Re: L' eterna contraddizione degli alternativi...

Inviato da  florizel il 25/11/2007 12:47:04
blackbart, se vuoi avere a forza ragione, ok.

Così facciamo due cose buone: tu sei felice, ed io compio la mia buona azione quotidiana.

Però a discapito dell'oggettività, perchè nelle campagne ci sono ancora animali non manipolati dall'uomo, che se venissero lasciati in libertà se la caverebbero benissimo.

Ed anche ammesso che diventassero preda di altre bestiole, questo rientrerebbe perfettamente nella logica naturale delle cose.
Accade per i rapaci con i rettili, accade ancora oggi con pecore "allevate" dall'uomo che vengono ritrovate morte da alcuni predatori nei boschi del centro-nord, accade con gatti che lasciano le case e si avventurano in cerca di roditori, ecc.
Se l'uomo non intervenisse più sui ritmi di vita di questi animali, credo che essi sopravviverebbero tranquillamente, anche se lasciati allo stato brado.

Citazione:
Le campagne sono piene di animali selvatici?


Ho detto che "son piene di pecore, mucche ed animali appartenenti ancora alla specie originaria", riferendomi ai ruminanti e agli ovini di cui sopra, non manipolati o incrociati, o "addomesticati" dall'uomo come il cane da te portato ad esempio.
Ma, più specificamente nelle zone a forte predominanza di boschi, si: ci sono ancora animali selvatici.
Ti consiglio una vacanza di qualche settimana tra le montagne del nord italia o tra i boschi delle regioni centrali, ti stupiresti della tanta vita animale che ancora vive allo stato selvatico.


Messaggio orinale: http://old.luogocomune.net/site/newbb/viewtopic.php?forum=45&topic_id=3969&post_id=104237