Informazioni sul sito
Se vuoi aiutare LUOGOCOMUNE

HOMEPAGE
INFORMAZIONI
SUL SITO
MAPPA DEL SITO

SITE INFO

SEZIONE
11 Settembre
Questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego.
 American Moon

Il nuovo documentario
di Massimo Mazzucco
 Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!
 Menu principale
 Cerca nel sito

Ricerca avanzata

TUTTI I DVD DI LUOGOCOMUNE IN OFFERTA SPECIALE


Iraq : Quando arriva la democrazia
Inviato da Redazione il 18/12/2006 3:54:18 (7310 letture)

C'è una differenza abissale - forse incolmabile - fra quello che noi pensiamo che accada in Iraq, o in Afghanistan, e quello che davvero succede, giorno dopo giorno, su un teatro di guerra come quelli.

La nostra percezione della guerra subisce almeno tre filtri, prima di cristallizzarsi in qualche maniera nella nostra mente: il primo filtro è quello di colui che ci racconta le cose, il reporter "embedded" che probabilmente sceglie  già in partenza in maniera da escludere tutto ciò che sarebbe inaccettabile ai nostri occhi. Poi c'è il filtro di chi le immagini le riceve, in America, e le rimette in onda per il mondo intero: direttori di telegiornale strapagati proprio perchè sanno a loro volta modulare, smussare, e confezionare per il proprio pubblico il messaggio comunque "crudo" che arriva dal fronte. Infine c'è il filtro dei nostri occhi e della nostra mente, che di fronte al televisore vogliono vedere e sapere soltanto quello va bene a ciascuno di noi di vedere e di sapere. Quasi sempre molto poco, se non nulla del tutto.

Solo in questo modo è possibile spiegare lo spiazzamento totale che ci coglie nell'osservare il breve filmato  che segue (non ci sono immagini cruente). Anzi, questo filmato ci informa che c'è sicuramente un quarto filtro da tenere assolutamente in conto: quello che devono aver raccontato gli uomini di Rumsfeld a questi poveri soldati americani, per averli ridotti ad agire come agiscono. Si, ho scritto "poveri soldati americani", …



… poichè una scena del genere riesce solo a suscitare tanta compassione: compassione per l'incapacità assoluta di vedere ciò che accade attorno a loro, e di capire cosa stanno facendo al mondo che hanno improvvisamente voluto invadere e trasformare, come se fosse qualcosa che gli appartiene.

Mentre a questo punto gli si può solo augurare di non capire mai il vero motivo per cui sono stati mandati lì, e perchè gli stanno facendo fare quello che fanno. Altrimenti potrebbero davvero impazzire.

Massimo Mazzucco


Voto: 0.00 (0 voti) - Vota questa news - OK Notizie


Altre news
28/11/2015 10:00:00 - Il nuovo sito è pronto
26/11/2015 19:40:00 - Fulvio Grimaldi a Matrix
24/11/2015 11:00:00 - Caccia russo abbattuto dai turchi
22/11/2015 20:20:00 - Ken O'Keefe: "ISIS = Israeli Secret Intelligence Service"
21/11/2015 21:00:00 - L'uomo che uccise Kennedy
19/11/2015 19:00:00 - La solitudine
18/11/2015 21:21:31 - Vladimir Putin - conferenza stampa al summit del G20
17/11/2015 13:50:00 - Dopo Parigi
15/11/2015 22:30:00 - Commenti liberi
14/11/2015 9:40:00 - À la guerre comme à la guerre
13/11/2015 23:00:00 - Nuovi attentati a Parigi
11/11/2015 19:50:00 - Atleti russi dopati, brutti e cattivi
10/11/2015 19:30:00 - Fini, Grillo, Travaglio - e il giornalismo che non fa i conti con sé stesso
9/11/2015 18:30:00 - "Bag it!" Documentario (Ita)
8/11/2015 9:09:03 - Commenti liberi

I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Autore Albero
Freeman
Inviato: 18/12/2006 7:56  Aggiornato: 18/12/2006 7:56
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 31/7/2006
Da: NiggahCity
Inviati: 2092
 Re: Quando arriva la democrazia
Poveri soldati americani?
A me personalmente questi idioti più banditi dei banditi non fanno nessuna compassione.
Si comportano né più né meno come qualsiasi altro esercito di occupazione, le brutalità e gli abusi sono sempre gli stessi, quindi si meritano la reazione dei patrioti che vogliono buttarli fuori.

"Non siamo noi a trovare la Verità. È la Verità a trovare noi. Dobbiamo solo prepararci. Si può invitare un ospite che non si conosce? No. Ma si può mettere la casa in ordine, così che, quando l'ospite arriva, si è pronti a riceverlo e a conoscerlo".
cocis
Inviato: 18/12/2006 9:18  Aggiornato: 18/12/2006 9:18
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/1/2006
Da: V
Inviati: 1430
 Re: Quando arriva la democrazia
sarebbe da mettere quei soldati americani davanti al carro e poi passarci sopra ..
solo per essere andati in iraq per il petrolio e ucciso quasi 1 milione di persone in 3 anni..


spettatore
Inviato: 18/12/2006 9:38  Aggiornato: 18/12/2006 9:38
Mi sento vacillare
Iscritto: 15/11/2004
Da:
Inviati: 883
 Re: Quando arriva la democrazia
"Questo grande male da dove viene?
Come ha fatto a contaminare il mondo?
Da quale seme, da quale radice si è sviluppato?
Chi è l'artefice di tutto questo? Chi ci sta uccidendo?
Chi ci sta derubando della vita e della luce prendendosi beffa di noi, mostrandoci quello che avremmo potuto conoscere; la nostra rovina è di sollievo alla terra, aiuta l'erba a crescere, il sole a splendere.
Questa ombra oscura anche te. Tu hai mai attraversato questo buio?"

da: La sottile linea rossa


Lo spettatore

Citazione:
Non metterti a discutere con un idiota. La gente potrebbe non accorgersi della differenza.
kalpoterni
Inviato: 18/12/2006 9:39  Aggiornato: 18/12/2006 9:39
Ho qualche dubbio
Iscritto: 19/10/2006
Da:
Inviati: 217
 Re: Quando arriva la democrazia
Dici che potrebbero davvero impazzire Mazzucco,chi si comporta come quei soldati nel video non è già impazzito.....?

Cassandra
Inviato: 18/12/2006 9:48  Aggiornato: 18/12/2006 9:48
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 10/5/2006
Da:
Inviati: 1551
 Re: Quando arriva la democrazia
Di che vi stupite?
Non è una questione di soldati, di pazzi o di guerre.
E' molto più semplice... pensateci su.

"Il buon senso c'era; ma se ne stava nascosto,
per paura del senso comune" (Alessandro Manzoni)
roberto55
Inviato: 18/12/2006 9:57  Aggiornato: 18/12/2006 9:57
Mi sento vacillare
Iscritto: 6/9/2006
Da:
Inviati: 327
 Re: Quando arriva la democrazia
Se voi foste stati in visita al Cimitero Americano di Guerra a Nettuno, 50 chilometri da Roma, e aveste visto la distesa di 7.000 croci dei soldati americani caduti per la liberazione di Roma…

… avreste un rispetto del soldato americano che nemmeno immaginereste.

Un cimitero di 7.000 morti, una sterminata distesa di 7.000 croci tutte uguali… e in più una parete, nel Sacrario, dove sono incisi i nomi di altri 5.000 soldati dispersi.

E’ una cosa impressionante, da non potersi nemmeno descrivere.
Prima di dire qualunque cosa, è meglio farci una visita.

Condivido appieno il “povero soldato americano” di Mazzucco.

roberto

Nell' avatar: Hans Hartung, Composition T49. Frammento.
cocis
Inviato: 18/12/2006 10:09  Aggiornato: 18/12/2006 10:09
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/1/2006
Da: V
Inviati: 1430
 Re: Quando arriva la democrazia
Citazione:
Autore: roberto55 Inviato: 18/12/2006 9:57:59

Se voi foste stati in visita al Cimitero Americano di Guerra a Nettuno, 50 chilometri da Roma, e aveste visto la distesa di 7.000 croci dei soldati americani caduti per la liberazione di Roma…

… avreste un rispetto del soldato americano che nemmeno immaginereste.

Un cimitero di 7.000 morti, una sterminata distesa di 7.000 croci tutte uguali… e in più una parete, nel Sacrario, dove sono incisi i nomi di altri 5.000 soldati dispersi.

E’ una cosa impressionante, da non potersi nemmeno descrivere.
Prima di dire qualunque cosa, è meglio farci una visita.

Condivido appieno il “povero soldato americano” di Mazzucco.

roberto


ora in iraq per colpa degli americani ci sono come minimo 650.000 croci in + in te anni .. dati ufficiali .. quelli non ufficiali saranno sicuramente oltre un milione .. tra malattie .. fame .. sete .. ecc.. visto che hanno bombardato qualsiasi cosa..

spettatore
Inviato: 18/12/2006 10:13  Aggiornato: 18/12/2006 10:13
Mi sento vacillare
Iscritto: 15/11/2004
Da:
Inviati: 883
 Re: Quando arriva la democrazia
@ roberto 55

io ho rispetto per ragazzi morti tragicamente, non in quanto soldati od americani. Poi, siccome sono di felice memoria, gradirei che tu mi ricordassi come gli USA sono entrati in guerra, la 2° guerra mondiale.


Lo spettatore

Citazione:
Non metterti a discutere con un idiota. La gente potrebbe non accorgersi della differenza.
tomlamm
Inviato: 18/12/2006 10:15  Aggiornato: 18/12/2006 10:15
Ho qualche dubbio
Iscritto: 5/5/2005
Da:
Inviati: 94
 Re: Quando arriva la democrazia
per roberto55:

...sono e siamo tutti "poveri ragazzi" ma ciò non giustifica le guerre e gli abusi...io non voglio andare in guerra e non voglio la mia casa bombardata e i miei cari o io stesso sottoterra...nè voglio essere complice di chi causa sofferenze...il bene e il male non stanno mai da una parte sola...

ilberneri
Inviato: 18/12/2006 10:22  Aggiornato: 18/12/2006 10:22
Ho qualche dubbio
Iscritto: 16/3/2006
Da: Coimbra
Inviati: 238
 Re: Quando arriva la democrazia
roberto55

mi informerei anche sul numero di soldati russi morti

"l'utopia esiste, è radicata nello spirito degli uomini.Credo che sempre di più il capitalismo le sue logiche appaiano inutili.Il mio cervello,il mio sapere,i miei desideri non hanno più bisogno di un padrone:io, individuo lavoro nella mia autonomia
Redazione
Inviato: 18/12/2006 10:34  Aggiornato: 18/12/2006 10:36
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Quando arriva la democrazia
KALPOTERNI: "Dici che potrebbero davvero impazzire Mazzucco, chi si comporta come quei soldati nel video non è già impazzito.....?"

Hai messo il dito sul cuore del problema: secondo noi loro sono già "impazziti", ovviamente, ma se lo chiedi a loro ti diranno che stanno benissimo, e che è bene fare ciò che fanno. Mentre impazzirebbero loro, secondo i LORO parametri, se gli venissero rivelate le VERE motivazioni per cui sono stati mandati lì, e gli crollassero quindi quelle fasulle che gli hanno raccontato fino ad oggi, e che li fanno sentire di agire nella giustizia piu totale.

Se c'è qualcosa di relativo al mondo è proprio la follia. Qualcuno ha scritto (credo Shopenhauer, ma non ricordo) che "folle è colui che ha perso la memoria", cioè che ha perso i punti di riferimento rispetto al "chi era, da dove veniva e dova era diretto".

silviober
Inviato: 18/12/2006 10:46  Aggiornato: 18/12/2006 10:46
Ho qualche dubbio
Iscritto: 31/5/2006
Da: In bilico
Inviati: 66
 Re: Quando arriva la democrazia
Credo che non ci sia bisogno di un sociologo per sapere "chi" sono i soldati, solo in parte statunitensi, che sono in Iraq.
Ma sicuramente sarebbe necessario sapere "chi" sono i cosiddetti contractors che, a decine di migliaia, combattono una guerra parallela di cui CERTAMENTE noi non sappiamo niente.
Questo è il filtro maggiore (e più nascostodi questa guerra e di quella in Afghanistan (!!).
Formichina anarchista

Citazione:
Finché la gente accetterà la spazzatura, sarà redditizio venderla
NeurOmar
Inviato: 18/12/2006 11:07  Aggiornato: 18/12/2006 11:07
Ho qualche dubbio
Iscritto: 11/9/2006
Da: Milano
Inviati: 101
 Re: Quando arriva la democrazia
Scusa Roberto55 ma che centra la seconda guerra mondiale? Che palle co sta storia che gli americani ci hanno liberato, sono passati piu' di 50 anni...Tirare in mezzo i caduti americani di quel periodo è stucchevole retorica, ha un po' il sapore di una zuppa vecchia e scaduta. Vallo a dire agli iracheni.

