Re: Allarmismo meningite in Italia

Inviato da  carloooooo il 6/1/2008 13:12:57
Innanzi tutto, io non ho capito una cosa. Sia nell'articolo linkato da Fiammifero sia dall'intervento riportato da Gandalf si parla di vaccinazione di massa sui bambini, ma io prima d'ora non ho mai sentito ventilare questa ipotesi da nessuno.

Si è aperta una campagna di vaccinazione per i giovani dai 15 ai 29 anni residenti nei comuni in cui si sono manifestati i casi di meningite C. Si vaccinano queste persone dal meningococco C perché è il meningococco C che sta facendo morti da queste parti. Non capisco dove stia il problema, e che cosa ci sia di male nel farlo.

Citazione:
Si ribadisce che episodi epidemici sono assolutamente infrequenti, mentre la maggioranza dei casi del nostro Paese si presenta come casi sporadici. Va anche detto che il focolaio epidemico veneto è anche il prodotto di una concomitanza accidentale di diversi fattori predisponenti: locali affollati, contatti stretti e presenza di molti individui non vaccinati e provenienti da zone del mondo ad alta suscettibilità alla malattia.


Appunto, e dato che i giovani della Marca non hanno smesso di uscire, di frequentare locali affollati e di giocare a calcetto, il rischio sussiste tutt'ora.

Citazione:
Se i media marchettari ricevono una velina nella quale si “prescrive” di dare risonanza ai casi di meningite C hanno comunque materiale a sufficienza in quanto tali casi sono concentrati nel periodo invernale, (mettiamo che in 6 mesi ci siano 10 casi al mese quindi almeno 2 nuovi ammalati alla settimana) poi basta condire i servizi con frasi del tipo: “…è stata decisa la vaccinazione di massa per i giovani tra i 15 e i 29 anni. La situazione, però, "è sotto controllo". Oppure: “Migliaia di persone si accalcano presso le Asl per farsi vaccinare” così il popolo “tonno” finisce nella rete.


I media marchettari hanno dato risonanza ai casi di meningite C perché nel giro di una settimana e nella stessa zona sono morte tre persone in relazione le une alle altre, una sta ancora lottando attaccata ai tubi, mentre altre sono state fortunatamente prese in tempo e curate (forse anche grazie all'allarmismo dei media?). E' di ieri un nuovo caso.

Citazione:
Questo perché la gente non sa distinguere la differenza fondamentale fra la frequenza di un evento e la sua incidenza, quindi ritiene probabile un evento quando si verifica frequentemente mentre il dato che indica la probabilità dell'evento per l’individuo è la sua incidenza.

Per questo c’è tanta gente che gioca al superenalotto ed al gratta e vinci: considerano le frequenti vincite come buon auspicio mentre la loro minima incidenza dimostra chiaramente che sono giochi truffaldini (come certi i vaccini).


Con la lieve differenza che andando a giocare nel bar dove ci sono state tre vincite al superenalotto negli ultimi giorni non aumento di uno zero virgola le mie probabiltà di vincita, mentre frequentanto portatori, sani e non, di una malattia infettiva, le mia chances aumentano eccome.

Carlo

Messaggio orinale: http://old.luogocomune.net/site/newbb/viewtopic.php?forum=49&topic_id=4071&post_id=108849