggravante di essere un ex democristiano già alla guida (rovinosa) dell'IRI con i passati regimi..

E' un uomo buono per tutte le stagioni purchè lo si lasci lavorare per i suoi padroni che sono, guarda caso i "soliti noti" magari muniti di scodella..

Infatti, mentre non mostra nessuna fretta per mettere ordine nelle cose che non vanno in questo stramaledetto paese Italiota
è stato rapidissimo a svendere la base Dal Molin , a ratificare il contratto per l'acquisto di 113 caccia F35 dal costo a carico del contribuente di 100.000.000 di euro cadauno, a dare l'imput per il TAV , a rifinanziare le "missioni di pace" che di pace non hanno proprio niente se non quella eterna che procurano a chi le subisce...

La sua solidarietà non và ai deboli tipo operai disoccupati o precari e via dicendo, ma va guarda caso ai "servi dello stato" impegnati con il manganello a difendere questo regime traballante e marcio fino alle fondamenta...

Prodi assieme al Bertinotti e al d'Alema è quanto di peggio poteva capitare a questo sciagurato Paese dei cachi...

Non rimpiango il baluba venditore di fumo e peggio, che cordialmente detesto anche se aveva il merito di farsi vedere per quel che era a differenza di questi cialtroni di pseudo-sinistra che hanno tradito su tutto
interessati soltanto a far durare la legislatura almeno per il tempo necessario a far maturare la loro ricca pensione da deputati..

Alla faccia di chi la pensione se l'è vista scippare.

Linucs
Inviato: 4/6/2007 21:43  Aggiornato: 4/6/2007 21:43
Sono certo di non sapere
Iscritto: 25/6/2004
Da:
Inviati: 3996
 Re: Romano Prodi fra fischi e fiaschi
"Raga! Una domanda. Com'è che i terroristi cattivi non l'hanno fatto affondare al volo, questo Britannia?"

vulcan
Inviato: 4/6/2007 21:57  Aggiornato: 4/6/2007 21:57
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 29/1/2005
Da: Sardigna
Inviati: 2092
 Re: Romano Prodi fra fischi e fiaschi
Se vai a dormire con una coperta troppo corta,come ha fatto Prodi,
ti copri i piedi oppure la testa...

questo governo se non morirà di fischi morirà di fiaschi , o viceversa ...
e quello che ci aspetta al varco non è per niente roseo ..

"Indaga le parole a partire dalle cose e non le cose a partire dalle parole." Misone
redna
Inviato: 4/6/2007 22:03  Aggiornato: 4/6/2007 22:03
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: Romano Prodi fra fischi e fiaschi
@ambra
- lo scorso governo non l'ha data lo scorso governo. Il governo scorso ha detto che la base si faceva probabilmente perchè sapeva che perdeva le elezioni e chi vniva dopo si grattava il tutto.
Questo governo non si è trovato un "contratto" e poteva fare quello che prevedeva il programma della sinistra. Rivedere le servitù militari ameicane e non avallarne a priori delle altre.
E' ora infatti che questo governo lo si accusa di mancanza di serietà, perchè non ha rispettato gli impegni presi con gli elettori.
Ha fatto quello che faceva più comodo. E' anche diventato lo zerbino degli USA perchè nemmeno loro avevano chiesto a prodi tanto.
E pr quanto riguarda i contratti per le servitù militari ci sarebbe anche qui da rivedere il tutto. Non sono nè accordi bilaterali o addirittura accordi e basta.Ma come tutti gli accordi se si ha un minimo di coerenza verso se stessi, lasciando perdere gli elettori, si possono rivedere in ogni momento.
La genta protesta ora perchè quelli che li ha messi nella merda con la prima base USA ora non ci sono più e da loro non possono più avere favori. E' chiaro che capiscono che sono stati gabbati. E che ci rimettono.
Perchè non ci sono arrivati prima?
Perchè gli americani non erano come ora, e gli si poteva credere, cosa che ora è da scartare a priori.
E lo stato italiano è diventato come gli americani. Inaffidabile.

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
rumenta
Inviato: 4/6/2007 22:27  Aggiornato: 4/6/2007 22:27
Mi sento vacillare
Iscritto: 25/1/2006
Da: Repubblica di Genova
Inviati: 801
 Re: Romano Prodi fra fischi e fiaschi
Al di là delle opinioni politiche, solo un'osservazione: la base di Vicenza l'ha data lo scorso governo, quetso si è trovato un vero e proprio "contratto" da rispettare e se non lo avesse fatto lo si sarebbe accusato di mancanza di serietà se non peggio.

una domanda mi sorge spontanea:
ma se il governo che viene dopo ha un "contratto" da rispettare...... a cosa cazzo serve cambiare governo???????????????????

Curioso comunque che la gente protesti ora con tanta partecipazione e non se la prenda invece con chi nella m...a ce li ha messi.

altra domanda:
non è che protestano con tanta partecipazione anche perché si sentono traditi da un governo che non è di "sinistra" ma solo "sinistro"???



"La verità dev'essere brutale, violenta, armata ed arrabbiata. Altrimenti soccombe."
maurixio
Inviato: 4/6/2007 22:59  Aggiornato: 4/6/2007 22:59
Mi sento vacillare
Iscritto: 13/4/2007
Da:
Inviati: 333
 Re: Romano Prodi fra fischi e fiaschi
come l'11 9 73 ?

questa gente non se ne vergognerebbe affatto!

Arcadia
Inviato: 4/6/2007 23:00  Aggiornato: 4/6/2007 23:00
Ho qualche dubbio
Iscritto: 5/5/2007
Da:
Inviati: 122
 Re: Romano Prodi fra fischi e fiaschi
@ Daste

Si, ma che c'entra Garibaldi??

Se vai a rileggerti il Risorgimento (o, ancor meglio ancora "Garibaldi" di Jasper Ridley), capirai perche' succede quello che succede oggi. Puoi cambiare i nomi di Cavour, Vittorio Emanuele II e compagnia in quelli moderni e vedrai che il filo conduttore e' sempre lo stesso. E' allora che e' nato lo "spirito DC", noi ci trasciniamo ancora quell'eredita', moltiplicata per 100.