Non mi stupisco delle immagini del video, è facile scivolare nella bestialità quando si dispone di una gran quantità di potere su altre persone,

luka262
Inviato: 18/12/2006 11:09  Aggiornato: 18/12/2006 11:09
So tutto
Iscritto: 11/10/2006
Da:
Inviati: 24
 Re: Quando arriva la democrazia
Prendo lo spunto per osservare che la violenza chiama altra violenza.

Ad un attacco ed ad un sopruso (subito o semplicemente visto) si risponde con altro attacco e, soprattutto, l'emozione che ci invade è legata alla vendetta.

Come mai vi è una grande differenza tra ciò che idealmente si crede e si persegue e ciò che, in pratica, si è spinti a fare?

Come mai l'unica risposta che ci viene in mente è di colpire e divenire noi stessi carnefici in nome di un giusto ideale?

Penso che l'indignazione che si prova dopo aver ottenuto una limitata consapevolezza di ciò che accade e della sua manifesta ingiustizia se trova sfogo solo in una risposta altrettando ingiusta non modificherà nulla nell'equilibrio generale.

Mutare un tiranno con un altro tiranno serve realmente?

Al di là di un'autodifesa immediata la violenza può davvero liberarci?

Ogni giorno cerco di combattere contro sentimenti che reputo negativi e devo ammettere che non è cosa semplice.

Ho 32 anni e sono cresciuto sotto tanti stimoli, televisivi e non, in cui la violenza e la vittoria sull'altro sono visti come unica via d'uscita da una situazione svantaggiosa o ritenuta non corretta.

Non sono stato educato a vincere con l'altro che, a pensarci, è realmente l'unico pensiero che possa fornire un'alternativa.

Inevitabilmente si finisce a considerare "cattivo" e "malvagio" e, quindi "da distruggere" ciò a cui ci contrapponiamo.

Penso che in tal maniera e con tali pensieri non facciamo altro che alimentare la situazione e le forze che ci stanno ammazzando l'anima da tempo.

In effetti i soldati che hanno corpi, menti ed anime forgiate da altri affinchè diventino disumani sono essi stessi vittime.

Perchè queste persone sono state spinte a divenire soldati piuttosto che medici?

Essi sono l'espressione della mentalità di violenza e sopraffazione che domina la società alla quale appartengono.

Essi sono diventati l'arma della loro nazione.

Ora se immaginiamo necessario bloccare la loro azione per autodifesa o difesa di altri non ci dobbiamo dimenticare che anche loro sono uomini seppur "impazziti".

Sono forgiati in maniera tale da allontanarsi dal modello di uomo che ricerca la felicità per sè stesso e per gli altri diventando ciò che oggi sono.

Se vogliamo davvero modificare qualcosa ed evitare di alimentare sentimenti di odio dobbiamo necessariamente distinguere ciò che è necessario fare per difendersi da ciò che ci potrebbe far diventare come loro.

Si parla di programmazione mentale subita da forze che perseguono fini che sono contrari al nostro benessere.

Penso sia tempo che iniziamo una deprogrammazione mentale nostra ed una riprogrammazione con la quale scegliamo di indirizzarci verso nuovi schemi comportamentali.

Non trovate che forse sia questa una prospettiva verso cui tendere o, se pensate diversamente, l'alternativa a ciò che viviamo dove la cercate?

Immaginare tanti sepolcri legandoli ad un'ideale, proprio ma che forse non era di coloro che sono morti, e con questo cercare di giustificare le persone che, oggi, rivestono medesimi panni sotto bandiere nazionali simili, seppur offre un'immagine di forte impatto non svela la realtà per quella che è.

Perchè sono morti? Perchè hanno scelto di divenire soldati? Cosa hanno compiuto in vita? Per "liberare" quante nefandezze hanno operato?

Generalizzare, seppur è un processo mentale di semplificazione che spesso si utilizza, impedisce di osservare veramente.

Invocare una risposta verso i soldati tipo "del passarci sopra con il carrarmato" e la perdita della compassione verso questi è, per quanto ho detto, forse ancora peggio.

Nel filmato osservo menti ed anime manipolate che operano un sopruso su altre persone ma siamo sicuri che anche noi siamo immuni da quella pazzia e quella manipolazione?

Sino a che punto noi siamo diversi da loro?

La caratteristica che ci contraddistingue nel creato è la possibilità di scegliere.
"Come la stai usando?" E' questa la domanda che vi invito a farmi quando sono distratto!

http://www.lightworker.it/matthew_september_11.html
Freeman
Inviato: 18/12/2006 11:22  Aggiornato: 18/12/2006 11:28
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 31/7/2006
Da: NiggahCity
Inviati: 2092
 Re: Quando arriva la democrazia
Citazione:
Se voi foste stati in visita al Cimitero Americano di Guerra a Nettuno, 50 chilometri da Roma, e aveste visto la distesa di 7.000 croci dei soldati americani caduti per la liberazione di Roma…

… avreste un rispetto del soldato americano che nemmeno immaginereste.

Un cimitero di 7.000 morti, una sterminata distesa di 7.000 croci tutte uguali… e in più una parete, nel Sacrario, dove sono incisi i nomi di altri 5.000 soldati dispersi.

E’ una cosa impressionante, da non potersi nemmeno descrivere.
Prima di dire qualunque cosa, è meglio farci una visita.

Io nel filmato vedo solo dei soldati che abusano del loro potere, che distruggono la macchina di un padre di famiglia per puro sadismo, e lo fanno col sorriso sulle labbra.
Questo con gli americani morti per "liberare" l'Italia, cosa c'entra esattamente?

Purtroppo ci sono vittime che non hanno "sacrari" , e sono i milioni di innocenti che ogni guerra si porta via, o gli oppositori e i dissidenti assassinati dalle varie dittature e regimi (di destra o di sinistra, non fa differenza). E non parlo solo della dittature per così dire "conclamate".
E' soprattutto a queste vittime che va la mia simpatia.
Le posizioni dogmatiche acritiche e granitiche (come il tuo superficiale e inutile filoamericanismo) non hanno posto nella mia scala dei "valori".
Fai tu un pensiero su questo, visto che non ho letto nessun commento al filmato di Mazzucco.
Incidentalmente, chissà come mai, ogni volta che scrivi un commento riesci sempre a spostare il fuoco dall'argomento principale, su questioni ideologiche e/o altri argomenti laterali e secondari...

"Non siamo noi a trovare la Verità. È la Verità a trovare noi. Dobbiamo solo prepararci. Si può invitare un ospite che non si conosce? No. Ma si può mettere la casa in ordine, così che, quando l'ospite arriva, si è pronti a riceverlo e a conoscerlo".
Thibault
Inviato: 18/12/2006 11:24  Aggiornato: 18/12/2006 11:24
Mi sento vacillare
Iscritto: 25/5/2006
Da: Un mondo folle
Inviati: 343
 Re: Quando arriva la democrazia
I gradi da caporale non si mettono sulla divisa, certe persone li hanno già impressi a fuoco sulla pelle.
P.S. Ma se gli hanno distrutto la macchina perchè rubavano della legna, perchè nel farlo hanno distrutto anche la legna? Non dovevano restituirla a chi era stata rubata?
P.P.S. Chissa perchè poi gli americani sono tanto amati nel mondo?

E' una tranquilla notte di regime
Beta
Inviato: 18/12/2006 11:56  Aggiornato: 18/12/2006 11:56
Ho qualche dubbio
Iscritto: 25/7/2005
Da:
Inviati: 230
 Re: Quando arriva la democrazia
Citazione:
Io nel filmato vedo solo dei soldati che abusano del loro potere, che distruggono la macchina di un padre di famiglia per puro sadismo, e lo fanno col sorriso sulle labbra.


Vero. Aguzzini senza nessuna umanità, vandali distruttori che contribuiscono a portare il loro tassello di quotidiana distruzione. Una famiglia rovinata, una carcassa di automobile che resta per strada a segnare ancora di più il panorama maledetto della guerra.

C'è da chiedersi quanti, di questi soldati, sono degli psicopatici veri e propri nel senso psichiatrico della parola, attratti, oltre che dai soldi e dall'"impiego sicuro" che rappresenta l'arruolamento, dalla possibilità sadica di uccidere, distruggere e umiliare.

SWE
Inviato: 18/12/2006 12:03  Aggiornato: 18/12/2006 12:25
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 744
 Re: Quando arriva la democrazia
roberto55

Citazione:
Se voi foste stati in visita al Cimitero Americano di Guerra a Nettuno, 50 chilometri da Roma, e aveste visto la distesa di 7.000 croci dei soldati americani caduti per la liberazione di Roma


Secondo me non credo si possa fare questo paragone.

Quelli a cui ti riferisci sono le centinaia di migliaia di soldati morti nell’ ”ultima” guerra “tradizionale” che si consumava secondo una logica di combattimento e di uso dei “mezzi” assai diversa da quella adottata attualmente (e di cui il Vietnam è stata l' anteprima) dove - oltre alle perdite di vite umane fra i civili - quelle fra i militari di ciascun paese coinvolto nel conflitto erano elevatissime

Immagino che tu abbia visto anche il cimitero americano di Colleville e quello tedesco di La Cambe così come immagino che tu abbia visto anche i luoghi e i modi in cui e con cui i soldati furono costretti a combattere per difendere le follie dei rispettivi paesi in guerra (e su cui ci sarebbe da dire…non poco riguardo alla generosità (!) degli Usa di accorrere in soccorso dell’Europa e dell’Italia in particolare)
Ma quei giovani “fortunatamente” morirono ancora sani
Questi mostruosamente “vivono” malati e condannati a sopravvivere come robot impazziti

Penso che quest’ ultima sia una cosa ORRIBILMENTE assai diversa …ferma restando la condanna incondizionata di tutte le guerre

kalpoterni
Inviato: 18/12/2006 12:06  Aggiornato: 18/12/2006 12:06
Ho qualche dubbio
Iscritto: 19/10/2006
Da:
Inviati: 217
 Re: Quando arriva la democrazia
MAZZUCCO:Hai messo il dito sul cuore del problema: secondo noi loro sono già "impazziti", ovviamente, ma se lo chiedi a loro ti diranno che stanno benissimo, e che è bene fare ciò che fanno. Mentre impazzirebbero loro, secondo i LORO parametri, se gli venissero rivelate le VERE motivazioni per cui sono stati mandati lì, e gli crollassero quindi quelle fasulle che gli hanno raccontato fino ad oggi, e che li fanno sentire di agire nella giustizia piu totale.
...............................................................
Credo di aver capito il senso di quello che dici,ripensando al video mi vien da pensare ad una "pazzia" dettata da un idea di onnipotenza....decisamente pericolosa.

roberto55
Inviato: 18/12/2006 12:20  Aggiornato: 18/12/2006 12:49
Mi sento vacillare
Iscritto: 6/9/2006
Da:
Inviati: 327
 Re: Quando arriva la democrazia
A tutti coloro i quali mi hanno risposto.

La mia è stata solo una reazione di sdegno dopo aver letto queste parole in un post sopra il mio:

Citazione:
sarebbe da mettere quei soldati americani davanti al carro e poi passarci sopra ..


Sono d’accordo nel non esagerare col filo-americanismo… ma nemmeno col più bieco anti-americanismo, però.

Quei soldati sono ragazzi, ragazzi come VOI.

Il cimitero di Nettuno è a soli 50 chilometri da Roma.
Chi può lo faccia un giro tra quelle croci.
E’ un’esperienza che non dimenticherà. Ognuna di quelle croci e di quei nomi incisi nel Sacrario è un ragazzo morto sulla spiaggia di Anzio, o a Montecassino.
A vent’anni… a decine di migliaia di chilometri da casa sua.

12.000 ragazzi americani morti nella SOLA battaglia di Roma.

Rifletteteci, prima di scrivere frasi come quella che ho citato.



r.

Nell' avatar: Hans Hartung, Composition T49. Frammento.
Redazione
Inviato: 18/12/2006 12:24  Aggiornato: 18/12/2006 12:51
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Quando arriva la democrazia
ROBERTO55: "Condivido appieno il “povero soldato americano” di Mazzucco."

Senza polemica, ma credo che lo intendiamo in maniera molto diversa. Tu dici "povero" nel senso di "eroe che ha saputo dare la vita per la nostra libertà", io dico "povero" nel senso che mi fa pena, come essere umano, ridotto a compiere gesti di cui non riesce a vedere la disperante inutilità, mentre crea altra inutile disperazione.

Ma se proprio vogliamo chiudere il cerchio, fra i due concetti, credo che la cosa sia possibile.

Prova a pensare per un attimo che le 7.000 croci che tu hai visto sono state in realtà causate dalla stessa mano per la quale credevano di combattere. E' stato il nonno dell'attuale presidente americano (non da solo, ovviamente, ma è significativo che ci fosse anche lui fra gli altri) a finanziare e sostenere l'ascesa di Hitler al potere. Hanno creato il mostro, per poi poterlo distruggere, e nel farlo hanno "conquistato" l'Europa, con il ricatto della riconoscenza che ora tutti gli dovremmo.

