Re: Dubbi

Inviato da  ambra il 10/11/2006 20:06:20
Il tuo contributo all'analisi è utilissimo. Mi permetto di suggerirti un altro punto di vista.Dici che la forza distruttiva dell'aereo non sembra completamente compatibile con i danni provocati e che il profilo alare avrebbe dovuto essere progressivamente modificato e indebolito.Giustissimo.In effetti, ciò che più mi lascia perplessa in tutti i vari fenomeni di questa storia è proprio la mancanza di progressione.Ma aggiungo: non credi che l'aereo, in una situazione di equilibri così delicata a causa dell'estrema velocità e della bassa altitudine,avrebbe dovuto risentire in maniera considerevole di quei primi impatti con i pali ? E' già stato appurato che sarebbe bastato anche solo sfiorare i comandi per produrre bruschi scarti e importanti cambiamenti di quota , è possibile che abbia continuato la sua corsa filando liscio in quel modo senza risentire minimamente di impatti e deformazioni a parti vitali come le ali?Se poi anche solo una parte si fosse staccata, non avrebbe dovuto dare origine a una rotazione di tutto l'aereo?Poi devo dire che da queste immagini si vede perfettamente ciò di cui parlavo all'inizio.Nel momento stesso in cui impatta la fusoliera infila alcuni pilastri quindi, o ci si doveva accartocciare contro, o se si dà per buona la spiegazione ufficiale,ciascono di questi pilastri ha "aperto" l'aereo, scostandosi e andando a farsi affettaro in maniera sempre più divergente e uscendo dalla traiettoria iniziale.Invece, i pilastri sono danneggiati secondo una sagoma compatta.
Un'ultima considerazione.Il metallo non evapora con nessun tipo di calore.Fonde, vedi per esempio dentro un vulcano, ma non evapora.
Saluti

Messaggio orinale: http://old.luogocomune.net/site/newbb/viewtopic.php?forum=3&topic_id=2698&post_id=61510