Garibaldi (magari avessimo oggi un uomo come lui, onestissimo, idealista e allo stesso tempo gran stratega) fu usato in lungo e in largo, e lui lo capiva benissimo, ma cerco' sempre, anche a rischio della propria vita, di essere coerente coi suoi ideali e con la sua coscienza, cose di cui quelli del governo (ieri come oggi) erano alquanto sprovvisti.

maurixio
Inviato: 4/6/2007 23:02  Aggiornato: 4/6/2007 23:02
Mi sento vacillare
Iscritto: 13/4/2007
Da:
Inviati: 333
 Re: Romano Prodi fra fischi e fiaschi
ho fatto un casino,...... mi riferivo alla mail dal Venezuela contenuta in questa discussione firmata "redazione"

Bambooboy
Inviato: 4/6/2007 23:32  Aggiornato: 4/6/2007 23:37
Mi sento vacillare
Iscritto: 27/12/2006
Da:
Inviati: 535
 Re: Romano Prodi fra fischi e fiaschi
@daste
Citazione:

L'ho citato anch'io ma non l'ho letto

? bhe? che aspetti? leggilo!

[rumenta
Citazione:

una domanda mi sorge spontanea:
ma se il governo che viene dopo ha un "contratto" da rispettare...... a cosa cazzo serve cambiare governo???????????????????


a mantenere vivo il giochino delle elezioni, cos' gli elettori gli elargiscono la quinquennale assoluzione, e intanto continuare ad intascare un saaaacccccoooo di soldi?

daste
Inviato: 5/6/2007 2:26  Aggiornato: 5/6/2007 2:26
Ho qualche dubbio
Iscritto: 22/4/2006
Da: Sessa Cilento (SA) / Torino / Helsinki
Inviati: 123
 Re: Romano Prodi fra fischi e fiaschi
@Arcadia:

ma veramente dici? Se è così ti consiglio una sana lettura

ectobius
Inviato: 5/6/2007 8:37  Aggiornato: 5/6/2007 8:37
Ho qualche dubbio
Iscritto: 9/1/2007
Da:
Inviati: 205
 Re: Romano Prodi fra fischi e fiaschi
Se è vera, ed è vera!, l’osservazione Churchill, nel nostro parlamento, in minuscolo, dovrebbero esserci circa cento persone per bene contro cento malfattori, e ottocento rappresentanti di un paese, in minuscolo, di poveri di cultura e di intelletto, fanatici di telefonini e calcio, maleducati senza cultura e che la televisione tende a rendere sempre più stupidi.
Questo è il risultato del fascismo moderno (molto più pericoloso del fascismo storico che, lo diceva Pasolini, ed è vero!, non riuscì mai a sopprimere la cultura delle classi popolari) che è riuscito nell’impresa di egemonizzare e omogeneizzare il popolo sui valori dell’individualismo consumistico edonistico.
Quale programma politico potranno mai realizzare cento persone per bene contro novecento rappresentanti di questo popolo massificato, e che hanno come unico scopo l’interesse personale e che se ne fottono del bene comune?
E anche noi siamo dei buoni allevati al qualunquismo, e facciamo di tutta l’erba un fascio. Incapaci di operare distinzioni meniamo fendenti, chi ci incappa ci incappa, e infine subiamo tutto il marcio del sistema lamentandoci senza dignità.
Abbandoniamoli! Non legittimiamo più col nostro voto! Contiamoci, almeno.
E se tanto non costituirà uno shock in grado di riformare il sistema politico, non avremo peggiorato la situazione. Ma almeno ne avremo guadagnato in dignità.

Infettato
Inviato: 5/6/2007 9:35  Aggiornato: 5/6/2007 9:35
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 23/11/2006
Da: Roma
Inviati: 1499
 Re: Romano Prodi fra fischi e fiaschi
ectobius

Abbandoniamoli! Non legittimiamo più col nostro voto! Contiamoci, almeno. E se tanto non costituirà uno shock in grado di riformare il sistema politico, non avremo peggiorato la situazione. Ma almeno ne avremo guadagnato in dignità.


Ho copiato da un forum interessante ancora tutto da leggere.....credo sia pertinente anche quì, ringrazio orkid che ha lincato e mi scuso per aver usato il suo post.

---------------------------------------------------------------------------------

Svuotare i corridoi del potere

Dice un vecchio adagio: "Non votare, serve solo ad incoraggiarli". Vero, ma molte nazioni hanno reso obbligatorio il voto, e quelli che non lo danno assumono i colori della "maggioranza" quando meno di un quarto della popolazione si suppone abbia conferito loro un mandato. Dico "si suppone", perchè spesso la bilancia viene fatta pendere più dalla parte di quelli che votano contro qualcuno, piuttosto che da quelli che votano per qualcuno. Molti di quelli che oggi non votano, lo fanno (o non lo fanno) a causa del disgusto per tutta la sciarada, ma il sistema li conta semplicemente come apatici, ignorando il loro non-voto. Intanto il sistema va avanti come se tutto andasse secondo i piani, e un partito viene messo al lavoro per trovare il modo di far sì che più persone apprezzino il valore del voto.
Gran parte della nuova genia degli attivisti "morbidi", in Gran Bretagna, ha trovato il modo di irretire e confondere lo Stato nelle sue stesse leggi e regolamenti contorti, che deve regolarmente infrangere per poter avere a che fare con i contestatori. Notate quanto spesso le accuse vengono lasciate cadere poco dopo l'arresto. Forse c'è un modo per usare il "sacro" diritto di voto come uno strumento per togliere potere allo Stato. Forse c'è un modo per ritrattare del tutto il mandato del popolo. Che cosa succederebbe se ci fosse un modo per votare contro, invece che per sceglirne uno dalla selezione offerta?
Ebbene, ne ebbi un'idea alcuni anni fa, il cui ricordo mi è tornato in mente scrivendo questo libro. Fu il risultato di un impegno che mi assunsi con il mio eccentrico amico Rainbow George una notte. In qualche modo convinse me, un apolitico convinto, ad accettare di lanciare un partito politico di qualche genere alla prossima conferenza stampa della sua Rainbow Alliance. Erano coinvolte le elezioni politiche locali, e George continuò telefonandomi per ricordarmi la mia promessa.
Mentre la data fissata si avvicinava, mi concentrai sul problema una sera e schizzai l'abbozzo di un programma che sembrasse meritare il voto. In seguito fu chiamato il Partito Nessun Candidato (No-Candidate Party) e io divenni "Gregory Sams, non aspirante al parlamento". Stampai un comunicato stampa e dei biglietti da visita con la dicitura "De-attivista politico" stampato sotto il mio nome. La cosa fu menzionata in alcuni giornali e ci fu un'intervista radiofonica, ma all'epoca non si andò oltre.
Questo partito potrebbe essere ribattezzato come il Partito dei Posti Vuoti (Bare Seat Party) oppure Partito NOTA (None Of The Above) [Nessuno di quelli sopra N.d.T.). La sede del partito avrebbe contratti standard impegnativi firmati da ogni aspirante candidato. Questo contratto di una sola pagina dovrebbe essere qualcosa del genere: "Io mi impegno, qualora fossi eletto, a non partecipare mai ad alcuna sessione del Parlamento, a non votare mai su alcuna proposta e a non svolgere alcuna delle mansioni attinenti a questa carica. Mi impegno a non incassare alcuna forma di pagamento per questo lavoro sotto forma di stipendio, salario o remunerazione dallo Stato, a non reclamare diritti di trasferta, spese o lavori per parenti, amici ed estranei".
Ogni voto per il Partito dei Posti Vuoti sarebbe un voto per un politico in meno, spedito con un brivido giù per i corridoi del potere, seguito da un fremito fastidioso se anche un solo posto in Parlamento dovesse essere liberato in questo modo. E' un voto contro tutti i partiti usualmente in competizione per il potere. Impedisce anche a chiunque di sostenere che non votate solo perchè siete troppo pigri o apatici per prendere parte all'eccitante processo di scegliere un sacco di nuovi volti per creare ancora più leggi e infrangere tutte le promesse impossibili per i prossimi anni, per quanti siano.
Questo nuovo partito non viene presentato come una specie di tecnica estrema per sradicare lo Stato, ma come una parte semplice ed efficace per fare in modo che il processo vada avanti - un catalizzatore e uno stimolo per altre azioni più importanti e rilevanti che non si possono determinare in questo momento. Potrebbe anche spingere il mondo degli affari e la comunità in generale a iniziare a costruire alternative funzionanti a quel 20% del lavoro dello Stato che è essenziale alla nostra società. Un politico in meno non è una gran cosa in sè, ma il fatto che venga mandato via col voto e non con una pallottola o una bomba è una cosa davvero nuova nel mondo politico, e un segnale per coloro che ne fanno parte che farebbero meglio a iniziare a cercarsi un vero lavoro per il futuro a medio-termine.
I suggerimenti presentati fin qui trasformerebbero il voto in un potente segnale allo Stato e una garanzia che non sarete mai male rappresentati dal vostro candidato. Un voto per il Partito dei Posti Vuoti invia il più forte messaggio possibile allo Stato sul fatto che ne abbiamo delle loro pagliacciate e che il loro potere sta calando.
NOn esiste alcun Partito dei Posti Vuoti nel momento in cui scrivo, e l'autore non è competente nè esperto nella creazione di simili strutture. Il concetto è molto semplice e potrebbe in teoria essere applicato ovunque nel mondo.