Ha scritto non so più chi che la guerra è una NECESSITA' che ricorre ciclicamente, per coloro che producono armi e per coloro che controllano i grandi flussi di capitale nel mondo, cioè il famoso complesso militare-industriale di Eisenhower.

Come vedi, a questo punto il mio "povero" e il tuo "povero" non sono nulla in confronto al vero "povero", che è un qualunque essere umano scagliato dai potenti della terra a combattere contro altri esseri umani come lui, solo per fare i suoi interessi personali. Altro che "difendere la libertà".

Prima creano il problema, poi lo risolvono, nel frattempo ci fanno ammazzare fra di noi a migliaia, e noi dovremmo pure dirgli "grazie"?

********

PS: Ti sei mai chiesto, proprio a proposito di Montecassino, come mai quella "battaglia" sia durata quasi un anno?

Venti minuti per sbarcare in Sicilia, e poi quasi un anno per arrivare fino a Roma?

spinox
Inviato: 18/12/2006 12:30  Aggiornato: 18/12/2006 12:30
Ho qualche dubbio
Iscritto: 13/1/2006
Da:
Inviati: 262
 Re: Quando arriva la democrazia
oddio, bene bene 'sti soldati non devono stare...

http://unimondo.oneworld.net/article/view/100303/1/

(l'articolo ha gia' due anni sul groppone, ma tant'e'...)

""Stanchi della guerra o disillusi dal governo, centinaia di soldati americani scelgono di disertare: aumento del 40 per cento dei suicidi fra i soldati in Iraq lo scorso anno; nel 2003 l’esercito americano ha registrato 2.774 disertori. “Si sta in certo modo ripetendo il fenomeno già occorso nella guerra del Vietnam, dove i soldati americani morti per suicidio furono il doppio di quelli rimasti uccisi in battaglia. Si aggiunga che la metà dei soldati cosiddetti americani presenti oggi in Iraq non sono nemmeno americani, ma immigrati che, non avendo ancora il passaporto regolare, lo potranno avere, con l’ottenimento della cittadinanza americana, solo dopo aver combattuto in Iraq per un tot di anni”

e mica solo gli americani:

http://www.resistenze.org/sito/te/po/gb/pogb4b24.htm

"Reso noto il suicidio di sette veterani britannici dell'Iraq"

florizel
Inviato: 18/12/2006 12:50  Aggiornato: 18/12/2006 12:51
Sono certo di non sapere
Iscritto: 7/7/2005
Da: dove potrei stare meglio.
Inviati: 8195
 Re: Quando arriva la democrazia
Premetto che la compassione è l'ultimo sentimento che provo, di fronte a scene come questa, e non è una delle "peggiori" a cui vorrebbero abituarci.
Se scene di violenza e di sopruso del tutto gratuiti come quella del video vengono filtrate, dopo gli abusi di Abu Ghraib è facile ipotizzare che sia per dimostrare un "rigore" di azione inesistente, e questo, però, non coinciderebbe con le notizie riguardanti gli "errori", i "danni collaterali" ed altri tipi di prevaricazioni che ci sono arrivate e ci arrivano quotidianamente.

Se un "filtro" c'è, perchè solo su questi episodi, dal momento che potrebbero farlo anche per altri?

Non si può nemmeno affermare che eventi come quelli non sono funzionali all'idea della "missione", dal momento che il soldatino idiota chiude lo "spettacolo" con la lezioncina del "non rubare".
Ma tornando nel merito della presunta inconsapevolezza dei soldatini idioti, se anche fosse reale "l'incapacità assoluta di vedere ciò che accade attorno a loro", dovremmo concludere che per un uomo, anche se è un "soldato", è praticamente IMPOSSIBILE fare riferimento al suo discernimento personale.
E a me vengono in mente i refusenik.
E non trovo più motivo di alcuna giustificazione.

"Continueremo a fare delle nostre vite poesie, fino a quando Libertà non verrà declamata sopra le catene spezzate di tutti i popoli oppressi". Vittorio Arrigoni
spinox
Inviato: 18/12/2006 12:58  Aggiornato: 18/12/2006 13:00
Ho qualche dubbio
Iscritto: 13/1/2006
Da:
Inviati: 262
 Re: Quando arriva la democrazia
FLORIZEL - "E a me vengono in mente i refusenik. E non trovo più motivo di alcuna giustificazione."

cara flo, ti quoto come non mai.

qualche storia per approfondire:

http://www.volontariperlosviluppo.it/2006_9/06_9_03.htm

"Sono migliaia ormai le persone che in Israele rifiutano il servizio militare. Per ragioni sociali o politiche. Come Aviv, che ha visto l'esercito impedire ai palestinesi di raccogliere le loro olive, o Lyor, che rifiuta la militarizzazione della società, o ancora Ishai, maggiore in congedo, fermo oppositore della guerra in Libano, che dichiara: «L'obbedienza ha un limite».
Viaggio in una società israeliana che sta cambiando."

EDIT: (avessi io un decimo delle palle di questi e, non dico il mondo, ma sicuramente la mia vita sarebbe piu' serena)

Fabrizio70
Inviato: 18/12/2006 13:05  Aggiornato: 18/12/2006 13:05
Sono certo di non sapere
Iscritto: 18/5/2006
Da: Roma
Inviati: 3721
 Re: Quando arriva la democrazia
ciao Massimo , secondo me hai sbagliato il titolo del thread , sarebbe più corretto "quando ARRIVERA' la democrazia" , non mi sembra di aver visto un giudice tra quei soldati , chi ha deciso che quelli erano ladri e quella era la punizione giusta ?

Il lusso non può mai essere soddisfatto perché, essendo qualcosa di falso, non esiste per esso un contrario vero e reale in grado di soddisfarlo e assorbirlo.
Wilhelm Richard Wagner-1849
florizel
Inviato: 18/12/2006 13:14  Aggiornato: 18/12/2006 13:14
Sono certo di non sapere
Iscritto: 7/7/2005
Da: dove potrei stare meglio.
Inviati: 8195
 Re: Quando arriva la democrazia
Roberto55Citazione:
Se voi foste stati in visita al Cimitero Americano di Guerra a Nettuno, 50 chilometri da Roma, e aveste visto la distesa di 7.000 croci dei soldati americani caduti per la liberazione di Roma…… avreste un rispetto del soldato americano che nemmeno immaginereste.

Ma a te non salta in mente che quel cimitero è lì per perpetuare il senso di "gratitudine" al "liberatore" americano attraverso la strumentalizzazione di quei morti?

I tempi sono cambiati, Roberto55, e sarebbe utile soffermarsi sul concetto di "guerra permanente" e sull'invasività della sua propaganda e dei suoi effetti: non puoi fare, come afferma anche SWE, un paragone tra un momento in cui la guerra era propagandata come una "conseguenza" (anche se sappiamo bene quali fossero i reali retroscena) e combattuta come tale, ed una guerra che invece si prospetta sempre più come "obiettivo", con i suoi relativi coinvolgimenti sul concetto stesso di "rispetto per la vita", in tutti gli ambiti delle relazioni tra "umani", ed al di là che si sia un militare, o meno.
Di fronte a tutto questo, cazzarola, dobbiamo interrogarci sulla capacità del singolo di rifiutarsi o meno di prestarsi a quegli orrori.

"Continueremo a fare delle nostre vite poesie, fino a quando Libertà non verrà declamata sopra le catene spezzate di tutti i popoli oppressi". Vittorio Arrigoni
Freeman
Inviato: 18/12/2006 14:10  Aggiornato: 18/12/2006 14:10
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 31/7/2006
Da: NiggahCity
Inviati: 2092
 Re: Quando arriva la democrazia
Citazione:
Quei soldati sono ragazzi, ragazzi come VOI.

Adesso non cominciamo a offendere.

"Non siamo noi a trovare la Verità. È la Verità a trovare noi. Dobbiamo solo prepararci. Si può invitare un ospite che non si conosce? No. Ma si può mettere la casa in ordine, così che, quando l'ospite arriva, si è pronti a riceverlo e a conoscerlo".
goldstein
Inviato: 18/12/2006 14:13  Aggiornato: 18/12/2006 14:20
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 4/11/2004
Da:
Inviati: 2827
 Re: Quando arriva la democrazia
Qualche altro video piuttosto significativo postato di recente nel nostro forum..

Citazione:
Mentre a questo punto gli si può solo augurare di non capire mai il vero motivo per cui sono stati mandati lì,


Secondo un sondaggio Zogby del 2006, 9 marines su 10 credono di stare in Iraq come "risposta al ruolo di Saddam nell'11 Settembre"...

florizel
Inviato: 18/12/2006 14:13  Aggiornato: 18/12/2006 14:41
Sono certo di non sapere
Iscritto: 7/7/2005
Da: dove potrei stare meglio.
Inviati: 8195
 Re: Quando arriva la democrazia
«L'obbedienza ha un limite».

Già, spinox.

E cosa ci fa pensare che l’omissione (o la sottovalutazione) da parte dei maggiori media su notizie relative alla diserzione di soldati americani, non rese come si dovrebbe, serva al solo scopo di alimentare l’obbedienza di quei “servi”?

I soldati americani, di stanza in Iraq o chiamati ad operarvi, fanno per la prima volta intendere il loro rifiuto di partecipare al conflitto. Otto di loro hanno presentato ricorso, lunedì 6 dicembre, contro il Pentagono, che accusano di aver prolungato forzatamente il loro soggiorno in Iraq, mentre un disertore dell’esercito americano, Jeremy Hinzman, ha chiesto asilo politico in Canada.
------------------------------------
Militarmente parlando si chiamano AWOL, acronimo di Absent Without Official Leave ovvero assenti senza permesso, ma nel gergo comune altro non sono che disertori. Molti di loro hanno già moglie e figli e si sono arruolati giovanissimi per potersi pagare gli studi al college. Dalle loro storie emerge un dato terrificante, in Iraq il più delle volte si spara addosso agli innocenti.
----------------------------------------
I disertori non hanno patria, perché gli eserciti sono ovunque gli stessi. Un ventiquattrenne della provincia di Brescia (di cui non conosciamo il nome) è stato arrestato ai primi di febbraio in seguito a una condanna a 4 mesi per diserzione aggravata. Già renitente alla leva, era ricercato da qualche tempo. Ora si trova nel carcere di Santa Maria Capua Vetere (Caserta).
-------------------------------------
Il Pentagono afferma che più di 5.500 soldati hanno disertato sin dall’inizio della guerra in Iraq. La trasmissione "60 Minutes" della CBS, durante la puntata di mercoledì scorso ha intervistato diversi di questi disertori che hanno lasciato l’esercito o i marines, piuttosto di andare in Iraq. E come la generazione di disertori venuta prima di loro, si tratta di quasi tutti disertori rifugiatisi in Canada.

"Continueremo a fare delle nostre vite poesie, fino a quando Libertà non verrà declamata sopra le catene spezzate di tutti i popoli oppressi". Vittorio Arrigoni
Forgil
Inviato: 18/12/2006 14:25  Aggiornato: 18/12/2006 14:25
Ho qualche dubbio
Iscritto: 23/8/2006
Da: Villa Bacilla
Inviati: 211
 Re: Quando arriva la democrazia
Citazione:
Quei soldati sono ragazzi, ragazzi come VOI.

Anche il proprietario della macchina.
Solo che nè a noi nè a lui nessuno ha mai dato in uso un carro armato

"Le uniche idee a cui abbiamo diritto sono quelle che mettiamo in pratica" informazione alternativa peacereporter
Paxtibi
Inviato: 18/12/2006 14:27  Aggiornato: 18/12/2006 14:28
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/4/2005
Da: Atene
Inviati: 8134
 Re: Quando arriva la democrazia
A Young Marine Speaks Out

The sad fact of the matter is that we are not fighting terrorists in Iraq. We are fighting the Iraqi people who feel like a conquered and occupied people. Personally I have a hard time believing that if I was an Iraqi that I wouldn't be doing everything in my power to kill and maim as many Americans as possible. I know that the vast majority of Americans would not be happy with the Canadian government, or any other foreign government, liberating us from the clutches of George W. Bush, even though a large number of us would like that, and forcing us to accept their system of government. Would not millions of Americans rise up and fight back? Would you not rise up to protect and defend your house and your neighborhood if someone invaded your country? But we send thousands of troops to a foreign country to do just that. How is it moral to fight a people who are just trying to defend their homes and families? I think next time I go to Iraq perhaps I should wear a bright red coat and carry a Brown Bess instead of my digitalized utilities and M16.
...


