Re: Allarmismo meningite in Italia

Inviato da  gandalf il 5/1/2008 22:38:42
Alcune annotazioni interessanti fatte dall'utente Pupo sul FORUM del Comilva:

Citazione:

Tornando alle meningiti vi riporto un articolo del settimanale del Ministero della Salute n° 22:

Aggiornamenti sulla meningite

In relazione ai casi di meningite registrati in questi ultimi giorni, e in particolare in Veneto, si ritiene utile fornire un quadro complessivo della situazione sia dal punto di vista epidemiologico che da quello della prevenzione e del controllo della malattia. Nonostante la meningite sia in costante diminuzione, ogni anno in Italia si verificano circa 900 casi di meningite batterica. Si tratta di una malattia infettiva grave, ma curabile, anche se si presenta con una mortalità significativa (14% dei casi), in particolare nella sua forma fulminante, come è accaduto nel caso del focolaio epidemico del Veneto provocato dal batterio Meningococco di gruppo C. Dei 900 casi italiani circa un terzo è causato dal Meningococco (prevalentemente di gruppo C), un altro terzo da Pneumococco, mentre gli altri casi per oltre la metà erano causati dal batterio Emofilo, ormai sconfitto grazie alla vaccinazione specifica di massa dei neonati già attiva in Italia da 7 anni. L'altra metà (circa un sesto dei casi) è invece causata da diversi batteri. In Italia il tasso di incidenza di meningite meningococcica, che è quella più contagiosa, è tra i più bassi in Europa. Negli ultimi 7 anni si sono registrati in Italia 447 casi di meningiti da meningococco di gruppo C con 63 decessi (14%). Dal gennaio al settembre di quest'anno sono stati notificati 20 casi di meningite C e 2 decessi (non includendo quelli attuali): dopo un rapido aumento dei casi in Italia tra il 2000 e il 2005 c'è stata una significativa riduzione dei casi nel 2006-2007, molto presumibilmente attribuibile all'incremento dell'offerta vaccinale specifica. La maggioranza delle persone non sviluppa la malattia e solo in casi rari il meningococco supera le difese dell'organismo provocando la meningite. Si ribadisce che episodi epidemici sono assolutamente infrequenti, mentre la maggioranza dei casi del nostro Paese si presenta come casi sporadici. Va anche detto che il focolaio epidemico veneto è anche il prodotto di una concomitanza accidentale di diversi fattori predisponenti: locali affollati, contatti stretti e presenza di molti individui non vaccinati e provenienti da zone del mondo ad alta suscettibilità alla malattia. La reazione dei Servizi di Sanità pubblica è stata comunque appropriata e tempestiva seguendo le linee guida nazionali e internazionali, anche grazie alla pronta identificazione del germe offerta dal laboratorio di Padova: l'intervento di profilassi è stato massiccio così come l'avviso alla popolazione. In Italia è inoltre operativo da tempo uno speciale sistema di sorveglianza meningiti coordinato dall'Istituto Superiore di Sanità, accessibile universalmente via web -www.epicentro.iss.it. Nei mesi invernali e primaverili, infatti, ci si attende il verificarsi di casi di meningite quali quelli segnalati in più città in questi giorni ed è ragionevole aspettarsi numerose altre segnalazioni, almeno fino alla fine del prossimo mese di aprile. Si ricorda, infine, l'importanza che la popolazione e i medici del territorio del Veneto siano avvisati che ogni caso di febbre, in persone che abbiano avuto contatto con dei casi, sia accuratamente valutato.]

Per approfondire:

http://www.salastampa.ministerosalute.it/imgs/C_17_comunicati_1489_testo.rtf


Dopo ave letto tutto si possono fare alcuna considerazioni molto rassicuranti:

Negli ultimi 7 anni, 447 casi con 63 decessi, si traducono in un incidenza annua media di 64 casi con 9 morti.

Poi i giornali scrivono nei titoli di 900 casi l’anno mettendo insieme tutte le meningiti batteriche, (tanto la gente legge solo il titolo).

Il “Dei 900 casi italiani circa un terzo è causato dal Meningococco (prevalentemente di gruppo C)”, del Ministero, è un errore da matita blu (involontario?).

Con un incidenza annua di 0,1 ammalati su 100.000 abitanti (0,0155/100.000 i morti), praticamente si tratta di una malattia molto rara http://www.ministerosalute.it/assistenza/malattierare/malattierare.jsp per nulla preoccupante, considerato che il meningococco C “alberga” nel 10% della popolazione.

Non può quindi essere considerato altamente infettiva dato che il 90% della popolazione non si fa contagiare dal 10% di portatori sani.

Se su 100.000 persone che lo hanno in gola, solo uno di essi sviluppa meningite; non sarà che lui aveva problemi suoi da risolvere?

Quale utilità può avere timbrare tutti quanti, compresi i portatori sani?

Non dimentichiamo le “rare” reazioni avverse.

Se i media marchettari ricevono una velina nella quale si “prescrive” di dare risonanza ai casi di meningite C hanno comunque materiale a sufficienza in quanto tali casi sono concentrati nel periodo invernale, (mettiamo che in 6 mesi ci siano 10 casi al mese quindi almeno 2 nuovi ammalati alla settimana) poi basta condire i servizi con frasi del tipo: “…è stata decisa la vaccinazione di massa per i giovani tra i 15 e i 29 anni. La situazione, però, "è sotto controllo". Oppure: “Migliaia di persone si accalcano presso le Asl per farsi vaccinare” così il popolo “tonno” finisce nella rete.

Questo perché la gente non sa distinguere la differenza fondamentale fra la frequenza di un evento e la sua incidenza, quindi ritiene probabile un evento quando si verifica frequentemente mentre il dato che indica la probabilità dell'evento per l’individuo è la sua incidenza.

Per questo c’è tanta gente che gioca al superenalotto ed al gratta e vinci: considerano le frequenti vincite come buon auspicio mentre la loro minima incidenza dimostra chiaramente che sono giochi truffaldini (come certi i vaccini).

Vaccinare 58 milioni di persone per prevenire 10 morti/anno (sempre se il vaccino funziona, ma noi abbiamo qualche dubbio) sarebbe un investimento talmente idiota che neppure al ministero potrebbero immaginare di fare.

Ci si limita a vaccinare i neonati, ignorando i danni, con la vana illusione che la copertura sia perenne e di poter eradicare il terribile batterio.


Messaggio orinale: http://old.luogocomune.net/site/newbb/viewtopic.php?forum=49&topic_id=4071&post_id=108781