Declino ogni responsabilità: per il loro bene e felicità, come per i nostri, tutti i lettori sono avvisati di non immischiarsi in faccende politiche, e di non candidarsi mai per cariche pubbliche.

Dal manifesto del No-Candidate Party:

"E' più che non votare, è votare per nessuno di loro!
La nostra affiliazione è costituita da persone che ora comprendono che la destra e la sinistra sono entrambe ali dello stesso uccello - che per quanto si vada lontano a destra o a sinistra o se si opti per il centro - L'UCCELLO NON VOLA!
Il nostro programma non è complicato: no alla politica. Vota per noi se non vuoi attivamente essere rappresentato dagli stravaganti e dai lunatici che danno ad intendere di governare il paese. Tutto quello a cui aspiriamo è di riavere indietro i nostri risparmi. Non prosciugheremo, controlleremo o manipoleremo l'economia.
UN VOTO PER UN BUROCRATE IN MENO.

Tratto dal libro "Fuori dalla Norma" di Gregory Sams

---------------------------------------------------------------------------------------

Sono a due turni di astinenza....non c'è due senza tre , ma nel caso si potesse verificare qualcosa di simile... tornerei volentieri ad esprimermi.

Infettato dal morbo di Ashcroft
---------------------------------------------
Quando ci immergiamo totalmente negli affari quotidiani, noi smettiamo di fare distinzioni fondamentali, o di porci le domande veramente basilari. Rothbard
Orwell84
Inviato: 5/6/2007 10:19  Aggiornato: 5/6/2007 10:19
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 7/3/2006
Da: Ground Zero
Inviati: 1114
 Re: Romano Prodi fra fischi e fiaschi
Citazione:
"Raga! Una domanda. Com'è che i terroristi cattivi non l'hanno fatto affondare al volo, questo Britannia?"


Non c'erano ancora gli ipod?

Linucs
Inviato: 5/6/2007 10:51  Aggiornato: 5/6/2007 10:51
Sono certo di non sapere
Iscritto: 25/6/2004
Da:
Inviati: 3996
 Re: Romano Prodi fra fischi e fiaschi
Questo è il risultato del fascismo moderno (molto più pericoloso del fascismo storico che, lo diceva Pasolini, ed è vero!, non riuscì mai a sopprimere la cultura delle classi popolari) che è riuscito nell’impresa di egemonizzare e omogeneizzare il popolo sui valori dell’individualismo consumistico edonistico.

Eccerto, l'individualismo, salvo poi mettersi in fila a mendicare welfare e fantasiosi diritti.

sick-boy
Inviato: 5/6/2007 12:04  Aggiornato: 5/6/2007 12:04
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 18/10/2006
Da: Leith
Inviati: 2710
 Re: Romano Prodi fra fischi e fiaschi
Attenzione a chi cavalca il malcontento

Infettato
Inviato: 5/6/2007 13:52  Aggiornato: 5/6/2007 13:52
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 23/11/2006
Da: Roma
Inviati: 1499
 Re: Romano Prodi fra fischi e fiaschi
Ciao sick-boy

Attenzione a chi cavalca il malcontento

Assolutamente si!

La direzione del "malcontento" indica una sola strada... ...
stiamo parlando della stessa cosa?