Philip Martin has been a Marine for 2 years. He is in the infantry (a "grunt"), and spent 7 months in the al-Anbar province of Iraq. He went on more than 180 combat patrols in and outside of the city of Fallujah, where he was hit with 2 IEDs (luckily never injured) and was involved in a number of firefights. He is currently stationed in Twentynine Palms, CA, and due to return to Iraq for a second deployment in April 2007. He is 21-years-old.

florizel
Inviato: 18/12/2006 14:36  Aggiornato: 18/12/2006 14:44
Sono certo di non sapere
Iscritto: 7/7/2005
Da: dove potrei stare meglio.
Inviati: 8195
 Re: Quando arriva la democrazia
luka262Citazione:
In effetti i soldati che hanno corpi, menti ed anime forgiate da altri affinchè diventino disumani sono essi stessi vittime.

Molto semplicisticamente, lo si può anche condividere. Il problema è che di fronte alle vittime reali, gente disarmata, bambini, povera gente, sarebbe logico che un minimo di "lucidità" prendesse il sopravvento sull'inconsapevolezza di cui tanto si disquisisce.
Che si fa, ci si adegua al concetto che la guerra, ed il sistema che si fonda su essa, tiri fuori il peggio degli individui, lo alimenti, lo esalti e lo assumi come "valore"? O ci si pone qualche interrogativo circa la responsabilità INDIVIDUALE di partecipare o meno a quei massacri? Citazione:
Invocare una risposta verso i soldati tipo "del passarci sopra con il carrarmato" e la perdita della compassione verso questi è, per quanto ho detto, forse ancora peggio

Il peggio, a mio avviso, è giustificarli. Così facendo si sostiene quella tendenza all'inconsapevolezza di cui parla l'articolo. Se esiste l'assuefazione alla "mentalità di violenza e sopraffazione che domina la società alla quale appartengono", non è certo solo capendone le ragioni che la si combatte, ma anche spezzando il circolo chiuso che le sostiene, e che da "effetto" le ripropone come "causa", a sua volta.
Citazione:
Sino a che punto noi siamo diversi da loro?

Non sono domande da farsi, mi pare.

"Continueremo a fare delle nostre vite poesie, fino a quando Libertà non verrà declamata sopra le catene spezzate di tutti i popoli oppressi". Vittorio Arrigoni
florizel
Inviato: 18/12/2006 14:37  Aggiornato: 18/12/2006 14:37
Sono certo di non sapere
Iscritto: 7/7/2005
Da: dove potrei stare meglio.
Inviati: 8195
 Re: Quando arriva la democrazia
Citazione:
Solo che nè a noi nè a lui nessuno ha mai dato in uso un carro armato

Grandissima Forgil.

"Continueremo a fare delle nostre vite poesie, fino a quando Libertà non verrà declamata sopra le catene spezzate di tutti i popoli oppressi". Vittorio Arrigoni
Kirbmarc
Inviato: 18/12/2006 14:49  Aggiornato: 18/12/2006 14:49
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 17/5/2006
Da: Arkadia-spazio profondo
Inviati: 1665
 Re: Quando arriva la democrazia
Citazione:
"Volevano rubare della legna,così gli distruggiamo la macchina

Mi ricorda qualcosa:
http://www.comedonchisciotte.net/modules.php?name=News&file=article&sid=602
"Israele ha implementato una politica di demolizione di massa (su larga scala) della case dei Palestinesi nei Territori Occupati”. B’Tselem comunica che “sono state distrutte, a partire dal settembre del 2000, circa 4170 case dei Palestinesi”, da quando, proprio recentemente, Israele è ricorso in modo sistematico alla demolizione delle case come forma di punizione collettiva.Secondo il Middle East Watch, escluso Israele, l’unico altro paese al mondo che ha utilizzato una pena così draconiana è stato l’Iraq sotto il regime di Saddam Hussein"
Errore: anchegli americani si aggiungono alla partita, per ora con le automobili, poi si vedrà...

florizel
Inviato: 18/12/2006 14:53  Aggiornato: 18/12/2006 14:53
Sono certo di non sapere
Iscritto: 7/7/2005
Da: dove potrei stare meglio.
Inviati: 8195
 Re: Quando arriva la democrazia
E sempre da "Comedonchisciotte":

NON MI AVRETE... NON MORTO, ALMENO!

"Continueremo a fare delle nostre vite poesie, fino a quando Libertà non verrà declamata sopra le catene spezzate di tutti i popoli oppressi". Vittorio Arrigoni
zufus
Inviato: 18/12/2006 15:15  Aggiornato: 18/12/2006 15:15
Ho qualche dubbio
Iscritto: 3/6/2006
Da: Roma
Inviati: 43
 Re: Quando arriva la democrazia
Ecco perché l'Iran è il prossimo obiettivo della guerra mondiale permanente del
governo Usa:

http://letterafinanziaria.repubblica.it/index.jsp?s=primo_piano&l=dettaglio&i...

Se tutti i paesi produttori di petrolio abbandonassero il dollaro come moneta
(obbligatoria) di scambio, l'economia statunitense crollerebbe in pochi giorni come
un castello di carte.
Meditate, gente. Meditate.

Saluti preoccupati a tutti.

Non penso positivo, penso diverso.
(I. Sibaldi)
Thibault
Inviato: 18/12/2006 15:36  Aggiornato: 18/12/2006 15:36
Mi sento vacillare
Iscritto: 25/5/2006
Da: Un mondo folle
Inviati: 343
 Re: Quando arriva la democrazia
Piango i 7000 morti americani, ma piango anche coloro che sono morti nello stesso periodo in Italia e indossavano le divise delle SS.
Per la cronaca gli americani al limite in Europa miravano a liberare la Francia, l'Italia era uno stato nemico e nel nostro paese sono venuti per conquistarlo, così da vincere la guerra. I tedeschi erano venuti per difenderci, in quanto alleati, poi l'8 settembre le cose si sono un po complicate.
Per quanto riguarda la collerazione con i soldati oggi in Iraq, come dissi per le vittime dell'olocausto, chi versa un po del sangue dalle proprie mani sulle tombe di chi è morto 60 anni fa, per pulirsele un po è il primo a non avere rispetto per quei morti.
Per i soldati di oggi, non avere il coraggio di dire di no, per quanto sia difficile e non da tutti, non è una scusa, se le pecore alzassero la testa ci sarebbero meno lupi in circolazione.
Poi come ho già detto c'è anche chi nasce caporale, e con una divisa addosso fare sopprusi è un ottimo modo per non sentirsi piccoli piccoli

E' una tranquilla notte di regime
tccom
Inviato: 18/12/2006 15:43  Aggiornato: 18/12/2006 15:43
Mi sento vacillare
Iscritto: 3/11/2005
Da: civitavecchia
Inviati: 903
 Re: Quando arriva la democrazia
senza parole

...gli Stati Uniti non ci hanno guadagnato nulla dall'11 settembre (c'è bisogno di dirlo?)...[].... Ragioniamo: chi ci guadagna quando piove? i produttori di ombrelli. Da questo si deduce che i produttori di ombrelli controllano la pioggia.
UnderminE
Inviato: 18/12/2006 16:17  Aggiornato: 18/12/2006 16:17
So tutto
Iscritto: 15/8/2006
Da: Ivrea la bella
Inviati: 24
 Re: Quando arriva la democrazia
Si ma non bisogna dimenticare che ovviamente erano terroristi, quindi ogni mezzo e' opportuno.....

Il consumatore ha il potere di controllare il mondo , in quanto tutto il mondo si basa su di esso per esistere.
Al2012
Inviato: 18/12/2006 16:17  Aggiornato: 18/12/2006 16:17
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 25/10/2005
Da:
Inviati: 2158
 Re: Quando arriva la democrazia
La guerra così detta moderna è un grande affare, grazie alla guerra l'economia ha preso una boccata di ossigeno.

I soldati americani e non sono solo gente disperata, per la maggior parte lo fanno per mettere via un po' di soldio avere la cittadinaza americana, non credo che tra diessi ci siano i figli o parenti dei politici, degli industriali dei banchieri ecc.

Il popolo americano è vittima più o meno consapevole dell'affare, un effetto collaterale, le vittime sono sempre figli del popolo, mentre i sovrani raccolgono i benefici economici.

“Capire … significa trasformare quello che è"
miradio
Inviato: 18/12/2006 16:20  Aggiornato: 18/12/2006 16:21
Mi sento vacillare
Iscritto: 27/8/2004
Da:
Inviati: 513
 Re: Quando arriva la democrazia
Solo un gruppetto di americani randagi...

"...che il gregge si trasformi in branco... È questo l’incubo dei potenti"
(Ernst Junger)
florizel
Inviato: 18/12/2006 17:05  Aggiornato: 18/12/2006 17:09
Sono certo di non sapere
Iscritto: 7/7/2005
Da: dove potrei stare meglio.
Inviati: 8195
 Re: Quando arriva la democrazia
ThibaultCitazione:
Piango i 7000 morti americani, ma piango anche coloro che sono morti nello stesso periodo in Italia e indossavano le divise delle SS.

Guarda che di gente da "piangere" ce n'è, purtroppo, una vasta scelta.
Metterla sul piano del "i morti son tutti uguali" a volte significa dimenticare che IN VITA tutta questa uguaglianza aveva preso la via della tazza del cesso.
Citazione:
I tedeschi erano venuti per difenderci

Ma guarda un po', che strano: gli stati uniti dicono esattamente la stessa cosa nei confronti del popolo iracheno...

"Continueremo a fare delle nostre vite poesie, fino a quando Libertà non verrà declamata sopra le catene spezzate di tutti i popoli oppressi". Vittorio Arrigoni
simone81
Inviato: 18/12/2006 18:34  Aggiornato: 18/12/2006 18:34
Ho qualche dubbio
Iscritto: 20/8/2006
Da:
Inviati: 33
 Re: Quando arriva la democrazia
Quei soldati non sanno nemmeno per cosa son stati mandati in Iraq....se sapessero i veri motivi non sarebbero mai andati, poveri ragazzi.... non sanno cio che fanno................

simone81
Inviato: 18/12/2006 18:40  Aggiornato: 18/12/2006 18:40
Ho qualche dubbio
Iscritto: 20/8/2006
Da:
Inviati: 33
 Re: Quando arriva la democrazia
Smettiamola di prendersela solo coi nazi-fascisti...Queste morti son state causate anche dai finanziameneti concessi a Hitler dal nonno dell'attuale presidente, Prescot Bush, la mentalità nazista ha controllato tutti gli schieramenti durante la 2 guerra mondiale, e tale mentalità è rimasta intatta fino all'11 settembre, e le successive invasioni.....Mazzucco lo sa....

NeurOmar
Inviato: 18/12/2006 18:48  Aggiornato: 18/12/2006 18:48
Ho qualche dubbio
Iscritto: 11/9/2006
Da: Milano
Inviati: 101
 Re: Quando arriva la democrazia
Intanto pare che in Egitto bimbi della C.I.A. siano stati beccati con le mani nella marmellata

Agenti dei servizi segreti egiziani hanno infiltrato una rete terroristica che arruolava estremisti islamici per attentati e guerriglia: sono riusciti a risalire agli arruolatori e li hanno arrestati a fine novembre.
Sono un americano, otto francesi e due belgi.
Un'operazione di spionaggio tra CIA e la Francia, accusano i giornali del Cairo, per reclutare forze nuove alla ormai svuotata rete di Al Qaeda....continua su www.effedieffe.com

Si, proprio non sanno cosa stanno facendo, ance se qualche dubbio dovrebbe pure venire alla lunga...

Bimbodeoro
Inviato: 18/12/2006 19:11  Aggiornato: 18/12/2006 19:11
Mi sento vacillare
Iscritto: 6/6/2006
Da: Amicoland
Inviati: 388
 Re: Quando arriva la democrazia
I commenti sono superflui davanti a certe immagini.

"Non è il popolo che deve aver paura del proprio governo, ma è il governo che deve avere paura del proprio POPOLO."

"Sotto questa maschera non c'è solo carne, sotto questa maschera c'è un idea e le idee sono a prova di proiettile."
nonno
Inviato: 18/12/2006 19:35  Aggiornato: 18/12/2006 19:35
Ho qualche dubbio
Iscritto: 14/7/2006
Da:
Inviati: 183
 Re: Quando arriva la democrazia
"I tedeschi erano venuti per difenderci, in quanto alleati, poi l'8 settembre le cose si sono un po complicate."
.........ehm i tedeschi sono entrati in Italia dopo l'8 settembre...
E sono entrati da invasori, annettendosi parte dell'Italia Settentrionale (Bolzano, Trento, Belluno,la Venezia Giulia e Udine), utilizzando i lavoratori italiani come manodopera schiavile, e rubando all'Italia industrie e richezze.
E ci hanno difeso davvero bene.. dagli italiani: tra l'8 settembre del '43 e l'aprile del 1945 tedeschi contro compirono oltre 400 stragi (con un minimo di 8 morti), con un bilancio complessivo di 15.000 vittime. Deportarono nei campi di lavoro della Germania oltre 700.000 schiavi italiani, 50.000 dei quali trovarono la morte.

