Re: Approccio alla Bibbia. chiavi di lettura

Inviato da  Davide71 il 2/4/2015 1:27:09
Ciao Ghilgamesh:

visto che ci tieni tanto mi sono preso la briga di leggere il passo della Genesi (18 o 19) dove si narra di quell'episodio. E sì, compare proprio IHVH (alle volte con dei prefissi che non conosco però); ma correggimi se sbaglio:

1) IHVH è il Dio di Mosé, venuto ad occuparsi di coloro che sono "usciti dall'Egitto" e non di altri;
2) anche Biglino afferma che a IHVH era stato assegnato "una parte della casa di Giacobbe", non Abramo;
3) e comunque siamo certi che Abramo non poteva aderire alla religione di Mosè, perché era vissuto un sacco di tempo prima; non parlava neanche quella lingua;
4) pensa che offrì carne e latte ai suoi ospiti, cosa che un Ebreo non potrebbe mai fare!
5) insomma quello a cui si prostrò era certamente "il Suo Signore", ma non lo avrà MAI chiamato IHVH e lo sappiamo benissimo tutti e due;
leggi la Sura 3 del Corano a partire dal versetto 35; vedrai che Maria, Zaccaria, e poi tutti i personaggi principali dei Vangeli parlano con Allah; ma secondo te lo chiamavano così? Era veramente lo stesso Allah di cui Maometto era il profeta?
6) ti sei mai chiesto perché ogni elohim (ammesso che sia il nome corretto per indicare un Dio di un popolo) abbia bisogno di un profeta per diffondere la sua religione? IHVH-Mosé; il Padre-Gesù Cristo; Allah-Maometto (quantunque affermi di avere inviato anche altri profeti); se l'elohim fosse "in carne ed ossa" come dici tu che bisogno avrebbe?
7) ma poi ti pare il caso di mettere sullo stesso piano i passi della Genesi, che sono evidentemente miti tratti da altre tradizioni, e l'Esodo, che parla PROPRIO di IHVH e del suo profeta Mosé? Sarà magari il caso di focalizzare la propria attenzione su di esso (e successivi) per comprendere "chi sia", quali sono le sue caratteristiche e le sue finalità?
8) penso anch'io che un elohim possa morire quando muore il popolo che lo adora; infatti nessuno parla più di Kamosh, di Baal (forse i "satanisti" ma...) etc.
9) nel salmo 82 (a me viene 81 però) il termine elohim sembra indicare un termine generico per "funzionario della burocrazia celeste", ruolo che può benissimo essere assegnato ad un essere umano, che non per questo diviene immortale...
10) a parte ciò l'idea che un elohim possa assumere forma umana (o anche animale del resto), ancorché questo non succeda mai per il popolo ebraico, non può essere scartata perché tutte le altre Tradizioni (iliade compresa) ne parlano;
Insomma non puoi scartare l'ipotesi che un elohim possa essere una creatura che superi molti dei limiti della natura umana; meglio ancora, che elohim possa designare creature umane come anche non-umane o ultra-umane
10) infine devi comunque almeno prendere in considerazione l'idea che un elohim possa essere una creatura che supera i limiti della tua immaginazione (attuale).

Messaggio orinale: http://old.luogocomune.net/site/newbb/viewtopic.php?forum=47&topic_id=7847&post_id=269931