Infettato dal morbo di Ashcroft
---------------------------------------------
Quando ci immergiamo totalmente negli affari quotidiani, noi smettiamo di fare distinzioni fondamentali, o di porci le domande veramente basilari. Rothbard
sick-boy
Inviato: 5/6/2007 14:05  Aggiornato: 5/6/2007 14:17
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 18/10/2006
Da: Leith
Inviati: 2710
 Re: Romano Prodi fra fischi e fiaschi
Citazione:
stiamo parlando della stessa cosa?


si

ciao

jataka
Inviato: 5/6/2007 14:37  Aggiornato: 5/6/2007 14:37
Ho qualche dubbio
Iscritto: 30/5/2006
Da: casa mia
Inviati: 292
 Re: Romano Prodi fra fischi e fiaschi
mah, sono stato tra i iù accesi fautori dell'attuale governo (non fosse altro che x eliminare temporaneamente il nano), ma sono riamsto dubbioso su una serie di scelte e direzioni prese, poi, dopo aver letto certe cose, tipo questa su Repubblica http://www.repubblica.it/2007/06/sezioni/economia/visco-gdf/patto-oscuro/patto-oscuro.html
credo che la fiducia si stia sciogliendo

Ho accarezzato il cielo con la mano. Era terso, un azzurro fantastico che diceva: senti come sono morbido. Lo era davvero e ho deciso di sdraiarmici sopra. E mi sono ritrovato in volo, trasportato dal respiro del cielo stesso verso l’ultimo orizzonte, ...
lonegunmen
Inviato: 5/6/2007 14:42  Aggiornato: 5/6/2007 14:42
Ho qualche dubbio
Iscritto: 3/10/2006
Da:
Inviati: 36
 Re: Romano Prodi fra fischi e fiaschi
QUI il video integrale della contestazione da parte del movimento "NO DAL MOLIN" a Prodi.

Vi invito anche a leggere questa interessante relazione sulla base PLUTO situata sempre a Vicenza sotto i colli berici: SITE PLUTO

Saluti a tutti!!!

cocis
Inviato: 5/6/2007 16:17  Aggiornato: 5/6/2007 16:17
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/1/2006
Da: V
Inviati: 1430
 Re: Romano Prodi fra fischi e fiaschi
prodi si frega anche il 5 x 1000




.

Citazione:
Il governo precedente inseri il 5 per mille per gli enti e il governo attuale ha messo un tetto massimo a quanti soldi prenderanno. La parte eccedente non si sa neanche dove andrà a finire
Il tetto previsto è circa la metà della somma che gli italiani hanno versato lo scorso anno e calcolando che in questo anno dovrebbero versare di più..

redna
Inviato: 5/6/2007 16:21  Aggiornato: 5/6/2007 16:21
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: Romano Prodi fra fischi e fiaschi
jataka

bisognerebbe capire che cosa è "la natura della corrente in cui siamo immersi".
A meno che non abbia a che fare con le ultime indagini del pm di potenza...
Si capisce che i politici non agiscono affatto liberamente.

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
apocalisse
Inviato: 5/6/2007 19:15  Aggiornato: 5/6/2007 19:15
Ho qualche dubbio
Iscritto: 4/6/2007
Da:
Inviati: 47
 Re: Romano Prodi fra fischi e fiaschi
probabilmente questo paese non può reggere più di 50-60 anni consecutivi senza una guerra interna, civile o militare, una rivoluzione, una peste, una carestia, una dittatura, una disgrazia, che spiani la strada ad un periodo altrettanto lungo di crescita ed indebitamente partendo da una situazione di pacificazione su macerie...in che direzione andiamo?
repubblica, che pare si stia accodando alla moda complottista (sperando che passi?) oggi dedicava ben tre articoli a:
1-orgasmi di intersezioni politica-esercito-servizi
2-emergere (risorgere? o semplicemente ce ne stiamo accorgendo solo ora che non è mai scomparso...) di una specie di P2
3-woodcock che richiede ai prefetti gli elenchi dei massoni
se qualcuno ha idea di dove stiamo andando (fra le ipotesi descritte al primo paragrafo naturalmente) e mi spiega come la vede gliene sarei grato...
io preferirei un'epidemia sinceramente, ma sembra che ai piani alti non la pensino così...chissà cosa si pensa ai pian altissimi (usa)?

pensa intergalattico, agisci interplanetario
redna
Inviato: 5/6/2007 20:11  Aggiornato: 5/6/2007 20:11
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: Romano Prodi fra fischi e fiaschi
quello che si pensa ai piani altissimi lo sapremo a breve.
Ora che l'air-force-one è atterrato e comincia a lanciar strali a destra e a manca, prima dicendo che i missili sono solo per la difesa delll'europa, poi capendo che nessuno gli credeva, ha sgridato la russia...
Ma anche la condoleeza dice chiaramente (altrenotizie.org) che la russia ha la superiorità sullo scudo antimissile e che bisogna stare attenti.

Qualcuno ha idea di dove stiamo andando?
Non sono spiegazioni li mie ma semplici constatazioni.
Non si è mai riusciti a trovare fino in fondo il perverso filo della P2 e delle istituzioni.Non appena si arrivava a qualcosa c'era sempre qualcuno o qualcosa che arrivava d'intralcio.
Ora che un pm prende in mano questo filo, mai tranciato, fa supporre che oltre alla P2 si sia aggiunta qualcosa d'altro che ostacola palesemente la vita democratica (o quel che rimane...).
I nomi di alcune persone iscritte li sappiamo, non sappiamo però i mandanti. Ma quando ci si scomoda in un momento così delicato per arrivare nel belpaese dal nord-america fa supporre che le "colonie" sono in subbuglio.

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
Arcadia
Inviato: 5/6/2007 20:48  Aggiornato: 5/6/2007 20:48
Ho qualche dubbio
Iscritto: 5/5/2007
Da:
Inviati: 122
 Re: Romano Prodi fra fischi e fiaschi
@ daste

Di "sane" letture ne ho viste parecchie: si chiamano revisionismo storico, ovvero, stessi fatti, taglio "nuovo", riveduto e corretto come fa piu' comodo a un certo tipo di ideologie. Succede spesso, ad esempio, con la resistenza in Italia.

E se su Garibaldi ti sei letto solo questo, ti consiglio di leggere anche il resto, inclusi i suoi romanzi e i suoi diari, le lettere dei contemporanei, tipo J. White Mario, A. Dumas, i documenti originali sulla guerra di Rosas, e molto molto altro.

Se poi si vuole per forza vedere le cose sotto una certa luce, non c'e' verita' che tenga.

redna
Inviato: 5/6/2007 21:59  Aggiornato: 5/6/2007 21:59
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: Romano Prodi fra fischi e fiaschi
@arcadia

non si tratta di vedere le cose sotto una certa luce.
Ci sono delle persone che scrivono in una maniera di un personaggio, delle altre che scrivono biografie diverse.
Poichè nessuno di noi c'era bisogna fidarsi sia delle une sia delle altre biografie. La verità è una ma ci sono molte sfaccettature da tener presente...
Almeno che tu non sia stata anche in quell'epoca per dare informazioni precise ...
In macanza di questo c'è da considerare che garibaldi non sia stato per nulla una brava persona.