E poi ringraziamo anche gli USA per averci liberato dal nazismo che hanno sostenuto, finanziato ed appoggiato fin dall'inizio alla fine(riciclando a fine guerra migliaia di ex spie naziste nelle fila della CIA e sottraendone altre migliaia alla giustizia) ...magari però ora dopo oltre 60 anni sarebbe ora che se ne tornassero a casa.......

rekit
Inviato: 18/12/2006 20:00  Aggiornato: 18/12/2006 20:00
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/9/2006
Da:
Inviati: 1151
 Re: Quando arriva la democrazia
citazione:
Intanto pare che in Egitto bimbi della C.I.A. siano stati beccati con le mani nella marmellata

Agenti dei servizi segreti egiziani hanno infiltrato una rete terroristica che arruolava estremisti islamici per attentati e guerriglia: sono riusciti a risalire agli arruolatori e li hanno arrestati a fine novembre.
Sono un americano, otto francesi e due belgi.
Un'operazione di spionaggio tra CIA e la Francia, accusano i giornali del Cairo, per reclutare forze nuove alla ormai svuotata rete di Al Qaeda....continua su www.effedieffe.com
.....................................................

oibo'!!!
questa e' una notizia

cocis
Inviato: 18/12/2006 21:11  Aggiornato: 18/12/2006 21:16
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/1/2006
Da: V
Inviati: 1430
 Re: Quando arriva la democrazia
Citazione:
Autore: roberto55 Inviato: 18/12/2006 12:20:59

A tutti coloro i quali mi hanno risposto.

La mia è stata solo una reazione di sdegno dopo aver letto queste parole in un post sopra il mio:

-citazione-
sarebbe da mettere quei soldati americani davanti al carro e poi passarci sopra ..


Sono d’accordo nel non esagerare col filo-americanismo… ma nemmeno col più bieco anti-americanismo, però.

Quei soldati sono ragazzi, ragazzi come VOI.

Il cimitero di Nettuno è a soli 50 chilometri da Roma.
Chi può lo faccia un giro tra quelle croci.
E’ un’esperienza che non dimenticherà. Ognuna di quelle croci e di quei nomi incisi nel Sacrario è un ragazzo morto sulla spiaggia di Anzio, o a Montecassino.
A vent’anni… a decine di migliaia di chilometri da casa sua.

12.000 ragazzi americani morti nella SOLA battaglia di Roma.

Rifletteteci, prima di scrivere frasi come quella che ho citato.


hanno rubato un pò di legna ??
sai che roba ..
gli americani hanno rubato il petrolio dell'iraq e la loro vita...

occhio per occhio...

hanno ucciso + di 3000 persone nelle torri con l'esplosivo .. hanno mentito al mondo per rubare il petrolio in iraq .. hanno utilizzato armi didistruzione di massa sui civili ..( uranio impoverito .. fosforo bianco)
hanno usato nuove armi a energia sui civili solo per sperimentazione ..
turture . stupri .. persone rapite e portate a guantanamo senza accusa .. senza processo e senza prove.. ecc..

vuoi altra roba ???

Blade1960
Inviato: 18/12/2006 21:34  Aggiornato: 18/12/2006 22:09
Ho qualche dubbio
Iscritto: 26/11/2006
Da:
Inviati: 264
 Quando arriva la democrazia
Come fare per farsi voler bene dal popolo irakeno.
ps.roberto sai quante croci di civili inermi uccisi dagli americani ci sono sparse nel mondo?


°°°°°°°°°°°°°°°

Perfavore NON cambiate il titolo del thread, una volta iniziato. LA REDAZIONE

Ashoka
Inviato: 18/12/2006 21:39  Aggiornato: 18/12/2006 22:01
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/7/2005
Da:
Inviati: 3660
 Quando arriva la democrazia
Siete pregati di non cambiare il titolo del post..
specialmente per scrivere ste cose...

anche perché gli americani sono tutti neocon assassini, gli italiani tutti mafiosi, spaghetti, mandolino, mamma, etc.

Ci sono dei soldati, dei governanti, etc. basta con questo generalizzare le colpe su milioni di persone, facendole scontare loro magari per generazioni..

Ashoka

noreprez
Inviato: 18/12/2006 22:06  Aggiornato: 18/12/2006 22:08
Mi sento vacillare
Iscritto: 3/11/2006
Da:
Inviati: 418
 Quando arriva la democrazia
paradosso su paradosso, si giustificano reati commessi da altre persone, mentre gli americani, come dice il post "sono delle merde"..e via!..ci sentiamo l'animo in pace.
Certo, non si può negare che i ragazzi del video siano dei violenti,cretini e ignoranti.
Atti più a stare dietro le sbarre che in libertà vigilata, ma nelle guerre,IN TUTTE LE GUERRE, il passare dei mesi e degli anni genera barbarie. Dall'una e dall'altra parte.

I lorsignori dovrebbero indignarsi, invece di scrivere posts "gli americani sono merde" anche per quei poveri cristi decapiti dai figli di allah, vedi il povero Bigley, umiliato messo in catene ed in seguito SGOZZATO...certo è facile con un vecchio di 60 prodigarsi in 6 per tenerlo fermo, mentre legato si divincola tra le urla e i gorgoglii della terribile morte a lui riservata.

il signore in questione però, non essendo nè palestinese nè irakeno non suscita la minima compassione



[edit] cambiato titolo del post

Redazione
Inviato: 18/12/2006 22:07  Aggiornato: 18/12/2006 22:10
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Quando arriva la democrazia
A tutti gli utenti che scrivono su Luogogomune

NON cambiate il titolo del thread, una volta iniziato.

NON spedite materiale da pubblicare a "scrivi una notizia", ma direttamente a [email protected] (togliere NOSPAM prima di utilizzare l'indirizzo).

Cercate di ricordarvi quello che avete appena letto.

noreprez
Inviato: 18/12/2006 22:43  Aggiornato: 18/12/2006 22:43
Mi sento vacillare
Iscritto: 3/11/2006
Da:
Inviati: 418
 Re: Quando arriva la democrazia
Citazione:


Poveri soldati americani?
A me personalmente questi idioti più banditi dei banditi non fanno nessuna compassione.
Si comportano né più né meno come qualsiasi altro esercito di occupazione, le brutalità e gli abusi sono sempre gli stessi, quindi si meritano la reazione dei patrioti che vogliono buttarli fuori.



sentitamente ringraziano,Enzo Baldoni, Nick Berg, Paul Johnson, Kim Sun, Eugene Armstron, i dodici decapitati nepalesi e molti altri.

per la dolce resistenza irachena

http://img53.imageshack.us/my.php?image=decgi4.jpg

Redazione
Inviato: 18/12/2006 22:58  Aggiornato: 18/12/2006 23:07
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Quando arriva la democrazia
NOREPREZ: Tu non eri ancora fra noi, ma già da tempo abbiamo concluso che con tutta probabilità gli "sgozzamenti" avvenivano su cadaveri, e non su persone vive, ed erano inoltre una messinscena della CIA. Sia l'analisi delle immagini che dei solidi ragionamenti lo confermavano.

NICK BERG, PAUL JOHNSON, OLIN ARMSTRONG. TRE DECAPITAZIONI, UNA SOLA REGIA. (Immagini forti)

L'articolo conclude così: "Anche perchè ci vorrebbe un corso particolare al CEPU iracheno, per scegliere di decapitare uno dal vivo proprio accanto ad una finestra aperta".

Sertes
Inviato: 18/12/2006 23:00  Aggiornato: 18/12/2006 23:00
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 9236
 Re: Quando arriva la democrazia
Citazione:
sentitamente ringraziano,Enzo Baldoni, Nick Berg, Paul Johnson, Kim Sun, Eugene Armstron, i dodici decapitati nepalesi e molti altri.


Adesso posta anche i 650.000 nomi di iracheni uccisi dall'inizio dell'invasione, poi sotto ci scrivi anche che ne è valsa la pena perchè così ora Saddam Hussein non può colpirci con le sue armi di distruzione di massa

Quando dici le cose come stanno, stai sulle palle a tanta gente
clacrides
Inviato: 18/12/2006 23:02  Aggiornato: 18/12/2006 23:02
So tutto
Iscritto: 26/5/2006
Da:
Inviati: 4
 Re: Quando arriva la democrazia
Non meravigliamoci è nella natura "umana!!!" trasformarsi in imbecilli quando si pensa di avere la meglio, guardatevi intorno e noterete come ci trasformiamo quando passiamo da pedoni ad automobilisti, figuratevi quando a un ragazzo di vent'anni affidi un carrarmato e gli hai insegnato "dio è con noi"

Paxtibi
Inviato: 18/12/2006 23:02  Aggiornato: 18/12/2006 23:02
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/4/2005
Da: Atene
Inviati: 8134
 Re: Quando arriva la democrazia
In questo momento Jim Fetzer sta parlando sul canale greco Alter, in una puntata della popolare trasmissione Kitrinos Typos (più o meno lo stesso format di matrix) dedicata all'11 settembre.

Redazione
Inviato: 18/12/2006 23:06  Aggiornato: 18/12/2006 23:08
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Quando arriva la democrazia
... e sta discutendo con uno chiamato Taradàssos, sotto lo sguardo attento del conduttore Mentanàikos....

edo
Inviato: 18/12/2006 23:08  Aggiornato: 18/12/2006 23:08
Sono certo di non sapere
Iscritto: 9/2/2006
Da: casa
Inviati: 4529
 Re: Quando arriva la democrazia
Sti uomini (me compreso), non imparano mai. Ogni volta che hanno la più forte illusione d'avere potere su altri uomini, immaginano d'essere dio; sanno e dimenticano e risbagliano, poi ricordano, si pentono e se capita lo rifanno.
Come diceva Oscar Wilde: resisto a tutto tranne che alle tentazioni. (del potere)

clausneghe
Inviato: 18/12/2006 23:20  Aggiornato: 18/12/2006 23:20
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 17/4/2006
Da: nordcentro
Inviati: 1679
 Re: Quando arriva la democrazia
Chi mi conosce sà come la penso... Ora più che mai,dopo aver visto questo filmato (ma ce ne sono a centinaia di simili,per non contare tutte le nefandezze e i soprusi che passano senza testimonianza) capisco sempre di più l'agire di Juba... E non mi si venga a dire che costoro sono poveri ragazzi solo imbecilli... Costoro sono usciti dalla costola di Caino e sono maledetti...

Roberto 55 chi credi di commuovere con le 7000 croci? Dalle mie parti c'è un Ossario,anzi due, Solferino e San Martino,dove già nel 1859 (24 giugno) in un solo giorno trovarono la morte per palla e scannamento ben 40000 combattenti Francesi e Sardi contro Austroungarici Fù la 2° guerra d'indipendenza...Quale giovamento ne abbiamo tratto? Intanto le ossa e i teschi dei protagonisti (anche loro ventenni o poco più) fanno ancora bella mostra di sè,a ricordarci che tutto è vanità...
Vanità e inutilità... e il mostro della guerra non è mai morto e sghignazza osceno oggi come allora...nei quattro angoli di questo mondo maledetto..

bandit
Inviato: 18/12/2006 23:28  Aggiornato: 18/12/2006 23:28
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 28/11/2005
Da:
Inviati: 1649
 Re: Quando arriva la democrazia
impossibile non notare come in molti casi generalizzare sia una costante.

Paxtibi
Inviato: 18/12/2006 23:34  Aggiornato: 18/12/2006 23:34
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/4/2005
Da: Atene
Inviati: 8134
 Re: Quando arriva la democrazia
... e sta discutendo con uno chiamato Taradàssos, sotto lo sguardo attento del conduttore Mentanàikos....

Acqua, acqua... Non ci crederai ma il conduttore – il temutissimo e bastardissimo Makis Triantafilopoulos (non scherzo ) – praticamente serve le battute a Fetzer, che è in studio, e presenta i servizi manco fosse Mazzukos in persona, zero contraddittorio, nessun debunker in vista!


fiammifero
Inviato: 18/12/2006 23:38  Aggiornato: 18/12/2006 23:38
Sono certo di non sapere
Iscritto: 28/2/2005
Da: ROMA
Inviati: 5691
 Re: Quando arriva la democrazia

Citazione:
le cose di cui ci sentiamo assolutamente certi non sono mai vere (Oscar Wilde)
Ashoka
Inviato: 19/12/2006 0:14  Aggiornato: 19/12/2006 0:14
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/7/2005
Da:
Inviati: 3660
 Re: Quando arriva la democrazia
Visto che chiamate in cause le varie battaglie/guerre...

Roberto55

Citazione:
Se voi foste stati in visita al Cimitero Americano di Guerra a Nettuno, 50 chilometri da Roma, e aveste visto la distesa di 7.000 croci dei soldati americani caduti per la liberazione di Roma…

...