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
daste
Inviato: 5/6/2007 23:12  Aggiornato: 5/6/2007 23:12
Ho qualche dubbio
Iscritto: 22/4/2006
Da: Sessa Cilento (SA) / Torino / Helsinki
Inviati: 123
 Re: Romano Prodi fra fischi e fiaschi
@ arcardia

No, questa non te la concedo! Che si voglia eloggiare un signor massone (e questo è certo) che a capo di mille tra i peggiori elementi dell'italia del tempo (uno tra i tanti, carmine crocco, divenuto poi il più famoso brigante), supportato da potenze straniere (o vogliamo credere che lo stato allora più potente d'italia sia semplicemente "stato lì a guardare"?) abbia riunificato l'italia tra la gioia e il tripudio della popolazione, questo non lo concedo affatto!

Sono disposto a ricredermi solo fatti alla mano e con argomentazioni serie.

Arcadia
Inviato: 5/6/2007 23:34  Aggiornato: 5/6/2007 23:34
Ho qualche dubbio
Iscritto: 5/5/2007
Da:
Inviati: 122
 Re: Romano Prodi fra fischi e fiaschi
@ redna

<In macanza di questo c'è da considerare che garibaldi non sia stato per nulla una brava persona>

Lo dici come se fosse un dato di fatto scontato, mentre e' solamente una tua personale opinione (basata su cosa???).

Arcadia
Inviato: 5/6/2007 23:41  Aggiornato: 5/6/2007 23:44
Ho qualche dubbio
Iscritto: 5/5/2007
Da:
Inviati: 122
 Re: Romano Prodi fra fischi e fiaschi
@ daste

<Sono disposto a ricredermi solo fatti alla mano e con argomentazioni serie>

Lo dici, ma non ci credi tu stesso e non ci credo nemmeno io.
Altrimenti, ti documenteresti meglio. Come ho fatto io.

<supportato da potenze straniere>

Scusami, ma quello che stai scrivendo appare semplicemente amatoriale, specie dal punto di vista di chi ha compiuto studi speciali e molto approfonditi su quell'epoca.

inoltre, <eloggiare> = si scrive elogiare, con una sola g.

redna
Inviato: 5/6/2007 23:56  Aggiornato: 5/6/2007 23:56
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: Romano Prodi fra fischi e fiaschi
@arcadia

trovo strano tu che sai tutto su garibaldi mi dici che io lo do per scontato che non è una brava persona...
ma tu che biografie leggi?
e ti ripeto: c'eri?
che sia una mia personale opinione non è un dato di fatto.
Te la do per buona per la russia perchè è vero che non ci sono stata, anche se trovo un pò arrogante il tuo modo. Che ne sai di dove sono stata io?
Tornando a garibaldi leggiti ben bene tutte ripeto tutte le biografie e vedrai che il mio non è una mia personale opinione.
Siccome non ho mezz'ore da perdere con questa concludo.

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
Arcadia
Inviato: 6/6/2007 0:25  Aggiornato: 6/6/2007 0:25
Ho qualche dubbio
Iscritto: 5/5/2007
Da:
Inviati: 122
 Re: Romano Prodi fra fischi e fiaschi
@ redna

Se io pecco di arroganza, di certo non sono l'unica

permettimi di dire questo:
se tu avessi letto TUTTE le biografie di Garibaldi, ho qualche dubbio sul fatto che daresti giudizi cosi' univoci e definitivi, tipo - zac! - cosi' ho detto e cosi' e'.

Hai letto anche il Garibaldi di Jasper Ridley (Storiografo moderno che e' andato personalmente in America Latina a raccogliere documenti di prima mano), oppure Villari, oppure contemporanei di G., come Jessie White Mario o Alessandro Dumas ? Hai letto gli scritti dello stesso G., come ad esempio i suoi romanzi, i suoi diari? Hai letto gli articoli pubblicati sui giornali londinesi dell'aprile 1864 in riferimento alla visita di G. da quelle parti? Hai letto quello che hanno scritto, che so, sir Alfred Tennyson, Poet Laureate, o J. Cameron, fotografa dell'epoca? E via dicendo?....

Lo chiedo non per arroganza, perdonami, ma solo per mera curiosita', perche' ci sono cose che non mi quadrano.
Forse mi sono persa qualche documento?

daste
Inviato: 6/6/2007 3:43  Aggiornato: 6/6/2007 10:39
Ho qualche dubbio
Iscritto: 22/4/2006
Da: Sessa Cilento (SA) / Torino / Helsinki
Inviati: 123
 Re: Romano Prodi fra fischi e fiaschi
@ arcadia

Citazione:
<Sono disposto a ricredermi solo fatti alla mano e con argomentazioni serie>

Lo dici, ma non ci credi tu stesso e non ci credo nemmeno io.

Credo che se se sono nel torto non sono uno che si mette le dita negli occhi
Citazione:
Altrimenti, ti documenteresti meglio. Come ho fatto io.

Eccerto... come ti documenti tu è sicuramente meglio di come faccio io...
Citazione:
<supportato da potenze straniere>

Scusami, ma quello che stai scrivendo appare semplicemente amatoriale, specie dal punto di vista di chi ha compiuto studi speciali e molto approfonditi su quell'epoca.

Senti, oggi ho avuto una bella discussione con uno che ha fato "studi speciali e molto approfonditi" su israele e che sicuramente ne sa più di me, ma ha avuto il barbaro coraggio di dire che fanno bene a trattare i palestinesi come fanno perché "quelli hanno la cultura del terrore".

Non è assolutamente per accusarti di fare lo stesso, ma semplicemente per avvisarti del fatto che le opinioni sono personali, mentre i fatti sono oggettivi. Se la mettiamo sul piano dei fatti bene, altrimenti lascia stare.

E poi, visto che hai fatto questi studi speciali, sulla sinistra c'è scritto da dove vengo / dove vivo.
Ti evocano niente i due nomi?
Citazione:
inoltre, <eloggiare> = si scrive elogiare, con una sola g.

Ah beh, se sono queste le inesattezze...