Citazione:
Ognuna di quelle croci e di quei nomi incisi nel Sacrario è un ragazzo morto sulla spiaggia di Anzio, o a Montecassino.
A vent’anni… a decine di migliaia di chilometri da casa sua.


Montecassino ed Anzio.... ovvero un disastro tattico...

Prima la distruzione dell'Abbazia tramite bombardamenti aerei (si credeva che quei bruti dei tedeschi l'avessero occupata.. ma non era vero) che permise ai tedeschi di godere di un ottimo riparo nelle rovine...

Poi l'attacco sul fianco ad Anzio con lo sbarco, limitandosi a rafforzare la testa di ponte (lo sbarco era avvenuto praticamente senza resistenza) senza fornire alcuno sensibile aiuto alla forza che attaccava a Montecassino.. (rischiando di essere ributtati a mare dalle esigue forze tedesche)

Ovvero come far morire tanti ragazzi per gli errori dei propri generali


Iberneri

Citazione:
mi informerei anche sul numero di soldati russi morti


Ecco subito il manicheo conflitto Usa vs URSS che spunta fuori

Thibault Citazione:
Piango i 7000 morti americani, ma piango anche coloro che sono morti nello stesso periodo in Italia e indossavano le divise delle SS.


Ti ricordo che le SS e le corrispettive divisioni SS non erano la Wehrmacht (ovvero l'esercito). Agglomerare l'esercito tedesco con le SS non mi pare proprio il caso.. non accomuniamo Himmler e soci a Rommel, Guderian, Von Manstein & co.

Nonno

Citazione:
"I tedeschi erano venuti per difenderci, in quanto alleati, poi l'8 settembre le cose si sono un po complicate."
.........ehm i tedeschi sono entrati in Italia dopo l'8 settembre...
E sono entrati da invasori, annettendosi parte dell'Italia Settentrionale (Bolzano, Trento, Belluno,la Venezia Giulia e Udine), utilizzando i lavoratori italiani come manodopera schiavile, e rubando all'Italia industrie e richezze.
E ci hanno difeso davvero bene.. dagli italiani: tra l'8 settembre del '43 e l'aprile del 1945 tedeschi contro compirono oltre 400 stragi (con un minimo di 8 morti), con un bilancio complessivo di 15.000 vittime. Deportarono nei campi di lavoro della Germania oltre 700.000 schiavi italiani, 50.000 dei quali trovarono la morte.


Pure accolti a braccia aperte in Val di Adige.. aggiungo di ricordare tutti quei soldati italiani che si trovavano fianco a fianco alle truppe tedesche quando alla radio Badoglio ebbe finalmente il coraggio di comunicare l'armistizio (solo perché stavano già trasmettendo la notizia da radio Algeri).. un militare (feldmaresciallo) al governo, che abbandona le truppe a loro stesse senza avvertirle del pericolo né comunicare come comportarsi.

Tra l'altro la Germania non riconobbe il governo Badoglio né l'armistizio per cui gli Italiani vennero trattati come disertori... (niente convenzione di Ginevra)

Citazione:
Roberto 55 chi credi di commuovere con le 7000 croci? Dalle mie parti c'è un Ossario,anzi due, Solferino e San Martino,dove già nel 1859 (24 giugno) in un solo giorno trovarono la morte per palla e scannamento ben 40000 combattenti Francesi e Sardi contro Austroungarici Fù la 2° guerra d'indipendenza...Quale giovamento ne abbiamo tratto? Intanto le ossa e i teschi dei protagonisti (anche loro ventenni o poco più) fanno ancora bella mostra di sè,a ricordarci che tutto è vanità...


Tra l'altro quell'alleanza Franco-Piemontese risultò da un'altra guerra combattuta lontano, mandando a morire i nostri ragazzi per non si sa quale motivo (al di fuori della politica di potenza): la guerra di Crimea.

Ashoka

Paxtibi
Inviato: 19/12/2006 0:27  Aggiornato: 19/12/2006 0:27
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/4/2005
Da: Atene
Inviati: 8134
 Re: Quando arriva la democrazia
Ovvero come far morire tanti ragazzi per gli errori dei propri generali

Errori? Suvvia, è il loro lavoro: perché alla fine del gioco si fa la conta dei morti e si fanno pesare al tavolo della pace.

Ricorda niente...?

Kirbmarc
Inviato: 19/12/2006 0:27  Aggiornato: 19/12/2006 0:27
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 17/5/2006
Da: Arkadia-spazio profondo
Inviati: 1665
 Re: Quando arriva la democrazia
Citazione:
Agglomerare l'esercito tedesco con le SS non mi pare proprio il caso.. non accomuniamo Himmler e soci a Rommel, Guderian, Von Manstein & co.

Anche perchè (OT necessario) la Wehrmatch fu l'unica organizzazione o quasi a cercare di bloccare Hitler in Germania, e non riuscì per un soffio.
http://it.wikipedia.org/wiki/Complotto_del_20_luglio http://it.wikipedia.org/wiki/Elenco_di_membri_del_complotto_del_20_luglio
(fra cui Rommel)

florizel
Inviato: 19/12/2006 0:57  Aggiornato: 19/12/2006 0:57
Sono certo di non sapere
Iscritto: 7/7/2005
Da: dove potrei stare meglio.
Inviati: 8195
 Re: Quando arriva la democrazia
Citazione:
sentitamente ringraziano,Enzo Baldoni, Nick Berg, Paul Johnson, Kim Sun, Eugene Armstron, i dodici decapitati nepalesi e molti altri.

Per favore, vi costa davvero tanto avvisare che i link aprono pagine con immagini forti??

E cazzarola, uno è convinto di trovarci un articolo e viene sommerso da immagini di una tale violenza senza essere nemmeno preparato.

E poi, noreprez, come fai ad affermare con tanta sicurezza che Enzo Baldoni sia stato ucciso dagli iracheni?!

"Continueremo a fare delle nostre vite poesie, fino a quando Libertà non verrà declamata sopra le catene spezzate di tutti i popoli oppressi". Vittorio Arrigoni
Paxtibi
Inviato: 19/12/2006 1:09  Aggiornato: 19/12/2006 1:09
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/4/2005
Da: Atene
Inviati: 8134
 Re: Quando arriva la democrazia
Scusate se continuo con l'OT, ma qui Fetzer ha tirato fuori pure gli israeliani danzanti!



Il traffico di telefonate verso la trasmissione, a detta del conduttore sta infrangendo tutti i record.

Per quanto ne so io dei greci, per l'autorevolezza del conduttore nell'ambito dei media mainstream e per la sua audience, mi sento di dire che da queste parti, da stasera, la nuova verità ufficiale è quella dell'autoattentato.

Paxtibi
Inviato: 19/12/2006 1:34  Aggiornato: 19/12/2006 1:34
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/4/2005
Da: Atene
Inviati: 8134
 Re: Quando arriva la democrazia
Ora c'è un po' di contraddittorio, affidato a sprovveduti che ripetono i soliti concetti ("ma sapete quanta gente ci vorrebbe per un simile complotto?" ) con poca convinzione, disinnescati dallo stesso conduttore che ha addirittura espresso la sua adesione alle idee di Fetzer e ha chiamato l'amministrazione Bush criminali di guerra!

Che spasso!

Dusty
Inviato: 19/12/2006 9:28  Aggiornato: 19/12/2006 9:28
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 3/10/2005
Da: Mondo
Inviati: 2248
 Re: Quando arriva la democrazia
Citazione:
Ora c'è un po' di contraddittorio, affidato a sprovveduti che ripetono i soliti concetti ("ma sapete quanta gente ci vorrebbe per un simile complotto?" ) con poca convinzione, disinnescati dallo stesso conduttore che ha addirittura espresso la sua adesione alle idee di Fetzer e ha chiamato l'amministrazione Bush criminali di guerra!

A quando la nuova sezione 11/9 in greco?

"Tu non ruberai, se non avendo la maggioranza dei voti"
-- Dal Vangelo Secondo Keynes, Capitolo 1, verso 1.
Il portico dipinto
noreprez
Inviato: 19/12/2006 10:00  Aggiornato: 19/12/2006 10:01
Mi sento vacillare
Iscritto: 3/11/2006
Da:
Inviati: 418
 Re: Quando arriva la democrazia
io stavo solo cercando di portare un minimo sui binari una discussione che stà generalizzando in modo pauroso.

Ripeto: possiamo dire che gli americani del filmato sono degli imbecilli cretini? si possiamo tranquillamente convenirne, ma da qui a far di tutta l'erba un fascio ce ne passa cari miei! e si passa dallo scrivere "gli america so' mmerde" "forza juba!! voglio vedergli scoppiare più teste!" " a me non fanno pena quelli morti, mi fanno solo schifo"...

allora, la discussione è perfettamente inutile:

in stò calderone, sono tutti buoni, sono tutti scusabili-riuscite a trovare mille cavillicchi per tutti (SS comprese) ma quando si tratta dello zio Joe, all'ora l'atteggiamento diventa censorio a livello di Torquemada- allah ahkbar!!! allah ahkbar!! morte alli 'merigà!-
.I tedeschi della wermacht, gli sgozzatori di teste perchè forse avrebbero compiuto il loro sporco lavoro "dopo aver ucciso gli ostaggi", sono tutti buoni i francesi, gli spagnoli, i marziani....MA GLI AMERICANI NO!....GLI ISRAELIANI NO!....

mi sembra di assistere ad una royal rumble..E PLURIBUS UNUM

fiammifero
Inviato: 19/12/2006 10:26  Aggiornato: 19/12/2006 10:26
Sono certo di non sapere
Iscritto: 28/2/2005
Da: ROMA
Inviati: 5691
 Re: Quando arriva la democrazia
Segnalalo tu qualche link in cui i soldati americani e israeliani sono bravi,belli e buoni!
I soldati tutti fanno schifo in questa guerra perchè sono pagati,mercenari che invadono il suolo di altri Stati con i pretesti più disparati. Se non ci fossero i volontari molto probabilmente non ci sarebbero guerre,o sarebbe ripristinata la leva obbligatoria, ed allora sì che ne vedremo delle belle
Noi invece decoriamo come eroi gli assassini,gli stupratori,quelli che stanno a guardare,

Citazione:
le cose di cui ci sentiamo assolutamente certi non sono mai vere (Oscar Wilde)
nonno
Inviato: 19/12/2006 10:28  Aggiornato: 19/12/2006 10:28
Ho qualche dubbio
Iscritto: 14/7/2006
Da:
Inviati: 183
 Re: Quando arriva la democrazia
E' vero non tutti gli israeliani sono delle merde:lo sono solamente quei 5.500.000 ebrei israeliani che vivono su terre non loro.

bandit
Inviato: 19/12/2006 10:37  Aggiornato: 19/12/2006 10:37
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 28/11/2005
Da:
Inviati: 1649
 Re: Quando arriva la democrazia
ci sono questi del filmato.
e ci sono quelli che disertano e quelli che si suicidano.
si può pensare che ci siano anche quelli che stanno tra i due estremi, e cercano solo di fare del proprio meglio ? e che di solito non fanno notizia.

noreprez
Inviato: 19/12/2006 10:49  Aggiornato: 19/12/2006 10:52
Mi sento vacillare
Iscritto: 3/11/2006
Da:
Inviati: 418
 Re: Quando arriva la democrazia
Citazione:


Segnalalo tu qualche link in cui i soldati americani e israeliani sono bravi,belli e buoni!
I soldati tutti fanno schifo in questa guerra perchè sono pagati,mercenari che invadono il suolo di altri Stati con i pretesti più disparati.



farebbe notizia un soldato americano che aiuta ad attraversare un ponte ad una vecchietta irakena?? no! e sai perchè?
perchè tu li odi a prescindere, fanno TUTTI schifo a prescindere...come vedi, non può nascere neache il germe di una discussione,proprio vero che la verità stà nel mezzo...

per quel che riguarda il link che mi hai posto, quello di Srebrenica, dovresti sapere che si, gli olandesi bellamente stettero a guardare il genocidio perpetrato da quel macellaio di Mladic ma...ma...i caschi blu dell'onu,in quella occasione, che ordini avevano? quali regole d'ingaggio? a chi era demandata la decisione di fermare le accozzaglie di criminali serbi??

se non lo sai, taci...

fiammifero
Inviato: 19/12/2006 10:58  Aggiornato: 19/12/2006 10:58
Sono certo di non sapere
Iscritto: 28/2/2005
Da: ROMA
Inviati: 5691
 Re: Quando arriva la democrazia
Lo vedi noreprez che non leggi i link

Citazione:
le cose di cui ci sentiamo assolutamente certi non sono mai vere (Oscar Wilde)
noreprez
Inviato: 19/12/2006 10:59  Aggiornato: 19/12/2006 10:59
Mi sento vacillare
Iscritto: 3/11/2006
Da:
Inviati: 418
 Re: Quando arriva la democrazia
tutto l'ho letto...e tu rispondi alla mia domanda, perchè gli olandesi stettero a guardare???

noreprez
Inviato: 19/12/2006 11:08  Aggiornato: 19/12/2006 11:08
Mi sento vacillare
Iscritto: 3/11/2006
Da:
Inviati: 418
 Re: Quando arriva la democrazia
s'è spento il fiammifero...

nonno
Inviato: 19/12/2006 11:25  Aggiornato: 19/12/2006 11:25
Ho qualche dubbio
Iscritto: 14/7/2006
Da:
Inviati: 183
 Re: Quando arriva la democrazia
SREBRENICA

"La cifra pari a 8.000 è stata fornita di primo acchito dalla Croce Rossa, basata su una rozza valutazione che l’ASB aveva catturato 3.000 uomini e che 5.000 dovevano essere considerati “scomparsi”. È stato ben dimostrato che migliaia di “scomparsi” sono arrivati a Tuzla sani e salvi, o sono stati uccisi in combattimento. Ma in una straordinaria trasformazione che testimonia dell’ardore di situare tutto il male dalla parte dei Serbi e di fare dei Musulmani delle vittime, per i mancanti all’appello sono state ignorate le categorie “arrivati sani e salvi” o “morti in combattimento”, e tutti i dispersi sono stati considerati come giustiziati! Questa ingannevole conclusione è stata rinforzata dalla Croce Rossa, quando, facendo riferimento ai 5.000, li definisce come “semplicemente scomparsi”, non ha corretto questa qualificazione politicamente tendenziosa e non ha mai sottolineato, quantunque l’avesse riconosciuto, che “molte migliaia” di rifugiati erano arrivati nella Bosnia centrale. Questa qualificazione ha ricevuto rinforzo anche dal rifiuto delle autorità musulmano-Bosniache di fornire i nominativi e il numero delle persone che si erano salvate senza intoppi.