EDIT: un'inesattezza c'è nel mio post precedente, e pure vistosa, ma il senso del discorso non cambia.

redna
Inviato: 6/6/2007 14:50  Aggiornato: 6/6/2007 14:50
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: Romano Prodi fra fischi e fiaschi
@arcadia

quando viene fatta una biografia si riuniscono dei documenti delle persone e dei fatti testimoniati da persone in vita.
Ora questi fatti possono essere letti in diverse ottiche.
Teniamo presente che di solito una biografia si fa quando la persona non c'è più e quindi non è lei stessa che corregge o che aggiunge.
Se chi fa la biografia è un bravo biografo-scrittore allora viene dato al personaggio un certo valore, volto sostanzialmente a farne uscire una figura quasi mitica.
Ci potrebbe essere anche chi abbia conosciuto la persona di cui si fa la biografia, ma non essendoi considerato un bravo biografo allora passa in secondo luogo e quello che scrive, anche se vero, perde di valore.
Nel caso di garibaldi ci sono molti punti controversi.
Da cronologia.it traggo che: per Cavour: ne diffidava, per Mazzini: era un traditore, per Vittorio Emanuele" ho liquidato rapidamente la sgradevolissima faccenda garibaldi sebbene, siatene certo, questo personaggio non è affatto docile, nè così onesto come lo si dipinge..."
(lettera del re a cavour)
Questi sono i personaggi dell'epoca che lo descrivono.
Perchè più tardi si sia tanto elogiato questo personaggio sarebbe interessante capirlo.

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
shevek
Inviato: 6/6/2007 15:31  Aggiornato: 6/6/2007 15:31
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 27/4/2005
Da: Napoli
Inviati: 1249
 Re: Romano Prodi fra fischi e fiaschi
Salut y Libertad a todos...


Esisteva un tempo il detto "parlar male di Garibaldi" per intendere il voler parlar male di qualcuno a tutti i costi, anche quando non ci sono dati oggettivi. Il detto derivava certamente dalla notevole, massiccia e pervasiva lettaratura apologetica sul personaggio. Oggi, indubbiamente, l'immagine del personaggio è indagata con maggiore attenzione ed una serie di tratti oscuri sono usciti fuori.

Nulla da dire su tutto ciò. Quello che non mi piace della cosa è la fallacia della "parte per il tutto" - in altri termini, attaccando prassi ed ipotesi politiche di Garibaldi ed altri personaggi di primo piano del cosiddetto "Risorgimento", si sottintende spesso l'attacco ad una miriade di persone che, invece, avevano ben altro spessore morale e progettualità politiche ben diverse da quelle sabaudico e/o massoniche. Prendiamo, per esempio, la figura di Pisacane (che anche il link che ricostruisce la vita di Garibaldi non riesce seriamente ad intaccare, gli riconosce di fatto una diversità e lo dipinge come vittima di Mazzini); ma non è certo la sola.

Il risorgimento nella storiografia viene appiattito completamente sui suoi risultati finali; si tratta della stessa cosa che accade alla Rivoluzione Russa, dove la dittatura leninista/stalinista ed il capitalismo di Stato sono una chiave di lettura assolutizzante che nasconde una serie di dinamiche reali ben diverse. Come diceva Montanelli a chi gli chiedeva perché lui, uomo notoriamente di destra, si definisse "bolscevico", i bolscevichi sono quelli che hanno ucciso più comunisti al mondo...


Shevek

"Il potere è l'immondizia nella storia degli umani" - F. Guccini
www.portadimassa.net - WEB-TV e non solo di Filosofia
Arcadia
Inviato: 6/6/2007 22:55  Aggiornato: 6/6/2007 23:00
Ho qualche dubbio
Iscritto: 5/5/2007
Da:
Inviati: 122
 Re: Romano Prodi fra fischi e fiaschi
@ redna e @ daste

<questo personaggio non è affatto docile, nè così onesto come lo si dipinge..."
(lettera del re a cavour)
Questi sono i personaggi dell'epoca che lo descrivono.>


Appunto!!!
Chi era quel re? E chi era Cavour?... Come avresti voluto che lo giudicassero questi due "personaggi"!?
E perche' Garibaldi avrebbe dovuto essere "docile" e assecondare i loro piani (= radici della DC) per l'italia?

A questo proposito basta guardare ai fatti dell'Aspromonte, nel 1863. Chi fu il traditore, in quell'occasione, se non il caro doppiogiochista Vittorio Emanuele?

Tutto e' molto piu' complesso di come state cercando di presentare la cosa e, francamente, mi stupisco delle vostre fonti.

Mazzini, poi, figuriamoci... Lui che "lottava" per l'Italia standosene all'estero, con la forza del pensiero... Spesso perdeva di vista la realta', la fattibilita' delle cose, al di la' della nobilta' di intenti. E proprio questo era il motivo del diverbio con Garibaldi che non si occupava di teoremi, ma era un uomo d'azione, pratico e realista.

Sai almeno a cosa si riferiva Mazzini parlando di "tradimento" da parte di Garibaldi? Perche', dopo la spedizione dei Mille, dopo aver sconfitto l'esercito borbonico, Garibaldi non aveva proclamato la Repubblica, ma aveva "consegnato" l'Italia a Vittorio Emanuele.

Ma Garibaldi, repubblicano e socialista, capiva che in quel momento non era possibile fare diversamente. Che doveva essere un percorso a tappe.

Forse chi lo critica oggi avrebbe preferito che l'Italia fosse rimasta divisa in tanti stati, sud e nord, col Papa Re al centro... Chissa', magari ce lo meriteremmo.

Comunque, il tema e' OT. Dovremmo aprire una discussione a parte, ma sinceramente ho gia' capito che sarebbe del tutto sterile.

Per me e' superficiale quel che voi sostenete. Per voi e' sbagliato, "arrogante", o quant'altro quello che dico io. Ognuno ha il pieno diritto di pensarla come preferisce e resta radicato nelle proprie idee, informazioni e letture.
Quindi, che senso ha continuare a friggere l'aria?
ma se vi appassiona l'argomento (il che e' comunque encomiabile), scrivetene ancora, io depongo la bandiera.

Auguro a tutti buona permanenza.

redna
Inviato: 6/6/2007 23:15  Aggiornato: 6/6/2007 23:15
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: Romano Prodi fra fischi e fiaschi
@arcadia

non capisco come si sia arrivati a questo punto perchè l'articolo che si commentava era tutt'altro.
Comunque tutto è nato perchè abbiamo detto in diversi che garibaldi non era del tutto una brava persona.
Io ho solo parlato di garibaldi come persona non come l'eroe dei due mondi.
Era la persona che si diceva diversa da quello che comunemente viene riportato e ho anche affermato circa alla stesura delle biografie, che alla fine si è voluto farne un mito.
C'è da considerare che c'è chi ha la possibilità di fare studi più specifici altri invece che fanno solo letture.
Ma perchè deporre la bandiera?