[..]
Con 8.000 esecuzioni e alcune migliaia di caduti in combattimento, si avrebbero dovuti trovare enormi siti di seppellimenti, e si sarebbero dovute accumulare tramite satellite le prove delle esecuzioni, dei seppellimenti ed eventualmente delle rimozioni dei corpi. Ma le ricerche nel settore di Srebrenica hanno avuto riscontri “dolorosamente deludenti”, con la scoperta, per tutto l’anno 1999, di soli 2.000 corpi, compresi quelli dei morti in battaglia e anche di Serbi, alcuni morti già prima del luglio 1995. La scarsità di questi risultati ha condotto all’idea che i corpi fossero stati rimossi e riportati in altri luoghi, ma era un’idea difficilmente convincente, visto che dopo il luglio 1995 i Serbi erano stati sottoposti ad un’intensa pressione militare.

[..] Per di più, la cifra di 8.000 è incompatibile con l’aritmetica elementare applicata a Srebrenica, prima e dopo il luglio 1995. Le persone che si sono spostate da Srebrenica, vale a dire i sopravvissuti al massacro che si sono fatti registrare all’inizio dell’agosto 1995 dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) e dal governo Bosniaco, ammontavano ad un totale di 35.632. I musulmani che hanno potuto guadagnare le linee musulmane “senza che le loro famiglie fossero informate” erano perlomeno 2.000, e circa 2.000 sono stati uccisi nei combattimenti. Considerando un totale di 37.632 superstiti, più i 2.000 morti in combattimento, se aggiungiamo gli 8.000 giustiziati, la popolazione di Srebrenica prima della guerra raggiungerebbe i 47.000 abitanti, quando in realtà si avvicinava ai 37-40.000. (Il giudice del TPI Patricia Wald ha fatto una stima di 37.000). "
Edward S. Herman

roberto55
Inviato: 19/12/2006 11:32  Aggiornato: 19/12/2006 11:32
Mi sento vacillare
Iscritto: 6/9/2006
Da:
Inviati: 327
 Re: Quando arriva la democrazia
Dice Ashoka:

Citazione:
Montecassino ed Anzio.... ovvero un disastro tattico...

Prima la distruzione dell'Abbazia tramite bombardamenti aerei (si credeva che quei bruti dei tedeschi l'avessero occupata.. ma non era vero) che permise ai tedeschi di godere di un ottimo riparo nelle rovine...

Poi l'attacco sul fianco ad Anzio con lo sbarco, limitandosi a rafforzare la testa di ponte (lo sbarco era avvenuto praticamente senza resistenza) senza fornire alcuno sensibile aiuto alla forza che attaccava a Montecassino.. (rischiando di essere ributtati a mare dalle esigue forze tedesche)

Ovvero come far morire tanti ragazzi per gli errori dei propri generali


------

E’ proprio come dici tu, Ashoka.

Ad Anzio, in particolare, lo sbarco – perfettamente riuscito nel suo effetto sorpresa e portato a termine praticamente senza perdite di vite umane – si trasformò in un immane fallimento per l’inettitudine del generale Lucas che si preoccupò soltanto di consolidare la testa di ponte (per soli 7 chilometri di profondità) senza puntare con decisione verso Roma.

Sbarcarono 36.000 uomini, Lucas presidiò le spiagge e si fermò. Forse in attesa di ordini che non arrivarono.

Vanificato l’effetto sorpresa, i tedeschi si organizzarono rapidamente e spostarono due divisioni sul fronte di Anzio.
E fu un massacro per le forze alleate.

Impreparazione dei generali, improvvisazione, interruzioni nella catena di comando.
Tutto quello che vuoi, Ashoka.

Ma io non volevo puntare il dito su questo, ma sulla morte – stupida, tragica – di quei ragazzi: americani, ma anche inglesi, canadesi, australiani.

Tra Anzio e Nettuno vi sono ben tre cimiteri di Guerra: quello che ho citato, americano, a Nettuno. Un altro, ad Anzio, inglese. Un altro ancora, sempre ad Anzio, del Commonwealth.

Sono il monumento alla stupidità, all’inutilità, alla barbarie della guerra.

Vi sono sepolti ragazzi.
File e file di croci con inciso un nome, un’età quasi sempre intorno ai vent’anni, una provenienza dall’altro capo del mondo.

Sono vite spezzate sul nascere.
Solo questo volevo dire.
Solo questo m’interessa.

Un nodo alla gola, e forse lacrime, girando per quelle croci.

Come diceva Massimo (così mi pare di aver capito)… non prendiamocela con i ragazzi, giovani soldati, ma con chi ce li manda e ce li ha sempre mandati.

roberto

Nell' avatar: Hans Hartung, Composition T49. Frammento.
noreprez
Inviato: 19/12/2006 11:36  Aggiornato: 19/12/2006 11:36
Mi sento vacillare
Iscritto: 3/11/2006
Da:
Inviati: 418
 Re: Quando arriva la democrazia
ha!ha!ha! fantastico...mancavano anche i serbi buoni...Mladic era un filantropo. e poi non è vero, la cifra dei corpi ritovati ammonta
a 5000

fiammifero
Inviato: 19/12/2006 11:40  Aggiornato: 19/12/2006 11:40
Sono certo di non sapere
Iscritto: 28/2/2005
Da: ROMA
Inviati: 5691
 Re: Quando arriva la democrazia
Noreprez vedo che il tuo non è un problema d'inglese
Citazione:
Come diceva Massimo (così mi pare di aver capito)… non prendiamocela con i ragazzi, giovani soldati, ma con chi ce li manda e ce li ha sempre mandati.

potrebbe essere valido se ci fosse il reclutamento obbligatorio e non "volontario" a pagamento

Citazione:
le cose di cui ci sentiamo assolutamente certi non sono mai vere (Oscar Wilde)
Freeman
Inviato: 19/12/2006 11:51  Aggiornato: 19/12/2006 11:51
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 31/7/2006
Da: NiggahCity
Inviati: 2092
 Re: Quando arriva la democrazia
noreprez, perché mi fai dire cose che non ho detto? hai voluto interpretare le mie parole a modo tuo, è una tua visione, vabbé.

Io ho scritto che in qualità di esercito di occupazione (e su questo non credo ci siano dubbi) gli americani si meritano la reazione dei "patrioti". Punto.
Nessuna gioia per i morti da una parte e dall'altra. Nessuna goduria a senso unico per la barbarie che inevitabilmente si ingenera.
Certo, non posso essere neutrale, il torto degli USA è lampante nei fatti (e non per questo mi si può dare dell'antiamericano, proprio perché si parla di fatti e non di preconcetti), ma nonostante questo non vedrai mai nessuno stupido slogan come "10, 100, 1000 Nassirya" uscire dalla mia tastiera.
Il filmato proposto da Massimo non è purtroppo né un caso isolato né raro, e succede a tutte le truppe di occupazione di sentirsi "superiori" agli occupati, di sottometterli psicologicamente e fisicamente, e di sfociare spesso e volentieri nella barbarie. E' successo anche a noi "italiani brava gente" nell'epoea dell'AOI, quindi di che ci meravigliamo?

"Non siamo noi a trovare la Verità. È la Verità a trovare noi. Dobbiamo solo prepararci. Si può invitare un ospite che non si conosce? No. Ma si può mettere la casa in ordine, così che, quando l'ospite arriva, si è pronti a riceverlo e a conoscerlo".
noreprez
Inviato: 19/12/2006 12:01  Aggiornato: 19/12/2006 12:01
Mi sento vacillare
Iscritto: 3/11/2006
Da:
Inviati: 418
 Re: Quando arriva la democrazia
Citazione:


Noreprez vedo che il tuo non è un problema d'inglese



no, infatti...il mio problema è capire perchè non rispondi alla domanda..stò a parlare con un'italiana che non capisce l'italiano...

nichilista
Inviato: 19/12/2006 12:13  Aggiornato: 19/12/2006 12:13
Mi sento vacillare
Iscritto: 20/9/2006
Da:
Inviati: 955
 Re: Quando arriva la democrazia
"La cifra pari a 8.000 è stata fornita di primo acchito dalla Croce Rossa, basata su una rozza valutazione che l’ASB aveva catturato 3.000 uomini e che 5.000 dovevano essere considerati “scomparsi”. È stato ben dimostrato che migliaia di “scomparsi” sono arrivati a Tuzla sani e salvi, o sono stati uccisi in combattimento. Ma in una straordinaria trasformazione che testimonia dell’ardore di situare tutto il male dalla parte dei Serbi e di fare dei Musulmani delle vittime, per i mancanti all’appello sono state ignorate le categorie “arrivati sani e salvi” o “morti in combattimento”, e tutti i dispersi sono stati considerati come giustiziati! Questa ingannevole conclusione è stata rinforzata dalla Croce Rossa, quando, facendo riferimento ai 5.000, li definisce come ...


per non parlare poi delle "centinaia di miliaia di sfollati del kossovo" di cui si millantava nel '99 e della storia delle rappresaglie monodirezionali serbe, totalemente false.
i profughi della regione assolutamente eterogenei( vi erano addirittura croati), dai media occidentali vennero definiti semplicemente kossovari albanesi per giustificare l'intervento militare agli occhi del pubblico, nascondendo poi il fatto che spesso la popolazione fuggiva dai bombardamenti nato più che dalla persecuzione serba

"Questa istanza può tuttavia dar luogo ad un’altra
convinzione ERRONEA, la seconda e più rilevante
opinione di cui occorre sbarazzarsi. Essa può
denominarsi TEORIA SOCIALE DELLA COSPIRAZIONE." K.POPPER
rumenta
Inviato: 19/12/2006 14:12  Aggiornato: 19/12/2006 14:12
Mi sento vacillare
Iscritto: 25/1/2006
Da: Repubblica di Genova
Inviati: 801
 Re: Quando arriva la democrazia
nonno: Citazione:
.........ehm i tedeschi sono entrati in Italia dopo l'8 settembre...

hemmm..... e la Panzerdivision "Hermann Goering" (per fare il primo nome che mi salta in mente), che ha combattuto in sicilia dopo lo sbarco alleato sull'isola, ovviamente era composta da rettiliani.....



"La verità dev'essere brutale, violenta, armata ed arrabbiata. Altrimenti soccombe."
nonno
Inviato: 19/12/2006 18:54  Aggiornato: 19/12/2006 18:54
Ho qualche dubbio
Iscritto: 14/7/2006
Da:
Inviati: 183
 Re: Quando arriva la democrazia
"poi non è vero, la cifra dei corpi ritovati ammonta
a 5000"

Abbastanza improbabile dal momento che la CRI ha parlato di 7.400 dispersi e potenziali vittime del terrore serbo (sempre che si possa chiamare terrore l'ingaggiare uno scontro bellico pur essendo in svantaggio numerico contro 15.000 miliziani musulmani dopo aver di aver mandato al sicuro in territorio musulmano le donne, i bambini e i vecchi, ma anche i soldati che avevano accettato di consegnare le armi).
Resta il fatto che 500 dei dispersi erano già morti prima della conquista di Srebrenica e altri 3010 compaiono nelle liste degli elettori dell'OCSE del 1997. Quindi è difficile che si riescano a ritrovare 5.000 cadaveri musumani!

shevek
Inviato: 19/12/2006 19:29  Aggiornato: 19/12/2006 19:29
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 27/4/2005
Da: Napoli
Inviati: 1249
 Re: Quando arriva la democrazia
Salut y Liberad a todos!