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
Arcadia
Inviato: 7/6/2007 1:59  Aggiornato: 7/6/2007 2:01
Ho qualche dubbio
Iscritto: 5/5/2007
Da:
Inviati: 122
 Re: Romano Prodi fra fischi e fiaschi
@ redna

<Ma perchè deporre la bandiera?>

Sono solo un po' stanca, tutto qui. Non lo siamo tutti, alla sera?
Gli studi "specifici" li faccio per lavoro, oltre che per passione.
E per quanto riguarda Garibaldi... E' un tema OT, eppure, in qualche senso non lo e' mica tanto, quando si parla dell'Italia.

Noi italiani abbiamo questa mania di smembrare e smontare e mettere sotto processo ogni cosa, una qualita' che e' generalmente molto positiva, ma che a volte e' anche autolesionista.

Con lo squallore che ci circonda, perche' non lasciarsi anche andare, alle volte, e concedersi un personaggio caro, umanamente vicino, che sia come una boccata di aria pulita che ti permetta di credere e sperare ancora in questa umanita'?
Che importa, allora, se e' un mito o no? E che male ci sarebbe, se anche davvero lo fosse?

Io, a volte, ho nostalgia. Vorrei poter amare l'Italia di piu', come l'hanno amata, nel male e nel bene, le persone che diedero la propria vita per questo Paese. Vorrei, perche' lo meriterebbe, questa povera terra nostra cosi' bella e cosi' malata. Troppo usata come un kleenex, strappata, tirata di qua e di la'. Dici "patria" e ti viene da ridere, pensi ai bersaglieri e all'inno bruttino dei Mameli...

Forse si dovrebbe rivedere questo concetto di patria, smontarlo e raccoglierlo di nuovo, rimetterlo insieme pezzo per pezzo, senza i partiti, senza le beghe infinite prive di senso (e di risultati) che fanno tanto real reality senza cambiare una virgola, senza mamma tivvu'...
Ricominciamo da tre?
mah...

daste
Inviato: 7/6/2007 6:50  Aggiornato: 7/6/2007 6:50
Ho qualche dubbio
Iscritto: 22/4/2006
Da: Sessa Cilento (SA) / Torino / Helsinki
Inviati: 123
 Re: Romano Prodi fra fischi e fiaschi
@ arcadia

Citazione:

Con lo squallore che ci circonda, perche' non lasciarsi anche andare, alle volte, e concedersi un personaggio caro, umanamente vicino, che sia come una boccata di aria pulita che ti permetta di credere e sperare ancora in questa umanita'?
Che importa, allora, se e' un mito o no? E che male ci sarebbe, se anche davvero lo fosse?

Non è che Garibaldi ha tutte le colpe della situazione italiana odierna, anzi... però è un puro e semplice oltraggio alla decenza che dovunque al sud ci siano enormi statue di personaggi piemontesi dell'epoca che non hanno avuto scrupoli a eliminare o deportare decine di migliaia di cittadini dell'ex regno (non sto parlando chiaramente di Garibaldi, ma comunque anche i nostri "briganti" non hanno rischiato, e perso per di più, la pellaccia?).

E la cosa è ancora più triste pensando a come è stato colonizzato il meridione, a come viene trattato, oggi come ieri, dalla stampa nazionale e dalla politica, dal potere in generale.

La nostra "patria" è tale solo (o forse nemmeno) dalla prima guerra mondiale. E non credo si possa pretendere partecipazione fino a quando alle imprese del nord non viene impedito di collaborare con le organizzazioni criminali del meridione (appalti e rifiuti in primis) e fino a quando una seria politica di sviluppo per il sud venga messa in atto (non le stronzate che si ripropongono in continuazione). Ad esempio (ne sparo una) non mi spiego (eliminando la componente "gombolddisda" e/o fanta-capitalista) per quale motivo si parla sempre di un'Europa in cui siamo in posizione marginale (dalla geografia all'economia alla cultura) invece di rivolgere lo sguardo al mediterraneo, dove potremmo svolgere un ruolo da leader... (l'ho detto che la sparavo)

redna
Inviato: 7/6/2007 14:34  Aggiornato: 7/6/2007 14:34
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: Romano Prodi fra fischi e fiaschi
@arcadia

sarebbe interessante sapere di più su garibaldi.
Non è che io abbia letto molto sul tema e studi approfonditi non ne ho fatto. Ma io dico che è impossibile che un qualsiasi uomo che combatte possa essere nel contempo una persona trasparente.
Ma se ne potrebbe parlare ...va bene essere OT ma se serve per approfondire...
Ci portiamo tante ombre nella nostra storia che far luce sarebbe ne
cesssario...per capire anche il presente...

@daste

il meridione era la parte d'italia più ricca finche qualcuno (che aveva o voleva potere) non l'ha capito e lo ha trasformato nel suddito del nord.
In effetti quando si parlava dell'italia era del sud che si parlava.
Il nord del paese l'ha fatta da padrone con l'industrializzazione, mentre il sud rimanendo fedele alle proprio origini rurali e contadine non poteva soddisfare le esigenze di chi voleva subito che l'italia avesse il cosiddetto decollo.
Quello che è successo con le varie organizzazioni criminali è stato proprio questo. Volevano essere se stessi senza interferenze di altri.
Quando si uccide si diventa assassini, ma rimanere uccisi in un'altra lenta maniera anche questo è assassinio...
E' solo andando a vedere la nostra terra che capiamo che l'italia non è una, ma mille...e nessun governo ha una dignità per governarla.
Il ruolo di leader nel mediterraneo, che geograficamente è nostro, dipende ora anche dalle portaerei che battono bandiere diverse...e che lo considerano anche loro...(a volte esclusivamente loro).

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
daste
Inviato: 7/6/2007 21:55  Aggiornato: 7/6/2007 21:55
Ho qualche dubbio
Iscritto: 22/4/2006
Da: Sessa Cilento (SA) / Torino / Helsinki
Inviati: 123
 Re: Romano Prodi fra fischi e fiaschi
@redna

Citazione:
Il nord del paese l'ha fatta da padrone con l'industrializzazione, mentre il sud rimanendo fedele alle proprio origini rurali e contadine non poteva soddisfare le esigenze di chi voleva subito che l'italia avesse il cosiddetto decollo.

Veramente credo che questo sia solo un altro stereotipo giornalistico: non solo l'Italia, come dici tu, ma anche il meridione non è uno, ma ce ne sono diversi. C'erano (e ci sono ancora) la metropoli napoletana, che insieme alla "Terra di Lavoro", il casertano, aveva punte di eccellenza non indifferenti nell'industria metallurgica, navale e manifatturiera, la montagna lucana e quella che una volta poteva essere definita la "città sparsa" del cilento con un'economia basata sull'artigianato e solo in secondo luogo sull'agricoltura, le coste calabresi e siciliane che vivevano sul commercio, e poi le zone puramente agricole dell'interno della sicilia, del basso lazio e di buona parte della puglia.

Inoltre il piemonte non era per niente quella realtà industrializzata di oggi (chi era più contadino tra il sud e il nord?). Le grosse industrie piemontesi non sono stato altro che le stesse industrie napoletane, sradicate a forza dal territorio in cui sono cresciute e trapiantate al nord. Sui motivi della guerra e dell'impoverimento del Sud poi c'è una sola possibile ragione: i sabaudi erano indebitati fino al collo e il regno delle due sicilie, dato che possedeva un'economia da capogiro (aveva una riserva di lire-ore pari ai due terzi dell'italia intera tanto per dirne una), era un boccone molto succulento.

Ma la parte peggiore di tutta la storia è stato ed è l'assoggettamento al famoso "triangolo industriale" del resto della nazione (dal sud alla sardegna al nord-est). Ed è chiaro che per mantenere in vita questo apparato di "capaci imprenditori" gli sono sempre servite le organizzazioni criminali al sud, una tassazione incredibile in ogni dove e forti operazioni di disinformazione e psico-polizia.

Ora che questi maiali di politici ci stanno pure svendendo tutto quello che ci è costato 150 anni di lavoro e sangue, credo propria che alla fine non ci resteranno nemmeno gli occhi per piangere. Allora l'unità sarà compiuta.

redna
Inviato: 7/6/2007 22:27  Aggiornato: 7/6/2007 22:27
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: Romano Prodi fra fischi e fiaschi
@daste

in tutto questo discorso bisogna tener presente che l'attuale realtà del sud non è che sia del tutto derivata dai piemontesi o dalle rapine perpetrate ai danni del sud ma anche esigenze successive per assoggettare il sud. Teniamo presente che il fascismo aveva del tutto sconfitto la mafia, i padrini erano relegati su impervie isole, si stava cercando attraverso l'amalgama delle varie etnie nazionali di farne una nazione omogenea ma, con l'arrivo degli anglo-americani le cose si capovolsero in modo repentino. Per entrare nel sud l'unico punto di forze era quello di far leva sui rancori della popolazione privata dei vari padrini e attraverso il denaro corrompere tutto e tutti (la stessa cosa la fecero nel sud della francia). Il presente del sud è uguale al nord-est e alla sardegna? Infatti si dice che i veneti sono i terroni del nord....e si vede dal territorio....come viene conciato.

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
daste
Inviato: 7/6/2007 23:18  Aggiornato: 7/6/2007 23:18
Ho qualche dubbio
Iscritto: 22/4/2006
Da: Sessa Cilento (SA) / Torino / Helsinki
Inviati: 123
 Re: Romano Prodi fra fischi e fiaschi
redna, quoto pienamente.

fiammifero
Inviato: 8/6/2007 8:40  Aggiornato: 8/6/2007 8:40
Sono certo di non sapere
Iscritto: 28/2/2005
Da: ROMA
Inviati: 5691
 Re: Romano Prodi fra fischi e fiaschi
Citazione:
Forse chi lo critica oggi avrebbe preferito che l'Italia fosse rimasta divisa in tanti stati, sud e nord, col Papa Re al centro... Chissa', magari ce lo meriteremmo.


Ma basta un nome per fare dell'Italia uno stato unito ?
Qualcuno sà spiegarmi il concetto e valore di "Patria" ?

Citazione:
le cose di cui ci sentiamo assolutamente certi non sono mai vere (Oscar Wilde)
daste
Inviato: 9/6/2007 7:01  Aggiornato: 9/6/2007 7:01
Ho qualche dubbio
Iscritto: 22/4/2006
Da: Sessa Cilento (SA) / Torino / Helsinki
Inviati: 123
 Re: Romano Prodi fra fischi e fiaschi
Citazione:
Ma basta un nome per fare dell'Italia uno stato unito ?

No!
Citazione:
Qualcuno sà spiegarmi il concetto e valore di "Patria" ?

Purtroppo non te lo posso spiegare in termini generali (perché non lo so), ma posso dirti come intendo io questo concetto.

Per me la patria è l'insieme delle persone che abitano un pezzo di terra (spesso senza netti confini) che si distinguono per avere un patrimonio comune e abbastanza ben definito di usi, costumi, tradizioni e modi di pensare. Inoltre credo che la patria non sia sempre strettamente collegata ad una particolare etnia, anche se spesso la componente etnica è molto marcata.

Il valore della patria per me sta proprio nella condivisione di una storia e di una cultura comune, che quasi sempre permette ad ogni componente di "sentirsi a casa" solo in quel pezzo di terra e meglio compreso nei pensieri e nelle azioni solo da quel particolare gruppo di persone.

Per dire una stronzata: nonostante in Italia si parli bene o male l'italiano, se faccio una battuta con una persona proveniente dalla mia zona è molto più probabile che venga capita.

In questi termini non reputo l'Italia una patria, come non reputo una patria il meridione. La mia patria va approssimativamente dal fiume Sele a Maratea e dall'altra parte fino a Metaponto. Potrei chiamarla "Lucania"

redna
Inviato: 9/6/2007 18:13  Aggiornato: 9/6/2007 18:13
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: Romano Prodi fra fischi e fiaschi
cito-
!Qualcuno sa spiegarmi il concetto e valore di "Patria"?

La parola dovrebbe significare terra dei padri.
Ci si sente fratelli perchè accomunati da sentimenti di amore verso la propria terra. Quindi si sta bene dove ci si trova perchè è il luogo di nascita che si sente che ci spetta di diritto.
Questo concetto era più chiaro quando la città rivestiva ancora un alone quasi magico ed è questo che andiamo a vedere nelle varie città d'italia.
Fra le basiliche e i palazzi, le vie e le piazze si trova quello che chi ha abitato prima di noi ha dato. E viene spontaneo chiederci che cosa lascieremo noi?
Monumenti, arti, pensieri, letteratura...
O colate di cemento, palazzoni orribili senza anima, discariche e asfalto dappertutto....
Qualcuno troverà, in futuro, un concetto di patria, in quello che gli abbiamo lasciato?
Penso che debbano rivolgersi ancora agli artisti del rinascimento, a quello che esprimevano e che lasciano ancora nell'anima e ci perdonino per tutto quello che abbiamo barattato in cambio di un mefitico "benessere".

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)

Powered by XOOPS 2.0 © 2001-2003 The XOOPS Project
Sponsor: Vorresti creare un sito web? Prova adesso con EditArea.   In cooperazione con Amazon.it   theme design: PHP-PROXIMA