Citazione:
la cifra dei corpi ritovati ammonta
a 5000



Il problema non sono i corpi ritrovati (comunque meno di 5.000 - vedi nonno), ma quelli di civili morti per armi da fuoco leggere e senza traccia di polvere da sparo sulle mani. Anche ammettendo - e non concedendo - che siano stati TUTTI uccisi dallesercito serbo e/o da milizie paramilitari, si tratta di poche centinaia di unità, se non di decine. Va ricordato che il governo USA in quei giorni blaterò di OTTOCENTOMILA kosovari (su novecentotrentamila!) assassinati nella "pulizia etnica"... Il che non toglie la mia antipatia verso Milosevic & co, ma resta il fatto che le giustificazioni per la guerra nel Kosovo fanno il paio con le "armi di distruzione di massa" in Iraq.


Shevek

"Il potere è l'immondizia nella storia degli umani" - F. Guccini
www.portadimassa.net - WEB-TV e non solo di Filosofia
Sertes
Inviato: 19/12/2006 19:57  Aggiornato: 19/12/2006 19:57
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 9236
 Re: Quando arriva la democrazia
Citazione:
in stò calderone, sono tutti buoni, sono tutti scusabili-riuscite a trovare mille cavillicchi per tutti (SS comprese) ma quando si tratta dello zio Joe, all'ora l'atteggiamento diventa censorio a livello di Torquemada- allah ahkbar!!! allah ahkbar!! morte alli 'merigà!-
I tedeschi della wermacht, gli sgozzatori di teste perchè forse avrebbero compiuto il loro sporco lavoro "dopo aver ucciso gli ostaggi", sono tutti buoni i francesi, gli spagnoli, i marziani....MA GLI AMERICANI NO!....GLI ISRAELIANI NO!....


Personalmente ad oggi trovo più buoni francesi spagnoli e marziani di americani ed israeliani semplicemente perchè non sono invasori in terra straniera. Che poi tu ti sia bevuto le giustificazioni con cui queste due nazioni invadono altre nazioni, o si limitano a bombardarle dall'alto, è affar tuo.

Non stiamo parlando delle crociate nè della seconda guerra mondiale.

Stiamo parlando del fatto che OGGI alcune nazioni sono invase e i partigiani che combattono contro gli invasori fanno ciò che qualsiasi popolo oppresso ed invaso farebbe al posto loro.

E gli invasori pur di mantenere il controllo non esitano ad esagerare con la violenza contro cose e persone. Questo è SBAGLIATO.

Quando dici le cose come stanno, stai sulle palle a tanta gente
fiammifero
Inviato: 19/12/2006 20:14  Aggiornato: 19/12/2006 20:15
Sono certo di non sapere
Iscritto: 28/2/2005
Da: ROMA
Inviati: 5691
 Re: Quando arriva la democrazia
Citazione:
la cifra dei corpi ritovati ammonta


Sono stati trovati 3000 corpi e di questi solo 206 identificati e ci sarebbero ancora tante fosse da scoprire, mentre a Tuzla, una nuova Plaza de Mayo in Europa, le "Donne di Srebrenica"il giorno 11 di ogni mese,vogliono sapere cos'è accaduto alle 10.000 persone di Srebrenica scomparse, e catturare i criminali di guerra.

Citazione:
le cose di cui ci sentiamo assolutamente certi non sono mai vere (Oscar Wilde)
Paulo
Inviato: 19/12/2006 20:49  Aggiornato: 19/12/2006 20:49
Mi sento vacillare
Iscritto: 24/12/2005
Da:
Inviati: 507
 Re: Quando arriva la democrazia
Citazione:
Un cimitero di 7.000 morti, una sterminata distesa di 7.000 croci tutte uguali… e in più una parete, nel Sacrario, dove sono incisi i nomi di altri 5.000 soldati dispersi.


Egregio Roberto55 perché non ci mostri le croci dei civili italiani (bambini, vecchi, donne) assassinati dalla truppa USA durante la IIa Guerra Mondiale?
In quale cimitero sono stati raccolti per darci la possibilità di onorarli e di compiangerli?

SWE
Inviato: 19/12/2006 21:10  Aggiornato: 19/12/2006 21:12
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 744
 Re: Quando arriva la democrazia
Citazione:
Egregio Roberto55 perché non ci mostri le croci dei civili italiani (bambini, vecchi, donne) assassinati dalla truppa USA durante la IIa Guerra Mondiale?


Fate come volete e commentate come vi pare però insistere con il “ tormentone” di Roberto55 che ha soltanto voluto rivolgere un pensiero verso dei soldati morti 60 anni fa in una guerra combattuta e vissuta in un contesto completamente diverso da quello che stiamo vivendo ora , mi sembra voler per forza deformare maliziosamente il senso del suo intervento

Non capisco il fine e l'utilità di questa polemica...

rumenta
Inviato: 19/12/2006 21:31  Aggiornato: 19/12/2006 21:31
Mi sento vacillare
Iscritto: 25/1/2006
Da: Repubblica di Genova
Inviati: 801
 Re: Quando arriva la democrazia
roberto55: Citazione:
… avreste un rispetto del soldato americano che nemmeno immaginereste.

per quei soldati posso avere del rispetto, ma questi..... perdio, mettiamolo in bianco e nero e sembrerà di vedere delle scene tratte da un film di repertorio sull'occupazione nazista di qualche paese europeo durante l'ultimo conflitto mondiale....
gli costava tanto procurarsi un interprete e spiegare a quei disgraziati che avevano commesso un crimine... sempre che non lo sapessero già, ovviamente
e poi, non credo che il codice, neppure quello militare, preveda "sanzioni" di quel genere.
e se anche fosse, non ho visto nessun giudice comminarla.
e che dire della polizia locale??
non esiste??
ma come, dopo averla "addestrata" per tutti questi anni, nemmeno la convocano??
niente da fare, ragazzo, questi soldati non meritano alcun rispetto.....



"La verità dev'essere brutale, violenta, armata ed arrabbiata. Altrimenti soccombe."
Jimbo72
Inviato: 20/12/2006 9:35  Aggiornato: 20/12/2006 9:35
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/3/2006
Da:
Inviati: 427
 Re: Quando arriva la democrazia
Osama rischiò morte,salvato da Usa
Afghanistan, cecchini furono bloccati
Osama Bin Laden avrebbe potuto essere ucciso. Un paio di volte il leader di Al Qaeda finì nel mirino di cecchini francesi, in Afghanistan, ma dai superiori americani non sarebbe arrivata l'autorizzazione a procedere. E' quanto sostiene un documentario di due giornalisti francesi, Emmanuel Razavi e Eric de Lavarene, ricostruito a partire dal racconto di un militare anonimo.

L'inchiesta, intitolata "Bin Laden, i difetti di una caccia all'uomo", sostiene che in un paio di occasioni i tiratori scelti delle forze speciali francesi avrebbero inquadrato nei loro mirini Osama Bin Laden ma dai superiori statunitensi non sarebbe arrivata l'autorizzazione a procedere.

Il soldato che ha fornito l'eclatante notizia, che ha chiesto di rimanere anonimo, racconta come nel 2003 e nel 2004 il "principe del male" fosse finito nel mirino. "Ho bin Laden", segnalò un cecchino. Ma passarono diverse ore prima che la richiesta di autorizzazione a far fuoco arrivasse all'ufficiale Usa, così non se ne fece niente.

Le autorità militari francesi hanno subito smentito la tesi sostenuta nel documentario, che sarà mandato in onda il prossimo mese di marzo da una tv via cavo
TGCOM 20/12


E senno' come poteva andare avanti "la guerra al terrore" se lo ammazzavano ??

"La strada dell'eccesso conduce al palazzo della saggezza" W. Blake "Non litigare mai con un idiota, la gente che guarda potrebbe non capire la differenza"
Jimbo72
Inviato: 21/12/2006 11:54  Aggiornato: 21/12/2006 11:54
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/3/2006
Da:
Inviati: 427
 Re: Quando arriva la democrazia
Evvai che aumenta il budget per la democrazia :

Iraq: Pentagono, chiesti altri 99,9 miliardi di dollari per guerra
WASHINGTON - Il Pentagono starebbe per chiedere all'amministrazione americana, guidata da presidente George Bush, di far approvare al Congresso un ulteriore stanziamento di 99,9 miliardi di dollari per le guerre in Iraq e Afghanistan: una cifra che, se concessa, farebbe salire a circa 170 miliardi di dollari il bilancio di quest'anno per le spese di guerra.


"La strada dell'eccesso conduce al palazzo della saggezza" W. Blake "Non litigare mai con un idiota, la gente che guarda potrebbe non capire la differenza"
Baco
Inviato: 22/12/2006 13:49  Aggiornato: 22/12/2006 13:49
So tutto
Iscritto: 1/6/2006
Da:
Inviati: 14
 SUI MORTI AMERICANI DI ROMA
HAI RAGIONE ROBERTO.
ANCH'IO CONDIVIDO APPIENO IL "POVERO SOLDATO AMERICANO"
DI MASSIMO, IN PIENO.
SE CONSIDERATO PERò NEL CONTESTO SOCIALE AMERICANO IN CUI IL CARRISTA VA IN IRAQ PER LAVORO PERCHè IN PATRIA, CAUSA RECESSIONE, NON C'è GRANCHè DI MEGLIO PER SBARCARE IL LUNARIO.
LA RICONOSCENZA VERSO GLI ALLEATI CHE CI HANNO LIBERATO è IMMORTALE.
NON DIMENTICHIAMO PERò CHE SONO PROPRIO GLI AMERICANI AD AVER SPIANATO LE NOSTRE CITTà CON TONNELLATE DI BOMBE, ANCHE QUANDO I TEDESCHI NON C'ERANO PIù.
E CHE PER BONIFICARE LE CITTà E I PAESI DEVASTATI DALLE BOMBE, FACEVANO AVANZARE PRIMA I LORO ALLEATI AFRICANI.
RICORDO QUANDO MIO NONNNO MI RAQCCONTAVA DI DELEGAZIONI DI PAESANI CON IN MANO DRAPPI BIANCHI CHE SI AVVICINAVANO AI MORTAI AMERICANI PER DIRE AI SOLDATI: - BASTA BOMBARDARE, I TEDESCHI SONO SCAPPATI TUTTI-.
E' QUESTO L'ATTEGGIAMENTO DISUMANO DEPLOREVOLE CHE LI CONTRADDISTINGUE DA SEMPRE. E CHE CI DISGUSTA.
I MARINES SONO KILLER.
STANLEY KUBRIK DOCET.
SI PUò ESSERE KILLER AL SERVIZIO DELLA PACE?

Giuseppino
Inviato: 22/12/2006 16:03  Aggiornato: 22/12/2006 16:03
Ho qualche dubbio
Iscritto: 13/12/2006
Da: Lancenigo o Padova
Inviati: 36
 Re: Quando arriva la democrazia
Quando un ragazzo si arruola nell'esercito sa che la sua unica funzione sarà eseguire gli ordini per "servire il suo paese".
Un soldato è addestrato per uccidere, non è un uomo di pace.
Un esercito non potrà mai, per questi due semplici motivi, essere portatore di valori democratici.

I singoli atti di violenza, vandalismo, tortura, sono le terribili conseguenze di questa struttura e della mentalità bellica.

"Physics is like sex. Sure, it may give some practical results, but that's not why we do it."(Feynman)
Paulo
Inviato: 23/12/2006 21:18  Aggiornato: 23/12/2006 21:18
Mi sento vacillare
Iscritto: 24/12/2005
Da:
Inviati: 507
 Re: Quando arriva la democrazia
Citazione:
... nella guerra del Vietnam, dove i soldati americani morti per suicidio furono il doppio di quelli rimasti uccisi in battaglia


Ma ci sono sacrari militari americani nel Vietnam?
Eppure vi morirono ben più dei 7.000 di Nettuno!
Come mai?

maurigt
Inviato: 6/1/2007 19:38  Aggiornato: 6/1/2007 19:38
So tutto
Iscritto: 5/9/2006
Da:
Inviati: 1
 Re: Quando arriva la democrazia
non ho parole sul filmato,ma questo e'l'uomo .
un detto dice ,l'occasione fa l'uomo ladro.
quindi non giudico il popolo americano ne quello iracheno!
penso che la violenza e'insita nell'uomo e pochi si salvano ma purtroppo non viviamo in una favola.
grazie


Powered by XOOPS 2.0 © 2001-2003 The XOOPS Project
Sponsor: Vorresti creare un sito web? Prova adesso con EditArea.   In cooperazione con Amazon.it   theme design: PHP-PROXIMA